Sei sulla pagina 1di 11

GRUPPO SCOUT MIRANDOLA 2

PROGETTO EDUCATIVO

2014-2018
Gruppo Scout Mirandola 2 Progetto Educativo 2014-2018

INTRODUZIONE

Il Progetto educativo del Gruppo, ispirandosi ai principi dello


scautismo ed al Patto associativo, individua le aree di impegno
prioritario per il Gruppo a fronte delle esigenze educative emergenti
dallanalisi dellambiente in cui il Gruppo opera e indica i conseguenti
obiettivi e percorsi educativi.
Il Progetto ha la funzione di aiutare i soci adulti a realizzare una
proposta educativa pi incisiva: orienta lazione educativa della
Comunit Capi, favorisce lunitariet e la continuit della proposta
nelle diverse Unit, agevola linserimento nella realt locale della
proposta dellAssociazione.
Progetto educativo periodicamente verificato e rinnovato dalla
Comunit Capi.
Art. 22 dello Statuto Agesci

Lobiettivo dello scoutismo di accompagnare i ragazzi nel cammino


che li porter a diventare uomini e donne della partenza: Il
cammino scout una opportunit per divenire persone capaci di
discernere e orientare le proprie scelte, di autodeterminarsi, di vivere
con un progetto, di essere buoni cittadini.
Luomo e la donna della Partenza sono dunque coloro che scelgono di
continuare a camminare per tutta la vita, con laiuto di Dio, seguendo
orientamenti assunti in modo consapevole; questi indicano una
direzione, definiscono uno stile di vita da realizzare attraverso scelte
concrete, senza le quali gli orientamenti rimangono opzioni generiche.
La partenza si riconosce in chi ha fatto proprio lo stile enunciato nei
valori della Promessa e della Legge scout
Art. 28 del Regolamento Metodologico Agesci

2
Gruppo Scout Mirandola 2 Progetto Educativo 2014-2018

IL PROGETTO EDUCATIVO DI GRUPPO


Avendo ben chiaro lobiettivo finale, partendo dalla verifica del
precedente Progetto Educativo e da una nuova analisi dambiente,
sono stati individuati i bisogni principali e le priorit trasversali a tutte
le branche per il prossimo quadriennio. Da queste ultime la CoCa, tutta
insieme, delineer gli Obiettivi Educativi annuali di ciascuna branca.

Aree d'impegno
Le aree dimpegno sono gli ambiti in cui la Co.Ca ritiene prioritario
orientare lazione educativa scout nellambiente in cui opera in questo
momento storico.
Le due aree di impegno verso le quali vogliamo educare i nostri
ragazzi sono le seguenti:

1. ESSERE UN BUON CITTADINO


Leducazione alla cittadinanza e allimpegno politico presente in
modo intrinseco nello scautismo e propone a ragazze e ragazzi una
dimensione comunitaria che li aiuta ad affrontare il complesso sistema
di relazioni che ne deriva.
I valori del metodo scout indirizzano, inoltre, verso la scelta della
solidariet, della legalit, della giustizia per affermare e difendere il
primato assoluto della persona umana e della sua dignit.
dallArt. 16 del Regolamento Metodologico Agesci

2. ESSERE UN BUON CRISTIANO


Lannuncio del Vangelo anima e sostiene lintera proposta educativa
dellAgesci. Le attivit dellunit, il clima in essa creato, la
testimonianza e lo stile dei capi costituiscono un luogo privilegiato per
lincontro personale con Dio e per il cammino di fede della ragazza e
del ragazzo.
dallArt. 13 del Regolamento Metodologico Agesci

3
Gruppo Scout Mirandola 2 Progetto Educativo 2014-2018

LE PRIORIT
AREA I BISOGNI
TRASVERSALE
Mi riconosco parte di una Comunit
nella quale mi sento accolto e libero
di esprimermi
BUON CITTADINO

Imparare a rispettare ed accogliere


laltro, riconoscendo la diversit
come diritto e ricchezza PRENDERSI CURA DI
Maggiore sicurezza in se stessi SE STESSI,
(riconoscersi come un dono, non DELLALTRO, DELLA
lasciarsi condizionare dalle COMUNIT E DEL
aspettative altrui, scegliere BENE COMUNE
liberamente)
Rispetto delle regole e del Bene
Comune
Mettersi al servizio degli altri con
umilt
Approfondire la propria fede e
interrogarsi su ci che ci circonda
BUON CRISTIANO

alla luce della parola di Ges ( come


singoli e come Comunit)
Vivere la fede come vocazione ad
agire concretamente nella COLTIVARE UNA
quotidianit MENTALIT DI FEDE
Coltivare la relazione con Ges con
continuit nella preghiera e nella
Celebrazione Eucaristica
Mettersi al servizio degli altri con
umilt

4
Gruppo Scout Mirandola 2 Progetto Educativo 2014-2018

OBIETTIVI DI BRANCA 2014-2015


Sentirsi parte di un branco/cerchio in cui ognuno possa
L/C
esprimere i propri doni
CITTADINO

Imparare a valorizzare i miei talenti e a riconoscere i miei


BUON

E/G
limiti, per poter accogliere quelli degli altri allo stesso modo
Diventare consapevoli della propria e dellaltrui unicit
R/S
allinterno delle relazioni comunitarie
Vivere lamore di Dio che Ges ci ha manifestato, seguendolo
L/C come discepoli
CRISTIANO

Riscoprire nella concretezza del mio essere scout il valore


BUON

E/G
della relazione con Ges
Riscoprire la propria fede come relazione con Ges
R/S

OBIETTIVI DI BRANCA 2015-2016


Vivere la legge del Br/Ce affinch ognuno possa mettere a
L/C
disposizione i propri doni
CITTADINO

Mettersi al servizio della comunit accogliendo i talenti e i


BUON

E/G
limiti altrui e condividendo i propri
Accogliere l'altro perch ognuno si senta parte integrante e
R/S
necessaria della comunit
Far comprendere che Ges vivo con noi ogni giorno, reso
L/C presente da noi cristiani mandati nel mondo da Ges
CRISTIANO

Vivere la relazione con Ges riscoprendo la Parola in ci che ci


BUON

E/G
circonda quotidianamente
Vivere la propria fede interrogandosi su ci che ci circonda
R/S
nella quotidianit affidandosi a Ges

5
Gruppo Scout Mirandola 2 Progetto Educativo 2014-2018

OBIETTIVI DI BRANCA 2016-2017


Essere leali e sentirsi accolti nel Br/Ce per potersi esprimere
L/C
liberamente.
CITTADINO

Sentirsi responsabili (ognuno nel proprio ruolo) degli impegni


BUON

E/G
presi e delle cose comuni.
Maturare la corresponsabilit nella vita comunitaria facendo
R/S ognuno la propria parte (essere tutti protagonisti della
comunit)
Lavventura di Dio con gli uomini: scoprire che la nostra
BUON CRISTIANO

L/C esistenza ci colloca in una storia di salvezza che ha come


protagonista Dio, Padre, che si reso visibile in cristo.
Vivere la relazione con Ges nella relazione con gli altri.
E/G

Accorgersi della presenza di Ges nella quotidianit e


R/S
rinvigorire la propria fede, riscoprendone le basi.

OBIETTIVI DI BRANCA 2017-2018


Avere il coraggio di essere se stessi, giocando e mettendosi in
L/C
gioco in prima persona
CITTADINO

Acquisire competenza al fine di prendere coscienza del proprio


BUON

E/G
ruolo allinterno della squadriglia e del reparto.
Riconoscerci come protagonisti della comunit e agire
R/S
sentendosene responsabili in prima persona.
Scoprire lamore del Padre, manifestato in Ges.
L/C
CRISTIANO

Seguendo lesempio di Ges, vivo la mia fede mettendomi a


BUON

E/G
disposizione degli altri con gratuit.
Scoprire chi sono io per Dio e comprendere cosa Lui sogni per me.
R/S

6
Gruppo Scout Mirandola 2 Progetto Educativo 2014-2018

FOTOGRAFIA DEL GRUPPO


Al momento della stesura di questo progetto il gruppo formato da:

Tipologia N N
Nome unit Durata Totale
unit maschi femmine
Branco della
4 anni
Roccia Maschile 32 / 32
(8-12)
Azzurra
Cerchio del
4 anni
Bosco Femminile / 34 34
(8-12)
Gioioso
Reparto 4 anni
Maschile 31 / 31
Brownsea (12-16)
Reparto 4 anni
Femminile / 15 15
Antares (12-16)
Noviziato 1 anno
Mista 4 5 9
Ohana (16-17)
Clan/Fuoco
4 anni
Madonna Mista 14 16 30
(17-21)
della Valle
151

Comunit capi
La Comunit Capi formata da 25 capi, di cui 13 femmine e 12 maschi,
e 3 assistenti che seguono le branche L/C, E/G, R/S e la Comunit Capi.
Dei 28 capi 21 fanno servizio attivo, 5 svolgono un servizio di supporto
al Gruppo (preparazione dei sacramenti, preparazione messa del
fanciullo, consulta del volontariato, consiglio centro sportivo Via Posta)
e 2 hanno altri incarichi associativi (formazione capi e quadri a diversi
livelli dellassociazione). I capi brevettati al momento sono 7, ma liter
di formazione migliorato rispetto agli anni precedenti.

7
Gruppo Scout Mirandola 2 Progetto Educativo 2014-2018

LA SECELTA DELLINIZIAZIONE CRISTIANA

Nel 2012 la Comunit Capi, in accordo con la parrocchia, decide di


intraprendere il percorso di Iniziazione Cristiana allinterno
dellAssociazione, accogliendo la sperimentazione proposta dalla Zona
concretizzata in un documento che riporta gli obiettivi e le linee guida
del progetto, denominato PIC (Progetto di Iniziazione Cristiana).
Le motivazioni che ci hanno spinto a fare questa scelta sono stati
principalmente il bisogno di rendere ancora pi centrale lEducazione
alla Fede nel cammino scout che proponiamo ai nostri bambini e
ragazzi, e volont di raccontare e vivere la Storia di Ges in maniera
esperienziale, modalit propria dello scautismo.
Come gruppo siamo stati tra i primi delle Zona di Carpi ad aderire alla
proposta di Iniziazione Cristiana.

Il Progetto
Nella proposta di progetto di Iniziazione Cristiana nella Branca
Lupetti/Coccinelle valorizzata la scansione temporale dellAnno
Liturgico come cammino coerente che permette ai ragazzi di prendere
progressiva coscienza dei doni che Dio elargisce nello scorrere del
tempo. E' dentro l'anno scout che si succedono i tempi e gli accenti
della progressione educativa delle unit e di ciascun ragazzo.
Nellalternanza dei tre cicli di letture, in cui si privilegiano i tre
Evangelisti Matteo (A), Marco (B), Luca (C), si propone un incontro
sempre nuovo e pi profondo con lunico evento e mistero di Salvezza:
Cristo.

Gli Obiettivi
Sviluppo di una mentalit di fede
Educare al pensiero di Cristo, a giudicare la vita come Lui, a scegliere
e ad amare come Lui, a sperare come insegna Lui, a vivere con Lui la
comunione con il Padre e lo Spirito Santo (cfr RdC 38).
Formare atteggiamenti conformi al Vangelo
In modo che il cristiano sia segno di Cristo nel mondo. Far sorgere un

8
Gruppo Scout Mirandola 2 Progetto Educativo 2014-2018

impegno di conversione a una vita nuova in Cristo risorto (cfr RdC 52-
53). Dal parlare di Dio deve gradualmente scaturire lesigenza e la
capacit di parlare con Dio: la catechesi ha il compito di educare alla
preghiera, personale e comunitaria.
Introdurre alla consapevolezza della Storia della Salvezza
Dei contenuti principali della fede cristiana e delle esigenze morali
derivanti dalla vita nuova in Cristo. Tutto ci non come astratta dottrina
ma come insieme di realt che gettano continua luce sulla vita di
ciascuno e la interpellano.

Le Dimensioni
Il conseguimento di questi obiettivi viene realizzato tenendo presenti
le dimensioni che caratterizzano costantemente il cammino di
Iniziazione Cristiana.
Dimensione Profetica: la conoscenza, lascolto e la proclamazione
della Parola
Dimensione Sacerdotale: lincontro concreto con Dio nella
Celebrazione e nella Preghiera.
Dimensione Regale: limpegno concreto a partecipare ed annunciare il
Regno di Dio.
Dimensione Vocazionale: sentirsi chiamati da Ges verso la propria
vocazione personale.

I Contenuti
1. un Amico di nome Ges
Scoprire la persona di Ges, il Figlio di Dio che si fatto uomo.
2. un Padre che ci Ama
Scoprire l'amore del Padre manifestato da Ges.
3. Lavventura di Dio con gli Uomini
Scoprire che la nostra esistenza ci colloca in una Storia di Salvezza che
ha come protagonista Dio, Padre, che si reso visibile in Cristo.
4. Viviamo come Discepoli di Ges
Vivere l'amore di Dio che Ges ci ha manifestato, seguendolo come
discepoli.
5. Testimoni di Ges nella Comunit

9
Gruppo Scout Mirandola 2 Progetto Educativo 2014-2018

Cogliere la centralit del dono dello Spirito Santo nel vivere cristiano.
Diventare testimoni e annunciatori, scoprendo ciascuno il proprio
ruolo.

Il Percorso

Le Tappe Quando Durata Modalit


UN AMICO DI NOME Percorso di catechesi con
2 Elementare 1 anno
GES figura guida (catechista)
UN PADRE CHE CI Attivit in AGESCI con
1 anno
AMA Lupetti e Coccinelle
LAVVENTURA DI DIO Attivit in AGESCI con
Dalla 3 1 anno
CON GLI UOMINI Lupetti e Coccinelle
Elementare alla
VIVIAMO COME Attivit in AGESCI con
1 Media 1 anno
DISCEPOLI DI GES Lupetti e Coccinelle
TESTIMONI DI GES Attivit in AGESCI con
1 anno
NELLA COMUNIT Lupetti e Coccinelle

Le Celebrazioni Sacramentali
La celebrazione dei Sacramenti avverr secondo i tempi
tradizionalmente fissati dalla parrocchia.
La preparazione dei bambini alla celebrazione del Sacramento avverr
attraverso un breve percorso che avr lobiettivo di dare una
preparazione liturgico-sacramentale. Tale preparazione concordata nei
contenuti e nei tempi con la parrocchia e attuata all'interno del gruppo
scout con incontri dedicati.

10
Gruppo Scout Mirandola 2 Progetto Educativo 2014-2018

Lumanit ci guarda e guarda anche a voi in


questa strada di coraggio. E ricordatevi:
la pensione arriva a 65 anni! Un giovane non
deve andare in pensione, mai! Deve andare
con coraggio avanti.

Papa Francesco
agli scout in Route Nazionale 2014

Gruppo Scout Mirandola 2


Centro Parrocchiale Posta
Via Posta 55 - 41037 Mirandola (MO)
11 mail: agesci.mirandola2@gmail.com
web: mirandola2.weebly.com