Sei sulla pagina 1di 73

METEOROLOGIA

(per favore non metereologia)

lezione unica

© Augusto FERRARI
I PARAMETRI DELL’ARIA

Temperatura
Umidità
Pressione
Movimento
La
temperatura
nell’atmosfera
La temperatura con la quota
Gradiente termico
medio in aria
calma: 0,6°C
ogni 100 m

Fino a 1°C ogni


100 m in corrente

Osservazioni:
 In prossimità del suolo l’andamento può essere fortemente diverso da quello
riportato, soprattutto con cielo sereno (esempio: inversione termica)
Inversione termica

Causata da un forte raffreddamento del suolo, ad es. per presenza di


neve o irraggiamento notturno
Scambio di calore diurno
con cielo sereno
Scambio di calore notturno
con cielo sereno

Forte raffreddamento del suolo ⇒ formazione di rugiada o di brina


⇒ ELEVATA ESCURSIONE TERMICA
Scambio di calore con cielo coperto

La radiazione solare è riflessa dalle nubi. Lo scambio termico tra nubi e suolo è
in stato di quasi-equilibrio, indipendentemente da notte e giorno.
⇒ MODESTA ESCURSIONE TERMICA
I
s
o
t
e
r
m
e
UMIDITA’
Igrometro a capello
Umidità assoluta
quantità di vapore acqueo in peso (grammi) in 1 m3 d’aria

Saturazione
limite all’umidità assoluta
oltre tale limite il vapore acqueo condensa (nebbia, nubi)

Umidità relativa
rapporto tra umidità assoluta e saturazione
Umidità relativa e assoluta

I cilindri indicano la massima quantità di vapore acqueo


contenuta in un metro cubo di aria
Relazione inversa tra TEMPERATURA e UMIDITA’ RELATIVA (%)
Giorno dopo il solstizio d’estate, 12 ore di luce, 12 ore di buio
PRESSIONE
 Definizione: forza per unità di superficie esercitata dall’aria
 Causa: peso della colonna d’aria soprastante (circa 1kg/cm2)
 Unità di misura: 1 millibar = 1 hectoPascal ~0.001 kg/cm2
 Valori tipici: 1030 hPa a.l.m. in una zona di alta pressione
1000 hPa a.l.m in bassa pressione
1 kg/cm2
Non avvertita dall’uomo
perché distribuita
uniformemente nelle tre
direzioni dello spazio

1 kg/cm2
1 kg/cm2
Il barometro aneroide

Sotto l’azione della pressione atmosferica una capsula metallica


chiusa dentro la quale è fatto il vuoto si deforma, e la
deformazione determina lo spostamento della lancetta del
La pressione con la quota
Le isobare
(riferite al livello del mare)
MOVIMENTO - convezione
Moto ascensionale di aria calda
circondata da aria più fresca. Il buco che si
crea quando una bolla d’aria calda si alza
richiama aria dai dintorni, la quale a sua
volta deve essere rimpiazzata ⇒ moto
convettivo, in cui colonne d’aria
discendenti circondano la colonna
ascendente

RISCALDAMENTO RAFFREDDAMENTO
Piazzale asfaltato Campo da calcio, erba
Terra Lago
Roccia Bosco
Sassaia Pendio innevato
Cicloni (B) e anticicloni (A)

Movimento di “svitamento” Movimento di “avvitamento”


Uragano Ivan - 15 settembre 2004, 10:45 AM GMT
Golfo del Messico
Brezze

Brezza di valle: durante il giorno, riscaldamento dei pendii: aria calda sale
Brezza di monte: durante la notte, raffreddamento dei pendii: aria fredda scende
Circolazione generale dell’atmosfera

L’aria fredda al suolo proveniente


dal Polo Nord si riscalda e risale
intorno al 60° parallelo
⇒ depressione d’Islanda

L’aria calda in quota proveniente


dall’Equatore si raffredda e
discende intorno al 30° parallelo
L’effetto della rotazione terrestre devia i ⇒ anticiclone delle Azzorre
venti in direzione sud occidentale
Monsoni
INVERNO ESTATE

Il continente si raffredda (per


irraggiamento) rispetto all’oceano Il continente si riscalda ⇒ bassa
⇒ alta pressione continentale e pressione sul continente e alta
bassa pressione sull’oceano sull’oceano
Rosa dei venti
Föhn/Stau

VERSANTE SOPRAVENTO: l’aria è costretta ad alzarsi, si raffredda,


condensa e dà luogo a precipitazioni
VERSANTE SOTTOVENTO: l’aria discende, si riscalda per
compressione, e, avendo scaricato l’umidità in eccesso, risulta più secca
NUBI
Costituite, a seconda della quota, da
goccioline d’acqua, cristalli di ghiaccio o da entrambi

Si formano mediante il processo di condensazione e si dissolvono per


evaporazione quando l’umidità relativa supera il 100%
per

sollevamento dell’aria per


• riscaldamento locale (termiche)
• cicloni o fronti
• motivi orografici (sbarramento)
• contatto con una superficie fredda (nebbia)
Il processo necessita della presenza di nuclei di condensazione.
Classificazione delle nubi

QUOTA

FORMA
Cirri

Nubi isolate a forma di filamenti bianchi o di strisce o chiazze bianche


Alta quota ⇒ formati da cristalli di ghiaccio
Cirrostrati

Formano un velo nuvoloso biancastro di aspetto fibroso o liscio che ricopre


interamente il cielo. Alta quota.
Altostrati

Distesa nuvolosa senza struttura più o meno grigia a seconda dello spessore.
Quota media. Possono dare precipitazione, pioggia o neve
Nembostrati

Distesa nuvolosa grigio scura, amorfa, accompagnata spesso da nubi basse e


frastagliate di cattivo tempo. Quota media. Danno luogo a precipitazioni.
Strati

Sono le nubi più basse (talvolta raggiungono il suolo), grigie, uniformi.


Nebbia

Nubi basse con base al suolo, con spessore da qualche metro a qualche
centinaio. Si forma generalmente per raffreddamento al suolo di aria umida
Sono favorevoli notti serene, poco vento e alta umidità negli strati bassi
Pianura Padana in inverno.
Altocumuli

Si presentano come banchi di “nuvolette”, a forma di fiocchi o balle, di


colore biancastro (cielo a “pecorelle”). Quota media ⇒ formati
prevalentemente da goccioline d’acqua.
Nembocumuli

Nubi isolate dense, a elevatissimo sviluppo verticale (fino al limite della


troposfera – 11km di altezza), a forma di torri o montagna. generalmente
dense, a contorni nette, a forma di torri o montagne. Caratterizzati da
correnti fino a 30m/s. Precipitazioni intense, grandine e temporali.
Nubi
lenticolari

Condensazione
sul tratto
ascendente

Evaporazione
sul tratto
discendente
Nubi lenticolari
FRONTI
Masse d’aria di diversa origine
NON
si mescolano
Fronte caldo

L’aria calda, scorrendo sulla superficie frontale, si alza, si raffredda,


condensa e dà luogo a precipitazioni estese generalmente non molto
intense. Queste sono annunciate dalla presenza di cirri.
Fronte freddo

L’aria calda si solleva rapidamente incalzata dal fronte freddo e dà origine a


una fascia di nubi cumuliformi e a precipitazioni non estese ma intense.
Fronte occluso

Si ha quando un fronte freddo raggiunge uno caldo. Le nubi e le


precipitazioni dei due fronti si sovrappongono. Se l’aria che avanza è più
fredda (calda) di quella che precede le precipitazioni sono poco estese e
intense (estese e meno intense).
Leggere le carte del tempo
Pressione media in Gennaio
Depressione d’Islanda

Anticiclone delle Azzorre Anticiclone russo siberiano


Isoterme: piove in Islanda la vigilia di Natale…
18 febbraio
Nevica sull’Egeo
Piove in Islanda e a
Capo Nord
Isobare
Carta barica: bel tempo su Nord Italia
“Flusso zonale”
Carta barica: ingranaggi
10° in meno in 3 gg
28 – 29 ottobre 2006
Milano max 24°
8° sopra la media stagionale

tre giorni dopo…

1-2 novembre 2006


Milano max 14°
neve a 800 m. sui versanti nord alpini
Irruzione di aria polare
Isobare e satellite
situazione tipica di
maltempo sull’Italia
Bassa pressione sull’Europa
Mappa dei fronti e del campo di pressione al suolo

situazione al 5 giugno 1944 il giorno prima del D-day


Föhn su Nord Italia
Situazione di blocco su est europeo
SL (sea level) pressure
wind 10m
Zero termico – notare l’inversione termica in Padania
Isobare di 5 in 5 hPa (hectopascal)
giovedì 19 marzo 2009
La PREVISIONE LOCALE del tempo (1)

Segnali di peggioramento del tempo:


 Il cielo diventa sempre più bianco
 Aurore rossastre
 Aloni solari o lunari
 Formazione rapida di cirri
 Formazione di banchi o masse nuvolose a forma di dita
o torri rivolte verso l’alto
 Cessare del föhn
 Alterazione delle brezze di monte e di valle
 Anomalie termiche
 Repentina discesa della pressione
 Rotazione dei venti da nord a sud-ovest
La previsione locale del tempo (2)
Segnali di bel tempo stabile:
 Notevole formazione di rugiada
 Formazione di nebbie che tendono a infittirsi nella
mattinata
 Tramonto limpido
 Formazioni cumuliformi in tarda mattinata o primo
pomeriggio
 Lento e regolare aumento della pressione atmosferica
 Brezze di monte e di valle
 Rotazione dei venti da sud verso nord-ovest
auguri