Sei sulla pagina 1di 3

Corso di Laurea in Gestione del processo edilizio – Project Management

Corso di Tecnologia dei processi realizzativi – prof. Anna Maria Giovenale – A.A. 2017-18

Indicazioni sintetiche relative all’esercitazione

L’esercitazione prevista durante il Corso consiste nella progettazione tecnologica di un organismo edilizio, dal livello di impostazione preliminare fino al livello della progettazione esecutiva di alcune specifiche parti dell’organismo edilizio, partendo da un layout acquisito, la cui scelta sia stata condivisa durante il Corso, in revisioni appositamente dedicate.

La scelta dell’organismo edilizio deve tener conto dei seguenti criteri:

-essere un edificio progettato e/o realizzato negli ultimi 15 anni;

-essere un organismo edilizio di piccole dimensioni;

-essere un organismo edilizio auspicabilmente non di edilizia residenziale;

-essere un intervento di nuova edificazione (non sono accettabili ristrutturazioni di edifici esistenti);

-disporre, in termini di documentazione, di: una localizzazione esatta, una planimetria, piante, prospetti e almeno una sezione, anche in forma schematica.

Obiettivo fondamentale è l’acquisizione dei criteri di scelta delle soluzioni tecnologiche attraverso successivi stadi di approfondimento tecnico della progettazione, con particolare attenzione al progetto esecutivo.

L’esercitazione è individuale. Sono consentiti gruppi di max 3 persone. L’inquadramento generale del progetto e le scelte tecnologiche generali potranno essere elaborati in gruppo; l’elaborazione del progetto esecutivo (Tav.3 e 4) e le scelte tecnologiche del progetto esecutivo (da riportare nel Fascicolo- Tav. 2) saranno individuali.

Gli elaborati saranno prodotti in 4 tipologie di tavole formato A1 (tranne la tav. 2, in formato A3) e avranno le seguenti caratteristiche:

TAV. 1 -Inquadramento generale del progetto - Formato A1

La tavola conterrà, attraverso una composizione libera:

-inquadramento urbanistico (possibilmente attraverso livelli di scala differenti di approfondimento);

-piante, prospetti, sezioni, in scala 1.200 o in opportune scale per consentirne la leggibilità;

-caratteristiche funzionali, dimensionali dell’opera da realizzare (indicazione delle funzioni, delle dimensioni, delle superfici, eventuale programma edilizio);

-descrizione dell’intervento e altre annotazioni utili a far comprendere l’inserimento dell’opera sul territorio.

E’ possibile ripetere con altre tavole (es. Tav.1 A, Tav. 1 B) altri contenuti dell’inquadramento generale del progetto (es. eventuali rendering) che non è stato possibile inserire nella tav.1A

TAV. 2 - Progetto definitivo – Progetto esecutivo - Formato A3

Fascicolo delle soluzioni tecnologiche adottate

Il fascicolo consiste in un quaderno di appunti che accompagnerà tutte le scelte tecnologiche effettuate a partire dall’inquadramento generale del progetto fino a tutto il progetto esecutivo.

Nel formato A3, come sopra indicato, seguendo l’articolazione del Sistema Tecnologico, si dovrà effettuare un approfondimento di ciascuna delle scelte effettuate (a partire dal sistema delle fondazioni, fino ai rivestimenti), cercando di dimostrare la comprensione delle scelte effettuate, anche in termini di prodotti edilizi.

Nel caso in cui vengano confermate le scelte già acquisite dal progetto, si dovrà dare motivazione, allo stesso modo, delle scelte effettuate in alternativa ad altre.

TAV. 3 - Progetto esecutivo

La Tavola conterrà:

-pianta, prospetto e sezione nella scala 1:50

-abaco dei componenti (con riferimento a codici identificativi individuati in pianta)

I gruppi (max 3 persone) dovranno individuare, ciascuna persona, una tranche individuale differente, in modo da poter effettuare, eventualmente, anche scelte diverse in termini, ad esempio, di pavimenti, controsoffitti, ecc.

L’abaco (che potrà essere esplicitato in una colonna in verticale, ad es. sulla sinistra o sulla destra della tavola) si richiede che sia particolarmente dettagliato, ossia che si indichi per ciascun componente, le caratteristiche dimensionali, prestazionali, ecc.

TAV. 4 - Progetto esecutivo

La Tavola conterrà:

-sulla sinistra, una sezione verticale completa 1:10;

-sulla destra, una pianta e un prospetto 1:10.

La sezione 1:10 dovrà essere esplicativa del rapporto della parete perimetrale verticale con gli elementi orizzontali, nei principali nodi costruttivi: dell’attacco a terra (con tutte le caratteristiche della fondazione, della chiusura inferiore, del vespaio, ecc.), dell’eventuale nodo costruttivo intermedio parete/solaio; dell’attacco con la copertura e dovrà essere corredata dall’indicazione di tutti i materiali per tutti gli strati.

La sezione 1:10, nel caso di gruppi di studenti, nel momento in cui la parete sia la stessa in tutte le tranches scelte individualmente, sarà comune.

La pianta e il prospetto in scala 1:10 avranno caratteristiche di lavoro individuale (ulteriore tranche rispetto

Attenzione:

Le revisioni avverranno esclusivamente attraverso presentazione in aula, nei giorni stabiliti, di un PowerPoint illustrativo dello stato di avanzamento del lavoro. Questo consentirà:

a) un risparmio economico in termini di stampa delle tavole;

b) di condividere il lavoro svolto, a tutti gli studenti del Corso contemporaneamente, ed eventuali indirizzi, correzioni, suggerimenti;

c) la possibilità di esercitarsi sulla presentazione di un progetto, secondo modalità più vicine alle pratiche professionali contemporanee.