Sei sulla pagina 1di 89

Firmato digitalmente da

GIUSEPPE D'ANGELO

CN = D'ANGELO
GIUSEPPE
O = non presente COPIA
C = IT
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
(PROVINCIA DI PALERMO)

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

N. 59 del 25-05-2017

OGGETTO: Affidamento incarico legale per trattative afferenti eventuale transazione tra il
Comune di Isola delle Femmine e il signori Agostino Lo Bianco e altri.

Lanno 2017, il giorno 25 del mese di MAGGIO, con inizio alle ore 17.05 nella sala delle adunanze della
Sede Comunale, si riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.

Previa losservanza delle formalit prescritte dalla vigente normativa, vennero oggi convocati a
seduta i componenti la Giunta Comunale.

Allappello risultano:
Presenti: Assenti:
BOLOGNA STEFANO LUCIDO ANNA MARIA
MANNINO ANGELO
PUCCIO ROSSELLA
CALTANISSETTA GIUSEPPE

Riscontrata la validit della seduta dal numero degli intervenuti, il SINDACO BOLOGNA
STEFANO, assume la Presidenza, dichiara aperta la seduta ed invita la giunta a deliberare
sullargomento di cui alloggetto sopra indicato.

Partecipa il Vice Segretario comunale CROCE ANTONIO, il quale provvede alla


redazione del presente verbale.
Il Responsabile del 1 Settore, su disposizione del Sindaco, Stefano Bologna, sottopone allapprovazione
della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione: Affidamento incarico legale per trattative
afferenti eventuale transazione tra il Comune di Isola delle Femmine e il signori Agostino Lo Bianco e
altri.
Il Capo Settore
Premesso che la Suprema Corte di Cassazione, con sentenza n.8398/16 del 9.03.2016, depositata
in cancelleria il 27.04.2016, ha rigettato il ricorso proposto dallAvv. Saverio Lo Monaco nellinteresse
dellEnte, condannando il Comune di Isola delle Femmine alla rifusione delle spese di giudizio, al
risarcimento dei danni subiti, ai signori Agostino Lo Bianco e altri, per limporto di
3.703.774,79,quantificato al 05/05/2017, nellambito di un procedimento espropriativo preliminare per la
realizzazione di un complesso sportivo comunale con spazi esterni annessi, in Contrada Piana, tra la Via
Libert e la Via Kennedy, che ha visto coinvolto lEnte fin dal 1980;
Premesso che con nota prot.6586 del 17.05.2016, pervenuta per raccomandata A./R. e via pec, i
signori Agostino Lo Bianco + 23, tutti domiciliati presso lo studio legale, Avv. Massimiliano Mangano e
Avv. Giuseppe Geremia, hanno intimato il pagamento di cui sopra e costituito in mora lEnte, ex artt.
1219, 1224 c.c. e nel contempo hanno manifestato lespressa volont di addivenire ad una bonaria
definizione della controversia dietro pagamento della minore somma di 3.200.000,00;
Premesso che con nota prot.4466 del 17.03.2017, i signori Agostino Lo Bianco + 23, tutti
domiciliati presso lo studio legale, Avv. Massimiliano Mangano, hanno rinnovato le pretese richieste,
ribadendo di essere disponibili ad una transazione;
Preso atto che con nota prot.5558 del 6.04.2017, il Sindaco di questo Ente, ha comunicato allAvv.
M. Mangano, con riferimento alla proposta in esame, di avere preliminarmente richiesto agli uffici
finanziari di questo Ente, un esame dellincidenza di un impegno economico cos rilevante sulle risorse di
bilancio, tenuto conto del rispetto del limite di indebitamento di cui allart.204 del TUEL, della necessit di
continuare a garantire le esigenze collegate alla gestione dei servizi e della ricerca di una fonte di
finanziamento, rappresentando che il mancato raggiungimento di un intesa potrebbe produrre effetti
negativi sulla stabilit economico finanziaria dellEnte;
Considerato che con note prot. nn. 7409 e 7410, entrambe del 17.05.2017 sono stati introitati
dallEnte in intestazione atti di precetto portanti la complessiva somma di Euro 3.703.774,79,
nellinteresse dei sigg. Lo Bianco e altri, a firma degli Avv.ti Mangano e Geremia;
Considerato che non sussistono elementi per cui questo Ente, possa ricorrere in altre sedi
giurisdizionali e che la pendenza della vicenda potrebbe procurare ulteriore aggravio per le casse
comunali in termini di interessi e rivalutazione monetaria;
Considerato che sono intervenuti incontri tra lA.C. e gli avvocati Mangano e Geremia, a seguito
dei quali si convenuto che interesse delle parti, attraverso reciproche concessioni, transigere ogni
spettanza onde chiudere definitivamente qualsiasi ulteriore eventuale contenzioso esecutivo;
Considerato che una proposta transattiva inferiore allimporto gi richiesto di 3.200.000,00,
appare pienamente conforme allinteresse pubblico del Comune;
Dato atto che lAvv. Carmelo Santo Zangh, gi legale dellEnte nel precedente grado di giudizio, ha
fornito la disponibilit per rappresentare lEnte in detta fase stragiudiziale per limporto di .2.000,00,
oltre spese generali, IVA e C.P.A.;
Viste le leggi vigenti in materia;
Visto il vigente O.R.EE.LL;
Visto il decreto legislativo n. 267 del 18 agosto 2000;
Visto il vigente Regolamento comunale relativo agli incarichi legali;
Visto il c.b. di previsione, in corso di formazione;

PROPONE DI DELIBERARE
Per i motivi meglio espressi in narrativa, che qui sin intendono riportati e trascritti:
1. Di autorizzare, per i motivi espressi in narrativa, il Sindaco Stefano Bologna, quale legale
rappresentante dell Ente a procedere allaffidamento dell incarico legale allAvv. Carmelo Santo
Zangh, con studio in Palermo, Piazza Vittorio Emanuele Orlando n.41, al fine di porre in essere le
azioni esplorative necessarie per addivenire ad una transazione con le parti interessate;
2. Preso atto che l Amministrazione Comunale non ha ancora approvato il
bilancio di previsione per lesercizio finanziario 2017 e che pertanto in base
allart. 163 del TUEL , gli Enti locali possono effettuare, per ciascun intervento ,
spese in misura non superiore ad un dodicesimo della somma prevista nel
bilancio deliberato , con esclusione delle spese tassativamente regolate per
legge, non suscettibili di pagamento frazionato in dodicesimi;
3. Che le risorse necessarie, trovano imputazione sullintervento n.1010203 ex
cap.124 Spese per liti e arbitraggi del corrente bilancio di previsione in corso
di formazione , dando atto che lattuazione della spesa necessaria per evitare
che siano arrecati danni patrimoniali certi e gravi all Ente;
4. Dare incarico al Responsabile del I Settore di provvedere con propria
determinazione allassunzione dell impegno di spesa di .2.000,00,oltre oneri
generali,IVA e C.P.A.; IM.n.______/2017.

Il Responsabile del 1Settore


F.to Rosina Notarstefano

LA GIUNTA MUNICIPALE

Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dai pareri che si riportano in sintesi;
Ritenuta la stessa meritevole di approvazione;
Con votazione unanime eseguita nei modi e nelle forme di legge.

DELIBERA

Di approvare la superiore proposta di deliberazione: Affidamento incarico legale per trattative


afferenti eventuale transazione tra il Comune di Isola delle Femmine e il signori Agostino Lo
Bianco e altri..
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
(Provincia di Palermo)

Proposta n. 74 del 25-05-2017

PARERE TECNICO

In ordine alla regolarit tecnica della presente proposta, ai sensi dellart. 49, comma 1, TUEL
D.Lgs. n. 267 del 18/08/2000, si esprime parere: PARERE FAVOREVOLE

Isola delle Femmine l, 25-05-2017

Il Responsabile del Settore


F.to - NOTARSTEFANO ROSINA -

______________________________________________________________________________

PARERE CONTABILE

In ordine alla regolarit contabile della presente proposta, ai sensi dellart. 49, comma 1, TUEL
D.Lgs. n. 267 del 18/08/2000, si esprime parere: PARERE FAVOREVOLE

Isola delle Femmine l, 25-05-2017

Il Responsabile del Settore


F.to - CROCE ANTONIO -
IL PRESIDENTE
Il SINDACO
(F.to BOLOGNA STEFANO)

LASSESSORE ANZIANO. Il VICE SEGRETARIO


F.to SIG. MANNINO ANGELO (F.to DOTT. CROCE ANTONIO)

______________________________________________________________________________________

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE
(art. 124, comma 1, D.Lgs. n. 267/2000)

Si certifica che il presente atto viene pubblicato allAlbo Pretorio on-line di questo Comune da
oggi 29/05/2017 e vi rimarr pubblicato per 15 giorni consecutivi.

Il Vice Segretario Comunale


(F.to DOTT. CROCE ANTONIO)
Data 29/05/2017

Il sottoscritto Segretario Comunale visti gli atti dufficio

ATTESTA
Che la presente deliberazione stata comunicata con lettera prot. n. in data ai capigruppo
consiliari.(art. 125 D.lgs. 267/2000).
Il Vice Segretario Comunale
(F.to DOTT. CROCE ANTONIO)
Data 29/05/2017

____________________________________________________________________________
CERTIFICATO DI ESECUTIVITA
(art. 134 del D. Lgs. n 267/2000)

Si certifica che la presente deliberazione divenuta esecutiva il giorno ______________

in quanto dichiarata immediatamente eseguibile;


essendo trascorsi 10 gg. dalla pubblicazione.

Data, _______________

Il Vice Segretario Comunale


( )

_____________________________________________________________________________________
Firmati alloriginale:
IL PRESIDENTE
F.to PORTOBELLO Prof. GASPARE
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
LASSESSORE ANZIANO IL SEGRETARIO Provincia di Palermo
F.to PALAZZOTTO Sig. SALVATORE F.to SCAFIDI Dott. MANLIO

Copia conforme alloriginale, in carta libera, per uso amministrativo. Dal Municipio, l
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
03/05/2011
N. 42 DEL 05/04/2011
Visto: Il Sindaco Il Segretario Comunale
IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE
______________________ ______________________
Oggetto: RICORSO IN CASSAZIONE NEL PROCEDIMENTO LO JACONO + 5. CONFERIMENTO
INCARICO CONGIUNTO AGLI AVV. LO MONACO E ZANGHI SANTO.
Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti dUfficio,
CERTIFICA
Su conforme certificazione del Messo Comunale, che copia della presente deliberazione Lanno 2011 e questo giorno 05 del mese di aprile, alle ore 12.00 nella sala delle adunanze
in corso di pubblicazione allalbo pretorio per 15 giorni consecutivi a decorrere dal della Sede Comunale si riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
03/05/2011 come prescritto dallart. 11, L.R. n. 44/91
Presiede ladunanza PORTOBELLO Prof. GASPARE, nella sua qualit di SINDACO e sono
IL MESSO COMUNALE rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
F.to DANGELO Dott. GIUSEPPE

Presenti: Assenti:
 E stata trasmessa ai Capigruppo Consiliari con nota n. ___ del ___ come prescritto
PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
dallart. 15 comma 4 della L.R. n. 44/91, nel testo sostituito dallart. 4 L.R. n. 23/97,
trattandosi di materia di cui al comma3 della citata norma. PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
 E stata trasmessa al Co.Re.Co. con nota n. ___ del ___ per controllo di legittimit; RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
 su iniziativa della Giunta Comunale (art. 15, comma 2 - 2 periodo della L.R. 44/91, nel CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
testo sostituito dallart. 4 della L.R. n. 23/97);
 su richiesta di un quarto dei consiglieri (art. 15, comma 3 della L.R. 44/91, nel testo
sostituito dallart. 4 della L.R. n. 23/97) Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 1
L ____________ F.to Il Segretario Comunale
con lassistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO
______________________

Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione
CHE LA PRESENTE DELIBERAZIONE E DIVENUTA ESECUTIVA 05/04/2011
ed invita i convocati a deliberare sulloggetto sopraindicato.
 decorsi 10 giorni dalla data di inizio della pubblicazione non essendo pervenute richieste
di invio al controllo (art. 12, comma 1, L.R. n. 44/91);
 perch dichiarata immediatamente esecutiva, ex art. 12, comma 2, L.R. n.44/91;
 decorsi 20 giorni dalla ricezione dellatto al Co.Re.Co. il quale ne ha accusato ricevuta
in data ________ (art. 18, comma 6) o dei chiarimenti degli atti e delle notizie richieste,
(art. 19 comma 2) senza che ne sia stato comunicato il provvedimento di
annullamento;
 avendo il Co.Re.Co. comunicato di non avere riscontrato vizi di legittimit (art. 18,
comma 9, L.R. 44/91) con decisione n. _____ nella seduta del _____

L ____________ F.to Il Segretario Comunale


______________________
L'Ufficio Segreteria, su apposita disposizione del Sindaco, ha elaborato e propone LA GIUNTA MUNICIPALE
l'adozione della seguente deliberazione:
Vista la superiore proposta di deliberazione corredata dai pareri prescritti;
"CONFERIMENTO INCARICO CONGIUNTO, PER RICORSO IN CASSAZIONE, CAUSA LO
JACONO + 5. Considerato che l'incarico per il ricorso in Cassazione pu essere conferito all'Avv. Saverio Lo
Monaco con studio in Palermo, Via Dei Biscottari, 17 e all'Avv. Santo Zangh, con studio in Palermo Piazza
V.E. Orlando n41 Palermo, il quale Avv. Zangh ha gi rappresentato le ragioni di questo Comune in 1 e 2
grado;
LA GIUNTA MUNICIPALE
Dato atto che detti professionisti hanno, sempre verbalmente, dato la propria disponibilit ad
Premesso: accettare l'incarico congiunto;
Che deliberazione di Giunta Comunale n17 dell'08.02.2001 stato conferito l'incarico per Con votazione unanime espressa in forma segreta;
l'impugnazione in appello della sentenza del Tribunale di Palermo nella causa contro i Sigg.ri Lo Jacono + 5,
all'Avv. Santo Zangh;
DELIBERA
Che in data 05.04.2011 il predetto legale ha trasmesso con nota acquisita a questo protocollo generale
al n5616 copia della sentenza emessa dalla Corte di Appello di Palermo n1788/2010, nella causa de quo;
1. Conferire regolare incarico alle condizioni di cui all'allegato disciplinare agli avvocati Saverio Lo
Monaco con studio in Palermo, via Dei Biscottari, 17 e Santo Zangh con studio in Palermo, Piazza
Che lo stesso legale difensore del Comune ha richiesto con la citata nota di valutare l'opportunit di
V.E. Orlando, 41 perch gli stessi possano intraprendere ogni azione in difesa di questo Comune,
proporre ricorso in Cassazione, rappresentando, altres, verbalmente che, a suo giudizio esistono validi motivi
autorizzando lo svolgimento dell'attivit di difesa sia in forma congiunta che disgiunta.
per l'accoglimento in detta sede del ricorso;
Ritenuto, pertanto, conferire apposito mandato ad un legale iscritto all'albo dei Cassazionisti, stante 2. Approvare, pertanto, la predetta proposta di deliberazione regolarmente integrata dei nominativi dei
che l'Avv. Zangh, sempre verbalmente ha rappresentato di non possedere detto requisito; citati legali come sopra votati.
Visto il disciplinare d'incarico appositamente predisposto dall'ufficio di segreteria e ritenuto lo stesso
3. Ritenuta, quindi, l'urgenza del ricorso in Cassazione, con voti unanimi, palesemente espressi per alzata di
meritevole di approvazione;
mano, dichiara il presenta atto IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.
Vista la legge 8.6.1990, n.142, recepita con modifiche dall'art.1 della L.R. 11.12.1991, n.48;
Visto il vigente O.A.EE.LL.;

DELIBERA
1. Conferire, per i motivi espressi in narrativa, apposito incarico ad un legale iscritto all'albo dei
Cassazionisti con studio in _______, in Via ______________________, per l'impugnazione della sentenza
n1788/2010 emessa dalla Corte di Appello di Palermo;
2. Autorizzare il Responsabile del Settore Amministrativo a procedere alla stipula del disciplinare di cui
al punto 1;
3. Incaricare l'ufficio segreteria ad assumere apposito impegno di spesa con successiva determinazione.

PARERI AI SENSI DEGLI ART.53 E 55 DELLA LEGGE 8.6.1990, N.142, RECEPITA CON L'ART.1 DELLA
L.R. 11.12.1991, N.48.

Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarit tecnica della superiore proposta di deliberazione.

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

F.to Nunzia Pirrone


5. Ove i professionisti, nel caso del giudizio, ritengano necessaria la corresponsione di ulteriore somme
per l'attivit prestata, rispetto all'acconto gi corrisposto e prima del saldo, sono tenuti ad avvisare
immediatamente, con lettera raccomandata, il Comune di Isola delle Femmine dell'entit delle somme
necessarie, al fine di permettere la predisposizione degli atti di cui al procedimento di spesa,
indicando le ragioni della richiesta ed il prospetto dei diritti ed onorari ulteriori;

6. La mancata comunicazione dei modi previsti sub 6) comporter il, rifiuto, da parte dell'Ente, di ogni
prestazione ulteriore che non sia stata comunicata;
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
7. Gli avvocati nominati, unitamente e/o disgiuntamente dovranno costantemente tenere informata
l'Amministrazione sugli sviluppi del procedimento e in particolare:
Provincia di Palermo
OGGETTO: DISCIPLINARE DI INCARICO LEGALE AGLI AVV.TI SAVERIO LO MONACO,
CON STUDIO IN PALERMO VIA DEI BISCOTTARI N17 E SANTO ZANGHI' CON STUDIO IN a) presentare copia degli atti del giudizio, redatti dai legali nominati o dalla difesa avversaria,
PALERMO PIAZZA V.E. ORLANDO N41, PER L'IMPUGNAZIONE DELLA SENTENZA entro e non oltre 5 ( cinque ) giorni da quando ne siamo in possesso;
N1788/2010 EMESSA DALLA CORTE D'APPELLO DI PALERMO, NELLA CAUSA LO JACONO
+5 b) comunicare a mezzo fax ( al numero 091.8617204 ) ovvero a mezzo posta elettronica
all'indirizzo segreteria@comune.isoladellefemmine.pa.it, l'esito delle udienze ed ogni
informazione inerente il procedimento giudiziario, entro e non oltre 5 ( cinque ) giorni
dall'evento da comunicare;
DISCIPLINARE DI INCARICO
8. Il presente incarico potr essere revocato dall'Amministrazione qualora la stessa riscontrasse incuria,
L'anno duemilaundici il giorno _____________ del mese di _________________ presso la sede della negligenza ovvero mancato rispetto delle norme deontologiche e giuridiche applicabili al presente
Casa Comunale in Isola delle Femmine, il sottoscritto Responsabile del Settore Amministrativo Nunzia incarico professionale.
Pirrone in esecuzione della delibera di Giunta Comunale n42 del 05 aprile 2011, conferisce incarico legale,
unitamente e disgiuntamente, agli Avv.ti Saverio Lo Monaco con studio in Palermo, Via Dei Biscottari n17 -
Codice Fiscale ________________ - Partita IVA _______________________________ e Santo Zangh con Il presente disciplinare, allegato alla delibera di Giunta Comunale di incarico, viene redatto in duplice copia e
studio in Palermo, Piazza V.E. Orlando n41 - Codice Fiscale ________________ - Partita IVA sottoscritto dalle parti.
_______________________________, per l'impugnazione della Sentenza n1788/2010 emessa dalla Corte
d'Appello di Palermo, nella causa Lo Jacono +5
La mancata sottoscrizione da parte dei professionisti comporter il rifiuto dell'Amministrazione ad ogni
prestazione richiesta.
L'incarico viene accettato dai legali nominati alle seguenti condizioni:

1. I professionisti incaricati hanno la pi ampia facolt di motivazione degli atti redatti nell'interesse del
Comune di Isola delle Femmine e sono autorizzati a svolgere ogni attivit di difesa sia in forma Isola delle Femmine, li ______________________
congiunta che disgiunta;

2. Le parti concordano l'applicazione dell'onorario della tariffa professionale nei suoi valori medi, quale
unico onorario per entrambi i professionisti, che verr fatturato al 50% da ciascuno dei professionisti
nominati; IL RESPONSABILE L'AVVOCATO INCARICATO

3. In caso di soccombenza, l'onorario di cui al precedente punto sar dovuto ai professionisti incaricati DEL SETTORE AMMINISTRATIVO
nei suoi valori minimi;

4. Il compenso per la prestazione professionale resa per il detto incarico, ai fini della previsione delle
spese complessive per gli oneri professionale, viene prevista, sentiti anche i professionisti interessati, L'AVVOCATO INCARICATO
in complessivi _________________ per l'intero giudizio, oltre IVA e C.P.A. e spese generali.
Eventuali maggiori somme, in relazione all'attivit svolta, saranno impegnate dal Comune ad
integrazione dell'impegno originario;
Firmati alloriginale:
IL PRESIDENTE
F.to PALAZZOTTO Sig. SALVATORE
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
LASSESSORE ANZIANO IL SEGRETARIO Provincia di Palermo
F.to AIELLO Sig. PAOLO F.to SCAFIDI Dott. MANLIO

Copia conforme alloriginale, in carta libera, per uso amministrativo. Dal Municipio, l
17/10/2011
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 80 DEL 15/07/2011
Visto: Il Sindaco Il Segretario Comunale

______________________ ______________________
Oggetto: Presa atto elezione di domicilio per deposito in cancelleria ricorso nel
procedimento Lo Iacono + 5
Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti dUfficio,
CERTIFICA
Su conforme certificazione del Messo Comunale, che copia della presente deliberazione Lanno e questo giorno del mese di , alle ore nella sala delle adunanze della Sede
in corso di pubblicazione allalbo pretorio per 15 giorni consecutivi a decorrere dal Comunale si riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
25/10/2011 come prescritto dallart. 11, L.R. n. 44/91
Presiede ladunanza PALAZZOTTO Sig. SALVATORE, nella sua qualit di VICE SINDACO e
IL MESSO COMUNALE sono rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
F.to DANGELO Dott. GIUSEPPE

Presenti: Assenti:
 E stata trasmessa ai Capigruppo Consiliari con nota n. ___ del ___ come prescritto
dallart. 15 comma 4 della L.R. n. 44/91, nel testo sostituito dallart. 4 L.R. n. 23/97, PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
trattandosi di materia di cui al comma3 della citata norma. AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
 E stata trasmessa al Co.Re.Co. con nota n. ___ del ___ per controllo di legittimit;
 su iniziativa della Giunta Comunale (art. 15, comma 2 - 2 periodo della L.R. 44/91, nel RISO Prof. NAPOLEONE Assessore
testo sostituito dallart. 4 della L.R. n. 23/97); CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
 su richiesta di un quarto dei consiglieri (art. 15, comma 3 della L.R. 44/91, nel testo
sostituito dallart. 4 della L.R. n. 23/97)
L ____________ F.to Il Segretario Comunale
Totale Presenti: 4 Totale Assenti: 1
______________________
con lassistenza del Segretario Comunale,
CHE LA PRESENTE DELIBERAZIONE E DIVENUTA ESECUTIVA IL 04/11/2011
 decorsi 10 giorni dalla data di inizio della pubblicazione non essendo pervenute richieste Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione
di invio al controllo (art. 12, comma 1, L.R. n. 44/91); ed invita i convocati a deliberare sulloggetto sopraindicato.
 perch dichiarata immediatamente esecutiva, ex art. 12, comma 2, L.R. n.44/91;
 decorsi 20 giorni dalla ricezione dellatto al Co.Re.Co. il quale ne ha accusato ricevuta
in data ________ (art. 18, comma 6) o dei chiarimenti degli atti e delle notizie richieste,
(art. 19 comma 2) senza che ne sia stato comunicato il provvedimento di
annullamento;
 avendo il Co.Re.Co. comunicato di non avere riscontrato vizi di legittimit (art. 18,
comma 9, L.R. 44/91) con decisione n. _____ nella seduta del _____

L ____________ F.to Il Segretario Comunale


______________________
Il Responsabile del Settore Amministrativo avanza la seguente proposta di deliberazione LA GIUNTA MUNICIPALE
avente per oggetto:
Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dal parere prescritto;
"Presa atto elezione di domicilio per deposito in cancelleria ricorso nel procedimento Lo
Iacono + 5". Ritenutala meritevole di approvazione;

Con voti unanimi espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal
Presidente,
Premesso che:
DELIBERA
La Corte di Appello con sentenza n.1788 del 20 luglio 2010, pronunciata dalla
sezione III civile, notificata in data 21/3/2011, ha disatteso la richiesta di intervenuta
prescrizione estintiva del diritto al risarcimento del danno ed ha condannato Approvare la superiore proposta di deliberazione, corredata del prescritto parere.
questo Comune a pagare la somma di 2.289.137,00 a titolo di risarcimento del
danno conseguente alla irreversibile trasformazione dell'immobile di propriet dei
signori Lo Jacono Pietro + 5" utilizzato per la costruzione di un impianto polisportivo;

Quest'Amministrazione ritenendo di avere buone motivazioni per opporsi avverso


detta sentenza ha conferito, con delibera della Giunta Municipale n.42 del
5/4/2011, apposito in carico congiunto agli avvocati Lo Monaco Saverio e Zangh
Santo per presentare ricorso in Cassazione;

L'avvocato Lo Monaco Saverio ha predisposto apposito ricorso avverso la sentenza


di cui in premessa ed al fine di effettuare il deposito della stessa ha eletto domicilio
presso lo studio dell'avv. Laura Tricerri sito in Roma, dandone contestuale
comunicazione a questo Comune con nota del 31/05/2011, acquisita al protocollo
generale di questo Comune in pari data al n.9046;

Rilevato di dover prendere atto che l'incarico di che trattasi stato assolto in via
esclusiva dell'avvocato Lo Monaco Saverio il quale per il deposito del ricorso ha
dichiarato di volersi avvalere dell'avv. Laura Tricerri;

DELIBERA

Di prendere atto che il ricorso in Cassazione avverso la sentenza della Corte di


Appello, di cui meglio in premessa, stato redatto in via esclusiva dall'avv. Lo Monaco
Saverio senza l'intervento dell'avv. Zangh Santo.

Di prendere atto che per ogni incombente ed il successivo deposito in cancelleria


del ricorso di che trattasi l'avv. Lo Monaco Saverio del foro di Palermo con studio in via dei
Biscottari n.17 ha eletto domicilio presso lo studio dell'avv. Triceri Laura sito in Roma.

PARERI ED ATTESTAZIONI AI SENSI DEGLI ARTT.53 E 55 - COMMA 5- DELLA LEGGE 8 GIUGNO 1990
N.142 RECEPITA CON L'ART.1 DELLA L.R.11 DICEMBRE 1991, N.48 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED
INTEGRAZIONI.

Si esprime parere favorevole sulla regolarit tecnica della superiore proposta di deliberazione.

ILCAPO DEL SETTORE AMMINISTRATIVO


F.to Nunzia Pirrone
Civile Sent. Sez. 1 Num. 8398 Anno 2016
Presidente: SALVAGO SALVATORE
Relatore: VALITUTTI ANTONIO
Data pubblicazione: 27/04/2016

Corte di Cassazione - copia non ufficiale


SENTENZA

sul ricorso 13981-2011 proposto da:

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE (C.F. 00801000829), in

persona del Sindaco pro tempore, elettivamente

domiciliato in ROMA, VIA COSSERIA 5, presso l'avvocato

LAURA TRICERRI, rappresentato e difeso dall'avvocato

SAVERIO LO MONACO, giusta procura a margine del

ricorso;

- ricorrente -

contro

LO BIANCO AGOSTINO (c.f. LBNGTN34M03G273P),

TORREGROSSA GIOVANNA (c.f. TRRGNN39E60G273F), LO


JACONO ANDREA (c.f. LJCNDR77R31G273L), LO JACONO

PIETRO (c.f. LJCPTR79C13G273Y), elettivamente

domiciliati in ROMA, VIA ANTONIO STOPPANI 1, presso

l'avvocato PITRUZZELLA GIOVANNI, rappresentati e

dirul dll'vvuumu MA33IMILIANO MANCANO, QIUStel

procura a margine del controricorso;

controricorrent -

Corte di Cassazione - copia non ufficiale


contro

LO JACONO PIETRO (c.f. LJCPTR27M19G273L), ZAPPAVIGNA

PROVVIDENZA (c.f. ZPPPVV28A58G273U);

- intimati -

avverso la sentenza n. 1788/2010 della CORTE D'APPELLO

di PALERMO, depositata il 27/12/2010;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica

udienza del 09/03/2016 dal Consigliere Dott. ANTONIO

VALITUTTI;

udito, per il ricorrente, l'Avvocato LUDOVICA FRANZIN,

con delega orale, che ha chiesto in via principale il

rinvio per rinotifica del ricorso, comunque

l'accoglimento del ricorso;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore

Generale Dott. ALBERTO CARDINO che ha concluso per il

rigetto del ricorso.

2
RITENUTO IN FATTO
1. Con atto di citazione notificato il 18 maggio 1991, Pietro Lo Jacono
(nato il 19 agosto 1927), Agostino Lo Bianco, Provvidenza Zappavigna,
Giovanna Torregrossa, Andrea Lo Jacono e Pietro Lo Jacono (nato il 13
marzo 1979) - gli ultimi tre quali eredi di Francesco Lo Jacono -
convenivano in giudizio innanzi al Tribunale di Palermo il Comune d
Isola delle Femmine chiedendone la condanna al risarcimento del

Corte di Cassazione - copia non ufficiale


danno per l'occupazione illegittima, risalente al 1977, di parte del
terreno di loro propriet per la realizzazione di un impianto sportivo,
nonch la retrocessione parziale del terreno non utilizzato. Esponevano
che il Comune non aveva definito il procedimento espropriativo, ma
aveva realizzato, su parte del terreno occupato, un campo di calcio,
ultimato nel 1988. Si costituiva il Comune di Isola delle Femmine
contestando la domanda ed eccependo la prescrizione quinquennale
del diritto. Il Tribunale di Palermo, con sentenza n. 5591 del 15 aprile
2000, ritenuta risalente al 13 novembre 1980 l'irreversibile
trasformazione del terreno, dichiarava prescritta la domanda
risarcitoria per la parte di terreno interessata dall'irreversibile
trasformazione e accoglieva quella di retrocessione parziale del
restante terreno, condannando il Comune al risarcimento dei danni da
illegittima occupazione di detta porzione.
2. Interposto gravame dal Comune di Isola delle Femmine, nonch
appello incidentale da Pietro Lo Jacono e dagli altri appellati, la Corte di
Appello di Palermo, con sentenza n. 1788 depositata il 27 dicembre
2010 e notificata il 21 marzo 2011, ritenuto il giudicato
sull'irreversibile trasformazione, collocata temporalmente a fine luglio
1980, dichiarava il difetto di giurisdizione sulla domanda di
retrocessione parziale e, in riforma della sentenza di primo grado,
accoglieva la domanda risarcitoria per l'occupazione acquisitiva della
porzione di terreno ritenendo il dies a qua della prescrizione del
relativo diritto decorrente dall'entrata in vigore della legge 27 ottobre
1988, n. 458.
3. Per la cassazione della sentenza n. 1788/2010 ha, quindi, proposto
ricorso il Comune di Isola delle Femmine sulla base di un solo motivo,
illustrato con memoria ex art. 378 cod. proc. civ.
4. Agostino Lo Bianco, Giovanna Torregrossa, Andrea Lo Jacono e
Pietro Lo Jacono (nato il 13 marzo 1979) hanno replicato con
controricorso e memoria ex art. 378 cod. proc. civ.
CONSIDERATO IN DIRITTO

Corte di Cassazione - copia non ufficiale


1. In via pregiudiziale, i controricorrenti hanno eccepito il difetto di
integrit del contraddittorio innanzi a questa Corte per essere stato
notificato il ricorso al difensore costituito in appello anche per
Provvidenza Zappavigna e Pietro Lolacono (nato il 19 agosto 1927),
sebbene costoro fossero deceduti nelle more del giudizio di secondo
grado. I controricorrenti hanno pertanto chiesto l'integrazione del
contraddittorio nei confronti degli eredi dei predetti.
1.1. L'eccezione di nullit della notifica del ricorso per cassazione del
Comune di Isola delle Femmine infondata.
1.2. Infatti, secondo l'indirizzo pi recente della giurisprudenza di
legittimit, "l'incidenza sul processo degli eventi previsti dall'art. 299
cod. proc. civ. (morte o perdita di capacit della parte) disciplinata,
in ipotesi di costituzione in giudizio a mezzo di difensore, dalla regola
dell'ultrattivit dei mandato alla lite, in ragione della quale, nel caso in
cui l'evento non sia dichiarato o notificato nei modi e nei tempi di cui
all'art. 300 cod. proc. civ., il difensore continua a rappresentare la
parte come se l'evento non si sia verificato, risultando cos stabilizzata
la posizione giuridica della parte rappresentata (rispetto alle altre parti
ed al giudice) nella fase attiva del rapporto processuale e nelle
successive fasi di quiescenza e riattivazione del rapporto a seguito
della proposizione dell'impugnazione. Tale posizione giuridica
suscettibile di modificazione nell'ipotesi in cui, nella successiva fase di
impugnazione, si costituiscano gli eredi della parte defunta o il
rappresentante legale della parte divenuta incapace, oppure se il
procuratore di tale parte, originariamente munito di procura alla lite
valida anche per gli ulteriori gradi del processo, dichiari in udienza o

2
notifichi alle altre parti l'evento verificatosi, o se, rimasta la medesima
parte contumace, l'evento sia documentato dall'altra parte (come
previsto dalla novella di cui alla legge n. 69 del 2009, art. 46), o
notificato o certificato dall'ufficiale giudiziario ai sensi dell'art. 300,
comma 4, cod. proc. civ." (tale il principio affermato da Cass.S.U.,
15295/2014; nello stesso senso, da ultimo, Cass. 710/2016).
1.3. Considerata, pertamto, l'ultrattivit del mandato alle liti, la notifica

Corte di Cassazione - copia non ufficiale


del ricorso per cassazione - operata, nella specie, al difensore degli
intimati deceduti - non pu considerarsi affetta da nullit.
2. Tanto premesso, va rielvato che, con l'unico motivo di ricorso, il
Comune di Isola delle Femmine denuncia la violazione e falsa
applicazione degli artt. 2043, 2935 e 2947 cod. civ., nonch la
contraddittoria ed insufficiente motivazione in relazione al capo di
sentenza relativo alla decorrenza del dies a quo ed al parziale
riconoscimento dell'irreversibile trasformazione dell'area, in relazione
all'art. 360, comma 1, nn. 3 e 5 cod. proc. civ.
2.1. Il ricorrente, premesso che il terreno aveva subito nel novembre
1980 l'irreversibile trasformazione, si duole che la Corte di merito
abbia disatteso l'eccezione di intervenuta prescrizione estintiva del
diritto al risarcimento del danno da occupazione appropriativa,
conseguente all'irreversibile trasformazione dell'area occupata.
Erroneamente la Corte di merito avrebbe fissato il dies a quo della
prescrizione al momento dell'entrata in vigore della legge n. 458 del
1988 (3 novembre 1988), il cui art. 3 ha dato per la prima volta
positivo riconoscimento all'istituto dell'occupazione appropriativa. Al
contrario, secondo il ricorrente, spostare il decorso del termine
prescrizionale alla data di entrata in vigore dell'art. 3 della legge n.
458 del 1988 per fatti verificatisi anteriormente alla sua vigenza
determinerebbe un inammissibile effetto retroattivo della norma, in
violazione dell'art. 2935 cod. civ. ed in contrasto con il principio di
salvaguardia dei rapporti giuridici esauriti, atteso anche che il
fenomeno dell'accessione invertita aveva gi trovato riconoscimento
nell'ordinamento giuridico a seguito di Cass.S.U., 1464/1983.

3
2.2. Il motivo infondato.
2.3. La Corte territoriale ha, invero, richiamato il tradizionale e
costante insegnamento di questa Corte secondo cui, in tema di
occupazione appropriativa, avendo il legislatore riconosciuto gli effetti
dell'istituto per la prima volta soltanto con la legge n. 458 del 1988
(seppure indirettamente), a partire dall'entrata in vigore di detta
legge (3 novembre 1988) che iniziata a decorrere, in quanto solo

Corte di Cassazione - copia non ufficiale


allora normativamente percepibile, la prescrizione del diritto al
risarcimento del danno insorto in epoca anteriore, dovendo la
decorrenza della prescrizione essere riferita, ai sensi dell'art. 2935 cod.
civ., alla possibilit legale di esercizio del diritto, requisito che non pu
ritenersi soddisfatto in una situazione, come quella anteriore alla legge
citata, caratterizzata dalla mancanza di un riconoscimento legislativo e
giurisprudenziale dell'istituto dell'occupazione appropriativa, non
potendo conseguentemente porsi a carico del titolare del diritto al
risarcimento le conseguenze del mancato esercizio di esso in tale
periodo (cfr. Cass. 9620/2010; 7583/2013; 21333/2013;
23972/2015). Al riguardo, deve altres essere richiamato - quale
principio di diritto intertemporale che va a conformare in termini di
diritto vivente la norma europea che lo Stato si impegnato ad
osservare (legge n. 848 del 1955, di ratifica ed esecuzione della
Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo) - quanto
enunciato dalla Corte di Strasburgo in sede di interpretazione dell'art.
1 Protocollo addizionale CEDU, circa la necessit che un'ingerenza di
una pubblica autorit nell'esercizio dei diritti del privato sia "legale" e
che il "principio di legalit" postuli l'esistenza di norme di diritto interno
sufficientemente accessibili, chiare e "prevedibili" (cfr. Cass.
20543/2008; 22407/2008).
Ne consegue che, gi alla stregua dei suesposti principi - affermati in
una prospettiva ancora conservativa dell'istituto dell'occupazione cd.
espropriativa o appropriativa -, avendo i resistenti proposto l'azione
risarcitoria in giudizio con citazione notificata il 20 maggio 1991, il
termine quinquennale di prescrizione, decorrente, in tale prospettiva,

4
dal 3 novembre 1988, al momento dell'instaurazione del giudizio non
poteva ritenersi ancora decorso.
2.4. Il quadro normativo e giurisprudenziale di riferimento ha avuto,
peraltro, una ulteriore, importante, evoluzione per effetto del recente
arresto delle Sezioni Unite, che ha sostanzialmente espunto
dall'ordinamento l'istuto dell'occupazione appropriativa, casi come era
stato in precedenza configurato, ossia come modo di acquisto in capo

Corte di Cassazione - copia non ufficiale


alla p.a. della propriet del bene privato sottoposto ad una radicale ed
irreversibille trasformazione per la realizzazione di un'opera pubblica.
Con siffatta decisione, questa Corte, nell'ottica di un'interpretazione
conforme ai principi affermati dalla Corte europea dei diritti dell'uomo,
ha affermato che l'illecito spossessamento del privato da parte della
P.A. e l'irreversibile trasformazione del suo terreno per la costruzione
di un'opera pubblica danno luogo ad un illecito a carattere permanente
dal quale non pu conseguire, anche quando vi sia stata dichiarazione
di pubblica utilit, l'acquisto dell'area da parte dell'Amministrazione.
Ne discende che il privato ha diritto a chiederne la restituzione, salvo
che non decida di abdicare al suo diritto e richiedere il risarcimento del
danno per equivalente. In tale ultima ipotesi, stante la natura di Ilecito
permanente dell'occupazione del bene effettuata senza titolo
dall'amministrazione, la prescrizione della pretesa risarcitoria non pu
che decorrere dalla data della domanda (cfr. Cass.S.U. 735/2015).
2.5. Facendo, pertanto, applicazione dei principoi suesposti al caso di
specie, ne consegue che sussiste un'ulteriore, decisiva, ragione, oltre
quella evidenziata dalla Corte di Appello, per ritenere non prescritta
l'azione risarcitoria proposta in giudizio dagli odierni resistenti.
3. Il ricorso deve, pertanto, essere rigettato, con le conseguenti
statuizioni in ordine alle spese del giudizio di legittimit.
P.Q.M.
La Corte Suprema di Cassazione
rigetta il ricorso; condanna parte ricorrente alla rifusione delle spese
del presente giudizio che liquida in euro 15.000,00, oltre ad euro
200,00 per esborsi, spese forfettarie e accessori di legge.

5
Cos deciso in Roma, nella camera di consiglio della Prima Sezione
Civile il 9 marzo 2016.

Corte di Cassazione - copia non ufficiale


24/5/2016 LaCortedeiContipuntailditocontroIsoladelleFemmine:Troppidebitiebuchidibilancio|ILGIORNALEDIISOLA

BREAKING NEWS
IsoladelleFemminecassonettifree IlpescefrescodiIsoladelleFemmineallaFieradellaBiodiversit
CapaciaderisceallagiornataLetsCleanupEurope:puliziadellaspiaggia

HOME CHI SIAMO CONTATTI SERVIZI AL CITTADINO SEGNALAZIONI PHOTOGALLERY WEB TV COOKIE POLICY Inserisci il te

ANTIMAFIA CRONACA CULTURA EDITORIALI ISOLA IN THE WORLD LA VOCE DI ISOLA POLITICA PROVINCIA TUTTE LE NOTIZIE

Home Isola delle Femmine Cronaca Notizie Flash


La Corte dei Conti punta il dito contro Isola delle Femmine: Troppi debiti e buchi di bilancio

Maxitamponamentoneipressi
dellosvincolodiCapaci
marted,febbraio16

IncidentestradaleneipressidiIsola
Blitz a Isola delle delleFemmine:duecarinesiin
Femmine, in prognosiriservata
arresto un uomo sabato,febbraio13

trovato in
possesso di
cocaina
aprile 30, 2016 Primo Piano

La Corte dei Conti punta il dito contro Isola


delle Femmine: Troppi debiti e buchi di
Merce rubata da
Isola delle

bilancio Femmine
ritrovata alla Zisa
aprile 06, 2016
Eliseo Dav gennaio 27, 2016 Isola delle Femmine, Primo Piano, Provincia, Tutte le Notizie 0 Comment

http://www.giornaleisola.it/archives/6209 1/7
24/5/2016 LaCortedeiContipuntailditocontroIsoladelleFemmine:Troppidebitiebuchidibilancio|ILGIORNALEDIISOLA

IgiornalisonotornatiaparlarediIsoladelleFemmine.Mastavoltanonbene.Il A Isola delle Femmine arriva la


Articoli recenti card della differenziata: istruzioni
giornalediSiciliadiquestoggidedicamezzapaginaadunarticolo,firmatodai
giornalistiAntonioDiGiovannieCorradoLoPiccolo,suidebitidiIsola.Un per luso
23 maggio, i bambini di
disavanzodiamministrazionedi900milaeuro,anticipazioniditesoreriaper aprile 04, 2016
Capaci e di Isola ricordano
unmilionee370milaeuro.Eunmacignodaoltre2milionidieuroperuna Falcone: La maa ci
distrugge il futuro
sentenzadicondannainappelloperlaqualesiattendeilpronunciamentodella
Cassazione,scrivonoigiornalisti,riportandoimaggioririlievisulbilancio
La squadra femminile di
2013chesonostatimossidallaSezionedicontrollodellaCortedeiconti,la pallavolo di Isola delle
quale,conladeliberazione8/2016/PRSP,confermalepreoccupazioniespresse Femmine promossa in
nelprecedenteciclodicontrolloinordinealmantenimentodegliequilibridi prima divisione

bilancio,anchefuturiedisponelatrasmissioneentro60giornidellemisure
Isola, al ristorante Charmant
correttivecheilConsigliocomunalediIsoladelleFemminedovradottare. cerimonia di consegna del
Premio Sici 2016
Approvato lo sconto Tari per chi
Capaci, proiezione del lm
differenzia e il baratto
sul sindaco pescatore: amministrativo. Bologna: Svolta
Diventare eroi facendo storica per Isola delle Femmine
rispettare la legge marzo 11, 2016

CicloAmnesty 2016: in bici


per i diritti umani
Video Recenti

Sport Piccoli marinai a scuola nel porticciolo di Isola delle


Femmine. Isola, scontro tra assessore Contrafatto e
deputata Mannino (M5S) sugli inceneritori.

Piccoli marinai a scuola ne...

La squadra
femminile di
LaCortedeiConticontestaundisavanzodiamministrazionedi779.222 pallavolo di Isola
delle Femmine
euro,aumentatodallaquotavincolatadelfondosvalutazionecreditiper113.345
promossa in
euro.Preoccupaanchelasituazionediperduranteegravecarenzadi prima divisione
liquidit,checostringearicorrereadanticipazioniditesorerianonrimborsate maggio 22, 2016
afineesercizioper1.370.611euro.LaCortedeicontipuntailditoanchecontroi
IlGiornalediIsola
debitifuoribilancio:afineesercizioilComuneneavevaper231.676euroin
attesadiriconoscimentoe511.132eurogiriconosciuti,dicui150.779riferitiad YouTube 57

acquisizionidibenieservizisenzaimpegnodispesa.Igiudici,inoltre,
http://www.giornaleisola.it/archives/6209 2/7
24/5/2016 LaCortedeiContipuntailditocontroIsoladelleFemmine:Troppidebitiebuchidibilancio|ILGIORNALEDIISOLA

contestanolapresenzadiunpotenzialeingentedebitodi2.289.137euro
Trovaci su Facebook
derivantedaunprocedimentopendentedinanzilaCortediCassazione,avverso
lasentenzadicondannadellaCortediAppellodiPalermo,afrontedelquale
nonrisultanoadottatemisureprudenzialiatuteladegliequilibri. IlgiornalediIsola
SitoWebdinotizie/mediaIsoladelleFemmine
SecondolaSezionedicontrollodellaCortedeiConti,inoltre,nonsonostati Raffaele Di 3476"Mipiace"
Maggio, il
rispettatiiquattroparametriperlindividuazionedeglientistrutturalmente
ragazzo che
deficitarieilmancatoaggiornamentodegliinventaridallontano1998. sorride conquista Tipiace Usal'applicazione

Nellarelazionesulrendicontoilcollegiodeirevisoriavevagievidenziato loro e batte il


linesistenzadellinventariodeibenimobili,prescrivendodiprocederecon record Piaceateeadaltri58amici

sollecitudineallasuaredazione.PerquestomotivoilPdravevapresentatoin marzo 14, 2016

Consigliounamozioneperlimmediataelaborazionedelpatrimoniodeibeni
mobilicomunali,chiedendoalsindacodifarloaggiornareogniquattromesi,ma
Palermo
lapropostastatabocciatadallamaggioranza.Linventariodeibenimobili
c,ciavevaspiegatoGiuseppeCaltanissetta,vicepresidentedelconsiglio,
ilComunehaleschedediarredi,supportitecnologici,etc.Nonstato
semplicementeaggiornatonegliultimianni,perovvieragionipratiche:non
destinareundipendenteallaverificadelnumerodimatiteespillatricia
Turismo a Isola delle Femmine
disposizione!Purtropponondisponiamodiparticolaririsorsepcmoderni,
CicloAmnesty
smartphone,mobiliodipregiopercuiildatopressochirrilevante.In 2016: in bici per i
passatoabbiamosegnalatovicendespiacevolilegatealaptopecellularidel diritti umani Iscriviti alla Newsletter
ComuneingiroperilPaese,maogginoncalcunrischioariguardo! maggio 20, 2016
Email *
Igiudici,nellalorodeliberazione,
passanopoiadescriverequelloche
successoduranteilConsigliocomunale
del18dicembrescorso,duranteil Iscriviti
qualestataesaminatalasituazione Tutti in bici!
contabileallapresenzadelsindaco Torna il
StefanoBolognachescrivonoi Cyclopride Day Popolari Recenti Tags

giudicisilimitatoariportarsialle aprile 30, 2016

misurecorrettivedeliberatedalConsigliocomunaleconattonumero34del21 Convegno sulla marineria di


settembre2015,unprovvedimentocheassumescarsarilevanzaperchil Isola. Sindaco Bologna: Dopo le
macerie, valorizziamo il
consigliocomunalehaperlopifornitogiustificazioniinordineallecriticit territorio
evidenziateinsedediverificasulrendiconto2012e,ingranparteconfermate 12 Gen '16
inquestasede,senza,tuttavia,fornireconcretiindizidialfinedicorreggerele
http://www.giornaleisola.it/archives/6209 3/7
24/5/2016 LaCortedeiContipuntailditocontroIsoladelleFemmine:Troppidebitiebuchidibilancio|ILGIORNALEDIISOLA

predettedisfunzioni. Pedalando:
Sondaggio: che ne pensi del
percorso in
senso unico sul Lungomare?
LarticolodeIlgiornalediSiciliariportaancheledichiarazionidelsindaco bicicletta tra i
18 Giu '15
Bologna:Sitrattadidannifattinegliannipassatidiceilprimocittadinodi monumenti di
Palermo
IsoladelleFemminementreicorrettivisonostatigimessiinatto,inparte Dibattito acceso sul Gender a
aprile 12, 2016
nel2014einpartenel2015.Ildebitodi900milaeuro,adesempio,si Isola delle Femmine. S orata la
progressivamenteridottonelcorsodiquestidueultimiesercizi,passandoda rissa
350milaa170milaeuro.Cstataunainversioneditendenza,unaverae 20 Ago '15
Ultimi Commenti
propriaazionedibonificaneicontidellente,attraversoancheunaprogressiva
riduzionedellespese.Abbiamoregistratounaumentonelleentratetributariee Per gli Isolani puri
su Il senatore Previsioni Meteo
inoltreilbilanciostatoapprovatoconparerepositivodeirevisorideiconti. Campanella dona
banchi alla scuola di
Unarticolo,quellodiAntonioDiGiovannieCorradoLoPiccolo,cheperun Isola e lancia un 2016CentrometeoPrevisioniperiltuosito!

fulmineacielsereno.GinelcorsodelConsigliocomunaledel30dicembre, appello ai IsolaDelleFemmine(PA)


parlamentari: Fate Mar24 Mer25 Gio26 Ven27 Sab28
quandoinextremisstatoapprovatoilbilancio2015,eranoemersicon come me
Mattino Pomeriggio Sera
chiarezzasegnalidiallarme.LaNotatecnicaalbilancio,firmatadalresponsabile
delsettoreeconomicofinanziario,ladott.ssaDoborahPuccio,avevagi Silvio Piombino su
Tra mari e monti:
tratteggiatounfuturopocoroseoperlecassecomunalidiIsoladelle raduno di ciclisti a 19C/20C 17C/20C 15C/17C

Femmine.Nescaturisceunquadroprospettivamentepreoccupantesul Isola delle Femmine

gradodisostenibilitfinanziariadellestessespesedifunzionamentodel
Pino Ciampolillo su
Comune,sileggenellarelazione.Troppidebitifuoribilancio,altaevasione Convegno sulla Scarica lApp Giornaleisola
fiscaleeimpossibilitdialzareletasse,datochelimposizionetributariagiai marineria di Isola.
Sindaco Bologna:
massimilivelliinquasituttiitributicomunali:questoilquadroincuideve Dopo le macerie,
intervenirelamministrazioneneiprossimimesi.Enonsarfacile! valorizziamo il
territorio
diEliseoDav

Il voto dei nostri lettori Contatore visite
[Voti: 8 Media Voto: 4.5/5]
dal 23.01.2015
Commenti
Link: http://app.appsgeyser.com/Giornaleisola

http://www.giornaleisola.it/archives/6209 4/7
Firmato digitalmente da

ROSINA NOTARSTEFANO

CN = NOTARSTEFANO
ROSINA
O = non presente
C = IT