Sei sulla pagina 1di 244

6 arhcolt

I progetti

"ilÍ2
9 idee-spunto
9 seraizi
Indice analitico

n u m e r o1 2 0

elettronico
P u b b l i c a z i omneen s i l e
s p e di.n a b b .p o s t g
. .lll
1 d i c e m h r1e9 7 $

L. 1.200

*r*

è|l

,4rc t
q
L
SIRTE
TENNE
VAN
((ilcercqv Plaza Manzoni 4
Îel (0591 :Xt/tf6{ . ilrdlos

persone))
ti cgrcq,,,
ti trovo,,,
ti pqrlq!

COLLEGAMENTO VIARADIO
CHIAMATA SELETTIVAINDIVIDUALE
CHIAMATA DI GRUPPI
AVVISODI CHIAMATAACUSTICO
RICEZIONE DELMESSAGGIO PARLATO
VOLUMEREGOLABILE - ECONOMICITA

SISTEMASIPASMOD.PS-03
1953 _-
--------l- dicembre 1976
I circuitistampatidi
cq elettroiiiea
Eranomesi che iLettorì osni .gd"^*lîl:^dîllq parte.dei prosettt presentativenisssropre-
"i .luÍlp9:liYPno,.in
dispostee messe in vendita le scatoìedi m.ontaggiocòmplete.Noi l-rqn1g
no;lianìo dei commerciantidi parti elettronichee
quindi,purtroppo,non abbiamopotuto soddisfaré"queste'.richi"rt..r-Joi.ì'ió"ogiifiòi'ji
-- ' ó;ii;;'";;;.ronet settore
e. basta sfogliarecq elettronicaper trovare a""in"-oi indirizzi r.iuoioér"ì
Ma un " pezzo' tra tutti può invececostituirurn próuté.a;-é "ui li;i;;íó-"i"rprto qucl
variaognivolta. di progetto della rivista, che
sensibile a questo problemae con l'obiettivo di fornire,un se.rvizionon speculativo
predisporree porre in vendita i circuiti st"rpàii di molti cq elettronlca ha deciso di far
piòéeiii,'"o'f,-e-giaannunciatoda alcuni mesi.
"roi
cq elettronica garantisce che tutte le basette sono perfeuamente rispondenti al relativo piog"*o, perciò,
nessuna brutta sorpresa Vi attende!

i circuiti stampati disponibilisono:


5031 Generatore
RFsw.eeper
a bandastretta(200kHz+25MHz) L. 2.000
(Riccardo Gionetti) - n. 3/75
{serie delle tre basette)
5121 Generatore di ritmi elettronico L.
(Alessandro MemoJ - n. 12/ZS 700

5122 Utile ed economico amplificatore da 5 a 15 Wnus L.


(Renato Borromei) - n. 12/ZS
800

5123 Gonvertitorino per la CB L. 800


(Bruno Benzi) - n. 12/TS
60ll Contagiri a LED L. 2.000
(GiampaoloMagagnoli) - n. 1/76 (le due basette)
ffi12 Fototutto L. 700
(Sergio Cattò) - n. 1/76 (solo il fototutto)
6031 Relè a combinazione L. 950
( B r u n o B e r g o n z o n i -) n . 3 / 7 6

6032 Segnalatore di primo evento L. 700


(FrancescoPaolo Caracausi) - n. 3/26

6041 Come realizzare con poche kilolire L. 3.000


[Renato Borromei] - n. 4/76 (tutta la serie)
6042 Un 40W onesto L. 1.500(una basetta)
(Mauro Lenzi) - n. 4/76
{la coppia:L. 3.000)
6051 Logica di un automatismo L. 1.500
(GiampaoloMagagnoli) - n. 5/76
6052 l[ sincronizza-orologi
(Salvatore Cosentino) - n. 5/76 t 1.500

6071 Gome mísurare la distorsione armonica totale L. 2.000(le due basette)


(Renato Borromei) - n. Z/76
610l Modulatore di fase a mosfet con audio livellatore L. 1.200
(Guerrino Berci) - n. 10/76

I prezzi indicati si riferisconotutti a circuiti stampatiin rame .su vetronite con disegnodella disposizione
nenti sull'altra faccia; tutte le forature sia di fissàgéioctré pér-iràoiòii"àéiiìrponenti sono dei compo-.
già eseguite.
Spesedi imballo e spedizione:I basettaL. 800; da 2 a 5 basetteL. 1.000.
Pagamentib mezzo assegni personalie circ,ola,ri,.vagl.ia
postali,o a mezzo conto corrente postale
8/29054; si possonoirwiare.anchefrancobottida'L. íd0, gti importi direttamentepresso
Ia nostra Sede. Spedizione'per pu""i"in îuccomandato. ó-ièitàr"

-- t954
cq elettronica
cq elettronica dicembre 1976

sommario
1954 | circuiti stampati di cq elettronica
1983 indice degli Inserzionisti
1984 RISPARMIA
19.85 bollettino per yersamenti in conto corrente posiale
1987 VIVERELA MUSICA ELETTRONICA (Bozzòla)
1.Inlroduzioné
1990 Gomplementi sul CHILD 8@ (Becattini)
2OO2 PIay Kits & C. (Masarella)
2OO4 Per gla appassionati di fotografia: un utile dispositivo per uso contemporaneo
di due proiettori e per dissolvenze incrociate (Gardin)
2O12 L'Antidigitalizzatore (Giardina)
2021 . Un moltiplicatore di tensione a elevato rendimento per i radaoamatora (Bianchi)
2024 Un interessante preamplificatore per converters SSTV (Fanti)
2026 La pagina dei pierani(Romeo)
Formula di Bolen - Caricabatterie automatico - Contasecondi con bloccaggio display
e r i p a r t e n z a ( l e m p i p a r z i a l i )-
2024 strumenti e misure
2029 sperimentare in esi/io(Arias)
Roba da Bangla Desh - Frullato di faina per Golfetto - Piccilto s'é fatto vivo - Un
Doela - Commutalore elettronico Der oscilloscooio - Come si scrive a Fantini - Venturini
è riuscilo a sfondare
2036 Sergio e il signor Rossi (Cattó)
2041 Poche idee, ma ben confuse.,.
2042 lmparaamoa usare I'oscilloscopio (Becattini)
2052 VFO a compensazionetermacada 5 a 5,5 MHz (Barbareschi)
2062 offerte e richieste
2063 modulo per inserzione * offefte e richieste'
2064 pagella del mese
2067 Edit One Goarino)
2074 sperimentare (Ugliano)
Mislo di Sperimentatori (Brugnera, Galeazzi, Belloni, Brovero, De Gaudenzi) - Uboldi
v i n c e u n a m o l i f i c a t o r el ì n e a r e-
ll progetto del mese: Antifurto per appartamenti con chiamata automatica del 113 -
2080 quiz (CatIó)
S o l u z i o n e d e l p r e c e d e n t e - V i n c i t o r i - N u o v a i m m a g i n e d a i n d o v i n a r e-
2081 Multivibrare necessè est (pallottino)
2088 Transceiver HF 80 -':-1O metri (Casini)
2094 Rotatore d'antenna automatico e semiautomatico (Battan)
2098 Preamplificatore stereo a integrati (Borromei)
2105 CB a Santiago9* (Can Barbone1c)
'La sagra dei preamplificatori doanténna
Q u a l i s o n o i v o s t r i C B D r o b l e m i ? o v v e r o L e t t e r e a C a n B a r b o n e ( C a r d e l l i c c h i o ,B e t t o ) -
2112 progetto ( starfighter n (Medri)
L'analizzatore video APT a scansione elettrostatica
2116 Effemeridi(Medri)
2117 indice analitico 1976

dicembre 1976 t955 -


nuovodalla
PACE

69 canali tutti in AM

c B 1 6 669 canali in AM
con antisplatter
9 integrati
sinteti zzalore dig itale

sempre all'avanguardia nello studio e nella costruzione

OOilÍIIIRCIAI,I
$OC. I INDI]$TAIAI,I
IIIRA$IATIOA
,.,.r.
IELEX 76077EURO vlo spofoto, l1/2 - ool99 RoMA lttoly) lotstoni 837477 . a312l2g
comp€tto. 10-21- 16123GENOVA (|tolyl folcfono 28071?
C A B L É € U R O I M P O R IR
. OMA

-- 1956 cq elettronica
INDUSTRIA wilbí k ir
s a l i t a F . l l i M a r u c a- 8 8 0 4 6L A M E Z I AT E R M E t e l . ( 0 9 6 8 ) 2 3 5 8 0
ELETTRONICA

LAVORATESIGURISUI VOSTRI ESPERIMENTI

. Nei locali da ballo dove interes'


sa creare nuovi effetti di luci .::
. úìlÈ r.tilne dove ;n1g1ss5s s' :'
videnziare alcuni articoli
. Ovunque ihteressi strabiliare gli
amici accogliendoli in salotti dai
mille Iampi di luce cangianti
CARATTERISTIGHE: 8000 w 2000 w
. Potenza max 8000 W Ganali medi L. I Canali medi L. 6.950
. fensione alímentazione220 V Ganali bassi L. 14.900 Canali bassi t. 7'450
. fensione lampada 220 V Canali alti [. 14.500 Ganali alti L. 6.950

vtr É { - Amoliflcatore 1.5 W t. 4.500 Kit n 42 - Termostato di precisíone al 1110di grado L' 14'500
'n.rr,r.s.
ì;; ]: ; - Amblificatote 6 W R.M.S. L. 7.500 Kit n 43 - Variatore crepuscolare in alternata con -
Dil : í . îil5iiii;;i;;; io-iv i. g.soo rotocellula L' s eso
iì;'; ; - Àrbtificatotu 15W R.M.S. L. l4.ln Klt n 44 - Variatore crepuscolarein alternata con
iiil I ; -- il;i;il;;ì;;; ió vi n.r',r.S. i. ro.soo rotocertura L' t2'rn
rrr É . Amolificatore so w n.ù.é. l. fA.sOO Kit n 45 - Luci a frequenza variabile 8 000 W L- l7'5(xl
Ìil ; ; -
pi;írpltticaiotu Hi.Fi atta impedenza !. 1.!q Kit n /t6 - Temporizzatore profess. da 0-45 secon- .
(rl F a - Alimentatore stabrtizzaùàOO,iin OVcc L. 3.950 di, 0-3 minuti, 0-30 minuti l-' 18'5011
l i l : 3 - À i i ; ; U ù ; ; . i à É i i i i i à t " À o o m À z , s V c c L 3. . e s 0 K i t n 4 z - M i c r o t r a s m e t t i t oFrle\ 41 w l. 6.s0o
li:: '; - îiiffiì;iil si"uiiiiràto800;A gvcc [. 3.es0 Klt n iE ' Preamplificatore stereoper bassao alta -
imped-bnza L' re'rxr
iiil ii -îiiffiilì;;; ;i;É;ii;t;ió óoomÀizvcc L. 3.e50
K f t n 1 2 - A i l m e n t a r o r e s r a b i t i t t à i ; B 0 0 mLA. 31.59v5c0c Kitnlg-Ariplificatore5transistor4W t' 6'500
rrì h 'î - Atimentatore stabiti;;ió àA ovc" t. 7.800 Xii ii só - Ambtificatore stereo4+4w L' l2'5{!o
iìàóiiii;,; àA z,svc" L. 2.9rn iii;; li -Preàmpr.ificatore per ruci.psicra-Ireliche l. 7.500
lil I ì;-îi;ffiàì;;;
yrlnr(-allmentatorestabiliit;i;àASùcc L'ls's0ll
f-. z.g0o iaii;it-CaricabatteriaalNichelcadmio
-Alimsnt. stab. per circ. a
dlsltali.con.seneratore
ftil ; i; -- îii;;;ì;ù;; iiàÉiiin"toia.rzvcc r. ?.80o Kti n s3
livello lQgico d.i lmpulsi' a 10 Hz-l Hz L' l4'5m
vi+ ^ ia Allmentatore stabilit;i; i À rs Vcc L' 7.800
Kit n s4 - contatoràìlsitalgg9i e'7s0
lil I ìi : trduiili3'ii i;;il;" per auto 800mA 10 l- 9'750
6 vcc L.
-' -'---
2'9lt ii; ; ii - contatore disitale per
'per 6 L'
iìii ; ;ó - Contatore diéitale 2 L- 9.750
Klr n 19 - Riduttore di tensione per auto 800 mA qiéii"lu?9' .10,p1"-slT1llil:L' r4'50o
7,svcc !' 2.ert ii;i ; ;i - óontatore
iiii; ss - Contatoredigitaleper 6 programmabil€ L' l4'llo
Kit n 20 - niouttore
gvcc
di tensioneper auto --1""
800mA
z.gso programmabile l/t.s{ro
' K i i ; óió - Contatoredigitale per 2
iiii; L.
t_.
- C o n t a t o r e d i é i t a'oe,
l e b e r ' tc0o n m e m o r i a L ' 1 3 ' 5 { ' 0
Kitn2t -Luci afrequenzavariabile2.m0W L. l2.0oo - 6 con memoria t' t3'500
Kir n u - Luci psichedetiche 2.000 W canali medi t. 6.9$ iiii ; 6t óóntatorediàitale
v t t ^ n - L u c Í D s i c h € d e t i c h2e. 0 0 0 Wc a n a l ib a s s i [ . 7 ' 4 5 0 i ì i i ; ó t - Ó ó n i a t o rd e i é i t a l eb e r 2 - c o n m e m o r i a L ' l 3 ' 5 m
iìii ; ;; - iuci bsichedeltche2.000W canali alti L. 6.9ft Kit n 6it - Contatoredioitale oer l0 con momorra
programmabiie L' l8'gn
Kir n 25 - variatoro dt tensionealternata2.000w L' 4.950
iiii;i; - Caricabatteriaautomaticoregolsbileda -- Kil n 64 'Contatoro .dloitale oer 6 con memoria
0,5A a 5A L. 16.500 t' l8'gn
Eogrammabilé
Klt n ?z - Ahtlfurto superautomatlco professlonsle - Kit n 65 ' boÀtatore.dloltale oer 2 con memoria
per casa t. 2s.000 programmabilé
'Logìca L' t8'5|n
Ktt n 29 - Antifurto €utomaflcopèr automobile !, tg.!q Klt n 66 - conta pezzidigitale con pulsante.L' 7'lxl
. V a i l a t o . ed i t e n s t o n e ' à i t o i ; à úB n 0 0 W t . r 2 . s 0 0 K i-i ; 6 t - L o s i c ac o n t ap e z z ldlsitale c o n f o t o c e l l u la
iiii;; L' 7's0o
iìii ; fi - vÀriàiórédí tenstonaalternata20.000 w L.
L' i8'rp
Riì ; ii . iu"i-bJùrt"oàrr"rt" c"nàìe i"iiof-riooow i. tl.soo Ktt n 08 - Loslca tlmer dlqitale con relè l0A
iìii ; óó - Loilca cronomot-rodígitale L' t8'5@
Ktt n 32 . Luct psichedoilchscanaleatti gooow L. l4.goat
iìii;ii-il;i;;i;É;a;iì;hàli"àieiàsii-sooowi.tl.soo x i i " i o - L o é l c a d i p r o s r a m m a z l opnoer c o n t a p e z z i
- liàintatóió stabtlirrato22v t,sA per dióttale.a riulsànte L' 26'000
iìii;;
Klt n 4 f. 5.500 Kit n 7l - Logica di programm€zioneper conta pezzi
Kn n 35 . Aiirént.tor" stabilizzato33V l,5A per digltale con fotocellula !.28'000
. Klt n 5 [. 5.500 Kit n ?2 ' Frfouenzimetrodigitale !' 75'00
k t t n g O - À i i m ó n t a t o r ser a b i t i z z a t5o5 V l , 5 A p e r iii; ti - Lucf stroboscopiche 1.29.5m
Klt n 6 L. 5.rxl NUOVA PRODUZIONE
Klt n 3z - Preamplificatore Hi-Fi bassaimpedenza t, 7.500
L- tl.3Ú
iiii ; ió - ntim. ltaU. vaiiabite - 4-igvcc
- con pro- - Ktt r Z4 . Compressoredínomico
tóztónaS.c'R3 ' A ' t.12.500 i i i ì i i i s ' L u c l ' p s l c h e d o l i c h ea c ' c ' c a n a l im € d i L ' 5 ' 9 s o
'iii
- - Luci a c.c. csnsli bassi L. 6.9!t0
Kit n 39 A-fim.'!taU.uariablle4-i8Vcc con pro- ii zÀ bslchodsliche
L' 6'950
t e z i o n JC . c . n . s n L 15.500 i i i i ; t t ' L u c i p s l c h e d e l l c hae c ' c ' c a n a l ia l t i
Klt n 40 - A-tim.ltaU.-uariabile4-tgvcc con pro.
-
iiii; tà Tempòrizzatore per terslcristallo l. E.sm
tozione S.c.R. I A L. l8.flto
'ó.50o iiii ; tó ' Inteifonlco generico' piivo di commut' 13'50
-L'33.m
(r, n c . ii'móàitziaiórà ià'o a oo seconai i. iii n 8b=- Sagreteria telefonica eiettronlca L.
Par lo csrattlrlrtloho plù dottagllat! dci Klft vcders I numori
prtc.donil dl qualta Rlvl3tE. Dl l.V.A.
I PREiZtSONOCOMPnEilStVT
osserofatte
Asgistonzatocnice per tutto la nostre scatole di montagglo.Gll prrmontrt. lo7o.ln plù. Le ordlnszioniposs.ono
dtrèttamentooresso ta nostra ialà.'SpeAìiioni óntiassJfÀJ'o pàr'paga.ento anticipàtooppure.sono reperlblll nei mlgllori
neoìii'al torfipónóntietàttrontct.Cataioghle Informazionia rlchlestblnviando 450 lire In ftancobolli.
PERFAVOREINDIRIZZOIN STAMPAIELLO

1957-
dicembre t9?6
s'p.4.
AMPLIFICATORI
COMPONENTI
rilil|il ELETTRONICI
O. tel.02.5696241121314/s
v.leBacchiglione, 20t39Mil.AN0
INTEGRATI

CONDENSATOR,T
ELETTROLIIICI compacr cassette C/m
compact cassette C790 [. z(Xf FET
Ttpo L|REAfimen^tato.rr L. ,.@o TIPO LIRE
-srabiliizatida Z,SA 12V o 1s V o 18V i. I.ZOO
1mF t2 V Z0 ; . q 1 ? . q4 . 2 4 y o 2 7 v o 3 s v o 4 7 v
Alimentatori i. s.ooo 8Es2l|6 7ú
1mF 2SV A0 con protezione elettroníca anticircuito - - - - - rEqotabiti
'i."ìo.oo sE5247 7ú
1mF 50V da 6 a 30v e da 5o0mA a 24
t(n ' 8C264 7q,
2 mF 100V r0O gg.6 a.30 v e d8 500mA a 4,s a i. €.ooo 8F244
Alimentatori a. 4 tensioni 6-2,5-9-i2 7oo
2,2mF 16V 80 V per mangiana"tii,
- _un- BF24.ti 7ú
2,2 mF 23 V 80 9119i99n'... ragistratori, ecc. L. .2.9fl, 8FW10 1.700
4,7mF 12V m lir-"Í,ne. .d1 ,cancellazlone e reglstrazione Lesa, Geloso, Gs_ BFWil 1.7ú
4,7 mF 25 V 90 srerr, Èuropnon ta coppla L. 3.an MPF|o2
To€tine K7 la coppia 7ú
4,7mF 50 V t00 L. 3.6{Xt 2N3819 650
5 mF 350 V 2(x, Microfoni K7 e vàri L. 2.$n 2N38il0
Potenziometriperno lungo 4 o 6 cm. e vari 1.0(n
I mF 350 V 200 i. ZAO 2u3/Et2 1.800
10mF 12V 6lt rorenztometricon rnterruttore t. gll 2t{38:B
'10mF Potenziometri 1.800
25 V E0 micron senza interruttore i. soo 21152/|8 7n
10mF 63 V lqt rorenzrometrimicron con interruttore radio t. 3:n 2N5457 7@
22mF 16V 70 lgtglz_lgIetli micromignon con Interruttore L. Zm 2N5458 7W
22mF 25V l(n TRASFORMAIORI D'ALIMENTAZIONE MEM564C LsD
32 mF 16V 8ll 6 0 0 m A p r i m a r i o2 2 0s e c o n d a r i6oV o 2 , 5 o 9 V' - o . t -2-V L . r . 6 { x , MEM571C l.fxt
3 2 m F 5 0V ll0 14 primari2 o 2 0 V s e c o n d a rgi oe 1 g V f. z.soo 40673 t.800
32 mF 350V 4ql ! 4 p r ì r h a r i o2 2 O Vs e c o n d a r i1o2 V o t 6 V o 2 3 V f.. Z.S0o 3N128 l.fxt
32+32 mF 350V 6fl! 8 0 0 m A p r j m a r i o 2 2 0 V s e c o n d a r i o
2 , 5 + 2 , 5 t ' i. r.oOO 3N140 1.800
50mF 12V 80 2 A primario220V secondario30 V o e6 V f. s.soO 3N187 2.M
50mF 25V lm 3 A primario220V socondarioj2 V o tg V o 24V l. s.sOO
5()mF 50 V 180 3 A p r i m a r i o2 2 0 V s e c o n d a r i to2 ; t - 1 2 V o t ! + 1 5 V l. s.soo DARLINGTON
50 mF 350V 5|X, 4 A p r i m a r i o2 2 0V s e c o n d a r i 1 o 5 + 1 5V o 2 4 + 2 4 V o Z A t . Z . W
50+50 mF 350V E(X, OFFERTE RESISTENZE, TRIMMER,STAGNO,CONDENSATORÍ TIPO LIRE
100mF 16V l0O ' BD70f 2.2ú
10OmF 25 V Busta 100resistenzemiste L. sm BD7V2 2.2ú
t4O Busta 10 trimmer misti
100mF 50 V 200 L. 600 80699 2.{t00
100mF 350V Busta 50 condensatorielettrolitici t. l.lOO 8D700
?00 Busta 100 2.W
100+100mF 350V t.mo condensatori elettrolltici i. Z.SOO BDX33 2.2ú
20OmF 12V Busta 1_00 condensatori pF t. 1.500 BDX34
120 óusra s condensatorielettrolitici a vitone, baionetta 2 o 3 2.2ú
200 mF 25 V A0O BDX53 1.800
' 200 mF 50 V capacità L. 1,200 BDX5,I 1.8{t0
25(t Busta 30 potenziometri
22OmF 12V l2O doppi e semplici e con intàiruttore nPl20 l.8(x!
220mF 2s V 200 ''ffi ltP121 l.8dt
250mF 12V Busta 30 gr stagno | ltP1"2 t.8m
150 Koc-chettostagno 1 kg a 63 o/o
250mF 25 V 200 [. 8.2fn TtPl25 r.800
250mF 50 V uuître stereo 8 O 500mW t. 6.000 TlPt26 1.800
300 Micro relais Siemense lskra a 2 scambi
300mF 1bV l4o L. 2.1(X) ttP127 1.8d'
320mF 16V rs|t M i c r o r e l a i s S i e m e n se l s k a a 4 s c a m b i [ . z . s o o TlPr/O 2.N
400mF 25 V 250 Zoccoli per micro relais a 2 scambie a 4 scambi L. zao lf Pl4l 2,m
470mF 16 V AX) M o l l a .p e r m i c r o r e l a i s p e r i d u e t i p i [. aO TlP142 2.m0
500mF 12V 2lX) z o c c o l rp e r i n t e g r a t a i 1 4 e 1 6 p i e d i n iD u a l - i n _ l i n e L . 2 9 0 TfPl45 2,Xn
500mF 25 V 250 PIASTRAAIIMENTATORISTABITIZZATI TlP0007 2.000
5@ mF 50 V 350 Da2,5A12Votsvo1.BV MJ2500 3.000
L.4.M MJ2$2
640mF 25 V 20 Da2,5A24Vo27Vo38Vo4ZV L . S . ( x r O MJ300o 3.000
1000mF 16V 300 AMPLIFICATORI ,
' MJ300f 3.0qt
1000mF 25 V 4fl 3.1qt
1000mF 50 V 650 D a 1 , 2 W 9 V c o n t e g r a t oS N 7 6 0 l L, 1.800
1000mF 100V l.oq) D a 2 W 9 V c o n i n t e g r a t oT A 4 6 1 1 8t e s t i n a m a q n e t i c aL . 2 . 4 0 0 REGOLATORI E
2000mF 16V 35(' Da 4W 12V con integratoTAAoltC testina mainetica -escluso L- 3.000 STABII-IZZATORI
2000mF 25 V 5{X) Da 5+5W 24+24V completo di alimentatore trasfor- 1 , 5A
2000mF 50 V l.lSO marore L. ts.o(Xl
Da 6 W con preamplificatore TIPO LIRE
2000mF 100V 1.8(n L, 6,m0
2200mF 63 V 1.200 Da 6 W senza preamplificatore L. S,0OO [M340K4 2.000
3000mF 16 V /t{ro D a l 0 + 1 0 W 2 4 + 2 4V c o m p l e t od i a l i m e n t a t o r ee s c l u s o t r a - LM340K5 2.600
3000mF 25 V Om sformatore L. 19.m0 LM340Kr2 2.6{Xr
3000mF 50 V 1300 Da 30 W 30/35V L. lS.Om LM340Kis 2.5{X'
3000mF 100V l.gql D a 2 5 + 2 53 6 / 4 0 VS E N Z A p r e a m p l i f i c a t o r e L.2I.OOO LM340Kí8 2.6(n
4000mF 2s V 9(X, Da 25+25 36/40V CON preamptificatore L. 34.m0
4000mF 50 V 1.400 A l i m e n t a t o r e
p e r a m p l i f i c a t o r 3e 0 + 3 0 W s t a b i l i z .a 1 2 e 3 6 V DISPI-AYe LED
4700mF 35 V t.t00 t. r3.0q, TIPO LIRE
470úmF 63 V l.$0 5 V con preamplificatorecon TBA&li l. 2.8fi)
5000mF 40 V 1.400 LED bianco 700
5000mF 50 V l.sqt LED rosso 300
200+100+50+25 mF 300V t.5(n LED verdi 6{10
RADDRIZZATORI B4{rC2200/3200 85{t Br20C70(n 2.N LEDsialli 6(Xl
BSftc7s00 t.6{xt B2fit C22tb 'f .fx, FND70 2.000
CONTRAVES TIPO PREZZO B8{' C2m0l32m 9(n 84(n Cts(n 700 FND5{XI 3.fxr
decimali L, 2.000 830 C25(t 25|l Blffr a30 3.s00 B4m C22fX! 1.5(Xt DL707 2.400
binari t. 2.000 B30C300 350 82(X)A30 8600c2200 1.800 [con schema)
B30C400 400 ValAngacontrollata Bl00 c5{xt0 t.5{n u7805 2.fi,0
SPAILETTE 830 C7s0 4sfl . 6.(xto Bln Cs(xlo 1.5(n u7809 2.(n0
L. 3(n 830 Cl2flt 500 81?oC2200 t.l(n Br00cldxto 2.800 p7412 2.0ú
ASTEfilettate con dadi 840 10(n 500 B8{'C6500 1.800 B2m C2(XX'o 3.fiX) p7815
L. t5( B80C100 2.fito
s{Xt B8OC7000/90002.000 828r,C4500 1.8q, v7824 2.000
_ t958 cq elettronica
s.p.A.
AGEI ' v . l eB a c c h i g l i o n e , 6 (02)
- t e l56s6241/2,/3/4/5 20139MlLAil0

SEMICONDUTIORI
TIPO L I R ET I P O IRE TIPO LIREIIPO L I R ET I P O L I R ET I P O L I R ET I P O LIRE
El,|rF 2.500 AFl35 250 BCí/o r00 BGl4? 25(r BD2fl 3.600 8F2:12 fn BUr33 2.N
Ec8olo 2.500 AFl36 25|t Bcr4r , 3ft Ec:la ?fi aDn? 8{xl BFA3 an Bur34 2.0(n
EcSrm 2.500 AFl37 gn Bcltt2 :t50 BCi!19 2il BDn4 8{n 8F234 300 BUa)4 3.fn
E288cC a.00o AFr38 zio Bcltt3 3flt BG50 /O0 BD28l ?00 BF23s 2tt{t 8U205 3.ln
acfioK 3m aFr39 500 BCt44 aso BC36r tmo 8D282 700 8F236 25|, 8U206 3.5|n
AClt?K 300 AFl47 gn BCt45 450 8C384 3{t0 BD30r 9m 8F237 25(l BU2tÌ7 3.fxl
AC121 zto AFIIA 350 BC147 ap 8C395 300 BD3ll2 900 BFZn 250 BUAn 3.ft0
Ael22 ?,204F149 35{, BCI/A 220.BC3S6 3@ 8D303 900 BF24l 3(x, 8U209 4.000
AGIZS 250 AFll, 3|xl Bcltlll 220 Bell3 250 BDgl4 900 8F242 25(t 8u2r0 3.(n0
act26 25(rAFl64 25|l BCrs3 ZN BcÉM 250 8D375 7(x) BF25r 450 BU2lr 3,000
ACl27 250 AFr66 250 8c154 ?20 Bel29 600 8D378 700 8F254 3|n BU2l2 3.m0
^c127K 330 AFl69 3$ BCt57 220 BC'130 600 BD4t0 85(, BF2s7 4lt BU3r0 2.M
ACI2S 2g AF17O 35| BCtsS zm B'C110 450 BD/82 700 BF2s8 fxt BU3lr 2.2ú
ac128K 330 AFl?l 250 BCf59 zm Bc//.1 4s0 8D433 800 8F259 5q, 8U312 2.0m
ACf32 2fi 4F172 25{t BCt60 400 8C460 500 8D434 800 BF26l rx, BUYI3 4.(xto
ACl35 2s0 AFl78 6m BCl6r 450 Bercl 500 BDr$16 7ú BÍnr 400 BUYI4 l.2lxl
Acl36 250 AFlSl 65{r BCl67 ?a 8C512 zfi 8D437 w 8F272 5@ BUY/B 9(x,
AC13S 250 4F185 700 8c168 zÀt BC5f6 250 BD438 700 8F273 350 0c44 400
ACr38K $0 AFl86 7m BCl69 ún B'C527 250 BD/B9 7@ 8F274 350 Oe$ 4m
ACt39 250 AF20l, 250 Bclzf ?20 8G528 250 BD46l 700 8F302 {00 0c70 no
Acllr 2fi AF2O1 3|n BCr72 úo BCS37 2r, 8D462 7m BF3lt3 /000 ()c7l zm
ACt4tK $O AF202 300 Bct73 220 8C538 250 BD5{r7 600 8F304 400 oc72 ?.20
AC142 2S0 AF23lt 6{n BCl77 3{X' 8C547 25{ BDfts 6(n BF30s s{Xt oc74 240
ac142K 33O aF2lO 6m BCt78 3(Xt 8C548 25(, BD5l5 000 BF3fl 300 oc75 m
Acfst Z31 4F267 .2{X'BCl79 3lx, BCs49 250 8Dsr6 600 8F332 320 0c76 ?20
ACi52 2il 4t279 .200 Bcrqt 240 8C595 3(r0 BDs85 900 8F333 3m ocl69 3s0
ACts3 2s0 4F280 .m0 BcrSl 220 BCY56 3m 8D586 .000 8F344 3s0 0c170 3s0
AC153K 3s0 4F367 .200 Bcr82 2m BCYss 320 8D587 .000 8F345 400 ()c171 35{l
ACi60 zm 4L102 .an Bcfsir 220 BCY59 3m 8D588 .000 8F394 35(r sFT206 350
ACl62 220 AH03 .200 Bcf84 m BcY71 320 8D589 .000 8F395' 35{t sFT2f4 1.000
ACí75K 300 AUl2 .000 Bct87 2fi BCy72 320 8D590 .m0 BF456 s00 sFT307 Zn
ACt?sK 300 Atll3 .m0 Bcml 700 BCY?? 3m 8D663 .0(n 8F457 5@ SFT308 nO
AC1?9K 300 ASY26 400 8c202 700 BCY78 320 8D664 .000 8F458 6(x, sFT316 n0
ACl80 250 ASY27 450 8C203 700 BCY79 3m 8D677 .500 BF4ttg 700 sFT320 Z4
ACiO0K 300 ASY28 450 BCm4 zm BDIO6 .300 BDYí9 .000 BFY46 5(n sFTtz2 z,29
ACtBt 250 ASY29 450 8C205 220 BDl07 .300 BDYm .fi,o BFV50 s00 sFT323 ùn
AClslK 300 ASY3? /t00 Bc2ft6 220 BDtGt .400 BDY38 .IX' BFYsI sfxt sFT32s N
ACI&! 220 ASY46 400 8cm7 zi20 8D711 .050 BFfio 4(XtBFY52 500 sFf337 24
ACl84 2m ASY/A rn 8c208 x20 BD112 .050 BFll5 400 BFY56 s(XrsFT351 2m
300 ASYT5 rt00 8c209 220 BDlt3 .050 BFfi7 400 BFYSi $o sFf352 ZN
ÀCrolx Zn
ACISs nO ASY77 s(n Bc2t0 400 8D115 700 BFllS 400 BFY64 5{n sFT353
300 ASYgt 5{n Bc2fi 'O0 BDll6 î.050 BFll9 4fi' BFY74 500 sFT367 3{n
ACIBSK 250
ACISZ 240 ASY81 s00 Bc2l2 250 BDll? t.05{tBFl20 100 BFY90 1.200 sFT373
300 ASZIS 1.100Bczl3 250 BDfi8 1 . 1 5 0B F l 2 3 300 BFW16 1.500 SFT377 25{,
Ac18?K 2.m0
ACrsS zlm A5216 1.100Bc2t4 250 8D124 1.500BFl39 450 BFW30 1.5002Nf?4
ACIsBK 300 ASZ17 f.t00 8c"25 2m BDl3r 1.200BFt52 300 BFXíT 1.2W 2Nn0 330
ACl90 2.?0 ASZ18 l.f(X) Bc23l 3tt0 BDl32 1.2(nBFl54 300 8FX34 800 2N301 800
Aclgt 220 AUIO6 2.200 8C232 350 BDr35 s00 Bflss s00 BFX38 600 2N3?1 350
ACf92 nO AUIO7 f.500 Bc2s7 220 BDl36 500 BFl56 500 BFX39 600 2N395 3m
ACt93 240 AUtOS 1.7008c238 220 8D137 600 8F157 500 BFX40 600 2N396 3(n
AC|93K 300 4U110 2.000 8c239 ?20 BDr38 600 BFî58 32ft BFX4i 600 2N398 3:Xl
ACr94 240 Aulll 2.000 8c250 zat BDl39 6{n BFl59 320 BFX84 8@ 2N/OZ 3ím
ACí94K 300 AUll2 2.100Bc2sr zm 8D140 600 BFl60 3(Xr BFX89 1.1002N409 4(n
ADl30 800 AUil3 2.fl'O 8C258 nt 8D142 900 BFl6r 4(n BSX24 300 2N4fi 900
ADI39 8M AU2OG 2.200 BC2s9 25{t BDlsT 8@ BFl62 300 Bsx26 300 2N456 900
AD142 8@ au2l0 2.N0 BCfr7 25{t BDl58 8{X' BFt63 3(xt BSX45 600 2N482 2fl
aDr4ít &xt au2t3 2.2m.8C268 25(, BDl59 85{)BFr64 3(xl BSX46 6(n 2Nrurl 2&
ADt4s 900 auY2t 1.6008G269 250 BDl60 2.ffn BFt66 5m BSX47 650 2N526 3m
ADlrtS 800 AUY22 1 . 6 0 08 C 2 7 0 ' 25{t BDl62 650 BFl67 4n0 Bsxso 6{Xr 2N554 800
ADr49 800 AUY27 r.000 8c286 400 BDr63 700 BEî69 4m BSX5î 3{Xr 2N696 400
ADî$ gN AUY34 1.200 BC?aT tt50 8D175 6{XtBFl73 400 BU21 4.000 2N6ll7 400
AD156 7(x' AUY37 1.200Bc29r7 270 BDt76 6{XtBFr74 5m BUl00 1.5(x|2N699 500
ADls7 700 BCl07 ?20 BC3{t0 4tt0 BDr77 700 BFl76 fln 8U102 2.000 2N706 N
ADrer 6s0 BCl08 220 BC30t 440 BDr78 9(XrBFl77 400 8ulo4 2.000 2N707 400
aDt62 6m BclG' m B.c302 440 8D179 600 BFf78 'llr0 BUl05 4.m0 2N708 lxl
aD2t2 700 BCll3 2n Bc3{t3 /t40 BDlS{l 600 BFl79 fD BUIO6 2.000 2N709 flo
ADz&t 800 Bcll4 m0 8c304 tt(lo BD2î5 f.ofi, BFl80 600 BUr07 2.000 2N71t 5(lo
aFl02 500 Bclls 240 BC3{'7 20 8D216 1 . 1 0 0B F l S l 6(xl BUl08 4.000 2N9t4 2m
aFl05 5{n BCfl6 240 BC3ltE n BD221 800 BFl82 700 BurGl 2.000 2N918 350
aFl06 tl00 BCllT 35{t 8C309 zn BD224 700 BFt84 4(x, Buttr r.gn 2N92!' 3m
AFIO9 400 BCll8 220 BC3t5 a0 8D232 6{n BFtSs 4(x, BUfi2 2.000-2N930 3m
3{n Bcllg 36{' BC3l7 TN BD233 . 6{X' 8F186 it00 Bult3 2.mo 2Nto38 75|'
AFfi4 5.(n0
AFfis 300 BCrm 360 BC3l8 M BD2?1 6{10BFl94 25(l BUlt4 1.8002Nll00
35{l BCl2l 6(XtBc3l9 2At 8D235 o00 BFl95 250 Bulls 2.4ú 2N1,4?s
'2.000 350
AFtr6 4ql
AFflz 300 BCf25 300 Bc3m ztt 8D236 7m BFr96 zAt BUrm '1.8002Nl3{t4 400
AFfi8 sstl 8C126 300 8c321 2m 8D237 600 BFl97 230 BU12î 2Nlfts
600 8F198 2fi BVln 1.8002NlflI7 tt50
^F121 35(l 8C134 220 8C322 2m 8D238 tlgl
AF124 3ll0 8C135 xn 8c327 250 8D239 8tD BFl99 25(t BUl24 2.dr0 2Nl3{E
3s0 BCl36 400 8c328 250 8D240 8m BF2m 5(ro BUl2s r.500 2N1338 Lmo
AFr25
aFl26 300 Bcl37 350 BC337 230 8D241 800 BFmT 4m BUr26 2.m0 2N1565' 'lll0
35(t 8c340 4ú BD242 800 8F208 rO0 BUIZI 2.mo 2Nt566 450
af127 3{10Bcl38 300
AFt34 25|' BCl39 350 BC34l 400 BD249 3.600 8F222 4(n BUl28 2.200 2Nl6l3
continua

dicembre 19?6
1959--
s.p.a. I I
I
AEI - v . l eB a c c h i g t i 6o .nt e ,t . ( 0 2 )t 6 s 6 Z 4 1 / z / 3 / r / slmr39 Mil.At{0
lsN760os 2.m0ITBA{I0 2.650
lsN760r3 2:ooo 2.650
I lsN?6Ír3 2,úO ITBA4/O 2.0@
S E M I G OlIo u r r o n l I
TRIAC lsN76ll44 2.m lT8A460
ltBA{80 2.N
2Nl7ll 3itl lzuaazt
I
r.fln lflPo I INIEGRAII lsNz&s r.atolsN76o60 1.2ú lIBA4slr 2.&t
L|RE lsN7444 t.ilto lsNr6848 2.qlo llBAsm
2Nl&x, 501 l2u44,?a 3.800| 1 4 4 0 0 v 8 l nl T t P o L I R EIEN?r4s 2.3Xt
2N1893 5 t ( l2N44?', 2.rrdtlsNr586t 2.0(nlTBA520 2.2lù0
8.0001 4 , 5 4 4 O 0 V 1 . 2 0 0 lca3{,t8 . r.800 JENZ|4S t.flro lsNr6862 2.(n0lrBAfto
2ìlly24 5(r(12N4441 1.2001 6 , 5 4 4 0 0 v t . f x l lca3026 2.fi'0 lsN7447 Ls(n I sN74H00
2,m
2l{ty25 45{ l2Naa3 1.600| 6 A 6 0 0 v t . 8 ( n 600lIBAs4{l 2.M
2.000lsN71it8 l.sm I sr{74H01
2Nt9B:l 45( 12N4414 2.NO I i o A 4 o o v l . 6 0 0lcA3O28
lcA3{,43 2.000lsN7tt50 tn lsN74H@
650lIBA5so 2.M
2Nls6 45( l2N49O4 l.ilxr l 1 0 A s 0 0 v t . & 0 lca3045 5!i0 2,2ú
2l{1987 t*t( l2N49r2 2.0(nlsN745t 500Isr{?4H03 6ft l18A560
t.000| 10A 600v 2.200 2.0m lsNT4s:r s00I SN74HO4 lrBA570 2.3(n
2Nm/$ 5(X 12N4924 1.300I rs A 4{n v 3.300lcA3048 4.0qt lsNzr.ll m!0lsN74Hfr5
65(,lÌBA64l 2.000
21f2160. 2.W l2N50r6 16.000| 15A 600V 3.9fit lcA3018 lcA:r{r52 4.000lsNT/|60 500I sNTrHl0
650lTBATí6 2.iln
2N2t88 5{t( l2Ns13r 3ilt | 25 A 400V 14.m0lcAfr6ti 6s0 ITBA?20 2.300
2N??18 400l2N5r32 1.800lsN7473 800| 8N74H20 650 2.(n0
330| 25 A 600V rs.500 cA3f,80 2.M lsN?474 6(n I sN74H2r - 650 ITBAT:X'
2NZ2r9 400 l2ti{,s177 ?2.00 | 40 A 400v 34.000 cA3{r85 . g(xrI sN74H3l' lTBATft 2.W
2NW gr 12N5320 3.200lsN?4zs 650 l18A760 2.à00
6s0 11004600v 60.000cA308r, t.8&r 18N74?6 8m lsNT4Hi{t È50lrBA780
2N?2f4 380l2N$2r 65(tl r 0 0 A 8 0 0 v 7 0 . m 0cA3090 r.600
2N2ciJ4 320 l2Ns:r?2 3.(m lsN74l r.800I sNT4Htt 6ti0 llBAT9o t.8(n
6so 1000 v m.q,o t036 2.6{n Sl{7'l&l 1.8{nI sNT4Hsl q50
2N2905 360 12N5323 700lr00A
I L1m 3.0(x1sN7484 t.8(n I sN74H60 lrBAsoo
650 lTBAsr0
l.qn
2N2906 250 I2N5s89 l3.0(xrI scR 2.0(x,
2il29o7 L12l 3.000 sN7485 1.40(,I sN74H87 3.800 TBASIOS 2.000
300 l2Nssgo 13.0@lTrPo L|RE Ll29 1.6(n sN7486 r.8(x,I sN74L00
2N2955 t,500 l2Ns649 g.(xn 1 A 1 0 0 V 7 0 0Ll30 75(l TBASM 1.700
| t.600 sNzr8g s.(x,oI sN74L24 75(t TBAs3II l.g(xr
2N30t9 5|n l2Ns703 l6.tx,ol r , 5 A t 0 0 v 8 0 0Lr3l r.600 sN7490 1.000JSN74tsz 700 TBAqN
2N3(n0 5{n l2Ns?64 ts.o(n 1 1 , 5 A2 0 O V 8 5 | t pA7o2 8N7r92 2.M
gn 1 2 . 2 4 2 0 0 v 9 0 0 pATGt 1.500 1.,t00I sN74tS3 700 IBA9M 2.4ú
2l'13053 600 l2Ns8s8 1.000sN7493 1.0(nI sN74rS10
2N3054 900 l2N6122 7(n t8A940 2.qx,
7ú 1 3 , 3 A 4 0 0 v 1 . f i t 0pA7@ 950 sN7494 t.lml ITAA'21 2.lxto TBA95(}
2t{3055 9(x)MJ3/O 700 8 A 1 0 0 v 1 . 0 0 0pA7l0 2.2ú
t.6C0 sN74es 9001 I TAA3oo
2il3061 5|n MJE:1030 2.000|| 8 A 2 0 0 V 1 . 0 5 { rLA?1l l t.400 sN7496 r:6001 I TAA3r0
3.m0 TBA97O
2.4ú TBA944r'
2.4W
2Nn32 l.(Xx, MJE3055 1.000| 8 4 3 0 0 V 1 . 2 0 01tA7B 2.5m
950 sN74l2l r.000| IAA320 t.500 TCA24{r
2NCn0 600 ltP3055 1.000| 6,sA 400v t.600.r!4741 g(Xl sN74t4t goolIraa3s0 3.000l TCA440
2.4ú
2N33?5 5.800 TIP3I 8 m l| 8 A 4 0 0 v l . ? m 1t4747 2.4ú
2.m0 sNT4litit r.500| TAA'135 4.000l TCA5il 2.M
2N3:t9r z20 TIP32 aooIl 6 , s A 6 0 0 v 1 . 9 0 0ttÀ74/B 900 sN74l4:t e.9001 TAA45O 4 . m l TCA6r0 9(nl
2N3/4,2 2.7@ TlP3il r.000 | 8 4 6 0 0 V 2 . 2 mu4733 2.600 sN74r44 3.0001 TAAss(I
2N3f'2 400 TIP34 r.m0I|| 10A 400v 2.000 8G555 r.500 sN74rs0 2.8001 TAA570
700|TGA640
2.200|tcA65{l
{.000 i
4.xn I
2N37ù2 zil TlPtt4 e mIlroe omv z.zoosG556 2.N sN74t53 2.fn0|TAA6lI r.000|TCA660 4.200 I
2N3703 250 TIP45 s(nl 1 0 A 8 0 0 v 3 . ( n 0 SN7/t00 tt{10 8N74ls4 2.7(nlTAA61Ib 1.200|TCA830 2.000 |
2N3705 2fi TIP47 l.2|n I 254 400V 5.500sl.rzr0l lo0 sN74r60 r.$0 | TAAOilc r.600|TCA9f0
2N37r3 2.NO TIP48 r.scoI 2 5 A 6 0 0 V 7 . 0 0 0sN7402 950 |
400 sN74l6r r.5{nlTAA62I 2.0m IlcA920 2.N0 |
2N3731 2.qr0 40?f/J r.000| 3 5 4 6 0 0 V ? . 5 ( nSN7/||}3 5(n sN?4r62 r.600lTAA63I z.(XnIlcA940
2N37lfi 600 4giè61 2'no I
r.000| 50 A 500v,10.fl,0 9N74{}l s(xt sN74r63 r.600|laa64{, z.oooITDA4{O 2.4OoI
2N3n1 2.6@ 40ú2 r.000| 90 A 600v 29.0fltl sN7405 4,00 sN74r64 r.600| TAA66la 2.oooIIDAlOrt0
2N3n2 2.W 10290 r.800 |
3.fi1o I 1 2 0 A 6 0 0 V 4 6 . ( n 0!N74fE 600 sN74r70 r.600ITAA66Ib r.600| fDAt04l r.80o I
2N37?3 4.(x10P11017 1.0002404 1000v 64.000l tN7407 6{X) 5N74r76 r.600I rAA7t0 2 . N l IDAl0tl5 r.800 |
2l{3790 4.000 PTm14 1.f00 340A 400V 69.fit0| iN7408 400 s N 7 4 r 8 0 t . r $ l TAA76I r.800| lDA20l0 3.000|
2N3792 4.(x)0P14544 fi.000 340A 600V 65.000| sN7410 4m sN74r8l 2.s001 f AAns 2 . 4 ú l fDAar20 s.000 I
2N3855 240 PT5649 16.000 I 3N74r3 800 3N74182 1.2úl TAA86I 2.000I fDA2620 4.200 i
2N3866 t.fln PT87r0 t6.mo TRASFORMATORI I lN74t5 400 sN74r9r 2.2úl T8625A r.600| tDA2630 4.2m I
2Nftí15 s.t00 PT8720 13.(n0 T I P O L I R EI ìN74f6 6{n sN74t92 2.2t0lTB625B r.600| rDA2631 1.2ú |
2N400r 5(to 912/12 9.q'0 10A 18V 16.000 | tN74r7 600 sN?4r93 2.4001 T8625C r.600| rDA2610 4.0(xl I
2N403t Cn 825/12 16.0(n 10A 24 V ts.m0 | ;N74m M sN74r94 r.500| lBAr20 f.2ooI rDA2060 4.OWI
2N4(xt:! txt Mr0/12 23.m0 r0 A 34 V 15.000| tN7425 500 iN74r9s r.mo I lBA221 r.200| 9368 3.000|
2N41U 45() Bs0/12 28.00010A2s+2sv 19.0mI SN7r|:'0 4tn sN74l96 2.2A01 TBA231 r.800JtAss6{r 2.4m I
2N4231 800 c3/12 7.000 lN7/A2 800 ìN74r97 2.4001 TBA2'IO 2 . N l sA5s70 2.400|
2N4?{.1 700 c12/12 14.000 DIAC I ìNZtitT 800 ìN74r98 2.4001 T8A26I 2.(m I lAJfi0 8ml
2N43À7 3.(Xn c25/12 2r.rxto T I P O L I R EI iN7440 5(n 5N74s44 2.1001 fBA271 600i sAJr80 2.000|
2N4348 3.200 2SD3r' 4.0(XÌda 400V aOOI ìNZr4r 9(X) lN760Ol r.8001TBA31I 2.5@| sAJ220 2.(lo0|
2N404 600 da s00V 500| iN7442 1.000 ;N76C03 2.000| TBAS:II z.ooolr'AJ3l0 r.&n I
vAtv0tE ftPo L I R ET II P O LIRE
ÎIPO LIRE LIRE .IPO
LIRE L I R EPCt82 s50lPY81 800 iXtl L000
DY87 85{t .g(xt 700 iY88 800 PCU4 s(pl PY82 800 rY3 r.000
DY8{t2 85{t 950 3.200 rc86 t.qn PCL86 950 | PY83 8(n ìax4
EABCSo l.2(xt
80() 8{Xt 2.301t rc88 1.000 PCL805 r.0001 PY88 85(t iAF4 1.5(n
EC86 9s0 sxr 850 'c92 7q' PFLzOO r.300 | PYfn 3.m0 AO5 8(X,
EG88 9t 9(n 9m ,c:g(Xl 9rr PL36 r .900| uBcsr 800 iiAtS
EC900 950 9stt g(xt ,GC88 900
ECCEi qn 950 PtSl r.0001 ucfl8r 850 iEMS L(Xto
95(t 3.000 ,ccr89 efr rL82 1.0001 uBF89 8m ic86 700
ECC82 800 900 r.7w cFet 9$ rL83 r00l uccds
ECC83 gqt cF82 800 isNT l.2m
800 1(n0 9m rL84 e00luct82 r.000 cG?
ECC84 $O go|t rcF200 t.(Xn
qn
t0m 1.100 tL95 ssoluLfi r.200 iGGS l.ooo
ECC85
gft
7m l.m0 'cF20t l.too rL504 r.700 | uL84 9m icG9 L000
ECC88 gfi' ext ,cF&'| r.000 PL5I9 4.s001 uY85 !t50 2cG7
ECCi89 950 700 1.000
8(n cF&r2 95| rL5{t8 2.únl lB3 9tt0 iDct6 2.100
ECCS|E 1.d,0 750 tIIl ,cFut5 Lmt >lJo2 r.orrl lx2B gfl IEAS 1.000
ECF80 900 7ú Stxt ,cHmo t.o(xrtL5ft9 '1.5001 5UA 1.000 58(16
ATTENZIOI{E
Al.-fine^di evltlre disguidi n€ll'ovasione degli ordinl si prega dl scrlvere in stampatélloinome
ed indlrlzzo del committonte
cltta e C.A.P., in calce all'ordrne. :
Non sl accottano ordinazioni inferlorl a L. 4.(n0; escluso le speso dl soedizione.
!!"ttlgla19_q,fql-slaqlmq!9rlal€_-glettrontco, anohe óe nón puUUticito
Pnzzl SPEGIALIPER lNDusTnlE - Forniamoquafsiasl-'pr5ventivo,dtétró "àira'p'ri.-àiîà'pubbttcaztone.
i'eiéàniànío-Àntiòrpato ai L. 1.@0.
cot{Dtzror{! Dr PAGAMET{TO,
a) Invio, antlclpatoa m€rzo assognocircolare.o vaglia -per postal€dell'lmporto globrle dell'ordtne,maggloratodslle sp€sepostsll
-, d
o,
1 y n m l n t m od t 1 . 4 5 0 p e r C S j V . € 1 . 6 0 0 / 2 0 0 ,
conùassognoGon le spese Inolugo nell'importo deil,ordlno.' iacchi pót"ii.--'--

- t96O cq elettronica
INTEGRATI tN4qt2 t5|t r00
TIPO LIRE lN'O03 r60 80 CONDENSATORI ÎANTALTO
ucl8038 4.500 AYi(b l.0(xl lN4{x,4 170 m A GOCCIA
ucur5H90 15.000 BArm l{l 1N4005 r80 80
sN29848 2.6m M 80
silmGl 2.000 zn &t
TIPO
sN?6dn 2.(no 8A127 , 100 Q,472 80 8{' LIRE
sN76@3 2.(xxl BAr28 r00 0a8r t00 80
sN76005 ?.0(n 0 , 1m F 2 5 V t5{t
8D585 8(X' 0,22mF 2s V l5{t
BDs87 800 DIGITATICOSMOS
INTEGRATI
0,47mF 25V l5{t
8D589 7m
sN29862 2.6(n TIPO tIRE 1mF16V ls0
l mF 35V 1?0
UNIGIUNZIONI 4ùo 4lt0 4iù25 400
$n l ; 5 m F 1 6V t5(t
2N1671| 3.000 4001 400 3.5m
' l , 5m F 2 5V
2N2r60 I 1.800 40ù2 400 4Ut7 1.2U) 170
2N2646 85(l , 4{n6 2.81X' 402a 2.0(n 2,2mF 25V 170
2N2647" 1.000 i|007 400 0gt,'J 2.0(n
3 , 3m F l 6 V rt0
2N/E?0 7(xt rfxr8 L8lt0 4030 l.fno
2N/A7l 7(n 4009 l.2m 4033 4.100 3,3mF 25 V 170
MPUr3r 8(n 4{l|0 r.gn rO35 2.M
2.ín 4 , 7m F 1 0V ls0
/oll 4m 4040
ZENER 4412 4(x, &42 l.stx, 4 , 7m F 2 5 V 170
da 400mW. xN 4lll3 9(x, 4tt4:l l.8tx, 6 , 8m F 1 6V f5|t
dalw 3fi, &14 2M /U145 l.qn ' 1 0m F 1 0V
t04!t l.o(xl lft
da 4 W 75{l rml5 24ú
1.700 BYl33 240 4016 r.000 405(t t.(xn 1 0 m F2 0 V 770
da l0 W tosl 1.600
BYr6s 2.Xn 4417 2.000 22 mF 6,3V lrt
DIODI. dAMPER BYt67 4.q'0 /ml8 .2.3(n 'o52 r.qn
405i1 1.600 22mF 12V 170
RETTIFICAIORI BYr89 1.300 rl{ll9 f.3{xl
E RIVELATORI BYr90 l.3m 4Vm 2.700 /o55 1.600. 33mF 12V 170
AY1V2 í.fi'o TVfi s50 1V21 2.4ú) 1111616 1.8{x, $inÉ i6v l90
AYI03K 7W TV18 ?5(l 40n. , 2.000 4o72 55(
4075 55(l 47 mF 6,3V 180
AY|O4K 7(x' 1023 400
&24 t.z5{l t1082 55{l t47mF 12V 200

Las.p.A. toTÍr?Èt-Ìll
lr r**rlÉHrtlTSî]3î' v teBacchistione,6.tet 2013e
t02)r6s6241t2/3/4is Mil-ÀNo
rrnrr qqq"rrT

,ende nffiie ordinazionidella zona di ROMA possonoessere indirizzateanchea:


GENTRO ETETTRONTCA B|SCOSS! via'Della Giuliana,107 - tel. 31949300195ROMA
e per la SARDEGNA:
Ditra ANTONIOMULAS. via GiovanniXxlll . 09020S. GIUSTA (Oristano) ' tel. 0783'70711
per fa zona di GENOVA: oppuretel' 72870
Ditta EGHOELECTRONICS di Amore - via BrigataLiguria78lr 16122GENOVA'tel.010'593467
-
per la zonadi NAPOLI
Ditta G.E.L.- via S. Arma alle Paludi,126- 80142NAPOLI' tel. 081'338471
- si assicura lo stesso trattamento-

ooooooooooooooooooooooooaoooooo

dicembre f976 1961 -


1130voltage regulator L. 1.600 N E 5 6 7t o n e d e c o d e r
1131 voltagé regul.ator L. 1.600 T 4 A 6 118 1 2
1005 voltage regulator L. 1.800 TBASlOS
L M 3 0 9 Kv o l t a g e r e g u l a t o r L . 2.950 TDA2020 ampli, 20 Vr'. L. 4.900
1 M 3 0 8s u p e r b e t a o p . a m . L . 1.950 S N 7 6 1 3 1p r e a m p l i - s t e r e o L . 1 . 6 0 0
LM3'1 comp. di tensione L. f .200 S N 7 5 4 9 2i n t e r f a c c i a L. î.600
LM320K-12 negat.regulator S N 7 5 4 9 3i n t e r f a c c i a L. 1.600
L. 2.950 SH75494 interfaccia L. i.600
L M 3 2 3 Kv o l t a g e r e g u l . 3 . A . gA709 op. amp. L. 800
L, 3.9s0 U,4741 op. amp. L. 900
LM324 quad op.-amp. i. -4.000 p4747 op. amp. doppio L. 1.600
p . S . L . 4 . 0 0 0 L M s 9 0 0q u a d U A 7 4 1 . L. t.900 U|]JQ tttlutti porp. ampt L. 3.s00
L. f' o.300
òi LH0042CFet input.op am. L. 7.200 uA/eb modul. brlanc. 2.900
turoi M252 batteria elettron. L. 10:200 ' X R 2 0 5 l u n c t i o n g e n e r a t o rL .
L. s.500
L. 12.000' M253 batieria elettron. L. 12.000 X R 2 1 0F S K m o d . - d e m o d . L . 6 . 5 0 0
M C 1 4 5 8d u a l o p - a m p l m . inidip XRl310 Stereo decoder L. 3.500
L. 1.200 Xî2208 moltipl. 4 quadr. L. 6.500
l C M 7 2 0 7b a s e t e m p i p e r f r e q u e n z i - M C 1 6 4 8 L F - V H Fo s c i t l . L . 6 . 9 0 0 YJbóoecoder L. 2.500
metro L. 9.900 l\,4K5002-5007 4 digit counter 9582 line receiver
lCM7208 frequenz. 7 dig., 6 lvlHz 95H90 decade 300 t\4Hz L. 13.800
L. 34.s00 N E 5 5 5t i m e r 1 1 C 9 0i l e c a d e 6 5 0 M H z L. 19.500
1129 voltage regulator L. \ 1.600 NE560 X R 2 2 4 0p r o g r . c o u n t e r - t i m e r
M K s 0 3 9 s - 6 - 7s e i d i g i t U P l ó O W N N E 5 6 1P , L . L . L. 7,800
counter L. 28.000 N E 5 6 2P . L . L , MK. 5009 Base tempi programm.
N E 5 6 5P . L . L . L. 14.000
N E 5 6 6P . L . L .
KIT
OROLOGIO NEWS!!
Dati tecnici: to di campo MA1001H modulo oroloqio
A CRISTALLI L. 15.000
Moderno d a 1 8m m TCA 580 gyrator
uoulDr L. 9.900
C-MOS Completamen- TDA 2640 pulse width modul. L. 6.000
o r o l o g i oa 4 d i - te autonomo, U A A 1 8 01 6 l e d d r i v e r L. 4.500
gii, punti cen- duratadella pi-
trali con pulsa- la anni 2. I L E Dr o s s i u n i c a s t r i s c i a 2 c m . p e r i n d i c .
zrone a 1 se- Quarzo a lìneari o displays giganti L. 1.200cad.
condo. 32.67ak{z.
Displaya effet. L. 48.000

LD 130 -r-3

P r e c i s i o n e0 , f % - f î d i g ì t
Auto-zero
Auto-polarità
B a s s oc o n s u m o 2 5 m W t i p i c a l
M i n i m o d i c o m p o n e n t i e s t e í n i , 3 c o n d e n s a t o r ie f
riferim.
l m p e d e n z ad ' i n g r e s s o 1 0 0 0M O
l m p e d e n z ai n p u t d e l r i f e r i m . 1 0 0 0M f ) I
C l o c k o s c i l l a t o ri n t e r n o .
P r o v v i s t o d i O V E R e U N D E R R A N G Ep, e r a u t o - r a n g i n g .
U s c i t a m u i t i p l e x e r i n B C D , c o n i n t e r - d i g i tb l a n k i n g .
U s c i t ac o m p a t i b i l eT T L .
Ritmo di lettura, da 1 a 60 al secondo.
F o r n i t o c o n a m p i a d o c u m e n t a z i o n ec o n f o t o d e l c i r -
cuito stampato. L. 16.500

Vasto assortimento: ICL 8038 kit - Generat. audio


l C e t r a n s i s t o rJ a p a n . Generatore di funzioni e VCO in unico chip
T T L s e r i e 7 4 0 0 1 5e n o r m a l e . 16 pin. - Può generare contemporaneamente
C-MOS serie 4000-4500.

OFFERTAdel MESE! /v\Ar 3 f o r m e d ' o n d a d a i 0 . 0 0 1H z a 1 . 5 M H z . L . 5 . 0 0 0

N. 10 circuiti integrati assortiti L. 2.500


n_J-ri-._É XTA DI PRECISIONE

rHC6/U frequenza 1 MHz L' 6'500


H G 6 / U f r e q u e n z a4 0 o k 9 z L . 3 . 0 0 0

N o n s i f a n n o s p e d i z i o npi e r o r d i n i i n f e r i o r ia t . 4 ' 0 0 0 .
S p e d i z i o n ceo n t r a s s e g nsop e s ep o s t a l ia l c o s t o . l*'Jt.f;",11,1îif
TEiilli":"*iî[!ii:i?iiiî:ii::fil#f t"
P R E Z ZSI P E C I A LPI E RI N D U S T R I E f a, r e r i c h i e s t es p e c i f i c h e . a n t i c i o a t i a n c h e f r a n c o b o l l i .

. ZZl00C0M0
viaCastellini,2S . Tel.031-278014
Gol nuovo metodo íldalvivott
hoimparato
ItElettronlca
insole fB leztoni
,,:',,;.;ffif;!;!Í:|
úH-*.:'#**o.*ru.,n* ,t''t'' F

ffi
Oggl è Indlspensabile conosc€re
l'Elettronica.
Perchè dominail nostro progressoin tutti
i settori,dall'industria
all'edilizia,
allecomu-
nicazioni.dal mondo economicoall'astro-
nautica,ecc.Tuttaviagli apparecchielettro-
nici,che vediamonormalmentecosi com.
ofessi,sono rcalizzati con varie combina-
zionidi pochi circuitifondamentaliche po-
trete conoscerecon il nuovometodolST.
Uno studlo che dlverto
Gli esoerimentiche farete non sono fine a
se btessi, ma vi permetterannodi capire
rapidamentei vari circuiti e i vari principi
che regolanol'Elettronica.ll corso è stato
realizzato da un gruppo di ingegneri elet-
tronici europeiin forma chiarae facile,af'
finóhèpossiatecomodamenteseguirloda r
ó a J a v c j s t i a . i t m a t è r i a t e a d o t t a t . à É i ò à " t i ór r - - ----- --l
I IST-ISTITUTOSVIZZ,ERODl TECNICA I
;:i:*:ll.*'s,$:*t:'j""'fi?""811";l:H:
li.3"iy*i1fu?#qt'fuis*,f;"il";:.ll:
iXa:l;:mfiji'.
I aos LutNo(va)
dilazionatonel tempo.
re,(0332)u.*.
I
Tel-(0332)
530469
I Desrderoricevere-perposta,invlSlONEGRATU|ÌAe
ricevere-perposta,inV|S|ONEGRATU|ÌAe senzaimpegno-la 1. dispensa dr di I
con informazioni
rnrutrlrazrorrr
curÌdettagliate
dettaglrate
uettagrrale surcorso
sul (srpregadi
uur5u (si ur surrvers lettera per
scrivereI lettefa
rerrera
y!:!E gratuita il 1ofascicolo
In visione faSCiCOlO I-II ELETTRONICA
:_Y,,,^lr"tt^
frer I
casella)
Se-ci auete seguiti fin qui, avrete certa- I
m e n t e c o m p r e è o q u a n t ó s i a i m p o r tl at n t e' r I I I | | | I I I I | | | | | ll I I I | | ll
per voi una solida preparazionein Elettro' | #
h i c a . M a c o m e p o t r e m m o d e s c r i v e ri vn i luou"u"''' | | | | | | || | | | | |I I | | I II I lt Il
4 a 3 h g a 3 r a l s l a v a l i d i t uà nd si i m i l e o o r s o ? l l L I I i | | L r

1iìl,r"tt
F"",î:É:l:liiÉlir^irlifi!:ù",:r;3-fiÈ I i t t ktt tl
"|ó;lrffi"
olio delle parole, vi convincerà della bontà

Iil;TJ,"t"":t"##r,n'g:i":J,'""sr:i';r"
I VL .
rr I 11 N

bilmente il tagliando. Non sarete visitati da . I " " I


rappresentantiJ I L'lST è I'unico lslituto llaliano Membro del CEC - Consiglio Europeo Insegnamenio I
1osiudiopercorrispondenza
e raccomandato
anche
! ::l Î,tttf_X"l;';t'u^"""" a

l$f iirirr"Ji#;+tr:",".
i'iiil,#il ;;, ;;,u.,o,rapprese;;;
I
dicembre19?6 1963 -
AF= zs
l. - ,

144-146MHz - FM - 12 canali
T r a s m e t t i t o r e :3 , 5 W ; s p u r i e - 5 0 d B . Microfono dinamico con p.t.t. O Altoparlante incoroo-
R i c e v i t o r e : 0 , 3 5p V [ 2 0 d B q u i e t i n g ) s q u e l c h 0 , 2 u Y - rato O Presa per altop. ext. o cuffià O Interruttore
Selettività -70 dB a | 25 KHz - intermodlllazione p e r e s c l u d e r e i ' i l l u m i n a z i o n ea p r o t e z i o n e c o n t r o i n -
-60 dB Rit. r 30 KHz. versioni di polarità O Filtro antidisturbo sull'alimen-
A l i m e n t a z i o n e : 1 1- 1 5 V D C - 5 0 - 7 0 0m A . t a z i o n e a G e n e r a t o r ed i n o t a 1 7 5 0H z O R I T ( R e c e i v e r
D i m e n s i o n ie p e s o : 7 0 x 1 5 2 x 2 3 0 m m . - 2 , 1 K g . lncremental Tuning) -+ 30 KHz intorno alla irequenza
di canale).

Prezzo (inclusa una coppia. di quarzi per S20 I 145.500MHz) L. l8O.mO (l.V.A. 12 o/o incl.l
O u a r z i p e r r i p e t i t o r i e c a n a l i s i m p l e x : l a c o p p i a l . 7 . 0 0 0 ( l . V . A . 1 2 o / oi n c l . ) .

ELETTRONICA 20134 MILANO . VIA MANIAGO, 15


TELECOMUNICAZIONI IEL. (02) 21.57.8e1

scatola.di montaggio
20

KIT completo, con moduli premontati e funzíonanti e


istruzioni di montaggio. Costruzione laciie, rapida e
sicura in due sere di appllcazione.Cablaggio già
pronto!
P r e z z o e c c e z i o n a l e :L . 1 4 0 . 0 0 0( l . V . A . ' t 2 . . , . i n c l . J c o n
u n a c o p p i a d i q u a r z i ( S 2 0 - 1 4 5 . 5 0 0M H z ) ,

,
_ 1964 cq èlettronica
ELEÎTRONICA 20134 MTLANO- VIA MANIAGO, 15
TELECOMUNICAZIONI îEL. (02) 21.57.891

RICEVITORE AEIIIE tt=


AM-FM€SB/CW
141-146llHz e 28-30 ftlHz
(su richiesta26-28MHz)

Sensibilità : 0,1 pV a 144 MHz


1 pVa 28MHz
Alamentazaone:12 Vcc
Dimensioni i 152x 275 x 90 mm
Altoparlante : incorporato
D u e b a n d e d i r i c e z i so n e : 1 4 4 - 1 4 6 M H z e 2 8 - 3 0 M H z ( s u r i c h Èièèssttaa 2 6 : 2 8 M H z ) . S u l p a n n e l l o f r o n t a l e : Y g l u m e . ,
(per
i q u e t c n ( A M e F M ) n o i s e l i m i t e r ( A M ) , g u a d a g n o R F , s i n t ó n i a , p u l s a n - t iA M - F M - S S B ,a t t e - i f u a t o r e2 0 d B
à i ì r ì n ì r " ' i n t e r m o d ú t a z i o n e i n p r e s e n z a ó i s - e g n a t i t o r t i ) ,p u l s a n t e d i s t a n d - b y , _ s c a l a d is i n t o n i a e S - m e t e . r . i l l u m i n a t i .
S u t p a n n e t t o p o s t e r i o r e : c o m m r l t a t o r e p e r S é i è z i o n a r el a b a n d a e d r i e b o c c h e t t o n ì B N C , p e r I ' i n g r e s s o1 4 4 ' 1 4 6 M H z
poli
e Z ' A - 3 OM H 2 ( o 2 6 - 2 8 M H z ) , i n t e r r ú t t o r e p e r s p e g n e r e I ' i l l u m i n a z i o n e , p r e s e l c u f f i a e c o n n e t t o r e a I 1
p e r I ' a l i m e n t a z i o n e ,a l t o p a r l a n t ee s t e r n o , u s c i t a B F e c o m a n d o d i s i l e n z i a m e n t oi n t r a s m i s s i o n e .
PREZZ0 e 28-30MHz L' 128.000
(lVA12%incl.)ABACl02-144.146 ARAC e 2t-28MHz L' 135.OOO
102-144-î46
(N.8.: in unione al trasmettitore ATAL 228 può essere usata solo la versione con ingresso a 28-30 MHz)

A?AL
TRASMETTITORE 22El
AM-FM-CW f44-146MHz
VFO e 24 canali quarzati
(mediantesintesìdi frequenzacon 9 quarzia g g i un t i v i )
Potenza d'uscita : 10 W
Alimentazione . 12 Vcc 2 A
Dimensioni : 152x250x90mm
Completo di : generatoredi nota 1750Hz e rele
d'antenna.
Sul pannello frontale: bocchettone per microfono o mi-
crotelefono, commutatore canali e sintoniaVFO, pulsanti
- -
d'accensione, trasmissionecontinua, AM FM FM low
p o w e r , i n s e r i m e n t oV F O , S P O T , n o t a 1 7 5 0 H z , l e d i n {
àicatore della ootenza d'uscita e della modulazione AM,
s c a l a V F O e f i n e s t r e l l ac a n a l i i l l u m i n a t e
Sul pannelloposteriore:interruttoreper spegnéreI'illuminazione, in ber tasto CW, regolazioneguaoagno
poli per
miciotono, due bocchettoniBNC per I'antennae il collegamentoal ricevitoree connettorea 7
i;atimentaiione, lo stand-byautomatiòodel ricevitoree la misuradellapotenzad'uscita.
p n É 2 1 ó t l V n 1 2 o / o i n c lA. )i A L 2 2 S c o n m i c r o f o n o d i n a m i c o , s e n z a i q upaerrzl ia c a n a l i z z a z i o n e L. 169.500

ALIMENTATORE A=AF r=4 ;


Illlilllllllllll
Ingresso : 2 2 O Y a c + 1 C P /5o0 - 6 0 ' H z
ltllltllllllllll
Uscita
i cortocircuiti
C a m b i a t e n s i ó n ei n t e r n o p e r 1 1 0 V a c
: 12.5 Vcc - 2.5 A con protezione contro * !!!!!r!!r1t!!t!:
tr; nttttlllfllllll
R e g o l a z i o ni ne t e r n a1 1 - 1 4 V c c
Altgparlante:4Q,2W
PREzzo (lVA 12oloincl.)ASAP154 completodi cordone rete
L. 54'ooo

Gavo di connessione 890036 per collegat'ee alimen- Cavo coax, 5OO RG 58 C/U 890012 intestato con
tarc (12V) ARACe ATAL L.6.600 (lVA 12%incl.) due BNC dotati di raccordi plastici, lunghezza 30 cm.,
Cavo di connessione 89OO35per collegareASAP e per la connessioneRF tra ARAC e ATAL
ARAC L. 5.900 (lVA 1t/" incl.) L.2.900 (lVA 12lo incl.)
Gavo di connessione 89OO37'per collegareASAP' KIT di 3 quarii da 19.6708, 19.6750, 19.67S2 MHz per
ATAL C ARAC L.9.4OO (lVA 12lo incl.) canalizzazione 25.50,75KHZ L' 12.OOO(lVA 12oloincl.)
Kit di raccordo 040010 per accoppiaremeccanica- Q u a r z i d a 1 3 a 1 4 M H z p e r c a n a l i z z a z i o n ed i 1 0 0 i n
mentedue apparaticome ARAC,ATALo ASAP 1 0 0K H z c a d . L . 4 . 2 0 0 ( l V A 1 2 0 l oi n c l . r
t. 1.800 (lVA 12l" incl.) a 25 KHz
Kit completodi 9 quarziper la canalizzazione
da 145.000a 145.575MHz(24 canali)
L?FIEA 2 L. 35.OOO(lVA 120l"incl.)

composta da ARAG 102, ATAL 228, ASAP 154, 2 Kit di raccordo 04OOl0' cavo
di cónnessione 89O037 e cavo coassiale 890012, completa d}microfono dinamico,
(lVA 12l" incl.).
cordone d'alimentazione e connettori ausiliari L.35O.OOO
VALVOTEBROWNBOVERI

ML-726.DA,4f.cL8oo r00.4043-c.
r 100-f.T55.f40.808

RS613.RS6f4.75TH
ry 2.f25.3 S 013T.
F 32. HF300.
HF200.3C150.W1860 0oo1s1
/3000.
s. T380.1 1135.8R1 135.DEI-40
TB 3/7s0. TY3-2s0.w4 TYS2-2s0.
RS630.RS671.RSt026. 360.tx990t.
3 . 4 0 0 2 . 3 s 0 3 s T . 5 T 2 15T34.
. 250TH.
.30411/1L

M L 8 3 3 AR. S 6 3 1R. S l 0 1 6 . /r250. TB4l1500.

4 r . E l 3 0 0E
. Sî001-
TY6-800
1 t08.
o - 4 5 | t -|

da tzo W RF
particolarmente
cv2964.CV3879.CVs9s9.E2s0A.Oy4.250.
studiata
o_83,5/7s0.
per FM e SSB
O84/l f 00. oy4/2s0. oy4/s00.
_ RE400F.RS686.RS1002A. fî26.
DIODI RADDRÈ

7217.3154-9754.673F.

DISTRIBUTORE
AUTORI,,ATOBBC.BR.OWN
BOVERI
ditta D. FoNTANtNt- 33038
S.DAN|ELE . poB.
DEtFRtUu 18.8 (0432)
93104.93146

MOil|TORE,
TEIECAMERA,
GEITEBA PERSSWE FSWIIIIKITE MOIUTATI
AESSTXOMonltofopcfssTv,comptstodstktt K1,K2,K3, AE5GK2Osctttatorte1.m,
Ka, K5, K6, TA, cD, con:
1.S00,2.O
Hz€r,"f
cln€lcoplog'- f-P19 1.15út.2ú0
?.[f
ch€lcoploE'- g).-P7 L. î55.7U
AEsGK3QuatzilnHC6Uel.2OO,t.*,r.*"t.
cln€lcoplo7'L11O-P19 L.156.250 rr._
clnelcoplo7"-110-P7 L.15C.eCO AESGK4 Alimentatorecompletoditrasformator€+5 Vdc.
AE5LRKI Llmlt.tor6, rlvolatorsyldoo, flttRr stncronlsml 12Vrc. L. 18.rm
L. 2C.0 AE3FTKO Monitor€a 625 righe CC|R, comptetodt kit K1,
AEsSRK2 lntegnioroslncronlsml, gonorator€ dt rasi6r,In- K2, K3 L.r32.m
Yertlto'ovldoo L. zl.m AE3FTK1 Circuitostampatodel monitore,compleiodl ati-
AE5FDKs Ampllflcator€eftnalodtdeflesslon€ L. t!.gOO m€ntatore L. 70.9@
AESPVK4 Flnale vldeo € cencellszlon€ rltomo verilcalo AE3FTK2 Meccanica completa di supporto cinescopio e
L. t.dto comandi L. E|.94t0
A E S H T K SA l t e t a n s l o n o s k W € g ) V d . c . L. 21.9@ AE3FTK3 Cinescopio9"-9e-P4congiogo L. &l.gm
AE5ASKO Allmontators 3tablllz8to + /- 15 V € 11 V d.c. AE4TCKO Tel€cam€raper TV a 625 righe e predisposta p€r
L. A.Zú SSTVcompletadei Kit K1, K2, K3, K4, Ks
AEsTA Trarformator€dlallmontazlonoafluslodlsporso L.2.t4.(n0
nullo L. t4.gm AE/ITCK1 Vidicon2/3" con giogodt doftessioneL. 7.6.5{X}
AEsGD7 clogodl(bll6sslon6por7"-110 L. 9.950 AE4TCK2 Circuitoampllticatoreyldoocompleto L. ag.Soo
AEsGDg Glogodldsflosllon€porg"- 90 L. g.2S{, AETITCK3 Clrculto genoratoreslncronlsmi completo
A23.1.ILC Cln€scoplorrttangolsreg'-go-ptg L. 24.tm L. tn.E0
423.14GM Cln€scoplorottangolareg"-S-p7 L. 26.400 AE4îCK4 Clrcuitop€raltatsnslono L. 26.50
419.11LC Clnoscoplo supefsquadrato a frccla ptana Z'- AE ITCKS M€ccenicadl supporto ai klt e copsrchl dl chtu-
11(F-P'19 L. 20.5qt SUfe L. 3E.m
419.11GM Clnercoplo supslquadrato a laccla plana Z'- AE4TCKO Oblettlvo25mm- 1 /1.8 r. 2t.so
110.-P7 L. 2t.e50
AE5M9 Malchorlna11x1l cm D€rclnosc.7" L. 8.5@
AE2GìKO gq!!9q!or€ dt segn!il standerdSSW comptero
d€l klt K1,K2,K3,K4 , t. tà.00
AE2GK1 Gon€rator€ d€l slncronlsmldl rlga e dl quadro
L. 1t.500

_ 1966 cq elettronica
ATTENZIONE!!

Alcuni concorrentihanno imitatoil nostro


madello qui descritto.Anche se ciò ci lu-
singa,dal momentoche ovviamentesi tenta
di copiaresolo i prodotti piit validi,abbiamo
il dovere di avvertirvi che tali contraffazio'
ni possonotrarre in ingannosolo nell'este-
riorità, in quanto le caratteristicheelettri-
chee meccaniehe sononettamenteinferiori.

Verificatequindi,che sulla basee sul cavo


siano impressi il marchioSIGMA.

1l
t!
tl
&l
t
I t

U
f,

-SigmaPle-
. Frequenza27 MHz (CB)
. lmoedenza 52 o
. Potenza massima 100W RF.
. Stiió é 7 alto rnetri 1,65 con bobina di carico a distribuzione
óróoó"". dall'elevato rendiiilento, immersa nella fibra di
vetrò (Brevetto SIGMA) munito di grondaietta.
. Molla in acciaio inossidabile brunita con cortocircuito interno'
. Snodo cromato con incastro a cono che facilita il montaggio a
o u a l s i a s i i n c li n a z i o n e .
. Èlàui pJr il rapido smoniaggio rimane unita al semisnodo
e l i m i n a n d ou n ' e v e n t u a l es m a r r i m e n t o .

tu
' Base isolante di colore nero con tubetto di rinforzo per impe-
dire la deformazionedella carrozzeria.
' Attacco schermato con uscita del cavo a 90" alto solamente
fZ mm cne permette il montaggio a tetto anche dentro la pla-
foniera che illumina I'abitacolo.
. 5 m di cavo RG 58 in dotazione.
. Foro da praticare nella carrozzeria di soli I mm.
. Sullo steiso snodo si possono montaré altri stili di diverse
lunghezze e frequenze.
. Ogn-iantenna viene tarata singolarmente con R.O-S. l,f (canale
1 ) f , 2 ( c a n a l e2 3 J .

NEIIIIGLIORI
Sflil(lI1{VENDIIA
SIGMA
I PRODOTII NEG(IZI M(|TISE
E iIEII'ABRUZZ(I E MARCHE PRESSO:
A}ICHE
.via Pepe,
. AUT0.SU0ND 39/2 tALC0I'IARA TB0RIA
- ELETTRAUT0 . piazzale
Stramotel
PESCARA
'via Genova,
- MlNlCU0Cl 7 JESI - MANICINELLI -
& MAGINIvia 36
Maueotti,
PESCARA
-Via XXIX -via Lanza,
PESAR0- M0RGANTI 7
AllG0llA . ELETTìR.
PR0FES$. 8/'BC
Senembre,
DIVEÎ{DIIA
f PUI{TI
E TUTTI ITALIANA
G.B,C.
A RICHIESTAINVIANDO L, 250 IN FRANCOBOLLI
CATALO,GOGENERALE
- 40100
ihntoua hrlbddll5l 'Tol.
- G.Eo
T I V O R N O
T"MAES
v t A F t U M E1 1 - 1 3 TE1.38.062

APPARECCHIATI.IRE
PERSTAZIONICOMMERCIATI
IN F.M.

trasmettitore T14-TRC/1-H 70 Mc - 103Mc 50 W


T r a s m e t t i t o r eT 1 4 - T R C / 1 - A / D7 0 M c - 1 0 3M c 5 0 W
AMB TRC Amplificatoie tineare per FM 250-300W 70-103Mc
A M g l 2 A m p l i f i c a t o r el i n e a r e p e r F M j 5 0 - 2 0 0 W 1 0 0 - 2 2 0M c
APPARECCHIATURE
EX.MILITARICHE VENGONO FORNITEREVISIONATEE FUNZIONANTI
.PREZZOA RICHIESTA

TELESCRIVENTI
TELESCRIVENTI
KTAYNSMITH TELESCRIVENTI
TELETYPEMODETLO 28
mod' 28 KSR
T T l l t A l i m e n t a z i o n e1 1 5 V R X - T X
mod. 28 SR
T T 1 1 7A l i m e n t a z i o n e1 1 f V s o l o R X mod' 28 KSÉ Consol
mod. 28 Perforatore
lT4 A l i m e n t a z i o n e1 1 5 V R X - T X mod. 28 Combinata
TTl76 Perforatorescrivente doppio passo con tastiora e trasm,etti,tore
automatico
incorporato- Alimentazione 220V
TTf76 Perforatorescriventedoppio passo a cofanettocon trasmettitore incorporato
- A l i m e n t a z i o n eu n i v e r s a l e .

TTl07 Perforatore scrivente doppio passo a cofanetto - Alimentazione 115V

PREZZIA RICHIESTA I

-
.l
1968 cq elettronica -
rtvoRNo
r"MrAE
11-13 TE1.38.062

STRUMENTAZIONE

DI SEGNALER.F.
GENERATORI
PROFESSIONALI

'10
AN-URM25D Kc - 50 Mc
AN-URM25F 10 Kc ' 50 Mc
T S4 r 3 / B U 7 0 K c - 40 Mc
TS 497/BU 2 Mc - 400 Mc Boonton
608 D HP 2 Mc - 4Q8Mc Hevlett-Pakard
JIA 15 KL - 40 HLS Advance
CT 378 B 2'250Mc AVO Signal
SG24TRM3 Generatoredi segnali e Sweep
RICEVITORIA SINTONIACONTINUA c o n o s c i l l o s c o p i od a 1 4 ' 4 0 0M c
C W A M F M : D e v i a z i o n ei n F . M .
dal 2% al 20%
TS4r9 900-2'r00 Mc
R 3e0/uRR Copertura 05-32Mc in 32 gam- 1 8 0 04 0 0 0M c
me. Collins Motorola con 4 TS403B
filtri meccanici
R 39r/URR Copertúra 05-32Mc in 32 gam-
me. Collins filtro di media a
cristallo oscrtloscoPl
R 3e2lURR Copertura 05-32Mc - Versione
v i e c o l a r ea 2 4 V o l t - F i l t r o d i
mediaa cristallo os 50 3 Kc - 'l5 Mc - 3" Scalaa sPec-
chio - Lavoie
R 388/srJ3 Copertura 05-32Mc - Filtro a
cristallo cT 316 DC - 15Mc - 4" Hartley
R274 Copertura 05-54Mc in 6 gam'
me. Hallicrafters
5Xr3l Copertura 05-31Mc - AM-SSD
Hallicrafters
ALTRITIPI
'l
SP600JL C opertura100Kc 5 Mc in 6
g a m m e .H M M cT 324 W
Wattmetro1-400Mc 20'2500
RAI7 RACAL a sintetizzatore coper' Volmetroelettronico
tura 05 Kc 30 Mc
v2004
GRIOO 2-32Mc raUio ricevit. Marconi cr 37s Ponte R.C.L.WaYne

PREZZ]A RICHIESTA

1969_-
VENTOTAIANGENZIATE
CogtruzioneUSA 35 W - mm. 2$ x lO0 t. 9.000
STRUMiNTI:OFFERTA DEt MESE
Attenzione!!
Ricondlzionati - Esteticamente
perfetti Novifàdell'ultímominuto
MARCONIINSTRUMENTS.
niod:.TF l04l B Volmetroa valv. AC_DCO t. 20O.mO cM 1m0 MOTOGENERA-IORE tipo ISOOW a pas. 2139,
moq.ir00 MillivìiÀeirosensít.a vatv.L. 160.000 il wezzo leggasiL. 415.000anzichéL. î5.d00:
moq. Il 893A Misuratorepotenzauscita t. f óó.OOO FILO RAME SMAITATO,i Rocchettia paq. 2140
mod' ÎF 1067 Frequenzimetro eteroainò-aJz.t ff,iift. leggasi 200-500 g anziché1oo-200 s
Le requenze più alte vengono'campionatecon le " 300-1200g 200-Z0Og,
relativearmoniche(Freq.camp. 10Kc/s) . i00 Kc/s) ' "
700-3000g , 700.1200g
L. s00.tx,0
PACCO FfLO COLLEGAMENTO a pag, 2140 il prezzo
METRTX è di L. î.800 anziché L. 2.400.
mod. 75 Alim. stabilizz. 0-30V. Limitatore 10_200mA
MAIERIATE SURPLUS
mod.920ceneratoredi R.F.da 50 Kcls ,t rott$3Î3 2 0 S c h e d e R e m i n g t o n l 5 0 x Z 5 t r a n s . S i l . e c c . L . 3 . f t 0 0
[. l30.0oo 2l 00 S
S c h e d e S i e m e n s 1 6 0x i t O t r a n s . S i l . e c c . L . 3 . S 0 l t
wEsToN chede Univac 1 5 0x i 5 0 t r a n s . S i l i c i o I n t e g r a t i
mod.985VHF Calibratorfreq. variabile4-ll0 MHz - Tant. ecc. L. t.000
. Freq. fisse 1,5MHz/4,5MHz L: iàó.b1î0 2 0 S c h e d e H o n e y w e'l l l 3 0 x t 6 5 t r a n s . s i l i c i o R e s i s t .
KIEINe HUMMEL diodi ecc. L, 3.000
mod. RV 12 VolmetroElettronitoVcc 5 Schede Olivetti 1S0x 250 -f (2S0 Integrati)
Vca 1,5.1500V.
r0O/r0 M O batt. interna (mancala sonaa)i.. iòiroo
3 Schede Olivetti 350x250 * fOotrrn..L'+5'333
370.000 MF 5-12V. - e 75x220 mm. componenti) L. 5.000
l. 8.000 5 Schede con Integr. potènza
240.Q00 MF 10-12V.- @ TSX2àOmm. t_.iO.OOO C o n t a o r e e l e t t r i c o d a e trans. ecc. L. S.OO0
68.000 MF 16V. - @ 25x 1t5 mm. i n c a s s o 4dVac, ' L. 1,S00
t. 3:200 f 0 M I C R O S W I T C H 3 . 4 t i p i
10.000 MF 2SV.- A sOx i t0 mm. t-. Z.òóO D i o d i 1 0 A 2 5 0 V . L. 4.000
1g.gg0 Mf -
2sV. Ò 35x 115mm. L. 2.s00 Diodi 40A 250V. L. 150
16.000 MF 2sV. - A 50x lto mm. t. Z.ZóO Diodi 200A 600V. cE L. 400
q.qg0Mf 50V. - O 35x f tS mm. L. 2.s00 L a m p a d i n ai n c a n d . Q 5 x t 0 m n î . L. 4.500
f 6.500MF 50V. - A ZSx 14Smm. L. S,S00 P a c c o 5 K g , . m a t e r i a l e e l e t t r i c o 9 - 1 2 V . t. S0
20.000MF 5OV.- A 75x lS0 mm. L. 6.000 schede switch elettromàgneti comm. interr. camp. cand.
22.000 MF S'V. - A ZSx 150mm. [. S.SOO ecc. i. I.SOO
8.000MF SSV.- e 80x tf 0 mm. L. 3:5OO DIODI DI POTENZA
1.800MF60V.-A 35xll5mm., L . l . g O O M R l 2 1 f s L R1 0 0 A . 8 0 v . L. 2.200
1.000MF 6sV. - a 35x s0 mm. a. i:400 1 N 3293R/ WEST.100A 600v. L. 5.000
5.600MF 63V. - A 50x 85 mm. L. 2.800 1 N 4052R/c.E. 275A. 600V. [. 19.000
1.800MF B}V. - b 35x 80 mm. t. Z.OòO 1 N 4056CR/WEST275A. 1000v. L. 13.000
3.300MF 100V.- @ S0x 80 mm. L. i.ioo RAFFREDDATORI PERDIODI TIPO
3.400MF 200V. - A zs x 1tO mm. L. 6.900 MR 1211SLR 130x 60x 30 L. 800
1 N 3 2 9 3R 1 0 0 x 6 0 x 4 0 L. 1.200
Fascíetteancoragglo L. 150 cad. 1 N 4 0 5 2R 1 2 0 x 6 0 x 4 0
PREZZINETTI L. î.400
I N 4 0 5 6C R 1 2 0 x 6 0 x 4 0 L. r.400
Oltre 10 pezzisconto l0oló scR
Oltre 100 pezzisconto î5% 250/2D200A micro/Sec.WEST. L. 30.000
O C A R T O L E R I Ao oo oooooo
o
C'
firE"?*tl'îrs""-B8ns&,:.3,
^ o n - . <orrqr592791
E
c, À,SÉA, slv ,'#^*. .1^ .$.Éft_ )+ fl )+
C' ìEngÀ1l/\ qHl{q rÀr'-.-=r*rrG
,^;gd
É-\.È-i
t-ll- t ;./ \ l-lil
c,
C' 9'l'/-I'q!9'g'r'9'8.E...c.9-[!P.g0.E.qI!.E..0nI.EBJ$.I].P.El.t.E
j.9,qS.qEl.r.f!.9..E
.9.l.r,lE tS.1.Íg!!1..:
o pRooorilcflrmrcr n c.r. r.rr_ ! mnrunrnrr I r[ or.fEenoor c.r. ilì_-':
o Pn I (lÎ
RQlKIlF0T0INcI5I0NENEGATIVA(Conpteto)e.soo=ino+ope@.1,25o=..
FoTntUaîcl^NE a^---r^r-\ ! ^

R Q2 K r t F o T o t N c r s r o N pEo s r r r v a ( c o r p r e t o ) g.goo= I Ro4l pENNA ,.rià=


r N c H r o s r R oc o p n E N TxE c . s . , , r e d i o =
C' R Q3 F o r o R E s r ssr P R A Y P o s r r r v od o c c . 1 ó 0 ó . 8 ó o = ; n o l z c o H r e z i ò N i - à ;i i . i i i l ò l ó à r i . " r ' i : q 1 . " ' " - ' "
R Q4 D E V E L o p ppEERRF o T o R E s I sRr o 3 = ( l I t . ) l.zso= ! T R A s F E R T Bo T rLnEi r u m e H r r s u L R A r , rrE
,ct R Qó S T A c N A T UB RRAI L L A N TAE F R E D D o N
2.4g0= - E L E G A N îcEo N T E N t r o R E 1 o - 5 o o =_
c' R Q7 P E R c L o R U F REo R R r c o( D o d . d o I l i t r o ) 9 o o = ; R Q 4 4p E L L r c o L A , , c o l o R K E y ' R A N G Ep" E Rr N v E R _
R Q8 A R G E N T A T U A Rr A M p o N E e.zzo= 3 sior.ri-uasreÀ-iòòLiò("".!îi-,rbi^l''"'''-
R O 1 8P I A s T R EP R E S E N S I B I L I Z Z A z.rso= 3
C' ST
I NEG O LF AA C C I A
vÈrno-ipoii=ii.i.-i".ioo"riói-;i";;:-'^
,.= i *onu =
DEVELoppER,;i'îhìl[il];?33";1?30)"".r i.3!B=
c, R Q 2 0F 0 r 0 R E s I s pTo s r T r v o = ( c o n f . d o5 9 c c . ) 3 . Z o o =: R Q 4 óv E R N r c iEe n p i o i i z r o H e T R A s F E R I B TsLpTR A y 2 . 9 0 0 = _
c, R Q 2 lF o T o R E s I sHt r o l t r v o = ( c o n l . d o 5 0 c c . ) s , l o o = ! R Q 4 zp E L L r c o L M A yLAR p E RD r s E G Nc0, s . o r c n q . " ' " ; = -
R Q 2 2D E V E L O P PpEeRn T Q 2 o = ( c o n f . d o1 5 0 c c . ) r . I o o = ! , R Q s oG R I G L I ED I P R E C I . S I o N E I l I c R o L o NI N D E -
5U =
c, R Q 2 3D E V E L O P PPE€ RR Q 2 l = ( c o n f . d3oo o c c . ) t.soo= ! r o n M l e r L e = r u i i i i n r c n r = ocr o L . a z z u R Roor c- h q . 3 = _
R o 2 8x r r p E RL A F o r o r N c r s r o N E= c o r p L E r o = 2 o s . 7 o o = n o + o u v o l o i u u i N o s o - C o r u
! v a L i o i À - ( C ò ù p l e ' i o j - ir .7oo= _
C' R e 3 0K r r p E RL A D o R A T U A R Ac A L D o r z . r o o = ! R e 4 eM r N r r E c N r o u r op r r n ó t à ( " " . s ò ' , i i i ' " '
R e 3 2P A N N E L LFIR o N T A LI T íz.ooo= _
ct N A L L U M I N ID oA i n Q 5 t N l s r n r u E c A N o R M A = L E T R A s E T = c HpAERRT p a c K
oTTENER TE RAMrîE FororNcrsroNE. ! e r s r e c . s . r N v a n r e u r i u n e ( " i . 0 , À l z . i , o l'
( S c o T c H c Af fL. n r . 3 0 5 x . ó l o ) . = 1.s00==
C' 9.000= iostri do tn.2,1 ./.2,57 2 . z o o =_
R Q 3 5D E V E L o P PPEERRA R T . R Q 3 2 ( S c o t c h c o l ) c c .1l 5. 4o5 0 =i! tqry
nostrÍ do nn.3
roem 2 . 1 0 0 =_
ct R Q 3 7V E R N I CAEU T o S A L D A N STpER A yC o n f . 1 ó Oc c . a . Z O O =!
R Q 3 8L A M P A DAAV A P o R D I I l ' l E R c u R I102 5 w - 2 2 o v z t . s o o - ! R I s E R V A TAoI s I 6 G . T N G E G N EERTTE c N r c I E L E T T R O N I 6 I =
C'
!91?=!llll9l:=l!!=19:!=?l=99!:!91!!=l!=:5!lt-19:!9_e.=
! :-_:_.=__ _::=::=:=::==== =====.======
=
c, prn pnoootri cnrricr,
r P 0 I C H E ' I R A T T I A l , t Oî U T T I G L I A R î t C o L I p E R D I S E G N O
E L E T T R o N t c r , u r E N s t L E R r A ! r r c t r c o E D a R T t s r r c o v r p R E G H r a M ov o L E R c t r N T E R p r l u n e _
ct C o N S U L T A RN
E0 5 l R 0 C A T A L o G oG E N E R A L E TNVERNO : P E R r P R o D O T T ID E L L E S E G U E N TD TrTT: R-41= LETRASEI=
1976/77, . } ' I E C A N 0 R M=A KoH-I-NooR=TTALGRAF=sTAEDILER=TEcNosIyL=
c, - flARTrNr=ARIsTo=NEoLT=5TENo/pEN=poLycRApF=HE pARRr oI N
GT
=
o ! o r l t ' t l H r E x r R A = c A N s o N = H A H M E R : T E c T L L A = T t c N o pEL T
Acs.rE T c .

ct Érrr' ErErro onrcr ii,allSi! :


J'_làil5ili,!ii"'+;i,ildl'l:l3lY;
t a l a a l a a a a a a t a t r.. t. a a a a a r r r r r rì r i i i r i-rir r i i r r tr r r -
c' Àti; fiaiòaffiùiii-aril;Mi cor,rpLEro sro.oool componEnl ElEiriónlèi
M . 2 4 P E R I f E R I C A C A S S E T TPEE RM I C R O E L A B O i -
3 8RO. . O O OI , S E M I C O N D U T T O R I
=
A K 2 D E I T o D U L A TpoERRER T T y 57.960=: ec t o z t _ . z l o = e c z 3 g L . 2 1 0 =2 N 7 o B L . 3 o o = O
A K ó T A S I T E RpAE Rs s T v c o M p L g T A 2 2 g . 1 o o =| s c .to8
L. z4o= BD 137 L. óóo=2N zo9 L. 550=
AK7 TASTTER c tAt l 2 o . O O O := B C t o 9 L . 2 , { O =B D 1 3 8 L . ó O o =2 N 9 1 4 L , à i ó = O
= AK 8 DEMODULAIO RR
, :oî.^"^'""' ,,o.uoo=
EYC O NA D A T T A T O R E
TT
c l s s e r r e = ( s o t - ou ó H u r o ) = tco.soo= ! gc
i E C 1 7 7 L . 3 3 O =B D I 3 9 L . ó O O =2 N , 1 7 1 I L .
o
! ii ;i; i'. ;il=# iií i. 233-;i,,i:,1i..
3i3=
2 o 7 L . z 4 o = B D l 4 o L . 6 0 0 =2 N 2 2 2 2L .
AK 9 TERIiTNAL v IED E o ( I ó R r G H ED r ó 4 c A R a r - : B c 2 3 7 L . 2 4 o = B F 1 9 , t L . 2 7 s = 2 N 2 9 0 1L . 3 5 0 = o
T E R r c l A s c u N o )c o i l P L E T D o AABBINARE
A D U N Q U A L S I A STIE L E V I S o R E . ! ta 2 3 8 L . 2 4 0 = B F 1 9 5 L . 2 7 5 =2 N 3 o 3 s L . l . o o o =
2 8 O . O O OI = = = = = = = : = - - : : = = = = = = = = = = = = =C ==l
A K t o C A P A C I H E TDRroc r r A L E 7 8 . 0 0 0 =! I n u C prAq
Egt
M 1 T E R M T N AcLoEN v E R s a z r o N AcLoEM P L E T o l a . o o o = ! t r + o o v r - . e e o = l - ó 6 ' z s o o vt . 5 o o = B F 2 4 4 L . z t a = O
n 22 ADATTAToP R E RM A N G T A N A S T R I 49.soo= i loA óoov L.2.4oo= F0îólFXNSiSioFS== e=r zns i. 77a=
M 2 3 c o N v E R r r r o RP EE Rî r Y t N G R E s sA os c r r = = = = = = = = =6=F V - - - Z Z - - I J J o o = ? r y _ q q l 2 _ a . 7 1 s = o
= U S C I T AB A U D o T ó 7 . o o o =!i I, N
:_-,
TEGRÉTI poNTi- 6 I 0 D i = = = = = = = = = =C=,
;=ffi;Til=;ffiffi;ii=ffi;fiT,ìiffiffiîi-.!;X
tl?îi:,.333= il;::33i. 333. o
lî ,il i. !B=
2 o f ( v E N l I ) s u L P R E z z ov E N D r r A , E s c L U sFoI L A T U R A . = ! s N z + l z
i.t.oso= Bsoc8oo L. 450=lN 4002 L, ló0= a -
A C C E T T I ALI IEOT T o RCTH EC r S U G G E R I S CLoANRo E A L T Z Z A Z T O : 5 7N 175 L . 1 . O O O8=8 0 C 2 2 0 0L . l . O O O =l N 4 O O 4L . reo=
N E D I A L T R IK I Î s E L E T T R O N IO CN I DE MIGLIORAR SÉ EI'IPRE : SN 7490 L . I . O O O =B s O C S O OLO. I . ó 5 0 = I N 4 O O óL . 2 2 O =C '
L A N s . c A t ' t l 1EAS o D D T S F ArRNET A L r ' r o D or v s . D E s I D E R T . =r !n a e l s L . 1 . 3 o o = B 4 o c2 K z L . e s o = r N róóz i. 21o= _
D
p ErRp rL E
E .C
^ ADR^ArTrTEED
R IîS<TîIîC.Iu
JEE p I U r D E T î A G L I A T E D E I N S . X I T S :. Tr oBA A1r 42v o
J s L
L ..t 'lr.u3uo
=o= B
o oS
v Vo c2
z ^K
z2 L
L .. ó
o 55v 0
= = lrN
N /+rr +l iÈl s L
L .- J == E
z/ ( o - l

;ii i:i:i33=
:[Tii,i=iyi:i"!li::';H"o;-:::ì'i,:+ffitlÍ:l;lr";iii ffi_*"1à5*, o
L.'.u=
! ruo 70 L . 2.75o=scR-
Q U E L L TO G G I E L E N C A T I = P E A RL I R I E L E N C A T IR I C H I E D E R E - r N D lo L'z'/5o= scR.'l'54. I t^/ L. 240= O
I P R E Z Z I O D I E R N ID E L I , I E R C A T O . E :
= = = = = = = = = = = -L E D R o s s r L . ,t5o= LED vERDr I - eoo= | Fn Àiar ai-i-;; C,
= R I C H I E D E Î E C I Q U A L S I A S I} I A T E R I A L EE L E T T R O N I C O , A N CSHEE
C'
5 I A i l o L r E T I D ' I N F 0 R H A R E T 9 I l . lt -l Io ^o | s : . ! L r e l r r c n r o i 5 p o n r
F A R N ER I c H I E S T A S c R I T T A { N v I A N D o c I L I T , l . S o o = ( n i l l c c i n q u c c c n t o ) A p a t z I A L E c o p E R T U R As p E s E D E L M E D E S I M o . =
c)
ffi D r L r r . r . 5 o or-. * r . r . o # ù * u c t
c ooN L E s p E s E( 1 I T . 2 . 0 0 o ) I N C L U S N
coNîRAssEGN E E L L ' I M p o R TDoE L L , o R D I N E . =P
s rR E G sAc R r v E R E
L ' I N D I R r z z oI N c,

=ii ERVrzro cELER E :


=0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 00 0 0 0
EUGEN OUECK Ins.Biiro- Export-rmporr

D-85 NORIMBERGA- Augustenstr. 6
It tet. (0049'91r)46'35'83 Rep. Fed. Tedesca

VENDITAPROPAGANDA
ESTRATTO
DEII.A
N()STRA
NU(IUAOFFERTA SPECIATE
1976/1977
Prezzinettiin [it.
T I L . D I G I T A I .l C ' sD u a l . i n - ldi neel l em i g l i o m
ri arche D I O DEIT R A N S I S T f ) R I
7404 330 7413 490 744641.400 7476 490 a prezziparticolarmente interessanti p .l 0 p . í 0 0
7406 560 7417 490 7472 410 ?490 740
7408 330 7420 330 7473 490 74124r.400 DUG Dl0Diunivers. al germanio 230 2.t00
D U S D l 0 Dul n i v e rasl.s i l i c i o 26t' 2.400.
7410 330 7432 460 7475 740 741411.120 TUPGTRANSIST0RI univ.PNPal germanio 460 4.150
SUPP()RIIlC'sDual-in.line I p.10 p. 100 TUNGTRANSIST0RI univ.NPNal qermani0 s30 4.750
D I I1 4 ( t ap . ] 200 t.000 16.500 IUPS TRANStST0Rt univ.pNpal iilicio 500 4.4s0
D l t1 6 { 1 6p . l 230 2.150 20.000 TUNSTRANSIST0RI univ.NPN al silicio 560 5.050
RADDRIZZAT0RI TV in custodia
di resina CONDENSAT0RI ALTANTAII0 [formagoccia]
1M006 800v 1 A ,00 900 8.250 p.10 p. 100 p. l0 p. 100
1N4007 1000v " 't A 120 1.050 9.550
TRANSIST0RI
0,22prF35V 630 4.950 10pF 3 V 540 4.600
Equivalenti I p. l0 p. 100 1 pF 25V 790 6.300 10prF 10V 660 5.300
AC121 AF8 130 1.150 9.900 2,2 ytF20V ?90 6.300 15pF 6,3V 630 4.950
AC176 160 r.500 13.200 3,3 pF 10V 660 5.300 15pF 10V 660 5.300
ACr87K 400 3.650 33.000 3,3 :pF20V 790 6.600 33p.F 3 V 630 4.9s0
ACf88 K 400 3.650 33.000 3,3 pF 25V 790 6.000 33pF 10V 890 7.250
AD130 GP33 720 6.000 58.000 6,8pF l0 V 660 5.300 47uF 3 V 630 4.950
ADr49 800 7.210 63.000
AD161 410 3.650 33.000 ASSORTIMENT() di CONDENSATORI A[ TANTATI()
AD162 410 3.650 33.000 N. d'ordinazione
Bc 107A, B cust0dia
met.T0-18 200 1.180 15.000 fAN 20 pezzicondensatori al tantali0differenti
BCr58Vt 150 1.380 12.600 0 , 1' 4 7 p F 6 , 3 - 3 5V 1.300
BC168 150 1.350 12.600
BCf69 t50 1.350 12.600 C0NDENSAT0RI ELETTR0tITICI
BT marcaB0SCH
Bc 170A, B, C EC238,A, B,C 120 1.060 9.600 verticale f p. 10 p. 100 verticale f p. l0 p. 100
BC237 t30 Ll50 10.900
Bc 250A, B, C EC308A, B, C 120 1.0s0 9.600 1 p.F50V 35 320 3.000 10pF 16V 50 450 4.000
3,3pF 50V 35 320 3.000 l0prF 25V 65 600 5.300
C()PPIEC(]MPLEMENTARI VANTAGGI{)SISSIME
4,71:"F25V 50 '450 4.000 10pF 50V 65 600 5.300
I p.10 p. 100 4,7pF 50V 65 600 5.300 33pr.F6,3V 35 320 3.000
4C127- ACt28 480 4.300 31.400 l0 pr,F10V 50 450 4.000 33prF 10V 50 450 4.000
ACf53. AC176 540 4.950 4t.300
ACr87K.ACl88K 770 7.250 66.000 assiale assiale
AD16r. ADt62 860 7.600 69.300 47 st"F16V 65 600 5.300 220prFl6V 80 750 6.600
BCr40- BC160 640 5.800 5r.200 2201tF10V 65 600 5.300 1000prF10V200 |.80016.200
BC141. BC16l 6S0 6.300 56.100
BC,70- BC250 360 3.300 29.700 ASS0RTIMENTI Dl C0NDENSAT0RI EtETTR0LITICI
inreressanti
BD137- BD138 t.050 9.550 89.100 N. d'ordinazione
ASS0RTIMENTI Dl TRANSIST0RI vanraggi0sissimi
El-K0I 50 cond.elettr.8T min. benassortiti ,l.600
N. d'ordinazione ELKo2 C l0 cond.elettr.BT min. benassortiti 600
A 20 Transístori al germanio
differenti 1.300 EtKo4 50 cond.elettr.BT min.benassortiti 2.650
B 50 Transistori differential germanio 2.950 EtK(}5 100cond.elettr.BT min.benassortiti 3.950
C 20 Transistori differenti
al silicio 1.500
D 50 Trànsistori dilferenti
al silicio 3.300 THYRISTORS custodia
I p. l0 p. 100
E 10 Transistori di pot.diff.al silicioe al germanio 3.300
F 100Transistori TH0,8.200M 0,8A 200V M-367 210 2.000 r8.r50
diff.AFe BFal silicioe al qermanio 4.950
0 500Tran$istori diff. AF e BF al sil. e al oer.
TH0,8-200T ,0,8A 200V T0-92 210 2.000 18.150
22.800 TH1-400 1 A 400V l0-3S 300 2.800-26.500
D l 0 Dal l s i l i c i o E q u i v a l e n r i I p .l 0 p . 1 0 0 TH3.400 3 A 400V T0-220
r.r90 10.70091.000
84127 BA1()() 35 260 2.000 THs-400 5 A 400V 10-220
1.32012.400 99.000
1N4009 50 400 3.650 THB.4t)() BA 4(}()
V T0-220
1.4N 13.200fi5.500
UNICAMENTTMTRC{NU()VA DI AI.IAQUA|'IIA' DISP(,I{IBII,IIA,
I.IMIIATE
la n0straNUflVA0fIERIA SPECtAtE
lLc_hjqq9l9-gratuitamenÎe 1976.7?che c0mprende anche una vasta gammadi atrri C0MPoNENTt elfttnOttCt, vasti
AssoRTlMINTle ouANTllAllvldi sEMlC0NDUTI0RI, Dl0Dl ZENERAt sil.tct0, únLvoLfgtfltnottcHE e ú nostreaffermarissime
SCAtol"t0t M0î{TAGG|0 .
K I T S .d i o a r t i c o l ai nr e
teresse.
!9 9ldil:z.igli veng0n0 eseguite..pr0nlament€.
dallaSede-diNorimberga/RFL
Spedizi0ni
ovungue
In contrassegn0. d'imball0
Spese e di trasporto
al c0st0.
Merce ÈùtNtt da dazt0s0tt0tt fegtmedel Mercaî0 comune furopeo.IVAnonc0mlfesa.

-_ 1972 cq elettronica
R/ADIOMULTIBANDA

lL lrlODOPIU CONVENTENTE
ÎENFO
PERASGOTTAREIL MONDO.

Modello MR 1930 CB
Modello MR 1930 G a m m ed ' o n d a :
G a m m ed ' o n d a : M B 1 : 1 , 6+ 2 , 2 KHz
AM: 535 i 1605 KHz MB2: 2,2 + 4,4 KHz
PB1: 30 i 50 trìxz SW1: 4+6 KHz
Flr4: 88 108 + MHz SW2: 6 + 12 KHz
A I R : 1 0 8+ 1 4 0 MHz AM: 535; 1605 KHz
PB2: 14O 174 + MHz ModelloMR 1930B PB: 25 + 30 MHz
WB: 165.55 t\4Hz G a m m ed ' o n d a : FM: 88 : 108 MHz
. 1 0 8r
UHF: 45Q 47O + N4Hz MB1: 1,6- 2,2 KHz, MB2: 2,2: 4,4 KHz AIR: 148 MHz
l n d i c a z i o n ed i s i n t o n i aa l e d S W 1 :4 + 6 KHz, SW2: 6 i 12 KHz Indicazione della sintonia a led
S q u e l c h ;c o n l r o l l oa u t o m a t i c o AM: 535 - 1605 KHz, Flvl: 88 i 108 MHz Squelch; controllo automatico
d e l l af r e q u e n z a . A I R : 1 0 8+ 1 4 8 MHz, PB2: 148 = 174 MHz urra r aqusrzo.

P o t e n z ad i u s c i t a :1 W WB: 162,55 MHz P o t e n z ad i u s c i t a :1 W


P r e s ap e r a u r i c o l a r eo I n d i c a z i o n ed i s i n t o n i aa l e d . P r e s ap e r a u r i c o l a r eo
a l t o p a r l a n t ee s t e r n o . S q u e l c h ;c o n t r o l l oa u t o m a t i c od e l l a f r e q u e n z a a l t o p a r l a n t ee s t e r n o .
A n t e n n e :u n a i n f e r r i t ee P o t e n z ad i u s c i t a :I W A n t e n n e :u n a i n f e r r i t e e
und telescoPica. P r e s aD e r a u r i c o l a r eo a l t o D a r l a n t e s t e r n o . una telescopica.
C o m p l e t od i c i n g h i aP e r A n t e n n e :u n a i n , f e r r i t ee u n a t e l e s c o p i c a . C o m p l e t od i c i n g h i ap e r
il trasporto. C o m p t e t od i c i n g h i ap e r i l t r a s p o r t o . il trasporto.
Alimentazione a P i l eo r e t e . Alimentazione a oileo rete. Alimentazione a pileo reie.
zùt0774-10 zDl077 4-12 zDl0774-14
DIAC t.tft 2.mo
t.8t 2.5m r.6m 213 2.200
f .an 1.2în t.dn v21 i.600
da /f)0 V lll0 t.300 2.2ú 1.80 Y22 1.600
da s{X)V 5|n 4m 2.2în 2.0(n Y27 1.m0
4(n 2.i||lo 2.m r.200
9m r.fn l.7m Y3?
2400
1.2{n
RADDRIZZATORI 1.200 r.9m 107 z.20
24ú 2.m r08
L000 2n
2,/O0 rBA920 z./tm t@ 2N
8$ C2$ 4017 2.e00 2.400 TBA9a0 2.5m fi3
2sO 4018 2.3qt .2.iln r8A9r0 2m
B3ttc:t00 3rn 40|9 2.200 114 200
l.gn 1.800 TBA970 2.4ú r5
Rto C4{t0 4m 4(l20 2.?W 240
83{l C7s0 4s{t 10,21 2.q,0 IBA9a10 2.En fl6 210
2.4@ 2.N fcA2'lll 2.M 8{n
2.000 U3t
B3oCr200 5{n NZì, l.om 117 350
&o t000 soo &23 400 ttATù2 t.fro 2.m TCAtt4t 2./o0 700 fi8 2m
880 C100 500 1lJ.24 L25{t
pAZXI l.O(n 2.m0 lcAsfi 2.m 7(x, t19 360
840 C220l3AXr 8s0 '||r25 rl00 2fr TCA6i0 900 650 tm 360
B8oC75{t0 t.6{n &6 r.an TCA6I(, t.(m 620 6100
3.s(to 2.(m TCA65{I a.N 700 300
Bg, c22qrl3200 900 40tl t.200 2.dn lca080 4.200 8{X'
Bl00 A30 3.sm 4024 2.fi)O 3{X)
8200A3tt 4029 2.0q1
2.0(n rca&xt 2.000 500 t20
fln lcAgro 950 500 zm
ValAnga controllata 4{!30 1.fxx, 6ft fcA&lo 2.2m rO0 4@
6.(m 4.r00 650 TCAgao 2.?-ú 4q, 37 350
Br20C2200 1.r(n 2.400 TDA{4{I 2.M 300 38
880 C65{t0 l.8qt 2.3{n
65(l 350
65|t lDArqo 1.800 3{Xt 350
BEOC70@/90(x'2.00 r.s{xr TDAfltar
650 'TDAroas r.m 35(t t4t
Bf20 C70(xl r.800 {t0
2.2tn 6r, I t.m 300 I ttt 350
82ú C2Àn l.fxt r.000 6s0| TqA20r0 3.qn sfl
84(xlGr500 7m 1.000 3ft
1.q,o 6soI lDA2tt20 s.(xr, 3'|t0 350
84m CzAX' l.sn 6s0| TOA26a0 a.m 300 /É0
86(n C2ax, 1.8{n 1.600 6s0| TDA26:n a.ap 3ln tllto
Br00c5m0 t.tn t.6(n 6rr I rDA263t Lm 3(Xt 147 200
8200 cs(x,o 1.5(n 1.600 6soI TDA2610 4.0(n 1& zm
Br(xr
cr(xx,o 2.&n t.6dt 650 | fDA2660 t.tln t49 m
82(xl C20mo 3.000 t.800 3.800| 9$t8 3.OO t53 zm
B28r'C{5{n t.&n 550 ?so I zm
550
REGOLATORI E 550
7s0 |
saJfio Eoo
zm
7 m l ,8AJt80
2.(m
n
STABILIZZATORI 700 1 m
1 , 5A 700 I saJ220 2.0m 400
z.qn I sAJ3ro t.800 450
7lxl 3.200| Somlconduttorl z4
tM340K4 2.En 7lll 2.400|
LM340K5 2.600 7ú 1.500| glJoF 2.500 xn
"2ó
LM3{rKl2 2.6m 7m 3.000| Ec8nro 2.500 2m
LM340Krs 2.6{Xt 700 1 . m I ECSrm 2.5@ zn
LM3/t0Kl8 2.6{n 1.700 4.m I E288CC 3.(m 73 724
DISPLAY e IED
r.7|n
7(l|l
65t
,lsI
r.000|
aclloK
ACfi7K
AC121
gn
tn
m 8Ct79
77 3tx)
300
3fl'
i.dxl r.moI ^c122 ZA 240
LED bianco 700 r.E00 r.600| ACl25 250 2m
LED ro33o 1n 2N38iB r.800 2.m I 4C126 250 142 2m
LED verdi 6lX, 2.0@ | ac12t 250 183 2:20
tED gialli 600 2.m I AC127K al0 184 724
FND70 2.(n0 2.0mI acr28 2fi 187 250
FNDíX) 3.fX' r.600| ACr28K 330 740
Dt707 z.{ql 2.N I ACt32 250 7@
(con schema) 1.E00 ACr3s 250
| 7q)
u78ll5 2.0(10 3Nr28 r.fxr 2.{m I acf36 zfi BCm4 m
u?8fXl 2.000 3N140 r.800 2.0@| ACl38 250 BCmS 220
u7812 2.0(10 r.6mI ACr38K 330 BG2O6 TA
p7815 2.0llt r.600| 4C139 250 220
rt7821 2.0(X1 r.60 | A C r 4 r 2fi n0
l . m I ACr4lK gt(t 220
UNIGIUNZIONI t,2ql I ACr42 250 400
2Nl67t 3.000 t . m l AC14ù< 330 400
2N2t60 t.8ú 2.n I aclsr 25|, zfi
2N2646 85{l 2 . m 1.AC1s2. 25(, t3 2fi
2N2ۃ7 1.000 6{n I acr53 zfi l4 2s0
2N4870 7n 2.5ú | AGI53K 350 2m
2Nt|87t 700 2 . m l acr60 zn BC23r 3s0
MPUl3l 8{n 2.650| ACt62 zm 8C232 3s0
2.850| AC175K 300 BC2tl no
r.8(n lsî{?H2l 2.ml AC178K 3{n 8C238 220
ZENER l.an lsNzlur 2.4m| ,AC,I?9K 3(Xt 8C239 2m
da 400mW r.8qr lst{?41f2 t.tn 2.10 I ,acr80 2s0i BC2s0 2m
dalW r.800 lsN7fi€ 2.qn 2 3 m 1ACl8{rK , 30oI 8C25t 220
d a4 W l.ext lsttzlrs 3.OtXt 2.?rn1' ACtSl 2s0| 8C2s8 220
da10W r.800lsxzlrso 2.8m 2.2úl' A C r s t K 300 | 8C259 2t)
2.20 | ,ACrSit nol 250
I}IIEGRATI 2.200lsNzlrsl 2 2.1m| ,ACr84 zml 25{t
DIGITAII 2.2{xtlsttzlteO I 2 . ? n lAC184K
' 300| 2fi
2.2mlsN7|t6l I 2.Enl/ACr85 BC2'70 250
cosMos 2.fi10lstzrree I I
2.únl ACrSsK 300|
"?ol BC?86 400
40oo tf,o 3.d,0 lSNzarOs I 2 . l p l /ACl87 2to I 8C2a7 450
40Ol lto0 L f i l 1 acr87K rml ac2i7 270
4oùZ 4(n 3.(xl0lslzlrzo L6rXr 2.0(nl,AGI88 240 | BC3(n /('0
4006 2,800 3.100$X7a175 I 2.fr1tact88K 3tn I BC30r 4&

- 1974 cq elettronica
EMICONDUIIORI
BD23C 8F232 BU2II 3.fi10' 30i0
8C303 440 8D236 BFZXI 8U212 3.m0 1.500
BC3o4 400 8D237 8F234 2.mo fn
8C307 m 8F235 BU3fl 2.N 5(n
BC3o8 20 8F236 BU3I2 2.(n0 600
8C309 tn BF?5T BUYl3 4.000 9(n
8c3ts 2!t0 8FUt8 BUYf{ 1.An 900
BC3r7 2m BUY/B 900 5{n
8C318 8D249 OCtl4 tl00 1.000
8C319 "m 8D2r'
nt oc4s rt00 600
BMM ZA oc70 2m 5.800
8C321 z2a ocTl Ìm tzn
8C322 tn 8F258 oc72 220 2.7ú
8C327 zs(t 8D282 700 8F259 OC7/t 240 400
8C328 250 BD30t 900 BF26I ocTs
(rc76
zn 25(l
8C337 2gt BD3tt2 900 8F271 2m 250
8C340 400 BDilXI 9OO8F272 oc169 3s0 25{'
BC34t 4m BDAI4 8F273 ocr70 350 2.2ú
8C347 zto BD3?s 700 9F274 ocrTr 350 2.mo
8C348 2SO 8D378 BF3('z sFl206 35{t 6{n
8C349 2fi BD.IO BF3O3 sFT2r4 l.(Xlo 2.6{X)
BC36O rlll0 BD/|il2 BF3C4 sFT307 no 2.800
Bc36r lt(ro BD43:I BF3O5 sFT308 2m 4.ofit
8C384
8C395
300 8D434
Ap 8DrA6
BF31'r
BF332
sFT3î6
sFT320
n0
220
4.(xto
4.000
ECCEZIONALE
OFFERTAn.
BC3!r6 300 8D437 8F333 sFT322 n0 240
8F344 sFT323 220 100 conden!!lorl pln-up
Beu3 25() 8D438 r.300 200 resislenlo 111 - 112 - 1 - 2 - 3 - 5 - 7W
Bgfl4 2fi 8D439 8F345 sFT325 220 5.1fi!
sFT&t? 3 polenzlometrl normall
8c429 600 BDit6î 8F394 240 5(n 3 polenrlometrl con Inlerrutlora
Bolix, 6{x, 8D462 sFT3sl 2m , 500 3 polenzlomelrl doppl
BC{4t 45(l BD5O7 sFT3s2 220 500 3 polanzlometrl I lllo
ec441 450 BD5O8 8F457 sFT3s3 zm l0 cond.nsltorl clellrolltlcl
8C460 $n BD5I5 BF/t58 ' sFT367 3(xl 5 surodlodl 124 100v
Bgl6r s00 BDsI6 BF l59 sFT373 250 5 dlodl 40A 100V
8C512 250 8Ds85 v46 sFT377 zfi 5 dlodl 6A 100V
BC5r6 250 8D586 I ys0 2N174 2.2@ 5 ponll Ba0/C250O
8C527 zs(t 8D587 f 2N270 330
8C528 2fi 8D588 I BFY52 2N30r 800
BCs37 2s{' 8D589 I BFY56 2N371 350 TUTTOQUESTOMATERIALE
BCs38 250 BDsgO 1 BFY5I 2N395 3m NUOVOE GARANTITO
BCs47 25(' 8D663 1 BFY54 2N396 300
BCr48 250 BD6AI I BFY74 2N398 3n A L L ' E C C E Z I O N APLR
EE Z Z O
DI
BC549 250 8D677 1. BFYgO 1 2N/O7 33t!
8C595
BCY56
300 8 D Y l 9
3N BDY2O
L
',
BFWI6
BFW30
I
1
2N/t{tg
2N4rI
4(n
9$ LIT 5.000* s/s
1 BFX17 l. 2N456 g{Xl
BcYsS 3A' BDY38
BCY59 320 B F I I O BFX34 2N/A2 25{,
BCYTr 3m B F I I 5 BFX38 2N4&l 230 ECCEZIONALE n.2
OFFERTA
acY72 320 8F117 BFX39 2N526 300 I Ylrllblle mlc! 20 x 20
BCY77 3N B F I I S 400| BFX40 2N554 800 I BDlll
BCY78 320 B F I I 9 4001BFX4f 2N696 400 1 2l{3rF5
BCY79 320 BFI20 4(XrI BFX84 2N697 400 t 8D142
BDIO6 t.300 BFI23 3o0lBFXS!, I 2N699 500 2 2N1711
4soI BSX24 2N706 2ú f Eul00
BDr07 1.300 BFI39 2 aulodlodl l2A l00V pollrlià róyor.
BDIOg 1.400 BFI52 3001Bsx26 2N707 400
BSX4s 2N708 3{n 2 autodlodl 12A 100V polarlla reverr
BDII t 1.050 BFI54 2 dlodl 404 100V polrrltà norm!|.
BDlr2 1.050 8F155 BSX46 2N7G' 5|n
2N7t'l 500 2 dlodl 40A l00V polarllà rever!
BDfi3 r.0ll BFI56 BSX47 5 renar 1,5w lantlonl Yralg
BDlls 700 B F ' 5 7 BSX50 2N914 280 1(, condenratorl pln-up
BDfi6 1.050 BFI58 BSXsI 2N9r8 35{l t00 raalrlenzo
BDll7 t.os(t BF'59 BU21 2NgZt 320
BDfi8 1 . 1 5 0BFI60 BUtqI î 3m TUTTOQUESTOMATERIALE
8D124 1.500 B F I 6 ' 2 to:!8 7fi
BDl3r 1 . N BFI62 2 2Nfl00 5.(x,0 NUOVOE GARANTITO
BDl32 1.200 BFI63 BUl05 4 2N1?2f 35|,
BDt35 5m 8Fr64 8Ur06 2Nt304 400 PREZZODI
ALL'ECCEZIONALE
BDl35
BDr37
s00 BFI65
6{n BFI67
s00 BUIOT
4{t0 BUIOB
2Nl3{t5
2Nl30ir
400
450 LIT 6.500 * s/s
BDr38 6(n 8F169 400 EUIGI 2N13t!8 rl5|l
8D139 600 BFI73 400 B U î I I 2Nl3:t8 1.2ú
BDr40 6{Xt gF174 500 B U f f 2 2Nt56ti 400
8D142 900 8F176 3|n B U I I 3 2N1566 45|t
BDr57 800 BF177 400 B U l I 4 2Nl6t3 300
400 B U I I s
8D158
BDl59
800 BFI78
850 BFI79 500 m
2Nt?lr
2Nt&n
320
50ll n.3
OFFERTA
ECCEZIONALE
600 BUI2I 2N1&r3 's{Xt
BDl60 2.000 BFIsO 1 prcco nrtrrhla aurPlur vralo
8D162 650 BFISI 600 8U122 2Nl92,l s00
BDrfft 7m BF18'I
600 BFI84
?(xl
400
BUI24
BUI25 I
2Nr925
2Nl$:l
rllio
tl50
2 Ks. L. 3.000 * s/s
BDt75
BDr76 600 8F185 rlql BUI26 2 2N1986 r||io
8D177 700 BFI86 400 BUl?7 2N1987 /t50
BDt78 6{Xt 2fi BUI28 2 2Nm/l8 IX'
BDlnt 600 250 2l{2160 2.fm
BD180 600 ziÌo BU2U' 2N2188 500
BD2t5 t.000 230 8U210 2NZn8 /o0
BD2r6 1.100 250 BUI33 zrl{n19 400 La Ditta L.E.M. s.r.l. comunica alla affezionata
BDAX 6(X, 2fi BUI34 2NZm 3m c l i e n t e l a . c h ea p a r l i r e d a l 1 ' g e n n a i o 1 9 7 6 h a
BDi24 700 5{X' 8U204 2NZM 380 aperto un nuovo banco di vendita in via Di-
6m tl00 BU2O5 2N2gt/t 320 gione,3 - Milano,con un vasto assorlimenlo
8D232
too 8U206 2N2SO5 360 di semiconduttori e materiale radiantistico.
/o0 BU2O7 2N2906 2g

_ flicembre 1976 1975-


P I A S T R AC E N T R A L I N AA N T T F U R T O C , E . C . A .l i X c o n : PIASTRACARTCABATTERIAcon sgancioautomatico
t e m p o d i . e n t r a t a- t e m p o d i u s c i t a - t e m p o d i a l l a r m é a batteriacaricae ripristinoautomatlco
- tempo di.fine allarme - spia contatti. spia at caiàiJOóffà
s t a n d _ b v_ carica- indicatoredellaintensitàdi carica- reqolatàró
spra preatlarme - indicatore a memoria di avvenúto oela corfentemassimadi carica. ldeale oei aooli_
a l l a r m e . I N G R E S S |A L L A R M E : n o r m a l m e n t e c h i u s ò i i cazioniin impiantiantifurtoe in qualsiasiàttro iàìo
tardato ripetitivo - normalmente aperto ritardato ripeti_ In cul occorramantenerecostantemente
tivo -. normalmente chiuso ritardato non ripetitivo carica una
batteria. L" 14.500
n o r m a l m e n t ec h i u s o i s t a n t a n e or i p e t i t i v o - n o r m a l m e n _
te. aperto istantaneo ripetitivo _ normalmente chiuso PIASTRA ALIMENTATORE PROFESS|ONALE.Caratteri.
r s t a n t a n e on o n r i p e t i t i v o . n o r m a l m e n t ec h i u s o a n t i r a _ stiche 12 V 2 A. Rumore residuo 0,03
p i n a a n t i m a n o m i s s i o n e- d u e u s c i t e s e p a r a t e p e r "2", AJalto
p e r i m p i a n t i a n t i f u r t o a r a d a r e i n "2"-O,e
si- ogni altro caso
r e n a p r o t e t t e c o n t r o i c o r t i c i r c u i t i . A l i m e n t a z i o n e1 2 V . occorra una tensione estremamente stabilizzata.
L. 55.000
MINICENTRALE ANTTFURTO (cm 6 x t3l con temDodi B A T T E R I ER I C A R I C A B I L If e r r o - h i c h e l6 V S A ! . i 2 . 0 0 0
entrata-..tempodi uscita- tempodi allarme_ tempo
di fine allarme- spia contatti- spia prealfarme - spia P I A S T R AR I C E V I T O R EF . M . c o n a m p l i f i c a t o r eF . l e d i .
stand-by- spia memoriadi avvenutoallarme.INGRÉS_ scriminatore L . 2.500
Sl ALLARME .normalmente chiusoritardatoripetitivo-
normalmente CONTATTI MAGNET|CI ANTTFURTOda esrerno
chiusoritardatonon ripetitivo- antiraDína
- antimanomissione - relè allarmein grado di poriare L. 2.s00
-
finoa8A. 1.35.000 CONTATTI MAGNETICI ANTIFURTO da tncasso
SIRENAELETTRONICA L. 2.200
12V IOW bitonale portata
m 300 L. 18.000 CONTATTI per anitfurto
A'VIBRAZ|ONE L. 5.500
o
A M P L I F I C A T O |RBER I D O3 W u s c i t a4 O L. 4.000

oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

_ .t976
cq eletircnaca
RIVENDIIORE DETLASERIECOMPTETA
DEI KIT DI NUOVA ELETTRONICA
. DISTRIBUIORE
COMPONENTI
E MATERIATIDEttA DITTACORBETT.A

lire 2OO Iin francobolli) e ricevere


KtT EB m . t. 3.575 KrT EB 66 L. 9.s00
4 basetteper c.s. (100x 160) I flaconedi fotoresistPOSITIVO
l-pennaper il disegnoc-s. f flaconedeveloperdi foto-resist
per c.i.da 14/16
48 trasferibili
190piazzofeterminaliA 3,17 KIT EB 5s L. 25.025
1 bustadi sali 240qr. doseper I lt. l ' q u a d r o d a s t a m p a , g i à m o n t a t o i n E s t a l . M o n od a
. c m . 2 5 x 3 5 . ( s t a m p a u t i l e c m . 1 2 x 1 7 circa)
KIT EB 77 L. 2.r4s I spremitoreda cm. 16 con gomma speciale
4 b a s e t t ep e r c . s . ( 1 0 0x 1 6 0 ) 100 c.c. liquido sgrassante fdoCe per Oò0c.c.ì
1 flacone inchiostro 5 0 c . c . p o l v e r e a b r a s i v al i n i s s i m a
1 acido concentrato (1/2 lt.J 100 c.c. sigillanteper nylon
'f pennino da normografo 250 gr. inchiostro autosaldante per c.s.
I portapenneplastica per detto 1 0 0 0c . c . d i l u e n t e e s o l v e n t e p e r d e t t o
1 .p e l l i c o l a p r e - s e n s i b i l i z z a tpae r m a t r i c i
1 nastro doppio adesivoda 12 mm. x 6 mt.
KtT EB 99 L. 13.s00
l foglio poliesterecon emulsione U.V. da mm.300x250 FOTO.RESISTnegativo o positivo (da specificare sempre)
(Color-Key Orange NEGATTVO) Art. EB 701 - (150 c.c.)
1 f l a c o n e d a 2 0 0 c . c . d i d e v e l o p e rN E G A T I V O L. ?.150
Art.EB702-f500ccì | tial.\
I foglio di carta nera anti-alo (300x 250) ùvrLUtt t (devetoperjper toto-resistnegativoo positivo
I flacone da 150 c.c. foto resist NEGATIVO Art. EB 705- da 1.000c.c.
I flacone da 1.000c.c. di developer per detto
L. 3.500
Art. EB 706 - da 5 litri I L. 15.000
FEI DARLINGTON scR
BF 244 L. 6s0 2Ns248 L. 6s0 BD 699 L. 1.700 1At00v L. 500
BF 245 L. 650 2Ns457 L. 650 BD 700 L. r.700 1 , 5A 1 0 0v
BFW 10 L. 600
L. r . s 0 0 MEM s64c L. 1.600 BD 70t L. 1,800 1,5 A 200 V L.
BFW 11 7(X)
L. 1.s00 MEM 571 C L. 1.300 TIP 110 L. r.500 34400V L. 900
MPF 102 L. q50 46073 L. 1.600 TIP 120 L. t.500 8A t00v L. t.000
MPF 104 t. 750 3N128 L, 1.300 rlP 125 L. r.600 8A 200v L. r.100
2N3819 L. 600 3N140 L. 1.600 TIP 126 t. 1.600 6,54 400V L. 1.s00
2N3820 L. 900 3N187 L. f.800 TIP 140 L. 1.900 8A 400V L. 1.500
2N3823 L. 1.s00 TIP 141 L. 1.900 r0A 400v L. 1.700
IRIAC TIP 145 L. 2.000 8A 600V L. t.800
MJ2500 L. 2.500
r A 400v L . 700 104 400v L. 1.500 MJ2501 L. 2.800 tED
3A 400V L. 1.100 6A 600V L. 1.600 MJ3000 L. 2.500 Rossí L. 25A
6A 400V L . 1.300 l0A 600v L. 1.900 MJ3001 L. 2.800 Verdi L. 400
Inoltre possiamo risolvere e fornirvi qualsiasi amplificatore o convertitore per ricevere le IV straniere es.:
AMPTIFICATORE+ ALIMENTATORE5. BANDA t. IO.OOO
D i s p o n i a m od i u n a . / a s t a g a m m a d i a r t i c o l i s i a p e r d i l e t t a n t i c h e t e c n i c i . S a r e b b e i n u t i l e e l e n c a r l i t a n t o n o n a u m e n r a n o
m a i . I v e c c h i c l i e n t i c o n t i n u a n oa s c r i v e r c i p e r q u a l s i a s ia r t i c o l o o i n f o r m a z i o n ea b b i a n o b i s o g n o . P e r i n u e v i c l i e n t i o
Ditte possono richiederci preventivi tramite posta o per telefono. Oualsiasi variazione di prezzó sarà nostra premura co-
municarlo. Pertanto ci limiteremo soltanto alla pubblicazionedi novità che possano interessarvi. E' in fase di ;llestimento
un laboratorio dove tutti possono accedere con personale a Vostra disposizione sia per le riparazioni che per consurenze,o
spedirci.Vostri progetti non funzionanti con. allegati eventuali difetti e indicazioni per rintraiciare lo scfiema originale. Con
tale iniziativa riteniamo andare incontro al desiderio dei nostri Clienti e a tutti quelli che lo diventeranno.
DIIUENTI (thennerl per foto resist Art. EB 96 - bombola spray L. 3.575 SCATOLE per montaggi in plastica
negativo o positivo T R E C C I Ap e r d i s s a l d a r e Art.EBI- 80x50x30 L. 550
Art. EB 707 - da 1.000 c.c. L. 8.500 Art. EB 950 mt 2 - L. 12.000 Art. EB 2 - 105x 65x40 L. 800
Arr. EB 708 - da 5 litri L. 40.000 PENNA per circuiti stampati Art. EB 3 - 155x 90x50 L. 1.200
I N C H I O S T R Os p e c i a l e p e r s e r i g r a - Art. EB 999 L. 2.860 Art. EB 4 - 210x125x70 L, 1.800
fie per la stampa di c.s. GRASSO silicone
An, EB 33 - da 1 kg L. 6.500 Art. EB 88:l - gr 100 SCATOLE per montaggi in alluminío
L. 4.000
INCHlOSTRO speciale per serigra. KIT EB 90 - Assortimento sperimen- e lamiera
fia per la stampa su metallo ecc. tale condotte luminose a FIBRE OT- Art. EB l0 - 30 x 100x 60 L. 7g
Art. EB 33 - da I ks L. 4.950 TICHE in vetro Art. EB ll - 60x125x60 L. 8lt0
t. 85.q,0
ACIDI concentrati TRFCCIAper connessioni Art. EB t2 - 75x125 x 100 L. 1.3{t0
Art. EB 40 - da t/zlt L. 600 An. EB 100/2 cond. l. 50 Art. EB 13 - 100x 150x 125 L. l'tt00
4il. EB 41 - da 1 lt L. 900 Art. EB 100/3 L. 90 Art. EB 14 - 100x 175x 125 L. l'500
" Art. EB 15 - 100x 200 x 150 L. 1.800
Art. EB 42 - da 5 lt L. 3.575 Art. EB 100/4 ' t. lrt
VERNICE protettiva autosaldante Art. EB t00l5 ' t. 170 Art. E8 16 - t00 x 250 x 150 L. 2.000
Art. EB 97 - bombola spray L, 4.fl10 Art. EB 100/6 " L. lm Art. EB 17 - 80 x 150x 110 L. 1.300
RESIt{A acrilica trasparente per la Art. EB f00/12 ' L. 350 Art, EB 18 - l20x f60 x210L. 2'40Í,
protezione di scritte Art. EB l0ol30 L. î.800 Art. EB 19 - 200 x 150 x 260 L. 2.800
ATTENZIONE:LE OFFERTEOl MATERIALE SONO LV.A. ESCLUSA.
Per i materiali non elencati in questa pubblicità rimangono valide le offerte dei numeri precedenti.
Per quanto riguarda la vendita per corrispondenza, i Ysf ordini saranno evasi nel giro delle 24 ore, con paga-
mento in contrassegno..
"ilÈ:!',;;;;:T'::h$t,.,'

Oualsiasi-riparazione apparato AM L. 15.000* Ricambi


Oualsiasi riparazioneapparato AM/LSB/USB L. 25.000* Ricambi
Qualsiasi riparazioneapparato Ricetrans,Decamet. L. 55.000* Ricambi
Tipo Prèzo Llro Unlta dl
Mar@ o Modoll( Allm6nt.no
fipo dl Potonz6 Poton:a (compr€so v6ndlta
Emlsslon{ Inpd-A|! nput-SSl @natr r=podatlll lv A 121a = slngolo
talv, varlaz

llCEît,lSMElTllOtl: MIDLAI{O. tEÉ. ltal{O Hlr. zODiAC. trlFAtEllE - swAx.


INIENîIE: s?EClAtlSt . CUSH . CRAFI . CALETTI - HY cAtI . 1IMM . StcMA
|COM. UN|DEN. DRAKE
8 ot
è
IFAYflE 0 0
{bD nB 12Vc.c. 5W 23 àn.tm € 9
'.1.d gsBts f2 Vc.c. AM/SSB
15W
l=46 372,00 s
:onrbr 35
>m.t f 35
2frVc.a. AM a 356.m s j - j
220 Vc... 5W s 382.0q)
TIIDLAND
t3.E&I '12/1Vc.c
r3-as/B
AM 5W 23 i61.m0 s
tiu/a
m c.a. 12Vc.c AM/SSB 5W 15w 3+46 458.m s
Batt. t2 Vc.c AM 2 P llit.o(x) c
37,. 8afr. '12Vc.c 3 P l2G.m0 c
tm Batt.12Vc.c 2W 3 P lil l.00O c
3729 8att. f2Vc.c 2W 3 P rGl.0(x! c
3T70 Baft. 12Vc.c 6 P m.w
375 Baft. 12 Vc.c 384.0(x1 c
,NIVERSAL
iK 18 12Vc.c. 5W 48 2a6.lm q u
1 2V c . c . x -
IOLÎEK C8 55 23 l7{"m É c
XNO.HIT o o
I|NO.H|l C8 292 i2 Vc.c F l7lt.m0 s ut
NNO-l{tt cB 293 1 2V c . c 23 F t9.0m S z
N}{O-Htr CB 29a 20 c.6. l2 Vc.c 5W
t{No-H[ c8 t(m t2 Vc.c AM/SSB 1 5W
23
+46
234.(m
as.(m
S
É
JNIVERSAL
E f
Q 2
lx 25 1 2V c . c . {M 5W 23 t80.0q, s É J

lOlORl: CDE AR22 . AR3O. AR40 . HAM ll


'UBBTICOMI
z| JERICHO 12Vc.c lo' t56.0fl1 S

vFo AM L. s4.ooo
VFB'rffrtftÌ%ti,-
vzsapprn.
oÀr-
r.ys'.nóonÀroàro'
(Nelie richieóte, specificare marca e modello del V/s apparecchio)
ANTENNAST. BASE G.P. L. 2t.s00 ALIMENfAfORÉ C.T.E. 12.6V - 2 A F- L. M,5M
ANTENNA ST. BASE SKYLAB L.42.m0 ALIMENTATORE C.l.E. 12-15V VAR.2"+STR. L. 32.50
ANTENNASI, BASE SPECIAL,SIARDUSTER L. 4.(m AL|MENTATOREC.f.E.12"mVVAR.3.+STR. t. 49.tm
ANTENNAST. BASE SPECIAL.RINGO L. 55.(m ALIMENIATOREC.f .E. 12-mV VAR.5'+STR. L. s.m
ANTENNASr. BASE AVANTTStc[4A 5/8 L.9s.|x)0 ROSiTEIROAEC SWRg L. t9.000
ANTENNA SI, EASE AVANÎI ASTRO PLANE L. 62.tX' ROSMETROWAIÌ. . p , s40 34 poí. l0+ f00 w L. 36.m0
ANTENNAST. MOS. SPÉCIAL.MAGNET,N,{RI78 L. 38.500 RSM. W. ASAHI 52175ohm ME ll N Pot.0.5+2 KW L, 60.qn
ANfENNA SI. MOB. HMP MAGNET.MAG. L. f).s00 ROSMIIRO w. OSKARs2 7s ohm SWR 2m L. 65.m
ANÍENNA Sf. MOB, AVANTI AV 327 RACER L. 15.txl Al\rPLlF.LlN. C.T.E.VALV. s007r000W AM+SSB L. Sl0.@o
ANfENNA ST. MO8. ATf. foro t6fto r. 2l.txt AMPLIF. LlN. C.l.E. VALV.30o/ 600 W AM+SSB L. 3t2.mo
ANTENNASf. MOB. All. gronda AMPLIF. LlN. C.l.E. VALV. 70l f40 W AM+SSB L. t22.s{xr,
ANTENNAST- NAUf. bose boomerang L.26.fX) AMPLIF. LlN. C.T.E.mob. colibrì s0 W AM+SSB L. loa.(m
ANIENNA Sf. NAUf, FIBERGLAS.LEGNO L. 6.500 AMPLIF. LIN. C.l.E. mob. colibrì 30 W AM+SSB L. 8lt.lm
MICROFONOTURNERJM+2 d6 MANo L.18.0d' EATIERIA PÉRI\,IICROPREAMPLIF. dE MANO 7 V L. 4.5m
MICROFONOTURNERM+3 dA MANO L.54.m0 OUARZI RX-TXCANALI da 1-23per coppia L. a.6O
MICROFONOSBE da MANO L, 17.000 OUARZI RX-TXCANALI 8lS E SPÉC.- Fuori i 23 L. S.qn
MIGROFONOTURNER+2 da TAvoLo r. !3.0@ OUARZI SINTETIZZAîI CANALI I oltre 23 C. I l. 8.8)
MICROFONOITJRNER+3 d€ fAVOLO L. 67.0dt soccHEnoNt pL 259 CoN R|DUZ. L. t.Goo
MICROFONOTIJRNER SUp. StDEKICKda fAV. L. ?2.000 PRESEA PANNELLOPER BOCCH. PL 259 L- 850
MICROFONOSHURE4,U T da fAVOLO L.6iI.$0 GruNTOfM3sS t..3.6trt
PREAMPLIF.ANT. C.T,E. 25dg L. 3|i.m0 GIUNTO DOPPIA FEMI\,,I.PL 258 L. 3.O(x'
MATCH BOX C.T.E. .1. t4.t'0 clur.tro otnrucolo trl:sg L. 2lg
MISCELATORE ANf. C.I.E. RIX, CB.AUTORAD. L. il.000 GÍUNTO DOPPTO MASC.cS.97 r. ?.oso
COMi,lUT. D'ANT. C.T.E. 2 pOS. L. 8.0d, oAVO RG58 t. c,o
COMI\,UT.D'ANT. C,l.E. 3 POS.+CAR. Ftll. L. t.000 CAVORG 8 L. MO

1 PREZjZINON SONO IMPEGNATIVI,POSSONOESSERESOGGETTIA VARIAZIONI DI COSTI


SI FANNOPERMUTE I LABORATORIOASSISTENZATECNICA
NOVA (Mi)
20071Casalpusterlengo
Via Marsala7
elettronica I (0377)84.s20

TETTÍ|RI DI FREfIUEIIIZA
-Yisualizzazione
PERAPPARATI
HF
à 6 DIGIT
- Alimentazione 220V ac
- D i m . 1 0 5x 6 5 x 2 0 0m m
- M H z , k H z e 1 0 0H z
per R4C e T4XC L. î05.000
per Fî 277, FT 505, FT 250,TS 520,TR 4C, TS 900, Swan 700 CX
L. r 15.000
I V A 1 2 % i n c l u s af,r a n c oV s . d o m i c i l i op, a g a m e n tcoo n t a n t i
all'ordino e c o n t r a s s e q nooa. r a n z im
a e s i1 2 .

p g r _ a p p a r e c c h i a t u1r 4
ÍIUARZI
HFVHF
UHF
e 4M H z , t u t t i i p o n t i d a l R @a l R 9 è d i s o f r e q u e n z e1 4 5 . 5 0 0 - . 5 2 5 - . 5 5 0 - . 5 7 5 - . 3 2 5
TRIO KENWOOD TS 700, TR 2200, TR 7200, |COM serie tC 20, 21, 22, 220
S T A N D A R Ds e r i e 8 0 6 , 8 2 8 , 8 1 6 , 8 2 6 , 1 4 0 , 1 4 S , 1 4 6 - . F D t (
T E N K O1 2 1 0 A , 2 X A - S O M M E R K A M P1 4 5 X T ,2 2 1

per apparati 432 Mc tutti i ponti


ICOM IC 32O,.STANDARDSRC 430, SRC 432, KF 430
per apparati FIF
F T 2 7 7 ,W W V ,1 6 0 , 4 5e 1 1 m t . T R4 C , l 0 A , 1 0C , l l
F T 2 5 0 ,l 0 A l 0 C , 1 0 D e 1 1m t R4C, tutte le frequenze
T S 5 2 0 ,1 1 m t .
quarzi per calibratori 100Kc, 'l Mc, l0 Mc.
Spedizioni ovunque. Per quarzi non specificati e quantitativi richíedeteci preventivi!
FILTRO
IN
CAVITA'

AMPLIFICATO ANTENNA
100w RF GOLLINEARE

AMPLIFICATORE
300 w RF

AMPLIFIGA
350 W RF

_ 1980 cq elettronica
rNDUsrRrA
W Í I b Í k Í t ELErrRoNrcA
talt" f .lti nnar". TERME- tel. (0968)23580
EZ|.A
LYSTON
via GregorioVll,428
STREPITOSAE RIVÍ|LUZIÍINARIA
tel.0616221721 .SEGRETERIATELEFOlìIICA
via Bacchiani,
9
tel. 06/434876 KlT.n. 80
ROMA
ELETTRONICA
GASSONE-VERONA
v i a C o n t eR u g g e r o1, 7
Iel. 09512206024

CATANIA
FIORE ALDO
v i a A l t a m u r a ,5 2
te1.0881/20152

FOGGIA
FRATELLI GRECO
v i a C a p p u c i n i ,5 7
Iel.0962124846

CROTONE
L. 33.OOO
FUSARO VITTORIO
via 4 Novembre,14
tel. 0791271163

SASSARI
0uestoKIT risulta utilissimosia in campocommer-
c i a l ec h e i n q u e l l op r i v a t oi n q u a n t oi n d i s p e n s a h i l e
qualorasi voglia ulilizzareil propriotelef0n0,pur
e s s e n daos s e n t i . CARATTERISTICHE TECNICHE
Con questoKIT si potrà realizzareuna segreteria
telelonicaelettr0nica totalmcnte automatica, cheda- Alimentazione I 2-15 Vcc.
to il SlJ0 BASS0G0ST0nonchèla sua peilezione Assorbimento a riposo 2 mA
iecnica sarà accessibilea chiunque.Difatti essa Assorbimento max lOO mA
p r o v v e d e raà l a s c i a r ei l m e s s a g g idoa V o i d e s i d e - Tempo di avviso preregolabile tramite
rato rispondendo alle eventualitelef0naten0nchèa nota acustica
registrareper ll0slr0 c0nlo me$saggi dà clienti o Tempo di registrazione regolabile
amici. Tempo.di durata del messaggio program-
I pr0gettislidella. Wll.BlKlT " sempreall'avanguar- mato regolabile
dia, degli automatismi hannorealizzato quest0arti- Tempo di durata di registrazione rego-
colo fino ad oggi costoso,complicato ed assoluta- labile
mentenon alla porlaladi tutti, è diventatoora uno Max corrente applicabile ai relè IOA
d e g l ia r t i c o l p
i i ù i n t e r e s s a netdi u t i l i .c h e s i p o s s a Gambio elettronico automatico tra par-
trovarenel campo€lettronicosia per il SU[lBASS0 lato e fegastrazione
C0ST0e perla SEMPLICITA' 0l C0STRUZ|0i{E.

dicembre 1976 1981 _


AT 365 HF 65
Lucipsichedeliche Trasmettitore FM
L4t.42.400
IVA COMPRESA L.5.400
IVA COÀ/PRESA

HF 395 HF375
Amplificatore MiniricevitoreFM
di antennaAM-FM
L. 7.100
L. 3.200 IVA
COÀ,,|PRESA
IVA COI\,4PRESA
AT 65
AF 31O Comandoluci
Amplificatore psichedèliche
di potenza a 3 canali
L. 13.850 L. 27.200
IVA COMPRESA IVACOMPRESA

,':" l

tlMflAlR@tut@@ilL,^
il supermercato dell'elettronica
20729Milano- Via F.lliBronzetti,3T
Telefono:73.86.051(5 linee)
,ky r/ ..
/(""'t':c.*"t .s ^n'"'-.-ì.""*
Ed eccodove
a . )
indice degli inserzionisti
cipuoitrovare:
BARI-ViaFanelli 206/26- Telefono 365555-364671
,
di questo numero
pagrna nomlnaÚvo
BARTETTA - ViaBoggiano 27131 - Telefono 2151 A&A
33331 1958-1959-1$60-136t
A.C.E.t.
BERGAIIo- PzzaFiliberta - Tetefono 219239
- ViaL Battistelli 1S6$ A.E.C.
B0tOGllA 6/c- Tetef ono550261 2129 ATPHAELEITROI{ICÀ
B0UA1|0 - V.leDrusa 313ZonaArtigianale - Telef
ono37400 2164_2165^Z
ERESGfA- ViaS. M-Crocifissa di Rosa78- Telefono 390321 1976 88E
BUST0 ARSlZl0 - ViaMarconi 15- Telefono 638013 2161 BBEMI
GAGIIARI - ViaMachiavelli |34- Telefono 497144 2166 C.A.A.R.l.
GARI0F0RIE(CA)- C.soRepubblica 30- Telefono 84254 2153 CALEfiI
GAIAII|A- ViaOdorico DaPordenone -
5f Telefono 336165 2192 CASStl{tltl
G0il0 ViaAnzani52- Telefono 263032 2108-21tSC.E.E.
2182 CELMI
C0SEHZA- ViaM.Serra56/60- Telefono 34192 1g7t cEirTR()EIETTR0l{tC08lSCflS
GREt0llA- P.zza Marconi 3 - Telefono 31544 2180 C0I{RAC
GR0IO]fE - ViaG.Manna 281 30- I eletono 27777 21t6-2118 C.T.E.
FIREIfZE - Via Ausîria 40| 42144- Telef ono686504 2130 0ECA80uS
FIREI{ZE - -
Viall Prato40r Telefono 294974 2140 oERICAEIETTR0f{tCA
F0Rti- ViaMazzini 1 - Telefono 25009 2144 00IEATT0
GEI{OUA - ViaAl fortedi S. Giuliano 2 - Telefono 360080 2171 ECHflELETTROTIIIGA
6E1{0llA - ViaArmenia 15- Telef ono363607 21S1 EICflELETTR()ilICA
GEll0UA - ViaBrigata Liguria 78r- Telefono 593467 2023 ETECTRÍIMEC
GEll0VA - ViaCasaregis 35/D- Telefono 368420 2028 ELETTR(!MECCANICAPIilAZZI
-
GEll0UAViaRedi Puglia -
39 Telefono 2181 ELETTBÍ|MECCAITICARICCI
395260 2158 EIETTB0MCAEtAtCHI
GR0SSET0 - ViadeiMille24- Telefono 24510 1S70-2138-2139ELETTR0l{tCAC0Ril0
GR0TTA FERRAIA- P.zza Vincenzo Bellini 2 214n-2141EtETTRoiltCAC0Rf{0
fGLESfAS (CA)- ViaDonMinzoni 22124 1S66 EtETTBoiltCAF0ilTAr{tt{r
1ASPIZIA- ViaFazio36- Telefono 27313 2154 EIETTB0t{tCALA8R0filCA
IEGGE - V.leJapigia 20122 - Telefono 27990 . 2150 ETTELETTRÍIilICA
-
lllAilT0UAGalleria -
Ferri2 Telef ono23305 2147 EMC
MllAf{O- ViaF.lliBronzetti -
37 Telefono 7386051 2030-2148-2150ESC0
fillAl{0 - ViaLazzaretto 7 - Telefono 652306 1S56-2011 EURASTATTCA
tlODlGA(RG) - ViaV.Veneto 62- Telefono 941631 2172-2173-2174-2175 FAltlTlltll
t00UGl{0-ViaPalese - Telefono 629140-629662 1361 FTEBUS T.
if0lfZA- Vialtalia29 -Ielefono22224 2163 FRIGf{Af{IELETTROf{IC
- 2155 GAf{ZERtl
l{AP0tl-ViaG.Ferraris 66/C- Telefono 335281 1S73-2131-2133GBC
0LBIA - C.soUmberto 13- Telefono 22530 13$2-2183GRAYELECTR0Í'IC
PAtERlfl0- ViaSimone Corleo 6/A- 091/215988 2035 HflEBYELETTRÍ|IiICA
PARlllA- ViaTorelli 1- Telefono 66933 1$63 tST
PESARo- VleTrento172- Telefono 32912 2161 KtTCflt0R
PIAGEIIZA- ViaS. Ambrogio 33- Telefono 24346 . 2183 KtTC0MPEL
-
Plî{EB0t0ViaG.B. Rossi -
1 Telefono 4044 1953 tARtR
P0tlG0R0- P.zzaRoma14 ' 21$0 . tEA
PREGASS0I|A(CN) - ViaArbostra 34 -Ielefono522212 1S74-1S75-19i6rEM
REGGIo EtltlA- ViaEmilio S.Stefano 30/C- Telefono 2134-2186tRREtETTR0fitCA
38213 1$68-1363MAESTRT T.
R0ilA-C.sod'ltalia34iC- Telefono 857942 2160 MAGf{UrtitEtECTR0iilC
R0f[A-ViaBonzio Cominio 47 1S82-t$83-2135-2f37MARCUCCI
RoilA- ViaE.RolliAng.Panfilo castaldi - Tel.5897037 214$-215r-2r5SMABCUCCI
R0ilA-ViaReggio Emilia 30- Telefono 8445641 1$78 MAS-CAR
ROSlGflAtl0 SOLUAY - ViaAurelia 254- Telefono 760115 2143-2145 MEtCHt0ilt
SASSARI - ViaPrinc. Maria13b- Telefono 216271 217t MrCRflPl
S0llDRl0- Località Sasella Cantone Andevemmo - Tel28533 2186 M|CB0SET
TARAI{I0- ViaPuoino 19- Telefono 23001 1979-2142 1{0VA
TARAIfIO - YiaZara73- Telefono 825809 3ae 4acopertina tl0V.EL
T0Rltl0- C.soReUmberto 31- Telefono 510442 2136. P.G.ELECTB0I{|SS
1$80 PMM
TREllT0- ViaSuffragio 10- Telefono 25370 1972 QI'ECK
TREUIS0- ViaBergamo 2 - Telefono 45733 2181. RA0l0 SURPTUSEtETTRoiltCA
IRIESTE - Galleria Fènice 8/10- Telefono 732897 1371 R 40
UlllllE- VialeEurooa Unita41- Telefono 64620 2188-2189R0ilDtf{ELLI
UARESE - ViaDonizzetti, 2 - Telefono 03321282554 2157 SAET
UEIIEZIA - Campo deiFrari30/4- Telefono 22238 2132 StCREt
UERCEILI - C.soAdda7 - Telefono 2386 1$67 S|6MA
UER0llA - ViaXXIVMaggio 26- Telef ono48113 1ae 2acoperlina SIRTEI
UIGEI{ZA- V.leMargherita 21- Telefono 505178 1$64-1$$5-2177STE
ViaUmberto 1",91 - Telefono 21230 2179 VECCHTETTI
U0GIIERA- 1357-1S01-2134WtLBtKtT

MllAlR@lllJt@@ilt,"^
il supermercato deli;elettronica
2152 ZETA
2184.2185ZETAGIETETTRÍ|I{ICA

20129 Mllano- Via F.lli Bronzetti. 37 Telefono: 7386051


RISHR chi si abbonaa cq elettronica pe.ril 1977
D a f 1 n o v e r n b r e1 9 7 6d e c o r r o n ol e n u o v e , c o n d i z i o n i
1-11-1976 diabbonamentoal2mesi.poteteabbonarvi
all'ottobre 1977; dal t-t2agié-al nouurùré dal
Chiunque si abbona subito Àa quèstì Jantaggi: 1gil, ii gennaioat dicembre 1977,ecosì via.

l) Un libro in omaggio
L'abbonatoriceverà,oltre ai 12 Íuturinumeridella rivista, ,l'ultimo
u , r , , r r v ilibro
ll delle ediziohicD in corso di alle-
stimento:

COSA E', COSA SERVE,COME SI USA


IL BARACCHINOCB

|4KOZ, Maurizío Mazzotti,

il famoso " Can Barbone1" della rubrica . CB a Santiago


". 9+ ".
con il suo ormai celebre stile, can gurÀón" ;i""era. teória, pratica
qualunqueappassionatoin grado di diventare e... miracoli del baracchinocB, mettendo
un l;;idr;;
s meccanico dei medesimi o, infine, un . """"ilent" " di baracchini;;;;;;" un perfetto.
" ingegnereprogettista
Insomma' un manuale davvero utile é sCritio"in"stile ".
lion"pròf"èorale, pieno di ottime illustrazioni,di schemi,
schizzi e accorgimenti pratici.
f l v o l u m e p e r v e r r àc e l l o p h a n a t oa s s i e m e a l l a r i v i s t a
n.2 o n. i/77.

2) Blocco del prezzo


In questa situazione inflazionistica,.nellaquale I'Editore
purtroppo dato. sapere quanto sj potrà resistere difende a denti stretti il prezzodi copertina,non è
con la'cop;;ti;;l"ot" tooo lir".
Bene, chi si abbonaa 1-2.mesibloòca il prài.i u 1000
lirs ú;;;-";* perché, anche se dovesse aumenrare
tl prezzodi copertina,I'Editorenon alcun supprementoail,abbonato.
"Àié.i"*
oueJioé un rischio queuo
srosso chesi assume
lEditore,
e unasrossa
""J:if,t"?""ili:ii"'i,H.I|tr?to ,come
3) Altissimo rapporto prestazioni,/prezzo
Nel 1976I'Editoreha fornito ai Lettoricentinaiadi paginedi cultura,
di informazione,
di documentazione,di
lli9î:^1 q-ueilodi una modestà pàr.Jrér"
Fensate:ilJ/ !i9f4."gyivatente..a
artlcoli,97 progetti,
88
-poche jd.ee-spunto, "unu
93 servizie tutta
dei suoi Cottaboratori I'esperienza
di consulenzae di assistenza
per mittiàià-Ji'ììrer
tsInÎlne'assolutamente gratís,migliaiadi informazionicommercialiutili a comprarebene, a ottenere,in un
climadi serenaconcorréna,ie À"iòi*it""'a"itioni opportunità
Francamente dalle Dittel
non ci sembrapoco,e siamoconvínti " di aver fatto un buon lavoro.

:ji: :li< :){<

Già abbonati in precedenza,per rinnovo (fedeltà) L. 1i.000


Abbonati per la prima volta (nuovi abbonati) L. 12.000
sconto 20olo s-ui raccoglitori,riservato agli abbonati.
Raccoglitoriper annatai9z7 o precedenti1973-:- i976 (1. 2.500)a
sore L. 2.000.per annata.
t eREZZttNDtCATtcomprendono ruue le voci di spesa (imbaili, spedizioni,ecc.) quindi null,attro e dovwo
I,H;11 al_
sf PUo' PAGAREinvianco
.assegnipersonalie circolari, vaglia postali, o a mezzoconto corrente postareB/290s4;per
piccoli importisi possonoinviaó anchetrancóróiliaa'1.';60, irpo*,direttamentepressola nostrasede.
"";;;;i""gfi
A tutti gli abbonati,nuovi e rinnovi,scontodi t. s00 su tutti i volumi
deile ÉdizionicD.
I : . u . i lo s c e
i
I
- 9 - l- l
'i t€E r: E c---'1
ot I
,
!

0
È
6!

c o
ó
S-e 0t,
ot
I
I
. 0a

R - .
X 9q) o
' ' i O È : ì ol I arE
!

o o
o
o i fioi il ot
ot
I
I
o o
É- rt
EEÉ
-

o 5
6 t
e

R Ei i '
- l
ot
!l
- t l
I
I
I
: 5F.E
i
'
6':-
-
o o !t o t

i à t 3I
o t I '
o l i

i: g ee
6t I j
N 5 '.5t
- t
ot I
lI
: o

É 3 , o iÈE
u > E I .' , ;3 - $ = l ot I $
tt)

a
' g . a.-z

J
o
El
6
F
: c
i Cts5
--,---î
: o
€ tr
0,
= E
6
o úl
O i o o
a f t :
o g
= c : 6
ÉL o :
0 i
= o
1t^, :
z =ìì
':l ' E ^ ^
o
o c,
lrl ..- 6
É. '=
É. :,:5 (,
= o
o
(J e3 à(!
.E
6.s o
t

tr
z
.9> .9'
E't
{rt
o
(-) ; !
o
.+€ o
uìt co
tr o- :
o
:ET
o o)S o
.D
N3 J

o o
o
T'
(g
o
a,
t,

N o
o
_{t
o
É. (l)
:
tr F
6
: i gO
-t
.B
UJ r
.
,
r !
a (g c
î,6
zi: 0)
o
' r E
6
o
uJ È c
It
|
| ,
, o
O
?
J 3
J ED ! a | , i
(D o
o o ()
!9_ o
(5
o

{t F
z 6 o
I

u o o

illll
À ()
o
N c 6
É, q
F
= l r c o I
J o o
4
c $ ,t! 6
É
o ro Y ó
to o
() o o
2
!'

F
o) E0 .>e
=
o
N
o j ; x - !
o
CJ r
î, € ! F o
4
cr É
F

g o È o
o i o
o € €
o ID tr &
:€
3 e o 5
:
!
o
o
e h
o
' ct,
3 ! (, 'ct o : o
@
o -t ; o
9 H 'to
6
5
o 4 . . - . . - . . . . . . .
\ \ \ - ' : îE . \ .
t t l -f's ;E
1 \ \r ;
gn
\ \ \
l q ) X o' 9=
i -
tr'c e v,- ò È"9
Z , r 3.: " , I
a a
Ftrff
a a a * i . = -5 r :
u.r ; f-Esrs
= ! i-(' trl

f e
,
I :E
l i F P :J
s i
6 - E ;J
F
o L F;É
6 @ ; B
( J s' i ,
o fD !r F
L Éú L
dl ^ o<q $ L
O E q P=
<.i <È ; ss o,.
E 8 '=
: c
3 è : o 0)
L
c - è - Hl* È3
E
a 3 e 3 c o {,
g) N @ O O r
( o ( O ( o F - F . * fl pt ÈÈ
o o ) o ) o ) o ) F; $=
"

; : g É rÈ s È È
= !
o ls_
2 a l - Q c ! N O
9 ó * ilEi EÈ
g€
:.:I E
fi$qgl ss;;;.:F*
o ; F c - 6 F - : t r f s ;
';.Èc
à!:ó à-e ;
':: 'à€fr
ó e + O -
. . . . !

e_- r€ N
OE
F:gig =E; ?

N E a l : * i : r e ÉgÈ .
€ -.c-
E:ù q", !
;Èfi
te e
q l , N

B. b àÈ -;9 3
rrr Èg lFi Èó = " ^'.= ! > ó d
'-a. È É
o

) ;: Èf;È: : t * af : ; .-.JO È"*


E_'
9€
i
<:
ò
i f;É;:É l;r€l :r e ^ É'- H E EG €
t
È è.Y
;.=o oq G
;.-- = b c
l !
:r
: -
ì::
, a @ :
-- 9t co =e. È9 o
E o
.-
c
;:E ;s g
ì ;È :;Î c;EÉI;È È Y OE.-
F !
6 o.-.!
=
; o o

FE5 9.F
9 ? ! ;
'-r 6
o

:q
Ir, :sÈ 6ti:FA g
e l a = n
Èì.: €Eo È
; à EÈ _ E : 8 fXr ;nÈ Y o I F

* x=og E E E ;e P l
__c .: o
Es: È !;e3É":É
! 9 o
IÉ;È #gÈ 5
.- ò 9l:
s 3J"eÉgi
gÈiq**;rÉ;:;É ;i = " : ( 'È
ì
-,i€
:; H -Zo
5E:
s , = " ! 3: e F
s:l"q È
_ ó - ^ = . ; 5 b
4 g .
" e g e' . * E $ l e
E E 9 = i E \ ': =b < E . -i - - # E
ó È s I 3 ó - :È

c c e :
o o :
t q
o o o ^ : É
o
: o : F
g :
a) .c c î o
o E c\- c ) s r o
'F
0 9
t-- 5
Z i J
+ j
l'.-
o ) o o
F- È-- N {, É
q
u t :
tfl It
:i
F . i i J 3 ;sE i !
:,:{ 4
ù ' ;
0 :
s s l t t i ! o b i
È z F I o
F o l l

f i gE l ! o J
F
F
9
i
l t
tl l
t
l
i
II
I 6
6 z3=-;
e ?e = a Í t ú
.?.=
:
:
s
(
t t
g
t I
lt
l
J
t
l
l
l
l
l o
s
6 r I
()'= : L
i i i i o
6
0 ^ (b) E F - (o (o
vJo
a O
a c n c
r.- F- È
a a) o) o) o)
VIVERE
LA
MU$ICAELETTBONICA

,"o,o,o',r'fri"l,
r ,,r,
l. lntroduzione
ull-"^:i':''o' articoli sulla
mesi orsono'vi avevaproposto impossibileapprofondire
L'ingegnerMarincola,-'secondo
musica elettrontcae, me, era |-,irànalr1"nte
*nà òud"t" in inutili ridondanze'
ancoradi piu l'argot"niJ di propostee quindi molto
proprio per questo ir óil'itittii'"
'1f,'.'llT"',.""t1"""1i't!e"li%li:.una
"ii-""rutu,n";i;'ti;;
srirzadi
el*:i"'r""l*
paginenuovamente.#"i"nll-"'éóÀi t'r,u
prima
gier-futto :'T::îl'
""1-::.:
e megliodi me'
è una"ii;;;;";'- per una serie di
almenò
Quelloche io invecevoglio p.roporvi' t" tÉ-p.nii-u"tp-!!:^"1uoglia lasciarmi
articotisu di una rivis#Oi èletironica, à-vòi lettori anche le mie esperienze'
l'iniziativa,io cercherò,faóenOoripèrcorrere elettronica in
'"ótiitiiio*
di condurvi sraouattíni;" I ì'"à iótà1" 1qF nuovo
questo ::.::"" mododi sentire
modoche voi stessi,alla fine, riusciatea "ì,iuóte " nell'usodegli
la musica,acquistandA in naiurate"u 'poniunàiiàìióipt"ssione
" imparaste a smitizzare'
apparatiche vi pr"t"it"'0,'à ótrevortei

e
parte autocostruito'con doppia struttuta' N e p r c g r a m m a t o
Squillodi trambe: il ' m.io' sint, in
ióntemporaneamente modulare' .
3i';;;';;;';J;; iitlii,- it ,ir"t steteofonicoe il bancodei sequencers'
t987 ---
dicembre 1976
VIVERELA MUSICA ELETTRONICA

Mi ricordoche quando,rovistandofra schemivarii, riuscii nql ben lontano'70 a


costruireun gadgetcon il solitoprezzemolo-unigiunzione, e lo feci adoperarein un
concerto" pop " in paralleloalla esecuzionedel batterista,ci fu rnolta gente che
subitocercòi1..." MOOG"! E io, cometutti, dej resto,alloraben pocone sapevo
dei sintetizzatoriin genere.Ma I'attrattivadel.suononuovo è una feroce insidia
che perennemente cova nell'ottenebratocervellodel musicante:chi non ha per
menoprovatounascatoladi.effetti(cioèdistorsore, lo
gti chiederemose: 1) non tra mài *aÉ_watecc.) atzitulnàno,'à
èG".à veramente;Z) se,Jorse,
si-oi*òììer; è quel nOtO
:?L"..,tt"àX..:fi"àî""&*,_î.J,:.non s) ; ii,*u_éaliio,tipo
è in perenne
Per ir resto,bastano..due-transistori
p"r ri:Tr1?re ra vecchia
."biù';;;;Ji_":i
il"Jffi:iJT511"4,;,p3:.,!i gf,S
fiammainterioreder
armeno-una'Jorta
ne|ra
suavita
m'do*fi#*:-il;ffiúó='t1**t;;"j
rd'on
avuti a portatadi rîlo;'ir
sottoir tirodi tu*e
e poitanromare!Ecco.li'_"or
":;
sorito À-r!ità"i", com.esono
e fui, si-accorgedi essere
1"^-aryqièiù;;ili;il;;",e arioià's-ce-il;;"";
compromessi non
!{g'"ì'à'ú'o'inoon"rascarcinata
;:]"il iXi::r'Í#';, 13 it i,f,ii É; ; -i 1.,:i: Jhitarretta
(che
"pco_
Tràid
;;ii::"1; "i 6; ì'i,,.
iÀì ";i
T'tg-uoappeto: urritìî^-pmano cororoche,
oeu'epocad'oro, allora, possedevaio .strimpetandoin sruppi stracittadini
" un Hammond.
Bene,itre figrídet'impresariopetrorifero
laJ_dejtari possonoabbassare
agti altri (che non I'hannouf."irl-pàrJo"abbondantemente ra mano:
credere!
UFFA!Eccocifinarmente agri arboridi Battiato_che
sce.nel segno"'e quandoil tottót.iittó"musico subito,e pesantemente, corpi_
ranrsa che appenarimane.lo spaziopei ha ormai maniporato tarmente'il
possibiteaperiuraverso ir. rn"tturói ìé ;il;"t""i #:ti) si profitauna
d;J;;fi;i'iia.rin.,roppo. propagandato (ma che è
ancoramottomitotogico)deila;r"i;;';i"iorca
Integrate.
oddio' rion si diviene^saggi dopo cinqueminuti,e ir sapereche padigrione
dellaFieramilanesecpntèóevail mó;iro ir xy
cle zK.stavasuonando
bire e ailenante iniriàtivà .riótà:'i's;L;rJ'p,"r costituiuna iqno-
ir futuro der porrafogtio).
Ancorapiù ignobirefu, ra scenasuccessiva:
perlomenoaltre duemila persone, veramentemi chiedevo,insiemea
sarnì-rai qu"i óóéo tirà"1"''trori i suoni píù
assurdi (e indesider?lil,-è n"rnrbniúi",'.'u'ór,àiJil,;;;;;!
perlomeno'che avesseun senso nota intonatao,
cor fatto'di.òL;;.:Hid";'iifi."r"r" ir tasto. E
xv mica ti aiutavà!Dovevi andar ti-cón
(tonodi vocepiùserio)* ,ni'"ir.i, la+accia-ai;Ài:;;_i;h;if-'gr"nue chiedere
g h i . . .u l l a , c h e ' b e l l o ! . .,..
Èi"Lri!"ià,-ù;";;;il#;"Tà."... mami spie_
AIla fine succedevache.i due o tre
minimoog presenti venivano incessantemente
vessati da mani inesoerte senza riusói;;;;
u;i"rd;;'rn-*irJ'éa era un baccano
elettronícamente inférnate.

Ecco allora il genio felino del.musico


sadíco (ma interessato
-ui-iù"ón"re
assai): chiudersi in_
sieme at socio neila sara deil'xy ; ;;".r#;
o'i aoràno"- s" progenista
che vagavatì percaso, nón "'vvy
a" ?ài".
" "r," "JàJi'ijlità
Imparaidúnqueil concettoFONDAMENTALE
parametri;e poi arrivò Ia noticina.suila -ainami"j,
der sint: ir controilo in tensionedei
""ujlurptificatore
guadagnovariabile... iui' iltri a
Ripensandoci ora, devo sottopormia un notevoresforzo per
quattro-cinque anni fa: affasciirato rouàgiiàió'úljr" li,.TuíJàrjiecararmineil,io di
mondocosì eccitante;e devo diie;È; rontanedi un
" quarcosa-;, è;i,#;o
perenneasenicità'delrivestimento di arora è ra
internod;i pil"fogti";;;;ffr", ora, it sotto.
adopera,on meravigii", siiumènia.ioni a dir poco
::;'Í,9"1"",co """ruriúrr"nt"-
'
t988
cq elettronica
VIVERELA MUSICAELETTRONICA

Posso,però, cercaredi indovinare(vado sul sicuro) come reagireteVOI lettori:


ci sono i critici, quelli che sannotutto e allora a loro dico: datemi una mano,
criticate;consigliaie,e ci sarà un dibatti'iodedicatoproprioalla VOSTRAespe-
rienzal Ci sarannopoi gli interessati,e a quelli elargisco una.esortazionea...
osare! Quelli poi che sono dei Remiginiin materjadevonoASSOLUTAMENTE
partecipare,pena il risultatodi rendersiconto,ogni futura volta, di non capirci
proprionientein materiadi manopole, tasti,etcetera:comedissi in apertura,il sint
deve essere smitizzato!E siete solo voi che potete aiutarvi,basteràinteressee
pazienza.
to non pretendodi essere,mi guardobene!,maestroin merito,ma di buongrado
metteròa vostradisposizione vi porròdei qugsitiche voi risol-
la mia esperienza:
verete,partendoda idee accennate;ma anchevi sbatterò..crudamenteschemieffi-
caci di prontoe sicuroeffettoda montaregioendonelle sere di bruma.
Vi parleròdei trucchie di comebarbinamente il signor... vi fa spenderequattrini
e incoraggerò
inutilrnente, il " fateloda voi " che,pensoproprio,è una cosamolto
utile a risolvere i problemi in materia.

(vÍonetta di
iSrino Nascimben)

'/N o
/110N cl BADARE. St ltETrE SE|IPRE C.
QUANDO PRENDE UNA BIDONATA
Alla fine, con un poco di ragionamento,saprqte come comportarvi in incontri " im-
portanti'" secondo le regole del galateo, senza perderci lB faccia, se volete.
Vorrei quindi che mi perdonastefin d'ora le eventuali papere e le ripetizioni
inevitabilmenteci saranno:veramente la mAteria è tanta e io devo barcamenarml "t"
fra spazio tipografico,tempo mio e intendimenti.miei e della Rivista stessa; inol-
tre vorrei che I'argornento si sviluppasse anche attraverso le vostre esperienze,
come ho già detto, ma vi pregherei, se mi scrivete, di concedermi questa gratifica: io
Ieggeròle vostre lettere e gli spunti migliori andrannoe ih articoli e in successivo
dibattito; vi inviterei, d'altro canto, ad ASPETTAREALMENO Dl. AVERE LETTO
QUALCHENUMERO:vorrei che entraste bene nel tema!
Quindi, musicisti amanti dell'elettronica,a voi!
Intanto, beccatevi una anticipazione: il primo articolo, tratterà del sintetizzatore
nel suo insieme, e sarà una utile panorarnicaintroduttiva sugli usi e consumi di
questo prodigio musicale.
Salutammo.
,)i.ìi.,)i.,)í.,)i<>)3>)i.>)3')i.,)i.,)i.,)i.r;(.,}(<,){<,)3.segrueiIprossimomese)iieyír),í,)3':i.,:i.,)3,)i.,)l.

dicembre 1976 1989-


programmatr lr4@@Lp7ér65
@
complementisul
@'
@tilHtllllililiLlilD
GianniBecattini

Sollecitato dalle numerose lettere, prowedo a fornire notizie complementari e


più approfonditesul funzionamentodel microprocessoreF8 Fairchild in genere e
del microcomputerGHILD 8/BS [1], da me presentatoai lettori di cq elettronica,
in particolare.

architettura generate di un sistema a microprocessore


R i c o r d a n d oa n c h e g l i a r t i c o l i i n t r o d u t t i v i[ 2 ] , o s s e r v i a m ol a f i g u r a 1 .
'pl
cl
NEIlORIA& :'l
REGISTRI REGISTRO qrl
--l
Rtc0N?sclÌ1ENT0 TROLLO
CONTROLLO ISTRUZIONI crl
Él
Èl
INDIRIZZI Èl

_JL-
I
ol

UNITA
dt
Ilo tumopiu)

ACCUIlULATORE UNITALOGICO
t l
ARITIlETICA

o lufte le unild
Î î î r PORTdI
r19_

ligura I lrrneonzzezroutl
Schema a blocchi di un generico sistema a microprocessore.

In essa vediamo lo schema a blocchi di un generico sistema a microprocessore


( v a l i d o a n c h e p e r u n g e n e r i c oc o m p u t e r ) ; g e n e r i c o i n q u a n t o q u a s i t u t t i i t i p i
in commercio ricalcanotale traccia, pur owiamente realizzandoin maniera diversa
l e v a r i e f u n z i o n i .M o d e l l i d i m a r c h e d i v e r s e s e g u o n o i n o l t r e u n a d i v e r s a l o g i c a
n e l l ' i n s e r i r e i v a r i " b l o c c h i" a l l ' i n t e r n o d e i s i n g o l i c i r c u i t i i n t e g r a t i ( c h i p ) .
Conserverò nel seguito I'abitudine di inserire tra parentesi la traduzione inglese
d i a l c u n i v o c a b o l it e c n i c i p e r a i u t a r ec o l o r o c h e s i a c c i n g e s s e r oa l l a l e t t u r a d e l l a
letteratura originale.
=----- t9g0 cq elettrcnica
Complementi sul CHILD I C)

L ' e l e m e n t oc h i a v e è q u e l l o i n d i c a t o c o m e C O N T R O L L O( c o n t r o l ) , i n u n i o n e a l
D E C O D I F I C A T O RDEI I S T R U Z I O N(I i n s t r u c t i o n sd e c o d e r ) .
l l C O N T R O L L Od e c i d e , q u a n d o è i l m o m e n t o d i e s e g u i r e u n a i s t r u z i o n e [ p e r
e s e m o i o a l t e r m i n e d e l l ' e s e c u z i o n ed i u n a i s t r u z i o n ep r e c e d e n t e ) ,d i p r e l e v a r e
d a l l a ' m e m o r i ai l c o d i c e d e l l ' i s t r u z i o n es t e s s a e d i p o r l a n e l r e g i s t r o D E C O D I F I -
C A T O R ED I I S T R U Z I O N I .
S e i l c o d i c e è u n c o d i c e v a l i d o ( o s s i a s e I ' i s t r u z i o n ed a e s e g u i r e a p p a r t i e n ea l
s e t d i i s t r u z i o n i[ 2 ] d i q u e l m í c r o p r o c e s s o r e )i,l c o n t r o l l o d e c i d e q u a l i o p e r a -
zioni eseguire.

**l-

;=

t'
R-
ffi
Íigura 2
tt cHILD glBs è stato otmaí realÌzzato in svariati esemplari come testimonia guesta foto in cui sono
però rappresentati i primi stampati (versione 0-0).

I n b a s e a t a l i o p e r a z i o nèi p o s s i b i l er i c o n o s c e r et r e g r a n d i c a t e g o r i ed i i s t r u z i o n i :
1 ) I S T R U Z I O NC I O N R I F E R I M E N TA OL L A M E M O R I A ( m e m o r y r e f e r e n c e i n s t r u -
ctions) - Fannoparte di questo gruppo anche le istruzionirelative ai registri,
ossia a speciali locazioni di meniorià' RAM [3] su cui si. possono e-s.eg!!|9 -{-
. o F B d i s p o n ed i 6 4 r e g i s t r i c h i a m a t iS C R A T C H P A D '
r e t t a m e n t ec e r t e o p e r a z i o n i L
c i o è * s c a r t a f a c c i o" , " b l o c c o p e r a p p u n t i" . V e d i a m os u b i t o u n a t i p i c a i s t r u z i o n e
del FB come esempio: LRA, b; significa: Load RegisterA . c c u m u l a t o rw i t h t h e
c o n t e n t o f R e g i s t e r n u m b e r 3 , c a r i c a i l r e g i s t r o .a c c u m u l a t o r e . c o ni l c o n t e n u t o
d e l r e g i s t r o n u m e r o 3 . l l r e g i s t r o a c c u m u l a t o r eè i l r e g i s t r o p i Ù i m p o r t a n t e ,; s u
di essó possono essere ese{uite tutte le operazionidi cui è capace la Unità Lo-
(t21, t4l). !!
éi"ó-Aiiirutica (ALU: Arithiretic Logic Unit) del microprocessore
ó a t o , i n c o n s e g u e n z da e l l a i s t r u z i o n eó r a v i s t a , s o t t o l a s u p e r v i s i o n ed e l l a u n i t à d i
Ó-òNfÀOffO, fiassa dal registro 3 (che rimane inalterato) nell'accumulatore'
2 l I S T R U Z I O NAI R I T M E T I C HO E L O G I C H E- E s s e n d oi l n o m e d i p e r s é p i u t t o s t o
3
c h i a r of a r ò s u b i t o u n e s e m p i o :A S 3 ; s i g n i f i c a :A d d S c r a t c h p a dr e g i s t e r n u m b e r
t o t h e a c c u m u l a t o rc, i o è s o m m ai l c o n t e n u t od e l r e g i s t r on u m e r o3 d e l l o s c r a t c h p ad
1991 _----
dicembre 1976
Cornplementisul CH,ID 8 @

all'accumulatore. Osservateche quandonon si 'nomini nessunregistro si sottin.


tenda semprequello più importante,ossia I'accumulatore. La ALU,-perI'istru2ione
in oggetto,esegue fa somma binaria fal del contenutodet regisiro 3 con I'ac-
cumulatore.ll risultatofiniscehell'accurnulatore, mentre il registro
- 3 rimaneinal.
,terato.ll tutto sotto la supervisione della unità di controllo.
3) fSTRUZIONI Df INGRESSO/USCITA (l/O, lnput/output) - Servonoper reso
lare gli scambidi informazionifra il microprocessore e il mondo esterno,owia-
mentétramiteiport di l/O (tf l,l2l, t4l).-OUTS5 vuol dire: Output(Short)the
contentof accumulator troughtthe l/O port number5, fai uscire (istruzionedi
tipo corto) il contenutodel registro-accumulatoreattr€ve.rsoil port numero 5.
ll contenutodel registroaccumulatore viénetlasferito sui piedinidel port nu.mero
5.
ll contenutodell'aócumulatore non viene alteratomentre come al solito chi coor-
dina le varie operazioniè il CONTROLLO. Vale la -penadi spenderequalchepa-
rola sulle istruzioni di tipo c corto ". Lo F8, a.'differenzadi altri tipi di micro'
processori,
'byte disponedi istruzionidi tipo cosiddettocorto (ossia lungheul s91o
anzichédire) per certe Operazioni, come l'l/O dai port numero0 + 15, allo
sóopodi económ,izzàre lo spaziodi memoria[4].
Owiamentele lltruzioni eèeguibilinon sono tutte quahtericonducibiliin sensQ
stretto a uno dei tre gruppi-precedentima la suddivisioneeffettuatAdovrebbe
spiegarea sufficienza le interazionitra i úari blocchi'
trietlàfigura I si noterà inoltrq la presenzadi una unità detta TEMPORIZZAZIONE
(timingi che è collegataa tuùii i blocchi.Questa un-itàè quella che prowede a
dare ii-tempo a tutlo il sistema: I'orologio(clock) che.rsincronizzaI'ordinato
svolgersidi tutte le oPerazioni.

la configurazioneminima
Come già detto, ogni fabbricantetende a costruire un ( suo " sistema, dotato
delle piopriecarattéristiche, qon un certo numèrodi-" chip " che nel loro insieme
costituiscono una famiqliadi componenti.
La tendenzapiù recenieè qr1elladi " inglobara" flel minor numerodi integrati
il numeromàssimodi funzióni.Per questo motivo nel valutareuna famiglia.d-i
microprocessoriè d'uso utiliZzare,pdrallelamentead altri, il parametrogqN.Fl-
" GURAZIONE MINIMA (-rninimum syétem) che esprimeil minor numerodi inte-
grati indispensabiliper realizzareun sistema completo-
Lu figuru à riporta un diagrammache esprimela configurazione minima di tre
importantifamiglie di microprocessori.
Siinificativo il fàtto ghe il dírcuito aventeminore configurazioneminima è anche
quellopiù recente.

Íigura 3
lntel î1oto{,ota Foirchitd

Diagramma delle configurazioni minime relative a trc imwtanti Íamiglie di microprocessori.


La semplicità del sistema F8 lo rende pafticolarmente idoneo anche a realizzazioni amatoriali.

Í componenti della famiglia F8


Vediamo ora come sono stati suddivisi i vari blocchi funzionali nei chips d e l l a
famiglia F8, per: molti aspetti rivoluziona,rianei confronti della tradizione. lnfor-
mazioni più dettagliatè si trovano negli appositi manualitsl, t6l.
.........."...-_ l9g2 cq eletttonica -
comDlementisul CHILD I O

CPU (3850) - All'interno della unità centrate di elaborazione(CPU, Central


proces-sino Unitl si trovanoI'unitàdi controllo,il decodificatoredi istruzioni,il
clock, I'aclumulatohe,i 64 registri dello scratchpad,la ALU [unità logico aritme-
tica) e due ports di l/O.

DATABUS + LINES
CONTROL

Íigura 4
Sisten a minimo e architetturageneraledelF8.

Dalla CPU (figura4) esconole linee provenientidal CONTROLLO, utili. per co-
manciare tutte le altre unità: questelinee (cinquefili) si chiamanoROMCe in-
sieme a qualchealtro segnaleregolanolo wolgersi delle operazioniin tutto il,
si$tema.Ancheisegnali di temporizzazione, WRITEe O2 (phi dqe), sonogenerati
dalla CPU.Si noti che Ia 3850non richiedeper la generazione di questi segnali
alcun circuito esterno come per solito gli a|'tr,imicroprocessori.Sono sufficienti
una resistenzae un condensatoreoppureun quarzo.
La CPU si connette inoltre con il DATA BUS (otto fili) che costituisce il prin-
cipalecanaledi collegamento tra le varie unità.ll Data bus è bidirezionale, nel
sensoche le informazioni possonosia usciredallaCPU (CPUpilota) che entrare
(CPUin lettura).
PSU (3S51) -'La PSU (ProgramStorage Unit, unità per la memorizzazione di
programmi)contieneun kilobytedi memoriaROM (ossia programmata all'atto
due ports di l/O, un timer programmabile'
della fabbricazione), Sarà presto di-
sponibileuna nuovaPSUda due kilobytesidenticaalla vecchia" pin-to-pin " {pie-
dino per piedino).La sua sigla sarà 3856.Per fare programmare la PSUè neces-
sario pagareuna certa quotaper la fabbricazione delle maschere.difotoincisione
e ordinareun quantitativominimodi oltre duecentopezziidenticitra loro. Que-
sto rende-la3851praticamente priva di interesseper I'amatore.Assai'più''impor-
tante risultainveceper I'hobbistala 3851-A,una PSUprogrammata dallaFairchild
con il cosiddettoFair-BuS [1], [7] il debugutilizzatonel microcomputer CHILD
8/BS. ll Fair-BugconsenÍedi slabilire un contatto diretto col microprocessore
senzaricorrerea complicaticircuitiper il controllodi pannellidi-comando. A una
stessaGPUpossonoesserecollegatediversePSUpurchéowiamentesi assegnia
ciascunaun diffeientespaziodi memoriae differentinumeridei poÉs di l/O.
dicerút€ 1976 ls3-
s M l ( 3 8 5 3 ) ' L a s M l , c o m e d i c e i l n o m e { s t a t i c M e m o r y l n t e r f a c e ) ,s e r v e p e r .
i n t e r f a c c i a r ec o n i l m i c r o p r o c e s s o r lea m e m o r i ae s t e r n a{ R A M ,p R O M ,e c c . ) d i t i p o
statico [3]. Oltre a provvedere i sedici fili necessari per indirizzare64 kb di me-
m o r i a ( 2 1 6: 6 5 . 5 3 6: 6 4 k b ) q u e s t a u n i t à d i s p o n e a n c h e d i u n a l i n e a d i R / W
(Read/Write, lettura/scrittura) che serve per controllare I'operazioneche viene
c o m p i u t ai 3 l .

Íigura 5
Il nuovo contenitore del CHILD con il pannello serigrafato (gli interessati mi sctivano).

ALTRI CIRCUITI Fg - Altri circuiti della serie F8 servono per le funzioni più
d i v e r s e r a b b i a m o i c h i p s p e r I ' e s p a n s i o n ed e l l ' l / O , p e r i l c o n t r o l l o d e l l e m e m o -
r i e d i n a m i c h e ,p e r I ' a c c e s s od i r e t t o a l l a m e m o r i a ( D M A , D i r e c t M e m o r y A c c e s s )
eccetera.
Poiché per il momento non ne facciamo uso, non mi soffermerò sulla loro de-
scrizione.

architettura del sistema F8


I v a r i m e m b r i d e l l a f a m i g l i a F 8 s i c o l l e g a n oq u a s i i n p a r a l l e l ot r a d i l o r o t r a m i t e :
o DATA BUS (otto fili);
o C O N T R O LB U S ( c i n q u e f i l i d i R O M C p i ù q u a l c h e a l t r a l i n e a d i c o n t r o l l o );
o 2 C L O C K S ( W R I T Ee ( D 2 ) ;
o 2 a l i m e n t a z i o n(i+ 5 e + 1 2 V ) .
Si osservi che non sono richieste tensioni negative.
L a f i g u r a4 r i p o r t a l o s c h e m aa b l o c c h id e l l a c o n f i g u r a z i o nm
e i n i m ae d e l l o s c h e m a
generale.

iI GHILD 8/BS
L ' i m p o s t a z i o n ed e l C H I L D 8 / B S r i c a l c a e s s e n z i a l m e n t eq u e l l a s u g g e r i t a d a l l a
F a i r c h i l dp e r i l K i t N . 1 , m a v i a p p o r t ad e l l e m i g l i o r i e c h e r i t e n g o v e r a m e n t ed e -
t e r m i n a n t i a i f i n i d e l l a f l e s s i 6 i l i t àd i i m p i e g o e d e l l a p o s s i b i l i t àd i e s p a n s i o n e .
-- t994 cq elettronica
Comolementisul CHILD I C)

ln figura 6 ne potete vedere lo schema a blocchi.

cLÙcK,î9NTR0L,PjWEP

--J ' SV-----l


-
I
pRive^
DR=btrs ,r, *4_'o*tr 7'u"'
figura 6

Schema a blocchi del CHILD 8/BS.

La CPU costituisce come owio il " cervello " di tutto il sistema mentre i clocks
e il control bus regolano il funzionamentodi tutto il circuito. La PSU mette a
disposizioneun kilobyte di memoria ROM (Fair-Bug)con indirizzoH'8000'- H'B3FF'
( D ' 3 2 7 6 8 'D - ' 3 3 7 9 2 ' ) .R i c o r d oc h e l a s c r i t t u r a H ' ' e s p r i m e n u m e r i e s a d e c i m a l i ,
'numeri
mentre D' d e c i m a l i .l n o l t r e l a P S U f o r n i s c e d u e p o r t s d i l / O , n u m e r a t i
4 e 5 c h e s i a g g i u n g o n oa l l o 0 e a l 1 p r e s e n t i s u l l a C P U , u n l i v e l l o d i i n t e r r u p t
( q u e l l o a p r i o r i t à m a g g i o r e ) e u n t i m e r p r o g r a m m a b i l eP. e r i l m o m e n t o ,c h i n o n
sa niente sull'interrupt e sui timers programmabilinon si preoccupi; vedrò di tor-
n a r e i n f u t u r o s u l l ' a r g o m e n t op e r c o l m a r e l a l a c u n a .P e r l a c o m p r e n s i o n ed e i c o n -
c e t t i c h e s e g u i r a n n os u l f u n z i o n a m e n t od e l C H I L D 8 / B S t a l i p r i n c i p i n o n s o n o
c o m u n q u ep e r o r a n e c e s s a r i .S u l p o r t n u m e r o 4 è c o l l e g a t a I ' i n t e r f a c c i ap e r l a
t e l e s c r i v e n t eA S C I I 7 + 1 f 3 b i t s p e r v e l o c i t à d i 1 1 0 - 3 0 0b a u dl 8 l .
L a t a b e l l a I r i p o r t a l e p r i n c i p a l ic a r a t t e r i s t i c h ed i a l c u n e d e l l e s u b r o u t i n e s( s o t t o -
programmi, ossia programmi di servizio richiamabili da altri programmi detti
p r i n c i p a l i ) c o n t e n u t es u l l a P S U e a s s a i u t i l i i n p r a t i c a .

tabella 1
Alcune delle utilissíme subroutines di I/O presenti nella ROM 3851-A, usabili anche da parte del-
l'utente-

nome simbolico indirizzo esadecímale funzione

TTYI 83AD accetta un carattere ASCII dalla tastiera e pone il suo


c o d i c e n e lI ' a c c u m u l a t o r e
TTYO provoca la stampa sulla telescrivente del carattere ASCII
il cui codice esadecimale si trova nel registro numero I

TTCR fa tornare a capo e a nuova riga il carrello della tele-


scrivente

dicembre 1976 t995 -


- Complementisul CHITDS @

ll Fair-Bug dispone anc_hedi programmi per if controlto di una periferica veloce


con-uscita parallela a 8 bits come un lettore ottico di nastro pòrforato.
La sMl, infine, consente di collegare memoria esterna di tipo statico oltre a di-
sporre di un livello di interrupt (il più basso) e di un timer programmabileche
*cgtLo
si aggiunge a quello presentd sulla-psU. suila scheda cpu úel si trova
i-no.ltreun kilobyte di memoria RAM (otto integrati 2102-2).
Abbiamo poi il circuito indicato in figura 6 comé DEBUG il cui scopo è quello di
regolare il funzionamentoperché allà pressione del tasto RESETsirl pannello di
comando I'esecuzione-possa procedere'o dalla locazione H'0000' oipure aatia
H ' 8 0 8 0 '( i n i z i o F a i r - B u g ) .
Infine ci s.ono i dispositivi per il pilotaggio delle linee esterne che escono dal
connettore per fornire loro la potenza necessariaa pilotare altre schede. ll data
bus, in particolare, essendo bidirzionale,richiede aàche dei circuiti che stabili-
scano, in funzione di certi segnali, la direzione del flusso di informazioni.

descrizione dettagliata del funzionamento del GHILD g/BS


Osserviamo lo schema elettrico semplificato di figura 7.

!,

& \ x z X&

ligura 7
Schema elettrico semplificato del CHILD 8/BS.

ll clock è realizzato tramite un gruppo Rc sulla CPU; variando il valore della


resistenza variabile si può modificare la frequenza di oscillazione nel rango
1 MHz + 2MHz.'ll pulsante RESETè collegato all'omonimo pledino della CPU
ch9 posto a massa fa proseguire I'esecuzionedalla locazione H'0000' o H'8080'.
Le linee dei clocks, del control bus e dei sette bits meno significativi del data bus
raggiungono'direttamentei vari blocchi mentre quella corrispondenteal bit più
significativo (DBZ) del data bus attraversa un particolare dispositivo, realizzato
con due buffer di X, e Xa, che permette di far iniziare, al momento opportuno,
I'esecuzionedel Fair-Bug.Quando si preme RESETla CPU trasmette alle PSU o
alla SMI I'indirizzoH'0000'per inforrnarledi quale istruzionedeve essere eseguita.
Tale trasmissione awiene necessariamentein due tempi in quanto essendo I'in"
dirizzo da trasmettere di sedici bits e il data bus composto solo da otto fili, non
sarebbe possibile fare diversamente.
Quando vogliamo entrare in Fair-Bugbisognerà alterare il bit più significativo del
data bus, al momento opportuno,forzandolo nello stato di " 1 " {alto). ln questo
modo in ciascuno dei due tempi anziché 00000000 verrà trasmesso 10001000
che è appunto il numero esadecimale H'8080'. L'esecuzioneripartirà così dalla
- tgg6 cq elettrcníca
Complementi sul CHILD 8 @ -

ll momento
locazione H'8080' in cui ha inizio il Fair-Bug e non dalla H'0000''
o viene determinatode'
oppoitunoin cui procààeiàaiiàluOdetta" àlterazioneprowedono X" Xt e una
opportunamentetó siato detleROMC' A ciò
codificando
Darte di X(. a
RE6UEST che si trova nor'malmente
[iij"ctL'ò*irnge una tinea,detta INTERR.SPT PSU o SMI' portano
livello alto (+ 5V). ;il.à-;ne richiedono un interrupt'
unità esternao di un timer'
a zeroquestatinea,su"rii'fiìèìtà,àioio votta,di una di uscitadetto DBDR(Data
La pSU,coltegataui di un'sègnate
Bus DRiver) cne, insióm;;; ;lili- t;snali corie il REGDR(REGiqter.
"ofiiiUui-iiiW""" DRiver)
dei dati sul driver bidirezionale
dellaCPUvieneusato'ó"i"""t."iiàre-Édirezione X7e X' viene' a seconda
del data bus costituito[à'x",i,'i"-",'xt" xtr' 5" comandodi
;;i ;;ì,ìbilitato il bus driver ili uscitao quello di entrata'
esterna)viene usata
Una lineadi nomefXlfùf [externalintegúpt,interruzione quali, loro__v_olta, prowedono
per richiederet,interrupt'à1à-òrrr1 ó g]!-q.d te a
ricnieiíà àffà CPU tiàmite la linea INTERRUPT REOUEST'
a oresentare ta dispongono
ir'S"tùi;;t;"tL i; ;;;;tìu "i"t*
ÉÀnr. l" otto 2102 presenti sulla.scheda
per
sulle uscite di un buffer a tre stati, una speciedi cancellett-o
' " che viene
contemporaneamente le seguenti tre
così dire * aperto" qJànOo
situazioni:
"i,-uéiiti."no
mentoria della sche'
ii" ri";ì;itro di memoriarichiestoappartienealla paginadj. (D'0'-D'1024')'
--:^ -i^!.i^^+^ annarria
da, ossiat,indirizzo ó;;;i;;;ìiin[.ít*tto H'0000'-H'osrr'
2) Si debba effettuareuna operazioned.iiettura'
sta attendendodati
;í é;r-iliitutu ià-linàu cFu-hÉAó crre informa che la cPU
sul data bus. dall'integratoX6'
La decodificadegli indirizzisulla scheda viene effettuata dotate di buffer (carico
Tutte quante le linee in uscita sul connettore del bus sono
ùnè" cpu RrRo (carico max: e rrL standard)'
n1";; ió iri;ianà;ji';'il;l;

RICREAZIONE
temperatura
Dopo avervi fornito sufficientiargomentiper portarei! cyveng^.alla
di ebottizione@0, lligito"litiò1, vi cóncedocinque minuti di ricreazione
e ne approfitto per"iàl fare quattro chiacchíere'
ai compl.ementi
Non riterrei vantaggiosoper il momentodedicare altro .spazio per redatte in
teorici; la letteratura- FaÌichild non è avara di spi'e_gazioni, .giuntg
programming Guide, sia,.statoscritto da un
tór.à'piitiò"to chiara. iare cne i,l " alle difficoltà
cinese; contrariamente a quanto si. pensa, i ciiesi, lorse abitu'ati
comprensi'
della loro tinguamaàle,-rii"òoio-a iqivere in modo molto chiaro egià letto.
bile come nanno potúlo o,ii"irur" *loro che tale libro se Io sono
La parte rimanente;;l il;ierl"_- altiggto.è dedicataa Íornire una serie di no-
molto utili per
tizie di ordinepraticp s[ri-òUttb S/BS che dovrebberorisultare lo spazio in
;;iór;- .eititas""ro I'id,eadeltà autocostruzione.E' chiaro che
rivista "h;;
risente necessariamente della presenzadi altri argomentÍnon certo meno
puniiiio irrtàrànL'più vasto; cercocomun.que di fare del mio
iitàìàttiuiti é ài
migtio per acconientàiltitig_te ,j"!!1:!g.
'c'ii-ls[rinendosi Ricordo a coloro'he non lo sapessero
al FC USfnS GROUPsi ha diritto a ricevere gratuitamente
UòS-nff,'lail nostrobotlettino pieno di notizie.utili'
Adesso ricreazioneè finita e si torna in classé'
funzionedei ponticelli (jumpers)
saldato
Un jumpero ponticelloè un pezzettodi..filo.chepuò-g:-:eT-Ícilmente predisposizìoni' Sulla
o dissatdatòsu una iónéAà""Íli"oóo di effettuai'e certe
funzioni:
'-"é;; òpú del CHILD8/BS ve ne sono quattro aventi..leseguenti
""tr"Ol i"i-àOif itute permanentemente la' memoriasulla schedaa scopo di
íi
prova.Normalmente J""J rtàiì iiiinierito (nessunfilo). Inserendoil ponticello
!iì"u" togliere& per non cortocircuitarne I'uscita'
i2 - Serve per espandìré uitÀtìoi*ente-i livelli di interruptsusandoaltre schede'
pà'. l,r"à-oàrià scheda cpu da sota, deve stare..inserito, ma non
i,i#;i;;ié, già sullo stampato sotto
è necessarioettettuare-alcuna sàtOaturain quanto esiste
("ttJ àóve esseré tagliata per disinserirlo) '
forma di una stretta ùtlu
î997 -
dicembre t976
C o m p l e m e nst iu l C H I L D8 e )

i3 - serve per selezionare il tipo di interfaccia: 20 mA oppure EIA RS-232.Lo


standard da me prescelto è il primo e non sono necessarie modifiche di sorta.
Volendo usare il secondo bisogna cambiare anche alcuni componenti come spie"
gato in tabella2.

tabella 2 Rt, 100dt,1w RtulkA,tl4W


R,o I kQ, 1/4W R"" toqliere
o a
o
J"
e ó
IJ.
Le modifiche necessarie
a t rasfor mare I' i nterf accia
da 20 mA loop di H eJ+ ? o ?Jq
coilente a EIA RS-232.

TTY 20 mA

jt[ - Serve per negare il segnale di ingresso in dipendenzadel tipo di periferica


u s a t a n e l l ' i n t e r f a c c i ad e l l a t e l e s c r i v e n t e .C o m e v i s i b i l e n e l l o s c h e m a d i p a g i n a
1207 del numero 7/76, funge in pratica da deviatore. come gli altri, nel funzióna-
mento normale non deve essere alterato.
S u l n u o v oc i r c u i t o s t a m p a t od a m e f o r n i t o ( v e r s i o n e0 . 1 ) I ' u b i c a z i o n ed e i j u m p e r s
è c h i a r a m e n t ei n d i c a t ac o n s i g l e j 1 , i 2 . . . f o t o i n c i s e .

selezione della velocità della telescrivente usata


A seconda del tipo di periferica usata come telescrivente è possibile variare la
v e l o c i t à d i r i c e z i o n e / t r a s m i s s i o n eA. t a l e s c o p o s i u t i l i z z a n oi b i t s 1 e 2 d e l
port numero 4. ll Fair-Bug,ogni qual volta venga inizializzato,esamina lo stato
di tali piedini e si adatta automaticamentealla velocità richiesta,
P e r u n a c o m p l e t ac o m p r e n s i o n ed e l l e o p z i o n i s e l e z i o n a b i lti r a m i t e i d u e b i t s d i
i n g r e s s os u d d e t t i , i l l e t t o r e p u ò r i f a r s i a l l a b i b l i o g r a t i a l 7 l ; p e r i l m o m e n t o s a r à
sufficiente la seguentetabellina:
v e l o c i t à1 1 0 b a u d :b í t n . I - + 5 V bit n. 2: + 5V
v e l o c i t à3 0 0 b a u d :b i t n . 1 : 0 V (massa) bit n.2= +5V
Per scegliere I'una o I'altra velocità basta quindi collegare con dei pezzetti di filo
i contatti del connettore di l/O come dalla suddetta tabella.
P e r l a s c h e d aC P U s o n o r i c h i e s t i c i r c a 8 0 0 m A a 1 6 V n o n r e g o l a t i m a , p e r c o -
p r i r e t u t t e l e p o s s i b i l is i t u a z i o n i è
, b e n e p r e v e d e r ea l m e n o 1 , 5 A . L a t e n s i o n en o n
regolata di alimentazionenon deve mai scendere sotto i 15 V per garantire cor-
retti valori del * 12V. Se si fa invece uso di un ventilatore per raffreddare i
radiatori tale tensione potrà essere superiore di qualche volt..Vorrei sottolineare
I ' i m , p o r t a n z a i, f i n i d e l l e r i d u z i o n id e i r u m o r i e d e l l a p o t e n z ad i s s i p a t a ,d e l l a s t a -
bilizzazionen on board ", ossia sulla scheda stessa. A questa te,cnicasi attengono
ormai, per i suoi notevoli vantaggi,quasi tutti i costruttori di apparecchiaturepro-
fessionali. Anche per I'amatore è senza dubbio varntaggiosodisporre sempre del-
la alimentazirine" su misura ", s€rìz?dover costruire un grosso alimentatore che
n o n s e m p r e v e r r e b b eu t i l i z z a t o .
Invito tutti gli interessati a non costruire contenitori " propri " per il CHILD: in
un apposito articolo ve ne presenterò uno dotato di tutti gli acoorgimenti che
mi sono stati suggeriti dalla esperie,nza.

descrizione dettagliata del connettore del bus


Penso che possa essere interessanteosservare singolarmentela funzione di ogni
linea del connettore del bus. Ricordo che i piedini si contano da sinistra verso
destra disponendola scheda con il connettore di l/O in alto e con i componenti
- 1998 cq elettronica
Complementi sul CHILD 8 C)

a Î a c c i a i n s u ' A n c h e i l n u m e r o d e i p i e d i n i e s t r e m i è c o m u n q u er i p o r t a t o s u l l a
incisione del circuito stampato. I coritatti awengono tutti sulia faccia inferiore
{ l a t os a l d a t u r a ) .
1 - MASSA.
2 - A l i m e n t a z i o n e* ' t 6 V n o n r e g o l a t i .
3 - c P U R E A Di n d l c a ,a n d a n d on e l o s t a t o a l t o ( * 1
sul data bus (linea in USCITA). " ) , c h e l a c p u a t t e n d eu n d a t o
4 - P A G ES E L E C T( t N G R E S S O )L. a l i n e a P A G ES E L E C Ts i t r o v a n o r m a l m e n t en e l _
lo stato alto (+ sv) e deve essere portata a livello basso {màssa) da una even-
tuale scheda di memoria esterna quando si faccia riferimentò a una cella apparte-
n e n t e a l l o s p a z i od i m e m o r i ad e l l a m e d e s i m a .
5 - I N T E R R U PE T X P A N S I O N( t N G R E S S O )S . e r v e p e r a g g i u n g e r ea t t r i t i v e i l i d i
i n t e r r u p tq u a n d os i u s i n o s c h e d ea c c e s s o r i ep e r l a ' e s p a À J i o n àd e l l ' l / o . l l j u m p e r
j2 in tale circostanzadeve essere tagliato come spiegato nell'appositopaiagràfo
(vedi sopra)
6 - 7 - D E B U G .D e v o n o e s s e r e c o l l e g a t i a l l ' i n t e r r u t t o r ec h e , c h i u s o , s e r v e p e r
entrare in Fair-Bugalla pressione del tasto RESET.
8 - A l i m e n t a z i o n e- 1 6 V n o n r g ' g o l a t i .Q. u e s t a l i n e a n o n v i e n e u t i l i z z a t a d a l l a
s c h e d aC P U m a v i e n e p r e v i s t a p e r f u t u r i u s i .
I - R E Q U E S T( I N G R E S S O )A. n c h e q u e s t a l i n e a ,d i r e t t a m e n t ec o n n e s s aa l p i e d i n o
I N T E R R U PR T E Q U E S Td e l l a C P U , s e r v e a l l a e s p a n s i o n ed e i l i v e l l i d i i n i e r r u p t .
1 0 ' B U S c o N T R o L L E R ( I N G R E S S O )s. e r v e p e r a g g i u n g e r ea l t r e p s u e s t e r n e ,
a i c u i p i e d i n iD B D Rd e v e e s s e r ec o l l e g a t op e r g o v e r n a r ei l b u s d r i v e r b i d i r e z i o n a l e
del data bus.
1 1 + 1 8 - D B 7 - i D B O ( t s t D t F ( E Z t O N A Ld Ia)t a b u s .
1 9 + 3 4 - 4 1 5 + A 0 ( U S C I T E )a d d r e s sb u s ( b u s d e g l i i n d i r i z z i )d a c o l l e g a r ea l l a
memoria esterna.
3 5 - W R I T E( U S C I T A ) .P r i m a l i n e a d i c l o c k .
3 6 - 0 2 ( s i l e g g e " f i d u e " ) ( U S C I T A ) .S e c o n d al i n e a d i c l o c k .
3 7 + 4 1 - R O M C 4- : R O M C O( U S G I T E )B . u s d i c o n t r o l l od a c o l l e g a r ea g l i e l e m e n -
ti esterni della serie F8.
4 2 - R I W ( U S C I T A ) .O u a n d os i p o r t a n e l l o s t a t o b a s s o i n d i c a a l l a m e m , o r i au n a
o p e r a z i o n ed i s c r i t t u r a[ 3 ] .
4 3 - R E S E T( I N G R E S S O ) .E ' c o l l e g a t o d i r e t t a m e n t e a l l ' o m o n i m o p i e d i n o d e l l a
CPU e deve essere con,nessocon un pulsante normalmente aperto verso massa.
44 - MASSA.

connettore di l/O
I p i n s d e i p o r t s d i l / O s o n o i n d i c a t i n e l l a t a b e l l a d i p a g i n a 1 3 3 3d e l n . 8 / 7 6 d i
cq elettronica con una sigla composta dal numero del port seguito dal numero
d e l b i t e d a l l a l e t t e r a N . A d e s e m , p i oc, o n l / O 4 7 N s i i n d i c a i l b i t 7 d e l p o r t 4 . I
suddetti pins presentano il dato negato, ossia se I'accumulatorecontiene per
e s e m p i oH ' 0 0 ' e s i p r o c e d ea u n a o p e r a z i o n ed i o u t , i p i e d i n i d e l p o r t i n t e r e s s a t o
si portano tutti n-ellostato di " 1 " (H'FF')
L'interfacciaper la teles,criventesi trova sulla scheda CPU del CHILD 8/BS come
un circuito completamenteseparato allo scopo di non impedire un uso del port
numero 4 diverso da quello previsto. Per inserire I'interfaccia si dovranno ese-
guire i collegamentindicati in figura 8.

PNTR PNTR-REÎ KYED KlBD-RET

Íigura I

Collegamenti
della interfaccia TTY
presente sulla scheda CPU
Nota: tutti i numeri
si riferiscono al
connettote di I/O.
dicembre 1976 t999 _
Complementisul CHIID I @)

ll modo di connessionedella telescrive'nteASCII ASR33 è chiaramentespiegato


in [7]; negli articoli futuri sulle periferiche da me presentatesi descriverà owia-
mente anche la tec'nica di interconnessione.
Le linee EXT INT della PSU o della SMI servono per la richiesta dell'interrupt da
parte delle unità periferiche e devono essere portate, in tal caso, a livello basso
(massa).

figura 9

II bus a cìnque ports petmette di espandere facìlmente il CHILD 8/BS.

Le alimentazioni stabilizzate sono disponibili sul connettore di l/O per servire


qualche circuito esterno, owiamente tenendo presenti i Iimiti di dissipazione
degli integrati (peraltro autoprotetti in corrente e temperatura).

errata corrige
Come è chiaro, è impossibile presentareun progetto delle diménsioni del CHTLD
8/BS senza ,incorrerein qualche svista, alcune originate da me e altre dalla pub-
blicazione. Prowedo quindi alla seguente errata corrige aggiornataalla data di
pubblicazione.
Pagina 1002i si parla di codice ASCII a 11 bits; questo è inesatto in quanto il
codice ASCII è composto da so'li 7 bits cui poi si aggiungono1 bit di start, 2 di
stop e 1 di parità (totale 11 bits) [8].
Schema elettrico di pagi,na1207; la porta da cui esce la linea CPU READ indicata
come X, è in realtà Xr. La porta da cui esce la linea " D " indicata come Xr, è in
realtà X2. La porta la cui uscita è collegata al pin 15 di X3 disegnata,come NOR
doveva essere di tipo AND. Subito a sinistra della SMI sulla linea INT REQ c'è
-am cq elettoni{ta
Complementisul CHILD I @)

un pal,linobianco (che altrove indica un contatto di connettore) anziché nero


(intbrsezione gC (Bùs Controller)sui pins f e 2 di Xs
tra due linee). L'i,ngresso
è indicatocome BC10.In realtà il 10 dovevaesserescritto un po'più piccolo
per far capireche lì è il contattodel connettore(mancaancheil pallinobianco).
La linea READCPU deve owiamenteessere intesacome CPU READ.Le linee
della SMI ROMG37, 38, 39 sono invece17, 18, 19.
Nello schemaa pagina1207(quelloin alto): sopra il jum'perjl (che dovevaes-
sere tratteggiatoperché,normalmente è aperto) clè un filo che punta verso si-
nistra senzamotivo apparente:alla sua estremitàmancauna freccia e Ia lettera
" C ". L'ilrtegratoXu disegnatocome NOR è invece un OR (4075come indicato
nella lista componenti)
Pagine 1328-29:il circuito stampatoraffiguratoè stato ormai superatoda una
versioneleggermente differentenei dettagli.Sono state allargatele piazzoledi
saldatura,sono state aggiuntescritte esplicativefotoincise sul rame ed è stato
eliminatoil WIREJUMPdi pagina1330(schemadi montaggio).
Pagina1333:nellabibliografia è awenutouno svarione;al.penultimorigo si legga:
FS.DATABOOK- FairchildS. 0ire 3000):descrizionedei componentidella fami-
glia F8 e del modo di usarli.
Nota: è indispensabile aggiungereun condensatore C6 da 4,7pF negli appositi
fori previsti sullo stam,patoin prossimitàdella aletta del 78H05tra la ma$sae la
grossapibta del + 16V.

ultime raccomandazioniper il montaggio


Chi 'non trovasse un C, sufficientementepiccolo può sostituirlo con un 100pr,F
(stessa tensionedi lavoro). I connettoria ventidue poli per il bus non devono
provocarefalsi contatti.Acquistandolinel surplus è bene verificarli ac,curatamen-
te ed eventualmenterestringere.Un po' le mollette. Chi riuscissea reperirli farà
benea usarei resistoriAllen Brdóley1/aW fasciagialla,se non altro per I'aspet-
to che ,neguadagna...

conclusione
Questodovrebbeesseresufficientea rispondett alle ,numerosedomandeche mi
sono state rivolte.
Ricordoancorale séguenticoser
1) Scrivetemipure anche lunghe lettere ma a macchinao in buona grafia.
2) Cercatedi poryedomandédi interessegeneralee redigetelein forma chiara
e concisa,megliosu un foglio separato.
3) Non inviate cartolineo lettere tassate (Grrr...).
4) I soci del F8 U.G..nondimentichinomai di citare,il loro numerodi codicee
possibilmenteaccludanoo ricopino la tar$hetta (in cui detto numerocompare)
che serveda indirizzoper la spedizionedi'HOB:BIT.
Vi saluto rnicordando il mio indirizzo:Gianni Becattini- FB USERSGROUP-
via Masaccio37 - 50132FIRENZE.

bibliografia
[l] - BecattiniG., ll CHILD8/BS,cq etettronica n.ri 6,7,8/76.
[2] - BecattiniG., Boarino'C., Cosa sono e come si usano i microprocessori,
cq elettronica n.ri 4, 5/76.
t3l - BecattiniG,, Le memorie,cq elettronica,di .prossimapubblicazione.
[4] - A Guideto programming F8.4icroprocessor,FairchildS.
tsl - FB Data Book,FairchildS.
[6] - Fg ApplicationNotes,FairchildS.
[ij - u""rt.ànuui re Ae'signevaluationkit nurnberoner revision'A, iune 27,
1975,FairchildS.
[8] - Becattini G., ll problema della telescrivente,cq elettronica,di prossima
pubblicazione.
dicambre 1976 N1 -
Play Kits & C,
un reportagedi Ciro Masarella

Anche a noi tecnici elettronici capita, come ai cronisti dei quotidiani o dei set'
timanali, di visitare impianti, fabbriche, stabilimenti, laboratori, scuole, ecc.
In una recente visita aila CTE international snc, vicino a Reggio Emilia (via Valli
16 - BAGNOLO in PIANO), sono rimasto affascinato dalla produzione di apparec'
chiature di ogni tipo per OM, CB, hifidelisti, hobbisti d'ogni genere: mìscelatori
d'antenna, lineari per i 144, orologi digitali, alimentatori, TX, VFO per ì27, Iuci
psichedetich-e,ozonizzatori, casse acustiche, insomma ogni ben di Dio-

Da sinistra: VFO a varicap e sintetizzatore digitale CB " stratos 2000 ".

Ho voluto capire cosa sono i PLAY KITS; beh, PLAY KITS è innanzitutto una Divi'
sione della CfE per la realizzazione e Ia distríbuzione di scatole di montaggio
elettroniche.
Netla PLAY KITS ci sono giovani altamente qualificati e costantemente impegnaú
nella realizzazione dei nuovi progetti.
- 2gÙ2 cq elettrenica
PlayKits & C.

Essi adottano Ie tecniche piÌt avanzate e tendono sempre alla massima sempli'
ficazione delle realizzazioni, attraverso Ie soluzioni più semplici e adatte in par-
ticolar modo a chi si afÍaccia per la prima volta al mondo dei kits.
Nel catalogo della PLAY KITS ogni progetto è siglato con una, due, o tre aste-
rischi a seconda che sia elementare, facile, o impegnativo.
Mi sembra un accorgimento intelligente, che puÒ evitare delusioni e consente a
ciascuno di scegliere i progetti piit idonei a lul.

Amplificatore Hi - Fi stereo 18+l8WMs.

Alla PLAY KITS,dopo le sperimentazioni di laboratorio, Ie idee e I suggerimenti,


i! risultato di studi e di fatiche, si concretizzano Ie prime esecuzioni destinate
ad affrontare il giudizio e Ia critica degli utenti, nonché Ia verifica dei latti.
E' certo il momento che ogni tecnico teme maggiormente e, nello sfesso tempo,
maggiormente auspica perché costituisce il traguardo delle sue sperimentazioni.
ll montaggio elettronico, in tal senso, non è destinato solo ai giovani sperimert-
tatori ma anche agli esperti a caccia di nuove soddisfazioni e di nuovi arricchi-
menti formativi.

Alimentatoreda Iaboratoriocon strumento.

Senza dubbio è stato proprÌo il desiderio di assecondare gueste diverse e nello


sfesso tempo univoche esigenze Ia molla propulsiva dell'idea creativa delle
scatole PLAY KITS.
Ecco, questa è Ia PLAY KITS, e queste sono a mio avviso Ie motivazioni che
hanno.spinto un gruppo di giovani " patiti " di elettronica a un così singolare
impegno.
ll magnifico catalogo, appena edito, che ho prima citato, raggruppa in serie logiche
tutta la vasta produzione PLAY KITS: occorre piit di un'ora per esaminare con
cura le illustrazioni e Ie didascalie del fascicolo, ed è un viaggio molto bello
che invoglia subito a prendere carta e penna e scrivere

C,+ PL|Y KITS,


HrrAaerrj 51r,}iÈ.. .
<!,],\tLJ2l,jLJ',J,J,\rr,.rLr1',|v,ttLrv,lv,.v,rv-J,],J,,\\',JLJ,J,I',.l,,rv,\t,rV,J,rv,\t,.l,'v..v..V,
z..r'.',rz'(:,í>a<ìr.>n:i|:ìs;^<.ìí-,^|-;-1t.;^.;^..ì|..];--,i.ì.--;i.l-1f1'-

2003 -
Per gli appassionati
di fotografia
un utile dispositivo per uso contemporaneo
di due proiettori e per dissolvenze incrociate

Adriano Gardin

Il dispositi.voche sto per descrivere dovrebbe inter'essaregti appassionatidi fo


tografia, oltre che di elettronica,. esso permette. di proiettàre le' diapositive cin
due proiet\ori, e di ottenere una dissolvenùa inciociaia, evitando cosi il Íastidioso
Iampo di luce che accompagna sempre ogni cambio di diapositiva e che tronca
tloppo bruscamente I'immagine proiettata.
Questo inconveniente si accentua nel caso di un racconto fotografico in cui le
diapo-sitive dguono scorrere velocemente: Ie fotografie risultano"'slsgate trà-joró
e, alla fine del racconto, I'emicrania è assicurata
Le presta.zioni di questo dissolvitore > non sono inferiori a quelle di analoghi
" 'sao
apparecchi in commercio, mentre è notevolmente inferiore il costo, anóhe
perché., non avendo-parti critiche, è possibile usare. componenti di recupeio.-
E veniamo alla parte tecnÌca.
Ovviamente sono necessarì due proiettori uguali, che abbìano ta possibitità di
essere comandati a distanza. Questi proiettori vanno leggermente rÀodificati, nel -e
senso che bisogna auere Ia possihilità di alimentaré té- tampade dall'esterno
nel/o sfesso tempo dÍ ripristinare il loro. îunzionamento senza eccèssive mani-
polazioni.
Come si vede nella Íoto, .ho ins,erito quattro boccole su un fianco dei proiettori:
due s.ono collegate alla lampada e dùe at trasformatore interno; cosi, con due
semp,lici cavallotti, è possíbi/e tar funzionare it proiettore normalmente, senza
dissolvitore'
ModìfÌcafattaai proiettorí,conI'inserimento
di quattrc boccole-

Quest'ultimo agisce, per ueare la dissolvenza, sulla tensione delle lampade e


ha tre' possihilità di funzionamento:
1) Manuale - con un pulsante camandato a mano.
2) Automatico - viene prefissato il tempo per ogni cambio di diapositiva e poi
non c'è piit bisogno di alcun intervento da parte dell'operatore.
\'
3) Per mezzo di- un segnale audio proveniente da un registratore.
- zgu cq eleftmica
Dispositivo per fotografia

Detto questo, passo a descrivere il circuito elettionico.


io schemaa blocchi,ognunodei quali ha una funzionehen precisa.
Ho sucidiviso

1) Temporizzatore:serve quando si vuole un


lunzionamentocomplelamenteautomatico; usa
un transistore upigiunzione'eil tempo viene
físsafo dal potèhziometroP1. L'impulso viene
preievato ai capi della resistenzaRt e va al de'
viatore Sy

2) Rivela un segnale audio, della durata di


almeno un sercndo, proveniente da un regi-
stratore: anche questoimpulso va al deviatore
sr.

3) Amplifica questi due impulsì, seleziqnabili


ia 31 é, per mezzo del trigger, puÒ comandare
il flip-flop (5).

4) Dispositivo per il Íunzionamento manuale:


quando si preme il pulsante M, Qt passa in
-conduzione; il ripido fronte di discesa della
tensìone che si ha sul suo collettore può pi'
lotare il flip-flop. II condensatore C, serve ad
assorbire eventuali vibrazioni meccaniche che
si manifestassero fra i contatti del pulsante.
Tutto questo marchìngegno per il funzionamentc
manual,enon è strettarilente indispensabile, poi'
ché basterebbe porre il deviatore St sul col-
lettore di Q, e comardare quindi il relè K1 bhe
è la " memoria, di questo apparecchio) per
mezzo di un normale interruttore.
Ho però preÍerito inserire il comando manuale
per mezzo di un pulsante perché cosi facendo
si può utilizzare qualsiasi altro tipo di sincro'
nizzatore khe di solito ha come uscita il bre-
ve contatto di un telè) e anche per poter usare
il telecomando hormalmente in dotazione al
proiettore.

5) Flipftop: cambia stato a ogni imptulsoe co-


manda il transistore Q, che ha come carico il
relè Kp Gli impulsi di comando sono selezio-
nabiti dal deviatore 52 e possono venire o dal
trigger del blocco [3), per un funzionamento
automatico, o dal collettore di Q5 per un fun'
zionamento manuale-
L'interruttore 53 senve a bloècare il flipflop e
si usa all'inizio della proiezione, per fbre in
' medo che sia sempre lo sfesso proiettore a
illuminarsi per primo e per evitare indesiderati
scatti del relè Kt durante i Breparativi pr la
proiezione stessa.
il rela K, ha due funzioni: attua, per mezzo
del blocco (7) la dissolvenza incrociata e co'
manda i temporizzatori del'blocco (6).

dicemlir€ 1976 zlfi+


Dispositivoper fotografia

6). Temporizzatori:provvedonoa inviare ai proiettori, per mezzodei relè K". K,.


l'impulsoche-Ía avanzar.e.di un passoil caricatoresútjito aòpllnà-iÀ-iíriàítóì:é
sl è spenfo. sono identici, e il loro funzionamentoè abbasúnza semplic". oiri-
do il contatto del relè K1 collega Ia resistenza-Rroal positivo, it tràniiitolò-òn
entra in conduzionecon un ritardo di circa s" (pel
'si permetterel'esecuzionecoml
pleta della dissolvenza); il condensatorec, écaricae blocca g,o óné-ra
parte del trigger con Qy, quindi il relè K2 si eccita e rimane eccitato"finchéit
c.ondensatore Cn sl è completamentescarjcato,dopo di che en ritorna in con-
duzionee K, si diseccita.

si ottiene cosi un breve impulso di circa l" che, inviato al proiettore, comanda
I'avanzamento del caricatore. come si vede dallo schema,'bisogna usare due
contatti del-relè K,; uno normalmente chiuso e uno normalmente aperto.

Vista Írontale del pannello.


Si riconoscono dall'alto: I'in-
terruttore S, per bloccare il
flip-flop, un intenuttore per
far scorrere avanti o indietro
i caricatori [da inserire solo
se i proiettori prevedono que-
sta possibilità), una spia Iu-
minosa.
AI centro vi è il potenzio-
metro P2 che regola la durata
della dissolvenza, la presa
per il comando manuale e il
potenziamento P, che regola
il tempo tra una dissolvenza
e I'altra, per il funzionamen-
to automatico.
ln basso, I'interruttore di ac-
censione, il deviatore manua-
Ie/automatìco S, e il devia-
foie Sr.

24OC _ cq elettronica
Dispositivo per fotografia

7) Dispositivo di comando per la dissolvenza: e' attuato da due lampadine da


24 V, 3 W abbinate a due fotoresistenze, come dirò piu avanti. Anche quì si usa
un contatto del relè K,. A secondaIa posizionedel contatto di Kt, si ha una carica
o una scarica graduale del condensatore Cp e di conseguenza una accensione
e uno spegnimento graduale delle Iampadine L"r-Lor.

8) E' t'elemento regolatore vero e proprio: il controllo della tensíone alle lam-
pade dei proiettori Los-Loaviene effettuato per mezzo,dei triacs che a loro volta
sono pilotati da una'co'rrente più o meno sfasata (rispetto a quella che si ha
sull'anodo) secondo il valore dhe assumono le fotoreslsfenze F; poighé quest'ul'
time sono accoppiate alle lampadine LryLr2, una dissolvenza incrociala di queste
si ripercuote sulle lampade Lor-L,..La resistenza da 150kdl in parallelo alle fo-
toresistenzemigliora ta tinearíià"detladissotvenzae permette di mantenere ifi'
Iamenti detle tàmpade al color rosso scuro, con evidente maggior durata delle
sfesse. Le resistenze Rou-Ron servono a limitare Ia corrente di comando dei
triacs,.qu.andole fotoresistenze, completamente illuminate, hanno un valore bas'
sisslmo.

T, è necessario in quanto Ia tensione di innesco dei diacs supera i 20V. La ten-


sione del suo secondario non è critica, ma se fosse dlversa da 40V occorre
riaggiustare i valori di R41R4ó-CÉ
e Rnn-R56-Ctu'
Tr-dbve essere collegato-con ii'secondario in fase con quello del trasformatore
di accensione delle lampade Los'Lot.
9) Semplicissimoalimentatorestabilizzatoda 24V, 400 mA'

as&E)

dicembre 1976 zw-


Dispositivo per fotografia

Per riepilogare, seguiamÒ una fase del funzionamento, ad esempio in posizione


manuale.
supponendo di avere in conduzione e, (btocco i): si avrà it relè K, diseccitato,
Ln7splntg-bl99co z); qiindi F, iiluminata per cui L,r'sarà
*r:_!"""f!,l i.l
P.remendo .pulsante^M, si .invia al flip-flop un impulso che gli fà-cambiare
"""àià'.
sta-
t9: Q7 si, blocca e Qo conduce. II transistore e6'passa in cónduzione e il rète
Kt si eccita. I suoi tre contatti utitìzzati compionò ie seguenti flunzioni: K,-, colle-
gj R?ocon il negativo iniziando cosi /a sca"rica del coidensatore cr.
Qe si interdice permet.ten/o a Cn d_i caricarsi; ero rÌmane ii condùzione e eu
bloccato, per cui il relè K, non àvrà nessuna variàzione.
Kt-t collega Rt, al positivò: inizia la carica del condensatore cp e quando Ia
tensione raggi.unge il valore di zener, ep va in conduzione e iZ ii
svolge come descritto sopra al punto (6). ""qu"nru
K.r-t.collega R* al negativo, scàricando gradualmente cp. la stessa variazione
della tensione ai capi del condensatore si ripercuote ii t, che inizià à ipà-
gnersi.. contemporaneamente si avrà un aumento delta ten"iione su Lr, che' si
accenderà- Lrt è.però accoppiata a F1 e Lr, a F, quindi Lr, si spegnerà líitamente
e neuo stesso tempo si avrà una accensione graduale di L.o.
Quando Lrj sarà spenta, da K, partirà t'imputsó che farà aíànrare il caricatore
del proiettore su cui è montata L^,.
Al prossimo impulso di M, tutta'questa sequenza si ripete.

Vista laterale con i trc trusformatoù.

Questo, per quanto riguarda la parte,teorica, e ora qualche nota pratica.


lnnanzi tutto: il circuito stampato; ['ho realizzato su una basett'a di g x ls cm
nella qu,ale, fitti fitti e in posizione verticale, hanno troùato posto tutti i compo-
nenti elettronici, compresi i tre relè.
Questi devono esse/e da 24V e adatti,per essere pitotati da transistori di bassa
'potenza.
Il loro avvolgimento dovrebbe avere una resistenza di vatoie attorno ai
,70!..+ 800
'u.tilizzare a. se per K,. lton si frovasse un relè con quattro contatti, se ne può
uno di du,e, abbinando i due aontat'ti K1-1e K,-o cioè colleganao assiiimà
l.'estremità di R^ con quella di pr.
I due triacs e il transistore Qp devono essere montati su dlssipafori- Io'no usatc
due triacs da 10 A con anodo'isolato dalla carcassa e quindi izo potuto mantarli
su.lpannello posteriore dell'apparecchio. Naturalmente qiesti triacs devono essere
adeguati .alla potenza delle lampade montate sui proiettori.
l.dati r.elatiu_ia questo progetto si riferiscono a'quelli in mio possesso e cioè
due Leitz * Trinovid ".
Per alimentare Ie lampade ho usato un trasformatore da 1S0W con secondario
di'(1,2 + 12) V ma volendo economizzare si possono benissimo usare gli stessi
trasÍormatori dei proiettori, badando però di inserirli con Ia fase corrette.
.- an8 cq elerttronica
Dispositivoper

%%
mm
Wm

- - leontafo ('l

-- Ll

I I
I I I
t-F2
I
crtodo fRlAClc2

Circuito stampato- lato componenti


ScalaI : I

dicembre 1976 2009 _


Dispositivo per fotografia

Vista dall' !to.


Oltre ai ttasformatori, si notano: Ia basetta con i co,mponenti. i! dis-
sipatore per i! raflreddamento del transistore Qrn e, sotto guesfo, sj
intravede il blocchetto di legno nei quale sono iiéastrate Ie jampadine
Lo.,-Lrz.e le fotoresistenze. I morsetti mammut, avvitati sopra questo
blocchetto, lungono da capocorda per i suddetti componenti.

jj

Le due IampadineLo,-Lo,vanno accoppiatealle fotoresistenzea una distanzadi


circa 4 cm. Si può usa.reun blocchettodi legno con due fori passantinei quali
vannoincastrateIe lampadinee Ie fotoresistenze,come nel disegno.

Blocchetto in légno
per accoppiamento fra lampadíne
e Íotoresistenze.

I transistori non sono critici e possono essere sostituiti con qualsiasi altro
tipo per BF.
Raccomando,date le correnti in gioco, di usare cavi di notevole sezione per i
collegamenti alle lampade dei proiettori.
Per la /nessa a punto del dispositivo consiglio di usare, al posto d'ei proiettori,
due lampade per auto da 40 -+ 60W: consiglio anche di costruire questo dis-
solvitore completando un. blocco alla volta {cominciando dall'alimentatore) e di
provare subito il loro funzionamento prima di accingersi a costruire il successivo.
- 2010 cq elettronica
Dispositivo per fotografia

Non si corre così il pericolo di avere qualcosa che non funzioni quando tutti i
componeinti sono saldati sul circuito stampato e Ia loro manipolazione risulta
assai laboriosa.
Naturalmente il contenitore, Ia disposizione dei comandi e delle prese sul fron'
tale e sul retro, può essere variata a piacere, secondo i gusti. Unico accorgimento
è quello di fare i collegamenti ai triacs piu corti possibile.

Pannello posteriore.
Vi è montato il fusibite da 500mA che protegge il trasformatore di
alimentazioneTr;-un fusibile da 1,5A, a protezione del Tt; Ie prese per.
il comando dei"due proiettori (le boccole in.basso sono.quelle in c.ui
vanno inseriti i cavÌ che portano tensione alle lampade dei proiettori);
al centro Ia presa per I'alimentazione a 220V e sopra questa la presa
per l'ingresso da un registratore.
Sulla sinistra è visibile parte del circuito slampato'

questo
Ouesto è tutto; poiché i circuiti sono assai semplici, la.costruzione di
aliiòinlro è adàtta anahe ai principianti; inoltre esso si presta a molte modi-
fi;;; quindi Ia sua realizzazione iuò essere anche divertente così come lo è
"
"t;i;p";_;é,*}le'k')i.')(.')i.')(.')k')l.')(.>)i<>)(<')(<>)(<')(<')(.')í.')(.')i.')(.')(.')i.').i')i.>)i.')(.

20tt -
dicembre 1976
L'Atîtidigltalizzatore
ing.EnzoGiardina

(vocegraveadaxaalle circostanze)

E' con sommo rammarico che oggi il Digitalizzatore' vi presenta il p,A2240 della
Fairchild.
Bisogna rendersi conto, signori, che è inutile combattere eontro i mulini a vento,
è inutile lnsisfere a farsi i progetti da sóli infilando transistori e storici inte-
grati SN74erotti uno sull'altro come se fossero perle di una collana; Ia tecno-
logia, come una grande mamma, ci sta propinando le cose già cotte e mangiate
sotto Íarma di integrati sempre piit complessi, tanto complessi che bisogna
tagliargli i piedini per fargli fare solo quello che si desidera.
E quanto piit sono complessi e piccoli, tanto piit le pagine di descrizione aumen-
tano e i tomÌ esplicativi ingigantiscono.
Senza voler ínvalidare il genio di nessuno, mentre Io M252 (rhythm generator)
distruggeva tutta la Ietteratura precedente sulle batterie automatiche e íl qui
presente WA2240 tutta quella sui generatori di complessi campioni d'impulsi,
gradini e-altre piacevolezze che vedremo, per altro canto osserviamo un soli-
tario aedo omerico che va cantando le gesta del famigerato F8 racchiuse in tre
tomi per un totale di 600 paglne.
Non voglio profferire verbo veruno oltre quanto dichiarato e vado decisamente
a parlare del sofisma lascìando però al lettore lo spazio per elucubrare su tutto
clò.

v42240
p rogrammable timerI cou nter

Arcicoccio capace di produrre precisi intervalli di tempo programmabili dal mi-


crosecondo a cinque (5) giorni, ma se vi sembra poco si può facilmente arrì-
vare a piit di tre (3) anni mettendone due i'n cascata; consisfe di un oscillatore
Iocale (time-base), di un contatore programmabile a otto bits e di un FF di
controllo.
Appena alimentato, senza ingressi né di trigger né di reset, il gA2240 inizia
con tutti gli outputs a 1.
Applicando un Ír'onte positivo all'ingresso TRIG (piedino'11) inizia il conteggio
del tempo, intatti il piedino TRIG abilita l'oscillatore di tempo base e Ia sezione
'
di contèggio e posiziona le ,uscite a 0.
L'oScillatore genera impiulsi con periodo T : RC, impuls'i che vengono contati
dalla sezione logica a valle e Ia sequenza si completa quando un fronte posi-
tivo è applicato al RESET (piedino 10).
_ 2012 c4 elettrcnica
L'Antidigital.izzatore

BLOCI( DIAGRAiI

l-Ht sist____l-__*_4sm

CONÍTECÎION DIAGRAM
16-Pil{ OtP (TOPV|EWI
PACKAGEOUTLINES78. 98
PACKAGECODED P

Ycc

iacuroi
ffi.ry#x
Ùru
IXf t[:
@rM
a:s[roi,
c^rac[il
QruI
roMm

ram!i
VCC= Pin 16
GilD = Pin 9
attat

cm
Fig. 1.. Logic Dicgram

L*,if,iti:i
@ 1,fr:",3i*
M*,iiYi'l'T TRIGGTf,

-fL
VCC- Pin 16
ffi+rnijl
GND = Pin 9
oo oa
@,",n, "rr. o, o^ot5.1064

h la r,.--. IRICGEi

-n-
n -1J-

{t }-

Flg. 2. îmlng Dhgnm of Output Wrvelormr Fig. 3. Badc Circuit Connoction lor llming Applicrtlona
Monoriable: Sl Closod
Artablo: Sl Opon

dicembE t9ll6 - 2013 _.....--


L'Antidigitalizatore

o
G

t
rp-l l.+ o!î.rp.oar

^--*um o

"J]-_flf* ,'-HîiÉ^
l.-rs -.{
ù
0
a

a
À

nano oF ilMg.t^sÉ PEe|oD TO


sY[c.PU(SE PERTOO- t?l.l

Fig. 4. Oper.rion with Ertornrl Sync. Signal Fig. 6. Typicrl Pull-in Fangc for Harmonic Eynchronlzation

VCC= Pin16
GNO= PinI
oo ot
l"o o, o"ott.ro"'

ouîruf
1-r
-l t" |-
Fig. 6, Clrcrdcd Op.ritlon for Long Dcleyr

xO ve COf,tEcnOt nEOUIiGO
Ol uA22lO 12

VCC = Pin 16
G N D . P i n9
r o o o { oo ot
tao 02 oa ;"o o, o"ot$rro"to,

ouîPvT
-l--r
lt"l*
Fig. 7, Low Powcr Opcntion ol Cercadcd Tlmcn

-mu cq elettronica
L'Antid i gital izzatore

VCC = Pin lC
GNO = Pin 9

'rro oo ot 2Qr
o, o"ottrro"'

ourrur
.rLNN-
Fig. 8. Op.?.tlon witù Ext.m.l Triggcr rnd Rc.l Inpul. Fig. 9. F ..-Runnlng o? Continuour Onú.tlon

vcc= Pin16
GNO= Prn9

IRIGCEA
JL p 22& VREG
, RCS€I
^r"o oo ot ot
JL o, o"ots.ro"to, o"ot$rrouoorr" V C C= P i n 1 6
ttrÉFiai sl G N D= P i n 9
crocr(
IilPUI

ffLTL
SI OPIN ASTASTE OP€RAIIOX
st ctosEo MoilosraatE

Fig. 12. Opcrarion witlr External Clocl Fig. 13. Frequcncy Svnth.ris Itom lntornll Timc-8at.

REFfRETCC
vcc ttPur, ta vcc

oo oo
f"o o, orott.ro"tot

f'"' J'l--fL
I- -l'F
?I
Fis. 14. Frcqucncl Synth.|le by Hrrmonic Locllne to an Ertctnrl Ral.ranca
2015 .------.-.---_
dicembre 1976
-ll-ii-lurJl*l{*
nnlrn-ruurL
F-.'*F;;i-
t,hJ;:,J;;"
a. t at PAttEix

trFì+órì i+-zrî---.|
'|xt r. 1 Aro a tloîrEo
VCC = Pin tB
GfrlD: Pin 9
Ji{fll-.-&
rrF Frrì-{+-2rr--{l{+rrt?tF..r_
rie. 10. ùî.rV Púb P.t|lr|| Obrrh.d by Shordrp Vrloucco.tù o|tip|n

Càl*
icw^v.Fonr
rryrwTll tyrvwrn
y,rE.,aaE
ouî,,,î
Tfff;11// ffffffff
orour"wrLnru//rnrrflr

4àl* tt
J1_//_rr_
,,.*""_J-
|

jJt--/

-f
-f--r-l_ I l_r-,_
l-- ic | '
2ó6 ,l

J+-rec+l I t
J-f__|l_Í-L
l.--.*." ' ' J
Flg. ll. Conrinuout Froo-run Oparrtioî Er.|lDha ol Output
_ mt6
Gq eleitrcilica
L'Antidigitalizzatore

oo ot
"rro o, orot$arouoo,

oo oo
oa o"ots.rotto,

Fig. 16. Slsi.caao Gonoratoi

VCC= Pin 16
GNO= Pin 9
Af,AtOO INPUI

Fig. 16. Digital Sample and Hold Circuir

Jl_
aTnoaE

Dlotrat outPutS

atAtoo VCC= Pin 16


atstaatE
uTca GNO= Pin 9

Fig. 17. Analog-to-Oigitrl Converter

VCC : Prn 16
GNO: P'n I

,tro

Fig. 18. Simplo Timo Gonorator lor a Digitcl Tachom.tú


- 2018 cq èlettroniea
L',Antidigital izzatore

IJna volta triggerato,Ìl circuito risulta immune da successiviimpulsi di.trigger


tino a che il-{empodi conteggiosi completao si presentaun impulso di reset'
Nel caso in cui'si presentinocontemporaneamente un impulsOdi reset e uno
di trigger, l'ultimo prende la precedenza'
La fióira 2 ci dà ie forme d'onda ai vari piedini di output conseguenti a un
impulso di trigger.
Nelle applicazionì piil comunì uno o piÌt dei piedini d'uscita sono connessi aÍ
reset còh 57 chlusó ffigura 3), permettendo così il reset automatico al comple'
tamento del programmato ciclo di conteggio'
Ne/ caso in-cui-nessun piedino di output fosse collegato indietro al reset (51
aperto), il circuito opererebbe da astabile (f ree-running mode).
L''oscillatore locale può essere modulato applicando un segnale al MOD (pie'
dino 12, vedi figura 25) sincronizzandolo cosi con una frequ,enza esterna; Ia sin'
cronizzazione può avvenire se il periodo T dell'oscillatore locale è multiplo ìn'
tero dell'impulso di sincronismo T", e ciÒ può essere fatto ponendo:
T:RC:T"/m con I <m<10

D'opo essere stato triggerato, il TBO produce un treno di imputsi negativi con
periodo T : RC, e, essendo internamente connesso al contatore binario, può an-
che servire come input per il clock esterno, quando il circuito opera con un
tempo-base esterno.
Sí può inoltre disabilitare la sezione dì conteggio portando a massa il TBO
(piedino 14).
II regulator-o;utput (V,") è usato internamente per pilotare Ia logica del con-
tatore e può essere usato come sorgente dÌ alimentazione nel caso di piit
p42240 in cascata per minimÌzzare I'assorbimento di corrente.
GIi outputs del contatore binario, composti da stati a collettore aperto, possono
essere cortocircuitati assieme a una resistenza comune formando una connes-
sione OR; I'output complesso sarà 0 finché anche uno solo degli outputs sarà 0.
Per esempio, se solamente il pedino 6 è connesso, la durata del tempo di
conteggio sarà 32T, e, se i piedini 1,5,6 sono connessi, Ia durata sarà 1 + 16 +
32 : 49T.
In cotal modo, scegliendo opportunamente Ie connessioni, si possono ottenere
tutti i multipli di T da I a 255 e con due WA2240 in cascata si possono generare
tempi estremamente lunghi, fino a 65536T.
ln caso di connessione in cascata, si può ridurre la dissÌpazione collegando la
unità logica della seconda sezione come in figura 7, da questa inlatti appare
che V"" (piedino 16) della seconda unità è lasciato aperto e detta unità è ali-
mentata dal regulator-output della prima tramite Ia connessione della V,"u (prima
unità) alla V,"r (seconda unità).
Se si vuole operare in modo astabile lo si può fare disconnettendo il reset dai
contatori di uscita.
Nel circuito di figura I il VA2240 inizia il conteggio con un impulso di trigger e
/o cessa con uno di reset, in figura g invece si comporta da astabile puro.
ln entrambi i casi ciascuno degli outputs può essere usato per sincronizzare
o.scillatori o, con'opportune interconnessioni, per generare complessi campíoni
di impulsi. Nelle figure l0 e 1l si hanno alcuni esempÌ di cosa si possa tirar
fuori.
Nel caso di clock esterno ci si può riportar,e a figura 12; il tìme-base interno è
disattivato tramite Ia resistenza da I kd| e i counters sono triggerati dai fronti
negativi del clock esterno.
Per V"" minori di 6V, la sezione oscillatore-interno può esse/e esclusa con-
nettendo l'alimentazione al piedino 15 e lasciando il 16 aperto, in tal caso /'as-
sorbimento è ridotto a 3mA.
lnformazioni operative:
- il piedino 9 è Ia massa del circuito;
- il reset (piedino 10) pone tutti gli outputs a I;
- il trigger (piedino 11) pone tutti gli outputs a 0;
- il TBO (Time-Base Output, piedino 14) è composto da inipulsi negativi mag-
giori di 500 ns;
dicembre 1976 ?l17 -
L'Antidigital izzatore

WPICAL EtECIFtCAt CHARACTERISTICS

SUPPLY CURRENÎAS A
FUtúCTtOfr
OF
SUPPIYVOTTAGE RECOMMEN|oEORAÍIIGEOF TIMEEASEPERIODA8 A
tf{ REsEî cOîúDtîtor{ IIMING COMPONEÍ{TVATUES Fuitcîtof{ oF ExlERf{At RC

t@tvvor.facÉ -v Î r M r N GC A ' A C T T O-R


,r îtrE 66C PCiTOO

tis. 19 Fig.2O Fis. 21

IIhIIi,IUÈI TRIGGER PULSE ililItMUil


WIOTH AS A FUÍTCIIOTTOF IIÍIIE IIAAE PERIOD DRIFT TRIGGER/RETRIGGER
TRIGGERAIYD AS A FUÍICIIOiI OF NMIÍTG AS A FUÍ{CIIOÍT OF
RESETAMPLITUDE SUPPLYVOLTAGE Tmtfuo cAPAcFoR

i
5
I I
s
I
a

o r r m
rir@tt0irtsrM![uE _v suPtv vorraca-v t0rre - rF
C*aCùS

Flo.22 Fts.23 w.24

iloRmAUZEOCHANOEtr
TIIIE BASEPERIOO- TIiIE EASE PERIODAS. NME 8A8E PERIODAS
A8 A FUNCÍIONOF A FUTCT|OÍ{ A FUÍIICTIOÍT
IIODUIATIOÍTVOLTAGE oF TEi|PÉFATURE OFTEMPEBATURE

!t E
t

= ,
,
I
I

tftttMtuit -.c tE Ei^ruat-.c

Ffs.2l Fls. 2C F|ry'27

dlcembre 1976
L'Antidigital izzatore

- il reset blocca l'oscillatoredi tempo base;


- gli outputs assorbono2 mA quand"osono a 0;
- in caso di clock esterno la minima ampiezzadegti impulsi è di 3v e Ia
durata I p,s.

Sintetizzatore di frequenza a bloccaggio di armonica


La caratteristica di sincronizzatore di armoniche d,el uLA2240può essere usata
per generare un ampio numero dÌ frequenze da una fiséata frequenza di ingresso.
Le connes-sioniper questa applicazio'nesl possono veder,e in'figura l4 (vedere
anche le'figure 4 e 5 per Ie fo:rme l'onda dét sincronismo esterio e l'esiursione
aqmissibile per il bloccaggio delle armoniche).
se:-ll time-base è sincronizzato sulla lnesimazyynsnica della f requenza (con
1..= ^ < 10), la frequ-enzafo de,ll'ondadi uscita è in r'elazione con'ra frequenza
"d'ingresso Í, tramite la
fo: f,' m/(N * 1)
con m : numero di armonica I < m < 10
e N : divisÌone programmata I < N < 255
ossla si possono produrre fino a 2550 diverse fo partendo da una data f,.
Esempio: partendo da 50 Hz di rete, poneindo m : l0 € N : 4 si oitiene:
fo: 50 ' 10/ (4 + 1) - 100Hz.

Generatore di gradíni
Connett'endo il WA2240 con un operazionale esterno e un insieme di resistenze
di precisione (figura 15), si riesce a ottenere una bellissima scalinata di output
di 256 gradini ciascuno di durata pari a T.
La scalinata può essere interrotta in qualsiasi momento (lasciandola al livello
Ìn cui si trova) applicando tramite un diodo di controllo uno 0 al TBO; il con,
teggio si ferma comunque quando TBO scende sotto 1V.

. C a m p i o n a t odrieg i t a l e , . .
Quesfo circuito (figura 16) è simile al precedente: quando è applicato Io strobe-
input, Ia rete passa-bassotra resef e trigger resetta il timer e mette il FF in
ON attivando il counter.
ll ,circuito genera la sua brava scalinata e il comparatore blocca il tutto a egua-
glianza ottenuta (fra scalino e input analogico). IJna volta che I'input è campio-
nato, esso rimane bloccato finó al successiyo segnale di strobe.

ConvertÌtare analogico-digitale (A/ D)


Diretta conseguenza di quanto vlsfo è Ia figura 17 che rappresenta un conver-
ti.tore A/D a I bits sÍruttante le caratteristiche del WA2240.
ll tempo di riciclo è dell'ordine di 6 ms.

Digital tachometer
E' un coccio in grado di emettere due impulsi a distanza di tempo nota precisa e
programmata. Per esempio Íl primo impulso può essere Íl comando di LOAD per
una catena di LATCHES e il secondo il comando di RESET(figura'18).
')'í i3 ')i.
Di fronte a cotale arcicoccio in grado di fare il g,eneratore di strane funzioni, di
comilsssi campioni di impulsi, in grado dr essere usato da sinrctizzatore di fre-
quenza, da timer, da generatore di gradini, da convertitore analogico-digitale e
quindi anche da voltmetro elettronico, senza.limiti precisi eccetto Ia fantasia,
rimango esterefatto e, non potendo aggiungere niente di piir, vi saluto con Ie lacri-
me agli occhi.
Tempi duri per i progettisti. L'Antid i gi taI i zzatore
- 20aù cq elettrcnica
Gavalieridell'Etere

Un moltiplicatoredi tensione
a elevato rendimento
per i radioamatori

llBlN, UmbertoBianchi
A volte i radioamatori desiderano installare sulla loro auto un apparato nco-
trasmittente.
Ma qualche volta si incontrano difficoltà per quanto concerne I'alimentazione.
Per il ricevitore basta in genere la tensione delÍa batteria della vettura, ma per
quanto riguarda il trasmettitore, lo stadio finale e a volte il pilota possono
necessitare di tensioni più elevate.
Quando si trgttq di apparati di piccola potenza, si può risolvere il problema
installando una Secondabatteria.
Questa soluzione presenta però un inconveniente.
Infatti Ia seconda batteria ha un carico diverso dalla prima e pertanto si troverà
a essere scaricata in un tempo diverso.
E' quindi per owiare a questo inconveniente che descriverò qui appresso un
moltiplicatore di tensione funzionante senza trasformatori e con un'réndimento
del 90 o/o.
A suo ,tempo avevo realizzato un marchingegno' del genere per alimentare
"
con la batteria dell'auto un ricevitore surplus tipo Bcl206 che, come è risaputo,
viene alimentato con una tensione di 28 V.".
Di solito questi dispositivi vengono realizzaticon I'impiego di awolgimenti ese-
guiti su ferriti: la difficoltà di reperire quelle adatte mi ha indotto a presentarvi
un_oschema più facilmente realizzabile,di minor ingombro e di maggiore affida-
bilità.

dicembre 1976 m21 -


- Moltiplicatore di tensione a elevato rendimento

Lo.schema quì rappreseltato quello di un multivibratore che genera degli im-


pulsi rettangolari a fianchi molto Q
ripidi.
Poiché all'uscita i due collettori sono in controfase, il raddrizzamentofornisce
una tensione continua la c_ui componente di ronzìo è molto esigua.
ll condensatoredi filtro (cz) può essere quindi di valore piuttósto ridotto e,
per.-un awiamento più facile del multivibratore, non deve- superare i r0g,F.
ll dispositivo funziona nel seguente modo: a riposo, quando il circuito non com-
muta, due transistori risultano sempre interdetti mentre gli altri due sono in
saturazione.
supponiamo,per esempio, che o, e oa siano bloccati e o,-rnomento e o, in saturazione.
ll condensatoreCu si carica quindi attraverso D. e e.. Al in cui il di-
spositivo inizia a funzionare,abbiamo ai capi di" C6 là tensione di alimentazione
meno la tensione di soglia di D, e la tensione di saturazione di e3.
Dopo la commutazioneQr 9 oo sono in saturazione e Q, e o, sono interdetti.
A questo punto il capo di cu che risulta collegato ai colldttori ii o, e ea e che
si trovava al potenziale di circa 0V vede la sua tensione salire fino a + 12V
e dato che il condensatorerisultava già caricato a 12v,I'altro suo capo vede la
s u a t e n s i o n es a l i r e a + 2 4 V .
In questo modo il diodo Da diventa conduttore. Nel frattempo c, si carica at-
traverso D, e Oa e, a una nuova commutazione,la sua tensione sale a + 24V
e if diodo D, inizia a condurre.
La tensione di uscita non raggiunge il doppio esatto della tensione di ingresso -soglia
perché, sia nella carica che nella scarica dei condensatori,le tensioni di
dei diodi e di saturazionedei transistori risultano in serie e di senso opposto
a q u e l l o d e l l a t e n s i o n ed i a l i n ì e n t a z i o n e .
Se la corrente nel carico diventa più intensa di quella di saturazione,determi-
nata dalla resistenza di base dei transistori, la tensione di uscita scende
rapidamente. La frequenza di lavoro del multivibratore risulta determinata dal
valore delle resistenze e dei condensatoripresenti nei'circuiti di base dei tran-
sistori, cioè la combinazioneRC che determina la più piccola costante di tempo
( R r t - C ,e R 6 r - C r ) .
Trascurandole tensioni di saturazionee le tensionÍ delle giunzioni base-emettito-
re, si ottiene I'equazione:
t
e : E o. e x p ( - ) , n e l l a q u a l e T : R u. C .
T
Poichì la commutazioneawiene per e - 0,5 Eo si ha:
t
0,5 Eo- l=, exp (--1,
T
dalla quale si ha
t
1n.0,5:--r
T
1 1
Conf:- -sihaf= : . + r

2T -2t.1n.0,5 1 , 3 9R b. C
La tensione base-emettitoredei transistori deve essere uguale a E6.
Oualora si impieghino dei transistori la cui tensicqe di Úoccaggio"base-emetti-
tore risulti inferiore a E6,i diodi che si trovano nel circuito di base devono essere
polarizzali.
E' soltanto in questo caso che le r:esistenzeRr ... Rr.,,si rendono neces$arie.
Nel caso in cui la corrente di base sia diversa da quella indicata nello schema,
si può calcolare approssimativamenteil valore delle resistenze di base con la
seguente formula:
Eu'9
Ro":
i (carico)
_ zù2 cq elettronica'-
Moltiplicatore di tensione a elevato rendimento _
A causa della dispersione delle caratteristiche dei transistori,
'...'Roo,
si raccomandadi -i
assicurarsi, collegando delle resistenze in parallelo ; R;,
tutti
transistori siano effettivamente in saturazione. "r,J
Co.lleg.andoinfatti una resistenza in parallelo o Rur ... Roo,aumenta la tensione
nella base e di conseguenzasi porta ir transistor"éin sàiurazione.
s i m i s u r a o s i c a l c o l a l n f i n e . i lv a l o r e r a g g i u n t od a l p a r a l l à i ó
Jéite oue resistenze
e le si sostituisce con un'altra di valor-Jappropriaio.
I n f a t t i u n a u l t e r i o r e d i m i n u z i o n ed i q u e s t o ' v a t o r e n o n p u o p i u
fare aumentare
la corrente di collettore poiché si è'già alla saturaiiori",'ltr['rir"
il rendimento
d i m i n u i s c ea c a u s a d e l l ' a u m e n t od e l l a t ó r r e n t e d i b a s e .
Bisogna inoltre evitare un carico troppo-eievato poiché potrebbe
Iazione del circuito. ln questo caso i quattro transistori cessare l,oscil-
diventano conduttori e
r i s c h i a n ol a d i s t r u z i o n e .
Montando uno o due di questi circuiti in cascata, è possibire
costruire un
moltiplicatore,.ch.epermette di ottenere una tensione uguare
a due o ìràttìo
volte quella di alimentazione.
R i s u l t ae v i d e n t ec h e i l r e n d i m e n t od i v i e n e m i n o l e p e r c h é
a ogni moltiplicazione
s , ip e r d e i l d o p p i od e l l a t e n s i o n ed i s o g l i ad e i d i o d i e ' d i s a t u i a z l ó n e
oei transistori.
Nef montaggio da me. realizzatoto iirpiegato dei vecchi trànsistori
al germanio
ripescati dalla cassetta deila Russia óioe oa quella "vannà
" " dove à
finìre tutti. componenti recuperati oa vòccirié ";;;;iiu
àppài""Jiìiuture
i .attivi ripescate
dal " suvp;Lis' radio. Nulla vieta di utilizzare transistóil più moderni
ed effi-
c i e n t i d i q u e l l i d a m e u t i l i z z a t i ,c e r t o i r i s u l t a t i u r ì ó ó r up i ù l u s t n g h i e r i .
"urunnò
Termina così la descrizione di questo semplice ma interessante
duplicatore di
t e n s i o n e c h e n o n m a n c h e r àd i r é n d e r s i u t i l e i n p i ù d i u n ' o c . à " ì o n " .
?_qparte mia è doveroso,a questo 'fornito punto, ringrazi'areI'amico ventennale
Alberto Bianco Chinto per i'aiuto nòlla traduzione oi "-"ott"gu
ui articolo tratto
d a u n a . . r i v i s t a b e l g a i n e r e n t e i d u p l i c a t o r i 'a m u l t i v i b r à t o r e , - - a r t i c o l o
che ha
consentito la realizzazione del prototipo.

Bibliografia
E. Boccaleri - Elettronica Numerica - Ed. Ing. Giorgio _ Torino.
]erman Radio Engineers' Handbook - Mc-Graw Èiil. .
P. H. Brans' - [a Radio Revue - Novembre >;í<
>)(<
>)i<,)í<
>)(<
>)i.>)(<
1969. >)(<
>)i<
>)k>)i<
>)i<,)i.
>)i

selesioente...?
it tuo affiiticatore lineare è un ELECTROMEC
solid state
,,,s* +*,

AR 27-S :; GOLDEN BOX


35W output 15W output

Spedizionecontrassegno- ELECTROMEC
s.p.a.. via D Comparetti,20 - 00137Roma - tel. (06) 8271g^g
dicembre 1976 2023_
Un interessantepreamplificatore
per converterSSTV

l4LCF,professor Franco Fanti

Sovente la sensibilità dei converters SSTV lascia molto a desiderare e quindi se


i l s e g n a l e è a b b a s t a n z ad e b o l e n o n s i r i e s c e a r i c e v e r e I ' i m m a g i n e .
Ho trovato quindi estremamenteinteressantelo schema che ha proposto di recen-
te werner Berthold (DKlBF), I'ho immediatamenterealizzatoé provato sul mio
Rocket AEc | (cq elettronica, 3/19TG) con risultati estremamente positivi.
Ritengo quindi che sia utile prebe,nta'rlo agli SSTVers.
D a l l a , f i g u r a ',l c h e è l o s c h e m aa b l o c c h id e l p r e a m p l i f i c a t o r ep,o s s i a m ov e d e r e i l
suo funzionamento.

converter
ssr/

ligura I

Schema a blocchi del preamplificatore SSfy

ll segnale SSTV proveniente dall'altoparlanteviene iimmessoanzitutto in un am.


plificatore operazionaleQr.
Poi vi è un filtro passa-alto,formato da O2 e Or, e appare come un'onda quadra
all'output del comparatore07 solo se la sua ampiezzaeccedequella del voltaggio
d i r i f e r i m e n t o ,l a q u a l e è p r o p o r z i o n a l ea i p i c c h i d i v o l t a g g i od e i s e g n a l i d i s i n -
cronismo a 1200Hz.
Con questo circuito la frequenzadi taglio del filtro passa-altoè indipendentedal-
la ampiezza del segnale in ingresso. Inoltre la sensibilità del comparatore è
adatta alla ampiezza del segnale SSTV.
Qo.è un amplificatore selettivo. Per mezzo del potenziometro R1 Ia frequenza
può essere sintonizzatasu '1200.
Or e Ou costituiscono un rivelatore di picchi di voltaggio.
Infine il potenziometroRoha la funzione di regolare I'output, output che va owia-
mente all'irngressodel converter SSTV.
ll preamplificatorenecessita di una taratura che si effettua mediante le seguenti
operazioni.
Anzitutto cortocircuitare I'ingresso di Q1 e mettere uno strumento in parallelo al
potenziometro Rr.
- 2024 cq elettroniea
Preampliper converterSSTV
Agendo. sul potenziometro R3 mettere a zero lo strumento, owiamente dopo
avere data tensione che è di' -t- lsv.
lniettare un segnale ssTV all'ingresso rlel preamplificatore,ad esempio da un
1aîtr-o.o. da un generatore,e aggiustare R, per il massimo voltaggio.
Quindi ridurre il voltaggio di riférimento àón R, come rióniJsió-óaila necessità
di sincronizzare I'immagine. Altrimenti il voltalgio di riferiménto è così alto
che i segnali di sinc.ronismonon passano attràirerso il comparatore.
Si ha così una sensibilità di ingrèssb ai t mv, un carpo oi-ie{olazlone da ,t
mv
a 5 0 0 m V , u n c a m L p od i f r e q u e n z ed a 1 0 0 0 a 2 9 0 0H z ,

amplificatore lineare filtro @4rp343ffe


_!€Ss€-atto.Jl1z
4-4
1N9t1,

dal
Dt'Dz
riceviMe îN914

lmV-
2m4 convSrta
fiOnV Rl"ls

e-J-
ì

nkn Rz 2nkn
2% nkI 2%
_amdÍEatore_seklljrc rnltaggp_
pjrc[!__g!1
nvelatore
figura 2

Ci rcu ito d e! prea mpl ífi catore.


Tuttí gli Ìntegrati sono dei T4l.

Ho realizzato il preamplificatoresu un circuitostampatoche risultaestremamen-


te compatto'Esso può quindi esseremesso in quaiunquepuntò e in entrata
qualunqueconverterSSTV. di
Gfi integrati utilizzatida Q, a e, sono deí 241, hanno bisognodi una alimenta-
zionedi + 15v con un assorbimento di 20mA. per cui, dàto il bassoassorbi-
mento,non è necessaria una alimentazione appositama si utilizzaquettaàel
converter come ho fatto per il Rocket. ')i.'13')í,')i.i{. >;í<
>)í.>)i<
>)i<
>lir:)(:>){<
:)í<>)i:>)i<
:)3i;1.';1.';1.';1..;1.
dicembre 1976 zùi25_
Esserc ufl Píerino ton è un disonore'
La oercbé tuttl, cbi
-oassati
Der quello
più chi meno, sicmo.
stadìo: I'importante è
ion rinanerii più a lungo del notmale.

Paglna
dei
pierini o I ZZM, Emilio Romeq
via Roberti 42
.
41100 MODENA
cq elettnonica 197ó
@ coPyrì|b,

pierinata187 - Due ragazzidi Mantova,E, Gaf..e El' Guar., mi- chiedonose qualche esiste qualchecriterio per cono-
éiettíonici rn-agari con formula " biofisica"-
scere le attitudini oi un inaù*ijùJ à-iÀàri.l"iJ circuiii
Eccoti serviti: ho appena;ì;;;;t" l" f#ìi; duf ptof"siòi-gOl-sl'l ihe scioolierà loro osni dubbio'
;iótt"-p"icrr'e ìulru completa.comprende una equazionedi settimo grado,
owiamente qui trascrivo i;"f#"i; aèiii p'òfuUitità'più una funzionequarticasull'età
due integralitripli, la legge di Ohm applicata af catààio
del soggetto.Dunque:
N (j._s)
non : -, dove:
,6 - rsr
RdR è la Rapiditàdi Realizzazione: a
N è una costante AipenOerie*ì"Jj-a'nazionalità del soggetto e che va da cento per tedeschi' svedesi' ecc '
tJ,îj"T,Xllf;llrfi";;",rnte a dieciper i nati
H'. Ì:"iiîib cheva da uno per quetticon dopinspositivo,
stanchi;
solo i valori da uno a dieci;
Z è il numero di errori trovati a montaggio finito: si considerano
E è I'età del soggetto: sono validi i valori da 16 in su'
far eseguire al soggetto un montaggio di prova'
Da quanto sopra si deduce che per emettere un giud-ilio bisogna
Contenti. Ermanno ed E l i o ?
perché
a 12V e non sa come fare a caricarla
Pierinata 188 - ll romano Gar. Dol. mi dice di avere uira batteria
à i i ' " à r U t " - ó f t " i l s u o s o l i t o c a r i c a - b a t t e r i ei n q u e s t o o a s o n o n f u n z i o n i . -,
Rivolta, I'appassionato dei gatti di
óaro carlo. sei fortunato perché lo stesso caso è à"lir"-u-óuni"le
"óii;6
cui uno si chiama Diesel, e recentementeanche a me'
Dici: cosa c'entra la fortuna?
dato da fare fino a quando non ho
Sì, perché quando sono.siaio chlamato direttamente in causa.mi.sono
avuto in mano un carica-batterie automatico, tìioiàutti che due apparecchi simili li avevo già costruiti
per Ia Ditta dove lavoravo... ""nru
che esso serviva una
ó;;;;q;;:-";"ò- f" di quest'ultimo, valido per accumulatori .da. 12V: dal fatto
b a t t e r i a d a 6 A h e c ""Éà"ià he pei fÀ càrióà si richiedevanoìi ;;;;io dedotto che la corrente media di carica
fosse sui 500 mA. L'ho provato e funziona.
Vedi figura l. 2 oy F t o v

- vttt,oV
b;44.p- îìr4Ìtdt

Ac ta.S

'f2,
\a.heli4 .{t V
180ÍL
Jnrr"rro
i
.t( v

figura 1-
u+!-Lo

'
1,efL
p
12V'
Carìca batterie a corrente costante per accumulatori a
cq elettronica
- ?1026
La pagina dei pierini

ll trimmer Tr serve a regolare la corrente massima ammissibile, mentre Ta serve a prolungare piùl o meno il
periodo finale della carica, dopo di che la tensione ai capi dello zener da 14V cade bruscamentea 5,5V e la
c o r r e n t e e r o g a t a s i a g g i r a s u i 3 m A . O u i n d i , n e l c a s o c h e l a b a t t e r i a r e s t i s b a d a t a m e n t ec o l l e g a t a p e r u n l u n g o
p e r i o d o , i l c a r i c a t o r e è p r a t i c a m e n t ee s c l u s o .
F o r s e i l c i t a t o D a n i e l e d i r à c h e o r m a i è t r o p p o t a r d i , i l s u o a c c u m u l a t o r e è g i à " a n d a t o" , d o p o s e v i z i e v a r r e .
C o s a v u o i f a r c i , c o s ì è l a v i t a , c o n s o l a t i c o l t u o D i e s e l e t i a u g u r o c h e n o n a p p l i c h i n o i l " s u p e r b o l l o" a n c h e
a lui...

Pierinata 189 - Un torinese, di cui purtroppo ho smarrito nome e indirizzo (e chiedo vivamente scusa a nome
dei miei gatti - per_il momento cinque, ma quest'estate sono stati nove,.. - no, non allevo né tengo a pen-
sione gatti: non mi fate parlare, ognuno ha i propri guai) un torinese, dicevo, era vivamente interéssato al
c o n t a s e c o n d i E . R . l 1 4 : p e r ò a v r e b b e v o l u t o c h e b l o c c a n d o t e m p o r a n e a m e n t ei l d i s p l a y i l c o n t e g g i o r i p a r t i s s e d a
zero a partire da quell'istante.
Voleva insomma misurare i singoli tempi parziali senza dover fare ogni volta conti sulla carta, come invece si
e r a o b b l i g a t i c o l m i o E . R . l ' 1 4c h e s o m m a v a i t e m p i p a r z i a l i . D i c e v a c h e c i ò e r a m o l t o u t i l e p e r e s e r i p i o i n u n a
g a r a a u t o m o b i l i s t i c a ,s e u n o v o l e v a m i s u r a r e i l t e m p o o t t e n u t o d a u n a d a t a m a c c h i n a a o g n i g i r o .
Bene, ho elaboratoun nuovo sistema di controllo che
FND 'O esegue quello che tu chiedi, amico torinese, ma ho
p e n s a t o c h e i n t a l m o d o I ' a p p a r e c c h i os a r e b b e s t a t o
t r o p p o s p e c i a l i z z a t o ,u s a b i l e s o l o i n d e t e r m i n a t e o c -
casioni, e, cosa grave, non sommava i tempi parziali,
q u i n d i h o p e n s a t o d i a g g i u n g e r ea l t r i - c r e p i I ' a v a r i -
,t6 6
zia! - tre, dico tre, pulsanti, che possonoessere an-
r r , rb i s che semo{ici interruttori.
Dallo schema di figura 2 si può capire come il tutto
Ì u n z r o n| ,

tft 71o o
figura 2

4/t 710o

: O u a n d o s i c h i u d e I ' i n t e r r u t t o r e A , i d u e " o n e - s h o t"


d e l 7 4 1 2 3v e n g o n o e c c i t a t i e f o r n i s c o n o a l l ' u s c i t a d u e
i m p u 4 s i :q u e l , l oc h e < e s c e D d a l p i e d i n o 5 è r i t a r d a t o
e mantiene il display bloccato per quattro secondi e
mezzo, tempo credo sufficiente per potere annotare
It74o0 u n a I e t t u r a . O u a s i s i m u l t a n e a m e n t e .m a u n o e l i n o
"/ A 4 2 ' t 4 o o ' t d o p o , I ' i m p u l s o u s c e n t e d a l p ' i e d i n o4 r i m e t t e a z e r o

t
: +î :
lI 8 le decadi di conteggio e siccome il conteggio non
era stato arrestato, esse ricominceranno di nuovo a
contare. L'impulso che azzera le decadi dura una
cinquantina di nanosecondi,non credo che questo
, r i t a r d o p o s s a d i s t u r b a r e i l c r o n o m e t r a g g i od i u n a g a -
ra. Gli ingressi ai due one-shot sono coilegati uno
qlim_ael'altrodopoleporte<a'e*b":ciòperconsentire,tramiteillieveritardocausatodalledueiorte,al
d i s p f a y d i e s s e r e b l o c c a t o p r i m a c h e l e d e c a d i v e n g a n o a z z e r a t e .O u a n d o s i r i a p r e A n o n s u c c e d e n u l l à : q u i n d i
è o p p o r t u n o c h e e s s o s i a d e l t i p o a p u l s a n t e , è p i ù rf a c i l e I ' u s o d e l c o n t a s e c o n d i":a n c"h e s e s i r i l a s c i a s s e s u b i t o
dopo averlo premuto, il display " subirebbe il biocco prestabilito. Oualora il tempo sembri breve, portando il
"
c o . n d e n s a t o r ea 1 0 p , F s i . a v r e b b e u n r i t a r d o d i 9 s e c c i r c a . L a r e s i s t e n z a n o n d e v e e s s e r e v a r i a t a , p e n a I a s q u a -
liiica. "8" s e r v e p e r b l o c c a r e t e m p o r a n e a m e n t ei l d i s p l a y , s e n z a a r r e s t a r e i l c o n t e g g i o . rimette a zero
l e d e c a d i q u a n d o v i e n e c h i u s o , q u i n d i i n f o r m a d i p u l s a n i e ( m e g l i o m i c r o s w i t c h ) é r v e " Coot t i m a m e n t e c o m e
" s t a r t ".
C o n " D " v i e n e a r r e s t a t o i l c o n t e g g i o d e f i n i t i v a m e n t e ,p e r e s e m p i o a l l a f i n e d i u n e v e n t o : è b e n e s i a d e l t i , p o
a i n t e r . r u t t o r e .L e p o r t e . f " e " 9 " g a r a n t i s c o n os i c u r e z z a d i a z i o n a m e n t oe l i m i n a n d o i l c o s i d d e t t o
( r i m b a l z o ) c h e è s e m p r e p r e s e n t e i n . q u a l s i a s i i n t e r r u t t o r e , a n c h e i l m i g l i o r e , e c a u s a f a l s i a z i o n" baomuennctri n. g "
Per ottenere questo funzjonamento occorrono tre integrati: tl 74123 e due-7400- Di uno di questi ultimi vengono
utilizzatesolo tre porte, la quarta resta libera (meglio così, può servire come uscita di sicurezza, in caso di
incendio...).
Scherzi a parte, adesso debbo confessare una cosa: questo circuito I'ho messo sulla carta, ma non ho avuto
assolutamente il_tempo 4i provarlo, sbudellando il mio E.R.l14 del 2/76 .cosìpagina 242.
No, niente insulti per favore: tutto è cosi chiaro, così semplice, logico, che non vedo come possa man-
care il funzionamento!
Ad ogni modo, faccio solenne giuramento che entro brevissimo tempo (cinque o sei anni, non di più) proverò
q u e s t o E . R . l 1 4b i s e s e v i s o n o d e l l e m o d i f i c h e d a f a r e n e l l o s c h e m a l e c o m u À i c h e r òc o m e m i o d o v e i e a i P i e r i n i .
Dimenticavo una cosa. Ho riportato i collegamenti completi del 74123 e delle 7400 mentre per le rimanenti ho
u s a t o l o s c h e m a a b l o c c h i _è p r e g a t o d i a n d a r e a r i v e d e r e l a d e s c r i z i o n e d e l l ' E . R . 1 1 4u s c i t a , r i p e t o , s u c q 2 / 2 6 .
I piedini del 74123 non indicati nel disegno vanno lascia.li liberi.
Auguri a tutti di buone realizzazioni,
con tanti saluti da

dicembre 1976 2ù.27-


strumetrtie misure
Articoli della serie ( strumenti e *i"u'" " già pubblicati:

'76 CorradinoDi Pietro ll (probeD a radiofrequenza


giugno
luglio RenatoBoiromei Gome misurare la distorsione armonica totale
Carlo Garberi VHF diP-meter
Marco Rigamonti Alimeniatore regolato a commutazione

agosto ClaudioBattan Curve caratteristiche


Centini/ Suman Progetto di un Ponte di misura

settembre Afessandro Galeazzi Un mlsuratore di basse Ìesistenze


GiuseppePrizzi SGR quick test

ottobre GaetanoAnderloni FrequencY minicounter

novembre Angelo Barone Un grid-dipmeter per I'OM senza portafoglio

In questo nurnero:
Gianni Becattini lmpariamoa usareI'oscilloscopio

Programma dei Prossimi mesi:


'77 ll Signal Tracer
gennaio Goiradino Di Pietro

febbraio Paolo Forlani Blackbird: un o cicalino, " logico '

marzo Alberto Ridolfi Parliamo ancora un po'di onde stazionarie

aprile Angelo Ba.rone Linee risuonanti e non risuonanti

maggío Glaudio Boarino Gl: un generatore di segnali

giugno Marcello Arias' Q, Qmetri & G.

AVANTIcon cq elettronica

- cq elettronica
m28
Ep€rimenfare@
t ruAtice ia esilio
idrc. c .circuiti..do ,prrr..e, îodifn.a.e
- ,
prfrzionat, clisc4.ltrte,
rì v6àeret
'
pr.rehfù^oi lelforí, e
"*ilt].nnnello Arìas
via'Tagliacozri
- E o L O G N5A
4o.l4t
c;pyri2ht <1 elettronica19ì6

Fermi che vi faccio I'opera buona.


. Allora, mi scrive il Golfetto {o Pulloverino}, quello di pagina 1365 del n. B (agosto)
e mi dice che non sa se doveva ricevere da me " la roba " o dal Fantini, o cosa doveva
fare.
E' roba da Bangla Desh!
lo gli ho rispoòto cosa doveva fare e lui mi risponde:

Egr. lng. Arias

La ringrazio infinitamente per la sua quantomai necessaria lettera.


Mi sono già affrettato a ordinare (con una malcelata ingordigia) il materiale a Fantini.
Per quanto riguarda il * pane e volpe' da lei consigliatomi, mi sono rivolto in salumeria e
'sta
mi sono sentito rispondere: <... cosa cavolo xela roba..., al prova ad andar in far-
macia...". In farmacia hanno tentato inutìlmente di affìbbiarmÌ una cura di . Acutil ÍosÍoro ",
sapendo che queste cose si protraggono a Iungo (150 iniezioni o giit di li), mi sono rifiutato
energicamente.
Riconoscoperò di averne bisogno, infatti devo ammettere di avere ancora bisogno del suo
aiuto.
Ho notato degli errori (notati anclhe da altri sperimentatori ailÌbiti) nello schema della MF,
per quanto riguarda i piedini dell'integrato.
Infatti compare per ben tre volte il piedino n. 3,
mentre il 6 non è nemmeno indicato.
€l La reale disposizione dei piedini è la seguente:
Ringrazio i nfinitamente ancora.
17 (Bacio i Piedì con la solita umiltà)

9 Giovanni GolÍetto

-c
J P.S. - Ne/ mio schema sembra che I'alimentazione
della MF sia a 112V, invece, guard.acaso, è + 12V.

a 3 4l{'
Allora: otto frustate col gatto a nove code al Golfetto per i pasticci sullo schema;
suggerisco, oltre il pane e volpe e I'Acutil un bel frullato di faina tutte le mattine.
Se si presentaancheun po' di sonnolenza, qualchesuppostadi pepe di Cajenna.

')(. t)k r)(.

'ste
lo lo so come vanno cose.
Era evidente che Piccitto si facesse vivo.
Ecco che lo ha fatto.

Egregio Arias,

mi piacerebbe sapere se guesfo è uno pseudonimo o meno e se è dimagrito dall'ultima


foto apparsa su CQ, parecchi anni fa.
Mi sono premurato a scrivere non appena ho letto Ie nelandezze di Stefano D'Amico il
quale oltre a usare il mio nome, anzi il mio cognome senza autorizzazione da parte mia, se
ne serve per scroccare riviste e " dare una picconata " (anzi'pÌccÌttataì sulle Gengive
Reali; quanto all'infarto non è vero, i danni morali ecc. ecc. sono tutte sciocchezze, I'unica
cosa vera è che purtroppo gli ho insegnato a tehere in mano un saldatore e adesso /o usa
per rovinare ciò che monto io: per esempio Io schema di pagina 1654era una commutazione
elettronica a RF per lineari CB, basta infatti cambiare i led con un relay...
dicembre 1976 ?0?g-
in esilio
sperimentare

Ma, bandoalle chiacchiere,vorrei approfittaredi questa,let.tera,che.soprattuttoera uno


sfoiqonon indÌrizzatoa Stefanotanto'ormaiIa picconatachÌ l'ha avutal'ha avuta...per man'
daré qualchescheminoe non precisamentesoltantoper Ia gÌoia di vede.rlo .pubblicato'
Si traîta di un WlJlwl!ìqLft circa.,chepuò servire come segnaledi chiamataper
baracchini o coffiltoié-Ai segnali, il funzionamento e se il transìstor
è immediato
;;";;;; scaldare troppo si può catibiare la resistenza da 100 kQ con una piit alta; va bene
qualsiasitransistotpurché sia NPN.
+9v
400
K4 {z,YK+

4L,?Kn
,lKr
4t<*
pF (0,1trtF)e, oltre a esseremolto utile, costameno di due
I condensatorisonoda 100.000
Iitrì di lurida benzina.
litrò schemamolto semplicee di grancleefÍetto su chi di elettronicanon se ne intende:

h00rL
fF

{-av 4^t '1,(


Pio
f,FTE
4h.w Distinti e ossequiosisaluti
4 ul a \ d PippoPiccitto

Dunque,si sono io quellodella foto e sono un po' dimagrito:.mamica ero grass.o,.no?


soltantopel Ia gioiadi vederlopubblicato"'
F"i rió"'t" capitola fiase " e non precisamente
E per cos'altro,allora?
Mah! Che gente ermetica!

RPLUS COMPONENTS
-
t- t-I
, t t
- I I I-
H t l
(PG) f rALY - TEL.07s I AA2127
sperimentare in esilio

Beh, in effetti il poeta ci mancava.


Oddio, c'è qualche licenza poetica come /ò invece di I'ho, un pò con l'accento invece che
po' con I'apòcope (è " tagliato d2 poco
" " ") ma, insomma, può andare.

.tgrusurPato Ari;: s À[arccl1o t


1e sottopongo un progetto nolto bcLlo
che se' Lei esaminare 1o vorrà I
di sicuro Pubblicrre 1o farà.
Si tra-tta dí un pra.nplificator ull pò speciale
percbé iI rumore tend'c a LesinaÎè t
é coroposto ùi un solo ti-bi-a
-^d.i ten f2 dB nxcor più il runorè srqorzerà'
îS-un; rivista stre:ri-ore un pò 1ò scopJ-ezz'to
ma se ben prcsto 1r avets realizzalo ,
ll- risultato l-tè bel] c assicurato-'
+15u 4?nF
39x
2znF
3,31(

"ur (zo *'t)


L-,:T-I :
!ot< I Z,+< 2

= .r1.vy t*gu/ r;6


q,-u z+óforc R IAA P'( P'
A.m pe.k""î,.<- b-'*t.-tz'""o) It: 'looo .xt'
e , G.úeù/g.L Ù,or G I 4- * r-
s a-oltaRi++
pL a^ ft''g.r^tre | : : : : <^^ì-to
"in'^ if 4 d
1 dBd'atx'51aa
"a.lo-' v uluo6/""aJl -l /u;p'1r*r;"*
" ' - - - "
6= L3 I ..f . î ,*y t ^ . o r * ^ ó 5 0 \ s
ReproRro >rùazL /olìófnvdo 'll.L pce'otwg)^fc*tore I h -r'
0-*'7;a' Ìa'v>''b''Úuut*te
(l' as dB 6fiìnii -\i ,
""t-St .n+qt
ctL" ìóA tt"
?.*yù-' ). $l1ud.ioor1ncio*i
Dn vJ,recs'sUoese9/+cQ'84 4003? Se.sso$arconi 3O

assuna queIIa brutta


Aglved.erci , e non tf#
Arirs iLa !ia(r)ce11o , che aon é nientc , ne vedrèr
ai piil brutte
ft^*À; &'^rt()
'**:*
N4w +o{è .
Un sacchetto di caramelle e un abbonamento per il 1977 a Glaudio Lanciotti e vada felice.
t)k t)i. t)i.

Mentre scendo Io scalone di Palazzotrascinandodue o tre sperimentatorida dare ín


pasto a Fido,mi si getta ai piedi baciando.leserichevesti e lacrimando forte.un aspi'
delle RegieStalle: GabrielePiccinettida Roma:
iante al titolo di Regióaiuto-R'ibaltale,tame
Gentilissimolng. Arias,
Le ínvio Io schemadì u, van-
taggiosamentemodifìcato@entatori.suolseguacl' "!"_!?try..91"ere
Pér-il f unzionamentoè necessarloche dalla base dei tempí dell'oscilloscopioa cui è appli'
cato si possaprelevareil segnaledi rìtraccia.Nel mio, un TES0366,non essendociin ori'
gine quèsta póssibilità,mi sónocollegatocon un condensatore da 0,47ltF 400Vr al gruppo
"AC
aà catodo di uno dei due triodi dét multivibratoredella basetempi, cioè al punto dove
è collegatoC,onello schemaoriginale.Per controllarese il se.gnalepre.l.evato .è della.gÌusta
polarití,Io si'inietti nell'oscìllolcopiostesso,e si dovrà vedereuna llnea obliquada sini-
'stra
ìn alto a destra in basso.Nat'uralmentecon un po' di prove ciò è possrór7eper ogni
oscilloscopio. AIle uscitedel 5N7473si avrà un segnaledi frequenzamet.àdi.quellofornito
dalla basétempi, ed ìniettando/o sfesso nell'osciiloscopio si vedrannodue linee parallele.
dicembre 1976 A)31 -
sperimentareirt esilìo

Se esse avessero verso il centro dei tratti verticali ben visibili, vuol dire che il seqnaíe
di sincronismo prelevato dall'oscilloscopio non è della giusta polarità. Si dovrà allora óerca-
r-e un altro punto di prelievo oppure spostare l'uscita del fet separatore dal drain al source.
Se.il bistabile non commutasse alle Írequenze più alte dellà base tempi si modiÍichi il
valore di Cr.

SWITCH
EL€CTRONIC
schema elettrico

fî"*{l_.-{lsi'4Éló Òtl-r s"'},


9yL :ylc-: orrr:L

* LonA'
A4À€!t4aùb
'ln.rte,t àL \yú^lzll,6t'z^t"4' I e tt'Í t/
Jcr.r..e*
-f,lt
{lomtr 9 : BctDl e j.u*tg ; etcw)tt- b Qn,urlu

{r@ Rr
Drl 1ú, b 'l v
a,t +s,ttt
16r c,l
c { vALORt tfl ^,il6RoFAA4D
SlLto I NDtcaìror,/E

R i V*uorr rN krt'olL !1o cà e"cz'aw-


'L
SALvo rrorcAzrorE R,zl 4w

L'alimentatore e il partitore di ingresso sono puramente indÌcatÍvi, e ognuno può scegliere


circuiti di suo gradimento. Comunque va ricordato che il partitore deve essere compensa-
to e che il ripple dell'alimentatore non deve superare i20mV.
Ringraziandoia sin d'ora per la sua gentile attenzione Le invio i piit cordiali saluti.

Gabriele Piccinetti
via Mondragone 1l
00179 ROMA
,
Ne vada il Piccinetti ornato del titolo cui aspirava e n'abbia merci per lire milia dieciotto
dal Fantini mercatante in Bologna.Per non fare la figura del Golfetto, sappia il sullodato
aiuto-Ribaltaletameche basta ordinare in cotal guisa al praticante mercatantia:

" Caro Fantini, con rilerimento a cq elettronica, sperimentare in esilio, pagina tot del
numero tot, sono io quel Pincopallino che ha vinto Lire tot.
Le ordino in conseguenza Ie merci sotto elencate.

Allego lire ... come difÍerenza tra importo dell'ordine e importo della vincita.

Per le bellegioie che non avessero ancora capito, potete anche ordinare per importi
superiori alla vincita: la differenza ve la pagate.
Capitolato?
' 2fù32 cq eletùonica
sperimentare
in esilio
Appresso.
Vi ricordate quel Mauro Venturini che da qualche mese tenta di farsi largo?
Beh, ha rotto le catene a morsi, ed eccolo qui, coi denti rotti, ma in palcosceníco.
Vai farfugliatore,che sei solo:

EccellentissimaMaestàet Munifico Regnante,

strísciando, similmente a verme, per i150 metri del salone di ingresso, oso umilmente
presentarle il parto della rnÌa mente malata, concepito in notti insonni e lezìoni scolastíche
sonnolente.
Trattasi di un e.spansoredi dinamica, ovverossia di un coso che, preso il segnale di ingres-
so,..se guesto è superiore a una certa soglìa regolabile, lo amplifica in misuta dipendente
dalla sua ampiezza.
A cosa serve tale aggeggio?
Se collegato, come nel mio caso, a un finale da 100* 100W effettivi e a due casse acv-
stiche ad alto rendimento, riesce dìscretamente a spaccare i timpani nei picchi musicali
spesso " appiattiti " per farli stare neì solchi dei dischi.
ll livello del .segnale in enttata può andare da 0,2 a 2v di picco. Dal momento che lo
schema (.vedi pagina .seguente) è chÌarissimo (ehm) passo a spiegare Ia dura lotta per
ridurre alla ragione il marchingegno, insomma Ia taraiura.
Collegata I'alìmentazìone (+ lS e -lSV stabìlizzati alla bellemeglio) ruotare tutto verso
massa i trimmers 1 e tutto al massimo il trimmer 4 e il potenziometro di soglia. Introdurre
poi in ingresso un segnale di 0,1 V effettivi e regolare i trimmers 2 in modo da avere in
uscita lo stes.so segnale. Mettere poi il comando-di soglia a 0 e regolare il trÌmmer 3 per
ottenere 0V in uscita a Ic4. Fissato il rapporto di espansione,cioè il rapporto tra i livelli
di entrata e di uscita in dB (consìglio un valore tra 1,2 e I,B); piu il vaiore è alto piit è
grande I'espansione.

:::
f-.**** S , t iia*er * €*í aàe* t*

4E
lr* *x+*r I
?í*r,**y

Fatto questo,si danno 10 giri ai trimmers I e si alza la soglia fino a che il segnale,prima
bruscamenteaumentato,inizi a diminuire e si tornÌ al guadagnounitario. Si iniettano in in-
gressoquindi0,2V (+ 6dB), O,qV(+ 12dBJe o,BV (+ 16dB).Agendosui trimmersI e
sulpotenziometrc di soglia,si dovrannoottenerein uscita6dB. R",12d8. REe lBdB .R"
dove Ruè il tapportodi espansione(con Rr:1,4 si avrannoB,4dB:0,263V; 16,8dB=
: 0,69V; 22,4dB = 1,32V.
dicembre 1976 203it -
in esilio
sperimentare

r è l

l.
t-.
r-1Fn' ìA I
I
Jo : ls
f
I
: F * (
s

t l
N
È
3 L

,_ 6)

j :
s \
= f
v f

.S - )$.
\s:

S . S
s s -
o s !

q q "
J
+ a+:
i:è
*

J9
+ l

- zau cq elettronica
sperimentare
in esilio

Sembradifficilema in mezz'orasi regolanoambedueicanalì. Adessosi può verificareche


per qualsÌasisoglia si salga per valori e lei superioril'espansioneavverràper /o sfesso
coefficiente.Ora col solito segnalein ingresso di 0,1V si regola la soglia in modo che inizi
àpp;.;a /'espansione, si regoià quindiil-trimmer 5 fino a far accenderedebolmenteil led
che indicala presenzadi un picco.Il trimmer4 regolaIa sogliaman mano che si desidera.
Cosi la taraturaè termÌnata.

Seai i;

l,eti ' t
r 4 & * *

Nell'uso ptatico, cioè ascoltando musÌca, si regola Ia soglia in modo che il led si accenda
negli attacchÌ di fortissìmo.
Così termÌna, o Sìre, la mia lunga e tediosa esposizione, spero di non meritarmi piit di una
trentina dì frustate.
Mauro Venturini
'n'ío['fl\!"
,urLt
P.5.1- Pergli ignorantichenonlo sapessero,
in questocaso:

dB- 20 1og,o-lJ

P.5.2 - llsate una calcolatrice (uno di queglÌ aggeggi con tanti tastini) per calcolare i
Iogaritmi.
P.s.S - ConsiglÌo vivamente trimmers multigiri; quelli surplus non costano molto.
P.5.4 - Che a qualcuno non venga in mente di sostituire il p,A723 con uno zener o si ren-
derà conto di quanto scarsa sla la stabilizzazione di tali infami aggeggini.

Lo spazio tiranno mi impone di chiudere a questo punto; al Venturini manderò una doz-
zina di integrati (sempre tutti uguali), così si da'una bella divertita.
>)(< >)k>)k>)i<
r){'')i'>)'í>)i< >)i<
>)i<
Pugni sul p'r'Íoroa todós e augurf per I'esseesse Natale. >)i<')(.')i<
t(.')(<

dicembre 19?6 2035 _


Sergio e il signor Rossi
tutto quello ghe vorreste sapere sul registratore

notedell'ing.SergioCatto (seguedal n. 1l /76)

Per verificare i concetti esposti nelle due puntate precedenti, esaminiamo una
commerciale.
apparecchiatura
La sceltaè cadutasu un Tandberg9000X.
I criteri tecniói adottati in questo re-
gistratore lo renderebbero degno di
una applicazioneprofessionale.
Naturalmente scelte di produzione in
tal senso implicano costi elevati.
La prova non sarà realizzata in una
maniera esclusivaménte tecnica ma
sarà il punto di partenzadi un discor- ,
so estendibile a ogni registratore. ì
ll lettore dall'occhiodi falco avrà cer-
tamente notato che al posto dei con-
sueti comandi a leva c'è una fila di
tasti; questi tasti non comandanodei '
semplici relè ma un complesso cir-
cuito elettronico di ben 17 integrati
logici che comanda tutte Ie funzioni
dell'apparecchio.
ln questo modo è impossibilefare ma'
novre errate, anche l'aver premuto due
tasti contemporaneamente viene inter-
pretato dalla " logica " come errore.
Credo che sarebbe il sogno del signor
Rossi, in quanto sotto ogni tasto c'è
u n a l a m p a d i n ac h e i n d i c a l a f u n z i o n e
selezionata.
Naturalmente.data la sua classe, c'è
possibilità di eco, prova di A-Test e
B-Test o, detto all'americana,di MO-
NITOR; strumenti molto grandi, tarati
in dB: insomma una grande sofisti-
cazione tecnica.
Bisogna aprire ora una parentesi per
quanto riguarda la parte meccanica.
Arrivati a un certo livello di costo il
movimento del nastro è regolato da
tre motori (a volte due): uno che
regola la velocità di scorrimento del
figura l2 nastro, e gli altri che sono adibiti alle
L'autore mentre sta sballando
funzioni di avanzamentoe riawolgi-
Il registratore impiegato per Ia prova. mento veloce.

Attenzioneperò a non giudicareun registratoremiglioredi un.altro per il solo


fatto che hà un solo mótore,vuol dire sdlo che sarà piÙ complicatomeccanica'
mente necessitando di frizioni,rimandi,eccetera...
Ouelloa tre motorisaràpiù semplicee robusto...attenzioneperò che il sistema
Oei Ouemotori veloci, se non reàlizzatoe tarato bene, porta allo stiramentodeì r
nastri, cosa che raramenteaccadenei monomotori.Un semplicecontrollopuò
óiiàró iàtto ptouundocon un dito la tensionedel nastro in avanzamento o riav'
-- cq elettronica
2006
Sergio e il signor Rossi

volgimento veloce:deve esserepressoch_ecostantesia alla partenza,sia quan-


"viene
do raggiuntala velocitàmassima.Portiamotutto nella posizionedi stop
à-riòoìtioitiàirola tensionedel nastro:se è fortementeteso è evidente che'a
frnòl àiiOui" il rovinerà
registratore i nastri,quindi la
rammentate o provadito ".
')(. t)i. t)'í

A questopunto diamo un'occhiataalle caratteristicheminime garantitefornite


dallaTandberg.Notiamoche è sempreindicatocome è stata fatta la misurazione-

SER|ES9000x
4-track SIGNAL/ al hqhesl
Technical specifications:') STERÉO TAPENOISE tape speed or eouivalenl LH taPe
DECK 2-lrack
4lrack 2 tack
POWER REOUIREMENIS 24012301115V rEc, A-curve. 3% distodionl - 65 dB 67 dA
Sor 60 Hz optional l E c , u n w e i g h ì e dR . Ms . 3 % d i s t o d i o n ) 5a dB 5A dA
olN 45511,weighted 60 dB 62 dB
D I N 4 5 5 1 1 ,u n w e i g h l e d 56 dB 56 dB
CONSUMPTION

IAPESPEED ips. 7l,irr(k CROSSIALK ATTENUAIION


al1000Hr
SPEEOIOLERANCEl
From.ecord amplilier at0 dB 0.5%
wow and FLUTTER,mai
from playbackamplilier
0.09% level 3% óat
From lape al0 dB record
Peah 0,15%
"1' i1, s' i t . p . 0.3 %
D I N 4 5 5 11
INPUIS M l c r r ) 2 0 0o h m / 5 0 p v - 1 0 0 m v
l.pul impedanc€/sensnrvtrY R A D I o : 5 0 k o h m / s m v1 0 v
t/1tp 006% L I N E .I M ó h m / 1 0 0 m v - l 5 V
31.i9. max voltaqe al4o0Hz.
weighled
0 . 2 1% (Phonoinputatl0ooHz)
F.M.S. 1'./"ip.

F F E O U E N C YR € S P O N S E RADTO:5kohm/o75V1
t\i P 30-25,000 Hz OUTPUIS
Min. load impsdance/vollage or powel LINE 200 ohmf 5 v
D I N 4 5 5 11 3l ! p 30-18.000 Hz H E A D P H O N E SI : o h m / 5 m w
17at.p. 3 0 - 1 0 , 0 0 0H z

7l"iP 30-22,000H2
lzdB 31,.i p. 4 0 - 1 6 , 0 0 0H z
1hi.p. 40- 9.000 Hz 3a
tFANStSIORS
A M P L I F I E RM O D E : 2 d I 30-22,000 H2

figura 13 fìgura 14

Wow e flutter sonQ misurati secondo due metodi: quello DIN 45511 e quelfo
R.M.S. ponderato (weighted).
Pure la risposta in frequenza è misurata con due standards differenti.
Una tafe abbondanzadi'dati è piuttosto rara, ma in questo modo sono possibili
confronti diretti con apparecchiaturele cui caratteristiche sono state misurate
secondo I'uno o I'altro standard.
come verifica ho realizzatouna serie di prove su un esemplare nuovo.
I risultati, usando un nastro BASF LPR35,sono stati più che soddisfacentiper-9h9
i minimi garantiti sono stati ampiamentesuperati, come si può vedere dai grafici-

grafico I

Rispostain riproduzione- Curva NAB


19 cm/sec
canale sinistroi +z,s / 4,5 dB da 50 Hz a 15kHz
- Canale destro : + 3 I -4'5 dB da 50 Hz a 15kHz
9'5 cm/sec
canale sinistro: *2,5 / -1 ,5 dB da 50Hz a 8,5kH.z
Canaledestro : *2 / -1 dB da 50Hz a 8'5 kHz
2ù37-
dicembre 1976
S e r g i oe i l s i g n o rR o s s i

gralico 2

RÌsposta incisionef riproduzione (0 dB : -10VU)


lecmf
sec'
- ì,'!!íif',r',/,-3fl8izili,:,z23fit1,
3zi3',?,
9,5 cm f sec
Canale sinÌstro: + 1 I ---3dB da 29Hz a l]kHz
- Canale destro : +1,5 / -3 dB da 29 Hz a 18 kHz
4,75 cm/sec
Canale sinistro: +2,5 / -3 dB da 46 Hz a I kHz
Canale destro : '12,5 / -3 dB da 39 Hz a 8,7 kHz

grafico 3

î-'",
o',,'

:t,,', 95:
O,.,

Distorsione armoniÒa (0 dB * - 10VU)


19 cm/sec
Canale sinistro : minore di 1,4 o/otra 40 e | 1,5 kHz
---:- Canale destro : minore di 1,1 o/otra 40 e 12 kHz
9,5 cmfsec

4,75 cmfsec
Canale sinistro: minore di 1,3 o/otra 40 e 7 kHz
- Canale destro : minore di 1,2 o/o tra 40 e 7 kHz

ll numero di testine usate in tutti i registratori di questa marca norvegese è


quattro.
S o l i t a m e n t en e i r e g i s t r a t o r id i c l a s s e e l e v a t an e c o m p a i o n ot r e ( e s c l u d i a m op e r
i l m o m e n t o q u e l l i s p e c i a l i c h e p o s s o n o i n c i d e r e e r i p r o d u r r ee n t r a m b e l e f a c -
ciate del nastro senza invertire le bobine o girare la cassetta e che possono
a r r i v a r e a d a v e r e f i n o a s e i t e s t i n e ) : u n a d i c a n c e l l a z i o n eu, n a d i i n c i s i o n e e
u n a d i r i p r o d u z i o n eq ; u e s t e u l t i m e d u e p o s s o n o e s s e r e c o m b i n a t ei n u n a s o l a .
I registratori TANDBERGutilizzano una quarta testina detta di CROSSFIELD.
_- 2038 cq elettronica
Sergio e il signor Rossi

LA TEGNIGA GROSSFIELD
Devo rammentarebrevementecome un Segnaleaudig posga essere traSferito su
un supporto magnetico.
Cor"'nel caso àelle trasmissioni radio, dove una frequenza audio viene sovrap-
portà, un'altra frequenza detta portanrte,cosi anche nelle registrazioni magne-
ticne e necessariauna frequenza portante'
ò"è"tà ir;q";;tt detia anbhe di'premagnetizzazione o bias ha però I'inconve-
nìént" di aitenuare le frequenze più alte della gamma audio'
p"i òttén"r" quindi una riéposta in frequenza lineare è necessaria una enfatiz'
zazionedelle irequenze alte tanto maggiore quanto più è bassa la velocità di
scorrimento del nastro.
i;-q;;ri; iondizioni ìe frequenze più alte possono raggiungere facilmente la
saturazione.

safurozl0ne

I
Íigura 15 T
I l--------:-.

I
í r
I
Curva di equalizzazione in ìncisione. I
Per saturazione si intende ìl livello al quale Ia I
d i storsione d iv iene udi bil e. I
,
RegÌ strator i conv enzional ì
Regi stratori con crossÍi eld

A : margine di sicurezza
T : il margine di sìcurezza è più grande Ci
l0 dB 7on conseguente dinamica (dyna'
mic range) Plù esfesa. \

,/
La tecnica crossfield (campi incrociati) usa due testine di incisione: una per
ie frequenze audio e una per la premagnetizzazione'
enfasi del
L'attenuazionedelle treqùeire piu'elevaté si riduce e la Gonseguente
é può essere ridòtta a soli 6 dB a 20'000Hz e 19 cm/sec'
""g"if
óìé iiéniri"u che con qr"rt" -s"ntu possono raggiungere livelli più. alti di
"ìit"t" ,si Oualche volta ven-
-.íò-
;;én]iÉ ;il" frequenze àlt" distorsione .apprezzabile.
qono enfatizzate ancnie il"qrènte basse: la- curva che si ottiene si dice

CURVA DI EOUALIZZAZIONE.
Quandosi registra, il campo magneticogenera'
to dalla testina d'incisione (record head) at-
traverso il traferro (gap), penetra lo strato ma-
gnetico del nastro in una zona molto ristret-
t-a: la zona d'incisione (recording zorie).
ll programma da .incidere fa variare il campo
magnetico cosi che una rappresentazionema-
gneiica del programma rimane sul nastro che
éi muove oàvaÀti alla testina sotto forma di
zone Più o meno magnetizzate.
ln riproduzione il prócedimento si inverte: le
zone magnelizzate del nastro scorrendo davan- /
Rectrding

ii rffu {e"stinadi riproduzione (playback head)


Zode

vi inducono delle tensíoní che, opportunamen- llrll


te equalizzate e amplificate, danno origine a
u n i e j é n a t ec h e è l ' e s a t t ar e p l i c ad e l l ' o r i g i n a l e '
203f1-------i
dicembre 1976 .-=-------.-
Sergio e il slgnor Rossi

Ferme restando le molte considerazionivia via


esposte, un miglior rapporto segnale/disturbo
può essere ottenuto aumentandoI'intensità del
Recording campo magnetico.
Zone Con la tecnica convenzionalesi ottiene però
tlrl u n a z o n a d ' i n c i s i o n e ( r e c o r d i n gz o n e ) a m p i a ,
cosa che rende difficoltosaIa registrazionedel-
le frequenze più alte.
Oltre a questo, come già ricordato, è neces-
saria una enfasi più grande poiché una cor-
rente di premagnetizzazionepiù elevata atte-
nua maggiormente le alte frequenze.
Aumenta così il rapporto tra frequenze alte e basse, ci awiciniamo maggior-
mente alla zona di saturazione, riduciamo i margini di sicurezza in modo pe-
ricoloso.
Con la tecnica CROSSFIELD, una testina magnetica in più, la quarta, è posta dal
lato non magnetico del nastro quasi affacciata aila testina d'incisione. ll campo
magnetico che agisce sul nastro risulta così formato dalla composizionedi due
campi e provoca una contrazionedella zona d'incisione (recording zone). Come
r i s u l t a t o n o n s i h a s o l o I ' e s p a n s i o n ed e l l a g a m m a d i f r e q u e n z a ,c o n m i g l i o r e
i n c i s i o n ed e l l e f r e q u e n z ep i ù a l t e , m a a n c h e u n m i g l i o r r a p p o r t os e g n a l e / d i s t u r -
bo e una dinamica (dynamic range) più vasta, vista la minore enfasi neces-
saria. Con il crossfield si può già parlare di alta fedeltà con velocità di scor-
rimento del nastro di 9,5 cm/sec. A velocità inferiori si eguagliano le' prestazio-
n i d e l l e m i g l i o r i a p p a r e c c h i a t u ra e c a s s e t t e ( s e n z aD o l b y ) . U n i c o g r o s s o i n c o n -
v e n i e n t e d e l c r o s s f i e l dè q u e l l o e c o n o m i c o :n o n s o n o t a i r t o i c i r c u i t i e l e t t r o n i c i
o le testine a costare, quanto la necessità di un accurato allineamentodi queste
ultime.
Parlando di testine, c'è da rammentare ancora una cosa: la larghezzadel tra-
ferro o gap è estremamente critica, e da essa dipende la massima frequenza
di lavoro.
Qualche costruttore tende a realizzaregap di un micron (un milionesimo di me-
tro) co4 owii problemi tecnologici.
In realtà una delle difficoltà maggiori è quella di avere un traferro costante nel
tempo, infatti in genere esso aumenta di ampiezza con I'usura.
Un modo per ovviare a questo inconvenienteè quello di realizzaretestine in
ferrite, materiale durjssimo che presenta forte resistenza all'usura.
Anche qui i problemi tecnologici sono molto forti.
Un altro metodo, brevettatissimo,è quello usato dalla Tandberg,che impiega un
procedimento costruttivo tale che il traferro rimane di ampiezza costante con
I ' u s u r a .A t i t o l o e s e m p l i f i c a t i v or,i p o r t o q u a l i s o n o i l i m i t i t e ó r i c i p e r l a m a s s i m a
f r e q u e n z a c o n t e s t i n e c o n t r a f e r r o d a d u e m i c r o n :- 1 3 . 0 0 0H z a 4 , 7 5 c m / s e c ,
2 6 . 0 0 0H z a 9 , 5c m / s e c , 5 2 . 0 0 0H z a 1 9 c m / s e c .

figura 19 Iigura 20
Testina Tandberg. Normale testina Iaminata.
Il traÍerro si mantiene costante sía a testina A testina nuova (N) il traferro varia da I a 2 g,
nuova, sia quando si manifesti usura. A testina usurata (U), varia da 4 a 16p..

B i s o g n a i n o l t r e r i c o r d a r e c h e , p i ù a u m e n t a i l t r a f e r r o , p i ù s i a b b a s s ai l l i m i t e
-'teorico
della frequenza massima riprod,otta.
Con questo non ho esaurito I'argomento, rimane il problema della scelta dei
nastri e della taratura del registratore per un dato tipo.
Sarà I'argomentodi una futura chiacchieratacon il signor Rossi. Salutoni!! FINE
- zMo cq elettronica
Pocheidee,
ma ben Gonfuser'
owero
come ttinsegno a progettare ...
Con il prossimomesedi gennaioparteun nuovopiogramma, non solo utile ma
affidatoa due inquietantipersonaggi,
molto divertenteper Io stiie di conduzione,
nuovi graditi Collaboratoridi cq elettronicar

I2GUS,Enrico Gastelli
l2GLl,Achille "Ghicco" Galliena
Gli speranzosi (esperanti) Autori vorrebbero trattare di volta in volta un pro-
getto partendo dai criteri base e sviluppandotutto il discorso in modo tale da
mettere ogni Lettore di buona volontà in grado non solo di realizzarequel pro-
getto capendo bene il perché di tutto, ma anche in grado di progettarsi da sé
altre apparecchiatureanaloghe.
Si parte il prossimo mese con il tema: progetto di un ricevitore per i 144FM.

concq eletfronioa
AVANTI

L. É.00$
GGl
Questo telecomando permette di
azionarc a distanza pofte elettriche
o alîri dispositir)i. Il complesso, di
'alta afridabilità, è insensibile ai
disturbi. Il suo raggio di azione
và da 40 a 120 metri. L'uso
diunacombinazionediJic- *.*
f
impossibileI'azionamento
del ricaitorc
da parle di estrunei.
in vendita presso le sedi GBC

dicembre 1976 204.1-


strumenti e misure

lmpariamo
a usare I'oscilloscopio

GianniBecattini
Mi ricordo di avere Spesso letto la frase: o arrivati qui, Ia taratura Ia si esegue
con un oscilloscopio;chi I-oposslede sa come usarlo...''
Questo discorso mi aveva sempre lasciato perplesso; fatto sta che quando riuscii
a comprarmi il primo oscilloscopio,privo di manuale, dovetti faticare non poco
per capirecome si usasse.
i n ì t i t " ' d i r e c h e l a d e s c r i z i o n ed i u n o s c i l l o s c o p i oe r a f a c i l i s s i m a d a t r o v a r e :
à e i i e J s i o n ed, e n t e d i s e g a ,t r i g g e r ,e c c . m a n i e n t e c h e p a r l a s s ed e l l a u t i l i z z a z i o n e '
Non vorrei dare qui uni Oesciirione per esperti, bensì rivolgermi proprìo ai prin-
c i p i a n t i o a c o l o r o c h e s o n o g i à u n p b ' a v a n t i m a n o n t r o p p o ' - E s a m i n e rpòe r t a n t o
r o l o l " u t i l i z z a z i o nbi a s i l a r id i - q u e s t o ' p r e z i o ssot r u m e n t od i c o s ì v a s t a a p p l i c a z i o n e .
per
Una certa conoscenzadelle tecniche di misura è il necessario presupposto
m i g l i o r a r ec o n t i n u a m e n t ei l p r o p r i o l i v e l l o t e c n i c o .

Osservazioni sull'acquisto di un oscilloscopio


V a l g o n o l e s e g u e n t i " r e g o l e a u r e eD :
(BF, circuiti
1) Avere ben chiara I'idea di cosa si inte'ndefare dello strumento
d i g i t a l i , u s o g e n e r a l e ,e c c . ) .
2)- Non fidaréi ciecamente delle caratteristichedi targa'
Voglio citare un caso personale: già in possesso di un certo oscilloscopio pro-
teilionale, ho deciso di sostituirlo con un vetusto TEKTRONIX545 sensibilmente
inferiore al primo quanto a caratteristiche dichiarate. In pratica si è rivelato in-
còmparabilmente m i g l i o r e .S i r i c o r d i c h e m o l t i f a t t o r i s i r i l e v a n os o l o c o n I ' u s o
d i r e i t o . O u i n d i :d o c u m e n t a r sbi e n e p r i m a d e l l ' a c q u i s t o
Sl a'r"uto offre talora buone occasioni ed è possibile acquistare un discreto ap-
parecchiousato al prezzodi uno nuovo mediocre.
Àttenzione ai " bidoni " {sia nel nuovo che nell'usatol.

di un buon oscilloscopio
Garatteristiche
Sapendo quali caratteristiche ha un oscilloscopio professionale sarà più facile
acquistanneuno che soddisfi alle esigenze.
Esaminiamole.
Bandà passante - Almeno fino a una decina di megahertz.corrispondenti a un
tempo ài salita di 35 ns. ll tempo di salita cayatterizzala qualità dell'amplificatore
verticale.
Tra banda passante e tempo di salita i,ntercorrela relazione
bwXt':;1
dove bw è la larghezzadi banda in Hz, t. il tem'po di salita in secondi e K una
costante che vale-circa 0,35. Una buona banda passante significa un buon tempo
di salita (ossia un tempo breve) e quindi permette di analizzaresegnali aventi
ironti molìo ripidi, comò le onde quadre. La banda passanteviene indicata entro
presentato
S d É , i f c h e v u o l d i r e c h e , a l l a f r è q u e n z am a s s i m a ,i l s e g n a l ev i e n e
circa un terzo minore di quel,loche è in realtà. Nelle misure accurate conviene
sempre pertanto tenersi ragionevolmentelontani dai limiti di banda'
cq elettronica
- 204,2
lmoariamoa usare I'oscilloscopio----

ÍYPÉ 545 oSCII{.0SCOPE


rdalN !wEf P , ! . . ., . . , . .
T tîÀ&r!'*r

".".1!f'Í,7';..

t14! útr t+Q*rtcFéTAtÈt5

**** *tatr14
í4.& ti:.::7+

ry

w - ?*JAEI' 4e;l : t'- e1A+*

. j.'t

{#
w
figura 1

L'oscilloscopio.Tektronix 545, rappresentante di una delle più gloriose lamiglie di oscilloscopí'


l'[a-iéktronix
a JJ/J4.
è una prestigiosa fabbrica di oscilloscopi e il suo nome è universalmente famoso.
tl SAS, u distanza di circa 20 anni dalla sua fabbricazione, è tuttorc un validissimo strumento da
Iaboratorio di ottime prestazioni.
2043 -
dicembre 1976
I m p a r i a m oa u s a r e I ' o s c i l l o s c o p i o

Sensibilità - Un altro dato importante è la sensibilità dell'amplificatoreverticale,


ossia la minima tensione in grado di far deflettere la traccia di 1 cm.
f l Tektronix545, per esempio,dispone di amplificatoriverticali a cassetti (plug-in)
e la sensibilità dipende dal cassetto usato. L'uso dei cassetti permette una grande
v e r s a t i l i t àd e l l ' a p p a r e c c h i o
n e l l e p i ù d i s p a r a t ea p p l i c a z i o n i S
. e n s i b i l i t àm e d i e e
Sufficientinel maggior numero di casi sono di 10 mV/cm.
lndispensabile,in ogni caso,l'attenuatorecalibrato che indica di quante volte viene
attenuato il segnale ,per procedere a misure di te,nsioneaccurate.
Linea di ritardo - utile ma non necessaria è la linea di ritardo. Essa serve per
portare il segnale di deflessionealle placchette del tubo con un certo ritardo per
d a r e i l t e m p o a l l a t r a c c i a d i i n i z i a r ei l s u o m o v i m e n t os u l l , os c h e r m o .E ' p o s s i b i l e
cosi osservare dei gradini molto ripidi anche aventi un lungo periodo di ripetizio-
n e a l l a m a s s i m av e l o c i t à d i s p a z z o l a m e n t o( v e d i f i g u r a 2 ) .

figura 2

Linea di rìtardo.
Nel caso a) (senza linea di ritardo) non è
possibile osservare il Íronte di salita dell'im-
pulso applicato, mentre nel caso b) il ritardo
introdotto dalla linea permette una osseNazio-
ne Derfetta.

Base dei tempi . La base dei tempi (sweep) prowede il segnale a dente di
sega che, applicatoall'amplificatoreorizzontale,fa muovere il pennello elettronico
i n d i r e z i o n ed e l l ' a s s eX . A n c h e l a b a s e d e i t e m , p iè q u a s i i n d i s p e n s a b i l ec h e s i a l
calibrata (ossia per ogni posizione della manopolasia riportata I'indicazionecor-
rispondente tempo/cm). Si diffldi delle scale riportate intorno a potenziometri
a n z i c h éa c o m m u t a t o r i ,m e t o d o e m p i r i c o e d i s c a r s i r i s u l t a t i .E ' b e n e a v e r e a d i -
s p o s i z i o n ei l m a g g i o r n u m e r o p o s s i b i l e d i s c a t t i n e l c o m m u t a t o r ed e l l o s w e e p .
La massima velocità di spazzolamentodovrebbe essere tale da permettere la vi-
sualizzazionedi un periodo completo di un'onda sinusoidale avente la massima
frequenzaconcessadall'amplificatoreverticale. La velocità minima invece è meno
importante, benché sia utile disporre anche di sweep molto lenti (il 545 arriva
a 1 2s e c / c m ! ) .
Single sweep . ll single sweep permette di far partire un solo dente di sega
su comandodi un pulsante o del trigger. Negli oscilloscopi comuni serve solo per
poche applicazionicome per esempio per la fotografia.

Base dei tempi ritardante . ll Tektronix 545 dispone di una seconda base dei
tempi detta ritardante (delayingsweep) che permette di osservarepiccole porzioni
d i u n a i m m a g i n e .l l t r i g g e r , a n z i c h éf a r p a r t i r e l a b a s e d e i t e m p i p r i n c i p a l e ,f a
partire quella ritardante. Do,poun tempo prefissato,parte la base principale.
La figura 3 illustra questo utilissimo accorgimento,purtroppo limitato ad apparati
p r o f e s s i o n ai .l
Se Ia base dei tempi ritardante è fornita di un verniero calibrato si possono effet-
t u a r e d e l l e p r e c i s e m i s u r a z i o nd
i i tempi.
- 2044 cq elettronica
lmoariamoa usare I'oscilloscopio--

qui awene
Íigura 3 il trygering
€b//aóase
Base dei tempí ritardante. rfefdante
Quando si vuole esaminare una piccola porzio'
ne di un'onda alquanto complessa si ia partire
Ia hase dei temiì principale non subito, quan' base ritardante prircipete
tr8ger base
do avviene il triggering, bensi con un certo
ritardo determinato dalla base dei tempi ri' Empritrrciante
fi
tardante.
Si possono così apprezzare delle lrazioni pic'
colissime de! display. Llfffol,i*"'n*,n
denfe dl sega
de{la óe-se prr?opa{e

Trigger - come già detto all'inizio, darò per scontate certe conoscenze sul
Íuiz'ionamento deii'oscilloscopio e quindi immagino che ognuno sappia cosa i)
un trigger. Parlerò invece dell'uso dei comandi qhe-go1q11q1o-iltrigg-er'^--
Generàimentedetti comandi sono: < SORGENTEDEL SEGNALEPERlL TRIGGER"'
di solito a tre Posizioni:
fXf - [ieféva il segnale di trigger dall'amplificatoreverticale (posizionedi solito
usata);
EXT - preleva dall'esterno un impulso per -far partire Io sweep,;
tlnf -'preleva il sincronismo daila rete ed è utile per avere displays molto sta'
bili in iorme d'onda legate alla frequenza dei 50 Hz della rete'
Éoi anUiarnoil " FROÙTEDEL TRIGGER" (in genere è indicato con " trigg-er
possibile selezio,nareil fronie su cui awiene lo scatto della
"l òòt quate è - (fronte di'
Uulu A'"i tempi, e hà due posizioni: * (fronte ascendente), o
"iopé
scendente)
Troviamo ínoltre il " MODO Dl TRIGGER" dotato per solito di tre posizioni:-
AUTO - Posizione di funzionamento automatico, consente di avere un display
anche in assenza.disegnale all'ingressodell'amplificatoreverticale. Consente una
iàttiguiariòne sta'bilu tia qualchi hertz e alcuni megahertz. E' la posizione piÙ
usata nel normale funzionamento'
D C - P o s i z i o n ei n c u i i l t r i g g e r r i s p o n d ea n c h ea l l a c o r r e n t ec o n t i n u ao m e g l i o a l l e
variazioni rnolto lente.
nò - tf trigger risponde solo alla componente alternativa. Altre posizioni 'di
sono
uràt" É". r"ódere il trigger sensibile soio alla componentealtennata frequenza
superiore a una certa fo'ó per sincronizzarea frequenze.assaielevate.
É;'inoliré poJ"inite, in"ogni oscilloscopio,far vaiiare il punto in cui awiene lo
icattò a tónsioni più o ùeno positive o negative, tramite il " LIVELLSDl TRIG'
Poiché in gieneretale potenziometroieca i segni. * e ,, si faccia atten-
GfR ".'r'non
ion" óontdnaerneil significato con il * e - del comendo " FRONTEDEL
TRIGGER ".
frrfà"ti" if primo stabilisce il valore di tensione che fa partire il trigger, il secondo
selezionail fronte di salita o quello di discesa.
fi'
Ééi unu più intuitiva spieòazidne delle varie funzioni indicate si vedano le
gure 4, 5, 6, 7.

figura 4
Molto intuitiva questa immagine ispÌrata, come le altre,
a un manuale della Tektronix.
In inglese . trigger , significa grilletto e Ia sua azione
è quella di . sqarcte ' uno sweeq.
.-n^
sqgnale fnggr anfe

dicembre 1976 2045-


lmpariamo a usare I'oscilloscopio

fruúedel trtgger

o.@ formeottenuteco{
controllo del livello del trPg.
ne(a regbrc -

livello del trigger


figura 5
Elletto del comandoLMLLO DEL TRIGGER.
r ,(,
II comando FRONTE seleziona il tratto in cui
awiene il triggering (ascendente o dìscenden-
teJ mentre il LMLLO fa' si che il triggering
awenga nella parte superiore o in quella in-
feriore. @o
forme ottenuteol
Iivellodel trigger nella
regione+ ór.
@o. l[5'n*n

frmte del trigger

figura 6
';ini*,"/\J
Effetto del comando FRONTE DEL TRIGGER
r.*r"/1q-r"-
(trigger slope).
\
\ +l . A . - " l
\-/
frontedel trigger

trl-,r
de,arete l** /l
lígura 7

Il segnale che provoca Ia partenza dello sweep


viene selezionato tramite ìl commutatore SOR-
GENIE SEGNATETRIGGER.
n/-*A****L Jussg.

*"gkl
cotrÍnutatore
?:',&!,.
V

Si tenga presentecome regolageneraleche la cosa più importante,usandoil


triggerl è ottenereun buon disfllay:si procedaquindi per tentativi quandola
poélzione11auto> non dia buoni risultatio quandointervenganoesigenzedi tipo
particolare.
cq elethonioa
l m p a r i a m o a u s a r e I ' o s c i l l o s c o p i o. -

Ampliticatore orizzontale . L'amplificatore orizzontale è meno critico del verti'


c a l é e l a s u a b a n d ap a s s a n t eè m o l t o m i n o r e .U t i l e I ' e s p a n s o r ec a l i b r a t od e l l ' a s s e
X, quando si vogliano esaminaredettagli di una forrna d'onda.
Tubo a raggi catodici (solitamente indicato con " CRT ", Cathode Rays Tube) -
Non è importantetanto la dimensionedel tubo quanto la nitidezzadella traccia e
la focheggiatura.Si fabbricanotubi con fosfori aventi diverse caratteristichedi per-
e .n a p e r s i s t e n z au n p o ' l u n g a m a n o n t r o p p o è r a c c o m a n -
s i s t e n z a - d e l l ' i m m a g i nU
d a b i l e ( 1 s e c ) m a d i p e n d e u n p o ' d a i g u s t i ò d a l l e n e c e s s i t àp e r s o n a l i .L a m a s -
sima attenzione deve essere posta per non |asciare la traccia troppo lum'inosa
nello stesso punto: il fosforo potrebbe bruciarsi con una certa facilità. E' sottin'
teso che un oscilloscopioche non dispone di un reticolo calibrato sul tubo deve
essere consideratopoco più che un gio,cattoloperché non permette di effettuare
n e s s u n am i s u r a z i o n e .
>)i< >:l' :;i'

Q u e s t a , i n g e n e r a l e ,u n a p a n o r a m i c as u l l e c a r a t t e r i s t i c h ed i u n o s c i l l o s c o p i o .
Vediamo ora come si effettuano le principali misurazioni'

Le sonde (probes)
Quando si vuole esaminareun certo segnale è necessariofar sì che la presenza
del cavetto che coltega il punto del ciróuito da cui stiamo prelevando il segnale
stesso all'oscilloscopio non alteri il regiime di funzionamentodel circuito me'
d e s i m o . l n m o l t i c a s i è p o s s i b i l ec o l l e g a r s id i r e t t a m e n t et r a m i t e u n n o r m a l e c a '
vetto: I'impedenzadi ingresso dell'oscilloscopioessendo piuttosto elevata (9e-
neralmente 1 MO / 20 pF) non provocherà alcun disturbo. E' necessario conside'
rare però de'i casí in òUi la cafacità del cavetto e quella di. ingresso dello stru-
mentò possono alterare le condizioni di funzionamento del circuito in esame.
Si usano allora le sonde caratterizzateda una notevole impedenzadi ingresso
(10 MO l7 pF). Per solito tali sonde attenuano il segnale s-econdoun fattore
i n O i c a i ó ' s u Í l as o n d a s t e s s a ( 1 x , 1 0 x o 1 0 0 x ) ' P r i m a d i e f f e t t u a r eq u a l u n q u e
misura bisogna tarare la sonda con I'aiuto del calibratore.
La figura I mostra come si fa.

figura I
Regolazione d el I a sonda.

Prelevando Ia tensione del calibratore tramite


Ia sonda essa pofrà apparire come in a, b o c.
Se compare come in b, tutto bene, altrimenti
dovremo azionare I'apposito registro presente
E] E] E] sulla sonda fino a riportarsi, dalla condizione
a o c a l l a b .

Misura di una tensione


Ciò che vediamogeneralmente sullo schermodi un oscilloscopio è la rappresen-
tazionegraficadell'andamento di una certa tensionenel tempo.
ln termiii matematiciil displayrappresenta il graficodella funzion" j

v : f(tJ.
Cosavuol dire ciò?
Vuol dire semplicemente che sull'assedelleX (quelloorizzontale) è riportatoil
tempo e sull'assedelle Y i corrispondenti valori di tensione.
del valoreistantaneo,
E' pbssibilecosì eseguiredelle misurazioni del valorem'as-
simo di una tensionè,come pure il valore della sola componentealternativa.
dicembre 1976 2047-
lmpariamoa usare I'oscilloscopio

trgura v
Ecco un casselio dell'oscilloscopio Tektronix 545 (amplificatore diÍferenziale).
ll metodo dei casseffl è veramente ingegnoso e permette di ottenere la più grande flessibilità
di impiego.
- 2048 co elettronica
lmiarlamo a usare I'oscilloscopio-._--

Quando si misura una tens,ionesi devono tenere presenti le seguenti regole:


1 ) E f f e t t u a r em i s u r a z i o n is u u n a ' i m m a g i n ed i d i m e n s i o n im a s s i m e p o s s i b i l i : g l i
errori di osservazione saranno per c.osì dire " diluiti D su una ampíezzamaggiore.
2) Stare attenti a non misurare anche lo spessore della traccia.
3) se I'oscilloscopiodispone di comando di .attenuazionecontinua (ossia a po-
tenziometro) porlo nella posizione calibrated" (per solito tale posizione'si
"
trova in senso orario a tutta rotazione)

Misura della componente alternativa - Molto spesso capita di dover misurare


una tensione alternativa di piccolo valore a cui è sovrappostauna tensione con-
tinua di valore relativamente grande. Per misurare il valore picco-picco di tale
parte alternata si opera cosi]. .
1) Porre il selettore di ingresso dell'amplificatoreverticale in posizione AC; in
questo modo si interpone in serie all'ingresso un condensatoredi blocco per la
corrente continua;
2) Misurare con I'aiuto della grigliatura del reticolo la distanza in centimetri (o
in divisioni quando I'attenuatoredi ingresso sia tarato in V/div anziché in V/cm);
3) Moltiplicare il valore ottenuto per il fattore di attenua2ionedi ingresso;
4) Moltiplicare il valore ottenuto per il fattore di attenuazionedel probe, qualo-
ra se ne faccia uso.
ll valore così ottenuto è [a tensione richiesta.
ESEMPIO: distanza misurata 3,2 cm; attenuazione di ingresso 0,5V/cm;
3 , 2 X 0 , 5 - 1 , 6 V ; f a t t o r e d e l p r o b e 1 0 X 1 , 6X 1 0 : 1 6 V .
Se la tensione è sinusoidale,si può risalire al valore efficace (moltiplicandoper
0,707/2) o al valore medio (moltiplicando per 0,63712).

Misura dei valori istantanei (e tensioni cc) - Per effettuare tali misure bisogna
in primo luogo stabilire una linea di riferimento. Generalmentetale linea corri-
sponde al potenziale di massa. Per stabilirla si pone il puntale della sonda a
massa e si agisce sul comando del posizionamentoverticale fino a far coincidere
la linea con una riga del reticolo. Effettueremotutte le misurazioni successive a
partire da tale linea. Ricordarsi di:
1) Non ritoccare il comando di posizionamentoverticale dopo aver stabilito la
linea di riferimento;
2) Controllare di tanto in tanto che le variazloni di regime termico non abbiano
fatto spostare la linea di riferimento;
3) Regolareil comando a scatti della base dei tempi fino a ottenere il massimo
" ingrandimento" dell'intervallo di tempo che interessa misurare;
4) Aiutandosl con il reticolo, come spiegato per la misura delle tensioni, misu-
rare la distanza intercorrentetra i due punti che interessano;
5) Moltiplicare la distanza ottenuta per il numero segnato dalla manopola dello
sweep (tempo per cm o per div];
6). Dividere il numero così ottenuto per il fattore di ingrandimentodell'asse X,
qualora il comando di espansionesia stato inserito.
ll numero così ottenuto è I'intervallo di tempo che si voleva misurare.
E S E M P I Od: i s t a n z am i s u r a t a 3 , 4 c m ; b a s e d e i t e m p i 5 0 m s ; 3 , 4 X 5 0 : 1 7 0 m s ;
espansore X 2; 170 X 2 = 340ms.
E' owiamente sempre possibile risalire alla frequenza dato il periodo tramite la
formula: frequenza: 1/periodo.
Un metodo più sbrigativo per misurare una frequenza è il seguente:
1) Regolare la base dei tempi per ottenere un disfilay di diversi cicli dell'onda
di frequenza incognita;
2) Porre il comando variabile dello sweep in posizione " calibrate.d";
3 ) C o n t r o l l a r ei c i c l i p r e s e n t i n e l r e t i c o l o ( i n g e n e r e é l u n g a 1 0 c m ) ;
4) Dividere questo numero per 10;
5ì DÍvidere il numero ottenuto per la cifra segnata dalla manopola dello sweep;
6) Moltiplicare il numero così ottenuto per il fattore di espansionedell'asse X
lse usato).
ll valorecosì ottenutoè la frequenza
cercata.
ESEMPIO: si contano 7,2 cicli. nel reticolo; sweep 50 ms; espansore X l;
7 , 2 / ( 1 0x 0 , 0 5 ) : 1 4 , 4 H 2 .
dlcembr€ 1976 zug -
I m D a r i a m oa u s a r e I ' o s c i l l o s c o p i o

Alcuni suggerimenti per chi ha uno strumento modesto

Chi non dispone di uno strumento di precisione potrà ugualmenteeffettuare delle


m,isureabbastanzaprecise con un minimo di ingegno e di pazienza.

Amplificatore verticale - Ci si serve di un calibratore, ossia di un apparecchio


i n i r a d o d i f o r n i r e p r e c i s e t e n s i o n i d i r i f e r i m e n t o .O g n i v o l t a .p r i m a d i f a r e u n a
mis"ura'di esegue la taratura del comando di attenuazionevariabile collegando il
c a l i b r a t o r ea l l ' i n g r e s s o .
R i p o r t o q u i l o s ò h e m a d i u n c a l i b r a t o r ea v a l v o l e ( o r r o r e l ) , m a d i n o b i l i o r i g i n i
( è q u e l l o d e l T e k t r o n i x ')

figura 10
Il calibratore.

''oo
J
n .r'l r
'1 lJ -.s
-17
'l
4
/-l e fl-'à - t < o *
v86sa

:l
p t
- l

; | "'**-
:l
")

Per tararlo si pone in " off " il co,mando" AMPLITUDECALIBRATOR" e si regola


il potenziometrosemifisso " CAL.ADJ," fino a ottenere 100V esatti tra il punto
" CAL.TEST.PT. " € massa. Resistenze precise e alimentazioni stabilizzate, ln
uscita si ha un'onda quadra a 1 kHz di buona precisione per tensioni tra 0,2 mV
e 1 0 0V .
Asse dei tempi - Stessa tecnica che per I'amplificatoreverticale. Questa volta si
usa un calibratore di frequenza di cui non vi do' lo schema essendone stati
p u b b l i c a t ii n g r a n c o p i a .
Trucco diabolico . Un metodo molto interessante che consiglio agli sperimenta-
tori è il seguente: collegare I'uscita del calibratoredi frequenzaall'asse Z
( m o d u l a z i o n ed e l l a t r a c c i a ) p e r o t t e n e r e d e i " t r a t t i n i n e r i " a i n t e r v a l l i d i t e m -
po molto precisi. Qualche problema potrebbe sorgere per triggerare la base
dei tempi calibrata. I vantaggi comunque sarebbero molti e vi invito, come mio
dovere, a sperimentare!
-.- 2050 cq elettrcnica
lmpariamo a usare l'oscilloscopio -__-

Doppia traccia - E' possibile realizzare dei choppers (commutatori elettronici)


per trasformare in doppia traccia qualunqueoscilloscopio.ln rivista ne sono stati
pubblicati dei molto interessanti e non esito a consigÍiarne,ai più esperti, la co-
struzione.
>)i. i'í ')i.

Altre misureeffettuabilisull'oscilloscopio
sono misuredi induttanza, di capacità,
di corrente,misuredel rapportotra due frequenze, misuredi fase,controllódella
modulazione, tracciamentodelle curve caratteristichedei dispositivielettronici
(transistors,tubi, ecc.), rilevamentodelle curve di rispostadi ricevitorio altri
apparati,controllodi amplificatoridi BF, e ancoramolte altre.

figura l1
Se ci si accontenta di una sola tiga 6 molto
più facile traslormare un oscilloscòpio. anche
economico, in terminale video per microcom-
puter.
Il display in Íigura è sfafo prodotto da un
CHILD 8/BS su un Tektronix 7613.

L'oscilloscopioè uno degli strumenti più utili. Chi fosse interessatoa saperne di
più sulle strltmentazioniin generale e sugli oscilloscopi in particolare,mi scriva
e vedrò di accontentarlo.Sarebbeauspicabileinfatti che I'api:assionatosi interes-
>)í<
>)'F'){.'l';:)i<
sasse Sempre più dell'importante campo delle misure.')í.')(.')i.')i. >){.
ì3:'){<')3
>)

ADATTATORE
DI IMPEDENZA
M.T.3OOO
L'Ml 3.000 è un.adattatoJ.e di impedenza che copre le
gamme radiantistiche con entro contenuto un watmetro bi-
direzionale e un commutatore per il collegamento a diversi
tipi di antenna o carichi in genere.

L'MT 3"000 può essere corsiderato cóme un ottimo mezzo


per ottenere il massimo trasferimento di potenza verso un
qualunque tipo di antenna.
L'MT 3.000 ha le seguenti funzioni:
1) Misura della potenza riflessa e sua riduzione a VSWR j:1
all'uscita del trasmettitdre.
2) Misura della potenza diretta del trasmettitore in Watts
in modo continuo.
3) Attenua la seconda armonica in uscita del trasmettitore
di circa 25-35dB a seconda del punto di accordo, eli- Specifica Generale
minando di conseguenza I'utilizzo del filtro ANTI TVl. da MHz a MHz Metri
4) Adatta qualsiasi tipo di antenna ai trasmettitori aventi
{
[ 3,s 4,0 80
impedenza di uscita fissa. |7.O 7.5 40
5) Prowede all'ottimo adattamento di antenne multibande. CAMPODI FREOUENZA \ 14,0 14.s 2A
6) Permette I'accordo preventivo del trasmettitore su ca- 21,0 21,s ls
rico fittizio. I
I26,s 28.0 f r
7) Adatta perfettamente I'impedenza d,ingresso di un even- \28,0 8.7 10
tuale amplificatore lineare in uscita-del trasmettitore. IMPEDENZAD'INGRESSO 50 Ohm resistivi
8) liduce la dlstorsione e quindi frequenze armoniche nei IMPEDENZAD'USCITA 50 Ohm con VSWR max 5 : t
Iineari con ingresso aperiodico. POTENZA
NOMINALE 4000WPeP-2000WDC
9) Elimina il riaccordo del trasmettitore quando si com- -- (r0+ 20 m)
muta I'amFfificatore lineare da ST-By a CipgnefE.' 2000WPeP-l(n0WDC
10) liuta a localizzare eventuali guasti comparando I'uscita (40-+ 80 m)
del trasmettitor6 tra carico fittizio e aritenna. PRÉCISIONEDELVATMETRO+ 5Y"
llJ Può commutare sino a quattro diversi tipi dl antenne DI INSERZIONE 0,5dB o meno, dopo I'adatt3-
PERDITE
. at trasmettitore oppure tre antenne più un carico fittizio. mentoaVSWRl:1
12) Può collegare a piacere le antenne direttamente al Tx DIMENSIONI 320x 360x 180mm.
o attraverso I'unità di adattamento. PESO Kg. l2

dicembre 1976 205t _


Gavalieri dell'Etere

vFo termica
a compensazione
da5a5,5MHz

I2FD,Federico Barbareschi

Garatteristichetecniche
C tensione di alimentazion€ 12v
O corrente assorbita 40mA
O gamma coperta . 4,980MHz
5,520MHz
O tensione di uscita su 50 O 0,2v"rr
a tensione di uscita a circuito aperto 0,85V.rr
a stabilità di frequenza <-r5oHz/h
. a deriva termica (+ 6HzfG
C livello ? armonica -40 dB
O livello f armonica. -55 dB
I livello rumore bande laterali < -70 dB

Perchéparlare ancoradi un VFO?


La realizzazione di un VFO è ormai nota a tutti e mi direte: visto che lo schema
è del tutto convenzionale che bisognoc'era di fare un articolo?
ll VFO è in realtà una realizzazioneinfida in quantoè facile da realizzarsie ancor
più facilmenteci fà crederedi funzionarebe'ne.
È poi...,diciamola verità, I'aver generatola RF vuol dire aver fatto battere il
cuòre del TX (o RX) e ci dà I'illusionedi aver vinto una battagliaimportante...
con pocafatica.
Ma I'abbiamopropriovinta questabattaglia?
Alla strumentazione Ia rispostal
Solo con accurateprovestrumentalie di fatica ti saltanoinfatti fuori difetti non
appariscenti d ciò irondime'no sufficientemente glavi da pregiudicare il buonfun-
zidnamentodelle apparecchiature servite dal VFO'

Per garantireun buon risultatoil VFO deve infatti:


- ràggiungerein breve tempo dopo I'accensione una elevatastabilità di fre-
quenza;
- là stabilitàsi deve mantenereanchese Ia temperaturadei componentiè sog-
gettaa variazioni;
- il tivellodel seg'naledi uscitadeve esserecostantesu tutta la gammacoperta;
- il segnalein uicita deve esserepuro,perfettamente si'nusoidaleed esenteda
armoniche;
- ,tutte queste caratteristichedebbonoessere mantenuteanche in altre uguali
realizzazioniin modo da ottenere un elevato grado di ripetibilità'
é zD52 cq elettronica
termicada 5 a 5,5MHz -
VFO a compensazione

articolo
Promosso
oL
I.A.T.G.
radiocomunicazioni

1/F
dicembrc 1976 2053 -
- VFO a comDensazionetermica da 5 a 5.5 MHz

Provepreliminari
Stabiliti questi obiettivi, ho dovuto effettuare alcune prove preliminari su un
prototipo per meglio conoscere il comportamento di un oscillatore al variare
della temperatura.
Ho voluto come prima cosa accertare quale componente era maggiormentecol-
pevole della deriva di frequenza al variare della temperatura.
l s o l a t i t e r m i c a m e n t ei c o m p o n e n t i p i ù s i g n i f i c a t i v id e l c i r c u i t o o s c i l l a n t e I i h o
riscaldati separatamentedi volta in volta nel campo compreso tra i 20 e i 70 "C.
C o m e e r a p r e v e d i b i l e ,I ' i n d u t t a n z ad e l l ' o s c i l l a t o r eè r i s u l t a t a d e t e r m i n a n t ep e r
almeno B0 -:- 90 o/odella deriva termica.
A questo punto ho voluto accertare il comportamentoalla temperatura di indut-
tanze awolte su diversi supporti come teflon, ceramici e toroidi della Amidon.
N e l l a t a b e l l a I s o n o r i p o r t a t i i d a t i r i l e v a t i i n q u e s t e p r o v e c o m p a r a t i v e ;s e n z a
compensazionetermica nelle prime quattro posizioni e con compensazioneter-
mica nella quinta.

tabella 1

tipo di induttanza

Amidon f50-6SF (giallo) filo @ 0,6 mm -102 Hz/'C


Amidon T50-2E (rosso) filo @ 0,6 mm -161 Hz/"C
Impedenza GBC Art. 00-741-04ceramico -276 Hz/"C
Supporto in teflon O 10, Íilo Q 1 mm +101 Hz/'C
Amidon T50-6SF (giallo) compensato + 6 Hz/'C

La scelta sarebbe caduta sul supporto in teflon in quanto presenta la pregevole


caratteristica di determinare una deriva di frequenza positiva (scaldando,la fre-
q u e n z as i a l z a J .
Questo comportamentodel supporto in teflon è interessantein quanto tende auto-
maticamentea correggere la deriva termica negativa (scaldando,la frequenza si
abbassa) determinata dagli altri componenti del circuito.
ll supporto ceramico è stato provato oltre che nel Qitato tipo della GBC in altre
versionisurplus.
I supporti ceramici presentanoil grave inconvenientedi non avere comportamento
termico costantee ripetibile.
Questo comportamentodei supporti ceramici può essere spiegato dal fatto che
ci troviamo di frorrte a un prodotto naturale e non di sintesi e quindi come... il
vino con caratteristichediverse di annata in annata.
Scartati i supporti ceramici, mi sono buttato sul toroide della Amidon T50-6SF
( g i a l l o ) c h e h a r i g o r o s et o l l e r a n z ed i p e r m e a b i l i t àe d i c o e f f i c i e n t ed i t e m p e r a t u r a .
A titolo di esempio il supporto T50-2E ha un coefficiente di temperatura di
9 5 p p m / ' C m e n t r e q u e l l o g i a l l o T 5 0 - 6 S Fd i 3 5 p p m / " C .
Dai dati in tabella si riscontra infatti che il supporto giallo ha una deriva di fre-
quenza Hz/"C chiaramente inferiore a quella ottenibile con I'analogo supporto
rosso.
Faccio un passo indietro per riportare una osservazionesignificativa sul compor-
tamento del supporto in teflon: quando si inizia a scaldare I'induttanza(a circuito
naturalmente ormai ben stabilizzatosi) per i primi 30sec si verifica una acce-
lerata deriva verso le frequenze basse, ciò awiene mentre si riscalda il rame
e s t e r n o ,q u a n d op o i i l c a l o r e r a g g i u n g ei l t e f l o n , s i v e r i f i c a u n a r a p i d a i n v e r s i o n e
di tendenzache diventa quindi positiva. Ouesta punta di deriva negativa nei primi
30 sec raggiungeanche con modeste variazioni di temperatura il kilociclo e oltre.
- 2454 €q elettronica
VFO a compensazione
tèrmÍcada 5 a 5,5 MHz -

E ora...bandoalle ciance;con il supportotoroidaleAmidongiallo,ormaitrion-


fatore,passoalla:

Descrizione dello schema

H o e l i m i n a t o i n n a n z i t u t t oi c o n d e n s a t o r a i m i c a s i a p e r l e l o r o d i m e n s i o n ic h e
p e r l a l o r o r e p e r i b i l i t àl i m i t a t a a i d e m o l i t o r id i r e s i d u à t i .
L'oscillatore.è.un c.lapp che funziona a primo colpo; la capacità c, è stata tenuta
al valore minimo di sicurezzaper consentire una reazione il più lasca possibile.
P e r e s e m p i o ,a b b a s s a n d oc 7 a 7 + 8 p F , I ' o s c i l l a t o r en o n i n n e s c ap i ù ; s e d o v e s s e
n o n o s c i l l a r ec o n C , a 1 2 p F p o r t a r l o a 1 5 o 1 g p F .
II segnale generato dall'oscillatoreviene trasferito con cro e R, alla base di or,
primo separatoreamplificatore.
ta cornbrnazionecr6-Ru è molto importante in quanto consente di non caricare
I'oscillatore a tutto vantaggio della sua stabilità.
Questo disaccoppiamentoè affidato a R, che è di ben 33 kO; se si ottenesse
questo effetto agendo solo su cro tenendo il suo valore molto basso, come molte
volte ho visto fare, si esal.tail trasferimento sulla base di Q2 delle armoniche
d e l l ' o s c i l l a t o r ec o s a p r o p r i d c h e n o n v o g l i a m of a r e .
Ho inoltre previsto due condensatoriG,1e c,, che posti in serie al condensatore
variabile consentono la copertura della sola gamma quando il suo valore supera
i 60pF.
I v a l o r i i n d i c a t i p e r C 1 e C p s o n o n a t u r a l m e n t ev a l i d i p e r i l s o l o v a r i a b i l ed e l l a
Paul Dau da me adottato.
I compensatoriCr e Crnsono ad aria e non possono essere usati altri con dielet-
t r i c o s o l i d o i n q u a n t on o n e s s e n d oN P Or e n d e r e b b e r oi m p o s s i b i l el a c o m p e n s a z i o n e
termica,
La compensazionetermica è affidata al condensatoreC, da 22pF NZ50 e al con-
d e n s a t o r eC , o d a 2 2 0 p F N 7 5 0 ; q u e s t ' u l t i m oè p o s t o i n s e r i e a l t r i m m e r a d a r i a
Ct, che regola quindi la " Quantità" di N750 da introdursi per ottenere la cor-
rezione desiderata.
La inevitabilevariazionedi frequenzache si determina, ritoccando il trimmer del-
la compensazionetermica G1a,viene facilmente corretta agendo sul trimmer Crr.
ll secondostadio Q3completa una perfetta separazionetra I'oscillatoree il carico.
Tra la base e massa di 03 è inserito il condensatoreC, da 33 pF NPO; questo
c o n d e n s a t o r ea i u t a a m i g l i o r a r e I ' a t t e n u a z i o n ed e l l e a r m o n i c h e e d è s c e l t o a l
valore di compromessoper evitare di abbassareanche il livello della tensione RF
a l v a l o r e f o n d a m e n t a l ed i 5 M H z .
ll segnale RF viene prelevato tramite il trimmer a carbone R,o da 470O dal-
I ' e m e t t i t o r ed i O , c o n p o s s i b i l i t àc o s ì d i r e g o l a r n ei l l i v e l l o i n t e n s i o n e d a l m a s -
simo sino a zero volt.
Dal cursore di R10il segnale RF viene trasferito a una doppia cella filtrante a
p i - g r e c oc h e c o n s e n t e d i r i d u r r e i l l i v e l l o d e l l e a r m o n i c h ea i v a l o r i i n d i c a t i a l -
I ' i n i z i od e l l ' a r t i c o l o .
Per farsi un'idea dell'efficaciadi questa doppia cella filtrante, che ha Ia frequenza
d i t a g l i o a c i r c a 6 M H z , l a s e c o n d a a r m o n i c a c h e è a t t e n u a t aa c i r c a - 4 0 d B
a l l ' u s c i t ad e l f i l t r o è a l s u o i n g r e s s oa u n l i v e l l o d i - 2 0 d B .
Questi dati sono stati rilevati con l'analizzatore di spettro modello 8558-8 della
H.P. lnfine è possibile leggere direttamente con un tester da 100mV f.s. la ten-
sione efficace RF in uscita con una lettura di 2,5 V f.s. (tester ICE 680-R) colle-
gandoloai terminali tp 3.
dicembre 1976 zù55 -
- termica da 5 a 5,5 MHz
VFO a compensazione

vFo 5 -+ 5.5 MHz

Tensìoni e cortentì
oI Qz o, '. Tensioni RF effettive

s 80mV B 2,0V B 5,8V tpl 40 mV


D 6,8V E 1,4V E 5,2V tp2 1 , 1 5V
G|.G2 0 v c 5,8v c 8 v tp3 0,85 V^",
l. 3,2 mA (calcolati) l" 10 mA, (calcolati)
Alimentazione 12 V
Tensione su 21 9V

C, 22 nF
c; 22 nF
C3 47V"F, elettrolitico Siemens, GBC GPF/47-16
Cn 100 pF NP?
C, 100pF NP?
C. ' NPO
c; t2 pF NPo
C8 68 pF NFO
Cs 22 pF N750
Cro 220 pF N750
C,, 68 pF NP?
C,, 12 pF NPO
CB 1 -+ 1l pF trimmer aria Dau Ges., STE280014
Cu I +- 11 pF trimmer aria Dau Ges., STE280014
C$ 12 + 324 pF variahile Paul Dau da (388) + (324) + (2 x 12) pF GBC 00/0168-00
C,o 100 pF NP?
C,, 100 pF NPO
C,,' NPo
Crn 10 nF
Cro 100pF NP?
C, l0 nF
C,, 33 pF NPO
Cr, 10 nF
Cro 10 nF
Cu 120 pF
C% 220 pF
Cr, 120 pF
Cr, 10 nF
crn 1,5 nF
Cso 10 nF
Cr, 2,2 nF passante Philips GBC 8A/0210-30
Cr, 2,2 nF passante Philips GBC 8A/0210-30
tutti cetamici salvo diversa indicazioine
* condensatori previsti (anche sulla piastra
del circuìto stampato)
per eventuali modifiche di gamma (valori da d.etetminare caso per caso)
-- 2056 Gq elettonica
VFO a compensazione termica da 5 a 5,S MHz _
Rr 82 dL (1 /2 W)
R, 220 dl
Rr 27 kdl
R4 lkQ
R5 6,8 kA e2
R6 2,2 kA Q, J-\rcl
R? 470 dt 40841 ( )
Rs 33kO
R, toÌdt B base o\/s
C collettore
E, lZOg, ttímmer a carbone GBC Dp/0451-47
Rn 100 dì E emettitore
Rn 270 dI D drain
Rn 56 kA G gate
tutte cla 1/3W salvo díversa indìcazione S soarce

Qr 40u1 RCA
Q, 2NSl4 Philips
O, 2N914 Philíps
o..o. ' LA) "
Dr AA119 Philips
D,. 1ZSA9,1 IR zvsri
D, 123A6,8 IR

1. p1s^sant.ei1 gomaq per.cavetto coassia/e uscita GBC GA/470


J, 470 gH, 40O SIE Delevan tífi47
J, 6.8 gH STE Delevan tít968
J, 6,89H STE Delevan tít968
L, 3,8ytH STE Amidon TS0-6SF32 spire @ 0.6 mm
supporti per transistori ( 3 pezzi) GBC GC/0310-00
radiatori di Qt, Q, e Q, ( 3 pezzi) GBC GC'/1011-00
terminali argentatì (fi pezziJ GBC GB|02B6-00
contenitore stagnato I2FD;
in alterna,tiva a questo: contenitote OTECO da 120x ll0 x 47 GBC OO/A0li-04
1 demoltiplìca STE 49A010
2 gommini STE 800019

A, alimentazione l2V
U, uscita RF
Cru al variabile ad aria Cru

Terminalicontrollo livellì tensioniRF


tp I tensioneRF base di Q,
tp 2 tensioneRF base di Q,
tp 3 tensioneRF uscitaeflicace(testerICE 6A0-R,
100mV î.s. = 2,SV f.s.

Osservazioni

." Per resistenze e condensatofi ceramici forare


con puila A 0,g mm.
'Ó Pet ottenere un buon cablaggio-pulito
e ordinato si consjg-lia usare condensatofi cercmici philips a
placchetta serie 2222629/670/6ab. lJsare rigoro,iamente N-p} e N7s0
dovè iiuiato.
'. Resistenzeda I/3 e ilzw della Beyschlag (GBC).
o l^condensatori passanti cil e cu sono da montare sul mio contenÍtorc oppure sull,oteco GBc
oo-03015/04.

" Viene goperta .19 gamma d" !,?9. a 5,52 MHz anche con un condensatore da soti 60 pF escludendo
Ct, e colle.sando il variabile direttamente a Ll tramite t'appos'iió ieimiiàte. péi tu-ioiàliirà
9':,,9 gamma
clella agire su C,r, per Ia compensazione teimica agíre su C,, in modo tale che innalzando
la temperatuta di 25'c Ia frequenza tenda ad alzarsi di clrca l50tii a fine ora.
. Bloccare I'induttanza L, medìante una vite in nylon da BMAx 12, testa cilindrica.
' Come supporto albero demoltiplicatore de! variabÌle usarc una boccola filet'tata
in ottone ilcavata
da un vecchio potenzÌometrc con albero da 6 mm.
' Tra 19 Íqne!-enz^eJ, e J; incollare con adesivo StabílìtExpress , della Henke!una placchetta scher-
"
mante da 15x8 mm in vetrorcsina ramata sulle due faccie.

dicembre 1976 2057 _


- VFO a compensazionè
termica da 5 a 5,5 MHz

su circuito stampato
Realizzazione

Ho disegnatoil circuito su carta lucida in scala 2 I I quindi opportunamente ri-


dotta (vedi figura1) e ricavataneuna negativaI'ho fatto riprodurreda un'artigia-
no locale;sul lato montaggio è stampataserigraficamente dei com-
la disposizione
ponenti(vedi figura2).
,loo

I I FI'
VFO 5 MHZ
' l9 7 6

oÈF

figura I
MH=. T X 3-10007
VF0 5+s,5
BARESC
BAR lllLAl{0
l{l FEDIRIC0'i"F.l{01A,59
Tal't2165a 25'4'76 fÍgura 2
4oo

l-
O

-g ld
A R
"'=F ;;; JI.. Ellì.""
s O
I
I
;g v
tL,":3,,i1,
. B,14 =à
?nóoi*,
tz
i * ; l I * i 1i " , *
o ',
"r".:_"

o " " o l ll ;
D 1r +
I
\ol
\ol
1t, "rc1
-"' o'*'"'or
nrccl

ii f-ft],:;;ll, :,li'",1' Ì -ìi l,*"o",


.Tr*.
lo .d ",lo ii,
*o l; Fl o ruìtrúrìo t-*tt
bi o
o .i *". o'o " J, +.
""r,
14 elettronica
VFO a compensazione termica da 5 a 5,5 MHz -

/La
basetta con i componenti applicati.

dicembr€ 1976 2059 -


- VFO a compensazione
termica da 5 a 5,5 MHz

Le dimensiond i e l l a b a s e t t ai n v e t r o r e s i n a( s p e s s o r ei , 6 m m ) s o n o d i f 0 0 x 6 2 m m .
Per chi lo desiderassemetterò a'disposizione la basetta già impressa che potrà,
. comunque,essere riprodotta in casa.
ll montaggio dei componenti è tradizionale e non richiede alcun particolare ac-
corgimento.
L'induttanzaLt su toroide Amidon T50-6SFha 32 spire filo a 0,6 mm smaltato
e va bloccata sul circuito stampato con una vite in nylon che ne assicuri la
rigidità meccanica.
Non impregnareo trattenere I'induttanzain quanto si rischierebbe di rendere in-
stabile la compensazionetermica.
La basetta può essere collocata sia nel contenitore commerciale della OTECO
Art. OO/3015-04della GBC che nel contenitore della fotografia che rappresentaIa
soluziorieottimale.
ouest'ultimo contenitore, ricavato da lamiera di acciaio lucida da 1 mm, è largo
87mm, profondo f03mm e alto z1 mm (misure esterne con coperchio montató)
ed estername.nte stagnato a freddo.
Nel contenitore trova posto il condensatorevariabile della Paul Dau già demol-
tiplicato e dotato di una ulteriore demoltiplica coassiale della STE Rit. qsooto.
La sintonia diviene così veramente dolce e gradevole.
Sul retro del contenitore sono collocati Í due condensatori passanti C3, e C32
che portano I'alimentazione;il segnale RF viene prelevato tramite cavettó coaé-
siale RGl74 passante attraverso un terzo foro posto in prossimità dell'ingresso
alimentazione.
ll contenitore C1 prevede quattro chiodíni zigrinati ai quali viene così direttamen-
te saldato il circuito stampato posto verticalmente e quindi predisposto alla ta-
ratura dei trimmers arlche a coperchio chiuso.

Messa a punto
Eseguito il montaggio e controllato che non vi siano errori nella scelta dei com-
ponenti Ie operazioni da eseguire sono:
- centraggio della gamma coperta;
* taratura della compensazionetermica.
. Per la copertura della gamma da 4,98MHz a 5,52MHz agire sul trimmer C13o
correggere se necessario di una o due spire I'awolgimento della induttanza L1.
Per questa operazione I'ideale è disporre di un frequenzimetro digitale o di un
ricevitore a copertura continua.
Rlesce comu-Rquefacile questa taratura effettuandola anche direttamente sulle
gamme decametrichea VFO già collegato al mixer.
Per la taratura .della compensazionetermica agire sul trimmer C1n.
A questo punto va ricordato che prima di procedere alla taratura della compen-
sazione termica è indispensabile scaldare sotte alimentazione per almeno due
cicli il VFo sino a temperatura di 70 "c per due ore e per almeno otto ore
a 60 "C.
Questa indispensabileoperazionepuò essere effettuata con un radiatore elettrico
o megfio in un forno termostatico e consente la stabilizzazionedelle caratteristi-
che di tutti i componenti.
Senza questa " bruciatura" la compensazionetermica diverrebbe precar!a e non
definitiva proprio perché i componenti non sono assestati.
La taratura potrà anche essere effettuata a VFO montato alzandone la temperatura
di circa 25 "C, naturalmente dopo una mezz'ora di funzionamentoa temperatura
ambiente.
Un metodo abbastanzapratico è riscaldare tutta I'apparecchiaturasopra un ca-
forifero funzionantea rubinetto chiuso nella prima mezz'oraidopo aver ben preso
nota della frequenza,aprire il rubinetto rilevando Ia temperatura in quel momento
e dopo circa un'ora nuovamente rilevare temperatura e frequenza.
Se tutto è a posto bene e la " bruciatur? " è stata effettuata raffreddando, si
' dovrà ritrovare con una approssimazionedi 100Hz la frequenza di partenza.
- 2060 cq elettronica
VFO a compensazÍone temica da 5 a 5,5 MHz _-

Lette quindi Ie rispettive temperature e frequenze iniziali e finali, collocando il


,bulbo del termometro in prosèimità di Lr, ritoccare quindi Cto c-hedovrà essere
se la deriva awiene verso una frequenza più bassa, aperto in caso contrario'
"hi.r.o
Ritoccare quindi C6 per mantenere invariata la gamma coperta.
Rip;i;i; l'óperazioiia due o tre volte sempre però partendo da apparecchiatura
fredda.
Ù"-i"o'i=io pronto che vi dice se siete sulla buona strada è che la frequenza si
deve tendenzialmentealzare riscaldando.
Se il trimmer C14è ben posizionato,si avrà un innalzamentodi frequenza non
superiore a 150Hz in un'ora di riscaldamentoed elevandola temperaturamisurata
vicino a L1di 25'C. Attenzione quindi non riscaldaretroppo rapidamentein quanto
per il diverso calore specifico dei componentidel VFO (in particolaredi Ll e C10)
fa temperatura,non salendo in ugual misura in tutti i punti, determinerebbeuna
variazione di frequenza a zig-zagdi difficile interpretazione.
Quindi scaldate lentamente e uniformemente: cosa che d'altronde awiene natu-
ralmente una volta montato il VFO nel vostro TX.
Per la messa a punto del prototipo io ho usato una camera termostatica in legno
abbondantementerivestita in lana di roccia nella quale sono annegate diverse
resistenze ceramiche.
Per farsi un'idea di quanto sia efficace la compensazionetermica, pensate che,
riscaldando di 25 "C a compensazione termica effettuata, lo spostamento di fre-
quenza non supera i150Hi in un'ora mentre nelle stesse condizíoni,ma sosti-
tuendo i due condensatori Ce,e C16che sono N750 con altri di ugual valore NPO
e quindi non più compensati,la deriva è di ben 6000Hz e oltre!

Applicazioni del VFO


Come avretecapito,sono sulla stradadi costruirmiun TX per le decamterichee
p e ri 2 m .
QuestoVFO,unitamenteal generatoredi SSBche cq elettronicami ha pubblicato
sul n. 12175,crea per battimentotramite delle basette mixer bigammai segnali
per tutte le cinquegammedecametriche.
I mixersper Ie decametriche sarannooggettodi un mio prossimoarticolo..
Per I'uso nei due metri il VFO copriràinvececon lo stessovaiiabileI MHz ov-
vero da 4,5 a 5,5MHz e verrà abbinatoa un VCO per il quale rappresentala
frequenzadi riferimento.
Ritorneròsull'argomento in un'altraoccasione
')1. >)'t >)'í

Ha partecipato attivamente a questa realizzazioneil bravo amico Maurizio Mala'


venda di Rho tanto appassionatoalla costruzioneche si è persino dimenticato di
farsi la licenza...per non perdere tempo dice lui!
Un particolareringraziamentoa l2GM che, oltre ai sapienti consigli, mi ha messo
a disposizione il proprio analizzatoredi spettro.

Strumentazioneusata per il prototipo


e Tester ICE 680R.
r OscilloscopioTelequipementmodello D66.
r Frequenzimetrodigitale autocostruito da l2GLl.
o Analizzatoredi spettro modello 8558-Bdella Hewlett Packard.
r Camera termostatica autocostruita.

AVANTIcon cq elettronica
dicembre t976 206t -
Coloroche deslderano
efÍettuareuna ínserzione
utilizzino il moduloapposito
o @4
offente e nichieste
e
@ copyright cq etetrronica ,1976

offerte GB VEilDO o CAMSIO MK 19 lt fsnztonanto con prcamoltf. a


1.60.000 Pony 6 ch.1.45.000 Jonson 23 ch. L.50i00 co Kad
telaio Birel motore Carelll L.80.000 opguro @mbio il tuto
YÍNOO itx fok.l PrW50245 W 23 ch. + !ilmcntrtor! moe
3 C . 3 4 d a 0 r l s v + r o l n o t r oZ G m o d . 2 m + s n t . î o À
C.P.ZodlakIn allumlnlol/4 h + palo 6 m6trl + microtu.nlr
CAUSÀ PASSAGGIO l{ con apparato 144 o p6r dócamotriche. M + 2lU + Mik6 oilginole + 30 motrt dt crvo Rc58 . Il
vendo staztone fissa compteta CB
composta da Pace 823 [Twint) 23 Ch AM-SSB S-]5W wat- Antonio Di Simono - iia Garibaldt 18. Césàno BGcone {Mt) - tufto perloccerionale prezo di L. zm.m tratabt!.
metro. Ros Ìncorporato + |JFO 27650-27750 + micro oream- I 4s8r033. EnricoAg@tino- vla Catrato12. 16124Gonovs.8 293794.
pllticato lurner SSB 2 antenna 1.? onds M. Magnirm I AUMENTATORE di nuovÉ conco:lone 9 pr€stazioni ecc6zlo- uluq 5IruXE complota: Tenko 46T il ch. + mlc. îumcr
RG 8 ' antenna bara m DV2? lullo L.290000. A oàne ven- nali, con tensrone r€golabile & 6 B 15Vcc - 3A, p.owisto + 3 + 50 mt. RG8 5 m*l di vita + c.P. con 6 mt. dt pslo a
d o l i n e a r e A p o l l o s 0 0 x 2 2 0 0 W l V O o OS S A L . r b O . o o o . dr voltmelro, prototo contro codoctrcuirt e sovraccarichi L. 200.000 inollre dlretlva HY GAIN + 35 m!. RGB + @r
V l r g i l i o E a l l e r i n i - v i a L P a n a f r o n i5 5 - 0 0 18 9 R o m s - A 3 6 6 1 5 8 0 . permanenti, sbal2j di alternata, protezioft terúlca. v6ndo a mutator6 c@ssiole (mal $ati!) ll tuto a L. t$.m.
VENDO RT.n Pony C878 23 ch.5war L,18,000. Conùassegnoi spese sp€dizione e imballo a mjo Mauro Senini - vi6 Satici 6 - 20t52 Milano - A (02) 49t3.
a L 90000 it barac
chino è nuovo usato poche volte, oppure cambio con Sommer
kamp TS 624 S - 24 ch. 10 W. Massima serieta e flseryatezza. Alossandro Russo - via M. Sattusío 17 - 70056 Motf€fra. VEalrc UF^VEfiE Micro 723 23 canalt 5 W. un snno dt vits
I 915389. Fchl meal d uso. con alimontatore, prcamotifiob.o mtcolo
scilvetemil
nico aut@ostrulto e antonna da auto e Ms€ magn€ilÉ, ffio
A l f i e d o P i c c o l , n i . v r a C . S l v s 2 i . 2 ? O ? 9 V r q e v a n o( p V J . VENDO SOMMERKAMP TS-5030p. pailero. 40w pep proam- a L. lm.m.
pr' Incorporato 24 ch. L. 200.000 r t'Àear€ amùon uk 372
ffi
s/15 W completo di cavo e connetrori L. 195.000 + s.s. prendo
20W out L.30.000 + Stereo I 4+4W auto cof, 4 nastri
Gìullo Vasquhz -
ff2569 (ore pasti,
vls cenova 126 - lot26
prclÈibilmcnte $ral.
Todm . a (011)
L.20.000, cerco lC-210 lcom + t.200.000 tratro preteribil
in considerazion€ cambi co nmacchina fotografica reftex aL
mente con Milano e orovincia, MruuNu t3-ú08 AM/SSA. mtcro suo + S€ X1S t8wlo
tacco a baioneta, tornieto da banco, oscitloscooio DC-1S MHz. preampì4. llneara 22OW out MR + 3 {Serofsno),
registratore a.bobine Hl.Fl. Scnvere per alcorài, prego perdi. Marcsllo Scuri, via C. Ravizza34. Milsno-El 4657s1. p€e
pliantenna P27-l con nodltica p6r SSB, mstch bx
VENDO in otime condlzioni: RXîX lBl3at 924 . lsnko 462 FnB
rossa 1 K, VFO Ciov6 2. Oskorbl@k SWR-2@ g, ant€nm !br-
Marcello Marcellini - pian di poro 52.06059 Todi (pcl. . VF.O. elt elet. . alim€ntarore &16 V. 2,5 A - Preap, Antenna. duster, tufri j cev6tl, csvj, collogsmonfl. commotetorl @,,
Micro Turner Super S Amptifrcatore lin€sre 50/120W veîdo in blmco 550 K csusa rasf€rimonto
VEtDtSl STAZÍON€ 27MHz causa Fssaggro hequenza. La BBail. . Owt*
Antenna G.P.. Cavo RG8 16m - Rosmero Wat e atri vari msnte il tuno è fun:ionanto o collaudabtlo.
stazione è cosi composta: Pony CB 78 base 6W 123 ch. r
apparecchieta il iuto ha I anno 6 nesi. Reqalo cùca 700 OSL C.V. dAnnunuio - S. cod6nro 169-00189 Roma. !!
2 2 4 ) - V F O X P o n y d a c h . 7 a c h . + s 4 - t i n e a r e X B [ . , tZ c (S)
tuno il mondo L- 5s0.000 lÍEfrabili). 366il63.
850 (35W) - Lineare X base Zc 8V130 (100W1 - Atimenta.
Gianni Catuogno - via S. Franc€sco 268 - 80073 Capri (NA).
tore ZC Max 2,5A - Mjke SBE preamptìficatore X pony Boo- yÈiluÈsr uururEtÉFoìo Iokai pw s24, 5 w, 24 mdt h
meranfi X OSO locali - Rosmero AEG Savo RGU 5s mt. 11 VENDO RX.TX lenko Phantom zr"n. sw ,-i*-m otho stato e p€fe(amonto funztonantc mat manom€le. cor-
{con PL 59) - Cuffja stergo X Pony - 2 cavi RGU 58 X tjneari AM + rosmeko Hansen + preamptificato lenko 1lt5 + ati redsto di ant€nnà bfayer€
tcon PL 2s9) turo funzionante ai 100/100. il tufto per L. Fr etmobtto {fl$sggto s grm
mentatore stabilizzato c.B.C. 12,6V 2A. Tuto a L. 160000 dala). Si ilchi€dono t. t30.mO rr I du€ Ezt.
550.000 irriducibili c/assegno + sp. sp. a mezzo pacco po, G-r;dtrst-t.at-
tratabilassime. In orimissime condiziont. tsre di Dersona.
G a e t a n o V a l e s i o - v i a D a V e r a z z a n o2 3 - T o r n o . Clanfranco Tsrchl - vla M€dtct Z - Smjl Ftoet6 . A (0S5)
Franco Tenca, via Dante 80 - 220s4 Mande|o Lario fCOì. 59020,
cERcO BARACCHINO USATO ma in buono stato o. nuovo 5 W
VENDO VERA OCCAS|OilE Baracchino Tenco Florida 23 ch. 2 3 c h . d i s p o n g o d ì L . ? 0 . 0 0 0s e T o k a i e a n c h e , m è g t i o . VEf,DO RICRRASMmIORE CB tiF poÉ.ilt€ Mtdt.nd nod.
5 W L. 80.000. Ursula Helmis . vi8 flaminia 230 - Torene di Ancona. 13-795. 5W 23 ch. + ! Ouaurbtt.. prei6 Fr: silmdbroro
Rsnato Vernillo via Curiet 34-20094 Corsico (Mt) g (02) 12Volt, antenna est€rna, mlcrofono 6rtómo, rt6rt@
4542779. vENuu xÀlfr cB pony 7a 24 ch. peletumenle tunziooadrr 'Dllc,
Funzlommgîto o&amo € !n orlmo @ndlztont L. lm.m.
a L.60.000,antsnna Lemm caricata utrtmo tipo usats una set
VENOO PERFflO TOKÀJ TC 3006 S ponatire L. 80_000. InoL Fededco Ferrad - vl6 PasÍango t7 - 131m parm -
timana e con staffs per balcone a t. 10.000. Vendo inotFo ros. E l052t)
tre vendo antenne per 27 Mohm L. 10.000 ground ptane è 9306.
metro - watmetro
wafrmètro d€lla
dellà C.T.E.
cTF mndatr^
modèllo 110 mai usato a
prezo da convenir€ per diretile autocostruite 3 o 4 etementi. L. 15.000, oppure vend6 jn blocco 6 I.75.000. o Dermuto con PR€AMPUTICAîOIE X POXY CB Z? €,rc.stbilc cd il dmtb
Preferisco trafa.e Roma e ointorni. piasùa giradischi di uqual valor€. Trsto soto con Mitano. che vl offrc. contonuto In slog.nta aqtol.
Mauro Magni - via Albeda2zi 91 , Roma - É' 8924200. n.d, apllàbl
Robedo tosi . via Psdova 177 - 20127 Mtlanu. Ì€ €sterDmonta al bareqhho at F& dèt mtcóióm +
S I A Z I O N E C g P e a r c € . S i m p s o nm o d . C o u g a r 5 W z r c h . c o n mlcro. proampltftcetoro L. t2.000 + rp. Mlggtod tal@tddto
cAusa cEssaTA AniV|TA. cedest bar.cchino ponv cB 78 .
nr e roto a cnt no ra ftchtodt. vendo lmhro n.o.s. Ér cg
strumento 7 funrioni S.meter RF mpter SWR avaln/indieilo. 5rff - 44 canali di cui 36 quarrati in onime condi2ionii. 85.0m,
ric6zione, trasmlssione e modulazione + Noise tilanker e autocoshlto (N. El€nronlce) amplo ad alag.ntó d|rmnb
s r n t o n i r z a t o r e V H F t 2 0 / 1 6 0 À , 1 H 2A m k o n U K S 2 5 l C c o n s m .
Nolse Llmiter + Delta{une; fittro anri TVt e fitùo cefamtco p l i r i c a r o r e U k 1 4 5 L . 1 0 . 0 0 0 : g r r a d i s c h l U r a n y a - i i h i t i p sp i t e . a t. 12.m0 + 3. p.
alto O in MF con alta selenrvita nuovissimo cedo con atim. Clro Ma.esca - vta Fuortovado 3 - sm73 Cspd (NA) -
c o r e n l e L 1 0 . 0 0 0 ir e s t s t r a r o r o G . 6 @ b o b t n e 8 c m . t . 1 8 . 0 0 0 E
stebllizzato CA 220V, uscita 6.f4V 2,5A it tufto a sote L. 8379166.
e G.651 bobine l4 cm. pite-corrente t.23.000, sutoradio
160.000.
Cesare Santoro - via Timavo 3 - Roma - A 3$924.
Grundig he gamme a tasta con autoo€rlante L, 20.000. r@
Maria Franchini - piaz2a Salandra 39 - Na.dò (LE) -e (0932) renlore, ro.nrate norc, ampto 3truúanto L, 12.000 + rp,
41541. Ahnat, qd.hrùle 73 L.6.m + r.D.
St[lONÉ SEMIPROFESSIONALE CB Coujar s W 23 ch. pearce. Clro Maresca - vta Fuorlovdo 3 - Cspit (NA) - '! e7gt86.
srmpson con strumento 7 funzioni: s Rf merer. swR avanri/ cEDor RrX SK CB 747 23 ch.5W + antenns cround ptsnze
i n d i e t r o , r l c o z l o n e t r s s m t s s i o n e m o o u t a z i o n e .E m u n i r a d i N o i . 5 olementa + ros/wat-meter inno.htt mod. SWR S, it
tuno pedeframente fun2tonante mat manomssgo per un totsle
ffi
23 canari più mlcrofom îumsr + 3. Í tuto
blan*er e Noiselimiter, Delta-Tune, filko anti lvt e fitrro cera- s L. fS.0O0,
mlco alto O in MF con altissima seletività nuovrssrma con di L. 130.000 intrafrabiti. s€rglo Jotaz - vl. FurggGn 3 - ifi@ Ao&.
imballo originale e libreno rsruzioni + atrm srab. usctra Gian Luca Morandin - vta Umbedó ciordano 14 - 35031 Aba,
no lerme {PD) ,A (049) 667153 (ora pasfl). vÈnuo zoDt^c t ffi,5W 25 ch., @mpltr dt !il.m l-F
SÍ4,5V 2.54 cedo a sol€ t60 K
tema -Laiayefró, spta dt mdutetons, ctoth dl cùtffi,
Cesars Santoro - via Timavo 3 - 00195 Roma, A 3il824.
PORTAIIIE MIDUND f3.295 vendosi. I canati 5 W usato a .t. Ssm + evontusto afimentotoÉ &bfltdo ?+18 V:
r s A, con prctezlono lwrMartcht
SUPEROFFERTA' Pace Sidetatki 23 ch. am più 46 ch. SSB. chissimo, pelen ostato, fún:tonamonto oedefro.80 kitofirE c @É@trcuttl L. S.0oo.
oppurc cambto con orueo rlffronl@, 4 ohva, dl parl h
Plù allmontatore 12Volr. 2 Amp. + anrenm d; bara mobite il ..ùafrsbili. lrato solo zona lrieste.
l u c i a n o R u z z i e r- v i a C a p o d i s t d a 2 0 . 3 4 1 4 5 f r j e s t e - E 8 1 5 6 2 6 roro,.rrrno toto ót Frlona,.rctull Frd[cmF,
iuto a eole L. 195.000 (il materiate è come nuovol. Vendo claudlo Dunnt6 - vta Csd.gndta i0 . ruSì Brrl.tr fBAt
inoltro caust manceb patente OM. RTX SommeÌkamp; n.277 - El (ffi) 956 (or€ erdt).
b . u s a t o s o l o p € r S W L . 2 m e s i i m b a t t o o n g L 8 0 0 . 0 0 0e o a - ùùFAM ncelrasmetitore d6 staztono bse cm.30x27rl2
r a n z i a .V e î d o S B E . C o d e z : O U P . 1 0 / W 2 3 c h . n u o v o L . f 1 0 . 0 ó 0 ; Pace CB 1023 I con 24 ch. in AM"USB-LSB e possibiltta di
Vendo H8.23 Letaietei d6 ch 5W compresso.ei - sDra
CAUSA CAilllO Dt nE(ruEraz v.ndo rtc.tn mtlhoil
raddoppio in tufre e tre te mdutazigot causa pàssaggto OM br!€ {CB) Mrdlendtffi7 n@t..tho fsw) 23 ch. + VR ,
m o d . a L . 1 8 0 . 0 0 0 ;l i à e s r e 1 0 0 W . A M . + 1 5 0 S S B . L . 1 0 0 . 0 0 d vendo a L.350.000 residentt zona Mttano. Nu_ccio.Mmil.'vtaPoggtodt va|e 30 - orilr udo. I
P s o l o G a l l i - v i € C e n t r o 2 2 b - L i v i s n o ( S O ) - A ( 0 3 4 2 19 9 6 0 9 2 . lelefonare {ore pasilJ (021 54829t? 60261&.

GORSOGRATUITO
SUI MICROPROCESSORI
Nella settimanaa cavallodel l5 dicembre1976presso la Faboltàdi Ingegneriadi Firenze,a cura
dell'lstltutodi Elettronica, sarannotenute una sdrie di lezioni, confereize*,dibattiti sull'aigomento
microprocessori.
La partecipazionealla suddettamanifestazione è completamèntegratuita e la documentazionesarà
probabilmente vendutaa prezzodi costo.
Tra gli altri argomenti,il 'sistema
CHILD (vedi cq elettronica6-7-8/1926).
Gli interessatipossonoscriverea GianniBecattini,via Masaccio37 - FIRENZE, per ricevereil pro-
grammadei seminari.
Tutti i lettori di cq eletttonÍcasono caldamenteihvitati ad approfittaredi questafòrie unicainiziativa!

- at62 cq elettronica
offerte e rìchieste

VEiIDO lX l{,1 solo AM autocosiruito funzionanre


ant. f4 AVO RllY,AllEt{2lOXE:
con 2 ùsppole ricambio, conveder 2&30 per j&.146. Trasme! decodor . di emergenra r a flttri anivi, SVEa{DOnlCEVfîORESOMMERKAI|PFR $ B adafro mr
compreto dt setezione shift, normale{ovesciato, 6 alimentato-
an. 13 8HG20 solo CW-AÀ,4.MCW compteto di rascotto dette d€caneFiches CB sia in AM cho SSB,
:',fg!-:-"ll'."
ailmenlarofe autocostruito enlrata 220 v a 1..20.000 + s.p. titFo passa bands ad tc per óuò
venire usab in lineàron ìl TX FL S0B.Come nuovoo vorÈ
le-Tq:îll*
D m e n i c o P u l c i n e t t r- v i a c . A r m a n d r i l . 0 0 t 2 6 A c i l i a KrlY/uw. ilt.off regotabil€ a pracere L. 8.500 + s.d. .
fRoma) mente poche ore di hrd. Completodt tibreto istruztonts
. A 6051785 fdopo te 20t. rerescnvente Olveni f2CN, tj0 Volt, perfeta,
9ià revisio;ata L.160.000.
pe' uso OM SWL, L. 180.000. Scriveiemi, risposts
:_L9lla. AmerìgoDurigon" via Cristailie.a2 - Torino.
AFFART^VEi{I}O LTNEA decsmeFica rX ìi zm uio r
rmmedtata; massim6 sorjetà_ A 258625.
marca srar,accessoriatrssrma con lilki meccanici
por mrcro dtnafrtco etectro voice misuratore
Coltins |2XRK, Dicorato - via Emilio lreves 6 - A0132 Milano.
@ SP-60NX - Tubo sFpz {ssw) _ Male.iat€ per
stazione Oscar
zuu pru scflvanja trav 2 cassefli il tuno fun2ionante ok vendo ffi
p e r l u r a l r e q u e n z a 1 4 4 . 1 4 8M H u - 2 2 c a n a t i . U s c i t a R F 1 I 1 0
ll:l.ldyp
rfneare ltastormalori. due vatuote 572/9, variab,ti. rété,
per.mancata patente a L.800.000 harabilissime, W. venrora. ecc.J monttor per SSW_
rispondo a uorredato di 8 quarzi (5 ponti + 3 rsofiequenze). p.ahca-
runi. OATA, Andrèa Lombardini . via Livilta 16 ool?5 Roma -
Mbh€le.Dr Stasi . via Sagra S. Mrchete 40. 1Ur41 tonno vendo L r90000 É 768536.
C,orradoTurir - piazza XX Seremb.e t - 45100 Rovigo.
E {oilì ?94589.
VETDO RX Trio Kenwood 9R.59 OS
t04251 21218
E
ffi
continua.W I e W lt, costruito appositaments per ricevere
onrma occa. ORGAilO ELmRON|CO Aries compteto cedo a r.60.000
srone, senza un graffio, ha lavoralo soltanto "ufu*.". per 3 aerei, polizia, ponti r6dio privari radio raxi e gamme nautiche
mesi. Co. t p r e z z o . o r m a t e L . 1 0 3 . 0 0 0 )5 0 r i v i s t e L . 1 0 . 0 0 0 .
ppenura
e n u r a cont'nua
c o n f n u a da
d a 0.55
0.55 a 3
300 M
MHz
H ? L.
L 2220.000.
20000. ailmenrato con oanerie 6v e 220V AC timer r20 minuri,
Nicola Cioffi - vtate Deils Repubbtica t6ZlB lsfcK. Ferdinando Cosci - 5r035 lamporecchio fpT) squelch, atenuatore RF, controllo di tono e volume, antenna
3f100 Treviso
- I {0422ì 25090. interna ed esterna. L apparecchio è nuovo. Lo cedo a l-. 55.000.
VINDO 8C3l2N alimentazione 220V Ac enrroconlenuta +
M.uro Psvani . corso Francia Ít3 - Coilegno fTO) .
n,!.riAùMÉrlruxÈ arus
a t r o p a r r a n t eL . 9 0 . 0 0 0 ,N o n e f e d u o s o e d i z r o n i E (Otr)
2r0x aue óèiiìr Telefonare t0984J 30935 ldsile ore 1i sile t5 e ta ser.t. 7804025
vtra. vendo_soto perché dispongo di secondo apparecchro
ugua.
re. apparato versmente eccezionate e versaHe.
PPM_ Antonro Piccolo - vra Corno di Caveoto 2t
vffi CEOO lN atOCCO telaiefri Ett composto da: ricevitore Kz
gamma ricevuta 28-30 MHz. Convsdttore Kc?/a 144146 MHz.
Milano . G4l216 tutto In peÉera efflctenla. Scrivere deragtrando ol
E utricio f02) 9339612 . abúarione (02l 4028459. 2 8 . 3 0u n i t à S S B K 7 .s i n t o n i a d i g i t a t € S E k ? , a t r m ; n r a t o r e A . S E 1 2
Salvato.e Freni - via Barbaroux 25 - 10i22 torino - Tuho
runo marerare
maleriale nuovo ancora ancoraimb6ttato
imb6ttato at Drerzo prerzo di !. 135.m_ 135.m
PIR MANCAÎA ucENzA oM *"0" I 57g364. l 3 E K C .P i o S c h i a v o . v i a S . C n s r o t o r o 1 6 - j 6 0 2 8 V a t d a g n o ( V t )
Y^Ee.w 200 SSB hansceiver Fstemi
"migb;;ff;;;m
óflere renendo pre. CAUSA ARRUOLAMENTO vendo RxtzMF di N.E. mai úsato - I f0445ì 42567 lore lavorol
sente -ET I apparato è nuovissimo e lunzionato poche tarato stadio di [rF a 9MHz con fíttro a cristalo immune
.ch€ ore vEilDO TUÍO E Ml RlTlRO. Antenna Asahi Eko 8c 1G1t20.
sulla 27MHz. RisDondoa tuni a l l e a u t o o s - c i l l a z i o n is, e l e f t i v i t à 7 k H z , p r e s a p e r s t a d i o d i r i
Geonaro Mauro . viale Alvaro 9 . 09100 CaranTaro 40 mt L. 40.000, 8C603 AM-FM 20+27MH4 atimentaziono
velazione FÀ,4 o SSB, s,meter, contoilo agi. di sensibit;tà,
noise limrter con conùotto manuate di sogtia per disturbi 220V L.40.000. lC 21XT per t44MHz 34 quarzi + VFO
RX SURPLUS 8C624 t0Gr56 MHz come nuovo venA()mlOo. + o L. 400.000. Tufto originale. Microfono Schure 444/f 45.000.
-, squelch: stadro Bl con TBA 820
ù i l v a n o É u z z r- v r a U r D e t e i l o 3 . 2 0 1 3 2M i l a n o - out.2W, presa per regts Diretiva noscey l0-1t20 TA 33 L. 100.000. Video réoistratore
A (021 2562233. skatore il tufto racchiuso in conten[ore Amtron 00/3009_i0
vEtDOmAilSCEtv€R Sony mdeJlo N2010 complero di tet€cam€ra e cristodie e
p"r, z r ru rowiuiui L.39.400.
accessori al miglior offerente,
uso moùrte.o tisso ussto-solo tre m "rinaa
esi. Tuno quarzato con Maúro Grusovin - via Garzarojti 3Z - 34170 coilzra.
Mauro Pavani. corso francia 113 . Coilegno flo) . A (oil)
ru-porfl e due direfr€. Staffa, maDuale e atinrenrarore
esterno 7a0d02s
,_i: r..250.000 rriducibiL Macchinera per scuora A tlRE-330.0m I s.p. vendo nuovissimo monitor deila Robot
I n s e gI incsI 'm
9e1n
J "t o
retegrafia a nastro Siemens a ?20V compteta ,yy, scansione tentu e v€toce. A L.13.000 _ s.p. BAnLOW WADLEY riceviiore copedura contlnua 0+31 MHz
di tuto a L. 80.000 trafrabili v1 e1 n" jd o _ a n t e n n a t 4 4 M H z d e i l a K a r h r e r n p e r b a n a m c o m p t e i a AM-CW-SSB, peÉeto psr Broadcasting e RR, vendo a In
|3KBZ, Merio Matrei - via Resia 98 - Bohano - d' ml 3.500dr cavo Rc 58. A L. t30.000 + sp. vendo inottre re 200.000. Cuffie professiomli 6000, ofrime per st6glone,
E 9l408t.
n u o v r s s t m ow a f i m e t r o R F c o n c a d c o t i f i l o m a r c a . A p o i l o . nuove imballate L. 25.000 csd- Griddip Krundal. 3.5-220 MHz
@,b.
nde_L..40.000 con custodia L. 20.000. Ricevitore AM-FM-sw-uHF clvile VHF
W-monitor I polici Zm Votr A.C e lZ votl Gianni Capuano , via Vftoria Cotonna 72 - Box c
u.L. xaoroha.€ili antenna interna (estraibile) trequenze 03033 Ar, 70+80 MHz con squelch, AFC, alim. a pile e r€te nuovo im-
lV pino (FRl - A (0726t 841s6.
itallane L.80.0m ballato L. 60.000. Saldatore/dissaldatore Phllips combhto,
Rosario gilloli - vta Arici (trsver. tV) 40 - 25010 S6n poto (BSl. con punta ricambio L. 10.000.
BC__il&O-VEilDESt compteto fitrro quarzo e atrmenr. AC. l 4 G G P , P a o l o G r a m i g n a - v i a l e R e p u b b l i c a2 5 . 4 0 1 2 7 B o l q n . .
L-./5 WU. conwder CB €utocosùuito moslet con preamptiti
cauBlo nx lcsrzt * um*ri*ioiàlì catùe dmEma
"o.pturo
arbparrahte. con vofth€tÌo al€tronrco o frequenzimeùo dl
L. 20.000. ?€rmurasi piu eventuate congua-
grro con apparato pcr 1&MHz ripo MuttiT
LINS YAESU MUSEil FL OX 400 FR DX 400 como nuova
tvenruat€_@ngueglio h danarc, Non €ffsfruo spedizionl o MobiLS.-RÈ vedesi a migtior offer€nts pr€zo ilchi€sto L. 750.ffi i.n.'
',gtrera.
Nrnl bili, scrivstemi. ilsponderò a tuti.
selsrno .fì (m&) 3093s lt, seraj.
Gianfranco centalt , via Setinunre 49 - 00i24 Roma. I4DEK, Elio Crocl - vla Mario Marsnl 52 . 48100 fuv.hn..

k'
offerte e richleste

VENm al mirllor otlsr.nto o camblo con m6lorlsl6 6l6tro


SOMM€RKAMP TS 624 S (27 MHz) 24 ch. solo 8 mesl dl vlta, VENDO BC3l2 (1,5:18 MHzl sw-AM-ssB'mÓdla a cdstallo
nrco (s€mico;dutori, LC o sltro) un c€ntinaro di valvol6
comandl RF/AF qain s6psratil sltopadanie garantito peden
Doco usato, nuovissimo e Peleframente lun2ionante vondo U.SA. od ourope6. El€nco a richiesta.
..mante tunzronaìte. Viene venduto prrvo di alimontatoro
!-".r" i . r : o . O O Ot . a t a b i l i . T r a t o c o n t u n i e s c l u s i i p e r d i Brono Dl Giusto . vlalo G.B. Btesi l8l2 _ 331m Udln6.
L . 7 0 . 0 0 0 .l r a s a b i l i .
-
lilLl r""tl coop. s. cerarò via Dente Alishìeri ióGkP - vicoio di Pieùalata 30 - 001s8 Roma €Ì t06) 4500633' OcCASlotlsslMA REGALO (o quasi) quanto sesu€: RX Hal'
ticrattere SX 117 sedinuovo, péóeframente ln funzione RX
85025 Melfi fPn rrIÎ|ffi iransceiver ORP ln Cw (ultime serio, come
BC 348i compleìo di alimentatore da rete 220 volt e & bat
ZODIAC M 5026. modúcalo 30 canali oflimo srsto e otimo nuovo vendesi L. 100.000.
' to.io. N.2 RX BC 603 completi di alimontato.e rets e gra
aftare. vendo, causa cambio frequenza a 1 130000 4{imen' I ucio Teatlnl . v.ale Musello 4 _ 20137 Mtlano A ?22262
modihcatl AM/FM lunzronanti: demdulato.e a valvoré psr
iatore G.B.C. 12V 2A L. l0000 Preamplificatore d'antenna mOO r. ZOO.OOORX_TX per decametdche Sommerkilp Riry roo ST5 seminuovo; anteona 12 AVO Hl Garn pe' lG
della dira zetagi a L. 10.000 Tufto pedeframente runz!o_ TS 288A + enteîna tÍibarda Fantini + accordato'e proles 1$20 m Asaki l0 eìementi.
nante. lrato preferibilmente zona Lombardia. t' stnale autocostuito. Disposto quslBiasi pfova. Trafro esclu_ osvaldo Genovesi - 50050 Galleno (fl)
iwzÀvV. Uuu.i.io Raschi - via Stambio 9' Mileno - A
sivamente zona Roma e dintornr. per gamme d€cametrlch6 mo
299479 [ore se.ali). _ VENDO RICERASMfrIÍORE
IONMN. Mauro Neqri'via Neera Umbra 103 Roma
dello lr'lo TS 515 + PS sl5 + antenna md. Ecno I G +
VÉNDO OCCASIONE Midland mod CB 7823 canali tufri quaF VENDO G4/2î4 completo di altopailante esterno più boL 20 meid cavo RG 8. ll tuto nuovissimo mai usato causa man_
2ati in Diù commutatore per 23 canali superiori. Aìime,ntatore l e n i n o t e c n i c o l u n z i o ; a n t e L . 1 0 0 - 0 0 0n o n r a t a b i l l Alimen' cato conseguimonto patente. Prezzo contanti da concordaBl
2A, 12U - 1 Rosmetro marca AEC. Cuffia con potenziome' tatore 10A 12+25V complet odi strumento esterno € F6bio Cost; - via Tómmas Costa 18-M023 Formia (Ll).
tr oer CB antenna Siqma PT27 rlnesto direfio baracchino l a m D a d as D i a L . 5 5 . 0 0 0 n o n t r a t a b i l i
anténna da balcon€ Siéma Unrve'sal Per 27_2SMHz Frosla vEilDO fl 277lB nuovo ancora imballato e lineari per 27 mc
vinàenzo iroto - via Roma 6 - 81024 Maddaloni (CEl
m o b ' l e L 1 5 0 . 0 0 0l r a t t a b i i P r e f e r i r e i t r a S a r e da m e ffsso. Vendo inoltre o cembio BC 1000 completo aìi
Éo;a s dintorni. RTx 144 MH, cedo Der ampliamento stazione Carafteristiche: mentazione 220 Ac. lrano Preteribltmentezone llmilrole.
Luigi P€nzo - via Annia Regilla 93 _ Roma _ A 7994301 iore VFO separato. Diù 10 canali, €missione e ricezione in AM Wslter Amisano - via Gorret 34 - 11100 Aosla.
21 +23) F M e S S B . S e n s i b i l f t à0 . 1 u V , g a l n R F , N L s q u e l c h p r e s a P e t
IELÉSCR|VEf,TE a p6qina Í7 completà dl peÉoratore s con'
ri.ezione dei 28MHz. Géneratore di nota a 1750Hz presa
tatore di carateri. inecc€ltenil condi.ionl, revÌsionata e lun_
o e r s r n t o n r ad r o r t a l e P o t e M a d i u s c i l a a 1 3 8 V : A M l 0 W p e p
zionante. cedo a Drezzo dl v€ra @casions. Dispongo inolÙe
offerte OM/SWL iM 2w,roW.-SSB 6w oep. Bt 2,5w SMerer' 1 300000
Microfono lurner ceramico Pfr 355C 1 15-000- Alimentatore
di alcuni tubi R.C. tipo 5ADP7 nuovi, 3chermo Piano da 5 ,
lunga persislenza. posLaccelerszlone: corrdatl dl schermo In
CEDO tlNt^ SWAN 600 trasmettore e 600 custom ricevitore 4 A L. 20.000.
mu'metal. Otimi per oscilloscopi p.ofessionall o monltor
-
con oeak notch noise blaker' |W5ABD. Riccardo Bozzi - via D. gosco 176 _ Viaresgio B
SSil o APf- lraterei Dref€ribiìmente di p€.sona con Mllano
lrSvi. Fernando Scamonafri _ vra Garesso 48/5 lorino ' 50120.
a folrì 672982 R. Costellani - vb Cagliero 9'Milsno - A 68910S.
vENDO PONTE RADIO ARE funzionant€ revisionato completo
VÉNDESI LINEA SOMMERKAMP 10'111s-20{0-80 FR/FL s0 o' alrmentalore 220V AC qamma di lrequenia 40&?0VHz
vendo RX blgamma N.E. 14{+28
coredata di: microfono finale di ricambio quarzo calibr' con f o u a r z i r n d o t a u r o n eT X 4 3 1 3 5 0 R X 4 3 8 , 3 5 0 ) p o t e n z a l X l 0 W
MHz tarato da N.E. completo dl contanltoro poÉetam€nte
csnda 11 mt., caveti connessionetra 2 unità larati altopaÈ sensibilita RX 07 ilV. Lapparalo comprende: 1 TX 1 RX
lunzionante L.50.000. Moto Cuzi Alr'one 6nno 49 cc 250
lante €sterno. il tufro pedetamente funzionante a L. 350 000 1 alimentatore per il TX, t alimentatore per RX n 2 cavilà
completsment€ revislonato con motoro pratl$m.nt6 nuovo
ùafiabili t+ s. spedi2ione), esclusi perditempo tregalo agli n. 2 strumenti ìncorcorati per lallineamenìo del RX e d€l
L.6m.m0 ùanablll.
acouirenti grovstransìstor mod Transtest lce) TX il tuto racchiusd in un armadiefro a t. 500000
Mauro fagliavini - via Tri€ste 20 - 4787 Rlmlnl (FO) - I
Mà:simo Abbiatl - Desio (Ml) 'A ( 0 3 6 2 16 6 5 0 6 ( o r e P a s t i ) ' rrsl'"ti ''"
9,k""" 23324 fore msllì.
RICEVIIORE BARLOW.WADLEY XCR'30 a sintetìzzatore fipla
i-,ona COMPLflA lseminuova - solo J? usul conversione. AM-CW.SSB da 0,5 a 30 MHz podatile in per-
vEilm Rx.q vHF rM Drako-ML 2 d6 R6+R9 + 245.il
"144/432MHz
anoo costituita da: swak tuo + conv ste + var' +550 simpl. Kn X0 transcalvsr Tdo TS 510. antonne voÉL
fefro stato, vendo per cessata aftivita a 1 150-000 vendo
saÉ + atim. stsbilizz. v/A 1+20v/2.sa + 2 rosmeri + 3 c6le Mosl€x 1G1t20 mX 25, roglltratoro Phllip3 4 plgts
inolke antenna CE lunga m 5,50, núova, €ompleta di ada!
rotori stolle + 2 ant.1l ei. fr + 2 ant.20 el tr + ant BC 603 Ca modlffcdto x AM.FM, cln$rose 6l6trcnlca Z€15
tatore, presa, zanche di fissaggio, a 1 15000
^athrern 5 I I aulo + cavr slaTionee m'c o preamplilicaro'e Robedo Tosini via Vespri Sicilisni 20 '20146 Milano - È lkon s. 8 a 90 Kl, T€lo 135 úm afracco vlta 42 x 1 3 t. s kfì,
L 6 5 0 . 0 0 0c o n t a n t r . V e n d o s t a z . c o m p e l a l 0 : 8 0 m t r e X R f02l 473558.
soffeto x m6cro 42 x 1 L. 25 kn. tol€vlsor€ 9" Aùtovox Junior
1000 + Xl 600 C {ssminuova = 15 OSOI 600W input + a c.c. ca. a L.95 kft. Acc€to ofl6È6 dl HLFI 6tc.
microrur.e.. + 2' + rosmetro + ant. 2 elem. 1O/15/2o n VENOO TRAIiSCÉVER SSa 144MHz 1C202 nuovo, anì€nna |3CBT, Altredo CsflBo ' vie Blaglo Rlth 7. m72 Gr.dl@ (GO).
ll tuno è completo degh imbsllaggi orisanali nuovi + libreti due elementi tipo H89CV. Trato preteribilmente di persona
di uso nuovi + comrtlt€tore di antenna a 3 posizioni per Esamino anche cambio cof, RTX per decamefiche vEtDO RX e!/216 ln g€rfó(o stato urato pochllllmo par
decsmetriche L. 650.000 contanti IOOAD. Primo Pìermafrei- via Pefrinsm 16 _ 01100 Viterbo - urgenle blsogno dl grena vondo e L. 130m0.
ì3xfi, Mauil2to ffidi ' via Monfalcono 22 ' 33100 Udine €' f0?611 3&19. Angelo Mar26.oli. vla M. Paosano.€4025 Ebll.

t:Z
offerte e richieste

ÈR RNxOvo sI[lOxE vEtDO 1ì AlÌment.to.e stabllizz. CAMf,IO RX 27 MH2 Anvon + Autoradlo FMOL-OM + sln-
prcf6$lonale l8M 6/13 V 20A a L. 55.m onimo per lineari offerte VARIE tonluzatoro FM.OL.OM Amùon + RTX Tokay 23 ch., + 6lF6
a trsneistor.2) voi per Ísnseiver Swam 350 a L. 25.000. rivists elefrronica con altro matoriale da accordarsl,
3) Ant€nnanuova(1/4 onda 144/146inox per mobile1.7.500 Carmine Gu€rriero - via della Pil6 57/A - MIlano - € &35264.
@n cavo e gia tarata. 4) Alimentatorebase master psr A.A.A. ATTENZIONE VENDO a L. 40.000 Rotore CDE Autorotor,
3bndarinoL. 28J00. 5) Standsrino1441146FM a L. 200.000 con rot@ione automatica o pulsanti programmabili e/o autù vffi
con 5 pontl, I direta. 6) Ricetrasm.12 canali 144/146 matico praticamente mai usato. Vendo accensione gletronica falonieri - Milono composta da 13 volumi per 1.40.000 oppure
1/l0W lyokutoFM con l0 pontie 2 direnea L.260.000. lvagnèti llarelli AEC 103 B Competition a L. 40.000. Tuno cambio coi ingranditore fotografìco oppure ricevitofe per
N.8.
1.75.000 con omaggio riviste varie di eletFonica. Caranzia 2 m tiDo telaieto s.f.E.
ll tufro perfesamentefunzionants.
totale, Invio contra!seono. Salvatore Purificato . via fore Della Catena 126 . 82100 Be.
| 2 C B DC, 6 s r € C r i p p s . v i a V e r d i5 . 2 2 0 5 0 L o m a g n a . A
(039) S351. q9q9!" lglghj - S. Gio""""
"i"
VENDO ANNAI^ COMPLÍA dl .Rsdio elètronica'. 1973 MACCHINA PER FACSIMII€ Western Union ricetrssmitenté
L.2.500. 1974 L.3.500. 1975 L.4.000 in blocco 1 9000i sin- vendo 1.60.000 8C348 L funzionante 1.50.000 CB amDlifi-
offerte SUONO aofi t.400. Rivlste dj .Éietronica varica. da aPtile 1972
à maqsio 19?6: 50 numefi in blocco L. 1EO00, singolr L. 500
catore lineare éleckom€c. AR27S 35W outDut t. 2s.000.
Varie motore R.C. Fox 19 con narmina L. 15.000, Radio cù
cadauno- Sei altoparlanli: cm 16 di diametro L. L200 cadauno mando della Amhon 4 canali lJK302 ricevitor€ UK345 r€le èlet-
OCCASIOilE VENDO complesso stereo HfFl Koning come in blocco L. 6.000. Cuffia da 2.000 O L. 2.500. 21 valvole funzio- tonico UK325/A vendo tufro a L. 30.000. Amptìficatore d'an-
nuovo L. 130.@0 + s.s. Comprende: smpliflcatore 8+8 Wrms nanti L- 300 cadauna. Paqamento contrassegno. t€nna AM FM Amtron UK 230 L. 5.OOO.
con comandi volúm€ e toni sgparati; cambiadischi aùtomatico . via Car Altero Rondínelli . via Sabotino km 1,?00
Vflko qacchelli Borgo ptave
Duel 1211 a 3 v€locita con testina CDS 650i 2 difiusori 10W 04100 LatiÉ
2 vle. E completo di prese d ingresso per sintonizzatorc e per CAMEIO RIX Sommerkamp T556003 5W 3Ch. a stecca con
roglstreione e riproduzione. Vendo inoltrs dischi di musica RX con sintonia a led e con ls seguenti frequenzei AM 540 ' VENDO metà p.ezzo copedina p'ù spese postail: annata q
'?5 -
Fp usotl pochlsslmo. 1 6 0 0 F M 8 8 - 1 0 8 . V H F 1 0 8 . 1 3 8- 1 4 4- 1 7 5 + b a n d s r u . T r a t t o n . 6 7 3 e 2 7 6 c q . R a d i o r i v r s t an . 1 + 5 2 . & t 0 - 1 1 e 1 2 7 3
Sandro Cacc6mo - via 7 - 16127 Cenova. oossibilmente con residenti in Genova e zone limiùofe. n. 1-Z 74 e 6 75.
- M"."bott I2PWH, Gilio Pallini. via Aspromonte 27 - 2oo1z Rho (Mt).
FAVOIOSO lMpl^l{lo Hl.fl . M, Philarmonic como.endente fl".i""
"i"
un ampllfìcatore stereo M€0,60W 20+100kHz coo elegan. RÉALIZO LIRA per problemi dl spazio. Diaproienore 6x6 OFFRO IOKAY PW5024 NUOVO imbsilsggio origrnate o cam.
tlssifro frontale in allum. satinato con miscelatore a 2 vie Mallnverno ìodio con 20 caricatori come nuovo L.70.000. bro con fl27?EO Yaesu 10ff non manòmesso oermutando
Incoryorato, comandi vari, filtri, prese e uscite per varie ap, Cinepresa 2x8 eleúrica Cinekon L. 10.000.tampeggiatore massima serieta rispondo a túti, cerco vesDa 50 cc, o
pllcdionl + un pisfro semiprofess. BSR P 128 R con caduccia eletùonico Braun n. guida 45 L.75.000- Metz n. guìda 20 - M r c h e l e 50 cc.
.Lambrefra
AOCKS E3 finissime regolazioni per braccio, mobile in ngce L. 15.000. Fotocamera Ciaika 1/2 formato (tipo Olympusl Lucianr. via der Pevuui 10.65100 pescara.g
e coperchio in plexiglas + 2 box acustici C-200 a sospen- L. 20.000. ll tutto in buono stato o come nuovo con borse 61557 ( d a l l e ?0,30 in porJ.
slone pn€umstlca a 3 vie. mobile in nooe. Tuto il materiale e accessora d uso.
TVC 26" Grundas 450.oOOtire; Tetèfunken 4+4 W taoerecoF
è nuovo e imbalìsto. Comprato t. 1.800.000, svendo per L. Aldo Fontana ' via O.sìnì 2sl6 - Genova - A 300671.
der bobrne 18 cm. onrmo r€visione StM Mitano 76 r4O.òOO tirer
900.m0. ùatabili.
VENDO RECISTRATORECastelli 5-4001 come nuovo completo Pioneer stereoamplúier pelero 120.000 tire; corsr CW OM
Salv6tor6 Maccarrone . via Re6o Pald 5 - 96010 Priolo {SRl -
(@31) 769612. cavimicro-bobine a L. 30.000. Provacircuiti a sostituzione SRE carsefre c 60 (n. 2) 3.500 lirei inottr€ .iviste ca ster€o oM
a nuovo a L. 5.000. Trato solo con residenti in zona. CB eleftronica. Cercasi sintonizzarore AM+FIí/FM stereo
VEXDO L. 75.0m (tratabili) amplificatore per chitarra auto- Flavio Colzio ' v. Duprè 14 - 10154Torìno - È {011) 854239. Sansur/P'oneer e Rev_ox A 77 e ampti pioneeri,sansui psr
cGtrulto prof. 80 W RMS I O controlli: volume alti bassi pre- costituenda stazione FM.
567 digital readoui plus Antonio Mffispin - via ciorgio patlavicino 9/3 - 30175 Marghe-
sonza 3ofr/hard proteno da codo corcuiti completo di di
sgluntor€ termico € ventilatore per il raffreddamento dei tran. analog displays con due casseti, tutti i manuali e schema ra (VEÌ - E f04t) 922571.
relativi.
slstors flmli. L. 80.000 (trasabili) amplificatore l\,4ùtel Mod.
240 S/Klt. Pot. 40+40w RMS 8ll distorsione 0,350; sens.
Per vededo e trattare tel€fonare dopo le ore 20 al 2A1872 ffi
tito, compteto di custodta in similpelle,,struzionj. puntali,
fono 2 úV.
schema elefr.ico e pratico, sondà atenuatrice. ti tufto
Gius€pp€ faglieti ' vaa S. F.co 0Assisi 5 - 25100 Brescia. OFFRO PIAÍO STEREO Philips + testina piezo per detto + t. 85,000 in contrassegno, Rivjste di r Elefrronica oratics ,
V E X D O A M P L I F I C A T O R €J V C N i v ì c o V N 3 0 0 1 8 + 1 8 W R M S saldatore l00W brìtz + antenna gonda autoradio + carabina da aprrle 1972 d maggro 19?6.50 nuneri, in btocco L. 19.000,
RMS su I ohm in condiizoni perfene, Diana 27 + casco con visiera + 6 bottigìie vino brut Malpaga srnguri L. 500 cadauno. Cuffia da 2.000n L. 3.000.
su 4 ohm,15+15W
s6nza il minimo grafto, causa passaggio categoria superiore. + 1.20.000 per telescrivente buono stato preteribilmente Mirko Bacchell - via Carda.etti 14 .4[00 Modena - g (059)
TG7. Dlsposto Íatare. 352323_
lmballo originale, L. 95.000 + in omaggio cuffia Sennheiser
HD 414. Sono gradite visite previo appuntamento teleÍoni' Paolo Carnevale ' via Caiisana 6 - Zefbolò (PVÌ - È 88017.
VENDISI, ANCHE SINCOLE, chca Bo riviste Setezion€ di RadiG
co. MaBsiha serietà. VENDO ANTENNA RINGO nuova a L.20.000: SommerkamD n annate dal 1903 at 1970a L.200 Iuna strumenti Amrron
Albodo Malln - piazra Cardúcci 4 - 40125 Bologna- A (0s1) l S . 5 O 3 02 , c h . 4 0 W i n a n r . a L . 1 7 0 . 0 0 0 :L i n e a r e Z e r a g i : A V . 1 3 0 tUK 460 - 570 - 430 - 407 - 455J a prezzi convenronti. Rrcovrtore
346330. 80 Wafr. In AM 150 SSB L. 95.000i Macchina fotografica qoasi Ienko Unica UR 2A da 0.5 a 30MHz t44 bsnde, ruro tren-
nuova pagata L. 160_000 160-000 (canonet; canon vendo per L. 70.000 sjstor, com€ nuovo t.100.000. scrivsrè per accordi, pref€-
RAm PiIVATA FM 100MHz prolessionale solid-state pe.
trafrabili) con custodia; Inoltre cambio bellissimo gafro delle ribilmente ta$o in zons
sewlrlo continuo - no stoD music - Dotenza 25 W Alimen-
nevi del valore di L- 1.800.000 con un FT.288. Gìorgio Verdoliva - piazza MaÉtri Libeda 2t - corizia.
btors incoroorato in tamoone contro le inieruzioni di ener
Paolo Galli - c/o Hotel Verde Laso 22S - 23030 Livigno (SO)
gia
oia eletrica. Compl€ta
Comol€ta di antenna vedicale omnidar€zaonal
omnidar€zaonale - a' t0342) 996340. VENDESI TRANSCETVERdecamstriche Heathkil HW 100 com-
+ 3.5d8, Vendesi vera occasione. pleto di alimentatore e VFO digirats separato opzionabilo, gs_
Gluseope Picclno - via Amm. Gravin€ 2A - Palermo - 6 587608 oscilloscooio SRE con tubo 24P1. L'o- rantito com€ nuovo L. 460.000. ilcehasmenfiore ùnidsn, nuoio
scilloscopio è funzionanree completo di ogni sua parte. ma mo zozu, tmbaltato ancora in garanziÉ L, 700.000 lc6Fons
SIEREO nuovissimo 20+20W musicali. co
è da rivisionare. tu 22.rM-24 canati t44l146 t4 canalt quaEafl comprest pontl
strurione su progeto Philips.5 entmte, dúe uscite, muting Rolando Longhì - via Enrico Feri - 46023 Gonzaga (MNl
loudness,doppi toni, rispostapiana da 10 a 50.000H2,dim L. 220.000 come nuovo. Watkie Tatkie Ken md. 202, 2Wsn
35 x 26x 10,5vendo L. 80.000. da r44 a r46Mz sei canaji quarzati ponil compteto di banÈ
UN PO DI luflO: decoder stereo da montare (MC 13101 ile. ar.nrker cadmio t. 190.000 VFO SWAN modeilo S0B nuovo
F. Cherubini . via Flamiria695- Roma-A 321987{seral L- 6.000, microfono ceramico Turner NC350C come nuovol
rmosilato adano lranscsiver 9 lin€a Swen t 300.000,
L. 15.000i amplificatore 8F 1 W 8f,} L. 2.500r fet ECG 132
vEiloo IMHAilIQ AMPIIFIC&IONE comprendente: ampl. (2SK30) nuovo L. 2.000i 2 qvaei pet 27 MHz 126.760 - 27.215) @ilo rerari vis Motino 33 S6nsveila Scrivia (AL)
finale 70W (due entrate) a L. 30.000; preampl.,miscelatore E { 0 1 4 3 )6 S 7 f .
L . 2 . 0 0 0 i 4 - 5 ' 6 - 7 - 9 , i 0 1 1 - 1 2c q d e l 7 5 t u t t i i n b l o c c o L . 7 . 0 0 0 ;
[anche par impianti voce) con cìnque entrate (e 5 volumi] mobi! 5 + micro turner NC350C + rotore AR30 + ant. 11 el.
più volumi e toni ggnerali a t. 30.000; due casse acustiche
FR + ant. stilo + 15 m. cavo rotore + 15 m. RG58 L.250.000.
4 0 w 1 . 5 0 . 0 0 0 ( 2 5 . 0 0 0I u n a l i l t u t t o a u t o c o s t u i t o ( 1 . 1 0 0 . 0 0 0
per il blocco intero),
MBsimo Morlacchi - via 6 - Mìlano to2) 5272402.
I 4 X Z E ,l o m m a s o R o f f i - v i a O f e o 3 6 - 4 0 1 2 4 B o l o g n a . E ( 0 5 1 J
3961?3. richiesteGB
occAsloilF, causaacquisto televisore a colori, vendo Crundrg PONY Ca ?8 in O.RT. cerca dispe.sramente Introvabrte
VECCHIfrI PE?, coppia di PEz, coppia di Mark 60, alimenta- in.
I M i n e r y a l . a o n c a m b r oc a n a l e a s e n s o r , Í 8 p o l r i c i .n u o v o d r s e r tegraro Lo 3001 conùassegno + mancja.
tore A[30 vendo al miglior offerente. ll PE7 è completo di
pannello dl alluminlo (odglnaleì e di manopole. Dispongo m e s r a L . 1 0 0 . 0 0 0Í a r a b i l i .
eostantino Pelegrini . via 24 Meggio 48 . viesre tFG).
Mauro Piazzi - via Ms{iri dì Cefalonia 49 - 20097 S- Donato
ànche del cont€nito.e in acciaio verniciato della Gan2erll.
Vendo il tuÉo o In blocco o separ.tamente.
fM t ) .
ffi
tò Hr_antenna ARL 21 da 2,5A
Marcelfo virieflo - s. Polo 1279/a .3012s venezia - I {041) alta qlalità Pearce Simpson 5W 23C con ali a tle 15.m0.
Èlflppo bavagnoti . vis Vrtadini 4 - 27100 pavta.
3ú18. mentatore stabili22ato cedo nuovissima 160 K. Cefcasi in oer
fetta condizione RX CMl Mosley. Compro micro Turner +3 auuursro URGENTEMETIE baracchino CB usato da 5W,
stNIo^MPuFtG^IORE SÈREO .Pioneer, tipo SM G20/
Cesare Santoro - via Timavo 3, Roma - A 3$824. p o s s a b i r m e n l e2 3 c h , a t . 5 0 . 0 0 0 Í e f r a b i t i . p r a g o
vendesi. 18 valvole, 4 gamme, monlstereo, poten2a 15+ 15 W chr inleros-
sarotor nspondermi con sollecitudinei assicuro massima
Ingressi: pick magnetico, piezo, ausiliari {radio, regisiratore, VENOO O pERMUIO con mat€riale TV un bagno di stagno
microtono). fhe altopailantí completi di casse armoniche Ersa mod. 12 e un regolatoré automatico di temperatura
(due tueeters e un woofer O 300 mm). ll tuno usato solo Vkglnro Rossr . via persico 18. 26043 persico Dostmo (CR).
per deno mod. RA/600 E. tl materiale è nuovo, mai usato. - E f0372154113 {ore oasti)
pocha decine di ore..icontrollato e garantito a L. 185.000. Salvatore Milano - via c. Brúno . Rione Ascaretti - tsolato 25 B
Bollini - via Teodosio 33 - Milano , 6 (021 290579. - 80143 Napoli -
A (081) ?s92472 MX_1g.lVr BARACCHTNO 2t Ch. CERCO In cambto dt ing.nÙ
quanflîa dr mstenate nuovo como lc, transtgtod.
FRAMPUFTCAIORE PE1 Vecchieti vendo a L. 18.000, Dream, CAMBIO FUCIL€ EEREÍA automatico a pompa 5 cotpi catibro dtodl,-coF
plificatore Vecchieti PEZ L. 7.500 (2 per L. 14.000j. àmp,if- Cerco inottr€ p6rcona dtsposta ! rilavar.
12 b€n tenuto con ricevitore sintonia continua 0.5+30MHz runo il mro materiat€ 3 pfozzt v6Em6nt€ trdsod. cedo moL
cato.e V€cchieti Mark 200 a L. 40.000. filoditrusore stereo tipo ldayets HA60GA o similare o ricevitore per decame. 'l::lT9,.."11" e r€sti d-et + ilvtst. rorosr.flch!.
Phillps L.60.000, a chi acquista il PE7 regalo la maschqrina tiche. Cambio inolÍe raviste di caccia . Diana, con riviste -seror€
anronelo Masara - via S. Saturnho rm - 09tm ódìti.ri.
dì alluminio satinato toriginale) e le manopole. di eletronica frno at 19?5 esctuso lmegtio se cq o CDJ.
Mercello Vtriollo-S. Polo 1279lA ' 30125 Venezia-8
36818.
(041ì Attilìo Pompilt - F.tti Ceru', Pat.A.60032 Castetotanio{ANl. -
VENDO IASIIERA otima per sintetìzzatore oppure organo,
msccanica ameÍcana,37 tasti L,25.000 oppure 49 tasti
CAMBIO RfX MIDUND 13.862 I a atimenrarore ZG 2,5A
- Sommerkamp TS 5605 S + eveniuale conguagtio in lire
+ numerose riviste di radiotecnica (cq, NE, ecc.) + vari
richieste OM/SWI
1.30.000. Frequ€nzlmetro digltale Digikonjc mai usato L. componenti nuovl per RTX tipo Mobii 5 - Mobit 10 o RTX CERCO APPARATO-R|CEVENÌE per SWL. possibrtmonto p6r
180.000 fatabili. Organo Elks Mod. 660 L ancora in garanzia (FM, AM) anche autocosÍuito Xl 2 motri in buone codizioni m Posso offilre mdica
L. un milions pagato t. 1.400.000 un m6se fa, tratro solo di somma cadsm6nt€
di qualsiasi marca oerò in stintooia continoa. r26.lO-4.4G&.
Domenico Fioilna - via Marabono 3/14 - 16151 cE Sampier Pedrc lovrno - vi! Cteonte il - 87020 Ctfradoila
Giusep€ B a l z a n o - v . R o c c s t a g l i 6 t a1 6 , R o m a - I 53?6893. det C6po (CS)
E {09821 95140.

Al gentile Lettore di Priolo che ci ha inviato una bella cartolina Ìllustrata (firma illeggihile:
Salvatore?): grazie del cortese pensiero, e su con il morale: I'umanità sta capendo, forse un
po' Ientamente, ma continuamente, che c'è qualcosa che conta più della anilina!

dicembre 1976 2065-


offerte e richieste

R A D I O R I V I S I A C É R C O : s - 9 ' 1 2 / s 6 r 2 - 5 - 7 - 8 - 9 / s 7o a n n a t e o CERCO URGENIEMEffiE rlcevitore Geloso G4/220. 64/215. RX MOSLEY CMY ln poÉefra efflclenza con ll suo altoparlant€
b l o c c o d Ì a n n a t e ; l l R a d ì o g i o r n a l e ,n u m e r i o a n n a t e i a n n a t e G4l216 o di alÍe marche di analoghe prestazioni, in oftimo comDro codanti. Cercasi altresì lurner + 3 con alimen.
a r r e t r a t e H a m R a d r o ,U K W E e r i c h t e , O S I t l n o 1 9 6 0 : H a n d b o o k stato meccan co ed elettraco. Rispondo a tufri, inviare offede t a t o r e s t a b i l i z z a t oc . 1 4 v . 2 5 a a s o l e 1 6 0 K l l r e . E n u o v i s s ì m o l
a n t e r e c e n t i r l 1 9 6 0 v e c c h i e p u b b l i c a z i o n id i r a d i o t e c n i c a .C e i Mdrc GrandNia 31.: 3,0!!q!3!9119!! Cesare Santoro - via limavo I' Roma - É 353824.
!!!19!i llE|
co a9oaratl surplus tedeschi, anche se in cafrìvo slato o de.
moliti. padi, vslvole, micro, cufiie. tasti. sùumenti manuali. HAM-RADIO cerco 1974e precedenti,1975 solo gennaìo e dL . Diodi contollati al silicio ' di S. Heller. edizioni
Cerco RX a valvoLèfunzionanti a pile, RX HRO/KSI con val cembre. Dettagllare condizìoni e richieste. C , E , t l e s c h e m i d i c i c l o c o n v e d i t o r i D e r D o t e n 2 am a x 1 k W
vole serie europea EF 13/EF 14t vaivole Sry 150/20. Oetta- l1POR,G. Luigi Podinaro-via Marconi 22 - 13040 Palarzolo Alfredo Costa via F. Rismondo 17 - 43100 Parma .
gliare stato materiale e richieste, garaniisco rìsposia.
(vcl.
CERCO a modico orezzo: libri e riviste ru - radio - stereo -
P a o L oE a l d i . v i a D e f r é g g e ( 2 / A 1 7 3 S 1 D AB o l z a n o- A ( 0 4 7 1 ) C E R C O U R G E N T € M E N T Ec o n d € n s a t o r e v a r i a b i l e c e r a m i c o d a corso radio TV SRE con scnza maleilalr solo se ve'a occasro.
44328 1 5 0 / 2 0 0 p F a d a l t o v o l t a g g i o 2 . 0 0 0 / 3 . 5 0 0V L . P a g o m a x . 3 . 5 0 0 ne. SÍumentl misure materiale vario e schemi - apparecchi
I I A V I G A Z I O N EA E R E A l n t e r e s s a m rt u f r o . P a d i c o l a r m e n t e m a p - lire. Spedizione a mio carìco. Corrisponderei RfrYers per radio'TV'giradisch, - registraiori. Guasti o da getare.
p e r a d i o n a vg a z i o n e , r i c e t r a s m e t l i t o r i r a d i o e l o r o m a n u a i i l e c - Mario Novelli - via Cavour 15 - Gallarate ÍVAJ.
nici, radioteletoniain lingua ingles€, liste Vor aeroviérFdio- Robedo Olivas. via 4 Novenìbre 50 - 08011 Eolotana {NUl
oscr[o-scbmm
n a v l g a z i o n e m l i i a r e p e r l o d o 1 9 3 9 - 4 5 .l i b r i s u I a r g o m è n t o i n CERCO ALIMENIATORE. o schema, per WIR€LESSa8 nk I fetamente funzionante. Rispondo a tufti.
l i n g u a i t a l r a n a / i n 9 l e s e .I n v i a r e L i s t ed e t a g i a t e e r e l a t i v i p r e z z i . anche autocostuito e accessori tmìcrocutria, ecc.l per defro P a o L oM a z z a f e r o - v i a E m i l i a 7 . 6 5 1 0 0 P e s c a r a .
Sanro Saifi - via Roma . 87100 ManSone iCSl. L ! i g i D e l l a c r o c e ' c o r s o F r a n c i a 1 4 8 b i s - 1 0 0 9 0C a s c i n e V r c a
TRASMEIITORE FM ameno 3W. da 88 a 108MHz
C E R C O T R A N S C E I v E Rd " c d m e n c h e , " . n " . " t " " " , ' , , " " , ,".
che lin€a, disposto ad oftrire fino a 400000 purché in bùono Enzo Rossi - piazza Cassa di Risparmio 2 - 38017 Mezzolom-
s t a t o , e v i s i o n a b i l e R i s p o n d oa t u t i . m a g a r a n t i s c o e p r e t e n d o
a massima se.ieià.
G i o r s i oR i c h e l l i - v i a A r e n u l a 1 6 . 0 0 1 8 6 R o m a . A ( 0 6 )
richieste SUONO bardo iINl.
URGENTISSIMO OSL in sughero dalla Sardegna e rimborso
6542106 CERCOÍRASMEIITORE FM anche usato, fiequenza 100+ 106 sDese a chi mi invierà fotocooia delle isùuzioni duso d€l
MHz, potenza5 w circa, SHIFT i 10 kHz minimi, possibilmente Wat-mero OSKER mod. SwR 100. Cercasl anche rotore d oc-
CERCOROIORED'ANTENNAMod. BAM-ll anche usato purche casìone con comandi.
pedettetamente fun2ionanlecompieio di box, eventualmente a s l a i o s o l i d o e e s c l u s a a l i m e n t a z i o n e .C e r c o a n c h e r e g i s ù a -
Antonio Atzeni pìaz?a Mateoti 12 09013 Carbonia
baraftabile con materiale S.RE. vario. C€rco anche oscillo. tore stereo a bobine (di classel mancante di amplificatoree
a (07811 63493.
scopio I!nzionante o facilmente ricondizio.abile solo se occa oscilloscoDioc c + 150MHz o oiù entrambi usati.
Guido Gardinali .Borso Nuovo 7 - 27038 Robbio {PV). ACOulslO ANNATA 1976 di Radio Eleftronica e di onda
18llF, DieSo Rafia va S Bibbiana 4 c/o Eiagioti - Psa D I S P E R A T A M E N TC EERCOschemi di efiefti speciali per organi Ouadra e annate 197s/76 di Rad'orama. vendo molti libri e
a 206?5. eletronci: Salom leslie eletronici ecc. Non sono interes- riviste di èleftronicaì a richjesta invio elenco de&agliato.
sato a WHA. WHA o distorsori. D spongo di schemi di Moog, Francesco Daviddi - via Ricci 5 - 53045 Monlepolciano fsl).
A C O U I S T E R E IR I C E T R A N Se è r i 2 m I C O M 2 1 0 o S H A K I W O S.O.S. chiunque possa aiutarmi a reperire picomateriale
Cederei rlcetans renko 2XA Der i 2 m ouar s i n t e t i z z a r o r i m o d ! l a r i e s q u e n c e r e v e n t u a l m e n i ep e r s c a m b i .
poten2iomeÍi Z 6 mm; resistenze 0,Axl mm; pìco€onden-
z a t o s ! c i n q u e p o s r z i o n i { t r e p o n t i l L 1 5 0 . 0 0 0Í a t a b i l i . Francesco Busaii - via D. Alìshierl 54.56010 Ghezzano (Pll
salori al tantalio simili a quelli impiegali nelle protesi acu'
Primo Degli Angeli via M. lzzo l0 Calvr Risoda (CE). d i p r o d u z i o n è e s c l u s i v a m e n t eg l a p p o - stiche. Dispongo di svariatissimo materiale el€tronico pro'
C E R C O U N O U A R Z O d a 3 . 3 9 5M H z , r i s o n a n z a s e r i e , u n l i l k o n e s e d a n n e g g i a t io ì r e c u p e r a b i l i , o a n c h e i l s o l o t r a s f o r m a t o r e fessionaÌe e di altro: Provate a chiederel! Per qualunque ol
d a 3 . 3 9 5 M H z 1 2 . 5 k H z a 6 d B e u n f i l f t o d a 3 . 3 9 5M H z 1 0 . 5 dalimentazione ed eventualmente 9li elettroltici di livella' ieda o scambio intormazione rivolgersl a m€ personaimonte
kHz a 6d8. tunl per RX Tro JR 599. mento. Cerco inoltre piastra stereo di reqistrazione anche
Pierangelo Pensa via V Fmanuee 50 - 22040 Crsleto i n e t r i c i e n t e .A s s i c ! r o e c c e l l e n t e v a l u t a z l o n e . G. Tamburi DoÉskass 38 - 5425 Schneislngsn (Sviz:era).
Roqeno (COl G i o v a n n i M a c c h i a v e l L o V i a G . S a p e b 2 2 4 8 1 6 1 3 2G e n o v a -
AAAAlll CERCASI corso di ingleso . RCA Ster€o 8 ' compc
a (010) 3942s6.
ln:[zrOli cERCo soo -icev.ro.i turzionanrr r u ganna sto da 12 (dodicil cass€te. Fare offedB. lmpoÉante che il
aereonauticada 148 a 108MHz. autocostruili e professionali tuto sia in otimè condi2ioni.
ma in onimo slato Rispondo a tutti e a richiesta proponqo lsOzUD, Giovanói Debidda via P6oloCani 6 ,07029 T€mpio -
uno scambio con RX-TX-FANON l. 100023 canali ancora im
richieste VARIE a (079t 631329.

Livio Rlghi - via D. Zampieri 15 - 40129 Bologna É (051) crncooscrrroffi


365734 ACOUISTO SCHEMARI TV anch€ tutti volumi purché occa 1 0 M H z . I n d i s p e n s a b i l et u b o c o n m e m o r i s d à 5 " . T r a t o p r é .
feribilmente con residentl in Roma o Lazio.
reUn|Plffi a e p M l a c e r l o . p J c h - ao e , t e f i a m e a t e BenedetroAufierl ' via Arese 100 Caronno Petusella (VA) Giuseppe Grasso ' via Peccioll 57 - 00139 Rome - A (06]
tunzionanti e non modificati Specificarestato e prezzo 8 12 0 2 1 8 .
Leo Ceria via Madiri Libetà 32 - 13100 Ouaregna {VCt CERCO CORSO Iv pr"ffil* h r*trc. ffi
"
c E R c O T R A N S C E I V E Rb a n d e d e c a m e t i c h e , c h i a v e s s e i n t e n aCOUISTO MATERIALE HOBBISIICO, purché In blono stato,
Marcel o Maccas.an via S. Felice 48 - 40122 Bolosna. di: Radiantismo ' CB, Fotografia. Caccla. Pssca, Modoll{3m0 In
zion6 di vende.e Jare offeda e stato aDoarati. Massima se.
netà pagamento in conraîri purché tatasi dt prezzo onesto l o s c h e m a o n 9 r n a L ed e r l o s r r u m e n l o senere, Filstella, Alta fedslta. Trstro con Padova, Rovl€o, Vi
MARCONI NAVY. cenza. Scrivero indicando mat€dal6 € protese.
Lanfranco vetuschi - via della Branco 4 . 35100 Pedova.
|8WMR, Angelo Marzaroli , via M. Paesano,84025 Eboli. Nereo Pieri srada deì Friuli 37 - 34136 lrieste

Ai seguenti signori:
Aldo Pollnbo
V.lconi 2 -corIz|a.

'Se,-
At1-
u4óYu-L
Yr-tt'n'"ó--f* ,-.,0$;o Qsr
Lztpc hù,; WfuI
€D*"fuh*
abbiamo risposfo in data I ottobre 1976; e questo è I'esito:

os'

Se I'argomento li interessa ancora, preghiamo dare nome o indirizzo corretto.


- 2Q55 cq elettronica
... Tu non pensavi chtio loico fossi !

Edit one
Accumulatore di caratteri RTTY
{seguedal n. 11/761
l5BVM,ClaudioBoarino

La piastra n. 2
già si è
Passiamo ora alla seconda scheda, con il clock 2 e il display, come
detto.
prece'
ló--i"n"^" del clock 2 in figura 13; noter'ete subito che, mentre il clock
dàntemente descritto aveva un so/o ingresso e una sola uscita, qui a due in-
gressi corrispondono ben quattro uscite.
"Aicne
lo schema poi è un tantino piit complicato, e il timing (figura 14) un
pochino più vasto.
'Àia
'O; vediamone il funzionamento: il primo ingresso, GO, è normalmente a livello
quando vie,ne portato a livello I si attiva un oscillatore con periodo di esatta'
mente 22 ms.

GO

BUF SET

ÈM

ADD ll\fcR

M DATA

O DATA

R, 10ka x1 74123
n, 10 kio" X, 7493
R-" 15kQ \ 7442
p"- ttaoo dl x474123
x5 7400
C1 0,033gF Xs 7400
Cz 150pF
C3 2,2 v"F
C4 2,21t"F

figura 14,
dicembre 1976 2!067--
Edit one

ll solito 7493 conta gli impulfi generati e un 7442 li decodifica in modo; che
a ogni impulso éorrisponda poi Ia trasmlssione, sul filo DOUT, dell'apposito bit.
Per vederlo meglio occorre immaginare un ciclo completo.
AIIora supponiamo che il contatore sia a 0 e anche GO sia a 0; quando portere-
mo a 1 il filo dì ingresso suddetto il contatore passerà a 1, avendo noi fatto
parti re l' osciIIatore.
Per tutto il tempo che il contatore resterà a I (22 ms), sulla uscita D)IJT sarà
presente un I (start).
Dopo questo tempo il contatore passerà a 2 e su Dour verrà trasferito MDATA;
q metà però di questo ciclo avverranno alcune cose: in primo luogo la-linea
BUF sET, collegata alla linea LATCH, andrà a 0 facendo memorizzare al bufler
della memoria il bit che stava leggendo, dopo di ciò la linea ADD INCR avrà un
corto impulso negativo che Íarà incrementare il registro di memoria di una
posizione, si andrà a leggere cioè il bit due della parola di memorÌa.
" "
9gg"_tq però non verrà trasferito al.la linea MDATA perché BUF SET (e quindi
LATCH) è a zero"
Per tutti i 22 ms del ciclo 2 non cambierà piit niente, cioè.
Dopo di ciò, quando il cantato,re passerà a 3, Ia linea BIJF SET rítornerà a I e it
secondo bit della parola di memoria verrà inviato a MDATA e quindi a DjIJT;
sempre a metà del cÌc.lo si avrà .lo 0 del BUF SET, e I'impulso su ADD INCR.
Questo ciclo sÌ ripeterà fino all'ultimo bit dolla parola, cioè fino a che su MDATA
non .sarà presente il bit " cinque (l'ultimo) e I'ADD INCR selezionerà il primo
"
bit della parola successiya.
Ci troveremo allora col contatore a 6 (riÍate i passaggi per verificarto) e il tra-
sferimento durerà finché il contatore non andrà a T.-
Qui infatti, invece di trasferire il primo bit detta parola successiva, dovremo
inserire Io stop.

Púmo piano della memorialntel 2102.

- 2068 cq elettrcnica
Edit one

,i.fuesfo scopo Xs Q) non trasferiràpiit MDATA, nta tln 1, e questo'negato


da X5 $), andÈ a DOUT'
SET'
Natuialme'nte non vi s;arannopiit imputsi di ADD INCRe neppuredi BUF ma
0 in uscifa sul oout aurerà per tutto il ciclo in cui il contatoreè a 7,
Lo
àl"ne"'qiaidò it ua u ri COUf resteràa 0 grazie a Xs [2.), s.olocUi,?,
,àia aét iiilo I Xo (1) resetteràa 0 il contatoree manderàa 0 cosi Ia linea EOW
"ontàlo,re
(End Of Word negato),indicandoIa fi.nedel carattere.
A questopunto, se ói' vogliamofermare,togliamo I a GO, altrimenti Ia lettura
proseguirà
'La con Ia parola seguente.
próceduraè senztaltroun tantino complicata,d'altra parte,_funzionando be-
niséimo,risulta di facile utilizzo per il pilotaggiodelle uscite RTTY.
Lo sfesso clock poi può anchericavarei dati da una tastiera elettronica,ma ne
parleremoa suo tempo
'tJttima
cosa,il fatto che it ciclo di stop duri u'n periodo e mezzo circa implica
che sia lungo circa 33 ms, un poco piÌt lungo del necessario:questo non com-
porta guai,-la telescriventeinfatti ha bisognodi uno stop.almenodi 31 ms, ma
'questi
stop può anche esserelungo dei minuti, senza che Ia macchinase ne
óffenda: magari si addormenteràil corrispondente'
Vediamoora il cireuito del display (figura 15)'

figura 15
xt 7190
x, 74192
x3 74192
x1 74192
x5 7447
x6 7447
x? 7447
x8 7400
x, 7400
I displayssonoTlL3l2

II problema qui è stato divid'ereper cinque gli impulsi mantenendoil conteggio


upldown, e col circuito comprendenteil 7490e Ie poche porte richieste il risul'
tàio è raggiunto.
Ogni cinqie impulsi sulla linea UP il contatoreaumenteràdi una unità, ogni cin-
que impulsi sulla linea DOWN diminuirà di uno.
Poiché'non dovrannoMAI 'ci presentarsiimpulsi contemporaneamente sulla Iinea
IJP e su quella DOWN non possonoessere ambiguitàe il circuito funzionerà
come stabilito.
Per il resto il circuito di conteggioricalca quello della memoria,all'uscita ci
sonoIe decodificheche pilotanoi displaysa led collegatein modo che sí spen'
gano i displaynon interessatidal conteggio:l'effetto è migliore.
"La
portache'indica il raggiungimentodel valore 204 sul display è utilissima: ci
imóedirà infatti di oltrepàssire Ia massimacapacità della memoria, con con'
seguentedistruzionedel file'
-N-íi
ii-paie che ci siàattro, al solito.eccovianche,atle pagineseguenti,circuiti
stampati e layout (figure 16): buon lavoro.
2069 --
dicembre 1976
figura 16.1

Circuito stampato
piastra n. 2
Iato tame il
nrm\lt{ff\\lll(fi
Íaccia superìore.

Tiillffirulli-ltrrirr! !!!!
l!l!

-' lLlI
!Y

q l E
-\\
€1,€
!/!\ts
fm-ì\

llillll
îigura 16.2
Circuito stampato
piastra n. 2
Iato rame
secondaÍaccia-

o c o o oo o o c o

c c 3
o occc
o

e
I
Lì. È-

o
iì rr
brt Sú
: \ ,
o
c
o
c

c co c

zul -
dicembre 1976
figura 16.3

Di spòsízione camponenti
piastta n. 2

++411 * 'h4't
++44]

?411A + 7q,12 ?4t32 t

a
t r 8
,ti z
2
î 1 . J * 742o
A
o
I
o
o o l
+ +

o î
o 1 7
o 4 4
o 4 9
o l 3 7 7
+ 4 I
3 o
o
o
o{o I +
+4r11 f

Ot'O O4to*g

-mn cq clctùo|tica
Edit one

Per i piit smaliziati


Ancora qualchenota per i primi della classe (hi...): in primo luogo anche qui'
si potrebbe rendere il clock di uso generale, solo che Ia decodifica andrebbe
cambiataco|74154.
Itr motivo è da ricercarenel fatto che Ie uscite richieste per 5 bits sono 8, per
gli 11 bits dello standardASCilce nevorrebbero12 mentre il 7442ne ha solo 10.
lnoltre Ia velocitàdei dati in uscita è minore (nel casoBaudot solamente)a quel-
la ottenibile da un nastro perforato,anche qui perché in realtà Io stop dura 44 ms
e tutto il ciclo di uscita si compie quindi ln 176ms consenfendola uscita di
5.6818caratteri al secondo.
Lo scarto è comunqueminimo e dopo aver registrato 18630caratteripotremocon-
sideraredi aver sprecatosolo 4'.
Per quanto riguarda poi la linea 204 è ìntuibile che diventerà 409 a un raddoppìo
dei chips di memoriae 819 a un ulteriore raddoppio.
Naturalmenteè facile vedere che lo schema di divÍsíone per otto del display è
identico a quello presentato: basteràusare invece del 7490 il 7493 collegato in
modo analogo.

La scheda di memoria.

fests
Anche qui vediamo di provare alcune cose: innanzitutto non inserendo Ia Scheda
n. 1 lasciate'libero il terminale GO e con ODATA pilotate un generatore di AFSK
la cui uscita sia riletta da un convertitore e vada alla telescrivente: se tutto sarà
stato tatto a regola d'arte si avrà una sequenza di blanks, ponendo a zera MDATA
si avranno del LTRS.
Collegando ADD INCR con Ia linea UP del display (dopo aver rnesso a massa il
CLEAR), questo dovrà o contare " i blanks o i letters in uscita.
Naturalmente quelle che via via propongo non sono che provette da fare sui due
piedi in mancanza di rheglio e come verifica all'ottenimento all'oscilloscopio dei
timings previsti.
Una specie di prova generale prima di attaccare tutte Ie unità assieme...
')i.')i.')i=')í.'){.')i.')i.'}(.'](.')(.')(.")i.')k').s')í.fsegueìImeseprossimo)>)i<')(.>)i<')i<')'F'i.')(.')i.

dicembre 1976 20:t3 -


spenimenÈane@
clrcultl da provaro,modlflcare.perfezlonare
presentatl dal Lettori
o coordlnatl da

AntonioUgliano,lI-10947
corso Vittorio Emanuele242
80053CASTELLAMMARE DI STABIA

@ coWrtght cq elettnonica.l9Tó

'o
" Te f accio vevere broro
ol
d'e papucchielle verace
1"
TX
HB
"---o ch'ine e pepe >

47nF
T4
Ac 128
T3
AC127

r2v
T +

lvo BRUGNERA,via Antonio de Nino, Sulmona.


Tasto elettronico.
Modifica a un progetto pubblicato da SelezioneRadio TV del 1967 pagina 1496.ll circuito
è stato " rimoderÀizzato" e resrt attuabile con componenti di facile reperibilità. ll relay
è da 6 + I V a più contatti (siemens o Iskra); uno dei contatti, indicato con TX, può es'
sere inserito direttamente al key del trasmettitore.
cq elettronica
sperìmsntare

scala ( Beta lOO e 1OOO)

Ma l- fl s o o K a
Zeratest

a"tì' te.\33919-9nlg-

Forlanini49,
.GianniGAIEAZZI,viale Forlanini Garbagnate.
49, Garbagnate.
Betatesterper la provadei transistori.
Modificadel betatesterdella scuolaRadioElettra.II con,mutatore è doppio.ll potenzio'
metro da 2 MO serve per azzerarclo strumentoposizionando il deviatoresu " zero test ".
portarlosu . betatest ". Lo strumentoè a due portate(100
Per provarepoi il transistore,
e 10b0),I'azieramento và fattó portandoI'indicedello strumentosul fondo scala.L'accen-
iione úel led verdeindicache vi è in provaun transistoreNPNmentreil led rossoindica
un tipo PNP.La mancataaccensione, che il transistoreè fuori uso.

Velocita

GiorgioBEILONI,via Ripamonti530, Milano.


Metronomodi precisione.
nientealtro.
da 10kO lineareregolala battuta.Telegrafico,
ll potenziometro
dicemblé 1976 zaÉ -
sperimentare

1 - SN 7400
2 - sN 7492
3 - SN 7400
4 - sN 7402
5 - SN 7400
6 -SN 7475
7 -sN 7448
R -4709

Sergio BROVERO,via Villavecchia 20lb, Casale Monferrato.


Dado digitale.
ll circuito comprende un contatore BCD SN7492alle cui uscite è collegata una rete che
serve a dare alla decodifica fprecedutadalla memoria) Ie informazioniin binario corrispon-
d e n t ia f l as e g u e n t see q u e n zdai n u m e r i n d e c i m a l i1: - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 1 - 2 - . . .
La necessitàdi questa particolaresuccessionederiva dal fatto che in un dado non si potrà
mai ottenere il numero zero. Nel circuito vi è poi un oscillatore a NAND a circa l kH'z
che comanda il contatore. La frequenza di I kHz è tale da fare apparire sul display il
numero I impedendo così di render'evisibile all'occhio umano la sequenza di conteggio.
La memoria serve per bloccare il display su un numero determinato dalla sorte mentre
il conteggio prosegue egualmente,operazioneche si compie premendo il pulsante M.

DEMODULATORE
RTTY
AF8
Demodulatorea filtri attivi
c o n A . F . S . K . ,a l i m e n t a z i o n e
220V.AC. dimensioni 263x222 x 67 mm.
orezzo informativo L, 240.000

2W71 Gasalpusterlengo(Mi)
NOVA elettronica Via Marsala7
a (m74 84.s20

--'.--- m76 cq èlettronica


sperimentare

Uti I i zz.zionc

Riccardo DE GAUDENZI,via Piave 10, Rosignano Solvay.


Temporizzatore programmato.
Direttamente alimentato dalla rete, provoca lo spegnimento di un apparato dopo 90 min.
lnoltre ha la possibilita dello spegnimento immediato tramite I'invio di un fascio di luce.
PosizionandoSl su " accesoD e premendo P1 inizia il conteggio. Pl carica uno dei due
elettrolitici ad alta capacità per tempi lunghi o brevi. ll relay, eccitato, chiude il circuito e
chiude la sezione del relay connessa a S1 mentre I'interruttore 51 viene riposizionatosu
off. Tramite il potenziometro da I Mfl si regola il tempo di accensione. Diseccitandosi il
relay, si spegne il tutto. ll relay è da 9 + 12Y.
>)kr)(. r)i.
A tutti i pubblicati minestrone di 25 componenti elettronici.
>)í<:l(< ìi.

L'amplificatorelineare (messo in palio nel mese di agosto) è stato vinto,


tra tutti coloro che entro il 30 settembre hanno inviato un progetto, dal
signor Ettore UBOLDI,via Amendola 23 - 2?053LECCO.

ll progettodel mese
Antifurto per appartamenti eon chiamata automatica del 113
ll signor Giuseppe Camiolo, largo Pisani 5, Palermo già ben noto agli Sperimen'
tatori per altre sue creazioni integrate, questo mese ci presenta un pregevole
antifurto. Cedo a lui la parola.
Il circuitoè compostoda dodici integrati,due relays,tre transistorie minuteriavaria.
Essoprevedecontattinormalmenteaperti e contatti normalmentechiusi. ll circuito è stato
studiàtoin modoche,applicando un normaleregistratore, possachiamareil 113e awisare
gli organicompetentidi un'eventuale abusivanella propriaabitazione.
introduzione
It tuttó è formato da tr,e blocchi: il formatóredegli impulsi che chiameràil 113,costituito
dall'oscillatorebdseSN74l3,da un SN74l9l,da un SN74l50e da mezzoSN7400. ll circuito
che impegneràla lineatelefonicaformatoda un SN7493, un SN74191 da mezzoSN7474e
relativo tiansistore 8C140e il relay RL1 e tutto il resto che è la logica che controlla lo
stato degli ihterruttoriA, B, c,'D, formata dagli integrati: mezzo sN7400,sN7420,
SN7493, SN74191, SN74l21e da mezzoSN7474.
dioembre 19?6 m77 -
sperlmentare

Aliment
t/z snz+oo
?t lî
t l
sN 7413
\:J R
rooop F
t/z snzll,a

lzsn.^zt
lAsnz+zo

II funzionamento è molto semplice:se i contattidi controllosonoa riposolo SN7420è a


un livellologico" 1 " pertantoil contatoreSN7493 non è abilitatoa coniare;quandosi avrà
una variazione per i contattidi controlloSN7420abiliteràil contatoree se persisteràper
circa2" il punto9 daràun impulsoattraversoG facendocommutare1/4 delloSN7474che
abiliteràlo SN74191, questiriceveràimpulsia 1" dallalineadi ritardoformatadalloSN7493
e inizieràil conteggio.Dopocirca 8" ói avrà un'uscitaal punto " 7 " che farà commutare
1/2 5N7474e mettendoin funzioneil transistoree 1/2 dello SN7400.ln questo momento
attrarràil relay che impegnaIa linea telefonicaRL1e mette in funzioneancheil timer
formato dal transistore.La sua costanteè tarata su 4'. Nel frattempo,lo SN74l91ha con-
tinuatoa contaree, dopocirca 8" dall'impegno della lineatelefonica,darà un impulsoal
punto13 che piloteràlo SN74121. Questodaràun impulsodi 50ms allo SN7474(1/2), che
attraversoil punto 13 piloteràlo SN74191 e la memoriad'ingressoformatadall'inverter
S N 7 4 0 0( 1 / 4 ) ,e d a 1 1 25 N 7 4 7 4 .
Lo SN74191 , formatoredel 113,inizieràa daregli indirizziallo SN74150 e ogni qualvolta il
negativod'ingressoE0-E16(nel nostrocasoE2,E3,E4,Ef9, E22,delloSN74150) apriràla
porta and formatada 1/2 7400quindiI'impulsoproveniente dal SN7413piloteràil transi-
store e il relativorelayformandoil 113.
ll registratoreche era stato inseritoquandosi era attrattoil relay d'impegnodella linea
daràun messaggio registratoprecedentemente in linea.Tutto il ciclo dureràcirca4' dopo
di che entreràin funzioneil timer che resetteràil tutto ma se I'allarmepersisteràdopo
altrettanti4' il ciclo si ripeterà.
Unanotameritail registratore che dovr:àessereapplicatoin modoche I'alimentazione del
registratqre dovràrisultarein serieai contattiR (alimentazione). La presaaltoparlante sup-
plementareal trasformatoredi accoppiamento. ll nastro,già registrato,dovràesserechiuso
ad anellocome nel casodelle cassette" Stereo8 ".
Per I'alimentazione occorreràun alimentatorea 5,1V, 1,5A o una batteria,consigliabile
dato lo scopo,che possaerogaretale tensione
Il consumo'inriposoè di 250mA e di 1,2A in funzionecompresoI'assorbjm.ento del regi-
stratoreche però potràvariareda tipo a tipo secondole marchee il modello'
- zug cq elettronica
sperimentare

F
t-
N

lftl
'- ^74150
tfmtÎi;'i

illllri tltf
74191

tfal O-r 7413


rfaf

flrl
I rt ,? ,
t'
Jft
flffl ;,ll
rr
7493
74 oo
{rffl lllf
a
c, [ ' I
Ò> I

Come sempre, il signor Carniolo è a disposizionedi tutti i lettori che, interessati


al progetto, vorranno interpellarlo.
C o n s i d è r a t oc h e i l s i g n o r C a m i o l o t r o v a g i o i a u n i c a m e n t ea l l o r c h é f a f u n z i o n a r e
g l i i n t e g r a t i , c o m e p r e m i o m e n s i l e g l i e n e i n v i o u ' n a c o n s i d e r e v o l eq u a n t i t à i n
É r o d o c É e p o t r à s b i z z a r r i r s ic o m e m e g l i o c r e d e . P e r i l e t t o r i , h o r i d l s e g n a t o . i l
c i r c u i t o s t a h p a t o a l l a s t e s s a s c a l a ( 1 : l ) O i q u e l l o i n v i a t o m id a l s i g n o r C a m i o l o
che credo in'grandezzanaturale anche a giudicare dalla pantofolaturadegli .il.tg:
'){.,1i<:l!:ji::l{:;ll::)> l : ): li>i:<) i><) i : : l >
{ :) l : : ) i : : >
; : ) i : i ' 5 ; ) i ' ) i . ' l i . ' ) ' : ' ) i . : )>i :l { : ; )>' 5) i : : )>i .) 3 : )>i <) i < : ) i < ) il:' ;
grati fipOrtati.-
dicembre 1975 2079-
Rullodi tamburi:
ElfioMoro - via Latisana144- 33054LignanoCíty
ObvaldoMazzgi- via ScuolaMaterna2 - 85050Potenza
NerinoPenazzi. viale Rimembranze 88 - 13100Vercelli

Dato che non vi piacciono le fotografie di, lavora-


zioni tecnologicamente avanzater come regalo na-
talizio vi offro un'immagine...della lavorazionedi un
componente importantissimo per il funzionamento di
un registratore, dal superstereo al modesto gira-
cassette.

Per aiutarvi vi posso dire che i pezzi in lavorazione


sono ben venti.

SalUtoni e auguri. ')i.')(.')i.')i.


')3')k')í.')i.')(.')i. r)j
ti.')(.')i<
Anche se la fotografia del precedente quiz sarebbe
potuta sembrare da fantascienza,tuttavia rappresen-
tava . solo " una fase di lavorazione in serie di cir- REGOTE PER.LA ìlnrrCrplZrOre
cuiti stampati.
a. Si deve indovinare cosa rappresenta una foto. Le risposte
ln particolare era.noi circuiti stampati di un amplifi- troppo sintetiche o non chiare (sia per grafia che per con-
catore della Tandberg, casa norvegese nota per i tenutoJ vengono scartate.
registratori: la fase di lavorazioneera quella riguar-
b. Vengono prese in considerazione tutte le lettere che giunge-
dante il controllo della esatta esecuzionedelle piste ranno al mio indirizzo:
ramate e dell.esattezza della foratura: naturalmente
per eseguire automaticamenteuna simile operazione Sergio Cattò
è necessariocollegarsi a un elaboratoreelettronico via XX Seftembre 16
2IOI3 GALLARATE
debitamente programmato per questo lavoro.
Comunque sia, i solutori sono stati veramente po- entro il 15. giorno dalla data di copertina di cq.
chini, tre, come i moschettieri, e saranno premiati c, La scelta dei vincitori e I'assegnazione dei premi an/i4ne a
con cinque circuiti integrati. rÍro rnsrndacabile giudizio: non si tratta di un sorteggio.

FB USEHS
ERUUF
il primo club italianodi appassionatidi microcomputers

(vedi cq n. 6/76 pagina 960)


- 2080 cq elettronica
Dallateoria alla pratica
Multivibrare necesse est
ing Gian VittorioPallottino

ll classico multivibratorea due transistori, già usa-


to da Abraham e Bloch nel lontano lg19 mediante
le cosiddette " valvole " (1), è un circuito molto
utile e versatile che trova larghi impieghi come ge-
neratore di onde quadre, come sorgente di segnale
per signal tracers, come generatoredi clock per si-
stemi digitali, eccetera, eccetera.
Si tratta di un oggetto semplice, grazioso e massa-
gevole che vale la pena di realizzare di tanto in
tanto osservandone con cura le oscillazioni allo
scopo-di concludere che anche I'elettronica,come
la matematica,non è un'opinione. 4t tqlr'Eg e t Eer>.ta

C, un gradino negativo di tensione, che è pari al


Lo schema classico [ 1 ] salto V"" - V.."., (V""*, - 0,1 + 0,2 V) compiuto dal
collettore di O,, che porta Ia base a una tensione
Nella figura 1 è riportato lo schema classico e Ie - {"V* - Vcr".. - V""*,).
forme d'onda semplifieate di alcuni punti del cir-
cuito nell'ípotesi che i componenti usati nelle due Non c'è dubbio che dinanzi a simili fatti il transi-
store Q, resti interdetto, ma non per molto! A que-
sezioni non siano uguali tra loro e si abbia pertanto
sto'punto infatti il condensatoreC' inizia a caricarsi
un certo grado di asimmetria.
verso la tensione di alimentazione* V* tramite il
resistore R, con la consueta e nota legge esponen-
ziale, ma non la raggiungeràmai, perché quando Ia
figura 1
tensione di base di Q, raggiunge la soglia di con-
duzione Vs"Y, Q, inizierà a condurre e si innesca
Schema il fenomeno rigenerativoche porta alla commutazio-
c/asslco ne degli stati dei due transistori.
del ll processosi ripete poi in modo identico per quanto
multÌvibratore riguarda Ia base di Qr e la carica di C, attraverso R,.
e rela.tive
torme d'onda. ll terqpo T, necessario a caricare C, dal valore
limite negativo al valore di soglia VBEsi ottiene
scrivendo-I'equazionedella carica del condensato-
re con costante. di tempo r a un valore finale Vn
a partirè dq un valore iniziale Vr

cotteltorc QL v(t) : V, e -Vr + VF {1 -e-r|r ) (f )

specializzataal nostro. caso e cioè


vrr(t) : - (V--Vce..,-V"u",,) e -tlRrcr -l-
collelîorc Q2..
+,V_ t1.-e-VRrcr ). (2)
vcc
vBEsot. óose Q2_ si ha in particolare che T' è proprio il valore del
0 tempo per cui vrz(tJ : Vset e si ricava in con-
clusione
2V- -Vcr.*' -Vgr*,
Tr = Rr Cr log. (3)
Supponiamoche inizialmente O, sia saturato e Or -VaeT
interdetto e che a un certo istante O' commuti V"".--V"".", -Vr*",
bruscamente nello stato di saturazione; alla base e
Trascurando i valori delle tensionidi saturazione
di Or, che si trovava a una tensione pari a Vse".t si
I'espressione
(- 0,7V), viene applicato tramite il condensatore di soglia rispettoall'alimentazione
semplificaalquantonellaforma ben nota
(1) Informazioni al riguardo si ,possono ottenere consul- T r : R ' C ' l o g " 2 : 0 , 6 9R rC r (4)
tando diversi testi di archeologia elettronica, d,isponibi'lri
nelle migliori librerie antiquarie. vale per il tempo Tr'
e analogaespressione
dicembre 1976 208t -
Multivibrarenecesseest

Se poi si ha Si può ad esempio porre un resistore in serie agli


em'ettitorie collegare dei diodi al silicio tra le basi
R,: R,: R e C': Cz: C e massa. Se la caduta nel resistore è tale che la
tensione di base sia inferiore alla soglia di con-
allora Ia forma dlonda diventa simmetrica e la tre- duzione di due diodí in serie il multivibratore fun.
quenza vale
ziona normalmente, mentre nel caso contrario i
diodi entrano in conduzioneassorbendola corrente
(5) dei resistori R. ll valore del resistore REva scelta
1,38RC in modo che nel caso di stallo, in cui la corrente è
doppia di quella normale, si verifichi la seconda
condizione,e che non si verifichi quando il multi-
ll problemadello stallo vibratore oscilla normalmente.
Un'altra tecnica è quella di polarizzareIe basi cof
ln quanto si è detto si è consideratauna situazione una tensione ottenuta rettificando I'oscillazione,in
iniziale in cui un transistore è saturato e I'altro è assenza della quale è evidente che i due transi-
interdetto; siccome però deve essere verificata nel stori non possono essere saturati.
p r o g e t t o l a c o n d i z i o n e1 " 2 1 " / 8 , c i o è
R"(pR", (6) Per avere un'onda quadra
perché nella fase di conduzionei transistori si tro- In molte applicazionidel multivibratore si richiede
vino in saturazione,ne consegue la possibilità che un'onda quadra che sia ragionevolmentetale e non
all'atto dell'accensionedel circuito entrambi i tran- presenti gli antiestetici arrotondamenti indicati in
sistori si portino nello stato di saturazione.Si ha figura 1. Infatti il tempo di salita della tensione di
cioè la cosiddetta condizione di stallo che ai fini collettore è determinato dalla costante cli tempo
pratici è tanto più stabile quanto più robusto è il R"C e se si vuole che esso sia breve rispetto alla
grado di saturazione dei transistori, cioè quanto durata del periodo occorre che sia verificata in mo-
minore è Re rispetto a 9R". do robusto Ia disuguaglianza
Esistono vari trucchi circuitali che risolvono questo
problema,alcuni dei quali sono illustrati in figura 2 R"C << RC. {71
L2,31. Siccome però esiste anche la condizionedi proget-
to definita dalla (6) ne consegue che deve essere
in conclusione
Rc((R ((pRc (Bl

il che è possibile solo usando transistori con valore


di B molto alto. Se per esempio 0 : a00 si può
'
scegliere R" : 1 kO e fissare R:220 kO ottenendo
una forma d'onda ragionevolmentequadra in uscita.
Un'altra soluzionedel problema è quella índicata in
figura.3, in cui si utilizzanoi diodi D' per separare
il nodo d'uscita'dal condensatoreC durante la fase
di salita. lnfatti nel fronte di salita il diodo D, si
interdice e disconnette il collettore dal condensa-
tore.

figura 3
lìgura 2
Schema di multivibratore con diodi D, dí sgancio che
a) Circuito antistallo con resìstenza d'emettitore e diodi. consentono di ottenere in uscita un'onda ragionevolmente
b) Circuito antistallo con polarizzazione ottenuta rettifi' quadra e con diodi D, di protezione contro Ia rottura
cando I'oscillatore. inversa delle gíunzioni BE dei due transistori-

- 2082 cq elettronica
Multlvlbrare
neoesse
est
ll collettore sale rapidamenteverso la tensione di
alimentazionecon costante di tempò C'R", in cui
C' è Ia somma di tutte Ie capacità parassite asso-
ciate al collettore, il cui valore è certo assai infe'
riore a quello della capacità di temporizzazioneC,
che si carica a sua volta verso + V* tramite una
resistenza ausiliaria R'. Quando poi il transistore
si satura la resistenza di carico effettiva è data dal
parallelo di R' e di Rc e di ciò va tenuto conto
nella progettazione.
Nella figura 3 sono indicati anche i diodi D. il
cui scopo è quello di proteggere le basi dei tran-
sistori nella fase di interdizione rispetto a un va-
lore eccessivodella tensione negativache potrebbe
superare il valore della tensione di rottura BVBgo
d e l l a g i u n z i o n eB E .
Tale valore limite si aggira nei transistori planari
tra I e 10V e vale - 7V per i transistori di uso
più comune. Senza i diodi di protezione non si po- flgurc 4
trebbe allora alimentare il multivibratore a tensiòni
superiori a tale valore, dato che Ia tensione a cui Multivibratore rapldo con emltter followers,
si portano le basi nella fase di interdizione.è pari
a circa - V*.
I diodi di protezione devono presentare owiamen-
te una tensione di rottura maggiore di V*; il va- semplice interruttore a transistore,.come indicato
lore della caduta diretta ad essi associata modifica. nello schema di figura 5 che utilizza transistori al
raddoppiandone circa la grandezza, i valori delle germanio per commutazionetipo OC76.
tensioni Vss"u,€ V"rt da usare nella formula (3); Si tratta di un generatoredi onde quadre a 300 Hz e
ciò che non ha grande importanzain pratica perché 3 kHz che presenta soprattutto un interesse teori-
nello stesso tempo è possibile lavorare con valori co l4l. Notiamo il condensatoredi " speed-up' dg
più elevati della tensione di alimentazione,sicché 250pF il cui compito è quello di compensare le
I'approssimazione(4) resta valida. capacità di Q' in modo da ottenere dei ragionevoli
L'isolamentotra nodo di collettore e condensatore tempi di, commutazione,che in questo caso sono
d'accoppiamentopuò essere reso attivo impieqando
-figura inferioria 0,5t s.
degli emitter followers, come indicato in 4. In una eventuale versione modernizzataal silicio
Si può citare infine la tecnica molto semplice di di questo schema il valore di questo condensatore
far seguire al multivibratore un circuito Iimitatore dovrà essere trovato sperimentalmente,ma sarà cer-
detto anche " squadratore ", che consiste in un tamente piir basso di 250 pF.

47krl 47krr 1ko 5000


33kn U s c ìt a

figura 5
Generctore di onde quadre impíeganteun multivibratorc
c/asslcoseguito.da uno stadiosquadratorea transistore.

Un temporizzatore lento
La stabilità di frequenza rispetto alla temperatura
dei multivibratori astabili è migliore di quanto non
si ritenga a prima vista. Anni fa, per venire incon-
tro alle esigenze del lettore Danilo Grigoletto fu
progettato un circuito moltq semplice operante alla
frequenza di I Hz che doveva azionarè un conta.
colpi in modo da realizzare un contasecondi[5].
Lo schema del multivibratore è riportato in figura 6:
regolando il potenziometro si può aggiustare la fre- fígura 6
quenza senza influenzarela simmetria del segnale Temporizzatore lento con periodo di I sec con ragionevolt
cosi prodotto. stabilità dî frequenza.
2083 --
Multivibrarenecesseest

La stabilitàdella frequenzaè buonaperchécontenu- e il valore minimo del guadagno in corrente che


ta entro t- 0,7o/oal variare dell'alimentazione tra soddisfa la condizionesopracitata,cioè Vcer< l,8V
6 e l4V a 25"C e al variaredella temperaturatra si ottiene dalla formula
25 e 45"C con alimentazione a 12V.
ln effetti è possibile ottenere risultati migliori di Rl (V* - 1,8)
questi usandovarie tecnichedi compensazioni co- (r0)
me si vedrà anchein seguito. Rc It,8-Vser)
Con i valori dello schemasi ha 0'-r, : 13 che è
Un clock a quarzo . una condizioneassaiben verifícabilein pratica.
Utilizzandoun quarzoda 100kHz con resistenza
Volendoperò ottenereun clock veramentestabile seríe di 1,5Kt si è ottenutauna stabilitàdi fre-
occorreevidentemente usareun quarzo,e a tal fine quenzacon la temperaturauguale a quella del
sono stati sviluppativari schemi derivanti dal quarzostesso;ciò significache I'influenza del cir-
classicomultivibratore. cuito è trascurabile.
Uno schema di clock a quarzomolto stabíle pre- tra 3 e 12Y si è avuta
Al variaredell'alimentazione
sentatorecentemente è quello di figura 7 16l. una variazionedi 0,5Hz, pari allo 0,0005o/o.

Un multivibratore quasi-ideale
Sistemando qua e là un po' di diodi nello schema
classicodel multivibratore, come indicatoin figu-
ra 8, si ottiene un circuito sprint che presentapa-
recchi vantaggi[7].

Rc R iR R.i
il , --tr
figura 7
tl -Jr \
Multivibratore a quatzo con elevatissima stabilità di fre-
euenza: i transistori sono 2N1711e i diodí sono EA828.
I t-1 L-r
iostituibili peraltro con tipi similari, mentre il quarzo è
da 100kHz.
(\ '-. -rtù
1l)'- z,\\
fn ouesto.schema i due resistori di base, realízzati
in pratica mediante un potenziometro,sono connes-
si al collettore di Q' anziché all'alimentazione.
In questa maniera si risolve innànzitutto il proble'
ma dello stallo: Qr non può evidentementetrovarsi figura I
in saturazionequando il multivibratore non oscilla.
M ultivibratorc quasi-ideale.
Si ha inoltre che il resistore di base collegato alla
base di O, assolve anche il compito di elemento di
reazione al posto del classico condensatore; I'al-
tro condensatoreè invece sostituito dal quarzo. Innanzitutto è garantito I'innesco delle oscillazioni
Si ha un elevato grado di controreazione in con- contro i pericoli di stallo, e in secondo luogo, come
tinua per Q' e si può regolare il potenziometroin si è già visto nello schema di figura 3, è garantita
modo che le tensioni di riposo dei due collettori la soprawivenza delle giunzioni BE dei due tran-
siano uguali tra loro in assenzadi oscillazioni (per sistori.
esempio togliendo il quarzo). Però il risultato oiù interessante è che I'effetto di
I diodi servono a limitare I'ampiezzadell'oscillazio- tutti questi diodi è quello di ridurre la dipendenza
ne in modo da renderla indipendente dall'alimen- della frequenza di oscillazionedalle tensioni termi-
tazione e migliorare così la stabilità di frequenza nali Vsn*,,Vcp"..€ Vsur dei transistori; ne consegue
anche sotto questo punto di vista. che la formula (5) in questo caso non è più una
Occorre però prowedere al dimensionamentodel approssimazione,ma è valida esattamente.
cirbuito in modo che le tensioni di riposo del col- Graziea questa ridotta (idealmentenulla) dipenden-
lettore siano inferiori a - 1,8V, che è il valore za dai parametri dei dispositivi, migliora notevol-
massimo a cui si può oortare la tensione di col- mente la stabilità di frequenzadelle oscillazionisia
lettore a causa della presenza dei diodi. La ten- rispetto alla temperatura che rispetto al valore del-
sione di collettore vale la tensione d'alimentazione.
In realtà quello che si sfrutta per ottenere la validi-
V* R' + I' VsBrRc tà della (5) sono degli effetti di cancellazionetra
Vcnr : (e) Ie cadute dirette dei diodi e certe tensioni terminali
R'*9'R" dei transistori.
-- 2(184 cq elettÌonica
Multivibrarenecesseest

Per ridurre al minimo gli inevitabili effetti residui ziché in saturazione,come nello schema del multi-
si puÒ 'usare lo schema di figura 9 in cui si sono
presi alcuni semplici prowedimenti, come quello di
realizzarc i diodi in serie di collettori con transi-
stori collegati a diodi e di inserire delle resistenze
tra le basi dei transistori e massa.

ltkn flkn tkn


ll
tl
/gT€
2N17't1
Drt s 2Nt71l

'-,-o o

R'L'C,
2N17îl
î\-:-.lgl 7r
figura 10

Oscillatore a resistenza negatíva realîzzatomediante un


a multivihratore.
:ffkn fikn

Applicando ora tra i due terminali considerati un


Íigura I circuito oscillante R'L'C' in cui si abbia
Schemarealizzativodel multivibratore quasi-ìdeale. R'> lR"l (1 3 )
in cui cioè la resistenzaequivalenteche rappresen-
ta le perdite sia maggióre del modulo della resi-
Con questo schema la frequenza varia meno del stenza negativa, si realizzerà un oscillatore sinu-
2o/o per tensioni di alimentazionecomprese tra 2 soidale alla frequenza
e 50V e gli effetti di temperatura dipendono quasi
esclusivamentedai componenti passivi. 1
I diodi usati nello schema originale sono EA828e i (14)
transistori sono 2Nl7ll, ma questi dispositivi sono V--Le-
largamente sostituibili con tipi similari di normale
impiego. Uno schema realizzativo molto semplice è dato in
fiqura 11: esso funziona con una estesa gamma di
tiansistori, dal vecchio 2N107 al germanio (inver-
Un multivibratore sinusoidale tendo la polarità dell'alimentazione)ai più moderni
planari al silicio.
Se si considera un multivibratore astabile, e si
prent.lein esame I'impedenzad'entrata (o d'uscita,
il che è lo stesso) tra i due collettori si scopre che
essa è rappresentata da una resistenza negativa.
ll calcolo è relativamentesemplice: si suppone di
applicare una tensione A V tra i due coflettori, e
si calcola la corrente A I che ne consegue e dal
rapporto AV / L I si ottiene appunto quel che si
andava cercando.
A frequenze abbastanza basse da poter trascurare
gli effetti degli elementi reattivi parassiti e Ia di-
pendenza dalla frequenza del guadagno dei transi-
stori si ottiene I'espressioneapprossimata
2Rr figura 11
RN--
Schemarealizzativotli un oscillatore sinusoidalea multi'
Rr (11) vibratore.
1__

in cui Rr congloba anche I'effetto delle reti di ln questo caso, naturalmente, il guadagno in ten-
polarizzazione e della resistenza d'entrata dell'ele-
sion'e del singolo stadio non è definito in modo
mento amplificatore:
- semplice dal iapporto R'/ Ru,.come nello schema
Rr:Rc//R,//R,//9R.. (12) di figura 10, e il calcolo della resistenza negativa
è méno semplice, però il circuito presenta ugual-
Lo schema considerato è quello di figura l0 in cui mente una iesistenza negativa tale da garantire
due transistori sono polarizzati nella zona attiva an- I'oscillazione su una estesa gamma di frequenze'
dicembre 1976 2085 -
Multivibrarenecesseest

ll multivibratore on-mode e si ottiene I'espressione della frequenza nella


forma
Nello schemaclassicodel multivibratore la durata
di ciascunadelle due fasi che costituiscono il De-
riodo di oscillazionedipendedal tempo necessario r=110n"(''*) ( 16 l
alla base dei transistoria portarsiai valorenega-
tivo che si ha all'atto dell'interdizione al valore
(- 0,6V) della soglia di conduzione. La temporiz- Le tensioni di alimentazionesi scelgono assumen-
zazroneè dunquelegataalla condizionedi interdi- do un valore di V, > 6 V, cioè molto maqqiore della
zionedei transistori(OFF-MODE). caduta diretta di un diodo, e un valore"ài V, com-
Esisteanchela possibilitàdi legareIa temporizza- p r e s o t r a V , / 4 e 3 V ,1 4 .
zioneallo stato di saturazione,o più in generaledi L'ottimo teorico per la stabilità della frequenza di
oscillazione si ottiene in particolare scegliendo
conduzione, del transistoreconsiderato [B]; si parla Vr = 0,63Vr
in questocaso di multivibratoriON-MODE.
Lo schemacircuitaledi questonuovotipo di multi- Va rilevato che I'uscita di questo circuito è un'on-
vibratore,illustratoin figura 12, è molto simile a da esponenziale come indiòato in figura 13, ben
quelloclassico;si ha però che la resistenza di ba- diversa cioè dall'onda quadra, e che è molto sen-
se Rsanzichéall'alimentazione è collegataa massa, sibile al carico, il cui effetto è evidentementequel-
mentre i collettori dei transistorisono colleqati lo di modificare il valore effettivo di R" che ehtra
tramite due diodi a una tensione positiva aúsi- nella espressione della f requenza [16), a diffe-
liariaV,. renza del multivibratore classico.

figura l3
Forma d'onda di collettore de! multivibratore ON-MODE.

Anche questo tipo di multivibratore è soggetto af


problema dello stallo: però in questo caso il blocco
figura l2 del circuito si ha con tutti e due i transistori in-
terdetti anziché saturati.
M ultivi bratore ON-MODE.
Convertitori ampiezza-f requenza

Supponiamoora che O, si trovi in saturazionee Q, Tra le mille cose alle quali si presta il multivibra-
in interdizione; si avrà la carica del condensatore tore astabife c'è anche la realizzazionedei conver'
C, dall'alimentazionetramite la resistenza Rc di titori ampiezza-frequenza.
carico di O, e la relativa corrente scorrerà poi nella
base di Q, e in Ru. La carica del condensatoreC,
si arresterà però quando il valore della tensione
del collettore di Q, raggiungerà il valore V, + Vo
perché il diodo D, entrerà in conduzionecon una
caduta diretta Vp = 0,7V. In tali condizioni non ci
sarà più corrente disponibile per tenere in sàtura-
zione Q, che entrerà in zona attiva mentre il suo
collettore si porterà verso valori più positivi dando
luogo al processo rigenerativodi commutazione. figura 14
ll semiperiodo dipende dunque dal tempo necessa- Generatore onde quadre
rio al collettore del transistore interdetto per por- ' C : mica oppute poliestere, 30VL
tarsi dal valore iniziale V"u*. -l- Vau al valore finale (il valore di C è funzione della frequenza desìderataJ.
V, + Vo che è dato dall'espressione
v1 La soluzione più semplice è quella indicata in fF
T, = C (Rc * R"{// Ru) Iog" (-) (f 5) gura 14 in cui V" è Ia tensionedi comandoche
Vt -V, controllala variazionedella frequenzad'uscita,la
cui espressioneapprossimata è
in cui RrNè la resistenza d'ingresso media equi- 1
valente del transistore saturo, nell'ipotesi che V, e + -
V, siano ambedue molto maggiori di Vo. \/ (17)
Scegliendo un valore della resistenza di collettore 2 RGlog"t1 + -)
abbastanzamaggiore di R'n Ia {,|5) si semplifica V,
- 2086, cq elettronica
Multivibrarenecesseest

Se la tensionedi comandoè sempremolto mag- gura 16 sono illustrate due realizzazionirelative al-
g i o r ed i q u e l l ad i a l i m e n t a z i o nI ae ( 1 7 ) s i p u ò s e m - lrimpiego di porte delle famiglie RTL e COSMOS.
plificareulteriormentenella forma
Vs
T -_
t0 - (r8)
2RC V-
Un oggetto di tal fatta ben si presta ad applica-
zioni nel campo della telemetria. [,Jngran numero
di soluzioni circuitali basate su questo semplice
schema sono state studiate e proposte per diverse
applicazioni ma un loro esame dettagliato appe'
santirebbe troppo queste note. Citiamo solo I'im- figura 16
piego di un circuito a corrente costante,comandato
dal segnale di comandoVs, Per I'alimentazionedelle Multlvibratori a circuití íntegrati:
a) con porte RTL;
basi del multivibrabre allo scopo di migliorarne Ia b) con porte COSMOS.
Ii nearità.

Altri tipi di multivibratori


Oltre ai circuiti integrati digitali, si possono usare
Per concludere il discorso sui multivibratori va sot- circuiti lineari e anche i circuiti temporizzatori in-
tolineato il fatto che abbiamo considerato i soli tegrati, ma la trattazione di questo argomento ri-
multivibratori astabili ad accoppiamento di col- chiederebbealtro spazio a non finire e poi, a essere
lettore. sinceri, a me i multivibratori piacciono " discreti "
Solo restando nel campo degli astabili andrebbe e perciò mi fermo qui.
trattata la famiglia dei multivibratori:di tipo serie
(all-on all:off) [9] in cui i due transistori sono senk
pre entrambi o interdetti o saturati e la famiglia
Riferimenti
dei multivibratori ad accoppiamentod'emettitore,di
particolare utilità nel campo della conversioneten-
s i o n e - f r e q u e n z[ 1
a0 ] . [1] S. Cantarano,G. V. Pallottino. Elettronicalnte-
grataD, volume 2", Etas Kompass,Milano, 1973.
Un esempio di applicazionedei multivibratori serie,
la cui struttura Ín questa versione ricorda quella di l2l R. Couturier " Diodes ensure start of astable
'66.
un tiristore, cioè di un dispositivo rigenerativo a multivibratoro, Electronic Design, 7 giugno
quattro strati NPNP, la realizzazione di un gene-
ratore di onde quadre è illustrato in figura 14, men- [3] A. Moll, J. F. Shagena . Diodes and capacitor
make astable self-starting D, Electronic Design,
tre lo schema di principio dei multivibratori ad ac-
5 luglio 1966.
coppiamentod'emettitore è indicato in figura 15.
[4] V. Rogianti . Un generatore d'onde quadre a
'1966,
tre transisiori D, cq elettronica, agosto
p a g i n e5 1 4+ 5 1 8 .
Rc [5] V. Rogianti, . Un multivibratore a un hettz ',
cq elettronica,settembre 1968,pagine 681+685.

K |l D [6] D. D. Damljanovic < New Quartz Multivibrator D,


Proc. IEEE,maggio 1974, pagine 640 + 641.
[7] D. D. Damljanovic s Quasi-ldeal Transistor Mul-
R
tivibratorr', Proc. IEEE,sept. 1974,pagine'1291,
1292.
.- t9l A. K. Scidmore " The On-Mode Transistor Mul-
tivibrator '. |EEETrans. Instr. Meas, vol. lM-24,
figura 15 n . 1 , m a r c h 1 9 7 5 ,p a g i n e 1 1 + 1 4 .

Multívibratore ad accoppíamento d'emettitore. [9] G. Zagarese " All-on e all-off >, cq elettronica,
. novembre 1970,pagine 1143+ 1147.
[10] S. Cantarano,G. V. Pallottino . Elettronica In'
Andrebbe poi discussa la possibilitàdi reallzzare tegrata D, volume 1", Etas Kompass, .Milano,
i multivibratorimediantecircuiti integrati.Nellafi- 1972.

concq elettronica
AVANTI
dicembre t976
2o8;r-
Gavalieridell'Etere

Transceiver HF
8O+ 1Ometri
(sesue dal n. 11/76)

l4SJX,Andrea Casini

Ganaledi frequenzaintermediaa 9 MHz,AGC e ALC


ll canale di media frequenza che ho usato in questo transceiver non differisce
sostanzialmenteda quelto del monobanda:ho però adottato una diversa soluzio'
ne per il montaggio,dato che eccitatore SSB e amplificatoredi media in ricezione
sono sullo stesso telaietto.
Ouesta scelta permette di evitare noiosi cavetti di collegamento;che con la loro
capacità parassita rendono più critica Ia regolazionedei compensatoridi simme'
trizzazione del filtro a quarzo.
Inoltre ho fatto seguire all'eccitatore un altro stadio a 9 MHz, un amplìficatore
a guadagnovariabil-e,pilotato da una tensione presente nei momenti di sovra-
p i l o t a g g i od e l f i n a l e .
it priricipio è molto semplice: dato che il finale lavora in classe AB1, normal'
mente non scorre corrente di griglia; se però lo stadio è sovrapilotato,la griglia
entra in regione positiva, aSsorbendouna certa corrente. Ouindi con un tra-
sformatore ín saliia posto in serie alla alimentazione negativa di griglia delle
finali, ho a disposizioneun segnale variabile, che opport_unamente rivelato e am-
plificato da un circuito del tuttb simile a quello dell'AGC, andrà a ridurre il gua-
iagnò àet mosfet amplificatore.Questo è il circuito ALC, cioè Automatic Level
òòltiot, un AGC di trasmissione,che permette di lavorare sempr-ein- classe li-
neare, iimitando gli splatters e salvaguardandoI'integrità de.lle finali'
Aiire'particolarità non ci sono; il modúlatore bilanciató è quello solito, I'amplifi-
catore microfonico non necessita di particolari descrizioni'

parte
Fianco destro del transceiver; vísibili il PA, driver, mixer, Ie bobine del Íront-end e nella
inferiore I'asse del commutatore di banda con i vari wafers.
cq elettronica
Transceiver HF 80+10 metri

ls
al Ntenzi}J:Flro
di vdurne
til- (o al filtro M)

+725V dal rehy


RX/|X uscttaRX
AGC
per iL
tetaietto
RF

5kn allo strumento


S-meter

inqresglF RX
eU'uscita
cbl fetaettoRF
,560l? î
dl-{vivt1
r dh q-ìqtia
dettaEFE4
mixer TX

all'cscillatore
di portante

270t1 4,

allo sfrumenlo
el trasformatore
nuF ALC
30

Canale IF RX-TX

lNuF
al. preeÍplilicatore
microlonco
L,, 14 spire filo @ 0,3 mm, supporto @ I mm con nucleo, Iink 4 spire
L)i so spire filo A 0,2 mm, supporto @ 5 mm con nucleo
L';s,Ls514 spire filo A 0,2 mm, supporto @ 5 mm con nucleo, schermato
Lru ciime Lrr, ma con presa alla 5" spira lato freddo
, T; trasforrlatorino per transistori con induttanza dell'awolgimento utÍlizzato di círca 1H.
dicembre 1975 2089 -
TransceiverHF 80+10 metri
p
8 È *. U
s È8fi .È
$ì Éa
{.
9n
È
>
t È 3
\ ES B
ù
P EEi
È;È

G C
$ È r

I
p
È,X
-== Y

qJ
t-
o o
*o ì -F
b =

: ó
it'

h
Eo
Iq

q
q
p
x
.Y
F
F

h
fu

rs$ÈE
Círcuito stampato rE
telaietto IF RX-TX
lato rame
(scala I : l)
- flg{l cq elettronica
TransceiverHF 80+10 mettl
I n r i c e z i o n ec i s o n o d u e s t a d i a m p l i f i c a t o r d i opo il filtro, con iBF173, che sono
già neutralizzati internamente; questi amplificatori hanno I'AGC applicato sul-
I'emettitore, dato che così si ottiene la migliore dinamica; segue il rivelatore a
prodotto per SSB e CW. L'AGC dispone di un proprio amplifícatore,seguito dal
c i r c u i t o d i r i v e l a z i o n ee d i a m p l i f i c a z i o n ei n c o r r e n t e c o n t i n u a ; i n q u e s t o p u n t o
è i n s e r i t oa n c h ei l c o n t r o l l om a n u a l ed i s e n s i b i l i t à c, h e f a v a r i a r e I a t e n s i o n ed e l l a
linea AGC, riducendo il guadagnodegli stadi.
L a d i n a m i c ad e l l ' A G C è d i c i r c a 1 2 0 d 8 , m e n t r e i l g u a d a g n od e l l a l F è d i 9 0 d 8 .
L'AGC ha anche una uscita che serve per il primó stadio del ricevitore, ossia
I ' a m p l i f i c a t o r eR F .
La messa a punto dell'eccitatore non presenta problemi, ma va eseguita con
accuratezzaper attenuaré il più possibile la portante nel modulatore bilanciato;
per questo io ho usato come trimmer del bilanciamentoun potenziometrinoa dieci
giri, con il quale sono riuscito a ottenere una attenuazionedi portante nel modu-
l a t o r e b i l a n c i a t od i b e n 4 5 d B ; a n c h e i l c o m p e n s a t o r ed a 1 5 p F v a r e g o l a t oi n s e d e
di messa a punto per Ia massima attenuazionedi portante; il nucleo della bobina
va owiamente regolato per la massima uscita; occorre ricordare che ognuna di
q u e s t e o p e r a z i o n i n f l u e n z al e a l t r e , q u i n d i v a n n o e s e g u i t e p i ù v o l t e d i s e g u i t o .
La L, va regolata per la massima uscita solo dopo che il transceiver è stato as-
semblato del tutto, dato che sul suo accordo influisce la lunghezzadel cavetto di
c o l l e g a m e n t oc o n I ' i n g r e s s od e l l a v a l v o l am i x e r .
I n r i c e z i o n et u t t e l e b o b i n e d e v o n oe s s e r e s i n t o n i z z a t ep e r i l m a s s i m o ,I e g g i b i l e
sulfo strumento S-meter, avendo l'accortezzadi usare un segnale un po' basso,
p e r n o n f a r e n t r a r e i n a z i o n e I ' A G C . I d u e c o m p e n s a t o r i n p a r a l l e l oa l f i l t r o a
quarzo servono a simmetrizzarela curva di risposta del filtro e a minimizzare il
D; una ottima regolazione andrebbe fatta con un generatore sweep e
" ripple
I ' o s c i l l o s c o p i om, a i n m a n c a n z ad i c i ò s i p u ò f a r e a o c c h i o ,c o n u n c a l i b r a t o r ee
o s s é r v a n d oc h e n e l l a b a n d a p a s s a n t ed e l f i l t r o l e i n d i c a z i o n id e l l o S - m e t e r n o n
d e v o n o s u b i r e v a r i a z i o n id i p i ù d i 3 + 5 d B .
l l c a b l a g g i od e l c a n a l e d i f r e q u e n z ai n t e r m e d i an o n è c r i t i c o , m a c o n s i g l i o d i
utilizzare il mio stesso circuito stampato, che consente una disposizione razio-
n a l e d e i c o m p o n e n t i ;i n o g n i c a s o è i m p o r t a n t i s s ' i mlaa s c h e r m a t u r at r a i n g r e s s o
e uscita del filtro a quarzo,per evitare che segnali forti lo possano ( scavalcareè
anche se fuori dalla banda passante.

Bassa frequenza e commutazioni


Questo è I'ultimo telaietto in comune alla sezione ricevente e a quella trasmit-
t e n t e ; i n e s s o s o n o c o m p r e s i i s e g u e n t i c i r c u i t i : b a s s a f r e q u e n z aR X , p r e a m p l i -
ficatore microfono, oscillatore di nota per CW e tune, vox e antivox, commuta-
zione RX/TX.
O u e s t i c i r c u i t i s o n o m o l t o s e m p l i c i e s i p u ò d i r e c h e g l i s c h e m i ' p a r l i n od a s é ,
tuttavia una sommaria descrizione non guasta.
I n i z i o q u i n d i c o n l a b a s s a f r e q u e n z ad e l R X ; i l s e g n a l e u s c e n t e d a l r i v e l a t o r ea
prodotto viene amplificato da un integrato, un TAA611B,che può erogare fino a
1 , 5 W s u 8 , O , c o n u n a d i s t o r s i o n ea p p e n ap e r c e t t i b i l e ;l o s c h e m aè r i c a v a t od a l l e
A p p l i c a t i o nN o t e s d e l l a S G S . L ' u n i c op a r t i c o l a r eè i l c i r c u i t i n oc h e p r o w e d e a d i -
o l a c u f f i a q