Sei sulla pagina 1di 5

21/1/2017 Riforma reclutamento, vincere concorso più tre anni di formazione: vi diciamo come si accederà al ruolo – Orizzonte Scuola

Venerdì, 20 Gennaio 2017 CONTATTACI NEWSLETTER PUBBLICIZZATI

SERVIZI CONSULENZA ASSICURATI CORSO LIM BES/DSA FORUM LIBRERIA SICUREZZA Cerca

HOME GUIDE DIVENTARE INSEGNANTI SCADENZE REGIONI DIDATTICA LEGISLAZIONE SEGRETERIA E-BOOK

SPECIALI Graduatorie Istituto Mobilità TFA sostegno 500 euro iscrizione Neoassunti Guida Concorso dirigenti

Riforma reclutamento, vincere concorso più tre anni di


formazione: vi diciamo come si accederà al ruolo
di Nino Sabella

Mi piace Condividi 181 Tweet 0

Il decreto legislativo sul nuovo sistema di


formazione e reclutamento dei docenti della
scuola secondaria di I e II grado, attualmente al
vaglio delle competenti commissioni
parlamentari, prevede, per l’accesso al ruolo, che
gli aspiranti docenti superino, dopo la laurea, un
concorso, al termine del quale i vincitori vengono
assunti con un contratto di tirocinio di tre anni.

Approfondiamo in questa scheda il percorso di formazione iniziale e tirocinio


(realizzato attraverso la collaborazione fra scuola, università e istituzioni AFAM) che i
futuri docenti sono chiamati a seguire prima di accedere al ruolo.

Una volta vinto il concorso, come leggiamo all’articolo 8 del decreto, gli aspiranti
docenti stipulano un contratto triennale di formazione iniziale e di tirocinio con l’USR
di competenza, ossia quello di cui fa parte l’ambito territoriale scelto dal docente in
seguito alla vittoria del concorso.

Le condizioni economiche, per i primi due anni, verranno stabilite in sede di


contrattazione collettiva nazionale, mentre per il terzo anno la retribuzione e’
equiparata a quella dei supplenti annuali, in base al grado di istruzione e al tipo di
posto coperto.

Alla contrattazione collettiva, di cui sopra, sono destinati 117 milioni annui e le
risorse corrispondenti alle supplenze brevi effettivamente svolte.

In attesa della regolamentazione della contrattazione nazionale, leggiamo all’articolo


8/3 dello schema di decreto, la de nizione della retribuzione dei docenti assunti con
contratto triennale e’ di competenza del Miur, che dovrà emanare un apposito decreto
di concerto con il Mef.

Il contratto degli aspiranti docenti viene rinnovato annualmente.

PRIMO ANNO DI CONTRATTO

http://www.orizzontescuola.it/riforma-reclutamento-vincere-concorso-piu-tre-anni-di-formazione-vi-diciamo-come-si-accedera-al-… 1/5
21/1/2017 Riforma reclutamento, vincere concorso più tre anni di formazione: vi diciamo come si accederà al ruolo – Orizzonte Scuola

Al termine del primo anno, i docenti (in realtà ancora aspiranti docenti) devono
conseguire il diploma di specializzazione per l’insegnamento secondario, istituito
dalle Università.

I docenti di sostegno devono, invece, conseguire il diploma di specializzazione in


pedagogia e didattica speciale per le attività di sostegno didattico e inclusione.

Il corso di specializzazione e’ a tempo pieno e con oneri a carico dello Stato.

Al termine del corso, i docenti su posto comune acquisiscono 60 CFU/CFA.

Queste le attività previste:

a) lezioni, seminari e laboratori destinati al completamento della preparazione  degli


iscritti nel campo della didattica di tutte le discipline afferenti alla classe di concorso,
della pedagogia, della psicologia e della normativa scolastica, puntando alla
maturazione progressiva di competenze pedagogico-didattico-relazionali;

b) attività di tirocinio diretto e indiretto presso scuole dell’ambito territoriale di


appartenenza alle quali sono destinati non meno di 16 CFU/CFA, di cui almeno 10 di
tirocinio diretto in presenza del docente della classe.

Anche i docenti di sostegno acquisiscono 60 CFU/CFA e sono chiamati a svolgere le


seguenti attività:

a) lezioni, seminari e laboratori destinati al completamento della preparazione degli


iscritti nel campo della pedagogia speciale e della didattica per l’inclusione scolastica
relativa alle discipline afferenti alla classe di concorso, nonché della normativa
scolastica, puntando alla maturazione progt’essiva di competenze e relative alla
didattica per l’inclusione scolastica;

b)  attività di tirocinio diretto e indiretto di didattica di sostegno presso scuole


dell’ambito territoriale di appal1enenza, alle quali sono destinati non meno di 16
CFU/CFA, di cui almeno 10 di tirocinio diretto in presenza del docente di sostegno
della classe.

L’esame nale, a conclusione dei corsi suddetti, sia per i docenti di sostegno che per
quelli di posto comune, tiene conto dei risultati conseguiti dal corsista nelle attività
formative e decreta il conseguimento del diploma di specializzazione.

SECONDO E TERZO ANNO DI CONTRATTO

Conseguito il suddetto diploma, il contratto viene confermato per il secondo anno e lo


sarà per il terzo, previo superamento della valutazione intermedia al termine del
secondo anno.

Il docente di posto comune, nel corso degli ultimi due anni, deve:

completare la propria formazione professionale ulteriori attività di studio,


con tirocini formativi diretti e indiretti e con la graduale assunzione di autonome
funzioni docenti;
predisporre e svolgere un progetto di ricerca azione, sotto la guida dei tutor
universitario e scolastico;
acquisire 10 CFU/CFA nel secondo anno e 5 CFU/CFA nel terzo anno in
ambiti formativi collegati alla innovazione e alla sperimentazione didattica.

Nel corso del secondo anno, il docente puo’ svolgere supplenze brevi (quindi assume
gradualmente autonome funzioni docenti), su incarico del DS della scuola interessata,
fermo restando lo svolgimento delle attività di cui sopra.

Nel corso del terzo anno, il docente puo’, invece, svolgere supplenze annuali.

http://www.orizzontescuola.it/riforma-reclutamento-vincere-concorso-piu-tre-anni-di-formazione-vi-diciamo-come-si-accedera-al-… 2/5
21/1/2017 Riforma reclutamento, vincere concorso più tre anni di formazione: vi diciamo come si accederà al ruolo – Orizzonte Scuola

Il docente di sostegno, nel corso degli ultimi due anni, deve:

completare la propria  preparazione professionale con ulteriori attività


formative nel campo della didattica dell’inclusione scolastica, con tirocini
formativi diretti e indiretti e con la graduale assunzione di autonome funzioni di
insegnante di sostegno;
acquisire, nel secondo anno, ulteriori 30 CFU/CFA, comprensivi di un
progetto di ricerca-azione sotto la guida dei tutor universitario e scolastico, in
ambiti formativi collegati alla pedagogia speciale e alla didattica dell’inclusione;
Nel corso del secondo anno, il docente di sostegno puo’ svolgere supplenze
brevi (quindi assume gradualmente  autonome funzioni docenti), su incarico del
DS della scuola interessata, fermo restando lo svolgimento delle attività di cui
sopra.

Nel corso del terzo anno, il docente di sostegno  puo’ svolgere supplenze annuali.

Le suddette supplenze devono essere svolte nelle scuole dell’ambito territoriale di


appartenenza.

TIROCINIO DIRETTO E INDIRETTO

Le attività di tirocinio sono svolte sotto la guida di un tutor scolastico e di un tutor


universitario.

Il tirocinio diretto, svolto presso le scuole accreditate al Miur, consiste in attività di


osservazione, analisi, progettazione e successiva realizzazione di attività di
insegnamento e funzionali all’insegnamento, sotto la guida del tutor scolastico e alla
presenza del docente della classe.

Il tirocinio indiretto, invece, svolto presso le università o le istituzioni dell’alta


formazione artistica, musicale e coreutica, consiste in attività di progettazione,
discussione e ri essione valutativa sulle attività svolte nel tirocinio diretto, sotto la
guida del tutor universitario.

Anche le attività di tirocinio sono sottoposte a valutazione. Quest’ultima tiene conto


del grado di sviluppo delle competenze professionali raggiunto, in relazione agli
aspetti metodologici, didattici, progettuali e relazionali, sia all’interno della classe che
dell’istituzione scolastica.

Il numero  di ore di tirocinio diretto e indiretto, che il docente deve svolgere nel
percorso formativo triennale, i criteri e le modalità di accreditamento delle scuole e
ancora le modalità di individuazione del tutor scolastico sono de nibili con apposito
decreto del Miur.

ACCESSO AL RUOLO

Al termine dei tre anni, un’apposita commissione procede alla valutazione


complessiva delle attività svolte dal docente nel triennio.

I docenti, che conseguono una valutazione positiva, vengono collocati, in base al


punteggio conseguito, in graduatorie regionali per l’accesso al ruolo e
scelgono l’ambito scolastico di titolarità, tra quelli in cui vi sono posti/cattedre
disponibili, secondo la posizione occupata in graduatoria.

Il passaggio dall’ambito alla scuola avviene tramite chiamata diretta.

Coloro i quali vengono valutati negativamente, al termine dei tre anni,  non possono
accedere al ruolo.

Coloro i quali conseguano  il diploma di specializzazione per l’insegnamento


secondario, ma non concludono positivamente, “per qualunque ragione”, il percorso

http://www.orizzontescuola.it/riforma-reclutamento-vincere-concorso-piu-tre-anni-di-formazione-vi-diciamo-come-si-accedera-al-… 3/5
21/1/2017 Riforma reclutamento, vincere concorso più tre anni di formazione: vi diciamo come si accederà al ruolo – Orizzonte Scuola

triennale di formazione iniziale e di tirocinio, sono ammessi  alla parte restante del
percorso, previo superamento di un nuovo concorso; restano validi i titoli
eventualmente già conseguiti.

Il nuovo sistema di formazione e reclutamento, così come descritto nel decreto,


sembra puntare all’innalzamento della qualità dei futuri docenti, che dovrebbero
acquisire/potenziare, nel corso dei tre anni, quelle competenze costitutive
della professione docente: disciplinari, culturali, didattiche, metodologiche e
relazionali.

“Concorso a cattedra 2020: 255 mila partecipanti per 22 mila posti. Vincitori avranno
stipendio di 400 euro mensili”.

Schema di decreto

Tutto sulle deleghe

Iscriviti alla newsletter di OrizzonteScuola!


Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del
network di orizzontescuola.it.

20 gennaio 2017 - 6:49 - Nino Sabella Versione stampabile


Argomenti: reclutamento Riforme

Da Nola a Napoli
3€

Prenota Ora

ARGOMENTI

anief assegnazioni provvisorie ATA

classi di concorso concorso a cattedra concorso docenti

consulenza Contratto Didattica

Dirigenti scolastici edilizia scolastica esami di stato II grado

Formazione docenti graduatorie ad esaurimento graduatorie di istituto

immissioni in ruolo Innovazione M. Media invalsi

La Buona scuola legge di stabilità lettere in redazione

http://www.orizzontescuola.it/riforma-reclutamento-vincere-concorso-piu-tre-anni-di-formazione-vi-diciamo-come-si-accedera-al-… 4/5
21/1/2017 Riforma reclutamento, vincere concorso più tre anni di formazione: vi diciamo come si accederà al ruolo – Orizzonte Scuola

merito Mobilità neoimmessi in ruolo

Organici Pensioni Precariato

reclutamento Riforme scatti di anzianità

Scuole non statali Sostegno - Handicap statistiche

CHIEDILO A LALLA VIGNETTE ULTIME DAL FORUM

Movimento da sostegno a posto comune: TFA terzo ciclo ordinario - Tempi di


chiarimenti su domanda nella scuola di attivazione -
titolarità
Cade il vincolo quinquennale(di ruolo)per il
Vincolo quinquennale sostegno: nel sostegno?
conteggio si valuta anche l’anno in corso
Addio supplenze da Graduatoria d’Istituto?
Ricongiungimento familiare nella domanda diventerà realtà?
di trasferimento : si può chiedere verso i gli
anche se il docente è coniugato? carta docenti

Mobilità, per passaggio di cattedra quota CURIOSITÀ SCIENTIFICA E GENERE


molto bassa

PRECARIATO CONCORSO DOCENTI DIRIGENTI SCOLASTICI

Precari. Anief, non è bastata la Buona Concorso scuola docenti: per prove Dirigenti scolastici, ANP: aumenti no a
Scuola: è record, 3 su 4 della PA sono docenti suppletive in Campania più di 2.000 40mila euro anno, sì valutazione ma più
e Ata candidati. Aggiornato Lombardia poteri

Precariato. Anief, docente con diploma Prove suppletive concorso 2016, vincitori Concorso dirigenti, regolamento a
magistrale immessa in ruolo dal Tribunale di alla Fedeli: vogliamo essere tutelati brevissimo in Gazzetta Uf ciale. Bando posti
Milano liberi prossimi 4 anni. Manca autorizzazione
Concorso a cattedra 2020: 255 mila Funzione Pubblica ed Economia
Abilitazione PAS. ANIEF: vittoria al TAR partecipanti per 22 mila posti. Vincitori
Lazio, sciolta la riserva per centinaia di avranno stipendio di 400 euro mensili Dirigenti scolastici, “Ruolo, Responsabilità e
docenti Retribuzione”: I convegno Udir a Palermo il
Concorso scuola docenti. Graduatorie di 4-5 febbraio
Addio supplenze da Graduatoria d’Istituto, merito per ogni classe di concorso e regione,
saranno af date ai tirocinanti durante il quanti posti rimarranno vuoti Aggiornato Dirigenti scolastici. Zaia, troppo poche 285
corso di formazione. Come funzionerà Toscana immissioni in tutta Italia, troppe le reggenze

TERMINI PRIVACY NETIQUETTE CHI SIAMO CONTATTACI


© Orizzontescuola.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ragusa - Proprietario OrizzonteScuola SRL - Via J. A. Spataro 97100 Ragusa
Società iscritta al registro delle imprese di Ragusa - P. IVA 01492590888 - Iscrizione al ROC 25083 - Capitale sociale 10.000 euro i.v.
Direttore responsabile Eleonora Fortunato - Web content manager Paolo Damanti - Development Giovanni Scala

Privacy

http://www.orizzontescuola.it/riforma-reclutamento-vincere-concorso-piu-tre-anni-di-formazione-vi-diciamo-come-si-accedera-al-… 5/5