Sei sulla pagina 1di 68

LA RIVISTA DEL CIB - CONSORZIO ITALIANO BIOGAS E GASSIFICAZIONE N°21 - 2017

BIOGAS
INFORMA

PRIMO CORSO NAZIONALE CIB


SULLA CERTIFICAZIONE DEL
BIOGAS
FIRST CIB'S NATIONAL COURSE
ON BIOGAS CERTIFICATION
POSTE ITALIANE s.p.a. - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE -70% - LO/MI

FOCUS SULLE COLTURE LINEE GUIDA PER L’USO


VERNINE PER BIOGAS
FOCUS ON WINTER CROPS AGRONOMICO DEL DIGESTATO
FOR BIOGAS
Guidelines for digestate
agronomic management

L'AZIENDA AGRICOLA
CARBON NEGATIVE
The carbon negative farm
LO SVILUPPO DEL BIOGAS NEL
BRASILE MERIDIONALE
THE BIOGAS DEVELOPMENT IN Foto di copertina: Impianto biogas della Società Agricola Veronesi
SOUTHERN BRAZIL Biogas plant of the Veronesi farm
06 16
IL BIOGAS CERTIFICATO: BIOENERGIE E SVILUPPO
PRIMO CORSO SOSTENIBILE A EUBCE
NAZIONALE CIB Bioenergies and
Biogas CERTIFIED: first CIB sustainable development at
national course EUBCE

Indice
120
115 Marginal Fossil Fuel
100
84 Fossil Part of Petrol & Diesel in EU
80
72 Natural Gas in EU
60
gCO2eq/MJ

Conventional BiogasdonerightTM
40 Biogas
20 34 10

Index
0
-4
-20 -36

-40
Fossil MAIZE CRP+ MAN BYPR
Fuel MAN +CRP +MAN

10 Pubblicazione trimestrale
20
L’AZIENDA AGRICOLA a cura del COMUNI
CARBON NEGATIVE CIB-CONSORZIO ITALIANO RINNOVABILI 2017
The CARBON NEGATIVE BIOGAS E GASSIFICAZIONE RENEWABLE
farm MUNICIPALITIES 2017
Registrato presso il tribunale di Lodi
N. 1858/2012

12 24
IL BIOGASFATTOBENE® CIB SERVICE INFORMA:
A ECOFUTURO RISPETTARE LE SCADENZE
Biogasdoneright® PER NON SOSPENDERE
AT ECOFUTURO L'INCENTIVO

CIB - Consorzio Italiano


Biogas e Gassificazione

Via Einstein
Cascina Codazza
26900 Lodi
+39 0371 4662633
info@consorziobiogas.it
segreteria@consorziobiogas.it
www.consorziobiogas.it
26 48
LINEE GUIDA PER L’USO SOC. AGR. VERONESI:
AGRONOMICO DEL TRADIZIONE, TERRITORIO E
DIGESTATO INNOVAZIONE
Guidelines for VERONESI FARM: family tradition,
DIGESTATE AGRONOMIC territorial bond and innovation
MANAGEMENT

30 52
AL VIA LA IMPIANTI APERTI A
BORSA LIQUAMI BIOGAS WIPPTAL
Life dop launches the Open day at
MANURE STOCK BIOGAS WIPPTAL
EXCHANGE

34 56
FOCUS SULLE COLTURE LO SVILUPPO
VERNINE PER BIOGAS DEL BIOGAS NEL
FOCUS ON WINTER CROPS BRASILE MERIDIONALE
for biogas The development
of biogas in
SOUTHERN BRAZIL

Direttore Responsabile Redazione e autori Progetto Grafico e Stampa


Dott. Guido Bezzi Riccardo Gefter Wondrich, Concessionaria di Pubblicità Lalitotipo srl
biogasinforma@consorziobiogas.it Lorella Rossi, AGS - Agenzia di Grafica & Servizi Via Enrico Fermi, 17
Teresa Borgonovo, Tel. 02.33503430 20019 Settimo Milanese (MI)
Per informazioni
Carlo Pieroni, grafica@agsgrafica.com Tel. 02.33500830
Tel: 03714662683
Fabrizio Sibilla, www.agsgrafica.com
comunicazione@consorziobiogas.it
Lorenzo Maggioni,
Traduzioni Christian Curlisi,
A cura della redazione Giuliana d'Imporzano,
Francesca Dall'Ozzo
2 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

Editoriale

Piero Gattoni
Presidente CIB
Piero Gattoni
CIB’s president

NUOVE FORMULE DI NOVEL FORMS OF INTEGRATION


INTEGRAZIONE TRA BIOGAS, BETWEEN BIOGAS, DIGESTATE
DIGESTATO E FILIERE AND AGRICULTURE/LIVESTOCK
AGRO-ZOOTECNICHE FARMING
Abbiamo vissuto una campagna estiva particolarmente We are experiencing an exceptionally dry and hot
siccitosa, che ricorda a tutti quanto forte sia il legame summer season, that reminds us how tight is the
tra agricoltura e fenomeni climatici sempre più intensi e link between agriculture and climate change. Year
variabili di anno in anno. Se a livello globale è in corso after year we are assisting to ever more intense
una partita tra i grandi del pianeta per tenere vivi gli and changing weather conditions. At global
accordi sul clima di Parigi o superarli lanciando nuovi level, the Paris climate agreement is at stake,
e incerti negoziati, per far fronte a questa variabilità with world powers such as the United States that
climatica a livello di singola azienda agricola diventa want to go over it and launch new and uncertain
necessario pensare a forme di differenziazione e inte- negotiations. Locally, each farm should address
grazione dei cicli produttivi e applicazione di tecniche this climatic variability by elaborating product
agronomiche che permettano di utilizzare al meglio i cycles differentiation and integration strategies,
fattori produttivi a disposizione. applying agronomic techniques that use the best
Una delle principali missioni del Consorzio è proprio of available production factors.
quella di orientare i soci e diffondere informazioni sulle One of the main missions of the Consortium is
migliori pratiche agricole che un’azienda con impianto to advise the members on the best agricultural
biogas può adottare per integrare l’attività agro-zootec- practices that a biogas plant manager can adopt
nica con la produzione di energie rinnovabili. A questo to integrate agriculture and livestock farming
fine, il CIB da anni promuove il modello del “Biogasfat- with the production of renewable energies.
tobene®”, che poggia su tre pilastri: una gestione otti- For this purpose, CIB has been promoting the
male degli effluenti zootecnici, dei residui agricoli e dei “Biogasdoneright®” model, which is based on
sottoprodotti agroindustriali; l’introduzione di colture three pillars: an optimal management of livestock
di secondo raccolto con adozione di tecniche agrono- manure, agricultural residues and agro-industrial
miche che facilitino la conservazione della fertilità dei by-products; the introduction of sequential
suoli; la valorizzazione dei nutrienti e della sostanza cropping with of agronomic techniques that
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 3

organica stabilizzata del digestato. Su questi temi, è facilitate the conservation of soil fertility; the
stato recentemente pubblicato sulla rivista scientifica enhancement of nutrients and the stabilized
“Biofuels, Bioproducts and Biorefining” un articolo che organic matter of the digestate. On these topics,
dimostra quali risultati in termini di impronta carbonica an article has been recently published in the
il biogas agricolo è in grado di produrre quando ben scientific journal “Biofuels, Bioproducts and
integrato in azienda agricola. Biorefining” that shows the results of the carbon
Rispetto al digestato, quest’anno abbiamo lanciato due footprint of an agricultural biogas well integrated
iniziative concrete. In primo luogo, abbiamo preparato into the farm activities.
un manuale sull’utilizzo agronomico del digestato, che With regard to digestate, this year we have
stiamo distribuendo ai soci del Consorzio. L’obiettivo è launched two initiatives. Firstly, we have prepared
offrire suggerimenti pratici per produrre digestato di a manual on the digestate agronomic use,
qualità, eseguire correttamente le operazioni di cam- which we are distributing to the members of the
pionamento e affrontare al meglio gli eventuali controlli Consortium. The goal is to offer practical tips to
degli enti preposti. Questo perché il digestato, essendo produce quality digestate, to perform sampling
equiparato agli effluenti zootecnici, rientra sotto il DM operations properly, and to cope with the controls.
“Effluenti” del 25 febbraio 2016, e va gestito pertanto Since the digestate falls under the Decree
con grande attenzione. February 25, 2016, and it is equated with livestock
In secondo luogo, stiamo organizzando una serie di manure and slurry, this topic must be treated with
incontri in diverse regioni d’Italia in calendario nella great attention.
seconda metà di settembre. Gli incontri puntano ad Secondly, a series of meetings in different
approfondire per ciascun areale produttivo le principali regions of Italy will be held in the second
tematiche legate alla gestione e distribuzione in campo half of September. The meetings focus on the
del digestato, alle pratiche agronomiche più innovati- main themes related to the management and
ve, all’utilizzo efficiente dell’acqua, alla corretta gestio- distribution of digestate, the most innovative
ne degli impianti biogas e agli aggiornamenti normati- agronomic practices, the efficient use of water,
vi più recenti. Vogliamo continuare a confrontarci con i the proper management of biogas plants and the
produttori sulle questioni tecniche e sulle innovazioni latest regulatory updates. We want to carry on
che spesso nascono nelle nostre aziende agricole. Per talking with producers on the technical issues and
questo, conto di potervi incontrare numerosi, poiché innovations that often arise in our farms. For these
questo processo di condivisione sarà tanto più efficace reasons, I hope to meet many of you at these
quanto più sarà partecipato. meetings to enhance the effectiveness of this
Un’altra iniziativa che mi preme qui richiamare è il pri- knowledge sharing process.
mo corso di formazione sul processo di certificazione Another initiative that I would like to present is the
“Biogasfattobene®”. L’evento è in programma il prossi- first training course on the “Biogasdoneright®”
mo 7 novembre nel contesto di Ecomondo-Key Energy, certification process. The event is scheduled for
la grande kermesse riminese sulle energie rinnovabili, November 7 at Ecomondo-Key Energy, the fair
con cui da anni collaboriamo con successo. Per noi la on renewable energies in Rimini, a long-term
certificazione rappresenta un passaggio fondamentale partner of the Consortium. The certification is for
nel percorso di consolidamento e radicamento territo- us a fundamental step in the consolidation and
riale del biogas in Italia. territorial rooting of biogas in Italy.
Sul versante normativo, ci attende un autunno molto On the regulatory side, we expect a very busy
intenso di attività, con la probabile chiusura dell’iter le- autumn, with the likely entry into force of the
gislativo del “Decreto Biometano” e la redazione della Biomethane Decree and the drafting of the
Strategia Energetica Nazionale. Questi appuntamenti National Energy Strategy. These appointments
rappresentano l’opportunità per l’inizio di una nuova should pave the way to a new season of growth
stagione di crescita e investimenti e per il consolida- and investments, along with supporting in the
mento delle prospettive per gli impianti che sono at- coming years the active biogas plants that are
tualmente in esercizio, ormai diventati infrastrutture nowadays a strategic infrastructure for our farms
strategiche per le nostre aziende e per i territori. and territories.
Lavoreremo insieme per arrivare pronti a questi appun- We will work together to get ready for these
tamenti, con la grande coesione che ha permesso al appointments, with the great cohesion that has
nostro Consorzio di tracciare una linea strategica chiara allowed our Consortium to draw a clear strategic
nel corso dello sviluppo della digestione anaerobica line during the development of anaerobic
nel nostro Paese. digestion in our country.

Piero Gattoni
(Presidente CIB - Consorzio Italiano Biogas e Gassificazione)
(President - CIB Italian Biogas Consortium and Gasification)
4 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017
6 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

IL BIOGAS
CERTIFICATO
Di Christian Curlisi

A Ecomondo 2017 il primo corso per


la corretta gestione di un impianto biogas

At Ecomondo 2017 the first training course for


the right management of a biogas plant

M
ancano pochi mesi Il corso è coordinato da ENA-
a Ecomondo-Key PRA -Ente Nazionale per la Ricerca
Energy e il CIB e la Formazione in Agricoltura- ed è
sta costruendo il aperto a soci e non soci CIB purché
programma delle dipendenti di aziende agricole con
iniziative e degli incontri con l’o- impianto biogas/biometano iscritte
biettivo di dare massimo rilievo al Fondo Foragri (per informazioni re-
alla filiera del biogas e biometa- lative all’adesione www.foragri.com).
no nel contesto della kermesse Tra gli interventi previsti ci sarà
riminese, che anche quest’anno anche la testimonianza della prima
vede una stretta partnership tra azienda certificata, la Cooperativa
CIB e Italian Exhibition Group. Agroenergetica Territoriale di Cor-
Tra gli appuntamenti di rilievo reggio (Reggio Emilia).
in calendario, ci sarà il primo cor- L’obiettivo è fornire le basi
so di formazione per la corretta per organizzare e far funzionare
gestione di un impianto biogas, un sistema di gestione per pia-
finalizzata all'ottenimento della nificare, attuare, misurare, cor-
certificazione Biogasfattobene®. reggere e migliorare i processi
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 7

aziendali integrando qualità,


ambiente e sicurezza. Questo si-
BIOGAS
stema di gestione -vero e proprio CERTIFIED
disciplinare certificabile- è stato
elaborato all’interno del mondo The Italian Biogas Consortium (CIB) has been setting
biogas con lo scopo di permette- up the plan of initiatives and meetings for Ecomondo-
re agli operatori di gestire il pro- Key Energy fair, aiming to give maximum emphasis to
prio impianto in piena autonomia the biogas and biomethate sector. Among the most
e consapevolezza delle norma- important appointments there is an event devoted to
tive in vigore e delle attività da the “Biogasdoneright®” certification, destined to farmers
adempiere durante i controlli e le that run biogas plants. The course is coordinated by
visite ispettive. ENAPRA -a National body for Research and Training
Durante il corso si daranno in Agriculture-, it is free of charge and open to both
dunque ai partecipanti le nozioni CIB members and non-member farms, provided that
necessarie per affrontare il per- their employees are enlisted in the Foragri Fund
corso di certificazione del pro- (for information about the subscription please visit
cesso di produzione del biogas. www.foragri.com). Among the speeches there will
Si spiegherà in cosa consiste la be the case of the first certified biogas company, the
certificazione, quali sono i pro- Cooperativa Agroenergetica di Correggio (Reggio
cessi che verranno sottoposti a Emilia). The goal of the course is to provide the basis for
audit, quali obiettivi si possono organizing and running a management system to plan,
raggiungere e in che modo il ge- implement, measure, correct and improve business
store dell’impianto potrà acquisi- processes by integrating quality, environmental and
re i fondamenti per produrre bio- safety issues. This management system -a certifiable
gas in modo razionale, conforme process specification- has been developed within the
alle leggi, sicuro, sostenibile e biogas sector to allow operators to manage their plant in
ben accetto da tutti i portatori di full autonomy and awareness of the regulations in force
interesse. and the activities to be performed during the controls
Il rilascio della certificazione and inspections. During the course, participants will
“Biogasfattobene®” attesta infatti gain the basic knowledge about the biogas production
che l’azienda agricola individua certification process. The attendees will be taught in
tra i propri fini un’equilibrata in- detail what the certification is, what are the processes to
tegrazione con la realtà economi- be audited, what objectives can be achieved and how
ca, ambientale e sociale in cui è the plant manager will learn how to produce rationally,
inserita. in accordance with the law, safely, sustainably and in
La certificazione è rilasciata harmony with all the local stakeholders. As a matter of
da un ente terzo, ENAMA -Ente fact, the “Biogasdoneright®” certification attests that
Nazionale per la Meccanizzazio- the farm has a balanced integration with the economic,
ne Agricola- e attesta la confor- environmental and social reality in which it is integrated.
mità al disciplinare per la produ- The certification is issued by a third entity, ENAMA
zione e l’uso di biogas elaborato -National Organization for Agricultural Mechanization- in
dal CIB. compliance with the guidelines for biogas production
and use elaborated by CIB.
Per iscriversi al corso si prega di contat-
tare segreteria@consorziobiogas.it To enroll in the course please contact
o il seguente recapito telefonico: segreteria@consorziobiogas.it or call the phone
0371 4662633. number: 0371 4662633.

Quando e dove 7 novembre a Rimini nell’ambito di Ecomondo-Key Energy

Durata 8 ore

Dipendenti di aziende agricole con impianto biogas/biometano iscritte al


A chi è rivolto
Fondo Foragri

• Invio al CIB di una manifestazione di interesse


• Il CIB invia al corsista la scheda di adesione
Modalità di partecipazione • Invio al CIB della scheda di adesione compilata
• Istruita la pratica, il CIB invia un modulo da far firmare al Rappresentante Legale
• Inoltro al CIB del modulo controfirmato

Scadenza per inviare


15 settembre 2017
manifestazione di interesse

segreteria@consorziobiogas.it
Contatti
Tel. 0371 4662633
8 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

IL BIO-LNG
NELLA MOBILITÀ
SOSTENIBILE
Di Lorenzo Maggioni e Carlo Pieroni

Una grande opportunità


per il biometano liquefatto
nel settore trasporti pesanti

A great opportunity
for liquified bio-methane
in the haulage sector

I
l nostro Paese ha una lun- Premesso che le tecnologie molto interessanti.
ga esperienza nell’uso dei motoristiche legate allo svilup- Nel “Documento di consul-
combustibili gassosi, ed in po dei motori pesanti a meta- tazione per una Strategia Na-
particolare del metano, per no sono le uniche che ora e in zionale sul GNL” pubblicato nel
i trasporti. futuro potranno avvicinarsi a giugno 2015, si ipotizza infat-
Agevolata dalla distribuzio- rendimenti simili ai motori die- ti una potenziale sostituzione
ne capillare delle stazioni di sel, l’uso del metano liquefatto dei carburanti tradizionali con
servizio su gran parte del ter- come combustibile alternativo il 10-20% di GNL e bio-GNL al
ritorio nazionale, l’Italia vanta al diesel offre i seguenti van- 2030, pari ad un volume di al-
il primato europeo di veicoli a taggi: meno 3,2 milioni di tonnellate
gas naturale circolanti (oltre 1 • bilancio well-to-wheel delle all’anno.
milione alla fine del 2016). emissioni climalteranti pros- Nello stesso documento,
Nelle nuove logiche di mo- simo allo zero o, nel caso di grazie all’uso di questo carbu-
bilità sostenibile, in evoluzione uso di biometano, addirittura rante, si stima una riduzione di
da un sistema di trasporto basa- negativo; emissioni su base giornaliera
to su motori a combustione in- • combustione priva di partico- pari a 61 ton/g di CO 2 (-3,9%),
terna a sistemi che integreranno lato; 389 kg/g NO X (-7,2%) e 32 kg/g
differenti forme di powertrain, • abbattimento degli NO X ; PM (-26,1%). Nel caso di utiliz-
si pensa che uno spazio impor- • motore meno rumoroso. zo di biometano liquefatto e, in
tante sarà ancora riservato alla In Italia il mercato del metano particolare, di un biocarburan-
famiglia del metano e del bio- liquefatto ha già posto le basi per il te prodotto usando il model-
metano, sia in forma gassosa proprio sviluppo: attualmente sono lo “Biogasfattobene®”, queste
che liquida. operativi 8 distributori approvvi- performance ambientali già
Se nel trasporto leggero gionati con gas naturale liquefatto molto interessanti sarebbero
metano e biometano allo stato (GNL) che erogano gas naturale destinate a migliorare ulterior-
gassoso potranno ancora avere compresso (GNC) e 6 distributori mente. A luglio 2017, in Italia
un ruolo nella transizione verso GNL (si veda Fig. 1). Altri 20 distri- sono almeno 10 i progetti per
l’E-mobility, nel settore dei tra- butori sono in corso di autorizzazio- la realizzazione di impianti bio-
sporti pesanti invece si punterà ne o di costruzione. GNL, il primo dei quali entrerà
fortemente sull’uso di gas natu- Le potenzialità del settore in esercizio in Piemonte entro la
rale e biometano liquefatti. trasporto pesante sembrano fine dell’anno.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 9

BIO-LNG
IN SUSTAINABLE MOBILITY
Italy has a long experience in using gaseous fuels for • NOX reduction;
transport, particularly methane. • low-noise engines.
Facilitated by the capillary distribution of gas stations In Italy, the LNG market has already laid the
on most of its territory, our country ranks first in Europe groundwork for its development: currently 8 gas
as for natural gas-powered vehicles (over 1 million at stations supplied with LNG and providing GNC and 6
the end of 2016). gas stations providing LNG are in operation (see Figure
Within the new framework of sustainable mobility -that 1). 20 more LNG gas stations are being authorized or
evolves from a transport system based on internal constructed. The potential of the haulage sector seems
combustion engines to systems that will integrate very interesting.
different forms of powertrain-, an important role will be The “Consultation Paper for a National LNG
played by the methane and biomethane family, both in Strategy” published in June 2015, assumes a
gaseous and liquid form. potential replacement of traditional fuels with
In the light transit system, gaseous methane (CNG) 10-20% of LNG and bio-LNG by 2030, equal to
and biomethane (bio-CNG) can still play a role in the at least 3.2 million tonnes per year. The same
transition to E-mobility. Heavy goods vehicles, on the document estimates a daily GHG emission
other hand, will focus strongly on the use of liquified reduction of 61 ton/g CO 2 (-3.9%), 389 kg/g
natural gas (LNG) and liquified biomethane (bio-LNG). NO X (-7.2%) and 32 kg/g PM (-26.1%), due to
Today and in the future the technologies involved in the use of this fuel. In the case of bio-LNG and,
the development of heavy methane engines are the in particular, of a biofuel produced using the
only ones that offer performances similar to diesel “Biogasdoneright®” model, these promising
engines. Moreover, the use of liquefied methane environmental performances would be further
instead of diesel fuel offers the following benefits: improved. There are currently at least 10 projects
• well-to-wheel GHG emissions balance close to zero in Italy for the production of bio-LNG plants, the
or negative (in the case of bio-methane); first of which will enter into operation in Piedmont
• free from particle combustion; by the end of this year.

Figura 1. Stazione LNG a Piacenza con veicolo dual-fuel di Ecomotive Solutions


Figure 1. LNG filling station in Piacenza with dual-fuel truck by Ecomotive Solutions
10 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

L’AZIENDA AGRICOLA
CARBON NEGATIVE
Di Fabrizio Sibilla

Quantificata l’impronta carbonica


dell’energia elettrica
prodotta dagli impianti biogas

A scientific study analysed the carbon foot print


of the electric power
produced through anaerobic digestion

Figura 1: Dettaglio dell’alimentazione dei vari impianti analizzati nello studio


Figure 1: Breakdown of the feed supply of the different biogas plants

N
egli ultimi mesi il team “Biofuels, Bioproducts and Biore-
scientifico del Consor- fining” dopo un’attenta revisione
zio Italiano Biogas ha dei risultati da parte di un gruppo
collaborato con il Cen- di esperti indipendenti del settore.
tro Ricerche Produzio- L’articolo è ora accessibile a pa-
ni Animali e la Michigan State Uni- gamento all’indirizzo http://onli-
versity per quantificare l’impronta nelibrary.wiley.com/doi/10.1002/
carbonica dell’energia elettrica bbb.1789/full.
prodotta applicando i principi del Lo studio ha analizzato quattro
Biogasfattobene®. tipologie di impianti biogas: il pri-
I risultati dello studio sono sta- mo è un convenzionale impianto
ti pubblicati sulla rivista scientifica alimentato solamente a trinciato
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 11

di mais; il secondo è un impianto


situato in Pianura Padana e alimen-
tato per la maggior parte a doppi 120
raccolti, liquami e sottoprodotti; il 115 Marginal Fossil Fuel
100
terzo, ubicato sempre in Pianura Fossil Part of Petrol & Diesel in EU
84
Padana, è alimentato prevalente- 80
72 Natural Gas in EU
mente a letami; il quarto impianto 60

gCO2eq/MJ
è situato in Puglia ed è alimentato Conventional BiogasdonerightTM
40 Biogas
a letami e sottoprodotti (figura 1).
20 34 10
I risultati dello studio sono 0
significativi, come indicato in -4
-20 -36
figura 2.
Rispetto all’energia elettrica -40
generata in Europa con gas natu- Fossil MAIZE CRP+ MAN BYPR
rale -la più pulita tra le “fossili”, con Fuel MAN +CRP +MAN
emissioni di 72 grammi di CO2eq di
per MJ di elettricità prodotta-, l’e- Figura 2: Emissioni di CO2eq per la generazione di elettricità: a sinistra per le
lettricità generata da un impianto fonti fossili e a destra i quattro casi oggetto di studio
di biogas alimentato 100% a mais
Figure 2: CO2eq emissions for electricity generation: fossil source (left) and the
produce 34 grammi di CO2eq per
four biogas plants analysed (right)
MJ, quindi poco meno della metà.
Quando si passa ad impianti ali-

THE
mentati secondo i dettami del Bio-
gasfattobene® la riduzione delle
emissioni è notevole: a seconda CARBON NEGATIVE
delle alimentazioni, si passa infatti FARM
da 10 grammi di CO2eq per MJ ad
emissioni negative di -36 grammi In the last months, the CIB scientific team worked
di CO2eq per MJ, a seconda di quan- together with the Research Centre on Animal Production
ti letami e liquami vengano utiliz- (CRPA) and the Michigan State University to quantify
zati nell’alimentazione dell’impian- the carbon footprint of the electricity produced via
to. I valori negativi derivano dai Biogasdoneright® (BDR) platform technologies.
crediti vantati dalla gestione degli The results have been peer-reviewed and published
effluenti zootecnici con l’impianto in the scientific journal “Biofuels, Bioproducts and
di biogas, che da mero strumento Biorefining”. The article is now accessible at http://
per produrre energia rinnovabile onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/bbb.1789/full in a
diventa una vera e propria infra- pay per view mode.
struttura in grado di mitigare le The study analyzed four different kinds of biogas plants:
emissioni del settore agricolo e the first is a conventional biogas plant fed with corn
zootecnico. silage only; the second is located in the Po valley and
fed mainly with sequential crops, livestock manure and
by-products; the third, located in the Po valley too, is
fed largely with manure; the fourth is located in Apulia,
Southern Italy, and fed with manure and by-products
(figure 1).

The results have been terrific, as shown in figure 2.


Compared to the electricity obtained from modern, low
emission turbogas power station with conventional natural
gas and a carbon footprint of 72 g/MJ electricity, the
electricity obtained from the biogas plant fed with 100%
corn silage scores a carbon footprint of 34 g/MJ, therefore
slightly less of the half. When it comes to plants fed
according to the BDR principles, the CO2eq emissions
decrease markedly, ranging from 10 g CO2eq per MJ
to the impressive minus -36 g/MJ, according to the
livestock effluents load in the feeding mix. The negative
values originate from the credits in the emissions
obtained by using the biogas plant to treat livestock
manure: we can therefore affirm that the anaerobic
digestion plant is not only a simple tool to produce
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/bbb.1789/full renewable electricity but also an invaluable tool to
mitigate greenhouse gas emissions from agriculture and
livestock sectors.
12 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

IL BIOGASFATTOBENE®
A ECOFUTURO
Di Teresa Borgonovo

Biogas, biometano e agricoltura sostenibile


i temi portanti del festival delle eco-tecnologie

Biogas, biomethane and sustainable agriculture


carrying themes of eco-technologies festival

Trattore biometano con tecnologia dual fuel Ecomotive Solutions


Biomethane tractor with dual-fuel technology Ecomotive Solutions

A
nche quest’anno il CIB ha sempre più convinti della necessità di efficienti del digestato, sui quali il CIB
deciso di accompagnare far capire come l’agricoltura e le bio- sta facendo un percorso significativo,
la kermesse di Ecofuturo, energie possano essere sostenibili e a partire dalla redazione di linee guida
il festival delle eco-tec- svolgere una funzione di presidio del ad hoc ad uso dei produttori. Da Ecofu-
nologie il cui titolo, per territorio”. turo è uscita anche una collaborazione
l’edizione 2017, è particolarmente evo- Durante i cinque giorni di festival, innovativa e inedita, quella tra il CIB e
cativo e vicino alla vita del Consorzio: dal 12 al 16 luglio, abbiamo portato le Federbio proprio sul punto nodale del
Eco&Equo – La promessa della Terra. nostre parole, il nostro modello e le te- digestato. CIB e Federbio, infatti, han-
Piero Gattoni sottolinea: “Ecofuturo è stimonianze di alcuni nostri soci. no comunicato la volontà di istituire
una fucina di idee e di visioni grazie ai Nella sessione dedicata all’agri- un tavolo di lavoro per approfondire
suoi organizzatori. Ma non solo. È se- coltura sostenibile ("ecoaratura"), è il tema della produzione e dell’utilizzo
guito in diretta streaming da migliaia di intervenuta Lorella Rossi, responsabile del digestato nelle coltivazioni biolo-
persone. Per noi partecipare quindi si- dell’area tecnica del CIB che, nel suo giche. È un’ottima notizia. Ci rafforza
gnifica anche raggiungere, con i nostri intervento, ha sviluppato tutti i principi nella consapevolezza della qualità del
contenuti e i nostri valori, un pubblico del Biogasfattobene®, dalle tecniche lavoro che stiamo facendo.
ampio, di non addetti ai lavori. Siamo agronomiche agli utilizzi intelligenti ed Nella stessa sessione, Arianna Nor-
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 13

BIOGASDONERIGHT®
Michael Niederbacher, fondatore di BTS
AT ECOFUTURO
Michael Niederbacher, BTS founder
Even this year, the Italian Biogas Consortium went to Ecofuturo,
the eco-technologies festival. The title of this edition is very
close to the consortium's activities: Eco & Equo - The Promise
of the Earth. CIB President, Piero Gattoni, points out: "Ecofuturo
is a forge of ideas and visions, thanks to its promoters, and it
is followed by live-streaming by thousands of people. For us,
CIB’s participation means transmitting our content and values
to a wide audience of people, who do not know this world.
Indeed, CIB is aware of the need to convey that agriculture
and bio-energies can be sustainable and protect the territory”.
Throughout the five-day festival, from 12 to 16 July, we
exposed our content and illustrated the experiences of some
of our members. During the session dedicated to sustainable
agriculture, Lorella Rossi, head of CIB’s technical area, spoke
about Biogasdoneright®. The presentation has dealt with both
agronomic techniques and efficient use of digestate, on which
the Consortium is writing the guidelines for Biogas producers.
As proof of the quality of our work, has emerged an innovative
dera, invece, ha raccontato l’esperienza collaboration between CIB and Federbio on the agronomic
dell’azienda di famiglia, un allevamen- use of digestate. A working group between two organizations
to di vacche da latte che producono 6 will be organized to deepen the use of digestate in organic
milioni di litri all’anno e che alimentano farming. In the same mornig, Arianna Nordera, a CIB member
con i reflui un impianto dimensionato and owner of a dairy cattle farm that produces 6 million liters
sulla produzione dell’azienda. Grazie of milk per year, talked about the farm’s biogas plant feed with
all’impianto, la nuova generazione del- livestock slurry. Thanks to the plant, the Nordera family has
la famiglia Nordera è riuscita a soddi- been able to satisfy the company's thermal needs and warm
sfare tutti i bisogni termici dell’azienda up the milking room, with an improve of operator quality work
e a riscaldare la sala mungitura, miglio- and animal welfare. Michael Niederbacher, founder of BTS, CIB
rando sia la qualità del lavoro degli member company, presented a project on the bioremediation
operatori che il benessere animale. of contaminated soils in Fukushima. The program envisages
Michael Niederbacher, fondatore the planting of crops with high absorption capacity of
di BTS, ha presentato un progetto in radioactive isotopes, followed by harvest and anaerobic
cui il biogas ha una funzione straordi- digestion of biomass. The digestate, highly contaminated, will
naria nel vero senso della parola. Il pro- be gasified and ashes will be stored in the reactor site that
getto è su Fukushima e sulle possibilità will be off limits for the next 6000 generations, about 200000
di bonifica dei terreni contaminati. Il years. Thanks to this bioremediation, the territories around
percorso prevede la messa a coltura di the reactor will be habitable and cultivable. BTS is proceeding
piante che abbiano un’alta capacità di with a series of patents and meetings with the Japanese
assorbimento degli isotopi radioattivi authorities. Carlos Pabon of AB Group presented the operation
e, quindi, la raccolta e la digestione and importance of cogeneration for the energy efficiency of
anaerobica della biomassa. both small and large companies. Mauro Nicoletti of Schamck
Il digestato, altamente contamina- Biogas, another CIB member company, explained how it is
to, andrà poi gassificato e le ceneri ver- possible to store energy through biogas thanks to the power-
ranno stoccate nel sito del reattore che to-gas technology. This technology connects the power grid
sarà off limits per le prossime 6.000 and the gas network, but, for now, only Germany and Denmark
generazioni, 200.000 anni. Nel territo- have plants, still experimental. In fact, these states are those
rio fuori da questa zona, però, grazie with greater network stability problems due to renewable
a questa bonifica, si potrà tornare a vi- electricity peaks. In order to spread this technology also in Italy,
vere e a coltivare. BTS sta procedendo it is necessary to clarify the rules and to improve the dialogue
con una serie di brevetti e con l’interlo- between businessmen and operators of electricity networks.
cuzione con le autorità giapponesi. Gianandrea Ragno of the Malberg company, CIB member
Carlos Pabon del gruppo AB ha company too, described the upgrading technology that the
portato all’attenzione del pubblico il group is providing to numerous methane production plants in
funzionamento e l’importanza della Sweden, which has the intention of being carbon neutral by
cogenerazione per l’efficienza energe- 2045. The issue of decarbonisation has taken over some work
tica sia di piccole che di grandi azien- sessions, and it has emerged that biomethane will play a key
de. A seguire è intervenuto anche role, as biofuel for heavy and naval transport, as balancing the
Mauro Nicoletti di Schmack Biogas power grid and as support on electric mobility.
che ha spiegato cosa sia possibile re- This is a good alliance, in fact the electricity, to be sustainable,
alizzare con la tecnologia del power- must be produced from renewable sources, and in this
to-gas: lo storage attraverso il biogas. content the 1500 Italian biogas plants can help.
14 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

È una tecnologia matura che met-


te in connessione la rete elettrica e la
rete gas.
Tuttavia, attualmente, in tutta Euro-
pa esistono impianti sperimentali solo
in Germania e Danimarca perché sono
gli Stati che maggiormente risentono
dei picchi di produzione di energia
elettrica rinnovabile e, dunque, di pro-
blemi di stabilità di rete.
Per poterne vedere una diffusio-
ne anche in Italia serve una migliore
definizione normativa e il dialogo tra
imprenditori e i gestori delle reti elet- Massimo Zaghi durante l’intervista con
triche. Gianandrea Ragno ha raccon- l’operatore di Ecofuturo
tato la tecnologia di upgrading della Massimo Zaghi during interview with
Malmberg, azienda che sta dotando Ecofuturo operator
la Svezia di numerosi impianti per la
produzione di biometano. Ricordiamo
che la Svezia vuole arrivare ad essere
carbon neutral nel 2045! Il ragiona- di biogas in Italia possono dare man Una di queste è quella presentata
mento sulla decarbonizzazione dei forte! Non solo, gli impianti di biogas/ da Roberto Roasio: il sistema dual fuel
trasporti ha occupato un paio di ses- biometano possono diventare punto sviluppato da Ecomotive Solutions.
sioni di lavoro. A Ecofuturo è emerso di ricarica per la mobilità elettrica an- Una tecnologia made in Italy economi-
molto forte il ruolo del biometano, che in zone rurali, dove molte aziende ca, sul mercato e che, grazie al biome-
sia come biocarburante sostenibile hanno aggiunto alla loro vocazione tano, permette da subito di trasformare
in particolare per il trasporto pesan- agricola anche l’ospitalità con agritu- i veicoli inquinanti oggi in circolazione,
te e il trasporto navale, sia per la sua rismi o fattorie didattiche. Christian in veicoli a basso impatto. Sul biome-
funzione di bilanciamento della rete Curlisi - Direttore CIB - sottolinea: “Se tano non poteva mancare l’intervento
elettrica, ma anche per il supporto che si vuole davvero arrivare ad una co- di Lorenzo Maggioni del CIB che ha
può fornire alla mobilità elettrica. Una stante e crescente decarbonizzazione ampiamente illustrato le prospettive di
buona alleanza. L’elettrico, per essere del settore dei trasporti lo si può fare sviluppo in Italia di un carburante che,
davvero sostenibile, ha bisogno infatti solo parlando di un mix rinnovabile al grazie al Biogasfattobene®, è da consi-
di produzione di energia da fonti rin- quale concorrano tutte le migliori tec- derarsi anche dal punto di vista norma-
novabili e, per questo, i 1.500 impianti nologie già disponibili”. tivo, bio. Infine, il Direttore del CIB e

LA FATTORIA CIRCOLARE,
LE ENERGIE
SEQUESTRO PIÙ REDDITIVITÀ
DI CARBONIO E COMPETITIVITÀ
DALL'ATMOSFERA DELL’AZIENDA
GESTIONE
OTTIMALE DEI
MEZZI AGRICOLI
FA
FATTORIA

SECONDO RACCOLTO SOTTOPRODOTTI,


SCARTI AGRICOLI
EFFLUENTI
ZOOTECNICI
MENO COSTI PER
L’ACQUISTO DI
FERTILIZZANTI DIGESTATO - PRODUZIONE DI
CHIMICI BIOFERTILIZZANTE BIOCARBURANTI
BIOGAS RINNOVABILI

RETE

GENERAZIONE DI TELERISCALDAMENTO RECUPERO


ENERGIA ELETTRICA E UTILIZZO
RINNOVABILE DEL CALORE

Fattoria circolare ed agricoltura sostenibile del Biogasfattobene® ad Ecofuturo


Circular farm and sustainable agriculture of Biogasdoneright®
at Ecofuturo

OSPEDALE
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 15

Massimo Zaghi - membro del CDA -, In addition, biogas and biomethane plants can become a
hanno ragionato sui temi dell’etica charging point for electrical mobility in rural areas, where there
di impresa “Eco&Equo” portando gli are many farms that have added hospitality, as agriturisms and
esempi del CIB come organizzazio- didactic farms, to their normal agricultural activities. The CIB
ne rappresentativa di una filiera che Director, Christian Curlisi, emphasizes: "If we really want to
ha generato 12.000 posti di lavoro achieve a constant and growing decarbonisation of the transport
stabili in pochi anni. Zaghi è interve- sector, we need to evaluate a set of renewable energies, in which
nuto anche per raccontare un esem- all the best available technologies are involved". One of them
pio virtuoso di cooperazione, quello is presented by Roberto Roasio, product manager of Ecomotive
della Cooperativa Agroenergetica Solution, a CIB member company. The dual fuel system is a
Territoriale di Correggio. technology made in Italy that allows the transition of polluting
Ecofuturo si è svolto nella bellissi- vehicles into methane vehicles. Regarding biomethane, could not
ma cornice del Green Energy Park di miss the speech of Lorenzo Maggioni, of CIB, which illustrated
Fondazione Fenice di Padova, accanto the development prospects in Italy of a fuel that, thanks to
a parti di impianti eolici, micro-eolico, Biogasdoneright®, is also considered “bio” from a regulatory
pannelli fotovoltaici, plug in per mac- standpoint. Moreover, the CIB Director and Massimo Zaghi
chine elettriche e biciclette a pedalata -BoD member-, spoke on "Eco&Equo" ethics issues by bringing
assistita, con l’occasione di Ecofuturo, concrete examples of CIB as an organization representing a
abbiamo realizzato e affidato al Parco sector that has generated 12,000 jobs in a few years. Zaghi
una postazione didattica permanente also talked about the case of the Cooperativa Agroenergetica
che racconta cosa sia il Biogasfatto- Territoriale, a virtuous example of co-operation among different
bene® attraverso grafiche e video. entities. Ecofuturo took place in the beautiful setting of the
Per l’evento, abbiamo anche portato Green Energy Park of the Fenice Foundation in Padua, next to
“segni” forti del nostro modo di fare parts of wind farms and micro-wind, photovoltaic panels, plug-
agricoltura: una seminatrice su sodo in for electric cars and electric bicycles. On this occasion, the
e il prototipo di trattore a biometano Consortium has created and entrusted the park with a permanent
con tecnologia Ecomotive Solutions. teaching station that explains what is Biogasdoneright®. For the
Il CNR-IIA ha portato il laborato- event, we have exposed a sod seeder for conservative agriculture
rio mobile, realizzato nell’ambito del and a prototype of a biomethane tractor with Ecomotive Solution
progetto ISAAC, che fa toccare con technology. Even the Atmospheric Pollution Institute, part of
mano il processo della digestione the National Research Council (CNR-IIA), participated in the
anaerobica, e non poteva mancare festival, with a mobile lab, carried out under the ISAAC project,
anche la 500 Abarth a metano di Eco- that explains anaerobic digestion concretely. Ecomotori also
motori, pluricampione del mondo FIA contributed to the festival by presenting the 500 eco-Abarth
eco-rally. methane fueled FIA eco-rally world champion.

LA FATTORIA CIRCOLARE,
L’AGRICOLTURA SOSTENIBILE
SEQUESTRO
DI CARBONIO
DALL'ATMOSFERA VALORIZZAZIONE
SCARTI AGRICOLI,
EFFLUENTI ZOOTECNICI,
SOTTOPRODOTTI: PIÙ
PRATICHE AGRICOLE MENO INVASIVE, SOSTANZA ORGANICA
SEMINA SU SODO, FERTIRRIGAZIONE: FA
FATTORIA DISPONIBILE PER IL
PIÙ FERTILITÀ DEL SUOLO TERRENO, MIGLIORE
SECONDO SOTTOPRODOTTI,
MENO UTILIZZO DI RISORSE RACCOLTO SCARTI AGRICOLI GESTIONE DELLA
(ACQUA, FERTILIZZANTI, CARBURANTE) BIOMASSA
EFFLUENTI
ZOOTECNICI
DIGESTATO -
BIOFERTILIZZANTE

PIÙ STRUTTURA AL SUOLO


PIÙ RICICLO DEI NUTRIENTI = PIÙ FERTILITÀ BIOGAS
DEL SUOLO MENO EROSIONE DEL SUOLO
MENO DILAVAMENTO
PIÙ CARBONIO IMMAGAZZINATO NEL
SUOLO = MENO CARBONIO IN ATMOSFERA E PERDITA DI NUTRIENTI
MENO RISCHIO DESERTIFICAZIONE
PIÙ CAPACITÀ IDRICA DEL SUOLO
MENO EMISSIONI CLIMALTERANTI
PIÙ ROTAZIONI COLTURALI = MENO DALL’INTERO CICLO PRODUTTIVO
MONOCOLTURA
PIÙ BIODIVERSITÀ = PIÙ VITA
NELL’AGROECOSISTEMA

CON IL BIOGAS
FATTOBENE
#CIBENEFICIANOTUTTI
16 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

BIOENERGIE E SVILUPPO
SOSTENIBILE A EUBCE
Di Guido Bezzi
con la collaborazione di Francesca Dall’Ozzo

Il Biogasdoneright®, un modello di sviluppo concreto


in accordo con le linee guida
sulle bioenergie sostenibili di IRENA, IEA e FAO

The Biogasdoneright®, a real example of sustainable development


according to the guidelines for
sustainable bioenergy proposed by IRENA, IEA e FAO

L
a comunità tecnico-scien- da FAO (United Nations Food and
tifica legata al mondo del- Agriculture Organization), IRENA
le biomasse si è ritrovata (International Renewable Energy
lo scorso giugno a Stoc- Agency) e IEA Bioenergy (Interna-
colma per la 25° edizione tional Energy Agency). L’obiettivo
di European Biomass Conference delle tre maggiori organizzazioni
and Exhibition (EUBCE), per alcu- internazionali in tema di produzio-
ne giornate di discussione e con- ne agricola e sicurezza alimentare
fronto sulle linee di sviluppo più ed energia rinnovabile, è stato
innovative del settore. quello di presentare i capisaldi sui
Il tema principale della confe- cui saranno sviluppate delle linee
renza è stato “l’indispensabile ruolo guida per la diffusione dei modelli
delle biomasse, della bioenergia e più sostenibili di produzione delle
più in generale della bioeconomia” bioenergie a livello internaziona-
per il raggiungimento degli obiet- le. In quest’ambito è stato sottoli-
tivi di Parigi sul contenimento dei neato come l’agricoltura sia il set-
cambiamenti climatici. tore chiave per lo sviluppo di uno
Le bioenergie, infatti, possono schema virtuoso in cui il recupero
contribuire significativamente alla di aree marginali, il mantenimen-
mitigazione dei cambiamenti clima- to della fertilità e l’intensificazione
tici quanto più sono parte di un si- dell’uso dei terreni, sono aspetti
stema sostenibile ed efficiente in cui fondamentali.
il settore agricolo è di fondamentale Mediante l’introduzione e la
importanza. diffusione di opportuni sistemi di
Il modello di bioenergie per rotazione delle colture, infatti, si
lo sviluppo sostenibile, in parti- può promuovere un modello di
colare, è stato il tema di discus- agricoltura più efficiente che può
sione di un workshop promosso continuare a produrre alimenti,
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 17

EUBCE 2017: area espositiva


EUBCE 2017: exhibition area

foraggi e colture energetiche in BIOENERGIES AND SUSTAINABLE


maniera continuativa. L’intensifi-
cazione colturale, inoltre, non può
DEVELOPMENT AT EUBCE
prescindere dal mantenimento The main theme of the conference was “the
della fertilità basato anche, e so- indispensable role of biomass, bioenergy and more
prattutto, sul ritorno della sostan- generally of the bio-economy” in achieving Paris's
za organica, l’utilizzo efficiente goals of containing climate change. Bioenergy, in fact,
degli scarti produttivi e l’applica- can make a significant contribution to mitigate climate
zione di tecniche agronomiche change if well-integrated into a sustainable and efficient
conservative. system where the agriculture is crucial.
In questo modo, oltre ad evi- The bioenergy model for sustainable development, in
tare il rischio del cambio di de- particular, was the theme of a workshop sponsored by
stinazione di un terreno per la the United Nations Food and Agriculture Organization
produzione di biomasse (ILUC), (FAO), IRENA (International Renewable Energy Agency)
lo sviluppo sostenibile delle bioe- and IEA Bioenergy (International Energy Agency). The
nergie può contribuire ad aumen- purpose of these three major international organizations
tare la biodiversità dell’agroecosi- dealing with agriculture, food security and renewable
stema mantenendo e valorizzando energy was to present the cornerstones to create the
le sue caratteristiche. Ai lavori del guidelines for the international diffusion of the most
workshop ha portato il suo con- sustainable models for bioenergy production.
tributo anche il CIB, presentando It has been emphasized that agriculture is the key sector
lo studio di ECOFYS sulla soste- for developing a virtuous scheme in which marginal
nibilità del Biogasdoneright® areas recovery, maintaining fertility and intensifying land
come primo esempio concreto di use are decisive aspects.
produzione di bioenergie per lo Indeed, the introduction and dissemination of
sviluppo sostenibile, già in grado appropriate crop rotation systems can promote a more
di applicare con successo i punti efficient farming model that can produce food, feed and
cardine delle linee guida. energy crops continuously.
18 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

I lavori del workshop IRENA, IEA Bioenergy e FAO


sulle bioenergie per lo sviluppo sostenibile
Workshop IRENA, IEA Bioenergy and FAO
on bioenergy for sustainable development

Lo studio, infatti, mostra come Intensive cultivation, moreover, shouldn't underestimate


l’introduzione della rotazione se- the importance of maintaining the soil fertility
quenziale porti ad un aumento through the return of organic matter, the efficient
della produttività dei terreni con- use of manure and agricultural by-products and the
sentendo un raccolto di biomassa application of conservative agronomic techniques.
addizionale per la produzione di Sustainable development of bioenergy avoids the
biometano a basso rischio ILUC. risk of land use change for biomass production (ILUC)
Grazie all’utilizzo efficiente del di- and can contribute to increase the biodiversity of
gestato, inoltre, si mantiene e mi- the agroecosystem maintaining and enhancing its
gliora la fertilità e la struttura del characteristics.
terreno, si può ridurre l’apporto During the workshop, CIB presented the ECOFYS
di fertilizzanti chimici, si favorisce study on Sustainability of Biogasdoneright® as the
l’aumento della sostanza organica first concrete example of bioenergy production for
nel terreno e si chiude un sistema sustainable development, which successfully applies the
di economia circolare reale e a ri- key points of the guidelines.
dotto impatto ambientale. The study, in fact, shows how the introduction of
In questo modo, infine, è pos- sequential cropping increases soil productivity and
sibile produrre biocarburante real- allows additional biomass harvesting for biogas
mente sostenibile, contribuire po- production at low ILUC risk. With the efficient use of
sitivamente alla decarbonizzazione digestate the soil fertility is maintained and improved,
del settore dei trasporti e sostenere the use of fertilizers can be reduced, the increase
l’economia e la competitività dell’a- of organic substance in the soil is favoured. Finally,
zienda agricola e delle sue produ- it is possible to produce really sustainable biofuels,
zioni alimentari di qualità. to contribute positively to the decarbonisation of
Lo studio intitolato “Bioener- the transport sector and to support the economy
gy and sustainable development and competitiveness of the farm and its quality food
with biogasdoneright®: sequential production.
cropping to produce low ILUC bio- The study titled "Bioenergy and Sustainable
methane” è stato pubblicato negli Development with Biogasdoneright®: sequential crops
atti del congresso ed è consulta- to produce low ILUC biomethane" was published in the
bile sul sito della manifestazione proceeding of the congress and is available on the site
www.eubce.com. of the event www.eubce.com.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 19

EUBCE 2017 – La 25° conferenza internazionale sulle biomasse

EUBCE è la più importante conferenza dedicata al settore delle biomasse che, insieme alla parte espo-
sitiva, si pone come piattaforma annuale di interfaccia, trasferimento tecnologico ed aggiornamento fra
ricercatori, mondo dell’industria, esperti del settore ed esponenti politici.
L’edizione 2017, in particolare, è stata caratterizzata da una partecipazione di oltre 1500 delegati di oltre
70 paesi e da un programma di oltre 850 presentazioni e contributi suddivisi fra le diverse sessioni della
conferenza e dell’esposizione. Tutti i contributi e il programma, coordinato dal Joint Research Center del-
la Comunità Europea, sono stati selezionati da un comitato scientifico composto da 140 esperti del set-
tore provenienti sia dal mondo della ricerca che dell’industria. L’evento è supportato da organizzazioni
Europee ed internazionali tra cui: la Commissione Europea, UNESCO, WCRE (World Council for Renew-
able Energy), EUBIA (European Biomass Industry Association), CEI - The Central European Initiative, FNR
- Fachagentur Nachwachsende Rohstoffe, GBEP - Global Bioenergy Partnership, e altre organizzazioni.

EUBCE 2017 – 25th European biomass conference and exhibition

EUBCE is the most important international conference for the biomass sector, combined with a techno-
logy exhibition. It is the annual meeting point for biomass experts from research, development and the
industry. With presentations addressing the latest technologies, the policy framework, and the medium
and long-term strategies and potentials, EUBCE is the interface between science, industry and policy
makers. 2017 edition it has been characterized by the presence of more than 1500 delegates from
more than 70 countries and by a conference program with more than 850 contributions divided in dif-
ferent conference and exhibition sessions. The EUBCE program and contributions were coordinated by
Joint Research Centre of European Community and were been selected by a scientific committee com-
posed by 140 experts from research and industry. The event is supported by European and international
organizations such as the European Commission, UNESCO - United Nations Educational, Scientific and
Cultural Organization, Natural Sciences Sector, WCRE - the World Council for Renewable Energy, EUBIA
- the European Biomass Industry Association, CEI - The Central European Initiative, FNR - Fachagentur
Nachwachsende Rohstoffe, GBEP - Global Bioenergy Partnership, and other organizations.

68 Impianti Biogas realizzati


+98,2% Media annua di funzionamento
alla massima potenza

Progettazione e costruzione d’impianti biogas


Consulenza biologica in laboratorio
64 MW di potenza elettrica installati
+550.000 MWh annui
Soluzioni innovative ed efficaci per la conversione delle biomasse in energia

Via Santa Rita, 14 - 21057 Olgiate Olona (VA) Tel. +39 0331 1817 711 - sales@sebigas.com - www.sebigas.com
20 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

COMUNI
RINNOVABILI
2017
Di Teresa Borgonovo

Biogas e produzioni alimentari di qualità

Biogas and high-quality food

Piero Gattoni alla presentazione del “Rapporto Comuni Rinnovabili 2017” I prodotti della Società Agricola A.R.T.E., premiati da Legambiente.

C
Piero Gattoni at the presentation of the “Rapporto Comuni Rinnovabili 2017” The products of Soc. Agr. A.R.T.E., awarded by Legambiente

omuni Rinnovabili è un le pratiche agricole innovative e le La presenza del CIB è stata


evento che si rinnova produzioni di qualità che ne deri- ulteriormente sottolineata dai
ormai da dodici anni, in vano siano sostenibili anche grazie prodotti inviati da alcuni soci per
cui Legambiente rende agli impianti biogas, che permet- la degustazione conclusiva dell’e-
noti i risultati della map- tono di chiudere i flussi di energia vento. C’era solo da scegliere nel-
patura degli impianti di produzione e di materia generati nell’azienda la fantasia della produzione italica
di energia da fonti rinnovabili in Ita- agricola. dei formaggi, alcuni dei quali plu-
lia a livello di singolo Comune. La Questa prospettiva ha trovato ripremiati. Ringraziamo i soci che
fotografia che ne emerge è ricca di spazio anche nel Report realizzato hanno partecipato a questo gioco
idee e di fatti, di buona amministra- da Legambiente, dove sono ampia- di squadra per far conoscere il
zione e di buone aziende. Quest’an- mente raccontate le esperienze di biogas anche attraverso i propri
no l’evento si è svolto l’8 giugno soci del CIB quali la Soc. agricola prodotti di qualità: Soc. agrico-
presso l’auditorium del GSE a Roma. Fratelli Cassese e la Soc. agricola la ARTE (pasta di grano duro bio
L’edizione 2017 ha dedicato un ARTE, entrambe pugliesi. Senatore Cappelli), Az. Agricola
focus alla connessione tra energie ARTE ha ricevuto inoltre il pre- Cascina Bertona (mocetta e fonti-
rinnovabili, territori e cibi di quali- mio “Rinnovabili e cibi di qualità”. na DOP), Az. Agricola La Falchetta
tà. Per parlare di questo importante A ritirare il riconoscimento è stato il (miele bio e aceto di miele bio),
legame è intervenuto Piero Gattoni, titolare Massimo Borrelli che con il Soc. Agricola Fratelli Cassese
presidente del CIB e produttore di suo gruppo e con lo chef Oris Por- (stracciatella, nodini di mozzarel-
Parmigiano Reggiano con il Caseifi- tanova ha organizzato anche uno la e il prestigioso formaggio Don
cio Caramasche, cui conferiscono il show cooking a base di pasta di Carlo), Caseificio Caramasche
latte diversi allevamenti con impian- grano duro Senatore Cappelli bio (Parmigiano Reggiano), Caseifi-
to biogas. Gattoni ha spiegato come cosparsa di Parmigiano Reggiano. cio Carioni (Salva Cremasco DOP,
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 21

RENEWABLE
MUNICIPALITIES
2017
Renewable Municipalities is an event organized by
Legambiente to present the map of renewable energy
plants in Italy at the municipal level. The picture is rich
in ideas and facts, best practices and good companies.
The 12th edition of the event took place on June 8 at the
GSE auditorium in Rome.
The 2017 edition of the report devoted special attention
to renewable energies and quality foods. To speak of
such an important link, the organizers invited Piero
Gattoni, CIB President and a producer of Parmigiano
Reggiano with the cheese factory Caramasche, that
transforms the milk supplied by several farms with a
biogas plant. Mr. Gattoni explained how innovative
farming practices and high-quality food productions are
viable thanks to biogas plants, that close the circle of
energy and matter generated in the farm.
I prodotti agricoli dei Soci CIB
This point has also been found in the Legambiente
The products of CIB Members
Report, where the experiences of CIB members such
as Soc. agricola Fratelli Cassese and the Soc. agricola
ARTE, both from Apulia, are widely reported.
stracchino), Gruppo Madeo (so- ARTE has also received the “Renewables and Quality
pressata, capocollo, spianata e Food” award, and its owner Massimo Borrelli together
salsiccia piccante), ProSus Coope- with the chef Oris Portanova organized a show cooking
rativa di Produttori Suini (Prosciut- with organic durum wheat “Senatore Cappelli” pasta
to di Parma DOP) e Az. agricola with Parmigiano Reggiano cheese.
Toninelli (vino Poderi di San Pietro
-Merlot e Collada IGT).

ALCUNI DATI DAL REPORT


DI COMUNI RINNOVABILI

In tutto sono 3.021 i Comuni


che producono più energia elet-
trica di quanta ne consumino le
famiglie residenti e 40 i Comuni
100% rinnovabili dove le energie
pulite soddisfano tutti i consumi
sia elettrici e sia termici, riducen-
do così le bollette di cittadini e im-
prese. Crescono anche i municipi
delle bioenergie: sono 4.114 con
una potenza installata complessi-
va di 5.490 MW elettrici e 1.534
MW termici.
22 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

Per Legambiente il futuro


delle rinnovabili è già iniziato, e
l’Italia deve investire su questo
cambiamento favorendo l’auto-
produzione da fonti rinnovabili,
oggi al centro della discussione
mondiale e punto fondamentale
delle Direttive europee, in corso
di approvazione, che riconosco-
no un ruolo centrale ai produt-
tori/consumatori e alle comunità
dell’energia.

Per approfondimenti e per scaricare


l’Atlante delle Buone Pratiche:
www.comunirinnovabili.it

The presence of the CIB was further nourished by the


products of its members at the vin d’honneur. CIB
thanks the farms who took part to the event and talk
about biogas through their food products: Soc. Agricola
ARTE (organic durum wheat pasta “Senatore Cappelli”),
Az. Agricola Cascina Bertona (mocetta and fontina
DOP), Az. Agricola La Falchetta (organic honey and
organic honey vinagre), Soc. Agricola Fratelli Cassese
(stracciatella, nodini of mozzarella and the prestigious
cheese Don Carlo), Caseificio Caramasche (Parmigiano
Reggiano), Cheese Factory Carioni (Salva Cremasco
DOP, stracchino), Madeo Group (soppressata, capocollo,
spianata and spicy sausage), ProSus (Prosciutto di Parma
DOP) and Az. Agricola Toninelli (Poderi di San Pietro
wine -Merlot and Collada IGT).

SOME FACTS FROM THE RENEWABLE


MUNICIPALITIES REPORT
In Italy, there are 3,021 municipalities producing more
electricity than they consume, and 40 of them are fully
renewable, where clean energies meet all electricity
and heat consumption allowing to reduce household
and commercial energy bills. Bioenergy municipalities
are also growing: 4,114 with a total installed capacity of
5,490 MW electric, 1,534 MW thermal.
For Legambiente, the future of renewable energy has
already begun, and Italy should invest in this change
by enhancing self-production from renewable sources,
which is at the heart of the global discussion and the
key point of the European Directives being approved.
In fact, they recognize a central role for producers/
consumers and energy communities.

For more information and to download the Atlas of


Good Practices: www.comunirinnovabili.it
IL BIOGAS
FA NOTIZIA!

PIÙ DI
900
VIDEO

welcomeadv.it

ANCHE TU CERCHI INFORMAZIONI


SUL MONDO DEL BIOGAS?
Scopri su Biogas Channel tutti gli aggiornamenti e le notizie
del settore! Biogas Channel:
• un canale web di soli video Biogas Channel e
interattivo e facile da consultare Cogeneration Channel sono
un’iniziativa editoriale
• raccoglie i contributi dei maggiori
esperti internazionali
• ti permette di dialogare
direttamente con la community
del biogas

www.biogaschannel.com www.gruppoab.com
24 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

RISPETTARE LE SCADENZE
PER NON SOSPENDERE
L’INCENTIVO
Di Elisa Codazzi - CIB Service

L’aggiornamento della documentazione antimafia


e la verifica dei sistemi di protezione di interfaccia

T
CIB SERVICE INFORMA

ra le attività di CIB Ser- su mutuo o altre erogazioni dello


vice, società di servizi stesso tipo per lo svolgimento di
del Consorzio Italiano attività imprenditoriali superiori a
Biogas, vi è anche il sup- € 150.000. Sono quindi soggetti
porto a quei produttori sottoposti alla verifica antimafia
di energia elettrica a cui il GSE ha tutte le persone fisiche o giuri-
sospeso la convenzione e di con- diche che ricevono incentivi dal
seguenza l’erogazione dell’incen- GSE per un importo, calcolato per
tivo. l’intera durata del periodo incenti-
Recentemente, in alcuni casi vante, superiore ai € 150.000.
ciò si è verificato a causa del man- I soggetti sottoposti a verifica
cato rinnovo della documentazio- sono quindi tenuti ad inviare al
ne antimafia. È inoltre previsto che GSE la “Documentazione antima-
il GSE possa sospendere la con- fia” ogni 12 mesi o ogniqualvolta
venzione anche nel caso in cui i vi sia una modifica dell’assetto
produttori non effettuino per tem- societario nel caso lo stesso inter-
po la verifica dei sistemi di prote- venga prima della scadenza di cui
zione di interfaccia. sopra. Ricevuta la documentazio-
Riteniamo dunque utile ricor- ne, il GSE provvede a trasmetterla
dare quali passaggi e quali sca- alla Prefettura di competenza per
denze è necessario rispettare. acquisire l’informazione antimafia.
Se la documentazione non
viene aggiornata allo scadere dei
AGGIORNAMENTO DELLA 12 mesi, il GSE può sospendere la
DOCUMENTAZIONE ANTIMAFIA convenzione relativa al pagamen-
to degli incentivi.
L’informazione antimafia è un È possibile verificare la data di
documento rilasciato dalle Prefet- invio dell’ultima documentazione
ture che attesta la sussistenza, o antimafia inviata al GSE accedendo
meno, in capo a persone fisiche all’area riservata del GSE, nella se-
o giuridiche delle cause di deca- zione “Antimafia”.
denza, sospensione o divieto di Se la data di invio è superiore
cui all’art. 67 del D. Lgs. 159/2011, a 12 mesi è necessario affrettarsi a
nonché la sussistenza, o meno, di produrre e inviare la documentazio-
eventuali tentativi di infiltrazione ne necessaria.
mafiosa tendenti a condizionare le A chi desidera evitare queste
scelte e gli indirizzi delle attività di incombenze, CIB Service mette a
impresa. disposizione le proprie competen-
Tale documento viene richiesto ze e la propria professionalità per
oltre che per la stipula di contratti, occuparsi della compilazione dei
anche per la concessione di contri- documenti e dell’invio degli stessi
buti, finanziamenti e agevolazioni al GSE.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 25

VERIFICA DEI SISTEMI DI La verifica va effettuata sul sito il Gestore di rete è tenuto a dare
PROTEZIONE DI INTERFACCIA dell’impianto, a motore spento, da comunicazione al GSE che provve-
tecnici specializzati che hanno a di- de alla sospensione degli incentivi
L’Autorità per l’energia elettrica sposizione idonea apparecchiatura e delle convenzioni RID e SSP fino
il gas e il sistema idrico, con delibera certificata e che rilascino apposita a che il Gestore di rete non rice-
786/16 del 22/12/2016, definisce le certificazione. Il risultato della verifi- ve la comunicazione di avvenuta
tempistiche per l’applicazione delle ca deve essere positivo, in alternati- verifica. Il Gestore di rete, inoltre,
nuove disposizioni previste dalla va è necessario adeguare l’impianto può effettuare la sospensione del
variante V2 alla Norma CEI 0-16 e affinché la prova dia esito positivo. servizio di connessione prevista
dalla nuova edizione della Norma La certificazione va inviata al dal regolamento di esercizio sotto-
CEI 0-21. Tale norma prevede la Gestore di rete di competenza. scritto dal produttore e dai Gestori
verifica obbligatoria, con cadenza A partire dal mese successivo di rete, previo preavviso e, comun-
ogni 5 anni, dei sistemi di protezio- alla scadenza il Gestore di rete, que, non prima che siano trascorsi
ne di interfaccia degli impianti di in caso di mancata effettuazione due mesi di tempo dal medesimo
produzione di energia elettrica. delle verifiche, invia al produttore preavviso.
In caso di mancata effettuazione un sollecito. In caso di mancata ef- CIB Service può provvedere
della verifica, il GSE può sospende- fettuazione della verifica entro un all’invio al Gestore di rete della
re l’erogazione dell’incentivo. mese dal ricevimento del sollecito, certificazione.

IMPIANTI E SCADENZE PER LA VERIFICA OBBLIGATORIA

QUALI SONO GLI IMPIANTI SOGGETTI A VERIFICA OBBLIGATORIA?


Impianti collegati alla rete elettrica nazionale in Bassa Tensione, con potenza superiore a 11,08 kW e relè di
protezione esterno
Impianti collegati alla rete elettrica nazionale in Media Tensione, con potenza superiore a 11,08 kW

QUALI SONO LE SCADENZE ENTRO LE QUALI È NECESSARIO EFFETTUARE LA VERIFICA?


Data di connessione alla rete dell’impianto Termine entro cui effettuare la verifica
Fino al 31/12/2009 30/09/2017 o entro 5 anni dall’ultima verifica documentata
Dal 01/01/2010 al 30/06/2012 31/12/2017 o entro 5 anni dall’ultima verifica documentata
31/03/2018 o entro 5 anni dall’ultima verifica documentata
Dal 01/07/2012 al 31/07/2016
o entro 5 anni dalla data di entrata in esercizio
Dal 01/08/2016 entro 5 anni dalla data di entrata in esercizio

Contatti CIB Service


Per maggiori informazioni su tutti i servizi di CIB Service e su quelli esposti in questo articolo:
Telefonicamente il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14:00 alle 18:00 e il martedì e giovedì dalle 9:00 alle 13:00 e
dalle 14:00 alle 18:00, o tramite mail, ai seguenti contatti:
Danio Ampollini: tel. 0371 4662681, e-mail: servizi@cibservice.it
Mauro Gabini: tel. 0371 4662627, e-mail: adempimenti@cibservice.it
Elisa Codazzi: tel. 0371 4662638, e-mail: biogas@cibservice.it
26 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

LINEE GUIDA
PER L’USO
AGRONOMICO
DEL DIGESTATO
Di Lorella Rossi e Guido Bezzi
SPECIALE DIGESTATO

Il campionamento e la caratterizzazione
qualitativa del digestato ai sensi
del Decreto Ministeriale 25 febbraio 2016

Digestate sampling and qualitative


characterization under the
Ministerial Decree of 25 February 2016

L
’utilizzo ottimale del dige- ma anche in altre aree del mondo sottoprodotti agroindustriali e all’in-
stato è una componente dove la conservazione e il recupero troduzione di colture di secondo
centrale del processo che della fertilità dei suoli stanno diven- raccolto ove possibile.
ruota attorno alla digestione tando una priorità. Se lo si guarda La gestione del digestato non è
anaerobica e alla produzio- dalla prospettiva ambientale, poi, tuttavia banale. È necessario cono-
ne del biogas. Il digestato è infatti il digestato diventa strumento per scere bene le pratiche da adottare
l’elemento che chiude il cerchio immagazzinare carbonio nel suolo per produrre digestato di qualità e
agricoltura – allevamento – energia/ riducendo la quantità di anidride superare eventuali criticità in caso di
calore – agricoltura. Sono sempre carbonica in atmosfera e, quindi, riscontro di parametri non conformi
più numerose le testimonianze di l’impatto ambientale complessivo ai limiti qualitativi imposti dal Decre-
agricoltori che grazie ad un effi- del comparto. In questo modo il set- to Ministeriale 25 febbraio 2016. La
ciente utilizzo del digestato stanno tore agricolo può risultare strategi- norma infatti ha uniformato il qua-
riuscendo a ridurre l’acquisto e la co nella sempre più urgente lotta al dro legislativo nazionale sull’utilizzo
distribuzione di fertilizzanti di sin- riscaldamento globale. degli effluenti in agricoltura, a cui il
tesi e al contempo osservano i be- La valorizzazione dei nutrienti e digestato è equiparato. È altrettan-
nefici che il suolo agrario ottiene della sostanza organica stabilizzata to necessario conoscere come ese-
dal punto di vista chimico, fisico e del digestato è uno dei pilastri del guire correttamente le operazioni
biologico. La funzione ammendan- “Biogasfattobene®”, insieme alla di campionamento del digestato al
te del digestato è oggetto di cre- gestione ottimale degli effluenti fine di evitare alterazioni o contami-
scente interesse non solo in Italia zootecnici, dei residui agricoli e dei nazioni da fattori esterni (Figura 1).
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 27

GUIDELINES FOR
DIGESTATE AGRONOMIC
MANAGEMENT

A good management of the digestate is a cardinal


piece of the anaerobic digestion and biogas
production process. The digestate is in fact the
element that closes the cycle agriculture - breeding
- energy/heat production - agriculture. An increasing
number of farmers have been reducing the purchase
and distribution of chemical fertilizers and observe
Prelievo da punto di campionamento ad hoc
the chemical, physical and biological benefits the
Sampling from dedicated tap
soils receive from an accurate distribution of the
digestate. Indeed, its function as a soil improver
RISCHIO BASSO – LOW RISK has been raising growing attention not only in Italy
but also in other regions that strive to conserve
and recover soil fertility. From an environmental
perspective, furthermore, the digestate becomes a
tool to store carbon in the soil and, consequently,
reduce the amount of carbon dioxide in the
atmosphere. In this way, the agricultural sector can
contribute to the ever more compelling fight against
global warming.
The enhancement of digestate’s nutrients and
stabilized organic matter is one of the pillars
of “Biogasdoneright®”, together with the most
appropriate management of livestock manure, of
agricultural waste and agro-industrial by-products
and the introduction of sequential cropping where
possible.
Prelievo diretto dall’alto da vasca intermedia
However, digestate management is not trivial. It is
Direct sampling from middle tank
necessary to have a good command of the practices
Prelievo diretto da vasca di stoccaggio finale to produce quality digestate and to overcome any
Direct sampling from final storage tank criticality in case the digestate fails to meet the
Prelievo da platea di stoccaggio quality limits imposed by the Ministerial Decree 25
Sampling from storage pool February 2016. The decree, in fact, has harmonized
the national regulatory framework on the use of
effluents in agriculture, to which digestate is equated.
RISCHIO MEDIO – MEDIUM RISK It is also necessary to know how to correctly perform
digestate sampling operations in order to avoid
alterations or contaminations from external factors
(Fig. 1).
Bearing in mind the importance of these issues, the
Italian Biogas Consortium has put in place some
actions to increase digestate knowledge and proper
management. The first is the publication of the
“Guidelines for digestate agronomic management”,
which addresses the digestate's chemical and
microbiological quality and sampling procedures. The
booklet was presented at CIB’s headquarters in Lodi
last 5 July in the presence of 70 biogas producers,
companies, researchers and officials of environmental
control bodies such as ARPA Piemonte and ARPA
Prelievo da fossa o pozzetto in cui possono Veneto. A second booklet will follow with concrete
confluire più tubazioni indications on the field spreading methods and right
Sampling from tank or well with multiple pipes amounts of digestate depending on the crop, the soil
characteristics and the season of spreading.
The second initiative is a series of technical meetings
RISCHIO ALTO – HIGH RISK in various regions of Italy, scheduled for September
18-27. The meetings aim to deepen issues of key
Figura 1. Rischio di contaminazione durante il prelievo del interest to the world of biogas such as regulatory
campione di digestato updates, management of biogas plants, technological
Figure 1. Risk of contamination during digestate sampling innovation and good agronomic practices.
28 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

Considerando l’importanza di Piemonte e ARPA Veneto. A questa


questi temi, il Consorzio Italiano prima pubblicazione ne farà seguito
Biogas ha messo in campo alcune una seconda con le indicazioni con-
azioni volte ad accrescere la cono- crete sulle modalità di spandimento
scenza del digestato e della sua cor- in campo e i relativi dosaggi in fun-
retta gestione. La prima è la pubbli- zione della coltura, del tipo di suolo
cazione per i Soci CIB delle “Linee e dell’epoca di spandimento.
Guida per la gestione agronomica La seconda iniziativa è un ciclo
del digestato”, in cui si affronta il di incontri tecnico-divulgativi in di-
tema della sua qualità chimica e verse Regioni d’Italia, in programma
microbiologica e le procedure per dal 18 al 27 settembre. Gli incontri
il campionamento. Il manuale è puntano ad approfondire temati-
stato presentato a Lodi, presso la che di interesse per il mondo bio-
sede del CIB, il 5 luglio scorso, alla gas agricolo quali aggiornamenti
presenza di 70 produttori biogas, normativi, criticità di gestione degli
imprese, ricercatori e funzionari de- impianti, innovazione tecnologica e
gli Organi di controllo quali ARPA buone pratiche agronomiche.
SPECIALE DIGESTATO

Copertina del manuale: Linee Guida per l’uso agronomico del digestato
Cover of the Guidelines for digestate agronomic management
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 29
30 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

AL VIA LA
BORSA LIQUAMI
Di Giuliana D’Imporzano
Gruppo Ricicla – Università degli Studi di Milano

Valorizzazione degli effluenti


di allevamento per le filiere agricole,
zootecniche e del biogas

Enhancement of livestock
SPECIALE DIGESTATO

manure for agriculture,


breeding and biogas value chains

N
el settembre 2016 è risorse, in particolare degli effluenti
partito il progetto Life di allevamento, prodotti in grandi
DOP, finanziato dalla quantità nelle zone ad attività zoo-
Commissione Euro- tecnica intensiva.
pea nell’ambito del Per facilitare la gestione sostenibile
programma comunitario LIFE, con dei reflui zootecnici, l’Associazione
l’obiettivo di definire un modello Mantovana Allevatori ha lanciato una
di produzione ambientale sosteni- piattaforma digitale chiamata “Borsa
bile per le filiere DOP mantovane Liquami” (www.borsaliquami.it).
del Grana Padano e del Parmigiano L’obiettivo è duplice: promuo-
Reggiano (www.lifedop.eu). vere scambi reali di reflui zootecni-
Coordinatore dell’ambizioso pro- ci per la produzione di biogas tra
getto è il Consorzio latterie Virgi- allevatori e aziende agricole con
lio, in partnership con il consorzio impianti di biogas, e vendere unità
Gourm.it, l’Associazione Mantova- fertilizzanti rinnovabili a filiere pro-
na Allevatori, il Consorzio Agrinor- duttive esterne ai distretti zootecni-
dest, la cooperativa San Lorenzo e ci, mettendo in questo caso in con-
il Gruppo Ricicla - Università degli tatto allevatori e gestori di impianti
Studi di Milano. Per costruire un di biogas con le filiere orticole, vi-
modello di produzione zootecnica tivinicole e cerealicole interessate
sostenibile è strategico un uso ef- ad utilizzare le frazioni solide di li-
ficiente, circolare e virtuoso delle quame o digestato separato solido.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 31

Per gli allevatori, la Borsa LIFE DOP LAUNCHES THE


Liquami può essere uno stru-
MANURE STOCK
mento per raggiungere la con-
formità nitrati. EXCHANGE
Per gli impianti di biogas, l’in-
serimento nel piano di alimenta- The Life DOP project started in September 2016,
zione di reflui zootecnici in luogo aiming to define an environmentally sustainable
delle colture dedicate consente production model for the Protected Designation
un risparmio nei costi di esercizio of Origin Parmigiano Reggiano and Grana Padano
e un incremento della sostenibili- produced in Mantova (www.lifedop.eu) The project is
tà ambientale. Le aziende agricole funded by the European Commission within the LIFE
di filiere non zootecniche, che at- funding scheme.
traverso la Borsa Liquami potran- Coordinator of this ambitious project is the Consorzio
no acquistare fertilizzanti ammen- Latterie Virgilio (dairy consortium), and partners
danti rinnovabili, avranno invece il are Gourm.it, Associazione Mantovana Allevatori
vantaggio di apportare sostanza (local breeder association), Consorzio Agrinordest,
organica e nutrienti a bassa im- Cooperativa San Lorenzo and the Ricicla Group -
pronta di carbonio alle loro pro- University of Milan. To set up a sustainable livestock
duzioni, con possibilità di avviare production model, a key issue is the efficient, circular
strategie di “marchio ambientale”. and virtuous use of resources, especially of livestock
L’intero sistema “ambiente - manure and slurry, produced in large quantities in
territorio - salute del cittadino” ne intensive livestock production areas. To facilitate a
trae benefici: i reflui così trattati sustainable management of the slurry and derived
determinano un minor impatto fractions, the Associazione Mantovana Allevatori
ambientale grazie alla riduzione has launched the “Manure Stock Exchange” (www.
delle emissioni di metano e il di- borsaliquami.it), a digital platform to promote real
gestato, come già ampiamente exchanges of slurry: i) for biogas production -by
dimostrato dalla letteratura scien- connecting breeders with biogas plants owners-,
tifica, può essere gestito meglio and ii) for the production and commercialization of
del refluo tal quale, riducendo i renewable fertilizers -solid fractions of slurry or solid
consumi di azoto di sintesi, limi- separated digestate- to be used by vegetables, wine
tando le emissioni di ammoniaca and cereal companies.
32 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

e protossido d’azoto e la percola- For the breeders, the Manure Stock Exchange can be a
zione di nitrati in falda. Lo scorso tool for achieving nitrate compliance. For biogas plants
15 giugno si è tenuto presso la owners, feeding slurry in place of dedicated crops
sede dell’Associazione Mantova- allows to save money and increases environmental
na Allevatori un convegno in cui sustainability. Non-livestock farming companies, by
sono stati presentati gli obietti- purchasing renewable fertilizers through the Manure
vi della Borsa Liquami ed è stato Stock Exchange, will profit from organic carbon
promosso un confronto con gli at- and low-carbon nutrients for their productions, with
tori delle diverse filiere interessati the possibility of promoting “environmental brand”
a promuovere gli scambi e ani- strategies.
mare la piattaforma. All’incontro The whole “environment, territory and health of the
era presente la filiera del biogas, citizen” system will harvest several benefits from
rappresentata dal presidnte del the project: treated slurry in anaerobic digestion
CIB Piero Gattoni, che con il suo allows to reduce harmful environmental impacts such
intervento ha evidenziato come as methane emissions, and digestate, as already
gli effluenti di allevamento rap- widely demonstrated by scientific literature, can be
presentino una risorsa strategica managed better than slurry, thus reducing the use of
per la sostenibilità del settore bio- chemical nitrogen, ammonia emission, nitrogen oxide
gas e per l’ottimizzazione e il rici- emission and percolate nitrate leaching. On June 15,
clo della sostanza organica e dei at the headquarters of the Associazione Mantovana
nutrienti. Dal dibattito è emersa la Allevatori, a meeting was held in which the objectives
necessità di contare su politiche of the Manure Stock Exchange were presented and a
chiare che riconoscano e premino comparison was made with players from the sectors
l’uso virtuoso del digestato quale interested in promoting and animating the platform.
fertilizzante rinnovabile che può The biogas supply chain was represented by CIB
SPECIALE DIGESTATO

essere utilizzato al posto di quel- President Piero Gattoni, who pointed out how slurry is
li di sintesi. Ulteriore strumento a strategic resource for the sustainability of the biogas
strategico potrebbe essere lo sector and for the effective recycling of organic carbon
sviluppo di servizi comuni con il and nutrients. The debate outlined the need for some
coinvolgimento della componen- regulatory tools, including clear policies that envisage,
te agro-meccanica per la gestione recognize and award the virtuous use of digestate as
dei trasporti e degli spandimenti. renewable fertilizer to be used in place of chemical ones.

Frazione solida del digestato.


Solid fraction of digestate.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 33

Su quest’ultimo tema la coope- Finally, this system can lead to a development


rativa San Lorenzo di Pegognaga of common services with the involvement
ha presentato la sua esperienza di of agro-mechanics for transport and field
gestione inter-aziendale dei reflui management.
zootecnici, dove gli aspetti di coo- On this topic, Coop San Lorenzo of Pegognaga
perazione si sommano a quelli di has presented its experience of inter-company
innovazione. San Lorenzo, infatti, è management of livestock manure and slurry,
in procinto di realizzare un prototipo whereby the aspects of cooperation add up to
mobile per il pre-trattamento con those of innovation.
tecnologia di cavitazione idrodina- San Lorenzo is about to build up a mobile
mica dei reflui per la produzione prototype for slurry pre-treatment with
di un liqui-letame ottimizzato più hydrodynamic cavitation technology. The
facile da inserire nella filiera della device should produce an optimized easy-to-
digestione anaerobica. Nel corso handle material for the anaerobic digestion
del progetto Life DOP questo dispo- process. During the Life DOP project this
sitivo e i materiali prodotti saranno device and the materials produced will be
testati in due impianti di biogas. tested in two biogas plants.

Per informazioni è possibile visitare For any information, please visit


il sito www.lifedop.eu o scrivere a www.lifedop.eu or contact
stefano.garimberti@apa.mn.it. stefano.garimberti@apa.mn.it.

hysytech_210x136.pdf 1 04/05/15 14:48


34 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

LE COLTURE VERNINE
PER LA PRODUZIONE
DI BIOGAS
Di Guido Bezzi

I risultati dell’annata 2016-2017


sulle piattaforme in campo CIB
di Reggio Emilia e Bologna
FOCUS VERNINI 2017

Vista della piattaforma di Reggio Emilia (RE)

Durante l’annata agraria 2016-2017 il Consorzio Italiano annate) e in Provincia di Bologna. Inoltre, viene riportata
Biogas e Gassificazione (CIB) in collaborazione con la l’analisi comparativa fra le due località così da valutare
società di ricerca e sperimentazione in agricoltura BETA- le differenze produttive delle varie accessioni in prova.
Coprob, hanno realizzato le piattaforme in campo sulle
colture autunno-vernine per biogas/biometano.
L’attività, arrivata ormai alla terza edizione, in quest’an- MATERIALI E METODI DI SPERIMENTAZIONE
nata ha previsto la realizzazione di uno screening varie-
tale di diverse specie vernine in due località. In questo Lo screening varietale è stato costituito da 23 materiali
modo il CIB intende fornire indicazioni tecniche ai soci (10 triticali -di cui 4 precoci-, 5 frumenti, 4 orzi, 1 loietto
sempre più dettagliate e favorire la ricerca e lo sviluppo e 3 miscugli cereali-leguminose) seminati in tutte le lo-
di soluzioni tecniche innovative nell’ambito del percorso calità di prova secondo uno schema sperimentale par-
del biogasfattobene®. cellare (blocco randomizzato con 4 repliche) adattato
Di seguito vengono riportate le performance produttive affinché i soli miscugli occupassero un’area definita del
e fitopatologiche ottenute nelle prove realizzate in Pro- campo sperimentale così da evitare effetti di tossicità al
vincia di Reggio Emilia (località di riferimento in tutte le diserbo sulle leguminose (Tabella 1).
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 35

Casa sementiera /
Varietà / Varety Specie / Type Semi / Seeds kg/ha Raccolta / Harvest
Seed Company
ALORA SIS Foraggera ORZO 150
ATLANTE Limagrain ORZO 200
HEIDI Padana Sementi ORZO 180
JUP Caussade Semences ORZO 160
TETRAPLOIDE Test LOIETTO 190 Precoce /
PRECO'MIX Caussade Semences MISCUGLIO 210 Early harvest
ERGON TR Limagrain TRITICALE 85
MAXIMAL Novasem TRITICALE 180
RIPARO Novasem TRITICALE 160
VUKA Novasem TRITICALE 75
BIOMAX Limagrain TRITICALE 170
CLAUDIUS Padana Sementi TRITICALE 180
COSINUS Padana Sementi TRITICALE 165
DUBLET Padana Sementi TRITICALE 170
TARZAN SIS Foraggera TRITICALE 210
TRICANTO SIS Foraggera TRITICALE 170
Tardivo /
ABSALON SIS Foraggera FRUMENTO 210
Late harvest
AKAMAR SIS Foraggera FRUMENTO 220
ENERGO Caussade Semences FRUMENTO 220
LAUDIS Caussade Semences FRUMENTO 180
PAPAGENO Caussade Semences FRUMENTO 210
POWER FEED SIS Foraggera MISCUGLIO 220
TRITI'MIX Caussade Semences MISCUGLIO 200

S. TOMASO DI BAGNOLO IN P. (RE) MINERBIO (BO)

Semina 04/11/2016 Semina 03/11/2016

Precoci 25/05/2017 Precoci 23/05/2017


Raccolta Raccolta
Tardive 31/05/2017 Tardive 01/06/2017

Tabella 1. Materiali in prova, case di appartenenza, dose e date di semina e raccolta nelle due località di prova

Le prove sono state seminate su appezzamenti uniformi una trincia falciatrice parcellare dotata di cella di cari-
con caratteristiche ordinarie per l’areale di coltivazione co per la determinazione della biomassa fresca. Nello
in cui sono state eseguite. stesso momento è stato prelevato un campione di bio-
Anche la precessione colturale è risultata classica per gli massa per ogni parcella su cui sono state eseguite le
areali e, nella fattispecie, mais per la prova di Minerbio analisi qualitative (metodologia NIR) e di sostanza sec-
(BO) e barbabietola da zucchero per la prova di Reggio ca (metodo gravimetrico - essicazione in stufa a 105 °C
Emilia. fino a peso costante). La stima della BMP o potenziale
L’andamento meteo durante la prova è stato caratteriz- metanigeno (Biochemical Methane Potential), inoltre, è
zato da precipitazioni totali inferiori di almeno il 30% ri- stata eseguita applicando la formula di Kaiser. Tutti i dati
spetto alla media del periodo in entrambe le località. A sperimentali raccolti sono stati elaborati statisticamente.
Reggio Emilia, infatti, sono state registrate precipitazioni
cumulate di 254 mm mentre a Minerbio di 289 mm, con
periodi siccitosi, in entrambe le località, compresi fra no- ANALISI MORFOLOGICA E DELLE
vembre e gennaio e marzo e aprile. FITO-FISIOPATIE
A gennaio, inoltre, si sono registrate temperature mini-
me tra -8 e -10 °C in entrambe le località senza copertu- Dall’analisi morfologica effettuata è stato possibile rile-
ra nevosa. Tali condizioni hanno influenzato la coltura e vare alcune indicazioni correlate fra sviluppo in altezza e
causato talvolta problemi di danni da gelate soprattutto sensibilità all’allettamento con differenziazioni significa-
alle leguminose. tive fra le località.
La conduzione della prova, al di là dei canonici diserbi, In particolare è possibile notare come a Reggio Emilia
non ha previsto alcun intervento di fertilizzazione né di si sia verificato un maggiore accrescimento in altezza ri-
difesa fitosanitaria grazie alla buona dotazione dei ter- spetto a Minerbio con differenze medie fino a 15-20 cm
reni. La raccolta, eseguita in due tempi differenziati in per tutte le specie tranne che per i miscugli precoci
base alla precocità delle varietà, è stata effettuata con (Figura 1).
36 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

S.TOMASO DI BAGNOLO IN PIANO (RE)


Raccolta / Varietà /
Harvest Varety Altezza / Allettamento R. Bruna / Septoriosi / Elmintosporiosi / Rincosporiosi /
BBCH
Height (cm) / Lodging (%) Brown rust Septoria Net blotch Scald

ALORA (Orzo) 85 126,3 15,0


ATLANTE (Orzo) 87 110,0 52,5 10
HEIDI (Orzo) 84 120,0 80,0
JUP (Orzo) 84 126,3 51,3
TETRAPLOIDE (Loietto) 130,0 57,5
PRECO'MIX (Miscuglio) 137,5 0,0
PrecocI /
Early harvest
ERGON TR 80 136,3 0,0
MAXIMAL 80 147,5 0,0
RIPARO 79 128,8 0,0
VUKA 82 135,0 0,0 10
BIOMAX 83 138,8 0,0 10 30
CLAUDIUS 77 132,5 0,0 10
COSINUS 83 141,3 0,0 40
DUBLET 83 135,0 10,0 20
TARZAN 83 151,3 0,0 10
TRICANTO 83 155,0 0,0 10 20
ABSALON (Frumento) 83 93,8 0,0 10
FOCUS VERNINI 2017

TardivI / AKAMAR (Frumento) 83 98,8 0,0 20 20


Late harves ENERGO (Frumento) 83 135,0 0,0 20
LAUDIS (Frumento) 83 126,3 0,0 10
PAPAGENO (Frumento) 83 112,5 0,0 20
POWER FEED (Miscuglio) 145,0 0,0
TRITI'MIX (Miscuglio) 151,3 0,0 10

Tabella 2. Incidenza delle malattie fungine a seguito di rilievo eseguito a vista. Il dato esprime la media percentuale di parcella
colpita per ogni località

Nonostante questo, la piattaforma di Reggio Emilia L’incidenza delle fitopatie è risultata in generale
è risultata meno soggetta all’allettamento rispetto poco significativa. In particolare è stato possibile
a Minerbio ad eccezione degli orzi che, come nelle riscontrare una ridotta presenza di ruggini: com-
annate precedenti, hanno palesato elevata suscet- pletamente assente la nera, la bruna si è manife-
tibilità (oltre 70% di media fra le località). stata in maniera solo in maniera ridotta a Minerbio
Nella prova di Minerbio, in particolare, oltre agli sui frumenti Absalon e Papageno.
orzi sono risultati fortemente alettati anche i mi- Assente anche fusariosi della spiga, mentre mag-
scugli (incidenza media del 80% contro 0% di giore incidenza è stata riscontrata per septoriosi
Reggio) e alcuni triticali: Cosinus (70%), Dublet ed elmintosporiosi soprattutto per triticali e fru-
(25%) e Tricanto (23,8%). Per quanto riguarda i menti a Reggio Emilia (incidenza mai superiore
frumenti, infine, solo Energo ha fatto registrate a a 10-20% con un massimo di 40% per Cosinus) e
Minerbio un piccolo allettamento (13%) (Figura 1). più aspecifica a Minerbio con un massimo di 80%
Sull’incidenza dell’allettamento ha avuto un ruolo Septoria per Tarzan e con incidenze non superiori
fondamentale in entrambe le località la dotazione al 20% su alcuni triticali, orzi e frumenti. Nella fat-
del terreno oltre al particolare andamento meteo tispecie, sono risultati colpiti rispettivamente da
stagionale che ha influenzato sicuramente l’accre- septoriosi 4 su 23 materiali a Reggio Emilia (inci-
scimento della coltura, la densità di accestimen- denza media 15%) e 2 su 23 materiali a Minerbio
to oltre che, in prossimità della raccolta, favorito (incidenza media 12,5%) mentre da elmintospo-
l’allettamento con piogge concentrate nella prima riosi 12 su 23 materiali a Reggio Emilia (incidenza
decade di maggio (Minerbio) seguite da giornate media 18%) e 5 su 23 materiali a Minerbio (inci-
ventose. denza media 13%) (Tabella 2).
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 37

MINERBIO (BO)

Altezza / Height Allettamento / R. Bruna / Septoriosi / Elmintosporiosi / Rincosporiosi /


BBCH
(cm) Lodging (%) Brown rust Septoria Net blotch Scald

83 101,3 91,3 20 20
87 106,3 96,3 5 20
83 103,8 97,5 10
83 111,3 88,8 10
118,8 42,5
136,3 52,5
83 135,0 0,0 10
83 142,5 1,3
77 121,3 0,0
83 130,0 0,0 5
80 123,8 0,0
80 130,0 0,0 30
82 107,5 70,0
80 123,8 25,0
82 140,0 0,0 80
83 140,0 23,8
83 96,3 0,0 5 10
83 123,8 0,0
83 116,3 13,3
83 86,3 0,0
80 105,0 0,0 20
130,0 67,5
137,5 80,0

NATI PER M PIANTO


IGLIORARE LE M
PERFORMANCE DEL TUO I

 SOS Ristabilizza velocemente l'efficienza del tuo impianto


 PROCUT Enzima che abbassa ingestione e autoconsumi
 PRODOTTI SARTORIALI Formuliamo il prodotto perfetto:
il giusto mix tra microelementi ed enzimi
 TRATTAMENTO INSILATI Conserva e ottimizza la
redditività del tuo insilato

Via Monte Baldo, 10 - 37062 Villafranca di Verona


Tel +39 045 6340238 – Fax +39 045 4727324 - info@agritrade.it - www.agritrade.it
Capitale Sociale € 100.000 i.v.
38 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

Caratteri Morfologici - Dati medi per specie


Morphological characters - Average data by types

160
140
120
100
cm/%

80
60
40
20
0
Orzo

Loietto

Triticale Precoce

Triticale Tardivo

Frumento

Miscugli Precoci

Miscugli Tardivi

Orzo

Loietto

Triticale Precoce

Triticale Tardivo

Frumento

Miscugli Precoci

Miscugli Tardivi
Altezza - Height (cm) Allettamento - Lodging (%)
FOCUS VERNINI 2017

S. Tomaso (RE) Minerbo (BO)

Figura 1. Altezza in cm e percentuale di superficie allettata nelle parcelle (dato medio delle ripetizioni) sia per località che rispetto al
dato medio di specie
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 39

PRODUZIONI DI BIOMASSA E SOSTANZA e 35% (Figura 2a). In località Minerbio, invece, la pro-
SECCA duzione media è risultata maggiore rispetto a Reggio
Emilia rispettivamente 58,8 t/ha di biomassa fresca e
La produzione in termini di biomassa tal quale e sostan- 18,2 t/ha di biomassa secca (31% contenuto medio di
za secca è risultata mediamente elevata in entrambe le sostanza secca). In particolare, 4 materiali hanno mo-
località. strato produzioni medie superiori alle 70 t/ha di fresco
In località S. Tomaso di Bagnolo in Piano (RE), in parti- (tutti i triticali precoci con un massimo di 74,4 t/ha di
colare, la produzione media è risultata rispettivamente Riparo). 15 materiali si sono attestati tra le 55 e 65 t/ha
48,7 t/ha di biomassa fresca e 15,7 t/ha di biomassa (tra questi tutti i miscugli e i frumenti) ed anche in que-
secca (32,2% contenuto medio di sostanza secca). sta località le varietà precoci di triticale hanno prodotto
In particolare, 9 materiali hanno mostrato produzioni mediamente 12 t/ha di fresco in più rispetto alle tardive
medie comprese tra 50 e 60 t/ha di fresco (con un mas- (Figura 2b). In termini di produzione di sostanza secca,
simo di 60,4 t/ha di Maximal). I restanti materiali si sono 8 varietà (triticali e frumenti) hanno raggiunto e supe-
attestati tra le 40 e 50 t/ha e le varietà precoci hanno rato le 20t/ha, con un massimo di 22 t/ha di Biomax;
prodotto mediamente 7 t/ha di fresco in più rispetto il resto delle varietà si sono attestate mediamente tra
alle tardive (Figura 2a). 15 e 19 t/ha, mentre solo 2 varietà non hanno superato
In termini di produzione di sostanza secca, due varietà le 13 t/ha (l’orzo Heidi e il loietto) mentre il miscuglio
hanno raggiunto le 18-19 t/ha (Tarzan e Tricanto), 18 Preco’mix non ha superato le 9 t/ha, anche in questo
varietà (tra cui i miscugli) si sono attestate mediamente caso probabilmente a causa degli effetti delle basse
tra 15 e 17 t/ha, le restanti varietà 3 varietà si sono asse- temperature invernali oltre che dell’alta suscettibilità
state tra 13 (l’orzo Jup) e 6 t/ha del miscuglio Preco’mix all’allettamento in questa località.
che, tuttavia, sconta probabilmente gli effetti delle bas- Infine, in base al contenuto di sostanza secca alla rac-
se temperature invernali. colta, si può notare come la differenziazione dell’epo-
Infine, in base al contenuto di sostanza secca alla rac- ca di raccolta abbia favorito una sostanziale uniformità
colta, si può notare come la differenziazione dell’epo- fra le varietà che si sono attestate mediamente tra il
ca di raccolta abbia favorito una sostanziale uniformità 26,4 delle varietà precoci e il 34,5% delle varietà tar-
fra le varietà che si sono attestate mediamente tra il 30 dive (Figura 2b).

BioBeta® Sediment Check


BIETIFIN (Brevetto europeo depositato)

È l’unico sistema in grado di effettuare diversi punti


di misura e prelievo del sedimento presente
nelle vasche senza alcuna perdita di produzione
e permette di:
• verificare la presenza, la quantità e la tipologia
di eventuale deposito;
• migliorare l’efficienza del sistema
di miscelazione;
• determinare il volume fermentativo reale;
• valutare la convenienza economica di un intervento
di pulizia o svuotamento;
• ripristinare la tenuta degli oblò di ispezione laterali.
per informazioni e sopralluogo gratuito
Via E.Collamarini, 14 • 40138 Bologna Tel 051 6033477 • Fax 051 6033481 bietifin@bietifin.it www.cnbenergia.it
40 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

Biomassa fresca e tenore in sostanza secca a S.Tomaso di Bagnolo in Piano (RE) -


Fresh biomass and Dry matter content in S.Tomaso di Bagnolo in Piano (RE)

Triticale
80 45
70 40
Biomassa fresca t/ha

Sostanza secca (%)


60 35
50 30
40 25
30 20
20 15
10 10
0 0
MAXIMAL

DUBLET
VUKA

BIOMAX
ERGON TR

RIPARO

CLAUDIUS

COSINUS

TARZAN

TRICANTO
Precoci / Early harvest Tardivi / Late harvest

Orzo e Loietto Frumento Miscugli Cereali- Leguminose


80 45
70 40
Biomassa fresca t/ha

Sostanza secca (%)


60 35
50 30
40 25
30 20
20 15
FOCUS VERNINI 2017

10 10
0 0
TETRAP.
ALORA

MIX

MIX
(Orzo)

ATLANTE
(Orzo)
HEIDI
(Orzo)

JUP (Orzo)

(Loietto)

ABSALON

AKAMAR

ENERGO

LAUDIS

PAPAGENO

PRECO'

POWER
FEED

TRITÌ
Precoci / Tardivi /
Early harvest Late harvest

Figura 2a. Produzioni di biomassa (t/ha) tal quale e sostanza secca in località S. Tomaso di Bagnolo in Piano (RE).

Biomassa fresca e tenore in sostanza secca a Minerbio (BO) -


Fresh biomass and Dry matter content in Minerbio (BO)

Triticale
80 45
70 40
Biomassa fresca t/ha

Sostanza secca (%)


60 35
50 30
40 25
30 20
20 15
10 10
0 0
MAXIMAL

DUBLET
VUKA

BIOMAX
ERGON TR

RIPARO

CLAUDIUS

COSINUS

TARZAN

TRICANTO

Precoci / Early harvest Tardivi / Late harvest

Orzo e Loietto Frumento Miscugli Cereali- Leguminose


80 45
70 40
Biomassa fresca t/ha

Sostanza secca (%)

60 35
50 30
40 25
30 20
20 15
10 10
0 0
TETRAP.
ALORA

MIX

MIX
(Orzo)

ATLANTE
(Orzo)
HEIDI
(Orzo)

JUP (Orzo)

(Loietto)

ABSALON

AKAMAR

ENERGO

LAUDIS

PAPAGENO

PRECO'

POWER
FEED

TRITÌ

Precoci / Tardivi /
Early harvest Late harvest

Figura 2b. Produzioni di biomassa (t/ha) tal quale e sostanza secca in località Minerbio (BO).
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 41

QUALITÀ DELLA BIOMASSA significativamente la digeribilità di cellulosa ed emicel-


lulosa risultate rispettivamente 35% e 24% della sostan-
La qualità della biomassa è stata valutata sulla sostanza za secca (dato medio di campo su entrambe le località).
secca in base al contenuto di: ceneri, proteine grezze,
lipidi grezzi, cellulosa, emicellusa e lignina. Come si può
notare dalla figura 3, la qualità delle componenti della POTENZIALE METANIGENO
biomassa non si è sostanzialmente differenziata fra le
località. Il potenziale metanigeno (BMP - Biochemical Metha-
Le ceneri, frazione non digeribile della biomassa, sono ne Potential) è stato stimato, in base alle analisi delle
risultate mediamente 6,1% sulla sostanza secca a Miner- caratteristiche qualitative della biomassa, mediante
bio e 5,6% a Reggio Emilia; da segnalare come a Reggio l’applicazione del modello di Kaiser:
Emilia 4 varietà (Biomax, Maximal, Claudius e Cosinus) Metano (l/kg) = 0,147*XP+0,560*XL+0,289*OR+0,4
sono risultate mediamente inferiori al 5%. 59*HC+0,382*CL-0,271*ADL.
Per quanto riguarda le frazioni digeribili, il contenuto di Dove: XP = Proteine grezze; XL = Lipidi grezzi; NCF =
proteine grezze medio è risultato rispettivamente 8% Residui organici; HC = emicellulosa; CL = Cellulosa;
sulla sostanza secca a Minerbio e 7,2% a Reggio Emilia; ADL = Lignina.
quello dei grassi grezzi 2,5% e 2,1% sulla sostanza secca Ai fini della stima del BMP è importante ricordare
e quello di amidi e zuccheri 13,1% e 15,3% sulla sostan- come le produzioni di metano ad ettaro siano for-
za secca (Figura 3). temente correlate con la quantità di sostanza secca
Per quanto riguarda le frazioni fibrose, infine, il contenu- prodotta ad ettaro. Il modello, in particolare, preve-
to medio di lignina è risultato mediamente del 6% sulla de l’utilizzo di parametri misurati sulla biomassa tal
sostanza secca per entrambe le località. In particolare, quale. Ne consegue che, soprattutto nel caso i teno-
a Reggio Emilia 3 materiali (Ergon e Dublet e Biomax) ri di sostanza secca siano elevati, il modello tende a
hanno registrato un valore di lignina inferiore a 4% così sovrastimare i valori di potenziale metanigeno. In
come a Minerbio si sono distinti 2 materiali (Atlante – località Reggio Emilia, la stima della produzione di
orzo- e Powerfeed –miscuglio-). È importante ricordare metano è risultata di 4819 Nm 3/ha (media di campo),
come il contenuto in lignina sia una caratteristica impor- con valori compresi tra 2722 (loietto) e 5740 del tri-
tante da considerare poiché la sua presenza influenza ticale Tricanto.
42 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

Interessante notare come 11 materiali su 23 abbiano In località Minerbio, la stima della produzione di metano
superato i 5000 Nm3/ha di metano di cui 4 hanno otte- è risultata di 5539 Nm3/ha (media di campo), con valori
nuto una stima di produzione compresa fra 5200 e 5300 compresi tra 2975 (loietto) e 6689 del triticale Biomax.
Nm3/ha di metano (Figura 4a). Andando ad analizzare le Interessante notare come anche in questo caso 11 ma-
differenze produttive tra varietà precoci e tardive, infine, teriali su 23 abbiano superato i 5000 Nm3/ha di metano
è possibile notare come queste ultime producano me- di cui 8 hanno ottenuto una stima di produzione com-
diamente 500 Nm3/ha in più rispetto alle precoci (rispet- presa fra 5500 e 5900 Nm3/ha di metano (Figura 4b).
tivamente 5000 Nm3/ha delle tardive contro 4500 Nm3/ Andando ad analizzare le differenze produttive tra va-
ha delle precoci) anche per effetto della maggior capa- rietà precoci e tardive, infine, è possibile notare come
cità produttiva in termini di sostanza secca delle tardive. queste ultime producano mediamente 1000 Nm3/ha in

Qualita' della biomassa - dato medio delle località


Biomass quality - Average location data
PAPAGENO (Frumento)
LAUDIS (Frumento)
ENERGO (Frumento)
AKAMAR (Frumento)
ABSALON (Frumento)
TRICANTO
TARZAN
DUBLET
COSINUS
CLAUDIUS
BIOMAX
FOCUS VERNINI 2017

VUKA
RIPARO
MAXIMAL
ERGON TR
TRITÌ MIX (Miscuglio)
POWER FEED (Miscuglio)
PRECO' MIX (Miscuglio)
TETRAPLOIDE (Loietto)
JUP (Orzo)
HEIDI (Orzo)
ATLANTE (Orzo)
ALORA (Orzo)
0 5 10 15 20 25 30 35
Percentuale (%)
Zuccheri e amido/Sugar and starch Grassi/Fat Proteine/Protein

PAPAGENO (Frumento)
LAUDIS (Frumento)
ENERGO (Frumento)
AKAMAR (Frumento)
ABSALON (Frumento)
TRICANTO
TARZAN
DUBLET
COSINUS
CLAUDIUS
BIOMAX
VUKA
RIPARO
MAXIMAL
ERGON TR
TRITÌ MIX (Miscuglio)
POWER FEED (Miscuglio)
PRECO' MIX (Miscuglio)
TETRAPLOIDE (Loietto)
JUP (Orzo)
HEIDI (Orzo)
ATLANTE (Orzo)
ALORA (Orzo)
0 10 20 30 40 50 60 70 80 90
Percentuale (%)

Cellulosa/Cellulose Emicellulosa/Emicellulose Lignina/Lignin Ceneri/Ash

Figura 3. Qualità della biomassa: contenuto in zuccheri, grassi, proteine e parti fibrose (% sulla sostanza secca) nelle due località.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 43

più rispetto alle precoci (rispettivamente 5900 Nm3/ha


delle tardive contro 4900 Nm3/ha delle precoci) anche
per effetto della maggior capacità produttiva in termini
di sostanza secca delle tardive.

ANALISI COMPARATIVA FRA LE SPECIE E


LE LOCALITÀ

Dall’analisi comparata fra le medie produttive delle spe-


cie nelle due località (Figura 5), è possibile notare come
i parametri produttivi siano assolutamente comparabili.
Più in generale è possibile notare come, ad eccezione
degli orzi, tutte le altre specie siano risultate maggior-
mente produttive nella piattaforma di Minerbio dove gli
effetti delle basse temperature invernali sono risultati
meno incidenti rispetto a Reggio Emilia. Quest’ultima,
infatti, ad un esame obiettivo prima della raccolta, pur
risultando uniforme, sembrava scontare un minore ac-
cestimento generalizzato di tutte le specie. Interessante
notare anche come, indipendentemente dalla località,
triticali tardivi e frumenti si siano distinti per maggiori
produttività sia in termini di biomassa secca che di bio-
metano a conferma dell’indicazione di una maggior at-
titudine produttiva dei cicli più tardivi. I miscugli tardivi,
inoltre, hanno confermato una buona attitudine produt-
tiva e mediamente comparabile con i triticali precoci
(Figura 5).
Interessante notare, infine, come anche in quest’annata,
così come la precedente, gli orzi sembrano non risentire
del diverso ambiente di coltivazione mostrando livelli
produttivi analoghi in entrambe le località.

Particolare di un miscuglio cereali-leguminose


44 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

Produzione biomassa secca e biometano a S.Tomaso di Bagnolo in Piano (RE) -


Dry matter and Biomethane production in S.Tomaso di Bagnolo in Piano (RE)
Triticale
25 7000

Biometno (m3/ha)
6000
Sostanza secca t/ha

20
5000
15 4000
10 3000
2000
5
1000
0 0
MAXIMAL

DUBLET
VUKA

BIOMAX
ERGON TR

RIPARO

CLAUDIUS

COSINUS

TARZAN

TRICANTO
Precoci / Early harvest Tardivi / Late harvest

Orzo e Loietto Frumento Miscugli Cereali- Leguminose

25 7000
Sostanza secca t/ha

Biometno (m3/ha)
6000
20
5000
15 4000
10 3000
2000
5
FOCUS VERNINI 2017

1000
0 0
TETRAP.
ALORA

MIX

MIX
(Orzo)

ATLANTE
(Orzo)

HEIDI
(Orzo)

JUP (Orzo)

(Loietto)

ABSALON

AKAMAR

ENERGO

LAUDIS

PAPAGENO

PRECO'

POWER
FEED

TRITÌ
Precoci / Tardivi /
Early harvest Late harvest

Figura 4a. Potenzialità metanigena (Nm3/ha) rispetto alla produzione di sostanza secca (t/ha) a Reggio Emilia

Produzione biomassa secca e biometano a Minerbio (BO) -


Dry matter and Biomethane production in Minerbio (BO)
Triticale
25 7000

Biometno (m3/ha)
6000
Sostanza secca t/ha

20
5000
15 4000
10 3000
2000
5
1000
0 0
MAXIMAL

DUBLET
VUKA

BIOMAX
ERGON TR

RIPARO

CLAUDIUS

COSINUS

TARZAN

TRICANTO

Precoci / Early harvest Tardivi / Late harvest

Orzo e Loietto Frumento Miscugli Cereali- Leguminose

25 7000
Sostanza secca t/ha

Biometno (m3/ha)

6000
20
5000
15 4000
10 3000
2000
5 1000
0 0
TETRAP.
ALORA

MIX

MIX
(Orzo)

ATLANTE
(Orzo)
HEIDI
(Orzo)

JUP (Orzo)

(Loietto)

ABSALON

AKAMAR

ENERGO

LAUDIS

PAPAGENO

PRECO'

POWER
FEED

TRITÌ

Precoci / Tardivi /
Early harvest Late harvest

Figura 4b. Potenzialità metanigena (Nm3/ha) rispetto alla produzione di sostanza secca (t/ha) a Minerbio (BO)
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 45

CONCLUSIONI sia in termini di biomassa che di potenziale meta-


nigeno. Così come nelle annate precedenti, gli orzi,
Nonostante l’andamento meteo dell’annata molto in relazione alle loro caratteristiche di precocità e
particolare, entrambe le prove hanno evidenziato taglia medio-alta, hanno mostrato, in entrambi gli
produttività dei materiali generalmente medio- areali di prova, produzioni al disotto delle perfor-
elevata sia in termini di biomassa che di potenzia- mance dei triticali tardivi e dei frumenti che sostan-
le metanigeno. Per il secondo anno consecutivo zialmente si sono nuovamente equivalsi.
si può notare come la distinzione delle epoche di La tendenza all’allettamento ha influito in maniera
raccolta in base alla tipologia di varietà abbia favo- diversificata fra le località andando ad influire ne-
rito una maggiore omogeneità del dato produttivo gativamente anche sulla produttività delle varietà

Vista della piattaforma di Minerbio (BO)


46 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

più soggette. Per quanto riguarda i miscugli, infine, Dal confronto fra località, inoltre, è stato possibile
è stato possibile notare una significativa differenza valutare come le produttività ottenute siano risulta-
fra la tipologia precoce e quella tardiva. Quest’ul- te assolutamente comparabili anche se mediamen-
tima, in particolare, ha confermato in entrambe le te la piattaforma di Reggio Emilia è risultata meno
località potenzialità produttive del tutto simili ai produttiva di quella di Minerbio.
triticali precoci. Tuttavia, soprattutto i miscugli pre- Più in generale, sulla base dei risultati ottenuti si
coci, hanno mostrato elevata suscettibilità alle bas- può confermare come triticale e frumenti possano
se temperature invernali soprattutto in assenza di essere considerate le colture di riferimento fra le
copertura nevosa. Tutti i fattori analizzati sono fon- autunno-vernine sia in termini produttivi che quali-
damentali per poter valutare il giusto compromes- tativi. Infine, buone conferme sono state dimostrate
so tra produzione e qualità della sostanza secca dai miscugli tardivi anche se risulta ancora da ap-
(in termini di digeribilità) ed ottenere interessanti profondire, sia la tecnica colturale legata al corret-
indicazioni al fine di valutare la scelta del mix di to momento di raccolta sia il giusto collocamento
varietà da impiegare al fine di ottimizzare al meglio della coltura al fine di contrastare la suscettibilità
la campagna di raccolta dei cereali autunno vernini. alle basse temperature invernali.

Biomassa Secca - Confronto fra specie località/


Dry biomass - Comparison between types and places

25

20

15

10
FOCUS VERNINI 2017

0
MISCUGLIO Pr.

TRITICALE Pr.
FRUMENTO

LOIETTO

MISCUGLIO

ORZO

TRITICALE

Sostanza secca (t/ha) Reggio Emilia


Sostanza secca (t/ha) Bologna
Sostanza secca (t/ha) Media

Biometano - Confronto fra specie e località/


Biomethane - Comparison between types and places

7000
6000
5000
4000
3000
2000
1000
0
MISCUGLIO Pr.

TRITICALE Pr.
FRUMENTO

LOIETTO

MISCUGLIO

ORZO

TRITICALE

Metano (Nm3/ha) Reggio Emilia


Metano (Nm3/ha) Bologna
Metano (Nm3/ha) Media

Figura 5. Analisi comparata di produzione biomassa e biometano fra località e specie

RINGRAZIAMENTI
Per la conduzione delle prove, la raccolta dei campioni, le analisi, l’elaborazione dei dati e per
tutto il supporto nella realizzazione delle attività in campo si ringrazia lo Staff di BETA: Adriano
Fabbri, Alessandro Vacchi, Massimo Zavanella e Giovanni Campagna.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 47

SMART LNG
Impianti per la liquefazione del gas naturale e del biometano

Grazie alla profonda esperienza ed alle competenze


maturate nell’ambito delle tecnologie criogeniche,
SIAD Macchine Impianti ha sviluppato la nuova linea
di impianti SMART LNG per la produzione di gas
naturale liquefatto (GNL) e biometano su piccola e
media scala.
Il GNL così prodotto può essere utilizzato
localmente in stazioni di rifornimento per
autotrazione o per l’immissione in micro-reti
di distribuzione.

Per maggiori informazioni:


siadmi_asu@siad.eu

Made in Italy
SIAD Macchine Impianti.
Compressori, Impianti di Frazionamento
Aria, Saldatura e Servizi.

www.siadmi.com
48 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

SOC. AGR. VERONESI:


TRADIZIONE, TERRITORIO E
INNOVAZIONE
Di Guido Bezzi e Riccardo Gefter

Produzioni alimentari di qualità e produzione di biogas


mediante la valorizzazione dei reflui,
insieme in un ciclo produttivo virtuoso e sostenibile

Quality food productions and manure valorisation


LE ESPERIENZE DEI SOCI CIB

with biogas live together


in a virtuous and sustainable cycle of production

Entrata della Società Agricola Veronesi


The entrance to Veronesi farm


Ingrediente unico: la qualità nomici, agronomici e di integrazio- capi suini, di cui 300 scrofe, a ciclo
del nostro suino” recita l’in- ne con il territorio. chiuso per la produzione di suino
segna all’ingresso dell’azien- Un caso aziendale interessante pesante padano destinato princi-
da agricola. Che la produ- è quello della Società Agricola Ve- palmente alla produzione del Pro-
zione suinicola di qualità sia ronesi a Finale Emilia. A partire dagli sciutto di Parma e del Salame DOP
tipica e importante per la provincia anni ’30 l’azienda inizia un percorso di S. Felice.
modenese è risaputo. Meno noto è di crescita che si tramanda ormai La scelta di costruire un im-
come aziende famigliari dedite all’a- da tre generazioni. Alle produzioni pianto biogas risale al 2010 con
gricoltura e all’allevamento suino da agricole tradizionali viene dapprima l’obiettivo di ottimizzare l’economia
generazioni siano riuscite ad armo- affiancato l’allevamento suinicolo e, aziendale valorizzando i sottopro-
nizzare la digestione anaerobica nei dal 2003, la trasformazione delle dotti dell’allevamento. Per questo
loro processi produttivi e quali siano carni. L’azienda oggi coltiva circa l’azienda ha inizialmente scelto un
state le conseguenze in termini eco- 120 ettari di terreno e alleva 5.000 impianto da 250 kWe alimentato in
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 49

prevalenza da liquame suino. Entra-


to in esercizio nel febbraio 2011, è IL BIOGAS DI SOCIETÀ AGRICOLA VERONESI
stato successivamente raddoppiato THE BIOGAS OF VERONESI FARM
ed è stata inserita in dieta una quo-
ta più consistente di insilati di mais • Nome/Name: Società Agricola Veronesi
prodotta in parte dall’azienda stessa • Provincia/Province: Modena
e in parte nell’ambito di un sistema • Potenza installata/Power installed: 500 kWe
di accordi, che ha permesso di strut- • Matrici/Biomasses: reflui suini ed insilato di mais/swine slurry
turare una collaborazione virtuosa and mays silage
fra aziende agricole della zona com- • Uso del digestato/Digestate use: separazione solido-liquido
prese in un raggio medio di 5 Km. e utilizzo come biofertilizzante alla preparazione del terreno/
Per la gestione agronomica, in liquid-solid separation and use as biofertilizer at soil tillage
particolare, sono stati predisposti
• Utilizzo del calore/Heat use: riscaldamento sale parto e
dei piani colturali condivisi che ga-
svezzamento suini/heating of swine birth hall and weaning area
rantiscano la produzione di biomas-
sa inserendo la coltura dedicata in
rotazione con pomodoro e cereali
vernini in alternativa alla barbabie-
tola da zucchero, in passato molto VERONESI FARM: FAMILY
diffusa in zona. In questo modo, su TRADITION, TERRITORIAL
una superficie nel complesso dop- BOND AND INNOVATION
pia rispetto a quella coltivata dalla
sola società agricola Veronesi, le “Unique ingredient: the quality of our pig” says the
colture non ritornano mai per più sign at the entrance to the farm. It is well-known how
anni sugli stessi terreni, si mantie- important quality pig production is in Modena area.
ne e/o migliora la fertilità dei suoli, Less known is how traditional farms have been able
grazie alla gestione efficiente del to integrate anaerobic digestion in their production
digestato, e si ottimizzano i costi processes and what have been the consequences for
colturali, grazie alla condivisione di the economics of the farm, the fertility of the soil and
alcune attrezzature nell’ambito della the relation with the neighbors.
collaborazione creata. An interesting business case is that of Veronesi
Questa attenzione alla tecnica farm in Finale Emilia. Since the 1930s, the company
agronomica non solo consente una has begun a growth path that has involved three
gestione razionale delle superfici e family generations. They first added pig farming to
la produzione integrata di colture traditional agriculture and, in 2003, they started to
alimentari e da biomassa, ma è ne- process the meat. The farm now cultivates about 120
cessaria per la corretta conduzione hectares of land and breeds 5,000 pigs, including
dei terreni argillosi tipici della zona. 300 sows, in a closed-cycle swine breeding mainly
In questo contesto il digestato sta for the production of Prosciutto di Parma and Salame
iniziando a dimostrare il suo effetto DOP di S. Felice.
sia per quanto riguarda l’apporto di The choice to build a biogas plant dates back to 2010,
elementi nutritivi alla coltura che per with the aim of improving the farm management and
quanto riguarda il mantenimento del- its revenues by enhancing the by-products of swine
la struttura del terreno grazie all’ap- breeding. For this reason, the company initially chose a
porto di sostanza organica. 250 kWe plant mainly powered by pig slurry.

Impianto biogas e allevamenti suini


Biogas plant and swine breeding facilities
50 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

Per poter fare un utilizzo più ef-


ficiente del digestato, l’azienda ha
seguito anche in questo caso un
percorso di continua crescita. Dap-
prima si è dotata di un separatore
solido-liquido e, successivamente,
di una linea di adduzione sotterra-
nea del separato liquido che diret-
tamente dagli stoccaggi permette
di raggiungere tutta la superficie di
coltivazione. In questo modo, men-
tre il separato solido viene distri-
buito come ammendante alla pre-
parazione del terreno, il separato
liquido può essere utilizzato sulla
coltura in copertura evitando la mo-
vimentazione con carri botte, e il
conseguente calpestio del terreno,
e riducendo fino all’80% l’apporto di
concimi chimici rispetto alla coltura
tradizionale. Interno sale di allattamento riscaldate dal biogas
Infine, l’azienda sfrutta anche Piglets suckling area heated by the biogas
parte del calore prodotto dal coge-
neratore dell’impianto biogas che,
convogliato in tubazioni sotto forma
di acqua calda, viene utilizzato per il
LE ESPERIENZE DEI SOCI CIB

riscaldamento delle sale parto e l’al- Entered into operation in February 2011, the plant
lattamento dei piccoli suinetti. was subsequently doubled with a larger use of maize
Un esempio di Biogasfattobe- silage. The crop is produced partly by the farm itself
ne® che, grazie all’integrazione and partly under a system of agreements, structuring a
completa del biogas nei cicli pro- virtuous collaboration between farms located within a
duttivi aziendali non solo sta per- radius of 5 Km.
mettendo di valorizzare le produzio- As far as the agronomic management, shared
ni alimentari di qualità ma consente cultivation plans have been set up to ensure the
una fondamentale diversificazione production of biomass with a rotation of maize (for the
produttiva e crea un legame con il digester), tomato and winter cereals, as an alternative
territorio che ne beneficia sia in ter- to sugar beet, which was very widespread in the area.
mini di sviluppo agricolo che in ter- Thus, on a double surface area compared to that
mini di miglioramento ambientale cultivated by Veronese farm alone, crops never return
anche grazie al significativo abbatti- on the same soil year after year, soil fertility improves
mento degli odori che la digestione thanks to an efficient digestate management, and
anaerobica permette. costs decrease due to the sharing of some equipment
E proprio la diversificazione pro- among the farmers.
duttiva ottenuta con l’impianto bio- This attention to the agronomic aspects not only allows
gas ha avuto un ruolo fondamentale a better management of the land integrating food and
per l’azienda in un momento storico energy crops, but it is absolutely necessary in clay soils
drammatico per l’intera Emilia Ro- typical of the area. In this context, digestate has begun
magna: il terremoto del 20 maggio to show its effects both in terms of nutritional input to
2012. Quel giorno infatti il sisma ha the crop and in the maintenance of the soil structure
colpito e gravemente danneggia- by adding organic matter.
to gli allevamenti, costringendo a In order to make the best use of the digestate, the
ridurre temporaneamente ma dra- farm added firstly a solid-liquid separator and,
sticamente la produzione. L’unica subsequently, an underground pipeline of the
struttura che non ha subito danni è separate liquid that reaches the entire cultivation
stato l’impianto biogas, che ha conti- surface directly from the digestate tank. In this
nuato a funzionare garantendo all’a- way, while the solid separate is distributed as a soil
zienda la fondamentale continuità improver, the liquid part can be used on cover crops,
durante il periodo di ricostruzione. thus avoiding the handling of heavy cask wagons and
A cinque anni di distanza, la rico- the consequent tread of the soil, and reducing up
struzione si è conclusa. Lo scorso 20 to 80% the use of chemical fertilizers compared to
maggio, infatti, alla presenza dagli traditional crops.
assessori della Regione Emilia Ro- Finally, the farm also exploits part of the heat
magna Simona Caselli (Agricoltura, generated by the biogas plant’s co-generator, piping
caccia e pesca) e Palma Costi (Attivi- hot water to the delivery rooms and the small pigs
tà produttive, piano energetico, eco- suckling area.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 51

Veronesi farm represents a clear example of


Biogasdoneright®. Thanks to the complete integration
of biogas into the company’s business, the farm has
enhanced its quality food production, diversified
its activities and created a positive relation with
the district based on rural development and
environmental improvements due to the significant
abatement of odors that anaerobic digestion allows.
The improvements obtained with the biogas plant
have played a key role at a dramatic historical moment
for the whole of Emilia Romagna: the earthquake of
May 20, 2012. That day, the earthquake struck and
severely damaged the stables, forcing to temporarily
Taglio del nastro all’inaugurazione dei nuovi allevamenti ricostruiti but drastically reduce the production. The only facility
Inauguration of the new swine stables reconstructed that was not damaged was the biogas plant, which
continued to work and guaranteed the company the
fundamental continuity during the reconstruction
nomia verde e ricostruzione post- period. Five years later, the restoration ended. Last
sisma) e del Sindaco di Finale Emilia May 20, in the presence of the Emilia Romagna
Sandro Palazzi, il titolare dell’azien- council members Simona Caselli (Agriculture, Hunting
da, Gaetano Veronesi, ha tagliato il and Fishing) and Palma Costi (Production Activities,
nastro di inaugurazione del nuovo Energy Plan, Green Economy and post-Earthquake
allevamento ricostruito dopo il si- Reconstruction) and the Mayor of Finale Emilia Sandro
sma. Un esempio produttivo che ha Palazzi, the owner of the farm, Gaetano Veronesi, cut
saputo garantire continuità e svilup- off the inauguration ribbon of the new breeding stable
po al territorio nonostante il sisma. rebuilt after the earthquake.
Una ricostruzione che sancisce una Veronesi farm has been able to ensure continuity and
nuova fase di rinnovamento dell’a- development in the area despite the earthquake. Its
zienda che, anche in questo caso, ha reconstruction marks a new phase of renewal for the
saputo mantenersi all’avanguardia company, which has been able to keep up-to-date in
nel solco della tradizione famigliare. the heart of the family tradition.

Tutto è possibile!
sistema di
PreMix®
alimentazione
alimenta al digestore
4-in-1 cofermenti trattati e miscelati
in una sospensione organica
omogenea.

Scopri tutti i vantaggi


del nuovo PreMix Per saperne di più
0373 97 06 99
ENGINEERED TO WORK
vogelsang-srl.it
52 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

IMPIANTI APERTI A
BIOGAS WIPPTAL
Di Riccardo Gefter Wondrich
con la collaborazione di Francesca Dall’Ozzo

Biogas Wipptal presenta i numeri


del primo anno di attività

Biogas Wipptal presents the records


of the first year of activity
LE ESPERIENZE DEI SOCI CIB

Figura 1. La sede di Biogas Wipptal in Val di Vizze


Figure 1. Biogas Wipptal headquarters at Pfitsch

A
pochi chilometri dal allevatori di bovine da latte e
Brennero, in Alta affiliata al CIB dal 2016, Wipp-
Val Isarco, la so- tal ha costruito un impianto
cietà Biogas Wipp- biogas da 1 Megawatt nel co-
tal ha studiato una mune di Val di Vizze, che oltre
maniera per affrontare il pro- a generare energia elettrica e
blema della gestione dei reflui calore prevede l’essicazione
di piccoli-medi allevamenti in di parte del digestato per pro-
un territorio tipicamente mon- durre un fertilizzante inodore
tano. Nata dall’unione di 63 e naturale.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 53

Grazie alle soluzioni attuate


per l’uso del digestato, il pro- • Nome/Name: Biogas Wipptal s.r.l.
getto ha ricevuto i finanziamenti associazione di 63 allevatori/63 farmers associated
del programma europeo LIFE+, • Provincia/Province: Bolzano/Bozen
che ha tra i suoi fini anche quel- • Potenza installata/Power installed: 1 MWe
lo di identificare soluzioni inno- • Matrici/Biomasses: Reflui bovini (60% letame e 40% liquame)/
vative per la gestione dei reflui
Cow manure (60% solid e 40% liquid)
zootecnici.
• Uso del digestato/Digestate use: separazione solido-liquido,
Durante l’inaugurazione uffi-
ciale dell’impianto, avvenuta il 10 pellettizzazione, osmosi inversa, distribuzione localizzata
luglio scorso, sono state valutate del digestato/solid-liquid separation, pellettisation, inverse
le performance dell’azienda a un osmosis, localized distribution of digestate
anno dalla sua entrata in funzione. • Utilizzo del calore/Heat use: essiccazione digestato/digestate
L’impianto altoatesino ha trattato drying
oltre 30.000 tonnellate di letame
e liquami bovini, e rimane ancora
utilizzabile una buona capacità di
trattamento. Ha prodotto 4.000
MW elettrici e una pari quantità
di energia termica. Una parte del
digestato viene poi separata in
OPEN DAY AT
due componenti. La frazione so-
lida è essiccata grazie al recupero BIOGAS WIPPTAL
del calore generato, pellettizzata
e destinata alla fertilizzazione dei In the Alta Val Isarco (BZ), Biogas Wipptal identified
vigneti e dei frutteti del territorio. an innovative way to manage the manure and slurry
Dalla frazione liquida, ulterior- of small-medium farmers in a typically mountainous
mente filtrata tramite un proces- area. The company, founded by 63 dairy cattle
so ad osmosi inversa, si otten- breeders and a member of the Italian Biogas
gono acqua purificata, che viene Consortium (CIB), built in the municipality of Val
immessa nel fiume Isarco, e un di Vizze a 1 MW biogas plant which, in addition to
fluido concentrato, che viene ag- generating electricity and heat, dries part of the
giunto alla frazione solida desti- digestate in order to produce an odourless and
nata all’essiccazione. La restante natural fertilizer.
parte di digestato tal quale viene Since the plant has applied innovative solutions for
invece distribuita direttamente the use of digestate, the company received funding
sui terreni dei soci e su un 30% di from the European project LIFE+, which aims to
campi di agricoltori non soci. improve the management of livestock manure and
Lo spandimento sui campi slurry.
avviene grazie ad un prototipo During the official inauguration of the plant, on
di carrobotte sviluppato appo- July 10, the company's performance was evaluated
sitamente da una ditta tedesca one year after its launch. The South Tyrolean plant
per lavorare su terreni ad elevata has treated over 30,000 tons of bovine manure and
pendenza. Grazie a questo mac- slurry, and still has a wide spare capacity. It has
chinario vengono risolti i tre prin- produced 4,000 MW electric and equal amounts
cipali problemi che gli agricoltori of thermal energy from the co-generation engine.
locali devono affrontare: la diffi- Part of the digestate is then separated into two
coltà di coltivare in montagna, la components. The solid fraction is dried, thanks to
poca superficie agricola a dispo- the heat recovered, pelletized and destined for the
sizione e il rispetto della direttiva fertilization of vineyards and orchards.From the
nitrati sui limiti di utilizzo di reflui liquid fraction, further filtered through a reverse
zootecnici. Inoltre, vengono di- osmosis process, they obtain purified water, which
minuite del 40% le emissioni di is poured into the Isarco river, and a concentrated
ammoniaca in atmosfera grazie al fluid, which is added to the solid fraction for drying.
deposito del digestato a diretto The rest of the digestate is distributed directly on
contatto con il terreno. the members’ fields and on 30% of non-member
In virtù dell’apporto tecnolo- farmers’ fields.
gicamente innovativo di questo A German company has developed for Biogas
impianto, il Ministero Federale Wipptal a prototype of an agricultural transporter to
dell’Ambiente e l’Agenzia Am- spread the digestate on steep fields. With the help
bientale Federale Tedesca han- of this cask wagon, local farmers have solved three
no selezionato Biogas Wipptal of their major problems: the difficulty of cultivating
come realtà di interesse per tro- in the mountains, the lack of agricultural land and
vare una soluzione al problema the compliance to the nitrate directive regarding the
dei reflui zootecnici. spreading limits of livestock slurry.
54 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

Figura 2. Evento di inaugurazione di Biogas Wipptal


LE ESPERIENZE DEI SOCI CIB

Figure 2. Open day at Biogas Wipptal

Sono stati infatti incaricati Additionally, ammonia emissions in the


di presentare, entro la prima- atmosphere are reduced by 40% thanks to the
vera del 2019, un report sul digestate distribution in direct contact with the
trattamento e riutilizzo dei re- soil.
flui zootecnici dando partico- Provided the technological innovation of this
lare rilievo alle Best Available plant, the Federal Ministry of the Environment
Technologies. and the German Federal Environmental Agency
L’azienda Biogas Wipptal have selected Biogas Wipptal as a case study
e le filiere ad essa associate
sono l’esempio di quell’econo-
mia circolare di cui il Consorzio
Italiano Biogas si è fatto più
volte portavoce e promotore,
che prevede a chiusura del suo
ciclo la reimmissione di sostan-
ze organiche nel terreno trami-
te l’uso del digestato. Biogas
Wipptal inoltre “rappresenta un
unicum nel panorama italiano,
-commenta il vicepresidente del
CIB, Angelo Baronchelli- poiché
si tratta di un impianto di gran-
di dimensioni che trasforma in
energia elettrica, calore e dige-
stato i reflui zootecnici di deci-
ne di piccoli allevatori in zone
ad alta sensibilità ambientale
e turistica. Per questo credia-
mo che le soluzioni e le prati-
che adottate possano essere di
interesse anche per altri terri-
tori che faticano a bilanciare
Figura 3. Il carrobotte per la distribuzione del digestato
la sostenibilità ambientale ed
economica dell’agricoltura e Figure 3. The cask wagon for the distribution of the digestate
dell’allevamento”.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 55

La soluzione sviluppata da for manure and slurry management. Indeed,


Biogas Wipptal, come auspicato the company has been appointed to present,
dalla stessa azienda, potrebbe by Spring 2019, a report on the treatment and
rivelarsi utile anche in altre aree reuse of manure and slurry, with a focus on Best
della rete NATURA 2000, dove Available Technologies.
per preservare gli habitat e le Biogas Wipptal and its partners showed that
specie animali, lo spandimento circular economy, as claimed even by the
sui campi è ulteriormente re- Italian Biogas Consortium, closes its cycle by
golamentato, e la gestione dei re-entering organic matter into the soil through
reflui zootecnici risulta partico- the use of digestate. Moreover, “Biogas Wipptal
larmente problematica. represents an unicum in Italy, -says the Vice-
president of the CIB, Angelo Baronchelli- as it
is a large plant that produces electricity, heat
and digestate using manure and slurry from
dozens of small breeders in a highly sensitive
environmental and touristic area. That is why
we believe that the solutions and practices
adopted may also interest other territories
that strive to balance the environmental and
economic sustainability of agriculture and
livestock”.
The solution developed by Biogas Wipptal,
for instance, could also be applied in other
NATURA 2000 areas, where, to preserve
Figura 4. Dettaglio dei digestori
dell’impianto Biogas Wipptal
biodiversity and endangered habitats and
species, agriculture and grazing are further
Figure 4. Details of Biogas Wipptal digesters
regulated and the management of manure ad
slurry is still a problem.
56 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

LO SVILUPPO
DEL BIOGAS NEL
BRASILE
MERIDIONALE Di Riccardo Gefter Wondrich

Impianto biogas della Chácara Marujo,


Castro, Paraná, di Jaan Haasjes,
socio della cooperativa Castrolanda.
Foto Jaan Haasjes.
Biogas plant at Marujo Farm, Castro,
Paraná, belonging to Mr. Jaan Haasjes,
farmer of co-op Castrolanda.
Photo Jaan Haasjes.          

L
o Stato del Paraná è uno dei te, il 40% della produzione suinicola
maggiori produttori di car- e il 34% di quella aviaria. In termini
ne e cereali del Brasile. Con generali, 69 cooperative generano il
solo il 2,3% della superficie 56% della produzione agroindustriale
nazionale e il 5% della popo- dello Stato, con un fatturato comples-
lazione, il Paraná produce il 60% del sivo di 21 miliardi di euro, destinati ad
frumento, un terzo dei polli, un quin- arrivare a 30 nei prossimi tre anni.
to dei maiali e del mais e il 17% della Questa crescita presenta tuttavia
soia dell’intero Brasile. Lo sviluppo due elementi di criticità. Da un lato,
dell’agricoltura risale alla prima metà l’intensificazione delle produzioni zo-
del ‘900, con la colonizzazione delle otecniche genera volumi crescenti di
zone interne dello Stato da parte de- reflui e scarti di macellazione, con una
gli immigrati italiani, tedeschi, olan- normativa in materia ambientale an-
desi, giapponesi, polacchi e ucraini. cora in fase di aggiornamento. Dall’al-
Insieme alle proprie professionalità, tro, le cooperative guardano con una
gli immigrati portarono i concetti certa apprensione ai consumi elettrici
della cooperazione agricola, contri- e all’approvvigionamento energetico
buendo in maniera fondamentale nel medio termine: la (timida) ripresa
alla creazione di decine di coopera- dell’economia nazionale e l’aumento
tive agro-industriali efficienti e com- della domanda energetica porteran-
petitive, che oggi producono il 79% no infatti a un aumento dei costi e alla
dell’orzo, il 65% del mais, il 70% della necessità di potenziare le infrastruttu-
soia, il 64% del grano, il 45% del lat- re di generazione e trasporto.
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 57

Può l’esperienza THE DEVELOPMENT


del biogas italiano OF BIOGAS IN
diffondersi in aree SOUTHERN BRAZIL
del mondo a forte
vocazione The State of Parana is one of Brazil’s largest producers
of meat and cereals. With only 2.3% of the national
agro-zootecnica surface and 5% of the population, it produces 60%
anche in assenza of wheat, one third of broilers, one fifth of swine and
corn and 17% of soybeans of Brazil. The development
di incentivi pubblici? of agriculture dates back to the first half of the
20th century, with the colonization of the countryside by
Italian, German, Dutch, Japanese, Polish and Ukrainian
Can the Italian biogas immigrants. Along with their skills, immigrants brought
the concepts of agricultural cooperation, contributing
experience crucially to the creation of dozens of efficient and
spread to intensive competitive agribusiness cooperatives, which today
produce 79% of barley, 65% maize, 70% soybeans,
agriculture and 64% wheat, 45% milk, 40% swine and 34% of the
livestock regions even broilers. 69 cooperatives are responsible for 56%
of the State’s food production, with a turnover of 21
in the absence billion euros which should reach 30 billion by 2020.
of public subsidies? This growth shows two critical elements. On one hand,
the intensification of livestock production generates
growing volumes of manure and slaughter waste, that
need to be managed according to an environmental
Per questo, il governo federale e quel- legislation that is currently being updated. On the other
lo del Paraná hanno iniziato a promuo- hand, the cooperatives look appallingly on electricity
vere progetti di generazione diffusa di consumption and energy supply in the medium term:
energie alternative, autorizzando l’au- the (timid) recovery of the national economy and the
toconsumo elettrico fino a 5 MWh. increase in energy demand will lead to an increase
È in questo quadro che si colloca in costs and the need to upgrade generation and
l’interesse del mondo agro-zootecni- transport infrastructures. For this reason, the federal as
co paranaense per il modello italiano well as the Parana government have begun to promote
del biogas. local green energy production projects, authorizing
I rapporti con il CIB risalgono al electric self-consumption up to 5 MWh. It is in this
2014, quando il Consorzio organizzò framework that Parana agribusiness looks at the Italian
una missione imprenditoriale nel Pa- biogas set of experience as an interesting toolkit.
raná visitando aziende agricole, im- The relations with the Italian Biogas Consortium date
pianti agro-industriali, centri di ricer- back to 2014, when CIB organized an entrepreneurial
ca nel settore delle rinnovabili. Negli mission to Parana visiting farms, agro-industrial plants,
anni successivi, sono stati realizzati research centers that operate in the renewable energy
studi di fattibilità e proposte commer- sector. In the following years, feasibility studies and
ciali per impianti biogas, e sono partiti commercial offers for biogas plants were carried out,
i primi progetti pilota. and the first pilot projects started.

Impianto di produzione di biometano e stazione di Flotta di vetture a biometano della centrale idroelettrica di
servizio, Itaipu. Foto Marcos Labanca/CIBiogás Itaipu, Paraná. Foto CIBbiogás).
Biomethane plant and gas station, Itaipu. Biomethane cars at Itaipu hydroelectric power plant, Paraná.
Photo Marcos Labanca/CIBiogás Photo CIBbiogás
58 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

Ancora molto poco, conside- negli impianti, e il nostro pensiero è produzione di cassava. Un quinto im-
rando il potenziale esistente: è stato stato avere in Brasile manodopera pianto per la generazione elettrica si
infatti calcolato che, nel 2015, i soli specializzata per la manutenzione di sta costruendo in una nuova unità di
reflui degli allevamenti cooperativi di questi sistemi. Il prezzo relativamen- produzione di lattonzoli, ed è in pro-
polli, suini e bovine da latte avrebbe- te basso dell’energia e l’assenza di gramma un impianto biogas elettrico
ro potuto produrre 134 MWhe, men- incentivi governativi rende difficile in “condominio” tra diversi produt-
tre resta da fare un’analisi approfondi- oggi realizzare grandi investimenti tori suinicoli. “Durante le visite nelle
ta delle biomasse vegetali disponibili nel biogas. Un’altra difficoltà è legata aziende zootecniche italiane -afferma
per la digestione anaerobica. alla logistica del trasporto dei reflui Clédio Roberto Marschall, responsa-
Con queste premesse, dall’8 al 12 zootecnici verso un digestore centra- bile della divisione industriale della
maggio il CIB ha organizzato una se- lizzato, a causa delle distanze e dei LAR- abbiamo percepito come il Bra-
rie di visite ad impianti biogas italiani rilievi che complicano l’installazione sile abbia un grande potenziale per
con i rappresentanti di quattro delle di tubazioni. Per gli allevatori con più generare energia elettrica, energia
maggiori cooperative del Paraná. di 500 capi in lattazione, che rappre- termica e biocarburanti. Il livello tec-
“La Copacol -afferma il direttore sentano un numero ristretto dei nostri nologico degli impianti e della com-
Silveiro Constantino- crede nella fatti- soci, un impianto biogas potrebbe ponentistica -soprattutto per la parte
bilità di impianti biogas alimentati da tuttavia essere fattibile, una volta ri- di cogenerazione- deve però neces-
scarti avicoli, suinicoli e dei bovini da solte alcune limitazioni nel quadro sariamente crescere. Il Brasile ha bi-
latte. È necessario definire il modello normativo e fiscale”. sogno di adottare queste tecnologie,
tecnico-economico in funzione degli “Stiamo valutando la fattibilità studiando forme di importazione e
interessi e delle caratteristiche sia dell’installazione di impianti biogas ‘tropicalizzazione’ a costi competiti-
della cooperativa che dei singoli soci nelle aziende dei nostri soci alleva- vi, per rendere gli investimenti meno
produttori, e la nostra azienda sta la- tori e nel nuovo macello della coo- cari e accrescere il livello di credibilità
vorando per identificare le soluzioni perativa -dice Vinicius Danieli Fritsch, del settore biogas.”
più adeguate.” responsabile ingegneria della coo- Se il Paraná è lo Stato brasilia-
Riflessioni condivise da Pieter perativa Castrolanda-. Oltre al costo no più avanzato per quanto riguar-
Van der Meer, coordinatore ambien- degli impianti, gli aspetti di maggiore da l’organzzazione agro-industriale
tale della Frisia, situata nella regione sensibilità sono l’accompagnamen- in forma cooperativa (la OCEPAR),
centrale e dal clima più continentale to da parte di biologi specializzati e aziende avicole, suinicole e di pro-
dello Stato, a forte vocazione zo- le soluzioni per miscelare e triturare duzione di latte stanno guardando
otecnica: “Gli allevamenti che ab- correttamente le differenti biomasse al biogas e realizzando i primi im-
biamo visitato in Italia presentano di carico, soprattutto per quanto ri- pianti anche nel Rio Grande do Sul,
somiglianze e differenze con i nostri guarda i macelli”.  Santa Catarina, San Paolo e Mato
in Brasile. La gestione dell’attività zo- Chi sta già facendo esperienze Grosso do Sul. Questi processi sono
otecnica è simile, ma è molto diver- concrete di gestione di impianti bio- accompagnati dall’associazione na-
so il trattamento dei reflui. In Brasile gas è la Cooperativa Agroindustriale zionale delle cooperative -la OCB-,
difficilmente si trovano strutture così Lar. Dal 2008 la cooperativa gestisce dall’Agenzia di sviluppo della micro
avanzate e robuste per il trattamento due impianti biogas per generazione e piccola impresa -il Sebrae- e dai
di liquame e letame e la produzione elettrica da reflui suini e due impian- sindacati rurali.
di biogas. Abbiamo visto un elevato ti di recupero dell’energia termica A livello dei produttori rurali, l’in-
livello di tecnologia e automazione nelle unità industriali avicola e di teresse verso le tecnologie europee

Visita della delegazione FAEP


alla Cooperativa Agroenergetica Territoriale,
Correggio (Reggio Emilia)
FAEP delegation visiting
Cooperativa Agroenergetica Territoriale,
Correggio (Reggio Emilia)
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 59

nel campo delle energie alternative è Still very little, given the existing potential: in fact, it
confermato da un’altra iniziativa pro- was calculated that in 2015 the manure of the broilers,
mossa dalla Federazione dell’Agri- pigs and dairy cattle bred by the cooperatives could
coltura dello Stato del Paraná -FAEP-, have produced 134 MWhe, and an in-depth analysis of
che sta organizzando quattro missio- available plants biomass for anaerobic digestion is still
ni di due settimane per un totale di lacking.
140 persone, finalizzate a conoscere Given these premises, from May 8 to 12 CIB invited the
lo stato dell’arte nella generazione di representatives of four of Parana’s major cooperatives
energia rinnovabile legata al mondo and organized a series of visits to Italian biogas plants.
agricolo in Italia, Germania e Austria. “Copacol -says the director Silveiro Constantino-
believes in the feasibility of biogas plants powered by
poultry, swine and dairy cattle manure and slaughtering
waste. It is necessary to define the technical and
Visita della delegazione OCEPAR
economic model according to the interests and
all’Az. agr. Pieve Econergia a Cingia de Botti (Cremona)
characteristics of both the cooperative and the
OCEPAR delegation visiting Pieve Ecoenergia
farmers. Our company is working to identify the most
farm at Cingia de Botti (Cremona)
appropriate solutions.”
Pieter Van der Meer, environmental coordinator of
Frisia, located in the central region of Parana with a
strong livestock production, shares the point: “The
farms we have visited in Italy have similarities and
differences with ours in Brazil. Animal husbandry
management is similar, but farmyard manure treatment
is very different. In Brazil, there are hardly so advanced
and robust structures for the treatment of sewage and
manure and the production of biogas. We have seen a
high level of technology and automation in the plants,
and we considered the necessity to have a specialized
Brazilian manpower for maintaining these systems.
The relatively low price of energy and the absence of
government subsidies make it difficult today to launch
big investments in biogas.

• Aspirazione e pulizia vasche


• Rimozione digestato
• Miscelazione vasche con croste
• Pulizia digestori Biogas
• Ripristino coperture in legno
• Ripristini e riparazioni vasche
e digestori esistenti
• Ripristino digestori mediante
realizzazioni di contropareti
interne

Via Dell’Artigianato, 19 - 25012 Calvisano (Bs)


Tel. 030 2131377 - Fax 030 9968968 - www.icebfratellipeveroni.it - info@icebfratellipeveroni.it
60 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

LE COOPERATIVE IN VISITA - CO-OPERATIVES VISITING


Cooperativa Fatturato 2016 N. Soci Principali Prodotti
1,2 M.Ton. di soia, mais, grano, triticale, fagioli, caffè. Legname, mangimi:
1,46 e MLD 10.261 Avicoltura (362.000 polli/g).
1 M.Ton. soia, mais, grano, triticale. Mangimi. Avicoltura (520.000 polli/g.), suini,
0,98 e MLD 5.555 itticoltura (70.000 tilapie/g), bovini, latte.
Soia, mais, grano, triticale, fagioli, mangimi, caffè, avena, patate, orzo, latte, ovini,
0,85 e MLD 2.587 suini.
Soia, mais, grano, triticale, fagioli, mangimi, caffè, avena, orzo, legname, suini
0,70 e MLD 824 (1.800 capi/g), latte (482.000 Lt/g).

Anche in questo caso il CIB par- Another difficulty is the logistics of the transport of
tecipa al progetto tenendo confe- animal manure to a central digester since distances
renze di inquadramento sul biogas and geographical features complicate the installation
e biometano in Italia e organizzando of pipes. For breeders with more than 500 dairy cows,
le visite agli impianti dei soci, quali la which represent a small percentage of our members,
Cooperativa Agroenergetica Territo- a biogas plant could, however, be feasible once some
riale di Correggio (Reggio Emilia, 20 regulatory and fiscal restrictions have been removed.”
giugno), l’azienda agricola Ferraresi “We are assessing the feasibility of installing biogas
di Mirandola (Modena, 21 giugno) plants in the farms of our breeders and in the new
e la società agricola Iraci Borgia di cooperative slaughterhouse,” says Vinicius Danieli
Bevagna (Perugia, 22 giugno). Que- Fritsch, engineering manager of the Castrolanda
ste visite hanno un’ampia ricaduta in Cooperative. “In addition to the cost of the plant, the
Brasile. Oltre agli articoli pubblicati more sensitive aspects are the availability of specialized
nelle newsletter della FAEP e della biologists and the solutions for mixing and shredding
OCEPAR e sulle riviste Paraná Coope- properly the different load biomasses, especially for
rativo e Boletim Informativo, il CIB sta slaughterhouses.”
accompagnando il processo di trasfe- Who is already doing concrete experiences of managing
rimento delle informazioni acquisite biogas plants is the Lar Agroindustrial Cooperative.
durante le visite alle rispettive azien- Since 2008 the co-op runs two biogas plants for electric
de e associazioni. Considerando che power generation from swine manure and two thermal
nei prossimi decenni la produzione power recovery biogas plants in the dairy and the
di alimenti di Brasile, Argentina, Uru- cassava industrial units. A fifth electric power plant
guay e Paraguay è destinata a cresce- from anaerobic digestion is being built by a new piglet
re e all’orizzonte si profila finalmente production unit, and an electrical biogas plant is going
una conclusione positiva del negozia- to be shared by several swine producers. “During the
to per l’accordo di libero scambio UE- visits to Italian livestock farms,” said Clédio Roberto
Mercosur, si aprono interessanti pos- Marschall, head of the LAR industrial division, “we
sibilità per esportare le esperienze have perceived how extended is Brazilian potential to
europee nella costruzione e gestione generate electricity, heat and biofuels. The technological
di impianti biogas in Sud America. level of equipment and components -especially for
the cogeneration unit- necessarily has to grow. Brazil
needs to adopt these technologies by studying import
and 'tropicalization' forms at competitive costs to make
investments less expensive and increase the credibility of
the biogas sector.”
Besides Parana, wich has probably the most advanced
cooperative system in Brazil (the OCEPAR), even in other
States such as Rio Grande do Sul, Santa Catarina, Sao
Paulo and Mato Grosso do Sul several poultry, swine and
milk production companies are looking at biogas and
have been building the first plants, counting with the
support of the National Cooperative Association -OCB-,
the Micro and Small Enterprise Development Agency
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 61

-Sebrae- and the Rural Unions.


As for farming associations, interest towards European
technologies developed in the renewable energy
sector is confirmed by another initiative promoted by
the Parana State Agriculture Federation -FAEP-, which
is organizing four two-week missions for 140 farmers,
aiming at knowing the state of the art in the generation
of renewable energy linked to agriculture in Italy,
Germany and Austria.
Also in this case, CIB takes part to the project by
organizing workshops and visits to its members’ facilities,
such as the Territorial Agroenergetic Cooperative of
Correggio (Reggio Emilia, 20 June), the Ferrarese Farm
of Mirandola (Modena, June 21) and the Iraci Borgia
Agricultural Company of Bevagna (Perugia, June 22).
These visits have a major outcome. In addition
to a number of articles published on FAEP and
Visita della delegazione OCEPAR OCEPAR newsletters, and in the journals Paraná
alla Soc. agr. Marazzato Agostino,
Trebaseleghe (Padova) Cooperativo and Boletim Informativo, CIB has been
disseminating the information acquired during the visits
OCEPAR delegation vistiting
Marazzato Agostino farm, among companies and associations.
Trebaseleghe (Padova) Considering that food production in Brazil, Argentina,
Uruguay and Paraguay is due to grow in the coming
decades, and in view of a positive conclusion of the
negotiation of the EU-Mercosur Free Trade Agreement,
there is little doubt that interesting opportunities are arising
for export European experiences in the construction and
management of biogas plants in South America.
62 BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017

WORLD
NEWS Di Teresa Borgonovo

Il ministro del Petrolio e del gas naturale dell’India, Shri Dharmendra Pradhan,
inaugura il primo bus a bio-metano prodotto da Tata Motors
Hon’ble Minister of Petroleum and Natural Gas, Shri Dharmendra Pradhan flagging
off the country’s first Bio-Methane Bus manufactured by Tata Motors

TATA MOTORS PRESENTA IL PRIMO BUS A TATA MOTORS DEVELOPS INDIAS’S FIRST
BIOMETANO PER IL MERCATO INDIANO BIO-METHANE BUS

INDIA - Tata Motors, il più grande produttore di veicoli INDIA - Tata Motors, India’s largest commercial
commerciali in India e brand numero uno nel segmen- vehicles manufacturer and the number one Bus Brand,
to bus, ha presentato il primo bus a bio-metano del showcased a class-leading technology innovation: the
paese. country’s first Bio-CNG bus.
Secondo Girish Waugh, responsabile del settore dei According to Mr. Girish Waugh, Head of Commercial
veicoli commerciali dell’azienda, “Tata Motors è stata Vehicles Business of the Indian firm, “Tata Motors has
all’avanguardia nel guidare l’innovazione tecnologica been at the fore front in pioneering latest technologies
e generare soluzioni per le Smart Cities nel settore dei and providing smart city solutions in the commercial
veicoli commerciali. Siamo lieti di presentare un altro vehicle industry. We are delighted to present yet another
prodotto innovativo nel campo dei carburanti alterna- product with innovation in alternate fuel technologies, to
tivi, per soddisfare le necessità di un paese più verde”. cater to the need for a greener country.”
Da quasi due decenni Tata Motors promuove l’intro- Tata Motors has pioneered the introduction of natural
duzione in India di veicoli a gas naturale (CNG) e ha gas vehicles (CNG) in India for close to two decades and
applicato diverse tecnologie nei motori CNG relative has introduced several technologies in CNG engines
alla prestazione e alla sicurezza del veicolo. Il passag- related to vehicle performance and safety. Moving
gio al gas non contribuirà solamente a ridurre le emis- towards gas power will not only contribute majorly
sioni nell’ambiente: i motori a biometano aiuteranno towards decreasing emissions for a cleaner environment,
infatti anche a promuovere le iniziative sulle Smart Ci- but operating engines on bio-methane will also help
ties del governo indiano. promote Government of India’s Smart City initiative.
Fonte: www.tatamotors.com Source: www.tatamotors.com

IL BIOGAS POTREBBE SODDISFARE IL 28% DELLA BIOGAS COULD MEET 28% OF GAS DEMAND IN
DOMANDA DI GAS IN IRLANDA IRELAND

IRLANDA - Secondo uno studio dell’Autorità Irlandese IRELAND - Renewable gas from sources such as food
per l’Energia Sostenibile (SEAI), entro il 2050 il gas rin- waste, animal manure and grass could replace 28% of
novabile derivante da fonti quali scarti alimentari, de- Ireland’s fossil fuel gas supply by 2050, according to a study
BIOGAS INFORMA / N. 21 - 2017 63

iezioni animali, sfalci e potature potrebbe soddisfare il by the Sustainable Energy Authority of Ireland (SEAI).
28% della domanda di gas in Irlanda. Lo studio “Analisi The study “Assessment of Cost and Benefits of Biogas
dei costi e dei benefici del biogas e biometano in Irlan- and Biomethane in Ireland” says that the sector could
da” del giugno 2017 sostiene che se si espandesse il set- create up to 3,000 permanent jobs. Using renewable gas
tore si creerebbero 3.000 posti di lavoro fissi. L’impiego could also cut carbon emissions by as much as 2 million
di gas rinnovabile potrebbe inoltre tagliare le emissio- tons per year, contributing to Ireland’s goal of reducing
ni di anidride carbonica di circa 2 milioni di tonnellate carbon emissions by 80% by 2050.
all’anno, contribuendo all’obiettivo nazionale di ridurre Renewable gas is usually produced through anaerobic
le emissioni dell’80% entro il 2050. digestion (AD) and the study estimates 900 plants of
Lo studio ritiene che sarebbero necessari 900 impianti di different sizes could be needed to take full advantage
taglie diverse per sfruttare appieno le risorse disponibili. of the available resources. Ireland now has only a small
L’Irlanda ad oggi ha però ancora pochi impianti biogas. number of AD plants.
Fonte: http://www.seai.ie Source: http://www.seai.ie

UN MICRO-DIGESTORE PER AUMENTARE A MICRO DIGESTER TO IMPROVE ACCESSIBILITY


L’ACCESSIBILITÀ AL BIOGAS IN COLOMBIA TO BIOGAS IN COLOMBIA

COLOMBIA - All’Università Icesi di Cali, in Colombia, COLOMBIA - At the University Icesi at Cali, in
un nuovo progetto ha iniziato a supportare le comunità Colombia, a new project has begun to support
rurali di montagna e della giungla. Si tratta di un pic- rural communities in mountain or jungle areas. This
colo fermentatore coperto con una capacità di 200 litri, is a 200-litre capacity covered micro-digester, built
costruito con materiali reperibili localmente e strumenti using locally available materials and sample tools
semplici e alimentato con scarti alimentari, posizionato and fed by food waste, located close to the kitchen.
vicino alla cucina. Il digestato, poiché ricco in nutrienti, The digestate, as rich in nutrients, can be used as
potrà essere usato come fertilizzante. Il progetto inoltre fertilizer. The project also includes the construction
include la realizzazione di un digestore per la gestione of a digestor for the management of manure. This
dei reflui animali. Le comunità rurali potranno così mi- has enabled the communities to improve their
gliorare la propria qualità di vita in termini di salute, si- quality of life in terms of health, food security and
curezza alimentare e di ambiente. environment.
Fonte: www.biogaschannel.com Source: www.biogaschannel.com

INCONTRIAMOCI

VERONA
31 GENNAIO
3 FEBBRAIO
2018
da mercoledì a sabato
SOCI ADERENTI (43)
SOCI SOSTENITORI (71)

IGW srl

SOCI ISTITUZIONALI (10)

SOCI ORDINARI >600

www.consorziobiogas.it
CIB PRESENTA

BIOGASDONERIGHT® TOUR 2017


Le tecniche e le pratiche agricole del Biogasfattobene®

Partecipa agli incontri di formazione

SETTEMBRE 2017

Lunedì 18 - PIEMONTE - Carmagnola


Martedì 19 - LOMBARDIA - Cremona
Giovedì 21 - LAZIO - Fiumicino
Venerdì 22 - PUGLIA - Candela
Lunedì 25 - FRIULI VENEZIA GIULIA - Udine
Martedì 26 - VENETO - Padova
Mercoledì 27 - EMILIA ROMAGNA - Minerbio

Se impariamo a farlo bene,


#cibeneficianotutti.

per informazioni e prenotazioni segreteria@consorziobiogas.it