Sei sulla pagina 1di 22

OPERE DI RAZIONALIZZAZIONE E OTTIMIZZAZIONE DELLA RETE DI ADDUZIONE

DEL SISTEMA IRRIGUO DEL BASSO MOLISE

Calcoli idraulici
a) Perdite di carico distribuite
La valutazione delle perdite di carico distribuite lungo la condotta in pressione viene effettuata con
lespressione di Darcy-Weisbach:

dove calcolato dalla formula di Colebrook e White:

avendo indicato con D il diametro interno della condotta, con v la velocit media della corrente, con g
l'accelerazione di gravit, con la scabrezza assoluta della tubazione e con Re il numero di Reynolds:

Re= vD/,

con = densit e = viscosit cinematica dellacqua.

Il calcolo stato effettuato in condizioni di tubi nuovi e di tubi usati, adottando rispettivamente per il
valore di 0,02 mm e di 0,06 mm come proposto in letteratura per i tubi in materiale plastico, quale il
PVC.

Si ha cos che in condizione di tubi nuovi:

Per Q = 200 l/s e DN 450

Dint = 415,6 mm (per tubazioni PVC PN 10)

J = 3,58 m/km

v = 1,47 m/s

Mentre in condizione di tubi usati:

Per Q = 200 l/s e DN 450

Dint = 415,6 mm (per tubazioni PVC PN 10)

J = 3,90 m/km

1/21
v = 1,47 m/s.

Come quota piezometrica di partenza della condotta di progetto raddoppio adduttrice Biferno si
assume quella che compete allesistente adduttrice Biferno, in base alla documentazione darchivio del
Consorzio, nella sezione del cambio di diametro 900 450, pari a 101,42 m.s.m. In tale sezione,
affluisce, in base alla citata documentazione darchivio, una portata di circa 440 l/s compatibile con
lipotesi di progetto di addurre, attraverso la nuova condotta, la portata di 200 l/s. Infatti, la portata in
arrivo verrebbe ripartita in parti pressoch uguali tra le due condotte, lesistente e quella di progetto,
entrambe del 450.

Considerato che lo sviluppo della nuova condotta pari a:

L = 1.561 m

La quota piezometrica di arrivo risulta in condizione di tubi nuovi pari a:

101,42 - 3,58 x 1,561 = 95,83 m.s.m.

ed in condizioni di tubi usati a:

101,42 3,90 x 1,561 = 95,33 m.s.m.

In entrambi i casi essa compatibile con la quota normale di esercizio dellimpianto di sollevamento,
stabilita in 94,0 m.s.m.

Per quanto riguarda la condotta di mandata dellimpianto di pompaggio si prevede di utilizzare le


medesime tubazioni in PVC PN 10 DN 450, pertanto le perdite di carico distribuite sono ancora pari a:

J (tubi nuovi) = 3,58 m/km

J (tubi usati) = 3,90 m/km

La lunghezza della condotta :

L = 3.412 m

2/21
Partendo dalla quota massima di pelo libero nel torrino di arrivo presso la vasca Felicioni, stabilita in
138,50 m.s.m. si ricava una quota piezometrica in corrispondenza dellimpianto di pompaggio pari a:

138,50 + 3,58 x 3,412 = 150,72 m.s.m. in caso di tubi nuovi e:

138,50 + 3,90 x 3,412 = 151,81 m.s.m. in caso di tubi usati.

Le perdite di carico concentrate nelle apparecchiature di controllo e regolazione a valle delle pompe
(valvole di ritegno, sezionamenti, venturimetro) possono essere stimate in m 2. Pertanto, le
elettropompe dovranno garantire sulla mandata una quota piezometrica di:

150,72 + 2 = 152, 72 m.s.m. in caso di tubi nuovi

151,81 + 2 = 153,81 m.s.m. in caso di tubi usati.

b) Elettropompe
Considerando che il minimo livello idraulico nella vasca di pompaggio stabilito a 92,15 m.s.m. la
prevalenza delle elettropompe dovr essere almeno pari a:

153,81 92,15 = 61,7 m

3/21
c) Moto vario
SCHEMA DELLIMPIANTO DI SOLLEVAMENTO

Y0

pa/

HS
Hg

LAB

Considerando a vantaggio di sicurezza la condizione a tubi nuovi


Dati di progetto:

J (tubi nuovi) = 3,58 m/km


zA = 96,50 m
zB = 138,50 m
LAB = 3440 m
DN = Dest = 450 mm (PVC PN 10)
S = 0,0172 m
Q = 0,2 m3/s
V0 = 1,48 m/s
Y0 = 12,32 m

Per diminuire le sovrapressioni positive e negative derivanti da un brusco arresto delle elettropompe
prevista linstallazione di una cassa daria subito a valle dellimpianto di sollevamento. Per ridurne il
volume sar realizzata una strozzatura al passaggio dalla cassa alla condotta. Lo scopo della strozzatura
consiste nel portare gi nei primi istanti di moto a pressioni basse in condotta, con leffetto di rallentare
subito il moto vario. Tale strozzatura, che si comporta come una luce a battente, sar dimensionata
come strozzatura ottima. Viene cos definita quella che produce, per una velocit pari a quella di
regime, una perdita di carico tale da provocare allistante iniziale la stessa depressione che si determina
al termine della prima fase di moto vario.
Si calcola il carico assoluto nella cassa in condizioni statiche:
4/21
pA
H S zB zA 138,50 96,50 10.33 52.33m

Si determina la massima sovrapressione e depressione |Zmax| :

|Zmax| = min ( Zmax ; Zmax )

Zmax si ricava dalla normativa, in funzione di HS: Zmax = 5 kg/cmq = 50 m


1 cV
Zmax 0 = 25,5 m in cui c la celerit di propagazione nel liquido delle perturbazioni
2 g
dovute al moto vario. Essa data dalla formula:


c 338,5m / s
D
1
Es
dove = 102 kg*s2 /m4 = densit dellacqua
= 2*108 kgf /m2 = modulo di elasticit alla compressione cubica dellacqua
E = 3*108 kgf /m2 = modulo di elasticit del PVC
D = 0,45 m
s = 0,0172 m
Si ricava che loscillazione massima ammissibile :
|Zmax| = 25,5 m.
Si adimensionalizza |Z max| :
Z max 25,5
z max 0,49
HS 52,33

Z max 25,5
z min 0,49
HS 52,33
Si adimensionalizza Y0:
Y0 12,32
h0 0,235
H S 52,33

Si entra nel grafico di Evangelisti che fornisce le massime sovrapressioni e depressioni per camera
daria con strozzatura e trasformazione adiabatica. Si ricava, in funzione di zmax, zmin e h0, il valore
del parametro adimensionale :
= min ( zmin; zmax ) = 0,47

5/21
tale parametro adimensionale dato dal rapporto tra lenergia cinetica a regime in condotta e lenergia
potenziale nella cassa in condizioni statiche:
A L AB V02

2g H s U S
noto si pu ricavare US cio il volume di aria nella cassa in condizioni statiche:
A L AB V02
US 2,10m 3
2g H S
dove:
A = 0,136 m2 = sezione di passaggio della condotta.
V0 = 1,48 m/s = velocit in condotta a regime

Poich il volume della cassa va dimensionato in funzione del volume che raggiunge laria alla massima
espansione, necessario calcolare tale volume. Esso viene raggiunto quando si verifica la massima
depressione.
Dalla seguente relazione che regola lespansione dei gas:
U Sn H S U max
n
H min
sostituendo:
H min H S Z min H S z min H S
e risolvendo in funzione di Umax, si ottiene:
1
1 n
U max U S
1 z min
per n = 1,41 (trasformazione adiabatica, per la quale si hanno le maggiori oscillazioni), si ottiene:
Umax = 3,37 m3
Per garantire che laria non esca mai dalla cassa ed entri in condotta necessario che la cassa stessa
abbia un volume maggiore di Umax:
Ucassa = 1,2 Umax 4,00 m3
Larea della sezione trasversale della strozzatura data dalla relazione:
Q
AS 0,012m 2
2 g Y0 Z min
dove:
Q = 0,2 m3/s
6/21
= 0,61
Y0 = 12,32 m
Zmin = z min HS = - 25,5 m
Si adotta una strozzatura 125
conveniente che il rapporto tra il diametro della strozzatura e il diametro della condotta sia maggiore
di 0,1:
DS 0,125
0,30 0,1
Di 0,416

Verifica della cassa daria con strozzatura


In questo caso, nellipotesi di assimilare il fenomeno ad oscillazioni di massa, le equazioni che lo
descrivono sono :
L dV
a) V V Z equazione del moto
g dt
dU
b) A V equazione di continuit
dt
c) H U n H s U sn cos t equazione di stato

Condizioni iniziali (t=0)


1
1 n
U 0 U S 1,81m 3
1 h0
V0 = 1,48 m/s
Z = Y0 = 12,32 m

Calcolo delle costanti

dalla politropica dei gas:

cost = HS USn = 149

dallequazione del moto a regime:

Y0 12,32
2
2
5,66 s 2 / m
V0 1,48

dallequazione delle luci a battente rigurgitate:


7/21
Y0 Z min 12,32 25,5
2
2
17,36 s 2 / m
V 0 1,48

periodo delle oscillazioni non smorzate:

L AB U s 3440 2,10
T 2 2 53,02s
g A n H s 9,81 0,136 1,41 52,33
T
t 1,33 t 1,00 s
40

Il sistema, alle differenze finite, si scrive :

g t
a )Vi Vi 1 Z a ,i Vi 1 Vi 1
L AB
b)U i U i 1 A Vi 1 t
cos t
c) Z a ,i n H s
Ui
Le pressioni in condotta Zb sono descritte dalla relazione :

Z b ,i Z a ,i 1 Vi Vi

Si riportano di seguito i risultati numerici e grafici relativi alla verifica in condotta e nella cassa.
Da tali risultati si evince che la verifica della cassa soddisfatta infatti:
dal grafico che descrive landamento del volume di aria nella cassa in funzione del tempo, si
osserva che tale volume, partendo da un valore iniziale pari a U0 e oscillando intorno ad un
valore pari a US, raggiunge, nel momento della massima espansione, un valore inferiore al
volume ottenuto per la cassa in fase di progetto.
dal grafico che descrive landamento del carico in cassa e in condotta in funzione del tempo, si
osserva che le massime sovrapressioni e depressioni non superano mai loscillazione massima
ammissibile stabilita in fase di progetto.

8/21
9/21
10/21
11/21
12/21
d) Blocchi dancoraggio
Le tubazioni con giunzioni elastiche di tipo automatico o meccanico, realizzate mediante guarnizioni
inserite in un bicchiere, necessitano, in determinati punti caratteristici, di un ancoraggio per contrastare
la spinta dovuta alla pressione interna tendente a sfilare lelemento stesso o di une soluzione
antisfilamento da prescegliere tra quelle disponibili.
La spinta, che deve essere equilibrata da forze esterne (per es. mediante ancoraggio), funzione della
pressione interna in condotta, del suo diametro e della tipologia del punto caratteristico.
Il valore della pressione da tenere in conto nel dimensionamento dellancoraggio o nella scelta della
soluzione antisfilamento quello della pressione di collaudo in cantiere, poich questa la pressione
massima che la condotta deve sopportare anche in circostanze particolari.
Lancoraggio, ovvero il blocco di contrasto, sar realizzato in calcestruzzo; le sue dimensioni sono
funzione della spinta che deve essere contrastata, della profondit di posa della tubazione e delle
caratteristiche geotecniche del terreno.
La forma ideale del blocco di ancoraggio quella di una figura volumetrica di altezza costante e base
trapezoidale, (vedere figura seguente).

13/21
I blocchi di ancoraggio a gravit si realizzano quando invece la reazione del terreno tramite la spinta
passiva talmente piccola da ritenersi nulla.
In questultimo caso la spinta dovuta alla pressione deve essere neutralizzata solamente per attrito dal
peso del blocco di ancoraggio ed il terreno deve essere in grado di sopportare la conseguente
sollecitazione unitaria.
I punti caratteristici che devono essere dotati di blocco di ancoraggio sono:
- Deviazioni angolari, Curve
- Estremit, Flange cieche, Valvole
- Diramazione, Ti
- Riduzioni, Variazioni di diametro
Nel caso specifico trattasi di una tubazione di diametro unico, senza riduzioni, con profondit di posa
minima pari a 1 m riferita alla generatrice superiore del tubo al di sotto della quota piano di campagna.
La verifica della tenuta dei blocchi di ancoraggio calcolata sulla base della pressione di collaudo, pari
ad 1,5 volte la massima pressione di esercizio, che si attinge per effetto della sovrapposizione della
condizione statica con carico di 40,57 m (4,06 bar) con la massima sovrappressione da colpo dariete
pari a 2,5 bar. La pressione di collaudo adottata sar quindi pari a 9,84 10 bar.

Le spinte derivanti dalla pressione del liquido allinterno della condotta sono calcolate con le seguenti
formule:

Estremit, diramazione:

Curva:

Variazione di diametro:

Dove: P la spinta in kg;

R la risultante di spinta;

De diametro della tubazione, in cm;

De diametro ridotto della tubazione, in cm;

p pressione di collaudo in bar;

14/21
angolatura del raccordo in gradi;

Trattasi nel caso specifico di DN 450 mm, spessore 17,2 mm, diametro interno 415,6 mm che,
considerata il valore della pressione di calcolo, le spinte risultano le seguenti:

Estremit/diramazione 15641 kg

Curva 1115 = 3041 kg

Curva 2230 = 6053 kg

Curva 45 = 11978 kg

Curva 90 = 22132 kg

Tali spinte dovranno quindi essere contrastate dalla sola reazione del terreno per attrito e dalla spinta
per contrasto (reazione passiva del terreno), secondo la seguente relazione:

Ove:

P la spinta

Sr la spinta delle terre

Rt la reazione del terreno

s il coefficiente di sicurezza, che si pone pari ad 1,25

Ai fini della schematizzazione delle caratteristiche meccaniche del terreno si possono assumere come
valori medi i seguenti:

= 17

c= 1000 kg/m2

a= 0,50

w= 1700 kg/m3

amt = 0,5 kg/m2

15/21
Considerata quindi una profondit di posa minima di 1,00 m, e considerato di dover contrastare le
spinte che sono state sopra calcolate, si ottengono i risultati che sono tabellati come segue:

tipologia Vol (m3) Peso (kg) Dim. L1 Dim. L Dim. h Dim. h1


(m) (m) (m) (m)
estremit 2,30 4609 0,76 1,90 1,14 1,52
curva 1115 0,24 490 0,36 0,90 0,54 0,72
curva 2230 0,58 1161 0,48 1,20 0,72 0,96
curva 45 1,38 2253 0,64 1,60 0,96 1,28
curva 90 3,58 7155 0,88 2,20 1,32 1,76

Al fine di verificare la portanza del terreno, la resistenza del calcestruzzo e lequilibrio al ribaltamento
sono stati effettuati ulteriori calcoli i cui esiti sono riportati di seguito:

16/21
CALCOLO BLOCCHI D'ANCORAGGIO
IPOTESI: coesione = 0; considerazione peso rinterro e spinta terre
angolo curv a = 11,15 0,19 0,194604212
pressione collaudo (bar) = 9,84
DN tubo (mm) = 450
Tipo Terreno (RR, TV, SA, AR) = ar
Diametro esterno (mm) = 0,45
Sezione tubo (m 2) = 0,1590
altezza di rinterro (m) = 1
profondit scavo base tubazione
= 1,45
(m)
s = coeff iciente sicurezza scorrimento blocco = 1,25
1/S*[Sp + f(Gb)] = s = 0,63
S = spinta idraulica (N) = 30407,22
Sp = spinta passiv a terreno (N) = 17877,61
f(Gb ) = reazione attrito terreno (N) = 1313,38
3
= peso specif ico terreno (N/m ) = 17000
p = coeff iciente spinta passiv a = 1,83
= profondit piano appoggio blocco (m) = 1,54
h = altezza blocco (m) = 0,54
prof piano appoggio blocco - profondit scavo base
(h-DN)/2 = = 0,09
tubazione
f = coefficiente attrito cls-terreno [tg ( 0.9* )] = 0,27
= angolo attrito interno terreno = 0,30
peso specifico cls (kg/m 3) = 2000
VOLUME BLOCCO (m 3) = 0,24
PESO BLOCCO (t) - Gb - = 0,49
L = base maggiore blocco (m) = 0,90
h = altezza blocco (m) = 0,54
h1 = prof ondit blocco (m) = 0,72
L1 = base minore blocco (m) = 0,36

Verifica ribaltamento
yG = baricentro blocco (m) = 0,309
Mstab = momento stabilizzante (Nm) = 1481
Kp coef f equilibrio limite superiore = 1,82
H reaz = altezza reazione terreno (m) = 0,27
H ris = altezza spinta idraulica (m) = 0,27
B = (Hris - H reaz) = disassamento spinta idraulica - reazione terreno = 0,00
Mrib = momento ribaltante (Nm) = 47
M stab>1,5 M rib = VERIFICA RIBALTAMENTO = 31,65

Verifica resistenza calcestruzzo (sezione minima di contatto blocco-tubazione)


l = lunghezza minima contatto tubo-blocco (m) = 0,034
S = Spinta idraulica (N) = 30407,22
2
cam = resistenza cls a nn completa maturazione (N/cm ) = 200
De = diametro esterno (m) = 0,45

Verifica resistenza del terreno ( t< t,amm)


t = pressione ef fettiva sul terreno (N/m 2) = 10706
Gb = peso blocco (N) = 4801
Gt = peso tubaz annegata nel blocco (Hp:peso/2 del pezzo) = 2
Ga = peso tronco fluido annegato nel blocco (Hp: l*sezione* ) = 53
A = area base d'appoggio (m 2) = 0,45
t,amm = portanza terreno (N/m 2) - valore medio a sicurezza - = 50000

17/21
CALCOLO BLOCCHI D'ANCORAGGIO
IPOTESI: coesione = 0; considerazione peso rinterro e spinta terre
angolo curva = 22,3 0,39 0,389208423
pressione collaudo (bar) = 9,84
DN tubo (mm) = 450
Tipo Terreno (RR, TV, SA, AR) = ar
Diametro esterno (mm) = 0,45
2
Sezione tubo (m ) = 0,1590
altezza di rinterro (m) = 1
profondit scavo base tubazione
= 1,45
(m)
us = coefficiente sicurezza scorrimento blocco = 1,25
1/S*[Sp + f(Gb)] = us = 0,57
S = spinta idraulica (N) = 60526,78
Sp = spinta passiva terreno (N) = 31113,18
f(Gb) = reazione attrito terreno (N) = 3113,19
3
= peso specifico terreno (N/m ) = 17000
p = coefficiente spinta passiva = 1,83
H2 = profondit piano appoggio blocco (m) = 1,72
h = altezza blocco (m) = 0,72
prof piano appoggio blocco - profondit scavo base
(h-DN)/2 = = 0,27
tubazione
f = coefficiente attrito cls-terreno [tg ( 0.9*)] = 0,27
= angolo attrito interno terreno = 0,30
3
peso specifico cls (kg/m ) = 2000
3
VOLUME BLOCCO (m ) = 0,58
PESO BLOCCO (t) - Gb - = 1,16
L = base maggiore blocco (m) = 1,20
h = altezza blocco (m) = 0,72
h1 = profondit blocco (m) = 0,96
L1 = base minore blocco (m) = 0,48

Verifica ribaltamento
yG = baricentro blocco (m) = 0,411
Mstab = momento stabilizzante (Nm) = 4682
Kp coeff equilibrio limite superiore = 1,82
Hreaz = altezza reazione terreno (m) = 0,38
Hris = altezza spinta idraulica (m) = 0,36
B = (Hris - Hreaz) = disassamento spinta idraulica - reazione terreno = -0,02
Mrib = momento ribaltante (Nm) = -1467
Mstab>1,5 Mrib = VERIFICA RIBALTAMENTO = -3,19

Verifica resistenza calcestruzzo (sezione minima di contatto blocco-tubazione)


l = lunghezza minima contatto tubo-blocco (m) = 0,067
S = Spinta idraulica (N) = 60526,78
2
scam = resistenza cls a nn completa maturazione (N/cm ) = 200
De = diametro esterno (m) = 0,45

Verifica resistenza del terreno (st<st,amm)


2
st = pressione effettiva sul terreno (N/m ) = 14242
Gb = peso blocco (N) = 11380
Gt = peso tubaz annegata nel blocco (Hp:peso/2 del pezzo) = 0
Ga = peso tronco fluido annegato nel blocco (Hp: l*sezione*H2O) = 105
2
A = area base d'appoggio (m ) = 0,81
2
st,amm = portanza terreno (N/m ) - valore medio a sicurezza - = 50000

18/21
CALCOLO BLOCCHI D'ANCORAGGIO
IPOTESI: coesione = 0; considerazione peso rinterro e spinta terre
angolo curva = 45 0,79 0,785398163
pressione collaudo (bar) = 9,84
DN tubo (mm) = 450
Tipo Terreno (RR, TV, SA, AR) = ar
Diametro esterno (mm) = 0,45
2
Sezione tubo (m ) = 0,1590
altezza di rinterro (m) = 1
profondit scavo base tubazione
= 1,45
(m)
us = coefficiente sicurezza scorrimento blocco = 1,25
1/S*[Sp + f(Gb)] = us = 0,53
S = spinta idraulica (N) = 119778,72
Sp = spinta passiva terreno (N) = 56297,78
f(Gb) = reazione attrito terreno (N) = 7379,42
3
= peso specifico terreno (N/m ) = 17000
p = coefficiente spinta passiva = 1,83
H2 = profondit piano appoggio blocco (m) = 1,96
h = altezza blocco (m) = 0,96
prof piano appoggio blocco - profondit scavo base
(h-DN)/2 = = 0,51
tubazione
f = coefficiente attrito cls-terreno [tg ( 0.9*)] = 0,27
= angolo attrito interno terreno = 0,30
3
peso specifico cls (kg/m ) = 2000
3
VOLUME BLOCCO (m ) = 1,38
PESO BLOCCO (t) - Gb - = 2,75
L = base maggiore blocco (m) = 1,60
h = altezza blocco (m) = 0,96
h1 = profondit blocco (m) = 1,28
L1 = base minore blocco (m) = 0,64

Verifica ribaltamento
yG = baricentro blocco (m) = 0,549
Mstab = momento stabilizzante (Nm) = 14798
Kp coeff equilibrio limite superiore = 1,82
Hreaz = altezza reazione terreno (m) = 0,54
Hris = altezza spinta idraulica (m) = 0,48
B = (Hris - Hreaz) = disassamento spinta idraulica - reazione terreno = -0,06
Mrib = momento ribaltante (Nm) = -6687
Mstab>1,5 Mrib = VERIFICA RIBALTAMENTO = -2,21

Verifica resistenza calcestruzzo (sezione minima di contatto blocco-tubazione)


l = lunghezza minima contatto tubo-blocco (m) = 0,133
S = Spinta idraulica (N) = 119778,72
2
scam = resistenza cls a nn completa maturazione (N/cm ) = 200
De = diametro esterno (m) = 0,45

Verifica resistenza del terreno (st<st,amm)


2
st = pressione effettiva sul terreno (N/m ) = 18966
Gb = peso blocco (N) = 26975
Gt = peso tubaz annegata nel blocco (Hp:peso/2 del pezzo) = 8
Ga = peso tronco fluido annegato nel blocco (Hp: l*sezione*H2O) = 207
2
A = area base d'appoggio (m ) = 1,43
2
st,amm = portanza terreno (N/m ) - valore medio a sicurezza - = 50000

19/21
CALCOLO BLOCCHI D'ANCORAGGIO
IPOTESI: coesione = 0; considerazione peso rinterro e spinta terre
angolo curva = 90 1,57 1,570796327
pressione collaudo (bar) = 9,84
DN tubo (mm) = 450
Tipo Terreno (RR, TV, SA, AR) = ar
Diametro esterno (mm) = 0,45
2
Sezione tubo (m ) = 0,1590
altezza di rinterro (m) = 1
profondit scavo base tubazione
= 1,45
(m)
us = coefficiente sicurezza scorrimento blocco = 1,25
1/S*[Sp + f(Gb)] = us = 0,60
S = spinta idraulica (N) = 221322,21
Sp = spinta passiva terreno (N) = 113495,09
f(Gb) = reazione attrito terreno (N) = 19183,61
3
= peso specifico terreno (N/m ) = 17000
p = coefficiente spinta passiva = 1,83
H2 = profondit piano appoggio blocco (m) = 2,32
h = altezza blocco (m) = 1,32
prof piano appoggio blocco - profondit scavo base
(h-DN)/2 = = 0,87
tubazione
f = coefficiente attrito cls-terreno [tg ( 0.9*)] = 0,27
= angolo attrito interno terreno = 0,30
3
peso specifico cls (kg/m ) = 2000
3
VOLUME BLOCCO (m ) = 3,58
PESO BLOCCO (t) - Gb - = 7,16
L = base maggiore blocco (m) = 2,20
h = altezza blocco (m) = 1,32
h1 = profondit blocco (m) = 1,76
L1 = base minore blocco (m) = 0,88

Verifica ribaltamento
yG = baricentro blocco (m) = 0,754
Mstab = momento stabilizzante (Nm) = 52893
Kp coeff equilibrio limite superiore = 1,82
Hreaz = altezza reazione terreno (m) = 0,75
Hris = altezza spinta idraulica (m) = 0,66
B = (Hris - Hreaz) = disassamento spinta idraulica - reazione terreno = -0,09
Mrib = momento ribaltante (Nm) = -20752
Mstab>1,5 Mrib = VERIFICA RIBALTAMENTO = -2,55

Verifica resistenza calcestruzzo (sezione minima di contatto blocco-tubazione)


l = lunghezza minima contatto tubo-blocco (m) = 0,246
S = Spinta idraulica (N) = 221322,21
2
scam = resistenza cls a nn completa maturazione (N/cm ) = 200
De = diametro esterno (m) = 0,45

Verifica resistenza del terreno (st<st,amm)


2
st = pressione effettiva sul terreno (N/m ) = 26019
Gb = peso blocco (N) = 70123
Gt = peso tubaz annegata nel blocco (Hp:peso/2 del pezzo) = 16
Ga = peso tronco fluido annegato nel blocco (Hp: l*sezione*H2O) = 383
2
A = area base d'appoggio (m ) = 2,71
2
st,amm = portanza terreno (N/m ) - valore medio a sicurezza - = 50000

20/21
Le tabelle di cui sopra consentono di verificare lidoneit dei blocchi di ancoraggio come
dimensionati rispettivamente per le curve a 11,15 , 22,30 , 45 e 90.

Firma del Tecnico

Ing. Salvatore Gravino


TIMBRO E FIRMA

21/21