Sei sulla pagina 1di 25

Sommario

Cosa significa il primo messaggio pubblicato sulla home page? ......................................... 2


Cosa significa il secondo messaggio pubblicato sulla home page? ..................................... 3
Come faccio ad abilitare gli OPERATORI alle nuove funzionalità? .................................... 4
Come faccio ad abilitare i RAPPORTI alle nuove funzionalità? .......................................... 7
Come faccio ad importare i flussi di Incasso – SDD (ex RID)? ......................................... 10
Come faccio ad importare i flussi di PAGAMENTO – SCT (Bonifici)? .............................. 12
Come faccio a disporre un singolo Bonifico/Postagiro? .................................................... 14
Nel compilare una singola disposizione di bonifico/postagiro (funzione di menù Bonifici
XML) o per pagamento stipendi (Stipendi XML) non trovo il campo causale ..................... 15
Provo a modificare il codice CUC, ma il mio inserimento non va a buon fine .................... 16
Provo a convertire un flusso, ma il sistema restituisce l’errore "flusso non creato" ............ 17
Come effettuo la riconciliazione dei pagamenti (Bonifici XML e Stipendi XML)? ............... 18
Come effettuo la riconciliazione degli Incassi (SDD)?........................................................ 19
Come faccio a disporre un Bonifico Estero? ..................................................................... 20
Come faccio a visualizzare lo storico dei bonifici/postagiro disposti prima del 1 febbraio
2016? ................................................................................................................................. 21
Come faccio ad eseguire bonifici/postagiro memorizzati ante 1 febbraio 2016? ............... 22
Come faccio a memorizzare nella rubrica il destinatario di una disposizione? .................. 24
Nel disporre un Bonifico XML con IBAN diverso da IT… devo obbligatoriamente compilare
il campo “BIC Banca”? ....................................................................................................... 25
Cosa significa il primo messaggio pubblicato sulla home page?

Il primo messaggio informa il cliente che dal 1 febbraio 2016 non è più possibile spedire
disposizioni di incasso e pagamento tramite i vecchi tracciati CBI arricchiti. Pertanto per
disporre flussi SDD (ex RID) e SCT (Bonifici), è necessario utilizzare il nuovo tracciato
XML le cui specifiche tecniche sono pubblicate sul sito del Consorzio consultando la voce
“Linee guida per gli utenti utilizzo nuovi servizi cbi (stus)” al seguente link, previa
registrazione al portale CBI:
http://www.cbi-org.eu/Engine/RAServePG.php/P/255010010313

Inoltre per avere un maggior dettaglio sulle novità introdotte dalla normativa vigente, si
rimanda ai vademecum operativi (SEPA Direct Debit e SEPA Credit Transfer) consultabili
al seguente link:
https://bancopostaimpresaonline.poste.it/bpiol/switch.do?method=switchApp&code=APL_
3008#

L’operatività delle aziende che già prima del 1 febbraio 2016 avevano adeguato i propri
tracciati al formato standard XML non subisce variazione.

Per le aziende che, invece, non avessero ancora adeguato i propri tracciati, Poste Italiane
mette a disposizione gratuitamente un convertitore che consente di importare un file in
formato CBI arricchito e convertirlo in formato XML per poi procedere con la consueta
operatività per il perfezionamento degli ordini.

Si sottolinea che nel flusso CBI arricchito da convertire in formato XML diventa
obbligatoria la presenza:
 del record 16 “Coordinate Ordinante” (IBAN)
 nel record 70 a posizione 71 del “Codice Univoco” che rappresenta un codice
univoco progressivo alfanumerico assegnato dal cliente ad ogni disposizione
di pagamento
I prodotti di pagamento bonifico Italia e bonifico estero in euro verso paesi dell’area
SEPA e il Postagiro sono stati sostituiti dal SEPA Credit Transfer (SCT); mentre il
bonifico estero in euro verso paesi non SEPA, il bonifico estero in divisa diversa
dall’euro e il bonifico di importo rilevante (BIR) mantengono l’operatività attuale.
Gli ordini di bonifico a mezzo assegno potranno essere disposti esclusivamente
utilizzando il formato CBI arricchito (non CBI XML).
Torna all’indice

2
Cosa significa il secondo messaggio pubblicato sulla home page?

Il secondo messaggio informa che dal 1 febbraio 2016:

 per disporre bonifici/postagiro di qualsiasi importo è necessario utilizzare la


voce di menù Pagamenti – Bonifici – Sepa Credit Transfer XML,

 per i bonifici di importo rilevante - BIR (superiore ai 500.000 €) si può utilizzare


la voce di menù Pagamenti – Bonifici – Bonifico di importo rilevante

 per gli Stipendi di importo rilevante (BIR) superiore ai 500.000 €: si può


utilizzare la voce di menù Pagamenti - Bonifici – Stipendi di importo rilevante

 per i Giroconto/Girofondo di importo rilevante (BIR) superiore ai 500.000 €: è


necessario utilizzare la voce di menù Pagamenti - Bonifici – Giroconto/Girofondo di
importo rilevante

 per il bonifico estero verso paesi non SEPA e per bonifico estero in divisa
diversa dall’euro: è necessario utilizzare la voce di menù Pagamenti - Bonifici –
Bonifico Estero

Torna all’indice

3
Come faccio ad abilitare gli OPERATORI alle nuove funzionalità?

Abilitazione OPERATORI

L’amministratore di sistema deve abilitare le nuove funzionalità specifiche agli operatori


interessati, procedendo come segue:

 Accedere al menù “Gestione Azienda” e cliccare su “Operatori”

 Per selezionare l’operatore da abilitare, nella schermata successiva deve inserire i


dati anagrafici dell’operatore (nell’esempio Codice Fiscale) e premere su “cerca”:

4
 A questo punto, selezionare l’operatore che si vuole abilitare alle nuove funzionalità
e cliccare su “Dettaglio”:

 Nella schermata successiva, cliccare su “Modifica”:

 Si apre una nuova schermata con il riepilogo dei dati anagrafici dell’operatore;
procedere cliccando su “Avanti”:

5
 Viene, quindi, mostrato l’elenco delle funzionalità e si procede selezionando quelle
che si vogliono abilitare per consentire agli operatori di utilizzare le nuove
funzionalità di Incasso e Pagamento descritte in precedenza.
In particolare, devono essere abilitate le seguenti voci:

- SERVIZI INFORMATIVI/Rendicontazione pagamenti/Esiti bonifici (CBI)/Bonifici


SEPA Credit Transfer XML ordinante
- SERVIZI INFORMATIVI/Rendicontazioni incassi/Esiti portafoglio/Incassi SDD XML
- PAGAMENTI/Bonifici/SEPA Credit Transfer XML /Bonifici XML
- PAGAMENTI/Bonifici/SEPA Credit Transfer XML /Stipendi XML
- PAGAMENTI/Bonifici/Bonifici estero
- PAGAMENTI/Importazioni/Importa flussi CBI
- PAGAMENTI/Importazioni/Storico importazioni
- INCASSI/SEPA Direct Debit /Incassi SDD XML/SDD XML B2B
- INCASSI/SEPA Direct Debit /Incassi SDD XML/SDD XML CORE
- INCASSI/Importazioni/Importa flussi CBI
- INCASSI/Importazioni/Storico importazioni
- FUNZIONI GENERALI/Esporta esiti pagamenti/Esiti bonifici (CBI)/Bonifici SEPA
Credit Transfer XML ordinante
- FUNZIONI GENERALI/Esporta esiti incassi/Esiti portafoglio/Incassi SDD XML

Torna all’indice

6
Come faccio ad abilitare i RAPPORTI alle nuove funzionalità?

Abilitazione RAPPORTI

L’amministratore di sistema deve abilitare le nuove funzionalità specifiche ai rapporti


interessati, procedendo come segue:

 Accedere al menù “Gestione Azienda” e cliccare su “Rapporti”

 Per selezionare il conto da abilitare, nella schermata successiva deve inserire il


“numero conto” e premere su “cerca”:

7
 A questo punto, selezionare il conto che si vuole abilitare alle nuove funzionalità e
cliccare su “Dettaglio”:

 Nella schermata successiva, cliccare su “Modifica”:

 Si apre una nuova schermata con il riepilogo dei dati del conto; procedere cliccando
su “Avanti”:

8
 Viene, quindi, mostrato l’elenco delle funzionalità e si procede selezionando quelle
che si vogliono abilitare sui conti, in particolare, devono essere abilitate le seguenti
voci:

- PAGAMENTI/Bonifici/SEPA Credit Transfer XML /Bonifici XML


- PAGAMENTI/Bonifici/SEPA Credit Transfer XML /Stipendi XML
- PAGAMENTI/Bonifici/Bonifici estero
- INCASSI/SEPA Direct Debit /Incassi SDD XML/SDD XML B2B
- INCASSI/SEPA Direct Debit /Incassi SDD XML/SDD XML CORE

Torna all’indice

9
Come faccio ad importare i flussi di Incasso – SDD (ex RID)?

L’operatore, preventivamente abilitato dall’amministratore di sistema alle specifiche


funzioni, può:
1. importare flussi XML
2. importare e convertire i flussi di incasso nel caso in cui l’azienda non avesse
ancora adeguato i propri tracciati agli standard XML, ovvero nel caso in cui
l’azienda utilizzi ancora i flussi in formato CBI arricchito

Di seguito descritta l’operatività:

 Accedere al menù Incassi - Importazioni – Importa flussi CBI

10
 Nella schermata successiva selezionare, come di consueto, l’azienda e il file da
importare, spuntando le voci come nell’esempio.
Cliccare infine il tasto:
1. “Importa” per i clienti che già dispongono utilizzando il formato XML.
2. “Importa e Converti” per procedere con il caricamento dei flussi in formato CBI
arricchito.

Procedere poi con la consueta operatività per il perfezionamento degli ordini

Torna all’indice

11
Come faccio ad importare i flussi di PAGAMENTO – SCT (Bonifici)?

L’operatore, preventivamente abilitato dall’amministratore di sistema alle specifiche


funzioni, può:
1. importare flussi XML
2. importare e convertire i flussi di pagamento (compresi i flussi relativi a Stipendi/
Giroconti/ Girofondi) nel caso in cui l’azienda non avesse ancora adeguato i propri
tracciati agli standard XML, ovvero nel caso in cui l’azienda utilizzi ancora i flussi in
formato CBI arricchito

Di seguito descritta l’operatività:

 Accedere al menù Pagamenti - Importazioni – Importa flussi CBI

12
 Nella schermata successiva selezionare, come di consueto, l’azienda e il file da
importare, spuntando le voci come nell’esempio.

Cliccare infine il tasto:


1. “Importa” per i clienti che già dispongono utilizzando il formato XML.
2. “Importa e Converti” per procedere con il caricamento dei flussi in formato
CBI arricchito.

Procedere poi con la consueta operatività per il perfezionamento degli ordini

Torna all’indice

13
Come faccio a disporre un singolo Bonifico/Postagiro?

A seconda della tipologia di singolo Bonifico/Postagiro:

 per disporre bonifici/postagiro di qualsiasi importo è necessario utilizzare la


voce di menù Pagamenti – Bonifici – Sepa Credit Transfer XML

Si ricorda che nella compilazione della disposizione di Bonifico SEPA XML


con IBAN beneficiario estero (diverso da IT…) è necessario valorizzare il
campo “Città” accedendo alla sezione “Altri Dati Creditore”:

 per i bonifici di importo rilevante - BIR (superiore ai 500.000 €) si può utilizzare


la voce di menù Pagamenti – Bonifici – Bonifico di importo rilevante
 per gli Stipendi di importo rilevante (BIR) superiore ai 500.000 €: si può
utilizzare la voce di menù Pagamenti - Bonifici – Stipendi di importo rilevante
 per i Giroconto/Girofondo di importo rilevante (BIR) superiore ai 500.000 €: è
necessario utilizzare la voce di menù Pagamenti - Bonifici – Giroconto/Girofondo di
importo rilevante
 per il bonifico estero verso paesi non SEPA e per bonifico estero in divisa
diversa dall’euro: è necessario utilizzare la voce di menù Pagamenti - Bonifici –
Bonifico Estero

Torna all’indice
14
Nel compilare una singola disposizione di bonifico/postagiro (funzione di menù
Bonifici XML) o per pagamento stipendi (Stipendi XML) non trovo il campo
causale

Per disporre un ordine di bonifico/postagiro (Pagamenti – Bonifici - Bonifici XML) o per


pagamento stipendi (Pagamenti – Bonifici - Stipendi XML) non è più presente il campo
“causale”.

Il campo “CAUSALE" è stato sostituto dalle seguenti voci alternative tra loro:
 “CODICE CATEGORIA (ISO)”,
 “CATEGORIA NON CODIFICATA”

La compilazione di una delle due voci (a scelta del cliente) è obbligatoria solo nel
caso di IBAN beneficiario italiano (IT…).

In tutti gli altri casi, la compilazione è facoltativa.

Sono state introdotte, inoltre, altre due voci alternative e facoltative:


 FINALITA’ NON CODIFICATA
 FINALITA’ TRANSAZIONE

Il cliente potrà popolarle per dettagliare ulteriormente la causale del pagamento.

In luogo della motivazione descrittiva del pagamento (Ex Riferimento Operazione) è stato
introdotto il campo “INFORMAZIONE RICONCILIAZIONE”.

Anche la compilazione di tale campo è facoltativa.

Di seguito la nuova schermata di riferimento, con il dettaglio dei nuovi campi in evidenza.

Torna all’indice

15
Provo a modificare il codice CUC, ma il mio inserimento non va a buon fine

Il codice CUC (codice univoco CBI) è inserito automaticamente dalla procedura con la
seguente codifica: “SIA*****” dove “*****” coincide con il codice alfanumerico SIA
dell’azienda.

L’amministratore di sistema può modificarlo solamente nel caso in cui sia in possesso di
un codice CUC assegnato dal consorzio CBI.
La modifica andrà a buon fine dopo 24 ore, solamente se viene riscontrata l’effettiva
corrispondenza con il CUC assegnato all’azienda e presente nell’archivio del consorzio
CBI.

Torna all’indice

16
Provo a convertire un flusso, ma il sistema restituisce l’errore "flusso
non creato"
Verificare che nel flusso CBI arricchito da convertire in formato XML siano presenti:

 il record 16 “Coordinate Ordinante” (IBAN)

 il record 70 a posizione 71 del “Codice Univoco” che rappresenta un codice


univoco progressivo alfanumerico assegnato dal cliente ad ogni disposizione di
pagamento

Torna all’indice

17
Come effettuo la riconciliazione dei pagamenti (Bonifici XML e Stipendi
XML)?
Gli esiti dei pagamenti vengono resi disponibili su BPIOL in due diversi formati, consultabili
dalla funzione di menù Servizi Informativi – Rendicontazione pagamenti:

 Esiti bonifici (Poste) per consultare gli esiti in formato proprietario PosteItaliane

 Esiti bonifici (CBI) per consultare gli esiti in formato XML

Torna all’indice

18
Come effettuo la riconciliazione degli Incassi (SDD)?

Gli esiti degli incassi SDD vengono resi disponibili su BPIOL esclusivamente in formato
XML e sono consultabili dalla funzione di menù:

 Servizi Informativi – Rendicontazione incassi - Incassi SDD XML

Torna all’indice

19
Come faccio a disporre un Bonifico Estero?

Per disporre un bonifico estero è necessario utilizzare la voce di menù Pagamenti –


Bonifici – Bonifici estero

Si ricorda che nella compilazione della disposizione di Bonifico estero, nella sezione
relativa ai Dati Destinatario è necessario valorizzare il campo “Paese beneficiario”.

Torna all’indice

20
Come faccio a visualizzare lo storico dei bonifici/postagiro disposti prima del 1
febbraio 2016?

Per visualizzare lo storico dei bonifici/postagiro disposti prima del 1 febbraio 2016, è
necessario accedere alla sezione Pagamenti – Bonifici – SEPA Credit Transfer CBI,
suddivisi così come segue:
 per i bonifici, compresi quelli di importo rilevante, accedere alla voce “Bonifico
di importo rilevante”
 per gli stipendi, compresi quelli di importo rilevante, accedere alla voce
“Stipendi di importo rilevante”
 per i bonifici a mezzo Assegno, accedere alla voce “Assegni”
 per i giroconti/girofondi, compresi quelli di importo rilevante, accedere alla
voce “Giroconto/girofondi di importo rilevante”

Una volta selezionata la voce di menù cliccare sul tasto “SPEDITI” per visualizzare i
pagamenti precedentemente disposti.

Torna all’indice
21
Come faccio ad eseguire bonifici/postagiro memorizzati ante 1 febbraio 2016?

Per eseguire bonifici/postagiro memorizzati ante 1 febbraio 2016, è necessario accedere


alla sezione Pagamenti – Bonifici – SEPA Credit Transfer CBI, suddivisi così come
segue:
 per i bonifici, compresi quelli di importo rilevante, accedere alla voce “Bonifico
di importo rilevante”
 per gli stipendi, compresi quelli di importo rilevante, accedere alla voce
“Stipendi di importo rilevante”
 per i bonifici a mezzo Assegno accedere alla voce “Assegni”
 per i giroconti/girofondi, compresi quelli di importo rilevante, accedere alla
voce “Giroconto/girofondi di importo rilevante”

Una volta selezionata la voce di menù cliccare sul tasto “Memorizzati” per visualizzare i
pagamenti memorizzati precedentemente.

22
Selezionare le disposizioni da eseguire e convertirle in formato XML, cliccando sul tasto
“Converti SCT”, come da seguente immagine:

Le disposizioni convertite in formato XML saranno disponibili nel menù Bonifici XML, al
quale bisogna accedere per autorizzarle e spedirle.

Torna all’indice

23
Come faccio a memorizzare nella rubrica il destinatario di una disposizione?

Per memorizzare nella rubrica il destinatario di una disposizione, una volta compilata
la sezione “Dati Principali Disposizione”, il cliente deve selezionare la voce cerchiata in
rosso nella schermata “E' possibile abilitare il censimento del destinatario,
contestualmente all'inserimento della disposizione”:

Il destinatario, quindi, verrà memorizzato nella rubrica.


Per consultare la rubrica, il cliente deve accedere al menù Funzioni Generali – Gestione
Dati – Gestione Destinatari, come da schermata ed effettuare la ricerca:

Torna all’indice
24
Nel disporre un Bonifico XML con IBAN diverso da IT… devo obbligatoriamente
compilare il campo “BIC Banca”?

Nel disporre un Bonifico XML con IBAN diverso da IT… il cliente deve compilare il campo
“BIC Banca” per i soli bonifici transfrontalieri extra SEE, ovvero verso Svizzera (CH) e
Principato di Monaco (MC).

Torna all’indice

25