Sei sulla pagina 1di 6

02/05/2014

CONSOLIDAMENTO DEI
TERRENI E DELLE ROCCE
Ing. Giuseppe CARDILE

2 CONSOLIDAMENTO DEI TERRENI E DELLE ROCCE


ING. GIUSEPPE CARDILE
ORARIO LEZIONI: CdL Magistrale in Ingegneria Civile
Orientamento: Prog. strutturale, Idraulica e Trasporti
GIOVEDI’ 09÷11
CdL Magistrale in Ing. per l’Ambiente e Territorio
VENERDI’ 09÷11 e 15÷17 A.A. 2013/2014

Testi consigliati:

Hausmann M.R. (1990) Engineering principles of ground modification, McGraw-Hill Pub Co.

Van Impe W.F. (1989) Soil improvement techniques and their evolution, Taylor & Francis ed.

Moseley M.P. & Kirsch K. (2004) Ground Improvement, Taylor & Francis ed.

Bruschi A. (2004) Meccanica delle Rocce – Nella pratica geologica ed Ingegneristica, Flaccovio

Barla M. (2010) Elementi di Meccanica e Ingegneria delle Rocce, Celid Ed.

Barla G. (1974) Meccanica delle Rocce. Teoria e Applicazioni. Parte prima e parte seconda,
Cooperativa Libraria Universitaria Torinese.

Hoek E. & Bray J.W. (1991) Rock Slope Engineering, E & FN Spon

1
02/05/2014

3 PROGRAMMA
Programma

CLASSIFICAZIONE DEI METODI DI CONSOLIDAMENTO DEI TERRENI

CONSOLIDAMENTO DELLE ROCCE


INTERVENTI DI TIPO MECCANICO
INTERVENTI DI TIPO IDRAULICO
INTERVENTI DI TIPO CHIMICO-FISICO
INTERVENTI DI RINFORZO PER INCLUSIONE

INTERVENTI DI STABILIZZAZIONE DEI PENDII

4 CLASSIFICAZIONE TECNICHE DI CONSOLIDAMENTO


MITCHELL (1981) Basata sui procedimenti tecnologici.

VAN IMPE (1989) Basata sulla durata ed efficacia ed in base alla


presenza di materiale di apporto.

HAUSMANN (1990) Basata sui principi di funzionamento:


1. Interventi di tipo meccanico;
2. Interventi di tipo idraulico;
3. Interventi di tipo chimico-fisico;
4. Interventi per inclusione/confinamento.

BURGHIGNOLI (1995) Basata sulle azioni che i metodi sono in grado si


esercitare sul terreno/roccia e sui fattori che risultano
modificati per effetto di tali azioni.

2
02/05/2014

5 PROGRAMMA
CONSOLIDAMENTO Concetti di Meccanica delle Rocce, classificazione
DELLE ROCCE.
degli ammassi rocciosi e loro caratterizzazione
meccanica, proiezioni stereografiche, analisi di
stabilità delle scarpate in roccia, interventi di
stabilizzazione.
INTERVENTI DI TIPO Compattazione superficiale e addensamento in
MECCANICO
profondità, vibroflottazione.
INTERVENTI DI TIPO Preconsolidazione mediante precarichi, con e senza
IDRAULICO
dreni verticali, teoria della consolidazione radiale,
consolidazione elettro-osmotica, abbassamento di
falda (dewatering).
INTERVENTI DI TIPO Miscelatura con additivi, stabilizzazione superficiale e
CHIMICO-FISICO
profonda, le iniezioni, stabilizzazione termica
mediante cottura e congelamento.

6 PROGRAMMA
INTERVENTI DI Rinforzi estensibili. Interazione terreno-rinforzi, terre
RINFORZO PER
INCLUSIONE rinforzate, metodi di progetto delle opere di sostegno
in terra rinforzata, geosintetici con funzione di
rinforzo.
Trattamenti colonnari. Colonne di ghiaia.
Rinforzi rigidi. Pali, micropali, bullonature e
chiodature. Tiranti.

INTERVENTI DI Classificazione dei movimenti franosi, glossario


STABILIZZAZIONE DEI internazionale per le frane, analisi di stabilità dei
PENDII
pendii, principi e metodi di intervento.

3
02/05/2014

7 INTRODUZIONE – CONSIDERZIONI GENERALI

Nella caratterizzazione dei terreni finalizzata alla definizione del modello


geotecnico di sottosuolo, assumono particolare interesse gli effetti di
scala ed è quindi necessario riferire le proprietà meccaniche a
volumi significativi.

MODELLO GEOTECNICO Deve caratterizzare il terreno in termini


di stratigrafia e caratteristiche
meccaniche ed idrauliche.

Deve interessare un volume


significativo del terreno che è
funzione dell’opera geotecnica da
realizzare in modo da non risentire di
effetti di scala.

8 INTRODUZIONE - CONSIDERAZIONI GENERALI


volumi significativi:
Prove di laboratorio campione
Misure in sito dimensione dello strumento di misura
Opera da realizzare dimensione caratteristica dell’opera

MICROELEMENTO Elemento microscopico, che rappresenta le relazioni interparticellari


fondamentali, in particolare quelle tipiche dei minerali argillosi, che
hanno un’importanza determinante sul comportamento del macro e
del megaelemento.

MACROELEMENTO Elemento di volume comparabile a quello di un campione per prove di


laboratorio. Si evidenziano particolarità strutturali quali fessure, giunti,
sottili intercalazioni, inclusioni di materiali eterogenei.

MEGAELEMENTO Elemento delle dimensioni che interessano un’opera di ingegneria.


Sono rappresentate tutte le caratteristiche strutturali e le eterogeneità
(non stratigrafiche) che caratterizzano il comportamento del terreno
nei riflessi dell’opera.

4
02/05/2014

9 INTRODUZIONE - DEFINIZIONI

Il miglioramento ed il rinforzo sono trattamenti in grado di


modificare, a livello globale e puntuale, le condizioni di stato e la
costituzione dei terreni e, quindi, le loro caratteristiche meccaniche.

MIGLIORAMENTO Trattamenti che, agendo sulla costituzione o sullo stato


del terreno, con o senza materiale di apporto, ne
modifichino le caratteristiche meccaniche. Il materiale di
apporto, se presente, non identifica elementi strutturali
distinti, ma risulta più o meno distribuito nel terreno a
livello di micro, macro e megaelemento.
RINFORZO Trattamenti che modificano il comportamento del terreno
alla scala del megaelemento tramite l’aggiunta di
elementi strutturali ben definiti e distinti dal mezzo che li
ospita.

10 INTRODUZIONE - INQUADRAMENTO
Burghignoli (1995)

Trattamento MIGLIORAMENTO

Azioni su CONDIZIONI DI STATO COSTITUZIONE

Fattori modificabili TENSIONI E PRESSIONI INDICE FLUIDO SCHELETRO


INTERSTIZIALI
DEI VUOTI INTERSTIZIALE SOLIDO

COMPATTAZIONE PERMEAZIONE STABILIZZAZIONE


GRANULOMETRICA
PRECARICO
Applicazioni ELETTROSMOSI CONGELAMENTO STABILIZZAZIONE
DRENAGGI CHIMICA
RISCALDAMENTO
STABILIZZAZIONE
ELETTROCHIMICA

STABILIZZAZIONE
TERMICA

La maggior parte dei trattamenti produce effetti combinati rispetto alle proprietà meccaniche.

5
02/05/2014

11 INTRODUZIONE - INQUADRAMENTO
Burghignoli (1995)

Trattamento RINFORZO

Azioni su COSTITUZIONE

Fattori modificabili MEGASTRUTTURA

CON INCLUSIONI PER CONFINAMENTO

Tipo di rinforzo REAGENTI A NON REAGENTI A


TRAZIONE TRAZIONE

TERRA RINFORZATA GABBIONI


PALI GRANULARI
Applicazioni CHIODATURE MURI CELLULARI
TRATTAMENTI COLONNARI
BULLONI
GETTINIEZIONI
PALI RADICE E MICROPALI