Sei sulla pagina 1di 2

Dolina dei morti - La Grande Guerra Page 1 of 2

la Grande Guerra 1914-1918


una produzione e
TEMI EVENTI E LUOGHI BELLICI AUTORI

con l'Archivio diaristico nazionale

HOME › EVENTI E LUOGHI BELLICI › DOLINA DEI MORTI

Dolina dei morti

Dolina dei morti


Elio Nerucci racconta bombardamenti, orrori, morti a
Dolina dei morti, Nova Vas, Slovenia il 1916

Dolina dei morti, Nova Vas, Slovenia

Fu fatta un'avanzata di qualche chilometro. Così la notte portammo i SUGLI STESSI LUOGHI
nostri cannoni nella Dolina dei morti. La chiamavano così perché lì c’era
tanta terra e si potevano sotterrare, mentre fori di lì è tutto una pietraia Caffè di pace
e i morti davano sempre cattivo odore. "Ne ammazzo tre con il moschetto"
Si lavorò tutta la notte per farci il rifugio vicino al pezzo. Il nostro Seppellito vivo
comandante di gruppo ci promise che avrebbe dato un premio ai
serventi che facevano il rifugio più resistente ai colpi del nemico. Il
premio lo vinsero quelli del secondo pezzo. Sembrava una fortezza, con SUGLI STESSI TEMI
travetti di legno e di ferro, e tanti sacchetti di terra.
Una bomba tra due uomini
Aprimmo il foco, ma dopo poche ore molti loro colpi arrivavano vicino.
"Ne ammazzo tre con il moschetto"
Così si capì che ci avevano scoperto e ci sparavano addosso. Infatti una
I caduti del Santa Maria
granata mise fuori uso il mio cannone e fortuna volle che non ci ferì
nessuno. Allora ci rifugiammo in una galleria e lì eravamo al sicuro. Pure
il terzo e il quarto pezzo furono messi fori combattimento, con qualche
ferito. Il capitano Lauritano telefonò al comandante di gruppo, per DELLO STESSO AUTORE

informarlo che la batteria era stata scoperta e tre pezzi erano fuori uso.
Così, non era restato che un pezzo, e non era il caso di fare resistenza E' il cannone, non il temporale
contro le batterie avverse. Anche per non sacrificare dei soldati Pallottole intelligenti
inutilmente. Ma il comandante rispose che si deve sparare pure con un Morti in sequenza
solo pezzo.

Il capitano pianse dalla rabbia. Il secondo pezzo incominciò di nuovo a


I PIÙ CONDIVISI
sparare. Dalla galleria si vedeva che l'avevano preso a bersaglio, tante
maledette cannonate gli arrivavano vicino. Dopo pochi minuti giunse il
colpo di grazia. Una granata di grosso calibro piombò sul rifugio, proprio
quello che aveva preso il premio. Restarono morti tutti.

EVENTI E LUOGHI

http://espresso.repubblica.it/grandeguerra/index.php?page=estratto&id=141 02/02/2018
Dolina dei morti - La Grande Guerra Page 2 of 2

22

38 7

L’Espresso e Finegil editoriale con l’Archivio diaristico nazionale di Finegil editoriale


Pieve Santo Stefano Direttore editoriale: Roberto Bernabò
Direttore generale: Marco Moroni
LA GRANDE GUERRA 1914-1918
I diari raccontano l'Espresso
Direttore responsabile: Tommaso Cerno
da un’idea di Pier Vittorio Buffa Direttore generale: Corrado Corradi

a cura di Pier Vittorio Buffa e Nicola Maranesi Gruppo Editoriale L’Espresso, divisione digitale
Direttore generale: Massimo Russo
con la collaborazione di Emanuele Edallo e Silvio Falciatori
Fondazione Archivio Diaristico Nazionale Onlus
e, per l’Archivio diaristico nazionale, di Marisa Bonetti, Antonella Direttore scientifico: Camillo Brezzi
Brandizzi, Luisalba Brizzi, Rosalba Brizzi, Luigi Burroni, Cristina Cangi, Direttrice organizzativa: Natalia Cangi
Angelina Chiarioni, Nadia Frulli, Laura Mormii, Patrizia Tossani,
Loretta Veri, Alessandro Zanelli

la Grande Guerra 1914-1918 e


© GEDI Gruppo Editoriale S.p.A. - Partita IVA 00906801006 - Privacy con l'Archivio diaristico nazionale

http://espresso.repubblica.it/grandeguerra/index.php?page=estratto&id=141 02/02/2018