Sei sulla pagina 1di 13

LA FAVOLA DEI SALTIMBANCHI

1
Pippo Si sta facendo buio.

Lola E freddo. (Pippo le circonda le spalle con un braccio per


riscaldarla.)

Wilma (va a riscaldarsi con gli altri) Non è più il caso di aspettarlo.

Jussuf No, ora non viene più di sicuro.

Bux Questo non me lo sarei aspettato da lui. Non stavolta.

Il Pupazzo Io si. È capace di questo e altro.

Bux Tu tieni la bocca chiusa, Ottokar!

Eli Jojo viene. Eli è sicura. Jojo è bravo.

Wilma Già, già. Jojo è bravo! Quante volte ci è toccato dar


spettacolo senza di lui, perché improvvisamente era andato
disperso! Il poveraccio capita sempre in bettole che hanno
solo l'ingresso ma non l'uscita così dice lui.

Il Pupazzo Oggi non può succedere.

Wilma Perché no?

Il Pupazzo Oggi non c'è spettacolo, he he he!

Bux Ah, lascia perdere i tuoi stupidi scherzi, Ottokar! Nessuno di


noi è in vena di scherzare.

Pippo Forse non ha ottenuto nulla, da quelli là. E adesso si


vergogna e non se la sente di dircelo.

Lola (ironica) Già, a volte è molto delicato.

Jussuf Che finora non ritorni può anche significare, però, che non si
è ancora arreso. Forse vede ancora qualche speranza.

2
Pippo E io scommetto con te un sacco pieno di soldi che ci ha
piantati in asso!

Il Pupazzo Bux! Hai sentito, Bux? Pippo scommette un sacco pieno di


soldi! (Sghignazza dal divertimento.)

Bux Chiudi il becco una buona volta, altrimenti finisci nel baule!

Il Pupazzo (urla a squarciagola) In un battibecco dice Chicco a Checco:


chiudi il becco!
E lo fa secco col suo stecco! Nel baule no, Bux! Per favore,
per favore! Me ne sto zitto.

Lola Ma, sentite un po'… e se lo avessero addirittura trattenuto?


(Incrocia i polsi.)

Pippo Messo dentro? E perché mai?

Lola Forse c'è una qualche legge che noi abbiamo violato. Voglio
dire, per il solo fatto di essere ancora qui. Forse stasera
vengono a prenderci tutti quanti.

Wilma Per me... Almeno finiremmo al caldo.

Eli (impaurita) Eli è brava. Eli non ha fatto niente. Tutti siete
bravi.

Il Pupazzo Certo, Eli. Non devi aver paura. Lola ha solo scherzato.
Nessuno ci farà niente.

Wilma Avremmo dovuto mandarci uno capace di fare un discorso


serio con la gente.

Jussuf Jojo è fra tutti noi quello che è capace di parlare meglio,
questo è sicuro.

Wilma Già, far ridere i bambini, ecco di che cosa è capace. Ma in


questo caso non servirà a molto.

3
Pippo Abbiamo votato tutti per lui. Anche tu, Wilma.

Il Pupazzo Anch'io.

Wilma Per come lo conosco, si è sicuramente comportato male.


Quelli là hanno sempre il sospetto che ci si voglia burlare di
loro.

Eli Wilma non deve aver paura. Neanche Eli ha paura.

Lola Che cosa può mai ottenere? In fondo non cambia proprio
nulla, lo sapete anche voi. Che ci caccino via domani o solo
fra qualche giorno… siamo al capolinea, e al capolinea si
scende! Dal momento che i creditori ci hanno portato via
anche gli ultimi tre ronzini che cosa può ottenere, Jojo, da
quelli della fabbrica? Che rimandino i lavori solo perché noi
possiamo lasciar qui i nostri carrozzoni?
O dobbiamo forse trascinarli via noi stessi? E dove? E a che
scopo, poi? Dentro non c'è più niente. Tranne gli infissi, già
da un pezzo ci hanno portato via tutto quanto. Io l'avevo
capito chiaramente fin da due mesi fa, da quando abbiamo
dovuto impegnare il tendone e i costumi per poter comprare
la biada per i cavalli. Quando un circo arriva a impegnare il
tendone... Signore e signori lo spettacolo è finito.

Wilma Tutto è cominciato molto prima. Diciamo le cose come


stanno, sapete benissimo che cosa intendo. Tre anni fa,
esattamente il giorno che abbiamo ripescato dal fango quella
povera disgraziata. Io sono stata subito contraria, ma nessuno
mi ha voluto dar retta. Fino allora eravamo stati in dodici, ma
ecco che a un tratto siamo diventati tredici. Tredici! Lo
sapete tutti, che cosa significa. Prima si è ammalato Nick. Poi
c'è stato l'infortunio di Carlo, e l'anno dopo Leo e la sua
famiglia ci hanno lasciati. Da quel giorno, praticamente, tutto
ci è andato storto. Non avremmo dovuto prendere con noi
quella bambina . Oppure avremmo dovuto ingaggiare subito
qualcun altro, per essere in quattordici. Ma in tredici!

4
Pippo Ingaggiare! E chi? E con quali soldi?

Lola Ma non potevamo mica lasciare la bambina in quel fossato,


Wilma. Eli era gravemente ammalata. Sarebbe morta.

Jussuf E poi, gobbi e ritardati portano fortuna, questo lo sanno tutti;


Wilma. Sono sacri.

Wilma Fortuna? Be', guardaci un po'!

Pippo Eli non ne ha colpa di sicuro.

Wilma Colpa? E chi parla di colpa, Pippo? È stato il numero, solo il


numero, capisci?

Lola Abbassate la voce, lei ci sente.

Wilma Macché, non capisce niente lo stesso.

Eli (va ad accarezzare Wilma) Wilma è brava. Anche Eli è


brava, vero? Tutti sono bravi.

Va ad accarezzarli uno per uno, con gesto delicato. Tutti tacciono confusi,
con gli occhi bassi. Eli accarezza anche il Pupazzo.

Il Pupazzo E poi: contando me eravamo proprio in quattordici!

Bux Tu purtroppo non conti, Ottokar.

Pausa.

Pippo E se provassimo di nuovo a rivolgerci a un grande circo?


Forse ce n'è uno che può aver bisogno di noi.

Lola Tutti insieme?

Pippo Tutti o nessuno. Eravamo d'accordo così. Di restare insieme


in ogni caso.

5
O nel frattempo qualcuno di voi ci ha ripensato?

Jussuf Ma ai cinque circhi più grandi avevi già chiesto, e non ci


hanno valuti.

Pippo Ce ne sono anche degli altri.

Wilma Ah, Pippo… non farti illusioni! È che non siamo abbastanza
in gamba. Nessuno di noi. Oggigiorno devi offrire numeri
mondiali. Altrimenti non hai la minima possibilità di
successo. Il pubblico non è più come una volta.

Bux Neppure i bambini. Qualsiasi cosa, l'hanno già vista alla


televisione e mille volte meglio. Perfino nei villaggi.
Ciascuno di noi farebbe meglio a imparare un altro mestiere e
diventare un utile membro dell'umana società.

Il Pupazzo Anch'io? Di' un po', Bux: fa male?

Bux Un pochino.

Il Pupazzo Allora preferisco scappare! (Sgambetta.)

Bux Sta' calmo, piccolo mio. Senza di me non te ne puoi andare.

Wilma Avete sentito che Leo adesso lavora nel cinema? Come
controfigura per le scene pericolose. Non guadagna male,
dicono.

Pippo Già, lui ci ha piantati e se n'è andato.


Wilma Prima o poi lo faremo tutti.

Eli Arriva Jojo! Sta arrivando Jojo! (Gli corre incontro e lo


abbraccia con trasporto.) Jojo! Jojo! Eli ha aspettato tanto!

Jojo, un uomo sulla cinquantina, indossa un logoro cappotto invernale


tutto sfilacciato. Dalla tasca sformata sporge una bottiglia.
In testa, portato di sghimbescio, ha un bianco cappellino da

6
clown a forma di cono, tutto macchiato, che si leva
cerimoniosamente per salutare i colleghi, facendo intanto
profondi inchini in tutte le direzioni come se fosse stato
accolto da applausi scroscianti. Porta a tracolla un
bandoneon.

Pippo Allora racconta, Jojo.

Lola Hai ottenuto qualcosa, Jojo?

Jojo (scuote il capo) Sì.

Wilma Insomma, sì o no?

Jojo (annuisce con forza) No.

Pippo Jojo, non fare il buffone!

Bux Che cosa hai fatto, Jojo?

Il Pupazzo Perché ci hai messo tanto a ritornare, Jojo?

Jojo Perché... (Riflette con visibile sforzo.) Perché... (Si batte la


mano sulla fronte.) Dunque, ancora un momento fa lo
sapevo. Ve l'assicuro! Dev'essermi sfuggito proprio qui.
(Cerca attorno per terra.)

Jojo fa segno di star zitti e continua a cercare per terra.

Wilma Avete visto? Che cosa vi dicevo. È un buono a nulla.

Pippo Allora è stato tutto inutile? Rispondi, Jojo!

Bux Era prevedibile, Ottokar.

Il Pupazzo Niente di più logico, Bux.

Jussuf Certi denti hanno, quelli là, certi denti! Mi fanno paura.

7
Lola Ma cosa stai dicendo, Jussuf? Di chi stai parlando?

Jussuf Di quei mostri. Quei draghi. Quei dinosauri. Laggiù, e là, e


là.

Lola Ah, le macchine edili! Ma sono solo ruspe e gru.

Jussuf Stanno aspettando. Stanno lì e aspettano. Noi.

Pippo Non dire sciocchezze, Jussuf! Controllati! Cosa vuoi che ci


facciano? Siamo in un paese civile! Noi non ce ne andiamo, e
basta. Restiamo tutti insieme. Così non possono farci proprio
niente. Non penserai mica che vogliano seppellirei con le
ruspe?

Joio Alt! Adesso ci sono! Sapete che cosa ho fatto? Pena! E molta,
anche.

Wilma A chi hai fatto pena, Jojo?

Jojo (con un ampio gesto) A tutti.

Pippo Magnifico! E cos'altro hai fatto?

Jojo Ho parlato con l'illustrissima Direzione Generale in persona.

Pippo (sbalordito) Tu?

Jojo (annuendo con fierezza) Io.

Pippo Con la Direzione Generale di quella fabbrica li?

Jojo Sissignore, e in persona. Faccia a faccia. Lei di qua, io di là.


O meglio, al contrario: lei di là, io di qua. E sapete che cosa
mi ha detto, la Direzione Generale in persona? Mi ha detto
che le dispiace, le dispiace molto, moltissimo.
Personalmente.

8
Pippo E che cosa le dispiace personalmente, Jojo?

Jojo Che sia tutto già stabilito e che neppure lei possa più farci
nulla. Qui, dove stiamo noi, il complesso chimico costruirà
un nuovo capannone industriale di cui ha urgente bisogno.
Domattina cominciano i lavori. Qui tutto verrà sbancato,
sterrato, rivoltato, spianato, livellato. Anche i nostri
carrozzoni, caso mai dovessero trovarsi ancora tra i piedi. Ma
naturalmente abbiamo tempo fino a domattina, per piazzarli
da qualche altra parte.

Pippo E cioè? Dove?

Jojo (indica prima di qua, poi di là, infine lascia cadere le


braccia) Vedi, Pippo, proprio la stessa domanda l'ho fatta
anch'io.

Pippo E che cosa ti ha risposto la Direzione Generale?

Jojo Ma tu non hai un briciolo di memoria, Pippo: che le dispiace!

Pippo (si siede per terra) Allora siamo spacciati. È proprio finita.

Il Pupazzo Ehi, Iojo! Senti un po'. Iojo! Davvero non ti hanno detto
nient'altro?

Jojo Sì invece, aspetta che mi ricordo. Cos'era? Ah, sì. Vogliono


ingaggiarci.

Pippo Che cosa vogliono?

Jojo Ingaggiarci.

Pippo Tutti insieme?

Jojo Tutti insieme.

9
Wilma E lo dici solo ora? Pippo Un momento! Un momento! Come
ci vogliono ingaggiare?

Jojo (tira fuori dalla tasca un foglio) Come circo pubblicitario.


Ecco qui il contratto. Dobbiamo solo firmare. Ci danno
carrozzoni nuovi, motorizzati, naturalmente.
E nuovi costumi. E tutto nuovo. Anche tanti nuovi numeri.
Quelli li escogita per noi l'ufficio pubblicità. Naturalmente,
anche un nuovo nome, il nostro circo avrà il nome della ditta.

Wilma E il compenso?

Jojo Non è male.

Wilma Ragazzi, prodigi e miracoli avvengono ancora!

Jussuf E noi, che cosa dobbiamo fare in cambio?

Jojo Andare in giro per il Paese facendo la réclame ai prodotti


chimici della ditta. Soprattutto in campagna, nei villaggi. Ma
appariremo anche nella pubblicità televisiva.

Pippo Questa è la salvezza. (Piange.)

Lola (lo abbraccia consolandolo) Diventeremo famosi.

Pippo Qualcuno ha obiezioni?

Jojo (alza il dito) Io, prego.

Wilma Naturalmente! Lui! Cosa c'è da pensarci su?

Pippo Parla dunque, Jojo!

Jojo Quei signori pongono solo una piccola condizione.


Dobbiamo separarci da Eli.

Jussuf Da Eli? E perché mai?

10
Jojo Dicono che non farebbe una buona impressione se con noi ci
fosse proprio… una bambina così. Noi dobbiamo ottenere
fiducia per i loro prodotti chimici, dicono. Dobbiamo
dimostrare alla gente com'è innocua e utile la roba che la ditta
vende, dicono. E una bambina cosi potrebbe far venire alla
gente delle idee tutte sbagliate, dicono. E questo loro non lo
vogliono.

Lola E che ne sarà di Eli, allora?

Jojo Oh, non dobbiamo preoccuparci, dicono. La ditta


sovvenziona un istituto per bambini come lei, dicono. Tutto
secondo i più moderni ritrovati della scienza. Attrezzature
favolose, medici favolosi, assistenza favolosa. Tutto
favolosamente scientifico. È lì che vogliono sistemare Eli.

Wilma (dopo una pausa) Be'. ma allora è tutto a posto. Lì è


sicuramente in buone mani, più che qui da noi. Quelli forse
possono perfino far qualcosa per lei. Che cosa ne dici, Eli?
Non ti piacerebbe andare in un bel collegio, dove forse
guarirai e dove imparerai un mucchio di cose?

Eli (stringe forte la mano di Jojo, impaurita) Eli è brava. Tutti


voi siete bravi, vero?

Jojo Lo sapete che io sono stupido. Troppo stupido per certe cose.
Dobbiamo decidere tutti insieme. Abbiamo tempo fino a
domattina. Però mi è venuta in mente un'altra cosa. Forse è
una stupidaggine. Vi ricordate cos'è successo quella volta, tre
anni fa? Eravamo capitati in una zona come questa, e
improvvisamente c'era un odore così strano. La gente era
tutta in fuga. Per strada c'erano dappertutto polli e cani e gatti
morti. E poi cominciò a piovere e l'erba diventò gialla. Dopo,
i giornali scrissero ch'era stata una nube tossica. Fu allora che
Nick cadde ammalato, e lo è ancora oggi. E fu allora che
trovammo Eli che si trascinava in quel fossato lungo la
strada. Questo mi è venuto in mente.

11
Pippo Sì, c'era stata una catastrofe. Non so quale guasto in una
fabbrica che distava di lì una decina di chilometri. Perché
racconti questa storia?

Jojo Quella fabbrica apparteneva alla stessa ditta di questa qui. E


qui producono la stessa roba. E a quella roba noi dovremmo
fare la réclame separandoci da Eli. (Tutti si guardano
sconcertati.)

Wilma (inquieta) Ragazzi, ora voglio dirvi io una cosa: ridotti come
siamo, non possiamo fare gli schizzinosi. Dobbiamo prendere
quello che ci offrono. Se rinunciamo, non saremo certo noi a
cambiare il mondo. E poi, in fin dei conti, non siamo mica
responsabili di quel che fanno quelli là.

Jojo (la guarda a lungo) No? Io sono troppo stupido, dovete


decidere voi che cosa fare.

Lunga pausa.

Il Pupazzo Non parlate tutti insieme, però.

Jojo prende il bandoneon e comincia a suonare sommessamente la sua


melodia.

Eli (lo tira per la manica) Jojo? Jojo é bravo. Jojo racconta a Eli
qualcosa.

Jojo Una storia? Oggi non mi viene in mente nulla, credo. Io sono
uno stupidone, bimba mia. Lo sai, no?

Eli (ride) No. Non è vero. Jojo racconta a Eli una favola, sì?

Jojo (depone il bandoneon) Una favola? E di chi vuoi che tratti?

Eli Di noi. (Indica tutti, uno per uno.) Di Eli e di Jojo e di tutti.

12
Jojo tira fuori dalla tasca la bottiglia, ne beve un sorso, si guarda attorno
pensieroso fra i suoi ascoltatori, che gli si avvicinano
esitanti, poi prende un'altra sorsata e posa la bottiglia
davanti a sé.

Jojo Vediamo che si può fare ...

Ricomincia a suonare sommessamente il bandoneon. Durante il suo


racconto si fa rapidamente buio. La scena svanisce. Si ode
ancora, la voce di Jojo.

Jojo Ascolta allora, Eli…

13