Sei sulla pagina 1di 27

ESSENZIALI

di PAOLO PAROLINI
9 CONSIGLI ESSENZIALI PER I PERCUSSIONISTI

Data di pubblicazione: Settembre 2014

Pubblicato da Paolo Parolini


http://paoloparolini.com/

«9 Consigli essenziali per i percussionisti» di Paolo Parolini è distribuito


con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non Commerciale – Non
opere derivate 4.0 Internazionale

INFORMATIVA SUL COPYRIGHT


Tu sei libero di:
Condividere — riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico,
rappresentare, eseguire e recitare questo materiale con qualsiasi mezzo e
formato.
Il licenziante non può revocare questi diritti fintanto che tu rispetti i termini della
licenza.

Alle seguenti condizioni:


Attribuzione — Devi riconoscere una menzione di paternità adeguata, fornire un
link alla licenza e indicare se sono state effettuate delle modifiche. Puoi fare ciò in
qualsiasi maniera ragionevole possibile, ma non con modalità tali da suggerire che
il licenziante avalli te o il tuo utilizzo del materiale.
Non Commerciale — Non puoi usare il materiale per scopi commerciali.
Non opere derivate — Se remixi, trasformi il materiale o ti basi su di esso, non puoi
distribuire il materiale così modificato.
Divieto di restrizioni aggiuntive — Non puoi applicare termini legali o misure
tecnologiche che impongano ad altri soggetti dei vincoli giuridici su quanto la
licenza consente loro di fare.
Ciao! Sono Paolo Parolini, fondatore di
paoloparolini.com, un blog dedicato a
percussionisti, batteristi ed insegnanti.
Lavoro come musicista freelance e insegno
strumenti a percussione alle scuole
superiori. Se sei interessato, leggi la mia
storia.

Grazie per aver scaricato questa piccola raccolta di consigli e per esserti
iscritto al mio blog. All’interno di queste poche pagine potrai trovare dei
suggerimenti che ti saranno utili se hai deciso di intraprendere la carriera del
percussionista professionista o semplicemente sei curioso di conoscere il
mondo di questi molteplici strumenti.

Questo documento è nato dalla passione per il mio lavoro e per la musica.
Tutti i consigli che leggerai sono frutto della mia storia e delle mie esperienze
come studente, musicista ed insegnante.

È esattamente per questo motivo che in alcuni passaggi potrai non trovarti
d’accordo con le mie parole: non pensare che le mie considerazioni siano le
uniche esatte.

Quindi non esitare a scrivermi se hai dubbi o altre idee rispetto a quello che
leggerai, oppure semplicemente se vuoi entrare in contatto con me!

Oltre che sul mio blog puoi trovarmi sulla mia Pagina Facebook o Twitter. Se
vuoi scrivermi in privato puoi farlo all’indirizzo e-mail info@paoloparolini.com.

Buona lettura!
INDICE

Crediti e Copyright____________________________________________________________2

Introduzione__________________________________________________________________3

Consiglio 1
Studia più percussioni possibili_________________________________________________5

Consiglio 2
Impara a focalizzare___________________________________________________________7

Consiglio 3
Studia con un bravo Maestro ________________________________________________10

Consiglio 4
Prima o poi dovrai insegnare _________________________________________________12

Consiglio 5
Pareto dice : «Studia batteria!»________________________________________________14

Consiglio 6
Acquista nel tempo i tuoi strumenti __________________________________________16

Consiglio 7
Suona nelle bande ___________________________________________________________19

Consiglio 8
Suona negli esemble di percussioni ___________________________________________21

Consiglio 9
Vivi la musica come una passione ____________________________________________25

Ringraziamenti_______________________________________________________________26

Contatti_____________________________________________________________________27

4
5
CONSIGLIO N. 1
1. STUDIA PIU’ PERCUSSIONI POSSIBILI

Le percussioni e le tecniche persona. Siamo essere umani, abbiamo le


esecutive sono veramente tante. nostre passioni e i nostri limiti.
Studiarle bene tutte è Ricordati sempre infatti che la
semplicemente impossibile. musica è una cosa bella di cui godere Inoltre quando cerchiamo di fare
prima ancora che un mestiere. bene tutto è probabile che finiremo
Arriverà un momento in cui tu stesso per fare tutto mediamente male.
proverai la sensazione di perdere E si gode tanto più di un genere
tempo su troppi strumenti e troppi musicale quanto più lo si conosce e Le percussioni da questo punto di
stili. lo si capisce. vista sono molto pericolose proprio
perché sono tantissime e
Però sarebbe bene che come 2. Detto questo, e sono parole in abbracciano tutti gli stili di tutta la
percussionista imparassi almeno le cui credo fermamente, pensa musica di tutto il mondo.
basi di tutte le tecniche applicabili a anche in maniera pratica: essere
più strumenti possibili. in grado di suonare più strumenti Nota quante volte ho usato la parola
nei diversi stili ti aprirà la strada a “tutto”. Attento a colui il quale cerca
Questo principalmente per due moltissimi ambiti lavorativi dove di diventare un percussionista
motivi: non sempre è richiesta una iper- TUTTologo...!
specializzazione da virtuoso in un
1. Studiare più strumenti e stili ti unico stile e strumento. Piuttosto aspira ad imparare le basi
consentirà di diventare un di più tecniche e stili possibili e
musicista più completo, a Essere considerato un percussionista quando ti sentirai musicalmente
prescindere dall’ambito musicale versatile ti permetterà di venire maturo comincia ad approfondire ciò
a cui senti di appartenere. chiamato ogni volta che ci sarà che più ti interessa e piace.
bisogno di qualcuno che possa
Inoltre conoscere e comprendere adattarsi alle diverse situazioni
diversi stili di musica ti farà musicali. E questo, credimi, accade
apprezzare altrettante tradizioni e molto spesso.
culture musicali. Di questo ne
beneficerai non solo come Un consiglio: non esagerare. Non è
percussionista ma anche come possibile studiare tutto e bene.

6
7
CONSIGLIO N. 2
2. IMPARA A FOCALIZZARE

Ti ho appena consigliato di studiare aspetto tecnico su cui esercitarmi Esempio pratico:


più tecniche e strumenti possibili e e su un brano da suonare.
ora pensi che ti voglia dire Il lunedì scelgo di studiare la tecnica
esattamente il contrario. Ma non è 2. Il giorno dopo studio altri due del rullo a doppi colpi sul tamburo e
così. strumenti con la stessa modalità una marcia rudimentale. Inoltre
del giorno 1 (non più di un faccio esercizi di tecnica con il
Cosa significa allora “focalizzare”? aspetto tecnico e non più di un doppio pedale sulla batteria e imparo
Significa adottare una strategia di brano per strumento) qualche fill di Neil Peart (uno dei
studio per non perdersi nel caos miei batteristi preferiti!) dove posso
dell’infinità delle tecniche e degli stili 3. Il terzo giorno riprendo gli sfruttare questa tecnica.
da imparare. strumenti del primo giorno e il
quarto quelli del secondo giorno Il martedì studio le scale maggiori
Bene, ma come fare? Ogni e vado avanti così. sulla marimba e il Preludio dalla
percussionista sviluppa nel tempo la Suite in Sol maggiore per violoncello
propria strategia per imparare a In questo modo studio non più di due di Bach. Infine mi alleno su alcuni
focalizzare il suo lavoro durante il strumenti al giorno e non più di 4 alla esercizi per l’intonazione degli
tempo dedicato allo studio. settimana. Nello stesso tempo mi intervalli sui timpani e suono i passi
esercito su massimo 2 aspetti tecnici principali della Nona Sinfonia di
Io ti mostrerò la mia, che funziona e brani al giorno e massimo 4 alla Beethoven.
per me e non è detto che vada bene settimana.
per te, ma spero che tu possa trarne Mi concentro su questi 4 “obiettivi”
qualche spunto di riflessione Quando penso di essere pronto su per il tempo che basta. Il lunedì della
leggendola. uno di questi 4 “obiettivi” (che sia settimana successiva penso di aver
una tecnica o un brano di studiato sufficientemente la marcia
1. Il primo giorno studio due repertorio), lo sostituisco con un sul tamburo, così cambio brano e mi
strumenti e per ognuno di questi altro o cambio strumento. esercito sui passi orchestrali di
cerco di concentrarmi su un Shéhérazade.

8
2. IMPARA A FOCALIZZARE

MONDAY TUE WED THU FRI SAT SUN MONDAY

SNARE DRUM: MARIMBA:


SNARE DRUM:
double stroke major scales
same as same as same as same as relax, fun, double stroke
roll and and Bach
MONDAY TUESDAY MONDAY TUESDAY friends, fiancé! roll and
rudimental Prelude in G
Schéhérazade
march for cello solo

TIMPANI: DRUM SET:


DRUM SET:
tuning of same as
double bass same as same as same as same as relax, fun,
intervals and MONDAY (of
technique and MONDAY TUESDAY MONDAY TUESDAY friends, fiancé!
Beethoven’s the week
Neil Peart fills
9th before)

Questo è un modello e sei libero come ti ho già detto di seguirlo in tutto o in parte a seconda di quello che pensi sia più utile
per te.

Io come insegnante non obbligo i miei studenti a seguire questo metodo di studio, però pretendo che ne abbiano uno perché
è solo in questo modo che possono imparare a focalizzare.

9
10
CONSIGLIO N. 3
3. STUDIA CON UN BRAVO MAESTRO

Come si fa a scegliere un bravo E non basta un titolo di studio per necessarie ma non sufficienti per
maestro? Non è facile rispondere a dimostrare la competenza di un ritenere un maestro come un grande
questa domanda perché non insegnante. Maestro.
esistono ricette per un bravo
maestro. Ci vogliono anche e soprattutto i Nella mia esperienza personale ho
titoli artistici cioè, essenzialmente, incontrato chiunque: musicisti
Quello che ti posso dire è che a l’esperienza e il continuo buffoni che cercavano di insegnare
parere mio un Maestro, con la M aggiornamento professionale, vale a cose per le quali non avevano la
maiuscola, deve possedere dire uno studio costante. competenza necessaria, insegnanti
essenzialmente due qualità: diplomati sui libri senza alcuna
2. Essere un grande didatta, cioè esperienza sul campo ed infine
1. Essere un grande musicista, avere la passione di trasmettere anche grandi artisti, tecnicamente e
perché non può esistere un bravo ciò che si conosce e possedere le musicalmente ineccepibili e nello
insegnante di percussioni che tecniche pedagogiche adatte per stesso tempo totalmente inadatti alla
non sappia suonare farlo nella maniera più efficace. comunicazione tra esseri umani.
eccellentemente le percussioni.
Anche in questo caso esistono alcuni Ma tra queste poche esperienze
Anche se sembra strano, sappi che maestri che sono ottimi musicisti ma negative ho avuto la fortuna di
l'incompetenza è presente tra tanti pessimi insegnanti; dei “tecnici della conoscere dei Maestri eccezionali.
insegnanti di musica, sia di musica” che sanno bene come Tra questi i miei Prof. Massimo
strumento che di materie affini. mettere le mani sui propri strumenti Pastore e Alberto Macchini – Mac:
ma non sono in grado di trasmettere persone che mi hanno aiutato a
Questo non dovrebbe essere la loro arte agli studenti. crescere non solo come musicista
possibile perché nessuno può ma anche e soprattutto come
insengare qualcosa se non conosce Io considero queste due persona.
perfettamente ciò che insegna. caratteristiche, se analizzate
singolarmente, come condizioni Dei Maestri di vita.

11
12
CONSIGLIO N. 4
4. PRIMA O POI DOVRAI INSEGNARE

Nota bene l’uso che ho fatto del (medie e superiori) a quello 2. Anche se pensi che insegnare
verbo “dovere”. Insegnare non è solo universitario e in alcuni casi anche a non sarà mai una cosa adatta a te
una scelta o un ripiego per un bravo livello primario. o che non sarai costretto a farlo
musicista. per ragioni economiche, sappi
Io stesso insegno da anni in una che un giorno ci sarà qualcuno
È un qualcosa che dovrai fare a scuola superiore pubblica italiana, che inevitabilmente ti chiederà di
prescindere. Perché? Per due vengo pagato come un qualsiasi imparare la tua arte.
ragioni: insegnante ma al contrario della
maggior parte dei miei colleghi delle Questo perché salire sul palco e
1. Parliamoci chiaro: insegnare è materie non-musicali riesco a suonare dal vivo significa
un’ottima fonte di guadagno per mantenere contemporaneamente essenzialmente comunicare.
un percussionista perché le un’altra attività artistica che mi
percussioni e in particolare la permette di continuare a fare della Se avrai qualcosa da dire con la tua
batteria (vedi consiglio nr. 5) musica “suonata” il mio mestiere musica ci sarà sempre qualcuno
sono strumenti abbastanza principale e, sempre parlando in disposto ad ascoltarti.
popolari e ci saranno sempre termini pratici, di avere una sorta di
persone disposte a pagare per “doppio stipendio”. E se non sarai tu ad insegnare
imparare a suonarle. direttamente saranno i tuoi concerti
Inoltre se l’insegnamento è per te e le tue performance a “dare lezioni”
Nell’ambito privato potrai lavorare una vocazione come lo è per me al posto tuo.
per diverse scuole di musica, fondare questo mestiere non sarà solo
uno studio di tua proprietà, tenere remunerativo dal punto di vista Per questo sii sempre cosciente del
corsi estivi etc. economico ma soddisfacente per la tuo ruolo imprescindibile di
tua piena realizzazione personale. insegnante-comunicatore.
Anche le scuole pubbliche
richiedono spesso insegnanti di
percussioni, dal livello secondario

13
14
CONSIGLIO N. 5
«
»
5. PARETO DICE: «STUDIA BATTERIA!»

La legge 80/20 (o “Principio di Quindi impara a suonare la batteria e Io stesso, come leggi nella mia storia,
Pareto) afferma che l’80% degli impara a suonarla bene perché mi sono avvicinato al mondo delle
effetti è dovuto a un 20% delle cause. potrebbe essere la tua unica percussioni dopo aver fatto una
Divertiti ad applicare questa legge speranza di entrare nel mondo prima esperienza di qualche anno
anche nella tua vita vita quotidiana dell’insegnamento (e cominciare a sulla sola batteria, strumento che
di percussionista. guadagnarti da vivere!). tuttora continuo a studiare, suonare
ed insegnare.
Esempio: l’80% delle volte in cui Un discorso parzialmente diverso è
suonerai i timpani in orchestra da farsi per l’insegnamento in ambito Infine badate percussionisti classici
intonerai quello che potremmo pubblico, dove la batteria viene a incalliti, cioè voi che di batteria e
considerare un 20% degli intervalli volte considerata addirittura uno musica moderna non ne volete
possibili, ossia tonica - dominante, strumento “secondario” all’interno proprio sentir parlare, perché è bene
cioè una quarta o una quinta giusta. della classe di percussioni. Ma che apriate gli occhi su un trend che
questo è un grave errore, si sta sviluppando sempre di più nei
A cosa ci serve sapere questo? Beh, esattamente per le stesse ragioni programmi di audizioni orchestrali
essenzialmente il ragionamento ci che ho spiegato poco fa. dove “dimostrare di saper
dice che se non impariamo ad accompagnare un brano con diversi
intonare perfettamente una quarta o Inoltre è inutile non considerare il stili e improvvisare sulla batteria” è
una quinta giusta sui timpani è fatto che la gran parte dei ragazzi una prova sempre più richiesta.
meglio che cambiamo mestiere... che decide di suonare gli strumenti a
percussione proviene spesso da una Per tutte queste ragioni, studia
Bene, ora prova ad applicare questo precedente esperienza di studio sulla batteria!
principio ad un altro ambito: batteria.
l'insegnamento privato. Cosa
insegnerai all’80% dei tuoi allievi E iniziare a suonare le percussioni
privati? La risposta è semplice: la non significa smettere di studiare
batteria. batteria, ma tutto il contrario.

15
16
CONSIGLIO N. 6
6. ACQUISTA NEL TEMPO I TUOI STRUMENTI

Mentre scrivo sto ancora pagando le rate della mia


marimba a 5 ottave e ho una casa stracolma di
percussioni. Posso affermare di avere un bell’arsenale.
Ora non prendere paura: non è necessario acquistare
tutti gli strumenti a percussione e soprattutto non è
necessario farlo appena cominciati gli studi.

Come ho spiegato in questo video che vedi a destra


all’inizio basta un practice pad, un paio di bacchette e
una buona dose di volontà. Il resto arriverà nel tempo.

Quando mi sono diplomato in conservatorio, dopo 9


anni di studi, possedevo solo una batteria, uno
xilofono e una grancassa orchestrale, strumenti
acquistati grazie a vari concerti e all’aiuto dei miei
genitori.

Per le percussioni di cui non disponevo E conclusi gli studi si perde l’etichetta di studente che permette di
personalmente facevo pratica in conservatorio. usufruire delle risorse - eventuali - messe a disposizione dalla scuola o
dal conservatorio.
Tuttavia io ho avuto la fortuna di studiare in una
struttura che al tempo aveva spazi e strumenti a Dunque tanto vale rimboccarsi le maniche fin da subito, cominciare a
sufficienza per chi voleva esercitarsi. risparmiare e mettersi in testa che prima o poi si avrà la necessità di
acquistare gli strumenti a percussione di cui si ha bisogno. Nel mio caso:
Purtroppo ora i tempi sono cambiati e la possibilità di tutti.
studiare all’interno di scuole e conservatori diventa
sempre più difficile per una serie di motivi che
sarebbe troppo impegnativo spiegare qui.

17
6. ACQUISTA NEL TEMPO I TUOI STRUMENTI

Pesonalmente possiedo una


marimba, due batterie, un vibrafono,
due timpani, uno xilofono, un
malletkat, varie percussioni latino
americane ed etniche, tantissime
percussioni orchestrali, una serie
infinita di accessori etc etc etc... la
lista della spesa è sempre piena.

E non c’è nulla da fare perché un


percussionista senza i propri
strumenti è come la birra senza
alcohol: inutile e da evitare.

D’altronde non pensare di essere in


una condizione svantaggiata rispetto
agli altri musicisti.

Pensa ad un pianista che vuole avere


una carriera come concertista: per
forza avrà prima o poi la nececcità di
comprare un bel pianoforte a coda
che, credimi, può costare anche più
di tante percussioni messe insieme.

Come si dice: mal comune mezzo


gaudio…

18
19
CONSIGLIO N. 7
7. SUONA NELLE BANDE

Le bande sono un’ottima palestra tantissimo la prima vista perché darti la possibilità di studiare su
per qualsiasi percussionista. Suonare spesso ti capiterà di dover provare quegli strumenti.
in una banda ti dà la possibilità di dei brani senza prima averli studiati a
avere a che fare con una moltitudine casa. Dal 2007 suono come percussionista
di strumenti e stili. stabile nella Civica Orchestra di Fiati
Inoltre le bande sono ottime di Padova ma nel corso della mia
Spesso le parti per un percussionista occasioni di lavoro per il carriera ho collaborato con
di una banda sono più difficili di percussionista freelance, sia per tantissime bande ricoprendo il ruolo
quelle che ci si trova a suonare in quanto riguarda i concerti che per le di timpanista, percussionista e
un’orchestra sinfonica ed è richiesto ulteriori opportunità di preparatore della sezione delle
molto più spirito di adattamento insegnamento. percussioni.
perché non sempre si hanno a
disposizione tutti gli strumenti che Le bande infatti hanno la necessità di Amo suonare nelle bande!
richiedono i vari brani o non sempre preparare i propri componenti e
ci si trova nel numero sufficiente di creano quindi spesso delle scuole di
percussionisti per coprire tutte le musica associate nelle quali, se
parti. serve, potranno chiedere la tua
collaborazione come insegnante.
La banda è anche un’ottima palestra
se sei interessato a lavorare in ambito Infine può esserci anche l’oppurtinità
orchestrale perché imparerai a di studiare gli strumenti di cui non
seguire il gesto di un direttore e a disponi a casa o a scuola.
suonare con un numero elevato di
musicisti. Quasi tutte le bande possiedono
infatti almeno una coppia di timpani
Non solo, suonare il repertorio di sinfonici e una tastiera a percussione
una banda ti farà esercitare ed è nell’interesse della banda stessa

20
21
CONSIGLIO N. 8
8. SUONA NEGLI ENSEMBLE DI PERCUSSIONI

Discorso complementare a quello Infine, ed è forse la cosa più come quando ho suonato negli
sulle bande vale per l’ensemble di importante, suonare in un ensemble ensemble di percussioni. Ne ho
percussioni che è l’ ambito in cui il di percussioni è… divertente! anche co-fondato uno assieme ad
percussionista può dare più spazio al altri tre amici, l’Oxygen Percussion
suo virtuosismo divertendosi a A volte infatti, in quanto Quartet e devo dire che considero
suonare con un gruppo di “suoi percussionisti, ci sentiamo questo gruppo come una delle più
simili”. “secondari” rispetto agli altri belle “creazioni” della mia vita.
musicisti. Spesso le parti che ci
Non solo è richiesto un alto livello vengono assegnate in orchestra o in
tecnico su tutti gli strumenti ma altri ensembles sono pensate per
bisogna possedere anche la capacità una funzione di solo
di suonare in formazioni accompagnamento.
relativamente piccole rispetto
all’ambito orchestrale. Capacità che In un ensemble di percussioni
si può imparare appunto in un riusciamo invece a liberare tutte le
contesto del genere. risorse timbriche e sonore dei nostri
strumenti.
In aggiunta l'ensemble di percussioni
è entrato ormai di diritto nell’elenco Non a caso infatti mi è sempre, e
delle formazioni più comuni di sottolineo sempre capitato dopo i
musica contemporanea e la concerti degli ensemble di
popolarità aumenta ogni giorno di percussioni dove ho suonato sentir
più. dire tra il pubblico frasi del tipo :«
Non avrei mai pensato che le
Non solo quindi suonare in questo percussioni potessero suonare in
tipo di gruppo ti renderà un questo modo!». Soddisfazioni...
musicista migliore ma potrà essere
una parte importante della tua futura Infine posso giurare che non mi sono
carriera nella musica. mai divertito tanto nel mio mestiere

22
23
CONSIGLIO N. 9
9. VIVI LA MUSICA COME UNA PASSIONE

Per finire vorrei raccontarti la storia di concerti che si sarebbero tenuti a andare la mia passione per la musica.
del mio scampato fallimento ossia di Parigi. In programma c’era “Maria de
quando stavo per mollare i miei studi Buenos Aires”, una stupenda opera- Ma quando salii sul palco provai di
in ambito musicale per concentrarmi tango di Astor Piazzolla. nuovo il calore del pubblico, il
su quella che sembrava essere una profumo del teatro, l’emozione di
carriera che prometteva più Risposi che l’avrei fatto volentieri e stare in tournee e la bellezza di
sicurezza economica e meno pensai che quella sarebbe stata una sentirmi un’artista.
“sbattimenti”. buona occasione per finire in
bellezza la mia carriera musicale. Quello era il mondo a cui
Nel 2007, mentre studiavo in appartenevo, ciò che mi rendeva
conservatorio, frequentavo Chi non avrebbe desiderato farsi un felice.
contemporaneamente l'università. paio di giorni di “vacanza” pagata a
Parigi per suonare della splendida Avevo preso la mia decisione: avrei
Ero iscritto ad economia, volevo musica? stretto i denti, finito al meglio
diventare un commercialista e possibile la laurea in economia e
sapevo di non avere abbastanza Ma la vita spesso ci guida verso ciò a avrei continuato a studiare per
tempo per poter continuare a cui siamo destinati e fu proprio in diventare un musicista
percorrere entrambe le strade. quegli spettacoli a Parigi che ebbi la professionista. E così fu.
Dovevo prendere una decisione alla mia esperienza di “rivelazione”.
svelta. In verità non bastò quell’unica
Avevo già fatto tanti concerti, ma in occasione per farmi “mettere la testa
Ero quasi sul punto di farla finita con quel momento mi ero dimenticato a posto” e quell’episodio fu solo un
il sogno di diventare un musicista cosa significava emozionarsi per momento rivelatorio che si
professionista quando un bel giorno questo mestiere. preparava da tempo.
fui chiamato da un mio amico
percussionista che mi chiedeva se Ero stato troppo tempo sui libri di
avessi potuto sostituirlo per un paio economia e avevo lasciato un po’

24
9. VIVI LA MUSICA COME UNA PASSIONE

Gran parte delle motivazioni di Il consiglio che ti posso dare è


quella scelta provengono dalla spinta questo: bisogna vivere la musica
e dagli incoraggiamenti dei miei come una grande passione e per farlo
genitori che sempre mi hanno è necessario rischiare, a volte fare dei
supportato e aiutato in quello che compromessi ma sempre perseverare,
amavo fare. stringere i denti e combattere.

L’unica vera ragione per non aver Sono felice perché mi sento un
mai mollato. artista, un musicista, un
percussionista.
Inoltre “tutto l’universo cospira
affinché chi lo desidera con tutto sé E spenta la luce prima di andare a
stesso possa riuscire a realizzare i dormire mi risuona in testa una
propri sogni” (Paulo Coelho dal libro canzone e le parole cantate (guarda
L’Alchimista). caso) dal grande Ringo Starr: «What
do you see when you turn out the
I concerti a Parigi, i miei genitori: light? I can’t tell you but I know it’s
quello era parte del mio universo. mine».

Oggi l'emozione che ho provato a Buona notte!


Parigi si ripete ad ogni spettacolo e
io sento di appartanere a quella
ristretta cerchia di umanità che ama
il proprio mestiere e che, nel nostro
caso, trova una piena realizzazione di
sé sessa negli applausi finali del
pubblico.

25
RINGRAZIAMENTI

GRAZIE MILLE!

Spero ti sia piaciuto leggere questa piccola raccolta di


consigli tanto quanto è piaciuto a me scriverli.

Non posso ringraziarti abbastanza per aver scaricato questo


documento perché così mi aiuti a supportare il mio blog
sulle percussioni e tutto quello che faccio.

Se hai ancora un secondo da dedicarmi, mi piacerebbe


sapere cosa pensi di quello che ho scritto, mandandomi una
mail a info@paoloparolini.com e commentando gli articoli
del blog.

Nella prossima e ultima pagina ho inserito vari link per


rimanere in contatto con me.

Grazie al tuo aiuto spero di riuscire nel tempo a creare una


comunità di percussionisti che, come sai, ad oggi manca
nell’universo della rete.

Grazie ancora e ti auguro di trovare la tua felicità nel


mondo della musica e delle percussioni, ciao!

Paolo Parolini
http://paoloparolini.com

26
COME RIMANERE IN CONTATTO

http://paoloparolini.com

info@paoloparolini.com

http://feeds.feedburner.com/ParoliniPaolo

https://www.youtube.com/Paulpercussion

Vivo e
lavoro a
https://www.facebook.com/paolo.parolini.1
Padova

https://twitter.com/PaoloParolini

https://soundcloud.com/paolo-parolini