Sei sulla pagina 1di 3

Ho usato il titolo italiano con sottotitolo di derivazione indiana perchè è un metodo usato fin dall'antichità

dalla medicina ayurvedica ma anche scoperto e largamente usato al principio del secolo da illustri
ricercatori quali Mayr, Kousmine, Kneipp.

Sia gli antichi che i moderni sono arrivati ad una semplice conclusione: tutte le malattie hanno inizio
dall'intestino. Se il tratto intestinale è sano anche il resto sarà integro. INUTILE curare un corpo intossicato
introducendo medicine che alla fine andranno ad alimentare le malattie innescando un giro vizioso e
perverso. Partendo da questo principio cercarono la "medicina" adatta allo scopo. TUTTI arrivarono alla
stessa conclusione: l'ACQUA. Restava il metodo che unito ad una sana alimentazione assolutamente
indispensabile per "non peccare più" avrebbe donato la guarigione.

Per conto mio apro la discussione indicando uno schema generale che NON troverà subito consensi.
Ricordo solo che non sono mie scoperte. Ricalco solamente metodi che hanno avuto successi quasi al 100%
misurati in centinaia di anni e milioni di persone.

La parte dell'alimentazione ipotossica rimarrà a carico di Oro.

I link postati riguardanti la tecnica dello shank illustrano con dovizia e perfezione il procedimento, aggiungo
solo che per quanto illustrato con semplici parole non deve essere trascurato il più piccolo dei particolari,
consiglio di saltare la parte che illustra l'interruzione del "sifone" perchè troppo ostica per gli occidentali,
ma mi piacerà parlarne se qualcuno volesse saperne di più. Importantissimo l pasto a base di riso molto
cotto condito con almeno mezz'etto di burro. Non preoccupatevi che non farà male. Il burro non è poi
quello spauracchio che si vuol far credere.

Ma non finisce qui, carissimi. Il mio sadismo va oltre il semplice shank. Questo è solo l'inizio :ph34r:

Una buona cura disintossicante comprende ANCHE la pulizia profonda dell'intestino. Da sola non può fare
miracoli e disincrostare 9 mt di organi vessati da anni di errori.

Abbiamo deciso la pulizia dell'intestino facciamo un prg. di almeno 15 gg.

Domani devo cominciare. Bene: vado a letto la sera prima con una semplice cena a base di 1/2 ananas (io
ne mangio uno..la fame è fame :wacko: ).

L'indomani, un bel bicchierone di acqua leggermente tiepida addizionata di un CUCCHIAINO da caffè di


SOLFATO DI MAGNESIO (sale inglese) :sick: la dose è minima e si può bere. Si dovrebbe fare un piccolo
massaggio al ventre con movimenti rotatori da dx a sx e poi....(è un pò dura) si deve compiere un clistere di
ca. 1,5 lt di acqua tiepida addizionata con un CUCCHIAIO di sale inglese, sdraiati per qualche minuto sul
fianco sinistro 1 minuto sulla schiena 1 minuto sul fianco dx e poi....evacuare.

Dopodiché si può fare colazione che consiglierà ORO.

Piccola pausa. Siete ad un bivio:

Si può iniziare con lo shank e per 3 giorni niente lavaggi intestinali. Al 4^ giorno si comincia e si prosegue
per ancora 4 gg.(lavaggio + bicchire) La settimana successiva si riduce progressivamente la quantità d'acqua
fino a 1/2 lt solamente fresca e si conclude la completa pulizia

Si può omettere lo shank e allora i giorni sono 7+7 di lavaggi più bicchiere compresa alla seconda settimana
la riduzione.

In particolare la 2^ settimana si alterna un giorno lavaggio con solfato un giorno acqua fresca.

Non ci si deve preoccupare dell'uso del solfato. E' minimo ed occasionale. Non danneggerà.
Ci sono particolari da aggiungere. Questo è l'inizio. Cominciate a chiedere. Sono qui.

Moltissimo ci sarà da dire sull'alimentazione, sul modo di mangiare, di distanziare i pasti...ma non si può
concludere in un solo articoletto, abbiamo dei limiti.

Preciso che nessuno ha mai reclamato, forse perchè.... :alienff: :)

Bene. Questa è la versione occidentale della versione tibetana originaria, non usiamo quest'ultima perchè
prevede la sola assunzione della propria urina. Per ripulire a fondo, utilizzando il giusto metodo, 3 giorni
sono sufficienti, se si riesce però a farli.

Il primo giorno sarebbe bene non mangiare alcunchè di solido.

Un litro di acqua naturale in cui verranno disciolti 150 grammi di miele integrale biologico andrà bene per
ripristinare alcune condizioni della permeabilità intestinale, oppure 2 litri con 300 grammi di miele.

Secondo e terzo giorno a base di sole verdure fresche, crude, di stagione, soprattutto quelle che hanno
attività depurativa, diciamo, carciofo, tarassaco, rabarbaro, cardo, finocchio, cavolo, radicchio.

Il secondo giorno verranno usati solo centrifugati, il terzo giorno a colazione il centrifugato, pranzo e cena
interi.

Successivamente il modello alimentare deve cambiare radicalmente da quello abituale.

Chi riesce deve eliminare totalmente i cereali e derivati di ogni tipo, zucchero bianco e di canna e patate.

Restano verdura, frutta, legumi, soprattutto, carni bianche e magre, possibilmente selvaggina, facendo
attenzione al contenuto in istamina, pesce magro, formaggi di capra o di pecora, il tutto in modiche
quantità e dissociando ogni pasto.

Il tutto per almeno 13 mesi. Ciò fatto, l'organismo recupera circa 20 anni di vitalità.

Sono abbastanza ottimista.


Se qualcuno poi riuscisse a fare come si faceva in Tibet, dopo la pulizia intestinale consigliata da Skorpy o
quell'altra, si andrebbe giù di urina quotidianamente. Ma anch'io ho perso l'abitudine, a dire il vero, e con
questa alimentazione il liquido è un pò più sgradevole.

Comunque, 2 litri di acqua al giorno possono sostituire per alcuni aspetti.

Se il corpo è stato correttamente ripulito, si alterneranno gli alimenti, mantenendo verdure ad ogni pasto.

Quindi una volta formaggio, una volta legumi, una volta carne leggera, una volta pesce magro, si possono
assumere anche 4 uova a settimana, due alla volta, non fecondate, possibilmente.

L'uso di spezie come condimento eviterà l'eccesso di fermentazioni e putrefazioni e avrà effetto antibiotico
naturale, per parassiti, batteri, virus, funghi patogeni, di protezione antiossidante e antinfiammatoria.

E' buona norma assumere anche tisane digestive, rilassanti, rinfrescanti, vitaminizzanti e mineralizzanti.

A tal fine, equiseto, ortica, gramigna, carciofo, cardo, tarassaco, malva, vanno bene.

Ora, questo può essere fatto da sè in condizioni più o meno buone di salute, se vi sono disturbi seri o
malattie è bene essere seguiti a livello medico. E' sempre possibile incorrere in problemi, vi sono rischi e
pericoli. Nessuno è in grado di sapere se le sue condizioni possono presentare controindicazioni a tali
pratiche, occorre perlomeno monitorare i parametri vitali.

Che ne dite, di queste pratichine qui, eh? :woot: