Sei sulla pagina 1di 45

CREARE UN’AZIENDA DA ZERO

24 novembre 2017

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

GIUSEPPE SANTONASTASE

COME CREARE UN’AZIENDA DA ZERO

La storia reale di un’azienda, ma anche una storia motivazionale

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Titolo
“COME CREARE UN’AZIENDA DA ZERO”

Autore
Giuseppe Santonastase

Sito internet
www.tuttologistica.it

Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere
riprodotta con alcun mezzo senza l’autorizzazione scritta dell’Autore e dell’Editore. È
espressamente vietato trasmettere ad altri il presente libro, né in formato cartaceo né
elettronico, né per denaro né a titolo gratuito. Le strategie riportate in questo libro sono
frutto di anni di studi e specializzazioni, quindi non è garantito il raggiungimento dei
medesimi risultati di crescita personale o professionale. Il lettore si assume piena
responsabilità delle proprie scelte, consapevole dei rischi connessi a qualsiasi forma di
esercizio. Il libro ha esclusivamente scopo formativo

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

INDICE:

Introduzione pag. 5
Gli inizi pag. 6
Vendere con i social pag. 20
Vendere con i video pag. 23
Gli esperti del web pag. 24
Ancora i social network pag. 38
Vendere in tutto il mondo con Amazon pag. 40
Vendere un metodo o un sistema pag. 42
La mia proposta pag. 43
Conclusione pag. 44

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Introduzione

Stai per leggere un ebook gratuito, sei autorizzato a diffonderlo e


condividerlo il più possibile.
Il mio obiettivo non è quello di farti diventare un imprenditore, non ha la
pretesa di insegnarti nulla, in questo libro non troverai strategie
sensazionali o segreti del mestiere, io non sono un guru del settore e non
sono in grado di fornirti consulenze tecniche delle quali un neofita
necessita. Se cerchi questo sei nel posto sbagliato, se invece vuoi
conoscere la storia di un ragazzo che carico d’entusiasmo ha costruito un
business, allora sì, mettiti comodo e continua a leggere!
In questo ebook racconto la mia storia, di come sono diventato un
imprenditore digitale.
Perché scelgo di raccontare la mia storia? Perché mi è sempre piaciuto
conoscere da dove parte chi l’ha fatta, a volte conoscere le radici ti aiuta a
capire meglio chi hai di fronte.
Il mio business è strettamente correlato a internet, ho iniziato con il
marketing digitale e la vendita online, ma non voglio anticiparti nulla,
partiamo dall’inizio.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Gli inizi. Io, un imprenditore qualunque.

Nelle prossime pagine troverai la mia storia, prima però voglio spiegarti il
significato del titolo che ho scelto per questo e-book.
Mi chiamo Giuseppe Santonastese e sono riuscito a diventare un
imprenditore a soli ventisette anni, mi sono avvicinato al mondo del
digitale in maniera curiosa e scettica, in ogni caso sappi che se ci sono
riuscito io, puoi farcela anche tu.
Oggi sono a capo di un’azienda che fattura quasi un milione di euro.
Ecco perché ho scelto di condividere il mio cammino, raggiungere i propri
obiettivi, realizzare i propri sogni non è mai facile, ma è possibile, servono
tenacia e voglia di fare.
Raccontare la mia storia serve a me per fissare i punti fermi di questo
percorso e a te per aiutarti a realizzare il tuo di sogno nel cassetto.
Io sono orgoglioso della mia crescita, ho racchiuso in questo racconto i
punti focali di come realizzare un’impresa da zero.
Se hai creatività, fantasia e scegli di investire le tue risorse, seppur
minime, nel mondo digitale hai la possibilità di confrontarti con un sistema
democratico e ricco di stimoli, un tempo non era così. Questo mondo è in
continua evoluzione.
Oggi opero nel settore dei carrelli elevatori, tra i servizi offerti oltre alla
vendita tratto noleggio, assistenza, e manutenzione programmata.
Sin da bambino ho una passione per il mondo del marketing e del web,
sfogliavo e leggevo le riviste di marketing, del resto non possedendo un
computer, non potevo fare altro.
Grazie a questa mia predisposizione sono riuscito a portare il mio business
a livelli elevati, oggi siamo tra le aziende maggiormente note a livello
nazionale nel settore dei piccoli macchinari per il sollevamento, il tutto è
anche merito di internet, ma non è sempre stato cosi.
Ho trentasette anni, se mi guardo indietro, mi rendo conto di aver passato
molto tempo studiando da autodidatta, leggevo, m’informavo mettevo in
pratica o almeno ci provavo, insomma, oggi posso dire di essere
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

orgoglioso di me perché mi sono “fatto da solo”. Sono quello che sono e


devo dire grazie solo a me, questo per me è già un ottimo traguardo, a
detta di molti sono una persona umile e curiosa, non mi considero uno
scrittore e questo e-book non ha lo scopo di affascinarti con acrobazie
letterarie, vuole comunicare sostanza e fatti concreti.
Ricordo che, da ragazzo, la sera dopo il lavoro m’informavo leggendo
libri, non aveva importanza se la giornata lavorativa era stata pesante, ero
stanco, ma non mollavo, la voglia d’affermarmi era troppo forte, io sono
fatto così, quando mi pongo un obiettivo, devo raggiungerlo, leggevo,
scrivevo, e nel frattempo mi facevo una cultura nel mondo digitale, era
tutto nuovo, non ne sapevo nulla.
Capisco le difficoltà di chi si avvicina al mondo di internet per la prima
volta, riesco a comprenderne le difficoltà perché io per primo ci sono
passato, non sono nato con il computer in mano.
Appartengo alla generazione del “partita al pallone per strada”, tra i fastidi
maggiori che condivido con chi come me, non è nato con il computer tra le
mani, ritrovo il fastidio agli occhi, nonostante questo non ho mai mollato,
la tenacia è un’altra caratteristica che mi contraddistingue.
L’evoluzione tecnologica ha risolto questo problema, la maggior parte
degli schermi sono ad alta risoluzione, riducendo al minimo il fastidio per
chi come me soffre d’ipersensibilità visiva, insomma, non ci sono scuse.
Come ho iniziato?
Tutto ha inizio con ebay, circa dieci, quindici anni fa, sono in pochi a non
conoscere questo sistema di vendita e acquisto oggi, ma non è sempre stato
così.
Ebay è uno dei maggiori marketplace per quanto riguarda la vendita di
materiale nuovo e usato e oggi forse possiamo dire che si trova al secondo
posto dopo amazon ma anni fa ebay aveva il dominio incontrastato nel
settore dell’e-commerce, oltre al detenere il dominio era stato il primo a
creare un nuovo tipo di vendita: l’asta online.
In Italia riscosse un boom poiché si trattava di un’assoluta novità, tramite
questo portale si poteva vendere qualunque cosa, curioso come sono, non
potevo esimermi dal testare con le mie mai il meccanismo, mi misi
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

all’opera e presi una scatola e ci misi dentro un po’ di oggetti che


consideravo cianfrusaglie elettroniche, e li misi all’asta per vedere cosa
sarebbe successo.
Quello che accadde fu che un signore dalla Sicilia comprò questa scatola
per 30 euro, e mi lascio pure un feedback positivo. Rimasi sorpreso
dall’esito dell’asta e concentrai le mie attenzioni verso questo
meccanismo, approfondendo il sistema scoprì che in America stavano
nascendo negozi reali, in questo “store” gli addetti alla vendita aiutavano
le persone che non sapevano utilizzare il computer a vendere le proprie
cose sul marketplace trattenendone una percentuale, si trattava di una sorta
di mercatino dell’usato che come vetrina invece di avere il proprio
negozietto fisico in un determinato luogo aveva ”il mondo intero”.
Rimasi affascinato da questa cosa incredibile e volli provare a fare la
stessa cosa in Italia, iniziai a informarmi sul come poter sviluppare questo
progetto, all’epoca avevo poco più di vent’anni, tanti sogni nel cassetto ma
poca (anzi diciamo pochissima) sostanza.
Giuseppe l’operaio magazziniere diventerà il primo che in Italia e bla bla
bla, era questa la frase che mi ripetevo e che mi auto convinceva a
provarci, del resto non avevo nessuna conoscenza di cosa potesse
significare lavorare in proprio o avviare un’impresa.
Raccolsi tutte le informazioni necessarie per aprire un’attività in Italia,
Partita Iva, comunicazioni varie ed eventuali a Enti e Agenzia delle
Entrate, mi creai il mio personalissimo business plan, inserendo gli
adempimenti fiscali principali, mi rivolsi a un consulente commercialista e
pianificai il tutto.
Ero pronto, ora dovevo mettermi all’opera, apro il mio account su Ebay,
inizio a vendere tutto ciò che io considero “cianfrusaglie”, stampo
volantini che distribuisco tra i conoscenti, la gente inizia a interessarsi ed
io raggiungo il successo, vendendo per conto loro.
Ricordo che mi ritrovai a vendere oggetti tra i più disparati, dalle
attrezzature dell’attività oramai obsolete a borse usate, riscontrai un
discreto successo, vendetti prodotti davvero incredibili, una cucina
industriale enorme in acciaio inox, una macchina elettrica, un forno per
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

cuocere la ceramica, e alcune di questi oggetti furono spedite in America,


oggi è una consuetudine, ma all’epoca era davvero un qualcosa di
eccezionale, in ogni caso lo era sicuramente per me!
Mi convinsi di aver trovato la mia dimensione, mi resi conto che sì, ero
sulla buona strada, anche se potevo e dovevo crescere, migliorarmi.
Hai presente quando dentro di te senti quella vocina che si pone domande
e crea paragoni fra te e il mondo? Senti nel tuo profondo che quella vocina
ha ragione, che tu meriti di più, che la vita in quel momento è ingiusta, che
devi fare qualcosa per cambiare la situazione...
Capita a tutti, prima o poi, di essere in questa situazione, ti trovi di fronte
ad un'opportunità e devi scegliere o ci provi e insisti o desisti. Esistono due
categorie di persone quelle che si piangono addosso e quelle che come me
prima ci provano ed eventualmente falliscono, però hanno la
consapevolezza di aver rischiato, perché forza, diciamolo, non può andar
sempre e solo male.
Io, all'epoca vivevo in questo stato, la mattina mi svegliavo, andavo al
lavoro, ma dentro di me un tarlo sempre più insistente mi diceva:
"provaci! Impegnati!"
Presi la decisione e ci provai, non fu semplice, tutti mi consideravano un
folle non c'era nessuno che credeva in me, quest’avventura era paragonata
a un qualcosa di fuori dal normale, non ero un eroe, ero solo un pazzo, mi
sembrava di vivere una situazione surreale, finché ne parlavo e non agivo
tutti mi davano man forte, poi quando mi convinsi di provarci ecco che
chiunque mi conoscesse smise di credere in me! Non mi capacitavo delle
reazioni, ma fu un motivo in più per non deludere le aspettative di chi mi
stava vicino.
Aprii la partita Iva, feci tutto per bene, passo passo, andai in banca e chiesi
un finanziamento, ero uno spiantato del resto, ancora oggi, quando mi
capita di ripensare agli inizi ricordo le parole che mi disse l'impiegato della
banca alla quale mi rivolsi:
"guarda la tua idea è geniale, magari tra dieci anni diventi miliardario,
ma sei troppo giovane e loro non riescono a capirla, quindi nonostante
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

tutto non ti danno un centesimo, nemmeno se gli artigiani ti fanno da


garante."
Partii da un negozio, piccolo modesto, ma senza un aiuto economico non
ebbi il dovuto successo, abbandonai l'idea per un periodo.
Se devo trovare una giustificazione a questo mio fallimento, dico che
l’attività non ha funzionato perché io non ero pronto, non avevo le
conoscenze necessarie, non avevo l’approccio adatto, insomma, non avevo
in quel momento le capacità necessarie per avviare un’attività sotto tutti gli
aspetti, dall'economico al profilo mentale.
Questa è stata la mia prima esperienza, mi ha aiutato a crescere e mi ha
reso consapevole di cosa NON dovevo fare. Non fu semplice superare quel
periodo, ci misi quasi cinque anni per sistemare tutto, ma non mi arresi.
Scelsi di ripagare i miei sbagli vendendo esclusivamente on line nel tempo
perso e tornai a fare il magazziniere.
Ovviamente non ero l'unico in Italia ad aver scoperto questa "gallina dalle
uova d'ora", circa sei mesi dopo a Milano, nacque il primo punto fisico di
un’attività che si chiamava "Venduto" e che vendeva materiale sul sito
conto terzi, tra l’altro ne aveva parlato anche una rivista nota come
Milionarie e via dicendo.
Non smisi mai di studiare e informarmi, trovai un'altra idea e mi misi
all'opera, era il periodo in cui i blog iniziavano, ad aver successo, una sorta
di diario personale online, generavano molto traffico, la gente era attratta
da questa novità, così aprii il mio primo blog.
Mi dedicai alla recensione di prodotti, questo impegno mi permetteva di
tener viva la mia speranza di diventare un giorno un imprenditore, di dar
sfogo alla mia vena artistica che sempre più spesso tornava a far capolino
nel cassetto dei sogni.
Il mio primo blog era incentrato sul gossip, erano chiacchiere da bar, era
l'argomento del momento, del resto seppur esperto di marketing, non
avessi alcun tipo di esperienze, le mie conoscenze erano quasi
esclusivamente teoriche, ecco perché scelsi quest’argomento, era semplice
e ricco d’innumerevoli spunti.
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

L'impegno mi ripagò, arrivai a ottenere quasi mille visite al giorno in poco


più di sette mesi per me era un traguardo incredibile, ancora una volta
credevo di essere nella giusta direzione, la perseveranza mi stava
ripagando.
Nello stesso periodo stava per nascere il fenomeno di AdSense, oggi è un
sistema ben collaudato di pubblicità, ma all'epoca erano in pochi a
conoscerlo e capirne i meccanismi.
Questo sistema permette a editori, blogger, a ogni soggetto della rete con
un seguito di inserire all’interno della propria pagina spazi pubblicitari che
sono pagati in sostanza dagli inserzionisti.
Mi accodai alla corrente e inserì all’interno del mio blog alcune inserzioni,
insomma stavo monetizzando il mio blog, erano poche lire, ma tanto basta
per gonfiare il mio ego, ancora una volta la perseveranza mi stava
premiando; con i guadagni mi toglievo gli sfizi, non ci potevo campare, ma
era qualcosa.
Non smetto di documentarmi e seguendo persone che ne sanno più di me,
riesco a capire come strutturare il mio blog (nel frattempo ne avevo aperti
altri relativi ad altri argomenti) così da aumentare la monetizzazione.
Credevo di sapere tutto, ma non ho messo in conto gli algoritmi di Google,
ho notato un’impennata delle entrate, ma al tempo stesso Google mi
vietava di pubblicare altri annunci.
Questa fu un’altra delusione, ma non mi arresi, ancora una volta sapevo in
cuor mio di non dover arrendermi, potevo arrivare al mio sogno, nel
frattempo continuavo a essere un magazziniere in maniera saltuaria, fu un
periodo difficile, mi sentivo frustrato.
Finii in un magazzino di spedizionieri, il clima non era per niente teso e
rilassato, anzi, ricordo che ebbi molteplici diverbi con il capo reparto
perché non ero abbastanza rapido nelle consegne, non stavo bene, volevo
abbandonare tutti i miei progetti da imprenditore, del resto se non riuscivo
ad avere un lavoro costante come potevo pensare di diventare un
imprenditore stimato?
Decisi di vendere il mio primo blog, quello che parlava di gossip, cercai un
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

portale dedicato e lo trovai in alverde.net, lo cedetti per non più di 250.00


lire, fu una delusione, ma non potevo fare altrimenti. Ero di nuovo punto e
a capo.
Ora che avevo capito che il mondo digitale era il futuro mi buttai a
capofitto in una nuova avventura, decisi di aprire un canale su Youtube
perché in quel periodo questa piattaforma era molto usata, non era ancora
scoppiato il boom di Facebook e di Twitter, i social erano ancora sola
immaginazione, non esistevano le versioni in italiano, e per chi come me
masticava poco le lingue straniere, erano inaccessibili. Youtube essendo
l'unico social del tempo era un qualcosa di magico, mi posi come obiettivo
quello di arrivare sull’home page, in un attimo mi accorsi che ce la potevo
fare, oggi Youtube è la piattaforma per eccellenza per chi cerca un tutorial,
con il tempo si è evoluto raggiungendo, grazie agli utenti gli argomenti più
disparati.
Io mi concentrai sulle tecniche di comunicazione, sulla programmazione
neurolinguistica, e sul miglioramento personale, insomma, mi resi conto
che dovevo imparare a relazionarmi superando quel bug mentale che
vivevo come ostacolo, anche nella vita reale, del resto, se sono quello che
sono lo devo solo a me stesso, non mi sono affidato a nessun guru che
promettesse mari e monti spillando fior fior di soldi, io ho studialo, letto e
provato a mettere in pratica.
Inizio a condividere i miei primi video, arrivando ad avere tra le sette e
novemila visualizzazioni, con circa cinquemila iscritti, insomma ancora
una volta stavo raggiungendo un successo, all'epoca non era disponibile
AdSense o forme simili, non si poteva monetizzare con Youtube.
Riesco a curare il mio canale Youtube e questo, di ritorno mi dà non poche
soddisfazioni fino a quando dei troll (all’epoca non si chiamavano ancora
così) iniziano a inviarmi critiche feroci, mi rendo conto di non essere
ancora pronto per accettare le critiche, vedere i miei video derisi nella rete,
m’infastidisce, così mi areno e termino anche quest’avventura.
Il mio spirito ottimista non mi permette di arrendermi, una flebile speranza
resta accesa in me, con il senno del poi dico che:
“ Sulla via del fallimento si incontra la vera formazione!”
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Perché ho scelto di condividere con te queste avventure? Non sono andate


a buon fine, non hanno portato a nessun successo, a cosa possono servire?
A tanto. Ogni avventura è stata una lezione, ogni volta che cadevo
imparavo qualcosa, mi rialzavo e non commettevo gli stessi errori, ne
commettevo altri, è vero, ma vivere queste esperienze mi ha insegnato che
il primo passo per arrivare al successo è PROVARCI.
La specializzazione in un settore, qualunque esso sia, si ottiene se si ha
costanza e continuando a raccogliere informazioni e assimilare nozioni,
non sarà sempre rose e fiori, capiteranno i momenti in cui penserai “ma chi
me l’ha fatto fare? Sono a un punto morto!” sarà in questi momenti che
dovrai trovare un nuovo stimolo, e lo potrai trovare solo continuando a
studiare l’argomento che hai scelto.
Oggi posso dire di conoscere abbastanza bene gli strumenti del web, ed è
grazie anche alle mie esperienze se posso asserire questa cosa. Ho
acquisito una capacità linguistica che mi permette d’interfacciarmi con i
miei clienti, guardandomi indietro mi accorgo che la mia capacità nel
mondo del marketing sono migliorate notevolmente, ho imparato ad
applicare la comunicazione persuasiva, insomma, ho scoperto una serie di
regole del web e di teorie che se non avessi “fallito” non avrei imparato.
Torniamo alla mia storia… Triste e demoralizzato decido di staccarmi da
questo sogno per un tempo determinato, a malincuore abbandono il web,
non perdo la speranza di poter stravolgere un giorno la mia vita, ma scelgo
di posticipare il momento, anche perché non saprei cosa fare, mi sembra di
averle provate tutte e di aver inesorabilmente fallito.
E’ in questo periodo che trovo sfogo nella lettura, abbandono il web e mi
dedico alla lettura di libri cartacei, diventando un avido lettore, non ho un
genere preferito, leggo di tutto, inizio a pensare che se un libro mi attrae è
perché ha qualcosa da darmi.
Riempio ogni momento libero con la lettura e mi cimento nella scrittura di
qualche breve racconto, del resto la lettura incrementa il vocabolario e
scatena la fantasia, ecco perché anch’io scelgo di mettermi alla prova, di
nuovo.
Per mantenermi continuo a fare lavori temporanei che mi permettono di
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

arrivare alla fine del mese, tra questi uno mi ha segnato particolarmente,
ho lavorato in un call center.
Vedere l’avidità dei miei colleghi mi ha lasciato esterrefatto, del resto i call
center funzionano così, più contratti si stipulano più provvigioni
s’incassano, certo, non tutti sono così, ma quello in cui sono finito io sì!
Non sono mai stato un arrivista, ho sempre pensato che la costanza premia,
che per arrivare a un risultato soddisfacente non si devono prendere
scorciatoie; non ero a mio agio, non ottenevo risultati perché tendevo ad
avvantaggiare il lato umano di chi all’altro capo del telefono
pazientemente mi ascoltava, finché abbandonai il lavoro.
Mi sento sconsolato, inizio a credere che forse la soluzione stia nell’uscire
dall’Italia, ma questa restò solo un’idea, non la misi in pratica.
Tornai a cercare lavoro restando però nel settore che conoscevo, il
magazziniere, cambiai alcune ditte, lavorando per una cooperativa
funziona così, non sei fisso in un posto ma essendo lavoro interinale è in
continuo movimento.
Ecco che inizio a conoscere diverse realtà passo da tintorie e tessiture con
la mansione di mulettista, questo lavoro nonostante non promettesse grandi
svolte mi piaceva, ero io e il mio muletto, sfrecciando a destra e sinistra
con il mio mezzo facendo lo slalom tra i macchinari, ottengo soddisfazioni
perché è un lavoro che non m’impegna e sono anche abbastanza abile
nell’utilizzo del mezzo che imparo a conoscere a fondo.
La mia capacità si affina sempre di più finché non ricevo la chiamata da
parte della cooperativa per un nuovo lavoro, dovrò svolgere la mia
mansione in un’azienda in fase di apertura a Busto Arsizio, cuore del
varesotto. Faccio il primo colloquio e do un’ottima impressione, scelgono
me e firmo il contratto.
La filiale in cui lavoro fa capo a un’azienda storica che commercia
transpallet, carrelli elevatori e rimorchi, attrezzature mirate e specifiche
per i magazzini e per la logistica di magazzino.
Inizio a fare il magazziniere all’interno di questa struttura, sono felicissimo
perché mi sono date responsabilità, sono io a dover gestire il tutto, mi
ritrovo a dover sballare la merce, controllarla, impacchettarla, organizzare
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

le spedizioni e spedire questi macchinari. E’ dura, il lavoro è piuttosto


pesante, considera che un transpallet da solo pesa 70 kg ed è tra gli articoli
più piccoli.
Molti amici mi chiedevano come facevo a essere così in forma, quale
programma dimagrante stessi seguendo ed io rispondevo semplicemente
“lavoro!”, ero felice perché avevo un mestiere che mi dava responsabilità e
appagamento.
Con il passare del tempo inizio a impratichirmi e riesco a velocizzare il
mio compito, ricordo che avevo imparato a memoria la maggior parte dei
codici e delle posizioni, mi ero fatto l’occhio e riconoscevo le quantità, i
prodotti, le posizioni, le caratteristiche tecniche, insomma, imparo davvero
nel dettaglio quasi tutto sulle caratteristiche dei carrelli.
Purtroppo come spesso accade nelle aziende, non si crea un clima teso e
rilassato, tra il personale del magazzino e l’amministrazione sorgono
alcuni problemi che sfociano in screzi, a loro discolpa c’è da dire che io
non sono molto affabile, ho un carattere introverso, difficilmente cerco il
confronto, generalmente nasce un contrasto, certo, anche loro però,
considerando che ero solo in magazzino avrebbero potuto cercare di
venirmi incontro, ma ormai è passato. A questi problemi relazionali si è
aggiunta la difficoltà nella gestione del programma di smistamento merce
che era una novità assoluta per tutti, si doveva per forza di cose procedere
per tentativi, e spesso questi non andavano a buon fine.
Finché quella speranza di cambiar vita non torna a fare capolino nella mia
mente, e con essa la voglia di intraprendere (di nuovo) un cammino nel
web.
Come nelle precedenti avventure scelgo di non appoggiarmi a un portale
che serve il pacchetto completo, non voglio spendere somme eccessive e
preferisco rischiare, sviluppo tramite un programma che si chiama
Frontpage un sito in html e inizio a caricare alcuni prodotti, acquisto un
dominio mettendo in pratica le conoscenze acquisite con il tempo ponendo
maggior interesse nel SEO (search engine optimization) e nella ricerca
delle parole chiave, insomma, m’impegno.
Nell’arco di cinque sei mesi riesco ad ottenere un buon posizionamento
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

nelle pagine, è a questo punto che decido di rendere pubblico questo mio
lavoro, ne parlo con il mio titolare, del resto è un’ottima occasione per
incrementare le vendite.
Ricordo che spinto dall’entusiasmo un giorno, entrai in ufficio e mi diressi
verso la postazione del capo dicendo: “Ho creato il sito che cambierà il
settore dei carrelli elevatori”.
Venni deriso, nessuno credeva a ciò che stavo dicendo, i fatti remarono a
mio favore il sito iniziò a raccogliere gli ordini, le persone iniziarono a
interagire, mi chiedevano informazioni, preventivi, insomma, era un’altra
possibilità di vendere. Avevo iniziato senza grandi speranze, ma sembrava
che ci stessi riuscendo, continuavo a fare il magazziniere di giorno e la
sera mi dedicavo a questo lavoro che all’epoca era solo un hobby, non
avevo la partita Iva così proposi al mio capo di ricevere un supplemento e
di incrementare il mio lavoro con quest’attività, rimase atterrito, ma anche
lui come me vedeva lontano, usava già internet per fare della pubblicità
però non si era mai spinto a tanto.
Iniziai ad attirare le antipatie dei commerciali, io un semplice
magazziniere stavo incrementando le vendite di un’azienda intera, iniziò
ad attirare gli interessi del capo che mi vede come una persona capace del
commerciale, per un periodo va tutto bene, io faccio il magazziniere e nel
frattempo mi occupo delle vendite on line, anche il mio conto in banca
ringrazia.
Dopo circa quattro anni l’azienda cessa l'attività, per una serie di
problematiche interne che nulla avevano a che vedere con il mio ruolo,
l’azienda chiude i battenti ed io mi trovo a un bivio, o riparto da zero e mi
cerco una nuova azienda che mi assuma, oppure apro la partita Iva,
l’azienda ha dei problemi di liquidità e non può permettersi dipendenti
diretti.
Per me ritorna l'incubo del fallimento personale, ricomincio a pensare che
forse sono nato nel posto sbagliato, mi trovo a fare i conti con i mostri del
passato, ho paura e mi sento sfiduciato nei confronti di questa nazione, non
considero l’Italia il posto giusto per fare impresa, o almeno, il tipo
d'azienda che nei miei sogni vive florida.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Ricordo che per molti giorni mi chiudevo in casa a riflettere, a connettermi


con la mia parte più profonda per avere un’ispirazione sulla cosa giusta da
fare. Non consideravo la vicenda come un fatto positivo, anzi avevo
l’impressione che per l’ennesima volta la vita mi avesse dato una mazzata.
Purtroppo però non avevo altre scelte.
Apro la Partita Iva, e scelgo un nome profetico per la mia azienda, la
seconda: "Granata group", a differenza della scorsa volta, non sono molto
felice della decisione presa, mi convinco che forse in Italia solo i pazzi e i
ricchi si mettono in proprio, ovviamente rientro nella prima categoria. Il
commercio prende piede ed io inizio a fatturare, vedo gli utili! Certo, la
paura resta fedele al mio fianco, ma lentamente acquisto sicurezza, devo
riassettare tutti i meccanismi, organizzare al meglio, non è un hobby, sto
giocando pesante, questa è la mia vita, non ho le spalle coperte da un
lavoro dipendente, con ciò che guadagno devo vivere, pagare le bollette,
insomma sto rischiando.
La perseveranza mi ripaga, inizio a comprare siti internet incrementando il
mio giro d'affari, tra i domini acquisiti ci
sono: carrellificio.it e www.transpalletitalia.com, li posiziono e il lavoro
aumenta di pari passo ai profitti. I miei concorrenti iniziano a conoscermi,
non sono più il ragazzino con mille sogni e poca sostanza, mi sto facendo
un nome finché non creo un grande network di siti per la logistica
industriale.
Con i nuovi domini decido di mettere in pratica le competenze acquisite,
parto con il fare anche uno studio del logo, in seguito mi concentro sul
naming e applico una strategia marketing curando la comunicazione, tutto
questo lo faccio da solo, non mi appoggio a nessun professionista, del resto
gli anni passati sui libri e navigando in rete mi hanno insegnato qualcosa,
spesso in rete si sente parlare di ottimizzazione ma molti dei dettagli cui si
da enfasi in realtà sono insignificanti e incidono pochissimo sul processo
di vendita reale.
Il sito si trasforma in un e-commerce e le vendite raggiungono livelli
esponenziali. Scelgo di iniziare a "correre da solo" non voglio arricchire
qualcun altro, preferisco provare a crescere da solo, mi allontano
dall'azienda e inizio a lavorare da casa.
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Tra una vendita e l'altra seguo un corso d'inglese, mi rendo conto che non
conoscerlo rischia di troncarmi alcune possibilità, Ai miei tempi a scuola si
studiava il francese, per sviluppare l’attività al massimo e interagire anche
con il mercato estero ed europeo dovevo conoscere anche l’inglese, quindi
utilizzando un'applicazione per smartphone faccio esercizi e imparo
l’inglese, almeno il necessario per permettermi di poter comunicare con
possibili acquirenti esteri raggiungendo un fornitore del nord Europa, che
tutt'oggi è tra i principali.
Nonostante le soddisfazioni siano importanti, sento che lavorare da casa
non fa per me, non mi completa, sono sempre stato e purtroppo lo sono
ancora una persona che da peso a ciò che gli vien detto da chi lo circonda e
sentirsi dire: “Sì però lavorare da casa che lavoro è?”.
Avevo bisogno di dimostrare ancora una volta a me stesso in primis e al
mondo circostante che ci stavo riuscendo, la molla che mi permise di
cambiare strada fu il rendermi conto che ero solo, avevo a che fare con
tantissime persone ma questa cosa non mi completava, insomma, lo
schermo del pc che tanto avevo amato mi stava schermando da tutto. Il
fato ci mise del suo, e qualche tempo dopo fui contattato da un’azienda
importante operante nel settore dei carrelli elevatori, mi fissarono un
colloquio, era arrivata la svolta.
Il primo contatto mi lasciò basito, ricordo che mi dissero “vieni da me,
raccontami cosa è successo, fammi capire meglio”, raccontai tutta la storia,
chi ero, da dove arrivavo, perché ero passato da dipendente a imprenditore
contro voglia, insomma, cercai di scoprirmi, mi proposero di sviluppare
questa idea in società.
Il periodo successivo fu di transizione, appuntamenti e telefonate erano
all’ordine del giorno, le idee si accumunavano, passò quasi un anno finché
non costituimmo una società, tutt’ora attiva che si chiama
tutto logistica.it srl, ad oggi detiene ancora il podio tra le aziende italiane
che vendono carrelli elevatori in Italia.
Abbiamo anche un magazzino reale, se vuoi, puoi venire a trovarci!
Quella che ho raccontato è la mia esperienza di vita, la storia di un
imprenditore partito da zero, dal nulla, ho investito dieci euro di budget e
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

ho creato un sito internet, l’ho ottimizzato posizionandolo secondo le


rigide regole del SEO, tutto questo l’ho imparato seguendo la mia passione
e studiando.
Oggi se mi senti dire che “ sono dove sono perché so quello che faccio” è
perché ho fatto tesoro dei miei fallimenti, ho capito cosa e dove stavo
sbagliando, ho focalizzato l’attenzione migliorando il marketing, nello
sviluppo e nel posizionamento delle parole chiave perché è veramente
importante posizionarsi nel modo giusto. Ho cercato di strutturare i siti
internet che oggi gestisco in maniera gerarchica,
infatti tuttologistica.it occupa una categoria estremamente ampia e
generica nella logistica mentretranspalletitalia.com, che è il primo sito
creato, incentrato sui transpallet mentre carrelificio.it specifico sui carrelli,
sono come delle sottocategorie facilmente individuabili e rimangono
impressi.
Nel mio percorso mi sono fatto tanti nemici, ero visto come un elemento
fastidioso, quello che voleva sostituire la figura umana con il pc, ma in
realtà non era così, ho avuto un’intuizione innovativa e ho fatto di tutto per
metterla in atto.
Questa più che una storia dovrebbe essere la mia biografia, ti ho raccontato
ciò che è successo. È avvenuto e continua ad avvenire, può essere fatto ma,
non è una cosa facile, il rischio c’è, cosi come in qualsiasi altra attività, e
bisogna sputare lacrime e sangue. Io lavoro la mattina, lavoro la sera,
lavoro il sabato. Quando era necessario, lavoravo anche la notte, non ci si
ferma mai.
Certo, ho alcuni rimpianti, il fatto di vivere e appartenere a una nazione
che non aiuta i giovani imprenditori non è un incentivo a intraprendere la
mia strada, ma ottenere risultati e dimostrare a tutti che la tenacia ripaga, è
veramente una bella sensazione.
Non voglio comunque chiudere questo discorso cosi semplicemente, con
questa storia voglio anche darti qualche tecnica in più per poterti aiutare a
utilizzare e massimizzare il tuo lavoro, se hai intenzione comunque di
portarlo sul web, oppure se hai intenzione di svilupparne uno nuovo.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Vendere con i social network.


Oggi giorno aprire un sito di e-commerce è molto facile poiché esistono
portali che ti aiutano passo passo, questo fattore ha degli sviluppi positivi
perché ottimizza il tempo, ma nello stesso momento è anche un fattore
negativo perché ti lascia nell’ignoranza poiché non ti permette di capire il
meccanismo, certo se vuoi, puoi approfondire, ma se non è questo il tuo
obiettivo primario, puoi tranquillamente andare su di un sito come Aruba e
acquistare un dominio, così avrai già il sito pronto.
Puoi anche decidere di non aprirti un sito, ma di appoggiarti ad altri portali
come Amazon o Ebay e vendere. È talmente facile che, com’è ovvio che
sia, la concorrenza è cresciuta a dismisura e per vendere oggi è necessario
avere dei budget importanti. Tutto qui, bisogna seguire l’onda del
cambiamento, per differenziarti puoi utilizzare strumenti atti a targhettizare
il tuo prodotto.
Come ti ho raccontato all’inizio della storia, prima non esisteva Facebook,
invece adesso c’è. Non esisteva Twitter o Instagram Ora esistono i social
network che hanno creato questa sorta d’internet parallelo e che possono in
qualche modo abbattere il muro del budget pubblicitario grazie
all’influenza. Se sei una persona in grado di relazionarti, di generare
legami, contenuti anche virali che si diffondono rapidamente, allora tutta
questa forza popolare è in grado di sostituirsi al budget pubblicitario. Qui
ritorna l’importanza della capacità di generare un corretto marketing delle
precise linee creative con cui poter far esplodere il proprio lavoro. Ci sono
dei pro e dei contro, quindi se adesso vuoi sviluppare e spingere la tua
attività sul web, non puoi fare a meno di utilizzare Facebook per
fidelizzare la clientela, così come non puoi rinunciare ad altri strumenti.
Nello specifico Facebook (e qui dovrebbe esserci un libro dedicato proprio
a quest’argomento) ti permette di creare delle pagine pubblicitarie che si
possono aprire con un semplice click, e dal pannello di amministrazione è
possibile vedere e avere determinate informazioni sul numero di
condivisioni, di visualizzazioni, e altri dati importanti per la tua attività. Ti
basta pensare che prima con un sito internet per avere queste informazioni
bisognava utilizzare strumenti ben più complessi, che bisognava
conoscere, questo è solo un esempio delle semplificazioni apportate dai
social.
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Tieni presente che in America Facebook permette alle pagine di vendere


tramite e-commerce, è integrato con la piattaforma, e dicono che molto
presto, già da quest’anno, questo potrà avvenire anche in Italia, non serve
avere un sito internet, molto probabilmente tante aziende potranno vendere
direttamente dalla pagina di Facebook.
Che tu abbia un sito, un’azienda, un negozietto o qualcosa già avviato, lo
strumento è facilmente utilizzabile ed è gratuito, va da sé che la
potenzialità dello strumento è legata al budget di utilizzo, se lo utilizzi in
maniera gratuita, potrai comunque raggiungere un determinato numero di
persone, mentre se investi un piccolo budget pubblicitario, con ad esempio
le campagne su Facebook, puoi sicuramente espandere notevolmente la tua
attività. Stesso discorso vale per gli altri social network.
Twitter può essere utilizzato soprattutto per intavolare una conversazione
più veloce, infatti, è usato dai media, come le radio, e le televisioni.
Oppure Instagram che sotto il profilo visivo fa la differenza. Se lavori in
un’azienda, oppure aspiri ad avviare un’attività che si occupa di design,
fotografia, moda, e tutto quello ciò che riguarda l’immagine sicuramente
questo è lo strumento migliore, non per forza devi investire su tutti gli
utenti, e sufficiente puntare su uno in maniera decisa e gli altri tenerli di
contorno.
Questi social network richiedono una cura vicina al maniacale, dei
contenuti specifici, non vanno trattati come un qualunque sito internet o un
qualunque altro strumento. Sono come piazze virtuali e in ogni piazza c’è
gente diversa con età diverse, con target diversi che richiedono e hanno
interessi ed esigenze differenti, puoi pubblicare magari contenuti
regolarmente inserendo immagini di qualità e non rubate o prelevate in
giro, dovrai scrivere utilizzando delle forme interessanti e coinvolgenti di
linguaggio e rispondere alle domande che ti verranno poste dagli utenti che
sceglieranno di interagire con te.
È inutile dire che, il massimo vantaggio, che puoi trarre da questi strumenti
viene messo in atto se tu sei un venditore diretto, produci direttamente
quello che proponi, può essere qualsiasi tipo di articolo, libri, fotografie,
vestiti. Ho un’amica che produce vestiti e ha iniziato a vendere la sua linea
di moda firmata, oppure puoi vendere carrelli elevatori, io posso fornirti un
sito internet completo se questo ti può interessare, posso essere il tuo unico
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

fornitore, ti devi occupare soltanto della pubblicità e di vendere i prodotti,


se questa cosa t’interessa, ti autorizzo anche a contattarmi in maniera
diretta e a far riferimento a questo libro, ne parleremo insomma.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Vendere con i video.


I video stanno riscuotendo successo soprattutto tra i giovanissimi,
utilizzare un linguaggio semplice e specifico aiuta l’utente a trovare una
soluzione, perché il video serve a questo, trovare una soluzione immediata.
Sentirai dire che i video sono il futuro immediato che presto
rivoluzioneranno il web perché sono più comodi, è meno impegnativo
ascoltare un video piuttosto che leggere un testo, un video riesce a
trasferire messaggi diretti in maniera più rapida, sicuramente sono un
qualcosa su cui investire per il futuro.
Ci sono già esperimenti creati da esperti nel settore che hanno avuto
risultati piuttosto interessanti, come ad esempio, Marco Montemagno, che
ha deciso di fare un video al giorno della lunghezza di un minuto ed ha
riscosso un successo notevole, tra l’altro se analizzi una sua diretta ti
accorgerai che un solo video viene visto da almeno mille persone.
Attraverso questo strumento ha saputo accentuare la sua abilità
comunicativa, dal mio punto di vista Montemagno è davvero dotato ed ha
una capacità comunicativa superiore alla media.
Ovviamente prima di buttarti a capofitto in quest’avventura devi fare
un’analisi realistica di quelle che sono le tue capacità, se non sai parlare
italiano, se hai un problema lessicale non buttarti nella mischia, affina le
tue arti e intervieni successivamente. E' vero che i video sono potenti ma è
anche vero che devi essere talentuoso e devi fare le cose nella maniera
giusta altrimenti rischi di fare dei danni. Sono innumerevoli i casi di
persone che sono riusciti a creare un business sul web nell’arco di alcuni
anni guadagnando notevoli somme di denaro. Io posso dire di aver assistito
a tutti questi avvenimenti e sento questi personaggi un po’ come parte di
me, perché crescendo, li ho vissuti uno per uno e me li ricordo, te li posso
narrare come se fosse una sorta di libro di storia del web, Youtube ha
creato le schede video con link diretto al prodotto di cui parli nel video,
quindi la direzione dovrebbe essere questa.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Gli esperti del web.


Tra i principali personaggi simbolo del web troviamo Robin Good,
gestisce ha un sito che si chiama masternewmedia.com e ha pubblicato un
libro che si intitola “Da Brend a Friend” che ti consiglio di leggere, lui
all’inizio, quando c’era il boom dei blog aveva pubblicato delle liste con
delle informazioni che riteneva utili, ha iniziato ad avere fin da subito un
seguito di persone interessate a ciò che scriveva, all’epoca non si
chiamavano ancora follone, è stato uno tra i primi ad inserire AdSense nei
suoi siti.
Oggi si è trasferito alle Azzorre e vive lì tranquillamente, ha anche fatto il
consulente per grandi aziende quali Mediaset, come vedi lui, c’è riuscito,
io lo seguo ed ho imparato molte cose.
Ci sono anche tanti youtuber che hanno ottenuto notorietà, ad esempio
conoscerai sicuramente Willwoosh con il suo Guglielmo Tell che è
diventato così noto con i suoi video tanto da lavorare a radio Deejay e ha
prodotto due film: uno di questi era “10 regole per farla innamorare”. Ha
iniziato da ragazzo, inizialmente faceva i video da casa e li interpretava,
faceva il buono e il cattivo da solo, però aveva quest’appiglio sulle ragazze
che gli ha dato notorietà.
Fai attenzione però, confondere lo strumento con la capacità personale,
queste persone di cui ti parlo hanno del talento, hanno una capacità
personale, questi esempi possono servirti per darti la forza, nel senso che
se hai una capacità hai molti modi per svilupparla.
Torniamo a noi, un altro personaggio che sicuramente conoscerai è
‘Clio make-up’ con le recensioni sul make-up, oppure “Daniele
doesn’t matter” uno youtuber che prima d’intraprendere quest’avventura
faceva il pubblicitario ed ha creato questo piccolo programmino su
Youtube arrivando a pubblicare libri con Mondadori.
Non posso parlare di tutti i punti di riferimento del web italiano ma voglio
fare una piccola lista con commento, credo che potrà aiutarti per
migliorarti:

• Giacomo Bruno della bruno editore, esperto in formazione e nella


www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

pubblicazione di ebook il suo sito è giacomobruno.it


• Robin Good esperto in nuovi media, il suo sito è masternewmedia.it
• Rudy Bandiera blogger e docente in
comunicazione rudybandiera.com Ha pubblicato il libro “Condivide et
impera”
• Riccardo Scandellari creativo e giornalista esperto in personal
branding Skande.com ha pubblicato il libro “ Fai di te stesso un Brand”
• Roberto RE trainer motivazionale robertore.com Ha pubblicato il libro”
Leader di te stesso”
• Piernicola Demaria formatore ed autore
motivazionale efficaciapersonale.com Ha pubblicato il libro “Efficacia
Personale”
• Andrea Giuliodori blogger motivazionale Efficacemente.com
• Italianindie.com per le sviluppo di business
• Sos wordpress per apprendere tutto sul csm sos-wp.it
• Davide Pozzi sul Webmarketing blog.tagliaerbe.com
• Giuseppe Santonastase tuttologistica.it ( beh , ci ho provato) ha
pubblicato il libro “Gli amori muoiono all’alba

Anche il settore della comicità prende spunto da Youtube, uno su tutti


Frank Matano (ma potrei farti tanti altri nomi) ha iniziato con sketch
comici che sono diventati virali, altri esempi, possono essere fatti in
nicchie specifiche, non per forza l’argomento dev’essere d’interesse
comune per avere successo, ricordo d’aver visto una ragazza che ama fare
l’uncinetto ed ha iniziato a fare dei video, nel giro di breve ha pubblicato
trecento video e il suo pubblico è cresciuto notevolmente, ha inserito degli
annunci di Adsense così da poter guadagnare una piccola cifra, in seguito
ha iniziato a indirizzare i suoi follower verso i suoi fornitori, dicendo dove
e che tipo di lana comprava, così da ottenere il doppio del beneficio,
avendo materiale gratuito.
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Siamo in un’epoca in cui le aziende devono essere visibili anche sul web,
diversamente è destinata alla chiusura, per sviluppare quest’attività di
vendita online o più in generale, per approcciarsi alla vendita è necessario
conoscere gli strumenti basilari e avere un budget pubblicitario,
supponiamo che tu abbia un budget seppur minimo, come lo puoi
utilizzare per ottimizzare la vendita?
In primis c’è Google Adwords, uno strumento che permette di inserire
degli annunci a pagamento, e di comparire tra i primi posti nei motori di
ricerca, quindi se hai provato qualche volta a cercare delle informazioni su
Google ti sarai reso conto che i primi quattro annunci che compaiono,
qualunque sia l’argomento, sono annunci che gli inserzionisti pagano per
aumentare la loro visibilità.
Noterai che ogni annuncio ha sotto la dicitura “Ann.” che lo distingue
dalla ricerca organica, google Adwords, infatti, permette di fare delle
pubblicità display, significa che alcuni soggetti utilizzano questo strumento
creando annunci, ad esempio persone che hanno un blog oppure un sito,
ricorda che puoi attivare delle campagne direttamente su Google come
motore di ricerca oppure appoggiandoti a siti partner.
Di recente Google ha incrementato il numero delle funzioni disponibili,
come ad esempio gli annunci a chiamata diretta, in cui puoi fare un
annuncio pubblicitario senza obbligare l’utente a passare da un sito
internet, ma facendo sì che appaia il tuo numero di telefono per
velocizzare il contatto, questo è molto utile considerando che spesso chi
naviga lo fa dallo smartphone.
Altri tipi di annunci sono focalizzati sullo shopping, generalmente pensati
soprattutto per i tablet, Google ha incrementato le funzioni disponibili, tra
le varie scelte puoi trovare Google shopping, sezione dedicata per i siti di
E-Commerce.
I colossi dello shopping, fiutato il mercato, si fanno una concorrenza
spietata, se da una parte Google tende ad avvantaggiare le inserzioni a
pagamento (nella parte destra dello schermo in fase di ricerca), Amazon
favorisce l’utilizzo del portale diffondendo newsletter e scelte d’acquisto
come banner.
Analizzando i due servizi noterai che mentre Google è più incentrato nella
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

diffusione di pubblicità, Amazon è strettamente correlato alla vendita, il


portale è, infatti, il più usato in Italia perché rispetta i tempi di consegna e
incoraggia gli acquisti consigliando l’utente.
Tu stesso puoi decidere di usare Amazon come punto di partenza, questo
portale ti dà la possibilità di inserire prodotti per la vendita, puoi altresì
avviare una campagna pubblicitaria per aumentare la visibilità del prodotto
e fargli scalare tante posizioni aumentando cosi la possibilità di vendita.
Amazon è il diretto concorrente di Ebay, quest’ultimo è gestito come se
fosse un negozio virtuale, puoi creare la tua “vetrina” e proporre i prodotti
destinati alla vendita, hai anche la facoltà di non procedere con la vendita
diretta, ma istituire un’asta, sarà il maggior offerente allo scadere del
tempo stabilito ad aggiudicarsi il prodotto.
Tra i social è Facebook a utilizzare il sistema dell’advertisement
esattamente come Google ti permette di creare un account e di inserire
campagne pubblicitarie.
A differenza di Google, qui puoi creare una campagna da zero per
pubblicizzare ad esempio il sito internet, oppure se hai già una pagina,
puoi sponsorizzarla, dovresti trovare l’opzione nella colonna di sinistra
“avvia promozione”:
Se scegli questa modalità, non devi neanche creare un annuncio, sarà
semplicemente il post che hai selezionato a diventare il tuo annuncio
iniziando così a circolare nel sistema e apparire ad altri utenti, noterai che
una volta iniziata la promozione troverai nella bacheca in alto a sinistra la
dicitura “sponsorizzato”, quest’operazione la puoi applicare a tutti i post,
finanze permettendo.
Se hai un’azienda e scegli di aumentare la visibilità utilizzando la rete,
ricorda che questi portali emettono regolari fatture, di conseguenza la
spesa che sostieni diventa un costo pubblicitario per la tua azienda.
In fase di pianificazione dei costi, con la mia esperienza, ho imparato che
la pubblicità è una sezione di vitale importanza, forse è la mia inclinazione
all’utilizzo del web che mi fa propendere per la corrente del commercio
che sostiene l’importanza della pubblicità, del resto anche un tale di nome
Ford diceva:
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

“chi smette di fare pubblicità per risparmiare è come se fermasse


l’orologio per fermare tempo.”
Un punto fermo dev’essere che una campagna pubblicitaria dev’essere
studiata e strutturata in base al prodotto e non vice versa, ricorda che è ciò
che vendi a essere il perno per un buon advertising, è altrettanto chiaro che
in base al tuo prodotto dovrai affidarti al portale più consono, individuare
la nicchia di clienti è il primo passo per non rendere vani tutti gli sforzi.
Se non sai da dove partire, prova a osservare e studiare un competitor,
vedendo come agisce sarà utile per comprendere come e dove intervenire.
Potrai dedurre che Google offre strumenti che, se utilizzati correttamente,
diventano indispensabili laddove un imprenditore necessiti di pubblicità on
line, è importante porre l’accento che conoscere il proprio prodotto a fondo
è di vitale importanza per utilizzare al meglio gli strumenti a disposizione,
ne consegue che un’attività di e-commerce o che comunque opera
prevalentemente in internet, ha più possibilità di crescita se si rivolge a una
determinata nicchia, quindi più è piccolo l'obiettivo, più è focalizzato, più
il risultato dovrebbe essere garantito, da non sottovalutare è il capitale da
investire, non avendo grandi cifre è indispensabile restringere il cerchio di
competenza, parti dal piccolo ed eventualmente quando introdurrai nuovi
prodotti e di conseguenza avrai un ritorno di capitale potrai allargare la tua
visuale.
Quello che devi fare essenzialmente è individuare la tua nicchia di
mercato, focalizzarti e spingere su quello, ti sarà molto utile utilizzare, ad
esempio, Google Keys planner, strumento gratuito, con il quale fare
un’analisi approfondita delle ricerche che vengono effettuate all’interno
del motore di ricerca, tra milioni e milioni di ricerche che vengono
effettuate, Google archivia queste informazioni ed è in grado di generare
dei report e trasferirti queste informazioni così da permetterti di capire a
chi rivolgerti, il passo successivo è come farlo.
Le informazioni che ti vengono fornite sono molteplici, potrai sapere
quante volte una singola parola viene cercata durante l’arco della giornata,
conoscere se ci sono delle parole affini, attinenti, quanto questo termine è
conteso dagli inserzionisti che vogliono farsi pubblicità, un altro strumento
utile è Google trend che ti mostra se questa parola è in ascesa o in discesa,
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

se sta affrontando una parabola ascendente o discendente, questo


strumento è davvero fantastico, anni fa esisteva la versione di Yahoo, il
motore di ricerca predecessore di Google, che forniva aiuti simili, ricordo
di averlo usato tantissime volte, oggi uso Google, è più avanzato ed
immediato.
Tutto questo per dirti che se vuoi puoi, devi imparare a utilizzare al meglio
gli strumenti di cui disponi, non devi affidarti completamente a loro ma
utilizzarli come contorno, prima di tutto è indispensabile partire con una
conoscenza, poi potrai applicare ciò che hai imparato.
Questo è basilare, ma per fare un'analisi di mercato risulta essenziale.
Altri strumenti altrettanto importanti utilizzabili gratuitamente sono
Google insearch consolle oppure Google webmaster in cui puoi segnalare i
tuoi siti internet e tramite un’altra analisi avrai tutta una serie
d’informazioni sullo stato di salute del sito internet, la velocità di
caricamento, se ci sono errori del motore di ricerca, se ci sono pagine più
cliccate e via dicendo.
Tutte informazioni che possono permetterti di ottimizzare il tuo sito
internet e renderlo performante agli occhi del motore di ricerca, ti ricordo
che sono tutti strumenti gratuiti.
A questo punto possiamo dire che sicuramente per quanto riguarda gli
strumenti sai già abbastanza, ora ricolleghiamoci al discorso dei siti web,
dei siti di e-commerce.
Se il tuo obiettivo è aprire un blog sicuramente il più valido, rinomato e
utilizzato è Wordpress, che è un CMS, termine che sta per content
management system, ossia gestore di contenuti online.
Wordpress è rilasciato con licenza gratuita, ha una miriade di plug-in che
permettono di integrare funzioni e trasformarlo in qualunque cosa, prima
di tutto per quanto riguarda il blog è il più performante agli occhi del
motore di ricerca in ottica SEO. Tramite i plug-in puoi trasformarlo in un
sito web vetrina, in un blog, oppure puoi semplicemente trasformarlo in un
sito di e commerce utilizzando il plug-in woocommerce anch'esso gratuito,
puoi utilizzare la modalità catalogo oppure configurare tutti i classici
parametri come il prezzo e il costo della spedizione.
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Sul web uno dei punti di riferimento per questo tipo di strumento è il sito
s.o.s. Wordpress, ben fatto e curato nei minimi dettagli fornisce
informazioni basilari e ottime per un neofita che non sa come iniziare e
mettere in pratica le idee che frullano in testa.
Ovviamente word press non è l’unico esistente, però è diventato così
famoso che a questo punto mi sembra inutile parlarti di altri content
management system, né Esistono tantissimi ma questo, con le funzioni che
contiene, li ha sbaragliati tutti.
Se invece, il tuo obiettivo è creare un sito di e-commerce esistono tre
soluzioni che sono le più gettonate e che Google tiene maggiormente in
considerazione, queste tre piattaforme sono presta shop, Magento e
Zencart, sono tutti gratuiti nonostante abbiano peculiarità molto differenti.
Magento è il più complesso è in grado di gestire 10000 prodotti, è molto
utilizzato dalle web agency essendo più dettagliato e complesso nei
meccanismi d'impostazione.
Al secondo posto, della mia classifica personale, c’è presta shop, tra i più
utilizzati nel mondo ti permette di cambiare template molto facilmente,
ricco di plug-in che nel portale vengono definiti AddOns, cambia il nome
ma non la sostanza, quelli base sono gratuiti, mentre altri li trovi solo nella
versione a pagamento. È il più utilizzato perché contiene automatismi
salva tempo, puoi, ad esempio evitare di trasferire i file in ftp perché subito
dopo la registrazione hai a disposizione un sito già pronto.
In ultimo c’è Zencart meno utilizzato, anche in questo caso ci sono miriadi
di soluzioni, puoi acquistare un hosting personale e oppure uno condiviso.
Questi sono solo tre esempi di portali necessari alla creazione di un e-
commerce, ma ce ne sono molti altri, nell'ultimo periodo anche Aruba ha
iniziato a fornire un servizio simile, insomma, basta un click!
Ricorda che puoi applicare queste regole e utilizzare questi strumenti
anche nel caso in cui la tua attività sia una startup, altra cosa importante è
la possibilità di rivolgersi ad un'agenzia specializzata che ti aiuta passo
passo nella creazione del sito, ovviamente dovrai avere un budget
sostanzioso.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Ci sono tantissimi casi storici di siti fatti in questo modo che hanno avuto
un grandissimo successo, uno di questi è sicuramente Dream o lastminute
che inizialmente come progetto era costato circa diecimila euro, Quindi se
hai già il budget, se hai il capitale è inutile utilizzare strumentazioni
gratuite ma rivolgiti a uno specialista che ti permetterà di avere un vestito
cucito su misura per le tue esigenze, diverso è il discorso se non hai un
budget e stai partendo davvero da zero com’è successo a me nella storia
che ti ho raccontato, allora sicuramente utilizzare questi strumenti è un
consiglio valido, e pensa che il mio primo sito l‘ho fatto in html con
Frontpage.
Un altro consiglio che posso darti, sempre prendendo spunto dalla mia
esperienza personale, è quello di personalizzare il tuo sito piuttosto che il
tuo blog, il più possibile.
Se utilizzando questi portali non trovi un template che completa la tua
idea, prova a cercarlo tra gli store americani, acquistane uno non molto
conosciuto così da apparire originale e differenziarti, ricorda che questo
sarà il tuo primo biglietto da visita e di conseguenza è di enorme
importanza, questo per quanto riguarda i siti di e-commerce.
Altre possibilità per un'azienda che cerca visibilità digitale è la creazione
di un sito ad hoc con una mappa del sito, immagini semplici, immediate ed
eloquenti, anche se non disponi e non sei interessato all'e-commerce, avere
un biglietto da visita digitale può essere importante a livello pubblicitario.
Tuttavia, esistono casi di piccoli imprenditori, che non possiedono un sito
internet, ma sono presenti on line mediante una vetrina virtuale su Ebay o
su Amazon e la gestiscono come se fosse il loro sito internet, il loro canale
di vendita, ognuno segue la sua strategia, non è la mia preferita, però per
crearsi una piccola rendita può funzionare.
È una notizia che ho letto ad esempio pochi mesi fa che solo su Ebay
italiano ci sono almeno dieci aziende che fatturano un milione di euro
l’anno, quindi quando parliamo di business online non per forza stiamo
parlando di pochi spiccioli, cioè ci sono dimensioni e standard entro i quali
si può rientrare, puoi metterti a fare un business online piccolo dove tu
produci personalmente un prodotto e decidi di metterlo in vendita, puoi
decidere di crescere ed espanderti come puoi accontentarti, tutto dipende
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

dai tuoi obiettivi e dalla base di partenza, ecco perché continuo a


sottolineare l'importanza della perseveranza e della conoscenza, sono, e
non mi stanco di ripeterlo, emozioni fondamentali per costruire un
business di successo, con l'esperienza puoi integrare altre attività o
aumentare quella già attiva, dipende dal settore e dal tempo che scegli di
dedicare al mondo digitale, le possibilità sono infinite.
Ora che disponi degli strumenti e hai capito come funzionano, è giusto
porre l'attenzione verso il prodotto, cosa funziona on line.
Nella mia esperienza ho imparato che non sempre il prodotto per essere
"venduto bene" debba essere un qualcosa di fisico, ricordo che dovetti
creare un sito internet per un'impresa di pulizie, essendo alle prime armi
decisi di posizionarlo utilizzando le parole chiave "impresa di pulizie" non
potei scegliere la localizzazione perché all'epoca non esisteva ancora, in
breve tempo raggiunsi la prima pagina di Google, e in breve tempo da tutta
Italia iniziarono a chiamare sia persone che cercavano lavoro sia persone
che richiedevano servizi di pulizia, in questo caso non vendevo un
prodotto e non lo spedivo, richiedevano un servizio con l’intervento di
persone tramite il pagamento di un abbonamento per il servizio di pulizia,
le richieste furono così numerose e incessanti che l’impresa per due anni
non è riuscita ad andare incontro a tutte le richieste dei potenziali clienti e,
in quel lasso di tempo il fatturato crebbe del 600%.
Questo esempio serve per spiegarti come, a volte, semplificare è la chiave
per il successo.
Come puoi vedere lavorare su internet è possibile, essenzialmente la
distinzione tra lavoro online e offline avviene tramite il pagamento, se il
pagamento di un prodotto avviene tramite la carta di credito con
trattazione diretta, allora stiamo parlando di un e-commerce, se non
avviene tramite la transazione diretta, stiamo a parlando di un lavoro
classico fatto alla vecchia maniera ma pubblicizzato con i nuovi media,
una variante sono quei business che richiedono un rapporto di
comunicazione costante con la clientela tramite i social network, nel caso
dell’impresa di pulizie non vendevo prodotti e nonostante ciò ricevevo
tantissime richieste da parte di aziende che volevano usufruire dei servizi
dell’impresa.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Successivamente ho provato a vendere manuali, oggi è definito info


business, oggi va per la maggiore richiede poco impegno e se riesci a
generare un numero di vendite elevato, guadagni davvero parecchio, se
invece, vendi poche copie guadagni poco, di ritorno hai la soddisfazione di
aver venduto un prodotto che hai creato tu e che può essere stato utile ad
altre persone, un po’ come sto facendo io adesso raccontandoti la mia
storia.
Devo dire che per quanto riguarda i manuali ho anticipato un po’ i tempi
(avevo a malapena venti anni), quando ho iniziato a farlo era troppo presto,
io ero troppo giovane, infatti, ho venduto all’incirca una sessantina di
manuali, ho utilizzato Ebay (in quegli anni Ebay era una bomba, c’era una
vera e propria frenesia, la gente comprava le cose più improbabili), li
vendevo a 13 euro l’uno e li compravano come il pane.
Io ero giovane, non esisteva ancora il marketing sviluppato con il settore
degli e-book, vendevo copie cartacee, stampavo rilegavo e tramite posta li
spedivo, oggi è sufficiente creare un pdf e il gioco è fatto, anzi il business è
venduto, certo, oggi il mercato è più saturo e ricco di offerta quindi anche
l’acquirente si perde un po’, però è anche vero che si tratta di prodotti
legati alla creatività di una persona, sono prodotti originali e alla fine chi
ama leggere legge sempre, chi ha un problema cerca una soluzione.
Una nicchia di questo settore che va tantissimo ad esempio è quello del
miglioramento personale e della comunicazione nella vendita, esistono
statistiche che dimostrano che almeno 200-300 mila persone in Italia
comprano in maniera costante, consumano materiale, libri cartacei, video e
info book legati ad argomenti quali il miglioramento personale e la crescita
personale, finanziaria e fisica.
Una cosa che non ti ho ancora detto è che il concetto del miglioramento
constante deriva da questa mia smania di conoscere, leggo, m'informo e
guardo video di persone che trattano quest’argomento.
Infatti il concetto stesso del miglioramento costante deriva appunto da
questa branca delle mie letture, questo tipo di argomento si adatta
benissimo al settore dell’info business e degli e-book , può essere
considerata una sotto categoria, esiste già un riferimento importante in
Italia che si chiama Bruno editore, anche di questo personaggio ho seguito
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

la storia fin dall’inizio, aveva un sito che si chiamavaautostima.net poi con


il passare degli anni ha sviluppato questa casa editrice di e-book che è
un’idea fantastica, però personalmente se sei in grado di generare un pdf
da solo, di impaginarlo, non vedo perché ti debba rivolgere ad altre
persone, insomma, fallo tu, poi se vuoi un team o ti fidi di quell’azienda e
di quel marchio puoi rivolgerti loro perché è giusto seguire le proprie
inclinazioni.
Generare un buon prodotto, un buon libro sul miglioramento e sulla
comunicazione rende sempre, anche se molti libri parlano dello stesso
argomento chi segue queste cose con passione non si cura di questi
dettagli, nel senso che chi ha bisogno di motivazione. Chi ha bisogno di
leggere libri motivazionali ha sempre bisogno di materiale nuovo e gli fa
sempre piacere inserire nel proprio cervello informazioni nuove attinenti
all’argomento, anche se poi il meccanismo di base è sempre lo stesso
perché quello che ti motiva all’inizio è quello che ti motiva alla fine.
Oggi logicamente, questo settore si è allargato un po’, è stato contaminato
da tantissime cose, come ad esempio la fisica quantistica, il misticismo e
sempre ripartendo da tantissimi libri che esistono da decenni, sono stati
creati altri libri che alla fine sono diventati anche dei best seller;
sicuramente i manuali di base, quelli da cui tutti hanno tratto ispirazione,
che hanno letto e da cui sono stati influenzati sono quelli di Anthony
Robbins: “Come ottenere il meglio da sé e dagli altri” è un libro che posso
assicurarti al 100%, hanno letto tutte queste persone.
Ricapitoliamo, come puoi vedere con questa mia narrazione, ti sto
dipingendo piano piano un quadro mentale, sono partito dalla mia storia
personale fino ad arrivare a queste informazioni più tecniche per far sì che
tu abbia le basi per pianificare una partenza, che tu apprenda i concetti basi
ed essenziali per avviare la tua azienda da zero.
Questa è la mia esperienza personale è il mio vissuto, la mia azienda esiste
e mi puoi anche venire a trovare, abbiamo gli uffici in Via alcide de
Gasperi 3 a Cerro maggiore (MI), vendiamo carrelli elevatori e fatturiamo
abbastanza da pagare gli stipendi di tre persone.
Sicuramente se inizierai ad avviare un progetto di questo genere,
commetterai degli errori, avrai delle battute di arresto, ti troverai spaesato
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

e il consiglio che ti posso dare è comunque quello di non fermarti, di non


arrenderti, di considerare queste battute d’arresto come delle lezioni per
migliorare, salire di livello e poi arrivare al 100% a ottenere ciò che vuoi.
Credo che comunque un imprenditore, una persona che voglia fare
l’imprenditore per prima cosa debba fare uno switch mentale, un
cambiamento, purtroppo in Italia abbiamo questa distinzione netta tra
operai e imprenditori, siamo molto influenzati in maniera negativa da
questa cosa, un po’ per idee politiche, un po’ per imposizioni culturali,
molte persone che vorrebbero fare gli imprenditori ci rinunciano perché
hanno dei conflitti interni che li bloccano stimolati da pensieri negativi nei
confronti degli imprenditori ma, in realtà la libera iniziativa
imprenditoriale a mio avviso, è quella che ha fatto sempre la differenza
nella storia dell’uomo, l’iniziativa di ogni essere umano nel bene e nel
male è sempre incisiva.
Facciamo un piccolo sommario della situazione, ti ho detto che tramite il
web puoi fare tantissime cose, puoi avviare un sito di e-commerce, puoi
aprire un blog, un magazine, vendere pubblicità, puoi creare dei video,
creare dei podcast, soltanto audio, anche con questi mezzi puoi essere
seguito e ascoltato.
I canali multimediali sono praticamente infiniti, tutto si basa sul concetto
di entertainment, quindi la struttura di base di qualunque strumento che fa
informazione su internet, come blog o altro, segue le stesse regole
dell’intrattenimento e della televisione, nonostante la creazione del format,
le tempistiche e i luoghi di consumo e d’interazione siano diversi.
Così come funziona per la televisione e la radio, devi aumentare le visite
per vendere gli spazi pubblicitari, per contro, invece, tutti i siti che fanno
vendita diretta devono essere credibili esattamente come il negozio sotto
casa o il grande centro commerciale.
Ti dirò di più, capita che il grande centro commerciale o la grande
multinazionale abbiano molti fondi da investire ma nel loro processo di
vendita e comunicazione siano molto rigidi.
Spesso accadde che i piccoli siano in grado di intaccare la clientela dei
grandi perché hanno la possibilità di comunicare in maniera più semplice
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

ed elastica, in ogni caso ci sono i pro e i contro, è sempre la vecchia storia


di Davide contro Golia.
Anche tu, quando entri nel negozio sotto casa, non ti fai problemi a pagare
e prendere la merce dato che conosci la persona e ti fidi di lei, la stessa
cosa deve avvenire nei confronti del tuo sito internet, è questa la mentalità
da mettere in atto.
Le persone devono avere tutte le garanzie necessarie si devono fidare di te
fin dall’inizio, l'unico modo che hai per ottenere questo, per scoprire come
fare, è informarti nei vari siti internet osservandoli nei dettagli e
sintonizzarti, letteralmente.
Le risposte che ti darai in questo senso saranno le stesse risposte che si
daranno gli utenti che verranno sul tuo sito internet, quindi devi essere
anche un utilizzatore, fare acquisti, valutarne il processo di vendita e la
rapidità di dar seguito alle richieste dei tuoi competitor, così da trarre le tue
valutazioni ricordando che le tue impressioni saranno uguali a quelle dei
clienti, i tuoi potenziali clienti.
Questo è quello che devi fare, rendere il tuo sito di e-commerce credibile
al 100%, le persone devono arrivarci e acquistare a occhi chiusi senza
avere il minimo dubbio.
Internet è un grande calderone che cambia costantemente, muta sempre
pelle e quello che valeva sei mesi fa non vale più oggi e quello che sarà di
vitale importanza fra sei mesi adesso ancora non lo sappiamo, oggi vanno
molto di moda le recensioni dei prodotti, quindi se decidi di aprire un sito
di e-commerce o anche solo vendere un unico prodotto, considera l’idea di
permettere ai clienti di lasciare una recensione sotto il tuo prodotto più
venduto.
Fino a questo punto ti ho parlato della creazione di siti e-commerce o di
siti per vendere pubblicità, ti ho fatto l’esempio del sito dedicato
all’impresa di pulizia che vendeva abbonamenti, non ho accennato a
moltissimi altri modi di guadagnare e come fare soldi online, Non ho
parlato, ad esempio, dell’e-learning, fare corsi a pagamento in diretta, fare
webinar o tutor a distanza, anche queste nicchie sono molto vitali e
redditizie.
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Un’altra possibilità non considerata ma realizzabile e molto redditizia,


ovviamente se fatta come si deve, è quella di vendere un solo e unico
prodotto, tutto sommato questa idea non è nemmeno molto originale,
sicuramente avrai visto in televisione quelle televendite dedicate a un
unico prodotto, il conduttore televisivo passa un’ora a parlare sempre dello
stesso prodotto spingendo la vendita al massimo.
Lo stesso concetto può essere applicato online creando un micro sito il cui
unico scopo è di vendere un solo prodotto, ad esempio abbiamo parlato
d’info prodotti, questo sito venderà un solo e unico info prodotto, avrà un
carrello che vende un solo file scaricabile, il che non esclude il fatto che
tale prodotto possa anche essere materiale fisico e spedito all’acquirente.
Per una persona che lavora da casa, questo comporta notevoli vantaggi, il
primo, sicuramente, è che tutto il tuo lavoro sta su di un pc, non devi
utilizzare logistiche, non devi occuparti delle spedizioni, ti eviti un sacco
problemi, la realizzazione del micro sito è facilissima.
Anche in questo caso puoi utilizzare Word press con il plug-in
optmizepress che contiene tutta la pagina di vendita già preconfezionata,
inoltre, tutti i tuoi sforzi di promozione pubblicitaria saranno super
focalizzati come un laser, non avrai dispersione di energie e risorse, per chi
vuole avviare un’impresa da zero, partendo magari come secondo lavoro,
questa è sicuramente la scelta migliore.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Ancora i social network.


Ho dedicato molto temo alla stesura di questo e-book, in realtà tutta la
prima parte è stata scritta un anno prima, poi mi sono fermato perché
avevo troppi impegni lavorativi, durante questo lungo anno sono cambiate
moltissime cose e molti nuovi tools e strategie sono arrivare sul mercato e
su internet, quando si parla di web non si smette mai di imparare.
I social network la fanno da padrone e addirittura Facebook ha aperto un
suo Marketplace dove le persone e le aziende possono mettere in vendita
gratuitamente i loro prodotti, è possibile creare l’annuncio di un prodotto,
condividerlo e pubblicizzarlo con un piccolo investimento pubblicitario.
Quello che voglio sottolineare, è che oggi in Italia non mancano i mezzi
per vendere, si può vendere qualunque cosa in qualunque modo e con
strumenti totalmente gratuiti, ma se tutto è così facile e alla portata di tutti,
allora cos’è che fa la differenza, perché alcuni business funzionano e altri
no?
Ci sono livelli di professionalità e difficoltà, se trovi un centinaio di
prodotti nuovi o usati e vai su internet a venderli sicuramente qualcuno
comprerà qualcosa e ogni tanto forse incasserai, è un sistema molto
democratico.
Se invece, vuoi creare realmente un’azienda che cresca costantemente e
diventi molto grande, devi essere in grado di creare un modello di
business, un sistema unico e personalizzato che crei la tua identità sia
online sia offline, qualcosa che ti calzi addosso come un vestito e che gli
altri difficilmente potranno replicare o copiare.
Ci sono molte aziende che ti possono aiutare a sviluppare il tuo business,
anche in questo caso, si paga in base alla qualità e al livello di
professionalità, se vuoi fare tutto da solo e questo non è un tuo talento
naturale sicuramente commetterai degli errori da cui imparerai, ma ecco
alcuni piccoli consigli che posso darti per imboccare la giusta direzione.
Normalmente quando una persona non preparata o che non ha seguito un
percorso di studi dedicato allo sviluppo delle aziende, decide di mettersi in
proprio, la prima cosa che fa è copiare guardando cosa fanno le grandi
aziende e iniziando a fare nello stesso modo, al fine di fornire un minimo
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

di standard di qualità la cosa va bene, ma quando si tratta di copiare il


sistema di comunicazione allora si sta sbagliando in partenza.
Copiando la comunicazione delle grandi aziende, invece di renderti
differente agli occhi del cliente, in realtà gli stai comunicando che siete la
stessa cosa, che vendete gli stessi prodotti, così facendo ti sei messo da
solo nella lotta del prezzo per dei prodotti indifferenziati, significa che per
il cliente quello che vendi è identico a quello che vende la concorrenza e di
conseguenza inizia a guardare solo il prezzo e alla fine compra da chi
propone il prezzo più basso.
Copiare gli standard minimi di qualità va bene, ma quando pensi al modo
di comunicare della tua nuova attività allora divi iniziare a ragionare al
contrario, devi porti delle domande differenti che ti facciano prendere
decisioni diverse, cosa non facciamo noi che loro fanno, oppure cosa
facciamo noi che loro non fanno, in questo modo sarai riconoscibile nella
massa, avrai creato la tua identità, sarai entrato nella testa del cliente.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Vendere in tutto il mondo con Amazon.


Quando ero ragazzo, Amazon ancora non esisteva e tutti utilizzavano
Ebay, mi ricordo che c’era una frenesia incredibile e come ti ho raccontato,
su questo marketplace ho venduto davvero di tutto, anche cose che la tua
fantasia non può immaginare.
Nel corso degli anni credo che Ebay abbia fatto grandi errori nello
sviluppo della sua attività, ha integrato un sito di annunci gratuiti che fa
concorrenza a se stesso.
Il sistema del feedback che inizialmente è servito per dare credibilità alla
vendita online è diventato troppo rigido rendendo vittime i venditori, il
sistema delle aste non permetteva di guadagnare cosi tanto, soprattutto
quando l’offerta era superiore alla domanda, così nel tempo molto
venditori se ne sono andati o hanno iniziato a utilizzarlo solo come
meccanismo pubblicitario.
In quel periodo vendevo moltissimi oggetti negli Stati Uniti soprattutto
quadri e borse usate di marca che le signore mi affidavano in conto
vendita. Ma la storia è finta lì. Oggi c’è Amazon.
Oggi con Amazon puoi vedere di tutto in tutta Europa e l’immagine di
questo colosso che spende milioni in pubblicità, è cosi ben percepita
dall’utente che le persone sono addirittura disposte a pagare di più pur di
passare per l’acquisto da questo portale.
Amazon si trattiene commissioni molto alte ma in questo momento c’è una
frenesia d’acquisto generata dal fenomeno e puoi vendere i tuoi prodotti
senza investire praticamente nulla in pubblicità, qui un negozio può essere
attivato su tutte le nazioni europee, inoltre possiede logistiche di sua
proprietà che puoi utilizzare per stoccare la merce. Non solo... puoi
vendere info prodotti, video, libri, prodotti nuovi o usati. Prima incassi i
soldi e poi paghi le provvisioni.
L’unico difetto che riscontro, e che va a discapito dei venditori e, il loro
rigido sistema di garanzia per il cliente che, purtroppo molte volte si
trasforma in una fregatura per il venditore che non può opporsi alla
contestazione anche se ha ragione o anche se il cliente è in malafede,
questo va messo in conto.
www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Amazon mette anche a disposizione un meccanismo interno che permette


al venditore di pubblicizzare, a pagamento, facendo ottenere maggiore
visibilità al proprio prodotto, all’interno del sito stesso.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Vendere un metodo o un sistema.


Questa è sicuramente la soluzione più creativa e non è per tutti, bisogna
essere persone molto fantasiose e intelligenti, se ti è capitato di risolvere
un problema che molti hanno, se hai ideato un tuo metodo per risolvere un
problema allora puoi pensare di registrare un marchio e di metterti a
vendere il tuo metodo può essere un metodo di allenamento, un metodo di
studio, una qualunque tecnica reale e funzionante che possono utilizzare le
persone, se il tuo metodo funziona sicuramente si diffonderà a vista
d’occhi e le persone saranno liete di pagarti pur di risolvere un loro
problema.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

La mia proposta.
Ti propongo di diventare rivenditore dei miei prodotti. Posso aiutarti a
mettere in piedi un business tramite internet, aiutarti a realizzare un sito di
e-commerce, fornirti alcune strategie pubblicitarie da mettere in pratica fin
da subito, anche senza avere un budget pubblicitario.
So che esistono sistemi automatizzati per fare ciò, ma non è questo che
voglio fare, voglio proporti un supporto personalizzato e diretto.
Entrerai in relazione diretta con l’azienda che gestisco e in base a ciò che
vuoi fare, elaboreremo una strategia differente.
Se parti con un budget, ad esempio, se hai a disposizione 10000,00 euro,
possiamo partire con un sito di e-commerce con 2000 prodotti. Una
campagna pubblicitaria mirata e supporto e assistenza (consulenza gratuita
per te e i tuoi clienti, siamo super specializzati nel settore dei carrelli, noi
non facciamo solo vendita ma risolviamo i problemi specifici di logistica
dei clienti, siamo in grado di offrire soluzioni a 360 gradi).
Nella nostra azienda lavorano persone specializzate, abbiamo un ingegnere
logistico che sviluppa layout dei magazzini e ottimizza il posizionamento
delle scaffalature industriali. Produciamo soppalchi, vendiamo porte
avvolgibili e tutto il necessario per l’imballaggio e il confezionamento.
Se invece non hai un budget dedicato, posso comunque supportarti e
aiutarti nella realizzazione del progetto, anche in questo caso prenderemo
accordi personalizzati, insomma troveremo il modo di farlo.

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

Conclusioni.
Questo e-book non aveva certamente l’ambizione di insegnarti a creare un
business di punto in bianco, come materiale gratuito aveva lo scopo in
primis di creare una relazione con me, ora mi conosci un pochino di più e
poi di darti un’infarinata generale delle regole basiche che regnano nel
mondo del business online, in commercio ci sono libri ben più
professionali e a pagamento che puoi acquistare per approfondire ogni
argomento trattato.
Se hai letto fino a questo punto, ti ringrazio per l’attenzione che mi hai
concesso e se desideri una consulenza, o chiedermi maggiori informazioni
non esitare a contattarmi!

www.tuttologistica.it srl
CREARE UN’AZIENDA DA ZERO
24 novembre 2017

I MIEI CONTATTI ONLINE.


Sito: www.tuttologistica.it
Facebook: https://www.facebook.com/giuseppe.santo.16 (seguimi!)
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/noleggiocarrellielevatori ( Ti ho
detto seguimi!)
Twitter: https://twitter.com/GranataCarrelli ( allora! Mi segui?)
Google+: https://plus.google.com/u/0/+GiuseppeSantocarrellielevatori
(ok vedo che hai capito :-) )
mail: Giuseppesanto@live.com
Cell: 3403202336

www.tuttologistica.it srl