Sei sulla pagina 1di 5
ATTLDELLA Givivis HEGIONALE REPUBBLICA ITALIANA a REGIONE SICILIANA GILINTA REGIONALE Deliberazione n. 115 dei 24 aprite 2012 “Legge regionaie 3 dicembre 2003, n. 20 - Art. 1] - Conferimento incarico di Dirigente generale del Dipartimento regionale delle autonomie locali deli’ Assessorato regionale delle autonomie locali ¢ della funzione pubblica alfa dott.ssa Giammaneo Luciana” La Giunta Regionale VISTO lo Statuto della Regione; VISTE le leggi regionali 29 dicembre 1962, n.28 © 10 aprile 1978, n.2; VISTO il proprio Regolamento interno; VISTA la legge regionale 15 maggio 2000, n, 10 ¢ successive modifiche e integrazioni ed, in particolare, l'art. 9; VISTO il decreto legislative 30 marzo 2001, n. 165 e successive modifiche cd integrazioni; VISTA la legge regionale 3 dicembre 2003, n. 20 e successive modifiche ed integrazioni e, in particolare, l'art, 11; VISTA la legge regionale 16 embre 2008, n. 19 recante: “Nosme per la riorganizzazione dei dipartimenti regionali. Ordinamento del Governo & dell’ Amministrazione regionale”: VISTO il D.P-Reg. 5 dicembre 2009, n. 12; VISTO il D-PReg. n. 370 del 28 gingno 2010 e successive modifiche ed integrazioni: VISTO il C.CRL. del personsle con qualifica divigenziate detla Regione siciliana © degli enti di cui all’articolo 1 detla legge regionate n. 10/2000 per if quadriennio giuridico 2902/2005 e per i bienni economici 2062-2003 e 2004- 2005, pubblicato nella G.U.R.S. 9.31 dei 13 tugtio 2007; pag. 1 di3 VISTA la deliberazione n. 396 del 27 dicembre 2011 con la quale la Giunta regionale ha confetito Yincarico ad interim di Dirigente generale del Dipartimento regionale delle autonomic locali dell’Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubbiica ali’av. Carapezza Figlia Giovanni, Segretario generale della Presidenza della Regione; VISTA la nota prot. n. 63132/GAB. del 24 aprile 2012 (Allegato “A”) con la PAssessore regionale per le autonomie Jocali ¢ la funzione pubblica, ai sensi della normativa vigente, propone di conferire Vincarico di Dirigente generale del Dipartimento regionale delle autonomie locali alla dott.ssa Giammanco Luciana, dirigente di terza fascia dell’ Amministrazione regionale, attestando che la medesima risulta in possesso dei prescritti requisiti di legge, nonché della formazione cutturale, dette capacita ed attitudini professionali adeguate anche in relazione alle peculiari caratteristiche € natura deti’inearico da ricoprire; RITENUTO di conferire Vincarico di Dirigente generale del Dipartimento regionale dette autonome locati del!’ Assessorato regionale delle autonomic locali e della funzione pubblica alla dott.ssa Giammanco Luciana, dirigente di terza fascia dell’ Amministrazione regionale, per la durata di anni due, | salvo quanto previsto dalle vigenti disposizioni in materia di collocamento in quiescenza; RITENUTO di assegnare al predetto Dirigente generale gli objettivi di carattere generale di cui all'allegato “B” alla presente defiberazione, da inserire nel contratto individuale di lavoro, che saranno integrati dagli obiettivi specifici individuati con successiva Direttiva presidenziale; SU proposta dett’Assessore regionale per le autonomie locali ¢ In funzione pag. 2443 publica, DELIBERA per quanto esposto in preamboto: - di conferire Pincarico di Dirigente generale de) Dipartimento regionale delle autonomie Jocali dell’Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica alla dott.ssa Giammanco Luciana, dirigente di terza, fascia dell’ Amministrazione regionale, per la durata di anni due, salvo quanto previsto dalle vigemti disposizioni in materia di collocamento in quiescenza; - di assegnare al predetto Dirigente generale gli obiettivi di carattere generale di cui all’allegato “B” alla presente deliberazione, da inserire nel contratto individuale di favoro, che saranno integrati dagli obietivi_ specifici individuati con successiva Direttiva presidenziale. IL SEGRETARIO RESIDENTE (MG. Nicoletti) Hate Lee ATTI DELLA RRPUARISCA TAL LANA Rugions Stoiliane ASSESSOR 0 DELE AUTONOME LOCAL Seana nade L’Assessore Bh uupeeanonen 145 nethih,ddcrecst0 A roe 313% sos0 patemon,_ 24 FE" Oggetto: —Richiesta_conferimento incarico di Dirigente Generale presso il Dipartimento Regionale delle Amonomie Locali. Alla. Segreteria della Giunta Regionale Palazzo d’Orieans PALERMO in riferimento alla nota prot. 17956/Unita di Staff 1 del 19 aprile 2012, del Segretario Generale della Presidenza della Regione, di pari oggetto, questo Assessore, ai sensi e per gli effetti dell’art.9, comma 4, della legge regionale 15 maggio 2000, n.10, dell'art.11, commi 4 ¢ 5, della fegge regionale 3 dicembre 2003, n.20 e del vigeme C.CRL, per l'area della disigenza, considerato i ruolo unico della dirigenza dell’ Amministrazione regionale siciliana, propone per lincarico di Dirigente Generale del Dipartimento regionalé defle Autonomie locali .. ®TL-SS8.. (ORNS... EANMDNCS ....... dirigente di terza fascia dell’ Amministrazione regionale. Ni dirigente sopra indicato risuita in possesso dei requisiti prescritti dalle citate norme, nonché della formazione culturale, delle capacitA ed attimdini professionali adeguate anche in relazione alle peculiari caratteristiche ¢ natyra “delf’incarico da ricoprire. AYTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGIONE SICILIANA SHUNTA REGIONALE E ne pecaserazione NALA. neh. teau rae. (LY / CP Objettivi di carattere generale da assegnare ai Dirigenti generali Garantite il costante esercizio dei poteri di inditizzo aggiomando le strutture di diretta collaborazione dell’organo politico su tutte Je iniziative e le attivita poste in essere mediante tempestiva trasmissione formale dei provvedimenti e degli atti dirigenziali rilevanti, — Obbligatoria redazione di report ogni 4 mesi, onde consentire all’organo di indirizz politico-amministrativo. di poter verificare ’andamento della azione araministrativa rispetto agli obiettivi fissati. Dal monitoreggio potranno scaturire misure correttive. Termini: 4 mesi Riforma dei procedimenti amminjstrativi: riduzione dei passaggi burocratici e dei tempi del procedimento. Istituzione del protocollo informatico per la tracciabilita dei percorsi ‘burocratici — semplificazione delle procedure — riduzione tempi di attesa. Individuazione provvedimenti applicabili ~ analisi legislazione — proposte di modifica — comunicazioni all’ Assessorato funzione pubblica. Termini: 4 mesi Decentramento burocratico e istituzionale: funzioni, uffici, personale. Conferimento di funzioni agli enti locali — analisi funzioni da trasferire ~ criticita - costi. Relazione & proposte. Termini: 4 mesi Analisi procedure in vigore: modifiche onde rafforzare presidio contro infiltrazioni mafiose. Riduzione del numero degli enti regionali ¢ delle societé partecipate. Enti vigilati — controllati — partecipati — stato delle attivita, situaziont patrimoniali e finanziarie riorganizzazione: accorpamento, soppressione ~ concentrazione in unico ente per settore ~ valutazioni e proposte. Termini: 4 mesi Servizi al cittadino ~ Evoluzione degli URP: da uffici/informazione ad organi di tutela ed assistenza all’utente. Rilevazione della c.d. Customer Satisfaction, Funzioni di garanzia per il cittadino: assistenza, richieste agli uffici, verifica tempi di risposta. Realizzazione, Termini: 4 mesi