Sei sulla pagina 1di 1

42 Sport DOMENICA

11 FEBBRAIO 2018

UTILITY CARS

Sport
CELERIO • IGNIS
SWIFT • BALENO
CONDIZIONI SPECIALI
CREMONA - MADIGNANO

sport@laprovinciacr.it

SERIE B, 25ESIMA GIORNATA (QUARTA DI RITORNO). A UN PASSO DALLA VITTORIA, DAVANTI A 700 TIFO

PUNTO E A CAPO
La Cremonese
non infierisce
Il pari è stretto
Ujkani para un rigore, Scappini segna, i grigiorossi dominano
ma non colpiscono più, e nel finale il Carpi trova il gol dell’1 a 1
DALL’INVIATO FELICE STABOLI CARPI 1 dissima dalla prova incerta
CREMONESE 1 con la Pro Vercelli, somman-
n CARPI (MODENA) Ujkani do alla parata su rigore anche
para un rigore e, nel finale, CARPI: Colombi; Pachonik, Ligi, questa che, di sicuro, è sem-
salva anche il risultato. Se si Poli, Di Chiara; Calapai (37’pt Con- brata persino più difficile. Un
parte da qui, allora il pareggio cas), Giorico (10’st Verna), Sabbio- intervento che ha fatto respi-
ne, Pasciuti (24’st Malcore); Mel-
con cui la Cremonese torna chiorri, Garritano. (Serraiocco,
rare la difesa grigiorossa, fin lì
da Carpi può anche andare Brunelli, Capela, Palumbo, Bittante, impeccabile, e ha ridato fiato
bene. Ma se si guarda la par- Saric, Brosco, Mbaye). All.: Calabro. (scarso) e morale (tanto) a
tita nel suo insieme, per come tutta la squadra. Castrovilli si
si è messa dopo il vantaggio CREMONESE: Ujkani; Almici, Cani- è prodigato in un paio di gio-
firmato da Scappini (innesca- ni, Claiton, Renzetti; Cavion, Pesce, cate inverosimili, alle quali è
to da un cross rasoterra di Croce; Castrovilli; Scamacca (23’st mancato solo l’atto finale, con
Renzetti) e dopo il rigore pa- Brighenti), Scappini. (Ravaglia, un tiro respinto in un caso e
rato dallo stesso Ujkani appe- D’Avino, Procopio, Sbrissa Piccolo, un fallo quasi da rigore nel-
na prima (e concesso dall’ar- Marconi, Cinaglia, Macek, Gomez, l’altro (ma l’arbitro ha optato
bitro per un pressoché inesi- Cinelli, Garcia Tena). All. Tesser. per una punizione appena
stente fallo di Castrovilli), al- ARBITRO: Piscopo di Imperia (Ci- fuori area). E’ stato lui l’ulti-
lora il punto è stretto e as- tro, Cecconi, quarto uomo Rapua- mo ad arrendersi ad un risul-
somiglia molto a un puntici- no). tato utile ma avaro.
no. Mister Tes ser in sala
RETI: 32’pt Scappini, 26’st Mel-
stampa dirà che non bisogna CONTRASTI VARIABILI
chiorri.
far prevalere la delusione alla Certo, non aver chiuso la par-
bella prestazione della sua NOTE: al 15’pt Ujkani para rigore a tita quando si poteva e si do-
squadra. Certo. Ma è una pa- Giorico. Ammoniti: Claiton, Di veva farlo è stato il punto de-
rola. Perché quella col Carpi Chiara, Scappini, Almici, Ligi, Con- bole di una prova che co-
(privo di Mbakogu) poteva cas. munque resta positiva. Le as-
essere una di quelle curve ANGOLI: Carpi 6, Cremonese 8.
senze di Paulinho e Arini si
che fanno svoltare il campio- sono fatte sentire, anche se
nato una volta per tutte, dove RECUPERO: pt 2’, st 4’. chi ha giocato non ha provo- Ujkani para il rigore di Giorico al 15’ del primo tempo
si è vista una squadra di nuo- cato rimpianti. Compreso
POSSESSO PALLA: Carpi 42%,
vo compatta, determinata, a Croce, che si è rivisto dopo
Cremonese 58%
tratti brillante, ispirata da un lunga assenza e che è rimasto
Castrovilli imprendibile e ga- TIRI: Carpi 7 (4 in porta), Cremone- in campo fino all’ultimo. Bri-
sata dalle giocate spettacolari se 12 (5 in porta). ghenti per Scamacca è stato
di uno Scamacca al suo de- l’unico cambio che Tesser ha
butto da titolare, al quale è effettuato. Pochi? «Non avrei
mancata solo la soddisfazione vero perché, ha perso palla potuto migliorare il rendi-
del gol. E non è un caso se nel poco più in là dell’area grigio- mento della squadra», ha
secondo tempo, i 700 e passa rossa. Una distrazione, un at- spiegato il mister. Ma Pesce e
tifosi grigiorossi arrivati a timo di stanchezza, più sem- compagni forse avrebbero
Carpi siano andati letteral- plicemente un errore. potuto approfittare di qual-
mente in visibilio quando, che pausa almeno per rifia-
sulla fascia sinistra, i due IL DUBBIO tare, prima del pari emiliano,
ventenni si sono messi a pal- La palla, grondante sangue, chissà. A proposito di cambi,
leggiare di tacco, con la difesa dal neo entrato Malcore è ar- in attesa del rientro di Pau-
emiliana a guardare, sbalor- rivata in area a Melchiorri (in linho, non si è ancora visto
dita e incredula. La Cremone- fuorigioco?) che, con un toc- Juanito Gomez. Arrivato pri-
se in quel momento era in co, ha depositato nell’angoli- ma di Natale, era e rimane un
pieno controllo del gioco e l’i- no. Una pugnalata, patita al postdatato. Riuscirà ad anda-
nerzia era tutta nella mede- punto che due minuti dopo re all’incasso?
sima direzione. Bene avrebbe c’è voluto un intervento pro- Venerdì allo Zini arriva il Bari
fatto la squadra di Tesser ad digioso, un altro, di Ujkani che doveva essere in crisi ma
approfittarne e a chiudere il per tener su la baracca: Mel- che ha appena battuto il Fro-
conto, per regalare al popolo core si è liberato al limite e ha sinone. Euforia e cruccio,
grigiorosso un finale di gara fatto partire un destro a giro estro e incertezza, il reperto-
più tranquillo. pieno di rabbia e di effetto. Un rio dei contrasti variabili per
rimbalzo a un metro dalla una Cremonese che si è ri-
I VENTENNI porta non ha impedito a messa in cammino.
Invece no, il secondo gol non Ujkani di riscattarsi alla gran- © RIPRODUZIONE RISERVATA
è arrivato e se c’è un ramma-
rico è proprio quello di non
aver infierito con la giusta e
necessaria cattiveria su un
LA CURIOSITÀ
avversario che sembrava ed
era da diversi minuti mori- TREDICESIMO PAREGGIO
bondo. Certo, non è un det-
taglio e non è la prima volta. E n La Cremonese fino ad oggi è la squadra che ha ottenuto più
a dirla tutta quando Scappini pareggi in campionato: quello di ieri è stato il tredicesimo fin
ha servito Scamacca in area qui per la squadra di Tesser (8 vittorie e 4 sconfitte), che non
per un tap-in che sembrava perde in trasferta dalla quinta giornata di andata (Bari-Cre-
scontato ma che non è arri- monese 1-0). Venerdì sera la Cremonese giocherà l’anticipo
vato, il timore che la coda po- della quinta di ritorno contro il Bari, che ieri ha superato in
tesse nascondere un po’ di casa il Frosinone e ha scavalcato in classifica proprio i grigio-
veleno ha cominciato ad ser- rossi. Anche all’andata la sfida si giocò in anticipo martedì 18
peggiare. E forse ha tradito settembre.
anche Cavion che, senza un Croce in azione ieri a Carpi