Sei sulla pagina 1di 7

Polline

composizione e proprietà
-Carboidrati (fino al 50% allo stato secco); zuccheri semplici (4-10%).
-Acqua (12-20%).
-Vitamine. Principalmente la vit.C, B3, ac.pantotenico, ac.folico, B2, B1, B6,
biotina, B12, -Minerali ed oligoelementi (0,5-3%). Soprattutto K, Ca, Mg, Si, P, Mn,
Fe, S, Zn.
-Enzimi (amilasi, diastasi, deidrogenasi, fosfatasi, saccarasi, invertasi, ecc.).
-Fattori di crescita. Sostanze ad azione antibiotica. Carotenoidi. Pigmenti. Terpeni.
Nucleosidi. Ac. nucleici.
-Flavonoidi (2-2,5%). Significativa la presenza della rutina in grado di potenziare la
resistenza delle pareti vascolari.

Le proprietà del Polline sono principalmente attribuite alla ricchezza dei principi
nutritivi variamente presenti a seconda della provenienza botanica:
Tonificanti, stimolanti dell organismo e dell appetito, nutrienti, antianemiche
Disintossicanti generali. Antimicrobiche.
Riequilibranti a livello funzionale, regolatrici dell intestino e dei processi digestivi.

Proprietà anabolizzanti, nutrienti, antianemiche, stimolanti l organismo


La presenza di 20 dei 22 aminoacidi utilizzati dall organismo umano, unita alla
significativa consistenza degli aminoacidi ramificati (Leucina, Valina ed Isoleucina),
di tutti gli aminoacidi essenziali (compreso l Istidina essenziale nel bambino) e delle
proteine ad alto valore biologico, giustificano le proprietà anabolizzanti attribuite al
Polline.
Circa la metà degli aminoacidi si presentano liberi, quindi sono in grado di
oltrepassare il liquido cerebrospinale risultando particolarmente importanti per
l attività metabolica a livello cerebrale.
Forniscono nella sostanza un valido ed efficace apporto nutritivo per il SNC
migliorando il metabolismo ed ottimizzando il rendimento intellettuale, le funzioni
psico-motorie e mnemoniche. Il
Polline rappresenta una preziosa fonte alimentare di proteine e di aminoacidi
essenziali superiori a quelli della carne, delle uova e del formaggio.
Proprietà antibatteriche e riequilibranti dell'attività intestinale
Una ricerca, utilizzando come indicatore lo Streptococcus viridans documenta le
proprietà antimicrobiche del Polline.
Studi in passato hanno evidenziato attività contro colibacilli ed alcuni Proteus e
Salmonelle.
L azione tonica generale unità all attività antibiotica nei confronti di microrganismi
intestinali patogeni contribuisce a normalizzare la flora batterica, regolarizzando le
attività intestinali (stipsi e diarrea) con riduzione dei fenomeni dispeptici e meteorici.
Il Polline diminuisce gli effetti collaterali dovuti alle radiazioni esercitando proprietà
antiossidanti.
Indicazioni d'uso polline
Astenia, stress ed affaticamento psico-fisico.
Stati carenziali (decalcificazione ossea, rachitismo, ritardi nella crescita). Anoressia.
Inappetenza. Magrezza.
Depressione soprattutto negli anziani. Senescenza. Convalescenza.
Per migliorare il rendimento fisico e mentale e potenziare le capacità mnemoniche.
Stipsi. Diarrea. Coliti. Prostatismo.
Acne

Noi lo prendiamo in questo modo: facciamo macerare tutta la notte (o 20 minuti al


mattino) 1cucchiaio di polline in 2 dita d acqua.Aggiungiamo poi succo d arancia o di
mirtillo+ un cucchiaino di miele!
Per la prima settimana utilizza solo un cucchiaino di polline, dalla seconda un
cucchiaio!
Assumi a stomaco vuoto prima della colazione!!!

Melassa
Pur essendo un sottoprodotto della produzione dello zucchero, la melassa nera
contiene ancora il 52% di glucidi che le conferiscono proprietà energetiche.
Circa il 17.3% del suo peso è rappresentato da aminoacidi (tra i quali gli otto
essenziali) e acidi grassi, compresi quelli insaturi (vitamina F).
Contenuto di sali minerali
La melassa nera è conosciuta soprattutto per la sua ricchezza di sali minerali i cui
valori raggiungono livelli sorprendenti.
Di seguito sono elencate le quantità per 100 g di di prodotto:
Potassio 1.900-3.300 mg Calcio 800-1.400 mg
Magnesio 200-400 mg Fosforo 30-50 mg
Ferro 15-28 mg Rame 0.5-1.5 mg

Potassio
La melassa nera è una fonte molto preziosa di potassio: ne contiene da 1 a 3 g.
Questo livello è superato unicamente dalle alghe marine che ne possiedono il
doppio, ma che non possono essere consumate in quantità altrettanto abbondanti.
Il fabbisogno quotidiano di melassa nera è di almeno 12 g al giorno (circa un
cucchiaino); quello delle alghe invece è di 1 o 2 g soltanto.
Il dosaggio della melassa nera è in genere più elevato: 2-3 cucchiaini al giorno o
anche più (fino a 100 g in alcuni casi).
Questo complemento ha un contenuto di potassio più elevato rispetto ad altri
alimenti quali i semi di soia, il lievito di birra, la verdura e la frutta in genere.
Il potassio attiva numerosi enzimi; è un sale minerale basico con un azione
alcalinizzante. Contribuisce alla buona trasmissione dei messaggi lungo i nervi ed è
fondamentale per le contrazioni muscolari. In caso di carenze, i muscoli soffrono di
spasmi che danno origine a crampi agli arti inferiori, a stipsi dei muscoli intestinali,
all angina pectoris e ad alcuni infarti per contrazioni del muscolo cardiaco.
Le carenze di potassio sono più diffuse di quanto non si pensi poiché da un lato gli
alimenti che lo forniscono (fichi, frutta, noci, legumi) sono scarsi nell alimentazione di
gran parte della popolazione e dall altro perché importanti perdite di potassio
avvengono attraverso le vie urinarie in caso di eccessivo consumo di zucchero
raffinato, sale, cortisone e diuretici chimici.
Stress e sovraffaticamento sono tra le cause delle perdite di potassio attraverso
l urina che provocano le carenze di cui soffre l organismo.

Calcio
Il contenuto di calcio della melassa è un po più elevato di quello del formaggio a
pasta dura, la sua fonte principale. Il calcio serve alla costruzione dello scheletro a
dei denti. Ha anche un effetto sedativo sui nervi.

Magnesio
La melassa nera è un eccellente fonte di magnesio (200-400 mg per 100 g).si
colloca quindi allo stesso livello, e talvolta supera le fonti più spesso raccomandate,
quali il germe di grano=400 mg; le mandorle=253 mg; le noci del Brasile =225 mg; i
fichi =77 mg; i datteri =65 mg.
Come il potassio, il magnesio attiva numerosi enzimi e rende possibili le contrazioni
muscolari.
In caso di carenza si manifestano spasmi e crampi, oltre a un deterioramento dello
stato nervoso: ipersensibilità, irritabilità, nervosismo e ansia.

Ferro
La melassa nera è anche una buona fonte di ferro. Il suo contenuto varia tra i 15 e i
28 mg per 100 g. la melassa nera supera quindi altri alimenti abitualmente citati
come buone fonti di questo minerale: rognone =5.5 mg; fegato di vitello =5.2 mg;
spinaci e albicocche secche =3.5 mg; uova =2.7 mg.

Rame e cromo
Il rame e il cromo sono altri due sali minerali molto utili presenti nella melassa nera.
Il rame è indispensabile per la crescita delle cellule, l utilizzo del ferro e le difese
organiche. Il cromo permette un migliore utilizzo del glucosio nell organismo.
Diminuisce il fabbisogno di insulina, stabilizza la glicemia e previene i disturbi legati
al diabete.
La melassa nera trova applicazione in svariati disturbi. Eccone le
indicazioni:

Acidosi
Un terreno troppo acido è fonte di innumerevoli malattie a causa della
denineralizzazione dei tessuti e degli organi. Per la sua ricchezza di sali minerali,
soprattutto basici (potassio, calcio, magnesio, ferro, rame), la melassa nera è un
prezioso agente alcalinizzante.

Anemia
La melassa nera contiene da tre a sei volte più ferro delle uova o degli spinaci,
spesso consigliati come fonte di questo minerale. Inoltre è facilmente assimilabile.

Coliche
I dolori addominali dovuti a spasmi del colon possono essere calmati con
somministrazione di melassa nera, il cui elevato contenuto di potassio allevia i
crampi e gli spasmi dei muscoli intestinali.

Crampi
La melassa nera è in grado di combattere i crampi agli arti inferiori o in altre parti del
corpo (mani, ventre).

Edema
Sodio e potassio devono essere sempre presenti nei tessuti in quantità bilanciate.
La diminuzione di uno dei due provoca automaticamente un accumulo dell altro.
Il livello di sodio nei tessuti aumenta quando c è un deficit di potassio, provocando
ritenzione idrica e la comparsa di edemi.
Per l abbondante apporto di potassio, la melassa nera permette di combattere
efficacemente i disturbi della ritenzione idrica nei tessuti.

Gravidanza
Per il contenuto di calcio e vitamina D, la melassa nera contribuisce alla formazione
dello scheletro del feto e previene la demineralizzazione di quello della neomamma.
Il ferro permette di combattere le eventuali anemie che possono insorgere in questo
periodo. L enorme sforzo a cui sono sottoposti i muscoli durante il parto sarà favorito
e sostenuto dall apporto di potassio e magnesio.

Insonnia ‒nervosismo
La capacità del sistema nervoso di distendersi dipende molto da una buona
nutrizione dei nervi. La melassa nera possiede numerosi elementi che agiscono sul
sistema nervoso: il calcio ha un azione calmante, il potassio permette una buona
trasmissione lungo i centri nervosi e il magnesio rafforza la resistenza di tutto
l apparato. Grazie alle vitamine del complesso B, la melassa nera agisce anche
contro insonnia e nervosismo.

Ipoglicemia
Il potassio e il cromo sono indispensabili per la trasformazione del glucosio in
energia, ma anche per l immagazzinamento dello zucchero sotto forma di glicogeno
nel fegato e nelle cellule.
Questi due minerali permettono di prevenire le crisi glicemiche facilitando l utilizzo
del glucosio.

Malattie cardiovascolari
Gli effetti benefici della melassa nera nelle malattie cardiovascolari sono dovuti al
potassio e al magnesio presenti, che favoriscono non solo il lavoro del muscolo
cardiaco, ma anche le contrazioni e le dilatazioni dei vasi sanguigni, necessari per la
circolazione del sangue. La melassa nera è quindi consigliata nell angina pectoris,
nel infarto , nei disturbi circolatori in genere così come nel caso di varici ed
emorroidi.
Somministrazioni abbondanti di potassio diminuiscono il livello di sodio presente nei
tessuti e contrastando l ipertensione.

Reumatismi
Stimolando le attività enzimatiche con i suoi numerosi nutrienti, la melassa nera
favorisce la detossificazione delle articolazioni. La sua azione alcalinizzante allevia i
dolori infiammatori imputabili agli acidi in eccesso e i suoi numerosi Sali minerali
favoriscono la rigenerazione dei tessuti ossei e cartilaginei.

Stipsi spastica
Lo spasmo di una o più parti del tubo digerente ostacola il corretto funzionamento
dei movimenti peristaltici impedendo così l avanzamento dei residui dei processi
digestivi nell intestino. L apporto di potassio e di magnesio permette ai muscoli
intestinali di contrarsi e distendersi normalmente. La melassa nera possiede inoltre
un effetto lassativo se assunta a dosi elevate.

Ulcere
Vi sono numerose evidenze che la melassa nera agisce in modo benefico per
curare le ulcere dello stomaco e degli arti inferiori (ulcere vascolari).

Varici
I vasi sanguigni si dilatano e si contraggono alternativamente per fare avanzare il
sangue. I muscoli responsabili di queste contrazioni subiscono spasmi in caso di
carenza di potassio e magnesio. Ne derivano un ristagno del sangue e la comparsa
di varici.
Il sapore è molto intenso e forte, un'alternativa potrebbe essere la Melassa dolce!
Noi l'assumiamo così: 2cucchiaini di Melassa pura (oppure 4 di Melassa dolce) in un
bicchiere colmo d acqua e un cucchiaino di Rosa Canina in polvere al pomeriggio
lontano dai pasti.

Germe di grano
I benefici del germe di grano derivano dalla sua composizione.
Contiene le preziose vitamine del gruppo B (B1, B3, B5 e B6), lecitina,
provitamina A, D, ma ciò che più lo caratterizza è la presenza in alta
percentuale di vitamina E, che svolge un importantissima azione antiossidante
in grado di contrastare il livello dei radicali liberi. Sempre più studi concordano sulle
implicazioni dei radicali liberi nei processi di invecchiamento e nelle patologie ad essi
correlate.
Assicurarsi con l'alimentazione un adeguato apporto di vitamina E concorre in modo
naturale a ritardare tali processi e a ridurre i danni degenerativi dovuti
all'inquinamento atmosferico. La vitamina E inoltre fornisce un sostegno importante
alle nostre difese immunitarie, rafforzandole.
Un altro 'fiore all'occhiello' è la presenza di octacosanolo che contribuisce a
migliorare la resistenza alla fatica fisica negli atleti e l efficienza
mentale in chi studia e in chi usa molto la mente ed il ragionamento.
L octacosanolo ha anche importanti effetti sulla fertilità e sulla potenza sessuale
dell uomo e in generale sul vigore di molte funzioni vitali: ad esempio può rilasciare i
muscoli contratti dalla tensione nervosa, aumentare l'efficienza degli organi di
senso, l'acutezza visiva e la prontezza di riflessi; la forza e la resistenza alla fatica,
può 'rischiarare' la mente, offuscata dal superlavoro.
Il germe di grano contiene poi i seguenti oligoelementi: calcio,
potassio, silicio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio,
manganese, selenio e molibdeno.
E proprio questa ricchezza in oligoelementi, coniugata con le vitamine e
l octacosanolo a rendere efficace e completo questo alimento.
In particolare è da sottolineare l attività riequilibrante del metabolismo lipidico
che contribuisce a ridurre significativamente i valori di colesterolo nel sangue.

Lievito in fiocchi
Contenuto e proprietà:
-vitamina b5 acido pantotenico: partecipa alla scissione e all utilizzo di proteine
grasso e carboidrati. mantiene basso il colesterolo, sana la pelle, lingua e tessuti
digestivi. aiuta nel trattamento contro la calvizie. importante per il sistema nervoso.
-Biotina: Entra nel metabolismo dei grassi e nella produzione di energia, aiuta la
sintesi degli amminoacidi e degli acidi grassi e la formazione del dna e rna. é
antiseborroica, aiuta a mantenere il colore naturali dei capelli.
-Colina: previene l accumulo di grassi nel fegato e aiuta a prevenire cambiamenti
degenerativi nel fegato e vescica. migliora la memoria
-Paba acido para-amino benzoico: fa parte del complesso B, essenziale nell utilizzo
di grassi ,proteine e carboidrati ,nella formazione di globuli rossi e della
pigmentazione dei capelli. protegge dai raggi solari.
-Acido folico: vitamina B, aiuta a sintetizzare le proteine nucleiche dna rna, aumenta
la produzione dei globuli rossi e combatte l anemia.
-Inositolo: aiuta la produzione i lecitina che serve per il metabolismo dei grassi
riducendo il colesterolo, favorisce la nutrizione delle cellule del cervello, può
prevenire la calvizie.
-Cromo: permette il funzionamento dell insulina.
-Ferro: aumenta la resistenza allo stress e infezioni.
-Zinco: Facilita il lavoro del sistema immunitario e della prostata .aiuta nel
trattamento dell infertilità, sviluppo degli organi riproduttivi e della crescita dei capelli.
-Manganese: favorisce il lavoro della tiroide. stimola la produzione degli ormoni
sessuali, aumenta l elasticità dei tendini e del controllo neuromuscolare.
-Complesso B: provvede al ricambio dell energia del corpo convertendo i carboidrati
in glucosio. essenziale per il normale funzionamento del sist.nervoso, per la salute
di pelle ,capelli, occhi ,bocca e fegato
-Vit B1 tiamina: per i disturbi della vista, tono muscolare ,nel metabolizzare i grassi.
-Vit B6 piridossina: importante per la produzione degli anticorpi e dei globuli rossi,
aiuta ad utilizzare carboidrati, grassi e proteine, controlla l utilizzo di sodio e
potassio, metabolizza il colesterolo in eccesso.

Un cucchiaio di entrambe sull'insalata insieme ai classici condimenti a pranzo e a


cena.