Sei sulla pagina 1di 2

Forze e movimento

per mettere in movimento un corpo fermo occorre esercitare una forza su di


esso.
Per fermare o far rallentare un corpo in movimento occorre esercitare una
forza su di esso

La prima legge del moto (o principio di inerzia)


DEF: un corpo rimane nel suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme fino a
quando non interviene su di esso una forza esterna

Esistono tre tipi di attrito: radente, volvente e viscoso

DEF: le forza di attrito sono sempre opposte al moto dei corpi; ecco perch il loro
effetto sempre quello di rallentarli

Attrito viscoso: un fluido incontra un corpo in movimento

Attrito volvente: un corpo rotola su una superficie

Attrito radente: un corpo solido striscia su una superficie solida (dipende dai
materiali di cui sono formate le due superfici e dalla pressione che esercitano luna
sullaltra)

La seconda legge del moto


Questa legge, scoperta da Isaac Newton, si esprime in tre punti fondamentali:

1. una forza applicata a un corpo causa unaccelerazione nella direzione e nel


verso della forza stessa. Tale accelerazione dipende dalla massa del corpo e
dalla forza applicata
2. lasciando invariata la massa, laccelerazione direttamente proporzionale
alla forza applicata
3. lasciando invariata la forza, laccelerazione inversamente proporzionale
alla massa del corpo

DEF: un corpo su cui agisce una forza (non equilibrato da altre forze) si muove nella
direzione e nel verso della forza con unaccelerazione costante direttamente
proporzionale allintensit della forza e inversamente proporzionale alla massa del
corpo

accelerazione = forza/massa a = F/m


DEF: il newton la forza che, applicata alla massa di 1 kg, le imprime
unaccelerazione di 1 m/s2

Il peso una forza, al contrario della massa

la massa una caratteristica costante di un corpo indipendente dalla sua


posizione nello spazio. Essa la misura dellinerzia: pi grande la massa di
un corpo e maggiore la forza necessaria per imprimergli una data
accelerazione
il peso invece, leffetto prodotto sulla massa dal campo gravitazionale: la
forza con cui il corpo viene attratto dalla Terra.

La terza legge del moto


Ogni volta che due oggetti interagiscono fra loro, si creano sempre due forze uguali
ma di verso opposto.

ESEMPIO. Quando pianti un chiodo, il martello spinge il chiodo ma nello stesso


tempo anche il chiodo spinge il martello nel verso opposto

Le due forze si chiamano azione e reazione e agiscono sempre su due oggetti diversi.
Se un corpo A esercita una certa forza (azione) su un corpo B, allora il corpo B, a sua
volta, esercita sul corpo A unaltra forza uguale per intensit e direzione ma di verso
opposto (reazione)

DEF: secondo il principio di azione e reazione a ogni azione corrisponde una


reazione uguale e contraria