Sei sulla pagina 1di 17

POLITECNICO DI TORINO

CORSO DI PROGETTAZIONE VEICOLI AEROSPAZIALI

ESERCITAZIONE 1 AERODINAMICA 2D

Enrico CESTINO Fabio BORELLO

e-mail: enrico.cestino@polito.it

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Introduzione

Il processo

di

progettazione

di

un

profilo

è

di solito finalizzato

all’obbiettivo di ottenere un profilo che massimizzi le prestazioni del

velivolo.Inevitabilmente vincoli e requisiti spesso sono in contrasto tra di loro.

Formalmente il problema può essere espresso come un problema di massimizzazione e ottimizzazione, in cui si hanno a disposizione un certo numero di variabili che costituiscono il set di parametri di progetto del profilo (spessore, curvatura ecc). La soluzione a questo tipo di problema, che consiste nella combinazione dei parametri di progetto in modo da rendere massimo un certo coefficiente come potrebbe ad esempio essere l’efficienza L/D, deve rispettare numerosi vincoli come l’integrità strutturale, la tolleranza delle rugosità superficiali, la facilità di costruzione ecc.

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Il Progetto di un Profilo

Molto spesso un più efficace metodo di progetto risulta essere quello in

cui, un esperto ed accorto progettista, prende oggettive (e talvolta

soggettive) decisioni circa il peso dei vari parametri che sono in conflitto.

Le decisioni sono basate sui dati a disposizione:

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Il Progetto di un Profilo Moltoenrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-2-15" src="pdf-obj-2-15.jpg">

Prove in galleria

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Il Progetto di un Profilo Moltoenrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-2-20" src="pdf-obj-2-20.jpg">

Aerodinamica computazionale CFD

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Il Progetto di un Profilo

Il progetto di un profilo aerodinamico parte dalla conoscenza delle caratteristiche dello strato limite e la relazione tra geometria e distribuzione di pressione. I metodi di progetto possono essere classificati in due categorie:

Metodi DIRETTI

Metodi INVERSI

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Il Progetto di un Profilo

Metodi DIRETTI:

Data una geometria ne si calcolano coefficiente di pressione e prestazioni dopodichè si modifica la geometria per migliorare le prestazioni. Questa procedura fa dunque intervenire due sottoproblemi:

misura delle performance cambio della forma del profilo per migliorare le prestazioni

Metodi INVERSI:

Partono dalla conoscenza della distribuzione di pressione o velocità che si vuole ottenere e come output danno la geometria di un profilo che meglio approssima la distribuzione voluta.

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Modelli di Fluido

La prima cosa da tener in considerazione prima dell’utilizzo di un codice di

calcolo è quella di capire le informazioni che si possono ottenere da un

particolare codice, i limiti e i problemi di ciascun modello di fluido utilizzato.

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Modelli di Fluido La prima cosa
POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Modelli di Fluido La prima cosa

Xfoil/VSAERO

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Campi di utilizzo dei modelli di fluido

• Numeri di Reynolds elevati e per flussi attaccati, o limitate zone di separazione:
• Numeri di Reynolds elevati e per flussi attaccati, o limitate zone di separazione:

modelli che trascurino l'effetto della viscosità, modelli a potenziale e/o euleriani. Onde d'urto di debole intensità l'approssimazione di flusso a potenziale, ovviamente non lineare, è ancora accettabile Numeri di Mach maggiori, e per risultati più accurati, occorre ricondursi a modelli euleriani. Si può anche operare iterando opportunamente tra modello a potenziale/euleriano e calcolo di strato limite per cercare di tenere conto, nella determinazione del campo di moto, della presenza dello strato limite, mirando in pratica a simulare la soluzione completa della corrente, ma con modelli più semplici da applicare nelle varie zone del campo di moto. Tale modo di procedere è valido fino a quando non si abbiano grosse separazioni; Equazioni di Navier-Stokes.

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Campi di utilizzo dei modelli dienrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-6-26" src="pdf-obj-6-26.jpg">
POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Campi di utilizzo dei modelli dienrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-6-28" src="pdf-obj-6-28.jpg">
POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Campi di utilizzo dei modelli dienrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-6-30" src="pdf-obj-6-30.jpg">
POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Campi di utilizzo dei modelli dienrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-6-32" src="pdf-obj-6-32.jpg">

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Campi di utilizzo dei modelli di fluido

Vediamo ora a livello indicativo i campi di utilizzo dei vari modelli matematici

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Campi di utilizzo dei modelli dienrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-7-9" src="pdf-obj-7-9.jpg">

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Campi di utilizzo dei modelli di fluido

Eulero
Eulero

Navier-Stokes

Potential+boundary layer

(VSAERO)

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Campi di utilizzo dei modelli dienrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-8-17" src="pdf-obj-8-17.jpg">

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

L'impiego di strumenti di calcolo basati su equazioni a potenziale abbinati a metodologie per il calcolo dello strato limite risulta oggigiorno usuale nel settore aeronautico.

Potenziale+Strato limitre

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI L'impiego di strumenti di calcolo basatienrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-9-9" src="pdf-obj-9-9.jpg">

2D XFOIL

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI L'impiego di strumenti di calcolo basatienrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-9-14" src="pdf-obj-9-14.jpg">

3D VSAERO

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

XFOIL
XFOIL

E’un codice CFD 2D per il calcolo delle caratteristiche di un profilo immerso in un flusso subsonico

FORMULAZIONE NON VISCOSA

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI XFOIL E’un codice CFD 2D perenrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-10-11" src="pdf-obj-10-11.jpg">

Metodo ai Pannelli con funzione di corrente a semplice vorticità lineare con chiusura dell’equazione tramite condizione di Kutta esplicita.

FORMULAZIONE VISCOSA

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI XFOIL E’un codice CFD 2D perenrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-10-19" src="pdf-obj-10-19.jpg">

Lo strato limite e la scia sono descritti da due equazioni integrali di strato limite e un criterio di transizione e^n

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI XFOIL E’un codice CFD 2D perenrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-10-23" src="pdf-obj-10-23.jpg">

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

XFOIL
XFOIL
POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI XFOIL Enrico CESTINO , Tel: 011-5646820;enrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-11-6" src="pdf-obj-11-6.jpg">

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

E’scaricabile da internet una versione free di XFOIL

http://raphael.mit.edu/xfoil/

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Programma dell’Esercitazione

Introduzione all’utilizzo XFOIL Calcolo prestazioni (polare,parametri di strato limite etc.) Modificare una geometria Effetto della curvatura Effetto dello spessore Inserire un Flap

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Creazione polari profili NACA2215 e 2210

NACA 2213 NACA 2215
NACA 2213
NACA 2215

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Creazione polari profili NACA2215 e 2210

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Creazione polari profili NACA2215 e 2210enrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-15-7" src="pdf-obj-15-7.jpg">

Ref thick 13%

Airfoil

Comparisons

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI Creazione polari profili NACA2215 e 2210enrico.cestino@polito.it " id="pdf-obj-15-15" src="pdf-obj-15-15.jpg">

POLITECNICO DI TORINO - CORSO DI PROGETTAZIONE DI VEICOLI AEROSPAZIALI

Creazione polari profili NACA2215 e 2210

Output analisi Xfoil:

Clmax e incidenza di stallo Lift slope a L=0 (asse di portanza nulla) Polare di profilo C M - alfa