Sei sulla pagina 1di 1

Fino al XIX secolo si pensava che l'elettricità fosse un fluido che poteva essere positivo o negativo:

in seguito, grazie alle fondamentali scoperte di Maxwell,Volta, Ohm, Faraday Neumann, Lenz,
Joule e Kirchoffsi giunse a una comprensione più completa del fenomeno, riassunta nelle equazioni
di Maxwell che prevedono in modo completo e accurato il comportamento delle cariche elettriche
(elettroni e protoni che differiscono per il segno della loro carica elettrica) e del campo
elettromagnetico che esse generano.
In breve iniziarono a comparire una serie di applicazioni commerciali dell'elettricità: i motori
elettrici, il telegrafo, il telefono, la radio, la lampadina elettrica, eccetera. Si creò così all'inizio del
XX secolo una nuova scienza applicata che si occupava di progettare questo tipo di apparati,
appunto l'elettrotecnica.
Tra i molti scienziati, ingegneri e inventori che hanno contribuito all'evoluzione dell'elettrotecnica,
possiamo ricordare: Galileo Ferraris, , Werner von Siemens, Nikola Tesla, Thomas Alva Edison.
Attualmente l'elettrotecnica si occupa soprattutto della trasmissione e dell'utilizzo della potenza
elettrica, cioè di progettare macchine elettriche (motori, generatori, trasformatori e lampade) e linee
di trasmissione dell'energia elettrica.
PRINCIPI TEORICI
La legge di Ohm definisce la resistenza elettrica,
• Le equazioni di Maxwell sono le leggi fondamentali dell'elettromagnetismo, da cui derivano
le altre,
• La legge di Faraday-Neumann-Lenz quantifica l'induzione magnetica,
• L'effetto Joule descrive la trasformazione di energia elettrica in calore per effetto della
resistenza,
• Le leggi di Kirchhoff (che, per i circuiti a parametri concentrati, equivalgono alle leggi di
Maxwell) determinano le relazioni topologiche tra le correnti e tra le tensioni in un circuito.
GRANDEZZE ELETTRICHE
Tensione elettrica misurata in volt [V];
• Corrente elettrica misurata in ampere [A];
• Potenza, che si divide in attiva, reattiva e apparente, misurate rispettivamente in watt [W],
voltampere reattivo [VAR] e voltampere [VA];
• Resistenza elettrica misurata in ohm [Ω];
• Conduttanza elettrica misurata in siemens [S] o [Ω − 1 {\displaystyle ^{-1}} ];

• Frequenza misurata in hertz [Hz], che in elettrotecnica è quasi sempre la frequenza di rete di
50 o 60 hertz;
• Induttanza misurata in henry [H];
• Capacità elettrica misurata in farad [F];
• Induzione magnetica misurata in tesla [T];
• Flusso magnetico misurato in weber [Wb];
• Lavoro elettrico ed Energia misurati in joule [J];
• Carica elettrica misurata in coulomb [C].