Sei sulla pagina 1di 9

TRADING DISCRZIONALE A 45 MINUTI SU DJ

EUROSTOXX50 FUTURE E DAX FUTURE


di Fabrizio Bocca

Il trading può essere interpretato con approcci differenti, riassumibili fondamentalmente in


tre modalità operative:

1. il trading sistematico: si attua con la costruzione e l’applicazione di un trading system, ovvero


con una formula traducibile in un “listato” di un qualsiasi linguaggio di programmazione, che
viene opportunamente testato e in seguito applicato senza incertezze.
2. il trading discrezionale metodico: si tratta di una metodologia non riproducibile in formule in
quanto avente una sua parte legata alla discrezionalità del trader (ad es: se vengono tracciate
delle trend-line esse sono in ogni caso discrezionali anche se basate su metodologie ben
definite), ma che trova la sua forza nella ripetitività di scelte emotive che portano alla decisione
operativa e nella assoluta disciplina applicativa.
3. il trading discrezionale: si tratta di eseguire acquisti e vendite sui mercati finanziari in base alla
sensibilità e all’esperienza personale che, unite ad una buona formazione di base, permettono al
trader di ottenere successi economici.

Mentre quanto descritto al punto 3 è completamente nelle mani dell’abilità del soggetto che
prende la decisione e, in quanto tale, non verificabile dal punti di vista statistico (il track record sarà
composto di operazioni che partono da logiche differenti e quindi non omogenee), negli altri due
casi la strategia è analizzabile, anche se con una differenza sostanziale. Nel caso del trading
sistematico è verificabile a priori la strategia tramite un back test, mentre in quello al punto 2 è
possibile solo ex-post, ovvero dopo un lungo periodo operativo estremamente disciplinato che
permetta di analizzare i trade realmente effettuati.

Il servizio qui proposto da LombardReport.com cade nella struttura descritta al punto 2, ovvero
fornisce la possibilità di ricevere i segnali di una operatività basata sulla creazione della
metodologia di Fabrizio Bocca, ex trader istituzionale, autore del best seller “Il trading facile con le
tecniche di Gann” (Trading Library, 2002). La metodologia verrà seguita disciplinatamente, ovvero
verranno illustrati tutti i segnali di trading che nascono da tale metodologia, senza apporre alcuna
discrezionalità nella loro scelta. La gestione di ogni singolo trade verrà seguita passo passo con un
sistema di trailing stop e non sarà lasciata alcuna possibilità al trader Bocca di inserire delle prese di
profitto discrezionali. Tale scelta, nell’eventualità che voglia essere attuata, è a totale carico
decisionale del lettore del servizio.

I mercati oggetto dei segnali saranno esclusivamente due, ovvero il Dax future e il DJ Eurostoxx
50 future. La scelta è caduta su questi due mercati per i seguenti motivi:
- entrambi appartengono al circuito telematico Eurex, al momento indiscutibilmente il riferimento
in Europa per efficienza, trasparenza e volumi di scambio
- entrambi riflettono bene l’andamento “Euro”, in quanto il Dax pur essendo il future sull’indice
di Borsa di Francoforte è da sempre riferimento per gli operatori americano e asiatici
dell’economia europea (non dimentichiamo che la Bce è de facto la ex Bundesbank), mentre
l’Eurostoxx è un indice composto di titoli appartenenti a tutti gli stati membri della Comunità
Europea. Questa loro identica rappresentatività fa sì che, nonostante un valore di prezzo
differente (per il Dax a fine marzo 2004 intorno a 3800 punti, per l’Eurostoxx intorno a 2700
punti), i loro movimenti siano, sebbene non identici, simili, offrendo al trader un diverso
impatto economico. Infatti:
a. un punto di Dax vale 25 euro, il tick è di 0,5 punti, e il controvalore economico di un
contratto Dax a 3800 punti è di 95.000 euro
b. un punto di Eurostoxx vale 10 euro, il tick è di 1 punto, e il controvalore economico di
un contratto Eurostoxx a 2700 punti (stesso momento temporale del Dax) è di 27.000
euro, quindi circa 3,5 volte minore

- entrambi i derivati hanno volumi tali da non lasciare dubbi circa la loro liquidità: il Dax future
scambia intorno ai 90.000 contratti al giorno, l’Eurostoxx future scambia intorno ai 350.000
contratti al giorno

I segnali di trading sui due derivati sopra descritti derivano dai seguenti passi metodologici:

1- Analisi Daily:
a. individuazione dei livelli di supporto e resistenza tramite i Gann Angles: tali rette vengono
tracciate da minimi o massimi di swing daily e hanno una inclinazione costante che viene
espressa in punti del derivato in oggetto. E’ un fascio di 9 rette, di cui quella centrale è detta
1X1 e rappresenta l’inclinazione standard di crescita/decrescita di un mercato. Oltre ad esse
è possibile tracciare quattro rette maggiormente inclinate (che moltiplicano il coefficiente
per 2,3,4 e 8) e quattro rette meno inclinate (che dividono il coefficiente per 2,3,4, e 8).
Essendo l’analisi sul grafico giornaliero, tali rette passano ad uno stesso livello per tutta la
seduta intraday, e sarà su quei livelli che verranno cercati i pattern di ingresso. A seguire due
grafici con gli angoli sul Dax e sull’Eurostoxx Futures.
b. individuazione degli eventuali livelli di break-out tramite i pattern dello Swing Chart Daily:
si tratta di particolari configurazioni grafiche dello Swing Chart daily che presuppongono la
possibilità di un’accelerazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, in particolare nei giorni di
set-up. Comporteranno l’immissione di stop-orders in break-out di particolari minimi o
massimi. A seguire i grafici dello Swing daily su Dax e Eurostoxx Futures:
c. analisi del tempo al fine di individuare le possibili giornate di inversione e di accelerazione:
si tratta del conteggio di particolari giornate in cui è possibile che vengano a cadere
particolari cicli in grado di dare inversioni ai prezzi o in rari casi accelerazioni degli stessi.
Verranno seguite due metodologie di calcolo del set-up, il Quadrato del nove dei giorni di
trading e due particolari cicli planetari, ovvero le congiunzioni eliocentriche e i cambi di
segno geocentrici di Sole e Marte. Nel grafico il quadrato del 9 del 2004:

d. analisi di due oscillatori, RSI e Stochastic Slow al fine di non andare contro il trend
principale: è una conferma per trovare armonia nella strategia proposta. Verranno valutate
situazioni di ipercomprato/ipervenduto ed eventuali divergenze. A seguire i grafici degli
oscillatori di Dax e Eurostoxx:
2- Analisi Intraday:
a. ricerca del pattern dell’analisi candlestick (inside candle oppure hammer candle) sul time
frame a 45 minuti o a 30 minuti e generazione dell’ordine di acquisto/ vendita: gli ordini
verranno immessi sempre in break della candela formatasi sul livello proposto. Verranno
utilizzati come pattern candlestick due time frames differenti, ovvero il 45 e il 30 minuti (in
occasione di livelli particolarmente importanti). A seguire due grafici di Dax e Eurostoxx a
45 minuti:
b. gestione della posizione in essere (long o short) tramite lo swing chart a 45 minuti: tramite
lo swing chart a 45 minuti (non verrà usato alcun altro tipo di Swing Chart intraday) sarà
possibile sia gestire il trade in essere ponendo gli stop-loss oltre i minimi (posizione long) o
i massimi (posizione short) del grafico, sia avere pattern di ingresso sui livelli proposti. A
seguire lo Swing Chart a 45 minuti di Dax e Eurostoxx Futures:
Per ogni maggiore dettaglio riguardo alla metodologia illustrata si rimanda al testo “Il trading facile
con l’analisi di Gann” (Trading Library, 2002) di Fabrizio Bocca.

Il servizio prevede le seguenti caratteristiche:


1- La sera verrà illustrata, anche tramite l’ausilio di uno o più grafici esplicativi la strategia che
verrà attuata la seduta seguente
2- Durante la seduta si potranno avere quattro tipologie di ordini:
a- ordini validi dall’apertura della seduta fino a revoca: sono stop-orders da inserirsi nella
piattaforma di trading immediatamente dopo l’apertura oppure dopo i primi 15 minuti di
trading (in caso di apertura in ampio gap, in ogni caso verrà indicata la procedura
dell’ordine). Essi verranno dati raramente e derivano dai pattern dello Swing Chart daily
b- ordini validi per 45 minuti: sono stop-orders che potranno generarsi ogni 45 minuti di
trading (alle 9:45, 10:30, 11:15 ecc) e verranno cancellati alla fine dei tre quarti d’ora se
ineseguiti. Insieme all’ordine di entry nel mercato verrà sempre comunicato il suo stop-loss
che dovrà essere inserito SOLO SE l’ordine entry verrà eseguito. A volte potranno essere
utilizzati ordini validi per soli 30 minuti di trading.
c- Ordini validi fino a revoca: sono stop-orders che derivano dai pattern dello Swing Chart a 45
minuti nel caso in cui il livello angolare sia stato sentito ma non vi sia stata possibilità di
ingresso. Saranno sempre stop orders e nel caso in cui la figura grafica venga negata verrà
dato un avviso immediato di ordine annullato.
d- aggiornamenti dello stop-loss: essi avverranno secondo lo swing chart a 45 minuti, che
essendo slegato dal tempo può generare l’aggiornamento in qualsiasi momento. Sarà sempre
uno stop-order
e- ordini limit di presa di profitto: in rarissimi casi, in presenza del raggiungimento di
importanti livelli di supporto o resistenza, potranno essere messi ordini limitati ad un certo
prezzo per prese di profitto.

L’operatività che scaturisce da tale metodologia non è assolutamente frequente. Non tutti i
giorni si generano ordini, e in media, si hanno circa 16 eseguiti al mese (ovvero si effettuano 8
operazioni comprensive di un acquisto e di una vendita). A puro titolo di esempio, tale operatività
sul Dax future dal primo gennaio 2004 al 26 marzo 2004 (tre mesi quindi) ha generato 50 eseguiti,
pari a 25 operazioni (appunto circa le 8 al mese suddette).