Sei sulla pagina 1di 1

34 Sport DOMENICA

4 FEBBRAIO 2018

NUOVA VITARA 1.6


BENZ. 2WD V-COOL
TUA DA € 16.900

Sport
sport@laprovinciacr.it
CON PERMUTA O DEMOLIZIONE
CREMONA - MADIGNANO

SERIE B. 24ESIMA GIORNATA (TERZA DI RITORNO). SCONFITTA CHE FA MALE AL TERMINE DI UNA GARA GIOC

REAGIRE SUBITO
Scappini illude
ma la Cremonese
stavolta dura poco
I grigiorossi segnano, sfiorano il raddoppio però si fermano
troppo presto. E la Pro Vercelli vince allo Zini 3 a 2
di FELICE STABOLI CREMONESE 2 solito, ma di un esausto Pe-
PRO VERCELLI 3 sce. E quando i buoi erano
n Fragile, debole, instabile, ormai scappati, dopo C a-
vulnerabile. La Cremonese, CREMONESE (4-3-1-2): Ujkani; strovilli, Tesser ha provato
con Paulinho in tribuna e Almici (26’ st Cinaglia), Canini, la carta Scamacca (buono il
Garcia Tena, Renzetti; Arini, Pesce
Claiton in panchina, esce a (9’ st Castrovilli), Cavion; Piccolo
suo esordio). Ma tutto si è
mani vuote dalla sfida con- (22’ st Scamacca); Brighenti, rivelato inutile, come il gol
tro la Pro Vercelli, al termine Scappini. All.: Tesser. di Cavion che, raccolto un
di una prestazione di livello tiro di Brighenti deviato dal
inferiore rispetto a quanto la PRO VERCELLI (3-5-2): Pigliacel- portiere, di testa ha segnato
squadra di Tesser ha abitua- li; Gozzi (38’ pt Berra), Bergamelli, la rete buona solo ad attutire
to fin qui. Non è il caso di Konate; Ghiglione, Germano, Vi- la botta, ma non a scansar-
fare drammi, né servono in ves, Castiglia, Mammarella; Morra la.
(46’ pt Raicevic), Reginaldo (35’ st
questo momento sedute di
Kanoute). All.: Grassadonia.
autoflagellazione collettiva, PAULINHO DOVE SEI?
perché una sconfitta dopo ARBITRO: Pillitteri di Milano (assi- Quando si perde una partita
quasi tre mesi ci può anche stenti: Raspollini di Livorno e così, gli assenti hanno quasi
stare. Capita. Non è neanche Lombardi di Brescia. Quarto uffi- sempre ragione, ma è inne-
giusto cercare alibi, anche se ciale: Saia di Palermo). gabile che senza Paulinho —
una mezza tentazione po- RETI: 15’ pt Scappini (C), 38’ pt Ca- guai fisici — è dura ed era fa-
trebbe esserci (meglio scan- stiglia, 7’ e 21’ st Germano (P), 48’ cile immaginarlo anche pri-
sarla) se si analizza la partita st Cavion (C) ma. Col senno di poi — ma
fino alla mezz’ora abbon- neanche troppo — si può an-
dante, quando Arini ha rac- NOTE: spettatori 6.401 (paganti che dire che forse si è sentita
colto un assist delizioso di 2.881; abbonati 3.520). Ammoniti: anche l’assenza di Claiton,
Brighenti e, di sinistro, ha Arini, Reginaldo, Garcia Tena, Ko- col quale anche uno esperto
nate. Allontanato Grassadonia.
girato al volo sotto la traver- come Canini ha un’intesa e
sa. Pagliacelli ha detto no, ANGOLI: 8-6 per la Cremonese un affiatamento diversi. Più
con un mezzo miracolo. Sa- complesso il discorso a cen-
rebbe stato il 2 a 0, perché POSSESSO: Cremonese 57%, trocampo: i guai fisici pro- Germano anticipa tutta la difesa grigiorossa e mette in gol: è il 2 a 1 per la Pro Vercelli
Pro Vercelli 43%
poco prima Scap p ini , neo lungati di Croce alla lunga
trentenne, ben servito da TIRI: 9 Cremonese (5 in porta), 7 pesano; Pesce, impareggia-
Almici, aveva controllato di Pro Vercelli (4 in porta). bile per dedizione, necessita
destro, un rimbalzo e palla a di un po’ di tregua; Piccolo
scendere all’incrocio lonta- — che pure ha disputato un
no. Bellissmo. Da qui in trequarti? E in area non è discreto primo tempo — de-
avanti, però, è stata quasi meglio stringere la marcatu- ve sfiancarsi in copertura,
solo Pro Vercelli, ben messa ra a pochi metri dalla porta? ma sconta il lavoro in ter-
in campo (e anche ben di- Per non parlare del secondo: mini di lucidità davanti. Si
sposta al fallo sistematico, uscita a farfalle di Ujkani, la potrebbe dire la stessa cosa
perdonata a più riprese dal- palla resta lì, in area, un mi- di Br ighenti, al quale non
l’arbitro, pigro nell’estrarre nuto, anche di più, Garcia manca mai la voglia, ma la
il giallo per tre quarti di ga- Tena salva sulla riga ma nes- volontà certe volte non ba-
ra). suno sbroglia, batti e ribatti sta. Infine, una Cremonese
in area. Caos, panico, finché che non subiva gol dal se-
LA DIFESA GUARDA da destra un rasoterra taglia condo tempo di Venezia è
Ma prima di analizzare i gol l’area, Ujkani e Canini non la riuscita a concederne tre
— sui quali le responsabilità prendono, Germano sì e da (più una buona dose di oc-
grigiorosse sono evidenti — un metro realizza. Non per casioni) alla penultima in
va detto che da un bel mo- infierire, ma anche sul terzo classifica. E qui, più che i
mento in poi le gambe han- Germano si ritrova solo da- singoli, è la squadra nel suo
no smesso di girare, la squa- vanti a Ujkani e non ha pro- insieme che si è smarrita. Scamacca, ieri all’esordio Un intervento di Castrovilli
dra di Tesser si è innervosita blemi a metterla in porta. Qualcuno, lasciando lo Zini,
e ogni giocata è diventata parlava di tattica; altri, di te-
complicata, anche quando CASTROVILLI TARDI sta; altri ancora, di gambe.
sembrava elementare. Un Non è bastato stavolta a Tes- Che poi, forse, per una volta,
calo sia fisico che nervoso. E ser giocare la carta Castro- dicevano tutti la stessa cosa.
non è un caso che le due co- villi nella ripresa (meglio L’importante è reagire subi-
se vadano spesso di pari prima? meglio dopo?), al to.
passo. La Pro Vercelli se ne è posto non di Piccolo come al © RIPRODUZIONE RISERVATA
accorta e ci ha messo poco a
portarsi su, trasformando la
giornata dei grigiorossi in
una giornataccia, di quelle
QUARTA SCONFITTA
che è meglio mettersi in
fretta alle spalle. Non si è L’ULTIMO STOP L’11 NOVEMBRE
salvato neanche chi, di so-
lito, non sbaglia. Basta pen- n La Cremonese ha interrotto una serie positiva che durava
sare al primo gol: cross da dall’11 novembre, quando allo Zini si impose il Palermo. da al-
destra, Ujkani immobile tra i lora 6 pareggi e 3 vittorie. Quella di ieri è la quarta sconfitta in
pali, Canini non interviene, campionato: prima la squadra di Tesser aveva perso a Parma,
Arini è lontano: Castiglia a bari e appunto allo Zini col Palermo. Nella gara di andata a
ringrazia e di testa mette Vercelli i grigiorossi si erano imposti per 4 a 1. Le prossime
n e l l’angolo da due metri. gare vedranno i grigiorossi sabato Carpi, bari in casa, Pescara
Poteva tentare almeno l’u- il 24 e Frosinone, allo Zini, il 27.
scita Ujkani su una palla
spiovente partita quasi dalla Il gol di Cavion al fine partita