Sei sulla pagina 1di 2
Evento importante e sentito anche a Seriate che, il 18 novembre scor- So, grazie allmpegno dell! in collabo- razione con alcune e il coordina- mento a cura del progetto del Comune di Seriate, ha Visto numerose famiglie con i figli al seguito rispondere attivamente allinvito degli assessori, Ester Pe- drini per la Cultura e Gabriele Cor- tesi per le Politiche Sociali, a “tra Scorrere insieme un pomeriggio gioiso!” Negli spazi della “Giacinto Gambirasio’, dun- que, ha preso il via un ricco carnet diiniziative: dall'accoglienza e salu- to delle autorita alla lettura anima: ta degli adolescenti per continuare con i laboratori creativi, giochi e ROFONDIMENTC merenda. Dai cantucci della tenso: struttura si alzava blando il brusio -ppe Bonfanti delle voci e dei passi di bimbi e ra- gazzi intenti a guardare, disegnare, assaggiare ... far damande di me- raviglia, ascoltare, girare dentro, fuori e attorno ai giochi di movimerito, animazio- ne teatrale e molto altro ancora per ricordare giocando approvazione della Convenzione ONU sui (20 novembre 1989). C’erano i la- boratori: “A giocar con le parole. lettura animata: le parole dei bam- bini; animazione con i ragazzi del CAG. di Cassinone; angolo morbi- do: percorso motorio avventuroso; games day; giochi all’aperto; "Cubi di parole dolci’; parole da gusta- re: merenda; gioco: la dirittombola delle parole; laboratorio fumetto; animazione ludica e gaming, Veramente tanti gliamici della “pa- rola" e trai partner nelforganizza- Zione e gestione di questa festa ricordiamo: Biblioteca Comunale, Spazio Gioco “La Casetta sul Se rio’ SFA, Oratorio di Seriate, Ta- nia Sanfilippo per il laboratorio di scrittura creativa, AGESCI gruppo Scout Seriate1, Comitato Genitor Aldo Moro, Associazione Tempo di Agire ONLUS, Associazione Be- tania Onlus, Coordinamento Nid Seriate, Spazio Non solo Compit Conferenza San Vincenzo de’ Pa CAG. Apache di Cassinone. gli (Cristiana, Benedetta, Stefa- 0, Francesco, Luca O. e Luca D) che hanno accettato la proposta di Officina Giovani per realizzare lo spettacolo introduttivo alla fe- una lettura animata tratta a favola Hanno partecipato alle riunioni anizzative contribuendo atti spettacolo, idee e proposte prima ancora di metterla in scena sud- dosi i compiti, con emazione e forte senso di gruppo. Durante illavoro con gli adolescen- ti, gli educatori di Officina Giovani si erano proposti questi obiettivi: fa- vorire il protagonismo giovanile ed esperienze di volontariato; stimo- lare la partecipazione dei ragazzi nella Comunita, sostenendo i loro percorsi di crescita; valorizzare le loro risorse; consolidare la colla- borazione con Oratorio, nelit tica di sostenere insieme i loro cammino evolutivo. Sono momenti come questi - di aggregazione, di preparazione e la stessa giornata mondiale dellinfanzia - a muovere nuove speranze e nuove opportu ita di crescita. Un po’ come nella ola animata quando il protago- nista, Silente dalle lacrime colora- te, riusci a farsi capire “anche sen: za parole a