Sei sulla pagina 1di 32

Guarda_musica_B_1617-6_Layout 1 29/06/11 17:58 Pagina 1

Luciano Leone Roberto Paoli


GUARDA CHE MUSICA!
Teoria • Metodo • Antologia B
MUSICA DA ASCOLTARE, SUONARE, CANTARE E... DA VEDERE Luciano Leone Roberto Paoli
Attraverso i video presenti nel libro digitale la musica viene presentata nella sua dimensione più completa: ogni
banco può diventare una poltrona di prima fila nei principali teatri del mondo, ogni aula ospitare i più grandi
interpreti. La carta e gli strumenti multimediali sono perfettamente integrati in un corso che rappresenta un punto di

GUARDA CHE
equilibrio tra le nuove tecnologie e una didattica sperimentata con grande successo.

Il libro
• grande attenzione dedicata all’ascolto e alla storia della musica, anche attraverso la proposta di video con

MUSICA!
interpretazioni dal vivo di grandi musicisti e direttori d’orchestra
• ascoltare e fare musica come momenti perfettamente integrati: i brani commentati nella storia della musica
sono linkati alla partitura (presente nella parte antologica), che scorre in sincrono con la relativa base audio
• possibilità di imparare la musica (teoria, metodi per cantare e per suonare) in modo interattivo
attraverso un innovativo CD-Rom, semplice da utilizzare con il pc e ottimizzato per la LIM.

DVD, CD-Rom, Pen drive per computer e LIM


• DVD Libro digitale allegato al volume A (con video e link a partiture)
• CD-Rom interattivo allegato al volume B: esercizi di teoria, anche sotto forma di videogioco, brani
B
GUARDA CHE MUSICA !
da suonare/cantare realizzati con il sistema karaoke e accompagnati dalle animazioni di flauto, chitarra,
tastiera per indicare le posizioni delle mani nota per nota
Teoria • Metodo • Antologia
• per il Docente: Pen drive USB che contiene il libro digitale con tutti gli ascolti linkati direttamente alle pagine.

On line
Sito zona Musica (www.zonamusica.scuola.com):
• risorse per fare musica con la LIM
CD•ROM
• attività interattive di grammatica musicale
• brani da suonare e cantare

Composizione del corso Altre opzioni di vendita


Luciano Leone Roberto Paoli Luciano Leone Roberto Paoli Luciano Leone Roberto Paoli Luciano Leone Roberto Paoli

GUARDA CHE GUARDA CHE GUARDA CHE GUARDA CHE

A Ascolto • Storia della musica B


CD•ROM
Teoria • Metodo • Antologia A Ascolto • Storia della musica B
CD•ROM
Teoria • Metodo • Antologia B

Guarda che musica! Guarda che musica! A Guarda che musica! B


Volume A + DVD-Rom Libro digitale + DVD-Rom Libro digitale + CD-Rom
+ Volume B + CD-Rom ISBN 978-88-494-1614-5 ISBN 978-88-494-1617-6
ISBN 978-88-494-1546-9

Per il docente
Guida per l’Insegnante 3 CD Mp3 Set 20 CD-Audio per la classe Pen drive USB
ISBN 978-88-494-1629-9 ISBN 978-88-595-0403-0 ISBN 978-88-595-0402-3 ISBN 978-88-595-0404-7
g A ol. 78 et
G
. B R B -8 r
U V 9 p
or DA + 8- ini
gh C c 49
is

es H D- 4-1

Questo volume, sprovvisto del talloncino a lato,


B

io E r 61
n

è da considerarsi copia di saggio-campione


• M om 7-
L. U

gratuito, fuori commercio (vendita e altri atti


m SI

di disposizione vietati: art. 17, c. 2, L. 633/1941).


en C

Fuori campo applicazione i.V.a. (D.p.r. 26/10/72,


zi A!
o

n. 633, art. 2, 3° co, lett. d.)


6
Guarda_musica_B_fronte_Layout 1 21/12/10 18:10 Pagina 1

Luciano Leone Roberto Paoli

GUARDA CHE
MUSICA!
B Teoria • Metodo • Antologia

Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara


II_Guarda che musica B.qxp:SuperMat_Col.qxp 21-12-2010 9:26 Pagina II

La Casa Editrice è certificata da

In conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2008


per l’attività di «Progettazione e realizzazione
internet: www.petrini.it di prodotti per l’editoria scolastica»
(certificato n. 02.565)
e-mail: filodirettomusica@petrini.it

Redattore responsabile: Rebecca Regli


Tecnico responsabile: Riccardo Massaro
Progetto grafico e copertina: Veronica Paganin
Realizzazione: Cabodigraf
Disegni: Alberto Stefani, Studio Monza
Ricerca iconografica: Marcella Bertola, Laura Fiorenzo
Grafia musicale: Sara Bricca

Art Director: Nadia Maestri

Proprietà letteraria riservata


© 2011 De Agostini Scuola SpA – Novara
1ª edizione: gennaio 2011
Printed in Italy

Il CD-Rom allegato è a cura di Fabrizio Ferrarin.

Gli autori ricordano con affetto il maestro Ezio Mazzetti.

Foto di copertina:
Dreamstime; iStockphoto

Le fotografie di questo volume sono state fornite da:


iStockphoto; Jupiterimages/Photos.com

L’Editore dichiara la propria disponibilità a regolarizzare eventuali omissioni o errori di attribuzione.


Nel rispetto del DL 74/92 sulla trasparenza nella pubblicità, le immagini escludono, ogni e qualsiasi possibile intenzione o effetto promo-
zionale verso i lettori.
Tutti i diritti riservati. Nessuna parte del materiale protetto da questo copyright potrà essere riprodotta in alcuna forma senza l’autorizza-
zione scritta dell’Editore.
Fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume/fascicolo di periodico dietro
pagamento alla SIAE del compenso previsto dall’art. 68, comma 4, della legge 22 aprile 1941 n.633. Le riproduzioni ad uso differente
da quello personale potranno avvenire, per un numero di pagine non superiore al 15% del presente volume/fascicolo, solo a seguito di
specifica autorizzazione rilasciata da AIDRO – Corso di Porta Romana, 108 – 20121 Milano – e-mail aidro@iol.it; www.aidro.org
Eventuali segnalazioni di errori o refusi e richieste di chiarimenti sulle scelte operate dagli autori e dalla Casa Editrice possono essere invia-
te all’indirizzo di posta elettronica deagostiniscuola@deagostiniscuola.it

Stampa: Stamperia Artistica Nazionale – Trofarello (TO)

Ristampa: 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

Anno: 2011 2012 2013 2014 2015 2016

Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara


III_XII GuardacheMusica_B_III_XII GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 12.40.27 Pagina III

PARTE 1 INDICE

TEORIA
pagina

UNITÀ 1 LA SCRITTURA MUSICALE                      2


I simboli musicali 3
La scala 3
Il pentagramma e la chiave musicale 4
La durata delle figure musicali 5
La battuta, il tempo e gli accenti 6
CHECK 8

UNITÀ 2 LE FIGURE MUSICALI                           9


I simboli di durata 10
La semiminima e la sua pausa 10
alle percussioni Suona la semiminima a ritmo di Tango 12
La minima e la sua pausa 12
alle percussioni Suona la minima a ritmo di Valzer 14
La croma e la sua pausa 15
alle percussioni Suona la croma a ritmo di Samba 17
La semibreve e la sua pausa 18
alle percussioni Suona la semibreve a ritmo di Twist 20
La semicroma e la sua pausa 20
alle percussioni Suona la semicroma a ritmo di Reggae 23
Il punto e la legatura di valore 24
alle percussioni Suona il punto e la legatura a ritmo di Swing 27
La terzina 28
alle percussioni Suona la terzina a ritmo di Rumba 30
I tempi composti 30
CHECK 33

UNITÀ 3 I RAPPORTI TRA LE NOTE                     9


I segni di alterazione 35
L’intervallo 36
I modi e i gradi della scala 38
Modo maggiore e modo minore 38
I gradi 40
La scala di modo maggiore 42
La scala di modo minore 44
Gli accordi di modo maggiore e minore 46
CHECK 49

III
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
III_XII GuardacheMusica_B_III_XII GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 12.40.29 Pagina IV

PARTE 2 INDICE

METODI
pagina

UNITÀ 1 METODO PER SUONARE                      52


Il flauto dolce 53
La chitarra 55
Come si accorda la chitarra 57
La tastiera 58
La nota Si 60
La nota La 61
La nota Sol 62
Una canzone d’amore • Marcetta classica • Canto popolare 63
La nota Do2 64
Per tutta la vita • Barcarola • Marcetta 65
La nota Re2 66
Sarà perché ti amo • Tema • Oh che bel castello 67
La nota Fa 68
Vado al massimo • Il mattino • Pioggia d’estate 69
La nota Mi 70
Novembre • Brano classico • Tutti mi dicon Maremma Maremma 71
La nota Re 72
Sincerità • Ninna Nanna • Alouette 73
La nota Do 74
Video killed the radio star • Sul bel Danubio blu • Canzone slovena 75
La nota Si b 76
Chi fermerà la musica • Canto di ringraziamento •
Giovanottello che ne vai per mare 77
La nota Fa # 78
Tragedy • Land of hope and glory • Liebe Schwester, tanz mit mir 79
La nota Mi2 80
Non amarmi • Aria italiana • John Brown’s body 81
La nota Fa2 82
La forza della vita • Sogno d’amore • La violetta 83
La nota Sol2 84
La mia canzone • La primavera: Allegro • L’uva fogarina 85
La nota Do2 # 86
Sotto questo sole • Inno alla gioia • Dove sta Zazà 87
La nota Fa2 # 88
Io ho in mente te • Adagio • Fuochi d’artificio 89
Le note Do #, Re #, Sol #, Mi2 b, La2, Si2, Do3 90

IV
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
III_XII GuardacheMusica_B_III_XII GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 12.40.32 Pagina V

UNITÀ 2 METODO PER ACCOMPAGNARE               92


Gli accordi 93
L’accordo di Mim 95
L’accordo di Lam 95
Vent fin 95
L’accordo di Sol 96
L’accordo di Re 96
Il ballo di Simone 96
La gatta • Il ragazzo della via Gluck 97
L’accordo di Do 98
Bella 98
Generale • Diamante 99
L’accordo di La 100
L’accordo di Mi 100
Diavolo in me 100
La canzone del sole 101
L’accordo di Rem 102
Dieci ragazze 102
Il gatto e la volpe • Luna 103
L’accordo di Fa 104
La canzone del capitano 104
Non voglio mica la luna • Quello che le donne non dicono 105
L’accordo di Si b 106
Un’emozione per sempre 106
50 Special • I bambini fanno oh 107
L’accordo di Re7 108
L’accordo di Sol7 108
Il ballo di Simone • 108
La vita è tutta un quiz • Bandiera gialla • Che sarà 109
Schema riassuntivo di tutti gli accordi 110

UNITÀ 3 METODO PER CANTARE                      112


Imparare a cantare 113
Gli organi fonatori e la respirazione 113
La respirazione diaframmatica 114
Esercizi preparatori 114
Le note medie 115
Do-Mi 115
Certe notti 115
Do-Fa 116
Laura non c’è 116

V
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
III_XII GuardacheMusica_B_III_XII GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 12.40.33 Pagina VI

Do-Sol 117
Sarà perché ti amo 117
Le note acute 118
Sol-Do2 118
I tuoi occhi 118
Do1-Do2 119
Giro di valzer • Vita militare 119
Canta blues • Domenica bestiale 120
Le note gravi 121
Do-Sol GRAVE 121
Tempo di reggae 121
Il silenzio • Gente di mare 122
Cantare con 11 note 123
Teorema • La bella e la bestia 123
La rosa gialla del Texas 124
Cantare in modo polifonico 124
Parole e note 124
Alternarsi nella melodia 126
Pick a bale of cotton 126
Melodie parallele 127
Quella carezza della sera 127
Plaisir d’amour 129
We shall overcome 130
Inseguimenti musicali 132
C’era un re 132

VI
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
III_XII GuardacheMusica_B_III_XII GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 12.40.35 Pagina VII

PARTE 3 INDICE

ANTOLOGIA
pagina

POP CON POCHE NOTE                                134
4 note
Diavolo in me (Zucchero) 135
5 note
Boy band (Velvet) 136
Montagne verdi (M. Bella) 137
Stessa spiaggia stesso mare (Mina) 138
Samarcanda (R. Vecchioni) 139
Un’emozione per sempre (E. Ramazzotti) 140
6 note
Sei un mito (883) 141
Banane e lampone (G. Morandi) 142
Fatti mandare dalla mamma (G. Morandi) 143
7 note
Rose rosse (M. Ranieri) 144
La canzone del capitano (Dj Francesco) 144
8 note
Il cielo (R. Zero) 146

LA MUSICA DEI GRANDI COMPOSITORI               147
SONORITÀ ANTICHE: MEDIOEVO E RINASCIMENTO
In taberna quando sumus (Anonimo) 148
Dies irae (T. da Celano) 148
Gagliarda (V. Galilei) 149
Greensleeves (F. Cutting) 150
Quand je bois du vin clairet (Anonimo) 151
Belle qui tiens ma vie (Anonimo) 151

LO SFARZO BAROCCO
Te Deum in Re maggiore (M. A. Carpentier) 152
Adagio (dal Concerto per tromba in Re maggiore, G. P. Telemann) 153
Lascia ch’io pianga (da Rinaldo, G. F. Haendel) 154
Alleluja (da Il Messia, G. F. Haendel) 155
Alla hornpipe (da Musica sull’acqua, G. F. Haendel) 156

VII
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
III_XII GuardacheMusica_B_III_XII GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 12.40.36 Pagina VIII

Minuetto II (da Musica per i reali fuochi d’artificio, G. F. Haendel) 156


La primavera: Allegro (da Le quattro stagioni, A. Vivaldi) 157
L’autunno: La caccia (da Le quattro stagioni, A. Vivaldi) 157
L’inverno: Largo (da Le quattro stagioni, A. Vivaldi) 158
Corale (dalla Passione secondo Matteo, J. S. Bach) 158
Aria sulla quarta corda (dalla Suite n. 3 in Re maggiore, J. S. Bach) 159
Minuetto (J. S. Bach) 160
Corale (dalla Cantata 147, J. S. Bach) 161
Adagio (T. Albinoni) 162

L’ELEGANZA CLASSICA
Ah! Vous dirai-je, Maman! (W. A. Mozart) 163
Andante (dal Concerto per pianoforte n. 21 K 467, W. A. Mozart) 164
Sinfonia n. 40 K 550 (W. A. Mozart) 165
o
Tema (dalla Sonata K 331, 1 movimento, W. A. Mozart) 166
Aria (da Il flauto magico, W. A. Mozart) 166
Aria di Papageno (da Il flauto magico, W. A. Mozart) 167
Non più andrei farfallone… (da Le nozze di Figaro, W. A. Mozart) 167
Romanza (dalla Piccola serenata notturna K 525, W. A. Mozart) 168
Adagio (da Patetica op. 13, L. van Beethoven) 168
Canto di ringraziamento (dalla Sinfonia n. 6, L. van Beethoven) 169
Inno alla gioia (dalla Sinfonia n. 9 op. 125, L. van Beethoven) 170
Per Elisa (L. van Beethoven) 170
Romanza n. 2 in Fa maggiore op. 50 (L. van Beethoven) 171
Inno al Creatore (L. van Beethoven) 171

EMOZIONI E SENTIMENTI ROMANTICI


Il contadino allegro (R. Schumann) 172
Libiam ne’ lieti calici (da La traviata, G. Verdi) 173
Va pensiero (da Nabucco, G. Verdi) 174
Marcia trionfale (da Aida, G. Verdi) 175
La donna è mobile (da Rigoletto, G. Verdi) 176
La Moldava (B. Smetana) 177
Ninna Nanna (J. Brahms) 177
Sul bel Danubio blu (J. Strauss) 178
Danza polovesiana (da Il principe Igor, B. Borodin) 178
L’amour est un oiseau rébelle (da Carmen, G. Bizet) 179
Allegro ma non troppo (dal Concerto per pianoforte n. 1, P. I. Ciaikovskij) 180
Scena (da Lago dei cigni, P. I. Ciaikovskij) 180
Il mattino (da Peer Gynt, E. Grieg) 181
Land of hope and glory (da Pomp and circumstances, E. Elgar) 181

VIII
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
III_XII GuardacheMusica_B_III_XII GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 12.40.37 Pagina IX

LA MUSICA DEL NOSTRO TEMPO


Bolero (M. Ravel) 182
Pavane (M. Ravel) 183
Il titano (dalla Sinfonia n. 1, G. Mahler) 183
Finlandia (J. Sibelius) 184
Tema (da Petruska, I. F. Stravinskij) 185
Song of greeting (D. Shostakovich) 185
Maria (da West Side Story, L. Bernstein) 186

CARRELLATA MUSICALE                                187
CAMBIA STILE
Be bop a lula (Blues) 188
Cheek to cheek (Swing) 189
Lola (Charleston) 190
In the mood (Boogie woogie) 190
Rock around the clock (Rock and roll) 191
Speedy Gonzales (Twist) 192
La vedova allegra (Valzer) 192
Libertango (Tango) 193
Y’a d’la rumba dans l’air (Rumba) 194
O mama mama (Samba) 195
Mambo italiano (Mambo) 196
Cha cha cha della segretaria (Cha cha cha) 197
No woman no cry (Reggae) 198

A TUTTO SWING
Amapola 199
Hello, Dolly! 200
La vie en rose (L. Armstrong) 200
Saint Louis Blues (B. Goodman) 201
Go down Moses 202
Summertime (G. Gershwin) 203
Gerico 204
Oh, when the Saints go marching in (L. Armstrong) 205
Tea for two (B. Goodman) 206
Over the rainbow 207

DAL GRANDE SCHERMO


Summer nights (da Grease) 208
Breaking Free (da High School Musical 1) 210

IX
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
III_XII GuardacheMusica_B_III_XII GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 12.40.39 Pagina X

You are the music in me (da High School Musical 2) 212


Can I have this dance (da High School Musical 3) 214
Dancing Queen (da Mamma mia! ) 215
Mamma mia (da Mamma mia! ) 216
My heart will go on (da Titanic) 218
Beautiful that way (da La vita è bella) 220
What a feeling (da Flashdance) 222
Forrest Gump Suite (da Forrest Gump) 222
Gabriel’s Oboe (da Mission) 223
Fame (da Saranno famosi) 224

TERRE VICINE E LONTANE


La macarena (Spagna) 225
Cielito Lindo (Spagna) 226
Guantanamera (Cuba) 227
La cucaracha (Messico) 228
Lambada (Brasile) 229
Limbo rock (Stati Uniti) 229
Clementine (Stati Uniti) 230
Oh! Susanna (Stati Uniti) 231
Red River Valley (Stati Uniti) 232
Calabrisedda (Calabria) 233
’O sole mio (Campania) 234
Vitti ’na crozza (Sicilia) 236
Polifonici
Quando calienta el sol (Spagna) 237
Chevaliers de la Table Ronde (Francia) 238
John’s Brown body (Stati Uniti) 240

INNI NAZIONALI
Inno di Mameli (Italia) 242
La Marseillaise (Francia) 244
Einigkeit und Recht und Freiheit (Germania) 245
God save the Queen (Gran Bretagna) 246
The star-spangled banner (Stati Uniti) 246

CANTI DI NATALE
Awayina Manger 248
Joy to the world 249
Last Christmas 249
Jingle bells 250
We wish you a merry Christmas 251

X
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
III_XII GuardacheMusica_B_III_XII GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 12.40.41 Pagina XI

White Christmas 252


O Tannenbaum 253
Polifonici
Astro del ciel 254
Happy Xmas 256
Tu scendi dalle stelle 258
Adeste fideles 260

MUSICA LEGGERA                                     261
PARLAMI D’AMORE
Parlami d’amore Mariù (V. De Sica) 262
Albachiara (V. Rossi) 263
Acqua azzurra, acqua chiara (L. Battisti) 264
Questo piccolo grande amore (C. Baglioni) 265
Bello e impossibile (G. Nannini) 266
Bella (Jovanotti) 268
Infinito (Raf ) 269
Per averti (A. Celentano) 270
Io ci sarò (883) 272
Parlami d’amore (Negramaro) 273
Bruci la città (I. Grandi) 274
Non ti scordar mai di me (G. Ferreri) 276
Di sole e d’azzurro (Giorgia) 277
A te (Jovanotti) 278
Baciami ancora (Jovanotti) 279
Love me tender (E. Presley) 280
Stand by me (B. E. King) 281
Yesterday (Beatles) 282
Breathe easy (Blue) 284
You know me (R. Williams) 286

QUELLO CHE LE CANZONI DICONO…


La guerra di Piero (F. De André) 288
Fiume Sand Creek (F. De André) 290
Il pescatore (F. De André) 292
Azzurro (P. Conte) 293
C’era un ragazzo… (G. Morandi) 294
Nessuno mi può giudicare (C. Caselli) 296
Donne (Zucchero) 298
Quello che le donne non dicono (F. Mannoia) 299

XI
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
III_XII GuardacheMusica_B_III_XII GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 12.40.42 Pagina XII

Tutti gli zeri del mondo (R. Zero, Mina) 300


Pensa (F. Moro) 301
Domani 21-04-2009 (Artisti uniti per l’Abruzzo) 302
Blowing in the wind (B. Dylan) 304
Let it be (Beatles) 306
We are the world (USA for Africa) 308

SANREMO: VINCITORI E NO
Cinque giorni (M. Zarrillo) 310
E dimmi che non vuoi morire (P. Pravo) 312
Sincerità (Arisa) 314
Siamo tutti là fuori (Dolcenera) 316

Medley: Giù dal podio


Nuovo swing (E. Ruggeri) 317
Lei verrà (Mango) 318
Almeno tu nell’universo (M. Martini) 318
Brivido caldo (Matia Bazar) 319

INDICE dei BRANI 320

XII
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.02 Pagina 1

TEORIA

1
PARTE
COMPETENZE
• Conoscere il pentagramma e i simboli musicali.
• Saper leggere ritmicamente semiminima, minima,
croma, semibreve, semicroma.
• Applicare le varie regole musicali negli esercizi
teorici e ritmici.
• Conoscere i gradi della scala musicale, gli intervalli,
i segni di alterazione.
• Saper scrivere scale di modo maggiore e di modo minore naturale.
• Conoscere gli accordi maggiori e minori.

1
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.04 Pagina 2

1 La scrittura musicale
Unità

Il linguaggio della musica


La musica è un linguaggio: proprio come avviene per le parole, ogni suono viene
trascritto con appositi segni grafici.
Fin dall’antichità i musicisti hanno cercato un modo per trascrivere i suoni indican-
done le varie caratteristiche, ma soltanto nel Medioevo è stato messo a punto un si-
stema di scrittura efficace. Questo sistema è l’antenato della «notazione musicale»
moderna, che è in grado di rappresentare con precisione ogni suono con le sue
qualità.

2
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.06 Pagina 3

Unità
La scrittura musicale

I simboli musicali
I simboli più elementari del linguaggio musicale sono la scala, il pentagramma,
i simboli che indicano la durata, il tempo e le battute.

La scala
La scala musicale è formata da sette note che hanno i seguenti nomi:

Do Re Mi Fa Sol La Si

La scala formata dalle note che vanno verso l’acuto (Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si) si
dice ascendente. Quella formata dalle note che vanno verso il grave (Do, Si, La,
Sol, Fa, Mi, Re) si dice discendente. Non esiste una sola scala musicale: osservan-
do la tastiera del pianoforte puoi facilmente notare che le scale si ripetono in mo-
do ciclico. Ogni scala ha un’intonazione più acuta rispetto alla precedente.
Proprio come una casa formata da tanti piani, la musica utilizza tante scale uguali
tra loro, ma poste a diversa altezza. Così, tra due note con lo stesso nome, ci sono
sempre otto suoni (contando quello di partenza e quello di arrivo): questa distanza
prende il nome di ottava.

Nella tastiera del pianoforte oltre ai tasti bianchi ci sono anche quelli neri. Ciascun
tasto nero produce un suono che è un po’ più acuto del tasto bianco alla sua sinistra
e un po’ più grave di quello bianco alla sua destra. Le note prodotte da questi tasti
si chiamano note alterate (vedi anche pp. 35-36), e vengono indicate con i nomi
delle note che già conosci uniti ai termini di diesis ( # ) e bemolle ( b ) nel seguente
modo:
• con il nome della nota precedente seguito da diesis;
• con il nome della nota seguente seguito da bemolle.

DO # RE # FA # SOL # LA #
o o o o o
RE b MI b SOL b LA b SIb

DO RE MI FA SOL LA SI

3
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.06 Pagina 4

PARTE 1 Teoria

Il pentagramma e la chiave musicale


Le note si scrivono sul pentagramma, che è formato da cinque linee e quattro
spazi. Occupano sia gli spazi, sia le linee, dal basso verso l’alto, man mano che si
passa dal grave all’acuto.
4 5
3 4
3
2 2
1 1

spazi linee

Come puoi osservare, le linee e gli spazi si numerano dal basso verso l’alto.

Il solo pentagramma però non è sufficiente a «ospitare» tutti i suoni. Per questo moti-
vo, quando le note sono molto gravi o molto acute, si utilizzano i tagli addizionali,
cioè trattini posti sotto o sopra il pentagramma.

Per stabilire la posizione delle note, i musicisti medievali usavano un pentagramma


con linee di diverso colore. Questo sistema però non era molto pratico. Fu così che
iniziarono a porre alcune lettere dell’alfabeto all’inizio del pentagramma: la lettera f
indicava la posizione della nota Fa, la c la posizione della nota Do, la g la posizione
della nota Sol e così di seguito. Queste lettere, con il passare del tempo, si sono tra-
sformate fino a diventare segni grafici molto particolari, detti chiavi:

indica che la nota scritta sulla seconda linea è un


• chiave di Sol Sol.

indica che la nota scritta sulla linea dei due puntini


• chiave di Fa è un Fa.

indica che la nota scritta sulla linea che divide in


• chiave di Do due la chiave è un Do.

Grazie alla presenza della chiave è possibile associare i nomi delle note ai simboli
posizionati sul pentagramma.

In presenza della chiave di Sol le note sul pentagramma hanno i seguenti nomi.

w
Note con la testa sulle righe:

w w
& w w
Mi Sol Si Re Fa

4
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.09 Pagina 5

Unità
La scrittura musicale

Note con la testa negli spazi:

w w w
& w
Fa La Do Mi

w w
Note posizionate sotto o sopra le righe:

& w
w
Do Re Sol La
Scala musicale completa:

& w w w w
w w w w
Do Re Mi Fa Sol La Si Do

La durata delle figure musicali


I segni grafici per scrivere le note sul pentagramma sono sette: ognuno indica un
suono di una durata precisa, da quelli molto lunghi (semibreve) a quelli molto
corti (semibiscroma). Questi segni grafici si chiamano figure musicali.
Nella musica sono necessari anche momenti di silenzio per prendere fiato e, in certi
casi, per abbellire la melodia. Questi momenti sono chiamati pause e sono scritti
anch’essi con simboli che ne indicano la diversa durata. Lo schema che segue pro-
pone tutte le figure musicali con le pause corrispondenti. La durata di ogni simbolo
è rappresentata graficamente dalla lunghezza delle linee. Come puoi facilmente no-
tare, ogni simbolo ha una durata dimezzata rispetto a quello precedente.

NOTE PAUSE DURATA

semibreve

minima

semiminima

croma

semicroma

biscroma

semibiscroma

Per determinare la durata delle figure musicali, si fa riferimento a una pulsazione: la se-
mibreve (il suono più lungo) dura 4 pulsazioni, la minima 2, la semiminima 1 e così via.

5
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.09 Pagina 6

PARTE 1 Teoria

La battuta, il tempo e gli accenti


Un brano musicale è composto da tante note, tra le quali è facile perdersi: per que-
sto i musicisti dividono il pentagramma con stanghette verticali che formano dei
piccoli «cassetti» nei quali dispongono le note. Questi prendono il nome di battute.

La fine del brano è indicata invece dal simbolo

Quando un brano deve essere eseguito due volte, l’ultima battuta viene indicata con
il simbolo .. che si chiama ritornello.

Quando trovi, sopra il segno del ritornello, i simboli 1. , 2. devi eseguire:


la prima volta la battuta contrassegnata con 1. , la seconda volta saltarla e passare
direttamente alla battuta 2. .

& .. ..
1. 2.

Il numero di pulsazioni contenute in ciascuna battuta di un brano musicale viene indi-


cato subito dopo la chiave con il cosiddetto tempo musicale. Ad esempio, il tempo
(si può scrivere anche ) indica che in ciascuna battuta ci sono due pulsazioni.

Il tempo infatti indica la somma delle durate di note e pause contenute in ogni
battuta. I tempi possono essere:

• binari: =

• ternari: =

• quaternari: = =

Come nel linguaggio parlato l’accento può cadere su una sillaba o su un’altra (faro -
farò, ancora - ancora), nel linguaggio musicale le pulsazioni possono essere o non
essere evidenziate. Nel primo caso si dice che hanno un accento forte, nel secon-
do un accento debole.
Gli accenti nei tempi musicali sono organizzati nel seguente modo:
nei tempi binari si alterna un accento forte con uno debole; nei tempi ternari
si alterna un accento forte con due deboli; nei tempi quaternari si alterna un
accento forte, uno debole, uno mezzo-forte e uno debole.

6
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.10 Pagina 7

Unità
La scrittura musicale

CD 7 traccia
1 Al chiaro di luna: base orchestrale
traccia
mp3 2 1 Ascolta gli accenti in un tempo binario, poi ripetili, battendo le mani, mentre ascolti
Al chiaro di luna.

2 œ œ œ œ œ œ œ œ
Q)
> > > >

& 2Q) œ œ œ œ œ œ œ œœœ œ Œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ Œ


8

&œœ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙ œœ œ œ œ œ œœ œ œ ˙

CD 7 traccia
2 Piva Piva: base orchestrale
traccia
mp3 2 2 Ascolta gli accenti in un tempo ternario, poi ripetili, battendo le mani, mentre ascolti
Piva Piva.

3 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Q)
> > > >

& 3Q) ˙ œ ˙ œ œ œ œ ˙ œ ˙ œ ˙ œ œ œ œ ˙ Œ

˙ œ œ œ ˙ ˙ ˙ œ œ œ ˙
9

&œ œ œ œ œ œ œ Œ

CD 7 traccia
3 Adagio: base orchestrale
traccia
mp3 2 3 Ascolta gli accenti in un tempo quaternario, poi ripetili, battendo le mani, mentre
ascolti l’Adagio.

4 œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ
Q)
> > > >

& b 4Q) ˙ . œ œ œ Œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ ˙. œœ œ ˙
œ œ

œ œ œ œ œ œ œ œ nœ ˙ Œ œ œ œ œ œ œ œ œ œ nœ. œ w
7

&b ΠJ

7
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.14 Pagina 8

PARTE 1 Teoria

CHECK 3
1 Completa la seguente scala ascendente.
Do Re …… …… …… …… Si

2 Completa la seguente scala discendente.


Do Si …… …… …… …… ……

3 Come si chiamano le note che corrispondono ai tasti neri del pianoforte?


...........................................................................................................................................................

4 Un pentagramma è formato da:


a 4 righe e 5 spazi
b 5 righe e 4 spazi
c 5 righe e 5 spazi
d 4 righe e 4 spazi

5 Come si chiamano i trattini che servono per indicare le note sotto o sopra il pentagramma?
...........................................................................................................................................................

6 Come si chiama la seguente chiave musicale?

&
a Chiave di Sol
b Chiave di Fa
c Chiave di Do

7 Come si chiama il simbolo che ha la durata maggiore?


...........................................................................................................................................................

8 Come si chiama il simbolo che ha la durata minore?


...........................................................................................................................................................

9 I compositori dividono il pentagramma con delle stanghette formando così tante:


...........................................................................................................................................................

10 A cosa serve il simbolo del ritornello?

..
a A chiudere il brano
b A far ripetere il brano
c A velocizzare il brano
d A rallentare il brano

11 Cos’è che indica la somma delle durate di note e pause all’interno di ogni battuta?
...........................................................................................................................................................

8
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.17 Pagina 9

2 Le figure musicali
Unità

Tra note e pause


Ogni brano musicale è caratterizzato da suoni che si alternano a momenti di silen-
zio. Come abbiamo visto nelle pagine precedenti i suoni si indicano con le note e i
silenzi con le pause. Nella partitura questi segni sono riportati con grande preci-
sione. Il compito dell’esecutore è quello di trasformarli da segni grafici in musica.
Ogni simbolo è diverso dall’altro perché ha una durata diversa. Queste figure pren-
dono il nome di simboli musicali. Esistono simboli che rappresentano suoni e si-
lenzi molto lunghi e altri molto brevi. Nelle pagine che seguono ti verranno propo-
sti, uno alla volta, tutti i simboli di durata in modo graduale e progressivo, per una
conoscenza approfondita della notazione musicale.

9
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.19 Pagina 10

PARTE 1 Teoria

I simboli di durata
Per leggere e suonare correttamente le note, bisogna attribuire loro la durata giusta.
Per questo si usano i simboli che hai visto nell’Unità 1. Il modo più semplice per
esercitarti nella loro lettura, chiamata lettura ritmica, è quello di abbinarli al movi-
mento della mano.

Ti consigliamo di procedere nel seguente modo:

1. appoggia il braccio sul banco con la mano


ben sollevata

2. abbassa la mano fino a toccare con la punta


delle dita il banco (battere)

3. ritorna poi con la mano nella posizione di


partenza (levare)

A questo movimento completo (battere e levare) corrisponde il simbolo q (semimi-


nima). Analogamente, a due movimenti corrisponderà la h (minima), a quattro la w
(semibreve), e così via.

voce uno due tre quattro cinque

mano

La semiminima e la sua pausa


Il simbolo musicale q si chiama semiminima.
La semiminima è formata da un cerchietto nero e da una gambetta. La sua durata è
di un movimento della mano. Per aiutarti nella sua lettura pronuncia la sillaba TA:

10
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.21 Pagina 11

Unità
Le figure musicali

Il simbolo Πindica la pausa della semiminima, che dura un movimento.


Quando lo incontri devi stare zitto e continuare a muovere la mano:

1 Esercizi ritmici
Leggi.

Q)
1
4 œ Œ œ Œ œ œ œ Œ Œ Œ œ œ Œ œ œ Œ

Q)
3
2 œ Œ Œ œ œ œ œ Œ œ Œ œ œ

2 Composizione
Componi su queste linee 4 battute in tempo 2/4, 4 battute in tempo 3/4 e 4 di 4/4
utilizzando la semiminima e la sua pausa.

Q)
2

Q)
3

Q)
4

3 Caccia all’errore
Trova gli errori nelle seguenti battute e riscrivile correttamente sotto.

Q)
4 œ œ œ œ Œ Œ Œ Œ œ œ œ Œ œ Œ

Q)
4

11
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.23 Pagina 12

PARTE 1 Teoria

alle percussioni alle percussioni alle percussioni

Suona la semiminima a ritmo di Tango


CD 7 traccia
4
Il tango è una danza da sala in tempo 4/4 a movimento lento e si balla in coppia.
traccia Nacque in Argentina negli ultimi decenni dell’Ottocento e uno dei maggiori espo-
mp3 2 4 nenti di questo genere musicale è stato Astor Piazzola. È un ballo che richiede
grande capacità, da parte del cavaliere, di guidare la dama, mentre questa deve esse-
re pronta a capire i comandi che l’uomo le dà con le mani, le braccia e il corpo.

Scegli una linea ritmica tra le tre proposte e accompagna Libertango.

4 œ œ œ Œ œ œ œ Œ œ œ œ Œ œ œ œ Œ
A Q)
ecc. ecc.

4 œ Œ œ Œ œ Œ œ Œ œ Œ œ Œ œ Œ œ Œ
B Q)
ecc. ecc.

4 œ Œ œ œ œ Œ œ œ œ Œ œ œ œ Œ œ œ
C Q)
ecc. ecc.

Ascolto, Volume A p. 66; Spartito, Volume B p. 193 ‘

La minima e la sua pausa


Il simbolo musicale h si chiama minima.
La minima è formata da un cerchietto bianco e da una gambetta. La sua durata è di
due movimenti della mano.
Per aiutarti nella sua lettura pronuncia la sillaba TA-A:

Il simbolo Ó posto sopra la terza linea del pentagramma indica la pausa della mi-
nima, che dura due movimenti. Quando lo incontri devi stare zitto e continuare a
muovere la mano:

12
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.26 Pagina 13

Unità
Le figure musicali

1 Esercizi ritmici
Leggi.

4 œ Œ ˙ œ œ Ó ˙ Œ œ Ó ˙
1 Q)

4 œ œ Ó œ œ ˙ ˙ Ó Ó ˙
2 Q)

3 œ œ Œ Œ œ œ ˙ Œ Œ ˙
3 Q)

2 œ Ï œ Œ ú ú Ï Î Ï Î
4 Q) · ·

2 Composizione
Componi su queste linee 4 battute in tempo 2/4, 4 battute in tempo 3/4 e 4 di 4/4
utilizzando anche la minima e la sua pausa.

Q)
2

Q)
3

Q)
4

3 Caccia all’errore
Trova gli errori nelle seguenti battute e riscrivile correttamente sotto.

4 œ ˙ œ ˙ œ Ó Œ ˙ ˙ œ
Q)

4
Q)
4 Il valore dei simboli
Indica quanti movimenti della mano valgono i seguenti gruppi di note.

˙ Œ =
œ œ Œ œ = Œ ˙ Œ œ =

œ Ó =
˙ ˙ =
œ Œ =

13
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.28 Pagina 14

PARTE 1 Teoria

5 Le battute
Dividi il seguente gruppo di note in battute. Inserisci le stanghette rispettando

4 Œ
l’indicazione iniziale.

Q) œ ˙ œ ˙ Œ œ ˙ œ œ œ ˙ Œ ˙ œ

6 Collegamenti musicali
Collega con una linea le caselle con le figure musicali che si equivalgono.

˙ Œ Œ œ ˙

œ œ Ó Ó œ

alle percussioni alle percussioni alle percussioni

Suona la minima a ritmo di Valzer


CD 7 traccia
5
Il valzer è una danza di andamento moderato e di tempo ternario (3/4). Ciò signifi-
traccia ca che in ogni battuta ci sono 3 accenti, il primo forte e gli altri due deboli. Questo
mp3 2 5 ballo nacque a Vienna, tra il XVIII e il XIX secolo. È un ballo di coppia estrema-
mente elegante, così come ricercato è l’abbigliamento dei ballerini.

Scegli una linea ritmica tra le tre proposte e accompagna La vedova allegra.

3 ˙ œ ˙ œ ˙ œ ˙ œ
A Q)
ecc ecc

3 œ œ œ ˙ Œ œ œ œ ˙ Œ
B Q)
ecc ecc

3 Œ ˙ Œ ˙ Œ ˙ Œ ˙
C Q)
ecc ecc

Ascolto, Volume A p. 64; Spartito, Volume B p. 192 ‘

14
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.31 Pagina 15

Unità
Le figure musicali

La croma e la sua pausa


Il simbolo musicale e si chiama croma. Si ottiene aggiungendo alla semiminima
una cediglia sul lato destro della gambetta:

oppure E
e
Quando ci sono più crome si possono raggruppare (a 2, 3, 4) sostituendo la cediglia
con una lineetta che le unisce nel seguente modo:

La croma ha la durata di metà movimento della mano: il battere oppure il levare .


Per aiutarti nella sua lettura, pronuncia la sillaba TI:

Il simbolo ‰ indica la pausa della croma che dura metà movimento.


Quando lo incontri, per aiutarti nella sua esecuzione, pronuncia la sillaba UN:

1 Esercizi ritmici
Leggi.

4 œ œ œ œ Œ œ œ Œ ˙ œ œ œ œ ˙ œ Œ œ Œ
1 Q)

4 œ œ œ ‰ œ Œ œ œ ˙ ‰ œ œ œ ‰ œ ˙ œ œ Ó
2 Q) J J J
3 œ œ ‰ œ Œ œ œ Œ œ œ œ œ ‰ œ ˙
3 Q) J J
4 œ œ œ œ ‰ œ ‰ œ ‰ œ œ ‰ œ Œ Œ ‰ œœœ œœ œ Œ œ Œ
4 Q) J J J J J

15
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.33 Pagina 16

PARTE 1 Teoria

2 Composizione
Componi su queste linee 4 battute in tempo 2/4, 4 battute in tempo 3/4 e 4 di 4/4
utilizzando anche la croma e la sua pausa.

Q)
2

Q)
3

Q)
4

3 Caccia all’errore
Trova gli errori nelle seguenti battute e riscrivile correttamente sotto.

4 œ œ œ œ ‰ ˙ j
Q) Œ œ œ œ œ ˙ ‰ œ ‰ œ ‰ Ó

4
Q)
4 Il valore dei simboli

œ œ œ œ Ó œ œ Œ œ œ
Indica quanti movimenti della mano valgono i seguenti gruppi di note.
œœ˙ = = =

‰ Jœ ‰ œ‰ œ ‰ œ ‰ œ œ ‰ ˙
= = J =

5 Le battute
Dividi il seguente gruppo di note in battute. Inserisci le stanghette rispettando
l’indicazione iniziale.

6 Vero o falso?
Indica se le seguenti affermazioni sono vere o false.
V F
1 Ogni movimento della mano corrisponde a due crome.
2 La testa della croma si chiama cediglia.
3 Le crome si possono unire solo a gruppi di due.
4 Le crome unite a gruppi non hanno più la cediglia.
5 La pausa della croma si trova solo nel quinto rigo del pentagramma.
6 Quattro crome corrispondono a una minima.

16
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.34 Pagina 17

Unità
Le figure musicali

7 Collegamenti musicali
Collega con una linea le caselle con le figure musicali che si equivalgono.

œ œ œ œ œ œ Ó
J J J J J J
œ œ ‰ œ ‰
J J
˙ œ œ ‰ œ ‰
J J

alle percussioni alle percussioni alle percussioni

Suona la croma a ritmo di Samba


CD 7 traccia
6
La samba è una danza di origine brasiliana che si sviluppò agli inizi del XX secolo a
traccia Rio de Janeiro. Il tempo musicale è in 2/4 o 4/4 e l’andamento è caratterizzato da
mp3 2 6 un ritmo molto scandito e discontinuo, accompagnato da strumenti tipici come le
maracas e il tamburello. Nell’accompagnamento il batterista (utilizzando il rullante)
esegue con maggior intensità i primi tre accenti di ogni battuta; il basso, invece,
esegue una nota per ogni movimento.

Scegli una linea ritmica tra le tre proposte e accompagna O mama mama.

Ascolto, Volume A p. 69; Spartito, Volume B p. 195 ‘

17
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.37 Pagina 18

PARTE 1 Teoria

La semibreve e la sua pausa


Il simbolo musicale w si chiama semibreve. La semibreve è formata da un cer-
chietto bianco. La sua durata è di quattro movimenti della mano. Per aiutarti nel-
la sua lettura, pronuncia la sillaba TA - A - A - A:

Il simbolo musicale posto sotto la quarta linea indica invece la pausa della se-
Ó
mibreve che dura quattro movimenti. Quando la incontri devi stare zitto e con-
tinuare a muovere la mano:

1 Esercizi ritmici
Leggi.

4 œ œ œ œ Ó w œ Œ Ó
1 Q) ·

4 œ œ Œ ú Ï Ï Ï œ ‰ œ w
2 Q) · J
4 w w œ œ œ œ ‰ œ ‰ Ï
3 Q) J J ·
4 œ Œ œ Ï w œ œ ‰ œ œ ‰ œ
4 Q) · J J
2 Composizione
Componi su queste linee 4 battute in tempo 2/4, 4 battute in tempo 3/4 e 4 di 4/4
utilizzando anche la semibreve e la sua pausa.

Q)
2

Q)
3

Q)
4

18
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
001_050 GuardacheMusica_B_001_050 GuardacheMusica_B.qxd 16/12/10 13.12.39 Pagina 19

Unità
Le figure musicali

3 Caccia all’errore
Trova gli errori nelle seguenti battute e riscrivile correttamente sotto.
4 w Œ Ï ú w
Q) J · ·

4
Q)
4 Il valore dei simboli
Indica quanti movimenti della mano valgono i seguenti gruppi di note.

= = =
w w œ w œ œ
J J
= = =
˙ ∑ ∑ ˙ w ˙

5 Le battute
Dividi il seguente gruppo di note in battute. Inserisci le stanghette rispettando

4 w œ œ
l’indicazione iniziale.
Q)

6 Vero o falso?
Indica se le seguenti affermazioni sono vere o false.
V F
1 La semibreve corrisponde a quattro movimenti della mano.
2 La semibreve ha il gambo voltato verso l’alto.
3 La semibreve corrisponde a otto crome.
4 La pausa della semibreve si trova sempre “attaccata” al quarto rigo.
5 La pausa della semibreve corrisponde a due pause della semiminima.
6 La semibreve è il simbolo che ha la durata maggiore.

7 Collegamenti musicali
Collega con una linea le caselle con le figure musicali che si equivalgono.

œ œ Œ ˙
∑ J J

w Œ œ

˙ Œ œ œ ‰ œJ ‰
J

19
Guarda Che Musica! Vol. B © 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara