Sei sulla pagina 1di 68

LA RIVISTA DEL CIB - CONSORZIO ITALIANO BIOGAS E GASSIFICAZIONE N°20 - 2017

BIOGAS
INFORMA

BIOCARBURANTI AVANZATI
E MERCATI DELLA BIOGAS
REFINERY
ADVANCED BIOFUELS AND
POSTE ITALIANE s.p.a. - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE -70% - LO/MI

BIOGAS REFINERY MARKET

BIOGAS ITALY 2017:


IL NUOVO DECRETO
SOTTOPRODOTTI SVILUPPO SOSTENIBILE DEL
BIOGASFATTOBENE®
Biogas Italy 2017: sustainable
development of Biogasdoneright®

SPECIALE REGATEC 2017


Regatec 2017 Focus
COME IL BIOGAS RENDE L'AZIENDA
AGRICOLA VIRTUOSA E SOSTENIBILE
HOW BIOGAS MAKE FARM Foto di copertina: Impianto Biogas dell'azienda agricola Palazzetto
VIRTUOUS AND SUSTAINABLE Biogas plant of the Palazzetto farm
04 14
Biogas Italy I biocarburanti
2017 NELLA RED 2
Biogas Italy RED 2
2017 and biofuels

Indice
Index
06 Pubblicazione trimestrale
18
Le potenzialità del a cura del I mercati della
BIOGASFATTOBENE® CIB-CONSORZIO ITALIANO BIOGAS REFINERY
nel mondo BIOGAS E GASSIFICAZIONE BIOGAS REFINERY
BIOGASDONERIGHT® markets
in the world Registrato presso il tribunale di Lodi
N. 1858/2012

10 24
Premio VILLER
BIOGAFATTOBENE® BOICELLI 2017
e sviluppo sostenibile VILLER BOICELLI
BIOGASDONERIGHT® Prize 2017
and sustainable
development

CIB - Consorzio Italiano


Biogas e Gassificazione

Via Einstein
Cascina Codazza
26900 Lodi
+39 0371 4662633
info@consorziobiogas.it
segreteria@consorziobiogas.it
www.consorziobiogas.it
28 46
IL NUOVO DECRETO DIGESTATO
MINISTERIALE un’opportunità per la
sui sottoprodotti nutrizione del vigneto
DIGESTATE
an opportunity for the
nutrition of the vineyard

38
Speciale REGATEC 2017
Regatec 2017 Focus

33 50
ACCETTABILITÀ SOCIALE Come il biogas può rendere
del biogas L’AZIENDA AGRICOLA
Biogas VIRTUOSA E SOSTENIBILE
SOCIAL ACCEPTABILITY How biogas can make
FARM
VIRTUOUS AND SUSTAINABLE

36 62
I contratti di NEWS DAL MONDO
RETE AGRICOLI

Direttore Responsabile Redazione e autori Progetto Grafico e Stampa


Dott. Guido Bezzi Riccardo Gefter Wondrich, Concessionaria di Pubblicità Lalitotipo srl
biogasinforma@consorziobiogas.it Lorella Rossi, AGS - Agenzia di Grafica & Servizi Via Enrico Fermi, 17
Teresa Borgonovo, Tel. 02.33503430 20019 Settimo Milanese (MI)
Per informazioni
Carlo Pieroni, grafica@agsgrafica.com Tel. 02.33500830
Tel: 03714662683
Giulia Sarzana, www.agsgrafica.com
comunicazione@consorziobiogas.it
Fabrizio Sibilla,
Traduzioni Lorenzo Maggioni,
A cura della redazione Marco Pezzaglia,
Christian Curlisi
2 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

Editoriale

Piero Gattoni
Presidente CIB
Piero Gattoni
CIB’s president

DALLA RINNOVATA FROM RENEWED TRUST


FIDUCIA ALLE SFIDE CHE TO THE CHALLENGES
ANCORA DOBBIAMO WE ARE GOING TO FACE.
AFFRONTARE. INSIEME! TOGETHER!
A seguito dell’assemblea annuale dei soci CIB, a nome After the annual Assembly of the Italian Biogas
del Vice Presidente e di tutto il Consiglio, riporto la Consortium, on behalf of the Vice President
nostra gratitudine per la fiducia che i membri del CIB and the whole Board of Directors, I express my
hanno riposto nel gruppo dirigente. La continuità con gratitude for the trust that CIB members have
la precedente amministrazione è il segno che il lavoro placed in the executive group. Continuity with the
degli ultimi anni è stato orientato nella giusta direzione previous administration is a sign that our work was
e ha raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati. oriented in the right direction and reached the
Siamo consapevoli che il momento attuale è di parti- goals we had set.
colare importanza per tracciare le traiettorie di con- Today it is of the utmost importance to
solidamento e di sviluppo del nostro settore. Lavore- consolidate and develop our industry. We will
remo in continuità con le attività dell’ultimo triennio, carry on the actions of the past mandate with
con la stessa passione, convinti che la digestione the same passion, convinced that anaerobic
anaerobica applicata correttamente in agricoltura digestion properly applied in agriculture
rappresenti una grande opportunità per il Paese, represents a great opportunity for our country,
che può cogliere la sfida globale del cambiamento which can grasp the global challenge of climate
climatico come opportunità per valorizzare le gran- change as an opportunity to enhance the best
di eccellenze “Made in Italy” dell’agroindustria, della of agro-industry, agrarian mechanics and natural
meccanica agraria e del gas naturale. gas “Made in Italy”.
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 3

Ci attendono sfide importanti in un momento di gran- We are facing tough challenges at a time of great
de dibattito internazionale sul futuro dell’energia. Gui- international debate on the future of energy. We will
deremo il Consorzio nella fase di implementazione del lead the Consortium in the implementation phase of
decreto interministeriale sul biometano, in procinto di the Biomethane Ministerial Decree, which is about to
sbloccare un settore delle rinnovabili destinato a ri- unlock a renewable sector designed to revolutionize
voluzionare la mobilità sostenibile e il greening della the sustainable mobility and the greening of the
rete italiana del gas naturale. Ci guida la convinzione Italian natural gas grid. We are convinced that
che il biometano rivesta un ruolo centrale nella Stra- biomethane plays a central role in the National
tegia Energetica Nazionale poiché permette di ridur- Energy Strategy, as it allows to reduce emissions from
re le emissioni del settore agricolo e dei trasporti, di the agricultural and transport sectors and to increase
incrementare la sostenibilità della rete gas nazionale, the sustainability of the national gas grid, a strategic
infrastruttura strategica per un processo efficiente di infrastructure for an efficient decarbonisation process
decarbonizzazione della nostra economia. in our economy.

Inoltre, continueremo il nostro impegno nella diffu- In addition, we will keep on our commitment to
sione del modello del Biogasfattobene® come mo- spread Biogasdoneright® as a quality model,
dello di qualità, nel rafforzamento delle relazioni na- strengthening national and international
zionali ed internazionali, insieme al costante impegno relationships, along with the constant commitment to
nell’attività di ricerca che costituiscono le linee guida research, that are the guiding principles of the new
del nuovo mandato. Il nostro settore deve tendere a mandate.
un modello che integri le produzioni alimentari con Our industry must strive for a model that integrates
l’energia, che incoraggi le buone pratiche agricole food production with energy, encouraging good
per la salvaguardia del suolo, che abbia come linea farming practices for soil conservation and boosting
tendenziale la biogas refinery e la circolarità delle at- biogas refinery and circular economy. This model
tività e come obiettivi la crescita della competitività e points to the growth of farms competitiveness and
della sostenibilità delle aziende agricole, la maggio- sustainability, increased penetration of renewable
re penetrazione delle fonti energetiche rinnovabili e energy sources and jobs creation.
lo sviluppo di nuovi posti di lavoro.
We are convinced that all this is essential to
Siamo convinti che tutto ciò sia essenziale per con- consolidate a new way of making agriculture more
solidare un nuovo modo di rendere l’agricoltura una resilient and sustainable. All of us, members of the
realtà sempre più resiliente e sostenibile. Tutti noi, Consortium, are the promoters and the creators of
soci del Consorzio, siamo i promotori e gli artefici di a new #agriculturalrevolution and, together, we will
una nuova #rivoluzioneagricola e, insieme, potremo experiment its realization, by great ideals and by the
vederne la concretizzazione. ability to realize them.

Piero Gattoni
(Presidente CIB - Consorzio Italiano Biogas
e Gassificazione)
(President - CIB Italian Biogas Consortium
and Gasification)
4 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

BIOGAS ITALY
2017
Di Riccardo Gefter Wondrich

Gli Stati Generali


del Biogas e Biometano,
l’Assemblea dei soci CIB e
l'elezione del nuovo CdA

The States General


of Biogas and Biomethane,
the Assembly of CIB members
and the BoD renewal

I
l 23 e 24 febbraio si è tenuta a CRPA in collaborazione con il CIB
Roma la terza edizione di Biogas che ha calcolato l’impronta di CO2
Italy, appuntamento clou per il dell’energia prodotta con le bio-
settore biogas in Italia, con gli Stati masse del biogasfattobene. Due ta-
Generali del Biogas e del Biometa- vole rotonde hanno coinvolto il team
no e l’Assemblea elettiva dei soci CIB. internazionale coordinato dal Prof.
Gli Stati Generali hanno visto la Bruce Dale che sta approfondendo i
partecipazione di più di 450 persone principi del biogasfattobene e la sua
in sala e altrettante collegate in diret- applicabilità su scala internazionale
ta streaming. Ventotto le aziende che (pag. 6 della rivista) e il mondo delle
hanno partecipato all’evento con un Organizzazioni Internazionali e delle
proprio stand. associazioni ambientaliste e agricole
Durante i lavori della mattina (pag. 10).
si è parlato da diverse angolature Nel pomeriggio l’argomento
di #rivoluzioneagricola. Sono sta- centrale è stato il biometano: dalla
ti presentati lo studio Ecofys sulla dimensione europea delle scelte stra-
sostenibilità ambientale delle col- tegiche sul futuro delle rinnovabili
ture di integrazione (pubblicato su (pag. 14) alla dimensione nazionale,
consorziobiogas.it) e lo studio del approfondendo i mercati della biogas
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 5

refinery (pag. 18), il greening della BIOGAS ITALY


rete gas e gli sviluppi applicativi che
biogas e biometano potranno avere
2017
nella produzione di energia elettrica e The third edition of Biogas Italy was held in Rome last
biocarburanti. sostituire con: February 23rd and 24th. The event, a landmark for the
La registrazione audio-video de- biogas sector in Italy, hosted the States General of
gli interventi e tutte le presentazioni Biogas and Biomethane and the general Assembly of
dei relatori sono disponibili sul sito CIB members.
www.biogasitaly.com. The States General greeted more than 450 people at
Nella cornice di Biogas Italy si è the conference center and as many connected via live
tenuta poi l’Assemblea elettiva dei streaming. Twenty-eight companies participated with their
Soci CIB, che ha proceduto al rinno- own stand. The morning session was dedicated to the
vo delle cariche sociali di Presidenza, #agriculturalrevolution. Two studies were presented: the
Vice-Presidenza e Consiglio di Ammi- Ecofys study on environmental sustainability of integration
nistrazione, per il prossimo mandato crops (published on consorziobiogas.it) and a CRPA/
di tre anni. CIB study that calculated the CO2 footprint of the energy
È stata riconfermata la fiducia a produced by the biogasdoneright biomasses. Later, two
Piero Gattoni in qualità di Presidente roundtables gathered the international team coordinated
e ad Angelo Baronchelli come Vice- by Prof. Bruce Dale, that is closely examining the principles
Presidente. Oltre a loro, il nuovo Con- of biogasdoneright and its applicability on an international
siglio di amministrazione è composto scale (article on page 6 below) followed by a panel of
da 25 membri: officers from International Organizations, Environmental
Christian Bagnod; Alessandro and Agricultural Associations (page 10). In the afternoon,
Bettoni; Paolo Maria Bizzoni; Massimo the central topic was biomethane. The speeches moved
Borrelli; Stefano Bozzetto; Lorenzo from the European strategic choices on the future of
Caligari; Damiano Cazzola; Ennio Ci- renewables (page 14) to the domestic stage, investigating
liberti; Paolo Corradi; Mauro Crivelli; the biogas refinery markets (page 18), the greening of the
Danio Federici; Ernesto Folli; Lam- gas grid, the developments of biogas and biomethane in
berto Gravina; Lorenzo Iraci; Gabrie- the production of energy, electricity and biofuels. From
le Lanfredi; Mauro Nicoletti; Michael biogasitaly.com it is possible to download the audio-video
Niederbacher; Marzio Ottone; Sergio recordings of the event as well as the presentations of the
Piccinini; Roberto Roasio; Giuliano To- speakers.
ninelli; Disma Tosetto; Carlo Vanzetti; Biogas Italy hosted also the Elective Assembly of CIB
Ezio Veggia; Massimo Zaghi. members, that proceeded to renew the Presidency, Vice-
Gattoni ha sottolineato alcuni ri- Presidency and Board of Directors. The new officers will
sultati recenti e la capacità del CIB di serve for the next three years.
tessere nuove reti per la costruzione Piero Gattoni was confirmed as CIB President and Angelo
e la diffusione del biogasfattobene Baronchelli as Vice-President. Besides them, the new
come modello di integrazione tra pra- Board of Directors consists now of 25 members: Christian
tiche agricole tradizionali e pratiche Bagnod; Alessandro Bettoni; Paolo Maria Bizzoni;
innovative rese possibili dalla produ- Massimo Borrelli; Stefano Bozzetto; Lorenzo Caligari;
zione di bioenergie. Damiano Cazzola; Ennio Ciliberti; Paolo Corradi; Mauro
Angelo Baronchelli, in rappresen- Crivelli; Danio Federici; Ernesto Folli; Lamberto Gravina;
tanza dell’anima industriale del CIB, Lorenzo Iraci; Gabriele Lanfredi; Mauro Nicoletti; Michael
ha insistito sull’importanza e la neces- Niederbacher; Marzio Ottone; Sergio Piccinini; Roberto
sità di continuare nel cammino dell’in- Roasio; Giuliano Toninelli; Disma Tosetto; Carlo Vanzetti;
novazione e dell’applicazione delle Ezio Veggia; Massimo Zaghi.
nuove tecnologie. Piero Gattoni pointed out some recent results of CIB and its
Guardando alle prossime sfide, ability to weave networks for spreading biogasdoneright as
Gattoni ha poi presentato il labora- a model of integration of traditional farming with innovative
torio “Le radici del futuro”, svoltosi in practices boosted by bioenergy production. Angelo
gennaio a Lodi. In quell’occasione, Baronchelli, representing the CIB industrial soul, insisted
una cinquantina tra soci, collaboratori on the importance and the need to continue the process of
e portatori di interesse del CIB sono innovation and technological update.
stati chiamati a immaginare i prossimi Looking at the upcoming challenges, Mr. Gattoni presented
passi del Consorzio partendo dai valo- the workshop “The roots of the future”, held in Lodi last
ri e dalla storia del CIB, con lo sguardo January. On that occasion, about fifty CIB members,
rivolto al futuro per far emergere op- partners and stakeholders were called to imagine the next
portunità ed elementi di criticità, azio- steps of the Consortium, moving from the CIB values and
ni concrete e strumenti da sviluppare history and looking firmly at the future to identify critical
nel corso del triennio. elements, opportunities, concrete actions and instruments,
Al termine dell’Assemblea si è composing a rough book of innovative ideas and
proceduto a premiare le aziende so- suggestions to be developed during the next three years.
cie vincitrici del premio Viller Boicelli Afterwards, the winning companies of the Viller Boicelli
2017 (pag. 24). 2017 prize received their award (page 24).
6 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

LE POTENZIALITÀ DEL
BIOGASFATTOBENE®
NEL MONDO
Di Fabrizio Sibilla

Il Biogasfattobene® è applicabile
a livello internazionale e quali impatti
potrebbe avere sul cambiamento climatico?
Un team internazionale coordinato
dal CIB studia l’argomento

Is Biogasdoneright® applicable also


outside Italy and what kind of impact
could it play on climate change?
An international team
coordinated by the CIB
will answer these questions

I
l Consorzio Italiano Biogas ha internazionale. Il team è coordina-
avviato e sta coordinando un to dal Prof. Bruce Dale della Mi-
progetto dedicato ad approfon- chigan State University (USA), che
dire alcuni temi del Biogasfatto- da tempo collabora con il CIB sui
bene®, basandosi su due que- temi del Biogasfattobene®, e coin-
stioni principali: volge il Prof. Kurt Thelen, docente
di agronomia della Michigan State
• il modello del Biogasfattobene® University e imprenditore agricolo,
è esportabile anche ad altre aree il Prof. Tom Richard della Penn-
geografiche o è una peculiarità sylvania State University (USA),
dell’agricoltura italiana? esperto di microbiologia del suolo
e bioenergia, il Prof. Jorge Hilbert
• quali effetti potrebbe avere il dell’Istituto Nazionale di Ricerca
Biogasfattobene® sul cambio cli- Agro-zootecnica (Argentina) ed
matico, se applicato in diverse esperto di biocarburanti e il Prof.
macroaree del mondo? Jeremy Woods dell’Imperial Colle-
ge di Londra (UK), esperto di cam-
Per rispondere in maniera esaustiva biamenti climatici e agricoltura in
a queste domande, il CIB ha riunito Africa e paesi in via di sviluppo.
un gruppo di accademici di fama Durante la settimana conclusa-
mondiale cche avrà il compito di si con Biogas Italy 2017 il team si è
completare uno studio scientifico da riunito in Italia per quattro intense
cui sarà prodotta una pubblicazione giornate di lavoro.
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 7

Figura 1. Il "team internazionale biogasdoneright"


accompagnato da Claudio Fabbri e Fabrizio Sibilla ispeziona
la produzione di separato solido presso l'azienda Cazzola
Figure 1. The international biogasdoneright team together with
Claudio Fabbri and Fabrizio Sibilla inspecting the solid phase
separated from the digestate at the Cazzola farm

La prima giornata è stata de-


dicata ad approfondire, dal punto POTENTIAL OF
di vista operativo, cosa è e come BIOGASDONERIGHT®
funziona il Biogasfattobene®. In IN THE WORLD
mattinata il gruppo, insieme a
Lorella Rossi, Claudio Fabbri e Fa- The Italian Biogas Consortium has started and is
brizio Sibilla, ha visitato l’azienda coordinating a project focused on deepening some
agricola Cazzola a Bovolone (Ve- Biogasdoneright® aspects. Specifically, the aspects are
rona). Durante la visita i Cazzola linked to two main questions:
hanno illustrato la sinergia tra i
due impianti di biogas da 1 MW, il • Could Biogasdoneright® be implemented also
loro modello di azienda, la mecca- outside Italy or is its feasibility limited to the Italian
nizzazione agricola innovativa e i agricultural sector?
vantaggi avuti dall’essere passati,
grazie ai due impianti, all’uso del • Which effects could Biogasdoneright® have on
digestato come lettiera. Inoltre climate change if applied in different areas of the
hanno mostrato come l’aumentato planet?
flusso di cassa abbia permesso di
fare investimenti sulla stalla, con To give a comprehensive answer to these questions, the
l’acquisto di mungitrici robotizza- CIB built up a team of world renowned academics that
te automatiche. Al pomeriggio è are preparing a scientific article to be published on a
stata visitata la cooperativa zoo- peer-reviewed journal.
tecnica La Torre a Isola della Scala
(Verona) insieme al manager An- The team is coordinated by Prof. Bruce Dale from
drea Morandini e al titolare Ric- Michigan State University (USA), a long-term
cardo Artegiani. È stato mostrato collaborator of the CIB on such topics, and includes
come integrare la produzione di Prof. Kurt Thelen, professor of agronomy at Michigan
biogas con le attività agricole e State University and a farmer himself; Prof. Tom
come un’intelligente integrazione Richard from Pennsylvania State University (USA), a soil
non solo non riduca la produzione microbiology and bioenergy expert; Prof. Jorge Hilbert
alimentare ma anzi la rafforzi gra- from INTA - National Research Center for Agriculture
zie al flusso di cassa generato dal (Argentina), a researcher and biofuel expert; Prof.
biogas che si può reinvestire nella Jeremy Woods from Imperial College of London (UK),
produzione alimentare tagliando- an expert of climate change and agriculture in Africa
ne i costi. and developing countries.
8 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

Figura 2: da sinistra Stefano Bozzetto, Bruce Dale, Kurt Thelen,


Jeremy Woods, Jorge Hilbert, Tom Richard, Piero Gattoni

La seconda giornata è sta- During the Biogas Italy 2017 week, the team met in Italy
ta dedicata all’articolo scientifi- for four intense working days.
co, e ha coinvolto anche Laura
Valli (CRPA, esperta di life cycle The first day was devoted to deepening the knowledge
analysis) ed una rappresentanza about the nature and functions of Biogasdoneright®.
di imprenditori agricoli coordina- In the morning the international team, together with
ti da Stefano Bozzetto tra cui Da- Lorella Rossi, Claudio Fabbri and Fabrizio Sibilla, visited
nio Federici, Ezio Veggia (anche a the Cazzola farm in Bovolone, near Verona. During the
nome di Confagricoltura), Ernesto visit the hosts showed the synergies between the two
ed Emilio Folli. 1 MW biogas plants, their farming model, innovative
agricultural machineries and the advantages of shifting
La riunione è stata preceduta to the use of solid, dry digestate as bedding. Moreover,
da una relazione di Claudio Fabbri the farmers showed how the increased cash flow
sulla digestione anaerobica e le generated by the Biogasdoneright® model allowed them
diverse matrici da utilizzare. Il CIB, to invest on the dairy production with the purchase of
di comune accordo con il Prof. fully robotized milking stations. In the afternoon, the La
Dale, ha deciso di coinvolgere un Torre farm in Isola della Scala was visited. Here the plant
gruppo di imprenditori agricoli a manager Andrea Morandini and the owner Riccardo
supporto del team scientifico alla Artegiani gave a detailed explanation on how to feed
luce del fatto che la maggior par- and operate a biogas plant. Also in this case, the focus
te degli studi sul potenziale delle was on how to integrate biogas production and farming
bioenergie è elaborata da acca- operations. An intelligent integration of both contributes
demici o dal mondo delle energie to increase food and feed output, thus generating more
rinnovabili in senso lato senza l’e- earnings that can be reinvested to improve the farm’s
sperienza diretta di chi le biomas- competitiveness.
se le produce davvero.
The second day was dedicated to outline clearly the
Troppo spesso, quindi, tali work ahead in preparation of the manuscript. At the
studi non riflettono la realtà dei meeting were present also Laura Valli (CRPA, expert
fatti, finendo per sottostimare o for life cycle analysis) and a delegation of farmers
sovrastimare il potenziale delle coordinated by Stefano Bozzetto. Among them were
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 9

bioenergie. Per ovviare a questo Danio Federici, Riccardo Artegiani, Ernesto and Emilio
problema e lavorare il più possibile Folli and Ezio Veggia, also in his role of Vice President of
vicini alla situazione reale, il team Confagricoltura. The editorial meeting was preceded by a
internazionale si baserà su dati rac- report of Claudio Fabbri on how co-digestion of different
colti sul campo dagli imprenditori feedstocks works. The CIB and Bruce Dale insisted on
del CIB portandoli a confronto con i having a group of farmers to support the scientific team in
dati riportati in letteratura. its work. This decision was taken since most of the studies
on bioenergies potential are undertaken by academics or
La terza giornata è iniziata con renewable energies experts in a broad sense. It follows
una riunione presso la segreteria that often these reports are not deeply anchored to reality
del Dott. Giuseppe Castiglione al and therefore their bioenergy potential production is
Ministero dell’Agricoltura, a Roma. either over or underestimated. To solve this problem while
Qui il Dott. Roberto Murano ha il- keeping close to reality, the international team will work
lustrato il sistema di incentivazione on real data measured by CIB members rather than rely
elettrica e come funzionano gli at- on data collected only in current scientific literature.
tuali incentivi sul biometano. Suc-
cessivamente, il Comitato Italiano The third day started with a meeting in Rome with
Gas ha spiegato la normativa tec- the team of the Agriculture Undersecretary Hon.
nica sull’immissione del biometano Giuseppe Castiglione. Here, Dr. Roberto Murano briefed
in rete. about the supporting scheme for electricity and the
new upcoming wave of incentives for biomethane.
La quarta ed ultima giornata ha Afterwards, the Comitato Italiano Gas (CIG) clarified the
visto il gruppo partecipare agli Stati technical norms for the injection of biomethane in the
Generali del Biogas e Biometano. Il gas grid.
team si è dichiarato entusiasta del
modello italiano, che merita di es- During the fourth and last day, the team attended the
sere maggiormente conosciuto su General States of Biogas and Biomethane. Here the
scala mondiale. Il team al momento members repeatedly proclaimed their enthusiasm for the
è impegnato nella raccolta dei dati Italian Biogasdoneright® platform technologies, trusting it
e nella stesura dello studio, che sarà should be better known worldwide. The team is currently
presentato alla prossima edizione di involved in the data gathering and in outlining the study,
Biogas Italy nel 2018. to be presented in the next edition of Biogas Italy in 2018.

68 Impianti Biogas realizzati


+98,2% Media annua di funzionamento
alla massima potenza

Progettazione e costruzione d’impianti biogas


Consulenza biologica in laboratorio
64 MW di potenza elettrica installati
+550.000 MWh annui
Soluzioni innovative ed efficaci per la conversione delle biomasse in energia

Via Santa Rita, 14 - 21057 Olgiate Olona (VA) Tel. +39 0331 1817 711 - sales@sebigas.com - www.sebigas.com
10 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

BIOGASFATTOBENE®
E SVILUPPO SOSTENIBILE
Di Teresa Borgonovo

Organizzazioni Internazionali,
Associazioni ambientaliste
e mondo agricolo si confrontano
sugli obiettivi di sviluppo sostenibile
delle Nazioni Unite

International Organizations,
Environmentalist Associations
and agricultural entities discuss
about UN Sustainable
Development Goals

L
importanza dell’innovazione bientale, economica e sociale delle
e della ricerca in agricoltura bioenergie.
e la necessità di un costante Continuando il ragionamento, il
coordinamento tra diversi Vice Presidente di Confagricoltura
soggetti per raggiungere Ezio Veggia ha ricordato come le
fini comuni sono stati i fili conduttori imprese agricole stiano ritornando
della tavola rotonda che ha conclu- al centro dello scacchiere, dando il
so la mattinata degli Stati Generali proprio contributo alla sostenibilità
del Biogas e del Biometano. ambientale con una riduzione del
Michela Morese della Global 15% delle emissioni di gas serra ne-
Bioenergy Partnership (GBEP) ha gli ultimi quindici anni. Le tecnolo-
puntualizzato come la FAO abbia gie per raggiungere obiettivi anche
da sempre adottato posizioni aper- più ambiziosi sono oggi già dispo-
te nel dibattito food vs fuels, soste- nibili, ma è necessario un cambio di
nendo che le produzioni di cibo e passo e di mentalità da parte degli
biocarburanti possono coesistere imprenditori agricoli. Nuovi percor-
se si percorre la strada della soste- si, secondo Veggia, si possono con-
nibilità. A tal fine, GBEP ha elabora- figurare per esempio nel modello
to 24 indicatori di sostenibilità am- delle Reti di impresa.

Figura 1: da sinistra, Jacopo Giliberto, Michela Morese, Ezio Veggia,


Giuseppe Onufrio, Edoardo Zanchini, Piero Gattoni
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 11

Per Giuseppe Onufrio, Direttore BIOGASDONERIGHT®


di Greenpeace Italia, “l’esperienza AND SUSTAINABLE
del biogas agricolo è interessante
perché non si tratta di una tecnica
DEVELOPMENT
per rendere più efficiente un siste-
ma che crea dei problemi, ma di un The importance of innovation and research
paradigma che modifica l’attività in agriculture and the need for constant
agricola”. Il biogas è il risultato di coordination between the various parties to
un percorso di ricerca e innovazione achieve common goals were the guiding threads
tipicamente italiane in un settore, of the panel that concluded the morning session
quello agricolo, che tradizionalmen- of the States General of Biogas and Biomethane.
te dialoga poco con la ricerca. “C’è
bisogno di scienza e informazione Michela Morese of the Global Bioenergy
per potersi adattare al cambia- Partnership pointed out that FAO has always
mento climatico. Il vero problema adopted open positions in the food vs fuels
è come si fa a passare da singole debate, claiming that food and biofuels
pratiche agricole con esternalità productions can coexist along the road to
positive a politiche globali”. Tra le sustainability. To this end, GBEP has developed
sfide del dibattito post Accordo di 24 indicators of environmental, economic and
Parigi, Onufrio ha citato l’esempio social sustainability of bioenergies.
del sequestro di carbonio, rilevando
come a livello scientifico su questo On the same issue, the Vice President of
tema ci siano ancora molte incer- Confagricoltura, Ezio Veggia, pointed out how
tezze e sia quindi fondamentale farms are returning to the center of the field,
continuare a produrre e diffondere making their contribution to environmental
conoscenza. Non solo “l’agricoltura sustainability with a 15% reduction in greenhouse
può essere parte della soluzione al gas emissions over the past fifteen years. The
cambiamento climatico, ma non ci technologies to achieve even more ambitious
sarà soluzione al problema senza targets are already available, but their adoption
l’agricoltura”. by the farmers requires a change of pace and
Edoardo Zanchini, vice presi- mentality. New routes, according to Veggia, can
dente di Legambiente, ha esordito be shaped for example in the enterprise networks
facendo i complimenti al CIB per i model.
risultati ottenuti nel corso dell’ul-
timo anno su sfide importanti per For Giuseppe Onufrio, Director of Greenpeace
il Paese; in particolare per essere Italy, “the experience of agricultural biogas
riuscito a tenere insieme l’espe- is interesting because it is not a technique to
rienza di campo di tanti agricoltori streamline a system that creates problems, but a
con la ricerca internazionale. “L’aver farming changer paradigm”. Biogas is the result
intrapreso il rapporto con Ecofys è of a research and innovation process developed
fondamentale per dare delle rispo- in Italy in a sector, such as agriculture, that
ste scientifiche al cambiamento [la traditionally interacts poorly with research. “We
convivenza possibile tra produzioni need science and information to adapt to climate
agricole ed energetiche - NdR]. È change.
importante ora dare ulteriore pro- The real problem is how to move from single
fondità di visione al Biogasfattobe- farming practices with positive turn-out to global
ne®”. Alla domanda sulle posizioni policies”. Among the challenges of the debate
contrarie al biogas che emergono after the Paris Agreement, Onufrio quoted the
da alcuni comitati territoriali, Zan- example of carbon sequestration, pointing
chini ha risposto ricordando il rap- out as at scientific level there are still many
porto annuale Comuni Rinnovabili uncertainties on this issue and it is therefore
di Legambiente, che censisce gli essential to continue to create and spread
impianti presenti nei Comuni ita- knowledge. “Agriculture is not only part of the
liani: in 967 Comuni sono presenti solution to climate change: indeed, there will be
impianti biogas, pertanto i territori no solution to this problem without agriculture”.
conoscono già l’integrazione tra
bioenergia e agricoltura, con espe- Edoardo Zanchini, Vice President of
rienze ottime ed esperienze meno Legambiente, congratulated the CIB for the
positive. Le migliori sono quelle in results obtained last year, adding international
cui vi è il coinvolgimento diretto research to the experience of many farmers on
delle imprese agricole e non di sog- the field.
getti che nulla hanno a che fare con “ The relationship with Ecofys is important to
l’agricoltura. La sfida del CIB è favo- provide scientific answers for change [the
rire una sempre maggior integrazione possible coexistence between agricultural
degli impianti nei territori per dare production and energy – Translator ’s Note].
12 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

maggiori opportunità agli agricoltori It is now important to deepen the vision of


nel quadro di un’economia circola- biogasdoneright ”. Asked about opposition
re che offra risposte ai problemi. A to biogas at local level, Zanchini recalled the
Legambiente interessa capire chi annual report by Legambiente Renewable
tra i soci CIB intende fare impianti Municipalities, which lists the biogas plants
a biometano fatti bene, e si mette installed in the Italian Municipalities: in 967
a disposizione per accompagnare Municipalities there are biogas plants, so the
il processo. “Abbiamo bisogno di territories already know about the integration
cambiare il mondo, ma abbiamo between bioenergy and agriculture, with both
bisogno di farlo con una rapidità in- good and bad experiences. When the parties
credibile. Non è semplice, ma è una involved have nothing to do with agriculture
sfida appassionante”. A conclusio- and operate a biogas plant only to receive the
ne del suo intervento, Zanchini ha feed-in tariff, the outcome could be poor. The
disegnato la sfida che riguarda il challenge of CIB is to foster an ever-greater
modello di integrazione delle reti, integration of the plants at local level to
realizzabile grazie al biometano. generate opportunities for farmers in the context
Il presidente CIB Piero Gattoni of a circular economy. Legambiente wants to
ha ripreso i commenti positivi del- know who, among CIB members, intends to build
le Associazioni sull’esperienza del “biomethane done right ” plants, and offers its
CIB e sottolineato l’importanza del support to the process. “ We need to change the
dialogo franco e stimolante che si world, but we need to do it at incredible speed.
è attivato con il mondo ambien- It is not easy, but it is an exciting challenge”.
talista, ricordando inoltre come il Finally, Zanchini presented the challenge of
CIB collabori anche con altri inter- the grids integration, achievable thanks to
locutori importanti quali funziona- biomethane.
ri ministeriali, banche e industria.
È anche grazie al contributo di CIB President Piero Gattoni recalled the positive
questi attori e alla determinazio- remarks on the CIB experience, stressing the
ne degli agricoltori che sono stati importance of a frank and stimulating dialogue
costruiti 1.400 impianti, investiti with the environmentalist world as well as the
4,5 milioni di euro e creati 12.000 collaboration with other key stakeholders such
posti di lavoro. Anche adesso “ è il as ministerial officers, banks and industry.
tempo del fare e, come dice Giu- It is also thanks to the contribution of these
seppe Onufrio, non abbiamo più partners and the determination of the farmers
tempo. Abbiamo grandi potenzia- that 1,400 plants were built, 4.5 million Euros
lità e il dovere di portare questo were invested and 12,000 jobs were created.
dialogo anche in Europa”. Il 2017 Even now “ it is the time to do, and, as Giuseppe
sarà determinante per le ricadute Onufrio pointed out, there is no time left. We
che le direttive europee avranno have enormous potential and the duty to take
sulle strategie energetiche italia- this dialogue to a European stage”. 2017 will
ne. “Ringrazio chi ci ha dato fino be decisive for the effects of the European
ad ora gli strumenti per operare directives on the Italian energy strategies. “I
e spero venga apprezzato lo sfor- thank those who up to now have given us the
zo che stiamo facendo per essere means to act, and I hope our effort to be even
ancora più proattivi e dare rispo- more proactive and give concrete answers will
ste concrete. Il nostro settore si sta be appreciated. Our industry is seriously at
mettendo seriamente in gioco”. stake.”
Nell’ultimo giro di tavolo, il
moderatore Jacopo Giliberto pro- Afterwards, the moderator Jacopo Giliberto
pone una domanda uguale per tut- addressed the same question to all the
ti: “Fra 10 anni gli 8 miliardi di me- panelists: “In 10 years from now, will there really
tri cubi di biometano [calcolati nel be 8 billion m 3 of biomethane [as calculated in
Position Paper CIB-Snam-Confagri- the Position Paper CIB-Snam-Confagricoltura –
coltura - NdT] ci saranno davvero?” Translator ’s Note]?”
Piero Gattoni: “Noi li faremo, se
partirà il settore agricolo. Il grosso Piero Gattoni “ We will produce it, if the
onere è quello di non far partire agricultural sector will be part of the game. The
solo il biometano da rifiuti”. key point is to boost not only waste bio-methane
Edoardo Zanchini: Legambien- [but even agriculture bio-methane – Translator ’s
te ha fatto la battaglia sulle trivel- Note]”.
lazioni dicendo che gli 8 miliardi di
metri cubi li volevamo tutti per so- Edoardo Zanchini: “ Yes, the figure is right.”
stituire il gas estratto in Italia. Noi Legambiente has fought the battle on [offshore]
saremo accanto al mondo agricolo drilling saying that we wanted those 8 billion
e a quello dei rifiuti per farli.” m 3 to replace the gas currently drilled in Italy.
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 13

Giuseppe Onufrio: “L’Italia è We will back up both the agricultural and waste
fatta di milioni di piccoli [soggetti], sectors to achieve that goal.”
individualisti e poco organizzati,
ma quando si organizzano supera- Giuseppe Onufrio: “Italy is made up of millions
no la Germania. Lo dico anche per of small [subjects], individualistic and poorly
gli ospiti stranieri. Abbiamo visto il structured, but when they get organized they
record di solare installato in Germa- can overcome Germany.
nia: 9.000 MW in un anno. Pochi san- The foreign guests can believe me. We watched
no che l’Italia l’anno seguente ne ha the PV records achieved in Germany: 9,000 MW
installati 11.000, superata solo dalla in a year.
Cina. Si era capito che si poteva fare. Well, few people know that Italy installed 11,000
La stessa cosa può succedere anche the following year, surpassed only by China.
in agricoltura. È difficile, ma questo The point is that we had understood that it was
esperimento e questo gruppo di feasible.
persone ce la possono fare!” The same thing can happen in agriculture. It is
Ezio Veggia: “Noi agricoltori difficult, but this experiment and this group of
non abbiamo dubbi. Gli 8 miliardi people can do it!”
li faremo sicuramente, se ce li lasce-
ranno fare. Ma non ce la possiamo Ezio Veggia: “ We farmers have no doubts. The 8
fare da soli, dobbiamo essere in tan- billion m 3 will be surely produced, if we will be
ti. Abbiamo bisogno di coinvolgere allowed to.
tutta l’opinione pubblica perché è But we cannot do it alone, we need to be
una sfida globale.” numerous. We need to involve the public
Michela Morese: “Oggi la popo- opinion because this is a global challenge.”
lazione mondiale è di circa 7 miliardi
di persone. Al 2050 si prevede sare- Michela Morese: “ Today the world population
mo 9 miliardi. Tutti avranno bisogno is about 7 billion people. In 2050, we will be
di acqua, cibo, energia. Se affrontia- 9 billion. They will all need water, food and
mo il problema in modo intelligente energy. If we approach the problem correctly
ci saranno acqua, cibo ed energia there will be water, food and energy enough for
sufficienti per tutti. Ancora una volta, everyone.
hysytech_210x136.pdf 1 04/05/15 14:48
la chiave è la sostenibilità”. Again, sustainability is the key.”
14 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

I BIOCARBURANTI
NELLA RED 2
Di Sergio Ferraris
Giornalista Scientifico - Direttore di QualEnergia

Prende forma la nuova


Direttiva Europea
sulle Fonti Rinnovabili

The new European


Renewable Energy
Directive takes shape

R
innovabile e sostenibile. rettiva risulta evidente anche dalla
Sono queste le due qua- lettura degli allegati.
lità che la nuova Diret- L’obiettivo della direttiva è
tiva Europea sulle Fonti quello di garantire il mercato,
Rinnovabili assegna al dando certezze agli investitori nel
biogas, inserito nella categoria dei settore dei combustibili rinnova-
combustibili avanzati. La proposta bili avanzati, e mettere in campo
della Commissione Europea, an- una serie di misure per consentire
cora in discussione, è appoggiata all’Europa di raggiungere il 27%
anche da 18 Ong che hanno deciso d’energia rinnovabile nei consumi
di non emendarla, promuovendo finali nel 2030. Si tratta di un obiet-
quindi digestione anaerobica e tivo giudicato “timido” dalle asso-
biogas da sostanze organiche. Che ciazioni ambientaliste, ma che rap-
il biogas sia bene inserito nella di- presenta una sfida, soprattutto per
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 15

i settori non elettrici come la gene- RED 2


razione di calore e i trasporti, tra i
campi più complessi d’applicazio-
AND BIOFUELS
ne delle rinnovabili. La strategia
di fondo dell’Europa per questo Renewable and Sustainable. These are the two
settore è quella della miscelazio- qualities that the new Renewable Energy Directive
ne dei combustibili sostenibili con assigns to biogas, included in the category of
quelli fossili, in quota crescente. advanced fuels. The proposal of the European
“Si tratta di un cambiamento Commission, still under discussion, is supported also
d’approccio che riflette un’evolu- by 18 NGOs who have decided not to amend it, thus
zione delle misure applicate da promoting anaerobic digestion and biogas from
tempo nei vari Paesi membri", organic biomasses. That biogas is well integrated into
afferma Giulio Volpi, funzionario the directive is also evident from the annexes.
dell’Unità Energie Rinnovabi- The directive aims to secure the market by giving
li della DG Energia dell’Unione certainty to investors in the field of advanced
Europea. "Con la nuova direttiva renewable fuels and to promote a series of
l’obbligo di una percentuale di measures to enable Europe to achieve 27% of
combustibili da fonti rinnovabili renewable energy in final consumption by 2030.
ora è in capo ai fornitori, diventan- This is considered an unambitious objective by
do quindi competenza degli ope- environmentalist associations, but it is indeed a
ratori economici. Ciò è stato fatto challenge especially for non-electric sectors such
per creare un quadro di riferimen- as heat generation and transport, among the most
to comune europeo esteso a tutti complex fields of renewable energy. Europe’s
i Paesi membri”. La road map per strategy for this sector is to mix sustainable fuels
i combustibili sostenibili tracciata with fossil fuels, at an increasing rate.
dall’Europa parte da una percen- “This change of approach reflects the evolution
tuale del 1,5% nel 2021 per ar- of the long-standing measures in the Member
rivare al 6,8% nel 2030. Si tratta Countries” said Giulio Volpi, an officer at the
di quote che comprendono i bio- Renewable Energies Unit of the EU Energy
combustibili avanzati, il biogas, Directorate-General. “With the new directive, the
l’energia rinnovabile, l’idrogeno obligation of a percentage of renewable fuels
prodotto da fonti rinnovabili e i must be fulfilled by the suppliers, becoming a
combustibili fossili a basso conte- responsibility of economic operators. This is done
nuto di anidride carbonica come to create a common European reference framework
quelli prodotti dagli scarti indu- for all Member States.” Europe's roadmap for
striali. “In questo quadro generale sustainable fuels starts from a 1.5% rate in 2021
-prosegue Volpi- la promozione to reach 6.8% in 2030. These quotas include
dei soli biocombustibili avanzati advanced biofuels, biogas, renewable energy,
parte dallo 0,5% del 2021 per arri- hydrogen produced from renewable sources and
vare ad almeno il 3,6%. Pensiamo low-carbon fossil fuels such as those produced by
che si tratti di obiettivi ambiziosi industrial waste. “In this framework, the promotion
ma realistici”. of advanced biofuels alone starts from 0.5% in 2021
Per quanto riguarda i bio- to reach at least 3.6% of the volumes. We think that
carburanti di prima generazio- these are ambitious but realistic goals.”
ne, ossia quelli che possono
andare in concorrenza con l’ali-
mentazione umana e animale e
potrebbero avere degli impatti
indiretti sull’ambiente, come la
deforestazione al di fuori dell’a-
rea UE, la Commissione li consi-
dera da tempo come combustibili
di transizione, e la nuova direttiva
propone una road map apposita
con una riduzione graduale dal
7% nel 2020 al 3,8% al 2030. “Si
tratta di livelli che -prosegue Vol-
pi- i nostri studi sono sostenibili
e alla fine riporteranno i biocar-
buranti di prima generazione agli
stessi livelli del 2008. Non voglia-
mo impattare sugli investimenti
già fatti, ma allo stesso tempo
desideriamo che questo settore
specifico non cresca”.
16 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

Il biogas viene considera- First-generation biofuels -i.e. those that compete


to un biocarburante avanzato with human food and animal feed and could
solo quando è prodotto da resi- bear indirect impacts on the environment such
dui agroalimentari e del settore as deforestation outside the EU- have long been
zootecnico. La nuova direttiva considered by the Commission as transition fuels,
apre tuttavia anche alla possibi- and the new directive proposes a specific roadmap
lità dell’utilizzo di materie prime for them, with a gradual reduction from 7% in 2020
agricole prodotte con il sequen- to 3.8% by 2030. “According to our studies, these
tial cropping che non abbiano un levels are sustainable and will ultimately bring first-
impatto sulla produzione agricola generation biofuels at the 2008 levels -Volpi said-.
principale delle aziende. È utile We do not want to affect investments already made,
osservare che nella definizione di but at the same time we do not want to promote any
biocarburante avanzato è rimasto longer the grow of this specific sector.”
il concetto del basso contenuto Biogas is considered an advanced biofuel only when
di amido. Questo limite dovreb- produced from manure and agro-food residues.
be essere superato nel caso del- Nevertheless, the new directive includes also the
le doppie colture, trattandosi di possibility of using dedicated crops produced with
colture addizionali che in assenza sequential cropping with no impact on farms’ main
della valorizzazione energetica agricultural production. It is useful to note that in
non sarebbero prodotte. the definition of advanced biofuel
Infine, la direttiva ha adotta- the concept of low starch content has remained.
to un approccio più complessivo, This limit should be exceeded in the case of double
valutando le riduzioni di gas a ef- crops, as these are additional crops which, in the
fetto serra lungo tutto il ciclo di absence of energy enhancement [via anaerobic
vita del biocarburante. In questa digestion], would not be produced.
chiave si chiede ai produttori di Lastly, the directive adopted a more comprehensive
biocarburanti di raggiungere de- approach, assessing the reduction of greenhouse
terminati obiettivi circa la riduzio- gases emissions throughout the life cycle of
ne delle emissioni, pari al 70% per biofuels. Biofuel producers are called to achieve
i nuovi impianti di biocarburanti e specific emission reduction targets of 70% for
al’85% per la produzione di calore new biofuels plants and 85% for biomass heat and
ed elettricità da biomasse. electricity production.

DALLA RICERCA BIETIFIN

BIOBETA ASSISTENZA
BIOLOGICA SERVICE PLUS

SEDIMENT ®
CHECK-UP
CHECK IMPIANTO
INTEGRAZIONE ENERGY BEET CONDIZIONI
SISTEMA ESCLUSIVO MINERALE ASSICURATIVE
PER LA MISURAZIONE ESCLUSIVE
DEL SEDIMENTO
ALL’INTERNO SISTEMA DI
DEI DIGESTORI MISURAZIONE
E RIDUZIONE
DEGLI AUTOCONSUMI

BIETIFIN SOLUZIONI INNOVATIVE PER GLI IMPIANTI BIOGAS


Bietifin S.r.l. Via E. Collamarini 14 - 40138 Bologna Tel. 051 6033477 - bietifin@bietifin.it - www.cnbenergia.it
SMART LNG
Impianti per la liquefazione del gas naturale e del biometano

Grazie alla profonda esperienza ed alle competenze


maturate nell’ambito delle tecnologie criogeniche,
SIAD Macchine Impianti ha sviluppato la nuova linea
di impianti SMART LNG per la produzione di gas
naturale liquefatto (GNL) e biometano su piccola e
media scala.
Il GNL così prodotto può essere utilizzato
localmente in stazioni di rifornimento per
autotrazione o per l’immissione in micro-reti
di distribuzione.

Per maggiori informazioni:


siadmi_asu@siad.eu

Made in Italy
SIAD Macchine Impianti.
Compressori, Impianti di Frazionamento
Aria, Saldatura e Servizi.

www.siadmi.com
18 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

I MERCATI DELLA
BIOGAS REFINERY Di Marco Pezzaglia

Biogas e biometano
tra rete elettrica e rete gas

Biogas and biomethane


interconnecting electric power
and natural gas grids

I
l recente massiccio sviluppo di sviluppo del biometano e le
del settore della produzione crescenti necessità del sistema
di energia elettrica da bio- energetico nazionale aprono
gas ha chiaramente mostrato orizzonti per il settore agricolo
la capacità di reazione del impensabili fino a pochi anni fa.
sistema agricolo ai programmi Il nuovo approccio agronomi-
di sviluppo della produzione di co che sta maturando connesso
energia da fonti rinnovabili. Il si- alla produzione di biogas con-
stema agricolo nazionale, però, si sente, se correttamente gestito,
è spinto più in là della semplice di pervenire a condizioni in cui la
attuazione dei programmi incen- produzione energetica non solo
tivanti, realizzando una sorta di è, in sé, rinnovabile, ma consente
integrazione tra la tradizionale di procedere ad una cattura della
attività agricola con la nuova at- CO 2 nei terreni instaurando così
tività di produzione del biogas: un ciclo virtuoso di riduzione del-
il crescente utilizzo di sottopro- la CO 2 antropica dell’atmosfera.
dotti derivanti dalle lavorazio- Non solo: lo sviluppo di nuove
ni agronomiche, lo sviluppo di tecniche colturali e di nuovi ap-
nuove tecniche colturali e l’in- procci agronomici consentirà la
cremento della produttività del riduzione delle traiettorie di co-
suolo, l’utilizzo integrato del di- sto della produzione del biogas.
gestato in qualità di fertilizzante, Il biometano costituisce una
l’utilizzo del calore prodotto per rilevante opportunità di sviluppo
scopi utili ulteriori a quelli con- per le imprese agricole che vedo-
nessi al solo riscaldamento dei no la possibilità di ampliare l’u-
digestori anaerobici, sono solo tilizzo del biogas prodotto dalla
alcuni elementi che possono es- semplice combustione finalizzata
sere richiamati a testimonianza alla produzione di elettricità ad
che l’incentivo erogato non si è ulteriori utilizzi, tra i quali rientra-
fermato alla sola produzione di no i trasporti, fino ad arrivare, a
energia elettrica. tendere, al cosiddetto “greening”
A partire dall’esperienza ma- del sistema nazionale del gas. In
turata, l’analisi e i riscontri ope- pratica, il biogas e il biometano
rativi del nuovo approccio agro- in esso contenuto sono un gas
nomico, l’avvento dei programmi rinnovabile che immesso nel si-
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 19

stema consente di incrementare BIOGAS REFINERY


il tasso di utilizzo di energia rin-
novabile negli usi finali attraver-
MARKETS
so la rete del gas naturale.
In tutto questo non è più da The recent massive development of electric power
trascurare il fatto che la produ- generation from biogas has clearly demonstrated the
zione di elettricità da biogas è a ability of the agricultural system to implement the
tutti gli effetti modulabile e pro- development programs of energy production from
grammabile, costituendo l’unica renewable sources.
forma di produzione di elettrici- The national agricultural system, however, has pushed
tà rinnovabile programmabile a far beyond the simple execution of incentive programs,
costi contenuti rispetto alle al- integrating traditional farming with the new biogas
tre opzioni disponibili (tra cui lo production.
storage elettrico) date le attuali The growing use of by-products from agronomic
tecnologie di mercato. Tale mo- processing, the development of new cropping techniques
dulabilità è connessa alla imma- that increase soil productivity, the integrated use of
gazzinabilità del biogas, ovvero, digestate as a fertilizer, the use of heat for other purposes
alla possibilità che ad un dige- than simply heating the anaerobic digesters are only a few
store anaerobico siano collegati elements that can be recalled showing that the economic
sia un impianto di produzione incentive did much more than fostering power generation
di elettricità che un impianto di alone.
upgrading da biogas a biome- The analysis and operational findings of the new
tano, e che siano presenti sia la agronomic approach, the advent of biomethane
connessione alla rete elettrica development programs and the growing needs of the
che la connessione al sistema national energy system open up opportunities for the
di trasporto del gas naturale. In agricultural sector that were unthinkable until only a few
questo caso, il biogas prodot- years ago.
to può essere alternativamen- The new agronomic approach linked to biogas production
te destinato alla produzione di can, if correctly managed, reach the condition where
elettricità o alla produzione di energy production is not only renewable but also allows
biometano secondo la scelta del CO2 sequestration in the soil, thus reducing the amount of
produttore. anthropic CO2 in the atmosphere.

HAFFMANS
TECNOLOGIE PER LA PURIFICAZIONE DEL BIOGAS
VANTAGGI OFFERTI DAI NOSTRI IMPIANTI IMPIANTI SVILUPPATI SU TECNOLOGIA A MEMBRANE
• Design modulare e compatto TIPOLOGIE DI IMIPIANTI FONTI DI PROFITTO PERDITE
• Sistema di pre-trattamento integrato HAFFMANS BIOMETANO PER
BIO CNG
CO2 A SPECIFICA DI METANO
IMMISSIONE IN RETE ALIMENTARE
• Costi operativi e di manutenzione ridotti
STANDARD < 0.5%
• Servizio di assistenza in loco 24h/24 NUOVO
IMPIANTO
DI PURIFI-
CAZIONE
EVOLUTO 0%
• Perdite di metano ridotte fino allo 0%
EVOLUTO plus 0%
DEL BIOGAS

• Recupero e purificazione della CO2


IMPIANTO SISTEMA DI RECUPERO DELLA CO2 CON
• Continuità operativa garantita
DI BIOGAS
ESISTENTE UNITA' DI FILTRAZIONE COMPATTA INTEGRATA 0%
O LNG!
COMING END OF 2016: BI
PENTAIR HAFFMANS sarà presente a
Regatec il 22 e 23 Maggio 2017,
presso l’hotel Parchi del Garda, Pacengo (VR).
Venite a trovarci, vi aspettiamo! WWW.HAFFMANS.NL
20 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

Rappresentazione schematica di una Green-Biorefinery


Green-Biorefinery scheme

La programmabilità della produ- Moreover, the development of new cropping


zione di elettricità apre nuovi scena- techniques will allow to reduce biogas production
ri: infatti non solo, in questo modo, la costs.
produzione elettrica da biogas po- Biomethane is a major opportunity for agricultural
trebbe essere concentrata nelle ore enterprises, that can extend the use of biogas
di più alto prezzo di mercato riducen- from simple combustion to produce electricity for
do la necessità di incentivi, ma essa, further uses, including transport and the greening
se opportunamente gestita, può con- of the national gas system. In practice, biogas and
tribuire in maniera essenziale alla si- biomethane contained therein are a renewable
curezza del sistema fornendo servizi gas that, when injected into the system, allows to
nell’ambito del dispacciamento. increase the rate of use of renewable energy in
Questo nuovo scenario dovrà final uses through the natural gas grid.
senz’altro essere considerato nella Moreover, we must not forget that, given the
definizione del nuovo sistema di in- current technologies available, the production
centivazione per la produzione di of electric power from biogas is the only form of
elettricità da fonte rinnovabile. renewable electricity production that is modular,
In aggiunta a quanto sopra è programmable and cheaper than other available
da ricordare che l’altra componen- options (including electric power storage). This
te rilevante del biogas, cioè la CO2, modularity is linked to the possibility of biogas
qualora combinata all’idrogeno con- storage, provided that the anaerobic digester
sente di pervenire alla produzione di is linked to both an electricity production plant
ulteriore metano. L’idrogeno derive- connected to the electric power grid and a
rebbe dall’uso di energia elettrica di biomethane upgrading plant connected to
surplus del sistema elettrico special- the natural gas grid. In this case, the biogas
mente nei periodi di elevata produ- produced may alternatively be used for the
zione fotovoltaica ed eolica: in que- generation of electricity or the production of
sto modo, la combinazione dei due biomethane according to the farmer’s choice. The
sistemi, elettrico e gas, consentireb- programmability of electricity production from
be di aggiungere una rilevante va- biogas opens new scenarios. In fact, it could be
riabile nell’ottica del mantenimento concentrated in the hours when the market price
della sicurezza del sistema consen- is higher, thus reducing the need for incentives. In
tendo di non “sprecare” produzione addition, if appropriately managed, it can actively
di elettricità da fonte rinnovabile che contribute to the system security by providing
andrebbe altrimenti modulata in ri- services in dispatching. This will certainly have
duzione. È questo l’approccio del to be considered in the definition of the new
Power-to-gas. incentive system for the production of electricity
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 21

L’avvento di nuove tecnologie from renewable sources.


per l’utilizzo di materie ed energia Furthermore, it should be noted that the other
potrebbe consentire, in associazio- relevant component of biogas, CO 2 , if combined
ne a quanto sopra indicato, la pro- with hydrogen, leads to the production of
duzione di nuovi biomateriali. additional methane. Hydrogen would derive from
La combinazione di tutto the use of the surplus of electric power especially
quanto sopra trova traduzione nel during periods of high photovoltaic and wind
concetto di green-biorefinery che power generation. In this way, the combination
costituisce uno degli obiettivi più of the electricity and gas systems would add a
sfidanti che il settore del biogas si significant variable for the maintenance of the
sia mai trovato ad affrontare. Nel system’s security, making use of the electricity
contempo, lo sviluppo del concet- from renewable sources that would otherwise be
to di green-biorefinery rappresen- wasted. This is the Power-to-gas approach.
ta una necessità e un’opportunità The advent of new technologies for the use of
importantissima per il settore del materials and energy could allow, in association
biogas. with the foregoing, the production of new
Nei prossimi anni gli impianti biomaterials.
biogas/biometano potrebbero di- The combination of everything above shapes the
ventare i nodi di una rete di stazio- concept of “green-biorefinery”, one of the most
ni diffuse di erogazione di metano challenging goals the biogas industry has ever
-liquefatto e compresso- per auto faced, as well as a vital necessity and a terrific
e mezzi pesanti e di elettricità per opportunity.
veicoli elettrici. In the next future, biogas/biomethane plants
In tal modo il biometano forni- could become the key points of a network of
rebbe un contributo importante per widely distributed gas stations that provide
raggiungere gli obiettivi previsti liquified and compressed methane for bi-fuel cars
per i bio-carburanti, pari al il 10% and trucks as well as electricity for hybrid or fully
dei consumi complessivi. electric vehicles.

• Aspirazione e pulizia vasche


• Rimozione digestato
• Miscelazione vasche con croste
• Pulizia digestori Biogas
• Ripristino coperture in legno
• Ripristini e riparazioni vasche
e digestori esistenti
• Ripristino digestori mediante
realizzazioni di contropareti
interne

Via Dell’Artigianato, 19 - 25012 Calvisano (Bs)


Tel. 030 2131377 - Fax 030 9968968 - www.icebfratellipeveroni.it - info@icebfratellipeveroni.it
22 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

L’importanza e la duttilità di que- Biomethane is indeed an important asset to


sta forma di energia rinnovabile fanno achieve the targets for biofuels, aiming to reach
auspicare che si possa mantenere atti- 10% of total consumption.
vo e operante il parco impianti attual- The importance and ductility of this form of
mente esistente e, anzi, diventi più renewable energy make us hope to maintain
omogeneo lo sviluppo di queste pro- and operate existing biogas facilities and to
duzioni su tutto il territorio nazionale, allow a more homogeneous development of
anche al Sud. A questi fini, è fonda- biogas/biomethane throughout the country,
mentale l’approvazione, nei tempi più including the South. For these purposes, it is
rapidi possibili, del nuovo decreto sul crucial to approve, as soon as possible, the new
biometano, che potrà portare ulteriori biomethane decree, which can further increase
efficientamenti agli impianti esistenti. the efficiency of existing plants.

IL CIB ALLA PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO ANNUALE IREX 2017


SULLE RINNOVABILI IN ITALIA

L’11 aprile si è svolto presso l’auditorium del GSE a Roma l’evento di presentazione
dell’IREX Annual Report 2017 “La rivoluzione energetica - Rinnovabili, Reti,
Consumatori”, a cura di Althesys. Nella sessione “L’industria verso il 2030. La
visione delle associazioni”, per il CIB è intervenuto il direttore Christian Curlisi,
portando nella discussione il punto di vista del settore del biogas e biometano
come green-biorefinery capace di costituire un'infrastruttura duttile e strategica
nell'ambito del settore energetico

CIB AT THE PRESENTATION OF THE IREX ANNUAL REPORT


ON RENEWABLE ENERGIES IN ITALY

On April 11 th, the IREX Annual Report 2017 “La rivoluzione energetica - Rinnovabili,
Reti, Consumatori”, edited by Althesys was presented at GSE headquarters in Rome.
In the session “Industry towards 2030. The Vision of Associations”, the CIB Director
Christian Curlisi brought the point of view of the biogas and biomethane which has
the potential to be a green-biorefinery, strategic and adaptable infrastructure on
renewable sector.

Figura 1. Da sinistra: Gabriele Masini (Staffetta Quotidiana), Simone Togni (ANEV), Felice Egidi (Assoelettrica),
Agostino Re Rebaudengo (assoRinnovabili), Christian Curlisi (CIB - Consorzio Italiano Biogas)
Figure 1. From left to right: Gabriele Masini (Staffetta Quotidiana), Simone Togni (ANEV), Felice Egidi (Assoelettrica),
Agostino Re Rebaudengo (assoRinnovabili), Christian Curlisi (CIB - Consorzio Italiano Biogas)
IL BIOGAS
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 23

FA NOTIZIA!

PIÙ DI
900
VIDEO

welcomeadv.it

ANCHE TU CERCHI INFORMAZIONI


SUL MONDO DEL BIOGAS?
Scopri su Biogas Channel tutti gli aggiornamenti e le notizie
del settore! Biogas Channel:
• un canale web di soli video Biogas Channel e
interattivo e facile da consultare Cogeneration Channel sono
un’iniziativa editoriale
• raccoglie i contributi dei maggiori
esperti internazionali
• ti permette di dialogare
direttamente con la community
del biogas

www.biogaschannel.com www.gruppoab.com
24 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

PREMIO VILLER
BOICELLI 2017 Di Teresa Borgonovo

Sei aziende del Biogasfattobene®


premiate a Biogas Italy

Six Biogasdoneright® farms


awarded at Biogas Italy

Massimo Borrelli, Piero Gattoni,


Barbara e Alessandro Boicelli

L
a parte finale dell’Assemblea straordinario spessore umano, per la
annuale dei soci CIB, nella vitalità e per le sue capacità di coin-
cornice di Biogas Italy, è stata volgimento in un progetto ancora
dedicata a un evento molto incipiente.
importante per il Consorzio: Quest’anno, il Premio Viller Boi-
il Premio Viller Boicelli, istituito nel celli 2017 è stato attribuito a sei
2016 in memoria del primo direttore aziende agricole capaci di praticare
del CIB. Boicelli è stato un pioniere concretamente i principi del Bioga-
dello sviluppo del biogas italiano in sdoneright (Biogasfattobene): CAT,
agricoltura e una persona che tutti Cooperativa Agroenergetica Ter-
ricordano con grande affetto per lo ritoriale (Correggio - RE); Società
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 25

Agricola Palazzetto (Grumello Cre- VILLER BOICELLI


monese – CR); Cooperativa Agricola
Agribioenergia (Medicina – BO); Co-
PRIZE 2017
operativa Speranza (Candiolo – TO);
Fattoria della Piana (Candidoni - RC); The last part of the Annual Assembly of the CIB
A.R.T.E. Srl (Cerignola – FG). members, within the frame of Biogas Italy, was
Le targhe sono state consegnate dedicated to a very important event for the Consortium:
dai figli di Viller Boicelli, Barbara e the Viller Boicelli Prize, established in 2016 in memory
Alessandro, dall’On. Stella Bianchi, of the CIB first director. Boicelli was a pioneer in the
membro della Commissione Am- development of Italian biogas in agriculture, and he is
biente della Camera dei Deputati, remembered with great affection for his extraordinary
dal Senatore Massimo Caleo, mem- human depth, his vitality and his ability to involve
bro della Commissione Ambiente del everyone in a still incipient project.
Senato, dall’On. Sabrina Capozzolo, This year, the Viller Boicelli Prize 2017 has been awarded
membro della Commissione Agricol- to six farms that proved outstanding in applying the
tura della Camera dei Deputati. principles of Biogasdoneright: CAT, Cooperativa
Ecco le motivazioni dei premi: Agroenergetica Territoriale (Correggio - RE); Società
Agricola Palazzetto (Grumello Cremonese – CR);
C.A.T. Cooperativa Agricola Agribioenergia (Medicina – BO);
La Cooperativa Agroenerge- Cooperativa Speranza (Candiolo – TO); Fattoria della
tica Territoriale è stata insignita Piana (Candidoni - RC); A.R.T.E. Srl (Cerignola – FG).
del Premio “Viller Boicelli 2017” The merit awards were handed over by the sons of
perché è la prima in Italia ad aver Viller Boicelli, Barbara and Alessandro, by Hon. Stella
ottenuto la certificazione Bioga- Bianchi, a member of the Environment Commission of
sfattobene. the Chamber of Deputies, by Senator Massimo Caleo, a
Un percorso che porta all’ade- member of the Environment Commission of the Senate,
guamento di una serie importante by Hon. Sabrina Capozzolo, a member of the Agriculture
di attività e indicatori al Discipli- Commission of the Chamber of Deputies.
nare per il rilascio del marchio e Here are the motivations of the Prizes:
sviluppa una forte capacità ge-
stionale con ampie ricadute in C.A.T.
termini di sicurezza, benefici am- Cooperativa Agroenergetica Territoriale was awarded
bientali e sociali. La certificazione the "Viller Boicelli 2017" Prize for being the first biogas
è il punto di approdo che deriva plant in Italy to obtain the Biogasdoneright certification.
da un’ampia collaborazione tra A path that leads to the adjustment of an important
agricoltori locali e cantine sociali series of activities and indicators to the Guidelines for
che conferiscono i residui della la- the release of the brand Biogasdoneright and develops
vorazione dell’uva. Si rileva, inol- strong management skills with wide repercussions
tre, la sensibilità della C.A.T. verso in terms of safety, environmental and social benefits.
l’educazione ambientale, che si The certification derives from extensive collaboration
traduce anche nell’accogliere e between local farmers and wineries that provide the
coinvolgere le scuole in visite gui- leftovers of grape processing. Moreover, another key
date all’impianto. point is the sensitivity of C.A.T. towards environmental
education, which also results in welcoming and involving
SOCIETÀ AGRICOLA schools in guided tours of the plant.
PALAZZETTO
La società agricola Palazzetto
è stata insignita del Premio “Viller
Boicelli 2017” perché ha anticipato
la #rivoluzioneagricola: da un de- Ernesto Folli
cennio, si è posta all’avanguardia con il sen. Caleo
per il ricorso a pratiche agronomi-
che avanzate (rotazioni colturali
con graduale inserimento di doppi
raccolti fino a quasi il 70% della su-
perficie agricola, interramento del
digestato, minima lavorazione del
suolo).
Grazie a tale esperienza, ha po-
tuto essere presa come caso studio
per la validazione dei principi del
Biogasdoneright da parte di Ecofys.
Grande, inoltre, la disponibilità
dell’azienda a raccogliere e fornire
i dati per lo studio.
26 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

COOPERATIVA AGRICOLA PALAZZETTO FARM


AGRIBIOENERGIA Palazzetto farm was awarded the "Viller Boicelli 2017"
La Cooperativa Agricola Agri- Prize for anticipating the #agriculturalrevolution: for
bioenergia è stata insignita del a decade, it has been at the forefront for the use of
Premio “Viller Boicelli 2017” per il advanced agronomic practices (crop rotations with
percorso evolutivo sviluppato nel gradual introduction of double cropping up to almost
corso degli anni. Da una alimenta- 70% of agricultural land, burial of the digestate,
zione del digestore esclusivamente minimum tillage of the soil). Thanks to this experience,
composta da colture dedicate si è the farm was taken as a case study for the validation
passati progressivamente ad una of the Biogasdoneright principles by Ecofys. The
alimentazione con sottoprodotti company also showed great willingness to collect and
agro-industriali, vegetali ed effluen- provide data for the study.
ti zootecnici che attualmente co-
stituiscono il 70% della ricetta. Le COOPERATIVA AGRICOLA
aziende hanno inoltre ottenuto un AGRIBIOENERGIA
risparmio complessivo di fertilizzan- The Agricultural Cooperative Agribioenergia was
te pari a 210 tonnellate/anno, grazie awarded the "Viller Boicelli 2017" Prize for its evolution
a tecniche avanzate di distribuzione over the years. From feeding the digester exclusively
del digestato. Si è risparmiato an- with dedicated crops, the cooperative has progressively
che sui fungicidi poiché le colture switched to use agro-industrial and vegetable by-
trattate con il digestato sono meno products and animal manure which currently constitute
soggette a malattie. Dal 2012 esiste 70% of the recipe. The cooperative members have
una piccola rete di teleriscaldamen- achieved a cut in the use of chemical fertilizers,
to per abitazioni e serre e dal 2015 è using advanced distribution techniques of digestate,
iniziato lo sviluppo di un progetto di amounting to 210 tons/year. They have also saved on
coltivazione ed essicazione di piante crop protection products because the crops treated
officinali e aromatiche che ha porta- with digestate are less vulnerable to diseases. Since
to all’installazione di una batteria di 2012 a small district heating system for homes and
sei essiccatoi alimentati con il calo- greenhouses has come into function. Then, in 2015,
re generato dall’impianto. Il futuro the cooperative launched a project of cultivation and
prevede il totale utilizzo dell’energia drying of medicinal and aromatic plants that currently
termica prodotta. has led to the installation of a battery of six dryers fed
with the heat generated by the biogas plant. In the
COOPERATIVA SPERANZA future, the cooperative intends to use 100% of the
La Cooperativa Speranza è stata thermal energy produced.
insignita del Premio “Viller Boicelli
2017” perché è una realtà profon- COOPERATIVA SPERANZA
damente radicata nel territorio e con Cooperativa Speranza was awarded the "Viller Boicelli
attività dalla forte valenza sociale, tra 2017" Prize for its deep rooting in the territory and
cui la cessione del calore prodotto its activities with a strong social value, including the
dall’impianto biogas al vicino Istituto delivering of the heat produced by the biogas plant
di ricerca e cura del cancro attraver- to the nearby Institute for Cancer Research and Cure
so una rete di teleriscaldamento (nel through a district heating network (9 million KW/h
2016, 9 milioni di KW/h termici). thermal produced in 2016).

Carlo Vanzetti, Piero Gattoni,


Barbara e Alessandro Boicelli
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 27

Ha dimostrato di essere capace di The cooperative has proved to be able to go against


andare in controtendenza rispet- the trend of the market: at a time of crisis for the milk
to all’andamento del mercato: in sector, it has invested in a new herd of cows where
un momento di grave crisi per il special attention has been dedicated to animal welfare
settore latte, ha investito in un and technology. Finally, it is a concrete example of
nuovo allevamento dove partico- application of Biogasdoneright principles, from double
lare attenzione è stata dedicata a crops to the use of advanced digestate distribution
benessere animale e tecnologia. system.
Infine, è un esempio concreto di
applicazione del Biogasdoneright COOPERATIVA
(dalle doppie colture all’utilizzo di FATTORIA DELLA PIANA
sistemi avanzati di distribuzione The Cooperative Fattoria della Piana was awarded the
del digestato). "Viller Boicelli 2017" Prize not only for being an energy-
independent entity, thanks to two biogas plants and a
COOPERATIVA photovoltaic system, but also for being economically
FATTORIA DELLA PIANA dynamic in a particularly complex area, such as the
La Cooperativa Fattoria della province of Reggio Calabria.
Piana è stata insignita del Premio The cheese factory receives the milk from more than
“Viller Boicelli 2017” non solo per- 110 dairy farms and exports 60% of the production.
ché è una realtà energeticamente Mainly in the United States.
autonoma, grazie a due impianti
biogas e a un impianto fotovol- A.R.T.E.
taico, ma anche per la capacità di The farm A.R.T.E. was awarded the "Viller Boicelli 2017"
essere economicamente attiva in Prize for its efforts in the development of the company
un territorio particolarmente com- through new crop rotations (Hedysarum coronarium),
plesso come la provincia di Reggio digestate burial and sode seeding, with considerable
Calabria. Il caseificio è funzionale a savings in the purchase of chemical fertilizers and lower
oltre 110 imprese produttrici di lat- fuel consumption resulting from reduced tillage. The farm
te e consente loro di essere inserite has given foremost importance to the research about
in una dimensione internazionale, traditional crops of Tavoliere delle Puglie and, in recent
visto che il 60% della produzione years, it has invested substantially in organic farming. The
viene esportato grazie ad accordi challenge of A.R.T.E. is to close the value chains: it did it
di vendita dei propri formaggi con with the production of organic pasta Senatore Cappelli
catene della grande distribuzione and it has been doing it by using hemp to produce
negli Stati Uniti. flours, oils, etc. The farm, finally, uses 100% of the thermal
energy produced by the biogas plant.
A.R.T.E.
La società A.R.T.E. è stata in-
signita del Premio “Viller Boicel-
li 2017” per l’impegno profuso Enrico Dall’Olio
nello sviluppo dell’azienda, dove con l’on. Capozzolo
si praticano nuove rotazioni col-
turali (sulla), interramento del
digestato e semina su sodo, con
notevoli risparmi sia nell’acquisto
dei fertilizzanti di sintesi, sia per
il minor consumo di carburante
grazie alle minori lavorazioni del
terreno.
L’azienda ha attribuito grande
importanza alla ricerca di colture
tradizionali del Tavoliere delle Pu-
glie e, negli ultimi anni, sono stati
effettuati cospicui investimenti
Massimo Zaghi
nel passaggio di ampie porzioni
con l’on. Bianchi
di superficie agricola all’agricol-
tura biologica. La sfida di A.R.T.E.
è quella di chiudere le filiere: lo
ha fatto con la produzione della
pasta biologica Senatore Cappel-
li e lo sta facendo con la canapa
da cui produce farine, olii, ecc. In
azienda, infine, viene utilizzato il
100% dell’energia termica pro-
dotta dall’impianto biogas.
28 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

IL NUOVO DECRETO
MINISTERIALE
SUI SOTTOPRODOTTI
Di Lorella Rossi

Emanata lo scorso marzo l’attesa norma


volta a favorire una corretta gestione “formale”
delle materie prime in ingresso all’impianto biogas

Published in last March the new decree


which favour a correct “formal” management
of raw materials input at biogas plant

I
n data 2 marzo 2017 è entrato quale il ricorso ai sottoprodotti è
in vigore il decreto del Mini- strategico sia in termini di sosteni-
stero dell’Ambiente 13 ottobre bilità ambientale che economica.
2016, n. 264 (“Regolamento re- Per questi motivi il CIB – Consor-
cante criteri indicativi per age- zio Italiano Biogas - lo scorso 14
volare la dimostrazione della sussi- marzo ha promosso uno specifico
stenza dei requisiti per la qualifica evento, riservato ai propri soci (ol-
dei residui di produzione come tre 70 partecipanti), in cui è stata
sottoprodotti e non come rifiuti” fatta un’analisi di dettaglio degli
GU n. 38 del 15/02/17), meglio aspetti tecnici e pratici di applica-
noto come “decreto sottoprodotti”. zione della nuova normativa.
Il decreto, atteso da tempo, è La finalità del Decreto, infatti, è
nato dalla esigenza di supportare proprio quella di “favorire ed age-
la filiera agro-energetica, per la volare l'utilizzo come sottoprodotti
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 29

di sostanze ed oggetti che deriva- Di seguito viene analizzato un tà e con riferimento a sostanze ed
no da un processo di produzione e dettaglio degli aspetti essenziali oggetti diversi da quelli precisati
che rispettano specifici criteri, non- introdotti dalla nuova norma: nel decreto, o che soddisfano cri-
ché assicurare maggiore uniformi- - Il decreto non è “esaustivo” teri differenti, che una sostanza o
tà nell'interpretazione e nell'appli- del tema “sottoprodotti”; resta sal- un oggetto derivante da un ciclo di
cazione della definizione di rifiuto va la possibilità di dimostrare, con produzione non è un rifiuto, ma un
e nelle modalità di verifica delle ogni mezzo ed anche con modali- sottoprodotto (Figura 1);
condizioni richieste di cui all'arti-
colo 184-bis del decreto legislati-
vo 3 aprile 2006, n. 152. RIFIUTI
MATERIE PRIME
Si tratta pertanto di uno stru- ORGANICI
(vegetali e animali)
mento utile per perseguire una
gestione “formale” sempre più
corretta delle materie prime in
ingresso agli impianti di biogas,
indispensabile non solo per non
incorrere in sanzioni penali e/o
CICLO DI PRODUZIONE
amministrative ai sensi della nor- PRODOTTI
mativa ambientale (Dlgs 152/02 e FINITI
s.m.i.), ma anche per godere della
maggiore incentivazione economi-
ca prevista secondo i criteri detta- a) ATTIVITÀ
ti dalle diverse normative (DM 6 SOTTOPRODOTTI/I Uso energetico certo
luglio 2012, DM 23 giugno 2016,
b) IMPIANTO
decreto biometano in itinere).
Nel decreto sono stati chiariti
alcuni importanti aspetti legati alla a) o b) INDIVIDUATO O INDIVIDUABILE AL MOMENTO DELLA PRODUZIONE
corretta applicazione dei quattro
requisiti richiesti per la piena ap-
plicazione del concetto di “sotto- Figura 1: Filiera agroalimentare: schema generico di ciclo produttivo ed individuazione dei flussi
prodotto” ai sensi dell’art. 184 bis classificabili come sottoprodotti.
del DLgs n. 152/2006 e s.m.i. Figure 1: Agrifood chain: generic scheme of production cycle and detection of sub-product fluxes

BIOGAS DA PAGLIA
Abbiamo il piacere di presentarvi la • Volete ridurre drasticamente il costo
nuova tecnologia di pre-trattamento delle materie prime?
della biomassa Economizer Steam
• Volete progettare un impianto di
Explosion. Ora è possibile utilizzare bio-metano senza l’uso di insilati?
materie prime ampiamente disponi-
bili a basso costo, come paglia e le- • A breve si annunceranno le date per
tame (di qualsiasi tipo), e convertirle una giornata informativa in Italia.
in "carburante" per il vostro impianto « Impianto consegnato a un cliente in
facilmente digestibile e ad alto ren- Gran Bretagna, che produce 960 kW
dimento. da 21 tonnellate di paglia al giorno.

Video dei nostri sistemi sono disponibili all’indirizzo: www.biogas-systems.com/en/gallery/movies


30 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

bilità” sono imperativi a cui non


ci si può sottrarre;
- È stato fornito un elenco di
operazioni che, quando effet-
tuate presso l’impianto utilizza-
tore, si configurano come “nor-
male pratica industriale” e non
inficiano quindi la classificazio-
ne del sottoprodotto come tale:
si tratta di quelle operazioni che
non hanno lo scopo di adeguare
le caratteristiche della matrice
per ridurne l’impatto sull’am-
biente e/o sulla salute umana
(Figura 2);
- E’ confermata l’importanza del-
la dimostrazione della “certezza
del riutilizzo” e come elemento
di prova principale si indica il
“contratto” tra il produttore del
residuo, eventuali intermedia-
ri e gli utilizzatori, dal quale si
devono evincere le informazio-
ni relative alle caratteristiche
tecniche dei sottoprodotti, alle
- È ammessa la presenza di un relative modalità di utilizzo ed
soggetto terzo (gestore, tra- alle condizioni della cessione
sportatore, intermediario), oltre che devono risultare vantaggio-
al produttore e all’utilizzatore, se (utilità economica o di altro
ma è ribadito chiaramente che tipo).
comunque i requisiti e le condi- - In assenza di contratto tra le
zioni richiesti per la classifica- parti, la certezza dell’utilizzo e
zione come sottoprodotto de- l’intenzione di non disfarsi del
vono essere soddisfatti in tutte residuo sono dimostrati me-
le fasi della gestione del flusso diante la predisposizione di una
in oggetto, dalla produzione specifica “scheda tecnica” che
all'impiego nello stesso proces- deve comunque contenere tut-
so o in uno successivo. In altre te le informazioni necessarie a
parole “tracciabilità e rintraccia- consentire l’identificazione del

SOTTOPRODOTTI/I

Normale pratica industriale


lavaggio, essiccatura, insufflazione
di aria, raffinazione, triturazione,
IMPIANTO DI BIOGAS omogeneizzazione, fermentazione
naturale, centrifugazione, disidratazione,
sedimentazione e chiarificazione,
disgregazione fisico-meccanica

Figura 2: Le operazioni rientranti nella


“Normale pratica industriale” presso l’impianto biogas DIGESTORI
Figure 2: The operations included into
“Normal industrial practice” at biogas plant
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 31

sottoprodotto in oggetto, le sue


caratteristiche tecniche, l’attivi-
tà o la tipologia di impianti ido-
nei ad utilizzarli, le tempistiche
e modalità congrue per il de-
posito e per la movimentazione
dei sottoprodotti, dalla produ-
zione fino all’utilizzo nel pro-
cesso di destinazione. In caso
di modifiche sostanziali del pro-
cesso di produzione o di desti-
nazione del sottoprodotto, tali
da comportare variazioni delle
informazioni rese, deve essere
predisposta una nuova scheda
tecnica, ognuna delle quali deve
essere numerata, vidimata e ge-
stita con le procedure e le mo-
dalità fissate dalla normativa sui
registri IVA. Quando il sottopro-
dotto è ceduto all’utilizzatore,
la scheda tecnica deve essere
accompagnata da una “dichiara-
zione di conformità” alla relati-
va “scheda tecnica” a firma del
produttore.
- In merito alle operazioni di
deposito e movimentazione, è
ammessa la possibilità di accu-
mulare sottoprodotti provenien-
ti da diversi impianti o attività,
purché abbiano le medesime
caratteristiche e non ne ven-
gano alterati i requisiti che ne
garantiscono l'utilizzo secondo
i criteri del decreto. Nella prati-
ca, tuttavia, tale possibilità deve
fare i conti con la necessità di
garantire sempre e comunque
la tracciabilità dei flussi dal pro-
duttore all’utilizzatore, anche
nel caso di soggetto terzo che fa
da tramite tra i due.
- Il produttore e l'utilizzatore del
sottoprodotto possono iscriversi,
32 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

senza alcun onere economico, in


apposito elenco pubblico istituito
presso le Camere di commercio
territorialmente competenti, ma
tale iscrizione non è vincolante;
lo scopo è infatti quello di creare
una Piattaforma che favorisca lo
scambio tra domanda e offerta,
senza andare oltre.
In conclusione il decreto ha por-
tato qualche elemento di certezza
in più in merito ad aspetti spesso
oggetto di discussione e di con-
tenziosi (si pensi alla definizione di
“normale pratica industriale”) ed
ha nella sostanza confermato l’ap-
proccio attento e cautelativo che il
CIB - Consorzio Italiano Biogas ha
sempre tenuto e consigliato ai pro-
pri associati sul tema “sottoprodot-
ti”, come testimoniato dal Position
Paper pubblicato nel 2012.
La valorizzazione energetica dei
sottoprodotti è, infatti, un tema
alquanto caro ai produttori di bio-
gas e lo sarà sempre di più in vista
della produzione del biometano
come “biocarburante avanzato”.

NATI PER M
IGLIORARE LE IMPIANTO
PERFORMANCE DEL TUO

 SOS Ristabilizza velocemente l'efficienza del tuo impianto


 PROCUT Enzima che abbassa ingestione e autoconsumi
 PRODOTTI SARTORIALI Formuliamo il prodotto perfetto:
il giusto mix tra microelementi ed enzimi
 TRATTAMENTO INSILATI Conserva e ottimizza la
redditività del tuo insilato

Via Monte Baldo, 10 - 37062 Villafranca di Verona


Tel +39 045 6340238 – Fax +39 045 4727324 - info@agritrade.it - www.agritrade.it
Capitale Sociale € 100.000 i.v.
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 33

ACCETTABILITÀ
SOCIALE
DEL BIOGAS Di Lorenzo Maggioni e Carlo Pieroni

Progetto ISAAC:
mappatura delle contestazioni contro il biogas

ISAAC project: mapping


of biogas disputes

I
http://www.isaac-project.it

l progetto ISAAC -Increasing So- ha previsto un’attenta analisi della


cial Awareness and ACceptance rassegna stampa dell’intero anno
of biogas and biomethane-, fi- 2015 (32 quotidiani a diffusione
nanziato dal programma euro- nazionale, 19 riviste specializzate
peo Horizon 2020, si avvicina al e 360 testate locali) e la sommini-
giro di boa. strazione di 1.200 questionari ad
Scopo principale del proget- imprenditori del settore biogas.
to, che vede la partecipazione di La ricerca ha permesso di iden-
Azzero CO 2, Legambiente, CNR, tificare i principali casi di oppo-
Associazione Chimica Verde Bio- sizione, di collocarli geografica-
net e Consorzio Italiano Biogas, è mente e di classificarli secondo i
quello di rimuovere inadeguatez- seguenti criteri: biomassa usata
ze normative e barriere non tec- dall’impianto (FORSU o agricola),
nologiche come la mancanza di periodo durante il quale si è regi-
accettazione pubblica e di coor- strata la contestazione (durante la
dinamento per la diffusione degli fase autorizzativa, con l’impianto
impianti, in maniera da sostenere in esercizio o in entrambi i mo-
la penetrazione del biogas/bio- menti), causa principale della con-
metano nel mercato italiano e ren- testazione (odori, rumore, paura
dere più semplice la realizzazione per possibile aumento di rischi di
degli impianti all’interno del con- inquinamento, ecc.).
testo nazionale. I risultati rivelano che circa
Una delle prime attività del l’8% degli impianti biogas (119
progetto ISAAC è stata la mappa- su 1.555) ha subito fenomeni di
tura dei più importanti episodi di contestazione. Dei 119 impianti
movimenti dell’opinione pubblica contestati, 19 riguardavano im-
contro il biogas. pianti alimentati a FORSU mentre
Lo studio, condotto dal CIB, 83 erano impianti agricoli.
34 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

1400 20,0
1282 17,9
1200
15,0
1000

800
10,0
600
6,3 8,5
400 5,0
156
200
81 28 117 10
0 0,0
Nord Italia centro Italia Sud Italia + isole

Numero totale impianti biogas totali


Biogas plants total number Nord Italia centro Italia Sud Italia + isole

n. impianti biogas contestati 1282 156 117


n. of contested biogas plants
81 28 10
% impianti biogas contestati (sul totale)
6,3 17,9 8,5
% of contested biogas plants

Grafico 1: percentuale di impianti contestati rispetto al totale per area geografica


Graph 1: percentage of disputed plants compared to the total by geographic area

Considerando il periodo duran- BIOGAS


te il quale si sono verificati i feno-
meni di contestazione, in 42 casi
SOCIAL ACCEPTABILITY
(35% del totale) essi sono avvenuti The ISAAC -Increasing Social Awareness and ACceptance
durante la fase di autorizzazione, in of biogas and biomethane- project, funded by the
34 casi (29% del totale) con l’im- European Horizon 2020 program, is completing its first half.
pianto operativo e in 18 casi in en- The main aim of the project, which involves Azzero
trambi i momenti. CO2, Legambiente, CNR, the Green Bionet Chemical
Il problema più frequentemen- Association and the Italian Biogas Consortium, is to
te avvertito è quello dei cattivi remove regulatory inadequacies and non-technological
odori (37,8% dei casi), seguito nel barriers such as the lack of public acceptance and co-
34,5% dei casi dalla paura di pos- ordination for the diffusion of biogas plants, to support the
sibili rischi di carattere ambientale penetration of biogas/biomethane into the Italian market
-inquinamento delle falde e dei and to make it easier to implement plants within the
corsi idrici superficiali- o riguardan- national context.
ti la salute pubblica -inquinamento Among the first activities of the ISAAC project, a mapping
dell’aria, rischio di esplosioni o in- of the most important episodes of public opinion
cendi, ecc. movements against biogas has been carried out. The
Al terzo posto, nel 17,9% dei study, conducted by CIB, required a careful analysis of
casi, vengono i problemi legati the press review of the whole year 2015 (32 national
all’aumento del traffico veicolare newspapers, 19 specialized journals and 360 local
-trasporto delle biomasse e del di- newspapers) and the delivery of 1,200 questionnaires
gestato. to biogas entrepreneurs. The research has made it
Importante evidenziare che nel possible to identify the main opposition cases, locate
13% dei casi, i “cattivi odori” hanno them geographically and classify them according to the
spinto alla protesta quando l’im- following criteria: biomass used by the plant (OFMSW
pianto era solamente in fase auto- or agricultural), period of the protest (during the
rizzativa, ovvero in totale assenza authorization phase, during the operation phase, or both),
del problema. main cause of the dispute (odors, noise, fear of possible
Pure significativo il fatto che la increased risk of pollution, etc.).
paura per “rischi di carattere am- The results show that approximately 8% of biogas plants
bientale” sono stati registrati nel (119 out of 1,555) have been subject to protest.
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 35

54% dei casi sempre durante la Out of them, 19 were for OFMSW plants and 83 were
fase autorizzativa per poi ridursi ad agricultural plants. As for the period of the protests, in
un 5% una volta che l’impianto è 42 cases (35% of the total) they occurred during the
entrato in funzione. authorization phase, in 34 cases (29% of the total) during
Considerando invece il rappor- the operation phase and in 18 cases at both times. The most
to tra gli impianti contestati e quelli commonly known problem is bad smell (37.8% of cases),
esistenti, la percentuale più alta ap- followed by fear of possible environmental hazards -aquatic
partiene al Centro Italia (28 impian- groundwater and surface water courses pollution- or public
ti su 156). Il secondo posto è oc- health hazards -air pollution, risk of explosions or fires, etc.-
cupato dal Sud Italia e le Isole (10 (34.5% of cases). Thirdly, in 17.9% of cases the problems
su 117). Il Nord Italia, nonostante were related to the increase in vehicular traffic to move
abbia registrato il maggior numero biomasses and digestate. It is important to point out that in
assoluto di contestazioni, presenta 13% of cases, “bad smell” ignited the protests when the plant
la percentuale più bassa di impianti was only in its authorization phase, that is in total absence of
contestati rispetto a quelli esistenti the problem. Significantly, fears of “environmental hazards”
per area geografica (grafico 1). were recorded in 54% of cases during the authorization
Avendo registrato un simile an- phase, being then reduced to a 5% once the plant was
damento anche su base provincia- operational. The highest percentage of contested plants
le, è possibile concludere come l’o- against existing plants is in Central Italy (28 plants out of
pinione pubblica manifesti minore 156), followed by Southern Italy and the islands (10 out of
diffidenza nei confronti del biogas 117). Northern Italy, despite having recorded the highest
laddove esista un maggior nume- number of complaints, has the lowest percentage of disputed
ro di impianti operativi e, dunque, plants compared to the total number of plants (see Chart 1).
dove esiste un più alto livello di co- Having recorded such a trend on a provincial basis as
noscenza di quello che realmente well, it is possible to conclude that public opinion shows
è questo comparto produttivo. less distrust towards biogas where there are more plants
Viceversa, la mancanza di in operation and therefore where there is a higher level
esperienza genera una serie di of knowledge of what the biogas sector actually is. On
paure che porta a vedere con pre- the contrary, the lack of experience generates a series of
giudizio la possibile realizzazione fears that lead to a biased opinion regarding the possible
di un nuovo impianto. realization of a new plant.

Informazioni dalle Aziende

VALORIZZA IL TUO DIGESTATO CON LA


LINEA DI-GEST

EURO TSA ha sviluppato la linea Di-gest: innovativi for- me fino a 12 settimane dalla distribuzione.
mulati da aggiungere al digestato e/o liquame in gra- Tale formulato trova ampia applicazione in presenza di
do di incrementarne e valorizzarne l’efficienza nutritiva. suoli sabbiosi, in cui il potere ossidativo risulta molto ele-
AZOFIX PLUS è una soluzione di Ammonio tiosolfato at- vato. N-Digest DCD si impiega alla dose di 7-50 lt/ha in
tivato tramite un innovativo complesso organico in gra- funzione della quantità di liquame/digestato che viene
do di rallentare il processo di nitrificazione, favorendo la distribuito e al suo contenuto di azoto.
fissazione dell’azoto ammoniacale nel suolo.
AZOFIX PLUS deve essere aggiunto alla dose di 50-100 LITOFLUID è una linea di prodotti a base di carbonato
kg/ha al liquame e/o digestato riducendo le perdite di calcio liquido finemente macinato ad attività ammen-
azotate da lisciviazione e volatilizzazione, valorizzando le dante, migliorando: struttura, fertilità e pH del terreno;
unità fertilizzanti azotate contenute nel refluo zootecnico. ristabilendo gli equilibri chimico fisici. Per determinare
il dosaggio da utilizzare si consiglia di fare un’analisi del
N-Digest DCD è una soluzione liquida a base di Dician- terreno e consultare il servizio tecnico.
diammide (330 g/l) in grado di fissare e rendere disponi-
bile nel suolo l’azoto contenuto nel digestato e/o liqua- Per info: EURO TSA tel. 0363 337114 - marketing@eurotsa.it
36 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

I CONTRATTI DI RETE
IN AGRICOLTURA
Di Maria Cristina D’Arienzo
Area legale e Reti di impresa di Confagricoltura

Evoluzione della normativa e nuove


opportunità per le aziende agricole

L
a disciplina che regolamenta rete, come forma più accentuata di co- interpretato comunque alla luce delle
le reti di impresa è in continua operazione tra le imprese. Pertanto le caratteristiche proprie delle reti di im-
evoluzione. imprese agricole in rete, sulla base di presa.
Le ultime normative introdotte un programma condiviso, esercitano Per quanto attiene ai requisiti sog-
dai Decreti legge 76/2013 e in comune delle attività produttive che gettivi, il contratto di rete “agricolo”
91/2014 dedicano particolare atten- favoriscano la crescita delle imprese deve essere formato da sole imprese
zione al contratto di rete nel settore partecipanti alla rete stessa. agricole singole o associate, di cui
agricolo. È infatti prevista una nor- Nell’applicazione di queste nor- all'art. 2135 c.c., definite come piccole
mativa speciale, destinata alle sole me, Confagricoltura ha riscontrato e medie (PMI) ai sensi del Regolamen-
imprese agricole, che incide sulle mo- alcuni punti dubbi e ha presentato to (CE) n. 800/2008 e, cioè, quelle che
dalità di organizzazione dell’attività richiesta di consulenza giuridica all’A- occupano meno di 250 persone, il cui
produttiva delle imprese stesse: da un genzia delle Entrate. L’Agenzia delle fatturato annuo non supera i 50 milioni
lato si introduce l’assunzione congiun- Entrate con risoluzione del 6 aprile di euro, ovvero il cui totale di bilancio
ta di lavoratori, dall’altro c’è una nor- 2017 ha dato risposta di cui diamo qui annuo non supera i 43 milioni di euro.
ma che favorisce i processi di aggre- alcune evidenze. Conseguentemente, possono par-
gazione fra le imprese per accrescere La risoluzione si riferisce espres- tecipare ad un contratto di rete “agri-
il livello di innovazione e competiti- samente alle reti del settore agricolo, colo” gli imprenditori che svolgono
vità. La normativa di riferimento (De- chiarendo aspetti che incidono sia l’attività agricola in forma individuale
creto 91/2014, convertito dalla Legge sull’assetto contrattuale dei rapporti ovvero collettiva (società di persone,
116/2014) ha dato particolare rilievo fra i retisti sia sui risvolti di natura fi- società di capitali, consorzi, coopera-
all’esercizio in comune di una o più at- scale. tive ecc.).
tività. Una collaborazione già prevista Nonostante le peculiarità del Per quanto concerne, invece, l’am-
nella legge istitutiva del contratto di contratto di rete agricolo, l’istituto va bito oggettivo del contratto, la norma-
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 37

tiva in esame trova applicazione nelle in comune, con divieto di monetiz- secondo il regime adottato.
ipotesi in cui imprese agricole metto- zazione delle spettanze; Per quanto concerne le imposte
no in comune i fattori della produzio- • che la divisione della produzio- dirette, l’Agenzia chiarisce che nei
ne per il raggiungimento dello scopo ne tra i retisti avvenga in maniera confronti dei soggetti che determi-
comune dichiarato nel contratto di proporzionata al valore del contri- nano il reddito agrario ex articolo 32
rete, ovvero una produzione agricola buto che ciascun partecipante ha del TUIR, trova applicazione l’art. 33, c.
che favorisca la crescita imprenditoria- apportato alla realizzazione del 2 dello stesso TUIR secondo cui “Nei
le delle imprese partecipanti, in inno- prodotto comune; casi di conduzione associata, salvo
vazione e competitività. • che i prodotti oggetto di divisione il disposto dell’articolo 5, il reddito
Pertanto, anche nel contratto di rete non vengano successivamente ce- agrario concorre a formare il reddito
agricolo, dovranno essere definiti: duti tra i retisti, dal momento che complessivo di ciascun associato per
• gli obiettivi di innovazione e di in- la ratio di tale tipologia di rete è il la quota di sua spettanza”.
nalzamento della capacità compe- fatto che essa è finalizzata alla pro- In breve, in considerazione del
titiva dei partecipanti; duzione. mantenimento dell’autonomia giuri-
• le modalità concordate tra gli stes- Circa gli effetti ai fini fiscali del dica delle singole imprese in rete e
si per misurare l’avanzamento ver- contratto di rete “agricolo” l’Agenzia della divisione del prodotto a titolo
so tali obiettivi; ha avuto modo di precisare, condivi- originario, in base alla quota conve-
• gli obiettivi specifici che costitu- dendo le tesi da noi esposte che ai fini nuta nel contratto di rete, si realizza
iscono il presupposto dell’indivi- IVA “la ripartizione della produzione una fattispecie riconducibile alla con-
duazione delle attività necessarie agricola tra i retisti, in quanto divisione duzione associata “in quanto ciascuna
per il conseguimento degli obiet- in natura dei prodotti a titolo origina- impresa agricola che aderisce al con-
tivi generali; rio, secondo le quote determinate nel tratto, unendo le proprie risorse con lo
• un programma di rete che con- contratto di rete, non produce effetti scopo di accrescere, individualmente
tenga l’enunciazione dei diritti e traslativi tra le imprese contraenti”. e collettivamente, la produzione in vir-
degli obblighi assunti da ciascun Ne deriva che “le operazioni po- tù delle sinergie realizzabili attraverso
partecipante e le modalità di rea- ste in essere al fine della realizzazione l’esercizio in comune delle attività pre-
lizzazione dello scopo comune; della menzionata produzione agricola viste nell’accordo, risulta conduttore,
• le modalità di ripartizione del pro- non assumono rilevanza ai fini dell’im- oltre che del proprio terreno, anche
dotto agricolo comune. posta in esame”. È stato, inoltre, pre- del fondo di proprietà delle altre im-
Va precisato che si è nell'ambito cisato, circa l’applicabilità del regime prese agricole partecipanti alla rete
del contratto di rete solo qualora il speciale di cui all’articolo 34 del DPR per la quota stabilita nel medesimo
programma di rete sia finalizzato alla n. 633/72, che la divisione del prodot- contratto”. Al fine di determinare il
produzione e ad ottenere l’effetto del- to, con conseguente acquisto a titolo reddito agrario da imputare a ciascun
la ripartizione del prodotto. originario, consente al singolo retista, retista, per la quota di propria spettan-
Ciò premesso, alla luce dei chia- in regime speciale, che cede a terzi i za, in sede di dichiarazione dei redditi,
rimenti forniti dal MIPAAF (circolare propri prodotti, indicati nella Tabella ciascuna impresa retista dovrà dichia-
n.15614 del 6 aprile 2017), l’Agenzia A, parte I, allegata al DPR n. 633/72, di rare, per la quota di prodotto ad essa
ribadisce che l’acquisto a titolo origi- continuare ad applicare le percentuali spettante, il reddito agrario di ciascu-
nario della produzione agricola (oltre di compensazione. no dei terreni messi in comune.
agli elementi generali presupposti Nel caso, inoltre, che la rete sia an- L’Agenzia ha quindi fissato delle
dalla norma) è subordinato alle se- che finalizzata alla vendita o sia dato precise condizioni per la operatività
guenti condizioni: comunque mandato ad un’impresa della norma contenuta nell’art. 1 bis
• che tutti i singoli retisti svolgano capofila per vendere i prodotti a terzi comma 3 citato (e per le conseguenze
attività agricole di base e che le (tramite mandato senza rappresentan- di natura fiscale, su cui infra). Tali im-
eventuali attività connesse, oltre za), che sia in regime speciale, la stes- portanti aspetti si traducono in preci-
a non risultare prevalenti, siano sa potrà correttamente applicare le se condizioni contrattuali, sia di natura
comunque legate alle prime da un percentuali di compensazione solo ed soggettiva che oggettiva, che dovran-
rapporto di stretta complementa- esclusivamente in relazione ai propri no essere contenute ed osservate nel
rietà (ad esempio, non sarà confi- prodotti, mentre per le cessioni relati- contratto di rete agricolo.
gurabile tale tipologia di rete, nel ve ai prodotti dei mandanti troveran-
caso in cui vi siano produttori di no applicazione le regole ordinarie di
uva ed uno faccia esclusivamente determinazione dell’imposta, previa
trasformazione); separazione delle attività, ai sensi
• che la messa in comune in comu- dell’articolo 36 del DPR n. 633/72.
ne dei terreni sia obbligatoria e sia Viene, altresì specificato che, il
significativa per tutti i partecipanti mandato rileverà, in quanto presta-
alla rete; zione di servizi, che in sede di ribalta-
• che la partecipazione al conse- mento fattureranno autonomamente
guimento dell’obiettivo comune, in base al regime adottato.
mediante divisione della mede- Se, invece, la capofila agisce in
sima tipologia di prodotto, si rea- nome e per conto dei mandanti, in
lizzi mediante apporti equivalenti presenza, cioè, di un mandato con
e condivisione dei mezzi umani rappresentanza, gli effetti si produr-
e tecnici, che siano proporzionati ranno direttamente in capo ai man-
alla potenzialità del terreno messo danti, che fattureranno direttamente
38 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

REGATEC 2017 Di Jörgen Held


Direttore Renewtec AB

Il 22 e 23 maggio in Italia
l’evento scientifico e industriale
di riferimento del settore biogas,
SPECIALE REGATEC 2017

gassificazione e Power-to-gas

On May 22-23 in Italy


the key scientific and industrial
conference on biogas,
gasification and Power-to-gas

I
Mission Scholwin, CEO di IBKE. La confe- serirlo, ma non ci aspettavamo molti
renza avrebbe dovuto avere un fo- contributi in termini di presentazioni,
l metano rinnovabile avrà un cus tecnico ed essere rivolta sia al poster o espositori. Sapevamo in re-
ruolo centrale nella matrice ener- mondo accademico sia all’industria. altà ancora poco circa il rapido pro-
getica del futuro come combusti- La prima conferenza REGATEC si è gresso del Power-to-gas. Quest’anno
bile sostenibile ad alta efficienza tenuta in Svezia nel 2014 e ha atti- i contributi relativi al Power-to-gas
e bassissime emissioni, che può rato 160 persone provenienti da 25 sono almeno sullo stesso livello di
essere prodotto in molti modi. RE- paesi e 30 aziende espositrici. Allora, quelli del biogas e della gassificazio-
GATEC ha l’ambizione di riunire i i progressi nella gassificazione indi- ne, con diverse presentazioni nelle
settori del biogas, della gassifica- retta avevano aperto la possibilità di sessioni plenarie e in quelle paralle-
zione e del Power-to-gas insieme al produrre biometano in impianti di le, manifesti, espositori e sponsor le-
mondo della ricerca e all’industria piccola taglia, e l’obiettivo primario gati al Power-to-gas. Due interessanti
ed essere una piattaforma che pone era quindi avvicinare la comunità del progetti sul Power-to-gas che saran-
al centro le più recenti innovazioni biogas a quella della gassificazione e no presentati a REGATEC 2017 sono
e genera nuove idee e nuova cono- metanazione di piccola scala. Diver- descritti di seguito nell'articolo.
scenza. se sinergie erano possibili, conside-
rando in particolare la necessità da Il presente
La storia parte del mondo della gassificazio-
ne di utilizzare quelle tecnologie di REGATEC 2017 è un evento in
L’idea di avviare un ciclo di Con- separazione dell’anidride carbonica collaborazione con il CIB, e siamo
ferenze Internazionali sulla Renewa- che da anni utilizzate dal mondo del felici di organizzarlo nella splendida
ble Energy Gas Technology -REGA- biogas. Ci siamo chiesti se dovevamo cornice del lago di Garda e di gode-
TEC-, è nata nel 2013 durante una includere il Power-to-gas tra i temi re dell’ospitalità, del cibo e della cul-
discussione tra il Dr. Jörgen Held, della prima conferenza REGATEC op- tura italiani. Il supporto da parte di
CEO di Renewtec AB e il Prof. Frank pure no. Alla fine decidemmo di in- CIB è molto apprezzato e speriamo
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 39

che questa fruttuosa collaborazione


sia il punto di partenza per futuri REGATEC 2017
progetti e attività congiunte.
Mission
Il progetto SOLETAIR
carburanti e prodotti chimici Renewable methane will play a central part in the future
dal sole e dall’aria energy system as a sustainable fuel that can be used with high
Fonte: www.soletair.fi efficiency and ultralow emissions. There are a multitude of
Il progetto è coordinato da Dr. Pekka Simell, conversion routes for the production of renewable methane.
VTT Technical Research Center of Finland Ltd. REGATEC has the ambition to bring the biogas, gasification
and Power-to-gas sectors together as well as academia and
Il progetto SOLETAIR mira a industry and be a platform where the latest advances are
sviluppare e dimostrare un proces- highlighted and new insights and new ideas are born.
so per il riutilizzo della CO2 dall’at-
mosfera per produrre combustibili History
sostenibili e prodotti chimici. Il con-
cetto SOLETAIR si basa su modelli The idea to start an International Conference series on
di produzione Power-to-X (PtX), in Renewable Energy Gas Technology, REGATEC, was born in
cui il surplus di energia elettrica 2013 in a discussion between Dr. Jörgen Held, CEO Renewtec
rinnovabile per esempio da ener- AB and Prof. Frank Scholwin, CEO IBKE. The conference
gia solare o eolica è trasformato would have a technical focus and be directed towards both
in idrogeno mediante elettrolisi academia and industry. The first REGATEC conference took
dell’acqua. L’idrogeno è combi- place in Sweden in 2014 and attracted 160 people from
nato con la CO2 in un’unità sintesi 25 countries and 30 exhibitors. At that time, the advances
Fischer-Tropsch per produrre idro- in indirect gasification had opened up the possibility to
carburi che sono adatti per la pro- produce biomethane in small scale plants and the primary
duzione di combustibile e prodotti focus was to bring the biogas community closer to the
chimici. small-scale gasification and methanation community. Several
L’integrazione dei singoli com- synergies were obvious, especially the need for carbon
ponenti del sistema, e cioè l’ener- dioxide separation technologies on the gasification side,
gia elettrica da fonti rinnovabili, technologies that were commercially available on the biogas
l’elettrolisi, la cattura della CO2 side since several years. We were ambivalent if we should
dall’aria e la sintesi per un utilizzo include Power-to-gas or not in the first REGATEC conference.
dell’energia accumulata (PtX), è ad Finally, we decided not to exclude Power-to-gas but we
un livello ancora molto precoce didn’t expect many contributions in terms of presentations,
e richiede intensi sforzi di ricerca posters or exhibitors. Little did we know about the rapid
per poter passare allo stadio indu- progress related to Power-to-gas. This year the Power-to-gas
striale. Il lavoro punta soprattutto a contributions are at least on the same level as for biogas
imparare come integrare insieme and gasification and there are several presentations both
tutti i singoli componenti e portare in plenary and parallel sessions, posters, exhibitors and
l’idea a una fattibile realizzazione. Il sponsors related to Power-to-gas. Two very exciting Power-to-
concetto integrato SOLETAIR sarà gas projects which will be presented at REGATEC 2017 are
dimostrato nell’estate 2017. Nel described further down in this article.
progetto SOLETAIR, il campo solare
dell’Università Tecnologica di Lap-
peenranta (LUT) produce l’energia
elettrica da fonti rinnovabili per la
produzione di idrogeno. Il gruppo
idrico elettrolizzatore da 5 kW è
basato su una tecnologia a mem-
brana a scambio protonico (PEM)
prodotta dal gruppo EWII. L’unità
può produrre 1 Nm3/h di idrogeno
a pressione massima di uscita pari
a 50 bar.
Il processo SOLETAIR utilizza
inoltre la CO2 atmosferica. L’ani-
dride carbonica viene raccolta da
un’unità Direct Air Capture (DAC)
sviluppata da VTT e Hydrocell Oy. La
tecnologia è basata sul sistema del
cyclic temperature-vacuum-swing su
adsorbenti solidi a base di ammine.
La velocità di produzione è di 3,8 kg Figura 1: I concetti dell’Unità produttiva mobile di sintesi SOLETAIR
di CO2 al giorno. Figure 1: SOLETAIR Mobile Synthesis Unit production concepts
40 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

VTT ha inoltre sviluppato insieme Present


con IneraTec GmbH una Unità di
Sintesi Mobile (MOBSU), che verrà REGATEC 2017 is organized in collaboration with CIB and
utilizzata nella dimostrazione SO- we are happy to arrange the event in the beautiful lake
LETAIR per la produzione di meta- Garda region and enjoy the Italian hospitality, food and
no, combustibili liquidi e cere soli- culture. The support from CIB is highly appreciated and we
de. Il MOBSU contiene tre reattori: hope that this successful collaboration will be the starting
rWGS per la produzione di CO, la point for extended future cooperation and projects.
metanazione della CO2 e la sintesi
Fischer-Tropsch. La portata del gas The SOLETAIR project
di alimentazione è 5 m3 N/h e, in Fuels and Chemicals from the Sun and Air
modalità Fischer-Tropsch, la velocità Source: www.soletair.fi
di produzione è di 0,5 bpd. The project is coordinated by Dr. Pekka Simell, VTT Technical
Il sistema di Fischer-Tropsch è Research Center of Finland Ltd.
composto da un reattore catalitico
intensificato, una trappola calda per The SOLETAIR project aims to develop and demonstrate
condensare i prodotti solidi e una a process for reusing CO2 from atmosphere to sustainable
SPECIALE REGATEC 2017

trappola fredda per la condensa- fuels and chemicals. The SOLETAIR concept is based on
zione dei prodotti liquidi. Il cataliz- Power-to-X (PtX) production models, in which surplus
zatore Fischer-Tropsch è il cobalto. renewable electricity e.g. from solar and/or wind power
Il prodotto liquido viene analizzato will be transformed into hydrogen by water electrolysis.
mediante un gas cromatografo. This hydrogen is combined with CO2 in a Fischer-Tropsch
synthesis unit to produce hydrocarbons that are suitable
Il progetto HELMETH for fuel and chemical production. The integration of the
Fonte: www.helmeth.eu individual system components: renewable electricity,
Il progetto è coordinato dal Prof. Dimosthenis electrolysis, CO2 capture from air and synthesis to a power
Trimis del Karlsruher Institute of Technology, storage use (PtX) is at a very premature level and requires
in Germania. intense research efforts to become a commodity. The
main objectives of the work are to learn how to integrate
L’obiettivo del progetto HEL- all individual components together and how the concept
METH è testare l’idea di una tecno- can be realized in a feasible way. The integrated SOLETAIR
logia Power-to-gas (P2G) altamen- concept will be demonstrated in the summer 2017. In
te efficiente che utilizza il metano the SOLETAIR project, the solar field of Lappeenranta
come deposito chimico e integra University of Technology (LUT) produces the renewable
termicamente l’elettrolisi ad alta electricity for the hydrogen production. The 5-kW water
temperatura (tecnologia SOEC) electrolyser unit is based on a proton exchange membrane
con la metanazione. Questa inte- (PEM) technology by EWII Group. The unit can produce 1
grazione termica, che equilibra i Nm3/h of hydrogen at maximum 50 bar outlet pressure.
processi esotermici ed endoter- The SOLETAIR process also utilizes atmospheric CO2. The
mici, è un’innovazione ad alto carbon dioxide is collected by a Direct Air Capture (DAC)
potenziale per creare soluzioni di unit developed by VTT and Hydrocell Oy. The technology
stoccaggio altamente efficienti in is based on cyclic temperature-vacuum-swing adsorption
termini energetici per l’energia rin- on solid amine sorbents. The production rate is 3.8 kg of
novabile, senza alcuna limitazione CO2 per day. VTT has also developed together with IneraTec
di capacità e durata, in quanto for- GmbH a Mobile Synthesis Unit (MOBSU), which will be used
nisce un gas naturale rinnovabile in the SOLETAIR demonstration for methane, liquid fuels and
(SNG) pienamente compatibile con solid waxes production. The MOBSU contains three reactors:
la rete di trasporto e l’infrastruttura rWGS for CO production, CO2 methanation and Fischer-
di stoccaggio esistenti. La realizza- Tropsch synthesis. The feed gas flow rate is 5 m3 N/h and in
zione della tecnologia P2G come the Fischer-Tropsch mode, the production rate is 0.5 bpd.
proposto nell’ambito del progetto The Fischer-Tropsch system is composed of an intensified
HELMETH necessita di diverse fasi catalytic reactor, a hot trap for condensing solid products
di sviluppo. HELMETH si concentra and a cold trap for the condensing of the liquid products.
su due principali obiettivi tecnici e The Fischer-Tropsch catalyst is cobalt. The liquid product is
socio-economici che devono esse- analysed by a gas chromatograph.
re soddisfatti al fine di dimostrare
la fattibilità della tecnologia: The HELMETH project
• L’elaborazione delle condizioni/ Source: www.helmeth.eu
scenari per la fattibilità econo- The project is coordinated by Prof. Dimosthenis Trimis, Karlsruher
mica del processo P2G per pro- Institute of Technology, Germany.
durre metano da usare come
stoccaggio energetico, senza The objective of the HELMETH project is the proof
deteriorare il bilancio di CO2 of concept of a highly efficient Power-to-Gas (P2G)
dell’intero processo. technology with methane as a chemical storage and by
• La dimostrazione della fattibi- thermally integrating high temperature electrolysis (SOEC
lità tecnica di una conversione technology) with methanation. This thermal integration
delle energie rinnovabili non balancing the exothermal and endothermal processes
programmabili in metano con is an innovation with a high potential for a most energy-
una efficienza superiore all’85%, efficient storage solution for renewable electricity, without
superiore quindi al rendimento any practical capacity and duration limitation, since it
del processo convenzionale di provides SNG (Substitute Natural Gas) as a product, which
elettrolisi dell’acqua per la ge- is fully compatible with the existing pipeline network
nerazione di idrogeno. and storage infrastructure. The realization of the P2G
Nell’ambito del progetto HEL- technology as proposed within HELMETH needs several
METH l’obiettivo principale con- development steps and HELMETH focuses on two main
siste nello sviluppo di un modulo technical and socio-economic objectives, which have to be
P2G pressurizzato completo, costi- met in order to show the feasibility of the technology:
tuito da un modulo elettrolizzatore • Elaboration of the conditions / scenarios for an
di vapore in pressione, integrato economic feasibility of the P2G process towards
termicamente con un modulo otti- methane as chemical storage, without significantly
mizzato di metanazione dell’anidri- deteriorating the CO2-balance of the renewable
de carbonica. electricity.
Il progetto HELMETH testerà e di- • Demonstration of the technical feasibility of a
mostrerà che: conversion efficiency > 85 % from renewable electricity
• la conversione di energia elettri- to methane, which is superior to the efficiency for
ca da fonti rinnovabili in un idro- the generation of hydrogen via conventional water
carburo stoccabile attraverso electrolysis.
un processo di elettrolisi ad alta Within HELMETH the main focus lies in the development
temperatura è fattibile, of a complete pressurized P2G module consisting of a
• processi di metanazione e di pressurized steam electrolyser module, which is thermally
elettrolisi ad alta temperatura integrated with an optimized carbon dioxide methanation
possono essere termicamen- module.
te integrati per realizzare una The HELMETH project will prove and demonstrate that:
conversione più efficiente sfrut- • the conversion of renewable electricity into a storable
tando il calore della reazione hydrocarbon by high-temperature electrolysis is a
esotermica di metanazione nel feasible option,
processo di elettrolisi ad alte • high temperature electrolysis and methanation can
temperature, be coupled and thermally integrated towards highest
• è possibile aumentare l’efficien- conversion efficiencies by utilizing the process heat
za del processo P2G tramite la of the exothermal methanation reaction in the high
combinazione di elettrolisi del temperature electrolysis process,
valore pressurizzato ad alta tem- • increasing the efficiency of the P2G process via the
peratura e metanazione dell’ani- combination of pressurized high temperature steam
dride carbonica. electrolysis with carbon dioxide methanation.

Figura 2: Il concetto HELMETH P2G


con elettrolisi ad alta temperatura
integrata termicamente e metanazione
dell’anidride carbonica
Figure 2: HELMETH P2G concept with
thermally integrated high temperature
electrolysis and carbon dioxide
methanation
42 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

PROGRAMME 22nd OF MAY

11:00-12:00 Registration

12:00-13:00 Lunch

Dr. Jörgen Held & Prof. Frank Scholwin


13:00-13:15
Welcome and conference introduction

Dr. Lorenzo Maggioni, CIB


13:15-13:30
Biomethane development in Italy

Mr. Tim Cayford, Eurogas


13:30-14:00
The role of renewable gas for the European natural gas industry

Mr. Christopher Voell,


PROGRAMME 22nd OF MAY

14:00-14:30 US Environmental Protection Agency


Renewable methane in the US – a growing opportunity

14:30-15:30 Coffee break & poster session

Renewable methane and synergies between different production routes

Dr. Serge Guiot, National Research Council Canada Integrating anaerobic


15:30-16:00
digestion and gasification to biomethane

Prof. Xiujin Li, Bejing University of Chemical Technology


16:00-16:30
Renewable methane development in China

Dr. Michael Niederbacher, BTS Biogas Srl/GmbH Biogas & Syngas:


16:30-17:00
Synergies between anaerobic digestion and gasification

17:00-18:00 Network Plus

18:30 Welcome drink

19:00-21:00 Conference dinner

21:00-23:00 Mingle
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 43

PROGRAMME 23rd OF MAY


Advances in thermochemical conversion
Cryogenic upgrading and/or liquefaction
technologies
MSc. Simon Clodic, Cryo Pur Dr. Valerie Dupont, University of Leeds
09:00-09:30 Integrated upgrading & liquefaction process High methane conversion efficiency by low
for the production of Bio-LNG temperature steam reforming of bio-feedstock
BSc. Francesco Dioguardi, Prof. Henrik Thunman,
9:30-10:00 DH Industries BV Chalmers University of Technology
Efficient on-site liquefaction of Advanced syngas cleaning and increased
bio-LNG using Stirling Cryo-generators bioSNG efficiency

10:00- 10:30 Coffee break

Challenges and advances in upgrading technology Methanation of syngas and P2G


Dr. Ute Merrettig-Bruns, Dr. Guadalupe Aranda Almansa,
Fraunhofer UMSICHT Energy Research Center of the
10:30-11:00 Measurement and Concentrations of Siloxanes
and other Volatile Organic Compounds in Netherlands
Biogas Plants ECN System for Methanation (ESME)

Dr. Gianandrea Ragno, Malmberg Dr. Pekka Simell, VTT Technical

PROGRAMME 23rd OF MAY


11:00-11:30 The Malmberg upgrading based on real Research Centre of Finland Ltd.
experience of Italian grid injection Methanation of air captured CO2
Dr. Raul Cano, FCC Aqualia Prof. Dimosthenis Trimis, Karlsruhe
11:30-12:00 From wastewater to biofuel: a novel Institute of Technology
up-grading technology integrated in WWTPs HELMETH - a high efficiency Power-to-gas concept

12:00-13:00 Lunch

Gasification projects in pilot, demo and


Biological methanation
commercial scale
Dr. Doris Hafenbradl, Prof. David Chiaramonti,
13:00-13:30 Electrochaea GmbH University of Florence
BioCat Project – from Laboratory to Industrial Scale Small scale gasification-based CHP in Italy

M.Eng. Jonas Klückers, MSc. Marko Amovic,


13:30-14:00 MicrobEnergy GmbH Cortus Energy AB
Upscaling of integrated WoodRoll®
PtG as upgrading facility for bio-gas – A Project update
testplant to industrial standard

MSc. Lydia Rachbauer, MSc. Thomas Bleul,


14:00-14:30 BIOENERGY 2020+ GmbH. Spanner Re2 GmbH
Small scale wood-power-plants in
Biomethanation in a trickle-bed – a true alternative
practice – development and experience!

14:30-15:15 Coffee break & poster session

Trading, transport and closing of the conference


Dr. Peter Hawighorst , Meo Carbon Solutions GmbH
Solutions for credible cross-border trading of biomethane
15:15 - 15:45
Mr. Alex Gautschi, Biogasregister International AG
Experiences and solved challenges with cross border biomethane trade

15:45 - 16:15 Mr. Gabor Sonkoly, Landwärme GmbH


Biomethane trading in Europe including practical experiences of a Hungarian case

16:15 - 16:45 MSc. Yannick Rouaud, Air Liquide Advanced Technologies


Biogas to Bio-LNG as transport fuel

16:45 - 17:05 Mr. Federico Gaiazzi, FPT Industrial


FPT strategy on Natural Gas engines

17:05 -17:15 Prof. Frank Scholwin & Dr. Jörgen Held,


Conference summary
Scegli l’informazione pulita!

abbonati
a La Nuova EcoLogia
costo dell’abbonamento annuale (11 numeri): 30,00 euro (estero ue 60,00 euro)
biblioteche, centri documentazione, soci arci, altri convenzionati: sconto del 10%
listino aggiornato su lanuovaecologia.it/abbonamenti

comE puoi farLo DivENta socio LEgambiENtE coN La Nuova EcoLogia


➽ Versamento attraverso carta di credito ➽ socio ordinario, con abbonamento a La Nuova Ecologia
su nuovaecologia.fundfacility.it/ euro 30,00
➽ bollettino c.c.p. 17036013 ➽ socio sostenitore, con abbonamento a La Nuova Ecologia
intestato a: Editoriale La Nuova Ecologia, Via Salaria 403, (+ volume Ambiente Italia) euro 80,00
00199 Roma, causale “Abbonamento a La Nuova Ecologia” ➽ socio scuola e formazione (per i docenti) con abbonamento
➽ assegno non trasferibile a La Nuova Ecologia euro 30,00
intestato a: Editoriale La Nuova Ecologia, soc. coop. da ➽ tessera collettiva per le biblioteche, i centri di
inviare insieme ai dati per la spedizione della rivista all’ufficio documentazione,
abbonamenti, Editoriale La Nuova Ecologia, Via Salaria 403, gli enti e le istituzioni, con abbonamento a La Nuova Ecologia
00199 Roma; euro 50,00
➽ Bonifico bancario sulle coordinate: ➽ La tessera è legata all’anno solare ma l’abbonamento a La
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA AG. 19, Nuova Ecologia ha una durata di 365 giorni a partire dalla data
iban it 61 s 01030 03217 000000524255 di emissione. L’abbonamento è valido anche per i soci esteri, ma
c/c intestato a “Editoriale La Nuova Ecologia”, causale solo nell’area postale Europa e bacino del Mediterraneo.
“Abbonamento a La Nuova Ecologia”, inviando subito via
ai soci Legambiente viene riservato l’accesso alla versione pdf
➽ ai

mail o fax la ricevuta del bonifico con cro, pena la mancata
della rivista. Per ricevere la password e altre informazioni scrivi a
attivazione dell’abbonamento
tesseramento@legambiente.it, tel 06 86268316
➽ per informazioni: Ufficio abbonamenti, tel 063213054,
tutte le informazioni alla pagina:
t
➽ tutte

abbonamenti@lanuovaecologia.it
legambiente.it/legambiente/diventa-socio

carta tablet, web tv


+ smartphone e pc

social
La conversazione viaggia
sui nostri profili social,
incontriamoci (e incontratevi) su…
NEWS DALLE AZIENDE
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 45

Informazioni dalle Aziende

NUOVO PREMIX 55, LA SOLUZIONE


VOGELSANG PER ALIMENTARE I PICCOLI
IMPIANTI BIOGAS

Il dosatore di materiale solido NEW PREMIX 55


che alimenta l’impianto senza bisogno The Vogelsang solution for feed small
della pre-vasca biogas plants

Per gli impianti biogas del nuovo registro, Vogelsang ha For the biogas plants of the new incentives register,
realizzato il nuovo PreMix 55 una soluzione compatta e a Vogelsang made the new PreMix 55, the compact
costi contenuti per l’alimentazione degli impianti biogas and cost-effective solution for the supply of small-
di piccola taglia: un dosatore di materiale solido che au- scale biogas plants: a solid material feeder that
menta la produttività dell’impianto, diminuendo il con- increases plant productivity, reducing the energy
sumo di energia. consumption.

Grazie alla tecnologia Vogelsang questo sistema di ali- Thanks to Vogelsang technology, this supply system
mentazione è la soluzione perfetta per alimentare gli is the perfect solution to supply biogas plants without
impianti biogas senza aver bisogno della pre-vasca, con the need for a pre-tank, with a simple installation, in a
un’installazione semplice, in tempi ridotti e senza neces- short time and without the need for large spaces. This
sità di grandi spazi. Questo perché è un sistema di ali- is because is a universal feeding system, that combines
mentazione universale che unisce quattro fasi di lavoro four stages of work into a single compact unit with a
in una sola unità compatta e di ingombro ridotto. small footprint.

I sottoprodotti, la forsu ed il letame vengono miscelati By-products, and manure are mixed with the digestate
alla fase liquida del digestato, triturati e, dopo la separa- in liquid phase, chopped and, after separation of the
zione dei corpi estranei, alimentati al digestore. PreMix foreign bodies, fed to the digester. PreMix in one
in un’unica lavorazione tritura i componenti solidi e fibro- single process mixes the solid and fibrous components
si producendo una sospensione omogenea e la immette producing a homogeneous suspension and directly
direttamente nel digestore aumentando anche l’efficien- feeding them into the digester, increasing the efficiency
za nella produzione di biogas. of the biogas production.

Il sistema PreMix ora amplia la sua gamma con nuovi mo- The PreMix system now expands its range with new

Tutto è possibile!
delli dalle dimensioni contenute, ideali per ottimizzare models, with compact dimensions, ideal for optimizing
il rendimento degli impianti di dimensioni più piccole, the performance of smaller size plants, thanks to the
grazie al pre-trattamento efficiente di sottoprodotti agri- efficient pre-treatment of agricultural and industrial by-
coli ed industriali. products.

Scopri di più sui sistemi di alimentazione Vogelsang per Find out more about Vogelsang feeding systems for
gli impianti biogas al sito: www.vogelsang-srl.it biogas plants at www.vogelsang-srl.it

istema di
PreMix®
limentazione
alimenta al digestore
-in-1 cofermenti trattati e miscelati
in una sospensione organica
omogenea.

Scopri tutti i vantaggi


del nuovo PreMix Per saperne di più
0373 97 06 99
ENGINEERED TO WORK
vogelsang-srl.it
46 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

DIGESTATO:
UN’OPPORTUNITÀ PER LA
NUTRIZIONE DEL VIGNETO
Domenico Ronga1, Cristina Bignami1, Leonardo Setti1, Luca Laviano1,
Djangsou Hagassou1, Federica Caradonia1, Stefano Tagliavini2, Massimo Zaghi3,
Guido Bezzi4, Enrico Francia1, Nicola Pecchioni5

Vigneto di Novi di Modena (MO) Vigneto di Rio Saliceto (RE)


Vineyard located in Novi di Modena (MO) Vineyard located in Rio Saliceto (RE)

I
n un’ottica di sostenibilità Partendo da queste considera-
agricola, l’individuazione di zioni, il progetto Bio.Vi.Vi., finanziato
fertilizzanti organici innovativi dalla Fondazione Cassa di Risparmio
rappresenta un obiettivo fon- di Modena e promosso da Università
damentale. L’impiego di scarti Modena Reggio Emilia, SCAM, Canti-
e sottoprodotti della filiera viti- ne di Carpi e Sorbara, Consorzio del
vinicola potrebbe favorire la cre- Marchio Storico dei Lambruschi Mo-
azione della "viticoltura circolare", denesi, CAT Correggio e CIB, ha per-
a ridotto impatto ambientale e ca- messo di creare un effettivo sistema
pace di valorizzare le produzioni viti-vinicolo circolare, incentrato sulla
di qualità rendendole sempre più valorizzazione del digestato prodot-
sostenibili. Il miglioramento della to dall’impianto biogas della CAT di
dotazione di sostanza organica Correggio e ottenuto anche dalla
dei suoli, attraverso l’impiego di fermentazione di sottoprodotti del-
fertilizzanti organici innovativi, è la filiera Vite-Vino (raspi e vinaccioli)
infatti il fattore principale di au- dei Lambruschi Modenesi. Nell’am-
mento della fertilità e migliora- bito di questa piattaforma, è stata
mento del bilancio del carbonio impostata una prova con l’obiettivo
di un comprensorio, grazie alla di valutare e rendere disponibili fer-
CO 2 organicata nel terreno (G. Ge tilizzanti innovativi, ammendanti (or-
et al., 2010). ganici) e concimi (organo-minerali).

1
Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – Dipartimento di Scienze della Vita, Via Amendola 2, Pad. Besta, 42122 Reggio Emilia
2
SCAM Spa, Via Strada Bellaria, n. 164, 41126 Modena (MO)
³CAT Cooperativa Agroenergetica Territoriale, Via Fossa Faiella, n. 6/A, 42015 Correggio (RE)
4
CIB Consorzio Italiano Biogas e Gassificazione c/o Parco Tecnologico Padano Via Einstein Cascina Codazza (LO)
5
CREA-CER Centro di Ricerca per la Cerealicoltura, S.S. 673 km 25,200 - 71122 Foggia
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 47

Valutazione dell’effetto DIGESTATE:


di fertilizzanti innovativi AN OPPORTUNITY FOR THE
organici ed organo-minerali
NUTRITION OF THE VINEYARD
The identification of innovative organic fertilizers is
sulla produzione del vigneto a key objective to increase agricultural sustainability.
e sulla qualità del prodotto The use of by-products of the grape-wine chain could
lead to a 'circular viticulture' with a low environmental
impact and able to valorize quality productions with
Evaluation of the effect high sustainability. Improving the availability of organic
soils using innovative organic fertilizers is the key
of innovative organic factor to increase soil fertility and mitigate the carbon
and organo-mineral fertilizers footprint of a district through CO2 sequestration
into soil (G. Ge et al., 2010). Starting from these
on vineyard productivity considerations, a new experiment was carried out in
the Bio.Vi.Vi. project, financed by the Fondazione Cassa
and grape quality di Risparmio di Modena and sustained by University of
Modena and Reggio Emilia, SCAM, Cantine di Carpi e
Sorbara, Consorzio del Marchio Storico dei Lambruschi
L’efficacia fertilizzante dei dige- Modenesi, CAT Correggio and CIB. Bio.Vi.Vi. project
stati è stata dimostrata per diverse has allowed the creation of a circular grape-wine
colture erbacee con differenze ri- system based on valorization of digestate supplied by
levanti tra le specie (K. Möller e T. the biogas plant (CAT, Correggio, RE, Italy) which uses
Müller 2012; C. Mauceri et al., 2017), by-products of the grape-wine chain (grape-seeds and
mentre sono stati condotti pochi stu- stalks). Following this approach, it was possible to assess
di su fruttiferi e vite (I. Ghiglieno et and make available new organic and organ-mineral
al., 2013). Secondo l’attuale norma- fertilizers. The fertilizer efficacy of digestates has been
tiva, tuttavia, solo alcune tipologie demonstrated on several herbaceous crops with relevant
di digestato rientrano nella norma- differences among species (K. Möller e T. Müller 2012;
tiva nazionale come ammendanti/ C. Mauceri et al., 2017), whereas scarce investigation
fertilizzanti (Dlgs 75/2010) e ad oggi has been conducted on fruit and grapevine crops (I.
un prodotto fertilizzante organo-mi- Ghiglieno et al., 2013). According to current legislation,
nerale recante la marcatura CE può only some types of digestate are recognized as
contenere digestato da digestione amendments or fertilizers (Dlgs 75/2010) and fertilizers
anaerobica solo ed esclusivamente may contain digestate obtained by anaerobic digestion
se derivante da frazione organica only when digestate derives exclusively from separated
della raccolta differenziata, ai sensi collection of organic wastes (Directive 2008/98/EC).
della direttiva 2008/98/CE. Pertanto, Therefore, the objectives of the current study were
la ricerca si è posta anche l’obiettivo to obtain and assess innovative fertilizers based on
di ottenere e testare nuovi fertilizzanti digestate for future vineyard fertilization, in collaboration
sperimentali, in collaborazione con la with SCAM industry (Modena, Italy).
SCAM di Modena, a base di digestato
per la viticoltura del domani.
La prova è stata avviata nell’au-
tunno 2014 in tre vigneti di Lambru-
sco salamino innestato su Kober 5BB,
allevati a cordone speronato e GDC,
ubicati nei Comuni di Novi di Mode-
na, Rio Saliceto e Nonantola e confe-
renti della Cantina di Carpi e Sorba-
ra. Durante la coltivazione sono stati
applicati due nuovi fertilizzanti spe-
rimentali: un ammendante organico
(pellet da digestato) (PELLET) e un
concime organo-minerale con frazio-
ne organica apportata dal digestato
(OMD), a confronto con due control-
li: concime organo-minerale com-
merciale (OMC) e concime minerale
commerciale (MIN). I fertilizzanti sono
stati analizzati chimicamente per ga-
rantire la loro qualità e per la determi-
Vigneto di Nonantola (MO)
nazione dei quantitativi da distribui-
re. L’applicazione è stata effettuata in Vineyard located in Nonantola (MO)
parte in autunno (40%) e in parte alla
48 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

TESI TREATMENT Numero grappoli (n. ceppo-1) Produzione (kg ceppo-1) Peso grappolo (g) Acidità totale (g l-1) Solidi solubili (°Brix) Indice di Ravaz
Bunches number (n. plant-1) Production (kg plant-1) Bunch weight (g) Total acidity (g l-1) Soluble solids (°Brix) Ravaz Index
PELLET 154,9 n.s 15,8 n.s. 103,0 n.s 9,4 n.s. 19,9 ab 19,5 n.s.
OMC 147,1 n.s 16,6 n.s. 105,6 n.s 9,0 n.s. 19,4 b 14,4 n.s.
OMD 154,1 n.s 14,5 n.s. 99,6 n.s 9,2 n.s. 20,4 a 12,3 n.s.
MIN 149,8 n.s 16,4 n.s. 108,1 n.s 9,3 n.s. 20,2 a 14,3 n.s.
ANNO YEAR                      
2015 142,9 b 16,6 a 116,7 a 9,6 a 19,8 n.s. 21,4 a
2016 160,0 a 14,6 b 91,5 b 8,9 b 20,1 n.s. 8,8 b
P-value                      
Fertilizzante n.s.   n.s.   n.s.   n.s.   <0,05   n.s.
Fertilizer
Anno Year <0,05   <0,05   <0,001   <0,001   n.s.   <0,01
Fertilizzante*Anno n.s.   n.s.   n.s.   n.s.   n.s.   n.s.
Fertilizer* Year
Tabella 1. Caratteri della chioma delle piante. A lettere diverse entro Legenda / Legend
colonna corrispondono differenze statisticamente significative. PELLET = Digestato solido pellettato / Pellettized solid digestate
Table 1. Canopy traits of plants. Means followed by different OMC = Concime organo-minerale commerciale / Commercial organo-mineral fertilizer
letters are significantly different within column. OMD = Concime organo-minerale con digestato / Organo-mineral fertilizer with digestate
MIN = Concime minerale / Mineral fertilizer

ripresa vegetativa (60%), apportando TESI TREATMENT Area fogliare (m2) Foglie esterne (%) Grappoli esterni (%) SPAD
in totale 50 unità di N ha-1. Durante Leaf area (m2) External leaves (%) External bunches (%)
la crescita vegetativa sono state rile- PELLET 7,0 b 70,4 n.s. 31,5 n.s 37,0 b
vate le caratteristiche delle chiome in OMC 8,1 a 71,3 n.s. 39,3 n.s 38,6 a
termini di area fogliare, percentuale OMD 7,9 ab 70,5 n.s. 28,6 n.s 38,8 a
di foglie e grappoli esposti, e stato MIN 8,4 a 73,0 n.s. 30,4 n.s 39,4 a
nutrizionale delle foglie con l’indice ANNO YEAR                
SPAD (Minolta Chlorophyll Meter 2015 8,2 a 75,4 a 13,7 a 38,8 n.s.
SPAD). Alla raccolta sono stati regi- 2016 7,5 b 67,2 b 46,1 b 38,1 n.s.
strati: numero e peso di grappoli per P-value                
ceppo, acidità totale e solidi solubili Fertilizzante <0,05   n.s.   n.s.   <0,01  
(°Brix) dei mosti. Alla potatura è sta- Fertilizer
to registrato il legno asportato per il Anno Year <0,05   <0,01   <0,01   n.s.  
calcolo dell’indice di Ravaz. I dati ot- Fertilizzante*Anno <0,05   n.s.   n.s.   n.s.  
Fertilizer* Year
tenuti sono stati sottoposti ad analisi
della varianza e le medie confrontate Tabella 2. Componenti della produzione e caratteri qualitativi del mosto. A lettere
mediante il test di Duncan (p<0,05). diverse entro colonna corrispondono differenze statisticamente significative.
Le analisi dei due fertilizzanti in- Table 2. Yield components and grape quality of Lambrusco salamino. Means followed
novativi hanno mostrato caratteristi- by different letters within column are significantly different.
che compositive molto interessanti
rispetto al digestato tal quale (1,2 le tesi. Lo stato nutrizionale (indice are prospettive interessanti per l’im-
N – 1,0 P2O5 – 1,7 K2O – 34% H2O). SPAD), ha mostrato valori maggiori piego nel vigneto di nuovi fertilizzan-
Infatti il pellet (1,5 N – 2,5 P2O5 – 2,0 sulle piante fertilizzate con il concime ti con componente di digestato.
K2O – 7,8% H2O) ha evidenziato una minerale (39,4), tuttavia valori simili Durante l’evento finale del pro-
maggiore concentrazione degli ele- sono stati registrati utilizzando l’orga- getto Bio.Vi.Vi., tenutosi lo scorso 21
menti nutritivi e una forte riduzione no-minerale innovativo (38,8) e l’or- febbraio a Modena presso la sede
del contenuto d’acqua, mentre il gano-minerale commerciale (38,6). del Marchio Storico dei Lambruschi
concime organo-minerale (10,0 N Anche per quanto riguarda la Modenesi, in particolare, è stato
– 5,0 P2O5 – 15,0 K2O – 7,0% H2O) è produzione (numero di grappoli, possibile mostrare come i formulati
stato realizzato in modo da riportare produzione per ceppo e peso me- sperimentali sembrano comportarsi
gli stessi valori nutritivi del corrispon- dio dei grappoli), l’acidità del mosto come i fertilizzanti tradizionali, per
dente fertilizzante commerciale. (Tab. 2) e l’indice di Ravaz, i fertiliz- quanto riguarda gli aspetti vegeto-
L’annata 2015 è stata più calda e zanti in prova non hanno evidenzia- produttivi della vite e la qualità di
siccitosa rispetto a quella del 2016, to effetti significativi. Il contenuto di base dell’uva. La prosecuzione della
influenzando perciò l’epoca di rac- solidi solubili (°Brix) è invece risultato ricerca potrà approfondire la cono-
colta (anticipata di circa 10 giorni) ed più elevato nella tesi fertilizzata con il scenza della loro azione in termini di
alcuni parametri registrati. concime organo-minerale innovativo sostenibilità ambientale, sulla fertilità
I dati raccolti in campo (Tab. 1) (20,4), che tuttavia non si è discosta- dei suoli, oltre che sulla produttività
hanno indicato una leggera ridu- to significativamente dalle tesi ferti- delle piante e della qualità delle uve,
zione dell’area fogliare mediante lizzate con il concime minerale (20,2) offrendo future opportunità di valo-
l’utilizzo del pellet (7,0 m2) tuttavia e con il pellet (19,9). rizzare i digestati derivati da impianti
con scarsi effetti sulla chioma delle In conclusione, grazie ai risultati di biogas.
piante in termini di percentuale di ottenuti, è stato possibile dimostra- Tutti i risultati del progetto Bio.
foglie esterne e di grappoli esposti, re come, pur avendo a disposizione Vi.Vi., infine, sono stati presentati an-
per i quali non sono emerse diffe- i dati ottenuti da un solo biennio di che fra le innovazioni del Vinitaly di
renze statisticamente significative tra sperimentazione, si possano deline- Verona lo scorso 10 aprile 2017.
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 49

The investigation started in autumn 2014 in three reduction of water content, while organo-mineral (10.0
Lambrusco vineyards with rootstock Kober 5BB, trained N - 5.0 P2O5 - 15.0 K2O - 7.0% H2O) was designed to
to spurred cordon and GDC, located in Novi di Modena, bring the same nutritional values to the corresponding
Rio Saliceto and Nonantola municipalities, and members commercial fertilizer.
of the wine cooperative of Carpi and Sorbara. During 2015 was more hot and dry than 2016, influencing the
the growing season the two new experimental fertilizers harvest time (about 10 days earlier) and some recorded
were applied on field: an organic pellet obtained from parameters.
digestate (PELLET) and an organo-mineral with organic The data collected on field (Tab. 1) showed a slight
fraction from digestate (OMD), compared with two reduction of the leaf area for plants treated with pellets
controls: a commercial organo-mineral (COM) and a (7.0 m2), however with scarce effect on the plants in
commercial mineral fertilizer (MIN). Both organic and terms of percentage of leaves and bunches exposed,
organo-mineral fertilizers were chemically analyzed to which did not reveal statistically significant differences.
evaluate their quality and assess the applying quantities. The nutritional status, measured by the SPAD index,
Fertilizers application was carried out partly in autumn showed similar values between plant fertilized with
(40%) and the remaining (60%) part at vegetative mineral fertilizer (39.4), plant fertilized with the
restart, bringing in total 50 units of N ha-1. During innovative organo-mineral one (38.8) and plant fertilized
growing season, the canopy features such as leaf area, with the commercial organo-mineral one (38.6).
percentage of exposed leaves and bunches were The fertilizers tested did not show significant effects, as
monitored and the nutritional status of the leaves was regards the yield (number of bunches, yield per plant
estimated with the SPAD index (Minolta Chlorophyll and average weight of bunches), acidity of the must (Tab.
Meter SPAD). At harvest time, some parameters such as 2) and the Ravaz index. On the other hand, the content of
number and weight of bunches per plant, total acidity soluble solids (°Brix) was found to be higher in the must
and soluble solids (°Brix) of musts were recorded. At of plant fertilized with innovative organo-mineral fertilizer
pruning time, the wood weight from pruned branches (20.4), which however did not deviate significantly from
was recorded to calculate the Ravaz index. Analysis of mineral one (20.2) and pellets (19.9).
variance was performed using GenStat 17.0th. The mean Concluding, although the data were obtained only from
values were compared using Duncan test (p <0.05). two years of field investigation, interesting perspectives
The analysis of the two innovative fertilizers showed very for the use of new fertilizers with digestate components
interesting compositional characteristics compared to in the vineyard are outlined.
the digestate (1.2 N - 1.0 P2O5 - 1.7 K2O - 34% H2O). In During the final event of Bio.Vi.Vi. project, on last
fact, the pellet (1.5 N - 2.5 P2O5 - 2.0 K2O - 7.8% H2O) February 21st at Consorzio del Marchio Storico dei
showed a higher concentration of nutrients and a strong Lambruschi Modenesi headquarter, was possible to
demonstrate how these formulations seem to behave
like conventional fertilizers, as far as the vegeto-
productive aspects of the grapevine and the basic
quality of the must are concerned. Further research is
needed to deepen the knowledge of their action in
terms of environmental sustainability, soil fertility, plant
productivity and grape quality, and will provide future
opportunities to enhance digestate derived from biogas
plants.
The results of the Bio.Vi.Vi. project have been presented
at Vinitaly (Verona, Italy) on April 10th, 2017.

Bibliografia/ References

Ge G., Li Z., Fan F., Chu G., Hou Z., Liang Y., 2010. Soil biological activity and their seasonal variations in
response to long-term application of organic and inorganic fertilizers. Plant and Soil, 326 (1-2): 31-44.

Ghiglieno I., Riva C., Adani F., Valenti L., 2013. Utilizzo dei digestati in viticoltura: esperienze in
Franciacorta. Acta Italus Hortus, 13: 177-179.

Maucieri, C., Nicoletto, C., Caruso, C., Sambo, P., & Borin, M. (2017). Effects of digestate solid fraction
fertilisation on yield and soil carbon dioxide emission in a horticulture succession. Italian Journal of
Agronomy, 11.

Möller K., Müller T., 2012. Effects of anaerobic digestion on digestate nutrient availability and crop
growth: a review. Engineering in Life Sciences, 12 (3): 242-257.
50

COME IL BIOGAS RENDE


L’AZIENDA AGRICOLA
VIRTUOSA
E SOSTENIBILE
Di Giovanni Tuoni

L’azienda agricola Palazzetto di Zanengo (CR)


ha sviluppato un modello di efficienza produttiva
studiato da Ecofys a livello europeo

Palazzetto farm in Zanengo (CR)


has developed an efficient production model
studied at European level by Ecofys
CASE HISTORIES AZIENDE

IN COLLABORAZIONE CON:
IN COLLABORATION WITH:

http://www.terraevita.it/reflui-zootecnici-diventano-biogas-ambiente-ringrazia/

C
ome posso valorizzare i liquami? Nell'a-
zienda Agricola Palazzetto a Zanengo HOW BIOGAS MAKE
(CR) tutto è partito da questa domanda a FARM
cui si è risposto con un approccio impren- VIRTUOUS AND SUSTAINABLE
ditoriale che ha portato prima all’introdu-
zione del biogas, poi allo sviluppo di nuove soluzioni
agronomiche integrate in un ciclo produttivo circola- How is it possible to valorize slurry? In Palazzetto farm,
re e virtuoso. located in Zanengo (CR), the answer is a business
La Società Agricola Palazzetto, a Zanengo, in approach that was driver to develop biogas first and
provincia di Cremona, è condotta direttamente dalla integrate new agronomic approach in a sustainable
famiglia Folli già dalla fine del 1700. Un'esperienza circular production.
secolare che si è tramandata di generazione in gene- Palazzetto farm, has been conducted directly by the
razione, e che oggi è nelle mani di Ernesto, che a sua Folli family since the late 1700s.
volta sta già preparando la strada per i figli. A secular experience passed on from generation to
Oggi l'azienda ospita 300 vacche in mungitura ol- generation, until today where Ernesto is managing
tre ad ulteriori 330 capi giovani tra manzette e manze. present develop in order to prepare future for his sons.
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 51

L'intera produzione, 34-35 litri di media al giorno per Today’s farm hosts 300 milking cows and 330 young
vacca, viene consegnata alla filiera di latte fresco OGM cows.
free della Padania Alimenti di Casalmaggiore (CR). The whole milk production, on average 34-35 litres
“Possiamo dire che la nostra esperienza con la ge- of milk per day for cow, is delivered to the fresh
stione dei liquami, che ci ha in seguito portato verso OGM free milk supply chain of Padania Alimenti in
il biogas, sia radicalmente cambiata 15 anni fa – sot- Casalmaggiore (CR).
tolinea Ernesto Folli. Nel 2002 siamo infatti passati “Our experience on slurry management was radically
all'installazione di pavimenti grigliati e un sistema di changed 15 years ago. In 2002 – emphasizes
canalizzazione che ci consente di pompare i liquami Ernesto Folli - we have completely automatized this
direttamente in una vasca di stoccaggio. In questo activity with the installation of grilled floors for cows.
modo abbiamo completamente automatizzato que- Moreover with a pipe system we can pump slurry
sta attività.” directly in a storage. This was the way that led us to
E' stata proprio questa visione imprenditoriale biogas.”
moderna a far fare a Ernesto Folli anche il passo di- It was really modern business vision which allowed
rettamente successivo, vale a dire l'installazione di un Ernesto Folli for the next step with the installation of
impianto di biogas da 1MW. 1MW biogas plant. Zanengo farm, associated at CIB
L'azienda, socia del CIB – Consorzio Italiano Bio- – Italian Biogas Consortium, is one of first to develop
gas, è stata una delle prime ad entrare nel settore renewable energies in Cremona, the first Italian
delle fonti energetiche rinnovabili nel territorio della province for biogas plant installed.
di Cremona, provincia che oggi è la più rappresenta- “At the end of 2007 – continues Folli – we visited some
tiva in Italia per numero di installazioni biogas. significant biogas examples in Germany and Austria. In
“Circa alla fine del 2007 – continua Folli – abbiamo 2009 our plant started biogas production.”
iniziato a visitare diversi impianti, soprattutto in Ger- The biogas plant, equipped with a primary fermenter,
mania e in Austria, che in quegli anni presentavano post fermenter and storage located directly in fields,
già diverse esperienze significative. Nel 2009 è entra- is connected to stable thanks to automatized slurry
to in funzione il nostro impianto.” management.
L'impianto, dotato di un fermentatore primario, The use of liquid fraction of digestate is also
un post fermentatore, e una vasca di stoccaggio che automatized: farm is equipped with an underground
si trova nei campi dell'azienda, è direttamente colle- pipeline system which cross fields and supply
gato alla stalla, eliminando di fatto qualsiasi attività machines for fertilization with digestate.

Upgrading di biogas

CASE HISTORIES AZIENDE


in biometano
+ UNICITÁ DELLA TECNOLOGIA VINCENTE
+ RECUPERO DI CALORE BREVETTATO
+ SISTEMA COMPATTO
+ BASSA MANUTENZIONE
+ INIEZIONE DEL GAS NELLA RETE DEL GAS NATURALE
+ LIQUEFAZIONE DELLA CO2

www.host.nl/it
+39 346 683 3153
info@host-italia.it

Tecnologia Sistema compatto Liquefazione della CO2


La tecnologia a membrane non richiede l’uso di L’unitá di upgrade viene realizzata in un container Attraverso un processo di raffreddamento e
sostanze chimiche per la purificazione del biogas, (o piú containers nel caso di progetti grandi) e ció compressione siamo in grado di trasformare la
ha un’efficienza del > 99% e le perdite di metano rende il sistema compatto e flessibile. CO2 gassosa in CO2 liquida.
sono minime.
52

di gestione dei liquami. “This solution – says Folli – it has allowed us to


Anche la distribuzione della frazione liquida del eliminate the slurry tanker with environmental
digestato è completamente automatizzata: l'azienda advantages, emission reduction and save costs for
è infatti dotata di un sistema di tubazioni interrate staff, equipment and fuel use.”
che attraversa tutti i campi, e uscite che consentono In order to optimize and valorise digestate
l'attacco delle macchine per la distribuzione. fertilizing characteristics, soil composition was the
“Questa soluzione – dice Folli – ci ha sostanzial- most important factor.
mente permesso di eliminare il carro-botte, con van- Palazzetto farm has some sandy soils derived from
taggi e risparmi facilmente intuibili dal punto di vista an area where in past it is historically supposed
dell'impiego di personale, mezzi e gasolio, e conse- to be Lake Gerundo. “In sandy soils we use mostly
guentemente ha portato anche un miglioramento sot- liquid fraction of digestate as fertilizer – underline
to l'aspetto delle emissioni.” Folli – instead in clay soils we use solid fraction
In fase di studio della distribuzione del digestato of digestate as amendment and fertilizer in order
nei campi, per fare in modo di ottimizzarne e sfruttar- to facility soil cultivation and improve quality and
ne al massimo le proprietà, è stata prestata un'atten- quantity of production.”
zione particolare alla composizione dei terreni: parte Recent studies on soil of Palazzetto farm
delle proprietà dell'azienda si trovano infatti nell'a- demonstrates an increase of organic matter and
rea sabbiosa di quello che si suppone fosse il Lago an increase of cationic exchange capacity. Those
Gerundo, storico specchio d'acqua la cui esistenza è are important fertility indexes and their improve is
però tramandata solo per via orale. directly connected with the improve of productivity
“Nei campi con una composizione sabbiosa uti- performances.
lizziamo prevalentemente la frazione liquida del di- “Those are agronomic advantages – continues
gestato – sottolinea Folli – mentre sui terreni ricchi di Ernesto Folli – but we have to consider also
argilla usiamo per lo più la frazione solida, che grazie economic advantages.
ai suoi poteri ammendanti e fertilizzanti aumenta no- Thanks to proper use of digestate is able to save
tevolmente la lavorabilità della terra. La conseguenza 40.000 euro per year on chemical fertilizers.”
diretta è naturalmente una migliore qualità e quantità Palazzetto farm cultivates 330 hectares of soils
delle produzioni.” with mais, triticale, alfalfa and lolium. In past some
In effetti, gli studi realizzati recentemente sui tutti experience with horticultural crops have been
i terreni dell'azienda hanno dimostrato un incremen- made. They have been abandoned because of the
to di sostanza organica e una maggiore capacità di request of high specialisation with respect of high
scambio cationico, che sono importnati indici di ferti- price fluctuation.
lità della terra e, conseguentemente, indici delle sue Thanks to biomass production and agro-industrial
performance. by-products from tomato, potatoes and sugar beet,
CASE HISTORIES AZIENDE

Mais di secondo raccolto seminato direttamente su stoppia di grano


Second harvest mais seeded directly on wheat residues
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 53

“Questi sono i vantaggi agronomici – continua Er- Palazzetto farm is self-producing 80% of biomasses
nesto Folli – ma naturalmente dobbiamo considerare for biogas plant. Moreover, plant potential his
anche quelli economici: grazie all'utilizzo del digesta- improved also by technological research and
to, l'azienda risparmia circa 40.000 euro l'anno alla development of innovative agricultural machine,
voce dei concimi chimici.” that have been made in last years, for efficient
L'azienda lavora 330 ettari tra proprietà e affitti, digestate use. “In farm – says Folli – we use a strip-
con colture di mais, triticale, erba medica e loietto. till machine which is able to distribute digestate,
In passato sono state fatte anche alcune interes- prepare soil and sow in the same time. I think
santi esperienze con colture orticole, che sono state biogas has given a significant push to technical
tuttavia abbandonate perché troppo impegnative and scientific research.
dal punto di vista della specializzazione necessaria, e
con oscillazioni di prezzo molto ampie.
Grazie alla campagna, e ad accordi con aziende
del territorio per la fornitura di sottoprodotti di lavo- Combinazione di distribuzione
razione industriale di pomodoro, patate e bietole, l'a- digestato e semina su strip-till
zienda è autosufficiente per oltre l'80% della “dieta” Digestate distribution and
dell'impianto di biogas. sowing combined on strip-till
Le potenzialità dell'impianto vengono esaltate
anche dalla ricerca tecnologica che le case costrut-
trici di macchine agricole hanno sviluppato negli
ultimi anni proprio per sfruttare al massimo il dige-
stato. “In azienda – dice Folli – utilizziamo una mac-
china che con un'unica passata distribuisce ed interra
il prodotto, lavora il terreno in strip-tillage, e semina.
Credo che il biogas abbia dato un notevole impulso
alla ricerca tecnica e scientifica, che ha consentito di
mettere sul mercato macchine agricole estremamen-
te performanti. Basti pensare che con questo sistema
riusciamo a lavorare circa 25 ettari al giorno.”

CASE HISTORIES AZIENDE


54

Ma la ricerca nel campo del biogas si è sviluppata It has allowed to market extremely powerful
molto anche sul versante delle colture, come dimo- agricultural machines. For example the system we
stra il recente studio effettuato da Ecofys per il CIB can use is able to work about 25 hectares a day.”
(Consorzio Italiano Biogas) e che ha visto protagoni- Biogas research has been developed also in
sta proprio l'azienda di Ernesto Folli. biomass crops and Palazzetto farm was directly
“Il biogas ci ha spinto ad incrementare notevol- involved in a recent study made by Ecofys for CIB –
mente la doppia coltura: in estate coltiviamo mais da Consorzio Italiano Biogas.
insilare per il foraggio e per il biogas, mentre in inver- “Biogas has improved double crop cultivation:
no coltiviamo triticale da destinare al digestore. Que- in summer, we cultivate mays for silage as feed
sto sistema si sta diffondendo anche in altre azien- for cows or biomass for biogas and in winter, we
de del territorio proprio perché presenta notevoli cultivate triticale for anaerobic digestion.
vantaggi: da un lato aumentano le produzioni delle This system is applicated also in other farms in Po
colture, e di conseguenza il reddito aziendale, mentre Valley considering his advantages; it’s possible to
dal punto di vista dell'impatto ambientale, l'azienda improve crop production and consequently the
è diventata Carbon Negative, vale a dire che assorbe income and about the environmental impact, farm
CO 2 invece di emetterla.” can become Carbon Negative, that means it is able
Naturalmente l'intera produzione di energia vie- to adsorb CO 2 instead of emitting it.”
ne immessa in rete; ma quali sono ora le prospettive Obviously, the whole production of energy is now
per gli impianti che hanno già una certa età come putted in to the electric grid.
quello di Folli? What are the perspectives for biogas that already
“La prospettiva più realistica è quella della conver- have a certain age like Folli’s plant?
sione degli impianti per la produzione di biometano. “Most realistic perspective is the plant conversion
Le strutture e i macchinari sono ancora in ottimo stato for biomethane production. Structures and
nonostante siano passati 8 anni dall'avvio (senza mai machines are in excellent condition even if 8 years
incorrere in problematiche serie, ndr), per cui sarebbe have passed (without serious problems) and would
un peccato non poterle più sfruttare per altre attività. be a shame not continue to use them.
Non resta che seguire l’iter legislativo, di cui si è in We have to follow the legislative process, which is
attesa del solo atto conclusivo, per capire quale sarà just waiting for the final act, to understand what will
il futuro di un settore già pronto per continuare ad be the future for a sector that is ready to continue
innovare in agricoltura.” to innovate in agriculture.”

I RISULTATI DELLO STUDIO ECOFYS THE RESULTS OF ECOFYS STUDY IN


SULL'AZIENDA PALAZZETTO PALAZZETTO FARM
CASE HISTORIES AZIENDE

Nell’azienda Palazzetto viene applicato il Palazzetto farm is applying the


modello del Biogasfattobene®, sviluppato Biogasdoneright® model which is
negli ultimi anni dal CIB (Consorzio Italiano developed by CIB (Consorzio Italiano
Biogas). Biogas) in last years.
Lo scorso febbraio, Ecofys ha analizzato Ecofys study has analysed the
le performance di questo modello performance of this model with a focus
sull'azienda di Zanengo, concentrandosi on Sequential Cropping that means to
principalmente sul Sequential Cropping, cultivate two different crops in the same
vale a dire la coltivazione di due diverse field and in the same year.
colture sullo stesso appezzamento di It has been calculated the historical field
terreno nello stesso anno. È stata calcolata production of Palazzetto farm related
la resa storica dell'azienda relativa alla to a single crop and was compared to
produzione di una sola coltura e confrontata production obtained with new model.
con il nuovo modello: i risultati mostrano Results demonstrate how with a new
che sono state prodotte grandi quantità di model it is possible to produce huge
biomassa addizionale a basso rischio ILUC quantity of additional biomass a low
(il cambio di destinazione d'uso dei terreni) ILUC risk (change of soil use) without
e senza diminuzione della produzione reduction of food/feed production
alimentare/foraggera (Figura 1). (Figure 1).
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 55

Thousand FU Total forage unit (FU) Total forage unit


30 (FU)
28
26 ILUC mitigation
24 action
22
20
18
16
14
12
~8,989 FU additional low
10 ILUC risk biomass
8 (~35.18 t/ha additional
6 Triticale)
4
2
0
2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012

Figura 1: Potenziale di produzione di biomassa addizionale a basso rischio ILUC con i doppi raccolti
Figure 1: Potential additional biomass production with sequential cropping and low ILUC risk

NOVA AGRICOLTURA IN CAMPO

CASE HISTORIES AZIENDE


20 Luglio
ORE 9.00
Centro di Ricerca per la Cerealicoltura (CER)
S.S. 673 km 25,200 | FOGGIA
SAVE
Innovazione in agricoltura THE
tra precisione e sostenibilità DATE
Con focus su grano duro e pomodoro da industria.
Dimostrazioni in campo, visite guidate, workshop.
NOVA AGRICOLTURA IN CAMPO È:

Informazioni e iscrizioni:
eventi.edagricole@newbusinessmedia.it • 051 6575834
Per iscriversi on line: https://goo.gl/k0YQfi
La partecipazione è ad ingresso libero e gratuito
Semina/trapianto Nutrizione Irrigazione Difesa Raccolta Precision farming

Nova Agricoltura in Campo è un’iniziativa di: Con il patrocinio di: In collaborazione con:

www.edagricole.it UNIONE NAZIONALE DEI COMMERCIANTI DI MACCHINE AGRICOLE

Comune di Foggia Unione Nazionale Confederazione


Imprese di Agromeccanici
Meccanizzazione Agricola e Agricoltori Italiani
56 BIOGAS INFORMA / N. 19 - 2017

Inoltre, è stato osservato un aumento Moreover, has been observed a


sostanziale del carbonio e dei nutrienti significant increase of carbon and
del suolo, mentre il loro compattamento è nutrients in soil that maintain also
evitato grazie al ricorso a nuove tecniche its structure thanks the use of new
agronomiche e nuove tecnologie come, agronomic techniques and new
per esempio, il sistema ombelicale technologies (a.e. umbilical system).
per la distribuzione e l’immediato Another positive aspect highlighted
interramento del digestato. Altro aspetto from the study was the reduction of
particolarmente positivo che è stato CO2 emissions thanks biogas. These
messo in evidenza dallo studio sono reduction is improved from traditional
le emissioni di anidride carbonica, che biogas to biogas with sequencial
grazie al biogas sono diminuite; tale cropping (Figure 2).
riduzione è ancora più marcata quando Compared to traditional mays
si passa dal biogas tradizionale al biogas cultivation, double crop mays + triticale
con doppi raccolti. (Figura 2). silage generate a reduction costs for
Per finire, se messa a confronto con la both crops: in particular, it has been
coltivazione di mais insilato, la doppia observed 21% of costs reduction for
coltura di mais e triticale insilati genera feed silage ad 43% of costs reduction
una riduzione dei costi di produzione di for biogas silage.
entrambi: si osserva una riduzione del 21% Ecofys study is downloadable
dei costi dell'insilato foraggero e del 43% on publication section of CIB –
dell'insilato per la produzione di biogas. Consorzio Italiano Biogas - website
Lo studio Ecofys è disponibile online – www.consorziobiogas.it
nella sezione pubblicazioni del sito del
CIB – Consorzio Italiano Biogas - www.
consorziobiogas.it

GHG emmissions (gCO2 eq/MJ biomethane)

90 Fossil fuel comparator=83.8


80
70
60
50
CASE HISTORIES AZIENDE

79.1% 86.5%
40
30
20
10 17.51 11.30
0
Maize monocrop Maize+triticale
+manure sequential+manure

Figura 2: Potenziale di riduzione di emissioni di CO2 con biogas tradizionale e doppi raccolti
Figure 2: Potential reduction of CO2 emissions with traditional biogas and sequential cropping

Fertirrigazione a pivot
con digestato liquido diluito
Fertirrigation with pivot system
with diluted liquid of digestate
NEWS DALLE AZIENDE
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 57

Informazioni dalle Aziende

CORRADI&GHISOLFI: NUOVA ERA. pacchetto servizi fornito. “Avvicinandoci ai 50 anni di attività,


ci sembrava doveroso lasciare un segno evidente di questa
A quasi 50 anni dalla sua fondazione l'azienda, tappa storica - afferma Paolo Corradi, amministratore dele-
con sede in provincia di Cremona, cambia logo gato - la scelta del nuovo logo - continua Corradi - segna un
e sceglie una nuova immagine aziendale. cambiamento nella continuità, un segno del passato riletto in
chiave moderna che esprime la Corradi&Ghisolfi di oggi, una
Inizialmente specializzata nella costruzione e ristrutturazione realtà proiettata al futuro ma, allo stesso tempo, orgogliosa
di edifici agricoli Corradi&Ghisolfi si concentra in seguito nel- della propria identità storica”.
la realizzazione di stalle, vasche di stoccaggio e muri trincea, Realizzato dall’Agenzia di Comunicazione Form, in collabora-
distinguendosi per rapidità, efficienza e puntualità abbinate zione con la proprietà, il nuovo marchio è il frutto di un atten-
ad un’elevata qualità di servizio. to studio grafico. Il risultato finale si compone di due fasce,
Nel corso degli anni, ha saputo poi distinguersi, sempre gialla e blue, che si intrecciano agli angoli creando un forma
in ambito agricolo, per la progettazione e realizzazione geometrica identica al precedente logotipo con lo stesso
di impianti bio gas e bio metano. spazio visivo per garantire continuità. Le due fasce vogliono
All'edilizia si è affiancata inoltre una nuova, e via via sempre evocare un monogramma dato dalle due iniziali C&G.
più intensa, attività legata ad interventi di aspirazioni spe- Un marchio è l'espressione comunicativa più tangibile dell'i-
ciali come ad esempio la pulizia e lo svuotamento dei dige- dentità aziendale. Rinnovare l'immagine è come investire nel
stori anaerobici su impianti biogas e vasche di stoccaggio futuro per distinguersi ed essere maggiormente riconosciuti.
liquami. Il nuovo brand si è inoltre arricchito del payoff che sintetizza
Anche la realizzazione di coperture delle vasche di stoc- la mission: dal 1970 soluzioni e servizi per l'agricoltura e
caggio, di forma circolare e/o rettangolare, fa parte del la zootecnia.
58 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

TRATTAMENTO
INSETTICIDA
CONTRO
LA PIRALIDE
DEL MAIS? Di Isabella Grecchi

Un aiuto concreto
per incrementare la resa in metano
massimizzando il reddito.

Nella maiscoltura moderna, il trinciato di mais rappre- DuPont ha sviluppato una serie di prove in pieno cam-
senta una delle principali biomasse utilizzate nella filiera po per valutare l’efficacia della linea insetticida con Twin
energetica. Scopo principale dell’agricoltore è quello di Pack Mais (DuPontTM Coragen® 100 ml/ha + DuPontTM
massimizzare la resa in metano garantendo la disponi- Avaunt® 250 ml/ha) sulle caratteristiche quali-quantitati-
bilità di insilato di buona qualità. Diversi sono i fattori ve e nutritive della pianta di mais nonché’ sul potenziale
agronomici che ne influenzano la riuscita, tra cui il tratta- metanigeno.
mento insetticida contro la piralide del mais.
La soluzione Twin Pack Mais è stata appositamen-
La piralide rappresenta il parassita più pericoloso nell’ te studiata e realizzata per la lotta alla piralide ed
areale maidicolo italiano, soprattutto nella pianura pada- alla diabrotica del mais, con due principi attivi
no-veneta, in grado di arrecare gravi danni alla coltura. che risultano altamente efficaci contro gli insetti
Le larve di seconda-terza generazione, penetrando nello target. Twin Pack Mais non contiene piretroidi e
stocco, modificano la composizione chimica della pianta per questa ragione rispetta gli insetti utili, alleati
(con un considerevole aumento della fibra e un calo del essenziali per mantenere l’equilibrio naturale nel
contenuto zuccherino), riducono il tasso fotosintetico e campo di mais ed evitare pullulazioni di afidi e ra-
compromettono la resa (Masoero et al. 2009). gnetto rosso.
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 59

PROTOCOLLO OPERATIVO
Fiori e Larve/ pianta
Le prove sono state eseguite in 8 località della pianura
2,50 2,43 padana durante il triennio 2014 - 2016 su parcelloni
aziendali di circa un ettaro. Le tesi messe a confronto
1,95 sono state due, una trattata con Twin Pack Mais ed un
2,00
testimone non trattato.

1,50 La semina del mais, per tutte le località, è stata effet-


tuata mediamente a metà aprile mentre il trattamento
insetticida con il trampolo a metà luglio (indicazio-
1,00 ni sul periodo ottimale fornito da DuPont™ Evalio®
0,80
AgroSystems*).
0,58
0,50
La raccolta del mais è avvenuta nella seconda decade
di agosto con un intervallo medio di DAA (Days After
0 Application = giorni dopo l’applicazione) di circa 30-
Fiori totali/pianta Larve totali/pianta 35 giorni.
Twin Pack Mais NON TRATTATO
Appena prima della raccolta si sono effettuati i rilievi
Grafico 1: Numero di fori e larve/pianta sull’efficacia del trattamento, analizzando la presenza
(valore medio 8 località di prova nel triennio 2014-2016) di larve di piralide e di fori totali per pianta (Grafico 1).

INFORMAZIONI DALLE AZIENDE


Dopo si sono fatti i campionamenti, durante i quali le
Biomassa verde (t/ha) piante intere sono state pesate e trinciate, inviate al
laboratorio per la determinazione della composizione
chimico-nutrizionale tramite metodologia NIR e del
70 68 potenziale metanigeno tramite la formula di Buswell.
62
60 Come si nota nella grafico 1 per entrambi i parametri
il controllo con Twin Pack Mais è risultato superiore al
50 70% rispetto al testimone non trattato. Il trattamento
insetticida ha dimostrato di poter contenere le larve
40 di piralide di seconda generazione ed i danni da esse
causati.
30
Analizzando i dati produttivi (Grafico 2) si può osser-
20 vare come il danno da piralide abbia fortemente in-
fluenzato la resa di biomassa con differenze marcate
10 tra le tesi. Il maggior numero di larve nel testimone ha
portato ad una maggior alterazione della funzionalità
metabolica della pianta impedendo il normale flusso
0
Twin Pack Mais NON TRATTATO di acqua, sostanze nutritive ed elementi prodotti dalla
fotosintesi. La pianta sana sintetizza meglio con impor-
Grafico 2: Produzione di biomassa (t/ha), tanti vantaggi per l’agricoltore: nel trattato con Twin
valore medio delle 8 località nel triennio 2014-2016 Pack Mais si sono ottenute produzioni di 68 t/ha rispet-
to alle 62 t/ha nel non trattato (+ 6 t/ha di differenza).

*Dupont™ Evalio® AgroSystems:


Evalio è un servizio di informazione costantemente
aggiornato che permette di monitorare la gravità e la
dinamica di attacco dei principali insetti delle colture
agrarie. È basato su un sistema di trappole per il
monitoraggio degli insetti. I dati di queste trappole vengono
inviati ad un team di esperti che analizza le informazioni
e identifica il momento più opportuno per l’inizio dei
trattamenti insetticidi. In accordo con i principi di difesa
integrata, Evalio® AgroSystems è un esempio concreto
di monitoraggio degli insetti perfettamente allineato con
le linee guida del nuovo Piano d’Azione Nazionale (PAN)
per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. Nel mais per
la lotta contro la piralide, la reta tecnica DuPont e Pioneer
Figura 1: Speciale trappola per il monitoraggio degli fornisce ad ogni agricoltore un servizio completo di allerta
sulle corrette tempistiche di intervento al fine di ottimizzare
adulti di piralide utilizzata nel sistema Evalio® AgroSystem i benefici del trattamento insetticida.
60 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

La produzione di metano ad ettaro, come atteso, è risul- Trasformando i Nm3 di metano in energia prodotta, de-
tata in linea con la maggior produzione di biomassa con traendo le perdite d’impianto ed il calore prodotto, pos-
una differenza tra le due tesi di 636 Nm3/ha a favore del siamo notare come il ricavo per ettaro sia abbondante-
Twin Pack Mais. mente oltre gli 800 euro in più a favore del trattato.

Metano (normal m3/ha) Ricavo (e/ha)

6.000 8.000
5.261 7.145
7.000 6.280
5.000 4.625
6.000
4.000
5.000

3.000 4.000

3.000
2.000
2.000
1.000
1.000

0 0
Twin Pack Mais NON TRATTATO Twin Pack Mais NON TRATTATO

Grafico 3: Produzione di metano come valore medio 6 località di prova (Nm3/ha) (a sinistra) e ricavo/€ (a destra)

CONCLUSIONI

Il trattamento su mais da trinciato di primo raccolto Questa sperimentazione triennale ha dimostrato che
con Twin Pack Mais, grazie al superiore controllo del- anche solo in 30-35 giorni i danni generati dalla pira-
la piralide e all’ottima persistenza d’azione, ha ridotto lide possono essere seri e diminuire significativamente
fortemente il numero di larve impattando positiva- produzioni e qualità del trinciato. Anche nei primi rac-
mente sul reddito dell’agricoltore e salvaguardando colti sembra evidente la necessità di proteggere effica-
gli insetti utili. cemente il mais dall’attacco del pericoloso lepidottero.

CONTATTI
Mail: dp.agro@ita.dupont.com - Telefono: +39 02 926291

Figura 2: La salvaguardia degli insetti utili


è un elemento essenziale per mantenere
l'equilibrio naturale nel campo di mais.
62 BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017

WORLD
NEWS Di Teresa Borgonovo

IL BIOGAS NEGLI USA E I PROGETTI ENERGETICI DI BIOGAS SECTOR IN THE US AND IKEA ENERGY
IKEA PROJECTS

STATI UNITI - L’industria del biogas negli Stati Uniti si UNITED STATES - The biogas industry in the
sta muovendo velocemente. Secondo l’American Bio- United States is moving fast. According to the
gas Council sono oggi operativi 2.200 impianti, ma American Biogas Council, there are currently
ben 11.000 sono i potenziali nuovi progetti. La spinta al 2,200 plants in operation, with 11,000 potential
business è data, tra l’altro, dagli obblighi imposti dagli new projects. The business is boosted, among
standard statunitensi per i carburanti rinnovabili. Degli other things, mainly by the US standard
impianti esistenti, tuttavia, solo 171 sono agricoli. La requirements for renewable fuels. Of all the
maggior parte sono impianti di trattamento dei fanghi existing plants, however, only 171 are linked
di depurazione (1.500), con una particolarità: solo 250 to agriculture and livestock. Most are sludge
usano effettivamente il biogas prodotto. treatment plants (1,500), with a peculiarity: only
Uno Stato che sta conoscendo un rinnovato interesse 250 use the biogas produced.
per il biogas è la California, grazie a finanziamenti a California is one of the frontrunners in biogas
fondo perduto che sostengono iniziative per miglio- production, with different support schemes to
rare la qualità dell’aria. Un caso particolare è quello di finance initiatives aimed at improving air quality.
IKEA, che sta installando nei propri magazzini sistemi A special case is that of IKEA, which is installing
a celle combustibili alimentati da impianti biogas, con biogas-powered fuel cell systems in its stores,
l’obiettivo di raggiungere l’indipendenza energetica nel with the goal of achieving energy independence
2020. L’ultimo impianto entrato in funzione è quello di by 2020. The last plant that came into operation
East Palo Alto, nella Baia di San Francisco. In totale, nei is located in East Palo Alto, in the San Francisco
cinque magazzini californiani IKEA genererà 1,5 MW Bay. In total, the five Californian IKEA stores will
di energia attraverso le celle combustibili, che andrà a generate 1.5 MW of energy through fuel cell
complementare l’energia prodotta dai pannelli fotovol- systems, to be added to the energy produced by
taici installati sui tetti. the photovoltaic panels installed on the roofs.
Fonte: biomassmagazine.com e decentralized-energy.com Source: biomassmagazine.com e decentralized-energy.com
BIOGAS INFORMA / N. 20 - 2017 63

BIOMETHANE BUS LANCHED IN CALCUTTA

CALCUTTA - In Calcutta, capital of the Indian


state of West Bengal, will be operating shortly the
cheapest bus service in India. Buses will run on CNG
produced from cow manure. The first bus is already
active on the line crossing the city from north to
south for 17 km. At full capacity, the fleet will be
made up of 15 buses. The plant that will feed the
fleet is 200 km away and the gas will be transported
by trolley bins. The CNG costs 20 Rupees per kg
(0.29 €) and the bus runs 5 km on one kg.
Source: hindustantimes.com

THE PORT OF ROTTERDAM AUTHORITY STUDIES BIO-


LNG OPPORTUNITIES

ROTTERDAM - The Port of Rotterdam Authority and


the National LNG Platform will be starting a joint
A CALCUTTA ARRIVANO GLI AUTOBUS A METANO study that focuses on opportunities to develop LNG
from renewable sources as a transport fuel in the
CALCUTTA - A Calcutta, capitale dello Stato indiano del port of Rotterdam. LNG is a considerably cleaner
Bengala Occidentale, sarà operativo a breve il servizio than other fuels (Reduction of 85% of NOx emissions,
di trasporto pubblico con autobus più economico di tut- no particulate matter, reduced CO2 emissions), but
ta l’India. Gli autobus saranno alimentati a CNG prodot- bio-LNG allows even more drastic reductions in CO2
to da liquami animali. Il primo autobus è già attivo sulla emission levels.
linea che attraversa la città da nord a sud per 17 km. La The study can be broken down into three key
flotta a regime avrà 15 mezzi. L’impianto che alimenterà elements. The first will analyze the existing and
i bus si trova a 200 km di distanza e il gas verrà traspor- expected availability of production technologies and
tato da carri bombolai. Il biogas prodotto costa 20 Rupie processes until 2030. Then will be managed a market
al kg (0,29 €) e l’autobus percorre 5 km con un kg. study that includes scenarios of the availability of
Fonte: hindustantimes.com sustainable feedstock and the future development
of demand. And finally, business cases for the
production, transport of bio LNG in Rotterdam’s port
IL PORTO DI ROTTERDAM STUDIA IL BIO-GNL area.
The research is supported by the eight members of
the National LNG Platform and their technical, legal,
ROTTERDAM - L’Autorità Portuale di Rotterdam e la financial and market knowledge skills.
Piattaforma nazionale del GNL stanno avviando uno On the basis of the results of this research, the
studio con l’obiettivo di valutare le opportunità di svi- development of bio-LNG program in Rotterdam will be
luppare GNL da fonti rinnovabili come carburante per decided.
i trasporti nel porto di Rotterdam. La considerazione The study will be completed in the second half of 2017.
alla radice di questa ricerca è che se il GNL è un car- Source: portofrotterdam.com
burante considerevolmente più pulito di altri (riduzione
dell’85% delle emissioni di NOx, assenza di particolato,
ridotte emissioni di CO2) il bio-GNL consente riduzioni
ancora più drastiche dei livelli di emissione di CO2.
La ricerca è articolata in tre parti. La prima valuterà la
disponibilità esistente e quella attesa da qui al 2030
della produzione di tecnologie e processi. La seconda,
sarà uno studio di mercato con scenari che approfon-
diranno la disponibilità di materia prima sostenibile e
lo sviluppo futuro della domanda. Infine, business case
per la produzione, il trasporto e il trasbordo di bio-GNL
nell’area del porto di Rotterdam
La ricerca è supportata dagli otto membri della Piattafor-
ma Nazionale del GNL e dalle loro conoscenze tecniche,
legali, finanziarie e dalla loro conoscenza del mercato.
Sulla base dei risultati della ricerca verrà deciso se, e in
quale forma, Rotterdam svilupperà un programma bio-
GNL.
Lo studio sarà completato nella seconda metà del 2017.
Fonte: portofrotterdam.com
SOCI ADERENTI (43)
SOCI SOSTENITORI (65)

IGW srl

SOCI ISTITUZIONALI (10)

SOCI ORDINARI >600

www.consorziobiogas.it