Sei sulla pagina 1di 2

PRIMA LEGGE DI OHM: Il rapporto tra la differenza di potenziale ai capi del conduttore e lintensit

di corrente che gli attraversa, cio la resistenza R del conduttore, costante per un determinato
conduttore e una determinata temperatura.
SECONDA LEGGE DI OHM: La resistenza elettrica di un conduttore direttamente proporzionale
alla lunghezza e inversamente proporzionale alla sua sezione trasversale.
CIRCUITO ELETTRICO: un percorso chiuso costituito da materiali conduttori in cui circola una
corrente elettrica causata dalla differenza di potenziale esistente ai capi del generatore. Le parti
principali di un circuito elementare sono: generatore di corrente, per esempio una pila, e un
utilizzatore, per esempio la lampadina.
VOLTMETRO E AMPEROMETRO: Il voltmetro misura la differenza di potenziale collegato in
parallelo. Un voltmetro ideale dovrebbe misurare una tensione senza modificare in alcun modo il
circuito al quale viene collegato. Questo avviene solo a condizione che il voltmetro presenti
idealmente una resistenza infinita ovvero non sia mai percorso da corrente (o comunque una
resistenza molto grande). Lamperometro misura intensit di corrente ed collegato in serie. Un
amperometro ideale che non perturbi il circuito dovrebbe avere una resistenza interna pari a zero
(o comunque molto piccola).
POTENZA ASSORBITA DA UN CONDUTTORE: Le cariche in movimento urtano contro gli ioni del
reticolo cristallino e cedono parte della loro energia cinetica. Il generatore garantisce lenergia
potenziale elettrica (v) di cui le cariche hanno bisogno per muoversi.
EFFETTO JOULE: il riscaldamento del conduttore dovuto allaumento delloscillazione termica (al
passaggio dellenergia elettrica). Lenergia elettrica viene dissipata sotto forma di calore.
F.E.M. (forza elettromotrice) DI UN GENERATORE DI TENSIONE: Il generatore di tensione un
dispositivo in grado di mantenere costante la differenza di potenziale ai capi di un conduttore. Il
generatore di tensione presenta due poli, un positivo e uno negativo. Questi si possono dividere
generatori ideali, se si tratta di un ipotetico dispositivo in grado di mantenere una tensione
costante fra i suoi poli, indipendentemente dallintensit di corrente, e in generatori reali se
mantengono una tensione costante o comunque entro certi limiti e sono in serie con una
resistenza. La F.E.M. il lavoro che viene eseguito per portare una carica positiva dal polo negativo
al polo positivo, fratto la carica stessa (differenza di potenziale a circuito aperto).
POTENZA ELETTRICA: La potenza elettrica assorbita (o dissipata) da un conduttore uguale al
prodotto tra la differenza di potenziale applicata ai capi del conduttore e la corrente elettrica che
scorre nel conduttore. P=vI
RESISTENZE IN SERIE: Si dicono in serie se poste una di seguito allaltro e unite attraverso un solo
capo di conduttore.
RESISTENZE IN PARALLELO: Sono collegati in parallelo se unite attraverso entrambi i capi, cio tutti
primi capi confluiscono nello stesso nodo tutti secondi confluiscono in un altro nodo.
RESISTENZA EQUIVALENTE: Due resistenze in serie corrispondono ad ununica resistenza
equivalente di valore uguale alla somma delle due resistenze. Req=R1+R2
LEGGI DI KIRCHHOOFF: nodo: punto in cui confluiscono 3 o pi conduttori; maglia: percorso
(tratto) chiuso di circuito; ramo: tratto compreso fra due nodi. 1^ LEGGE: La somma algebrica delle
correnti che confluiscono in un nodo nulla. I1+I2++In=0; ni=1; Ii=0. 2^ LEGGE: La somma
algebrica delle differenze di potenziale di una maglia uguale a zero. v1+v2++vn=0; ni=1; vi=0.
CAMPO MAGNETICO: Originato da correnti magnetiche, poli magnetici diversi si attraggono, poli
uguali si respingono, non esiste il monopolo magnetico perch se spezzo una calamita si creeranno
due calamite. VI secolo, Antica Grecia, Talete, Magnetite, minerale di ferro che aveva la capacit di
attrarre a s della limatura di ferro. Oggi, magneti e calamite, composti artificiali di magnetite. Se
strofino un qualsiasi materiale con la magnetite e questo prender le stesse propriet della
magnetite, si avranno delle sostanze ferro-magnetiche. Aghetti di magneti o calamite punteranno
uno al nord geografico e laltro a sud geografico, prenderanno il nome di polo nord e polo sud.
Questo perch la terra sede di campo magnetico, attorno al nucleo presente del ferro fuso a
temperature elevatissime, che creano unattivit elettromagnetica, il geo-dinamo. Il campo
magnetico terrestre subisce variazioni giornaliere e secolari (osservando la disposizione dei
minerali allinterno delle rocce che, solidificandosi, mantengono lorientamento del campo
magnetico terrestre). Il campo magnetico generato sia da corrente elettriche e magneti. Si
rappresenta con linee di forza; la direzione sar la stessa dellasse che collega il nord e il sud, il
verso sar entrante a sud e uscente a nord. Avremo un campo elettrico uniforme nellespansioni
polari di una calamita a ferro di cavallo. La tangente in ogni punto fornisce la direzione. Maggiore
la densit e maggiore sar lintensit del campo magnetico. Nel campo elettrico saranno linee
aperte, quello magnetico chiuse.
ESPERIMENTO DI OERSTED: dispose un filo conduttore collegato un generatore secondo la
direzione del campo magnetico terrestre e sotto sistem un ago magnetico parallelamente al filo.
Quando il circuito veniva chiuso e la corrente circolava lago si disponeva perpendicolarmente al
filo. [Il passaggio di corrente elettrica in un filo genera un campo magnetico].
ESPERIMENTO DI FARADAY: Consiste nel porre un filo conduttore in posizione verticale tra i due
poli di un magnete. Questo filo sorretto da unintelaiatura che lo tiene nella posizione corretta.
Quando si chiude circuito, la corrente attraverso il filo e si pu notare che esso si muove in
direzione perpendicolare a s stesso e alle linee di campo, arrivando alla conclusione che [un
magnete esercita una forza su un conduttore percorso da corrente]. Questesperimento evidenzia
la reciprocit delle azioni tra magneti e correnti.
ESPERIMENTO DI AMPERE: Due fili conduttori rettilinei e paralleli si attraggono se la corrente che li
attraversa nello stesso verso e si respingono se nel verso opposto.
VETTORE CAMPO MAGNETICO: Lintensit della forza magnetica diminuisce con il quadrato della
distanza tra i poli. La direzione del campo magnetico B in un punto la retta lungo la quale si
dispone un ago magnetico posizionato in quel punto. Il verso del campo e quello che va dal polo
sud al polo nord dellago magnetico. Per definire direzione e verso del campo in un punto dello
spazio poniamo un aghetto magnetico un supporto che gli permetta di ruotare in tutte le direzioni
e si stabilizzi.