Sei sulla pagina 1di 62
Paul McKenna OTEAS Paul McKenna, ipnoterapeuta inglese, @ tra gli autori pid letti nel campo dell'auto-aiuto. I seminari, che tiene sopfattutto in Inghilterra, sono frequentatissimi e i suoi programmi televisivi, trasmessi in oltre quaranta Paesi, vengono visti da milioni di persone. Nel corso della sua lunga carriera ha cambiato la vita a uomini e donne di tutte le eta, tra cui molte celebrita, come Robbie Wil- liams, Daryl Hannah e David Bowie. In questa collana @ apparso anche un altro suo successo, Cambia vita in sette giorni. Paul McKenna POSSO FARTI DIMAGRIRE A cura di Michael Neill Con un CD di programmazione mentale per perdere peso Traduzione di Roberta Stabilini OTEAS ‘TEA - Tascabili degli Editori Associati S.p.A., Milano wow tealibr.it Copyright © 2005 by Paul McKenna (© 2007 TEA SpA, Milano Titolo originale 1.Can Make You Thin Prima edizione TEA Pratica maggio 2007 il CD di programmazione mentale per perdere peso La vostra mente @ come un computer: ha un suo soft- ware che vi aiuta a organizzare il pensiero e il compor- tamento. Avendo lavorato per molti anni con ogni gene- re di persone aventi problemi differenti, ho imparato che la maggior parte di questi discende dalla stessa cau- sa; programmi mentali negativi inconsci. Questo libro @ accompagnato da un CD di program- mazione mentale che instillera volonta positiva nella vo- stra mente inconscia. Mentre voi via via vi calerete in un naturale stato di rilassamento, io riprogrammer® il vo- stro computer, cio? la vostra mente inconscia, cosi da farvi cambiare modo di pensare al cibo e farvi sentire meglio. Vi dard consigli che vi aiuteranno a modificare il comportamento, mangiare meglio, accelerare il vostro metabolismo e liberarvi dall'ossessione del cibo. E preferibile mettersi ad ascoltarlo quando avete al- meno mezz‘ora a disposizione per rilassarvi completa- mente. Ascoltandolo con regolarita, rinforzerete tutti i cambiamenti che intraprenderete. II CD, infatti, vi ren- dera pitt facile fissare le regole d’oro che condividerd con voi in questo libro. Le ricerche pit recenti sullefficacia di questo e altri metodi simili hanno dimostrato che l’ascolto del CD, ri- 6 Posso farti dimagrire petuto ogni giorno, aumentera sostanzialmente la vostra capacita di perdere pes. Nom sara necessariv che ci cre- diate, vi bastera usarlo! Attenzione: Non ascoltate il ed mentre guidate o usate macchine pe- santi o se soffrite di epilessia e di depressione clinica. In caso di dubbio, consultate il vostro medico. Indice Prefazione del dottor Ronald Ruden ........... " Nota importante di Paul McKenna ............ 13 Primo capitolo. Siete pronti per qualcosa di completamente diverso? ...........--4++0+00+ 15 Secondo capitolo. Il metodo per dimagrire pitt semplice del mondo 29 Terzo capitolo. Programmate la mente per far dimagrire'll corpo!s uti. 044. céscuaise'es deseo 61 Quarto capitolo. Vincere l'alimentazione nervosa 75 Quinto capitolo. La verita sullesercizio fisico .. 89 Sesto capitolo. Gli Scacciavoglie -..........++ 105 Settimo capitolo. Domande frequenti sul metodo per dimagrire pit semplice del mondo .. . Vorrei ringraziare il dottor Richard Bandler, Michael Neill, il dottor Roger Callahan, Paul Duddridge, Clare Staples, il dottor Hugh Willbourn, Michael Breen, Doug Young e Mike Osborne. Grazie anche a tutti coloro che hanno partecipato ai miei seminari sulla perdita di peso e che mi hanno aiu- tato a sviluppare questo metodo. lll iii Prefazione ‘Avendo esercitato come medico nutrizionista per oltre vent'anni, ho visto pazienti dimagrire seguendo pro- grammi dietetici d’ogni sorta, per poi lottare per mante- nere il peso ottenuto. Non ha mai cessato di affascinar- mila capacita che le persone sovrappeso hanno di accet- tare la deprivazione cronica del cibo a livelli di 400 calo- rie al giomo anche per lunghi periodi di tempo, né la tri- ste realta che la maggior parte di loro poi riguadagna i chili faticosamente perduti. Molti, addirittura, ripetono quest/altalena numerose volte. Perché le persone obese non riescono a mantenersi a dieta? Negli anni, molti pazienti mi hanno detto che proprio non sono in grado di frenarsi; altri che semplice- mente mangiano senza rendersene conto, spesso senza neanche sapere cosa ingoiano. La credenza diffusa che mangiare dipenda dalla capacita di controllo ci ha con- dotti ad aspettarci che le persone debbano o « compor- tarsi bene» o pagare il prezzo della pubblica gogna. Ma se le diete non funzionano @ perché mangiare non dipende da una mancanza di buona volonta, bensi di fat- to dal controllo esercitato dal cervello. Nel nostro mondo, dove il cibo & sempre facilmente accessibile, mantenere il peso stando a dieta richiede 12 Posso farti dimagrire lo sforzo continuo e consapevole di mangiare meno. Co- me siamo incapaci di resistere al sonno, cosi il cervello annulla la mente e ci spinge a mangiare, come @ nella natura di ogni organismo vivente il cui comportamento @ dettato dal cervello, Ma come possiamo cambiare il corso delle cose? La risposta si fonda non sulla dieta bensi sull'esigenza di modificare il nostro modo di reagire ai segnali mandati dal cervello, owerosia sulla modificazione del compor- tamento. In questo libro infatti troverete le chiavi per avalizzare cid che sembra impossibile: perdere chili e mantenere il peso raggiunto. Qui non vi vengono raccomandate diete passeggere, quanto piuttosto un metodo per controllare la risposta alla fame e, ancor pit importante, un modo per alterare la spinta allappetito riducendo lo stress causato dalle diete. E un sistema rivoluzionario e il solo che funzioni a lungo termine senza lassunzione di medicinali. Racco- mando ai lettori di avvicinarsi alla lettura con mente aperta e di seguire rigidamente i consigli qui forniti frut- to della mia esperienza. Questo metodo richiede fatica, ma sulla perseveranza si fonda la vittoria per coloro che hanno combattuto a lungo questa battaglia. RONALD RUDEN Lenox Hill Hospital, New York autore di The Craving Brairt Nota importante di Paul McKenna Vi piacerebbe mangiare tutto quello che volete quando volete e dimagrire lo stesso? So che sembra un‘affermazione assurda, ed é vero. Questo sistema @ talmente semplice che all'inizio fa- rete fatica a credere che funzioni. Ma questo perché le diete vi hanno fatto il lavaggio del cervello inducendovi a credere che dimagrire sia difficile; tuttavia non @ vero. In realta, uno studio di ricerca indipendente sull’effica- cia del mio sistema ha dimostrato che il metodo che sta. te per apprendere @ circa sette volte piit valido di qual- siasi dieta! Recentemente ho incontrato una signora che, dopo aver assistito a uno dei miei seminari, ha perso un nu- mero di chili considerevole e che mi ha detto di essere furiosa. Quando le ho chiesto il motivo, mi ha spiegato che ha passato anni a torturarsi senza sucesso con die- te d'ogni genere. Sommando tutti i soldi che aveva speso in diete, programmi per dimagrire e cibi speciali, ne era risultata una cifra spaventosa. Se solo avesse saputo quanto @ facile in realt perdere peso. Parte di quanto sto per dirvi sfida apertamente quello che avete fatto in passato e credevate fosse «giusto ». 14 Posso farti dimagrire Avete di certo provato altri metodi per dimagrire e non hanno funzionato o, se si, solo temporaneame: Non importa cos’abbiate tentato fino a oggi; @ giunta Yora di fare qualcosa di radicalmente diverso. Lo stesso identico metodo che sto per illustrarvi ha aiutato gid migliaia e migliaia di persone a dimagrire con facilita a stare molto meglio con se stesse. Ora toc- ca a Voi... Alla vostra salute, PAUL MCKENNA Primo capitolo SIETE PRONTI PER QUALCOSA Di ‘COMPLETAMENTE DIVERSO? Siete pronti per qualcosa di completamente diverso? Con ogni probabilita questo é il libro per dimagrire pitt breve che abbiate mai letto, ma non fatevi ingannare dalle dimensioni. Sarete infatti d’accordo con me, cre- do, che magro @ bello e che @ il contenuto quello che conta. Ho lavorato sodo per rendere questo libro pit conciso possibile; cosi conciso che probabilmente lo finirete in meno di un giorno. Ma che giorno! In quelle ore non solo scoprirete cosa vi separa dal corpo che desiderate, ma impa- rerete il sistema per dimagrire piti semplice ed efficace che ab- {Sono felce ¢ mi sento pi biate mai conosciuto. Questo | paciona della mia vita. Non metodo ha aiutato persone che | vivo piv per mangiare, man- pensavano di aver ormai fallito | gio per vere.» ogni dieta esistente al mondo, JANET ALLEN, © che erano sovrappeso da amministratore quando erano nate 0 che sem- plicemente volevano perdere peso e sentirsi meglio per il resto della loro vita, Che il vostro obiettivo sia dimagrire 0 condurre uno stile di vita pitt sano o sentirvi veramente a vostro agio nel vostro corpo o semplicemente essere capaci di per- dere quegli ultimi tre chili, comunque questo sistema & esattamente quello che stavate cercando! Vi rivelerd anche la verita sull’esercizio fisico e condi- viderd con voi alcuni segreti semplici ma portentosi per accelerare il metabolismo, controllare la fame e liberarvi dalle spinte emotive che di solito sfogavate buttandovi 18 Posso farti dimagrire sul cibo. Infine vi insegnerd alcune delle mie tecniche preterite di programmazione mentale che potrete usare per stare meglio ora e in futuro. Potrete ascoltare il CD ogni volta che vorrete per impiantare a fondo nella vo- stra mente inconscia questi principi. Non prendete perd le mie parole alla lettera; vi baste- ra seguire le mie istruzioni passo per passo e noterete che il vostro corpo, e la vostra mente, incominceranno a cambiare in meglio. Imparare i segreti delle persone magre per natura Nelle pagine del libro vi metterd a parte dei segreti da me individuati studiando le persone magre per natura. Non parlo di sparute modelle pelle e ossa la cui magrez- za deriva da disordini alimentari, uso di droghe e che vi- vono daria, bensi di quelle persone normali che sembra- no capaci di mangiare quello che vogliono pur restando sempre magre. Sviluppando dunque le abitudini alimentari di queste persone naturalmente magre, sarete in grado di mangia- re tutto quello che vorrete, quando vorrete e nello stesso tempo di dimagrire. Provate a immaginarvelo: potete ot- tenere quello che desiderate; v forse avete le vostre ra~ gioni per non volerlo. Quindi, se assolutamente chiun- que pud dimagrire con questo sistema, la sola altra domanda che dobbiamo farci &: Perché non siete ancora magri? Siete pronti per qualcosa di completamente diverso? 19 Ho osservato che ci sono tre comportamenti principali che impediscono alle persone di vivere felicememte al peso da loro desiderato. Leggendo le descrizioni che se- guono, individuate quella che si adatta a voi; cosi, quan- do cominceremo a riprogrammare la vostra mente al Terzo Capitolo, sarete in grado di ricorrere agli strumen- ti giusti e incomincerete a dimagrire immediatamente... COMPORTAMENTO UNO: DIETA OSSESSIVA Mentre nella libreria di zona curiosavo tra le novita della sezione dedicata alle diete per perdere peso, sono rima- sto sconcertato dal fatto che, nonostante quasi tutti quei libri fossero traboccanti di liste di «cibi proibiti», ricette e menu ipocalorici, iniziassero imman- cabilmente con le parole « Que- sta NON é una dieta » Cominciamo col chiarire una cosa una volta per tutte: ll metodo per dimagnre di Paul McKenna éla migtiorco- sa che io abbia mai fatto.» PETER WILKINSON, designer Una dieta & qualunque metodo alimentare che cerchi di esercitare un controllo esterno su cosa, dove, quando 0 quanto mangiate. Il fare una dieta ha assunto negli ultimi anni una connota- zione negativa ec’? una buona ragione per questo: la ricer- cascientifica dimostra che pitt del 90 percento delle perso- ne che tentano di dimagrire attraverso una dieta, fallisce. Ogni volta che qualcuno viene a raccontarmi dei chili 20 Posso farti dimagrire perduti grazie a nuova fantastica dieta, gli chiedo di tornare sei mesi dopo e di dirmi come va. Se, passati sei mesi, 2 ancora felice del suo peso e della dieta fatta, sono disposto ad ascoltare. Purtroppo, sto ancora aspettando che qualcuno torni indietro. La mia teoria? Troppe diete, troppo pochi risultati. Con oltre 25.000 libri sulle diete attualmente pubblicati, molti dei quali contengono informazioni assolutamente contraddittorie, c’é da stupirsi che vi ritroviate confusi e disorientati quanto la multimiliardaria industria del di- magrire? Noné solo che le diete non funzionano, molte di queste addirittura sono apertamente controproducenti. Di fatto, quando vedo qualche celebrita che dice di « aver sconfitto i suoi problemi di peso » pubblicizzando ultima dieta di moda, mi domando come faccia a guardare negli occhi la gente; nella maggior parte dei casi quello che hanno fatto. inrealtaé provare una dieta, perdere peso e poi riprender- lo dinuovo qualche mese dopo. Dopodiché fanno un’altra dieta, perdono peso e pubblicizzano questa finché qual- che mese dopo i chili ricominciano ad aumentare. Nel caso non abbiate colto, il messaggio é: Dimenticatevi delle diete. Per sempre. Le diete non sono altro che un buon esercizio per ingrassare e sentirsi dei falliti. Pitt si tenta di fare diete e si fallisce, piti ci si convince di non essere in grado di dimagrire. Quello che nessuno vi dice & che la vera ragione per cui la maggior parte dei sistemi per perdere peso non funzionano non ha nulla a che fare con voi: ha a che fare con la biologia umana. Nel suo imprescindibile studio sulla privazione di ci- Siete pronti per qualcosa di completamente diverso? 21 bo negli esseri umani durante la seconda guerra mon- diale, il ricercatore biologo Ancel Keys scopri che ridu- cendo la dieta di un uomo a uno stato quasi di depriva- zione di cibo si hanno come conseguenza sintomi di ir- ritabilita, perdita di energia e comportamento ossessivo verso il cibo, portandolo perfino, ma non soltanto, a mentire e rubare. Ancor di piti, nei tre mesi successivi alla fine del pe- riodo di deprivazione, quando ormai il soggetto poteva mangiare quello che voleva, l'ossessione verso il cibo perdurava. Molti mangiavano fino a otto volte pit di quanto facevano prima di iniziare lo studio. (Niente di tutto cid vi suona familiare?) Quell’esperimento, documentato nel saggio The Biolo- gy of Human Starvation («La biologia della fame »), di Ancel Keys, pubblicato negli anni Cinquanta, é conside- rato irripetibile; dopotutto privare di proposito qualcu- no del cibo sarebbe crudele e inumano. Ma c’é un fatto interessante. Le razioni di semideprivazione adottate nello studio originario erano di circa 1500 calorie al giorno, cioé piti di quanto venga ammesso da una qual- siasi delle migliaia di diete attualmente in voga. Tutto questo per dimostrare che privarsi del cibo @ il peggior modo per dimagrire; e se quello che state facen- do non funziona, allora dovete fare qualcosa di diverso. COMPORTAMENTO DUE: ALIMENTAZIONE NERVOSA. Sono convinto che, dopo le diete, l’alimentazione nervo- sa sia la prima causa di obesita nel mondo. Molto spesso 22 Posso farti dimagrire le persone mangiano perché si annoiano, o si sentono sole v Uisti o stanche v per una qualsiasi alu delle cen- tinaia di ragioni emotive, nessuna delle quali ha in realt a che fare con la fame fisiologica. Se mangiate spinti dalla fame emotiva, il vostro corpo non si sentir mai soddisfatto dal cibo. Questo @ il motivo per cui molti cre- dono di non sentirsi mai sazi: non ricevono mai il segna- le di smettere di mangiare perché la fame é dovuta al- Tappagamento emotivo. La buona notizia é che, comprendendo questo, non dovete pitt esserne vittima. Diora in poi, quando vi sen- tite tentati di mangiare qualcosa fuori pasto, fermatevi e fatevi questa domanda: Ho davvero fame o voglio solamente cambiare il mio umore? Se vi rendete conto che quello che volete in realta ¢ cam- hiare umore, non ci sari ciho in grado di aiutarvi pitt delle semplici tecniche illustrate in questo libro e sul CD di programmazione mentale. Untulteriore riflessione Mi sorprende sempre il numero di donne (e occasional- mente anche di uomini) con le quali ho a che fare che si rendono conto di aver iniziato a ingrassare in coinciden- za di qualche evento traumatico passato: da episodi di ubusv sessuale a casi di irrisione apparentemente inno- cui fino a momenti di imbarazzo davanti ai coetanei. Sebbene le tecniche illustrate in questo libro e nel CD di programmazione mentale possano aiutarvi, comun- que non sono pensate come sostitutive di una guida pro- fessionale. Se sospettate che questo sia il vostro caso, Siete pronti per qualcosa di completamente diverso? 23 parlatene col vostro medico e chiedetegli di consigliarvi un terapista adatto a voi. COMPORTAMENTO TRE: PROGRAMMAZIONE ERRATA Se siete sovrappeso non colpa vostra: @ il risultato naturale | «Ne avevo piene le toxche di della vostra programmazione | svegiami ogni mattina con mentale attuale, e non c’é dieta | _Jassessione delcbo. Daquan- né farmaco né libro guida che | do ho incominciato sare i possano fare nulla. Il solo modo | sistema ci Paul non mi succe- per dimagrire e risolvere il pro- | ce pit: & fantastico!» blema una volta per tutte @ lavo- JANET Coss, trainer rare sulla mente inconscia e cambiare il vostro rapporto col cibo per sempre. Percié rilassatevi. Non siete pazzi, non siete difettosi, non siete brute persone. Semplicemente avete sviluppa- to alcune abitudini molto improduttive. La buona noti- zia & che una volta che imparerete a riprogrammare la vostra mente, vi risultera altrettanto facile sviluppare nuove abitudini di pensiero e d'azione che vi garantiran- no il sucesso. Non avete neanche bisogno di credere che funzioni. Ba- stera che seguiate le mie istruzioni e non solo dimagrirete ma smetterete di essere ossessionati dal cibo per sempre. In pochi minuti vi rivelerd le quattro cose piti impor- tanti che avrete mai conosciuto su come perdere peso e mantenerlo per il resto dei vostri giorni. Ma prima di ini- ziare, vorrei che vi fermaste un momento e faceste I'e- sperimento descritto nel box della pagina seguente. 24 Posso farti dimagrire Siete pronti per qualcosa di completamente diverso? 25 E il momento di decidersi. Se intendete nascondervi die- @ 06 Il gioco della prospettiva lv a delle scuse ¢ restare col vostro peso in eccesso, al- ora potete anche metter gitt subito questo libro. ‘Andate col pensiero agli ultimi anni della vostra vita, immagi- Ma se siete finalmente pronti a liberarvi da questa di- rate che non sia molto tempo fa e che decidiate di NON se- pendenza (e da quei centimetri intorno alla vita), sappia- gui le mie istruzioni e di cominciare a dimagrire. Cosi passa- te che tutto quello che farete da questo momento in poi te da una dieta alatra, continuando a ingrassare e a perdere dipende soltanto da voi. Percid, preparatevi a partire! la vostra preziosa vitalita anno dopo anno dopo anno. 1» Quali sarebbero le conseguenze di quella decisione sulla vostra salute? © Quali sarebbero le conseguenze sulle vostre relazion?? Quali sarebbero le conseguenze sul vostro senso di benes- sere? # Come vi sentireste nel vostro corpo? Ora. prendetevi qualche minuto per immaginare di seguire questo programma e di raggiungere € mantenere facilmente il vostro target di peso. © Quanto vi farebbe sentire bene? © Quanta energia avreste? # Cosa sareste capaci di fare? ‘© Quali vestiti potreste indossare? # Con chi stareste? Cosa fareste? (Per non dir altro.) ‘« Esattamente come sarebbe la vostra vita se aveste vissuto per annie anni col vostro target di peso? Ora... FERMATEVIL Kate Howlett HA PERSO 28 CHILI Dopo PRIMA DI METTERE IN PRATICA il sistema per dima- grire di Paul McKerina avevo provato diete di ogni genere: calcolo dei grassi, calcolo delle calorie, avevo provato per- sino a non mangiare prima delle cinque del pomeriggio, finché aun certo punto mi sono arresa, ero grassa. Liobe sita era una cosa di famiglia, cosa potevo farci? Poi una collega mi ha detto di aver provato il sistema di Paul McKenna e che si sentiva veramente bene, e ho pensato che avrei potuto fare un tentativo. Cos'avevo da perdere? Appena incominciato mi sono resa conto di quanto fos- se facile e ben presto mi sono accorta che non era una die- ta, ma semplicemente un modo diverso di considerare il cibo. Adesso mi godo effettivamente il cibo, invece di pas- sare il tempo a pensare a quello e divorarlo con ingordigia, come facevo prima. Mangio quando ho fame e ricavo mol- to pitt da tutta Uesperienza del mangiare. Il solo problema @ che, quando vado al ristorante, spesso mi capita di tro- vare troppo abbondanti le porzioni e mi tocca spiegare che tutto era molto buono ma che non ho potuto finire il piat- to perché sono sazia. Adesso sento di avere molta pitt energia; in parte, ne so- no certa, perché non devo piit portarmi addosso tutto quel peso in eccesso, ma soprattutto perché, quando ascolto il CD, mi conferma che avré pitt energia ogni volta che mi alzo e faccio qualcosa. Mi piace portare mio figlio a scuola a piedi, mentre prima usavo sempre la macchina; una del- le cose che amo di pitt fare @ comprarmi vestiti e, mentre prima mi aggiravo per i negozi depressa perché sapevo che se anche avessero avuto la mia taglia sarei apparsa orribi- le, ora invece mi diverto a guardare le vetrine perché so che quei vestiti mi staranno bene. Da quando applico il sistema per dimagrire di Paul 28 Posso farti dimagrire McKenna mi sento molto pitt positiva verso la vitae tutto quello che faccio. Il fatto di perdere peso 2 in realta un bo- nus che si aggiunge a come mi fa sentire questo sistema nel complesso. Kate HowLerr Secondo capitolo IL METODO PER DIMAGRIRE PIU SEMPLICE DEL MONDO Imparate a fidarvi del vostro corpo Il vostro fisico é pitt avveduto di qualsiasi dieta esistente, ma con tutta la massa di informazioni che ci bombarda- no da ogni parte su come i cibi « sbagliati » influiscano negativamente sulla salute o su quanto facciano ingras- sare, pud essere difficile vedere, ascoltare o sentire cosa il nostro corpo ha da dirci. Inol- tre, molti di noi sono a tal punto condizionati a pensare al pro- { «fuuinu dame! Sam prio corpo come a qualcosa di | _ sbalordita dalla velocita e fa- brutto 0 sbagliato che imparare | cit} con cuisono dimagrta,» a fidarsi di lui pud apparire ANN CARR, unimpresa titanica. addetta alle comunicazioni In pratica non c’é niente di pitt lontano dal vero. Non che una qualsiasi novita non possa apparire un po’ difficile allinizio; tutte le attivita se le si fa per la prima volta fun- zionano cosi, dall'imparare ad allacciarsi le scarpe al guidare l'auto, All'inizio bisogna apprendere cosciente- mente ¢ attuare un passo per volta. Poi perd diventa sempre pitt facile e, prima di rendersene conto, si & ca- paci di fare quella certa cosa senza doverci nemmeno pensare. Fate che Ia forza dell’abitudine lavori per voi Quando si tratta di dimagrire e mantenere il peso, per la maggior parte delle persone il peggior nemico @ 'abitu- dine. Ma per voi sara diverso: noi ricondizioneremo le 32 Posso farti dimagrire vostre abitudini e le faremo lavorare per voi. Quanto mi accingo a spiegarvi é tutto quanto vi serve per cambiare definitivamente il vostro stile di alimentazione. Le tecni- che di programmazione mentale esposte in questo libro € nel CD rinforzeranno quelle nuove abitudini mentre i cambiamenti cominceranno a verificarsi quasi imme- diatamente. Seguendo le istruzioni che vi dard, vi diventera pitt fa- cile scegliere bene cosa e quanto mangiare in ogni situa- zione. Ben presto, scoprirete di mangiare istintivamente secondo questo sistema. Mangiare come una persona magra per natura Una delle cose pitt interessanti che ho scoperto studian- do le persone magre per natura é quanto raramente pen- sino al cibo. A eccezione di immaginare cosa avrebbero pitt voglia di mangiare quando hanno fame, infatti, non ci pensano quasi mai. Ed & un dato di fatto che la cosa pitt straordinaria che ho rilevato @ quanto risulti facile per loro compiere scelte riguardanti l'alimentazione. In pratica, ci sono quattro « regole d’oro » che queste perso- ne seguono distinto, e che ora saranno anche vostre: quattro semplici principi guida che vi aiuteranno a fare le giuste scelte alimentari in ogni situazione per il resto della vostra vita. Prima regola d’oro MANGIATE QUANDO AVETE FAME 34 Posso farti dimagrire Perché tutti mangiano anche se non hanno fame? Bene, probabilmente avrete gia capito che uno dei moti- vi principali per cui le persone mangiano & semplice- mente I'abitudine. Come tutte le altre vostre program- mazioni mentali difettose, l'abitudine a mangiare soltan- to alle ore prescritte durante il giorno vale a commettere un gravissimo atto di ignoranza e violenza nei confronti dell'innata saggezza del vostro corpo. In effetti molti sono cosi desensibilizzati ai messaggi del loro corpo che hanno dimenticato come fare a porvi attenzione. Se leggendo il titolo di questa sezione, vi sie- te detti «ma io ho sempre fame! » 0 «ma io non ho mai fame! », forse & proprio quello che é sucesso a voi. For- tunatamente, non appena ridiventerete amici del vostro corpo, sarete di nuovo capaci di riconoscere i segni sot- tili, ma non poi tanto, di un’autentica fame. Perché in realta il digiuno fa ingrassare Vi siete mai chiesti cosa ci sia nella gobba dei cammelli? Grasso, riserve di grasso. I cammelli immagazzinano grasso perché non sanno quanto tempo dovra passare tra un pasto e altro. Quando vi private del cibo digiu- nando, il vostro fisico fa la stessa cosa: se infatti vi sfor- zate di dimagrire per un lasso di tempo protratto, il corpo si as- sesta nella modalita di accumu- lo del grasso continua. Allo stesso modo, quando sot- toponete il vostro fisico al digiu- no, questo si assesta sulla moda- lita di sopravvivenza perché pensa di trovarsi in un perio- do di carestia e accumula grasso « nel caso che ». Col tem- ‘ct sato srablorte perdere 2 chili in una settimana e non siprenderl.» FIONA ELUOTT, consulente MH metodo per dimagrire pitt semplice del mondo 35 po, il corpo incomincia ad assorbire sempre pid grassi dai cibi che assumete. Potranno esserci anche pochi grammi di grasso nelle lasagne Weight Watchers, ma se mangiate all’« ora dei pasti » invece che quando avete fame, il vostro fisico fara tutto il possibile per aggrapparsi.a quel grassoe metterlo dove pud essere immagazzinato fino al momen- toutile: di solito sul ventre negli uomini e sui fianchi e sul seno nelle donne. ‘Questo @ in parte il motivo per cui le persone magre possono mangiare molto senza mettere su peso: non so- no mat digiune e quindi il loro fisico pud utilizzare o eli- minare il grasso in eccesso dal cibo. Inoltre, trascurare sistematicamente la naturale ri- chiesta di cibo da parte del corpo altera il metabolismo. Un metabolismo pitt rapido brucia pid calorie durante il giorno, ma se si smette di mangiare quando si ha fame, il metabolismo rallenta cosi il corpo pud conservare le energie. Questo comporta un senso di letargia che molte persone avvertono come leggera depressione. Come se tutto cid non bastasse, non mangiare quando si ha fame installa nella mente inconscia modalita di pensiero disfunzionali rispetto al cibo. Questa sottile tensione riguardo al cibo innesca un potente meccani- smo neurochimico nel cervello che produce falsi stimoli di fame e sensazione di brama di cibo e di voglia di ab- buffate. Si mette cosi in moto un circolo vizioso: meno vifidate del vostro corpo, meno affidabili diventano i se- gnali che questo vi invia. Tuttavia, c’@ un’ottima notizia in arrivo: Tutto quello che dovete fare per rimettere in funzio- ne Vinnata saggezza del vostro corpo @ mangiare ogni volta che sentite di avere fame. 36 Posso farti dimagrire Nel giro di pochi giorni, il vostro metabolismo si stabi- lizzera e il vostro fisico si rilassera, assorbendo soltanto le sostanze nutritive di cui ha veramente bisogno per soddisfare le esigenze del momento ed eliminando facil- mente quelle in eccesso. Seconda regola d’oro MANGIATE QUELLO CHE VOLETE, NON QUELLO CHE PENSATE DOVRESTE 38 Posso farti dimagrire In un affascinante esperimento risalente agli anni Tren- ta, alcuni scienziati hanno dato a un gruppo di bambini piccoli accesso illimitato ventiquattr’ore su ventiquattro per trenta giorni a un’enorme quantita di cibo, dal gelato agli spinaci, consentendo loro di fatto di crearsi la pro- pria dieta personale basata su quello che volevano man- giare e quando. I risultato? Pur scegliendo ciascuno cibi differenti in orari diffe- renti, tutti i bambini dell'esperimento nell'arco del mese hanno finito col mangiare quello che consideravano cor- rispondere a una dieta equilibrata. Allo stesso modo molte donne, durante la gravidanza, hanno provato untinsolita sensazione di fame. La ragio- ne per cui le donne incinte hanno voglia di qualsiasi co- sa, dal gelato alle cipolle in salamoia, é che il loro fisico dice loro esattamente quello che gli serve in ogni mo- mento per « costruire un bambino ». Resistere é inutile Nel momento in cui vi impedite di mangiare certe cose (di solito perché vi é stato detto che vi fanno male), automa- ticamente sowertite il naturale equilibrio nella relazione che avete con quelle; cosi invece di volerle di meno, al contrario quelle «cose proibite » diventa. no all'istante pitt appetibili. Que- sta battaglia interiore tra le vo- stre buone intenzioni e la vostra resistenza a essere controllati (persino da voi stessi) pud essere estenuante. Quando incomincerete a fare la pace «al sisterna di Paul ha cam. bioto radicalmente la mia vi ta. Non penso pit a cibo, So 0 elewrizzatal» ALEXANDRA SIMMONS, impiegata I metodo per dimagrire piit semplice del mondo 39 col cibo e a imparare ad ascoltare la saggezza del corpo, sperimenterete la liberazione dalla tensione ¢ dal senso di colpa che deriva dal NON seguire il vostro intuito. Inoltre, quando smettete di resistere e incominciate a seguire le vostre naturali intuizioni su cosa mangiare e quando, vi accorgerete che i gusti cambiano. Per esempio, molti temono che, se si consentissero di mangiare tutto quello che vogliono ogni volta che vo- gliono, finirebbero col seguire una dieta a base di cioc- colato, pizza e dolci. Al contrario, sia le ricerche sia la mia personale esperienza con migliaia di pazienti dima- ariti con successo, hanno dimostrato che, abituandosi a mangiare quello che si vuole quando si vuole, si finisce col fare una dieta bilanciata. Questo tipo di dieta viene chiamato bilancio 90/10: il 90 per cento del cibo assunto @ leggero e nutrizional- mente valido, il 10 & «allettante ». Scoprirete magari an- che di essere naturalmente attratti da quegli alimenti che adesso « dovreste » mangiare. a2 Posso farti dimagrive re © godere le meravigliose combinazioni e sensazioni derivanti dal masticare con attenzione ogni boccone. Ovviamente per apprezzare appieno il cibo dovete porre attenzione a quello che mangiate. Secondo un re- cente studio condotto in Svizzera, si @ dimostrato che, quando bendate, le persone mangiavano il 25 per cento in meno di quello che avrebbero mangiato se avessero potuto vedere: in altre parole, quando non vedevano il cibo ma erano totalmente concentrate sul sapore ¢ la combinazione degli aromi, di fatto mangiavano molto meno. Questo corrisponde a quanto ho notato personalmen- te nel corso dei miei seminari: dopo un pasto, spesso i miei pazienti rifeeriscono che il cibo aveva un ottimo sa- pore, perché per la prima volta da anni hanno mangiato abbastanza lentamente e con attenzione da assaporare il cibo e accorgersi della sensazione di essere sazi. Resettate il vostro termostato Ecco qui una cosa molto semplice che potete fare per aiutarvi a ricordare di assaporare ogni boccone: Per le prossime due settimane rallentate la velocita con cui mangiate fino circa un quarto del solito e masticate ogni boccone fino in fondo. Ricordo che da hambino vidi la pubblicita di una « for. chetta dietetica » che aveva due luci: una rossa e una ver- de. Le istruzioni erano semplici: quando la luce era ver- de si poteva mangiare; quando era rossa invece bisogna- va deporre la forchetta e aspettare. Anche se la maggior parte di noi non ha voglia che le I metodo per dimagrire pitt semplice del mondo 43 proprie abitudini alimentari siano alla mercé di una for- principio @ corretto: molto importante posare forchetta e coltello tra un boccone e l'altro, per concede- re al fisico il tempo per accorgersi di quello che sta fa- cendo. Se non usate le posate, ovviamente, dite alle vo- stre dita di staccarsi dal panino che state mangiando e di posarlo dopo ogni morso. Una volta che la bocca é vuo- ta, potete riprendere quanto avete posato. In questo modo, fate si che ogni morso sia una scelta consapevole, invece di ingozzarvi di cibo in maniera automatica. Devo proprio masticare il cibo? Probabilmente vi verra in mente qualche volta in cui avete sgranocchiato pop corn, noccioline o patatine guardando un film o una partita di calcio in televisione e, prima che ve ne accorgeste, il pacchetto, la scatola o la ciotola erano vuoti. Decidere di masticare ogni singolo boccone rende quasi impossibile rimpiuzarsi, © nello stesso tempo comporta sorprendenti vantaggi per la sa- lute. Nel diciottesimo secolo, i dottori raccomandavano ai pazienti di masticare almeno venti volte ogni boccone per una digestione ottimale. Oggi, la scienza moderna ha dimostrato perché masticare il cibo fa bene alla salu- te: gli enzimi contenuti nella saliva sono infatti molto pitt potenti di quelli nello stomaco e quindi vi permetto- no di sminuzzare pid facilmente grossi pezzi di cibo. In tal modo, non solo la vostra digestione migliorera ¢ au- menteranno i vostri livelli di energia, ma finirete anche col mangiare naturalmente meno e sentirvi meglio. Quarta regola d’oro QUANDO PENSATE DI ESSERE SAZI, SMETTETE Dl MANGIARE Il metodo per dimagrire pitt semplice del mondo 45 Ricordo che una volta da bambino ho usato il bollitore di mia madre per aprire una busta col vapore. Per far continuare a uscire il vapore, perd, ho dovuto tenere I'in- terruttore su. «on» molto a lungo dopo che gia il bollito- re era arrivato a temperatura. Ma ovviamente i bollitori non sono progettati per essere usati in quel modo e cosi, ben presto, il termostato di metallo all'interno dell’'appa- recchio si @ piegato per il calore e ha smesso di funzio- nare. Per fortuna @ stato abbastanza facile rimetterlo a po- sto: é bastato riposizionarlo nel- Ia sua sede e il bollitore ha ripreso a funzionare perfetta- mente. Allo stesso modo, il corpo umano @ stato naturalmente progettato per mangiare quan- do abbiamo fame e fermarsi quando siamo soddisfatti: molti di noi tuttavia sono condiziona- tia mangiare finché non si sen- tono pieni 0, ancor peggio, finché non hanno finito tutto quello che c’é nel piatto. Ma per perdere peso e poi mantenerlo, dovete inco- minciare a lavorare col vostro corpo e non contro di lui. Per dimagrire e restare magri, dobbiamo ridiventare sensibili al nostro « termostato interno » cosi da riuscire a smettere di mangiare quando siamo sazi ¢ sentirci a posto per il resto della giornata. In realta, quando avete mangiato abbastanza, il vo- stro stomaco invia un segnale, una sensazione che vi di- ce: «sono soddisfatto, basta cosi ». La maggior parte del- le persone prova questa leggera, chiara e piacevole sen- «Grazie al sisterna c Poul ho guadagnato una miglore co posit’ di guardarmi dentro Non & questione i quello che mangio, bensi di come ‘angio! » ANNi ELuOT medico generico 46 Posso farti dimagrive sazione nell'area del plesso solare (la zona sotto la cassa toracica appena supra lu stomacy). Se perd ignorate quel caldo senso di soddisfazione nel momento in cui sopraggiunge per la prima volta, vi ac- corgerete che ogni morso di cibo seguente diventa meno godibile di quello precedente. Quanto pitt vi farete atten- zione, tanto pitt vi verra naturale farlo. Poiché continuare a mangiare anche dopo che dal plesso solare comincia a sorgere questa sensazione di sazieta produce un distinto e sempre crescente senso di malessere, é importante che, non appena vi accorgete di questo disagio, posiate la forchetta immediatamente, indipendentemente da quanto poco cibo sia rimasto nel Piatto. Quando spiego questo principio nel corso dei miei se- minari, invariabilmente c’é qualcuno che si alza in preda al panico e dice: « Ma cosa devo fare se dieci minuti do- po ho di nuovo fame? » La risposta & semplicissima: se avete fame, MANGIA- TE. Tuttavia, dovete mangiare cid che effettivamente vo- lete, non quello che credete che dovreste; mangiate CONSAPEVOLMENTE e godetevi ogni boccone, e an- cora una volta, quando anche soltanto sospettate di es- sere sazi, FERMATEVL La scala della fame A questo punto voglio farvi conoscere un sistema fanta- stico che potrete usare per sapere esattamente quando incominciare a mangiare e quando fermarvi. L'ho chia- mato la scala della fame: questa scala va da uno, che cor- risponde a sentirsi svenire dalla fame, a dieci, ovvero es- sere sazi fino alla nausea. I metodo per dimagrire pitt semplice del mondo 47 LA SCALA DELLA FAME Fisicamente indeboliti Famelci Abbastanza affamati Leggermente affamati Indifferenti Sazi Pieni Strapieni I 2 3 4 5; 6. Piacevolmente soddisfatt 7. 8 9 10. Nauseati Ora prendetevi qualche minuto per studiarla e sinto- nizzarvi col vostro corpo: quanta fame avete adesso? Ognuno di noi diverso da tutti gli altri, ma, come re- gola generale, avrete voglia di mangiare quando vi ren- derete conto di essere tra il livello 3 e 4 della scala, ciot quando siete abbastanza affamati ma prima di diventare famelici. Se infatti aspettate di trovarvi al livello 1 0 2, il vostro fisico entrera in fase di digiuno e finirete col man- giare probabilmente pitt di quanto vi serva e di imma- gazzinare V'eccesso sotto forma di grasso. Lideale é che smettiate di mangiare quando vi trovate intorno al livello 6 0 7 della scala, cio® quando vi sentite piacevolmente soddisfatti o sazi ma non pieni o addirit- tura strapieni. Certo, se vi siete sottoposti a diete severe per lingo tempo potreste essere cosi abituati a trascurare i segnali del vostro fisico che a volte magari vi «dimenticate » di mangiare fino a sentirvi famelici oppure continuate a 48 Posso farti dimagrire rimpinzarvi fino a sentirvi strapieni prima di accorgervi che é il momento di smettere. Se pensate che sia questo il vostro caso, esercitatevi a sintonizzarvi col vostro cor- po una volta all'ora finché non cominciate a notare le differenze tra i diversi livelli della scala. Pit vi allenate ad armonizzarvi con la vostra fame, pitt in fretta sarete capaci di riconoscere i sottili segnali del vostro corpo molto prima che lo stomaco cominci a mormorare ¢ il cervello incominci ad appannarsi. Cambiare le abitudini di un’intera vita Di recente, mi trovavo con un mio amico che da tempo seguiva una dieta strettissima eppure sembrava conti- nuare a ingrassare a poco a poco e negli anni era sempre pitt frustrato, Seguendo il mio sistema, ha perso 25 chili in meno di sei mesi. All'inizio non era sicuro che avrebbe funzionato, ma comungque ha resistito ¢ nel giro di un paio di settimane ha visto che i vestiti gli stavano pitt comodi, e non aveva heppure messo in pratica nessuna delle tecniche di pro- grammazione mentale: gli avevo semplicemente spiega- to le quattro regole doro che ho appena insegnato a voi e lui ha incominciato a usarle. Quando recentemente ci siamo trovati a una cena, lui ha mangiato soltanto meta del pasto: un piattu di pasta annegata nel sugo dall'aspetto delizioso. Quando poi gli ho chiesto se qualcosa non gli era piaciuto, mi ha rispo- sto: « No, @ tutto ottimo, ma da quando mi hai insegnato quel dannato sistema, non riesco pitt a mangiare oltre il necessario » 11 metodo per dimagrire pitt semplice del mondo 49 E questo ci conduce a un’altra ragione per cui le per- sone di solito mangiano pitt di quanto il loro fisico vo- glia o abbia bisogno... Licenziatevi dal « Club del Piatto Pulito » Sono molte le persone che io definisco membri del «club del piatto pulito », cio’ coloro che, se non finisco- no tutto quello che gli viene messo davanti, pensano di essere in qualche modo cattive. Ma mangiare tutto quel- lo che c’é nel piatto, che abbiate ancora fame e ve lo go- diate o meno, equivale di fatto a mettere il controllo del vostro peso nelle mani di un ragazzino pagato 4 euro al- Yora da McDonald's. Provate a immaginare: non permet- tereste al commesso di un negozio di dirvi quanto dove- te spendere in vestiti, no? Come a molti bambini, anche a me i miei genitori di- cevano di finire tutto quello che avevo nel piatto perché «ci sono persone che muoiono di fame in India ». Ma non sottovalutate lo spaventoso potere conseguente a questo senso di colpa, soprattutto se instillato durante Vet formativa. Alla fine, ovviamente, mi ero reso conto che era controproducente e rispondevo: « Come pud aiu- tare i bambini che muoiono di fame il fatto che io pesi pit del dovuto? Posso mandargli una fotografia di me sovrappeso con una nota che dice: “Cosi almeno ora sa- pete che il cibo non va sprecato”? » Lasciate che metta in chiaro questo punto una volta per tutte: contrariamente all’opinione popolare diffusa tra i genitori, & stato dimostrato che mangiare tutto 50 Posso farti dimagrire quello che ¢’ nel piatto non contribuisce per nulla al be- nessere dei bambini che muoiono di fame in Africa o in India, Se davvero volete fare la vostra parte per mettere fine alla fame nel mondo, imparate a organizzare la vo- stra alimentazione in modo da mangiare quando avete fame e vi godete ogni boccone e smettere quando pensa- te di essere sazi. Finirete in tal modo per mangiare cosi tanto meno che ce ne sara di piti per tutti gli altri. Uno dei modi pid facili per dissociarvi dal club del piatto pulito per sempre &@ semplicemente lasciare appo- sta nel piatto un po’ di cibo, anche se si tratta soltanto di una patatina, In questo modo, mandate un nuovo mes- saggio alla vostra mente inconscia, facendole sapere con certezza che state cambiando. Una volta roto lincante- simo vi sentirete meglio mangiando solamente finché non vi sentite sazi, anche se questo significa lasciare me- 18 del piatto 0 anche pid. Cosi avrete meno roba nello stomaco ¢ piii controllo sulla vostra vita. (Ese vi viene di nuovo fame poco dopo, non preoccu- patevi: preparatevi un altro piatto e anche questa volta avanzatene un po'!) Il magico elisir per dimagrire Ce unfalua cosa che vi sostera nei vostri sforzi per mangiare soltanto quando avete fame e fermarvi non ap- pena avete anche solo il sospetto di esser sazi: il nostro corpo & costituito per il 75 per cento di acqua, percen- tuale che sale all’85 in tutta limportante zona dell’area cerebrale, Quando il meccanismo interno del corpo Il metodo per dimagrire pitt semplice del mondo 51 umano che regola i livelli di idratazione sente un qual- siasi tipo di deficienza in corso v auche imuinente, il fie sico entra nella modalita di razionamento dell'acqua: il cervello per prima cosa fa appello alle riserve idriche in modo che tutti gli organi interni ricevano la quantita d'acqua minima necessaria a mantenere un livello di funzionamento di base. Secondo il dottor F. Batmanghelidj, autore del pionie- ristico saggio I tuo corpo implora Uacqua (Macro Edi- zioni 2004), molti dei dolori e fastidi che si provano nel Varco della giornata, inclusa la fame, sono in realta il primo effetto della disidratazione. Questa @ una delle ra- gioni per cui a volte, indipendentemente da quello che mangiate, non avete la sensazione di «aver centrato il punto ». Poiché @ impossibile definire la differenza tra questo «segnale di sete » ¢ I'autentica fame, & un’ottima idea ri- spondere ai crampi prima di tutto con un bel bicchiere dlacqua fresca: se infatti cosi non avete pidi fame, era se- te; se invece l'avete ancora, mangiate! Cosa aspettarsi nelle prossime due settimane 1.Vi sentirete strani Alcuni mi dicono che all’inizio si sentono un po’ in im. barazzo a mangiare piano e masticare ogni boccone pensandoci su, come se si sentissero gli occhi di tutti ad- dosso. Ma, come si dice: « vi preoccupereste assai meno di quello che gli altri pensano di voi, se sapeste quanto poco lo fanno». La maggior parte delle persone sono co- 52 Posso farti dimagrire si occupate coi loro pensieri, che non si accorgono nean- che di quello che succede nella lovu bocca, figuratevi di quello che succede nella vostra. Inoltre, chi vi conosce come dietisti severi, magari no- tera la pizza, la pancetta e il cioccolato nel vostro piatto e, ammiccando, pensera che «avete fallito Yennesima dicta » Ma questa volta ultima risata tocchera a voi. Quanto pitt vi diverra facile mangiare con consapevolezza di far- lo, tanto migliore sara il sapore del vostro cibo e godrete della splendida sensazione di essere soddisfatti che deri- va dall’essere padroni della propria alimentazione. In una societa come la nostra, cosi compressa da mes- saggi discordanti sull'alimentazione e sull'immagine del corpo, cid che @ considerato « normale » potrebbe essere ben lontano da quanto é effettivamente naturale. Sebbe- ne allinizio possa risultare un po’ strano riprogrammare il vostro corpo per mangiare in un modo nuovo e pitt istintivo, ¢ importante comprendere che adesso vi state muovendo in direzione di uno stile alimentare pitt natu- rale. Ecco perché questo sistema é cosi sostenibile: trario delle diete, che vanno contro la naturale esigenza di mangiare quando si ha fame e fermarsi quando si 2 sazi, il pitt semplice sistema per dimagrire del mondo collabora col vostro corpo. I con- 2. Vi sentirete bene Uno dei benefici pitt considerevoli che le persone dicono di ottenere da questo sistema @ che si sentono meglio: nel corpo e con se stesse. Ecco cosa aspettarsi: I metodo per dimagrire pitt semplice del mondo 33 © Per la prima volta da secoli sentirete di avere pit il controllo sul cibo. * La tensione derivata dalla preoccupazione di cosa e quando mangiare se ne andra. Sara per voi una libe- razione sapere che siete liberi dalla schiaviti: dell’os- sessione del cibo. * Vedrete che & dawvero possibile per voi perdere peso con facilita. © Vi accorgerete che le persone magre non sono diver- se da voi. Abbiamo tutti la stessa capacita di dima- grire. Di fatto resterete meravigliati da quanto sia facile! Dal momento che non dovrete piit sprecare energie a pensare al cibo, ne avrete molte di pit da dedicare alla vostra vita. Questo ammontare di energia eccezionale & uno dei segni del fatto che il sistema funziona alla per- fezione. 3. Vi chiederete se funziona bene Coloro che hanno seguito questo sistema con success spesso dicono che nelle prime due settimane non erano sicuri che avrebbe funzionato. Se avete l'impressione di mangiare pitt di prima, infatti, o di non fare pasti nutri- zionalmente bilanciati, oppure che semplicemente non c@ niente di diverso... Rilassatevi! Fintanto che seguite le quattro regole doro, funziona. E normale avere dei dubbi proprio perché state facendo qualcosa di molto diverso da quanto avete fatto finora. 34 Posso farti dimagrire In breve, non appena incomincerete a notare che i livelli di energia sono aumentati, i vestiti vi calzano meglio ¢ provate un generale senso di benessere in tutto il corpo, vi renderete conto che il sistema funziona benissimo. Ricordate: avete gia provato tutti i tipi di dieta e tecn che possibili e non hanno funzionato, oppure hanno funzionato ma soltanto per un breve lasso di tempo; sot- toponendovi al mio sistema per le prossime due settima- he, non avrete nulla da perdere, se non il peso. 4. A un certo punto dimenticherete tutte le mie istruzioni e romperete almeno una se non tutte e quattro le regole d’oro E importante che sappiate che lungo la strada FARETE uno scivolone e forse anche due, cedendo a un panino, rimpinzandovi di dolcetti al cioccolato, mangiando per calmare i nervio addirittura concedendovi un‘abbuffata. A questo punto potete scegliere: Polete prendervela con vol stessi (come avete sempre fatto in passato) e lasciar perdere, dicendovi che siete delle cacche senza valore e che non cambierete mai Oppure Potete RILASSARVI, sorridere, ricordare a voi stessi che vi avevo detto che sarebbe successo e ricominciare a mangiare quello che volete quando volete, godendovi con consapevolezza ogni boccone e fermandovi quando pensate di esser sazi. Non importa cosa accade, ripren- dete ogni volta a seguire le mie istruzioni. I metodo per dimagrire pit semplice del mondo 55 Pesarsi Permettetemi di offrirvi un ultimo consiglio cautelativo Negli anni trascorsi a lavorare per far dimagrire i miei pazienti, mi sono accorto di quante siano le persone let- teralmente ossessionate dalla bilancia: alcune si pesano tutti giorni; altre addirittura dopo ogni pasto, conside- rando la bilancia come se fosse una lotteria e aspettan- dosi di vedere che, tutt’a un tratto, hanno perso 12 chili dal pranzo alla cena. Non potete avere una lettura attendibile di quanti chili perdete se vi pesate tutti i giorni. Ogni volta che salite sulla bilancia, tutto quello che otte- nete @ farvi del male. In tutti noi il peso sale e scende continuamente: persino nelle persone magre. Infatti i magri si pesano molto di rado se non mai e la maggior parte di loro non saprebbe dirvi quanto pesa neanche se li pagaste. Dal momento che il peso pud fluttuare fino a tre chili per volta a seconda dei fattori ambientali, come la riten- zione idrica e persino la pressione atmosferica, @ di fatto Yunita di misura meno attendibile da seguire quando si sta dimagrendo, Percid @ importante che NON VI PE- SIATE per le prossime due settimane. In realt vi raccomanderei di lasciar perdere la bilan- cia per il resto della vita, Dovete sapere di essere magri perché vi sentite bene e bellissimi. Tuttavia, se proprio dovete pesarvi, lasciate passare almeno DUE settimane tra un controllo e laltro. ‘Quando un aereo vola da un punto all'altro, non pro- 56 Posso farti dimagrire cede in linea retta, bensi continua ad aggiustare la dire- zione durante la navigazione. E, nonostante sia fuori rotta per il 91 per cento del tempo, sa sempre dove sta andando. Perdere peso é la stessa cosa: seppure alcuni giorni saranno migliori di altri e a volte vi sentirete pid sicuri del vostro peso di altri, se manterrete I’'attenzione sull’o- biettivo e continuerete a seguire le linee guida, DIMA- GRIRETE e manterrete il peso raggiunto fintanto che userete questo sistema. Puo essere davvero tanto facile? Si! Riguardiamo i quattro principi base del metodo: 1. Mangiate quando avete fame. 2, Mangiate quello che volete, non quello che pensate dovreste. 3. Concentratevi su quello che mangiate e godetevi ogni boccone. 4. Quando pensate di essere sazi, smettete di mangiare. Questo @ tutto quello che dovete fare per dimagrire e mantenere il vostro peso per il resto della vita. E se siete davvero pronti a essere magri, posso rendervi la cosa an- cora pitt facile. Se volete cambiare soltanto una delle vo- stre abitudini alimentari, fate questo: Godetevi ogni boccone con consapevolezza. I metodo per dimagrire piit semplice del mondo 57 Concentrandovi su questo unico punto di tutto il siste- ma, tutto il resto andra a posto da sé, perché: Non potete né riuscirete a ricavare un pieno godimen- to di quello che mangiate se non avete davvero fame. © Potete davvero godervi il cibo soltanto se scegliete ci- bi che dawero vi piacciono. © Il cibo smettera di piacervi se non smettete di mangia- re quando vi sentite sazi. Maureen Edwards HA PERSO 110 CHILI UN GIORNO ERO A UN PRANZO ALL'APERTO affollato di gente e a un certo punto mi sono alzata per andare a prendere da mangiare e mi sono riempita il piatto (non fa- tico ad ammettere ora che ero dipendente dal cibo; sapevo di essere grassa ma ero assolutamente drogata). Comun- que, poi mi sono riseduta e, quando dovevo rialzarmi, ‘mi sono accorta di non farcela pitt a uscire dalla sedia. Mi sono resa conto dopo che, quando eravamo arrivati, ‘mia sorella mi aveva trovato la sedia pitt grande che ci fos- se—una di quelle sedie bianche di plastica da esterno- ma non riuscivo pitt ad alzarmi. Sentivo che si stava defor- mando sotto il mio peso e che le gambe si stavano aprendo sotto il mio peso, cosi ho gridato a mio marito di correre ad aiutarmi. Tutti ridevano e ho provato a riderci su anch'io, ma l'u- miliazione mi stava spezzando il cuore. I braccioli della sedia mi si erano incastrati nelle cosce (200 centimetri di cosce!) e sanguinavo, Avevo i pantaloni bianchi sporchi di sangue e alla fine non sono piit riuscita a fingere di ri- dere, sono scoppiata in singhiozzi. Ci sono voluti mio marito e un amico per tirarmi final- mente fuori di li, spaccando i braccioli della sedia. E stato pitt tardi, mentre ero in macchina sulla via di casa ancora piangente, che ho deciso di fare qualcosa e mi sono ricor- data del CD per dimagrire di Paul McKenna che un'amica mi aveva raccomandato. Tuttavia non ero convinta perché avevo provato troppe diete in passato e, anche se hai sempre un filo di speranza che questa sia la volta buona, di solito non é cosi. Comunque, la mattina dopo, ancora non convinta, mi sono infilata un paio di pantaloni della tuta e una magliet- ta sformata, ho indossato sopra un grosso cappotto e sono uscita col carrello della spesa per far credere ai vicini che 60 Posso farti dimagrire andassi al supermercato! In realta mi accingevo a fare una passeggiata di qualche chilometro, ma arrivata in ci- ma alla collina ho dovuto telefonare a Ron perché mi ve- nisse a prendere. Ero troppo esausta per tornare a casa e sapevo di avere addosso troppi chili per potercela fare sen- za aiuto. Era davvero troppo. IL giorno dopo mi sono procurata il CD di Paul McKen- na, sono andata al piano di sopra a sentirli e in tutta one- sta posso dire che da quel giorno la mia vita é cambiata. Adesso me lo porto a letto tutte le sere! Sono la direttrice di una palestra e mi capita di insegnare aerobica a tre clas- si in un solo giorno. Mi sento cosi piena di vita ora. Se penso che una volta non riuscivo neanche ad arrivare a la- varmi il fondoschiena tanto ero grassa. So che suona di- ‘sgustoso ma ecco quanto ero enorme! In due anni sono scesa da 176 a 63 chili e ogni giorno rimango strabiliata da quanto mi sembra diversa la mia vita. E adesso aiuto anche altre persone. Sono un guru della Motivazione! E se posso farlo io, pud farlo chiunque. MaurEEN EDWARDS Terzo capitolo PROGRAMMATE LA MENTE PER FAR DIMAGRIRE IL CORPO Cambiare le abitudini di una vita So che molte volte in passato avete fatto del vostro me- glio per mangiare con giudizio, ma che, per quanto se- riamente ci abbiate provato, non ci siete riusciti a lungo; e probabilmente avete pensato che per qualche ragione fosse colpa vostra: se solo aveste avuto piti forza di vo- lonta, non sareste cosi sovrappeso. In base agli ultimi dati scientifici, perd, posso dirvi una volta per tutte e con certezza che questa storia &: Spazzatura! La verita @ che 2 quasi impossibile spezzare un‘abitudi- ne con la sola forza di volonta; & necessario infatti ripro- grammare la mente. Con i programmi giusti al posto giusto, fare la cosa giusta é facile; con i programmi sba- gliati che girano nella vostra mente, @ praticamente im- possibile, Nel corso degli anni, ho aiutato persone a liberarsi da compulsioni che avevano da una vita in pochi minuti e ho provato che anche le dipendenze pitt dure a morire soccombono davanti a una vera riprogrammazione. Tut- tavia, quando lo provate sulla vostra pelle, vi sembra molto diverso. Dopotutto, se i cambiamenti durevoli possono verificarsi cosi in fretta e facilmente, perché non siete stati capaci di farlo in passata? Tutto si riassume in una semplice regola psicologica: La vostra immaginazione é di gran lunga molto pid potente della vostra volonta. 64 Posso farti dimagrire Per provarvelo subito, immaginate di avere davanti a voi un pezzo di torta al cioccolato (0 il vostro piatto preferi to); ora ditevi con tutta la forza di volonta di cui siete ca- paci che non lo mangerete; quindi pensate al sapore di quella glassa al cioccolato sulla lingua: cominciate a sentire qualche cedimento nella vostra forza di volonta? Ora, immaginate di nuovo quel pezzo di torta al cioc- colato (0 il vostro piatto preferito) davanti a voi; provate a immaginarvelo pieno di vermi, viscidi e che si contor- cono. Riuscite a sentire il fetore emanato dai vermi (0 & la torta?), Adesso quella torta ha forse perso un po’ della sua attrattiva? Questo é il potere dell'immaginazione in azione. Di- fatti @ proprio attraverso limmaginazione che prendete tutte le migliori decisioni su quanto state per mangiare. Quando scorrete il menu al ristorante, sperimentate nel- la vostra mente il sapore di tutti i piatti prima di decide- re cosa prendere; ecco perché i ristoranti si danno tanto da fare per descrivere i loro piatti in termini appetitosi. Per esempio, cosa preferireste mangiare stasera per ce- na: «filetto di sogliola sauté servito in delicata salsa al limone» 0 «pesce morto »? Il fattore messa a fuoco Ora prendetevi un momento e fatevi questa domanda: Cosa voglio in relazione al mio corpo? Se siete come la maggior parte delle persone, risponde- rete qualcosa come « perdere qualche chilo », « liberarmi delle maniglie dell'amore », 0 «non essere cosi grasso». Programmate la mente per far dimagrire il compo 65 Una delle regole psicologiche di base nella vita &: « Si ottiene sempre di piit da cid che si mette a fuoco ». In tutti gli esempi sopracitati, perd, la vostra mente si & concentrata su quello che non volete, per intenderci: il peso che volete perdere, le «maniglie dell’amore » che in segreto odiate, il grasso di cui volete liberarvi. Questo non solo rinforza immagine che una persona ha di sere grassa, ma tende anche a lasciare un senso di impo- tenza e assenza di speranza e motivazione. Se invece concentrate la vostra mente soltanto su quel- lo che volete ~ un corpo snello, sano e che vi piace ~ man- date alla vostra mente inconscia il messaggio di trovare ed esplorare ogni possibile opportunita per giungere al vostro obiettivo. Immaginando con chiarezza ed esattez- za cosa volete per voi stessi, cominciate il processo di al- lenamento della mente e del corpo per ottenerlo. Quindi, quanto piii siete precisi, meglio funzionera. Se vi limitate a dire Mi piacerebbe essere piit magro, la vo- stra mente potrebbe interpretare che volete perdere semplicemente qualche chilo. Percid descrivete con esattezza cosa volete... Per esempio: Voglio perdere 25 chili nei prossimi quattro mesi. Voglio stare bene in un vestito della taglia 44. Oppure, uno dei miei preferiti: Voglia essere bella da nuda! 66 Posso farti dimagrire Immagine di sé e profezia realizzabile Ricordate, tutto quello che vi serve per realizzare il vo- stro obiettivo &: 1. Mangiate quando avete fame. 2, Mangiate quello che volete, non quello che pensate dovreste. 3. Concentratevi su quello che mangiate e godetevi ogni boccone. 4. Quando pensate di essere sazi, smettete di mangiare. Perché continuare a leggere allora? Perché le tecniche di seguito spiegate renderanno an- cora pit facile realizzare lintero processo ¢ inoltre vi permetteranno di sentirvi molto meglio con voi stessi. In altre parole: Non siamo solo quello che mangiamo, ma anche quello che pensiamo. Negli anni Sessanta, il famoso chirurgo plastico Max- well Maltz ha scoperto che spesso, dopo le sue operazio- ni, il livello di autostima dei suoi pazienti aumentava vertiginosamente. Per qualcuno, perd, Vintervento non sembrava fare alcuna differenza. Dopo lunghi studi, il dottor Maltz ha concluso che quei pazienti che non ave- vano sperimentato cambiamenti nei loro livelli di benes- sere erano « deturpati all'interno »; si vedevano senza va- lore, brutti o senza speranza, e il fatto che il loro aspetto esteriore fosse cambiato non aveva influito sullimmagi- ne interiore che conservavano di sé. Soffrivano di quella che & deta «immagine di sé impoverita ». Programmate la mente per far dimagrire il corpo 67 La vostra immagine di voi @ come vi vedete nella vo- stra immaginazione; @ la copia cianografica che deter- mina tutto quanto vi riguarda: da quanto motivati, intel- ligenti e sicuri di voi volete essere, a quanto peso inten- dete portarvi addosso o perdere. La ragione per cui immagine di sé ha una cosi straordinaria influenza sul comportamento é che ha il potere di rinforzare l'io. Per esempio, a tutti noi & capi- tato di incontrare persone non propriamente belle ma dotate di un‘aura di fascino; questo perché, siccome si sentono attraenti, si pongono bene, si vestono in modo da mettere in evidenza le parti pitt belle del loro fisico, ¢ hanno la sicurezza per parlare con chiunque. Questa autostima le rende persone attraenti agli altri, che ri- spondono loro in modo positivo, il che rinforza ancora una volta limmagine che queste hanno di sé come di persone affascinanti. Allo stesso modo, il mondo é pieno di persone che si sentono brutte e, inconsciamente, sabotano ogni tentati- vo di apparire piacevoli agli altri. Dopotutto, se dawero credete di non essere attraenti, perché sprecare tempo a vestirvi bene? Eppure, se non fate il necessario per rap- presentarvi al meglio di voi, inevitabilmente gli altri vi troveranno brutti. Inaltre parole, la vostra immagine di sé ha funziona- toalla perfezione, « provando » a se stessa di avere ragio- ne spingendovi ad agire coerentemente con chi voi cre- dete di essere. Quasi tutte le persone sovrappeso hanno un‘immagi- ne di sé che dice loro che saranno sempre grasse. Anche se dicono che preferirebbero essere magre, spesso pen- sano che i magri siano in qualche modo diversi da loro e lobiettivo appare quasi irraggiungibile. 68 Posso farti dimagrire Come potete cambiare atteggiamento? Abituandovi a focalizzare l'attenzione su quello che veramente VOLETE. Che vi piaccia o no, dovrete abi- tuarvi a pensare al vostro corpo come a un corpo at- traente! Vedetevi magri Una ricerca scientifica svolta recentemente negli Stati Uniti e in Europa ha dimostrato in maniera definitiva che le tecniche di visualizzazione accrescono sostanzial- mente la capaciti di dimagrire. Se vi immaginate con chiarezza magri e fate tra voi le prove per arrivare al vo- stro peso ideale, inviate al cervello un messaggio che in- fluisce sui vostri livelli di energia e di motivazione sul metabolismo. Questi cambiamenti provocano sensazio- ni fisiche, che a loro volta influiscono sui vostri pensieri ed emozioni, che ancora rinforzano la programmazione che date al cervello. E un sistema di feedback positive e ogni passo del sistema vi fa sentire sempre meglio a ma- no a mano che dimagrit Nell’accompagnarvi nei prossimi due esercizi vi inse- gnerd a visualizzare, cosa che in realt chiunque ha la capacita di fare. Per provarvelo, rispondete alle seguenti domande: 1. Com’ fatta la vostra porta di casa? 2. Di che colore &? 3. Da quale parte é la maniglia? Programmate la mente per far dimagrire il corpo 69 © 060 Il vostro fisico perfetto Ecco un semplice ma efficacissimo esercizio che allenera la vostra mente inconscia ad aiutarvi a perdere peso e a mante- rnerlo. Prima di fare lesercizio leggete tutti passi fino alla fine. |, Fermatevi un momento e immaginate di stare guardando un film in cui ¢i siete voi magri, felici e sicuri 2. Guardate que! voi pidi magro fare le stesse cose che fate nel quotidiano ed eseguirle con facili. Immaginate quel nuovo voi che mangia esattamente la quantita giusta di ci- bo, muove il suo corpo con armonia e padroneggia le sue ‘esigenze emotive con facta e destrezza © Come si rivolge a se stesso quel nuovo voi? © Che tono di voce usa? ‘© Come si comporta? © Come si muove? 3, Se il fim non & esattamente come vorreste, fate le corre- zioni che vi fanno sentire al meglio. Lasciatevi guidare dal- Fintuito, 4. Quando siete soddisfatti di quel nuovo voi, entrate nel film. Prendete e portate dentro di voi la nuova prospettiva € quei comportamenti 5, Ora fate scorrere il fim @ immaginate di trovarvi in tutte le situazioni tipiche del vostro quotidiano e guardatele attra- verso la nuova prospettiva. Riflettete su come ci si sente ad avere questa nuova prospettiva e cosa vi aiuterd a raggiun- gerla. Quanto sono migiorate le cose adesso? 70 Posso farti dimagrire Per poter rispondere a ciascuna di queste domande do- vete visualizzare: cntrare nella vostra immaginazione ¢ produrre delle immagini. Ora, per il 99 per cento delle persone queste figure mentali non sono reali quanto la realta, ed & un bene, Coloro che non sano distinguere tra le immagini della mente e cid che vedono nel mondo reale hanno problemi seri. petere, ripetere, ripetere Ricordate, la reiterazione é la chiave del sucesso. Quan- do ripetiamo un’azione, nel cervello si crea un percorso neuronale che a ogni ripetizione si rinforza. Se pensate a voi stessi come magri e sani, mandate alla vostra mente inconscia il segnale di comportarsi, sentirsi e mangiare ‘come una persona magra; a mano a mano che il vostro corpo si alleggerira vi sentirete sempre pid sensibili, energici e vitali, Fate questo esercizio tutte le mattine e tra non molto diventera una sana abitudine. Piti lo farete e prima co- mincerete a sentirvi meglio e a cambiare la vostra im- magine di voi in meglio. Ogni volta che lo farete, vi avvi- cinerete di un passo al vostro peso ideale. Questo esercizio focalizza la mente sull'obiettivo, rendendola piii potente ¢ malta piit convincente, co- sicché, ogni volta che direte no ai cibi che non volete pit mangiare e si a quelli che davvero desiderate, pro- verete sempre piti forte quel senso di leggerezza e sa- prete di essere di un passo piil vicini al vostro peso ideale. Programmate la mente per far dimagrire il corpo 71 Inoltre, ogni volta che ascolterete lo speciale CD di programmazione mentale, rinforzerete tutti i traguardi che raggiungete ogni volta che vi prendete il tempo di immaginarvi magri. Claire Singh HA PERSO 40 CHILI IL PESO E: STATO UN PROBLEMA per la maggior parte della mia vita da adulta ¢ in passato ho provato ogni sin- gola dieta centinaia di volte. L’anno scorso intorno a Na- tale ho toccato il mio punto pitt basso, in cui non riuscivo a vedere una via d'uscita dal circolo vizioso del mangiare e ingrassare, e pitt in generale di tutto il mio rapporto sba- gliato col cibo. Se mi aveste chiesto cosa mangiavo in un giorno, vi avrei risposto con sincerité, ma non posso ga- rantire che vi avrei detto tutto, perché mangiavo senza pensarci. Semplicemente non registravo tutto. Mangiavo che avessi fame o no e senza neanche pensarci. Stavo pe- ricolosamente scivolando gitt per una china che non por- tava da nessuna parte. Per Natale mia madre mi ha regalato una seduta con Paul ¢ io ho pensato di andarci perché non avevo niente da perdere. Non dimenticherd mai quel giorno: mi sentivo cosi ispirata seduta in metropolitana per tornare a casa. Era cosi semplice, come un'improvvisa straordinaria rive- lazione, come se qualcuno mi avesse appena svegliata per dirmi: «Bastera che lei segua questi semplici passi e via... » Per la prima volta nella mia vita mi concentravo ve- ramente su quello che ingerivo, prima e mentre mangiavo! Non appena ho iniziato il nuovo stile di vita ho anche cominciato ad andare in palestra, dove mi ha assistito Mi- ke, il mio personal trainer. Liesercizio mi é subito parso un naturale accompagnamento al mio nuovo «normale » sti- le di vitae venivo pesata regolarmente, cosa che costituiva forte incentivo e mi dava motivazione. Mi ci é voluto un po' di tempo per credere che avrei po- tuto farcela; sembrava cosi facile e ho avuto bisogno di realizzare che non si trattava di un sogno. Ma la mia vita 2 cambiata in modo incredibile. Ho ricevuto un sostegno straordinario da mia madre e dagli amici. E meraviglioso. 74 Posso farti dimagrire Ora sento che, a ventotto anni, sto incominciando a vivere la vita che avrei sempre voluto. Tutto & cambiato, sotto ogni aspetto, nella mia esistenza: ho fiducia in me stessa in tutto e per tutto e adesso comprare vestiti mi diverte, non & pitt un incubo! Conduco una vita molto attiva e ora guardo il cibo in modo completamente diverso: adesso so che serve per dare energia al corpo, non @ il centro dell’esistenza. Da quando ho iniziato il laboratorio di Paul, mangio molto meno e mi concentro su quello che ingerisco e mi sento sazia prima. Non mangio schifezze e ho anche migliorato parecchio le mie arti culinarie!! Non solo mi sento molto meglio per aver perso cosi tanti chili, ma sono anche pitt in sintonia col mio corpo ¢ non ho pitt disturbi di salute in genere né problemi di digestione. Sard sempre grata di questa esperienza che mi ha cam- biato la vita e non do per scontato di avere una « seconda chance ». Quando mi trovo in un periodo molto pieno, mi basta riascoltare il CD di Paul; mi é utile per rinfrescare la mente e mi da sostegno. Questa esperienza mi ha davvero cambiato la vita. Come qualeuno ha detto: « Questa é la chiave per tutto il resto della vostra esistenza... » CLAIRE SINGH Quarto capitolo VINCERE L’ALIMENTAZIONE NERVOSA Riconoscere la fame emozionale Come ho detto nel Primo Capitolo, l'alimentazione ner- vosa @ una delle prime cause di obesita a livello mondia- le. Tuttavia, libro dopo libro e programma dopo pro- gramma, tutti cercano di affrontare il problema dicen- dovi cosa dovreste o non dovreste mangiare. Ma é come cercare di aggiustare una gamba rotta dicendo al malca- pitato che non sarebbe dovuto cadere! Invece di chiede- re ai cosiddetti esperti dietalogi «Cosa devo mangia- re? », dovreste rivolgervi a voi stessi e chiedervi «Cosa sta mangiando me? » Uno dei pit: comuni errori che le persone commetto- no quando si awvicinano al mio sistema per la prima vol- ta @ confondere la fame emozionale con quella fisica. Questo perché, finché non entriamo in maggiore sinto- nia col nostro corpo, le due sensazioni restano molto si- mili tra loro. Ecco qui un paio di indivazioni per aiutarvi a chiarire la differenza di volta in volta: |. La fame emozionale é improwvisa e urgente; quella fisica € graduale e pud aspettare Avete mai provato l'esperienza di sentire un improvviso, disperato bisogno di cibo? Se andate indietro con la me- moria, scoprirete che, quando questo & sucesso, pro- prio qualche attimo prima che arrivasee la « fame » avete vissuto una lotta interiore con voi stessi. Per non affron- tare le emozioni che le angosciano, infatti, le persone imparano ad annientarle mangiando. La fame fisica, invece, é graduale. Magari comincia- te a sentire un leggero brontolio dello stomaco piutto- 78 Posso farti dimagrire sto che un borbottio un po’ pid profondo, se continua- te a ignorare i segnali della fame, probabilmente pote te arrivare a sentirvi mancare o addirittura depressi, rabbiosi ¢ stanchi. Prima imparate a comprendere quando il vostro corpo vi. «avvisa» che ha bisogno di carburante, pitt facile vi risultera distinguere questi due segnali, a fame emozionale non pud essere soddisfatta col cibo: quella fisica s} In un affascinante studio svolto all'Universita dello Hertfordshire, il professor Ben Fletcher, autore di La dieta senza dieta (Corbaccio), ha raggiunto risultati sor- prendenti insegnando alle persone a rispondere ai «crampi della fame » uscendo e facendo qualcosa: spe- gnere la TV e uscire a fare due passi, chiacchierare con un amico, andare al cinema. In questo modo infatti soddisfacevano la rabbia emozionale e acquietavano i segnali emotivi che il loro fisico inviava. Una volta pla- cati quei segnali emozionali, era pitt facile per loro ascoltare e rispondere alle sensazioni fisiche di fame e sazieta. Se continuate a mangiare e mangiare e non vi sentite mai soddisfatti, & perché in realt& non avete bisogno di cibo, bensi di mutare stato d’animo. Quando abbiamo fame perché non ci sentiamo bene (0 comunque ma- scheriamo temporaneamente un malessere), non ci sara quantita di cibo sufficiente a risolvere il problema. An- che in questo la fame emozionale si distingue da quella fisica: quando individuate la causa originaria della fame emozionale, non ricompare quattro ore dopo! Vincere Valimentazione nervosa L’origine della fame emozionale A dispetto delle sue manifestazioni specifiche, le sensa- zioni che sottostanno alla fame emozionale discendono invariabilmente da una cosa, un segreto che molte per- sone si portano dietro nel corso della loro vita: Disprezzo di sé: sensazione di essere senza speranza, senza risorse, senza valore e non amati. Come abbiamo gia visto, la mente e il corpo sono inti- mamente correlati, Ricerche scientifiche recenti hanno dimostrato che i nostri pensieri hanno un importantissi- mo effetto sulla nostra immaginazione e che davvero possiamo cambiare le nostre emozioni ¢ gli umori. La vostra critica pill severa Non smette mai di meravigliarmi come molte persone si manchino letteralmente di rispetto compiendo abusi st se stesse ogni giorno: ogni mattina si guardano allo specchio, dicono «che faccia gonfia, che braccia tonde, che cosce enormi, che sedere grasso», dopodiché affron- tano la giomnata chiedendosi come mai non si sentono hene can se stesse. Nel corso dei miei seminari per dimagrire, faccio sempre fare un esercizio col quale aiuto i miei pazienti a smettere di trattarsi male e a cominciare ad apprezzar- si: chiedo a un volontario di guardarsi allo specchio e di condividere ad alta voce con tutto il gruppo le sue criti- 80 Posso farti dimagrire che su di sé. Una volta, stavo appunto facendo questo esercizio con una signora molto graziosa che, vedendosi nello specchio, senza indugio @ sbottata: « Maledetta mucca grassa », Ovviamente nessuno é scoppiato a ridere perché tutti si sono facilmente identificati con lei. Quando poi le ho domandato che cosa avrebbe fatto se, camminando per strada, qualcuno le si fosse avvicinato e le avesse detto la stessa cosa, lei mi ha risposto che probabilmente lavreb- be picchiato, Da qualcun altro non Vavrebbe sopportato, ma lei era pronta a insultarsi ogni volta che si guardava allo specchio. Credo che uno dei principi fondamentali per poter vi- vere nella societa occidentale sia la cosiddetta « regola doro » generalmente cosi espressa: « Fai agli altri quello che vorresti fosse fatto a te». La mia « regola di platino » preferita invece & Fai a te stesso quello che vorresti che xli altri facessero a te. Se chiunque altro ci insultasse con le stesse schiettezza e crudelta con cui lo facciamo noi («Sono uno stupido idiota», «Sono cosi buono a nulla», «Sono inutile », «Dio, faccio pieta », ec.) 0 ci punisse con la stessa spie- tatezza con cui lo facciamo noi (« Non posso credere di aver mangiato anche il dolce, ecco! Adesso faccio di tut- to finché non riesco a vomitarlo! »), ci ribelleremmo, protestando contro l'ingiustizia e la disumanita di un trattamento tanto crudele e inusitato. Ma quando trattiamo noi stessi allo stesso modo, lo sopportiamo, principalmente perché nessuno ci ha Vincere Valimentazione nervosa 81 mai detto che non dobbiamo farlo, Finché non vi rende- te conto che ci sono alternative pitt salutari per motivar via dimagrire che non il maltrattarvi per il fatto che sie- te grassi, vi accorgerete che vi é praticamente impossi- bile essere all'altezza dei vostri irrealistici standard troppo alti, Per fortuna, vedendo il disprezzo per voi stessi per quello che in effetti 2, ne indebolite il potere su di voi e vi rendete possibile affrontarlo direttamente invece di cercare di soffocarlo col cibo. Nel momento in cui cominciate a vedervi capaci, amabili ¢ intrinseca- mente validi, continuerete a sentire i crampi della fame emozionale. _ Se vi sentite gitt di morale, @ facile che amici e fami- liari vedano la vostra forza e il vostro valore anche se voi non ci riuscite. Possiamo partire da qui per iniziare il processo di apprezzamento e amore per noi stessi. Ecco qui di seguito un esercizio che vi aiutera a cominciare a cambiare gli atteggiamenti autodistruttivi che la mag- gior parte di noi ha e si porta dietro per la vita. Posso farti dimagrire @@@ Qualcuno che vi ama Prima di fare lesercizio leggete tutti i passi fino alla fine. |. Se vi é possibile, chiudete gli occhi e pensate a qualcuno cche vi ama o vi apprezza profondamente. Ricordatene Ia- spetto e immaginate di averlo davanti a voi 2, Lentamente uscite da voi ed entrate nei panni della perso- ha che vi aina: guardale attraverso i suoi occhi, ascoltate attraverso le sue orecchie e provate I'amore e i sentimenti Positivi che questa persona prova nei vostri confronti, Po- Tete attenzione in particolare a cid che apprezza e ama di voi e riconoscete e prendete consapevolezza delle vostre belle qualita che forse fino a ora non avete ben valutato. ‘Ora ritomate in voi stessi e prendetevi qualche minuto per godere delle piacevoli sensazioni derivate dallaver compre- so che siete amati e apprezzati esattamente per come siete. Potete conservare dentro di voi quelle sensazioni per ore e ore e ripetere l'esercizio ogni volta che volete ravvivar- Je. Pitt lo farete, pitt vi sara facile e alla fine vi diventera automatico amarvi e sentirvi amati. La naturale forma del vostro corpo Lo sapevate che meno dell'uno per cento delle donne nel mondo hanno il potenziale genetico per avere quello Vincere alimentazione nervosa 83 che @ considerato un «corpo da modella»? Eppure, quando incontro persone che si considerano sovrappe so, scopro che passano un’enorme quantita di tempo a paragonarsi alle immagini eteree delle modelle anores- siche sulle pagine dei giornali e a farsi del male al punto che poi hanno bisogno di mangiare qualcosa per sentir- si meglio! Il nostro corpo contiene una naturale immagine di sé in salute ottimale. Gli esseri umani infatti sono proget- tati per essere alti tra il metro e cinquanta e il metro e ottanta e proprio per questo intorno alla fine dell’adole- scenza smettiamo di crescere. Nessuno vorrebbe cre- scere fino a sei metri; non sarebbe naturale né salutare. Allo stesso modo, abbiamo anche una forma naturale e se diventiamo troppo grassi o troppo magri @ perché abbiamo interferito con la naturale forma del nostro corpo. E molto frequente che le persone mi dicano che non amano il proprio corpo e che sono disposie a fare qual- siasi cosa per ignorarlo. Quello di cui non ci rendiamo conto & che @ importante fare attenzione: se volete cam- biare il vostro aspetto, dovete prima fare pace col vostro corpo naturale. Difatti, quanto pit imparerete ad accet- tare il vostro fisico cosi come é, tanto pitt resterete me- ravigliati da quanto pud cambiare senza alcuno sforzo. Ecco il segreto: Dovete fare amicizia col corpo che avete per poter ottenere il corpo che volete. Certo magari aspirate ad avere cosce pitt sottili o un ven- tre piti piatto, ma é lo stesso corpo che gia avete in voi 84 Posso farti dimagrire che deve diventare pitt sottile o piit rispondente ai vostri desideri, quindi tanto vale che ci faceiate la pace fin da adesso. Anoressia, bulimia e dismorfia del corpo (Anche se le tecniche illustrate in questo libro possono cambiare sostanzialmente il modo in cui vi sentite e quello che fate, se sospettate o vi é stato detto che soffrite di qual- che disordine alimentare, dovete senz’altro rivolgervi a un professionista adeguato.) Nonostante le persone anoressiche e bulimiche spesso siano spaventosamente magre, continuano a dire a se stesse quanto sono grasse e, nel guardarsi allo specchio, si indirizzano ogni genere di insulto. Alcune sono capaci di concentrare lo sguardo, come con un telescopio, su una parte brutta di sé, focalizzando Ii tutto il loro odio per se stesse; altre guardandosi arriva- no ad avere allucinazioni, come davanti a quegli specchi dei luna park che distorcono l'immagine facendola appa- rire pitt alta o pitt larga di quello che &. Questa immagine distorta di sé, comunemente detta « dismorfia del corpo », impedisce a chi ne soffre di godere la vita e di mangiare abbastanza. Nella migliore delle ipotesi ha conseguenze disastrose sulla salute; nella peggiore pud essere fatale. Ho lavorato con una bella signora, in una trasmissio- ne televisiva, che non poteva guardarsi allo specchio senza scoppiare in lacrime. Aveva provato ogni genere di terapia e nessuna aveva funzionato. Usando le tecni- che che sto insegnando a voi, perd, ha superato quel ter- Vincere Valimentazione nervosa 85, ribile disturbo che Vaffliggeva da sempre e in meno di un’ora é stata in grado di guardarsi con sicurezza nello specchio e di riconoscersi bella. Nel corso del processo di cambiamento le ho chiesto di ricordarsi di una volta in cui avesse ricevuto un com- plimento, ma per quanto si sforzasse non gliene veniva in mente alcuna. Poiché il suo partner era presente, le ho suggerito al- lora di ripensare a quando lui le aveva detto qualcosa di carino. « Sarebbe ora! », 2 stata la risposta. Il compagno si é mostrato un po’ dispiaciuto e sorpreso e ha replica- to: « Ma se ti dico cose carine tutto il tempo ». E prima che lei potesse ribattere, mi sono intromesso io e ho dett To credo a lui! » La nostra immagine di sé agisce come un filtro che fa passare solo quello che si adatta a quello che noi pensia- mo di essere. Poiché la signora aveva una brutta imma- gine di sé, ogni volta che qualcuno le diceva qualcosa di bello, lei subito lo scartava perché non si confaceva a quello che lei pensava di essere. TI momento pid piacevole di quella seduta @ arrivato alla fine: nonostante fosse col suo partner da diversi an- ni e avessero anche un bambino, non si erano mai spo- sati perché lei non era mai riuscita a sopportare l'idea di «tutta quella gente presente nel giorno del suo matrimo- nio quando lei era cosi orribile ». Una volta sbarazzatici del suo disprezzo per sé, quan- do lei si sentiva piena d’amore per se stessa, le ho do- mandato come le appariva I'idea di sposarsi. Lei si 2 gi- rata, ha sorriso al suo compagno e ha detto: « Be’, qual- cuno dovrebbe chiedermelo». Era finalmente in grado di lasciarsi raggiungere da tutto l'amore che lui aveva cercato di darle per tanti anni. 86 Posso farti dimagrire Lo specchio amico Tutti riceviamo complimenti e apprezzamenti di tanto in tanto; a volte semplici, come «Ehi, sei bellissima» 0 «Sei fantastico oggi », altre volte piti significativi, come «Sei cosi sexy», 0 « Sai quante persone ti rispettano? » Ricevere dagli altri riscontri sinceri e positivi su aspetti che, dal vostro punto di vista, magari in quel momento non riuscite a vedere o apprezzare interamente, pud esse- re importante per imparare a valorizzare le vostre qualita in modo pitt pieno e aumentare la vostra autostima. Le due tecniche che seguono vi aiuteranno non solo a climinare la fame emozionale, ma anche a sentirvi sem- pre meglio con voi stessi ogni volta che vi guarderete allo specchio, Leggete ogni esercizio diverse volte finché non avrete appreso bene i passi e poi ripetetelo molte volte. ¢ © © Lo specchio amico ~ Prima parte Prima di fare llesercizio leggete tutti i passi fino alla fine. |, Mettetevi davanti a uno specchio a occhi chiusi e cercate di ricordare un preciso momento in cui avete ricevuto un complimento da qualcuno che rispettate o di cui avete fi- ducia. Non é necessario che abbiate creduto a quel com- plimento nellistante in cui ve (hanno fatto ma é indispen- sabile che crediate nella sincerita della persona che ve ha fatto, Ripercorrete quel momento, Ne! ricordare il complimento la sincerita della persona che ve Tha fatto, prestate particolare attenzione ai vost sentimenti di fiducia e rispetto per quella persona Vincere Valimentazione nervosa 87 3. Quando sentite quel complimento ben forte dentro di voi. il pid possibile, aprite gli occhi, guardate nello specchio vedete veramente quello che vi é stato detto. Concedetevi di vedere quello che qualcun altro ha visto e prendete no- ta di come vi sentite. 4, Infine, immaginate di farvi una fotografia in questo momen- +o, una fotografia dritta al vostro cuore e conservatela per poterla guardare ogni volta che volete ricordarvi di quanto bene potete sentirvi. Quando avete ben imparato la prima parte e vi viene na- turale, passate alla seconda. @ © @ Lo specchio amico ~ Seconda parte Prima di fare lesercio leggete tutti i passi fino alla fine 1. Ogni giomo dedicate almeno un minuto a guardare il vo- stro corpo nello specchio. L'ideale é che lo facciate senza indosso nulla, ma se allnizio non ve la sentite, potete ve- stire qualsiasi cosa purché riveli la vostra forma essenziale. 2. Prendete nota dei pensieri che vi vengono, da « che idio- zia» a «Dio, odio le mie cosce» a «mm, niente male. proprio niente male! » 3, Trasmettete alla persona nello specchio amore, approva- Zione ed energia. Fatele sapere che siete dalla sua parte e che il vostro amore per lei non dipende dalla misura del- le sue cosce, 88 Posso farti dimagrire Ricordatevi di fare questi esercizi tutti i giorni e non sor- prendetevi della rapiditA con cui comincerete a notare i cambiamenti. Per molte persone gi solo passare dall’o- dio all’accettazione neutra di sé rappresenta un cambia- mento di vita. Alla fine riuscirete ad amarvi completa- mente e da li i cambiamenti diverranno ancor pitt so- stanzial Nel momento in cui inizierete ad andare incontro al- le vostre esigenze emotive, vi accorgerete che la fame emozionale incomincera a diminuire; dopodiché man- giare soltanto quando avete davvero fame vi sara sem- pre piit facile e naturale. Diventerete molto pid sicuri di voi e carismatici e, giorno dopo giorno, vi scoprirete a fare con naturalezza cose che una volta vi limitavate a sognare, Quinto capitolo LA VERITA SULL’ESERCIZIO FISICO Il mito del metabolismo Il metabolismo é la velocit’ alla quale il corpo produce energia: pitt il metabolismo é veloce, pitt & veloce il fisico a fare qualsiasi cosa, dal regolare la temperatura corpo- rea al far crescere le unghie e, cosa pitt importante ai no- stri scopi, pid @ veloce a bruciare il grasso in eccesso, dipendentemente dal fatto che quel grasso derivi da un abbon- dante piatto di roast beef al san- gue oppure da fianchi, cosce 0 ventre. Il tasso a cui corre il metabo- lismo si chiama « tasso metabo- lico basale » ed @ la prima causa determinante di quante calorie brucia il corpo in un giorno. Uno dei grandi miti che corrono nel mondo delle die- te dimagranti é quello del metabolismo, che dice: «Ho usato le tecniche di Paul per aiutarmi a fare una corsa diccinque chilometr. Ho perso ‘peso praticamente senza al: uno sforzo.» KATHY TREVELYAN, guida turistica Aleune persone troveranno pitt difficile dimagrire rispetto ad altre a causa del loro tasso metabolico basale geneticamente predeterminato. Anche se probabilmente voi I'avrete sentito dire piutto- sto cosi Non riesco a dimagrire perché ho un metabolismo lento. In realta il metabolismo non é fisso; pud cambiare e cambia nel corso della vita in risposta a come si mangia 92 Posso farti dimagrire € come si usa il corpo. In questo capitolo vi mostrerd non solo come fare ad accelerare il vostro metabolismo, ma anche a « sovraccaricarlo », rendendovi capaci di au- mentare il vostro tasso metabolico basale e bruciare pitt grassi e calorie durante il giorno e persino mentre dor- mite! Non basta cambiare dieta per accelerare il metabolismo? Ci sono poche «certezze » nella vita, ma voglio offrirve- ne una qui, ades Se continuate a stare a dieta, continuerete @ ingrassare tutta la vita, So che pud sembrare controverso affermare questo, ma approfondendo la comprensione del metabolismo, cre- do che vi renderete conto in fretta che dovete proprio la- sciar perdere. Ricordate che funziona cosi: se digiunate, il vostro fi- sico entra in modalita di difesa, nota anche come moda- lita «immagazzinamento di grasso »; il metabolismo in ‘questo caso rallenta e vi sentirete indolenti e del tutto di- sinteressati a qualsiasi attivita fisica. Questo perché, quando si digiuna, il corpo cerca di prescrvarsi blocean- do il metabolismo; per conservare le energie, infatti, ral- lenta 'intero sistema energetico al minimo e assorbe tut- to quello che pud trasformare in grasso (riserva d’ener- gia) da conservare nel corpo. Dall'altra parte, se mangiate ogni volta che avete fa- La veriti sullesercizio fisico 93 me, il fisico impara che ha sempre carburante a disposi- zione, per cui accclera il metabolismo per far si che ’e nergia possa essere usata con rapidita ed efficienza. Poi- ché sa infatti che tale energia sara ripristinata quando necessario, non si preoccupa di immagazzinare riserve di grasso e voi non solo vi troverete magri ma anche pie- ni di energia. La verita sul fare eserci Tradizionalmente il modo per accelerare il tasso meta- bolico di base @ attraverso l’esercizio, ma prima di alzare le braccia in preda all’orrore, sappiate che I’« esercizio » @ soltanto questo: Qualsiasi cosa facciate che vi faccia respirare pitt @ fondo det normale e/o provochi un'accelerucione del battito cardiaco. Vi viene in mente niente di piacevole per far accelerare il battito cardiaco e il respiro? Se avete delle idee, siete gia sulla buona strada per po- ter far si che sovraccaricare il vostro metabolismo costi- tuisca una parte divertente e facile della vostra vita. Quando chiedo alle persone cosa significhi per loro fare esercizio, mi dicono correre o fare pesi. Mi fa sem- pre molto ridere quando, nel corso dei miei seminari su come dimagrire, mi sento dire che nessuno fa mai eser- cizio. « Non vi alzate dal letto la mattina? » chiedo allo- ra. «E non andate in giro per casa? Non uscite mai dal 94 Posso farti dimagrire vostro appartamento? Avete qualcuno che vi porta in braccio 0 camminate sui vostri piedi? » Il fatto & che voi fate gia

Valuta