Sei sulla pagina 1di 1

Massimo A.

Verzilli

Schede di analisi Jazz

1) Note comuni tra pentatoniche minori

re fa sol la do re fa sol la do re fa sol la do re

1 5ag↑ 4ag↓ la do re mi sol la do re mi sol la


a
2 2 M↑ mi sol la si re mi sol la si re mi
3 3am↓ si re mi fa# la si re mi fa# la si
a
4 3 M↑ fa# la si do# mi fa# la si do# mi fa#
5 2am↓ do# mi fa# sol# si do# mi fa# sol# si do#
6 4a+↑ 5a-↓ sol# si do# re# fa# sol# si do# re# fa# sol#
5a-↑ 4a+↓ lab dob reb mib solb lab dob reb mib solb lab
7 1a+↑ re# fa# sol# la# do# re# fa# sol# la# do# re#
2am↑ mib solb lab sib reb mib solb lab sib reb mib
8 5a+↑ 4a-↓ la# do# re# mi# sol# la# do# re# mi# sol# la#
3aM↓ sib reb mib fa lab sib reb mib fa lab sib
9 3am↑ fa lab sib do mib fa lab sib do mib fa
10 2aM↓ do mib fa sol sib do mib fa sol sib do
a a
11 5 g↓ 4 g↑ sol sib do re fa sol sib do re fa sol
12 1 re fa sol la do re fa sol la do re

In alto la pentatonica minore di riferimento (re)


Ogni quadratino equivale ad un semitono
Nella prima colonna: le 12 trasposizioni
Nella seconda colonna: intervalli di trasposizione
In orizzontale sono evidenziate le pentatoniche entro un'estensione di due ottave
In verticale si evidenziano le note comuni tra pentatoniche minori contigue e in relazione a quella di riferimento in re.

Massimo A. Verzilli © 2018