Sei sulla pagina 1di 1

par.

2
GlI APPROCCI
Ed eccoci dunque pronti per eseguire gli APPROCCI, il primo degli idiomi del Jazz Bebop.
Tali approcci possono essere a 1,2,3,4 e addirittura 5 note per ciascun target.
Cominciamo con gli approcci ad 1,2,3 note, che seguiranno la disposizione delle "eight-
notes" col sistema "approccio-Target" (a T). Vedi l'esempio ritmico:

tecnica eight notes: a T a T a T a T a T

GLI APPROCCI A 1 NOTA

APPROCCIO N.1
Eseguiamo quindi l' approccio 1 su ciascuna nota di C6. L'approccio dovr essere DIATONI-
co, ossia essere una nota della scala maggiore (ad):

ACCORDO:
4 TARGETS Approccio a 1 nota: ad T ad T ad T ad T ad T
C6

6 3 5 6 1
1 3 5 1
APPROCCIO N.2
Adesso facciamo la stessa cosa ma approcciando il target da sotto con un semitono, in
questo caso cromatico (ac):
C6 ac T ac T ac T ac T ac T

3 5 6 1
1

GLI APPROCCI A 2 NOTE

tecnica eight notes:


a a T a a T a a T a a T a a T a

3 5 6
1

APPROCCIO N.1
Si approccia ogni target di C6 (1,3,5,6) con la nota superiore facente parte
della scala e quella inferiore cromatica. Stavolta l'esercizio verr eseguito sia ascendendo
che discendendo e con ritornello:

ad ac ad ac T ad ac T ad ac T ad ac T ad ac
C6 T

3 5 6 1
1

www.riccardoarrighini.net 2
www.pianosolo.it