Sei sulla pagina 1di 5

LAMIERE E NASTRI DI ACCIAIO NORMA MATERIALI

NON LEGATO, LAMINATI A CALDO,


PER IMBUTITURA E
52807
normazione PIEGAMENTO A FREDDO Pagina: 1/5
Data: 08/09/2004

---
Ente SUPERVISORE: P.P.E. -- E.M.M. Ingegneria dei Materiali

TMD
Ente GESTORE: P.P.E. -- E.M.M. Ingegneria dei Materiali

Classe
---
FINALIT DELLA NORMA

Mod.
Definire le caratteristiche delle lamiere e dei nastri di acciaio non legato a basso tenore di carbonio,
laminati a caldo, per imbutitura e piegamento a freddo.

6
Edizione
Riferimento GM -- FIAT PURCHASING:
Procedura N_ 19

Modifica Data Descrizione della modifica

---- Ott. 84 Edizione 3 -- Riveduta completamente. (AS)

---- Mag. 96 Edizione 4 -- Modificato la Tabella al 3.1, ed effettuato modifiche redazionali.


(AD)

CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA FIAT AUTO S.p.A.


---- 21/01/02 Edizione 5 -- Riveduta completamente per armonizzazione con Norma GM:

IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO ESSERE RIPRODOTTO NE PORTATO A


GMW2. (AD)

---- 08/09/04 Edizione 6 -- Variato riferimento a Procedura GM -- FIAT Purchasing N_ 19.


Soppresso 2.2 . (FD)
RISERVATO

IN CASO DI STAMPA LA COPIA E DA RITENERSI NON CONTROLLATA, PERTANTO, E NECESSARIO VERIFICARE LAGGIORNAMENTO NELLAPPOSITO SITO WEB

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI SATIZ --- NORMAZIONE

1
Pag. 2
52807 Modif.

| A : STRUMENTAZIONE NECESSARIA PER LE PROVE


La strumentazione necessaria per le prove quella specificata dalle Norme elencate nel B.

| B : DOCUMENTI RICHIAMATI NEL TESTO

|50113 | Prova di trazione -- prove di carattere generico. TMD

|50116 | Prove dei materiali metallici -- Determinazione degli indici di formabilit. TMD

|50240 | Prescrizioni dei materiali metallici ferrosi -- Tubi, lamiere, nastri larghi, nastri piatti e
profilati -- Modalit di prova e prelievo provette. TMD

|54406 | Lamiere e nastri di acciaio laminati a caldo -- Dimensioni e tolleranze. F2

|9.01102 | Qualit delle forniture FIAT AUTO S.p.A. CFO

|9.50240 | Lamiere e nastri di acciaio -- Prescrizioni tecniche di forniture. CMD

|3245--UNI | Esame microscopico dei materiali ferrosi -- Determinazione della grossezza del
grano austenitico o ferritico degli acciai.

| 000-- EN.78.0 | Autorizzazione allimpiego di prodotti con varianze rispetto alle specifiche
tecniche. (Ente D.P. -- Sviluppo Metodologie Industriali)
CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA FIAT AUTO S.p.A.
IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO ESSERE RIPRODOTTO NE PORTATO A
RISERVATO

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI SATIZ --- NORMAZIONE

2
Pag. 3
Modif.
52807

1
GENERALIT

1.1
Materiale
Lamiere e nastri di spessore 1,5
8 mm, di acciaio non legato a basso tenore di carbonio, laminati a
caldo, non rivestiti, destinati ad operazioni di imbutitura o piegamento a freddo.

1.2
Impiego
Particolari imbutiti.

2
ESEMPIO DI INDICAZIONE A DISEGNO, N DI CODICE MECCANOGRAFICO

2.1
Esempio di indicazione a disegno e n. di codice meccanografico

Numero Codice
INDICAZIONE A DISEGNO
Meccanografico
FEP11 20055
FEP12 20014
FEP13 20015
Questa identificazione del semilavorato deve essere completata con il simbolo
relativo allaspetto ed alla finitura superficiale di cui al Cap. 9.50240.
Le condizioni generali di fornitura sono riportate sul Cap. 9.50240.

3
CLASSIFICAZIONE E CARATTERISTICHE DA CONTROLLARE

3.1
Impieghi generali
Salvo altrimenti specificato allordine, ci si deve attenere alla Tabella seguente.

CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA FIAT AUTO S.p.A.


IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO ESSERE RIPRODOTTO NE PORTATO A

Applicazione CARATTERISTICHE DA CONTROLLARE (X)


Materiale
di massima Trazione Struttura
FEP11 Per piegature e imbutiture (X)
FEP12 Per piegature e imbutiture medie (X) (X)
FEP13 Per piegature e imbutiture difficili (X) (X)
RISERVATO

Acciaio calmato allalluminio (Al solubile 0,02 %).

3.2
Impieghi speciali
Per impieghi particolarmente impegnativi e limitati a casi eccezionali, lordine deve essere corredato
dalla Scheda identificazione laminato opportunamente compilata dai Servizi Definizione Prodotto. Il
modulo di questa scheda schematizzato nel Cap. 9.50240.
Ldentificazione del materiale dovr essere leggermente modificata con laggiunta finale di una KP
maiuscola preceduta da un trattino.

Esempio: FEP12 -- KP.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI SATIZ --- NORMAZIONE

3
Pag. 4
52807 Modif.

3.3
Varianze
In caso di utilizzo di materiali con caratteristiche differenti rispetto a quelle di seguito riportate, si dovr
adottare la specifica Procedura di Richiesta Autorizzazione di Varianza 000--EN.78.0 e il Cap.
9.01102.

4
ASPETTO SUPERFICIALE

4.1
Aspetto e finitura
Per la definizione dellaspetto MH, MG o MF vedere il Cap. 9.50240.

4.2
Esame visivo
I laminati devono essere esenti da difetti che pregiudicano la normale utilizzazione.
La loro superficie deve essere tecnicamente pulita, esente da ruggine e da materiale estraneo. Non
sono ammessi difetti che possano causare rotture nel corso dellutilizzazione, o danni alle
attrezzature, o difficolt di saldatura e brasatura o ancoraggio di vernici e rivestimenti protettivi.
Secondo quanto specificato allordinazione i laminati possono essere forniti con i bordi grezzi di
laminazione o con bordi rifilati. Lo stato dei bordi non deve pregiudicare limpiego del semilavorato.

5
CARATTERISTICHE

5.1
Caratteristiche meccaniche
I valori indicati devono essere rispettati sia con prove in senso longitudinale che in senso trasversale,
salvo diversamente specificato.

Prova di trazione (Norma 50113)


Indice di
formabilit
CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA FIAT AUTO S.p.A.

Carico Allungamento minimo %


IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO ESSERE RIPRODOTTO NE PORTATO A

Carico (Norma
unitario unitario di 50116)
di snervamento
Designazione rottura
dimento

Rs
otropia

del R Spessori lamiera


semilavorato
Aniso

Incrud

N/mm2 N/mm2 1 62 0 >2,03,2


1,62,0 >2 03 2 >3,26,3
>3 26 3
RISERVATO

r
n min.
min.
FEP 11 310
430 210
320 25 26 27 -- -- 0,14
FEP 12 270
400 180
290 29 30 31 -- -- 0,16
FEP 13 270
380 180
280 33 34 35 -- -- 0,18

Per le modalit di prelievo provetta vedere la Norma 50240 . Ai fini dello scarto fa testo il valore di R, Rs, A
%,, r ed n ricavato come media di 3 determinazioni.
Acciaio calmato allalluminio.
Caratteristiche da richiedere allordine.

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI SATIZ --- NORMAZIONE

4
Pag. 5
Modif.
52807

5.2
Saldabilit
Lattitudine ai normali procedimenti ed alle applicazioni normali di saldatura garantita. Per i nastri
non decapati si deve tenere conto della presenza di uno strato di ossido. Per procedimenti ed applica-
zioni particolari occorrono preventivi accordi allordinazione.

5.3
Caratteristiche strutturali
La struttura deve risultare ferritica a grani fini e uniformemente distribuiti. La dimensione dei grani,
determinata secondo la Norma UNI 3245, deve essere 7 o pi fine. Per la medesima partita non
ammessa una disomogeneit di grano tra cuore e superficie superiore o uguale a 2.
Lesame strutturale da effettuarsi ad 1/3 della larghezza del laminato.

5.4
Dimensioni e tolleranze
Vedere la Norma 54406.

CONOSCENZA DI TERZI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELLA FIAT AUTO S.p.A.


IL PRESENTE DOCUMENTO NON PUO ESSERE RIPRODOTTO NE PORTATO A
RISERVATO

REALIZZAZIONE EDITORIALE A CURA DI SATIZ --- NORMAZIONE