Sei sulla pagina 1di 12

1

1. Restare a bocca aperta a) rimanere sbalordito


2. Restare a bocca asciutta b) buona fortuna!
3. In bocca al lupo! c) non ottenere quanto desiderato
4. Acqua in bocca! d) anticipare quello che si sta per dire
5. Essere sulla bocca di tutti e) non parlarne con nessuno!
6. Togliere le parole di bocca a qualcuno f) essere argomento di conversazione o pettegolezzo

1. Parlare a braccio a) affidarsi completamente a qualcuno


2. A braccia aperte b) cordialmente
3. Gettarsi in braccia a qualcuno c) in modo improvvisato
1. Venire alle mani a) Sborsare, spendere
2. Mettersi nelle mani di qualcuno b) non assumersene la responsabilità/ affidarsi all'aiuto di qualcuno
3. Fare, scrivere a mano c) cogliere qualcuno in flagrante
4. Toccare con mano d) accessibile, raggiungibile
5. Cogliere qualcuno con le mani nel sacco e) picchiarsi
6. Essere alla mano f) rendersi direttamente conto di qualcosa
7. Metter mano al portafogli/alla borsa g) disponibile
8. Avere le mani in pasta h) essere immischiato
9. Essere a portata di mano i) sinceramente
10. Passare di mano j) ammettere le proprie colpe
11. Mettersi la mano sulla coscienza k) cambiare proprietario
12. Col cuore in mano l) manualmente
1. Avere la puzza sotto il naso a) Andare a intuito
2. Ficcare il naso in qualcosa b) prendere in giro qualcuno
3. Lasciare con un palmo di naso c) intromettersi in qualcosa con indiscrezione
4. Non vedere più in là del proprio naso d) essere superbo ed altezzoso
5. Prendere per il naso qualcuno e) essere di mentalità ristretta
6. Andare a naso f) lasciare qualcuno insoddisfatto

1. Sognare ad occhi aperti a) sorvegliare qualcuno


2. Parlarsi a quattr'occhi b) all’infinito
3. Costare un occhio della testa c) essere molto costoso
4. Non credere ai propri occhi d) fantasticare
5. Dare nell'occhio e) all’incirca
6. Tenere d'occhio qualcuno f) comportarsi in modo da farsi notare
7. A occhio e croce g) parlarsi privatamente, a tu per tu
8. A perdita d’occhio h) non riuscire a capacitarsi di qualcosa
9. Guardare con la coda dell’occhio i) di nascosto, senza farsi notare

1. Avere l'orecchio fine a) sentirci molto bene


2. Essere duro d'orecchi b) insinuare un dubbio, un sospetto
3. Mettere una pulce nell'orecchio a qualcuno c) sentire molto poco
4. Fare orecchio da mercante d) fingere di non capire

1. Darsela a gambe a) scappare


2. Porgere l'altra guancia b) essere una persona socievole, simpatica, non snob
3. Essere alla mano c) vaneggiare
4. Essere in gamba d) essere una persona capace
5. Dare di testa e) non arrabbiarsi, non accettare provocazioni

1. Non stare più nella pelle a) essere molto teso


2. Avere i nervi a fior di pelle b) essere amici inseparabili
3. Avere la pelle d'oca c) uccidere qualcuno
4. Rimetterci la pelle d) morire
5. Fare la pelle a qualcuno e) non riuscire a contenere la gioia o l'impazienza
6. Essere amici per la pelle f) rabbrividire per il freddo o la paura
1. Per un pelo a) essere insensibile, senza scrupoli
2. Non avere peli sulla lingua b) essere franco nel parlare
3. Avere il pelo sullo stomaco c) essere estremamente pignolo
4. Cercare il pelo nell'uovo d) tempo o spazio molto breve
1. Voltare le spalle a qualcuno a) a tradimento
2. Essere con le spalle al muro b) a sue spese
3. Colpire alle spalle c) costringerlo ad assumersi le sue responsabilità
4. Avere qualcuno sulle spalle d) doverlo mantenere economicamente
5. Vivere alle spalle di qualcuno e) abbandonarlo
6. Mettere qualcuno con le spalle al muro f) trovarsi senza via d'uscita
1. Mettere in piedi qualcosa a) disturbare con la propria presenza
2. Essere tra i piedi di qualcuno b) creare problemi a se stessi.
3. Da capo a piedi c) completamente
4. Fare una cosa coi piedi d) muoversi in modo controllato in una situazione difficile.
5. Su due piedi e) fare qualcosa molto male
f) allestire fondare
6. Andare con i piedi di piombo g) senza pensarci
7. Darsi la zappa sui piedi
Traduci il significato: Mettere in piedi un attivià_____________; Tenere in piedi un’attività _____________; Cadere in piedi dopo la chiusura di
un’attività________________; Restare in piedifino a tardi___________; Alzarsi in piedi ___________per salutare ___________; Non tenersi in piedi dalla
stanchezza ______________________;

1. È giusto solo ____ parte.


2. Mettilo _____ parte, lo userai dopo.
3. ______ parte gli scherzi, tu mi piaci.
4. Si è messo _____ parte dei poveri.
5. Tu non sei imparziale, sei _____ parte.
6. Si è calato _____ parte dell’assassino.

1. Lo faccio ____ modo mio, ______ modo che lo passa utilizzare come voglio.
2. _____ modo di dire.
3. Lui è una persona _____ modo. Lui ha sempre un modo ____ fare gentile.
4. Lo faccio _____ modo da poterlo rivendero dopo.

5. _____ base _____ recenti sondaggi, solo il


6. _____ base annua.
7. Oggi mangiamo ______ base _____ pesce.
8. Voglio proporvi un menu ____ base _____ carne.
9. Ci siamo regolati ______ base di quello che abbiamo sentito.

1. a due a due; a) Se ne sono andati alla chetichella (________________)


2. a gambe levate
3. in punta di piedi; b) Se ne sono andati alla spicciolata (_____________)
c) Se ne sono andati a tutta birra (_____________)
Leggi poi cpmpleta:
 colpo di scena• Fig.: avvenimento improvviso, in genere di grande effetto, che suscita sorpresa e scalpore e che modifica inaspettatamente e
radicalmente una situazione.
 entrare in scena• Fig.: apparire, presentarsi, pubblicamente. Si dice di una persona e più spesso di un elemento nuovo che con la loro imprevista
comparsa possono modificare una situazione.
 uscir di scena• Fig.: ritirarsi da un dato campo di lavoro, d'affari o simili; sparire dalla vita pubblica; smettere di frequentare un ambiente o una
persona.;perdere importanza, non contare più;, venire dimenticati, passare di moda; essere in declino nella carriera, nel successo e così via. Per
estensione, anche morire.

E stato per noi un colpo ____ scena, nessuno sperava che sarebbe uscito ____ scena così all’improvviso. Ora entrano ____ scena fattori nuovi e personaggi
nuovi.

TESTA/CAPO
Avere la testa nel pallone ●Essere confusi

capitare tra capo e collo


 arrivare improvvisamente, di solito a sproposito e in genere inducendo alla modifica di un programma con i conseguenti contrattempi e
disguidi.arrivare tra capo e collo; cadere tra capo e collo
in capo al mondo
 un posto lontanissimo e indeterminato, meglio se sconosciuto, difficile da raggiungere e potenzialmente pericoloso. Anche nel punto in cui il mondo,
essendo rotondo, comincia e finisce, e al di là del quale non c'è più niente. andare in capo al mondo; abitare in capo al mondo; perdersi in capo
al mondo
lavata di capo
 rimprovero, sgridata, in particolare da parte di un superiore a un subordinato. lavata di testa
avere in testa
 Avere intenzione, avere in progetto di fare qualcosa. Anche avere un'idea fissa e assillante nella mente, riferito soprattutto idee bizzarre o
considerate stravaganti.avere in mente; avere per la testa
 Altro sign. fig.: conoscere o ricordare qualcosa molto bene, detto di un argomento, una località e così via.
frullare in testa
 passare per la mente, detto di idee, capricci, desideri, progetti e simili, visti di solito come bizzari o irrealizzabili.frullare per il capo
levarsi dalla testa (fam)
 Rinunciare a un progetto irrealizzabile, a un sogno troppo ambizioso, a una pretesa, a un'illusione e via dicendo.togliersi dalla testa

avere la testa fra le nuvole/ avere la testa per aria


 Esseresvagati, distratti, fuori della realtà immanente e quotidiana, come presi da tutt'altri pensieri. non riuscire a pensare in maniera logica,
oggettiva o chiara, come se si avesse la testa persa nell'aria: vivere con la testa fra le nuvole, con la testa per aria
avere la testa sul collo (fam)- (con i piedi per terra)
 essere realisti, concreti, razionali; ragionare secondo dati di fatto oggettivi e quindi non lasciarsi distrarre o deviare da illusioni o fantasie
irrealizzabili; agire con buon senso, valutando tutti gli aspetti e le conseguenze di quello che si fa. avere la testa sulle spalle
dalla testa ai piedi
 Completamente, in tutto il corpo, detto in genere di chi è completamente bagnato, o molto sporco e così via. da capo a piedi
dare alla testa
 Inebriare, alterare, detto in particolare di bevande alcoliche che allentano i freni inibitori e offuscano le facoltà razionali della mente. In senso lato,
anche esaltare, eccitare, detto di avvenimenti, situazioni e simili, in genere piacevoli, che danno una sensazione di euforica allegria. Per estensione,
fare insuperbire a causa di un successo, un colpo di fortuna imprevisto e così via.
di testa propria
 Autonomamente;Da sé, senza ascoltare opinioni o consigli altrui.agire di testa propria; fare di testa propria
essere fuori di testa (fam)
 Aver perso la ragione, come se non si avesse più alcun collegamento con la propria testa e quindi con le proprie facoltà di raziocinio e
pensiero;sembrare impazziti.andar fuori di testa
essere in testa
 • Essere davanti a tutti, il primo di una serie o fila. In particolare essere il primo in una gara, in una classifica e simili. In senso figurato, essere il
principale, il primo in ordine d'importanza. Riferito alla posizione di uno scritto rispetto a un foglio, essere in alto, verso il bordo superiore, mentre
per qualcosa scritto in fondo si dice “a piede” oppure “in calce”.
far entrare in testa
 convincere, persuadere; far comprendere o far ricordare qualcosa a qualcuno.mettere in testa; cacciare in testa; ficcare in testa; mettersi in testa;
ficcarsi in testa; cacciarsi in testa; farsi entrare in testa

andare a testa alta


 Fig.: non avere nulla di cui vergognarsi; non essersi macchiati di alcun reato; aver diritto a rispettabilità e onorabilità. andare a fronte alta

Dare i numeri:
1. Lui si comporta come un pezzo _____ 90.
2. Mi sono fatto ____ 4 per lui.
3. Devo parlagli ____ 4 occhi.
4. Ci vediamo _____ 6.
5. Siamo venuti ____/____ 5.
6. Il vaso è ____ Ottocento, ma è stato trovato _____ 2011.
7. Sono salito ______3 che mi ha portato fino al cimitero.

A bandiere spiegate. In modo trionfale, con tutti gli onori.


A bell'agio. Con comodo.
A bizzeffe. In grande quantità, abbondantemente, in gran copia.
Avere quattrini a bizzeffe.
A iosa. A pioggia. A panciate.
A bocca stretta. Malvolentieri.
Fare qualcosa contro stomaco. A malincuore.
A botta calda. Lì per lì, sotto l'impressione dell'accaduto.
A botta calda. Sotto l'impressione di un fatto spiacevole appena avvenuto.
A braccio. Si dice di azione improvvisata lì per lì, eseguita senza preparazione.
Fare un discorso, tenere una lezione, predicare a braccio.
A briglia sciolta. Velocemente, senza freni, impacci, regole, limiti.
A bruciapelo. All'improvviso, cogliendo alla sprovvista.
Dire, chiedere, rispondere a bruciapelo.
A cagione di. Per cagione di, a causa di, per causa di, per colpa di.
A caldo. Nell'immediato, sul momento.
A capocchia. Senza nessuna riflessione, a casaccio.
A casa del diavolo (o di Dio). In un luogo lontanissimo.
A casaccio. Senza cura né ordine, senza riflettere, in modo casuale, a vanvera.
Andare, agire, parlare a casaccio.
A caso. Come capita, senza alcuna precisa intenzione o considerazione.
Aprire il libro a caso.
A catafascio. Alla rinfusa, alla peggio, sottosopra.
Mettere a catafascio gli indumenti nella valigia.
A catafascio. Alla rinfusa.
A cavalcioni. Nella posizione di chi va a cavallo o sta sopra qualcosa con una gamba di qua e una di là.
A cavalcioni del muretto.
A chiare lettere. Con la massima sincerità (con dire, parlare, spiegare, ecc.).
A chiare note. Apertamente.
A colpo d'occhio. A prima vista.
A colpo sicuro. Con la certezza di riuscire.
A conti fatti. Tutto sommato, tutto considerato, in conclusione.
In fin dei conti, fatti i conti, al far dei conti.
A crepapancia. Tanto da scoppiare.
Mangiare, ridere a crepapancia.
A crepapelle. In modo smodato, incontenibile, senza freno, all'esagerazione, da starci male (bere, mangiare, ridere).
A cuor leggero. In modo spensierato, sventato, senza riflettere.
A cuore aperto. Con sincerità, con franchezza.
A dispetto dei santi. A tutti i costi, contro la volontà di tutti.
A dispetto di. Contro la volontà di, nonostante l'opposizione o l'ostacolo di.
Partì a dispetto del tempo.
A gambe levate. Precipitosamente, con molta fretta.
Correre, fuggire a gambe levate.
A gonfie vele. In modo favorebole, benissimo.
Gli affari vanno a gonfie vele.
A macchia di leopardo. Distribuito sul territorio in modo irregolare.
A macchia d'olio. Velocemente e in tutte le direzioni (allargarsi, spandersi, diffondersi, estendersi).
A mala pena. A stento, con difficoltà, a fatica.
Riusciva a mala pena a stare in piedi.
A malincuore. Malvolentieri, con rincrescimento.
Accettò a malincuore.
A bocca stretta.
A gran velocità.
A mano a mano. Poco per volta, gradatamente.
A mansalva. Liberamente, a più non posso. Rubare a mansalva.
A marce forzate. Senza soste.
A menadito. Esattamente, benissimo.Conoscere qualcosa a menadito. Ripetere la lezione a menadito.
.A muso duro. In modo deciso e rude, senza riguardi per nessuno.
A ogni buon conto. A ogni modo, in conclusione.
A conti fatti.
A ogni passo. Con molta frequenza.
A palate. In gran quantità.
A pancia all'aria. Sdraiato supino a oziare.
Starsene in panciolle. Stare in pantofole.
A pennello. Perfettamente (con verbi come andare, calzare, stare e simili).
A pera. Privo di logica, sconclusionato (detto di lavoro, discorso, ecc.). -Non aver né capo né coda.
A perdifiato. Fino a restar senza fiato.Correre a perdifiato.
A pezzi e bocconi. A più riprese e irregolarmente.
Fare una cosa a pezzi e bocconi.
A piacere. In quantità non precisata, senza limiti prefissati.
A pioggia. In grande quantità; a caso e un po' per tutti.
A iosa. apioggia
A pronta cassa. Subito, in contanti (con verbi come pagare, saldare e simili).
A puntino. Con la massima precisione, con grande esattezza e proprietà.Fare le cose a puntino. Il discorso calza a puntino.
A ragion veduta. Dopo aver ben riflettuto e valutato, consapevolmente. Dopo aver ben vagliato la situazione.
Fare qualcosa, agire a ragion veduta.
A rifascio. Alla rinfusa, in grande quantità e confusamente.
A ritroso. All'indietro.

A rompicollo. A rotta di collo, precipitosamente.Correre a rompicollo.


A rotoli. A precipizio, in rovina, in malora.Mandare tutto a rotoli; un'azienda a rotoli.
A rotta di collo. Con grande velocità, precepitosamente.
A sbafo. Sensa pagare, dietro pagamento altrui.
A scrocco. A ufo.
A scanso di. Per evitare.
A scanso di responsabilità, di equivoci.
A scapito di. A danno di, con pregiudizio di. I tagli che farete al testo andranno a scapito della chiarezza.
A scatti. Con movimenti bruschi, con improvvise interruzioni e riprese. Procedere, parlare a scatti.
A scialo. In abbondanza, a profusione.
Aveva vestiti e gioielli a scialo.
A scrocco. A spese altrui, da parassita.
A sbafo. A ufo.
A spilluzzico. A poco a poco.Pagare a spilluzzico.
A spizzico, a spizzichi. Un poco alla volta, in varie riprese.Lavorare a spizzico. Pagare un debito a spizzichi. Ho letto quel libro a spizzichi e bocconi.
A squarciagola. Con tutto il fiato che si ha in gola, a gran voce.Gridare a squarciagola.
A stecchetto. A corto di mezzi, di denaro, di cibo.Stare, tenere a stecchetto.
A stento. A fatica, con difficoltà; appena, a malapena. Si regge a stento sulle gambe, riesce a stento a parlare.
A tastoni. A caso, senza una conoscenza sicura, senza un'idea precisa. In determinate ricerche scientifiche si va ancora a tastoni.
A tu per tu. Faccia a faccia, a quattr'occhi.
A ufo. Senza pagare. A spese altrui. Mangiare a ufo.
A scrocco. A sbafo. A macca.
A un passo/pelo. Molto vicino (all'obiettivo prefissato).A uscio e bottega. Molto vicino. Io e lui abitiamo proprio a uscio e bottega.
A vanvera. Sensa riflettere, a casaccio.Parlare, agire a vanvera.
A vicenda. Scambievolmente, l’un l’altro.Aiutarsi, insultarsi a vicenda; sono cose che si elidono a vicenda.A turno, alternandosi. Stare svegli a vicenda.
Al pari di. Allo stesso modo. Sono coraggioso al pari di te.Alla bell'e meglio. In modo approssimativo.
Alla bersagliera. Con energia e con slancio.
Alla buona. In modo semplice.
Alla buon'ora. Finalmente.
Alla chetichella. Di nascosto, senza farsi scorgere né udire. Silenziosamente, senza farsi notare. Entrare, andarsene alla chetichella. Di sotecchi, di soppiatto, sotto banco
Alla larga. Lontano, a distanza.Tieniti alla larga da me; state alla larga dai pericoli.
Alla lettera. Testualmente, nel significato letterale delle parole.
Alla lunga. Col passare del tempo, alla fine.
Alla pari. Allo stesso livello.
Alla peggio. Nella peggiore delle ipotesi.
Alla ribalta. A un elevato grado di notorietà, a un notevole successo. Venire, salire, tornare alla ribalta.
Alla rinfusa. Confusamente e senza ordine o distinzione. A caso, a vanvera. Parlare alla rinfusa. Un armadio pieno di abiti alla rinfusa. Gettò le carte nel cassetto alla rinfusa.
Alla spicciolata. A piccoli gruppi, pochi per volta.Gli invitati giungevano alla spicciolata.
Alla sprovvista. Di sorpresa, inaspettatamente.Cogliere qualcuno alla sprovvista.
Alla stregua di. Allo stesso modo, con lo stesso criterio, come. Con la misura adottata per, secondo il criterio usato per.
Giudicare qualcuno alla stregua di tutti gli altri. Considerare tutti alla stessa stregua.
Alla svelta. In fretta, velocemente. Lavorare, finire alla svelta.
Alle prese con. Impegnato in qualcosa, specialmente di molto difficile.È alle prese con un problema molto delicato. Un giovane cuoco alle prese con i fornelli.
Alle prime battute. All'inizio (di un'attività, vicenda, narrazione, ecc.)
All'estremo. Al massimo grado.
All'impazzata. Con furia, senza riflettere.Correre all'impazzata.
All'impensata. All'improvviso, in maniera inaspettata.
All'ingrosso. In grandi quantità.Comprare, vendre all'ingrosso.
All'insaputa. Senza che qualcuno lo sappia o lo sapesse, senza far sapere nulla a qualcuno; di nascosto.
L'ha fatto a mia insaputa, all'insaputa di tutti.
All'occasione. Se necessario.
Coi baffi. Eccellente, perfetto. Cuoco coi baffi. Un vestito coi baffi.
Con le pive nel sacco. Senza aver combinato nulla, da scornati e delusi.
Da vendere. In abbondanza. Aver ragione, salute, pazienza da vendere.
D'acchito, di primo acchito. Al primo tentativo, subito.
Del pari. Ugualmente.Hai sbagliato, e io del pari.
Del resto. Peraltro, d'altronde.Del resto non ho di che lamentarmi.
Di botto, tutt'a un botto. Improvvisamente, di colpo.Di botto si è rannuvolato.
Di netto. Completamente e con sicurezza. Troncare di netto una relazione.
Di pubblica ragione. A conoscenza di tutti.Rendere di pubblica ragione un fatto, una circostanza.
Di punto in bianco. All'improvviso, inaspettatamente, cogliendo quindi alla sprovvista, come "a bruciapelo".
Di rado. Raramente.
Di riffa o di raffa. In un modo o nell'altro.
Di santa ragione. Con estrema forza, violentemente. Lo bastonò di santa ragione.
Di scatto. Con movimento improvviso, d'impeto. Si voltò di scatto; balzò su di scatto; reagì di scatto.
Di scoppio. Di colpo. Cadere, morire di scoppio.
Di sfuggita. Fuggevolmente, rapidamente, in fretta.
L'ho visto solo qualche volta, di sfuggita.
Di soppiatto. Di nascosto, senza farsene accorgere. entrare, uscire di soppiatto.
Di sotecchi, alla chetichella, sotto banco
Di sorpresa. All'improvviso e senza che qualcuno se lo aspetti.Cogliere di sorpresa l'intruso.Alla sprovvista
Di sotecchi. Di nascosto, di soppiatto. Severino guardò il maestro di sottecchi.
Di soppiatto, alla chetichella, sotto banco
Di sottinsù. Dal basso verso l'alto.
Di straforo. Di nascosto, senza diritto, senza permesso, in modo furtivo.
Di volata. Di corsa, molto velocemente, senza nessuna pausa.
Arrivare di volata; fare un lavoro di volata.Fuori (di) sesto. Non bene, in condizioni fisiche o psichiche non normali.
Essere, sentirsi fuori sesto.
In ballo. In una situazione di coinvolgimento.Sono in ballo molte questioni.A serio rischio.Ci sono in ballo molti posti di lavoro.
In cagnesco. Ostilmente, irosamente, torvamente. Guardare qualcuno in cagnesco.
In erba. Detto di chi si trova agli inizi di un'attività o professione, ed è ancora privo di abilità e d'esperienza.
Dottore, tecnico, scolaro, in erba.- Essere alle prime armi
In fatto di. In quanto a, per quanto concerne. In fatto di calcio sono del tutto incompetente.
In fin dei conti. Tutto sommato, in conclusione.
A conti fatti, fatti i conti, al far dei conti. (na kraju krajeva)
In fretta e furia. Molto affrettatamente.
In rovina, a rotoli, a catafascio. (andare)
In panciolle. In ozio, con la pancia all'aria.Stare in panciolle.
In quanto a, quanto a. Per ciò che riguarda. Quanto a voi, faremo i conti più tardi.
In quanto che. Perché, per il fatto che. Tacque in quanto che spettava ad altri dar la notizia.
In quattro gatti. In pochissimi.
In sesto. In una situazione normale, specialmente dal punto di vista economico o della salute.Rimettersi in sesto.
In un battibaleno. In un attimo. Sarò lì in un battibaleno.
In un botto. In un batter d'occhio.Tutto è successo in un botto.
Lì per lì. In un primo momento. Lì per lì me la sono presa, ma poi mi è passata.
Non di rado. Abbastanza spesso.Lavoro fuori città non di rado.
Per altro. Del resto, però.È un bell'uomo, peraltro non bellissimo.
Per caso. Accidentalmente, senza l'intervento della volontà. L'ho incontrato per caso.
Per dispetto. Con l'intenzione di far dispiacere, di irritare.
Per filo e per segno. Raccontare con tutti i particolari e con ordine.
Per giunta. Inoltre, per di più, tra l'altro, oltre a ciò.Tra l'altro.
Rendere pan per focaccia. Vratiti milo ya drago.
Per il rotto della cuffia. A stento. Salvarsi peril rotto della cuffia. (in extremis)Per miracolo. A stento, a malapena; per caso.Salvarsi per miracolo
Per monti e per valli. Dappertutto. Andare, cercare per monti e per valli.
Per via di. Per mezzo di, a causa di.Si conobbero per via di quel lavoro. Hanno litigato per via dei soldi.
Più che altro. Maggiormente, di più; soprattutto. È uno che pensa più che altro ai suoi affari.
Ragion per cui. Per questo motivo, perciò.Non è venuto, ragion per cui me ne vado.
Di sotecchi, di soppiatto, alla chetichella
Sotto la suola delle scarpe. Sotto il livello minimo accettabile, molto in basso. Avere il cervello sotto la suola delle scarpe.
Sul fatto. Nell’atto stesso. Un ladro colto sul fatto.
Sul più bello. Nel momento culminante o meno opportuno.
Tra l'altro. Inoltre, per di più, per giunta. Tra le altre cose.È un locale carino, in centro, e tra l'altro non è caro.
Cadere dalla padella nella brace. Peggiorare la situazione, trovare un presunto rimedio che, invece, ben presto si rivela peggiore del male.
Chiudere a sette chiavi. Custodire gelosamente.
Dare un colpo al cerchio e uno alla botte. Distribuire opportunamente lodi o biasimi, ragioni o torti, in modo di non dispiacere a nessuno; portare avanti due affari curandoli
alternativamente. Cercare di destreggiarsi senza scontentare nessuno. Non prendere posizione netta
Dirne di tutti i colori. Dire tutto il male possibile di qualcuno, oppure mandare tutte le imprecazioni.
Dormire tra due guanciali. Sentirsi al sicuro. Non avere alcuna preoccupazione.
Dormire, riposare sugli allori. Stare inoperoso all'ombra dei meriti acquistati o accontentandosi delle glorie passate.