Sei sulla pagina 1di 1

24 Serie B R 25a giornata DOMENICA 11 FEBBRAIO 2018 LA GAZZETTA SPORTIVA

Risveglio del Bari IL PROTAGONISTA

Prima la Lazio

Kozak, primo gol e poi l’Europa:


ora la dedica
è per Salzano
Incubo Frosinone Franco Cirici
BARI

1Longo ferma a 16 la serie di risultati utili di fila M


illecinquecentodo­
dici giorni. A Libor

Il San Nicola è tabù: Grosso dà un calcio alla crisi


Kozak è passato da­
vanti agli occhi il lungo
flashback del suo infinito di­
giuno, quando ha gonfiato
bia e fame e quel coraggio che la rete, regalando al Bari la
BARI 1 Gaetano Imparato aveva chiesto il tecnico in vigi­ vittoria più pesante. Ha cer­
INVIATO A BARI lia. Anche un pizzico di fortuna cato lo sguardo del fratello
FROSINONE 0 non guasta, visto come Gyom­ Thomas in tribuna, mo­

P
rima era un tabù, ora Bari ber devia in angolo una tiro al strando con orgoglio la ma­
PRIMO TEMPO 0-0
MARCATORE Kozak al 18’ s.t.
è un vero e proprio incu­ veleno di Daniel Ciofani, im­ glietta del compagno più
bo per il Frosinone che in­ beccato da Ciano alla sua ma­ sfortunato, Salzano (doma­
BARI (4-3-3) Micai 6,5; Sabelli 7, terrompe le 16 gare utili (5 vit­ niera, appena iniziata la ripre­ ni sarà operato a Roma al gi­
Gyomber 6,5, Marrone 6, D’Elia 6; torie di fila), è raggiunto dal­ sa, appena cioè parte la costru­ nocchio destro). «Era un gol
Busellato 6, Basha 6, Henderson l’Empoli (forse dal Palermo do­ zione della vittoria del Bari. che aspettavo da tanto. Mi
6,5 (dal 26’ s.t. Tello 6); Anderson mani) nella città dove non ha ha emozionato». Un gol, do­
6,5 (dal 43’ s.t. Diakite s.v.), Kozak 7
(dal 38’ s.t. Nenè s.v.), Galano 6,5.
mai vinto, solo un pari 11 anni LA CHIAVE Grosso cambia, La gioia del ceco Libor Kozak, 28 anni, al primo gol stagionale ARCIERI po quell’ultimo guizzo in
PANCHINA De Lucia, Empereur, fa (7 sconfitte su 8). Perde, per Longo no (confermando gli 11 Premier League il 21 dicem­
Petriccione, Balkovec, Iocolano, il guizzo con for­ del k.o. al Pesca­ (al 12’ splendida semi rovescia­ ripresa: 0­0 e avanti tutta. bre 2013 (Stoke City­Aston
Brienza, Improta, Floro Flores. za e astuzia di ra). Il Bari tra ri­ ta di Ciano su cross di Beghetto, Avanza il baricentro, il 4­3­3 ri­ Villa 2­1). Kozak ha ripreso
ALLENATORE Grosso 6,5. Kozak che, su an­ MARCATORI posi mirati e for­ poco fuori, a seguire il duello piega quasi mai nel 4­5­1, Sa­ a esultare in Italia dopo la

14
golo, con uno ze da rispolvera­ Micai coi fratelli Ciofani, ai belli e Anderson (gara tattica e tripletta allo Stoccarda con
FROSINONE (3-4-1-2) Bardi 6; stacco perento­ re si spalma col quali para e respinge tutto). di sacrificio quella dell’olande­ la maglia della Lazio (3­1) in
Brighenti 6, Ariaudo 5,5,
Terranova 5,5; M. Ciofani 6 (dal 36’ rio vince il duello 4­3­3 ma è, spes­ se) asfaltano la corsia destra e Europa League, il 14 marzo
s.t. Paganini s.v.), Chibsah 5, aereo beffando so, un 4­5­1 visti RESURREZIONE Il piano strate­ allungano il Bari, lo spingono dello stesso anno.
Maiello 5,5, Beghetto 5,5; Ciano 6,5 Ariaudo e Terra­ gli esterni bassi, gico di Grosso si completa nella ad attaccare, a soffrire poco,
(dal 26’ s.t. Soddimo 5,5) ; nova. Vola più I giocatori del Bari le linee a contat­ mentre Galano torna a punge­ TRE ANNI DI GUAI Il suo in­
D. Ciofani 6, Dionisi 5,5 (dal 36’ s.t. su, manco salisse in gol con Kozak: è to nei minuti ini­ re. Il gol che decide il pomerig­ ferno è cominciato con la
Citro s.v.). in ascensore, de­ ziali. Pratica­ gio e fa evaporare la crisi bian­ rottura della tibia e del pero­
IL MIGLIORE
via con rabbia il massimo, alla pari
PANCHINA Vigorito, Crivello,
Russo, Besea, Frara, Volpe, Krajnc, mente assetto ri­ corossa nasce da un angolo ne (destro) alla prima sta­
Kone. perché l’ultimo di Ascoli, Foggia, disegnato con contestato dal Frosinone, la re­ gione all’Aston Villa. Un
ALLENATORE Longo 5,5. suo gol italiano Frosinone e Venezia Marrone dietro, azione ciociara è quasi nulla. guaio complicato da un in­
era del 2013, Basha a giocare Una botta di Chibsah da fuori tervento sbagliato. Dodici
ARBITRO Di Paolo di Avezzano perché è il primo col Bari e vale su Ciano (identica gabbia crea­ (24’), Longo che si priva di Cia­ mesi fa si è fermato di nuo­
6,5. oro. Evita alla squadra di Gros­ ta da Zeman sabato scorso), Sa­ no (l’unico che coi suoi guizzi vo: frattura della caviglia si­
GUARDALINEE Colella 6-Margani
6. so di imboccare il tunnel della belli­Anderson l’asse di destra può sempre cambiare il corso nistra e ancora il ricorso ai
ESPULSI nessuno. crisi dopo 2 sconfitte, 7 reti su­ che, nella ripresa, diviene de­ d’un match) e con Citro più ferri. L’estate scorsa il d.s.
AMMONITI Chibsah (F), bite in 180’ e con la classifica vastante e decisivo. Il Bari sta Soddimo e Paganini vira sul 4­ Sogliano ha scommesso sul­
Henderson (B), Basha (B) e D. che sembrava uno scivolo ba­ bene attento a non andare in in­ 4­2 per aggiustare il tutto. Non la sua rinascita. Gli ha offer­
Ciofani (F) per gioco scorretto;
Kozak (B) e Nenè (B) per c.n.r.
gnato da acqua e sapone. Sì, feriorità numerica ma non
Longo resuscita il Bari ma vista graffia (8’ Sabelli innesca al ti­
7 ci riesce, anche se il pareggio
sarebbe forse il risultato più
to un contratto minimo, 40
mila euro. «Il gol è un pre­
NOTE paganti 3.654, incasso non
comunicato; abbonati 9.003,
la pressione nei 90’, gli angoli e ro Kozak, rimpallato, come ● SABELLI giusto. Ma certi cambi sicura­ mio al mio lavoro», ha confi­
quota non comunicata. le azioni gol ciociare (3­4), tor­ Gyomber su angolo al 33’ man­ DIFENSORE DEL BARI mente non hanno migliorato dato il 28enne centravanti
Tiri in porta 4-3. Tiri fuori 3-5. narsene senza punti è come da alle stelle). E’ più cattivo, ci­ Difende, spinge, fa due assist nulla e Bari si conferma sempre ceco, la prima ricompensa al
In fuorigioco 1-2. Angoli 4-11. masticare veleno. Il Bari vince nico, pratico il Frosinone che da urlo, una raffica di cross più fatale per il Frosinone. Bari che ha creduto in me».
Recuperi: p.t. 2’, s.t. 5’. perché nella ripresa ha più rab­ gioca, attacca, spinge un bel po’ e sfiora anche la rete © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

Caciatimbraal96’ Il Brescia sbaglia


porta da un ottimo Fulignati chiaramente che Minelli affer­
almeno in tre circostanze. Poi rava in pieno le gambe di Ger­
quando il portiere romagnolo mano invece che il pallone.
non vi è arrivato, ci ha pensato

Il Cesena si salva il palo al 13’ a respingere la


conclusione a botta sicura di
Ardemagni. La Pro si lamenta LA GARA La Pro Vercelli ha gio­
cato a viso aperto, il Brescia
d’attesa. I padroni di casa han­

Beffato l’Avellino E si resta a secco


no creato diverse occasioni, ma
TIFOSI FUORI Il Cesena invece non sono riusciti a segnare. Gli
è apparso troppo lezioso e re­ ospiti hanno sprecato il rigore
missivo, quasi passivo, votan­ concesso al 37’ del primo tem­
dosi soltanto ai lanci lunghi po, per un fallo di Bergamelli
verso Jallow. Il pareggio è tutto su Torregrossa. Sul dischetto è
AVELLINO 1 Luigi Zappella merito della classe di un gioca­ PRO VERCELLI 0 Raffaella Lanza andato Bisoli: palla fuori. Nella
AVELLINO tore come Cacia che ha avuto VERCELLI ripresa la Pro Vercelli ha sfiora­
CESENA 1 la lucidità e l’astuzia di brucia­ BRESCIA 0 to la rete con Castiglia e si è vi­

E È
mozioni racchiuse in co­ re la marcatura di Morero sul­ mancato solo il gol tra Pro sta negare il rigore su Germa­
PRO VERCELLI (3-5-2) Pigliacelli
PRIMO TEMPO 0-0 da nell’incredibile 1­1 tra l’angolo calciato da Schiavone 6,5; Gozzi 6, Bergamelli 5,
Vercelli e Brescia. Per il no, atterrato da Minelli. È il
MARCATORI Moretti (A) su Avellino e Cesena con un e deviato da Esposito. Prima resto c’è stato tutto: un ri­ Brescia che però ha sfiorato la
Dramane 6,5; Ghiglione 6,5,
rigore al 45’, Cacia (C) al 51’ s.t. botta e risposta scaturito nel della gara va segnalato che nel gore dato al Brescia e sbagliato vittoria sul finale: allo scadere
Germano 6,5, Vives 6,5, Castiglia
AVELLINO (3-5-2) Radu 6;
convulso finale. Infatti al gol di corso dei servizi di pre filtrag­ 6,5, Mammarella 6; Morra 5 (17’ da Bisoli, un rigore che c’era e Embalo, lanciato in contropie­
Migliorini 6, Morero 5,5, Moretti su calcio di rigore (fal­ gio ai varchi d’accesso, due ti­ st Raicevic 5,5), Reginaldo 6,5 (25’ non concesso alla Pro Vercelli, de, è stato fermato da Ghiglio­
lo di Donkor su Falasco) al 90’ fosi del Bologna, gemellati con s.t. Kanoute 6; 46’ s.t. Berra s.v.). un cartellino rosso, estratto ne. Il direttore di gara ha
Marchizza 6; Laverone 6, Molina
PANCHINA Marcone, Altobelli,
6, Di Tacchio 6,5, Wilmots 6 (dal risponde Cacia di testa in mi­ l’Avellino e rivali storici del Ce­ Paghera, Bifulco, Alex, Ivan,
precipitosamente su Ghiglione estratto il rosso: dalla punizio­
15’ s.t. Moretti 6,5), Rizzato 6 (dal schia al 51’, un minuto oltre i 5 sena, sono stati identificati e Da Silva, Pugliese, Jidayi. per un fallo su Embalo lanciato ne che ne è conseguita, Carac­
32’ s.t. Falasco 6,5); Asencio 6, minuti concessi dall’arbitro denunciati perché risultati già in contropiede. E poi spintoni, ciolo ha impegnato Pigliacelli,
ALLENATORE Fusco 6
Ardemagni 6 (50’ s.t. De Risio s.v.).
PANCHINA Lezzerini, Kresic,
Ghersini e prolungati di un mi­ destinatari di Daspo. Per soli­ (Grassadonia squalificato). parole grosse, qualche schiaffo che ha salvato in angolo. La
Pecorini, Evangelista, Vajushi, nuto per una sostituzione ef­ darietà lo zoccolo duro degli in campo e fuori nei minuti fi­ partita è finita lì ed è iniziato il
Cabezas. fettuata da Novellino a 20 se­ ultras irpini ha preferito diser­ BRESCIA (4-2-3-1) Minelli 6; nali. E le polemiche nel dopo dopo gara, con parole grosse
ALLENATORE Novellino 5. condi dalla fine, per far entrare tare la gara senza esporre al­ Coppolaro 6, Somma 5,5, partita. Boscaglia ha definito il che sono volate e le polemiche
De Risio al posto di Ardema­ cun striscione. Gastaldello 5,5 (dal 33’ s.t. sintetico del Piola un campo che non si sono sopite.
CESENA (4-4-2) Fulignati 7; Meccariello 6), Curcio 5,5; Tonali
gni. © RIPRODUZIONE RISERVATA
6,5, Martinelli 6; Bisoli 5, Torre-
sul quale non si può giocare a © RIPRODUZIONE RISERVATA
Donkor 5, Esposito 6, calcio: troppo stretto e scivolo­
Scognamiglio 6, Fazzi 6; Vita 6,5, grossa 6, Embalo 6,5; Okwonkwo
Schiavone 6, Fedele 5,5 (dal 19’ s.t. BOMBER E’ l’ottava rimonta su­ 6 (dal 20’ s.t. Caracciolo 6). so. E ha lodato l’arbitraggio:
Cascione 6), Laribi 6 (dal 30’ s.t. bita dall’Avellino in questa sta­ IL MIGLIORE PANCHINA Pelagotti, Ndoj, «Baroni è stato bravissimo nel IL MIGLIORE
Kupisz 6); Moncini 5 (dal 15’ s.t. gione (4 vittorie e altrettanti Furlan, Longhi, Cancellotti. giudicare ogni azione», ha det­
Cacia 7), Jallow 6. pareggi sfumati), mentre Ca­ ALLENATORE Boscaglia 6. to il tecnico del Brescia. «A noi,
PANCHINA Agliardi, Melgrati, cia a segna per l’ottava volta se vogliamo essere precisi,
Perticone, Suagher, Eguelfi, contro gli irpini negli ultimi ARBITRO Baroni di Firenze 5. manca un rigore su Caracciolo.
Emmanuello, Ndiaye, Chiricò, GUARDALINEE Soricaro 5,5-
Dalmonte. anni e, a secco dalla gara di an­ Chiocchi 5,5.
Il rosso era giusto e per la Pro
ALLENATORE Castori 6. data del 15 settembre, si con­ ESPULSI Ghiglione (PV) al 45’ s.t. non c’era rigore». Pronta la ri­
ferma autentica bestia nera, per gioco scorretto. sposta di Secondo, presidente
ARBITRO Ghersini di Genova 6. portandosi con 134 gol ad una AMMONITI Castiglia (PV) eVives della Pro: «Col Brescia siamo
GUARDAL. Rocca 6-C. Rossi 6. sola lunghezza dal primato (PV) per gioco scorr.; Bergamelli sfortunati, nelle ultime partite
AMMONITI Molina (A) e Vita (C) storico in Serie B di Stefan (PV), Martinelli (B), Raicevic (PV) abbiamo sempre avuto un rigo­
per gioco scorretto. e Meccariello (B) per c.n.r.
Schwoch. Prima del pirotecni­ re contro. Se l’arbitro ha visto
7 6,5
NOTE paganti 387, incasso n.c.; NOTE paganti 1.551, incasso di
abbonati 2.778, quota n.c.. co finale, l’Avellino con un ine­ 13.690 euro; abb. 1.662, quota di così non c’è nessun problema».
Tiri in porta 9 (con un palo)-3. dito 3­5­2 rimaneggiato da as­ 9.770 euro. Tiri in porta 0-1. E mentre diceva questo sban­
Tiri fuori 7-2. In fuorigioco 5-2. senze per squalifiche ed infor­ ● CACIA Tiri fuori 9-3. In fuorigioco 2-2. dierava sotto il naso di Bosca­ ● GHIGLIONE
Angoli 10-2. Recuperi: p.t. 0’, s.t. 5’. tuni, aveva trovato sbarrata la ATTACCANTE DEL CESENA Angoli 5-2. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’. glia una foto in cui si vedeva CENTROCAMPISTA PRO VERCELLI