Sei sulla pagina 1di 22

MOLARITA’

• molarità (M) = moli di soluto per litro di soluzione


(moli/lt)

• molalità (m) = moli di soluto ogni 1000 g di solvente


(moli/kg)
1M 1m
1 mole di soluto per litro 1 mole di soluto per 1000
di soluzione g di solvente
1 µM = 1 µmole/litro = 1 µm = 1 µmole/1000 g =
1 nmole/ml = 1 nmole/g =
100 nmoli/100 ml, etc. 100 nmoli/100 g, etc.

1 nM = 1 nmole/litro = 1 nm = 1 nmole/1000 g =
1 pmole/ml = 1 pmole/g =
100 pmoli/100 ml, etc. 100 pmoli/100 g, etc.
Perché g% (w/w) x densità = g% (w/v)?
Acido solforico (H2SO4)
Concentrazione w/w = 96,7%
d = 1,84 g/ml
p.m. = 98,08
M dell’acido?
• 96,7% w/w = su 100 g di soluzione 96,7 sono di acido
solforico e 3,3 di acqua
• densità 1,84 = ogni ml di soluzione pesa 1,84 g
• 96,7% di 1,84 = 1,779 g = è costituito da acido solforico
• 1,84 x 96,7 = g% (w/v) = 177,9 g/100 ml
• 177,9 x 10 = 1779 g/l
• 1779/p.m. = 1779/98,08 = 18,138 moli/l =

soluzione 18,138 M
DILUIZIONI

Ci = concentrazione della soluzione iniziale


Vi = volume di soluzione iniziale da prendere per effettuare la diluizione
Cf = concentrazione della soluzione finale
Vf = volume della soluzione finale
• Calcolare il volume di H2SO4 6 M necessario a produrre
500 ml di H2SO4 0,3 M:

6 x Vi = 0,3 x 0,5
Vi = (0,5 x 0,3)/6 = 0,025 l = 25 ml

• Diluire una soluzione 50 mM di NaCl 1:3

10 ml di NaCl + 20 ml di acqua
1 2 3 4 5 6 7 8
1 2
H He
1,008 4,003
3 4 5 6 7 8 9 10
Li Be B C N O F Ne
6,941 9,012 10,81 12,01 14,01 16,00 19,00 20,18
11 12 13 14 15 16 17 18
Na Mg Al Si P S Cl Ar
22,99 24,31 Metalli di transizione 26,98 28,09 30,97 32,06 35,45 39,95
19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36

K Ca Sc Ti V Cr Mn Fe Co Ni Cu Zn Ga Ge As Se Br Kr
39,10 40,08 44,96 47,90 50,94 52,00 54,94 55,85 58,93 58,70 63,55 65,38 69,72 72,59 74,92 78,96 79,90 83,80
37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54
Rb Sr Y Zr Nb Mo Tc Ru Rh Pd Ag Cd In Sn Sb Te I Xe
85,47 87,62 88,91 91,22 92,91 95,94 (98) 101,1 102,9 106,4 107,9 112,4 114,8 118,7 121,8 127,6 126,9 131,3
55 56 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86
Cs Ba Lu Hf Ta W Re Os Ir Pt Au Hg Tl Pb Bi Po At Rn
132,9 137,3 175,0 178,5 180,9 183,9 186,2 190,2 192,2 195,1 197,0 200,6 204,4 207,2 209,0 (209) (210) (222)
87 88 103 104 105 106 107 108 109
Fr Ra Lr Unq Unp Unh Uns Uno Une
(223) (226) (260) (261) (262) (263) (262) (265) (266)

Lantanidi
57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70
La Ce Pr Nd Pm Sm Eu Gd Tb Dy Ho Er Tm Yb
138,9 140,1 140,9 144,2 (145) 150,4 152,0 157,3 158,9 162,5 164,9 167,3 168,9 173,0

Attinidi
89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102
Ac Th Pa U Np Pu Am Cm Bk Cf Es Fm Md No
(227) 232,0 (231) 238,0 (244) (242) (243) (247) (247) (251) (252) (257) (258) (259)
PROPRIETÀ COLLIGATIVE DELLE SOLUZIONI

• dipendono dal rapporto del numero di particelle di soluto sul numero


di particelle del solvente, e non dalla loro natura chimica, nè dalla loro
forma o dimensione.

• Le proprietà colligative influenzate sono soprattutto:


1) temperatura di ebollizione (punto ebullioscopico)
2) temperatura di fusione o di congelamento
(punto crioscopico)
3) pressione osmotica.
Aggiungendo soluto si ottiene:
‰ abbassamento della tensione di vapore
‰ innalzamento ebullioscopico
‰ abbassamento crioscopico
‰ aumento della pressione osmotica
H
H
O H H
H O
O H H

O H

soluto
H H H H
O O O O
H H H H
O
H H H H H H H
H
O O O O O
H H H H H O H

H H H H H H
O O O O O O O H
H H H H H H
H
H H H H H H H H
O O O O O O O O
H H H H H H H H
fattore di van't Hoff (i) = numero di particelle liberate in soluzione
da ogni unità di formula del soluto. Esempio:
i glucoso = 1; i NaCl = 2; i MgCl2 = 3.
Quando i = 1 si tratta generalmente di composti covalenti, se i > 1 si
tratta di composti ionici.
π = RTMi

i = fattore di van’t Hoff


R = costante dei gas = 0,0821 litri x atm/K/moli
OSMOLARITA’
π = RT x OSM
Mi = osmolarità = OSM

glucoso (i = 1) 0,1 M = 0,1 OSM


NaCl (i = 2) 0,1 M = 0,2 OSM mi = osmolalità
Na3PO4 (i = 4) 0,1 M = 0,4 =OSM
plasma = circa 0,3 osmoli/litro = 0,3 OSM = 300 mOSM

soluzione fisiologica = NaCl 0,9% (p.m. 58,44) = NaCl 9 g/l:


M = 9/58,44 = 0,154 OSM = 0,154 x 2 = 0,308
OSMOSI
Batteri:

Ambiente ipotonico: Ambiente ipertonico:


• Le proprietà colligative delle soluzioni dipendono solo dal numero di
particelle di soluto presenti in una soluzione, e non dalla loro
composizione chimica, dalla forma o dalla dimensione.

• Le proprietà colligative possono essere tutte riconducibili ad una


interferenza delle particelle di soluto sulla tendenza di fuga delle
molecole del solvente: fuga dallo stato liquido allo stato gassoso
(innalzamento ebullioscopico), fuga dallo stato liquido allo stato solido
(abbassamento crioscopico), fuga attraverso una membrana
semipermeabile (aumento della pressione osmotica).

• La variazione della pressione osmotica è la proprietà più importante


in campo biomedico: essa regola gli scambi di liquido tra l'interno e
l'esterno delle cellule, tra un compartimento intracellulare e l'altro, e
tra un compartimento extracellulare e l'altro.