Sei sulla pagina 1di 21

03/05/2017

Modello dettagliato
Descritto in diversi testi =
Turner, Foster e Johnsons:

Il modello propone due parti


1. Fattori comuni allOccupazione o attivit
2. Fattori specifici o capacit funzionali necessarie per
svolgere tale attivit

DIAZ TRIANA LUZ JANETH


03/05/2017 1

Modello dettagliato
Fattori comuni
Lintorno fisico (spazio e materiali), sociale e culturale (il valore
dato dalla persona e dal suo gruppo socioculturale))

La motivazione: la attivit stimola-relazione con glinteressi,


ruolo e valori individuali.

E adeguata per let, sesso e stato evolutivo del


individuo: Lattivit appropriata per reimparare le abilit perse
tenedo conto let, sesso

DIAZ TRIANA LUZ JANETH


03/05/2017 2

1
03/05/2017

Ladattabilit dellattivit: E di grande importanza per


farne un uso dellativit.

Il grado di applicazione nellinserimento lavorativo: Le


abilit richieste dalla attivit hanno a che fare col suo
lavoro(cura della casa, il tempo libero, la socializazione e
soprattutto la possibilit di generalizzazione.

I costi:

DIAZ TRIANA LUZ JANETH


03/05/2017 3

Modello dettagliato
Fattori comuni
La sicurezza: Lambiente comporta situazioni di
rischio? tanto per il paziente come per il terapista.
Il tempo:
Il potenziale: (lavoro individuale, di grippo)
Gli atti dellattivit

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


4

2
03/05/2017

Modello dettagliato
Abilit - fattori Specifici
Motori
Sensoriali Percettivi
Cognitivi
Affettive
Sociali e culturali

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


5

Modello dettagliato
Preparare il caff
Fattori comuni dellattivit:

Lintorno: Una cucina piccola con piano cottura, piano lavoro,


lavello, armadio. La caffettiera, una tazzina, un cucchiaino e gli
ingredienti (caff, acqua, zucchero, latte?)
La motivazione: Avere voglia di prendere il caff o voler offrilo a
qualcuno
Adeguata per et, sesso, stato evolutivo: Let giusta per
prendere il caff ladolescenza e lo prendono tanto donne come
uomini

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


6

3
03/05/2017

Modello dettagliato
Preparare il caff
Ladattabilit: Pu essere adattata per facilitare una funzione o per
potenziare unabilit.
Applicazione nellinserimento lavorativo: Non ha rilevanza di
produttivit unattivit di svago, cura di se e per migliorare i
rapporti sociali.
Costi: Economica approssimativamente 80 centesimi.
La sicurezza: Rischio dustione, lasciare il gas aperto, rovesciare il
caff.
Il Tempo: Breve + - 10 minuti
Potenziale: Si pu realizzare tra una o due persone
DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017
7

Modello dettagliato Preparare il caff


Atti dellattivit
1. Entrare in cucina 10. Accendere il gas
2. Cercare materiali neces. 11. Spegnere e controllare
3. Aprire la caffettiera 12. Versare il caff nella taz.
4. Mettere lacqua 13. Aggiungere lo zucchero e
girare.
5. Infilare il filtro
14. Bere
6. Aprire il barattolo del c.
15. Sciacquare (caff, tazz)
7. Versare il caff
16. Mettere a scollare
8. Avvitare la caffettiera
17. Pulire la cucina
9. Metterla sul gas

DIAZ TRIANA LUZ JANETH


03/05/2017 8

4
03/05/2017

Motorie Prensione tridigitale, cilindrica,


digito palmare; attivit bimanuale
ma si pu fare con una sola mano,
Postura: Autonomia in postura eretta coordinazione bimanuale di grado
statica e dinamica (Equilibrio) medio,
(carrozzina?), spostamento del carico,
piccoli spostamenti ritmo normale o lento, sforzo
minimo, dissociazione su tutti i
Movimento: aa.ss: Agiscono distretti.
articolazioni e muscoli della spalla
(flessione, rotazione interna, aa.ii e tronco: Agiscono
abduzione), gomito (flesso-estensione, articolazioni e muscoli del bacino,
prono-supinazione), polso (flesso gambe e tronco che permettono la
estensione, deviazione ulnare e radiale), postura eretta ed il cammino.
dita (abb-add, flesso estensione)

03/05/2017
DIAZ TRIANA LUZ JANETH 9

Cognitive

Sensoriali percettivi Attenzione selettiva,


Concentrazione Memoria
E necessaria procedurale, comprensione
propriocezione, Gnosie: degli oggetti e le
coordinazione occhio- sue funzioni, Prassie: Per
mano, tatto (pressione e eseguire gli atti in modo
temperatura), olfatto, preciso (costruttive ,
visivo (campo visivo, ideomotorie, ecc),
acuit visiva, forma, Pianificazione e
discriminazione figura - programmazione dellattivit,
sfondo), gusto.

03/05/2017
DIAZ TRIANA LUZ JANETH 10

5
03/05/2017

Affettivi - emozionali
Gratificazione e benessere, stima di se, autonomia
minima (cucina), interazione una volta preparato il
caff

Sociali - culturali:
E unattivit usata in situazioni sociali, (rapporti
interpersonali).
Culturalmente in Italia quando qualcuno viene a casa si
offre un caff o una bevanda.

03/05/2017
DIAZ TRIANA LUZ JANETH 11

Graduare e adattare lattivit


Lattivit:

Deve favorire la postura corretta


Deve rispettare le norme di sicurezza
Deve essere almeno pari alle capacit attuali del Pz.
(frustrazione-motivazione)
Deve tenere conto delle propriet dellattivit nelle aree
motorie, psicologiche e sociale per mantenere la visione
olistica dellindividuo

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 12


03/05/2017

6
03/05/2017

aumentando:
La velocit
La resistenza richiesta per completare il compito
La frequenza delle contrazione isotoniche
Il tempo di mantenimento delle contrazione isometriche
La durata nel tempo
La frequenza desecuzione del compito
Alternando luso di muscoli differenti
Aumentando lintensit dello sforzo
La presenza di stimoli distraenti

03/05/2017 Graduazione della attivit DIAZ TRIANA LUZ JANETH 13

Diminuendo

I rinforzi verbali
Le pause
La supervisione
Gli aiuti audio visuali

14 DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017

7
03/05/2017

Cambiare il materiale o consistenza del materiale


Cambiare il livello di difficolt
Posizionare il compito in relazione alla persona
Aggiungere dei pesi
Aggiungere delle molle o elastici
Cambiare la lunghezza del braccio di leva
Sistemare gli oggetti in relazione tra di loro
Cambiare la dimensione o forma delloggetto
Cambiare i colori degli oggetti
Cambiare il modo di fare lattivit
DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017 15

Adattazione:

Quando per una patologia cronica o degenerativa la


prestazione limitata (valutiamo = non grosse
possibilit di miglioramento) si fa ladattamento della
attivit (modificando i compiti) tenendo conto delle
abilit e destrezze del utente, i ruoli, glintesi e
aspettative per il futuro, oppure modificando
lambiente.

03/05/2017 DIAZ TRIANA LUZ JANETH


16

8
03/05/2017

Modificazione del
ambiente
Lobiettivo di adattare lambiente fisico, asseconda dei bisogni e
particolarit dellindividuo (et, sesso, e condizioni socioculturali)
facilitare laccesso e la mobilit per poter cosi partecipare nella societ
come persona attiva.

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


17

Luogo: (lavoro, casa o comunit) dove si svolge lattivit


(Carrozzina, ruote massicce o pneumatici).
Contesto sociale e culturale: (ozio o +) Attivit di
tempo libero gli ausili numero di persone presenti,
livello di interazione
Contesto fisico: Condizioni ambientali attrezzature,
quantit di materiali e adattamenti (Pz. Materiali)
(temperatura, rumore, illuminazione)

18 03/05/2017
DIAZ TRIANA LUZ JANETH

9
03/05/2017

Modificazione dei compiti:

Semplificare gli atti, applicare principi di conservazione della


energia e protezione articolare, gestione del tempo (lavoro
riposo), organizzare area di lavoro (postura, utensili usati di pi,
altezza del lavoro)

03/05/2017 DIAZ TRIANA LUZ JANETH 19

20

Minimizzare lo sbilancio tra le capacit della persona e le


richieste dellattivit e devono:

Essere integrati: adattarsi e funzionare correttamente con


altri dispositivi e con lambiente.
Dare appoggio: Compensare e aumentare le capacit del
utente
Rendere capaci: Aiutare la persona a raggiungere i suoi
obbiettivi

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017

10
03/05/2017

Modello dettagliato
Descritto in diversi testi =
Turner, Foster e Johnsons:

Il modello propone due parti


1. Fattori comuni allOccupazione o attivit
2. Fattori specifici o capacit funzionali necessarie per
svolgere tale attivit

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


21

Modello dettagliato
Fattori comuni
Lintorno fisico (spazio e materiali), sociale e culturale (il valore
dato dalla persona e dal suo gruppo socioculturale))

La motivazione: la attivit stimola-relazione con glinteressi,


ruolo e valori individuali.

E adeguata per let, sesso e stato evolutivo del


individuo: Lattivit appropriata per reimparare le abilit perse
tenedo conto let, sesso

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


22

11
03/05/2017

Ladattabilit dellattivit: E di grande importanza per


farne un uso dellativit.

Il grado di applicazione nellinserimento lavorativo: Le


abilit richieste dalla attivit hanno a che fare col suo
lavoro(cura della casa, il tempo libero, la socializazione e
soprattutto la possibilit di generalizzazione.

I costi:

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


23

Modello dettagliato
Fattori comuni
La sicurezza: Lambiente comporta situazioni di
rischio? tanto per il paziente come per il terapista.
Il tempo:
Il potenziale: (lavoro individuale, di grippo)
Gli atti dellattivit

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


24

12
03/05/2017

Modello dettagliato
Abilit - fattori Specifici
Motori
Sensoriali Percettivi
Cognitivi
Affettive
Sociali e culturali

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


25

Modello dettagliato
Preparare il caff
Fattori comuni dellattivit:

Lintorno: Una cucina piccola con piano cottura, piano lavoro,


lavello, armadio. La caffettiera, una tazzina, un cucchiaino e gli
ingredienti (caff, acqua, zucchero, latte?)
La motivazione: Avere voglia di prendere il caff o voler offrilo a
qualcuno
Adeguata per et, sesso, stato evolutivo: Let giusta per
prendere il caff ladolescenza e lo prendono tanto donne come
uomini

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


26

13
03/05/2017

Modello dettagliato
Preparare il caff
Ladattabilit: Pu essere adattata per facilitare una funzione o per
potenziare unabilit.
Applicazione nellinserimento lavorativo: Non ha rilevanza di
produttivit unattivit di svago, cura di se e per migliorare i
rapporti sociali.
Costi: Economica approssimativamente 80 centesimi.
La sicurezza: Rischio dustione, lasciare il gas aperto, rovesciare il
caff.
Il Tempo: Breve + - 10 minuti
Potenziale: Si pu realizzare tra una o due persone
DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017
27

Modello dettagliato Preparare il caff


Atti dellattivit
1. Entrare in cucina 10. Accendere il gas
2. Cercare materiali neces. 11. Spegnere e controllare
3. Aprire la caffettiera 12. Versare il caff nella taz.
4. Mettere lacqua 13. Aggiungere lo zucchero e
girare.
5. Infilare il filtro
14. Bere
6. Aprire il barattolo del c.
15. Sciacquare (caff, tazz)
7. Versare il caff
16. Mettere a scollare
8. Avvitare la caffettiera
17. Pulire la cucina
9. Metterla sul gas

DIAZ TRIANA LUZ JANETH


03/05/2017 28

14
03/05/2017

Motorie Prensione tridigitale, cilindrica,


digito palmare; attivit bimanuale
ma si pu fare con una sola mano,
Postura: Autonomia in postura eretta coordinazione bimanuale di grado
statica e dinamica (Equilibrio) grossolano,
(carrozzina?), spostamento del carico,
piccoli spostamenti ritmo normale o lento, sforzo
minimo, dissociazione su tutti i
Movimento: aa.ss: Agiscono distretti.
articolazioni e muscoli della spalla
(flessione, rotazione interna, aa.ii e tronco: Agiscono
abduzione), gomito (flesso-estensione, articolazioni e muscoli del bacino,
prono-supinazione), polso (flesso gambe e tronco che permettono la
estensione, deviazione ulnare e radiale), postura eretta ed il cammino.
dita (abb-add, flesso estensione)

03/05/2017
DIAZ TRIANA LUZ JANETH 29

Cognitive

Sensoriali percettivi Attenzione selettiva,


Concentrazione Memoria
E necessaria procedurale, comprensione
propriocezione, Gnosie: degli oggetti e le
coordinazione occhio- sue funzioni, Prassie: Per
mano, tatto (pressione e eseguire gli atti in modo
temperatura), olfatto, preciso (costruttive ,
visivo (campo visivo, ideomotorie, ecc),
acuit visiva, forma, Pianificazione e
discriminazione figura - programmazione dellattivit,
sfondo), gusto.

03/05/2017
DIAZ TRIANA LUZ JANETH 30

15
03/05/2017

Affettivi - emozionali
Gratificazione e benessere, stima di se, autonomia
minima (cucina), interazione una volta preparato il
caff

Sociali - culturali:
E unattivit usata in situazioni sociali, (rapporti
interpersonali).
Culturalmente in Italia quando qualcuno viene a casa si
offre un caff o una bevanda.

03/05/2017
DIAZ TRIANA LUZ JANETH 31

Attivit in classe

03/05/2017
DIAZ TRIANA LUZ JANETH
32

16
03/05/2017

Graduare e adattare lattivit


Lattivit:

Deve favorire la postura corretta


Deve rispettare le norme di sicurezza
Deve essere almeno pari alle capacit attuali del Pz.
(frustrazione-motivazione)
Deve tenere conto delle propriet dellattivit nelle aree
motorie, psicologiche e sociale per mantenere la visione
olistica dellindividuo

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 33


03/05/2017

aumentando:
La velocit
La resistenza richiesta per completare il compito
La frequenza delle contrazione isotoniche
Il tempo di mantenimento delle contrazione isometriche
La durata nel tempo
La frequenza desecuzione del compito
Alternando luso di muscoli differenti
Aumentando lintensit dello sforzo
La presenza di stimoli distraenti

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 34


03/05/2017

17
03/05/2017
Graduazione della attivit

Diminuendo

I rinforzi verbali
Le pause
La supervisione
Gli aiuti audio visuali

35 DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017

Cambiare il materiale o consistenza del materiale


Cambiare il livello di difficolt
Posizionare il compito in relazione alla persona
Aggiungere dei pesi
Aggiungere delle molle o elastici
Cambiare la lunghezza del braccio di leva
Sistemare gli oggetti in relazione tra di loro
Cambiare la dimensione o forma delloggetto
Cambiare i colori degli oggetti
Cambiare il modo di fare lattivit
DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017 36

18
03/05/2017

Adattazione:

Quando per una patologia cronica o degenerativa la


prestazione limitata (valutiamo = non grosse
possibilit di miglioramento) si fa ladattamento della
attivit (modificando i compiti) tenendo conto delle
abilit e destrezze del utente, i ruoli, glintesi e
aspettative per il futuro, oppure modificando
lambiente.

03/05/2017 DIAZ TRIANA LUZ JANETH


37

Modificazione del
ambiente
Lobiettivo di adattare lambiente fisico, asseconda dei bisogni e
particolarit dellindividuo (et, sesso, e condizioni socioculturali)
facilitare laccesso e la mobilit per poter cosi partecipare nella societ
come persona attiva.

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017


38

19
03/05/2017

Luogo: (lavoro, casa o comunit) dove si svolge lattivit


(Carrozzina, ruote massicce o pneumatici).
Contesto sociale e culturale: (ozio o +) Attivit di
tempo libero gli ausili numero di persone presenti,
livello di interazione
Contesto fisico: Condizioni ambientali attrezzature,
quantit di materiali e adattamenti (Pz. Materiali)
(temperatura, rumore, illuminazione)

39 03/05/2017
DIAZ TRIANA LUZ JANETH

Modificazione dei compiti:

Semplificare gli atti, applicare principi di conservazione della


energia e protezione articolare, gestione del tempo (lavoro
riposo), organizzare area di lavoro (postura, utensili usati di pi,
altezza del lavoro)

03/05/2017 DIAZ TRIANA LUZ JANETH 40

20
03/05/2017

41

Minimizzare lo sbilancio tra le capacit della persona e le


richieste dellattivit e devono:

Essere integrati: adattarsi e funzionare correttamente con


altri dispositivi e con lambiente.
Dare appoggio: Compensare e aumentare le capacit del
utente
Rendere capaci: Aiutare la persona a raggiungere i suoi
obbiettivi

DIAZ TRIANA LUZ JANETH 03/05/2017

21