Sei sulla pagina 1di 2

L'ultima volta che ci siamo lasciati...

... Vi siete addentrati nelle fogne di Naskar, dove avete scoperto risiedere la
gilda dei ladri, o almeno una parte. Siete andati con lo scopo di trovare il
mandante dell'assassinio del Governatore Rickon e per fare un favore a Teslan,
l'incantatore della citt�, il quale vi ha chiesto di ritrovare la spada a lui
sottratta giorni prima. Dopo diversi ostacoli posti per mettervi alla prova, siete
arrivati nella sala Ovale, una caverna in pietra dove Zorg il Mezzorco teneva i
suoi loschi affari. Dico teneva perch� con dei tiri molto fortunati, Soraka �
riuscita ad allentare le ostilit� del mezzorco, il quale aveva proposto di
aspettare con voi il mercante ladro della spada Mosai Marbrand, e in seguito
uccidere Zorg piantandogli un pugnale nella gola, tagliargli la testa(brutale) e
filare via dalla camera che intanto si stava riempiendo d'acqua, risultato di una
trappola.
Dopo aver attraversato di corsa una sala con un macigno rotolante, schivato da
Ragnar, siete giunti infine in una sala ottagonale buia. I 2 halfling gregari di
Zorg si sono barricati in quella che pare una piccola fortezza di pietra rossa e
con grande divertimento hanno richiamato la bestia che viveva nelle profondit� di
un buco nel terreno, ora ricoperto da uno strato d'acqua che vi bagna fino alle
ginocchia, proveniente dalla camera precedente.

Vi ritrovate davanti alla bestia, la grande forma Verde da bruco orrida, accentuata
dalle miriadi di luci verdognole di lucciole attaccate al soffitto della parete.
Una bestia aberrante, alta circa 5 metri e larga altrettanto, le ventose lucide
attaccate alla parte bassa del corpo, i numerosi tentacoli viscidi si muovono lenti
partendo dalla bocca dai denti affilati, 2 zanne taglienti ai lati di essa, gli
occhi sporgenti neri come la notte. Un'odore di putrefazione vi colpisce come un
maglio, facendovi storcere il naso.

Sentite una voce arrivare da dietro la bestia, in alto dove risiede la struttura
rossa "5 monete d'oro che non sopravvivono il minuto eheh"

Il gorgoliare dell'acqua che scorre dalla stanza ovale, fino a sfociare in questa
sala, � l'unico altro suono udibile oltre al sommesso ruggito della bestia,
inquietante.

Tirate d'iniziativa!

Tentare di tirare via la pietra � una sfida tra forza e tenacia. se riuscita,
infligge 2d6+3 danni al Vermeiena e si stacca dal corpo, facendo adirare il mostro
che si concentrer� su chiunque ci sia riuscito.

LA PIETRA ROSSA BRILLERA' DAL CENTRO DEGLI OCCHI DEL VERMEIENA QUANDO SARA'
SANGUINANTE.

" Il corpo deforme della bestia � ora immobile sul terreno bagnato. l'odore di
putrefazione della bestia ancora aleggia nell'aria. Il bagliore rosso ora � ben
visibile, al centro degli occhi del mostro: � una pietra grande quanto un pugno,
leggermente brillante nel buio della caverna."

se la impugnano: " quando tocchi la pietra, � fredda al tatto, sfaccettata di mille


tonalit� di rosso, ma nel giro di 2 secondi inizia a vibrare e un'onda d'urto
fortissima si propaga dalla pietra, investendovi come un forte vento, facendovi
volare a 3 metri da dove eravate(1d6 danni, proni).. Dentro di voi sentite un
freddo glaciale, innaturale, un immagine di un volto d'ombra per una frazione di
secondo si para davanti ai vostri occhi, svanendo come � arrivato. Vi sentite
leggermente storditi, e guardando per terra, ora la pietra � opaca, la luce di cui
brillava sparita."
I 2 halfling (Anku e Yoris) saranno spaventati se il gruppo uccider� la bestia.
Cercheranno di ragionare, dicendo che non parleranno mai a nessuno di loro e che se
ne andranno dalla citt� il giorno stesso e se non saranno convinti, si
barricheranno dentro il forte.

ASPETTANO MOSAI

Ispezionando la sala ottagonale, vedete una leva affianco alle grate metalliche
chiuse. Tirandola, sentite un rumore metallico schricchiolare, e subito l'acqua
inizia a calare di volume, prosciugando la sala ovale nel giro di 2 minuti. La sala
� ora completamente buia, senza le luci a rischiarirla.

ARRIVO DI MOSAI

Dovete aspettare quache ora prima di sentire delle voci sommesse arrivare dal
tunnell all'inizio della sala. 3 figure mediamente alte, vestite di cuoio con delle
spade in una mano e delle torcie nell'altra entrano nel salone e in mezzo a loro,
un'Halfling grassottello, occhi incassati, capelli bruni e medio lunghi e dal passo
incespicante. Sta lamentandosi " Ma dove sono finite le buone maniere dico io, sono
un rispettoso mercante! Heil�, c'� nessuno qui?! non mi avrete fatto venire in
questo buco merdoso per nulla?! Mi � gi� costata una guardia, grazie alle vostre
maledette contromisure! Ma dove sono tutti..."
Le figure iniziano a camminare verso il centro della sala, attraversandola piano e
scrutandosi attorno. Notate una Spada lunga appesa alla cintola di Mosai, con il
fodero argentato, quasi che tocca per terra con la punta.
Cammina fino al tavolo nella Sala Ovale. Se nessuno risponde si spazientisce dopo
10 minuti e se ne va da dove � venuto.
"Maledette canaglie! Sapevo che non ci si poteva fidare! Andiamo via..."

Mosai cercher� di parlamentare con i personaggi, di trovare un accordo, pagando 200


monete d'oro per lasciarlo andare. Se costretto, parler� della sua relazione con
suo cugino Otago e di come lui � sempre stato il fortunato della famiglia, si �
preso gli affari migliori e ha lasciato a lui i commerci minori.