Sei sulla pagina 1di 5
Osservatorio APER sul Mercato dei cv REPORT n° 2, giugno-luglio 2008 Premessa Lattuale meccanismo diincentivazione delle fonti rinnovabili (FER) & in grado di sviluppare circa la meta degli impianti necessari per essere in linea con le nuove richieste dell’Europa, anticipate dalla proposta di Direttiva sullo sviluppo delle FER presentata dalla Commissione europea lo scorso 23 Gennaio, e solo il 75% deliobiettivo nazionale avanzato dal Position Paper del Ministero dello Sviluppo Economico. Tale scenario mostra una domanda di nuova energia rinnovabile sempre maggiore nel lungo periodo indipendentemente dal presente diseano dei meccanismi diincentivazione. Negli ultimi mesi il prezzo dei certificati verdi sul mercato dopo gli scivoloni di inizio anno si é stabilizaato e le ultime contrattazioni mostrano una resistenza da parte dellofferta di CV. Sara necessario nei prossimi mesi condurre un’analisi dettagliata relativa alla domanda ed allofferta di certificati per valutare Vattuale condizione del mercato e la coerenza del meccanismo con gli obiettivi di sviluppo nazionali ed internazionali. Per questo motivo APER. ha siglato un accordo di collaborazione con Osservatorio Energia di REF. ‘Anche in seguito agli esiti del lavoro I’Associazione elaborera una proposta di miglioramento dell‘attuale assetto normativo del settore rinnovabile in maniera tale da permettere un maggiore allineamento tra i meccanismi d'incentivazione e gli obiettivi nazionali di sviluppo. Coerenza dell'impianto attuale con gli obiettivi nazionali ed europei di sviluppo delle FER In Ttalia il meccanismo dei certificati verdi é Io strumento prevalente per lo sviluppo delle fonti rinnovabili. In un meccanismo di mercato la quota d'obbligo det certificatt (ii famoso 2% incrementato dello 0,35% prima ed ora dello 0,75%) corrisponde allobiettivo nazionale di sviluppo. Obiettivi indicativi nazionali, target, potenziali, libri bianchi rappresentano det punti di riferimento della politica energetica nazionale ma il settore delle rinnovabilirealizzera nuovi impianti e produrré nuova energia verde in quantita corrispondente alla quota d’obbligo del meccanismo dei certificati verdi. Abbiamo provato a prolungare leffetto delffattuale disegno dei certificati verdi al 2020, mantenendo inalterata la quota d’obbligo del +0,75% anno, Lo scenario prevede un incremento della domanda elettrica nazionale dell’1,3% anno ed una sostanziale stabilita nelle altre variabili che definiscono la domanda finale di certificati verdi, con l'eccezione di una riduzione dellimport da fonte rinnovabile dagli attuali 30TWh a 12TWh, Il disegno attuale dei certificati prolungato al 2020 sembra in grado di incrementare la generazione rinnovabile sino 2 70-75TWh. Tale contribute rappresenta al 2020 il 16% del consumo interna lordo, ovvero la stessa percentuale di oggil In sostanza I'attuale meccanismo d'incentivazione é tarato per mantenere inalterato {i contributo delle FER sul totale del consumo interno lordo nel prossimi 15 anni. © Plaza Ligh i Savoia 24 20124 Milano - Italia ‘el. (439)02 70319199 f Fax (239) 02 76397608 ae . RE Figura 1 - Previsione del contributo di energia verde al 2020 in base alf'attuale disegno dei certificati verdi. Nuovo obietiva EU FER [= era rancarie afebitivo 12070 Jo cont tetova Je mp inconteato vec, ncenvazene| scala la impart incrteato verde la Resceret con cristo varde letrpant ocovan ° FE LESS LE LL LS LPH Fonte: elaboraziont osservatorio CV, APER Nel grafico di figura 1 sono rappresentati gli obiettivi di sviluppo delle FER da direttiva 77/2001, il position paper del Ministero dello Sviluppo Economico ¢ Fobiettive presumibile dalla proposta at revisione della direttiva 77/2001 avanzata lo corso gennaio dalla Commissione Europea Tali obiettivi sono messi in relazione allo sviluppo atteso di FER conseguente ali attuali meccanismi d'incentivazione, Progressivamente dali‘alto verso il basso: Varea 2 quadri blu rappresenta la tralettoria ideale di sviluppo delle FER per essere in linea con il position paper presentato dal ministero dello Sviluppo Economico nel settembre 2007; in giallo il contributo atteso dal fotovoltaico ragglunto lobiettivo nazionale di 3000MW d’installazioni; - In verde chiaro il contributo di energia rinnovabile fornito dagli implant! che hanno beneficiato del meccanismo dei certificati verdi e, trascorsi 12 anni, hanno terminato il periodo d'incentivazione; = i verde acqua rappresenta la generazione rinnovabile da nuovi implanti con certificato verde necessaria a soddisfare la domanda di certificati al 2020. (la domanda @ incrementata dello 0,75% anno); = il verde scuro rappresenta la generazione rinnovabile da rifacimenti totall e parziali con certificato verde che contribuisce a soddisfare la domanda di certificati al 2020; = area verde alla base del grafico illustra il contribute "storico” delle FER che non rientrano nel meccanismo dei certificati verdi Piazza Luigi di Savoia 24 20124 Milano Italia ‘Tel. (439) 02-76319199 Fax (+39) 02 76397608 — serwane, Tale performance pud essere messa in relazione ai seguenti obiettivi di riferiment = Vobiettiva indicative della direttiva 77/2001 corrispondente al 25% di produzione da fonti rinnovabili sul consumo interno lordo al 2010, confermato nel testo delle Legge Finanziaria 2008, che per essere rispettato richiede una generazione da FER di circa 94TWh. - Il Position Paper elaborato dal Ministero dello Sviluppo Economico che fissa in circa 100TWh il contributo di FER nel settore elettrico al 2020 - La proposta di direttiva europea per la promozione delle fonti rinnovabili che chiede all'Italia un obiettivo vincolante del 17% al 2020 di fonti rinnovabill corrispondente presumibilmente ad un 34% di apporto FER nel settore elettrico, ovvero circa 143TWh al 2020. Dal grafico di figura 1 emerge quindi l'mpressionante differenza tra gli obiettivi nazionali ed internazionali e le capacita di sviluppo delle FER messa in campo dagli attuali meccanismi d/incentivazione. Osservazion! sul prezzi del certificati nel 2008 Aprile, maggio € giugno non sono mai stati mesi particolarmente interessanti per il mercato del certificati verdi. La chiusura dell‘obbligo per I'anno precedente al 31 marzo ha sempre visto questi mesi caratterizzati da scambi limitati e circoscritti ad eventuali compensazioni di produttori ed importatori non ancora in linea con il loro obbligo. Quest’anno tuttavia gli occhi sono stati costantemente puntati sui risultati de! mercato per osservare il trend di prezzo dei certificati dopo i forti ribassi che hanno caratterizzato le contrattazioni ad inizio anno. Le ultime contrattazioni hanno visto, se pur con volumi limitati, V'assestamento del prezzo dei certificati verdi def 2007 al valore di 83-84€/MWh (incluso IVA) con la migliore chiusura a 85,62€/MWh. La garanzia di ritiro dei certificati alla scadenza dei tre anni introduce un livello indicativo di prezzo che gli operatori sembrano tenere in qualche modo in considerazione. Oltre alla struttura del mercato, sembra potere influire nella tenuta de! prezzo dei certificati evidente difficoltd del nostro paese a rispettare gli obiettivi di sviluppo delle fonti rinnovabili oggi indicativi, domani vincolanti, richiesti dall'Unione Europea. Nonostante la fase di forti ribassi dei mesi scorsi é difficile immaginare una “svendita” dell’energia rinnovabile in un simile contesto in cui il nostro paese é chiamato ad una maggiore generazione da FER ed in cui 'attuale disegno sembra essere in grado di sviluppare le FER in maniera del tutto insufficiente rispetto agli obietti “Piaza Luigi Savoia 24 20124 Milane - tata “Yel. (439) 02 76319199 Faxs39)02 76397608