Sei sulla pagina 1di 6

50 sfumature di pesce rosso

I pesci rossi, che poi sempre rossi non sono. Tutti hanno avuto lamato pesciolino da bambini. Che
contenesse Red, Rouge o Cleo, le case hanno sempre avuto una boccia o una vaschetta col nostro
beniamino con le scaglie.
Ma chi sono i pesci rossi e come possono presentarsi? Come sono arrivati fino a noi? Facciamo un
piccolo excursus sulla storia di questo pet insieme.

Il pesce rosso (o, per nerd, Carassius auratus, della famiglia dei ciprinidi) ha una colorazione
originaria molto diversa da quella che uno si aspetterebbe, visto il nome: infatti varia dal verdastro
al marroncino su un corpo dalla forma totalmente anonima. Insomma, un animale ricco di attrattive.
Ha origini antiche e le prime testimonianze scritte della sua esistenza risalgono a documenti cinesi
databili tra il 316 e il 265 a. C., su cui comparivano descrizioni di pesciolini tenuti allinterno dei
laghetti dei palazzi imperiali.
I primi allevamenti veri e propri nascono per solamente nel 100, in Giappone, che potrebbe essere
definito un po come la patria dellacquariologia. Qui ci si dilettati con incroci e selezioni al fine
di poter ottenere diverse variet di pesci rossi, dalle colorazioni variopinte e pinne stravaganti, tali
da poter competere in bellezza con molti pesci tropicali.
Per arrivare dallOriente allEuropa i pesci rossi impiegano per altri secoli e fanno il loro ingresso
in pompa magna nel 1700, quando erano visti come animali propri di una elite di nobili sempre alla
ricerca di per stupire e meravigliare e che hanno incentivato ulteriormente le selezioni.
In questi oltre mille anni, luomo ha selezionato differenti caratteri, favorendo lo sviluppo delle
pinne piuttosto che la bombatura della testa, per dare vita a diverse razze, proprio com successo
coi cani.
Solo che tutti conoscono il Pastore tedesco, il Barboncino o il Chiwawa ma nessuno il pesce
Pompon, il Pearlscale o il Tosakin.
Iniziamo quindi ad esplorare le varie razze di pesce rosso, ricordando sempre che luomo ha dei
gusti orribili.

Carassius auratus forma selvatica: il punto di partenza. Poco incoraggiante.

Classico: il tipico pesce rosso, senza fronzoli, senza orpelli. Un evergreen che non tramonter mai.
Cometa: semplicemente con le pinne pi sviluppate e lunghe. Da sempre nel presepe di ogni
acquarista.

Canarino: non canoro come si potrebbe pensare, semplicemente giallo.

Sarasa: pezzato di rosso come pu esserlo una mucca pezzata.


Nb: questo Sarasa ha anche la coda cometa. ESATTO! Questi meravigliosi caratteri possono essere
mescolati per creare micidiali combo!

Shubunkin: i Pongo e Peggie dei pesci rossi.

Fantail: vezzoso, dalla coda doppia e dal corpo un po sferico. Un pesce frufr.

Tosakin: dalla coda vistosa e frastagliata, un pesce origami.


Fino a qui starete sicuramente pensando: che esagerato, a me non sembrano delle selezioni che
hanno portato dei mostri nei nostri acquari. Concordo con voi. Infatti, la carrellata di mostruosit
inizia adesso.

Pearlscale: acquistando questa meraviglia, sar come avere una melagrana semovente per la vasca.

Bubble eye: luomo ha trasformato gli occhi di questa povera bestia in delle crystal ball.

Blackmoor: un binocolo dotato di pinne e scaglie. Inspiegabilmente, uno dei pi amati.


Demekin: tristemente simile al Blackmoor ma non black. Luomo si palesemente accanito contro
gli occhi.

Testa di leone: testa di tumore

Red cap oranda: testa di tumore II, la vendetta. Questa volta di bianco vestita.
Pesce rosso pompon: dotato di terrificanti escrescenze dallaspetto spugnoso a livello delle narici.