Sei sulla pagina 1di 3

Modulo 1 - Il WCM (World Class Manufacturing)

e la sicurezza in azienda
Unit didattica 3 - Lo sviluppo applicativo del WCM in 7 step

Introduzione alla lezione


Nella terza unit didattica parleremo di come il sistema WCM World Class Manufacturing, prevede il
raggiungimento degli obiettivi attraverso lesecuzione di 7 step.

Lapproccio con i 7 step (1/3)


Ogni pilastro rappresenta una specifica area di intervento; essi sono indipendenti l'uno dall'altro e le attivit
previste all'interno di ciascuno di essi sono articolate in 7 step.
Questi step devono essere eseguiti secondo l'ordine stabilito per garantire il raggiungimento degli obiettivi
aziendali; quindi nellapplicazione del WCM sono previsti 7 step in successione ordinata.
Il WCM impone innanzitutto lanalisi del rapporto costo/benefici, quale discriminante principale per la
fattibilit di unazione di miglioramento; questo perch i processi non misurabili non sono migliorabili. Una
volta analizzata linnovazione, indipendentemente se di grande o piccola riduzione, va tradotta in un progetto
di sviluppo applicativo da un team competente, con un costante monitoraggio nel tempo dei costi e delle
azioni necessarie. Anche qui secondo due concetti inderogabili: la profondit dellazione e la sua
estendibilit.

Lapproccio con i 7 step (2/3)


Riprendiamo un concetto gi espresso anche perch ora, riparlandone, lo comprendiamo meglio. Il percorso
per raggiungere l'eccellenza con il WCM si muove attraverso due dimensioni:

A. Profondit: ciascun pilastro tecnico diviso in sette step che conducono il processo di
miglioramento continuo; i sette step possono essere riuniti in tre livelli:
1) REATTIVO, una volta che il problema individuato si adottano le contromisure; cio viene
individuato il problema e in seguito si mettono in pratica azioni correttive per ridurne gli effetti
negativi; in questo livello il processo non cambia.
2) PREVENTIVO, sulla base dellesperienza accumulata, si adottano appropriate contromisure per
evitare che un problema gi conosciuto si ripeta, includendo problemi simili che si manifestano in
condizioni analoghe; cio vengono studiati i processi e i riguardanti problemi per identificare le
cause e rimuoverle, per potenziare definitivamente il processo; in questo livello il processo
rafforzato.
3) PROATTIVO, sulla base di una analisi dei rischi, si adottano appropriate contromisure per evitare
che uno specifico problema si manifesti; cio si studia il processo e le sue possibili problematiche
per prevenire, migliorando il processo e gli standard di lavoro. In questo livello il processo
rafforzato.
Anche se si decide per una applicazione parziale o pluriennale, lordine dei tre livelli va sempre rispettato per
ogni pilastro, pur con velocit diverse da un pilastro allaltro.
B. Estensione: nel cammino descritto dal WCM le attivit partono sempre da una model area, per poi
trasmettere quanto realizzato alle altre aree seguendo il Cost Deployment, mentre sullarea modello
si lavora con progetti pi complessi.

Spieghiamo il significato di ogni step:


Step 1 - Quantificare i costi totali di trasformazione. Assegnare obiettivi di riduzione dei costi.
Assegnare i costi totali di trasformazione per processo Azioni Base;
Step 2 - Identificare qualitativamente perdite e sprechi. Quantificare le perdite e gli sprechi in base
alle precedenti misure (step 1) Azioni Base;
Step 3 - Separare le perdite causali da quelle risultanti Azioni Base;
Step 4 - Calcolare i costi di perdite e sprechi Azioni Preventive;
Step 5 - Identificare i metodi per il recupero di perdite e sprechi Azioni Preventive;
Step 6 - Stimare i costi del miglioramento e delle riduzioni corrispondenti di perdite e sprechi
Azioni Proattive;
Step 7 - Implementare il piano di miglioramento Azioni Proattive.

Lapproccio con i 7 step (3/3)


A proposito di profondit dellazione il WCM prevede che:
1. preliminarmente si individui in fabbrica unarea limitata su cui iniziare a sperimentare il WCM;
2. passo dopo passo vengano applicati i sette step previsti, che vanno dallindividuazione del problema
e dei costi da sostenere fino al piano delle azioni per il miglioramento;
3. solo una volta completati i sette step si pu pensare ad una estensione del progetto che preveda
lapertura di altri cantieri in aree giudicate critiche dallanalisi preliminare dei costi. I risultati, delle
varie aree sottoposte al WCM, devono essere convalidati da un ente esterno o interno nominato
dalla direzione: il processo di validazione (audit), oltre a verificare oggettivamente i risultati raggiunti,
serve a mettere in competizione le varie iniziative ed innescare nuovi miglioramenti (estendibilit).
Conclusione
Bene, abbiamo concluso la terza lezione del primo modulo in cui abbiamo compreso come il sistema WCM -
World Class Manufacturing - preveda il raggiungimento degli obiettivi attraverso lesecuzione di 7 step.