Sei sulla pagina 1di 16

GAETANO

e-mail:lattualita@yahoo.it
SALVEMINI www.movimentosalvemini.blogspot.it
una vita per la libertà

LA BOLGIA INFERNALE DEL PRECARIATO GIOVANILE


Il Jobs Act, consentendo alle imprese di ridurre il costo del lavoro, avrebbe dovuto favorire la crescita del P.I.L. e l’au-
mento dell’occupazione giovanile. Avrebbe. Usiamo il condizionale perché, allo stato dei fatti, il 35% dei giovani è an-
cora senza lavoro. A rendere più allarmante il panorama sociale c’è il fatto che molti giovani che lavorano sono precari. UNA MINIENCICLOPEDIA “ON-LINE”
E’ evidente, allora, che i fautori del Jobs Act hanno commesso un errore: per conquistare i voti delle lobby imprenditoriali Navigando in Rete e digitando movimentosalvemini.blogspot.it
hanno perso i voti di milioni di giovani. Secondo errore: innalzando l’età pensionabile a 67 anni (adducendo pretestuo-
samente che manca il denaro necessario per pagare le pensioni) non è stata favorita la creazione di nuovi posti di lavoro. potete documentarvi sulle proposte di riforma istituzionale avanzate dal
Terzo errore: è stato mantenuto in vigore il famigerato “metodo Caligola” nell’assunzione di molti giovani in aziende
private e pubbliche, pur essendo privi di requisiti professionali. Giovani “rampolli”, dotati di forti raccomandazioni, ven-
Movimento Salvemini. Il sito è anche una mini-enciclopedia di Scienze
gono ancora assunti con l’antico sistema nepotista che impedisce l’attuazione della meritocrazia. politiche, economiche, sociali, religiose, letterarie e artistiche: oltre
Milioni di giovani diplomati e laureati hanno smesso di inviare il proprio curriculum alle aziende perché hanno capito 20.000 link. Potete esprimere via e-mail le vostre opinioni.
che le assunzioni continuano ad essere effettuate “ad personam” su input di politicanti a caccia di voti. E’ questa una Il sito ha registrato finora circa 81.000 contatti.
delle cause principali della corruzione che ha lacerato il tessuto sociale. C’è tanta gente che intraprende, in varie forme,
l’attività politica soltanto per soddisfare interessi personali o familiari, senza pensare minimamente agli interessi generali
del Paese. Ecco perché, da settant’anni l’Italia è soffocata da un’interminabile e noiosa campagna elettorale, imperniata
su un gigantesco voto di scambio e su uno squallido mercato di poltrone.
E’ da ipocrita chiedersi perché continua la fuga all’estero dei cervelli. Le cause del fenomeno sono fin troppo evidenti
AFFETTUOSI AUGURI AL DIRETTORE
ma non vengono divulgate perché l’Informazione mediatica è manipolata da quelle lobby che hanno fatto degenerare L’Assemblea generale dei Soci, il 13 gennaio 1980, elesse all’una-
la Democrazia in Oligarchia. Ora più che mai il Movimento Salvemini insiste nel proporre all’opinione pubblica l’urgente nimità il prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini alla carica di Presi-
necessità di rifondare la Repubblica sulla Random-crazia. Cosmo G. Sallustio Salvemini dente del Movimento Gaetano Salvemini. Vivissime
congratulazioni per aver guidato il Movimento per 38 anni con-
secutivi, attuando una lunga serie di iniziative nel campo delle
scienze politiche, delle attività editoriali, degli eventi culturali in
CONFUSIONE POLITICA, LA SOLUZIONE È IL SORTEGGIO senso lato e proponendo riforme istituzionali di notevole spessore
tra le quali degna di nota è quella concernente la Random-crazia.
Trascorse le feste natalizie, inizia la vera campagna elettorale. Dopo inciuci tra aree politiche che Affettuosi auguri a Cosmo per le future iniziative che, come tutte
possono essere definiti persino fantascientifici, qualcosa dovrà pur emergere nei mesi che precedono le altre precedenti, sono rivolte all’unico scopo di moralizzare
le elezioni politiche che si svolgeranno nel mese di marzo 2018. Il premier Gentiloni resterà in l’ambiente politico italiano e mondiale. Il Consiglio Direttivo
carica fino alle urne. In mancanza di una vittoria netta, si parla molto di una ampia coalizione
politica formata da Forza Italia e PD. In tanti la trovano stravagante ed impossibile da realizzare,
ma un numero altrettanto importante, anche di addetti ai lavori, la trova invece molto possibile.
Abbattuta ormai ogni forma di etichetta politica, quest’ultima viene ritenuta la formula più probabile
VILE ATTACCO ALLA POLIZIA
e più accreditata. Anche le dichiarazioni dei due leader vanno in questo senso o almeno sembra che La sera del 15 dicembre 2017, una persona, con casco e a bordo
vadano a confluire verso un naturale “accordo di governo” che, se si concretizzerà, potrà definirsi di uno scooter, ha lanciato una bottiglia molotv contro il Com-
ancora una volta temporaneo. Ma l’aspetto che fa paura è proprio questo. Quando avremo elezioni missariato di P.S. di Roma-Prati, dileguandosi velocemente. La
inconfutabili o nelle quali la volontà dei cittadini possa essere espressa in modo chiaro e definito? bottiglia ha centrato un furgone della Polizia di Stato, parcheg-
Quando avremo, dopo le elezioni, un governo stabile capace di giato dinanzi al Commissariato, danneggiandolo nella parte ante-
lavorare senza colpi bassi e in tranquillità? Purtroppo si tratta (segue a pag. 2) Antonio Bartalotta riore. Pur non escludendo nessuna pista sarebbe quasi da idioti
non collegare l’atto terroristico all’attentato consumato contro
l’ingresso della Stazione Carabinieri di Roma San Giovanni del
SCONVOLGENTI FENOMENI SCUOLA 7 dicembre scorso, rivendicato dalla cellula Santiago Maldonado
della Federazione anarchica informale: “La scorsa notte abbiamo
VISTI ECOPSICOSOCIALMENTE E AMBIENTE Esaurita la 4° edizione di questo
libro. Per prenotare una o più
portato la guerra a casa del ministro Minniti. I diretti responsabili
in divisa, coloro che obbediscono tacendo e tacendo crepano,
Anzitutto colpisce l’analogia tra quanto avviene nella Benemerita Alcune considerazioni ci auto- hanno ricevuto un assaggio di quello che si meritano”conclu-
copie della 5°, cell. 3470333846 dendo “Con questa azione lan- (segue a pag. 2)
e con quanto avviene nel Clero cattolico: in ambedue le istitu- rizzano sul modo di affrontare Vetriolo
zioni, per tradizione, i comportamenti sono (o dovrebbero essere) il tema dei rapporti tra risorse
regolati da ferrea disciplina. In una datata intervista feci presente
la distinzione tra funzione militare come equivalente della fun-
culturali, scuola e collettività
locali. L’attuale istituzione JESI: LA CULTURA IL SACRIFICIO INUTILE DEL GIORNALISMO
zione parentale e la logica militarista, in cui la disciplina è intesa
come prepotere nell’accezione più negativa. Si può considerare
una regola che, dove predomini un tale tipo di concezione della
scuola statale non può preten-
dere di inserire nelle sue strut- VIEN VIAGGIANDO Mauro De Mauro, Giancarlo Siani, Mauro Rostagno, Peppino Im-
pastato, Giuseppe Fava, Mario Francese. Sono alcuni dei troppi
ture secondo i suoi attuali Nella regia città di Jesi a pa-
disciplina (non intesa nel senso etimologico, derivante da disci- metodi tutti i fatti culturali ed lazzo Ghisleri sede del museo nomi di giornalisti uccisi dalle mafie italiane, nomi che cercavano
pulus, che implica un sano rapporto da docente ad allievo), ne educativi che riguardano i gio- “Federico II° stupor mundi” si solo di raccontare la verità in un paese ormai da decenni immerso
conseguano comportamenti o passivi da succube oppure trasgres- vani; sarebbe necessaria una è svolta la conferenza stampa nell’omertà di massa. Di recente la violenta aggressione di Ro-
sivi, ribelli. Nel Clero cattolico, dove l’esercizio della sessualità distribuzione tra ciò che deve dedicata alla divulgazione della berto Spada ai danni di Daniele Piervincenzi ed Edoardo Anselmi,
è bandito, come avviene per fenomeni gruppali per cui la gestione continuare e formare oggetto di rassegna “la cultura vien viag- che per fortuna ha avuto esiti molto meno gravi rispetto al destino
del represso potrà avvenire in modo anomalo e omologazione per la società e giando”, una raccolta di imma- dei colleghi citati prima, la dice lunga sui rischi che ancora corre
clamorosamente da una parte della stessa comunità, si verifica ciò che deve essere considerato gini foto filmati oggetti la nostra professione. Qualche mese fa a Casal Di Principe, nel
con le devianze sessuali; nell’Arma con comportamenti altrettanto oggetto di processi culturali ed provenienti da ogni parte del corso di un interessante discorso con un noto magistrato, mi trovai
contrari a quanto previsto dalle relative norme. Mentre l’adegua- educativi. Il crescente bisogno pianeta, fuori dalle tradizionali a riflettere sull’utilità del sacrificio nel giornalismo italiano. Chi,
mento a un codice morale appare ancora valido per una conside- di socializzazione e di identità rotte commerciali raccontate da per lavoro e per passione, si trova a indagare e scrivere di verità
revole parte della popolazione (lo si potrebbe evincere dalle culturale dei giovani obbliga ad alcuni viaggiatori in un per- scomode che toccano i nervi dello strapotere mafioso, sa bene di
reazioni di scandalo dell’opinione pubblica ogni qualvolta un ap- una notevole domanda di una corso ricco di emozioni. Un ap- richiare la propria incolumità e la propria vita. In un paese civile,
partenente a tali categorie trasgredisca), pare non lo sia più di politica della gioventù basata puntamento ormai mi viene da riflettere, pur considerando sacra la vita umana e con-
tanto, in specie per l’arruolamento degli operatori della forza pub- sull’offerta di luoghi e stru- immancabile nello scenario sapevole che nulla vale più di essa, il sacrificio di un giornalista
blica, dove la selezione attualmente sarebbe meno severa. Addi- menti di iniziazione culturale e culturale marchigiano, organiz- d’inchiesta avrebbe un impatto sociale e mediatico ben più forte,
rittura, secondo alcuni, sembrerebbe che soggetti dai sociale, sperimentando nuove zato egregiamente dall’associa- e si potrebbe star certi che la reazione dello Stato e della società
comportamenti non proprio ortodossi siano meglio accolti. fonti extrascolastiche di ali- zione centro turistico giovanile sarebbe immediata e forte. Non è (segue a pag. 2) Emiliano F. Caruso
Quest’ultima considerazione suggerirebbe l’analogia con quel che mentazione della didattica; le (C.T.G.) “Vallesina”; rassegna un caso se le due mafie più forti
avviene oggi con i figli della generazione post sessantottina, i cui linee di tendenza che noi con- partita qualche anno fa svolge
comportamenti vengono specialmente lamentati da docenti e non
soltanto dei giovani scolari, bensì
dai genitori che ne mantengono (segue a pag. 2) A. e P. L. Lando
sideriamo praticabili sono le periodicamente il suo pro-
gramma di iniziative con in- PARCO ARCHEOLOGICO DI CENTOCELLE:
(segue a pag. 2) Liliana Speranza
contri dedicati ai vari paesi
visitati. Quest’anno Siria e UNA TERRA DEI FUOCHI NELLA CAPITALE
Giordania: suoni colori di emo-
FACCIAMO CRESCERE L’ALBERO DELLA LIBERTÀ zioni a cura di Paola Ceccarelli
Come provvidenzialmente annunciato dai cittadini, dopo lo smas-
samento dei rifiuti superficiali che ha interessato la rampa di ac-
Vorrei iniziare questo mio articolo con i risultati elettorali del X Municipio di Roma. Dopo due anni di com- e Mirko Bonoli; Azzorre: che cesso al Canalone, i lavori di bonifica tanto promessi dal
missariamento i cittadini sono tornati a votare, purtroppo aumentano coloro che rinunciano al diritto-dovere fine ha fatto Moby Dick a cura Movimento 5 Stelle per la riqualificazione del Parco Archeolo-
di voto, al primo turno l’affluenza alle urne è stata del 36,15%, al ballottaggio 33,60%, il 70%circa non è di Katia Montesi; Bolivia: gico di Centocelle si sono interrotti. Tutto è fermo a un anno fa
andato a votare. Forza Italia ha raddoppiato i voti, buon segno, ma non è stato sufficiente. I 5 stelle hanno zaino in spalla a cura di Luca quando l’ex fungaia di epoca fascista, costruita nel 1941 per un
vinto, più onesto dire che ancora una volta ha vinto il “partito dell’astensione”. Fondamentale far tornare i Bellagamba; Caraibi: una progetto di metropolitana che doveva collegare Centocelle al cen-
cittadini al voto non dimenticando che pochi mesi ci separano dalle elezioni Regionali e Politiche. I sondaggi donna e i suoi colori, a cura di
prevedono la vittoria di un Centrodestra unito con una sicura crescita di Forza Italia. Per ottenere questa im- tro di Roma, si è trasformato nel braciere di un rogo tossico: ton-
portante vittoria e, tornare nuovamente alla guida del Paese, nessuno deve “rilassarsi”. Il Presidente Berlusconi Barbara Filonzi con la parteci- nellate di rifiuti speciali (montagne di stracci, carcasse di
è l’esempio per tutti noi, da giorni e giorni è in campagna elettorale, non si ferma un attimo, crede nella vittoria, pazione straordinaria della poe- automobili, matasse di fili elettrici e molto altro, in buona parte
vuole la vittoria. Noi dobbiamo dare il massimo, nelle varie riunioni, nei convegni, ma soprattutto nelle piazze tessa Sonia Camagni. La frutto di quanto dismesso dalle bonifiche dello sgombro avvenuto
con i nostri gazebo con le nostre bandiere, quelle di Forza Italia e Forza Seniores, dire a tutti che diciamo NO rassegna dedicata alle espe- nel 2009 degli ex campi nomadi Casilino 700 e Casilino 900)
allo Ius soli, diciamo NO a una immigrazione continua e senza alcun controllo. Dobbiamo trasmettere ai cit- rienze di viaggio è patrocinata, sono rimasti bruciati, sprigionando fumi tossici e mettendo in pe-
tadini delusi da una classe politica totalmente incapace la nostra voglia di vincere per portare nuovamente se- tra glia altri, dal Comune di ricolo la salute di decine di famiglie residenti nelle vicine case
renità e benessere al nostro Paese, non è facile ma non dobbiamo demordere consapevoli che la maggior parte Jesi, rappresentato dall’asses- popolari in via di Centocelle 3 e 5. «Ama ha dichiarato che non
dell’astensionismo è composto da moderati e di centrodestra, lì ci sono i voti per la nostra vittoria. Essenziale sore alla cultura Luca BUTINI
far conoscere a tutti loro il nostro programma, l’albero della libertà: Più Aiuto per chi ha Bisogno - Più Si- può occuparsi della caratterizzazione dei rifiuti, servirà fare un
curezza - Più Garanzie per Ciascuno - Piano per il Sud - MenoTasse - Meno Stato - Meno Europa - I nostri amici che ha illustrato gli obbiettivi bando per cercare una ditta specializzata, solo allora si potrà
Animali. Non dimenticando che per Forza Italia è fondamentale la difesa della libertà, democrazia, e i valori del suo programma di inter- operare per toglierli dal parco e smaltirli»: ha spiegato Roberta
dell’occidente. Noi Seniores siamo in prima fila, la nostra disponibilità è totale, importante far aumentare la venti puntando soprattutto sulla Ricci, portavoce del comitato Parco Archeologico di Centocelle
fiducia dei cittadini per Forza Italia e per il Centrodestra unito. Valfredo Porega ricostruzione dell’identità cul- Bene Comune facendosi portavoce della rabbia dei residenti del
(Coordinatore Seniores di Forza Italia di Roma e Provincia) (segue a pag. 2) Patrizia M. F. Klum quadrante Sud-Est di Roma (Cen- (segue a pag. 2) F. Sciorilli Borrelli
L’ATTUALITÀ, pag. 2 N. 1 GENNAIO 2018

LETTERE AL DIRETTORE (segue da pag. 1) Vile attacco alla polizia


ciamo una campagna internazionale contro uomini, strutture e
Carissimo Direttore,
con entusiasmo, pur avendo 88 anni, aderisco al Comitato Nazionale per
mezzi della repressione”. Per quell’attentato, il Prefetto Gabrielli,
capo della Polizia, aveva detto “Vorrei dare un messaggio di ras-
INFORMAZIONI AI LETTORI
la Random-crazia. Lei, Professore, meriterebbe di far parte del Parla- sicurazione:non stiamo parlando di situazioni di allarme partico-
mento italiano. Ci guadagnerebbe il Parlamento e soprattutto Quote associative annuali. Ordinaria: euro 60,00 (solo per recapito a
l’Italia…Speriamo di poter continuare il nostro impegno politico “super
larmente importante. Per certi aspetti ritengo molto più grave la domicilio). Simpatizzante: euro 100,00 (per pubblicare un articolo per
partes” per realizzare la vera democrazia, in Italia e nel mondo. Affettuosi piazzata che è stata fatta ieri nei pressi di una redazione di un
auguri e cordialissimi saluti. Roma, 1.12.2017 Dott. Mario Coletti gruppo editoriale importante”. numero). Benemerita: euro 180,00 (due articoli per numero). Sosteni-
Vorremmo credere si sia trattato di una dichiarazione rilasciata in trice: euro 360,00 (quattro o più articoli per numero).
Carissimo Dott. Coletti, La ringrazio vivamente per la Sua adesione al fretta al fine di tranquillizzare la popolazione e non il convinci- Il versamento va effettuato tramite bollettino di c/c postale n°.
Comitato. L’impegno civico di ognuno di noi travalica i dati anagrafici mento del Capo della Polizia (il che sarebbe grave!) ma indubbia- 1032746719 intestato a Movimento Gaetano Salvemini, Fonte Nuova
e deve essere di stimolo per le nuove generazioni affinchè credano fer- mente frase infelice e poco gradita alle Forze dell’Ordine ed ai
mamente nella possibilità di edificare una società di cittadini onesti go- cittadini... Non fingiamo di dimenticare l’allarme, lanciato 50
(Roma).
vernati da galantuomini. Le tante canaglie che finora hanno devastato anni fa, da un Prefetto del Nord, sulla pericolosità di un estremi- Consigli utili: 1) rileggere attentamente gli articoli prima di inviarli alla
l’Italia e il mondo sono destinate a scomparire, prima o poi. Bisogna smo volutamente sottovalutato che portò poi all’uccisione di nu- Direzione entro il 15 di ogni mese. 2) Gli articoli non devono superare
crederci, senza titubanze. Il motto dei salveminiani è (e resterà sempre) le 25 righe dattiloscritte e devono osservare la classica regola del Labo-
“Non mollare!”. Ricambio auguri e saluti. merosi innocenti operatori di Polizia...
Senza sforzarci a cercare date, il 14 dicembre 1976, a Roma, i ratorio di Giornalismo sui cinque interrogativi: chi, come, dove, quando
Nuclei Armati Proletari (Nap) assassinano il 24enne Agente delle e perchè. 3) confrontare il testo originario dei propri articoli con quello
Caro Direttore, Guardie di Pubblica Sicurezza Prisco Palumbo mentre il giorno poi pubblicato con le necessarie correzioni e abbreviazioni, al fine di
a titolo di esempio dimostrativo del mio anticonformismo culturale Le 15 dicembre 1976 (41° anniversario e giorno dell’attentato al
invio una delle tante interviste che mi vengono fatte a Radio Conegliano Commissariato Prati ), a cadere sotto il piombo delle Brigate non ripetere errori e prolissità negli articoli inviati successivamente. 4)
nella mia rubrica settimanale “L’altra faccia della realtà”. Chiedo il Suo Rosse (Br) furono il Vicequestore Vittorio Padovani ed il Mare- pubblicare almeno 80 articoli in 24 mesi consecutivi per chi vuole iscri-
sincero giudizio… E’ in corso di stampa l’ultima mia pubblicazione sciallo di Pubblica Sicurezza Sergio Bazzega ... e la lista, pur- versi all’Albo dei Pubblicisti. 5) rivolgersi al consulente Patrizio Ales-
“Scritti vari”, di cui Le farò pervenire una copia.
Treviso, 16.12.2017 Dott. Eugenio Morelli troppo, è molto lunga... e abbiamo terroristi, liberi, che ancora se sandrini (via Monte Senario 14, Roma. Tel. 06.87195452) per far
la ridono... Vetriolo calcolare le ritenute d’acconto da versare ogni quadrimestre all’Agenzia
Caro Dott. Morelli, vivissime congratulazioni per l’alto valore pedago- delle Entrate. 6) Conservare ogni copia del giornale per poter compilare
gico della Sua intervista. Lei appartiene alla categoria dei galantuomini (segue da pag. 1) Il sacrificio inutile del giornalismo
che non si arrenderanno mai di fronte alle innumerevoli canaglie che l’elenco degli 80 articoli da consegnare all’Ordine. 7) Presentare all’Or-
stanno devastando moralmente ed economicamente l’Italia. La maggio- in assoluto, la ‘ndrangheta e la mafia russa, sono tali proprio in dine la domanda d’iscrizione all’Albo firmata dal Direttore della testata.
ranza dei cittadini onesti, prima o poi, avrà il sopravvento su quella mi- virtù della loro abilità nel muoversi nell’ombra, senza gli attentati 8) Sono accettati solo testi dattiloscritti composti in RTF oppure WORD
noranza di ciarlatani senza scrupoli morali che, purtroppo, manovre e gli omicidi tipici, ad esempio, della teoria stragista di Riina, che
ancora le leve del Potere. Resto in attesa di ricevere la Sua ultima pub- fu talmente evidente e violenta da costringere un pur pigro Stato 4/5 e inviati per E-mail: lattualita@yahoo.it. Coloro che entro il 20
blicazione. Ricambio cordiali saluti e auguri. italiano a reagire, decretando in questo modo la rovina Cosa No- di ogni mese non ricevono via mail la conferma di avvenuta ricezione
stra. In Italia invece, paese ormai immerso nell’omertà, nell’infor- in Redazione sono tenuti a reinviare gli articoli entro il 21 di ogni
Carissimo Direttore, mazione pilotata, nella burocrazia, nel lassismo legislativo e in mese.
nelle nostre preziose pagine de “L’Attualità”, che una generale pigrizia intellettuale, la morte di un giornalista che Anche dopo l’iscrizione all’Albo è opportuno pubblicare almeno un ar-
ricevo puntualmente, nelle poliedriche problemati- si è occupato di scoperchiare i traffici delle mafie sarebbe com- ticolo su ogni numero e rinnovare la quota associativa annuale simpatiz-
cità sempre colme di spunti epifanici per un futuro pletamente inutile, dal momento che il popolo italiano, notoria-
di Civiltà nel mondo, sarei onorato se potessi leg- mente di memoria corta, avrebbe solo un’immediata e figace zante.
gere anche la pagina di una nostra Festa cristiana reazione di sdegno, di quelle che vanno tanto di moda sui moderni Il giornalismo non è solo arte; è anche passione vissuta con entusiasmo
luminosa, che si rinnova ogni anno nella mia Intro- social network, per poi dimenticarsi tutto, assorbito dalla moda e con rettitudine morale. Il piombo, più che l’oro, ha modificato la Sto-
dacqua nel giorno del Ringraziamento. Accludo il del nuovo cellulare o dell’ultimo gossip televisivo. In Italia ab-
dattiloscritto. un abbraccio. Auguri infiniti per il ria. E più che il piombo dei fucili, quello dei tipografi.
Natale in arrivo e per l’Anno nuovissimo 2018. Dio biamo avuto, e ci sono ancora oggi, ottimi giornalisti d’inchiesta,
La benedica. 20.12.2017 Prof. Luigi e le nostre librerie sono piene di eccellenti testi di giornalismo in-
(Docente Radiologia e Pneumologia, Università di Roma). vestigativo sui vari scandali che ormai da decenni rovinano il no-
stro paese. In una nazione abitata da un popolo meno inerte del “Enti e privati hanno il diritto di istituire
Carissimo Prof. Monaco, esaudisco volentieri il Suo desiderio ed ho il nostro, una minima parte di questi libri e di queste inchieste
piacere di informarLa che la Sua bellissima e commovente poesia “Il avrebbe già rovesciato il governo da anni. Inutile indignarsi, come scuole, senza oneri per lo Stato”
ringraziamento” è stata pubblicata a pagina 11 di questo numero. Sono va di moda, su internet e nei circoli da bar, se poi non si hanno la
convinto che anche con le poesie (come la Sua) si può contribuire a edi- (art. 33, terzo comma, della Costituzione).
ficare una società civile e onesta, governata da galantuomini. Se i mass-
correttezza morale e la volontà di reagire seriamente, come face-
media (giornali e televisioni) dedicassero meno spazio ai vano i nostri nonni contro lo strapotere del fascismo. Basta vedere
come è finita la favola di Mafia Capitale: un polverone durato
programmi-spazzatura e più spazio ai valori morali (eterni e immodifi-
cabili) si potrebbe sperare di vivere in una società fondata sul rispetto re-
ciproco e sulla solidarietà tra popoli e tra singoli umani. Spero di
due anni, che inizialmente sembrava dover stravolgere l’intera
malavita nostrana e cancellare il marcio provocato da Buzzi, Car-
INVITO AI REDATTORI
ricevere altre Sue poesie o articoli di alta valenza pedagogica. Ricambio minati e compagni, e che invece si è infine dissolta in una bolla
È in corso il rilascio e/o rinnovo delle
gli auguri con un forte abbraccio. di sapone con l’affermazione, quasi tragiocomica, che “non si è Tessere di questo Periodico per il 2017.
trattato di mafia”. Forse una speranza di cambiamento c’è: chi Consigliamo di contattare il Direttore, entro il
scrive ha partecipato, come giornalista, alla manifestazione av- 15 febbraio, per far applicare il bollino 2018.
Carissimo Direttore, venuta a Ostia come reazione allo strapotere dei vari clan che si
La ringrazio per aver pubblicato la recensione alla “Sintesi” e per le copie
de “L’Attualità” pervenutemi. Mi scuso se non sono venuta al convegno contendono il controllo del litorale romano. La partecipazione del (segue da pag. 1) Scuola e ambiente
del 26 ottobre per la presentazione del Suo libro. Ho avuto problemi di popolo è stata sincera e presente, e anche nei giorni successivi lo aperture della didattica su nuovi orizzonti culturali e professionali.
salute…Purtroppo la gente non spende più un soldo per la lettura…Po- Stato si è fatto sentire con numerosi controlli e arresti. Ma mani- Si propongono pertanto tre momenti dell’organizzazione della
chissimi leggono mentre moltissimi scrivono. Non ne capisco il mo- festazioni, inchieste, sacrifici anche della propria vita, rimane vita scolastica nei quali tale realtà culturale può essere realizzata:
tivo…Questo grande “vaso di Pandora” stenta ad aprirsi. Ha mai pensato tutto inutile se non si avrà un serio cambiamento di mentalità.
a mettere le Antologie edite dal Movimento Salvemini su Amazon? Po- Emiliano Federico Caruso 1) l’utilizzazione del territorio (ambiente, storia) come campo di-
trebbero essere lette anche da me e commentate. Cordiali saluti. dattico. 2) l’ istituzione dei periodi di tempo autogestito dagli al-
Roma, 19.11.2017 Susanna Pelizza (segue da pag. 1) Parco archeologico di Centocelle... lievi. 3) il collegamento tra la vita della scuola e le attività
artistiche, culturali e sportive extrascolastiche. Le tre formule rap-
Gentile Signora, esprimo le mie sincere congratulazioni per la Sua pre- tocelle, Quadraro, Torpignattara, Cinecittà). E pensare che la sindaca presentano, al di là dei contenuti, tre diversi modi di creare spazio
gevole Sintesi. Mi risulta che Lei promuove la diffusione de L’Attualità Virginia Raggi, in un’ordinanza del 10 febbraio scorso (nel frattempo dentro la vita della scuola, tre diversi gradi di destrutturazione e
con grande impegno. Ciò significa che crede fermamente nella funzione di deformalizzazione dell’attività scolastica. In questi ultimi anni
educatrice della Poesia e della libera Informazione. La ringrazio per scaduta a causa della mancanza di fondi), aveva promosso un’urgente
avermi suggerito l’inserimento dei libri su Amazon. Chiederò la collabo- bonifica per il parco e per la rete di cavità sottostanti, richiedendo il campo d’interessi disciplinari e pedagogici si è andato arric-
razione degli esperti in materia. Il suo articolo è stato pubblicato a pag. all’Arpa Lazio le analisi dei pozzi delle aree circostanti e l’installa- chendo nei confronti della ricerca d’ambiente.
11 di questo numero. AugurandoLe ogni bene, ricambio cordiali saluti. zione di centraline di rilevamento della qualità dell’aria presso le abi- Partendo dall’ambiente naturale si è passati all’ecologia, ai beni
tazioni del civico 3 di via di Centocelle. Connessi con la completa culturali e quindi alla storia locale, ai problemi sociali, ammini-
riqualificazione dell’area ci sono poi i lavori del secondo stralcio del strativi e infine alla linguistica: si rischia tuttavia, lo smarrimento
(segue da pag. 1) Confusione politica, la soluzione è il sorteggio! parco, partiti nel 2015 con uno stanziamento previsto di 3 miliardi e se non si definiscono obiettivi e metodi ad hoc, vale a dire se non
di domande a cui è molto difficile rispondere. Non essendoci più trecentomila euro, ma subito bloccati per il fallimento della ditta che si affronta il problema di come dominare e selezionare per la mi-
lo schieramento parlamentare in cui le forze politiche venivano aveva vinto il bando e che ha comunque incassato parte dei fondi gliore riuscita educativa un così ampio materiale didattico in
collocate precisamente a destra, al centro o a sinistra, gli esiti elet- dell’investimento. Ma non è tutto. Ciò che desta più scandalo è la si- quanto l’idea dell’ambiente come campo didattico può scontrarsi
torali diventano di difficile interpretazione. Questa nuova situa- tuazione degli autodemolitori, che, nonostante i vincoli paesaggistici con l’attuale assetto dell’organizzazione scolastica. Innanzi tutto
zione fa in modo che due formazioni politiche, le cui origini e il progetto di legge di delocalizzazione che ne prevede lo sposta- è necessario assicurarsi che il rapporto con l’ambiente non si
ideologiche sono chiaramente contrastanti, possano coalizzarsi mento in aree industriali attrezzate fuori dal Grande Raccordo Anu- esaurisca nel particolare e che non si limiti all’attività descrittiva
per formare un nuovo governo che fallirà inevitabilmente in breve lare e lontano dai centri abitati, persistono nell’area delimitata da Via ed enumerativa. Essa deve offrire un occasione di pratica di stru-
tempo proprio per la diversità di una concezione intellettuale ri- Palmiro Togliatti-Torrespaccata con annessi incendi, inquinamento menti culturali e scientifici e di acquisto di conoscenze universali.
salente alle proprie origini. Come sanare questa situazione? Non e degrado che ne conseguono. L’avvio del percorso di trasferimento Quanto più l’attività educativa immersa nell’ambiente è efficace,
è sicuramente cosa facile. La soluzione potrebbe essere quella degli autodemolitori, annunciato lo scorso 18 aprile dall’assessore tanto più tende a trasformarsi in animazione culturale dell’am-
proposta dal Movimento Salvemini. Le elezioni dovrebbero svol- all’Ambiente del V municipio Dario Pulcini, meno di tre mesi dopo, biente ed in azione sociale e politica: i confini tra il conoscere e
gersi con l’ausilio del sorteggio e ritornare al “metodo Pericle” successivamente alla bocciatura della mozione sulla delocalizzazione il fare, tra l’agire per imparare e l’agire per produrre un incidenza
adottato nell’antica Grecia. Il sorteggio dovrebbe essere effettuato presentata da sinistra italiana in aula Giulio Cesare, è stato infatti obiettiva sulla realtà locale, tendono a scomparire. La scuola
coinvolgendo candidati con requisiti principalmente di carattere prontamente smentito dallo stesso assessore che si è poi così giusti- come luogo di mobilitazione giovanile tende a dilatare i propri
morale, ma anche a quelli di carattere professionale e di studi ef- ficato: «inutile trasferirli, significherebbe solo spostare il problema compiti. Lo sviluppo degli interessi verso l’ambiente esaspera il
fettuati. Poi i miglioramenti da apportare nei confronti di una so- altrove». Problema che, nonostante una settimana dopo, ravveduto, bisogno di acquisire un ruolo. La vita non può essere soltanto ri-
luzione adottata in epoca tanto lontana. E’ il momento quindi di Pulcini abbia presentando in Aula un nuovo atto in cui è tornato a cerca e fruizione culturale: occorre prepararsi a lavorare ed ac-
lanciare il “tam tam” e di far emergere questa possibilità che, at- farsi promotore della necessità di dislocare le attività, ad oggi non è quisire un lavoro senza fare ormai più affidamento su aspettative
tualmente, rappresenta l’unica via per uscire da una situazione stato né affrontato né tanto meno risolto. Non solo agli autodemolitori infondate riguardo al titolo di studio. L’apertura all’ambiente deve
confusa ed irrisolvibile. Antonio Bartalotta è stata concessa l’ennesima proroga, ma circa i tempi e le modalità significare quindi anche alternanza, apprendistato, tirocinio, stage,
del trasferimento non si sono avute più notizie ed il piano licenziato educazione manuale, servizio di lavoro: senza abbandonarsi ad
(segue da pag. 1) L’accoglienza dei profughi va fatta nella solidarietà negli anni ‘90 è ancora fermo all’individuazione di aree alternative una facile retorica si deve imparare a fare da chi sa fare.
possibili. Così come tutto tace anche per quanto attiene l’insedia- Liliana Speranza
le difese (v. in miei precedenti scritti o su internet: la voce pa- mento del cosiddetto “Pentagono italiano“, il progetto di amplia-
ziente designato come indicatore e amplificatore dei problemi mento dell’area militare in capo al Ministero della Difesa annunciato (segue da pag. 1) Jesi: la cultura vien viaggiando
della coppia genitoriale). In definitiva, in base alla mia ormai lo scorso marzo dalla titolare del dicastero Roberta Pinotti. Il piano
lunga e intensa esperienza di vita e professionale, raccomanderei che dovrebbe interessare la zona dell’ex Aeroporto di Centocelle già turale di Jesi; patrocinata altresì dalla Regione Marche, dal con-
a chi intenda o debba educare: caution, ossia di adoperare gli stru- sede del COI (Comando Operativo di Vertice Interforze), prevede il siglio regionale assemblea legislativa delle Marche, con la colla-
menti educativi con perizia, prudenza e diligenza, tenendo sem- restyling del parco, il compimento di una servitù di passaggio ad uso borazione di Esin tour operator (che si occupa della parte tecnica
pre presente che anzitutto nel cervello degli educandi veglia dei militari, una strada che taglierà in due il parco collegando via Pa- dei viaggi). Da quest’anno la rassegna si avvale della prestigiosa
particolarmente sensibile e no stop una sentinella, l’amigdala, piria e via Casilina, realizzata in cambio di un presidio fisso della nuova partnership con il museo “Federico II° stupor mundi”, e
alias sistema d’allarme, alias centro della paura, il che pone guardia forestale con scuola di botanica, oltre che il recupero della della fondazione Pergolesi Spontini. Il museo è stato inaugurato
all’educatore il difficile compito di saper fondare le sue presta- villa Ad Duas Lauros. Ma sui dettagli dell’operazione vige ancora il il primo luglio 2017, ed è ubicato nella stessa piazza dove il 26 di-
zioni fedele al senso autentico dei due termini, cioè di educa- segreto assoluto a riprova del fatto che la partecipazione dal basso cembre 1194 Costanza d’Altavilla diede alla luce il futuro impe-
zione e di disciplina. Quanto esposto sopra, mi pare dia ancora tanto sbandierata nei proclami, nei fatti si è poi tradotta in scarsezza ratore del Sacro Romano Impero. Per i curiosi che vogliono
una conferma circa la categorica regola di Madre Natura che, di trasparenza e insufficienza di informazioni. Il tutto mentre i comi- visitare questo gioiello di storia unico al mondo si può contattare
giacché non tollera costrizioni, oltre a dar luogo a fenomeni im- tati stanno ancora aspettando di essere convocati al tavolo tecnico il n. 0731084470.Affascinata e vinta da questa incantevole città
plosivi (v. fenomeni da overloading), spinge alla ricerca di sfoghi interdipartimentale per discutere gli interventi da effettuare per la bo- invito elettori ad inoltrarsi in quest’angolo di paradiso, meraviglia
alternativi e uno di questi è la gestione del represso per interposta nifica e la valorizzazione del Parco Archeologico tra le continue pro- della nostra mitica penisola per scoprire mostre, eventi, rassegne,
persona. Si pensi, in proposito, a come e quanto possano risultare teste dei residenti, costretti ogni giorno a respirare veleni. I rifiuti curiosità culinarie e culturali. Punto di riferimento per ogni viag-
anacronistiche le misure giuridiche ancora centrate sul singolo sono infatti sempre lì sotto e le prime analisi di laboratorio condotte giatore il centro turistico giovanile Vallesina si trova in via An-
individuo, ossia sul risultato di un processo gruppale, dove dei sui campioni di acqua di falda hanno evidenziato il superamento dei cona 17/bis 60035 Jesi (AN) tel. 0731215917 fax 0731221161
componenti deleganti si continua a disconoscere la responsabilità. limiti di legge dei composti organo clorurati, pericolosi per la salute e-mail Potete anche recarvi sul sito web
Andrea Lando e Pier Luigi Lando e cancerogeni. Federica Sciorilli Borrelli Patrizia M. Frangini Klum
N. 1 GENNAIO 2018 TEMATICHE INTERNAZIONALI E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 3

PLUTONE
UNIONE MONDIALE DEGLI STATI (Alan Stern*)
Un mondo freddo e lontano, un
pianeta è un piccolo paradiso
Governatore: S. E. Sen. Pietro Fratantaro dei sogni nel sistema solare:
Plutone, il pianeta nano rimane
V ice Governatori: Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini, Sen. Cav. Giovanni Ianuale tre miliardi di anni dal sole e
quasi dieci anni dall'orizzonte
spaziale Horizon dalla Terra.
www.unionemondialedeglistati.blogspot.it Alan Stern attende: ci saranno
foto delle cinque lune plutoni-
che, abbastanza per guidare un

ATTO COSTITUTIVO E SCOPI ISTITUZIONALI astronomo o un poeta lunatico


fuori dalla loro mente. *Alan
Stern è un astronomo e grande
sostenitore della missione a
Plutone. Teresinka Pereira
Il giorno 28 aprile 2016, presso la Sede italiana dell’ Unione Mondiale degli Stati, via Marco Polo n° 73, Pal. F, Scala A/4, 98125 Messina, è stato stilato l’Atto
Costitutivo, in Memoria di S.E. Sen. Viktor Busà (Lord President del Parlamento Mondiale per la Sicurezza e la Pace) ed il relativo Regolamento dell’Unione RINGRAZIAMENTO
Mondiale degli Stati. I desideri si risvegliano/ vi-
L’U.M.S. si prefigge di rafforzare la solidarietà sociale tra i Popoli (aiutando le persone più bisognose e diversamente abili, portatori HD), di promuovere la cultura e branti le voci,/ porte aperte/ che
le arti, l’assistenza sanitaria, la beneficenza, l’istruzione, lo sport, la tutela dell’ambiente, la tutela dei diritti umani, nel Mondo. Tutti gli incarichi e le nomine sono illuminano i tavoli/ con le ami-
onorifici ed a titolo gratuito, durano 4 anni e possono essere rinnovati. L’Assemblea Generale viene convocata ogni due anni e non sono consentite deleghe. Le deli- cizie./ In questo immenso
berazioni sono adottate a maggioranza dei presenti. L’Atto Costitutivo e lo Statuto sono stati registrati in data 11/5/2016 al n° 1003 all’Agenzia delle Entrate di Messina. mondo/ ci promettono che do-
ORGANIGRAMMA mani/ e sempre/ avremo un
Governatore S. E. Sen. Pietro Fratantaro (cell.347.8875825). Vice Governatori Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini: Sen. Cav. Giovanni Ianuale. posto/ per celebrare/ il nostro
ringraziamento.
Sen. Cav. Francesco Aversa, Primo Ministro; Prof. Stefano Murace, ministro per i Rapporti con i Parlamenti; On. Avv. Daniele Arrigo, ministro della Giustizia; Teresinka Pereira
On. Teresa Trovatello, ministra del Tesoro; On. Dr.ssa Maria Serena Nicosia, ministra dei Beni Culturali; On. Prof. Elisabetta Laganà, ministra della Pubblica
istruzione: On. Josè Orteca, ministro dello Spettacolo; Sen. Cav. Carmelo Fratantaro, ministro degli Affari Costituzionali; On. Letteria Fratantaro, ministra del- BABBO NATALE
l’Economia; On. Giulia Fratantaro, ministra degli Esteri; Sen. Dr.ssa Angela Bono, ministra del Lavoro, On. D./ssa Graziella Sanfilippo, ministra della Sanità; On. Senza balli, cantando/ il vecchio/
Maria Grazia De Seta, vice ministra dello Spettacolo; On. Elisabetta Isaja, sottosegretaria allo Spettacolo. viene a dare/ un messaggio di
Le On.li Vittoria Previti e Carmela Aversa, interprete di inglese e spagnolo sono state nominate Segretarie Generali. pace/ a tutta l'uma-
Le Senatrici: Prof. Florinda Battiloro; Dr.ssa Ilde Gamba; Edda Ghilardi e Carmela Sammartino, sono state nominate Ambasciatrici. nità!/ Con tempe-
L’On. Roswitha Gruber, è stata nominata Governatrice Vicaria per l’Austria. ste/ o con il
cielo limpido/
L’On. Cav. Giovanni Aversa, Sen. Prof. Giustino Setteducati; On. Prof.ssa Rita Nicotra; Sen. Giuseppe Cardella; Sen. Ing. Francesco Terrone; On. Adele Affini; eccolo che ar-
On. Lenuta Donosa (Romania); On.Paola Cozzubbo; Sen. Raffaella Di Benedetto; On. Carmine Savastano; Sen. Maria Giovanna Marrone; Sen. Ernesto Pa- riva/ dal firma-
pandrea, On. Donato Piracci; On. Rosario Siliato; On. Emanuela Venuti; On. Prof.ssa Grazia Godio; Sen. Insegn. Cettina Piccichè, On. Dott. Natale Ventrella, mento/ con i
On. Sandro Chillemi, sono stati nominati Consiglieri Diplomatici. Il Sen. Albino Martis è stato nominato Ambasciatore. ricordi.../ Il
Sen. Salah Mahameed è stato nominato Vice Segretario alla Sanità e Consigliere Diplomatico. poema/ è il re-
Addetti Stampa sono stati nominati: On. Prof.ssa Irene Antonuccio, “Gazzetta del Sud” Messina; On. Dr.ssa Marilena Faranda “Il cittadino di Messina” (quotidiano galo/ ad ogni
online); On. Dr. Andrea Italiano “Primo Piano” Milazzo (ME). ! Teresinka Pereira
Hanno aderito: Sen. Francesca Licari, Vice Governatrice zona Nord e gli Onorevoli: Cav. Letterio Cosenza; Domenico Ambriano, Donatella Collalti. (Traduzione di Giovanna Li Volti
Guzzardi)

PREMIO EUROPEO “TINDARI TERZOMILLENNIO” LX EDIZIONE “PREMIO ZANKLE”


CONSEGNA Riconoscimenti e Premi
Salone delle Bandiere Comune di Messina Sede della Pro Loco "Giovannello da Itala" Itala Marina (ME)
COMITATO ESECUTIVO U.M.S. Presidente Onorario: S.E. Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini, Vice Governatore U.M.S., Presidente UM.S. - COMITATO ESECUTIVO e GIURIA - Presidente: S.E. Sen.
UN.1.A .C. (UNione haliana Associazioni Culturali), Direttore del giornale L’ATTUALITÀ; Presidente : S.E. Sen. Pietro Fratantaro, critico, Pre- Pietro FRATANTARO (ME), critico, Presidente Nazionale Associazione
sidente Nazionale Associazione TEMPO LIBERO; Presidente Internazionale FEBAC; Rettore Accademia lnt. "Federico II° di Svevia"; Governatore TEMPO LIBERO; Presidente Internazionale FEBAC; Rettore Accade-
U.M.S. Segretaria: S.E. On . D rs. Serena Nicosia , Ministra Beni Culturali U.M.S.S.E. On. Prof. Elisa Laganà, Ministra Pubblica Istruzione U.M.S. mia Int. "Federico II° di Svevia"; Governatore . Vice Presidente: S.E.
Sen. Comm. Gianni Ianuale, Presidente International Vesuvian Academy, Vice Governatore U.M.S. On. Drs. Serena NICOSIA, Ministra Beni Culturali. - Segretaria: S. E.
ASSEGNAZIONE del "PREMIO" - "A Concittadini, Connazionali, Associazioni e Ditte residenti anche all’estero, che si sono distinti nelle loro On. Prof. Elisa LAGANA', Ministra Pubblica Istruzione. S.E. Sen. Car-
attività" Ten. Col. Geom. Antonino Triolo, Comandante Vigili Prov. Messina Dr.ssa Teresa Francesca Ambrusiano, Dirigente A.S.L. Giuseppa Col- melo FRATANTARO, Ministro Affari Costituzionali.
letta, Dirigente Tipografia Alex Garpi, Bulgaria, Pittore Dr. Alessio Gennaro, CISL/CAF; Giacomo Giacomarra (PA), Scultore Sen. UMS Dr. Salah 18° Premio Internazionale di Poesia "Severino Caspanello"
Mahameed, San Nazario/VI. Dentista, Vice Segretario alla Sanità e Consigliere Diplomatico UMS . Dr. Alessandro Notarstefano, Direttore Respon- GIURIA: Presidente: S.E. Sen. Pietro FRATANTARO, Critico Letterario
sabile Quotidiano "Gazzetta del Sud" Sen. Cettina Piccichè, Poetessa, Consigliera Diplomatica Raul Selva, Cina, Fotografo - Jach Toson, Canada, Governatore UM.S.- VicePresidente: SE. On/le Drs. Serena NICOSIA,
Pittore. Sovraintendenza Beni Culturali di Messina - Ministra della Cultura - Se-
OSPITI d'ONORE - Prof. Renato Accorinti, Sindaco di Messina; Dr. Domenico Crisafulli, Itala Marina (ME) Presidente Pro Loco On/le Dama gretaria: SE. On. Prof. Elisa LAGANÀ, Accademica.
Lenuta Donosa, Romania - Consigl. Diplomatica U.M .S. ASSEGNAZIONE del ''PREMIO"
Addetti STAMPA: Giornalisti - On/ le Drs. Prof. Irene Antonuccio, Messina "Gazzetta del Sud" On.le Drs. Marilena Faranda (ME) "ilcittadi- "A Concittadini, Connazionali, Associazioni e Ditte residenti anche al-
nodimessina" (Internet) On.le Dr. Andrea Italiano "primo piano" Milazzo (ME), Sorveglianza di Sicurezza "Vigile Provinciale" S.E. Sen. Carmelo l'estero, che si sono distinti nelle loro attività". Enrico BINODES, Spa-
Fratantaro, Ministro Affari Costituzionali. 18°Premio Internazionale "Antonello da Messina"; ARTISTICA: Fotografia · Pittura · Scultura; (Par- gna, scultore; Avv. Antonio CRISAFULLI , Sindaco del Comune; Pittrice
tecipanti n° I 35); GIURIA : Presidente: S.E. Sen. Pietro FRATANTARO, Critico d'Arte - Governatore U.M.S.; Vice Presidenle: SE .On/le Drs.Serena Nicoletta SCIORTINO, Itala (ME); Pro Loco "Giovannello da Itala";
NICOSIA, Sovraintendenza Beni Culturali di Messina - Ministra della Cultura; Segretaria: On/le Prof. Rita NICOTRA, Acireale (CT) - Critico d'Arte; Banca UNIPOL Messina; ARTISTICA (Foto - Pittura - Scultura)
S.E. On. Carmelo FRATANTARO PRIMO PREMIO; BICA Lucia, BO • BOZA Leo, SP - GARPI Alez,
PREMIO del PRESIDENTE - ARENA Mary. CS - DERRY John, Scozia - FAMÀ Orazio, Regalbuto/EN GIACOMARRA Giacomo, Castellana Bulgaria • GRUBER Roswitha, Austria - LICARI Giuseppa Francesca,
S/PA - PRIVITERA Francesca, Mascalucia/CT - VIGNERA Maria Grazia, Regalbuto/EN. MI - MENDOLA Sebastiano, Lentini (SR) • NAGLINI Giulio, BG -
PREMIO SPECIALE GIURIA - ADDES Mary , Irlanda - DINI Lucy, AQ - DENNA Rob, SI – LI MANDRI Anna Maria , PA - LO VASCO Filippo, SAMMARTINO Cannela, CT.
Roma - MENDOLA Sebastiano, Lentini/SR - SIMONE Maria Lidia/ME. PRIMO PREMIO: ALDI Mek , Svizzera - DA TOS Evy, Russia - DI BE- SECONDO PREMIO: BURGO Mary, BZ - HIRATA Tatsuya, Giappone
NEDETTO Raffaella, Montella/AV - GRUBER Roswitha , A ustria - SAMMARTINO Carmela/CT; - SCILLETTA Vittoria, Regalbuto/EN - LICARI - LOVATI Pina, BR - MOLINA Dino, AL. POESIA (Sillogi e Romanzi)
Giuseppa Francesca/MI. PRIMO PREMIO: ALESSI Eva, MC - BINl Lucy, AQ- COZZUBBO
SECONDO PREMIO: ALIA Sem/GE – BORAI Lidia , Svizzera - CEMPE Nora, PR - GROSSO Peter, Irlanda - MAHAMEED Salah, Palestina - N Paola, Giarre (CT) - GATII Dina, BS ORSI Maria Luisa, ME – PICCI-
IGRO Chiara , BO TERZO PREMIO; BRUNACCINI Maria, Falerna (CZ) - BRUNO Carlo, PG - CONTE John, USA - DlSIMO Cetty, SP - FURCU CHÈ Cettina, Marsala (TP). SECONDO PREMIO: ALL Asya, Russia
Sergio, VE - GOMBI Jole, G.B. - LEBON Chris, Belgio. ·BRUNO Franco, CL - CONSALI Mary, VA -DOTI Dina, BA. PREMIO
24° Premio Internazionale Poesia "Giuseppe Villaroel" - GIURIA: Presidente: S.E.Sen. Pietro FRATANTARO, Critico; Vice Presidente: S.E. del PRESIDENTE: BALDI Anny, MI - CRUS Josè, Brasile - DI BENE-
Sen. Gianni IANUALE, Poeta; Segretaria: S.E:On. Dr.ssa Serena NICOSIA della Sovraintendenza Beni Culturali - Messina -PRIMO PREMIO: DETIO - Raffaella, Montella (AV) • PICCICHÈ Cettina, Marsala (TP).
BARBERA Michele, (AG) - DAMIANI Rodolfo (FR) - GODIO Grazia: (MI) - ORSI Maria Luisa, ME - PICCICHÈ Cettina (TP). - SECONDO PRE- PREMIO SPECIALE GIURI: ANDROLE Rosy, VE - BONO Angela,
MIO: AFFINITO Isabella M . (FR) - BORTALO Leo, TN - CETANI Giusy, Francia - PATAMISI Maria Stella (RC) - TERZO PREMIO: ALASSI CT - LE BON Cris, Belgio - MARRONE Maria Giovanna, Partanna
Sara, Svizzera - BANA Sabela, Spagna - BRUNO Paolo. GE; CIPPOLI Mary, FI. - Sezione Disabili - Premio del Presidente - Fotografi: BIRGA Pina, (TP). PRIMO PREMIO: DAMIANI Rodolfo, Sora (FR) - GODIO Gra-
Svizzera - CELOTTA Angelo, BG - DASIMA; Gery, Australia - DENNY Anny, VE - Pittori: ALL Asya , Russia - FILIPPONE Rosario, PA - GOTTI zia, Segrate (Ml)· HALES Paul, Argentina - ORSI Maria Luisa, ME.
Pina, Fl - VIGO Jach, Canada - Poeti: ALESSI Lucy, Brasile - CRUSS Roby, LI - PETRIL Paul. Ci le - SERRA Tina, CA - Scultori : ALASE Eva , SECONDO PREMIO: BANDOLO Ilenia, Svizzera - CERAOLO Mary,
AQ - DENIO Rino, Slovenia - MANIE Aly, G .B. - SETZA Chiara, CA Australia - CENSALO Diego, Francia - DIMAS Silvy, USA. TERZO
18° POESIA Memorial "Gaetano Salvemini" (Una vita per la libertà) (Partecipanti n° 172) - GIURIA: Presidente: Sen. Comm. Gianni IANUALE PREMIO: APOLI Paola, FI - BANA Sabela, Spagna - BOSA Santi, BZ
(NA) ·Poeta; Vice Presidente : S.E. On. Drs. Serena N ICOSIA - Accademica; Segretaria: S.E. On . Prof. Elisa LAGANA' -Accademica. - PREMIO - TOSON Jach, Canada. Addetti STAMPA: Giornalisti: On/le Drs. Prof.
del PRESIDENTE: AFFINITO Isabella Michela, Fiuggi I FR -ALIBERTI Sebastiana, Saponara - M.(ME) - BARBERA Michele, Menfi (AG) - GIU- Irene ANTONUCCIO, Messina "Gazzetta del Sud" Drs. Marilena FA-
DICE CRISAFI Silvio, PA - LI MANDRI Anna Maria , PA - SERRA Pedro, Portogallo - TOMASSINI Augusta, Montefelcino (PU) - VALENTE An- RANDA (ME) "Ìlcittadinodimessina" (Internet). On/le Dr. Andrea ITA-
tonio, Isola di Capo Rizzuto (KR) - ZANO Sara, TS - VITTA Pia, VV. LIANO "primo piano" Milazzo (ME) On/le Dr.Paolo MACALI, Roma
PREMIO SPECIALE GIURIA: ALASSA Eva, MC - CRUS Josè, Brasile - DI BENEDETTO Raffaella, Montella (AV) ·ERBA Liborio, Regalbuto mensile "L'Attualità". Fotografo: On Comrn. SILIATO Rosario, Giarre
(EN) • GODIO Grazia, Segrate (MI) - MARRA Anita , Svizzera - PICCICHÈ Cettina, Marsala (TP) - SERTRA Pietro, FG - ZUZOLO Luigi, Dugenta (CT).
(BN). 18° Premio Internazionale di Poesia "Oscar Lembo"
PRIMO PREMIO: ALLA Asia, Russia - BONO Angela , CT - CONSOLI Santo, CT - COZZUBBO Paola, Giarre (CT) - MARRONE Maria Giovanna, GIURIA: Presidente: SE .Sen.Pietro FRATANTARO , Critico Letterario
Partanna (TP) - PLUMARI Angela, Regalbuto (EN) - PRlVITERA Francesca, Mascalucia (CT) - RIGANO Virgi lio, Brolo (ME) ·VIGNERA Grazia, - Governatore UM.S. - VicePresidente: SE.On/le Drs.Serena NICOSIA,
Rega lbuto (EN). Sovraintendenza Beni Culturali di Messina - Ministra della Cultura - Se-
SECONDO PREMIO: AFFINI Adele, Tirrenia (PI) - DAMIANI Rodolfo, Sora (FR) - DENNA Roby , SI - LO FRANCO Eddy , PA- PATTI Camillo, gretaria: SE. On. Prof. Irene ANTONUCCIO, Giornalista. PRIMO PRE-
Acireale (CT) - ROCCA Lucio, Danimarca - ZANETA Kallya .Grecia - ZUPPI Cetty , Australia. MIO: BONO Angela , CT - DAMIANI Rodolfo, Sora (FR) - PICCICHÈ
TERZO PREMIO: CIFARIELLO Gennaro, Ercolano (NA) - DI FILIPPO Germano, NA - FIORENTINI Ornella, R A - FIORENTINO Monica, Sor- Cettina, Marsala (TP). SECONDO PREMIO: MOLINA Dino, AL - PA-
rento (NA) - FORVE ILLE Sylvie, Francia - MAHAMED Salah , San Nazario (V I) - MALAMBRÌ Giovanni, ME - PATAMISI Maria Stella, Fer- TANISI Maria S., Ferruzzano S.(RC) - SAINO Dora, BA - SELVA Raul,
ruzzano S. (RC) Cina. TERZO PREMIO: BARRA Saro, PE - CELOITI Dina, RM -
-PONSERO Daniele, TO - TAYLOR Edith, USA. PERSONE EMERITE: IDEATORI di EVENTI: S.E.Sen .Gianni IANUALE- SE.Sen. Prof .Cosmo GONGE Paulo, Cile - SOLA Rina, VA.
G.SALLUSTIO SALVEMINI Dr.Domenico CRISAFULLI, Presidente Pro Loco - Direttore Artistico
POETI: AFFINITO Isabella Michela - BARBERA Michele - CIFARIELLO Gennaro -COZZUBBO Paola - DAMIANI Rodolfo - DI FILIPPO Ger- S.E. On. Comm. Josè ORTECA, chitarrista, Ministro dello Spettacolo
mano - DI BENEDETTO Raffaella - FORVElLLE Sylvie - GODIO Grazia - LI MANDRI Anna Maria - MALAMBRÌ Giovan ni - MARRONE Maria U.M.S. Cantanti: On. AMBRIANO Domenico , SOTTILE Giuseppe,
Giovanna - ORSI Maria Luisa - PICCICHÈ Cettina - PONSERO Daniele. PITTORI: GRUBER Roswita - MENDOLA Sebastiano - PRIVITERA Fran- Conduttrici: On. Prof .Irene ANTONUCCIO - On. Prof .Elisa LA-
cesca - SAMMARTINO Carmela . GANÀ’. Presidente onorario: S.E. Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salve-
FOTOGRAFI: DE FELICE Antonio - On/le SILIATO Rosario - S.E. Sen. FRATANTARO; Carmelo - LO VASCO Filippo. CONDUTTORI DI mini, Vice Governatore U.M.S.
EVENTI: On. Prof .ANTONUCCIO Irene, Giornalista - On. Prof. LA-
GANÀ Elisabetta , Ministra Pubblica Istruzione - S.E. On .DE SETA
AUGURI AL SEN. MARTIS Marzia, Maestra di Danze Orientali, Vice Ministra dello Spettacolo - On.
Comm . ORTECA Josè , Direttore Spettacoli , Ministro dello Spettacolo.
CANTANTI: On . A MBR IANO Domenico - SOTTILE Giuseppe -
AUGURI ALL’ON. CHILLEMI
COMPONENTE DI GIURIA: SE. ON. Dr.ssa NICOSIA Maria Serena
della Sovraintendenza Beni Culturali Messina , Ministra Beni Culturali.
Giornalisti UMS: On.Dr.ssa FARANDA Marilena - On. Dr. ITALIANO
Andrea Accademia Internazionale "Federico II° di Svevia" SICILIA
di Arti , Lettere, Scienze
GIURIA: Finale Nazionale Elezione -"Lady & Miss ZANKLE". NO-
MINE: Cavalieri: ALIOTO Mario, ME - Dr. CUTRUFELLI Andrea, ME.
Presidente: S.E. Sen. Pietro FRATANTARO. Segretaria: S.E. On. Marzia
DE SETA LADY MISS Sen. Cettina PICCICHÈ 1. Fabiana BRUNO;
Francesca PRIVITERA; 2. Lucia TAVILLA; On. Paola COZZUBBO; 3.
Sharon BUONASERA - DE SETA Francesco, ME - FIUMARA Mario,
ME – LAGANÀ- Raffaele, ME – MONDELLO Giuseppe, ME - MUN-
NIA Claudio, ME - TROVATELLO Mario, ME - VELANTI Diego, PE.
Cavalieri Benemeriti: FORSANO Gino , TO Commendatori Benemeriti:
BAR BERA Giacinto, ME - ROZZATO
Vittorio, ME. - Dame: Dr.ssa AMBRUSIANO Teresa F., ME - BONAN-
ZINGA - Maria , ME - Dr.ssa BANDIERAMONTE Concetta, ME -
GITTA Anna, BR - OLAVO Rina, BR - POLINO Fortunata, ME. -Dame
d'Onore: CHIRCO Maria Rosa, ME - PANIO Daniela, ME - PATAMISI
Maria Stella, (RC) - PRIVITERA Francesca, (CT) - RAGONI Pia, (LE).
L’ATTUALITÀ, pag. 4 TEMATICHE ETICO-SOCIALI N. 1 GENNAIO 2018

UN BILANCIO DELUDENTE INCUBI


Annuale. Politica si politica no,elezioni si elezioni no, manifesta- Piove sul bagnato. Se non piove sulla siccità è peggio. Parcheggia
zioni anti razziste promosse da Renzi, i cinque stelle contrari. Fra- dove e come vuoi. Ci sarà sempre un altro che ti utilizzerà come
telli d'Italia fa i comizi in giro per le città italiane, i partiti si alibi per attaccarsi e parcheggiare ancora peggio. Chissà quale è
preparano alle elezioni convincendo gli Italiani con argomenta- stato il primo momento che ha innescato questo domino infernale
zioni serie - lavoro - Reddito d'inclusione per i poveri - Incentivi della nostra società. Si accettano ipotesi. Oggi 28 novembre sui
per le aziende che assumono - Bonus per i diciottenni e, intanto i giornali … lo Stato ad Ostia, perquisizioni, arresti, spiegamento
giovani fuggono all'Estero. Attualmente questo è il quadro ita- di forze con uomini e mezzi… non si poteva fare prima? Do-
liano, l'Istat dice che la povertà è diminuita sarà vero, non si sa. manda: perché ogni giornale o portale specifica che Spada è de-
Papa Francesco ha visitato i Paesi Orientali dove la libertà e i di- tenuto a Tolmezzo? Sindrome del copia incolla telematico o
ritti non esistono. Noi siamo esterrefatti, cosa dobbiamo fare e a messaggio subliminale?
chi dobbiamo credere. Forse è meglio goderci questo tempo per Perché ci si meraviglia tanto che la nazionale di calcio non abbia
stare in famiglia con gli affetti, con gli amici, con i nostri bisogni. ottenuto la qualificazione per il campionato del mondo del 2018?
E meditare sul mondo, sulle cose veramente importanti. Vivere è … siamo forse in corsa per qualche altro campionato del mondo
assolutamente bello e prezioso, il tempo non va sprecato in chiac- in qualsiasi disciplina o specialità o àmbito culturale o musicale
chiere inutili e sterili. E' bene aiutarsi a vicenda senza farsi la o universitario? Son serviti 29 morti perché si sapesse che l’al-
guerra, allungare una mano al bisogno anche se non si hanno i bergo Rigopiano era abusivo. Sono serviti i 64 morti del cinema
mezzi fa bene all'anima, avere denaro, potere, prestigio aiuta fino Statuto per mettere le porte ignifughe in Italia. Non abbiamo
a un certo punto, se si è soli non te ne fai nulla. Si uccide per un’altra opzione? Francesco Cortese
niente, in nome di chi e di che cosa, si lede la dignità del lavora-
tore per la sete di potere, si ignora la dignità etica, bel progresso.
Ai posteri l'ardua sentenza. Francesca Pagano LA SENSIBILITÀ E LA MATURITÀ
DI UNA TREDICENNE
TRASPARENZA NELLA P. A. Sofia Firmani, nata a Pretare (AP) e che abitava, assieme alla sua
famiglia, in questo paesino vicino ad Arquata del Tronto dove
Spesso i cittadini sono scoraggiati, disillusi, nei confronti della po- dopo il primo terremoto del 24 agosto 2016, la loro casa, assieme
litica. I grandi titoli dei giornali nella maggior parte dei casi sono di a quella di nonna Lina degli zii, Simona e Massimiliano e dei cu-
denuncia di illeciti o di corruzione. Le buone notizie, quelle confor- gini Nicolas e Swan è stata distrutta e per fortuna sono scappati
tanti sembrano riscuotere poco successo. Si è svolto a Roma presso in tempo tutti fuori non appena hanno avvertito che dentro casa si
l’Istituto della Enciclopedia Italiana un convegno dal titolo “La muoveva tutto spaventosamnte, rifugiandosi ognuno nella loro
sfida della trasparenza” fortemente voluto dalla Presidente del I auto. Quindi hanno vissuto in macchina, poi nelle tendopoli, poi
Municipio Sabrina Alfonsi, che è stato moderato dal giornalista in albergo e da qualche mese nella casetta per i terremotati. Fami-
Stefano Menichini e si è arricchito degli interventi del direttore ge- glie che hanno vissuto nel terrore, piangendo la fine della loro
nerale dell’Enciclopedia Treccani Massimo Bray, il professore Al- casa con tutti i ricordi sepolti dentro e non si sa come andrà a fi-
berto Bitonti, il Consigliere Valerio Barletta e con la conclusione nire dopo le casette. Vanno avanti senza vedere nessun futuro, ma
“SOCIAL ECONOMY” della Ministra Marianna Madia. Si è parlato di buone pratiche,
processi virtuosi e delle opportunità offerte dai principi di traspa-
Sofia, dall’animo sensibile è lei a dare coraggio ai suoi genitori,
Elvira e Salvatore. Ecco la letterina che ha scritto a sua madre il
In questi ultimi anni stanno prendendo piede i cosiddetti social renza e di buona amministrazione. Le parole chiave sono state: le- 7-12-2017 per il suo compleanno. Cara vita mia, come ogni anno
network. Essi sono delle piattaforme virtuali tramite le quali co- galità, trasparenza, partecipazione. Come ha sottolineato Menichini ti scrivo una letterina per augurarti un buon compleanno e per rin-
municare. Possiamo affermare con certezza che si tratta di un vero aprendo il dibattito non si può tornare indietro nel processo della graziarti di tutto il grande affetto che dimostri nei miei confronti.
e proprio mondo parallelo. La facilità di comunicazione e, spesso, possibilità di accesso agli atti. La trasparenza, il mondo digitale, la Quest’anno, però, non basta una banale letterina, perchè quello
la rapidità con cui vengono scambiate informazioni, è il loro prin- share economy sono sfide della modernità. Per Bitonti la traspa- che tu fai per me non sarebbe nulla in confronto. In verità non
cipale punto di forza. Tutto questo non è passato inosservato agli renza non può essere semplicemente uno slogan o un mero orpello esiste nessun regalo al mondo che può essere paragonato ai grandi
occhi dell’economia. Si è inventato un vero e proprio mercato, o qualche semplice pdf on line. Citando Filippo Turati e la sua me- sforzi che fai per rendermi felice e per nascondere il fatto che tu
tramite il quale comunicare informazioni concernenti determinate tafora del 1908 “della casa di vetro” evidenzia come adottare questo stai male e che soffri in silenzio. Voglio ricordarti che con me tu
attività, per avere un feedback più diretto con la propria clientela. sistema di valori possa contrastare una cultura del sospetto, che puoi sfogarti e che sarò sempre anzi, saremo tutti noi sempre una
Ci piace pensare ad una vera e propria “social economy”, soprat- troppo spesso fomenta e allontana il privato cittadino dalla politica. spalla per te! Non tenerti tutto dentro, confidaci i tuoi malesseri
tutto nell’ambito pubblicitario. La scaltrezza sta nell’individuare In tutti i campi della Pubblica Amministrazione si deve rendere e noi saremo contenti di poterti aiutare. Tu credi che io non mi ac-
il social adatto alle proprie esigenze ed al proprio target, così da chiaro come vengono prese le decisioni, rendere pubblico chi si in- corga del bene che mi vuoi e di tutti i sacrifici che fai per me, cosi
lavorare in maniera più specifica. Facebook permette di creare contra e che rapporti ci sono tra il pubblico e il privato. Ci sono io in qualche modo ti debbo far capire che lo so ma che, non trovo
eventi ad hoc, ad esempio potrebbe essere utile per invitare le per- strumenti per rendere tutto questo possibile come l’Agenda Pub- il modo per ringraziarti! A volte penso che se non mi saresti ca-
sone ad un’eventuale inaugurazione o ad un evento speciale; blica. Questo strumento permette sia di costruire una relazione di fi- pitata tu come mamma io non sarei cosi e che se non saresti stata
Twitter viene usato maggiormente per dare delle flash news; In- ducia tra pubblico e privato, sia di legittimazione. Il pubblico tu mia madre io sarei perduta! Tu per me sei tutto e non vorrei
stagram la fa da padrone nel mondo fotografico e dunque po- permette una funzione importante di confronto e può essere fonte di mai perderti! Spero che leggendo queste parole tu abbia capito
trebbe essere un buono strumento per farsi notare davvero. In arricchimento. La nuova sfida è il coinvolgimento dei portatori di che ti ringrazio immensamente per ogni cosa che mi fai! Se elen-
quest’era social è fondamentale far parte della “social economy” interesse, la cittadinanza attiva, la partecipazione alle politiche pub- cassi tutte le azioni buone fatte da te nei miei confronti, non ba-
ed un buon imprenditore dovrebbe tener conto non solo del bliche. Il principio di trasparenza e quello di democrazia sono inti- sterebbe neanche un foglio di un milione di metri quadrati! Ti
mondo reale, ma anche del mondo virtuale. Bruno Bertucci mamente legati. Come afferma il professore Bitonti, inoltre, non è voglio bene. Auguroni da tutti noi, mamma”. Sofia. E assieme
più possibile continuare a far sì che l’opacità sia la regola e la tra- alla lettera, Sofia ha voluto dare alla madre 50 euro che lei si era
PRESENTAZIONE DEL LIBRO: sparenza un’eccezione. Deve essere consentito l’accesso pubblico
alle informazioni sui differenti temi di interesse comune, come la
messa da parte e gli ha detto: Mamma i miei risparmi li do a te
perchè sei tu che hai bisogno di soldi per fare la spesa.
“ THE WALL. SAGGIO INCHIESTA presenza di amianto, la salubrità dell’aria, la sicurezza edilizia. Gli Francesca Ferrara
SULL’EUROPA DEI MURI” open data, ora grazie al web sono maggiormente disponibili. La de-
mocrazia 3.0 è una democrazia collaborativa. Barletta ha puntato
Lo scorso 28 novembre è stato presentato a Roma, presso La Casa
Dell’Aviatore:“ The Wall. Saggio inchiesta sull’Europa dei muri”, l’attenzione sul diritto di accesso civico generalizzato come stru-
mento quotidiano; definendo un errore limitare questo diritto. Sa-
MASTER DI 2° LIVELLO IN MANAGEMENT
l’opera prima del brillante Nunzio Panzarella, giovane promet-
tente della direzione di Forza Italia in Sicilia. L’Autore, grazie
alle personali esperienze fatte a livello internazionale attraverso
brina Alfonsi ha sottolineato che nel governo la politica della
trasparenza, le norme, stanno dando strumenti per attuare questo
DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE
enti e organizzazioni di cui ha fatto parte che gli hanno permesso processo; mentre, al contrario, la politica Capitolina, con un rego- Anche quest’anno da dieci anni la Scuola di Scienze delle Ammi-
di interfacciarsi con diplomatici, delegazioni estere e uomini d’af- lamento approvato il 4 Agosto, stia tornando indietro. Definendo nistrazioni Pubbliche ha avvisato il Master di II livello in Mana-
fari, ha voluto illustrare nelle pagine del suo libro, complessi fe- ciò un <<atto discutibile. Non si può ostacolare l’accesso pubblico gement delle Amministrazioni Pubbliche. Il Master è finalizzato
nomeni di geopolitica, alla luce dei più recenti avvenimenti storici agli atti>>. Un disallineamento tra il governo centrale e quello lo- alla formazione del personale dirigenziale delle amministrazioni
e fatti di cronaca, puntando i riflettori su tutte le incongruenze e cale. Come dichiara la Ministra Madia nel suo intervento finale i pubbliche (statali, europee, territoriali, funzionali) e dei consulenti
le debolezze dell’Europa dei nostri giorni e di conseguenza sulla principi di trasparenza e partecipazione non sono opzioni ma doveri. nel campo dei servizi alle imprese e alle amministrazioni pubbli-
politica italiana di oggi. Da saggista navigato, con il suo pamphlet Laura Cardia che. Esso è altresì finalizzato alla formazione dei dipendenti delle
l’Autore fa un’analisi ragionata degli scenari europei attuali, sem- pubbliche amministrazioni e dei giovani laureati che vogliano ac-
quisire le competenze necessarie per l’accesso alla dirigenza am-
pre più frammentati da barriere, non solo reali, ma anche ideali e
ci offre una visione neoconservativa “ continentale” per salvare
l’Europa: un conservatorismo che non divida o frammenti le na-
LA SOLIDARIETÀ È UN DOVERE MORALE
La solidarietà umana è un vero sentimento, che si concretizza in
ministrativa in ambito europeo, nazionale e regionale/locale,
nonché nell’ambito delle amministrazioni funzionali. Sviluppa
zioni europee, ma che le saldi e che possa dare avvio ad una ef- azioni di fratellanza e di altruismo con aiuti materiali e morali. competenze ed expertise nelle discipline giuridiche, in quelle tec-
fettiva unione sotto l’aspetto dei valori, della politica, della difesa, La più alta espressione di solidarieta, che possiamo definire pura, nico-amministrative e in quelle economico-manageriali. Nel per-
della fiscalità. è il dono grande e volontario che posiamo fare a chi ha bisogno. seguire tali obiettivi formativi, è utilizzata una metodologia
Questo pamphlet, condotto attraverso il metodo dell’inchiesta, E’ necessario distinguere la solidarietà, espressione della dignità pluri-disciplinare all’interno della quale sono individuabili tre
mediando tra semplicità e ricerca dei dettagli, porta il lettore a umana, da quella religiosa o politica o contrattuale o commerciale principali aree tematiche: “giuridico-amministrativa”, “tecnico-
conoscere elementi e fatti della politica attuale del nostro tempo o affaristica. La solidarietà per essere foriera di bene comune pre- amministrativa” ed “economico-manageriale”. Nella prima area
taciuti spesso dai media mainstream: dalla figura di Erdogan agli suppone la rinuncia a qualcosa di proprio. La solidarietà del “do sono approfondite le tematiche giuridico-istituzionali fondamen-
strani intrecci tra arabi e americani in Siria, sino a toccare tutti i ut des” si riscontra specialmente nei rapporti tra gli Stati, come tali ai fini dell’organizzazione e dell’attività amministrativa delle
punti poco chiari e controversi degli inutili tentativi di risoluzione avviene tra i Paesi dell’Unione Europea.L’U.E., tranne alcuni amministrazioni pubbliche, europee, nazionali, territoriali e fun-
del fenomeno migratorio da parte dell’Ue. Il libro edito dalla Casa Stati come l‘Italia, non mostrano solidarietà agli immigrati, ma zionali, alla luce delle riforme costituzionali e delle innovazioni
Editrice Kimerik è preceduto da una prefazione dell’On. Gian- costruiscono muri o reticolati per non farli entrare nei loro territori amministrative introdotte negli ultimi 20 anni (istituzioni, risorse
franco Miccichè nuovamente eletto in occasione delle recenti e non mostrando loro solidarietà. La solidarietà rende felice la finanziarie, risorse strumentali, personale, procedimenti, etica
elezioni regionali siciliane del 5 novembre 2017 nella lista del persona che la fa e verrà ricompensato da Dio, perchè ha fatto ciò pubblica). Nella seconda area sono sviluppate competenze tecni-
candidato presidente Nello Musumeci. che Lui ci ha sempre detto: “Ama il prossimo tuo come te stesso”. che di progettazione integrata e gestione integrata di servizi pub-
Maria Beatrice Baldini Romani Speriamo che gli Stati più ricchi apportino lavoro e benessere blici. Nella terza area, infine, sono sviluppate competenze di tipo
(Membro del Coordinamento Romano di Forza Italia) negli Stati poveri del mondo così diminuirebbero gli immigrati e economico-gestionale, con riguardo specifico ai metodi e alle tec-
anche i morti nel Mediterraneo. Mario Coletti niche del management pubblico, nonché alle tematiche del mana-
gement per obiettivi e dell’amministrazione per risultati.
PIAZZA SAN PIETRO E LA TRADIZIONE Riguardando figure professionali dirigenziali, il placement dei
DEL PRESEPE E DELL’ALBERO DI NATALE
Il 6 gennaio rappresenta il Battesimo di Gesù e il capolinea delle
NUOVA ESPLOSIONE A NEW YORK
Un ordigno è esploso alle 7.40 locali a Manhattan nel tunnel che
corsisti è individuato nelle amministrazioni pubbliche nazionali
(ministeri, autonomie funzionali, enti pubblici), europee e territo-
riali. Sonia Cozza
festività natalizie ma, fino a quella notte, i tradizionali allestimenti porta alla stazione dei bus di Port Authority, sulla 41esima strada, a
in Piazza San Pietro rimarranno accesi e si potrà ammirare il ma-
gnifico ed imponente presepe che è stato allestito. Inaugurata lo poca distanza da Times Square, dove ogni giorno transitano oltre 200 MISSIONE EGITTO 1903-1920. L’AVVENTURA
scorso 7 dicembre, questa opera d’arte in stile settecentesco - se- mila persone. Quattro i feriti, nessuno in pericolo di vita. “Un tenta-
tivo di attacco terroristico” l’ha definito il sindaco Bill De Blasio.
ARCHEOLOGICA MAI RACCONTATA
condo la più antica tradizione napoletana - è stata donata al Papa Dal 14 gennaio 2018 al Museo Egizio di Torino, secondo solo a
dall’Abbazia del Santuario della Madonna di Montevergine di “Questa è New York e noi siamo un bersaglio di chi lotta contro la de-
mocrazia e la libertà“ ha detto il governatore di New York Andrew quello del Cairo, vi è una mostra che ripercorre l’avventura e la
Mercogliano in provincia di Avellino. Costruito su una superficie figura di Ernesto Schiaparelli. La mostra racconta la storia del-
di circa ottanta metri quadri, con un’altezza di circa sette metri, il Cuomo. Nel pomeriggio, la comunicazione della Casa Bianca: “Di-
struggere le ideologie del male, questo l’obiettivo del presidente l’uomo che progettò e guidò la spedizione archeologica in Egitto,
presepe è rappresentato da venti figure in terracotta con un’altezza grazie alla quale oggi il Museo di Torino può vantare pezzi unici
variabile intorno ai due metri. Ad accompagnarlo c’è l’ormai tra- Trump - da affermato la portavoce Sarah Sanders - dobbiamo pro-
teggere le nostre frontiere e passare a un sistema di immigrazione e inestimabili. Basti pensare alla tomba di Kha ritrovata con il
dizionale albero. Quest’anno è un abete rosso alto 28 metri che è suo corredo funerario, tra cui possiamo riconoscere sarcofago
stato donato dall’arcidiocesi di Elk, in Polonia. L’albero e il pre- basato sul merito”. Intorno a tutti gli obiettivi sensibili della città è
sepe rimarranno illuminati fino al giorno dell’Epifania ma per chi stata rafforzata la sicurezza. Sotto strettissima sorveglianza aeroporti, antropomorfo e due bare di Kha, una statuetta di Kha e la sedia su
volesse ammirare altri pregevoli esempi di presepi regionali ita- stazioni dei treni e della metro, tunnel e ponti. Ma anche luoghi sim- cui venne rinvenuta, dieci scatole, un secchio in metallo e vasi in
liani, nonché alcune riproduzioni di altre nazioni, può recarsi a bolo come Times Square, l’Empire State Building e il nuovo World ceramica. Una tomba nobile la cui bellezza è conservata nelle sale
Montevergine e visitare una mostra permanente che vi farà rivi- Trade Center, a Ground Zero. Ferito e arrestato l’attentatore. L’uomo del museo torinese, grazie all’opera dall’elevato valore storico,
vere la magia del Natale in qualsiasi momento dell’anno. ha 27 anni, è originario del Bangladesh. Ha agito da solo. Altre tre artistico ed umano dell’egittologo Schiaparelli.
Antonella Vecchiariello persone sono rimaste ferite ma non in pericolo. Sonia Cozza Atanasia Fabbricatore
N. 1 GENNAIO 2018 INIZIATIVE CULTURALI L’ATTUALITÀ, pag. 5

IL Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini,


Vice Governatore dell’Unione Mondiale degli Stati, CAFFÈ DELL’ARTISTA - SALERNO
resta alla guida dell’UN. I. A. C. (Presidente: Prof.ssa Florinda Battiloro)
Associazione Culturale aderente all’UN.I.A.C.
«Bisogna dar vita ad una Alleanza di uomini illumi- Sala Convegni dell’Ente Provinciale Turismo - Via Velia, 15
nati, esperti ed onesti che si uniscano al di sopra dei
partiti per accordarsi su problemi concreti e, di volta “Fatti non foste a viver 22 gennaio, lunedì ore 17,30:
come bruti, ma per seguir Il Dott. Alberto Fienga terrà una relazione sui 60 anni dal-
in volta, cerchino le forze necessarie per risolverli» virtute e conoscenza”. l’inizio dell’era spaziale.
(Gaetano Salvemini, 1953) Dante Alighieri
29 gennaio, lunedì, ore 17,30:
Pirandello a Marta Abba: lettere di amore e documenti, a cura
della Preside Giovanna Scarsi.
INVITO AL MAGGIO UNIACENSE AFFETTUOSI AUGURI A COSMO
La prestigiosa Fondazione Biomedica e Scientifica FUTURA
Il Consiglio direttivo dell’Unione Italiana Associazioni
Culturali ha rieletto all’unanimità il prof. Cosmo G. Sal-
Onlus ha conferito al nostro Direttore una pergamena recante la
seguente motivazione: Acclarata la brillante carriera professio-
nale di cattedratico e scrittore a livello internazionale, in parti-
A SALERNO IL LIBRO DI SALVEMINI
lustio Salvemini alla carica di Presidente per il triennio colare nel campo sociale, filosofico e storico della cultura
Venerdì 19 gennaio, alle ore 18,00, presso la sala conferenze
2018-2020. dell’Accademia Internazionale “Alfonso Grassi” di Salerno
dell’antica Grecia, nonché nel campo didattico, fondatore della (piazza Porta Elina) presieduta dalla Prof. Raffaella Grassi, verrà
Invita i Presidenti delle Associazioni culturali aderenti Scuola di Giornalismo “Gaetano Salvemini”, pronipote ed ec- presentato il libro del Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini “Non
all’UN.I.A.C. ed i singoli Artisti ad inviare via mail (lat- celso continuatore del suo pensiero; in conformità alla delibera mollare è il nostro motto” (Edizioni Movimento Salvemini).
tualita@yahoo.it) entro il 31 marzo 2018 le domande di del Consiglio Direttivo, assunta all’unanimità; conferisce la no- Il libro è stato realizzato per onorare la memoria di Gaetano Sal-
partecipazione al Maggio Uniacense, indicando le date, mina di MEMBRO ONORARIO al Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio vemini, indomito lottatore a difesa della libertà contro l’arrogante
Salvemini, Vice Governatore dell’Unione Mondiale degli Stati e prepotenza della dittatura fascista. La prefazione è stata scritta da
le sedi e i nomi degli Artisti partecipanti, al fine di stam- Direttore del periodico L’Attualità.
pare in tempo utile le consuete locandine e la quinta pa- Franco Ferrarotti, Professore Emerito di Sociologia presso
Roma, 14 ottobre 2017 (15° anniversario della Fondazione). l’Università di Roma “Sapienza”.
gina di questo Periodico. Formula agli Artisti vivissimi Il Presidente della Fondazione: Prof. Gen. Stefano Murace, Seguirà dibattito. Ingresso libero.
auguri di ulteriori brillanti successi. Marchese di Costaviola della Magnagrecia.

AVEVA ACCUSATO IL GOVERNO MALTESE DI CORRUZIONE IL NOSTRO L’ARTE DEL NUOVO RINASCIMENTO
Daphne Caruana Galizia, giornalista d’inchiesta maltese, è morta il 16 ottobre, nell’esplosione
della sua auto a Bidnija. La blogger e giornalista, 53 anni, soprannominata ‘una donna Wikileaks’
CARBURANTE Grande successo a BARI presso il FORTINO SANT’ANTO-
NIO per la otto giorni d’arte e cultura presentata da NICO
da Politico, che l’aveva inserita tra le 28 personalità che “stanno agitando l’Europa”, era diventata
celebre in seguito allo scandalo dei ‘Maltafiles’. Nel 2016, nel pieno del caso dei ‘Panama Papers’, È IL TURISMO VALERIO a cura del Centro Esposiz. Artistiche GALLERIE
DEL NUOVO RUNASCIMENTO
aveva chiamato in causa anche la moglie del premier Muscat, accusandola di avere delle proprietà Tutti sanno che la crisi econo-
nei paradisi off-shore. In seguito alla sua denuncia lo stesso Muscat aveva indetto elezioni anticipate mica italiana è iniziata nel Dal 25 novembre al 2 dicembre 2017, nella magnifica cornice
a giugno, vincendole. “Tutti sanno quanto la giornalista fosse critica nei miei confronti, sia a livello 2008, anno in cui il P.i.l. scese medievale di Bari Vecchia (Sala interna del Fortino Sant’Antonio
personale, sia politico, ma nessun può giustificare questo atto barbaro. Non avrò pace finché non di 1,2%. Il P.i.l. è uno stru- è tornata in scena la nota rassegna artistico-letteraria L’Arte del
sarà fatta giustizia”, ha detto il premier laburista, che in conferenza stampa ha apertamente affermato mento statistico, che serve per Nuovo Rinascimento, condotta da Nico VALERIO e da Rosaria
che a uccidere la giornalista sarebbe stata un’autobomba. Secondo il Times of Malta, la cronista, misurare la ricchezza prodotta PADRICELLI.
quindici giorni prima della sua morte, aveva depositato una denuncia alla Polizia locale dopo aver da un un Paese in un anno e le L’evento è stato inaugurato il 25 novembre, con un mostra perso-
ricevuto minacce di morte. Una morte terribile quella della giornalista, annunciata in un certo senso: sue variazioni ci rivelano stia nale dell’artista barese, fondatore del Nuovo Rinascimento,
Daphne, giornalista di razza, aveva rivelato diversi segreti dei MaltaFiles, Panama Papers e scandali crescendo oppure stia impove- ormai noto come uno dei principali artisti neoclassici contempo-
fiscali legati ai politici, due settimane prima di essere uccisa e aveva denunciato minacce di morte rendo. Dal suddetto anno 2008 ranei. Presentazione svolta dal Consigliere Massimo MAIO-
alla polizia. Lo scandalo dei paradisi fiscali e dei vip che hanno trasferito intere fortune all’estero l’Italia non è riuscita più a cre- RANO (Presidente Commiss. Pubblica Istruzione del Comune di
è di grande attualità al momento e sta mettendo in luce i nomi più insospettabili dalla Regina di In- scere ed ha iniziato un periodo Bari e dal critico d’arte Francesco SALAMINA, con il contri-
ghilterra agli imprenditori di tutto il mondo. Dalle indagini dell’omicidio, è ancora incerta la natura d’impoverimento. Si è verifi- buto coreografico della LONDON BALLET SCHOOL di Bari Pa-
dell’esplosione, anche se dalle prime informazioni si parla senza mezzi termini di un’auto-bomba. cato soltanto nel 2010 una mo- lese e di alcuni poeti ed attori locali: Dina FERORELLI, Vito
Tutte le istituzioni, la chiesa, e i membri della comunità di Malta condannano fortemente l’omicidio desta crescita dell’1,7% del AMATI e Nicola MASELLI.
e diverse Ong chiedono un’inchiesta indipendente su quanto accaduto. “Perché e da chi è stata uc- P.i.l., ma, purtroppo, non ha se- Il 30 novembre, alle ore 18,00, la manifestazione si è sviluppata
cisa?” è la domanda che rimbalza prepotentemente sui social già poche ore dopo l’esplosione. Morire gnato un’inversione di ten- con un’importante mostra collettiva di pittori, fotografi e scultori,
così ferocemente per aver fatto il proprio mestiere, denunciando fatti di corruzione legati alla cerchia denza. Il nostro Paese deve fare provenienti da varie parti d’Italia, che hanno esposto opere figu-
del potere governativo del paese, merita il cordoglio unanime di tutta la comunità internazionale che sforzi più degli altri per riuscire rative neoclassiche (opere sacre e paesaggistiche pugliesi). Inol-
sta chiedendo a Malta, giustizia vera, senza se e senza ma. Lisa Biasci a crescere. E’ noto che l’Italia tre, si è svolto un simposio artistico letterario con poeti e scrittori
sia in possesso di un immenso di Bari e provincia, di estrazione culturale classica (in collabora-
patrimonio paesaggistico, arti- zione con il Centro d’Arte ‘89, l’Associazione Le Muse di Bari
EUROPA CREATIVA stico e culturale, che rappre-
senta il nostro carburante, il
Palese e d altre realtà locali autofinanziate). Vernissage con opere
di NICO VALERIO - ANGELA GENCHI - CHIARA
STELLA SERENA- MARIA DE MARZO - CLAUDIA
nostro petrolio. Dall’indagine
Si sente spesso parlare male della Comunità Europea, in molti casi c’è una strumentalizzazione per si è scoperto che il 40% dei tu- MESTO - FRANCESCA SIGNORILE - ANNA DELLE
incanalare malcontenti diffusi con una modalità di propaganda nel cercare un capo espiatorio per risti internazionali, che ven- NOCI - NICLA TESSE- MICHELA SEPE - VINCENZO
politiche discutibili messe in atto. Parliamo ora di qualcosa di concreto. Europa Creativa è il nome gono nel nostro Paese, sono PENTRELLI - PEPPINO SARACINO - VINCENZO GE-
di un programma quadro di 1,46 miliardi che i paesi membri mettono a disposizione per il settore influenzati dalla cultura ita- SMUNDI - FRANCO VALERIO LORENZO MAIULLARI.
culturale e creativo per un periodo di tempo che va dal 2014 al 2020. Questo programma è composto liana, anzi ne vengono attratti. I Il 1^ dicembre, l’evento è stato dedicato a Domenico PANTA-
a sua volta da due sottoprogrammi: quello della Cultura e quello Media. Vediamo ora quali sono gli turisti italiani, che si lasciano LEO di Bari Palese, personaggio della vita sociale, dello sport
obiettivi generali. Oltre a quello per l’integrazione tra paesi, promuovendo e salvaguardando la di- influenzare dalla cultura, sono e dello spettacolo pugliese contraddistintosi tra gli anni ’70 e ’80
versità linguistica e culturale, c’è come obiettivo quello di rafforzare la competitività del settore il 24%, quindi i turisti culturali (omaggio a Mimì Pantaleo) condotto a della famiglia Pietro e
culturale e creativo. Si vuole promuovere una crescita economica intelligente, sostenibile e inclusiva. sono soprattutto gli stranieri. Il Maria Pantaleo di Bari Palese ed interventi musicali di Filippo
Ciò perché ci si è resi conto che i settori culturali e creativi rappresentano un patrimonio fondamen- vasto numero di turisti, soprat- Lattanzi e Anna Lisa Pisanu (“Wood & Wind Duo”). Questi
tale che arricchisce. Questi settori con la loro diversificazione contribuiscono all’evoluzione delle tutto internazionali, ci dicono ultimi sono stati premiati, dal curatore della mostra, con IL ME-
nostre società. Per questo motivo come obiettivi specifici il programma si pone non solo di suppor- che sono loro a sostenere la NESTRELLO del Nuovo Rinascimento, un’opera scultorea di
tare le capacità in questi settori a livello transnazionale, promuovendo la circolazione delle opere, maggior parte della spesa per la PEPPINO SARACINO (intervenuta, tra le altre emittenti, TE-
ma anche di rafforzare la loro capacità in termini di forza economica. Oltre che supportare la coo- cultura e per il suo indotto. Se LENORBA).
perazione politica transnazionale proprio per favorire l’innovazione e la nascita di nuovi modelli e non ci fosse la mafia, la ‘ndran- Il 2 dicembre (serata conclusiva e celebrativa alla presenza di
il passaggio di buone pratiche. Vengono così promossi anche i festival cinematografici e lo sviluppo gheta il sud d’Italia potrebbe varie autorità locali) è stato dedicato ad artisti e movimenti di im-
delle competenze e della formazione professionale nel settore oltre che la crescita del pubblico essere la “Florida” dell’Italia e portanza Nazionale ed Internazionale. Nell’occasione, oltre a tutti
stesso, delle capacità definite di literacy, di alfabetizzazione culturale. Si promuove la conoscenza dell’Europa Unita. Dall’ano gli artisti partecipanti, erano presenti due importanti ospiti
di mondi differenti dal proprio attraverso il linguaggio dell’arte. Europa Creativa, scorso si notano i primi dati po- d’onore: il Cav. Nino MELITO PETROSIO di Padula (SA),
inoltre, sostiene anche le “capitali europee della cultura”. Vengono promossi premi sitivi dell’economia italiana e pronipote del leggendario poliziotto italo-americano Joe PE-
europei per la letteratura, l’architettura, la tutela del patrimonio, il cinema, la mu- quindi l’inizio della crescita. TROSIO (Associazione Int.le Joe Petrosino Padula, New York,
sica rock e pop. Si dice sempre che non ci sono soldi per investire nella cultura. Speriamo che quest’anno l’Ita- Palermo) ed il Prof. Cosmo Giacomo Sallustio SALVEMINI,
I primi tagli sono spesso su questo settore. Invece tutti coloro che vogliono in- lia continui a crescere e riesca a pronipote del meridionalista molfettese Gaetano SALVEMINI.
vestire sull’arte possono guardare all’Europa con fiducia. Ci sono fondi messi a creare molti posti di lavoro per La serata è stata arricchita da un bel balletto e dalla proiezione di
disposizione per chi ha progetti seri da proporre per contribuire all’evoluzione i giovani, così potranno pro- un video d’arte a cura di Silvestro DENTICO della LONDON
culturale e il benessere di una società inclusiva e multiculturale. Scadranno verso grammare il futuro, formare BALLET SCHOOL. A seguire, un variegato simposio letterario,
febbraio inoltre molti bandi della Commissione Europea riguardanti Erasmus plus nuove famiglie e mettere al condotto da SALAMINA e dalla Prof. Rosalba FANTASTICO
che hanno come obiettivo quello di promuovere l’occupazione, l’inclusione, la forma- mondo tanti bambini, facendo DI KASTRON, con la partecipazione della Prof. Florinda BAT-
zione di alta qualità e lo sport, oltre che la mobilità tra i diversi paesi. Ci sono opportunità da co- alzare la percentuale della na- TILORO di Salerno, Nicola MASELLI, Franco LECCESE ed
gliere. Bisogna essere pronti a farlo. Laura Cardia talità. Mario Coletti altri attori e poeti locali. Coreografie a cura di Angela BOTTA,
coordin. tecnico Mino SOLOPERTO, interventi televisivi CO-
LORATA TV BARI di Vito Giuss POTENZA.
LA GUERRA “È DISTRUZIONE DI NOI STESSI” La Kermesse, egregiamente condotta da Rosaria PADRICELLI
e da Nico VALERIO è terminata con il conferimento di attestati
CORSO DI GIORNALISMO INVESTIGATIVO Ha perfettamente ragione Papa Francesco nell’affermare che “la
guerra è distruzione di noi stessi”. Se si visitano i cimiteri militari
americani, tedeschi, polacchi e italiani di Cassino, di Nettuno e di
di merito e del PREMIO INTERNAZIONALE NUOVO RINA-
SCIMENTO.

Disponibile il corso di giornalismo investigativo altre città si prova una grande tristezza,perché ogni croce rappre-
senta una giovane vita eliminata con la guerra. Ogni vertenza in- LECTIO MAGISTRALIS DEL GEN. PANUNZI
on line a cura della Free Lance International Press, ternazionale dovrebbe essere risolta con colloquio seduti davanti
aperto a giornalisti, studenti, lavoratori, operatori ad un tavolo, invece, purtroppo, spesso accade che qualche po-
tente uomo politico di un Paese dichiari guerra ad un altro Stato.
L’Istituto di Alta Formazione “Erasmo da Rotterdam” , presieduto
da Gabriele Marrone, ha organizzato il 22 dicembre u.s. un inte-
dell’informazione e a chiunque voglia intrapren- Papa Benedetto XV fu estremo oppositore alla prima guerra mon-
diale ed affermò che “la guerra era soltanto un’inutile strage”.
ressante incontro presso l’Istituto Don Guanella (via Aurelia an-
tica 446, Roma) che ha avuto inizio con una riflessione natalizia
dere la strada del giornalismo d’inchiesta. Diret- Papa Francesco afferma che” gli uomini fanno di tutto per dichia- di Padre Pasquale Di Lernia (Assistente spirituale). Dopo un in-
tore del corso: Emiliano Federico Caruso. rare una guerra e alla fine distruggono se stessi”. Hiroshima, città
giapponese distrutta con una bomba atomica dagli americani nella
termezzo musicale (al pianoforte il Maestro Francesco Paniccia),
è stato presentato il saggio “Una vita sofferta”. Nella seduta serale
Presidente Free Lance International Press: Virgilio seconda guerra mondiale, dovrebbe insegnare ai vari uomini po- il Gen. di C.A. Rocco Panunzi ha tenuto una lectio magistralis
Violo. Per maggiori informazioni: Cell. tenti del mondo che fare una guerra oggi significherebbe uccidere
milioni di persone e causare distruzioni di città e paesi. Ci augu-
sul tema: “L’impiego della forza, causa inevitabile di sofferenza”.
Un pubblico elogio all’Associazione Nazionale Carabinieri per
324/6879903. Sito: http://mediaflip.org riamo che il Presidente della Korea del Nord e il Presidente degli
U.S.A. trovino un accordo per evitare una grande guerra nucleare,
l’ottimo servizio prestato. A conclusione dell’evento, buffet e
scambio degli auguri. Per ulteriori informazioni, e-mail:
che farebbe molte stragi nel mondo. Mario Coletti istituto.erasmo@gmail.com (cell. 3921331115).
,
L’ATTUALITÀ, pag. 6 LETTERATURA E ATTUALITA N. 1 GENNAIO 2018

LE BUONE RELAZIONI S. A. S. IL PRINCIPE ALBERTO DI MONACO


EDITO-INEDITO La problematicità delle relazioni interpersonali ha assunto nella
nostra società una crescente rilevanza: quasi sempre i “guai” che
VISITA LA CITTÀ DI MODICA
S. A. S. il Principe Alberto di Monaco
(a cura di Gianfederico Brocco) ci si trova ad affrontare sono dovuti a relazioni difficili tra colle- (nella foto), i giorni 10 e 11 ottobre 2017
ghi, amici o parenti. Del resto, autorevoli ricercatori sostengono è stato a Modica (Ragusa) in una visita
che il contesto relazionale condiziona pesantemente i nostri pro- privata e non di Stato, accolto dal festoso
cessi cognitivi, emozionali e comportamentali e le conclusioni a e affettuoso saluto della città, con la pre-
* Sabato Racioppi - Una parabola e venti secoli - Nuova Im- cui sono giunte le neoroscienze cognitive ci portano ad affermare senza di molti bambini che sventolavano
pronta Ed. che gran parte della nostra vita e del nostro essere sono stretta- la bandiera italiana e quella del Princi-
Tutti i libri di Sabato Racioppi sono un invito a riflettere. Gran mente condizionati dal contesto relazionale in cui viviamo e dalla pato di Monaco. A fare gli onori di casa
merito, tra le letture di “evasione” che ci sommergono. In questo nostra adattabilità ad esso. Potremmo affermare che essere è co- il Sindaco Ignazio Abbate, il Prefetto di
libro l’autore ci propone un esame attento della “Parabola del Fi- municare e, di conseguenza, ciò che non viene comunicato non Ragusa Maria Carmela Librizzi e i rappresentanti provinciali e
gliol Prodigo”. E chi non la conosce? - direte voi - Questo libro esiste. Dalla vasta ricerca sulla comunicazione, si possono isolare locali di Polizia, Carabinieri, e Guardia di Finanza, che hanno or-
dimostra che si tratta solo di una conoscenza superficiale, ed alcuni principi fondamentali: è impossibile non comunicare; il si- ganizzato un nutrito servizio d’ ordine. Nell’ atrio di Palazzo San
emerge da questo studio che, come ogni altra affermazione di lenzio è una forma di comunicazione; è la comunicazione che ci Domenico, sede del Comune, gli inni nazionali, sia del Principato
Gesù, il contenuto di “informazione” delle misurate frasi del Van- consente di conoscere noi stessi e gli altri; gli errori di comunica- di Monaco che dell’ Italia. Nella sala consiliare “Paolo Garofalo”,
gelo, è altissimo. L’autore mette a confronto costruttivo un ‘inter- zione si traducono in sentimenti e atti scorretti; la comunicazione dove c’ era anche l’ambasciatore in Italia del Principato di Mo-
pretazione antica ed una moderna. Anche per questo scavo tra i può diventare una pericolosa arma con cui distruggere l’altro. naco Robert Fillon, si è tenuta la cerimonia ufficiale alla pre-
tesori di cultura del passato, purtroppo molto spesso dimenticati Sono concetti molto noti, ma spesso sottostimati. Secondo Albert senza delle autorità cittadine, di professionisti e della stampa.
anche dai teologi moderni, il nostro autore è benemerito. Mehrabain la dimensione non verbale( particolarmente corpo ed Nell’incontro il Sindaco ha evidenziato che la famiglia Grimaldi
espressione facciale) inciderebbe il 55%, mentre il contenuto ver- è stata una colonna portante della storia della città, con la pro-
* Elisa D’Acunto - Cosa bolle in pentola? - Milena Ed. bale avrebbe un’incidenza di solo il 7%. spettiva di efficaci collaborazioni in campo economico e cultu-
Simpaticissimo libro per ragazzi, che, attraverso le maldestre ini- Ci rapportiamo con gli altri? Il guaio è che non abbiamo molti rale. Subito dopo la delegazione si è spostata al Palazzo della
ziative di Anna, sempre seguita dal fedele gatto Meo, dà ai gio- strumenti per capire come comunichiamo, salvo i feedback che ci Cultura dove è stata accolta dal direttore del CTCM Nino Scivo-
vani lettori degli insegnamenti positivi, quali il buon rapporto forniscono gli altri, ma anche essi possono essere facilmente equi- letto e dalla consulente culturale Grazia Dormiente. Il Principe
con la madre e le vicine di casa, la voglia di imparare e rendersi vocati. In ogni caso l’esperienza insegna che possono accadere ha visitato il museo del cioccolato dove ha svelato la targa che
utile, nello specifico in gastronomia, dandoci, dopo alcuni tenta- guai seri quando l’interlocutore equivoca il messaggio o scambia intitola il salone delle fonti archivistiche: quello del Principe Ra-
tivi non troppo da chef,il risultato finale di buone ricette. Io per- una battuta ironica per una affermazione seria. I rapporti che me- nieri III di Monaco, papà di Alberto. A seguire la visita del Pa-
sonalmente farò molto presto il “Rombo al cartoccio su letto di glio funzionano sono indubbiamente quelli basati sulla fiducia, lazzo Grimaldi, sede dell’omonima Fondazione, dove è stato
patate” e il “Polpettone col cuore di scamorza” e non so ma quest’ultima va sempre conquistata. Quasi mai ci si fida a accolto dal presidente Giuseppe Barone, che ha tracciato una
voi…dopo che lo avrete letto, cosa che vi raccomando. prima vista; di solito l’atteggiamento è “ vediamo come si com- breve ma intensa storia della presenza dei Grimaldi in città. Il
porta”, ossia una giocata di sfiducia; però se iniziamo le nostre Principe ha poi inaugurato la mostra documentaria “I Grimaldi di
RIVISTE RICEVUTE relazioni in un clima di sfiducia, otterremo distacco e diffidenza. Modica”, percorrendo i vari pannelli illustrati dal prof. Giuseppe
D’altronde la fiducia va progressivamente costruita. Per farlo c’è Barone, che ha chiesto l’ autorizzazione perché possa essere
*Nuova Impronta, Direttore Filippo Chillemi, casella post. 7-233, la necessità di far piazza pulita dei pregiudizi, evitando però di
- (00162) Roma. *Il Symposiacus, dir. resp. Pantaleo Mastrodo- scritta la storia della sua famiglia e renderla edotta. Nella giornata
risultare falsi o reticenti. C’è bisogno di autenticità. Le buone re- conclusiva c’è stata la visita del Duomo di San Giorgio e l’inau-
nato, via La Marina 51, 70052 Bisceglie (Bt) *Bacherontius, Dir. lazioni li esigono: dobbiamo evitare la finzione, l’opportunismo,
Marco Delpino. via Belvedere 5, 16038 S.Margherita Ligure (Ge- gurazione del Castello dei Conti restaurato, con il fatidico taglio
mettendo in gioco il meglio di noi stessi. È conseguentemente im- del nastro. Vincenzo Maio (cell. 347-3173288)
nova) tel. 0185.286167. *Presenza, diretta da Luigi Pumpo, via portante sostenere il proprio punto di vista, ma anche saper am-
Palma 89, 80040 Striano (Na). *Poeti nella Società, presidente Pa- mettere di aver sbagliato. Poi l’ascolto. Noi stiamo bene con chi
squale Francischetti via F. Parrillo 7, 80146 Napoli cell.
347.5536446, email: francischetti@libero.it. *Verso il futuro, di-
retto da Nunzio Menna, via Scandone 16, Avellino, tel.
ci ascolta e saper ascoltare è un presupposto fondamentale per co-
struire buone relazioni. L’ascolto deve essere ovviamente vero, SASSOFELTRIO NON DIMENTICA
0825.38269. *Il Convivio, diretto da A. Manitta, via Pietramarina
Verzella 66 95012 Castiglione di Sicilia. (Ct) *Fiorisce un Cena-
attivo, empatico, nel senso che dovrebbe essere un’occasione dia-
logica per conoscere l’altro, capirlo, condividerne I MARTIRI DI NASSYRIA
le emozioni. Concludendo, sono molte le piste Il 5 di Novembre del 2017 come ogni anno, in una immensa folla
colo, fondato da Carmine Manzi 84085, Mercato S. Severino (Sa). che dovremmo saper perlustrare per diventare di cittadini e personalità militari di ogni arma, c’è stata questa
*Primo Piano, dir. resp. Andrea Italiano, via Madonna del Lume competenti nella gestione delle relazioni, ma grande commemorazione organizzata dal Presidente e giovanis-
5 - 98057 Milazzo (Messina). *Emozioni 15 Via Doria 5 - 18100 non necessitano cambiamenti radicali; la solu- simo organizzatore, Dottor. Gabrielle Cavalli con l’ausilio del
Imperia (cell. 329.4905854 - e.mail: gdonaudi@yahoo.it) zione consiste nell’attivare piccoli processi di nuovo Sindaco Dottor. L. Ciucci, presente anche il Sindaco
miglioramento. Per farlo è però necessario es- uscente Francesco Formoso, gli alunni con i propri professori,
ARTE E CONVIVIO SOLIDALE sere disposti a lavorare su sé stessi, perché se
non impariamo a star bene con noi stessi, non sa-
hanno partecipato alla grande cerimonia, aprendo il canto con
l’inno di Mameli, poi declamando, poesie lette dai cuori rossi
Il Comm. Bogazzi Dr. Enzo remo in grado di star bene con gli altri. Maria Rosa Nicastri dove erano state scritte, la Dottoressa Liana Botticelli ha decla-
[nella foto], Delegato Provin- mato la sua poesia dedicata ai Martiri di Nassyria scritta su di una
ciale di Massa Carrara del- targa di ottone sul loro Monumento.
l’Associazione Nazionale
Insigniti Onorificenze Caval-
LA SOCIETÀ, IL CALCIO E LA POLITICA La commozione e stata molto grande per tutti i presenti, la dot-
toressa ha ringraziato commossa da tanto affetto, di questa mera-
leresche, ha curato l’introdu- Quasi tutto e tutti sembrano avere un comune denominatore in vigliosa gente, sono state deposte due corone d’alloro, una sul
zione e la presentazione Italia: l'individualismo amorale senza romanticismo ed ideali lo monumento ai caduti di tutte le guerre e l’altra sui Martiri di Nas-
critica della manifestazione. si nota in politica, tra i comuni cittadini, nello sport, specie nel siria, poi è seguita la messa in chiesa, e il pranzo al celebre risto-
Incontro, Presentazione e calcio. E' azzardato dire che qualunque nuovo incarico impor- rante Savioli tra la serenità e la gioia di aver adempito a un grande
Premiazione del Giudice tante in qualunque settore della vita italiana è considerato una dovere Cittadino. Liana Botticelli
Monocratico Civile del Tri- vincita al lotto dove trarre tutti i vantaggi possibili ed ignorare
bunale di Massa, Dr. Ales-
sandro Pellegri; Scrittrice Marilena Dr.ssa Bogazzi, e
presentazione del suo ultimo libro Vegetarianesimo di ispirazione
o quasi gli oneri che comporta? C'è chi ha detto che là dove
prevale il credo protestante le cose socialmente funzionano ab-
bastanza bene dove invece prevale quello cattolico la situazione
“INGRATI” LIBRO DELLA PSICOLOGA PARSI
Il libro della Psicologa, Maria Rita Parsi è stato ristampato molte
cristiana, Uomo e animali nel disegno divino; Incontro ed inter- è tuttaltro che rosea. Allora come la mettiamo con questa storia volte. Possiamo pensare che sono molte le persone che si trovano
vento del Giudice Onorario di Pace Magistrato Macera Avv. Vin- di un immane calderone dove imperversano il credo e la sog- a dover affrontare questo problema. Il meccanismo di tale ingra-
cenzo; Incontro, Premiazione e Presentazione della seconda gettività individuale ad onore di sporadici carismi di personalità titudine si vede che è molto diffuso e sono in molti a chiedersi il
edizione del Volume Noi i bimbi della linea Gotica, della Profes- che si contano sulle dita di una mano in qualunque epoca na- perché. Nel libro si trovano le spiegazione ai molti quesiti che le
soressa Grazia Maria Tordi; Incontro, Intervento e Premiazione vighi questo mondo? persone comuni si pongono. Troviamo nella descrizione del libro
dell’Artista Sig.ra Giulia Maggio; Incontro, Intervento e Premia- Il Signor NESSUNO, nascosto nella massa ed intento a mime- “Ingrati queste righe con accenni al testo scritto. Cos’è la “sin-
zione dell’Artista Incisore Sig. Alberto Fragni; Incontro, Inter- tizzarsi con gli altri per non dare in pasto la propria pochezza, drome rancorosa del beneficato”? Una forma di ingratitudine?
vento e Premiazione dell'Artista Evaristo Lazzoni; Presentazione cosa fa? Continua, bene o male, a badare ai suoi interessi tanto Ben di più. L’eccellenza dell’ingratitudine. Comune, per altro, ai
ed Intervento del Maestro rumeno Nicolae Tudor; Presentazione sa che non cambia un bel niente nella nostra Italia e nel mondo più. Senza che i molti ingrati “beneficati” abbiano la capacità, la
del Pittore Marco Host; Presentazione di Mauro Mazzoni, Pre- se non nelle immagini e nei colori per sempre meglio vedere la forza, la decisionalità interiore, coraggio e, perfino, l’onestà intel-
sidente Nazionale del Movimento Monarchici; Presentazione del solita realtà dei ricchi e dei poveri, dei potenti e dei disperati, lettuale ed etica di prenderne atto. La “sindrome rancorosa del
Vice Prefetto Dr.ssa Rosanna Ortenzi. Presentazione Esposi- di chi mangia e fa l'amore decine di volte al giorno e di chi è beneficato” è, allora, quel sordo, ingiustificato rancore (il più
zione Dialoghi a colori, dei Maestri: Yoshin Ogata scultore giap- costretto alle briciole di tutto? La nostra speranza, ossia di chi delle volte covato inconsapevolmente; altre volte, invece, co-
ponese, Robert Carroll Willard Mc Intyre; Ernesto Treccani, scrive queste righe, è quella di poter ancora vedere il sorgere sciente) che coglie come una autentica malattia chi ha ricevuto
Paolo Cavallo, Enzo Bogazzi, della scultrice Jessica Rosalind del sole al mattino, di fuori, e di avere qualche scampolo di un beneficio, poiché tale condizione lo pone in evidente “debito
Carroll, dello scultore romeno Costinel Romica Nichita, dello sogno, dentro. Eugenio Morelli di riconoscenza” nei confronti del suo benefattore. Un beneficio
scultore Valente Cancogni, dell’artista pittore della Repubblica (Fronte culturale nazionale di opposizione) che egli “dovrebbe” spontaneamente riconoscere ma che non rie-
Moldava Rosca Ruslan, del pittore del Regno del Marocco Jlajfi. sce, fino in fondo, ad accettare di aver ricevuto. Al punto di arri-
Conferimento riconoscimenti come di seguito riportato: Premio vare, perfino, a dimenticarlo o a negarlo o a sminuirlo o,
Accademico di Gran Croce, Associazione Nazionale Insigniti
Onorificenze Cavalleresche Delegazione Provinciale di Massa
Carrara, Edizione II, Anno 2017; Premio di Gran Croce al Merito
COHOUSING - LA CASA “CONDIVISA”
Cohousing - dall’inglese co ‘con’ e housing ‘abitazione’ - signi-
addirittura, a trasformarlo in un peso dal quale liberarsi e a trasfor-
mare il benefattore stesso in una persona da dimenticare se non,
addirittura, da penalizzare e calunniare. Questo nuovo libro di
Letterario, InterArt Associazione di Arte e Cultura Internazionale, fica letteralmente “casa-condivisa” ed è un modello residenziale Maria Rita Parsi parla dell’ingratitudine, quella mancanza di ri-
Edizione I, Anno 2017; Crest Premio Accademia Internzazionale in cui le famiglie dispongono di aree private condividendo atti- conoscenza che ognuno di noi ha incontrato almeno una volta
Accademia Stoccafisso e Baccalà, al Merito Artistico, Edizione I, vità, risorse e spazi in comune destinati all’uso collettivo. Da nella vita. Attraverso una serie di storie esemplari, l’analisi delle
Anno 2017; Assoiazione Artistico Culturale Italia Norvegia, Edi- un’idea nata in Danimarca negli anni 60 e affermatasi nel Nord tipologie di benefattori e beneficati, il decalogo del buon benefat-
zione I, Anno 2017; Premio Artistico Culturale Italia Portogallo, Europa, questa tipologia di abitazione si è diffusa in seguito in tore e del beneficato riconoscente e un identikit interattivo, l’au-
Edizione I, Anno 2017; Premio Artistico Culturale Enzo Bogazzi Canada, negli Usa e in altri paesi e, da qualche tempo, sta ini- trice insegna a riconoscere l’ingratitudine e a difendersene,
Arte, Edizione I, Anno 2017; Pergamena Attestato di Merito As- ziando a prendere piede anche in Italia. Una filosofia abitativa arginare i danni e usarla addirittura per rafforzarsi. Un libro che
sociazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche, Dele- ma non un’esperienza ideologica. Una comunità di co-abitanti la stessa autrice consiglia a molti. Un libro interessante e di facile
gazione Provinciale di Massa Carrara. che si aiutano senza appartenenze culturali o religiose. In sostanza lettura, la Psicologa svolge da anni un’intensa attività didattica e
si tratta di combinare il fenomeno dell’aggregazione condivi- di formazione presso università, istituti specializzati, associazioni
private. Membro del Comitato ONU per i diritti dei fanciulli e
dendo con altre persone progetti del vivere comune, della quoti-
PRO LOCO FONTE NUOVA dianità e dei valori umani.
delle fanciulle, ha dato vita alla Fondazione Movimento Bambino
www.prolocofontenuova.com ONLUS, per la tutela giuridica e sociale dei minori, per la diffu-
Il cohousing assomiglia per lo più ad un villaggio che mette a di- sione dei loro diritti, per la formazione dei formatori e per
Tel/fax 06.90024555 sposizione della comunità risorse umane ed energetiche per ri- l’ascolto, l’aiuto e l’assistenza ai minori. Anna Maria Ballarati
sparmiare, per assicurarsi una migliore qualità della vita e per
PROGRAMMA ridurre l’impatto ambientale. Socializzazione di spazi polivalenti,
LUNEDÌ ore 09.00 - Ginnastica: ore 11.00 - Ballo: ore aiuto e solidarietà: sono queste le parole chiave che racchiudono VOLETE INVESTIRE I RISPARMI
17:00. questo fenomeno culturale. I risultati producono vantaggi a livello
MARTEDÌ ore 09.30 - Yoga: ore 18.00 - Computer. economico, di benessere globale e un decisivo miglioramento CON BUONI RENDIMENTI ?
MERCOLEDÌ ore 09.00 - Ginnastica: ore 11.00 - Ballo: della qualità della vita, con una netta diminuzione dello stress or-
ore 16:30 - Bigiotteria ganizzativo di tutti i giorni. Secondo gli esperti il cohousing co- Il dott. Paolo Maria BONELLA
GIOVEDÌ ore 17.00 - Corso di pittura acquarello. stituirà la modalità abitativa del futuro, rispettando sempre la Promoter Finanziario è a disposizione dei lettori
VENERDÌ ore 16:30 - Inglese: ore 18:00 - Ginnastica: privacy di ogni nucleo familiare. Antonella Vecchiariello
Corso di taglio e cucito. del periodico L’ATTUALITÀ per fornire
00013 Fonte Nuova (Rm) - Via delle Mimose, 1 * Consulenze sul modo più sicuro di investire i risparmi
Tel. e Fax 06 90024555 - E-mail: prolocofontenuova@tiscali.it Caro lettore, ricordati di rinnovare la quota associativa * Consigli sulla previdenza integrativa (Piani Pensione)
Sono aperte le iscrizioni al Corso di Acquerello. Rivolgersi a questo periodico che, essendo “super partes”, Per maggiori informazioni telefonare
alla Pro Loco di Fonte Nuova (Roma), via delle Mimose 1
(tel. 06.90024555) ogni giovedì dalle ore 17 alle ore 19. intende restare un libero organo di stampa. ai seguenti numeri: 06/684341 - 06/68434360
N. 1 GENNAIO 2018 LETTERATURA E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 7

FERRAROTTI ONORA LECTIO MAGISTRALIS DI FERRAROTTI


LA MEMORIA SUL LIBRO “NON MOLLARE” DI SALVEMINI
DI GIORDANO BRUNO Il video del convegno del 26 ottobre 2017 è visitabile sul sito web radioradicale.it convegni del Mo-
vimento Salvemini. Il convegno è stato organizzato presso la sala-conferenze della Lega Italiana
Diritti Umani (piazza Ara Coeli 12, Roma) per celebrare il 55° anniversario del Movimento e per pre-
Il rogo di Giordano sentare il libro di Cosmo G. Sallustio Salvemini “Non mollare è il nostro motto” (Edizioni Movi-
mento Salvemini) con prefazione di Franco Ferrarotti (Professore Emerito di Sociologia
Bruno fuma ancora. Il all’Università di Roma “Sapienza”).
pensiero unico e il con- La notizia è stata data anche dal TG2 del 27 ottobre (ore 18,15).
Nella lectio magistralis Ferrarotti ha tra l’altro osservato che “l’importanza del libro è in primo luogo
formismo di massa sono da vedersi nella coraggiosa analisi retrospettiva di un secolo della storia italiana. Impresa difficile,
minacce più che mai in- controcorrente, quasi un atto di auto chirurgia e tuttavia necessaria forse mai come in questa fase sto-
rica… Nulla, dunque, a che vedere con la crociana “Storia d’Italia dal 1871 al 1915” in cui l’autore
combenti. C’è nell’eresia appare così tronfio e sicuro di sé da ritenere di poter scrivere e interpretare la Storia prima ancora di
una verità profonda che averne esperienza nell’ampio senso di “vita storica”. Qui, invece, Salvemini si pone l’intento di an-
attende di essere Sco- dare oltre un’interpretazione elitaria e di documentare, nelle endemiche pratiche corruttive (attive e
passive), il filo rosso che percorre e tiene insieme la storia italiana dell’ultimo secolo: emotività con-
perta e rivissuta come tro razionalità…Sembra prevalere su tutto, e questo libro ne è un documento impressionante, una cor-
regola etica universale: ruzione endemica che mina alla radice la democrazia e la perverte nel dominio illegittimo di gruppi
di potere incontrollabili. Dalla democrazia di facciata occorre passare alla democrazia di partecipa-
tutti gli esseri umani zione…Il libro di Cosmo Sallustio Salvemini è, in questa prospettiva, un prezioso, ragionato segnale
sono esseri umani e come d’allarme”. Relatori: On. Dott. Alfredo Arpaia (Presidente L.I.D.U.), Prof. Giorgio Bosco (Amba-
sciatore), Prof. Gen. Stefano Murace (Marchese di Costaviola della Magnagrecia).
tali vanno riconosciuti, Interventi: Avv. Carlo Morganti (cassazionista), Prof. Florinda Battiloro (pedagogista), Dr. Leonardo Zonno (pubblicista), Dr. Vin-
accettati e rispettati. cenzo Maio (giornalista). Moderatore del convegno: Dott. Antonio Bartalotta (Capo Ufficio Stampa del Movimento Salvemini).
Tra le personalità presenti: Dott. Claudio De Rose (Presidente Emerito della Corte dei Conti), Prof. Antonio Saccà (Docente univer-
Franco Ferrarotti sitario di Sociologia), Prof. Liliana Speranza (giornalista), Dott. Michele Bianchi (Psicoanalista), Prof. Evaldo Cavallaro (Psicologo),
Dr.ssa Liana Botticelli (Artista), Dr.ssa Anna Maria Ballarati (Artista), Dr.ssa Marilena Turriziani (Pubblicista), Luigi D’Ambrogi
(Scrittore) e numerosi altri rappresentanti del Giornalismo, dell’Arte e della Cultura.
LA BIMBA CHE(racconto)
STRISCIAVA I PIEDI
IL LIBRO DI SALVEMINI ESORTA A NON ARRENDERSI
Quel pomeriggio Ada si stava recando a casa di un’amica per gio-
care a carte. Camminava a passo svelto perché aveva anche al-
DI FRONTE AI NEMICI DELLA DEMOCRAZIA
cune commissioni da sbrigare. Ad un certo punto, sentì dietro di Il recente libro di Cosmo G. Sallustio Salvemini “Non mollare è il nostro motto” è un saggio che mi consente di mettere a fuoco la
sé un rumore strano. Si voltò e avvertì un grande dolore. Vide una personalità e le vicende di un Uomo al tempo stesso attore e vittima degli avvenimenti storici che accompagnano la sua vita. La
bimba di circa dieci anni che camminava con una ragazza filip- figura che emerge è quella di un Uomo intelligente e colto, capace di guidare un Movimento (che ha compiuto 55 anni) con la passione
pina che la teneva per mano. Era esile e disabile. Trascinava i trasmessagli dal pro-zio. Tra gustosi aneddoti e rievocazioni mi racconta, in tono colloquiale e pieno di incanto, la storia di una ricerca
piedi e teneva una mano in bocca, forse per darsi un contegno. volta a proporre un ideale di Onestà da realizzare nella società.
La ragazza filippina la reggeva con gentile premura. Ada si chie- Devo confessarlo: Salvemini mi stupisce. S’evolve, s’aggiorna, non si arrende mai. Insiste nel dire che l’Italia ha bisogno di leadership
deva dove fossero i genitori di quella bimba. Forse lavoravano costituite da galantuomini. Ha il coraggio di scavare nei “luoghi oscuri”: droga, sesso, soldi. E non fa sconti a nessuno. In maniera
tutto il giorno e non potevano avere cura di lei. Forse stavano con chirurgica, con stile sintetico e occhio spietato, ripercorre le tragiche vicende della Storia d’Italia. Preciso, sarcastico, generoso e co-
lei solo nei week-end. Forse si vergognavano della disabilità della raggioso. Denuncia il Fisco esoso, la burocrazia asfissiante, la giustizia bizantina. Ribadisce che l’Italia ha urgente bisogno di riforme,
figlia tanto sfortunata. Ada avrebbe voluto fermarsi a parlare con non quelle fatte finora, che somigliano alle toppe maldestramente cucite sull’abito di Arlecchino.
la bimba ma rinunciò per timore di infastidirla. Come spesso av- Propone riforme serie, illustrate nei suoi libri e nel sito web movimentosalvemini.blogspot.it. Non è un caso se da 36 anni si trova
viene nelle città di provincia, le premure potevano essere interpre- alla guida del Movimento Gaetano Salvemini, fondato il 16 ottobre 1962. Il suo libro “Non mollare” (spero sia solo un capitolo di
tate come indebite ingerenze nella vita privata della gente. Ada una lunghissima serie) ha la prefazione di Franco Ferrarotti, professore emerito di Sociologia all’Università di Roma “Sapienza”.
continuò a camminare riflettendo sul mistero della Uomo-chiave della cultura italiana, Salvemini è uno studioso profondo del “sistema Italia”. Passare in rassegna tutti i temi esaminati
sofferenza che affligge milioni di esseri umani. nel libro richiederebbe molto spazio. Mi limito a citare i passi salienti. Cosmo coglie il segno quando scrive che la Politica non vuole
Meditò sul fatto che la sofferenza fa parte inte- un Esecutivo autonomo e stabile, che il Parlamento non è rappresentativo del popolo, che manca in molti cittadini il senso dello
grante dell’esistenza terrena, da accettare come Stato, che i politicanti seguono una logica spartitoria per soddisfare i loro illeciti appetiti.
necessario prezzo da pagare per conquistare In questo clima di castrazione collettiva, il libro di Salvemini eccelle nella ricerca dell’informazione pulita e nella condanna della mer-
nell’al di là la vita eterna. Poi elevò una silen- cificazione di ogni cosa, perfino delle dignità umana. L’Autore, che è anche vice Governatore dell’Unione Mondiale degli Stati, di-
ziosa preghiera a Dio per chiederGli di proteg- fende la libertà di opinione e di critica. In conclusione, questo libro ci riguarda da vicino. E’ un emblema del libero giornalismo. Non
gere la salute sua e quella dei suoi figli. E Lo penso di esagerare se dico che l’opera è perfetta, che è un trattato di Storia politica italiana destinato ad essere consultato dagli studiosi
ringraziò per averle concesso il bene più prezioso, e dai semplici cittadini per molti anni ancora. So che Cosmo non ama le agiografie ma Leo Buscaglia ha scritto: “Nessuno è troppo
la salute. Un bene di cui tanta gente non è consapevole. grande per un abbraccio”.
Angela Libertini E’ proprio con giudizio sereno che saluto questo fortunato incontro (forse da Nobel) fra Politica e Letteratura. Filippo Chillemi

ELOGIO ALLA LETTERA “SCRITTA A MANO” LA POESIA SI ACCENDE DI LUCI


“Soltanto la penna e la carta mi NELLE BELLE ESPRESSIONI LIRICHE DI VELIO CILANO
consentono di pensare e di scri- È un inno d’amore, magicamente musicale, che sembra scandire lo stesso ritmo del cuore, l’armonia del verso
vere con chiarezza”. Così il che respira, sentimenti e colori. Poeta già affermato, autore di testi e musiche di canzoni premiate in importanti
Prof. Francesco D’Episcopo, concorsi canori, il nostro Velio ha anche delle doti umane rare ed apprezzabilissime. Ha il sorriso contagioso,
in questo libro, apre la sua lo sguardo profon do e sincero, è un artista nel vero senso della parola che sa cogliere l’importanza del valore
anima ai lettori. Francesco Pi- della vita e trasmettere, alle nuove generazioni, i suoi ideali. Ogni poesia è una trama di “alate parole” che rac-
scopo ha svolto attività didattica contano la storia di autentiche emozioni e “scolpiscono” scene che incantano gli occhi e fanno meditare. Il
e scientifica presso il Diparti- mondo che si muove, che si tinge dei colori dell’alba, delle sfumature di tenere stagioni, la gente che attende,
mento di Filologia moderna che spera e prega al rintocco delle campane, gli affetti più intimi e preziosi... li ritroviamo nelle am malianti
“Salvatore Battaglia” della Fa- poesie del nostro autore. E’ una carezza di sogno, un risveglio del pensiero, un’invocazione struggente, una danza
Florinda Battiloro, Francesco di malinconia, una ricerca interiore incessante, la lirica che impreziosisce le pagine di questo libro e varca i confini
coltà di Lettere e Filosofia della nostra terra. Così il Cilano si ispira anche ad un mito come Totò cui dedica una bellissima poesia napoletana.
dell’Università degli Studi di D’Episcopo e Lia Persiano.
Molti sono i meriti di questo artista che certamente raccoglierà altri al lori ed altri plausi e saprà essere un testimone
Napoli “Federico II”, dove ha Sala convegni E.P.T. di Salerno attivo del nostro mondo letterario e canoro, protagonista di un autentico successo. Tina Piccolo
insegnato Letteratura italiana; (Poetessa, Fondatrice Premio Int. Città di Pomigliano d’Arco)
Critica letteraria e letterature comparate. Ha insegnato, inoltre, Letteratura
italiana all’Università del Molise. Risiede e vive a Salerno. È autore di
numerosi volumi e saggi sulla Letteratura italiana, dal Rinascimento al Novecento; è curatore di testi esem-
plari di scrittori meridionali e di autorevoli atti di convegni; fa parte del comitato di direzione e redazione di
OLTRE HEGEL E MARX
riviste nazionali e internazionali. Svolge intensa attività di collaborazione giornalistica e di promozione edi- (Ottava parte) Capitini fa riferimento al cristianesimo proprio per togliere dalle secche le barche di Hegel e Marx.
Certo, si tratta, anche qui, d’una cristologia quella di Capitini che potrebbe esser definita come una cristologia
toriale. Vari sono stati i riconoscimenti ufficiali alla sua opera di critico letterario, tra cui cinque Premi per la proveniente dal basso, ovvero: omnicratica, di tutti, sine glossa, idealmente priva d’una dimensione integralmente
Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Paolo Macali secolare della funzione antica del monaco (una delle figure di riferimento di Capitini è la piccola comunità fran-
cescana). Una realtà – cristologica - di tutti? Cosa s’intende esattamente per «realtà di tutti»? Si tratta intanto di
una «costruzione» dice Capitini, una costruzione sui generis – «infinita» - poiché potendo avvenire sulla «per-
suasione della compresenza» è senza progetto, senza calcolo, cioè è un’affermazione libera dello spirito estranea
DALL’“OMNICRAZIA” ALLA “RANDOMCRAZIA” alla logica della mediazione sociale (cultura, retorica del multiculturalismo e della tolleranza ecc.), che postula
invece un’affermazione graduale e progressiva della stessa identificata senza residui con uno spirito in ceppi; lad-
dove in questa costruzione si tratta di una realtà spirituale altissima immediatamente riconoscibile e allo stesso
(Settima parte) Se giustizia e potere venissero a coincidere la giustizia perderebbe la sua natura di tempo irraggiungibile da qualunque azione intenzionale. Il perturbante della forza e della violenza estrema, mai
essere contro, la forza di mettersi contro i poteri: economico, finanziario, statuale, governativo par- rimosse del tutto, non deve essere, per Capitini, idealisticamente trasfigurato dietro la maschera costituita dalle
lamentare. Tali poteri hanno la forza di realizzare forme di giustizia, ma anche il potere di produrre ordinate istituzioni della razionalità sociale. Sia l’ottimismo storicistico di Hegel che il materialismo dialettico
le più profonde ingiustizie: non solo, dunque, la giustizia, ma anche l’ingiustizia. In generale può di Marx riciclano alla fine il male in bene, e cioè sacrificano il momento individuale così come il momento as-
dirsi libera solo quella costituzione in cui nessun governante possa abusare del potere a lui affidato. sembleare, in un’ascesa dialettica, per un bene più alto. L’infinito capitiniano proprio perché carico di ininten-
È sufficiente dire questo? E ancora: è sufficiente separare i poteri in gioco nel governo? La realiz- zionalità e logica del gratuito non vive invece come un qualcosa di buono che crede – in fondo risentito - di
zazione della giustizia è qualcosa che non deve appartenere solo alla magistratura come ordine, ma provenire dal negativo, dal fondo creaturale e violento delle cose. Per esempio dalla contingenza di un’assemblea
deve appartenere a un percorso di tutti: il perseguimento e le finalità di giustizia devono animare politica. Infatti «con ciò non è tolta l’importanza e il valore a qualsiasi assemblea, ma per l’articolazione dell’om-
ognuno alla partecipazione alla vita pubblica. Nel 1964 Aldo Capitini metteva a punto le sue idee nicrazia, per il suo lavoro infinito, è utile il lavoro infinito della persuasione della compresenza […] Ogni essere
è attivo, anzi fa più di ciò che appare, e nell’unità con tutti esplica un dare non percepibile, ma effettivo come
per una democrazia che muovesse dal basso. Egli parlava d’una teoria politico-religiosa che fon- aiuto a produrre i valori […] Quando si dice ‘realtà di tutti’, si allude a una cosa maggiore del misurabile. Tutti
dasse in una comunità aperta una sintesi di centro e periferia: «Sono tornato da allora più volte a non sono soltanto gli abitanti viventi di un luogo, di una città, di uno Stato, di un continente, della terra; sono tutti
proporre la costituzione di decine di migliaia di centri sociali per l’esame pubblico dei problemi con gli esseri del tipo umano, con cui possa essere stabilita una comunicazione in atto […] poiché non possiamo pre-
periodiche riunioni, come preparazione e attuazione del controllo dal basso» (A. Capitini, Teoria po- sumere di ‘creare’ valori da soli, questa è dunque una compresenza, la realtà di tutti vista come una profonda e
litica e struttura sociale dell’omnicrazia, Il Poliedro, 17-18/1989, pp. 47-49). È anche questa l’idea, aperta unita creatrice, connessa con ogni essere ad aiutarlo. Tutto questo è un lavoro personale, che viene svolto
capitiniana, di Salvemini, come ha osservato il 10 maggio in una comunicazione personale. L’idea ogni giorno per accettarlo, per persuadersene, per celebrarlo, per acquisirlo sperimentalmente, ma ad un livello
capitiniana di omnicrazia può essere una buona chiave di lettura della random-crazia. Salvemini, di sperimentazione diverso dal semplice misurare, perché presuppone l’apertura al tu-tutti» (A. Capitini, Il potere
di tutti, Guerra Edizioni, Perugia 1999, pp. 135, 136).
proprio come Capitini, parla di un metodo per il promuovimento costante di una tentatività tesa a Scrive ancora Capitini in una proposta datata 1968 di sostituire lo Stato etico e la sua Classe onnipotente con la
valorizzare dal basso la compresenza e la sinergia – compresa la discussione e la critica - di coope- logica della compresenza: «Veramente il potente sforzo di Hegel di tracciare il percorso di un’autocoscienza uni-
razioni di realtà associative e piccoli gruppi. Tali gruppi, uniti potranno produrre valori, evitare la versale che crea la storia, che trasforma l’io in noi, che vede oltre lo spirito oggettivo il grande e libero mondo
caduta nella dimensione della «canaglia», cioè dell’autoritario che lavora dall’alto. Unite, le asso- dell’arte, della religione e della filosofia, veniva a guastare la sua massima possibilità dandosi all’esaltazione
ciazioni potranno evitare la caduta nel campo antitetico a quello dove invece si potrebbe ancora e dell’istituzione statale, che gli appariva più moderna dell’arcaica Chiesa. La cosa gli fu possibile per la scarsa con-
sempre – ogni volta - ragionevolmente coltivare la speranza nel governo del «galantuomo». Si tratta siderazione dell’individuo singolo, per il quale non sperava altro, oltre la sua naturale transitorietà: e se si è ‘tran-
di pensare la democrazia alla radice, e risituarla al posto dello Stato etico (Hegel) e della Classe on- sitori’, non è una grande soddisfazione aver servito lo Stato? non può uno morir contento, perché è stato, cioè è
nipotente (Marx). Ecco che in Capitini la soluzione dell’omnicrazia è ancora una volta un fare i uscito dal nulla, e per di più si è glorificato della gloria dello Stato? Oggi noi vediamo che ben altre ragioni ha
la compresenza di disciplinare la società civile, di ispirare la trasformazione di essa, di rappresentare un’unità da-
conti con l’autocoscienza borghese e con una certa ideologia europea, tendenzialmente tedesca, che vanti alla molteplicità degli interessi particolari, e la insuperabile angustia dello Stato nazionale. D’altra parte la
idealizza e ipostatizza la sfera del diritto con un occulto passaggio dall’io al noi. (A. Capitini, Il po- soluzione marxistica, pur essendo più vicina alla realtà di tutti, per la finalità universale – oltre ogni istituzione
tere di tutti, Guerra Edizioni, Perugia 1999, p. 134). Da qui parte la nostra proposta di accostare la - di liberazione per tutti, aveva il difetto di non fornire mezzi adeguati ad una parte della società civile, quella pro-
tesi dell’inter-culturalità all’omnicrazia capitiniana. Tale accostamento ci dovrebbe consentire di letaria, per realizzarsi quanto è richiesto dalla compresenza. Violenza, dittatura, distruzione degli avversari, con-
mettere maggiormente a fuoco la proposta salveminiana per una nuova random-crazia. cezione terrena dell’individualità, non sono gli strumenti adeguati per trasformare gli elementi di naturalità e
Michele Bianchi violenza viventi nella società civile» (A. Capitini, Ib., pp. 134-5). Michele Bianchi
L’ATTUALITÀ, pag. 8 MEDICINA E ATTUALITA’ VARIE N. 1 GENNAIO 2018

VERONESI: OLTRE IL TUMORE DENTOSOFIA, LA NUOVA FRONTIERA DELL’ANIMA A CREMONA IN MOSTRA


L’8 Novembre del 2016 è scomparso Umberto Veronesi, a di- Il nome Dentosofia deriva dall’unione delle parole latine “dens”, LA GRANDE ARTE DEL SEICENTO
stanza di poco più di un anno non potevamo non menzionare il dente, e greca “sophia”, saggezza. Letteralmente significa, quindi, Presso la Pinacoteca del Museo Civico Ala Ponzone di Cremona è
suo lavoro e il ruolo fondamentale che ha avuto nella lotta al tu- “la saggezza dei denti”. Nella definizione dei suoi ideatori - i dot- in corso di svolgimento (dal 6 ottobre 2017 al 6 gennaio 2018) la
more. Nei suoi convegni faceva sovente battute sul fatto che si tori Rodrigue Mathieu e Michel Montaud - è una terapia che, mostra intitolata “Genovesino. Natura e invenzione nella pittura del
affacciasse spesso alla porta dei colleghi che stavano studiando legata al pensiero antroposofico di Rudolf Steiner, pone in evi- Seicento a Cremona”. L’evento si svolge nell’ambito delle celebra-
le cellule per vedere se avessero fatto nuove scoperte. Anche se denza il legame tra l’equilibrio della bocca e quello dell’essere zioni dell’anno monteverdiano, in ricordo del grande autore cremo-
aveva superato la soglia dei novant’anni a persone del suo cali- umano nel suo ambiente: il mondo. A partire dalla nascita, la nese Claudio Monteverdi (1567-1643), la cui attività compositiva
bro si fa fatica a rinunciare. Veronesi era un uomo di pensieri di bocca viene modellata fisicamente da: respirazione, suzione, fo- segnò il passaggio dalla musica rinascimentale alla musica barocca.
ampio respiro. Grazie a lui negli anni Settanta si è passati da un nazione, deglutizione, masticazione che sono l’essenza della di- L’occasione è propizia per ricordare un altro grande artista del Sei-
approccio demolitivo nella lotta al tumore al seno, che compor- namica dentale. La Dentosofia riconosce che le malocclusioni cento: il “Genovesino”, al secolo Luigi Miradori (1605-1656), che
tava l’asportazione della mammella, ad uno conservativo, attra- sono causate da un’alterazione di queste funzioni biologiche vi- da Genova emigrò a Piacenza e poi a Cremona, diventando in breve
verso la tecnica della quadrantectomia. Questa tecnica tali. Queste funzioni sono importantissime perché i disturbi rela- tempo uno dei pittori più richiesti del suo tempo. La mostra presenta
innovativa limita l’intervento alla porzione di tessuti interessati tivi a esse hanno ripercussioni a tutti i livelli: fisico, organico, oltre cinquanta opere (in alcuni casi restaurate per l’occasione) pro-
dalla malattia, applicando poi in aggiunta una terapia coadiu- psichico, emozionale, comportamentale, ecc. venienti dalle chiese del territorio lombardo, da importanti musei
vante, con radioterapia o chemioterapia. Questa riduzione del- Ogni organo, oltre alle funzioni alle quali è deputato, ha la capa- italiani e da prestigiose collezioni private italiane ed estere.
l’invasività dell’intervento è stata rivoluzionaria anche per gli cità di registrare gli eventi che riguardano l’intero organismo: pro- Una varietà di provenienze che riflette quella delle numerose com-
effetti positivi dal punto di vista psicologico sulla paziente. Ve- blemi viscerali, intolleranze e, nel caso della bocca, situazioni mittenze per cui lavorò il Genovesino nel corso della sua lunga car-
ronesi è stato un medico di successo che sapeva guardare oltre psicoaffettive. La dentosofia divide la bocca in una metà destra, riera (l’aristocrazia filospagnola, il governatore don Alvaro de
i numeri, le probabilità, e oltre la magnifica e complessa mac- che corrisponde al maschile, alla materialità, e in una sinistra, che Quinones che fu suo amico e protettore, la nobile famiglia Ponzone,
china del corpo umano. I colleghi che lo apprezzavano, guarda- corrisponde al femminile, alla spiritualità. A ogni dente viene dato diversi ordini e istituzioni religiose…). Tra le opere esposte, pos-
vano con timido interesse al suo impegno per l’educazione un contenuto archetipico. L’incisivo superiore di destra è l’arche- siamo citare: la “Suonatrice di Liuto” (Genova, Palazzo Rosso), la
alimentare. Spesso negli eventi organizzati dalla sua fondazione tipo maschile, quello di sinistra il femminile, il laterale destro è “Adorazione dei Magi” (Parma, Galleria Nazionale), la “Sacra Fa-
erano inseriti seminari che, mentre impegnavano direttamente i l’archetipo padre, il sinistro la madre. miglia” (Piacenza, Istituto Gazzola), “Lot e le figlie” (Roma,
bambini in divertenti laboratori culinari, parlavano ai genitori Il canino superiore destro esprime la forza, il coraggio, quello di Gruppo BNP Paribas), “Ultima cena” (collezione privata), quest’ul-
della corretta alimentazione. sinistra l’amore e l’attaccamento per la propria gente... e così via tima inedita e mai esposta al pubblico.
Perché tanta attenzione verso l’alimentazione? Perché un libro per tutti i denti. In questo senso la carie è una piccola malattia L’itinerario espositivo è completato da un nucleo di ritratti dove
su di un argomento che susciterebbe tanta controversia come che, in base all’archetipo coinvolto, segnala che c’è qualcosa che emerge il tema della caducità umana, alimentato dai ricordi del-
quello della scelta vegetariana? Perché era un uomo che sapeva non va. La Dentosofia si propone quindi di intervenire sulle ma- l’epidemia di peste, che fu una costante del suo percorso artistico:
guardare avanti. Non gli bastava curare, voleva prevenire i tu- locclusioni riequilibrando le funzioni neuro- vegetative e questo tra questi il magnifico “Ritratto Trivulzio” proveniente da New York
mori. È importante che si continui questo impegno di preven- e lo splendido “Ritratto di gentiluomo”, capolavoro della ritrattistica
riequilibrio, a sua volta, va ad agire sulle patologie sistemiche che lombarda della metà del Seicento conservato al Museo del Palazzo
zione, di promozione della salute. Ricordiamo inoltre Veronesi lo accompagnano. Daisy Alessio D’Arco di Mantova. Curata da Francesco Frangi dell’Università
anche per il suo contributo per la pace. Egli aveva uno sguardo degli Studi di Pavia, Valerio Guazzoni, storico dell’arte, e Marco
complesso verso molti temi come ad esempio quello sull’aborto. Tanzi dell’Università del Salento, la mostra è promossa da un Co-
Era per la vita, ma nello stesso tempo era contrario ad impedire
l’aborto legale in quanto consapevole che un tale atto avrebbe
MILANO ART GALLERY mitato nato nel 2015, di cui fanno parte il Ministero per i Beni Cul-
turali, la Regione Lombardia, i Comuni di Cremona e di Mantova,
avuto delle conseguenze terribili. Come ricordano i suoi pazienti Nella prestigiosa Milano Art la Fondazione Museo del Violino, la Fondazione Amilcare Pon-
era un uomo che sapeva parlare in modo sereno con voce bassa Gallery, situata nel cuore del chielli, l’Istituto Superiore di Studi Musicali Claudio Monteverdi.
e gentile, una di quelle persone capaci di avere il coraggio di capoluogo lombardo e diretta Carmen Galoppo
andare oltre le statistiche. Laura Cardia dal noto manager Salvo Nu-
gnes, dal 26 novembre al 14
dicembre 2017 il fotografo- “HUMANS. THE NEXT ONES”
“IL GROTTESCO NON HA LIMITI” giornalista di Benevento
Vincenzo Maio (nella foto
La computer science sta cambiando radicalmente numerosi para-
digmi dei sistemi produttivi. Le imprese che registrano i maggiori
Il grottesco – che dà il titolo alla mostra delle opere recenti del- con il prof. Francesco Albe- volumi di affari non sono tanto quelle petrolifere, automobilistiche,
l’artista Diego Petruzzi, mostra che si è svolta presso la Biblio- roni) ha partecipato ad una quanto quelle che operano nel campo del digitale. Se a quanto detto
teca di Roma “Aldo Fabrizi” dal 28 ottobre al 25 novembre del collettiva insieme a pittori, si aggiunge una “disruption” sempre più diffusa e profonda, si com-
2017 – non è semplicemente un esercizio di stile o peggio di ge- scultori e grafici provenienti da tutt’Italia: Elena Borboni, Enrico prende agevolmente quale potranno essere i suoi effetti sui tradi-
nere (altrimenti avrebbe dei limiti ben precisi), ma è il tentativo Carazzato, Sergio Ceccarini, Claudia Ciappino, Stefania Corvino, zionali modelli di business. Si tratta di uno scenario interessante
di mettere in questione la forma e i suoi limiti in rapporto a quella Loretta Della Bartola, Francesca Falli, Alba Gonzales, Maria che è stato esplorato attraverso le sue differenti connessioni nel
che è la figura umana. I protagonisti di queste tavole sono figure Franca Grisolia, Alfredo Imperato, Paolo Manazza, Silvana Ma- corso di un convegno organizzato dall’ Associazione Italiana per
caricaturalmente ripiegate su se stesse che l’artista con ironia sot- scioli, Marilena Mele, Angela Nasone, Sigrid Plattner, Angela l’Intelligenza Artificiale, Artix con il patrocinio del Consiglio Na-
topone ad un’operazione di deformazione capace di aprire alla Sarnataro e Maria Pia Severi. Tre gli “scatti” a colori esposti dal zionale delle Ricerche. Il titolo è stato: “HUMANS. THE NEXT
meraviglia e al sorriso. Il grottesco qui non ha limiti proprio per- Maio, realizzati a Montecarlo nel 1995 con tecnica analogica: ONES. The everyday life @ the age of A.I.”. Tra i qualificati relatori
ché consiste in una serie di operazioni che si caratterizzano per il “Una sirena sul mare”, “Piazza del Casinò” e “Giardini di St. si ricordano il Presidente ed il Vice Presidente dell’Associazione
loro debordare rispetto alla forma sia nel caso in cui si tratti di Martin”. Il soggetto ritratto è la modella milanese Raffaella Biffi, precedentemente citata, rispettivamente Amedeo Cesta e Piero Poc-
una forma estetica sia nel caso in cui si tratti di una forma logica. una figura femminile perfettamente in sintonia con il titolo della cianti; il Lecteur in Artificial Intelligence al King’s College di Lon-
Potremmo dire che il grottesco è in arte ciò che il paradosso è per mostra, “Amore e Arte”. L’evento, che ha riscosso un grande suc- dra Daniele Magazzeri, la Prof.ssa di Economia dei sistemi
la logica. Il grottesco qui non ha limite perché sta sul limite, in- cesso di pubblico e di critica, ha visto la partecipazione straordi- produttivi all’Università Roma Tre Francesca Jacobone; il Prof. di
siste sul limite, pone sotto pressione il limite non solo per volontà naria del professor Francesco Alberoni, sociologo, docente, Etica della tecnologia all’Università Gregoriana Paolo Benanti. I
di sberleffo, ma perché tenta di cogliere quelle che sono le con- scrittore e giornalista de “La Repubblica”, “Il Corriere della Sera” relatori sono stati preceduti dall’introduzione del Presidente di Artix
dizioni stesse del darsi della rappresentazione; condizioni che per- e ora de “Il Giornale”, ideatore dell’ Università IULM di Milano, Marco Panella. Tra gli elementi da sottolineare del convegno vi è
ché tali non possono essere semplicemente rappresentate se non pioniere degli studi sull’ amore: il suo volume “Innamoramento l’aspetto eterogeneo, in esso non vi sono stati solo interventi di na-
accettando di correre il rischio di eccedere i confini della figura e amore” (1979) è stato tradotto in trenta lingue, e approfondito tura semantica, tecnologica sull’ Intelligenza Artificiale (AI), ma
verso uno sfiguramento ed una deformazione che sono allo stesso in numerose pubblicazioni di successo negli anni. Arte e Amore l’oggetto della manifestazione è stato affrontato sotto differenti e
è un accostamento forte e imprescindibile; l’amore è da sempre qualificati punti di vista. Essi possono essere sintetizzati riferendosi
tempo tragici e comici nel loro attestare l’impossibilità di fuoriu- ad un celeberrimo disegno di Leonardo: l’Uomo Vitruviano, ovvero
scire dalla rappresentazione. Questo tratto tragicomico e parados- uno degli argomenti più indagati e rappresentati dagli artisti, in è l’ uomo ad essere misura di tutte le cose, come indicato nel titolo
sale del grottesco ricercato dall’artista dà vita ad un universo alla ogni epoca storica. La sua complessità, la sua potenza, le molte- dell’evento. In altri termini, sono stati sfatati falsi miti e leggende
rovescia, ad un rutilante carnevale di maschere, ad un intreccio di plici sfumature e le possibilità di rappresentazione che il tema relative all’AI che si sostanziano nella paura quasi apocalittica di
corpi che dal loro stesso interno si smembrano al solo fine di in- offre, hanno ispirato le più grandi creazioni in ambito artistico e un’intelligenza che, elaborata per risolvere i problemi, viene pre-
trecciarsi con altri corpi. Qui l’alto si rovescia nel basso e vice- continua ad animare l’operato degli autori contemporanei, rap- sentata come un moderno e pericoloso “predatore”. Non è la prima
versa dando luogo ad un disorientamento che si trasforma in festa. presentati in mostra. In questa occasione si è parlato quindi di volta che accade, già durante la Rivoluzione Industriale il luddismo
Le opere sono caratterizzate da una giocosa ironia a volte mossa amore, affetti e implicazioni sociali, presentando il nuovo web ha spinto gruppi di operai a distruggere le fabbriche ritendo che sa-
da sarcasmo verso quei vuoti simulacri e quelle figure stereotipate magazine “L’amore e gli amori”; l’unica rivista in Europa che rebbe stata la soluzione alla mancanza di lavoro. In realtà l’AI si
propinateci dai mass-media e dalla pubblicità. Queste opere di tratta scientificamente il tema delle relazioni amorose in tutte le inserisce nella storia umana di adattamento all’ambiente che ci cir-
Petruzzi non sono adatte ad essere appese alle pareti di un museo sue forme, pensata per ampliare la comprensione sul tema, asso- conda attraverso la tecnologia e, dato che la conosciamo, possiamo
– in questo senso il loro richiamarsi al mondo del fumetto (ed in ciando ad una base scientifica un linguaggio divulgativo, chiaro trarne dei benefici.
modo particolare ai fumetti di Jacovitti) ha un preciso significato: e comprensibile. Presente all’evento anche la redazione, composta Ne deriva che serve a ben poco questa sorta di diffuso “terrorismo
è ora per l’arte di abbandonare il museo e di trasgredire quelli che da numerosi esperti, tra cui sociologi, psicologi, psicoterapeuti, psicologico” intorno ad essa. Sarebbe pertanto preferibile concen-
sono i presunti confini del cosiddetto “mondo dell’arte”. consulenti filosofici, esperti di comunicazione, legali. trare gli sforzi sulla comprensione dell’intelligenza umana di cui
Stefano Valente Vincenzo Maio (cell. 347-3173288) non conosciamo approfonditamente, ad esempio, i meccanismi di
formazione e funzionamento, le sue relazioni con l’intelligenza col-
lettiva. La vera paura non dovrebbe derivare tanto da un’ utilissimo
UN DECALOGO INTERESSANTE DA DIVULGARE UN’ATTORE POLIEDRICO strumento dell’informatica quanto dalle regole, e dai criteri che si
utilizzano per determinarle, nell’attribuire autorevolezza alla lettura
ridotta della realtà e gestione dell’AI, verso dove essa sia diretta e
“La Polizia di Stato scende in campo per la protezione dello Conosciamo Vincenzo Bocciarelli come attore, nato a Bozzolo,
shopping on line con lo slogan “utente avvisato mezzo salvato”. in provincia di Mantova, si trasferisce a Siena ed inizia a studiare con quali finalità. Fiorella Ialongo
Troviamo informazioni e suggerimenti utili per poterci difendere, recitazione al Piccolo Teatro, consegue la maturità presso l’Isti-
le informazioni le troviamo online su: https://www.commissaria-
todips.it/notizie/articolo/la-polizia-di-stato-scende-in-campo-per-
tuto d’Arte Duccio Boninsegna di Siena. Vincenzo mi racconta
qualcosa di se “La pittura è stata una cosa che ho tenuto sempre
L’ANFITEATRO DI POMPEI
nascosta, perché fa parte del viaggio interno della mia anima ed Nello scorso numero de “L’Attualità” ho visitato l’anfiteatro di Sutri nel
la-protezione-dello-shopping-on-line-con-lo-slogan-utente.html viterbese. Stavolta mi trovo a Pompei, in provincia di Napoli. Sepolto
Li si possono trovare molte informazioni utili. “Quello dei raggiri avevo paura di sovrapporre troppe cose, mi affaccio in punta di dopo l’eruzione del Vesuvio del 79 a.C. e tornato alla luce a seguito di
su Internet è un fenomeno del quale la Polizia Postale e delle Co- piedi e con molto rispetto nel mondo dell’arte”. Il suo percorso di scavi archeologici, l’anfiteatro di Pompei fu costruito intorno al 70 a.C.
municazioni si occupa costantemente”, afferma Roberto Di Le- attore è noto, ma ve lo menzioniamo comunque, prosegue con nella periferia sud-orientale della città.
gami del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. “Nel successo il suo percorso al Piccolo Teatro di Milano diretto da Una parte dell’anfiteatro è scavato nel suolo a circa sei metri di profon-
2014 sono state presentate 80.805 denunce da parte di utenti truf- Giorgio Strehler, dove si è formato, grazie ai capolavori di Dosto- dità, una parte è sostenuta da un terrapieno innalzato con la terra prove-
evskij, Cechov e Tolstoj. Inoltre ha lavorato con Theodoros Ter- niente dallo scavo dell’arena e rafforzato con una serie di contrafforti in
fati, portando all’arresto di 7 e alla denuncia di 3.436 persone ed zopoulos, con Giorgio Albertazzi e con Glauco Mauri. Da alcuni muratura e collegati ad arcate cieche. Dalla forma ellittica, con una lar-
al sequestro di 2352 spazi virtuali” è stata realizzata una Guida anni Vincenzo Bocciarelli si dedica anche all’insegnamento della ghezza di centotrentacinque metri e una larghezza di centoquattro metri,
all’e-commerce sicuro” per come poter fare mi pagamenti sicuri recitazione. E’ conduttore televisivo nel Festival del Cinema di poteva accogliere oltre ventimila spettatori, distribuiti secondo le diffe-
online, la guida sarà disponibile “sul portale del Commissariato renti classi sociali in tre settori orizzontali. Lungo la metà dell’anello
Roma 2015, dove ha condotto in diretta per Canale 21 Live in esterno, non adiacente alle mura, erano addossate scale semplici e a dop-
di P.S. on line e sulle pagine facebook e twitter, offre alcuni utili Rome dal red carpet dell’Auditorium Parco della Musica. Lo tro-
consigli e pratici suggerimenti per muoversi tra i negozi online pia rampa che conducevano ad un’ampia terrazza dalla quale si accedeva
viamo che spazia in diversi settori, sempre con molta professio- all’interno della cavea. L’accesso avveniva tramite una galleria che pos-
senza problemi.” Tutte le persone che desiderano trovare informa- nalità. Attualmente la sua sfida continua e lo vediamo che si sedeva quattro ingressi, due dei quali davano direttamente sull’arena.
zioni utili le troveranno, perché saranno divulgate ampiamente affaccia nel mondo dell’arte e auguriamo a Vincenzo di ottenere Nei primi gradini, all’estremità dell’asse minore, erano ricavate le logge
in vari spazi. “Del resto, che la scelta di acquistare in rete sia le- anche il successo che merita. Anna Maria Ballarati che ospitavano le personalità pubbliche. Inoltre, l’anfiteatro era provvisto
gata anche alla possibilità di ottenere risparmi, oltre che alla co- di velarium ossia un tendone che permetteva di proteggere il pubblico
modità” afferma Roberto Sgalla Direttore Centrale delle dalla pioggia e dal sole. Enorme, monumentale e suggestivo era destinato
Specialità della Polizia di Stato “non è una sorpresa: alcune ricer-
che confermano che il modello dell’acquisto di impulso legato a
LENTEZZA DEL SERVIZIO POSTALE ad accogliere combattimenti tra gladiatori ma anche il commercio di mer-
canzie durante questi cruenti spettacoli. Dopo secoli invece ha ospitato
David Gilmour, ex voce e chitarra dei Pink Floyd, con due concerti rock
offerte speciali, ad esempio stock limitati o con prezzi scontati Il Movimento Salvemini denuncia energicamente l’esasperante len- spettacolari. Antonella Vecchiariello
per un tempo definito, si è diffuso ed è proposto ormai da molti tezza con la quale Poste Italiane consegnano il Periodico “L’Attua-
attori dell‘e-commerce anche per i servizi.”
Mi auguro che tutto lavoro svolto e le informazioni di preven-
lità” al domicilio dei Soci. Il ritardo lamentato da mesi dai Soci di
Roma e di numerose altre città è dell’ordine di 25-30 giorni! Chiede,
AV V I S O U T I L E
zione che la Polizia di Stato, Polizia Postale e delle Comunica-
pertanto, ai Dirigenti di Poste Italiane di spiegare al più presto le ra-
Vuoi che il tuo messaggio culturale
zioni denominata, attraverso la campagna “Utente avvisato o commerciale venga letto da oltre 80.000
mezzo salvato”, il decalogo è semplice e mi auguro che presto gioni di tale inammissibile ritardo. persone? Chiama il cell. 347.0333846
venga ascoltato dagli utenti online. Anna Maria Ballarati
N. 1 GENNAIO 2018 ARTI FIGURATIVE E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 9

LA “MAGICA SENSIBILITÀ”
DI LIANA BOTTICELLI PROPOSTA PER UN “SUPERMUSEO” A MILANO, MOSTRA SU GONZAGA
I musei sono diventati anacronistici e inadeguati alle esigenze del
Grande successo di pubblico ha
La pittura dell’artista autodi- ottenuto a Milano la mostra sul
nostro tempo. La società dei consumi con i suoi continui richiami Maestro Giovan Francesco Gon-
datta Liana Botticelli si dif- a nuovi allettanti prodotti, lo scarso tempo libero che la vita lascia
ferenzia dalla forte tonalità di zaga (Milano, 1921), organizzata
libero per le memorie del passato e per la contemplazione con- dall’ omonima Fondazione dall’8
luce che traspare dai suoi trastano con lo spirito storicistico di conservazione prevalso fino
pennelli. Romana di nascita novembre al 23 dicembre 2017. A
ad ora nella organizzazione dei musei. dieci anni dalla scomparsa la Fon-
è anche una giornalista di I musei devono rimanere dovunque e comunque: pullman ma-
fama internazionale ed una dazione Gonzaga lo ricorda con
stodontici pensano a vomitarvi dentro masse di turisti alienati o una mostra di opere scelte che tra-
poetessa: immagine dunque scolaresche impreparate e sbigottite. Il museo rimane come isti-
di una donna eclettica,che si smettono la forza del colore e le
tuzione che rappresenta valori comprensibili dagli specialisti, ma vibrazioni del movimento. Sono
dedica a svariate attività. Di- per sopravvivere deve diventare un servizio costruito e struttu-
versi sono, infatti, gli inte- state ammirate una quarantina di
rato sulle esigenze di crescita culturale della popolazione. Il opere nelle quali si evidenziava la
ressi coltivati dalla pittrice, museo inteso come servizio non deve essere delegato alla fun-
per la sua espressione arti- Casa sognata (olio su tela) passione del Maestro per i cavalli e per l’ equitazione, ed i presenti
zione di riempitore del tempo libero, ma inserito all’interno di un sono stati avvolti dall’atmosfera di magia e di passione per l’arte.
stica e sociale: nel corso della sistema culturale che dalla scuola all’università dovrebbe essere
sua carriera ha ricevuto svariati riconoscimenti, come ad esempio La sera del vernissage è intervenuto con un discorso il dott. Ro-
tutto riformato come rinnovata utilità sociale. Se il museo deve berto Gonzaga (nella foto), figlio del Maestro, che ha messo in
il “Pasquino d‘oro” della Regione Lazio. Laureata in Scienze vivere non può essere soltanto qualcosa di statico; è necessario
della Comunicazione presso l’Università di Boston, ha in seguito luce le qualità morali e artistiche del celebre padre, mentre la con-
che si modifichi in rapporto alle esigenze variabili di un contesto sorte signora Rosy Nadia Gonzaga ha accolto in maniera esem-
esposto i suoi quadri in alcune mostre a Roma, Rimini e Pomezia, fatto di uomini, di gruppi sociali, di articolazioni funzionali della
conseguendo un gran successo sia da parte del pubblico sia della plare i numerosi ospiti presenti. Pittore e scultore autodidatta,
società. Giovan Francesco Gonzaga ha al suo attivo una lunga e presti-
critica. La Botticelli dipinge soprattutto su tela e vetro di catte- Se una mostra all’interno di un museo è, ad esempio, un pittore
drale: sa perfettamente trasferire i suoi colori luminosi su vetri, giosa carriera artistica. Ha tenuto numerose mostre personali in
famoso, non ci si limiterà come tradizionalmente ad esprimere le Italia e all’ estero. In particolare ha esposto in prestigiose Galle-
specchi ed anfore di va rie dimensioni. opere migliori, ma si forniranno rappresentazioni teatrali e musi-
L’artista dipinge spinta dalla sua anima che fa tramutare tutto ciò rie a Milano, a Rimini, a Messina, a Palermo, a Lonigo, a Parigi
cali, tavole rotonde, (costumi d’epoca, utensili pregevoli arreda- e a Mantova. E’ stato invitato alle più importanti rassegne d’ arte,
che crea in realizzazioni policrome: attraverso le sue creazioni mento, curiosità ecc..) che tutti insieme daranno una visione
comunica le su e sensazioni; il suo stile personale simboleggia la dove ha ottenuto premi di rilievo, fra cui: Premio Fenarete 1949,
globale del periodo storico in cui l’autore ha vissuto, considerato Premio Marzotto 1963, Pavone d’ Oro 1967, Le Grolle d’Oro
particolarità dei suoi sentimenti. Le sue opere tratte dalla realtà che un’artista, e soprattutto un grande artista, è simbolo e sintesi
quotidiana sono cambiate da un colore materico, in equilibrio ar- 1972, Parigi 1982 mostra sull’Epopea napoleonica, Mantova
della sua epoca. Pensiamo che il museo può forse scoprire una 1991 mostra personale Palazzo della Ragione, Trofeo d’ Arte As-
monico di forme e colori. La sua particolare produzione pittorica nuova dimensione di se stesso, una virtualità che lascia esistere
è caratterizzata da larghe e soffici pennellate ed è ispirata alla ri- sociazione culturale “Amici del Quadrato” (1994), Trezzo sul-
l’esistente ma lo apre a nuovi possibili significati, a nuove fe- l’Adda Castello Visconteo (1998 ), Bassano del Grappa Galleria
cerca ed alla rappresentazione della natura e ad una sempre più conde correlazioni, fino a generose, anche se parziali supplenze
magica sensibilità del passato. Liana Botticelli è dunque una Niselli Arte Villa Pisani (2000 ), Milano mostra personale Galle-
di funzione nell’organismo sociale. ria Il Salotto (2006). Ha ricevuto la medaglia d’oro da Papa Gio-
donna che comprende la reale essenza del mondo che la circonda La proposta è di un museo aperto, organizzato per sezioni relative
e capta la sua intensità poetica riportandola al tempo presente con vanni Paolo II a Salsomaggiore Terme nel 1997. Nel 2001 gli è
alle varie categorie museali (museo d’arte, d’artigianato, storico, stato conferito l’ Ambrogino d’ oro dal Comune di Milano. Sue
affettività senza limiti. Arianna Di Benedetto (Italia Sera) etnografico…) divisi per sottocategorie (museo d’arte etrusca, opere figurano in diversi musei, fra cui quello della Cavalleria di
medievale, moderna, orientale, romana, dove il visitatore può ve- Pinerolo, il Museo di Grosseto, il Museo della Guardia di Finanza
dere esposti alcuni pezzi che rimandino alla visita di altri musei
SARANDREA ALLA MOSTRA COLLETTIVA esistenti nel territorio e può consultare archivio, biblioteca, dia-
poteca, archivio computerizzato che permettono di approfondire
di Roma, il Museo di Tel Aviv, l’Art Museum di Los Angeles. I
quadri di Gonzaga fanno parte di altre numerose collezioni pub-
bliche e private in Italia e all’estero. Innumerevoli sono le recen-
“VIAGGIANDO NELLA BELLEZZA” singoli aspetti del tema museologico).
Il museo, pertanto non è più immaginabile come statico conteni-
tore, ma deve essere concepito come un organismo culturalmente
sioni di grandi critici. Ricordiamo quella di Vittorio Sgarbi che
ha scritto: “se il disegno preparatorio è mirabile, il colore di que-
Il giorno 20 ottobre sto artista ha una regalità e una sensibilità che provengono da una
2017 è stata inaugu- vivo e includere infrastrutture scientifiche di documentazione sto- percezione musicale della cromia, dove la tavolozza si esprime
rata la mostra collet- rico-critica, biblioteca, attrezzature per la conservazione e per il in improvvisi, in variazioni con ritmi pulsanti”. Salvo Nugnes in-
tiva, presso lo storico restauro, oltre ad essere luogo di incontri , di corsi professionali vece ha evidenziato che “i quadri di Giovan Francesco Gonzaga
palazzo Ruspoli a nel settore, dibattiti, mostre, sede di iniziative volte a stimolare sembrano avvolti in un’ atmosfera di dolce poesia. Parlano di un
Cerveteri (Rm), dal ti- esplicitamente le sollecitazioni derivanti dal muto colloquio emo- passato lontano e distante che si esprime attraverso affascinanti
tolo “Viaggiando tivo del visitatore col bene culturale. ambientazioni epiche e leggendarie, dove l’uomo è immerso com-
nella bellezza” orga- Così potrà diventare da struttura utile ma disertata a struttura ad- pletamente nel meraviglioso mondo della natura. L’armonia delle
nizzata dal sig. Fabio dirittura necessaria, soprattutto in tempi di disgre- figure assieme alle sue piccole pennellate di colori brillanti per-
Uzzo titolare della gazione sociale acuta, in cui urge una mettono di creare effetti luminosi che racchiudono una saggezza
galleria “In quadro”. L’artista Pietro Sarandrea ha presentato, in riapparizione di valori e di identità storico- e un equilibrio artistico di notevole spessore”. Nel corso del-
questa occasione,tre grandi tele dipinte del suo ultimo periodo sociali che riescano a salvarci dall’alie- l’inaugurazione è stato presentato il primo volume del catalogo
mistico informale. Specialmente l’ ultimo suo lavoro esposto dal nazione collettiva. Sta dunque a noi che racchiude le opere del Maestro che vanno dall’ anno 1943 al-
titolo “Salto quantico” di dimensione aura (cm 230 x 142) de- decidere se dobbiamo avere una popo- l’anno 2006, ed infine è stato distribuito un prestigioso calenda-
scrive una sua visione onirica; la pittura stratificata, molto mate- lazione fragile e strumentalizzabile o rio per l’anno 2018, raffigurante una selezione delle sue opere.
rica, denuncia un lavoro a più riprese, infatti, l’artista è stato dei cittadini coscienti che imparino ad Al termine del vernissage il dott. Roberto Gonzaga ci ha rilasciato
coinvolto in vari giorni per la definitiva composizione. Ad ogni attingere a strutture organizzate in la seguente intervista. Nel mercato dell’arte c’è possibilità di
passaggio di colore, mi dice, è come se si fosse impresso un mes- modo brillante e divertente e tuttavia carriera? Il mercato dell’ arte è sempre fertile, c’è sempre la pos-
saggio sulla tela. La manifestazione è stata seguita da parecchio evolute e coinvolgenti le migliori poten- sibilità di scoprire nuovi talenti e affrontare i mercati con nuove
pubblico locale e non. zialità dell’individuo in un costante rap- proposte. In che modo coordina i rapporti con i critici? Coor-
Presente anche l’Assessore alla Cultura, Federica Battafarano porto tra cultura e realtà, cultura e dino i rapporti con i critici focalizzandomi sull’ arte di Giovan
(nella foto con Pietro Sarandrea). Paola Lamonica divertimento, cultura ed emancipazione, cultura Francesco Gonzaga. Infatti la Fondazione si propone di conser-
Intervista dell’evento visibile su face-book. (info: 335.6162835) e tradizione. Non luogo “di sepolcri imbiancati”, ma un ambito in vare e tutelare la memoria artistica del Maestro anche mediante
cui si legano insieme i luoghi e gli attori della fruizione del bene la progettazione e la realizzazione di mostre d’arte nonché l’ at-
culturale con la sua stessa produzione. Liliana Speranza tività di catalogazione, archiviazione e autenticazione delle opere.
PITTURA TELEPATICA La Fondazione svolge l’ attività di organizzare e promuovere at-
tività artistiche e culturali. Come sono cambiati nel tempo ar-
Si è svolta il giorno 1°
novembre 2017 una “Il GROTTESCO NON HA LIMITI” tisti e collezionisti? Il mondo dell’arte è stupendo ma molto
vario. Ci sono periodi in cui si predilige il figurativo e periodi in
cui prevalgono altri stili. E’ un continuo susseguirsi nei decenni
interessante prova di L'Associazione Culturale Terra d'Arte nella persona del presi-
pittura telepatica tra di variazioni sul tema. Quali sono i criteri per definire un “ar-
Simona Carletti e dente ha organizzato presso la Biblioteca Aldo Fabrizi di Roma tista”, e quindi degno di entrare nel circuito delle gallerie? Il
Pietro Sarandrea (28 ottobre - 25 novembre 2017) un'interessante mostra perso- primo giudizio è quello della critica. Inoltre il parere della gente
presso lo studio di nale di opere dell'artista Diego Petruzzi dal titolo “Il grottesco comune spesso è indicativo. Bisogna considerare ciò che l’arti-
quest’ ultimo a Brac- non ha limiti”. L'esposizione artistica è stata un'occasione di ap- sta riesce a suscitare e trasmettere. Qual è il ricordo più bello
ciano (Rm). Simona, profondimento di alcune tematiche riguardanti il “grottesco” che le ha lasciato suo padre, come artista? Il ricordo più bello
anche lei pittrice, ha come è stato esposto dai due curatori della mostra Stefano Va- è dato dalle sue opere, da ogni sua singola pennellata, dalla con-
fatto da pochi mesi lente (Dottore in Filosofia e Critico d'Arte) e Michele Bianchi tinua scoperta di sfumature diverse e particolari che non avevo
amicizia con Pietro e, (Psicoanalista e Critico d'Arte), nelle due giornate di studio te- notato; lo stato d’ animo dell’osservatore è molto influenzato ogni
a detta loro, si sono nutesi all'interno dello spazio espositivo. Sono intervenuti altri volta che si contempla un’opera. Programmi per il futuro…
verificati più volte illustri docenti e studiosi d'Arte come Bruno Lanzalone ed altri. Continuare a tutelare l’ opera artistica di un artista storicizzato
delle comunicazioni Diego Petruzzi, artista poliedrico e versatile, si è diplomato al e cercare di diffonderla ad ogni livello.
telepatiche (anticipo telefonate, ecc.). Hanno deciso così di in- liceo artistico negli anni '80, ha successivamente eseguito studi Vincenzo Maio (cell. 347-3173288)
terpretare questo fenomeno tra loro, già conosciuto da Sarandrea di restauro, intarsio su legno e doratura. Il suo amore per l'espres-
sione artistica lo ha portato a fare esperienze in ambito teatrale
che da diversi anni esegue performance in pubblico, dipingendo
nello studio di Pietro una tela a testa comunicando contempora- come attore e aiuto-regista.
A metà degli anni '90 ha riscoperto le arti figurative, utilizzando
SARANDREA E LA DANZA DI INGRID
neamente un’ immagine all’altro. diverse tecniche con l'uso prevalente del legno. La sua ricerca
Sono stata presente alla prova e devo dire che è stata emozio- Il Maestro Pietro
nante; ho ripreso il loro lavoro con il cellulare che sarà pubblicato compie un percorso attraverso il tempo, le esperienze, i mate- Sarandrea ultima-
anche su Facebook. Paola Lamonica riali, il disegno, la pittura, ma è sempre animata dall'ironia o dal mente lavora anche
sarcasmo dell'artista che guarda la realtà moderna, le tecnologie con i disabili cer-
e le figure umane, con una lente deformante. Un occhio critico cando, con successo
ORIGINALI PITTO-SCULTURE sul mondo, il suo, che attraverso il paradosso della deformità in-
sieme alla leggerezza dell'umorismo, restituisce ad una società
invadente, strabordante di eccessi di comunicazione, ma spesso
e grande riscontro, di
trasmettere la sua
DI TULLIO DALLAPICCOLA priva di rapporti autentici, un po' di umanità.
La chiave di interpretazione della pittura di Diego Petruzzi po-
arte ai ragazzi presso
la sala polifunzio-
nale della coopera-
trebbe ricercarsi nella volontà di riscoprire un' autenticità di vita tiva “Trifoglio” di Bracciano
e di valori. In una società nella quale verità e certezze sono mi- (Rm). Insieme alla danzatrice
“La serenata” stificate in favore di un illusorio benessere economico ed i rap-
porti umani sono sempre più sviliti dall'ossessivo ed eccessivo
Ingrid Golding hanno organiz-
zato alcuni incontri, dove en-
utilizzo dei social network, l'individuo risulta essere sempre più trambi mostrano la loro abilità
solo e più fragile. Diego Petruzzi nelle sue opere attua una de- contemporaneamente coinvol-
Studio d’Arte: nuncia sociale, non un'azione disperata volta ad esibire il male, gendo il pubblico. Nell’ultimo
la violenza, la frustrazione, in uno stato di autocommiserazione, incontro svoltosi 11/11/2017
Via due laghi, 338042 - o peggio di nichilismo, bensì egli offre una possibilità, una spe- Ingrid Golding ha presentato,
ranza... trasformando il dramma in farsa, nel fantasioso e burle- in forma ridotta, il balletto dei
Baselga di Pinè (TN) sco tentativo di ripristinare gli equilibri perduti. Egli compie un cinque tempi, e il pittore Pietro
atto di fiducia nell'uomo, nella natura, nella collettività e nel fu- Sarandrea sul finale dell’esibi-
Tel. 0461.557139 turo, nell'intento di recuperare un rapporto, autentico, sano e, per- zione ha iniziato ad eseguire la
ché no, anche positivo con il mondo che lo circonda. sua opera, ispirata dall’emozione generale. Con poche pennellate
Cell. 339.1259386 Nell'attuale società tormentata da individualismi ed estremismi, distribuite sulla tela in modo apparentemente casuale, ha realiz-
violenze e orrori, priva di ideali collettivi, vittima della trappola zato un’opera di particolare leggerezza e di grande intimità. Que-
E-mail: tullio.dallapiccola@virgilio.it dell'autocompiacimento, l' artista Diego Petruzzi, seppur con il sti incontri sono un ausilio per questi ragazzi creando momento
suo stile ironico, contribuisce attraverso le sue opere... a rivita- di condivisione nell’atto creativo. Complimenti a tutti e due.
lizzare “l'Essere Umano”. Caterina Zonno Paola Lamonica
L’ATTUALITÀ, pag. 10 CINEMA, MODA E VARIE N. 1 GENNAIO 2018

QUANDO LO STADIO
ARRIVA SUL MAXI-SCHERMO
MODA E… NON SOLO LA REGINA DELLA MODA
Era la donna più ricca del mondo. E’ morta la miliardaria Liliane
(a cura di Lucilla Petrelli) Bettencourt, regina de L’Oréal Figlia di Eugène Schueller, il fon-
Green Street Hooligans è un film diretto da Lexi Alexander nel datore della multinazionale della cosmesi, aveva 94 anni. E’ morta
2005. Lo sceneggiato vuole far comprendere e capire l’essenza Lucille, style coach! la miliardaria francese Liliane Bettencourt, per molti anni alla
del mondo ultras nel regno unito. Matt, un classico studente guida dell’impero L’Oréal. Figlia di Eugène Schueller, il fonda-
medio di Harvard, con grande voglia di studiare, viene espulso NEW YEAR’S FASHION tore della multinazionale della cosmesi, Liliane ereditò l’azienda
dall’università di giornalismo per colpa del suo collega ricco e Buon Anno ‘2018. New Trend. Sarà un anno nuovo, decisamente nel 1957. Era la vedova del ministro André Bettencourt, e prima
raccomandato. Il giovane Matt decide, dunque, di trasferirsi a a colori! Tante le nuances e sfumature colorate che daranno vi- azionista del gruppo L’Oréal. E’ stata al centro di numerosi scan-
Londra dalla sorella (moglie di “The Major”, leader storico della vacità alla moda invernale. Il nero e il classico bianco non si toc- dali politico-finanziari e sospettata di aver finanziato illegalmente
curva del West Ham). Nella capitale britannica il giovane stu- cano ma subiranno la concorrenza con altri colori come abbiamo la campagna elettorale di Nicolas Sarkozy. Nel 2011 era stata
dente fa da subito amicizia con Pete (fratello di The Major ed at- visto già in passerella. Allora via alla cromoterapia, dal rosso al messa sotto tutela per “alterazione delle sue capacità cognitive”.
tuale leader del GSE). Dopo numerose partite viste insieme allo rosa fino al fucsia, verde acceso e giallo come fonte di colore. Era stata a marzo la rivista Forbes ad incoronarla donna più ricca
stadio, Matt viene integrato all’interno del gruppo portando avanti Tonalità vivaci e pop affiancati a una serie di colori autunnali cal- del mondo. La morte è stata annunciata dalla figlia Francoise Bet-
ideali, valori e rivalità della squadra situata ad Est di Londra. Ac- dei e naturali. Il blu e il nuovo nero e il cuoio è il nuovo cam- tencourt Meyers. «Liliane Bettencourt è deceduta nella notte a
cade che un membro del gruppo scopre il diario giornalistico di mello. Il grigio sarà perfetto per vestire i nuovi tailleur dal taglio casa sua. Avrebbe compiuto 95 anni il 21 ottobre. Mia madre si è
Matt e, credendolo un infiltrato, lo accusa di fronte all’intera maschile. Borse. La icon-bag al braccio delle fashion icon. In- spenta serenamente», ha scritto Bettencourt Meyers in una nota.
GSE. Il regista sottolinea l’odio tra i tifosi britannici e i giornali- contro ravvicinato con la borsa icona che ha conquistato le “fa- Liliane era l’unica figlia di Eugène Schueller, il fondatore della
sti, andando a sviscerarne le acredini più profonde. Dopo nume- shion icon” della nuova generazione. Parliamo della “Whitney multinazionale della cosmesi L’Oréal, una delle più grandi
rose risse ed accadimenti extra-calcistici, la pellicola si conclude Bag” di Max Mara che nasce dalla collaborazione di due gruppi aziende del mondo nel settore dei prodotti di bellezza. A soli 5
con la maxi-rissa tra il West Ham ed il Millwall, dove perde la vita come Max Mara e il Renzo Piano Building Workshop che anni (nel 1927) perse la madre. Nel 1950 si sposò con il politico
Pete. Sconvolto da questi fatti Matt decide di tornare ad Harvard hanno realizzato una borsa dal disegno geometrico che si rifà al francese André Bettencourt e stabilì la sua residenza a Neuilly-
vendicandosi del collega e portando con sé il West Ham nel cuore. Whitney Museum of America Art inaugurato nel 2015 nel Me- sur-Seine, in Francia. La coppia ha avuto una figlia, Françoise,
Il film avrà un sequel che ha ottenuto meno successi del primo. atpacking District, epicentro creativo della moda newyorkese. che ha sposato Jean-Pierre Meyers. Françoise Bettencourt Me-
Non è da interpretare come un film denuncia, piuttosto come un Materiali eccellenti, eleganza estetica e funzionalità fanno di que- yers è membro dello staff dirigenziale dell’azienda di famiglia.
racconto di un mondo spesso denigrato ed accusato, ma con alle sta borsa il must-have delle celebs. Pratica nell’utilizzo si può in- Nel 1957, Liliane Bettencourt ereditò dal padre la L’Oréal e ne
spalle dei valori unici e rispettabili. Usare la violenza non è mai dossarla a bandoliera o come hand-bag, elegante nelle linee, rimase la principale azionista. Mary Mazza
una soluzione, ma si preferiscono giovani con ideali piuttosto che versatile nella forma e nei colori. Si va dall’azzurro opalino, al
blu marino, colore di gran moda. E poi il rosso, con a sorpresa la
ragazzi atipici in cerca solo di svago e divertimento. Sostenere
una società di calcio, con implicazioni politiche e di territorio può
risalire alle vecchie rivalità tra rioni che contraddistinguevano il
fodera interna di gran contrasto. In pelle super morbida, le sue di-
mensioni sono pratiche: originali, medium e small, tre misure che
Il TEATRO PER BAMBINI
accompagnano la giornata delle donne. Vi vogliamo parlare di
Medioevo. Non per questo è un mondo negativo, anzi è una re- uno spettacolo teatrale
altà da studiare e non solo da incriminare come spesso accade. MAKE – UP
Tendenze ‘2018. Le tendenze trucco già viste alla Fashion Week che ci ha colpiti per
Bel film con grande significato. Bruno Bertucci l’alta qualità. Uno
‘2018 P/E. Il beauty-case per l’autunno è stato ricco di nuances
chiare ma intense e texture brillanti. Il nuovo anno vuole un spettacolo rivolto ai
MOSTRA DI IVANA J. TROSTMANN trucco nude, o a tutto colore. Occhi. Look naturali che vedono
preferire i colori tenui e nude per far risaltare la naturalezza del
volto a look più decisi e nuances intense. Ci si può sbizzarrire
bambini fruitori molto
esigenti, consigliato
per la fascia d’età che
“La bellezza segreta della natura” è il titolo della recente mostra va dai 3 agli 8 anni.
romana della pittrice croata Ivana Jovanovic Trostmann, allestita sugli opposti e sui contrasti. Largo ai fondotinta curativi dal po-
presso l’Istitut français – Centre Saint Louis dall’8 al 25 novem- tere anti-aging ai rossetti super emollienti. Di grande tendenza Prima assoluta dello
bre del 2017. “Tutti i colori dell’arcobaleno – ha scritto la cura- lo “smokey eyes” per dare profondità allo sguardo, ombretti lu- spettacolo intitolato
trice della mostra Svjetlana Lipanovic – caratterizzano le tele minosi, satinati, metallici ma anche opachi come il velluto gra- “Scuola di magia” di
della Trostmann, la pittrice nata a Dubrovnik, la magnifica città zie alla texture soffice e impalpabile. Sempre di gran moda Andrea Calabretta,
croata sulle sponde dell’Adriatico. Il mondo pittorico delicato, l’eyeliner, ciglia lunghissime e colorate. Labbra. Labbra traspa- con la regia di Ema-
etereo, fantasioso di Ivana, simile a un sogno, riflette con radiosi renti o extra mat per donare un look intenso. Nuances ancora di nuela La Torre, scene, costumi e burattini ideati da Santuzza
colori la bellezza segreta della natura, impregnata di una profonda moda tipo il bordeaux, il marrone e le tinte metalliche. Il rosso in Calì. Presso il Teatro Verde di Roma, situato sulla Circonvalla-
spiritualità”. I colori, immersi in una luce tersa che, però, non ha tutte le salse, principe dei rossetti. zione Gianicolense, al civico 10. La storia narra di due maghetti
un effetto smaterializzante (la pittrice, infatti, sembra non ricer- FASHION ANNIVERSARY pasticcioni che si ritrovano a liberare un perfido stregone. Grazie
care una effettistica di tipo impressionista) sono esposti senza che L’anno appena passato ha visto un festeggiamento di anniversa- al ritrovato coraggio e fiducia in sé con l’aiuto dei bambini in sala
la loro carica materica venga meno, anche se l’artista è lontanis- rio di una grande Maison, Dior – 1947-2017. Sono 7 i decenni riusciranno con una formula magica a sconfiggere i cattivi e tro-
sima da compiacimenti di tipo espressionistico. Quello che ci col- di eleganza, raffinatezza e stile. Grandi festeggiamenti presso la vare un metodo per affrontare le proprie paure. Abbiamo intervi-
pisce è una caratteristica che ritroviamo in ogni suo quadro: sede storica al 30, di Avenue Montaigne a Parigi, con la proie- stato il maghetto verde, Andrea Calabretta. Laura Cardia
sembra che gli oggetti rappresentati (che si tratti di elementi del zione di un film esclusivo in collaborazione con VOGUE con la
modella francese Camille Hurel che ha indossato gli abiti con-
paesaggio o di figure umane) siano ripresi fuori-fuoco. É come se
i colori e le forme fossero alonati, visti come attraverso un vetro temporanei di Dior creati da Maria Grazia Chiuri. La modella,
apre la porta ed entra nel mondo degli archivi di Dior in abito
RIPORTIAMO UNA NOTIZIA
appannato. L’oggetto della rappresentazione è o troppo vicino o
troppo lontano rispetto a chi guarda come se la pittrice non fosse couture. Da Dior a Ferrè, da Yves Saint Laurent a Raf Simons, i
pezzi iconici dei designer che hanno contribuito a scrivere la sto-
POSITIVA SCRITTA DALL’ANSA
riuscita a metterlo a fuoco. In questo modo lungi dal reificare gli ria della Maison. Una leggenda della moda. Buon 70° anniver- Finalmente qualcosa si muove. In un mondo frenetico, senza ri-
elementi del paesaggio o le figure umane la Trostmann riesce, in- sario, Dior ! spetto per nessuno, finalmente qualcosa si muove. Purtroppo tutte
vece, a restituire quella sorgività propria alla bellezza naturale CALENDARIO PIRELLI le associazioni che ci sono come il Telefono Azzurro, di cui io
che consiste in un prodursi che non smette di prodursi simile in E’ diventato una vera istituzione. il “Calendario Pirelli”, sem- faccio parte come volontaria da molti anni. ora noto che l’opi-
questo allo sbocciare di una rosa, sbocciare colto nella sua gra- pre molto atteso. Anche per il 2018 le aspettative non sono state nione pubblica si inizia ad interessarsi delle varie problematiche.
tuità dal pennello delle pittrice. In questi quadri la natura è colta deluse, sempre elegante, esclusivo e anche d’ispirazione: la Per me dovrebbero mettere telecamere nelle scuole, nei centri an-
come anticipazione di una sensatezza a venire, come una pro- nuova edizione , la prima “All Black” dal 1987 e con gli scatti ziani, dove i più deboli possano essere monitorati e seguiti co-
messa non illusoria di felicità futura che ben dispone chi guarda di Tim Walker ispirati ad “Alice nel paese delle meraviglie”, è stantemente. Dobbiamo sentire dalla Tv e dai vari Quotidiani,
ad accogliere il mondo, le cose e le persone. Stefano Valente un invito a realizzare se stessi. E così vediamo RuPaul, la drag cose assurde ed inverosimili. “FIRENZE - Una rete di 15 mila
queen più famosa del mondo , nelle vesti della Regina di cuori, pediatri e medici di base formati per riconoscere i segni di vio-
ce l’ha fatta l’Alice del calendario, la modella di origini sud su- lenze fisiche, sessuali e psicologiche sui bambini. Arriva in Italia
LA FEBBRE DEL SABATO danesi Dukie Thot. Tra gli altri protagonisti, ci sono anche il primo network sanitario antiabusi del mondo, che coinvolgerà
TORNA AL CINEMA Whoopi Goldberg, Lupita Nyomg’o, Sean Combs e Naomi
Campbell. Un nuovo anno da sfogliare e perché no, anche so-
anche i 13 maggiori ospedali pediatrici del paese. Il progetto, già
avviato, è stato lanciato dalla multinazionale del farmaco Mena-
A partire dal 4 dicembre e fino alla fine dell’anno è stato possi- gnare… rini, in collaborazione con Telefono azzurro, Società italiana di
bile fruire sul grande schermo del famoso film La febbre del sa- ART EXHIBITIONS pediatria, Federazione italiana medici pediatri e Associazione
bato sera con il celebre John Travolta, protagonista della pellicola A Roma, fino a febbraio ‘2018 alla Galleria Nazionale d’Arte ospedali pediatrici italiani. Ogni hanno in Italia sono circa 70-80
che gli portò il successo e creò un mito senza tempo. Il film è Antica – Palazzo Barberini, Mostra “ Prima Monografica di mila i minori vittime di violenze e abusi, ma solo pochi casi
stato restaurato dalla Cineteca di Bologna nell’ambito del pro- Arcimboldo”. Ai Musei Capitolini fino ad aprile 2018 “Il Te- vengono alla luce. La prima fase del progetto, chiamata ‘train the
getto Il Cinema ritrovato, con la supervisione del regista John soro di Antichità” - Winckelmann e il Museo Capitolino nella trainers’, prevede la formazione di un gruppo di mille pediatri,
Badham, Badham ha lavorato con Paramount per il restauro in Roma del ‘700. Una mostra per celebrare gli anniversari della che attraverso 23 corsi intensivi saranno ‘allenati’ a riconoscere i
4K a partire dal negativo originale, concentrandosi in modo par- nascita e della morte del fondatore dell’archeologia moderna. segnali di difficoltà inespressi dell’infanzia. Questa prima task-
ticolare sul sound. L’appuntamento quindi è stato nelle sale ita- force fornirà supporto ai colleghi e li preparerà a loro volta, fino
liane per i più nostalgici degli anni ‘70, per gli adolescenti d’un
tempo e per gli appassionati di cinema che non avrebbero potuto
perdere l’occasione e l’esperienza ritrovata di un film che ha se-
LA MORTE DELL’ISTRUZIONE
No. Il problema non è il congiuntivo sbagliato del Ministro Fe-
ad arrivare a una rete di 15 mila professionisti attivi sul territorio.
I tredici ospedali pediatrici più importanti del Paese, inoltre, sa-
ranno coinvolti come sede dei corsi di formazione ma anche come
punti di riferimento dei pediatri del territorio e centri dove poter
gnato una generazione e la storia del cinema.
Atanasia Fabbricatore deli. Il nostro vero problema è la totale assenza di istruzione nelle affrontare l’emergenza e la fase di recupero. L’iniziativa è soste-
scuole e nelle case italiane. Se i genitori hanno tutto il diritto di nuta da Menarini con un investimento da un milione di euro.
essere ignoranti e sperano per il proprio figlio un destino migliore “Lanciamo una sfida alla piaga degli abusi” hanno affermato
del loro, cioè quello di condannati a votare Salvini a causa della Lucia e Alberto Giovanni Aleotti, presidente e vice presidente
bassa capacità di comprensione di qualsivoglia fenomeno sociale, Menarini. “Ė un progetto bellissimo – hanno detto ancora - che
gli insegnanti non possono essere giustificati. Il bandolo della ma- speriamo possa prevenire storie di violenza sui bimbi che non
tassa giace nelle scuole troppo permissive, in insegnanti (non tutti, vorremmo mai sentire , e che contribuirà anche a un salto di qua-
ma la maggioranza) che sono genitori ignoranti per primi e, in lità di tutto il sistema sanitario italiano a salvaguardia dei diritti
generale, nel basso desiderio di imparare la Storia. Sì. Questo è il dell’infanzia e dell’adolescenza”. Secondo una recente indagine
problema. Non abbiamo problemi con la matematica o con la fi- realizzata da Telefono Azzurro in collaborazione con Doxa Kids,
sica. Abbiamo problemi con la Storia. Non con le date, per ca- quello delle violenze su bambini e adolescenti è un fenomeno sot-
rità, ma con la comprensione dei fenomeni storici più semplici. tostimato, che nel 70% dei casi si consuma fra le mura domesti-
Avendo aiutato moltissimi ragazzi privatamente so di cosa parlo. che. Nella maggior parte dei casi le violenze, accentuate dai rischi
Se chiedi loro di dirti la data esatta della Rivoluzione Francese o legati all’uso delle nuove tecnologie e dalla crisi economica, re-
di quella Russa sanno esattamente la nozione che ripetono a pap- stano coperte dal silenzio. Per questo è essenziale per i medici
pagallo. Citano Robespierre, Marat, Danton, Lenin e lo Zar. Ma imparare a cogliere i segnali di disagio dei più piccoli. Alcuni dei
quando si chiede loro quali furono le ragioni di tali sconvolgi- campanelli di allarme si trovano in un vademecum stilato da Te-
menti non sanno più che dire. Ti guardano con gli occhi vuoti, lefono Azzurro.
occhi che non sognano più un futuro migliore per sé, per i propri In base all’attività del numero di emergenza 114 di Telefono Az-
genitori. Sono occhi colmi di assuefazione e di disillusione. Ab- zurro, la maggioranza degli abusi su minori che si registrano ogni
biamo pero i ragazzi. Abbiamo perso gli unici che potevano sal- anno in Italia è di tipo fisico o psicologico.
varci. E il problema giace proprio nella Storia. Perché è quella Uno su dieci è sessuale. Anna Maria Ballarati
che deve dargli coscienza di cos’è un essere umano, nel bene e nel
male, e di cosa l’essere umano ha fatto durante il suo cammino.
La collaborazione al periodico “L’Attualità” Non stanno sognando questi ragazzi. Sono dei sonnambuli che
viaggiano in città deserte, crescono come la ginestra di Leopardi
LIBERI DI SCEGLIERE MA...
là dove nulla potrebbe attecchire ma non sono rigogliosi: sono ar- Ogni umano cammina tra due campi di gravita-
è aperta a tutti. Inviare articoli rendevoli. Pensano di non poter fare nulla per cambiare lo status
quo. E come biasimarli? Abbiamo passato decenni interi a pren- zione: il Bene e il Male, l’Amore e l’Odio.
dere misure che mantenessero la stabilità di questo Paese. Ab- È libero di scegliere il campo dal quale vuole
e foto alla mail: lattualita@yahoo.it biamo fatto veramente di tutto. Oggi ci siamo riusciti. I nostri
futuri cittadini non hanno idea di chi siano, dove siano e cosa in-
essere attratto. Ma un giorno sarà interrogato dal
Supremo Giudice in base alla sue libere scelte.
tenda la loro Costituzione quando li sancisce come liberi. Ben
fatto gente! Claudio Caramadre
N. 1 GENNAIO 2018 L’ATTUALITÀ, pag. 11

L’ANGOLO DELLA POESIA Stelle di mare brulicanti al sole


caldo./ I grigi cupi/ sopra voli di
rondini smarrite./ Rami protesi al
solidale;/ son angeli saggi che in-
segnano a tutti il valor della vita.
Andrea Maraziti
LA BEFANA DI IERI E DI OGGI
più celebre di tutte/ le tue più cielo/ come mani di supplici im- Lo so che sono vecchia e devastata./Gli anni della befana, non
grandi musiche e composizioni./ ploranti ./ A sera/ diamantine col- VICALVI CAMBIATO hanno mai tramonto./ Combatto con vento, pioggia/ la neve che
lane di luci sparse mi hanno Non s'ode più il coro d'uccelli/ e il
infinite le tue opere, si sussegui- ricordato/ bisogno di rifugio. frinir derlle cicale,/ ma il latrato mi fa da mantello./ Il mio sacco è colmo di poveri doni./ A stento
rono,/ a renderti, il più celebre di Antonietta De Angelis raggiungo i monti, discendo a valle./ E’ notte fon da, la luna com
tutti,i musicisti,/ dando alla nostra dei cani belli./ D'estate, purtrippo,
di meno s'ode/ il frinir delle canta- plice, il suo chiarore, mi aiuta a raggiungere i tetti./ Saltello, bar-
Italia un contributo,/ insuperabile, IL SENSO DELLA VITA collo fra ruderi, tegoli,/ inciampo, distesa a terra, la vecchia scopa
della tua grande Arte./ A 80 anni rine cicale,/ perchè la cicala per il
avesti il coraggio, di scrivere la tua Elucubrazioni surreali,/ alla ricerca nuovo clima non gode./ Nella mar- ha colpito graffiato/ il mio viso, a stento mi alzo, un gatto/ che
ultima/Composizione “L’Otello” del senso della vita, portano a te- conica piazzetta/ la sera si gioca a rovista nel sacco, poi fugge,/ si n asconde dietro un fumante co-
confrontandoti, ancora/ Una volta nebrose conclusioni ove l’anima carte/ a tressette, briscola e sco- mignolo./ lo, da secoli sono amata da grandi e piccini./ Quel lon-
con Shakespeare./ La tua vita si vaga/ entro spazi scoloriti e nebu- petta,/ gustando buone bevabde tano ieri, la notte trepidanti, e buoni/ aspettavano l’alba per
losi./ Risposte concrete e consoli- solo/ dello storico bar di Patrizia,/
evolse il 27 Gennaio del 1901,/ in danti si trovano solo in Dio,/ che fa che gentilmente ci porta sul ta- correre verso il cammino/ qualche dolcetto, un tor roncino, una
un Hotel di Milano./ Il mondo vibrare nell’infinito/ l’umano pen- pupazza/ qualche fischietto un burattino./ Una rotta calzetta la
oggi applaude, il più grande Mu- volo./ Gli anziani sempre ricor-
siero/ negli arpeggi/ del Suo amore dano/ quanta gente era prima nel cercava pure il nonnino./ Tutti i bambini gioiosi felici/ uscivano
sicista e / Compositore, Giuseppe divino dalle loro case, gridi festosi!/ È arrivata la befana!/ mi volevano
Verdi, il suo “Nabucco” e la sua paese/ e color che son lontani tanto
storia. Liana Botticelli Marcella Croce de Grandis l'amano./ D'estate tornano i vical- u n mondo di bene./ Con la loro ingenui tà, le portavo a sognare/
vesi,/ che son in altre città o Paesi,/ in un mondo magico fatato vero./ Oggi, mi sento imbarazzata po-
LA FELICITÀ SENZA FORMA ma da vari anni di numero sono verella/ desolata. Scrutando dentro i comignoli?/
La felicita e come un rebus, dentro Canto d’immensità senza forma./ È scesi/ Vicalvi è sempre bello, Nelle case vedo doni ricchi, cellulari, compu-
possibile/ che ti ami così tanto? ameno,/ pittoresco e panoramico,/
la nostra mente e dentro il nostro Marina Giudicissi perciò viver da lui lontano è bere ters, varie novità. Ma questa ricca befana
cuore,/ le cose più semplici ci pos- dove sarà?/ lo non mi arrendo!/ Posso sem-
sono portare una giornata felice! veleno. Mario Coletti
L’INVISIBILE pre sperar./ Se la pensione arriva ai tetti?/ mi
Specialmente dopo una gran bur- Ora che il sole è appena tramon- posso pure/ ‘acciacche curar. Portare doni
rasca di tempo, ecco spuntare il ANNO 2018
sole, godere di quel tepore al pro- tato/ sciolgo i nodi della mia esi- Anno che fa preoccupare,/ perchè ricchi alla nostra/ odierna società, se questo
fumo dei fiori di un vostro giar- stenza/ forte della sua luna/ il Capo della Corea del Nord/ mio sogno/ non è realtà?/ Anche povera vec-
DIALOGO INFINITO contemplo l’invisibile. vuole dimostrare di voler odiare/ chiarella/ come sempre, grandi e piccini nelle
Trascendere la realtà,/ toccare dino, al pensiero che il giorno Marina Giudicissi
prima avevate donato ad un bimbo gli Stati Uniti Americani,/ che vor- loro/ case, mi faranno sempre entrare./ Pov-
l’anima,/ sino a cogliere l’Unico,/ rebbe far scomparire/ con le sue
sentire melodie nell’Universo,/ povero! un giocattolo di cui ne era CURAGGIO potenti armi nucleari./ Non sa il crella malandata, non rischio,/ la vita tiro a cam-
percepire il creato,/ valutare ogni innamorato e che la mamma non Curaggio nun è rischià ‘a vita, se pare. Elena Andreoli
aveva potuto comprare per la sua suddetto terribile dittatore/ che
vita./ Far scivolare l’immenso/ e nun è pe nu motivo nobile, né af- tutto si distrugge con la guerra,/
offrirlo all’altro avido di sensa- grande povertà, una grande gioia
zioni./ Intuizioni, sguardi nell’in-
finito./ Come raccontarli?/ Vibrare
scende nel cuore di chi può do-
nare, sentirsi amati dalla propria
famiglia è la più grande felicità
fronta ‘na prova ardita/ si nun s‘è
a sufficienza abile .../ Curaggio è
piglià ‘na decisione, cu coerenza e
ma tutto si costruisce con pace ed
amore./ Papa Francesco è andato
con spirito cristiano/ in due Paesi
SULL’ORIGINALITÀ DELLA POESIA MODERNA
nella conoscenza così appagante: piglio autoritario, si ll‘ate sò ‘e di- sudasiatici non tranquilli/ per ap- “Occorre farsi carico di una rieducazione dell’uomo e di una più
Dio./ Egli è già qui,/ nel mio che si possa provare,amare incon- versa opinione/ e cercano e farte fà capillare diffusione della conoscenza: restituire senso alle parole
dizionatamente, con lealtà, verso portarvi pace,fratellanza ricevendo
corpo, nella mia mente,/ assetata ‘o cuntrario./ Curaggio è dicere battimano./ Son certo che il buon amore, benignità e rispetto e insieme combattere l’ingiustizia”
della sua presenza/ ne colgo la Pa- gli uni e verso gli altri, cercare di sempe ‘a verità, pure quanno è tri-
viverle ,queste piccole cose e mai Dio, Gesà e Maria/ fermeranno la (Prof. Pasquale Matrone recensendo Melo Freni in “Oltre il labi-
rola./ È il mistero che si strugge / ste, pesa o offenne, ca chi ‘a cerca, mano crudele del dittatore/ evi-
nel dialogo incompiuto. / dimenticarle, perche, sono il sa trova in eredità/ e cu ‘a penna e
rinto” su “La Nuova Tribuna letteraria, 2 trimestre 2016)Inquie-
rebus della nostra vita, e nello tando la 4^ guerra mondiale, che tudine esistenziale, desiderio d’assoluto e ricerca continua di
Florinda Battiloro ‘a voce ‘a difenne./ Curaggio nun è sarebbe na follia./ L'Italia sarà in
svolgerle avremo tirato fuori la fe- affrontà ‘a morte,/ ‘a vita è fuoco, un’identità sono i temi comuni (come il “messaggio etico” e l’im-
licità che è dentro di noi e non lo primavera impegnata/ nelle impor-
LA RIVA DELLA REALTÀ l’arde e po‘ avvampà,/ ma a fronte tanti elezioni politiche,/ che spero pegno nella funzione di crescita del singolo) che animano da sem-
Informi onde si addensano/ sugli sapevamo. Liana Botticelli a malatie e malasorte/ ‘o vero cu- pre la Grande poesia. Si avverte il vuoto che minaccia di
apportino cosa che dal popolo é
auspici eterei/ un dolce suono di raggio ‘e l‘omme è campà/ fra agognata. Mario Coletti degradare la Società contemporanea, si sente come un pericolo
scrosci/ cristallini, impalpabili ANGOSCIA guaie, ristrettezze e perigli/ ‘e tutte
Ti capisco. L’angoscia che ti tor- la massificazione, l’omologazione, l’assuefazione e l’asservi-
schizzi/ conducono lontano dalle ‘e juome, p’a vita intera, appriesso CORPO DI DONNA mento agli idoli di cartapesta e agli pseudovalori nemici del-
corse della vita/ e una realtà vir- menta ti procura ... ancora ... mali/ ai probleme ri figli/ a suppurtà suo-
perché non sai evitare/ la dispera- Corpo di Donna, opera divina! l’umana dignità. A volte le poesie sono “narrazioni delicate”
tuale fa vibrare l’anima/ in flebili cera e mugliera. Fonte di vita, pozzo d’amore./ Per
armoniosi sussurri. zione altrimenti. Sai, nel dolore si Gerardo Moscariello uomini meschini mero oggetto di espresse con parole precise e misurate, scevre d’artifici, semplici
Florinda Battiloro può trovare la strada della sal- che non incidono e destinate a morire con il tempo. La poesia,
vezza. Perché non la cerchi?/ Non piacere, brama di possesso anche
PITTORE contro il tuo volere./ Il tuo acerbo per tornare ad essere quello che era veramente, deve farsi carico
INNO A GIUSEPPE VERDI vuoi?/ Eppure hai bisogno/ di quel Oh caro Pittore/ Che dipingi/ A corpo di bambina già suscita mal- di una responsabilità, quella d’incidere promuovendo valori cul-
A te Giuseppe,dal tuo nascere po- conforto che tu rifiuti/ e che vuol tutte le ore,/ col chiasso/ e col si- sani appetiti, sovente consumati in turali. Molti cantano e piangono nello stesso tempo la fine della
vero,/ la grande ricchezza , che lo dire pace per il tuo cuore stanco! lenzio/ senza mai un lamento,/ ri- famiglia da chi più ami e ti fidi./
Virginia Di Filippo Caiazza poesia nell’era moderna, ma il loro pianto si scontra con una
Spirito Santo,/ ti aveva donato, trattista paesaggista astrattista retrò, Fragile adolescente, sei vittima in- “molteplicità di esperienze liriche” che, anche a volte in forma
esplose!/ Dopo il più grande do- grande/ è la tua creatività/ bravura e difesa/ di inquieti branchi di coe-
lore della tua vita,/ di avere per- SPAZI onestà,/ ai posteri lascerai la tua im- tanei o di solitari adulti./ Il fiore
caotica e anticulturale, manifestano una necessità di ridefinire
duto con la morte, i tuoi figli/ e la INTERPLANETARI pronta/ ai critici/ la tua indiffe- della gioventù eccita lascivi l’orizzonte poetico.
tua amata Margherita,/ giurasti di Spazi interplanetari/ sogni di co- renza/ ai mortali/ la tua costanza! sguardi/ e furtivi toccamenti in Necessità, molto spesso affidata all’intimismo o ai vecchi moduli
non scrivere più musica./ Ma il de- lori mai veduti inimmaginabili./ Francesca Pagano ogni maschio che incroci. Il fa- neo-sperimentali. Una necessità che non smuove nulla, in un lin-
stino ti volle sorridere./ La prima Donna che non fui./ Mi porto guaggio ancora fortemente legato al colloquiale o a “un’idea su-
dentro il cuore dei poeti colori scino sereno della maturità,/ la tua
tua musica celebre, fu “Il NA- MAN condizione di sposa o madre,/ non blime di globale accordo con il presente”(S. Valentini su La
BUCCO”/ In tutte le strade di d’acqua marina/ bleu verde./ Az- The woman has a spec·ial day. ti proteggono/ da molestie verbali
zurri mai uguali del mio cielo Nuova Tribuna letteraria, secondo trimestre op. cit.) che è l’ul-
Busseto e nel “Ducato di Parma”/ How about the man?‘/ He also de- e sessuali./ Se poi scegli di star timo residuo della Parola innamorata di G. Conte. Dove sta l’in-
si suonò e cantò, come oggi è la ametste rosee/ di tramonti solari./ serves to have/ a day for praising:/ sola,/ per ogni maschio sei una
what would be of the woman with- preda,/ per la società una libertina
novazione, la forza, l’originalità del fare poesia? Non possiamo
out a man?/ Together they comple- per le altre donne un pericolo./ fare altro che rispondere, oggi, nella Cultura, nel mantenere saldi
ment each other!/ We do not think/ Neppure l’età avanzata e l’affievo- quei principi che servono a riabilitarci ai veri valori che la mas-
ARGUZIE POETICHE one is better than other/ in the rush lirsi della beltà, ti liberano dalla
of living.../ It is natural that men concupiscenza/ d’uomini violenti
say thanks to their mothers and we e depravati./ L’immagine sedu-
sificazione sta lentamente uccidendo. Quindi il compito, è quello
di scrivere non per se stessi ma per gli altri, di essere sempre più
presenti e complici all’interno di una Cultura che cresce anche
owe thanks/ to our fathers too. cente del tuo corpo ignudo, bello, dentro la Globalizzazione mediatica, di farsi carico, portavoci e
AFORISMI Teresinka Pereira procace è usato ed abusato per
*La percezione, il rischio, la crescita intellettiva non hanno confini. promotori di una letteratura viva, che non muore con il tempo e
*L’isola di Montecristo (Livorno): scoglio d’Africa che dà da pensare. smerciar qualsivoglia oggetto./ Per destinata, quindi, ad avere un futuro, solo in virtù del fatto di es-
MI PERDO l’uomo e per il mondo sei solo un sere “esperienza culturale di vita”. Susanna Pelizza
*Con il nihil positum si rintraccia l’Oriente metaforizzato. *L’infanzia Mi perdo/ sulle ali dei pensieri, al corpo senz’anima che tutti pos-
abbandonata nelle maternità è complessità di problemi in omertà di chiarore di luna nella notte/ palpita sono sfruttare, che tutti possono
bande nel mondo…”Mater certa est”. *Sconosciute le “pretore eccle-
siastiche” nelle diocesi che hanno e danno in affido sindacalismi ipote-
tici ambientali: lobby di Paesanelle e loro figlianze associate con carte di
la vita,/ il cuore batte./ Nel deside- calpestare.
rio d’amore dei tuoi occhi,/ cheto
come l’ombra fra le foglie/ il fiume VOCE
Rosmina Viscusi
CARA LIANA BOTTICELLI
credito fisse. *Mancanze ed assistenze sanitarie permangono per acqua scorre/ all’imbrunire a valle ./ E mi Solo nella luce/ sono creatura leg- Il valore e il tono lirico delle Sue poesie sanno d’Eterno, in quanto
non depurata nei Paesi e Palazzi, per Confindustria venuta meno con perdo/ al tramonto del mio tempo, gera di pace/ sono figlia del sole/ proclamano sempre la “visione piena del sentire”. La Sua, cara
Medici senza Frontiere…”Voti” ed “Esorcismi” collegati alle reti fisse e nei sogni celestiali/ all’orizzonte ... che splende al mattino/ per esser amica, è una poesia che trova radici nell’Immenso e da questo
cellulari. *Eutanasia divenuta necessità della silenziosa Morte, con e per nube d’argento. Vittorio Pesca voce/ di chi non ha più voce/ trova forza e vigore per proporre agli “uomini di buona volontà”
industrie alimentari incontrollate. Tutti “sperimentano” per Caritas-Caste SGUARDO/ Sei il mio sguardo di
ambientali aziendali. *La fede rimasta abbandonata per sempre nel vuoto un messaggio positivo. Poesia “profetica” che apre agli occhi
A TE luce/ ti vedo/ e il sole m'illumina/ della comprensione coloro che hanno la fortuna di imbattersi
astrofisico di ricercata accuratezza per gli esseri umani. *Ingegnerìe mi- Fu solamente/ l’abbraccio del tuo nella pioggia d'inverno;/ i tuoi
litari mai venute meno ai Poteri degli Stati dominanti, per guerre fredde sguardo/ a riscaldare il sole/ del- occhi sono stelle/ nella notte;/ la nella lettura dei Suoi componimenti senza tempo, perché supe-
non equilibrate in monete. Mariannina Sponzilli l’estate/ A dar vigore/ al genio mio tua bocca/ un fuoco che mi ac- rano il tempo. Un atto d’amore vale più di tutti gli Universi creati
latente a illuminar l’impervia via. cende,/ quando i miei occhi/ si fis- o creabile e Lei, cara LIANA, proclama l’amore come unico
GENIALI INTUIZIONI DEI SOMMI POETI Grazia Maria Tordi sano nei tuoi/ le tue mani brividi di ponte di collegamento fra il paese dei vivi e quello dei morti,
“Si chiamino barbari i gallicismi, che non fu mai barbaro quello che fu piacere donano/ nell'ardore infi- come unica sopravvivenza, unico significato. Canto che proviene
proprio di tutto il mondo civile, come l’uso di queste voci che deriva DISABILI nito./ Ed io sono donna/ nel tuo da una ferita sanguinante, il Suo scrivere risente fortemente del
dalla stessa civiltà e dalla stessa scienza d’Europa” (Giacomo Leopardi). Sono umani abitanti di altri pianeti sguardo appassionato/ e la luce di-
“Euro…sopra ‘l golfo che riceve da est maggior briga” (Dante). “I furori dolore che ha caratterizzato la Sua esistenza, un dolore però, non
del nostro universo;/ son piccole vento nel giorno che non finisce/ vissuto con ripiegamento su se stesso, ma come lavacro alle fe-
d’Euro che gl’ispidi flutti cavalca” (Giosuè Carducci). “Esultate! L’or- stelle cadute sul mondo per strano VOCE/ Voce/ sono/ di infinite
goglio mussulman sepolto è in mare” (Libretto d’opera). “La voce ch’ora destino;/ son tersi diamanti di fede voci/ che risuonano/ nei cieli/ della rita della propria anima e di quella degli altri.Per questo Le chiedo
squilla come bronzo, allor sonava come lidio flauto” (Giovanni Pascoli). e coraggio, che brillan perfino nel sera/ per rammentare/ alla terra/ di voler completare l’ascolto con la pubblicazione delle 12 liriche
“Al levare mi rendei” (Dante). “Figlia del più gran Re ch’abbia il levare” buio più profondo./ Faville son di addormentata/ che sono parte/ del che faranno parte del Cd. Le saranno consegnate n. 15 Copie.
(Ludovico Ariosto). Mariannina Sponzilli luce che accendono i cuori d’amor divino cosmo. Giovanna Alfano Cari Saluti Luigi Ruggeri, critico d’arte
TRA MERCIMONIO DI S. PIETRO
E S. PAOLO INFINITO
“Tu non pensavi ch’io lòico fossi” (Dante). All’ipocrita loiolesco cui
meta popolare la fede scusa, lì ove le oligarchìe di governo da corrotti
giochi imperialistici fan scorrere sangue tra populisti dei 5 continenti,
ALLA MADRE GENERALE “SUOR LODOVICA”
Fondatrice dell’ordine, delle suore oblate “il cuore della madre”.
con razze che si mescolano senza salute e con poca cultura, pazzia eterna
e dramma eccitante universale tra Oriente e Occidente, con le postazioni Oh! grande Madre dagli occhi di cielo,/ baciata dallo Spirito
degli Stati Uniti tra bandiere sbiadite e lacerate dalla fluttuazione quan- Santo./ Un grande compito, ti fu affidato/ fondando l’Ordine
tistica in potenzialità. Passato-Presente futuristico numerico in peculia-
rità geografiche con genocidi e carneficine, tra atomi di cellule e batteri delle suore Oblate,/ “Il cuore della madre”/ con i suoi Istituti./ La
modificati, in crescendo “orgoglio cinico” dei contratti collettivi, sfar- luce dei tuoi azzurri occhi,/ si è unita alla luce del Signore,/ la
fallando Finanziarie S.p.A. di ingordi compassiani dello spazio. festa degli Angeli nell’accoglierti,/ per portarti a DIO, IL tuo
Mariannina Sponzilli grande Amore,/ per LUI e per le suore che tanto hai amato,/ ti a
reso grande nel suo Creato./ Oggi piangiamo! Non sei più qui,/
KRISIS ma L’Amore a DIO premierà il tuo operato. Liana Botticelli
Con il neologismo comune di Geopolitica, tra colonialismi passati e pre-
senti dei contratti globali, il modello Plutarco con scala Euromare euro-
pea è Krisis, per mancanza di geografi della Geoide lungo le costiere di
capitani U.E. esperti di geografia fisica-chimica-umana. Comuni demo-
grafici tra ambientalismi esperti di esperienze passate. “Non di legnag-
GIOVANNI AZZARO
gio gentile, ma di meno che comune” (M. Villani). “Questi due frati per Forniture grafiche - Carta
il popolo di Firenze furono fatti venire, credendo che per l’onestà del- Accessori per composizione.
l’abito fossono comuni” (G. Villani). “Noi siamo i servitori del Comune”
(A. Manzoni). “Ogni spesa pagare comunemente” (G. Villani). “Certe Allestimento.Partecipazioni.
enfiature delle quali alcune crescevano come comunal mela” (Boccac- Viale Glorioso,9/11 - 00153 Roma
cio). “Con più Baroni e gente comune” (Pucci). “Le cose che diceva eran Dal lunedì al venerdì 8,30 - 13,00 / 15,30 - 18,30
poi così comunali che nessuno riusciva a prenderlo sul serio” (Soffici).
Tra Banca e rupto della vita facile e feste in ambienti fetidi, con feticci Tel/Fax 06/5812341
commercialmente inseriti in 5 anni. Mariannina Sponzilli Opera della Prof. Mariannina Sponzilli, artisticamente Anna.
L’ATTUALITÀ, pag. 12 PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI N. 1 GENNAIO 2018

UN FEMMINISMO “DI TRANSIZIONE” I FUGGIASCHI DAL P.D.


Sono grata a tutte quelle donne, e non solo, che hanno combattuto
per far rispettare i diritti di uguaglianza. Grazie a loro posso ve-
DANNEGGIANO IL PARTITO IL MAGICO MONDO DELLA CUCINA
La giovane Elisa D’Acunto si è cimentata nel realizzare il libro
stirmi come voglio, guidare l’auto, ho potuto imparare a leggere A tutti è noto il proverbio “l’unione fa la forza”, ma nel partito PD di poesie e racconti “Cosa bolle in pentola”(Milena Edizioni),
e scrivere, posso esercitare il mio diritto di voto, scegliere se e alcuni uomini politici, invece di rispettare ciò che la maggioranza dedicato ai bambini. Da sempre attratta dal mondo della scrittura
con chi sposarmi. Non per tutte le donne nel mondo è così. Mi è ha deciso, lasciano il partito e formano altri partiti danneggiando per il suo carattere curioso e poco incline alla tecnologia dei com-
capitato spesso di citare il libro “Favole della buonanotte per il PD. In questo modo coloro che lasciano il PD hanno pochi elet- puter, l’Autrice, nei suoi racconti vivaci e frizzanti, presenta una
bambine ribelli”. Un libro controverso che ha suscitato diverse tori, perciò mi sembra un suicidio politico, perciò ritengo che la propria originalità nella narrazione. Elisa consiglia la prepara-
polemiche. Personalmente l’ho spesso consigliato perché mostra, cosa migliore da fare è riunire tutti i noti uomini politici della Si- zione di alcune ricette descritte in modo giocoso puntando sul di-
anche in un veloce colpo d’occhio con brevi storie quasi a schede nistra e compilare un programma socioeconomico per le prossime verso significato che le parole assumono di volta in volta. In
informative, una situazione globale in cui il femminile ancora elezioni politiche di primavera. Questo fuggire dal PD per non ri- questa descrizione viene evocato un formulario magico rappre-
combatte per raggiungere i diritti che qui in Italia abbiamo con- spettare le decisioni della maggioranza dipende, a mio avviso, dal sentato dal ricettario della mamma. Nelle varie situazioni la di-
seguito. Nel nostro Paese abbiamo raggiunto una condizione per fatto che alcuni di loro provengono dal P.C.I., partito non demo- versa interpretazione delle parole indica una grande capacità di
la quale comunque è necessario un movimento femminista, pur- cratico. Nel programma suddetto si deve tener presente che il nu- analisi interpretativa, densa di emozioni.. Rende affascinante il
troppo, in Italia la situazione sembra simile a quando nel campo mero dei poveri è aumentato e molte famiglie con piccolo mondo della cucina che diventa luogo di risorse lessicali preziose
della mediazione familiare si parla di “conflitto congelato”, ancor stioendio o pensione non riescono ad arrivare a fine per la comunicazione. E’ la magìa che si compie in questa alchi-
più problematico di quello aperto spesso irruento. La situazione mese, inoltre è necessario trovare lavoro per i gio- mia che supera la banalità quotidiana, facendoci sentire tutti un
appare a volte paradossale. Ci sono state molte conquiste, ma di- vani. Il futuro governo dovrà fare in modo che po’ complici nel seguire le avventure della piccola Anna (la pro-
versi libri usciti soprattutto nel 2010 pongono la questione dei gi- le famiglie abbiano più soldi da spendere e tagonista del libro) che, pur pasticciona, consiglia buone pietanze
ganteschi passi indietro fatti; e della illusione e disillusione quindi di conseguenza si creerebbero più posti e svela un mondo intrigante e misterioso. Florinda Battiloro
riguardo al fatto che le tappe raggiunte non sarebbero state messe di lavoro, con giganti passi per l’economia.
in discussione. Un’idea di progresso come un processo inevita- Sono fiducioso, perciò ritengo che il Segreta-
bile, che così non si sta dimostrando. Molte donne nel femmini-
smo non ci credono più, soprattutto non ci credono le nuove
rio nazionale del P.D. Matteo Renzi, e gli espo-
nenti della Sinistra raggiungano un accordo SCOGLI E SCIVOLI
Organizzare un evento, all’apparenza, può risultare semplice ed indo-
generazioni. L’8 marzo ha perso il suo significato primario. Viene stilando un valido programma socioeconomico,
che piacerà anche a milioni di persone, che vivono in lore. Portare numerose persone per assistere o partecipare ad un even-
nella maggior parte dei casi utilizzata come una giornata per tuale manifestazione, non è un affare per tutti. Prima di tutto bisogna
uscire con le amiche o addirittura “mascolinizzata”, nel senso povertà. Mario Coletti accendere la luce sul reale obiettivo dell’evento: il ricordo futuro. Spie-
meno lusinghiero con serate di gruppi femminili che vanno a ve- ghiamoci meglio: dopo esser stati presenti, ad esempio ad un concerto,
dere striptease maschili. Sui giornali leggiamo spesso di casi di ciò che fa affezionare il cliente (e prendere così una fetta del consenso
femminicidi. Vediamo inoltre come vengono affrontati i casi di
stupro nazionali e internazionali a livello mediatico e capiamo
Il Corsivetto di Mary Mazza popolare) è il ricordo che quest’ultimo ha dell’evento. Se ci si è diver-
titi abbastanza è molto probabile che l’organizzatore abbia il consenso,
perché un problema è la difficoltà delle vittime di denunciare l’ac- Opinioni, fatti e commenti da parte di quel cliente, al prossimo evento. Tutto questo può essere
caduto. I mass media dovrebbero responsabilizzarsi nel trattare usato anche come passaparola (il miglior modo di farsi pubblicità).
certi argomenti effettuare una riflessione sugli stereotipi vigenti ROMA: CAPUT MUNDI MONNEZZA E ZOZZONI Nonostante questo, numerosi economisti hanno studiato l’organizza-
misogini che possono contribuire ad un clima non tutelante verso zione di un evento e ciò non deve prescindere dai vincoli della legalità,
La fontana di piazza Mazzini, prima di natale, appariva un della sicurezza, economici e sociali. Ciò ha un costo, spesso elevato,
il femminile. Si tende troppo spesso a contrapporre l’uomo alla po’ meno putrida del solito soltanto perché stavano alle-
donna, come se la questione fosse una lotta di potere in cui uno e ci si affida a degli sponsor che hanno la capacità di finanziare in parte
stendo i gazebo del mercatino di Natale. Sulla vasca però, l’evento così da mandare avanti lo spettacolo. Ovviamente, come in
dei due generi dovesse primeggiare sull’altro. Per come vanno le pulita di recente, già galleggiavano bottiglie di vetro, buste tutte le cose, ci si deve affidare a dei professionisti perché il “fai da te”
cose in Italia, per come vanno le cose nel mondo c’è ancora tanto di plastica e cartacce. Le sculture e la pavimentazione a mo- non paga. Come possiamo notare non sarà tutto in discesa, ma grazie
bisogno del femminismo, ma un femminismo di transizione, non saico sempre gravemente danneggiati e il verde non curato. allo studio possiamo riuscire ad arginare gli scogli ed a scavalcare gli
di opposizione. Un femminismo a cui auspico la fortuna di esau- Insomma un’immagine eloquente di Roma caput mundi. La ostacoli regalando un evento coi fiocchi. Bruno Bertucci
rirsi in quanto avrà raggiunto veramente, e non solo apparente- capitale mondiale e morale del mondo. La capitale ricono-
mente, il diritto alle pari opportunità dell’essere umano, a sciuta della civiltà e del cattolicesimo ha abdicato alle sue
prescindere dal genere, dall’etnia, e dalle varie differenze. Un
progresso etico. Gli uomini e le donne sono uguali hanno speci-
prerogative, diventando.
La capitale assoluta del lerciume, della monnezza, della ma-
UTOPIE DI UN PRECARIO
Un bel giorno ti ritrovi dallo status di alunno a quello di insegnante. È
fiche esigenze e stessi diritti e possono lavorare insieme per rag- lavita e degli zozzoni stereotipo del nuovo look di questa un sogno che si avvera, per te che ci speravi da quando c’eri tu, su
giungerli. Laura Cardia città, vanto della romanità e della cultura, è lo straniero che quei banchi dove ora ci sono i tuoi allievi. Li guardi negli occhi, cerchi
nei giorni scorsi è stato sorpreso a orinare sul sagrato e sulla di cogliere in ognuno di loro quel lampo di genio che alla loro età ti

MOTOR SHOW: PROVA SU STRADA TESLA MODEL S


Dopo anni di crisi e di forzata “vacanza” lo scorso anno ha riaperto
colonna del sagrato di S. Pietro. Inutile alzare la voce sul
degrado ormai lampante e incessante su noi, sulla nostra
moralità, sul decoro e sulla dissacrazione che ha svaccato
spingeva a “cercare di sapere”, a dare di più per realizzare il tuo sogno.
Trovi tanti occhi spenti, delusi dalla conoscenza, ancor prima di averla
assaporata. Come non si può aver sete del Sapere nel mezzo della pro-
i battenti l’unico salone automobilistico italiano, il Motor Show di
tutto e tutti. pria adolescenza, della propria ingenuità, del proprio vivere nel nido
Bologna. La manifestazione è stata accolta dal pubblico con enorme Si parte dalle immagini quasi surreali di cronache di un altro domestico? Non è possibile. Tuttavia i primi a doversi rendere conto
successo e quest’anno, ad inizio dicembre, in occasione del ponte mondo, invece siamo proprio a Roma che parlano di mon- di questo sacrilegio dovremmo essere proprio noi insegnanti, forse an-
dell’Immacolata, la kermesse si è ripetuta. Il Motor Show ha ormai nezza, di emergenza rifiuti, di una immagine e dell’intreccio cora prima dell’alunno stesso. Chi deve riconoscere i sintomi di una
preso il posto del defunto Salone dell’Auto di Torino, che si celebrava perverso tra politica e malaffare. Una emergenza monnezza malattia per primo: il medico o il paziente? Il paziente li espone e il
nella patria automobilistica italiana, ed è particolarmente amato dal che si fa “nemesi”, la spazzatura “negata”che però si ven- medico deve interpretarli: è un lavoro di équipe, un binomio che di-
pubblico grazie alla sua formula che permette al visitatore di parte- dica. Una capitale che non si riconosce più, che diventa ca- sciolto non porta ad un risultato. Non è sufficiente, però, risvegliare (o
cipare e di vivere l’esposizione, senza subirla da semplice spettatore. tastrofe a cominciare dalla malamministrazione capitolina e ri-costruire di sana pianta) l’entusiasmo; quello che è prioritario e me-
Consigliamo a tutti di visitare almeno una volta tale manifestazione, si ripercuote sul cittadino che a sua volta si comporta ver- rita somma urgenza è il rapporto con l’allievo. Definirlo, dargli dei
dove si potranno provare molte tra le vetture esposte, in appositi cir- gognosamente a fare i bisogni per strada incurante se di confini e delle regole. Come potrebbe un virgulto diventare un bel
cuiti interni, ed anche uscire insieme ad un collaudatore, per guidare fusto, se non indirizzato verso l’alto da una robusta canna, di quelle
nelle strade di Bologna con gli ultimi modelli della produzione. Non fronte a lui ci sono donne, anziani, bambini. Va bene il de-
manca un’area adibita ad autodromo per le gare di velocità tra diversi grado, ma arrivare a vergognosi atteggiamenti di una immo- che vedevo posizionare da mio nonno lungo il nostro campo? In-
tipi di vetture e moto, tra cui è ormai diventata da oltre trenta anni un ralità che ormai è istituzionalizzata è troppo! somma, bisogna insegnare ai ragazzi come bere dal pozzo della sa-
appuntamento fisso e di rilevanza internazionale il famoso “Memo- pienza, con regole semplici, chiare e invalicabili. Se berrai troppo
rial Bettega”, che si corre tra i migliori piloti del campionato mon- velocemente (e in breve ti sentirai migliore del tuo insegnante) soffo-
diale Rally, WRC, in ricordo dello scomparso pilota italiano Attilio cherai, se berrai qualcosa di troppo freddo (e pretenderai di studiare
Bettega nel 1982. Come abbiamo già detto in occasione dell’edizione
dello scorso anno, il Motor Show è attraversato e galvanizzato da
IL TEST DEL LAVAGGIO DEL CERVELLO con un niente un argomento importante per la storia della nostra ci-
viltà) rischierai di avere una congestione e starai così male da non
una “scossa” di elettricità, nel vero senso della parola, infatti, anche
quest’anno la hanno fatta da padroni i modelli di auto ibride ed elet-
E DELLA MUMMIFICAZIONE DEL CUORE voler più bere da quella fonte, e così via. Utopia basare su queste fon-
damenta il rapporto insegnante-allievo? Utopia puntare più alla cono-
trcihe. Primo costruttore mondiale nel settore auto elettrica, TESLA Non credo di aver fatto alcun tipo di carriera, né letteraria nè pro- scenza che al semplice nozionismo? Utopia ragionare con questi
(la prima ed al momento unica casa costruttrice di grande serie a pro- fessionale né politica. Però se fosse adottato il test del lavaggio ragazzi come futuri cittadini del mondo? In medio stat virtus dicevano
durre solo modelli totalmente elettrici), era presente in prima fila con del cervello e della mummificazione del cuore che un domani i nostri avi. Forse è tutta utopia, forse personaggi dell’Antichità come
i suoi due modelli di punta: Model S (berlina di lusso - alte presta- potrebbe essere adottato per verificare la tempra intellettuale ed Socrate erano veri utopisti, eppure essi vissero intensamente l’inse-
zioni) e Model X (fuoristrada SUV di lusso - alte prestazioni). Il vo- interiore di un individuo, maschile o femminile, per incarichi par-
stro redattore Alessandro Massimi ha avuto modo (e piacere) di gnamento. È logico: è più semplice seguire il sentiero tracciato da mi-
provare per i lettori de L’Attualità la Tesla Model S 100D. Trattasi ticolarmente impegnativi dopo le tappe obbligatorie del proprio gliaia di pellegrini prima di noi, piuttosto che andare dietro ad una
di berlina di grandi dimensioni, paragonabile per capirci alla Audi percorso esistenziale, ebbene, credo che lo supererei. Ricordando cometa, la quale ci imporrebbe di passare anche per campi aridi, di ol-
A7 ed alla Porsche Panamera, con trazione integrale, realizzata con che come disse il poeta romano Trilussa, a tavola quando c’è da trepassare fiumi impetuosi e di sudare sotto il sole. Ma quale soddisfa-
n. 2 motori elettrici, uno per ogni assale e batteria ad alto voltaggio magnà siamo più o meno tutti uguali, le prove della vita non mi zione se raggiungessimo il nostro obiettivo? Un giorno spiegavo la
con capienza di 100 KW, posta sotto al pianale per l’intero spazio tra hanno né arricchito né reso una celebrità, ma quegli scampoli di Divina Commedia di Dante a ragazzi della scuola secondaria di primo
i due assali. La batteria è talmente sottile (poco più di 10 cm di al- fermenti riformisti e quei moti interiori di sincerità che avevo non grado e dicevo che il percorso dantesco è, da alcuni, interpretato come
tezza) da non creare alcun impedimento alla vettura e da permettere una strada verso la felicità, che deve passare per forza per la soffe-
anche di contenere l’altea del mezzo, e soprattutto, la sua riserva di sono stati ancora sbriciolati dalle necessità di adattamento per so- renza, le scelte controcorrente e la meditazione. Ho visto una luce negli
potenza è inesauribile, … quanto basta per percorrere circa 400 km pravvivere od arrivare al potere. occhi dei ragazzi: anche loro volevano essere felici come Dante, anche
effettivi anche ad andature sostenute. L’autonomia ufficiale parla di A parte il logoramento fisico dell’età e del tempo, quello che ero loro avrebbero voluto accettare la sfida che il letterato aveva accettato
circa 630 km, però viene rilevata alla velocità costante di circa km/h sono al 90% rimasto. È forse un record non da poco anche se as- secoli prima. Ma sono ragazzi, chissà cosa diranno “nel mezzo del
in pianura. Ribadiamo, con un utilizzo misto si percorrono tranquil- solutamente insignificante in questa società di trasformisti, dop-
lamente km 400 in tutte le situazioni. Ma ciò che più stupisce di Tesla piogiochisti, ruffiani e camaleonti nati. Addirittura c’è chi era cammin della loro vita”. Matteo Gentili
è la potenza dei due motori ed il fatto che tale potenza, grazie ai mo- partito per cambiare il mondo ed arrivando al potere ed alla ric-
tori elettrici, sia disponibile sin dal primo giro dei medesimi propul-
sori. Ciò si traduce in accelerazioni e riprese davvero brucianti. Si chezza lo ha riconfermato se non cambiandolo in peggio. Un
tratta di una sensazione che spesso non riesce a vivere neppure su giorno potrebbe essere di moda in un qualunque test di ammis-
automobili sportive (tipo Ferrari e Lamborghini) alimentate con mo- sione o colloquio preliminare di selezione la domanda: lei è finto
“L'UOMO CHE NON CAPIVA TROPPO RELOADED”
Una comicità brillante ed efficace quella di Lillo e Greg, che nello spet-
tori a scoppio. Se il lettore vuole avere riscontro di quanto indicato, o vero? tacolo “L'uomo che non capiva troppo reloaded”, vestono i panni di due
Eugenio Morelli improbabili agenti segreti, in scena al Teatro Olimpico. Un'opera esila-
potrà trovare su YouTube molti filmati relativi a sfide di accelerazioni (Fronte culturale nazionale di opposizione) rante, a tratti surreale, ispirata ad una spy comedy nella quale Lillo
tra veicoli Tesla ed altri veicoli alimentati a combustione interna.
Nessun paragone possibile, a meno di non utilizzare supercar del (Felix), dall' apparente e tranquilla vita matrimoniale, diventa un eroe in-
costo vicino ad un milione di euro. Mentre una Tesla con tali prestazioni, pur non essendo ahimè un veicolo economico, ha un costo comunque consapevole dell'intelligence e si avventura in rocambolesche peripezie
molto inferiore, intorno ad E 100.000,00 /150.000,00. Tesla è oggi un’eccellenza ed anche un problema per i più blasonati marchi di vetture utilizzando linguaggi e codici per lui incomprensibili. La difficile mis-
di lusso tedeschi e non solo, i quali non hanno creduto che un visionario imprenditore statunitense potesse creare in poco tempo dal nulla sione a lui assegnata insieme alla moglie ed al suo migliore amico Greg,
un prodotto molto più all’avanguardia, che peraltro ha superato il problema del rischio di autonomia ridotta delle elettriche. Ma Tesla, mi (che al contrario sembrano ricoprire perfettamente i ruoli di agenti segreti
sia consentito, non per gradimento personale, che ormai il lettore potrebbe aver sospettato ma per realtà dei fatti, è andata molto oltre, professionisti), è di salvare il mondo da una società segreta che ha l'obiet-
creando anzitutto una vera è propria nuova filosofia dell’automobile, come ha fatto la Apple - per capirci - per cui quando si compra una tivo di dominarlo. Ma chi sono Lillo e Greg? Come hanno conquistato
Tesla di condivide insieme uno stile di vita … e in aggiunta, ha pensato - cosa estremamente importante ed innovativa - non solo alla pro- un pubblico così vasto ed eterogeneo? Pasquale Petrolo e Claudio Gre-
duzione di vetture, ma anche a distribuire nel mondo intero stazioni di ricarica esclusive per i suoi veicoli, marchiate Tesla, i così detti gori rispettivamente Lillo e Greg, si sono conosciuti lavorando nella
“Tesla Supercharger” dove si può ricaricare una batteria da 100 KW nel tempo di soli 50 minuti … Tali stazioni si trovano a distanza di circa stessa casa editrice come autori di fumetti comici. Quando la casa editrice
250 km una dall’altra sulle principali arterie stradali europee, statunitensi e di altre zone evolute del globo, e quasi sempre l’eergia fornita fallì nel 1991, decisero di intraprendere altre strade insieme. Ricordiamo
proviene da fonti pulite, rinnovabili. La prova della vettura ha dimostrato un livello di confort e di prestazioni, sia in termini di tenuta di che fondarono un gruppo musicale di ispirazione comica dal titolo “Latte
strada che di accelerazioni, tale da non avere rivali. La vettura è fornita inoltre di uno schermo digitale touch screen delle dimensioni di ben17 e i suoi derivati”. Furono presenti nel gruppo fondatore de Le Iene e di
pollici con cui si può comandare tutto il veicolo e da cui si posso attingere informazioni al momento inaccessibili su altri veicoli. Si prevede altri programmi televisivi di successo, sempre di impronta comico-sati-
anche un forte risparmio sui costi dell’energia, perché non vi ho ancora detto che presso i Tesla Supercharger le ricariche sono anche molto rica. Hanno lavorato con ottimi consensi anche in radio, dal 2003 sono
spesso gratuite … si avete capito bene, gratuite … pensate cosa significherebbe se la casa produttrice della vostra vettura vi offrisse anche autori e conduttori della trasmissione RADIO 2 Rai 610. “L'uomo che
distributori di carburante dedicati, con rifornimento gratuito … ciò vi fa capire che ci troviamo davvero davanti ad una rivoluzione. Ed non capiva troppo” nasce infatti in versone radiofonica nel programma
invito anche i lettori a ricordare quanto sia “gradevole” respirare l’aria inquinata dagli scarichi dei nostri veicoli, soprattutto se in mezzo al 610. Hanno partecipato a noti film e realizzato cortometraggi nel 1994-
traffico intenso o dentro ad una galleria, magari con un tir alla nostra destra che riempie di fumo e di polveri sottili … Probabilmente il famoso 95. L'esordio al teatro Vittoria di Roma con la commedia musicale
patron (tale S.M.) di un gruppo automobilistico altrettanto famoso, quando in una lectio magistralis ha recentemente evidenziato le negatività “5740170-06 per chi chiama da fuori Roma”, ha conferito loro fama e
delle auto elettriche che spostano l’inquinamento a suo dire dalle città presso altre zone di produzione di energia, a mio avviso ha dimostrato notorietà che è andata crescendo con le opere teatrali successive. A quasi
l’arretratezza tecnologia del suo gruppo nel settore elettrico. Consiglio per i lettori: la rivoluzione della mobilità elettrica genererà un cam- trent'anni di carriera e di successi i due comici sono tra i più apprezzati
biamento radicale anche nel prelievo fiscale sui veicoli. Oggi su un litro di idrocarburo (gas, benzina, gasolio) si paga anche il 70 % di dal pubblico contemporaneo, sicuramente per esperienza e competenza,
tasse, mentre l’auto elettrica ci apre una prospettiva di mobilità quasi gratuita,… si pensi non solo ai Tesla Supercharger, ma anche alla pos- ma soprattutto per l'innato talento che li contraddistingue. Lillo e Greg
sibilità del “fai da te” con una piccola pennellatura fotovoltaica sul tetto della propria abitazione, per chi può… Oltre ai citati vantaggi del- sono eclettici, versatili, riescono ad adattarsi ai cambiamenti mantenendo
l’esenzione del bollo auto ed alla possibilità di accesso nei centri storici, o di poter circolare nei giorni di blocco del traffico. Quindi, in una spiccata personalità artistica. Amano sperimentare e fare ricerca per
conclusione, prima che l’auto elettrica diventi così diffusa ed il privilegio economico così ampio da non poter essere più sostenuto da uno suscitare nel pubblico sempre nuove suggestioni. Alla domanda posta a
Stato sempre più avido di imposte, consiglio vivamente ai lettori di pianificare da subito il passaggio alla mobilità elettrica. Vi garantisco, Greg se è più difficile far ridere o far piangere egli ha risposto: “è difficile
quando si prova una tecnologia migliore, non si torna più indietro… provate a chiedere a chi - per esempio - ha già acquistato una vettura in entrambi i casi se si fa con intelligenza”... e l'intelligenza è una dote
ibrida se gradisse tornare ad un sistema di propulsione tradizionale. che certamente a Lillo e Greg non manca. Caterina Zonno
N. 1 GENNAIO 2018 PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI L’ATTUALITÀ, pag. 13

ALBERONI: “LA POLITICA È SEMPRE STATA DOMINATA DAL SESSO”


Francesco Alberoni, sociologo e psicologo, ha sempre “dato”, ci dice, “importanza all’amore, perché è l’unica zona in cui ci sia
giustizia”. E lo è dalla notte dei tempi. Nel 1979, con ‘Innamoramento e amore’, ha rivoluzionato gli studi sulla materia e nel 2006,
PER NON DIMENTICARE
in ‘Sesso e amore’, ha chiuso il cerchio. Per commentare i recenti scandali politici a luci rosse è partito da lontano: “Una parità tra
uomo e donna non c’è mai stata, la cosa che salvava la situazione era l’innamoramento. Nell’innamoramento maschio e femmina (a cura di Vincenzo Calò)
che si amano sono uguali e nell’amore, quando è un grande amore, allora non ci sono differenze”, ha spiegato. Se è vero che “in-
comincia dall’individuo, tuttavia l’innamoramento unilaterale è una cosa triste”, continua Alberoni, “non ha i caratteri dell’inna- ✸ L’Italia (seguono l’Estonia e la Romania) è il paese europeo
moramento. La differenza tra me e gli altri sullo studio dell’amore è che io parto dal due, non dall’uno: tutti gli altri partono col più alto numero di giovani tra i 15 e i 24 anni che non stu-
dall’uno”. Ma l’amore non c’entra con le domande che gli abbiamo rivolto. Con lui abbiamo cercato di capire cosa succeda quando diano, non hanno è né cercano lavoro (i cosiddetti neet ), dove
sesso e politica si incontrano, come nasca e si riproduca uno scandalo, quale sia il giudizio della società in cui esplode un ‘sexgate’. i poveri sono aumentati. E’ quanto emerge dall’indagine di que-
Non solo resta fuori l’amore, ma non è neppure una questione di sesso: “è un problema di manifestazione del potere, maschile” se- st’anno sull’occupazione e lo sviluppo sociale in Europa, della
condo Alberoni. “Esiste da secoli ed è tremendo, nel passato è stato spaventoso”. È una storia secolare di corti e regge che somi- Commissione Ue. I neet sono il 19,9% rispetto alla media Ue,
gliano a “grovigli di intrighi politici ed erotici”. Dalla Francia alla Sublime Porta. “Nessuno ha mai negato il potere delle favorite che si attesta all’11,5%. Le persone che vivono in povertà
del re, nessuno ha mai negato anche quello delle favorite del sultano e ci sono sempre stati scandali legati alla politica e alla ric- estrema sono l’11,9%, la differenza tra uomini e donne che la-
chezza”. Lo scandalo sessuale, dunque, è sempre esistito nei luoghi del potere per una semplice ragione: “l’essere umano è sessuato”, vorano è al 20,1%.
afferma lo studioso, “e di conseguenza le sue debolezze sessuali e fragilità vengono utilizzate dai nemici per combatterlo. D’altra
parte la sua forza sessuale gli serve per acquistare vantaggi. Pensiamo all’importanza del sesso nello spionaggio”. L’Inghilterra ✸ Appicchiamo il fuoco per farci notare? Sono state un migliaio
con più di 40 deputati travolti dalla bufera e il passo indietro illustre del Ministro della Difesa Fallon, la Francia scossa dalle de- le richieste ufficiali d’intervento per lo spegnimento d’incendi a
nunce di alcune ex aderenti al Front National contro i vecchi compagni di partito e per ultimo il Parlamento austriaco che ha accolto vasto raggio dall’inizio dell’anno, un record assoluto stando al-
le dimissioni di uno storico funzionario dei Verdi accusato di molestie: si parla già dei primi bagliori di una ‘rivoluzione rosa’ che, l’ultimo decennio. E’ quanto affermato dal capo della Protezione
scoppiata ad Hollywood poche settimane fa – Weinstein & Co. -, ora si propaga in Europa. Qui, prima accerchia e poi assalta i Pa- Civile, Curcio, in audizione alla Commissione Ambiente del Se-
lazzi, come nella migliore delle tradizioni. Non si tratta però dell’inizio di un qualcosa. Più che un’alba è un tramonto: “questa è la nato. Solo nella settimana dal 10 al 17 di luglio sono state rice-
fine del potere maschile. Non è un nascere, né tantomeno uno scandalo nuovo”, chiarisce Alberoni in polemica con la narrazione vute quasi 400 richieste d’intervento. Curcio ha anche lanciato
giornalistica che cerca la novità nella consuetudine, la trasformazione nel costume inveterato. Del resto “l’adesso è un decimo di un appello affinché si provveda a rivedere le risorse per la pre-
quello che c’era prima”. Siamo all’indebolimento di quel potere istituzionale che dava agli uomini diritto ad esercitare il sesso sulle venzione, che risultano praticamente nulle. L’area che preoc-
donne. Il secretato, sommerso, inchiavato diventa “raccontabile, dicibile e parlabile”. cupa di più è quella siciliana, molto problematica è anche quella
Ciò che un tempo apparteneva alla sfera dell’ordinario diventa scandalo, perché mentre si logora la supremazia maschile “aumenta vesuviana.
la libertà femminile”. Ed è naturale che “una donna che lavora non abbia più bisogno di vendersi, di fare la serva, di andare a letto
col signorino: quando ha una sua autonomia non deve più cedere”. A chi agita lo spauracchio Alberoni risponde che la rivoluzione ✸ Inoltre, c’è stato il caso di Mortara (Pavia), del paese avvolto
c’è già stata: l’avvento della pillola ‘Pincus’, il “sesso decolpevolizzato”, la guerra al “legame romantico della femmina con il ma- da una nube nera causata da un incendio scoppiato al deposito
schio”, la società che stigmatizza ciò che un tempo assolveva. Oggi si raccolgono i frutti. E il femminismo? “Come movimento ri- di rifiuti speciali e recupero metalli. Il fumo era visibile a molti
vendicativo si è esaurito”, dice Alberoni. Ieri innalzava le barricate nelle piazze, adesso si appella ai tribunali. Anche se, a dirla tutta, km di distanza. Sul posto hanno provato a intervenire subito
“oggi non c’è bisogno di essere femministe per intraprendere un’azione legale contro uno stupratore”. Mary Mazza squadre dei Vigili del Fuoco provenienti dalla provincia, ma
anche da Milano e da Vercelli. A oggi ancora dubbie le cause. I
sindaci di Mortara e dei Comuni confinanti avevano emesso or-
SERIE TV: PICCOLE OPERE MODERNE LA RIVOLUZIONE DELL’ALVEARE dinanze per chiedere ai cittadini di restare in casa (d’estate) e di
non consumare prodotti ortofrutticoli, dato il rischio di sviluppo
di diossina, poi confermato dal Prefetto, Visconti.
Per alcuni non c’è dubbio le serie tv di oggi hanno preso il posto
dei grandi film del passato, complice forse un’industria cinema- Un nuovo approccio all’apicoltura, ecologico e rispettoso del-
tografica vacillante, le serie tv si sono aggiudicate la passione ed l’alveare. È la permapicoltura che Mauro Grasso, antropologo ✸ Già, siamo preda di uno stato di fermo: l’antitrust ha sanzio-
il tempo libero di milioni di individui. Grazie allo streaming, la tv e apicoltore, illustra magistralmente nel suo libro “La rivo- nato Trenitalia con una multa di 5 milioni di euro, per l’esclu-
ed alcune piattaforme come netfilix è possibile guardare qualche luzione dell’alveare” (Terra Nuova Edizioni). Grasso suggeri- sione dai propri sistemi di prenotazione di alcune soluzioni sui
piccole opere. Non proprio si tratta di opere! Lasciamoci alle sce di “mettere le mani nell’arnia” il meno possibile e lasciar fare treni regionali “generalmente economiche”. Il garante ha accer-
spalle le telenovelas di fine anni ’80 dedicate per lo più ad un tar- alle api. Ispirandosi al metodo ideato da Oscar Perone, ideatore tato che le soluzioni di viaggio proposte sulle emettitrici self
get femminile dalla trama poco appagante. Oggi le serie tv sono appunto della permapicoltura, l’autore suggerisce una pratica api- service e sulle app omettevano numerose soluzioni con treni di
cambiate: toccano temi importanti, contemporanei, fanno ridere stica a basso impatto ambientale, basata su un nuovo modello di viaggio regionale, pur trattandosi di alternative sostituibili a
e fanno tenere il fiato sospeso. Se un tempo le serie tv erano po- arnia in grado di soddisfare a pieno le esigenze etologiche del- quelle invece mostrate, alterando in questo modo la scelta dei
polate da attori per lo più mediocri, e da regie anonime, oggi l’organismo alveare, in modo da offrire alle api le condizioni mi- passeggeri. Secondo la società, Trenitalia ha sempre posto le
siamo di fronte a trame complesse, performance di livello con re- gliori per sviluppare strategie per sopravvivere ai nuovi parassiti esigenze del cliente al centro delle proprie politiche commer-
gisti che spesso dal cinema si spostano nel terreno delle serie tv. e a un ambiente sempre più contaminato. «Il mio approccio con ciali…
Oggi la cultura e l’attualità passa anche attraverso le serie tv, ad le api si basa sull’osservazione dell’intera biologia della specie -
una cena tra colleghi, amici, o durante il primo appuntamento il spiega Mauro Grasso - e sviluppa una visione che è la più reale ✸ Mesi fa, il ferimento di un cittadino eritreo, durante una lite
topic serie tv non può non essere almeno menzionato. Ecco per- possibile del rapporto uomo-organismo alveare. Le api devono scoppiata tra migranti e residenti nel centro d’accoglienza del
ché una lista di titoli che potranno incuriosirvi: Dark, Victoria o essere considerate come un animale unico e non un insieme di quartiere Tiburtina III a Roma, ha portato la Procura di Roma ad
più conosciuto come The Crown, la storia del lungo impero della individui; un super organismo che ha un proprio scheletro, un aprire un’indagine per tentato omicidio. La protesta di un
regina Vittoria, Stranger Things, una serie dal successo clamo- proprio apparato riproduttivo e un proprio sistema immunitario. gruppo di residenti è scattata dopo che un eritreo, ospite della
roso e per gli appassionati della fantascienza, Suburra la prima L’allevamento delle api, oggi, si basa sul nostro sistema produt- struttura, avrebbe tirato dei sassi contro un ragazzino in strada.
produzione italiana su Netflix, 13 reason why una serie che tocca tivo-economico e questo limita una visione a 360 gradi. Cam- La madre di quest’ultimo ha denunciato addirittura d’essere
tempi quali l’amicizia, il bullismo, il suicidio e la tecnologia, Go- biamo paradigma». Mauro Grasso, nato a Roma nel 1983, si stata sequestrata nel centro di Via del Frantoio, dove si era re-
morra tratta dal bestseller di Saviano, Breaking Bad, l’evoluzione laurea in Antropologia all’Università di Roma “Sapienza”. cata per sapere dell’autore del lancio di sassi, da alcuni extra-
da un uomo tranquillo ad uno spietato criminale. L’elenco di certo Durante il periodo universitario si trasferisce in un piccolo eco- comunitari che l’avrebbero trascinata dentro per mezzo
non si esaurisce qui, tantissime sono le serie in circolazione villaggio nei pressi di Velletri, dove si avvicina all’agricoltura e chilometro, assieme al nipote di 12 anni.
pronte ad essere fruiti sui nostri schermi. Atanasia Fabbricatore all’apicoltura naturale. Dal 2012 converte il suo apiario seguendo
i principi della permapicoltura di Oscar Perone, integrando il suo ✸ E come se non bastasse, ultimamente, i Pm hanno chiesto e
metodo con propri adattamenti frutto dell’esperienza diretta. A ottenuto dal Gip la convalida del fermo di Roberto Spada, ac-
VI PRESENTO IL 2018 partire dal 2014, viene invitato da alcune associazioni apistiche
di diverse regioni italiane e presso il Dipartimento di agraria del-
cusato di lesioni aggravate e violenza privata con l’aggravante
d’aver agito in contesto mafioso per l’aggressione a Ostia
Tempo di salutare l’anno vecchio e dirigersi speditamente verso l’Università di Firenze per presentare la permapicoltura e i suoi (Roma), subita dal giornalista Rai Daniele Piervincenzi. Insulti
quello nuovo, lasciandosi dietro i brutti ricordi legati, ancora una principi. Attualmente vive in Liguria con la famiglia in un pro- della folla ai militari durante l’arresto. Dopo l’interrogatorio in
volta, al clima medioevale che si respira nel nostro bellissimo getto di vita comunitaria, continuando ad allevare le sue api se- caserma, Spada è stato trasferito a Regina Coeli. L’uomo ha ag-
Paese. Sono molte le speranze che tutti hanno per questo 2018. condo la permapicoltura e collaborando con apicoltori di tutta gredito con una testata e a colpi di manganello Piervincenzi, nel
Devo dirlo: di sicuro lui, il 2018, sente già addosso la pressione Italia, impegnati come lui a promuovere e praticare l’apicoltura corso di un’intervista davanti alla palestra di pugilato di Spada.
dell’atleta che deve per forza vincere l’oro o segnare il rigore deci- naturale. Mary Mazza Il cronista cercava di fare luce su eventuali appoggi degli Spada
sivo. Tuttavia la fine di un anno e l’inizio di quello nuovo porta con a Casapound nelle elezioni municipali di Ostia. Anche la Fe-
sé anche una miriade di previsioni, quelle di Paolo Fox, di Matteo derboxe sembra che stia indagando. Si cercano complici.
di migranti dall’Italia. Viene varata una nuova legge che impone a
Renzi, di Silvio Berlusconi e di Asia Argento (che non c’entra tutti i cittadini di dimostrare la propria italianità esibendo selfie di
niente ma, a quanto pare la mettono dappertutto perciò anche io se stessi presso la tomba della famiglia Mussolini. Affari d’oro per
non ho voluto essere da meno). Ecco allora un agile previsione
mese per mese di quello che accadrà nel 2018. Gennaio: Maria
i grafici in grado di creare fotomontaggi perfetti. Agosto: per le
strade non si vede nessuno. Ma non per le vacanze. Da 60 milioni
EDIT A TORINO: A TASTE OF SHARING
Elena Boschi lancia il suo personale spot elettorale spingendo forte la popolazione italiana è scesa a 30. Il fascio littorio viene sdoga- Edit è enogastronomia e non è solo un ristorante, Edit è arte, anche
sul sessismo di chi non la vorrebbe in Parlamento ed evitando ac- nato e la legge Fiano buttata nel cesso assieme a un bel pezzo di Co- innovazione: Edit si trova a Torino, ed è un nuovo modo di pen-
curatamente di menzionare Banca Etruria, un affare che i cittadini stituzione giudicato “contrario al diritto di libera espressione del sare e di vivere il gusto in un posto fuori dal comune che si appella
italiani hanno già dimenticato perché, ehy, è il 2018, l’anno vec- proprio pensiero” poiché vietante la propaganda fascista. alla riqualificazione, all’architettura sostenibile e all’esperienza
chio è storia. Settembre: Berlusconi, ora chiamato “Ducetto”, pontifica da Piazza che passa dalla sperimentazione alla possibilità di condividere.
Febbraio: mentre la data delle elezioni viene spostata ad Aprile per- Venezia scavalcano il capo del Governo Alemanno. Giubilo e ila- Edit è la testimonianza di un legame tra due tendenze contempo-
ché fa più caldo e anche gli anziani possono essere trasportati da rità quando racconta dei vecchi comunisti che finalmente sono stati ranee la sharing economy e il croworking, il coworking può essere
CasaPound più facilmente a votare per il Duce, Gianni Alemanno cacciati dal Paese. Ottobre: le carceri si riempiono di oppositori. inteso come uno stile lavorativo che coinvolge la condivisione in
viene presentato come candidato ufficiale del centro destra. Tutti Asia Argento continua a blaterare cose indistinte e finisce in gatta- un ambiente di lavoro. A differenza del tipico ambiente d’ufficio,
gli altri partiti esultano e si fregano le mani perché peggio di Ale- buia assieme a Caparezza. Fabri Fibra diviene l’unico cantante im- però, coloro che fanno coworking non sono in genere impiegati
manno la destra poteva presentare solo Gasparri il quale, intanto perante nelle radio rimaste aperte. Novembre: finalmente nella stessa organizzazione; mentre la sharing economy è lette-
scopre in un vecchio cassetto un suo tema delle elementari dove “l’indegna baracca” di Repubblica e dell’Espresso viene chiusa de- ralmente l’economia della condivisione e può essere connessa a
aveva azzeccato tutti i congiuntivi. Stupito, si riscopre intellettuale finitivamente. Le fake news diventano le uniche news pubblicabili. diversi mercati ed ambienti, nel caso di Edit è il food and beva-
e comincia a scrivere libri. Marzo: il Movimento 5 Stelle continua “Sette negri stuprano quattrocento donne italiane: puniti con l’evi- rage a farne da padrone. In Edit infatti troviamo un birrificio in
a urlare di essere primo nei sondaggi nascondendo però ai cittadini razione”. Dicembre: il primo anno del neo-fascismo sta finendo. cui i produttori di birre artigianali possono utilizzare un impianto
che la domanda fatta agli intervistati fosse: “per chi non voteresti Buon Natale a tutti. Il capitalismo regna sovrano. Chi vuole può moderno con la guida di mastri birrai e condividendo la birra pro-
mai e poi mai?” Mentre Di Maio è indaffarato nella sempre più ac- acquistare un “Negroide” direttamente da Media World. Si tratta di dotto. In Edit troviamo anche delle vere e proprie cucine indu-
cesa campagna elettorale, Di Battista lancia messaggi di supporto uno strano tipo di androide che si comporta da schiavo e mangia e striali disponibile per colore che vogliono cucinare in modo
dalla Terra del Fuoco dove ha fatto amicizia con un pellicano e un beve esattamente come un umano. Arriva la fine dell’anno. Il 2019 professionale, Edit non finisce qui: c’è la torteria ed il cocktail
leone marino che lui chiama affettuosamente ‘Beppe’. Aprile: le si annuncia come l’anno della riscossa italiana. La fondazione del- pub. Insomma in Edit non manca la creatività e l’immersione nel
elezioni vengono spostate a Maggio perché l’appuntamento di Ber- l’Impero non è lontana. Claudio Caramadre cibo con la sicurezza di avere in ciascuna delle aree e degli spazi
lusconi per l’ennesimo lifting è slittato a causa dell’ennesimo lifting dei campioni. L’obiettivo di Edit è scritto nel suo acronimo: Eat,
di Nina Moric. Non potendosi presentare davanti alle telecamere Drink, Innovate, Togheter con la speranza che tale format possa
raggiungere altre realtà. Atanasia Fabbricatore
nello stato pietoso in cui versa, decide di manovrare segretamente
la macchina statale per far spostare le elezioni a maggio. E ci rie-
sce. Intanto Giorgia Meloni continua a girare l’Italia col presepe in
LAUREA
mano gridando “è nato, è nato!” e ricevendo ampi consensi nelle
case di cura (i cui membri non fanno il presepe ma notano una
Sonia Cozza, nipote del celebre giornalista Mario Dino
Cozza, ha conseguito la laurea in Scienze Politiche e Rela-
CIBO SPAZZATURA
strana intesa col personaggio e decidono di seguirlo). Maggio: zioni Internazionali il 20 novembre 2017 presso l’Università Si tratta di hamburger, patatine e bibite gassate. Milioni e milioni
tempo di elezioni. Il PD è sempre più proiettato verso la vittoria. Il della Calabria Unical, con la votazione di 110 e lode.
candidato? Renzi, ovviamente. Giugno: a elezioni concluse i vin- Vivissimi auguri dal Direttore Salvemini e dai redattori di di persone al mondo si definiscono amanti del cibo spazzatura.
citori festeggiano in tutta Italia. Gianni Alemanno è Premier con il questo Periodico Le controindicazioni sono purtroppo gravissime perchè, oltre al
29% dei consensi. Gioia, euforia, champagne e tante, ma tante, sovrappeso, si arriva all’obesità, patologia che in Italia riguarda
escort (le Ford, ovviamente) riempiono le strade di Roma per l’in- il 10% della popolazione. Fortunatamente a equilibrare la nostra
sediamento del nuovo Governo. Gasparri alla cultura, Meloni al- bilancia ci pensa la dieta mediterranea, che è l’asatto contrario
l’istruzione, Salvini alla difesa e nell’aria un sentore di napalm a
causa dei roghi dei libri e uno strano odore di carne bruciata pro-
La collaborazione al periodico “L’Attualità” è aperta a tutti. del cibo fast food. Se in Italia si dovesse diffondere il menù ame-
ricano gli obesi salirebbero a 15 milioni, con gravi problemi
veniente da Lampedusa. Luglio: non arrivano più barconi dalle
coste libiche. In compenso la Libia ha difficoltà a gestire i barconi
Inviare articoli e foto alla mail: lattualita@yahoo.it anche per le spese sanitarie che già oggi ci costano 30 milioni di
euro l’anno. Marina Giudicissi
,
L’ATTUALITÀ, pag. 14 EVENTI DI ATTUALITA N. 1 GENNAIO 2018

RIPARTE LA SANITÀ DELLA REGIONE LAZIO LA SHOW GIRL E LO SCRITTORE


“Congratulazioni alla Regione Lazio che esce oggi dal com- Carmen Di Pietro, finito il matrimonio con Giuseppe Iannoni, è di nuovo pronta per i giornali di
missariamento della Sanità, frutto della buona politica portata gossip. Semplicemente perché è finito l’ingrediente principale per tenere in piedi un matrimonio:
avanti dal Presidente Zingaretti e dal Ministro Lorenzin, che l’amore. “Siamo stati onesti, ci siamo guardati negli occhi e abbiamo deciso che era meglio la-
andrà a vantaggio di tutti i pazienti e i malati di Roma e pro- sciarci. – afferma la nostra Carmelina – Ma il nostro rapporto è stupendo: non ci sono attriti, non
vincia, ma anche dei Professionisti della Sanità”: sono le pa- ci sono rancori e portiamo un ricordo bellissimo della nostra storia. Ci vediamo spesso per i nostri
role del Prof. Foad Aodi, Presidente e Fondatore dell’ figli: lui è il papà migliore del mondo”.
Associazione Medici di Origine Straniera in Italia(AMSI), Come hai superato questo difficile momento? Non è stato un momento difficile, in realtà, per-
del Movimento Internazionale “Uniti per Unire” e Fondatore ché come ti dicevo tra noi non c’erano attriti. Quando finisce un amore, però, si rimane male, è ine-
della Confederazione Internazionale Unione Medica Euro vitabile. Ho avuto la fortuna di avere vicino a me il mio amico Angelo Peluso che si è trasferito a
Mediterranea-UMEM, commentano “felice” notizia del ri- casa mia per farmi compagnia. Adesso però è tutto rientrato: mi sono abituata a stare da sola. Il tuo
sarcimento del bilancio e dunque dell’uscita dal commissa- cuore batte per qualcuno in questo momento? Certo, per i miei figli Alessandro e Carmelina!
riamento in Sanità per la Regione Lazio durata dieci anni., annunciata oggi in Conferenza a palazzo Dunque sei single? Sì. Non sono pronta ad un nuovo amore, mi godo i figli e la mia vita. Sono ri-
Chigi dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin alla presenza del Presidente della Regione Lazio partita dalle mie origini e preferisco prendermi del tempo per me. Eppure di recente ti abbiamo
Nicola Zingaretti. fotografato in un parco insieme allo scrittore Andrea Campucci. Cosa c’è tra di voi? Assolu-
La lista MEDICI UNITI, candidata alle elezioni dell’Ordine dei Medici di Roma e Provincia, che tamente nulla! Ci siamo incontrati una sola volta ma non è scattata la scintilla, non c’è intesa men-
si sono svolte nella capitale e nella provincia nelle date del 2-4 dicembre, è risultata vincitrice con tale. Si trattava di un appuntamento romantico? No, no. So che è uno scrittore bravissimo e ci
circa 1600 voti di distacco dalla lista antagonista. Con un programma innovativo, che punta, tra i siamo incontrati perché volevamo scrivere un libro sulla mia vita. Ma ci siamo resi conto di avere
numerosi obiettivi, alla valorizzazione della professione medica, alla difesa del diritto alla salute uni- due visioni completamente diverse di questo libro e quindi il progetto è sfumato. Adesso butterò giù
versale, al contrasto della medicina difensiva, alle “cure fai da te”, e alla creazione dell’occupazione io stessa un po’ di materiale, poi si vedrà... Cosa farai ora? Farò la mamma a tempo pieno. Girerò
giovanile, la lista è composta da un direttivo che riunisce medici italiani e di origine straniera. un po’ con i ragazzi. Andremo a Londra ma anche in Italia perché nel nostro paese abbiamo posti
“Ringraziamo tutti i colleghi che hanno partecipato alle elezioni per gli organi di rappresentanza del- bellissimi. Sicuramente ci concederemo qualche giorno in Sardegna o nel Salento. Mary Mazza
l’Ordine dei Medici di Roma e provincia, che hanno recepito il nostro messaggio coraggioso e ci
hanno portato alla vittoria”: a dichiararlo è il Prof. Foad Aodi, Medico Fisiatra, Fondatore e Presi-
dente dell’Associazione Medici di Origine Straniera in Italia (AMSI), del Movimento Internazio-
nale Uniti per Unire e Fondatore della Confederazione Internazionale Unione Medica
GIOIE E DOLORI: IL FANTACALCIO A 360°
Ultimamente sta prendendo sempre più piede un gioco chiamato “fantacalcio”. Si ispira al fantasy
Euromediterranea - UMEM, che riconferma il suo quarto mandato al Consiglio dell’Ordine con baseball inventato negli Stati Uniti d’America. Il gioco è di facile intuizione: tramite crediti finti bi-
3301 voti, con il coinvolgimento di migliaia di colleghi italiani e internazionali al voto in blocco sogna formare una rosa composta da 3 portieri, 8 difensori, 8 centrocampisti e 6 attaccanti. Il tutto
della lista. “Sono fiero come medico e come cittadino italiano e internazionale - prosegue Aodi - di contornato da un’asta avvincente con cui è possibile acquistare i giocatori della propria squadra.
continuare ad offrire il mio contributo per migliorare più che potremo il nostro Sistema Sanitario; Vengono valutate le prestazioni degli atleti sulla base della reale partita disputata da essi. Il voto è
ringrazio i colleghi della “squadra”, con i quali sono andato avanti in questo percorso di vittoria con quello ricevuto dalle varie testate giornalistiche su cui viene basato il fantacalcio (ad esempio Cor-
impegno e dedizione. Ringrazio, in particolare modo, il Movimento Uniti per Unire, l’Amsi, la riere dello Sport o Gazzetta dello Sport). E’ possibile incrementare o decrementare il voto in pagella
Confederazione Internazionale UMEM e tutte le realtà aderenti che hanno sostenuto in blocco il no- grazie ai bonus e malus. Questi punti vengono sottratti od aggiunti, ad esempio, se un giocatore fa
stro Consiglio Direttivo, al loro sostegno rispondiamo che siamo pronti a concretizzare gli obiet- gol (+ 3 punti) o se viene commissionata un’ammonizione (- 0,5). Il gioco ha ormai un successo su
tivi proposti e a soddisfare le aspettative di quanti hanno creduto in noi, senza personalismi o scala europea ed anche numerosi calciatori si sono fatti prendere dal fantasy gioco, come ad esem-
protagonismi, poiché solo uniti possiamo aiutare insieme medici e pazienti valorizzando il nostro pio: Gomez dell’Atalanta o Cacciatore del Chievo. Giocano persone di tutte le età e di ambi i sessi,
Ordine. Avanti con la nostra proposta di una Confederazione che raccolga tutti gli albi, gli ordini perché come sappiamo si ha bisogno anche di svagarsi e di divertirsi un po’. Ben vengano giochi
professionali e i Professionisti della Sanità che lavorano ancora senza essere supportati da un Or- del genere che permettono di integrare il ragionamento ed il divertimento. Come ci dice il suo slo-
dine professionale, per combattere le problematiche comuni a tutte le professioni come la medicina gan è: “il gioco più bello del mondo dopo il calcio”. Dunque, buon divertimento. Bruno Bertucci
difensiva, la fuga dei cervelli, la sotto paga, la disoccupazione e il precariato”. Conclude Aodi che
è anche fondatore del Movimento internazionale Transculturale Interprofessionale UNITI per
UNIRE e Membro del Focal Point per l’integrazione in Italia per l’Alleanza delle Civiltà UNAOC-
Organismo ONU e già esperto al Consiglio Superiore di Sanità. Mary Mazza
CLAUSURA SFOLLATA: L’ESEMPIO DELLE CLARISSE DI CAMERINO
«La nostra presenza a Camerino iniziò nel 2004 quando, dopo il sisma del 1997, aggrappandoci
come rami fragili a quella obbedienza che fece di Abramo il Padre della fede, da San Severino Mar-
LA CRISI DELLA PATATA IN GIAPPONE che partimmo alla volta di Camerino, facendoci carico della ricostruzione di quel Monastero che si
presentava ai nostri occhi come un cantiere a cielo aperto. A distanza di 12 anni, dopo tanto lavoro
e tante fatiche, oggi ci ritroviamo, umanamente parlando, al punto di partenza e, oseremmo dire, in
Il Giappone è una terra dalle numerosissime tradizioni, così distanti da quelle italiane, eppure così una situazione ancor più grave: senza più nulla, lontane dal Monastero, separate dalla nostra gente,
affascinanti per gli abitanti del Belpaese. Una di queste riguarda l’ultima parte dell’anno. Piuttosto private della possibilità di offrire a tutti un luogo privilegiato di preghiera.». A parlare è la comu-
recente per istituzione (si parla del 1995), consiste nell’attribuire un ideogramma all’anno che sta nità delle Sorelle Povere di Santa Chiara dell’ex monastero di Camerino, dedicato a Santa Camilla
per concludersi. La cerimonia avviene il 12 dicembre presso il tempio Kiyomizu di Kyoto, presie- Battista (1458-1524), figlia della nobile famiglia dei Da Varano, duchi di Camerino. Ha colpito
duta dall’abate Mori Seihan, il quale scrive, in uno stupendo stile calligrafico, l’ideogramma della anche loro la sequenza sismica, iniziata nell’agosto del 2016, culminata negli eventi dell’ottobre
parola che, per sondaggio popolare, meglio dovrebbe esprimere la caratteristica dell’anno che sta dello stesso anno. Incancellabile dalla loro memoria è la notte del 26 ottobre, quella in cui dovet-
per tramontare. Secondo il cerimoniale, il foglio (di dimensioni imponenti come cinque metri per tero abbandonare il loro monastero, fra le macerie e il susseguirsi delle scosse: «Il frastuono e il
tre) con scritto l’ideogramma, rimane esposto in bella vista nel tempio fino alla fine del mese. Per boato, la polvere e lo scricchiolio dei muri, le pietre e i soffitti che crollano, la terra che ti fa sob-
il 2017 è stato scelto “kanji”, che rimanda al punto di riferimento geografico “Nord”. Il pensiero vola balzare: tutto fa pensare ad un evento tragico con il quale fin da subito abbiamo dovuto fare i conti.
subito alla Corea del Nord, si intende, ma non solo. L’isola (tra le quattro più importanti) più a nord Tutto questo poi è avvenuto di notte, durante un temporale. La notte e il buio, si sa, amplificano l’an-
del Giappone è Hokkaido, che è divenuta “sede” di una tanto singolare quanto pittoresca crisi, cioè goscia per quel senso di tenebra che portano con sé. Alcune di noi erano ancora al piano inferiore
la “crisi della patata”. Non facciamo difficoltà a capire perché la Corea del Nord, con la sua minaccia mentre la sorella più anziana e la nostra abbadessa che per gravi motivi di salute è in sedia a rotelle,
di una guerra nucleare, possa essere considerata come qualcosa da ricordare per il Giappone. Quello si trovavano a letto nel piano superiore. Tutta la città è rimasta al buio e completamente isolata te-
che per noi riamane più difficile da comprendere è perché la crisi della patata debba essere simbolo lefonicamente. Quindi era impossibile anche chiedere aiuto ai vigili del fuoco o alle forze dell’Or-
di un anno. La risposta dei giapponesi è univoca: nel 2017 la terra nipponica ha conosciuto una dine, così alcune di noi, tra la polvere e i calcinacci, si sono dovute far coraggio e andare a mettere
delle più gravi carestie di patate. La patata in Giappone proviene, per l’80 % dall’isola di Hokkaido in salvo queste sorelle, recuperare coperte e le cose essenziali per poter partire. Al momento di par-
la quale, malauguratamente, è stata colpita da numerosi tifoni che ne hanno messo in ginocchio la tire, purtroppo la macchina non si metteva in moto.
produzione agricola… e quindi anche di patate. L’Agenzia Giornalistica Italia, nell’aprile 2017, Abbiamo provato a spinta, poi la Provvidenza ha fatto sì che alcuni vicini passassero a vedere come
pubblicava un articolo dedicato a questo argomento, riportando anche le testimonianze provenienti stavamo e con il loro aiuto siamo riuscite a partire, non prima però di aver aiutato a mettersi in
dai social network, che parlavano di una forte speculazione sul prezzo dell’alimento. In molti ave- salvo anche i due pellegrini della Via Lauretana che ospitavamo nella nostra foresteria. Abbiamo
vano letteralmente svuotato gli scaffali dei supermercati nella paura che la crisi potesse rafforzarsi. attraversato la città nel caos più totale, tra le macerie, i crolli e la gente in preda al panico che scap-
È inutile dirlo: con gli anni le patatine fritte, in busta o da mangiare in un ristorante fast food, hanno pava urlando e piangendo per mettersi in salvo.». Ma non tutto è perduto. La speranza non è crol-
conquistato anche i giapponesi (e questo li accomuna assai a noi italiani, che mentre un tempo usa- lata tra le monache sfollate. Un progetto alberga nei cuori delle clarisse di Camerino: «Stiamo
vamo la patata prevalentemente per gustare prelibatissimi gnocchi, oggi la preferiamo croccantis- cercando di costruire una struttura in legno: un “monastero in miniatura” con gli spazi ridotti al-
sima, cotta in olio bollente). Allora perché non importare patate da un qualsiasi altro Stato? l’essenziale, delle camere per noi sorelle, una cappella della santa Camilla per le celebrazioni, al-
Semplice: i giapponesi vogliono solo il loro tipo di patata, mentre le altre (come ad esempio quelle cuni ambienti per l’accoglienza e l’incontro».
dolci statunitensi, più vicina alla loro varietà) non sembrano soddisfarli (ma non si esclude una certa Un augurio, perché questo progetto possa divenire presto realtà. Matteo Gentili
componente protezionistica della politica agricola del paese).
Insomma, se qualcuno credeva a qualcosa di poco importante per l’ultramoderno paese del Sol Le-
vante si è dovuto ricredere: anche se non al pari della crisi coreana, anche la crisi della patata ha se-
gnato, tra i tanti avvenimenti, il 2017 nipponico. E se noi italiani dovessimo pensare ad una parola
INTERCULTURA E INTER-CULTURA: IL DISCORSO DI DAMIR GRUBIŠA
(Nona parte) Per andare oltre il modo in cui l’idealismo tedesco ha pensato la comunità, Capitini,
in grado di descrivere il nostro 2017, quale saremmo disposti a scegliere? Matteo Gentili dicevo, fa riferimento a una cristologia dal basso. Interessanti a tal proposito sono le indicazioni che
Joseph Ratzinger fornisce a Jürgen Habermas nel 2004, nel celebre discorso di Monaco sui fonda-
menti morali prepolitici dello Stato liberale. L’incontro tra Ratzinger e Habermas convinceva i più
IL RITORNO DELLA CRISTIANITÀ NEL CALIFFATO distratti della realtà di una società postsecolare in cui laici e credenti hanno la possibilità di scoprire
il dialogo non solo come strumento di necessario compromesso, ma come metodo per il ritrova-
mento di se stessi. Oltre la divisione classica, tra la tentazione secolarista che bolla ogni forma di
Una cristianità lungamente perseguitata, ma che ora torna nei territori dove per secoli aveva con-
dotto la sua vita. È questa l’immagine che ci regala una città irachena il giorno in cui la Chiesa ce- cultura religiosa come regressione irrazionale e la tentazione integralista che vuole imporre autori-
lebra l’istituzione del dogma della Immacolata Concezione da parte del pontefice Pio IX Mastai tariamente le verità di un’unica fede religiosa, occorreva per il teologo orientare la tesi haberma-
Ferretti, marchigiano di Senigallia. Telskuf (o più precisamente Tesqopa) è una città dell’Iraq, posta siana del «patriottismo costituzionale», in un modo che direi ora dovrebbe corrispondere a qualcosa
nella Piana di Ninive e distante circa trenta chilometri da Mosul. Con i suoi undicimila abitanti, Tel- come una interculturalità riflettente nel senso della Terza critica di Kant (Cf. Joseph Ratzinger, Jür-
gen Habermas, Etica, religione e Stato liberale, Morcellania, Brescia 2004). Nel mettere sempre me-
skuf è diventata un faro vivente per la cristianità del medio e vicino Oriente, minata negli ultimi de- glio a fuoco la tesi della random-crazia avanzata da Salvemini dovrebbe forse apparire più chiaro,
cenni da funeste persecuzioni di matrice islamica. Difatti si è svolta proprio in questi luoghi, il ora, il modo in cui intendiamo collegare la tesi dell’inter-culturalità all’omnicrazia capitiniana. Il
giorno 8 dicembre 2017, l’inaugurazione della chiesa di San Giorgio. Un tempo assalita e messa a discorso dell’Ambasciatore della Repubblica di Croazia in Italia Damir Grubiša, Cittadinanza eu-
ferro e fuoco dai membri del sedicente Stato Islamico, San Giorgio è tornata ad accogliere le mi- ropea e allargamento ad Est, denunciava l’ideologia di tante filosofie dell’intercultura – il progetto
gliaia di famiglie cristiane che stanno tornando nelle città della Piana, soprattutto dopo che il go- Erasmus per esempio – che appaiono emanazioni della struttura oligarchico-partitica della gover-
verno iracheno ha dichiarato sconfitto l’Isis. Fautrice della rinascita cristiana di Telskuf è stata nance europea, la quale solo sulla carta costituisce l’insieme dei principi e degli strumenti d’inter-
“Aiuto alla Chiesa che soffre”, importante fondazione di diritto pontificio, impegnata nel sostenta- vento a disposizione dei responsabili delle decisioni in Europa per partecipare al processo di
mento delle realtà cristiane in difficoltà e perseguitate, che ha donato centomila euro al tempio, elaborazione delle politiche UE, così da garantire una partecipazione più ampia dei cittadini e delle
perché tornasse ad essere un degno luogo di culto. La celebrazione è stata presieduta dall’arcive- organizzazioni alla definizione di tali politiche. Mancherebbe ad essa una consapevolezza inter-
scovo caldeo Bachar Matti Warda, il quale ha espresso la sua grande soddisfazione per il ritorno culturale. (Il trattino tra “inter” e “culturale” a divaricare i due termini è per noi un elemento teo-
della cristianità nelle terre del Califfato. «Lo Stato Islamico ci voleva distruggere, ma è stato pro- rico importante, e può essere considerato almeno per alcuni versi una ripresa in forma invertita
prio lo Stato Islamico a soccombere, mentre noi siamo tornati a Telskuf» ha affermato davanti ai della cancellazione dello spazio tra “non” e “violenza” operata da Capitini col neologismo nonvio-
fedeli, durante l’omelia della celebrazione di inaugurazione. Seppure la chiesa non è stata rico- lenza). Cosa si propone, allora, una inter-cultura? Mettere alla prova il concetto di “cittadinanza” è
struita, essa è stata restaurata e riportata all’antico splendore («più bella e più splendida», per usare detto nel titolo stesso del convegno (Per una idea di Europa. Il concetto di “cittadinanza” alla
le parole dell’arcivescovo caldeo), dopo lo scempio dei fondamentalisti. prova dell’inter-cultura). Leggiamo dalla tavola cartonata del Manifesto che campeggiava il 21
Alla fondazione “Aiuto alla Chiesa che soffre” lo stesso arcivescovo ha manifestato così la sua spe- giugno nella sala della LIDU: «l’obiettivo di una filosofia dell’inter-cultura sarà quello di stempe-
ranza: «La riapertura della chiesa rappresenterà un potente incentivo per il ritorno dei cristiani in rare qualsiasi deriva estetizzante, individuando ciò che in questa o quella cultura (considerata non
dal punto di vista dei soli contenuti, bensì dal punto di vista dei mezzi espressivi con cui questi
questa cittadina e in tutta la regione». Proseguendo lo stesso Warda sottolinea: «Ora che i due terzi contenuti sono vissuti e trasmessi) può costituirsi come nuovo e diverso valore; un valore che ag-
degli abitanti vivono nuovamente a Tellsku, era importante dare un segnale forte e positivo: il re- giungendosi agli altri sarà la premessa per il suo proprio trascendimento verso un universale più
stauro di San Giorgio e quindi la ripresa delle attività della Chiesa». Un ritorno, quello dei cristiani comprensivo, un “tutti” specialissimo, o se si vuole “terra-terra”, un “tu-tutti” su cui fondare in ma-
in Iraq, che dovrebbe rappresentare un valido stimolo, per le tante minoranze religiose ancora oggi niera sempre arrischiata una sintesi che sia viva e vitale, sempre aperta alle sollecitazioni dell’al-
perseguitate, a sperare nel fatto che, un giorno, la persecuzione potrà finire e tutto potrà tornare pa- tro» (M. Bianchi, S. Valente, Manifesto per una filosofia dell’inter-cultura, Il volo del gabbiano,
cifico. Papa Francesco, che della lotta alla persecuzione religiosa nel mondo ha fatto un caposaldo 15-16-17/2013, p. 8, L’Attualità, 4/2014, p. 3).
del proprio ministero, di ritorno dal viaggio apostolico in Myanmar e Bangladesh nel dicembre Nella luce dell’inter-cultura l’idea salveminiana riesce a discostarsi dall’ipotesi restaurativa che
2017, ha invitato la comunità internazionale a «soccorrere tutti i gruppi oppressi e perseguitati pre- evoca, nel richiamarsi a un metodo antico. E se non si vuole pensare davvero alla Grecia, si può con-
senti nel mondo». Una buona notizia, dunque, che viene a due mesi esatti da un’altra ben più tri- fondere tale idea con la volontà restaurativa di un patriottismo dell’uguaglianza à la Montesquieu.
ste: la scoperta, in Libia, di corpi dei copti sgozzati dall’Isis, almeno venti secondo le fonti della Montesquieu sì, come vedremo, ma non da solo: Montesquieu con Pericle, e nella luce di un’Eu-
polizia locale. Matteo Gentili ropa che ci rifiutiamo di considerare senza cristianesimo. Michele Bianchi
,
N. 1 GENNAIO 2018 PROBLEMATICHE RELIGIOSE E DI ATTUALITA L’ATTUALITÀ, pag. 15

DIALOGO ECUMENICO
COME RENDERE COMPLETA LA COMUNIONE ESISTONO GLI ANGELI ?
SPESSO SONO ACCANTO A NOI
Tutti i cristiani sanno che Gesù nell’ultima cena istituì l’eucare-
stia con gli apostoli dando a ciascuno un pezzo di pane, dicendo Nei tragici incidenti, li troviamo accanto a noi a salvarci, come è
(a cura di Aurora Simone Massimi) loro che rapprentava il suo corpo, poi diede loro del vino dicendo accaduto a George Ritchie, un uomo già scampato alla morte e
loro che rapprtesentava il suo sangue e che lo dovranno fare sem- testimone di una visione angelica, venne di nuovo salvato da una

CHI È MARIA ? pre a sua memoria. voce sconosciuta in tempo di guerra. Sbarcato in Francia come
La Chiesa ha da secoli dato ai fedeli durante la celebrazione della infermiere ausiliario dell’esercito americano, attendeva seduto su
Messa un’ostia, che rappresenta il corpo di Gersù, ma non dà il un camion di partire per una missione. A un certo punto quella
La Vergine Maria nella storia della Chiesa è stata per molto tempo voce dal profondo del suo essere ordinò “scendi dal camion e va’
una figura dibattuta e per certi aspetti controversa, non è un se- vino, che rappresenterebbe il sangue di Gesù. Pertanto si conti-
nua a far ricevere incompleta la comunione. Per risolvere questo a scrivere una lettera a Margaret” (sua moglie). Era ridicolo.
greto, infatti, che ci furono diversi Concili in cui si parlò molto di Ormai mancava pochissimo e i compagni attendevano sul camion,
lei e ci fu una chiarificazione finale riguardo la sua figura solo problema la Chiesa nel realizzare le ostie dovrebbe usare il vino
al posto dell’acqua in modo che le ostie colortate rappresente- ma la voce ripeté perentoria l’ordine e George, con una scusa,
con il Concilio Vaticano II. scese dal camion. Un altro soldato lo sostituì e dieci kilometri
Tutto ciò nasce da una domanda fondamentale: “Chi è Maria?” la rebbero davvero il corpo e il sangue di Gesù. Speriamo che la
Chiesa faccia sua questa proposta così i fedeli potranno durante più avanti, il camion esplose su una mina tedesca, disintegran-
risposta può sembrare scontata: la madre di Gesù, ma questa af- dosi. In questi casi ci si domanda: “e gli angeli degli altri soldati
fermazione non sarebbe completa e non darebbe senso al perché la santa messa ricevere la comunione completa. Mario Coletti
dove erano?” Forse era arrivata la loro ora. Tanti episodi succe-
ci siano stati così tanti dibatti in merito. In aiuto ci viene incon- dono a molti di noi. Ecco un fatto che è capitato anche a me. Car-
tro, oltre che la lettura dei Vangeli e degli Atti, la grande Tradi-
zione dei Padri e Dottori della Chiesa, i quali hanno scritto pagine
bellissime su Maria. Le prime comunità cristiane vissero in grandi
FOLLEREAU, “APOSTOLO DEI LEBBROSI” men D’Arcangelo, una operaia di origine tarantina oggi forse
quarantenne, ricorda perfettamente quest’esperienza: “A ven-
t’anni nel corso di una anestesia, entrai in coma e mi ritrovai
difficoltà dovute alle persecuzioni, ma con il crescere ed espan- Raoul Follereau è stato uno dei più importanti filantropi del se- proiettata, in un tunnel buio, alla fine del quale potevo scorgere
dersi della Chiesa, nacquero anche le prime eresie e i grandi Padri colo scorso. Poeta, scrittore, giornalista e conferenziere, viene ri- una luce fortissima, ma non abbagliante. Percorsi a fatica quel
dovettero intervenire per mantenere viva la vera Fede e Dottrina. cordato come “l’apostolo dei lebbrosi”. Dedicò infatti la sua intera tratto, ma quando stavo per sbucare nella luce, vidi davanti a me
Sant’Ignazio Martire, vescovo di Antiochia, insistette su tre punti esistenza alle persone colpite da questo terribile morbo, contri- un giovane bellissimo che se ne stava seduto con un vestito can-
fondamentali: la vera Umanità di Cristo, la Divina Maternità di buendo con le sue iniziative a richiamare l’attenzione del mondo dido e lucente quando mi scorse chiese con un tono di rimpro-
Maria e la sua Verginità; scrisse ciò proprio per reindirizzare i fe- sul problema della lebbra. Follereau apparteneva a una famiglia vero che ci facessi li cosi presto, risposi che non lo sapevo, ma che
deli sulla via della Verità in risposta all’eresia del Docetismo che ricca. Fin da ragazzo mostrò una grande inclinazione per la lette- mi piaceva molto e volevo restarci. Lui allora mi ordinò di tornare
non riconosceva la doppia natura di Gesù, umana e divina. Suc- ratura, scrivendo, in età giovanissima, un libro di successo tra- da dove ero venuta perché non era ancora la mia ora. Quel rifiuto
cessivamente nel II secolo altri due grandi Padri parlarono di dotto in trentacinque lingue. Lo attendeva la gloria del poeta, dello mi fece soffrire incredibilmente: l’idea di tornare indietro mi era
Maria, prima San Giustino propose il parallelo tra Eva e Maria e scrittore. Ma nel suo animo c’era il desiderio di sentirsi utile. Nel davvero insopportabile. Il coma durò tre giorni, che a me sem-
poi Sant’Ireneo vescovo di Lione, il quale dimostrò attraverso la corso di un viaggio in Africa, la jeep della sua guida si bloccò, brarono momenti: mi svegliai singhiozzando per essere stata cac-
Scrittura e la Tradizione Apostolica la Divina Maternità e la Ver- costringendoli a fermarsi. E mentre l’autista lavorava per le ne- ciata e per parecchio tempo continuai a desiderare di tornare in
ginità di Maria, in breve, se così non fosse allora Gesù non sa- cessarie riparazioni, dalla foresta intorno iniziarono a spuntare quel luogo meraviglioso”.
rebbe il Redentore. Poi il terzo secolo vide il fiorire di Origene e delle figure macilente e vestite di stracci. I lebbrosi. Uomini emar- Non dimentichiamo mai di pregare il nostro Angelo e avremo la
della Scuola Alessandrina, nelle sue omelie fu il primo a chia- ginati dal contesto sociale a causa della loro malattia, che si nu- certezza di essere aiutati nei momenti difficili. Liana Botticelli
marla Madre di Dio con il termine Theotòcos, e il primo a defi- trivano di ciò che trovavano nella foresta. L’impressione che il
nirla Tuttasanta; dello stesso secolo fu anche San Pietro giovane scrittore ne riportò fu sconvolgente. E questo cambiò il
d’Alessandria che diede per la prima volta l’appellativo di Vergine
a Maria tant’è che proprio da allora Ella è anche chiamata “La
Vergine”. Sant’Ippolito romano che morì nel 235 circa, fu il primo
corso della sua vita. Cattolico convinto, decise di dedicare tutto se
stesso alla diffusione dei valori umani, aiutando quei suoi fratelli
sfortunati. Tornato in Francia, iniziò a tenere conferenze e a rac-
L’EVOLUZIONE DEL “ROSARIO
Trattandosi di “Madonna del Rosario” che ricordiamo con grande
in Occidente a parlare di Maria affermandone la realtà fisica della cogliere fondi per curare la lebbra e, per diffondere questa causa
Divina Maternità. È importante citare Tertulliano il quale si sca- umanitaria, compì trenta volte il giro del mondo. attenzione pensiamo al mutar del vivere vario, quando ci si riu-
gliò pesantemente contro gli eretici e affermando che non vi fosse Va ricordata, in particolare, la sua iniziativa “Un giorno di guerra niva per la “Funzione”. Allora, c’era solo intermediario il “Si-
salvezza per chi negasse la Divina Maternità. Dopo questi tre se- per la pace”, con la quale invitò i governanti di tutti i paesi a de- gnore” per ogni meditazione orientata con fede ad un Calvario
coli in cui la figura di Maria fu prontamente difesa dalle eresie e volvere le spese di un giorno di guerra per costituire un fondo che del quale si faceva la comparazione. Si riunivano, quelli del cir-
meditata per definirne la natura. Una grande svolta si ebbe nel servisse a combattere la lebbra, le calamità e la fame. Prima di condario, per cantare salmi in numerazione che risultava dai grani
325 con il Concilio di Nicea, quando, alla presenza dell’impera- lui, i lebbrosi erano chiamati “sepolti vivi”, vivevano segregati e del “Rosario” girati con grande prostrazione. Ora la gente, pensa
tore Costantino, venne definita la Consostanzialità del Verbo e la dimenticati da tutti. «Questo secondo aspetto – affermava Folle- di più al salario e si riunisce presso l’associazione svalutando lo
sua vera dignità; inoltre è proprio in occasione di questo Conci- reau – è quello peggiore. Ma è solo questione di pregiudizio, per- spirto deficitario, che dal sociale, attende protezione. Per cui, sal-
lio che venne redatto il Credo e in particolare il versetto: «Per noi ché è dimostrato scientificamente che la lebbra è una malattia tato di preghiera l’orario, si è fatto posto alla televisione divenuto
e per la nostra salvezza discese dal Cielo e si incarnò, per opera poco contagiosa e perfettamente guaribile. Se gli uomini voles- moderno beneficiario d’osservanza , nella sacra religione. L’ore-
dello Spirito Santo, nacque da Maria Vergine e si fece uomo». Ci- sero, in poco tempo la lebbra scomparirebbe dalla faccia della mus d’oggi, abbinato al “Rosario”, s’adegua e cambia ambienta-
rillo d’Alessandria nel IV secolo affermò che, essendo Gesù vero terra…». Alla sua morte, avvenuta il 6 dicembre di quarant’anni zione, considerando tutt’al più il “Breviario” reliquia, d’una
uomo, allora Maria doveva essere ritenuta Madre di Dio e San- fa, i giornali scrissero che, con il suo impegno, aveva contribuito vecchia educazione. Leda Panzone Natale
t’Efrem fu il primo “poeta della Madonna” scrivendo i «Carmi a salvare milioni di lebbrosi. Carmen Galoppo
Nisibeni» esaltando la figura di Maria, la sua purezza, verginità
e regalità. Dello stesso secolo furono San Giovanni di Crisostomo
e San Gregorio di Nazianzo; il primo chiamò la Vergine «Corre-
dentrice del genere umano», il secondo affermò che nessuno, se
LEZIONE (NON RICHIESTA) SULL’ISLAM
non un ateo, potesse negare che Gesù fosse nato da Maria in en- Cari amici xenofobi cattolicissimi. Lo so che è molto facile attaccare e denigrare un culto come quello islamico. In effetti di con-
trambe le nature, divina ed umana. È in questo secolo che in traddizioni ne ha molte e non in tutti i Paesi si vive la comunione con Allah allo stesso modo essendo possibile vivere l’Islam tanto
oriente, in Antiochia, fu celebrata la prima festa mariana e in oc- da sciiti quanto da sunniti. È come per noi che siamo divisi in cattolici, ortodossi, protestanti, metodisti, evangelici più tutta una serie
cidente Sant’Ambrogio vescovo di Milano divenne il Padre della di strani movimenti cultuali di dubbia etica. Si capisce anche che è difficile mettersi nei panni di persone che hanno cominciato a farsi
Mariologia latina. Il XVI fu il secolo della Riforma Protestante e esplodere in luoghi densamente popolati. Troppo difficile farsi la domanda sul “perché”, molto più facile sganciare fosforo bianco
della Controriforma Cattolica, con i protestanti che non riconob- un po’ dappertutto nel Vicino Oriente. Un’altra cosa troppo complicata da capire è il concetto di Moschea. Troppe moschee, troppi
bero la dottrina Mariologica. I cento anni successivi furono ca- Imam, troppi musulmani in generale. Di questo passo non ci saranno più cattolici. Forse perché gli stessi cattolici non si comportano
ratterizzati da una crescente quantità di scrittori mariologici, è da cattolici, ma questa è solo una teoria. E poi perché questi musulmani odiano la Madonna e Gesù? Perché non vogliono più farci
importante citare San Roberto Bellarmino, San Francesco di Sales fare il presepe? Ecco questo è proprio inspiegabile. Non sarà mica che è solo un nostro sogno a occhi aperti? Anche perché Gesù Cri-
e San Lorenzo da Brindisi. Fino a giungere al XX secolo, definito sto è considerato un profeta dagli islamici ed è rispettato quanto Abramo. Sua madre Maria è santa poiché ha dato vita a questo im-
come dell’Assunta in quanto nacquero numerosi istituti e acca- menso profeta. Il presepe non dovrebbe disturbarli. Forse siamo noi i “disturbati”. Siamo noi che cerchiamo negli occhi degli altri
demie mariologiche, tra cui l’Accademia Pontificia dell’Imma- l’errore e l’orrore senza guardarci mai dentro. Senza considerare secoli di oscurantismo, di crociate, di colonialismo, di decoloniz-
colata Concezione. L 8.12.1854 papa PIO IX proclamo’ il dogma zazione fatta col sangue, di guerre per il petrolio, di dubbia democrazia esportata con le portaerei. Forse, dico forse, siamo noi che
dell’IMMACOLATA CONCEZIONE DI MARIA. non vogliamo impegnarci a conoscere il diverso. Tutto deve essere identico a noi, senza possibilità di distinzione. D’altronde ciò che
si distingue è pericoloso. Essendo un materiale alieno potrebbe infettarci. Ecco, forse abbiamo paura d’infettarci, di toccare l’uma-
nità e diventare umani. Meglio il nostro essere androidi. Perfette api operaie che non si fanno domande. Claudio Caramadre
IL CARD. FARINA, CAPO DELLO IOR,
INCONTRA MARY MAZZA SIMONE WEIL, I PARTITI POLITICI, AFFETTUOSI
Mary Mazza, collabora-
trice de l’ATTUALITA’ e LA PROPOSTA DI SALVEMINI AUGURI
di altre testate giornali-
stiche ed online, ha in- (Decima parte) Articoliamo ora la provocazione salveminiana con un’altra, francese e quasi coeva A ELENA
contrato S.E. Card. alla gestazione del patto costituzionale italiano. L’abolizione dei partiti costituirebbe un bene quasi
Raffaele Farina, capo del allo stato puro osservò nel 1943 – non a caso da Londra (ricordiamoci del discorso di Löwith fatto
Governatorato del Vati- da Tokyo) - Simone Weil, in Note sur la suppression générale des parties politiques. Perché que-
cano e dello IOR, intrat- sta affermazione così radicale? Da un certo punto di vista ciò appare molto distante da Sallustio
tenendosi in una amabile Salvemini, il quale non intende affatto abolire la forma “partito”. Vorrei però mostrare come il di-
conversazione sui palpi- scorso complessivo della Weil possa invece aprire una luce all’interno della proposta salveminiana
tanti temi di attualità che di un ritorno ai Greci, con la random-crazia del “metodo Pericle”. L’idea che la divisione del po-
saranno frutto di articoli. La Signora Mazza vuole approfondire tere sovrano tra più soggetti sia un modo efficace per prevenire abusi è molto antica nella cultura
questi temi che toccano anche argomenti della fede e dei rapporti occidentale e risale ad Aristotele. Il potere concentrato in un unico soggetto, foss’anche il popolo,
del Vaticano con l’apertura alle altre religioni monoteistiche. non garantisce la democrazia; una sovranità indivisibile e illimitata è sempre tirannica. Certamente
ciò non impedisce alla forma del “partito politico” di tradire la sua originaria funzione di orga-
nizzazione di cittadini ispirati da un sentire comune per trasformarsi in organizzazione gerarchica

BAR DANIEL’S e autoritaria. Salvemini fa così parlare il pensiero politico antico-greco attraverso il fondatore mo-
derno della teoria politica della separazione dei poteri, in funzioni: Montesquieu. Il suo patriotti-
smo dell’uguaglianza, il suo grande ideale liberale sta nel pensare potere politico e ordine
giudiziario come mezzi per collocare i cittadini al riparo da qualunque prevaricazione, nella spe-
Con mio figlio Luca ho avuto il
piacere di trascorrere un pome-
ranza che la loro vita possa essere ricca e multiforme, complessa e non pianificabile da un Terzo. riggio in casa della poetessa
«Montesquieu: “I parlamentari non devono essere anche i ministri”. È arcinoto che la dottrina della Elena Andreoli Grasso per lo
Disco-Pub separazione dei poteri (legislativo, esecutivo e giudiziario) risale ad Aristotele. È stata perfezionata
scambio degli auguri. Presenti i
da John Locke e da Montesquieu. Questa dottrina è stata elaborata per garantire essenzialmente due
Caffetteria valori: la libertà dei cittadini e la pluralità dell’informazione. Orbene, da oltre sessant’anni la classe suoi figli e nipoti.
politica italiana ha dimenticato la dottrina in questione. Quasi tutti i membri dell’Esecutivo sono Aurora Simone Massimi
Happy Hour stati anche membri del legislativo. Ciò significa, in sostanza, che il controllore (Parlamento) è di
fatto manovrato da chi dovrebbe essere controllato (Governo). Perché si è attuata una così grave
anomalia? Le cause sono numerose e complesse ma tutte riconducibile alla costituzione del ‘48 (un pasticciaccio catto-comunista)»
(C.G.S. Salvemini, La Repubblica va rifondata sulla random-crazia, Edizioni Movimento Salvemini 2014, p. 25). Qui l’apporto
Catering a domicilio su richiesta. delle riflessioni weiliane diventa importante per comprendere come la proposta di Salvemini non sia semplicemente una proposta re-
staurativa, ma anzi si fondi su una disponibilità a mettere in discussione quasi lo stesso vocabolario giuridico, fondato sull’idea del
Cortesia e qualità al servizio dei clienti. “diritto”, come intendeva in effetti fare la Weil, e prima di lei Auguste Compte, nel Système de politique positive (che è del 1851-4).
La personnalité humaine, le juste et l’injuste è poi un altro scritto londinese della Weil coevo al manifesto per la soppressione della
Via Nomentana 694 forma “partito” e che noi leggeremo nei suo tratti pertinenti al problema “diritto”. Michele Bianchi
Fonte Nuova (Roma)
Tel. 06.9056588 La collaborazione al periodico “L’Attualità” è aperta a tutti.
Inviare articoli e foto alla mail: lattualita@yahoo.it
L’ATTUALITÀ, pag. 16 N. 1 GENNAIO 2018

L’ATTUALITÁ Comitato d’Onore SPLENDITE LUCI D’ARTISTA A SALERNO


Editore: Movimento G. Salvemini, fondato nel 1962 Anche quest’anno si conferma una delle attrazioni di punta di “Luci d’Artista”. Durante la prima
Direzione: Via Lorenzo il Magnifico 25
00013 Fonte Nuova (Roma)
del periodico “L’Attualità” domenica da bollino rosso, per via dell’arrivo di oltre 100 bus. La città viene presa d’assalto da mi-
gliaia di turisti. Fin dalla mattina centinaia e centinaia di persone, in particolare coppie, fami-
(in ordine alfabetico) glie con bambini e comitive, arrivate soprattutto dai comuni limitrofi, non hanno rinunciato a fare
Direttore responsabile Sen. Dott. Bruno Amoroso; Dott. Antonietta Anzalone (pubblici- un giro sulla grande ruota installata nel sottopiazza della Concordia. Tanto motivi mento fino a
sta); On. Alfredo Arpaia (Presidente Lega Italiana Diritti del-
Sen. Prof. C. G. S. Salvemini l’Uomo); Prof. Giuseppe Bellisario (cardiologo); Prof. Giorgio tarda sera. Bagno di folla anche all’interno della villa comunale, dove ci sono le opere luminose
(Vice Governatore Bosco (Ambasciatore); Dott. Liana Botticelli (Dama Comm. S. degli animali dello “Zoo che vorrei”, e nella centralissima Piazza Flavio Gioia. Sonia Cozza
Sepolcro); Dott. Filippo Chillemi (Dir. “Nuova Impronta”); Prof.
dell’Unione Mondiale degli Stati) Ferruccio Ciavatta (Docente universitario); Conte Prof. Fernando
(cell. 347.0333846) Crociani Baglioni; Prof. Francesco D’Episcopo (Doc. Università
Federico II, Napoli); Prof. Claudio De Rose (Presidente Emerito
Corte dei Conti); Prof. Francesca Ferragine (psichiatra-psicotera-
BUON COMPLEANNO, CAPRICORNO !
Condirettore Il Capricorno è un segno di terra dominato da Saturno. I nati sotto questo segno tendono anzitutto
Sen. Prof. Florinda Battiloro peuta); Prof. Franco Ferrarotti (sociologo); Sen. Pietro Fratantaro
(Governatore dell’U.M.S.); Sen. Diego Gattuccio; Don Riccardo alle realizzazioni materiali, che sono favorite dalla tenacia, dalla perseveranza e dalla resistenza
(Unione Mondiale degli Stati) sia fisica che psichica, doti spiccatamente saturniane, di cui sono ampiamente provvisti. Non di
Giordani (Duca di Willemburg); Prof. Pierluigi Lando (psichia-
Vice direttori: tra); Amm. Stefano Madonna; Prof. Alessandro Massimi (Doc. rado infanzia ed adolescenza difficili rendono i nati sotto il segno del Capricorno stra-
Adalgisa Biondi, Dottrine giuridico-economiche); Dott. Eugenio Morelli (scrittore) ordinariamente resistenti alle prove, che imparano ad accettare con naturalezza, su-
Sen. Col. Giancarlo Martini; On. Pasquale Moncada; Dott. Car- perandole quasi sempre con successo. Essi affrontano la vita con un atteggiamento
Emiliano F. Caruso melo Monello di Borsod (pubblicista);Sen. Gen. Prof. Stefano Mu-
Paolo Macali, di profonda consapevolezza interiore che può essere scambiata per distacco, ma che
race (Marchese di Costaviola della Magna Grecia); Gen. Enrico in realtà costituisce la loro ricchezza: poco amanti del rischio, i capricorniani, spe-
Liliana Speranza Muzi (Guardia di Finanza); Gen. C. A. Rocco Panunzi; Comm.
Dott. Rodolfo Ricottini (medico chirurgo); Prof. Tito Lucrezio cie se donne, tendono a sciegliere soluzioni di vita confacenti alla loro natura in-
Capo redattore: Rizzo (Consigliere Capo Servizi del Quirinale); Prof. Natale San- trinsecamente conservatrice. La loro onestà intellettuale e il senso di realtà di cui
Enrico Forlani tucci (neurochirurgo); Comm. Giancarlo Serafini (Lions Roma Pa- sono dotati costituiscono il loro aspetto più positivo, ma anche il loro limite. I peri-
latinum); Sen. Prof. Giustino Setteducati (U.M.S.); Gen. C.A. coli dei nati sotto questo segno sono la caduta nell’egocentrismo, rendono i nati sotto il
COMITATO DI REDAZIONE Bruno Simeone; Prof. Aurora Simone Massimi (Dama Ordine segno del Capricorno straordinariamente resistenti alle prove, che imparano. Marina Giudicissi
Elena Andreoli, Antonio Bartalotta, Pontificio di San Gregorio Magno; scrittrice e giornalista); Prof.
Lisa Biasci, Liana Botticelli, Gianfederi- Giulio Tarro (Scienziato, PhD-Md); Gen. CC. Raffaele Vacca;
co Brocco, Emiliano Caruso, Valentina
Cerenza, Mario Coletti, Antonietta Del-
Bue Prencipe, Nicoletta Di Bello,
CHE COS’È
Dott. Salvatore Veltri (Direttore Attualita.it).
LA RICETTA DEL MESE
Michele Forte, Diego e Ignazio Gattuc-
cio, Marina Giudicissi, Fiorella Ialongo,
Andrea Lando, Antonluca Lando, Pier
Luigi Lando, Giovanni Maggi, Alessan-
LA RUBRICA DELLA SALUTE UN’OROSCOPO ? Tutti sanno più o meno a quale
MINESTRA DI CARCIOFI
Pulite i carciofi eliminando le foglie dure e il fieno del cuore. Ta-
gliate le fettine sottili e metteteli in acqua a scolare. Tagliateli a
OGGI PARLIAMO DEL GUSTOSO BACCALA segno dello Zodiaco apparten- fettine sottili e metteteli in acqua acidulata con limone. Lavate,
dro Massimi, Eugenio Morelli, Maria pelate e tagliate a dadini piccoli le patate. Versate in una padella
Rosa Nicastri, Lucilla Petrelli, Aurora Compratelo dal vostro fornaio già ammollato di 24 ore, farlo a gono, cioè sanno in quale co-
Simone Massimi, Liliana Speranza, pezzi e bollirlo per 10 minuti, raschiate la pelle, e sfogliate i pezzi stellazione era situato il sole al olio extravergine di oliva e fate rosolare uno spicchio dei aglio
Stefano Valente, Nico Valerio, Caterina in un piatto di portata, copritelo con un cuore di sedano a piccoli momento della loro nascita. è intero e la cipolla, aggiungete i pomodori secchi tagliati a pez-
Zonno, Leonardo Zonno. filetti, aggiungendo le olive, preparate una salsina con olio succo sufficiente sapere in che giorno zettini, i carciofi e le patate. A questo punto, salate aggiugete
di un limone se il baccala e sciapo aggiungete un pizzico di sale e in che mese si è nati. Pochi poco brodo e lasciate insaporire per circa 5 minuti. Aggiungete
Collaboratori Regionali e pepe sbattete la salsina fino a farla diventare una crema mette- conoscono anche dove hanno ora un litro di brodo vegetale (o quello con il dado), portate a
Lombardia: Ferruccio Ciavatta. tela sopra al baccala. Sarà gustosissimo e salutare. avuto l’ascendente: è necessa- bollore e unite il riso o pastina. Fate cuocere e servite con una
Piemonte: Nino Nemo. rio conoscere la propria ora di spolverata di formaggio pecorino grattugiato, il pane abbrustolito
Valle D’Aosta: Pietro Buttiglieri. BACCALA FRITTO nascita e aver consultato al- e tagliato a dadini è il tocco di golosità finale. Buon appetito!
Trentino-Alto Adige:G. Giordani, Lara Cavaliere. Fate a pezzi il baccala già ammollato, raschiate la pelle, infarina- cune tabelle oggi facilmente Marina Giudicissi
Friuli-Venezia Giulia: Pietro Jacono telo più di una volta, con la farina di grano duro, come vedete che reperibili. L’oroscopo è il qua-
a assorbito la farina, infarinate ancora, quasi a formare una pa- dro esatto della posizione pla-
Veneto: Raffaele Cecconi, Mattia N. Scavo.
Liguria: Carmela De Nitto.
Emilia Romagna:Maurizio Bellavista
stella, friggetelo in olio exstra vergine di oliva, aggiungendo due
rametti di rosmarino e uno spicchio di aglio con la sua camicia.
netaria riferita al luogo e alla
data e ora di nascita.
PRESENTATA LA “RIVISTA
Toscana: Silvia Renzi.
Marche: Ivo Costamagna.
fatelo rosolare molto bene, fino che diventi croccantissimo sarà
gustosissimo. Se avanza per il giorno dopo, sempre che non sia
Marina Giudicissi DI DIRITTO SPORTIVO” DEL CONI
salato fate una salsina di crema di alice un poco di Il 14 dicembre è stata presentato a Roma, nel Circolo Canottieri
Umbria: Cosimo Roberto Vento
Lazio: Lucilla Petrelli, Antonio Bartalotta. aceto balsamico e un bel ciuffo di prezzemolo op- LE DIECI LOCALITÀ Aniene, l’ultimo numero della “Rivista di Diritto Sportivo” del
CONI, il periodico fondato da Giulio Onesti nel 1949, che ha dato
Campania: Florinda Battiloro.
Abruzzo: Maria Assunta dé Frassine.
pure di basilico tutto frullato nel mixer poi rico-
prite il vostro baccala, altra fase, se vi piace SCIISTICHE un importante contributo alla riflessione scientifica sull’argo-
mento, conquistando prestigio anche all’estero. Hanno parteci-
Molise: Maria Cristina Bernardo. caldo, il vostro baccala rosolato, ecco un altro
modo di gustarlo, in una padella aderente ta-
PIÙ BELLE D’ITALIA pato all’incontro: Giovanni Malagò, Alberto Gambino, Massimo
Puglia:Mariannina Sponzilli.
gliate un cipollotto mettete l’olio tagliate a metà Molti si chiedono quali siano Fabbricini, Giulio Napolitano, Xavier Iacobelli, Massimo Maz-
Basilicata: Giustino Setteducati. zitelli e Guido Talarico (quest’ultimo in veste di moderatore).
Calabria:Antonio Bartalotta, Michele Biafora. i pomodorini di pachino fate cuocere dolcemente le località sciistiche italiane più Massimo Fabbricini, giornalista ed ex capo della comunicazione
Sicilia: Giuseppe Canale. e mettete il baccala, facendo insaporire insieme, ag- belle per poter progettare la del CONI, ha ricordato le dieci Olimpiadi alle quali ha partecipato
giungendo tritato del basilico e qualche cappero. Sentirete che propria settimana bianca. Se- in veste di giornalista e ha fatto un confronto fra la situazione at-
Sardegna: Annamaria Chirigoni. squisitezza. Liana Botticelli condo le agenzie di viaggio ed tuale e quella degli anni Settanta-Ottanta. In quegli anni il CONI
CORRISPONDENTI DALL’ESTERO i migliori sciatori i parametri veniva considerato un modello da imitare. Il Totocalcio, al-
Argentina: Rosa Cecconi da prendere in considerazione l’epoca, era la grande fonte di finanziamento dello sport in Italia.
Belgio:Francis e Richard Dessart, Francoise Vercruysse sono quelli come la bellezza Oggi lo sport viene finanziato dallo Stato con circa 400 milioni
Bolivia: Emma Rosario Imanà delle montagne e del paesag- di euro l’anno: una cifra pari a circa un quarto di quella che per-
Cina: Pietro Fiocchi gio, la grandezza del compren- cepiva negli anni d’oro. E questo fa sì che il CONI non possa più
Costarica: Olga Coll sorio e la qualità degli impianti sostenere le attività di investimento che faceva in passato, come
Croazia: Sania Mihalina e infine la qualità dell’offerta la costruzione di impianti e il finanziamento delle società spor-
Federazione Russa e C.S.I.: Pietro Fiocchi alberghiera. Quasi tutte le lo- tive. Attività di investimento che consentivano, tra l’altro, di va-
Francia: Jean Claude Leroy, Jean Pierre Duriel calità sciistiche più belle d’Ita- lorizzare i giovani talenti, permettendo loro di fare esperienza a
Germania: Giancarlo Sordon lia sono situate della zona del livello internazionale. Il prof. Alberto Gambino ha illustrato la
Gran Bretagna: E. Caprarella, C. Di Massimo Trentino Alto Adige, poste nel funzione giuridico-sociale e la struttura organizzativa della Rivi-
Olanda: Teresa Van Der Hallen, Tosca Poggialini cuore dei monti ed immerse sta, di cui è direttore scientifico. La Rivista si avvale inoltre di
Portogallo: Maria Rego nei boschi. ì Alta Badia (Tren- una complessa struttura di Comitati di esperti, che ne garanti-
Romania: Eugen Evu tino Alto Adige), Val Gardena scono l’eccellenza e la qualità scientifica. Con riferimento al go-
Serbia: Dubravka Stegnjaic (Trentino Alto Adige), Ma- verno dello sport, Giovanni Malagò ha auspicato, nella sua veste
Spagna: Maria Josè Vidal Vidal ANCHE SERVIZIO A DOMICILIO donna di Campiglio (Trentino di presidente del CONI, un salto di qualità sul piano culturale che
possa superare certe tendenze “familistiche” e settoriali che ten-
Slovacchia: Marina Hostacna Alto Adige), Val di Fassa
Ucraina: Nataliya Kudryk (Trentino Alto Adige), Breuil dono talora a prevalere nella gestione delle società sportive (so-
Usa: Teresinka Pereira prattutto calcistiche).
Cervinia (Valle d’Aosta), Cor- Questo anche al fine di salvaguardare la credibilità di un settore
Punto di distribuzione tina d’Ampezzo (Veneto), come lo sport che, oltre ad avere un immenso influsso sul co-
Stampa: Monterosa Ski (ai confini), La stume e sulla pubblica opinione, può essere annoverato fra le
digitaledigitale srl del periodico Thuile (Valle d’Aosta), Tre prime dieci imprese del Paese per entità di fatturato. La “Rivista
Via Emilio Salgari 14/16 - Roma Cime Dolomiti (Trentino Alto di Diritto Sportivo” è linkata al sito del CONI e può essere vi-
Attività editoriale di natura L’Attualità Adige), Livigno (Lombardia). sualizzata all’indirizzo web www.rivistadirittosportivo.coni.it.
non commerciale Sonia Cozza Silvia Iovine
(art. 4, D.P.R. 26/10/72,
n 633 e successive modifiche)

Gli articoli firmati e le foto, inediti ed esenti


da vincoli editoriali, esprimono le opinioni
CENARE TROPPO TARDI È UN ERRORE
personali degli autori che ne assumono diret- E’ un classico mettersi davanti la tv dopo aver cenato oppure mangiare “tardi” la sera. Da una ricerca condotta dall’ Università della Pensilvania è stato rilevato che
tamente la responsabilità. La Direzione, in consumare l’ultimo pasto della giornata meno di due ore prima di quando andiamo a dormire, danneggia il nostro metabolismo e non solo. Farlo significa non dare
base agli spazi disponibili, si riserva la facoltà
di selezionare ed abbreviare gli articoli perve- la possibilità al nostro corpo di bruciare le calorie introdotte e neppure di digerire il cibo in modo corretto. In questo modo si rischia di mandare in tilt l’intero sistema
nuti. In linea di massima la collaborazione è a metabolico. Il corpo umano perde la capacità di smaltire quello che mangiamo e il cibo viene trasformato in centimetri in più sul nostro corpo. Colpevole dell’aumento
titolo gratuito. È prevista una retribuzione
solo per i praticanti pubblicisti e per i corri- di peso è il cortisolo, l’ormone dello stress, prodotto dalle ghiandole surrenali.
spondenti dall’estero. La mattina è ai suoi massimi livelli - e va assecondato con colazioni ricche ed equilibrate - mentre la sera raggiunge la sua quantità minima nel corpo. Se il pasto se-
rale viene posticipato oltre l’orario delle 21, il cortisolo è costretto ad affrontare un’attività anomala che, tra tante conseguenze, può infatti determinare un aumento
Tiratura programmata: del grasso addominale. Anche gli spuntini a notte fonda causano dei picchi di insulina nel sangue e aumentano i rischi legati alle malattie cardiovascolari e croniche
100.000 copie come il diabete. Per evitare ciò, il modo migliore è quello di cenare entro un tempo prestabilito, che non dovrebbe superare le 19, e rispettare i tre pasti al giorno. In
questo modo ci sentiremo sazi più a lungo e senza chili di troppo. Antonella Vecchiariello

Via Macchia San Luca 34


zona ind.le Rio Freddo
85100 Potenza
Tel. e fax 0971.508049
email: info@abitarefranco.it