Sei sulla pagina 1di 16

Impianti di propulsione navale

Concetti dellimpiantistica navale


 Gli impianti di propulsione e generazione elettrica svolgono due funzioni essenziali
per loperativit della nave. Il grado di integrazione fra tali impianti variabile : a
volte essi sono completamente separati, a volte sono strettamente integrati mentre,
nella maggior parte dei casi, sono interconnessi, come ad esempio nel caso di
generazione elettrica tramite alternatore asse mosso dal motore di propulsione;

 Gli impianti propulsivi possono essere divisi in due categorie:

 Impianto propulsivo meccanico: tipo convenzionale, caratterizzato dalla


trasmissione meccanica dellenergia dal motore primo al propulsore.
Componenti fondamentali sono il motore primo, diesel-turbina ecc, la
trasmissione e il propulsore.
In tal caso, la generazione elettrica solitamente costituita da gruppi diesel-
generatori separati, con possibile collegamento di un generatore asse alla
propulsione;
 Impianto propulsivo elettrico: il propulsore mosso da un motore elettrico. La
potenza elettrica per la propulsione e per tutti gli altri sistemi pu essere
generata da centrali separate o, come duso modernamente, da ununica
centrale, solitamente composta da gruppi diesel-generatori. Questultima
soluzione integrata utilizza nel modo pi efficiente i generatori.
Data: 15/02/2007 1
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale
 La scelta del tipo di impianto avviene sulla base di considerazioni economiche che
considerano il costo di acquisto, il costo di installazione e commissioning, il costo
del personale per la gestione e il costo operativo annuale (combustibile, olio
lubrificante e manutenzioni) oppure il costo esteso al ciclo di vita della nave (Life
Cycle Cost-LCC);

 Altri importanti fattori da tenere presenti per la definizione del tipo di impianto sono:

 Requisiti di potenza legati alle velocit nave nelle diverse condizioni operative;
 Ingombri e pesi;
 Affidabilit, disponibilit e flessibilit operative;
 Facilit e spazi ridotti di manutenzione;
 Rete di assistenza tecnica nelle aree operative della nave;
 Garanzia standard offerta dal fornitore;
 Tempo medio necessario per la fornitura delle parti di ricambio principali o del
macchinario completo;

Data: 15/02/2007 2
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale
 Livello di ridondanza dei componenti essenziali per il funzionamento;
 Addestramento del personale di bordo alla gestione e manutenzione degli
impianti;
 Tipo e configurazione del sistema di monitoraggio, allarme e controllo;
 Livelli di rumore, aereo e strutturale, e di vibrazioni indotte dal macchinario;
 Livello di segnature (elettromagnetica, termica, acustica , infrarossi, ecc.)
importanti per navi militari;

Data: 15/02/2007 3
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale

DIESEL
GENERATORI

LINEA DALBERI

MOTORE
PRINCIPALE

Impianto propulsivo di tipo meccanico con motore diesel lento a due tempi
direttamente collegato alla linea dalberi.
La centrale elettrica completamente separata dalla propulsione.

Data: 15/02/2007 4
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale

DIESEL
ALTERNATORE GENERATORI
ASSE
LINEA DALBERI

MOTORE
PRINCIPALE

Impianto propulsivo di tipo meccanico con motore diesel lento a due tempi e
alternatore asse coassiale alla linea dalberi.
Esempio di parziale integrazione fra propulsione e generazione elettrica.

Data: 15/02/2007 5
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale

DIESEL
LINEA DALBERI GENERATORI

MOTORI
PRINCIPALI

Impianto propulsivo di tipo meccanico con motori diesel medium speed collegati
alla linea dalberi mediante riduttore di giri.
La centrale elettrica completamente separata dalla propulsione.

Data: 15/02/2007 6
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale

ALTERNATORE
ASSE
DIESEL
LINEA DALBERI GENERATORI

MOTORI
PRINCIPALI

Impianto propulsivo di tipo meccanico con motori diesel medium speed collegati
alla linea dalberi mediante riduttore di giri. Una presa di potenza (Power Take Off) con
moltiplicatore di giri azionato dal riduttore muove lalternatore asse.
Esempio di parziale integrazione fra propulsione e generazione elettrica.

Data: 15/02/2007 7
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale

MOTORI
PRINCIPALI

DIESEL
LINEE DALBERI
GENERATORI

MOTORI
PRINCIPALI

Impianto propulsivo bielica di tipo meccanico con motori diesel medium speed
collegati alle linee dalberi mediante riduttori di giri.
La centrale elettrica completamente separata dalla propulsione.
Data: 15/02/2007 8
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale

MOTORI
ALTERNATORE PRINCIPALI
ASSE

DIESEL
LINEE DALBERI
GENERATORI

ALTERNATORE
ASSE MOTORI
PRINCIPALI

Impianto propulsivo bielica di tipo meccanico con motori diesel medium speed
collegati alle linee dalberi mediante riduttori e alternatori asse mossi da PTO.
Esempio di parziale integrazione fra propulsione e generazione elettrica.
Data: 15/02/2007 9
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale

MOTORI
ELETTRICI DI
PROPULSIONE

LINEE DALBERI DIESEL


GENERATORI

Impianto propulsivo bielica di tipo diesel-elettrico. I motori elettrici di propulsione


sono direttamente collegati alle linee dalberi. I gruppi diesel generatori forniscono la
potenza elettrica necessaria alla propulsione ed ai servizi di bordo.
Esempio di integrazione totale fra propulsione e generazione elettrica.
Data: 15/02/2007 10
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale
 Impianti propulsivi con motore principale direttamente collegato alla linea dalberi.

La maggior parte delle navi da carico convenzionali, come ad esempio navi cisterna,
portacontenitori, portarinfuse, sono dotate di motore diesel lento a due tempi
direttamente collegato alla linea dalberi. Caratteristiche tipiche di questo tipo di
motore :

 opera con olii combustibili ad alta viscosit di costo relativamente basso,


 ha un elevato rendimento termodinamico,
 non necessita di riduttore di giri,
 molto affidabile,
 le sue caratteristiche di peso ed ingombro sono accettabili per i tipi di navi
a cui destinato.

Le velocit di rotazione di questo tipo di motore sono comprese fra 80 e 200 giri al
minuto.
In questo tipo di propulsione, lelica pu essere sia a pale fisse che a pale orientabili.
Il tipo a pale fisse il pi comune, tenuto conto che il motore diesel a due tempi
reversibile. Il moto della nave viene controllato regolando la direzione di rotazione e i
giri del motore.
Data: 15/02/2007 11
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale
A fronte di un costo e di una complessit costruttiva maggiori, lelica a pale orientabili
consente alla nave velocit estremamente basse e la possibilit di uninversione del
moto pronta e dolce.

La richiesta di potenza elettrica viene soddisfatta da una centrale elettrica indipendente


e, alle volte, da un alternatore asse mosso dalla linea dalberi. Normalmente,
lalternatore asse fornisce potenza elettrica quando la nave in navigazione alla
velocit di servizio.

Negli impianti con elica a pale fisse in cui la velocit della nave viene regolata variando
i giri, lalternatore asse produce tensione a frequenza variabile che deve essere
convertita da un dispositivo elettronico di potenza prima di poter essere utilizzata in
rete.

A bassa velocit, la riduzione di giri della linea dalberi tale che lalternatore asse non
pu mantenere la sua tensione nominale. In tal caso intervengono i gruppi diesel
generatori.

Data: 15/02/2007 12
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale
La scelta del numero e della potenza dei diesel generatori viene effettuata in modo che
in ogni condizione operativa la richiesta di potenza elettrica possa essere soddisfatta in
modo efficiente, senza dover utilizzare i gruppi a carichi eccessivi o troppo bassi.

Per ragioni di ridondanza, sono richiesti dalle normative almeno due gruppi generatori
indipendenti, ciascuno in grado di garantire loperabilit e labitabilit della nave.
In aggiunta deve essere previsto un gruppo diesel generatore di emergenza.

Lalternatore asse non installato per ragioni di ridondanza, ma per migliorare il


rendimento della generazione elettrica e ridurre i costi operativi :

 il motore principale, di taglia nettamente maggiore rispetto ai diesel che


azionano i generatori, ha un rendimento migliore,

 il costo di manutenzione minore perch si riducono le ore di servizio dei


diesel generatori.

Data: 15/02/2007 13
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale
 Impianti propulsivi con motore principale collegato alla linea dalberi tramite
riduttore di giri
Nel caso in cui la velocit del motore primo sia pi alta della velocit alla quale
lelica pu operare in modo efficiente, necessario collegare il motore primo alla
linea dalberi tramite un riduttore di giri. E il caso dei motori diesel medium o
high speed, delle turbine a gas e delle turbine a vapore.

Il riduttore di giri pu essere usato non solo per lovvia funzione di ridurre la
velocit del motore primo, ma anche contemporaneamente per combinare la
potenza di due o pi motori primi su ununica linea dalberi, o per dividere la
potenza fra pi alberi, uno dei quali pu essere ad esempio lalbero di uscita di una
presa di potenza (Power Take Off).

In impianti di potenza relativamente bassa, al riduttore di giri pu essere


combinato un invertitore che consente linversione del senso di rotazione
dellelica.

Data: 15/02/2007 14
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale
Generalmente, linversione del moto in impianti con riduttore di giri viene ottenuta
mediante lelica a pale orientabili.

Fanno eccezione gli impianti con turbine a vapore, dotate di turbina separata per la
marcia addietro.

La richiesta di potenza elettrica viene soddisfatta da una centrale elettrica


indipendente e, alle volte, da un alternatore asse mosso da presa di potenza sul
riduttore di giri.
Poich in questi impianti propulsivi generalizzato luso dellelica a pale orientabili,
la velocit di rotazione della linea dalberi pu essere mantenuta costante. La spinta
dellelica verr allora controllata variandone il passo. Ci consente alllalternatore
asse di produrre tensione a frequenza costante anche a basse velocit nave e in
manovra. Si pu cos evitare linstallazione di un convertitore di frequenza.

Data: 15/02/2007 15
Impianti di propulsione navale
Concetti dellimpiantistica navale
 Impianti propulsivi elettrici

I generatori, mossi dai motori primi, alimentano i motori elettrici di propulsione


tramite una sistema elettrico composto da :

 quadro elettrico principale


 trasformatori e convertitori di potenza

In generale, la propulsione elettrica risulta conveniente quando :

 il carico elettrico per servizi ausiliari e funzioni operative rilevante, come


ad esempio sulle navi da crociera,
 necessario installare a bordo un certo numero di propulsori distribuiti,
come ad esempio i thrusters azimutali per posizionamento dinamico nei
mezzi offshore.

Data: 15/02/2007 16