Sei sulla pagina 1di 2

Volume 2 termodinamica e onde

Le onde 7
L’intensità di un’onda elastica
ed elettromagnetica
Un’onda si propaga trasportando energia da un punto a un altro nello spa-
zio. L’ampiezza dell’onda, cioè la massima perturbazione della grandezza
considerata rispetto alla situazione di equilibrio, ci dà una misura dell’ener-
gia trasportata dall’onda nell’unità di tempo, cioè della sua intensità. Più
precisamente:

definiamo l’intensità di un’onda come l’energia, trasportata


dall’onda, che attraversa in un secondo una superficie unitaria piana
perpendicolare alla direzione di propagazione dell’onda stessa.

In altre parole, l’intensità di un’onda è la potenza trasmessa dalla sorgente


di un’onda per unità di superficie. L’unità di misura dell’intensità di un’on-
da è dunque il watt su metro quadrato (W/m2). Quando l’onda, allon-
tanandosi dalla sorgente, si propaga su fronti sempre più estesi, come nel
caso delle onde sferiche (figura 1), la sua intensità tende a diminuire, perché
l’energia (pur conservandosi) si distribuisce su porzioni di spazio sempre
più ampie.
direzione di propagazione
Figura 1. La superficie 2 è
più estesa della superficie
1 e l’energia, che prima era
S concentrata su una porzione
di spazio più piccola, ora è
1 distribuita su una porzione di
2 spazio più grande.

Come abbiamo detto, l’intensità di un’onda è legata all’ampiezza della per-


turbazione che si propaga. Se osserviamo, per esempio, un’onda circolare
generata da un sasso sulla superficie di uno stagno, notiamo che l’ampiezza
delle oscillazioni tende a diminui-
direzione
re via via che ci si allontana dalla di propagazione
sorgente (figura 2). Pur trascurando
qualsiasi fenomeno dissipativo, in- Figura 2. Via via che ci si
fatti, l’energia meccanica delle por- allontana dalla sorgente
zioni di acqua vicine al punto di l’ampiezza dell’onda diminuisce.
La stessa quantità di energia
impatto del sasso si trasmette alle è infatti distribuita su una
porzioni adiacenti, che iniziano superficie sempre più ampia
anch’esse a oscillare con un’ener- (S1 < S2).
gia totale che non può essere su- S1
periore a quella ricevuta. Dato che
tale quantità di energia si distribu- S2
isce su una superficie sempre più
ampia, l’intensità dell’onda diminu-
isce e si osserva che l’ampiezza dell’onda è sempre più piccola.
Diamo ora, senza dimostrazione, le formule che esprimono l’intensità delle
onde elastiche e delle onde elettromagnetiche.

Copyright © 2012 Zanichelli editore S.p.A., Bologna [5813]


Questo file è un’estensione online del corso Mandolini, Le parole della fisica © Zanichelli 2012 1
7 le onde Volume 2 termodinamica e onde

Intensità delle onde elastiche


L’intensità I di un’onda elastica periodica, di frequenza ν, che si propaga
in un mezzo omogeneo di densità ρ con velocità vv , è data dalla formula:
1
I = tv (2 ro) 2 A 2
2
dove A è l’ampiezza dell’onda.
Ricordando la definizione di intensità di un’onda, verifichiamo che l’e-
spressione a secondo membro è effettivamente un’energia per unità di tem-
po e unità di superficie, misurata in W/m2. In un’onda elastica in cui la
perturbazione sia una dislocazione (verticale o orizzontale) l’unità di misura
dell’ampiezza dell’onda è il metro, per cui:
$ 2 $ m 2 = a kg $ 2 k $ m $ 32 = 2 = 2
W kg m 1 m m J W
2 = 3 $
m m s s s m $s m $s m

Intensità delle onde elettromagnetiche


Un’onda elettromagnetica, data dalla perturbazione dei campi elettrico Ev e
magnetico B v , si propaga in un mezzo di permeabilità magnetica μ = μ μ .
0  r
La sua intensità è pari al modulo del cosiddetto vettore di Poynting:
vI = 1
Ev # B
v
Cioè, dato che Ev e B v sono perpendicolari tra loro, l’intensità I dell’onda
elettromagnetica è legata alle ampiezze E e B dei campi elettrico e magne-
tico dalla relazione:
1
I=
n$E$B
Ricordando la definizione di intensità di un’onda, verifichiamo anche in
questo caso che l’espressione a secondo membro è effettivamente un’ener-
gia per unità di tempo e unità di superficie, misurata in W/m2:
W 1 N A N N$m J W
= $ $T= $ $T= = =
m2 T m C T$m A$s m $ m $ s s $ m2 m2
A

2
Copyright © 2012 Zanichelli editore S.p.A., Bologna [5813]
Questo file è un’estensione online del corso Mandolini, Le parole della fisica © Zanichelli 2012