Sei sulla pagina 1di 2
tempi di oggi Lideogramma di “Felicita” Cenni sulla vita del tirocinanti rel monasteri Zen Nutrirsi di un dipinto Salvatore Esposito Cauri per Gallipoli ‘Tenpura o tempura? Calamari saltati PENSIERI DI JERI...TEMPI DI OGGI __ giudican un’esper luogo, riesce a neutralizzare le proy nel nostro vivere quotidiano, spesso si sono perse le trace, Sapplamo che non sempre @ la forma parlata o seritta la pili funzionale a far capire cid che si intende comunicare, ma molti di nol considerano il linguaggio ‘ortografico’come unico e preordinato strumento NUTRIRSI DI UN DIPINTO Rugladadautunno Chi incontra per la prima volta il cibo lingua, mentalita, abitudini, religion, tradizioni: subentra in alcuni un senso dl totale estraneita con il proprio mondo fotografie che ingrosseranno l'album da esibire agli amici come trofel di caccia. C'S respirare davero la pura essenza di cose del cul significato originario, ORIN ICHIBAN }PURA E VELLUTATA| ese pud avere un impatto molto ante, come pud accadere a un he si eca in un paese che ha into fontane dalle proprie per ido V'incontro come una parentesi, rienza esotica da catalogare in hi, pur non capendo la lingua del prie convinzioni abituali e a per la trasmissione delle proprie sensazion| nell’ordinario convenzionale. Tuttavia, quando siamo Jontani dal nostro solito mondo per lingua ¢ abitudinl, siamo quast obbligati a prestare piij attenzione a tutto cid che ci circonda, ¢ allora si captano quei segnali ricchi di sfumature significant! cos! sottilmenie affascinanti che la parola, quella che parliamo correntemente 0 qualunque altra, non reggera il confronto, perché gualsiasi parola convenzionale & carente di mobilita, ed é ben lontana dalla vera comunicazione vissuta! Cosi é per il cibo giapponese, che prima di tutto & un dipinto, un’opera vivente che respira assieme al suo ospite, secondo i suei umori, si scompone assecondando i ritmi del suo cultore, non ¢'® un ordine preciso come per le portate occidentali, non vi & alcun protocolllo, le piceole Pporzioni possono essere disposte tutte assieme stun vassoio - solitamente laccato dinero per far meglio risaltare gli spazi disseminati di cibo nel suo colore naturale- proprio come una tevolozza di colori, tutto & giocato sulla fantasia di ciascuno: si pud sorseggiare un po" di brodo per aprirsi_ a cid che verra, poi con le bacchette volteggiare a caso sul legumi dispostl a gruppi, fermati dalla frittura in pose tali che paiono doversi innalzare in volo da un ‘momento all'altro, un boccone di riso bianco come il latte & compatto come una squadra, che si disfa con un colpo di bacchette ma non si sparpaglia, si consuma boccone dopo boccone ma rimane in ordine, senza la sgradevole visione delle briciole scompigliate del pane, di nuovo un sorso di brodo trasparente per sentirsi limpidi di spirito; tutto si scompone, tutto si spoglia Jentamente, svanisce qua ¢ la dal piatto, e pian piano ci si nutre di una intera opera pittorica! Come un dipinto zen, il cibo giapponese si dispone sul vassoio come supporto con pochi ma sufficienti elementi essenziali, calibrati per un pasto delicato ed armonioso.vi si attinge con serena naturalezza e fantasia, il tutto animato da un sussurro ricco di significati, proprio come gli seritt ad inchiostro di china nell'atto che unisce artista, il foglio, l nero dl fumo e l'infinito nella stessa operazione! Lartista del mese SALVATORE ESPOSITO Cauri per Gallipoli “Tullio Pacifici Per Salvatore Esposito - docente di anatomia artistica a Brera - arte é rappresentazione del bello, espressione di vita, capacita dl trasmettere emozioni e risultati. Oggi, dice Vartista, € necessal cambiare l'entusiasmo di chi insegna ed evitare che una formazione superficiale produca superficialita di realizzazione; nondimeno occorre essere particolarmente attenti ai momenti € agli aspetti didattico-formativi. Va in questa direzione un suo recente intervento nello Spazio Hajech: lavoro educative immediatamente visible e percepibile dal pubblico nelle sue progressioni e nei suoi errori. Scrive Francesca Pensa per quest'importante occasione: “Esposito ha pensato non solo a una selezione di lavori che ripercorrono il suo itinerario espressivo, ma anche un intervento che permetta la realizzazione di unopera il cui costruissi avvenga nel tempo dell'esposizione*. | disegni qui esposti non vogliono essere atti performativi, piuttosto ricerche analitico- descrittive di forme antiche. Rispetto alla tradizionale poetica ~ pittore di paesaggi lirico-ideali e di luoghi mediterranei ispirati alla DAL KARAKURI 2 < 9 AL MEIMEIROBOTTO 27 27 2x» f Nicoletta Spadavecchia La globalizzazione @ un fenomeno che interessa anche 1 linguaggio, tanto che in ogni parte del mondo si sente la, necessita di coniare vocaboli di provenienza mista, che danno segno del processo di sintesi culturale in atto.t! Giappone ce ne offre qualche esempio, soprattutto in ambito tecnologico. Colpisce il fatto che il prodetio giapponese non sia ‘mai un oggetto fine a se stesso, ma funzionale alla vitae alle esigenze quoticiane, frutto non solo di tun know-how scientifico ma di una fantasia Ispirata alla natura e alla tradizione. Della fine del 1700 @ la bambola karakuri, un meccanismo dalle graziose fattezze ferminili in grado dl portare una tazza di t&, invenzione precoce di un Jaboratorio artigiano di Tosa nellisola di Shikoku, Nonostante la situazione di isolamento, il Giappone del periodo di Edo (1600-1867) fu apace di produzioni allaltezza dei tempi o addirittura di antieipazioni rispetto al resto del monde in materia di scoperte. La rlapertura del Glappone ai contatti con lestero dal 1868 in poi accelerd il progresso tecnologico, al quale il Paese ha sempre rivolto un’attenzione particolare. (Oggi guardiamo con crescente sorpresa e interesse al meimeirobotto, un curioso, variopinto, sorridente cameriere meccanico, simpatico richiamo di un Fistorante cinese di Kawasaki nei pressi di Tokyo; per non parlare delle diverse generazioni di aibo -conio polifunzionale che, a seconda del tipo di scrittura prescelta, pud significare amico Kitt, oppure robot dall'intelligenza artficiale 74 #, Erede del criticatissimo tamagochi, aibo @ il partner iceale che, presentandosi sotto le spoglie diverse ora di cane, ora di coniglio 0 addirittura di Velociraptor del Cretaceo, non solo funge da compagno servizievole, ma assolve la funzione emotiva di creatura bisognosa di attenzioni e di afetto. marina-terra di Gallipoli - qui Salvatore Esposito utlizza tI disegno convinto che questo mezzo espressivo, meglio della fotografia, possa restituire smisurate ricchezze di particolarl. DI fronte alle ossature tridimensionali dei cauri si sente emozionato: & Ia composizione-scomposta di miriadi di forme e articolazioni che questi viventi descrivono ad affascinarlo. La loro natura bifronte ~ marina e terrena ~ guida la sua matita in trattl che, a volte, portano a immagini surreall. E’ uno studio di anatomie e posture. Il granchio, cosi dissezionato, 8 visto da pid punti di vista e su diversi piant di proiezione; vengono messe in risalto perfezioni e imperfezioni delle sue scheletriche ossature; si smonta il crostaceo per capimne le CIA ‘CENTRO DI CULTURA TTALIA -ASTA “Guglicimo Scalise” Allo Studio —DINRS Direttrice Grazia Chiesa a San Agnese 128 Milo (on Pt Tine, 3-012 Mia Orato: a {gion dae [ale 19 ‘ahaa apsmiamen ale 10 lie 20 appuntcmento 5 GIUGNO— 17 GIUGNO 2001, ‘TANGO - DANZANDO SULLA TELA, “vcard Cristina Trivelin Artis Pippa acca, Isabel Cara ‘Maurizio Fini, Dario Guerin, Pato Harvey, Deora Kiros, Margo Lodo Mau, Silvia Vent. SGIUGNO DALLE ORE 18 performance ci danza deg alice del Maesto Aledo Gianantonio 18 GIUGNO- 2 LUGLIO 2001, 30 ARTISTI DELLA FLORIDA. ‘cura di LV. (Robin Van Arsdol) 3 LUGLIO— 16 LUGLIO 2001 Personae di ANTONIO DE VENEZIA resto eno di Giorgio Severo TENPURA O TEMPURA? Nicoletta Spadavecchia La lingua giapponese @ considerata una delle pid rleche di vocaboli al mondo. Lin primo hhucleo di parole autoctone si arricchi intorno al secondo secolo dc. di un cospicuo numero di prestiti dal cinese e successivamente, in due tempi diversi, dalle varie lingue occidental. Qualsiasi fosse la pronuncia originale della parola assunta veniva Figorosamente adattata connessioni interne= esterne ed individuarne le possibili relazioni meccaniche con i movimenti nello spazio. Liincertezza e Vindeterminatezza del disegno diventano cos! utili elementl per un'indagine conoscitiva che vive di continue ricerche e di rinnovate poesie. Salvatore Esposito espone flo Zen Susht Restaurant al 12 giugno al 6 glo 2001 consonante, p eb comprese. Quando nella seconda meta del 1500 i Portoghesi arrivarono in Giappone, portarono con if loro earico di cultura anche parole nuove: tenpura @ una di quest. Si tratta del famoso frtto dl pesce e verdlure, che I Portoghes! assumevano nel periodo chiamato tempero che precedeva la Pasqua. Ma come si scrive fenpura in ‘giapponese? Dato che lrordine di scrittura utilizzato attualmente dai giapponesi @ duplice, "sc Sa ud Ck oe 8 PROGETTO GIOVANI 1 Cengo ote a posta slo ¢ ‘ppssiont dart, ston saa ‘Bom, leer, antoologa¢ lag Sic det pes oena na. Cina, Gisppoe, Mondo Arsto Sid Ext ‘tlc dealin ret at ‘ik elt (aco, conferenze, prot Poni dibathpresepacon) tao tls romtie tele dl calaboare con i Cuno Geet sono ina store, ‘att! S)setembee 201, ua ropes stivia cae che "Consiglio Dyetiv del Cento prove ato 30 eneme:intal modo pogtt press. {Tan pr ar) poanngesere ela tdag res eco dls bow T patecipantipreseltt diventeranno ‘uomatictmente soci tol gratuito per Pann 2001/2002 e patanno pubblicare | ‘iat dll ego cere eh Quest ‘sia 1 progeti ei cuiculum vite dora ‘0 este ino al Consiglio Dict et Concent la ala all indi Sopris uot imparare a suonare it gamelan (Gece wadisone alte). dan. fnoturreiggitor sao cd Sesser alle Loo prciezon! medic? ‘Yo! sapere guacos np sle cine Oven ne inte 8 ears ‘Tato questo” ed anche conferene, ital ier eat, op ore ‘ek fonetico e ideografieo, ed allo schema fonetico glapponese di cinquanta esistono due alfabeti fonetici, enpura pud essere scritto in tre modi diversi: 7°77 katakana se si vuole evidenziare la Combinazion| sillabiche i -© sua origine occidentale, “CA in hiragana se si vole Unico stone consorantico sottolineare fa natura polisilabica, 48M kanji se si wzole autonome, clot non forzato nel attribuire a suoni un signiticato. Binomio consonante-vocale, ela n che pud A.un sistema fonetico alquanto limitato si contrappone, dungue, nella lingua precedere senza problem! qualsiast Slapponese un quadro davvero complesso di combinazioni di segni e questo non 4 uo sfuggire nemmeno a un profano in materia, Provate a esercitae il vostto Cucina ‘occhio, sfogliando riviste e quotidiani. Buon divertimento! CALAMARI SALTATI (tha no shoyuyaki) rigladedautumno Dosi per 4 persone 2 calamari medio/grandi o 4 medio/piccoli gia pulit, salsa di soia chiara (quanto basta per la marinatura), 1 testa piccola di aglo, sake q.b.,olio di semi (preferibimente dt arachide) 4.b. “Tempo di preparazione: 20 minuti Tempo di marinatura: 20 minut (allungabilefiro a 2-3 giorn) ‘Tempo di cottura: 1-2 minut Aprire bene i calamari e tagliarll in pezzi da 3.x 5 em. e Inciderli diventare sul dorso con tagli obliqu a grata, perché cosi facendo non si gommosi, perché arricclano durante la cottura, Ia polpa del calamaro indurise con la cottura Possono essere serviti su un vassoio di legno laccato abbelliti con un po’ di prezzemolo, 0 sopra una foglia grande di lattuga in un cestino di bambi. Questo piatto puo essere un antipasto, ¢ in questo caso si ‘serve in piattini di porcellana, di colori vivaci in contrasto col biancore del calamaro, o piatto principale da gustare con iI riso cotto al vapore e un po’ di verdurine, oppure da solo accompagnato con saké caldo. E' un piatto semplice, ma ‘ottimo sia nelle oceasioni important che nel desinare di PORCELLANE GIAPPONESI Tagliare i tentacoli in pezzi Sem. Sbui ingh Fe quindi gli spicehi Unite i pezzi di calamari con gli spicchi d'aglio e ricoprirli con la salsa di soia e un po' di sak possibile lasciarli in marinatura in frigorifero fino a 3 giorni, € diverranno pid saporitie teneri. Dopo la marinatura scolare bene i pezzi ad uno ad uno, quindi riporli su un piatto. * Fitna dimension’ | In una padella scaldare un po' di tutti i giorni. Attenzione a non a + Gate e cictline olio a fuoco medio, aggiungere i ___mettere troppa salsa di sola che rieevere Gece pezzi di calamari sgocciolati -pochi_pud lasciare un pronunciato PAGINE ZEN anche J ezine servicida sake | per volta- e cercare di farli stare sapore salato. Si consiglia di pre tnal Hvoltandollripetutamente. Quando _ essere veloci nel saltare in selects KATHAY ssaranno aperti ‘a fiore' toglierli efi 1-MUANO 29105958 subito dal fuoco per non farli padella per mantenerlo tenero al punto giusto! iNest indirizzo «i posta electronica