Sei sulla pagina 1di 12

SECONDA LEZIONE DI GRAMMATICA EBRAICA

(N.B.: anche questa seconda lezione si presenta piuttosto estesa


come la prima lezione. In pratica, pu considerarsi equivalente
a circa due o tre lezioni. L'estensione dovuta al fatto
di mantenere compatta questa illustrazione molto sintetica
della fonologia della lingua ebraica)

N.B:

Questa esposizione tratta dalla

SINOSSI GRAMMATICALE SINTETICA


DI EBRAICO IN ALFABETO DI TIPO LATINO

con riferimento al link

http://alacriter.altervista.org/BIBEBPS/SINEB2.htm

che trovasi nella pagina con link

http://alacriter.altervista.org/BIBEBPS/index.htm

pagina citata nella pagina di cui link

http://serene.altervista.org/uni3ct/index-bis.htm

pagina infine citata dalla pagina il cui link

http://serene.altervista.org/uni3ct/index.htm

***** F O N O L O G I A *****

N.B.:
Queste lezioni din grammatica ebraica sono operate adoperando come trascrizione
un mio particolare sistema di trascrizione che io chiamo pansemitica senza uso
di caratteri speciali(C)(R). Il non uso di caratteri speciali voluto per
semplificare problemi di comunicazione dei file che a volte pu soffrire
proprio per questo uso.

Per quello che riguarda l'ebraico

con

ch si supplisce all'apostrofo o spirito dolce

con

kh si supplisce all'acca sottopuntata

con

tv si supplisce alla t sottopuntata

con
gh si supplisce allo spirito aspro

con

tz si supplisce alla s sottopuntata

con

q si supplisce a k sottopuntato

con

ts si supplisce ad esse sovrabarrettato verticale verso sinistra

e con

sh si supplisce ad esse sovrafrecciato

***** F O N E T I C A *****

(N.B.: nell'elenco dell'alfabeto ho inserito


al primo posto la grafia della lettera in
caratteri ebraici. Tuttavia non detto
che tali caratteri possano apparire.
I caratteri potrebbero apparire, come
non apparire o apparire eventualmente
altri caratteri. La mancanza non
del tutto rilevante in quanto
piuttosto essenziale riferirsi
alle trascrizioni e ai nomi
corrispondenti. Notare, in ogni
modo, che, dei nomi delle lettere
alfabetiche, do, come prima, la
mia trascrizione e poi una
trascrizione pi semplificata
e pi o meno vicina all'uso
delle pi comuni trascrizioni
dei nomi delle lettere dell'ebraico)

ALFABETO
Per ora consideriamo le
23 consonanti che in ebraico sarebbero
22 in quanto, in pratica, una lettera
(shiyn) scrive di fatto due consonanti (tramite l'apposizione distintiva di un
punto diacritico nei segni ebraici dell'alfabeto:

lettera nome pronuncia

ch cholaeph (alef) deb. asp. aspra


b beyt (bt) b
g gmael (ghimel) g sempre duro
d dolaet (dalet) d
h heich (he) deb. asp.
w waow (vau) w ingl. (o "v")
z zyin (zain) z dolce
kh kheyt (het) forte asp.
tv tveyt (tet) t enfatico
y yowd (yod) y ingl.
k kaph (kaf) k
l laomaed (lamed) l
m meym (mem) m
n nuwn (nun) n
s saomaek (samek) s muto
gh ghyin (ayn) forte asp. aspra
p peich (pe) p
tz tzodey (zad) z aspra
q qowph (qof) q
r reysh (resc) r
ts tsin (zin) ts: "c" pal. asp.
sh shiyn (scin) sh ingl.
t taow (tau) t

NOTA: risalire a quella che poteva essere l'esatta pronuncia delle lettere, se
mai c' stata una pronuncia unitaria non cosa del tutto facile anche se studi
positivi e approfonditi sono stati fatti in proposito: ci si pu attenere
all'attuale pronuncia quale applicata nell'odierno stato di Israele:
tuttavia possibile anche seguire le pronunce scolastiche europee: pertanto, in
Italia, si tende a pronunciare "waow" come "v", "tzodey" come "tz", ossia zeta
aspro, e si distinguono poco tra loro le aspirate: diciamo che, in un primo
momento, tali "vizi" di pronuncia italiani possono essere tollerati, in base al
principio che, della pronuncia, non si deve farne un "incubo".

"BEGAKEFAT"
Questa parola (un po' strana) di uso tradizionale nella grammatica ebraica per
denotare la possibilit che le lettere

b, g, d, k, p, t

possano avere una doppia pronuncia dura o leggermente aspirata.


La pronuncia aspirata potrebbe essere connotata nel sistema alfabetico qui
adottato scrivendo:

bh, gh, dh, kh, ph, th,

notando tuttavia che

gh potrebbe essere confuso con "ghayin"


kh " " " " "kheyt"

Pi giusta soluzione sarebbe allora di omettere, in scrittura, la segnalazione


della BEGADKEFAT, lasciandone l'intuizione alle elementari regole fonetiche che
ne regolano meccanicamente la pronuncia (in pratica nel corpo di parola che
l'aspirazione della lettera si verifica): tuttavia, senza ingenerare alcuna
confusione, pu valere la pena di segnalare, scrivendo, la BEGADKEFAT nei due
casi di
b e p,
scrivendo anche
bh e ph,
dove, rispettivamente,

bh si pronuncia v
e
ph si pronuncia f.

Negli altri quattro casi, si tralascia ogni distinzione nello scritto in


trascrizione, tenendo anche conto che nell'attuale pronuncia dell'ebraico
moderno la "BEGADKEFAT" non molto distinta per
g, d e t;

lo di pi per k, ma rimane, nel complesso, in pratica, pi vantaggioso non


segnalarlo in trascrizione e cos, in questa grammatica sar fatto.

Seguendo dunque questi criteri, non vi alcun problema di ambiguit di


riconoscimento su quale lettere ebraica stia dietro la sua resa alfabetica.

In ogni caso, qualora si volesse segnalare, in un testo in trascrizione, la


BEGADKEFAT al completo, si pu ricorrere al seguente criterio di trascrizione
che evita ogni ambiguit

b bh
g gv
d dh
k kv
p ph
t th,

dove si vede che per g e k, si sostituito nel digramma la "v" alla "h", per
evitare confusione con ghayin e kheyt.

VOCALI
A rigore, le vocali nelle scrittura ebraica non sono segnate, tuttavia per la
BIBBIA e per opere letterarie, ove si voglia, esiste un ricco sistema di
"puntazione" che segnala le vocali che vanno lette vicino alle consonanti.
Esiste, nella pratica dell'ebraico moderno, anche l'uso di alcune consonanti
adattate a segnalare vocali (criterio usato, molto limitatamente, anche
nell'antichit).
Tralasciando, comunque quivi, la trattazione di questo argomento che sarebbe
piuttosto complicato, dico subito che, nel presente sistema alfabetico proposto,
le vocali sono sempre segnalate (e questo pu essere uno degli indubbi vantaggi
di questo sistema alfabetico: non di fatto fuori dal normale che uno studioso
abbastanza preparato che sappia di fatto leggere e facilmente tradurre i pi
facili passi biblici, si trovi di fatto in difficolt a leggere un moderno
quotidiano israeliano, dove, a rigore, la lingua dovrebbe essere pi facile e
questo proprio per la mancanza di punti vocalici nei testi di uso corrente).

Secondo uno dei pi usuali schemi usati dai grammatici potremo distinguere le
vocali in

LUNGHE, MEDIE, BREVI, SEMIVOCALI,

da cui il seguente specchietto che per individuare le vocali, per evitare


caratteri speciali o variamente accentati, fa largo uso di digrammi (anche se,
per la maggior parte di essi, non manca una certa logica nella scelta dei
componenti il digramma):

scritt. nome eb. pronuncia

LUNGHE
ao qaomeitz a osc. in o
ey tzeyrey e chiuso
iy khiyraeq magnum i
ow kholaem " o chiuso
uw shuwraeq u
MEDIE
ao qaomeitz a osc. in o
ei tzeyrey e chiuso
ii khiyreiq i
o(o) kholaem o chiuso

BREVI
a paotaokh a
ae segowl e aperto
i khiyraeq i
ao qaomeitz khaotvuwf o aperto
u qibbuwtz u

SEMIBREVI
e shewaoch e
ea kheatvaf paotaokh a
ee kheatvaf segowl e ap.
eo kheatvaf qaomeitz o ap.

- shewaoch quiescente

Potrebbe essere proposto anche un sistema pi semplice, ma questo permentte, per


chi sia pratico, di risalire, senza equivoci, alla grafia di una parola scritta
in alfabeto ebraico.

Le lettere raddoppiate con punto verranno trascritte come doppie.

Tralascio quivi, per semplicit, una serie di note di fonetica, pi che altro
utili a chi voglia trascrivere le parole ebraiche in "EBRAICO ALFABETICO",
inserendo successivamente nel testo di questa grammatica eventuali precisazioni
fonetiche.

PROPOSTA DI UNO SCHEMA DI SISTEMA FONOLOGICO PER LE CONSONANTI

Il presente schema non pretende di avere valore scientifico: esso tenta una
classificazione dei FONEMI, cio di
suoni ideali considerati a livello FONOLOGICO a prescindere dalle loro
realizzazione fonetiche (livello FONETICO).

Si pu distinguere in questo sistema fonologico:

a) il luogo di articolazione
(laringale, faringale, velare,
palatale, dentale,labiale)

b) il modo di articolazione
(esplosivo, fricativo, continuo,
liquido, nasale)

c) la qualit dell'articolazione
(muto, sonoro, enfatico)

specchietto

espl. fric. cont. liqu. nas.


m. s. e. m. s.
lar. ch h
far. kh gh
vel. k g q
pal. ts tz sh y l
dent. t d tv s z r n
lab. p b w m

NOTA: per maggior semplicit e chiarezza, ho tralasciato di classificare la


"BEGADKEFAT"; si tralasciato anche di classificare i suoni vocalici.

LETTERE QUIESCENTI

Anche in questo sistema alfabetico di scrittura delle lettere risultano essere


"quiescenti".

Ossia h finale di parola e ch, w, y finali di sillaba perdono il loro suono


lasciando sentire soltanto il loro suono.

--> affinit:

ch riposa in ao, ei, o;

w riposa in o, u;

y riposa in e, ae, i:
notare che, per semplicit, la
scrittura di
eiy > ey

come anche la scrittura di


ou > o,
ma se, volendo essere pi rigorosi,
si scrivesse
ou per o,
in tal caso, varrebbe la stessa
regola
ouw diverrebbe ow;

y riposa in ao quando seguito da w


consonantico

h riposa in ao, ae, ei, o

h finale non quiescente, quando


seguito da apostrofo (che svolge la
funzione quivi del punto mappiq
dell'alfabeto ebraico): esempio:
chartz.aoh' = la terra di lei.

ALFABETO EBRAICO SCRITTO CON LETTERE LATINE


IN CODIFICAZIONE PANSEMITICA)
EBRAICO (22+1-L)
01 ch 06 w 11 k
02 b 07 z 12 l
03 g 08 kh 13 m
04 d 09 tv 14 n
05 h 10 y 15 s
16 gh 21 ts
17 p 22 sh
18 tz 23 t
19 q 24 xx
20 r 25 xx

EBRAICO

PS NOME SIGNIF PS SU AC FE EB VN SI VN GR VN ET LA LM

01 ch alf bue ch ch ch 1 aAz 1 A 1 A A A


02 b bet casa b b b 2 , 2 B 2 B B B
03 g ghiml cammello g g g 3 { 3 G 3 C C C
04 d dalt porta d d d 4 D 4 D 4 D D D
05 h he finestra h h h 5 h 5 E 5 E E E
06 w waw uncino w w 6 w 6 #/() 6 V F F
07 z zain pugnale z z z 7 z 7 Z 7 Z G G
08 kh khet staccionata kh 8 x 8 H 8 H H H
09 tv tvet ruota tv tv 9 V 9 Q 9 O
10 y yod mano y y 10 y 10 I 10 I I I/J
11 k kaf palmo k k k 20 K 20 K 20 K K
12 l lmed pungolo l l l 30 J 30 L 30 L L L
13 m mem acqua m m m 40 m 40 M 40 M M M
14 n nun pesce n n n 50 W 50 N 50 N N N
15 s smek pilastro s s s 60 S 60 X 60
16 gh ghin occhio gh gh 70 @ 70 O 70 U O O
17 p pe bocca p p p 80 P 80 P 80 P P P
18 f fe (bocca) f
19 tj tjad (papiro) tj
20 sv svad papiro sv sv 90 ~ 90 &
21 zv zvad (papiro) zv
22 q qf cruna ago q q 100 q 100 % 90 Q Q Q
23 r rsh testa r r r 200 R 200 R 100 R R R
24 sj sjin (dente) sj 300 300 S 200
25 sh shin dente sh sh sh \ S S S
26 t taw marchio t t t 400 T 400 T 300 T T T
27 th tha - th (U) 400 (U) (U)
28 khv khva - kvh khv (F) 500 (V) (V)
29 dh dhal - dh 600 (W)
30 dj djad - dj (Y) 700 (X)
31 dv dva - dv (W) 800 (Y)
32 ghv ghvain - ghv (!) 900 (Z) (Z)

N.B.: difficilmente potr capitare che questa tabella si possa presentare on line con tutti i caratteri visibili,
dato che la visibilit dipende qui dai set di caratteri caricati nella directory FONTS di Windows.
Volendo risolvere il problema, ove si voglia, si pu scrivere a renatoturra@alice.it e verranno fornite
le informazioni utili per limplementazione dei caratteri mancanti.

EBRAICO (22+1-L)
01 ch 06 w 11 k
02 b 07 z 12 l
03 g 08 kh 13 m
04 d 09 tv 14 n
05 h 10 y 15 s

16 gh 21 ts
17 p 22 sh
18 tz 23 t
19 q 24 xx
20 r 25 xx

FENICIO PUNICO
ARAM. SIRIACO(22-L)
01 ch 06 w
02 b 07 z
03 g 08 kh
04 d 09 tv
05 h 10 y

11 k 16 gh
12 l 17 p
13 m 18 tz
14 n 19 q
15 s 20 r

21 sh 22 t

Consonanti [modifica]
Letter final pronuncia anti trascrizio traslitterazionescienti
nome pronuncia moderna
a e ca ne fica

1. muta
1. [] occlusiva
2. talvolta [a:] segno
glottidale 1.
Alef diacritico per a
3. indica la presenza di 2. talvolta [a:] 2.
una vocale in parole segno diacritico
straniere non molto per a
conosciute
1. [b] 1. b 1. b
Bet 2. [v]
idem 2. v 2. b
[g] come g
Ghimel
nell'italiano lago
idem g g

Dalet [d] idem d d


[h] come h aspirata
Hej
nell'inglese hello
idem h h
1. [v] 1. [w] 1. v 1. w
Vav 2. [u:] segno diacritico per 2. [u:] segno
2. u 2.
u diacritico per u
[z] come la s sonora
Zajin come idem z z
nell'italiano rosa
[x], una h molto [], una h
1.Chet aspirata, uvulare, molto aspirata, H oppure
2.Heth 3.Khe
come la J dello velare, come ch
th
spagnolo Juan la araba
2.[]:th
Tet 1.[t]
aspirata.
idem t
1. [j] come i 1. j oppur
dell'italiano ieri 1. j oppure y
Jod
2. [i:] segno diacritico per
idem ey 2.
2. i
i

1. [k] come in casa


1. k 1. k
Kaf 2. [x], una h molto
aspirata, uvulare, come
idem 2. kh 2. k
la j dello spagnolo Juan

Lamed [l] idem l l

Mem [m] idem m m

Nun [n] idem n n


[s] sempre s sorda
Samech come idem s s
nell'italiano sole
[] fricativa
muta; rende
faringale
Ajin leggermente nasale
sonora, come

la vocale associata
in arabo
1. p 1. p 1. p
Pe 2. f
idem 2. f 2. f

[ts] come la z
1.Tzadi dell'italiano ragazzo
2.Sade (mai come la z
idem ts
dell'italiano zona)
Kof [k] [q] uvulare k q
[R] come la r [r] come la r
Re
francese italiana
r r
1. [ ] come
1. in sc dell'italiano scena idem 1. 1.
2. Sin 2. [ s] come 2. s 2.
s dell'italiano sera

1. [t] 1. t
Tav [t] 2. [] th aspirata
t 2. t

Nombr Significad Letra correspondiente en alfabeto


LetraUni. Fon.
e o heb. sir. r. griego latino cirlico
alp buey [] Aa
bt casa b [b] Bb ,
gaml camello g [] Gg, Cc ,
delt puerta d [d] , Dd
he ventana h [h] Ee , ,
Ff, Uu, Vv, Yy, W
wau anzuelo w [w] ,( ), (), ,
w
zai arma z [z] Zz ,
et muro [] , Hh ,
et rueda [t] , ()
yod mano y [j] Ii, Jj , ,
palma (de
kap k [k] Kk
la mano)
lamd aguijada l [l] Ll
m [m
mem agua Mm
]
nun serpiente n [n] Nn
(),
semk pez s [s] / , pos. pos. Xx
pos.
ain ojo [] , , Oo
pe boca p [p] Pp
ade caza [s] ,() , ,
(), (),
qop mono q [q] pos. , Qq pos. ,
()
ro cabeza r [r] Rr
, ,
in diente [] Ss

tau seal t [t] , Tt