Sei sulla pagina 1di 2

Nelle foto, cartoline

depoca con immagini del


NORMATIVA
terremoto che nel 1905
colp la Calabria e
Messina. Breve storia della
normativa sismica
Dal dramma del 28
dicembre 1908, che
Il primo decreto risale al 1627 e da allora
provoc la distruzione sono stati emanati pi di 40 fra leggi, decreti e circolari.
completa di Messina e
Reggio Calabria facendo E si scopre anche che la muratura armata non proprio una novit
pi di centomila vittime,
ebbe origine un regio eneralmente la memoria diretta me tecniche relative alle costruzioni 1783 di Messina e della Calabria.
decreto, seguito da
circolare con istruzioni
G degli avvenimenti sismici arriva sismiche, aggiornamento del decreto Una specie di circolare illustrativa de-
tecniche, che fino al terremoto di Ancona del 1974. 3 marzo 1975, e la relativa circolare finiva l'altezza dello zoccolo di fonda-
prescriveva, fra le tante Da quella luttuosa circostanza ebbe ll.pp. 25882 del 5 marzo 1985. Il 24 zione (fino a 130 cm circa), fissava in
indicazioni ancora oggi
presenti nella normativa
origine la legge 64 del 2 febbraio gennaio 1986 fu approvato il nuovo 65 cm lo spessore delle murature, im-
sismica (esclusione delle 1974, considerata in un certo senso aggiornamento della normativa sismi- poneva l'uso di mattoni o di pietre pic-
strutture spingenti, la madre di tutte le normative attuali. ca, corredata dalla circolare 27690 cole, abbracciabili dalla mano. La
collegamenti fra le Da questa legge infatti discese, fra gli del 19 luglio 1986. Poco dopo (9 gen- struttura di copertura doveva poggiare
strutture, limitazione a 5
metri della distanza fra altri, il d.m.ll.pp. 3 marzo 1975 Appro- naio 1987) fu emanato il decreto per su cordoli alla sommit della muratu-
muri portanti ecc.), che vazione delle norme tecniche per le le costruzioni in zona normale, subito ra, collegati alla muratura in modo da
le costruzioni fossero costruzioni in zone sismiche. In segui- sostituito dal d.m. 20 novembre formare " quasi un telaro".
realizzate con " una
ossatura di legno, di to ai successivi eventi sismici, venne 1987, ancora oggi in vigore, corredato Ancora nel 1857 un terremoto nel na-
ferro, di cemento armato emanata la legge regionale del Friuli- dalla circolare 30787 del 4 gennaio poletano con 12 mila vittime; poi nel
o di muratura armata", Venezia Giulia n. 30 del 20 giugno 1989. E il 16 gennaio 1996 ecco il 1859 a Norcia. In quest'ultima circo-
limitando la muratura, in 1977, che introdusse il metodo di cal- nuovo aggiornamento della normativa stanza il Governo Pontificio di Pio IX
mattoni o in blocchi di
pietra squadrata o colo noto con il nome di Por, e il d.l. n. sismica e la relativa circolare 65 del eman un regolamento edilizio nel
listata, alle costruzioni a 75 del 19 marzo 1981, poi convertito 10 aprile 1997. Ed storia di oggi. quale, ad esempio, si limitava a due
piani l'altezza delle nuove costruzioni;
a 8 metri e mezzo l'altezza massima,
dal terreno alla gronda; si fissava in
60 cm lo spessore minimo delle mu-
rature, anche interne, mentre quelle
esterne dovevano avere una scarpata
di un ventesimo dell'altezza; si pre-
scriveva il collegamento fra muri inter-
ni ed esterni, " onde facciano una
massa tutta unita". Ma soprattutto ve-
niva richiesto che le aperture di porte
e finestre fossero a distanza conve-
niente dagli angoli dei muri esterni e
delle estremit dei muri di tramezzatu-
ra e che le aperture risultassero verti-
calmente allineate.
Il terremoto del 1883 a Casamicciola
origin il regio decreto n. 2600 del 29
agosto 1884, con il quale venivano li-
mitate le altezze delle nuove costru-
zioni (10 metri), vietate le strutture
spingenti, limitati gli aggetti dei balco-
ni (60 cm). Ancora un terremoto nel
1905 (Calabria e Messina) produsse
un solo piano. E infatti, nella legge n. 219 del 14 maggio Ma prima della legge 64 esistevano il decreto reale n. 511 del 16 settem-
dopo il terremoto di 1981, che recava provvedimenti a fa- indicazioni per le costruzioni in zona bre 1906. E poi dal dramma del 28 di-
Messina, ci fu una
fioritura di sistemi di vore della popolazione colpita dal si- sismica? La risposta, positiva, potr cembre 1908, con la distruzione com-
muratura armata o sma del novembre 1980 e del feb- sorprendere. Nel 1627, dopo il gravis- pleta di Messina e Reggio Calabria e
animata (con tondini di braio 1981 in Campania e Basilicata simo terremoto che colp la Campa- pi di centomila vittime, ebbero origi-
ferro), in seguito
purtroppo dimenticati. e indicava i provvedimenti per la rico- nia, fu definito un metodo costruttivo ne le norme tecniche del regio decre-
Nel successivo decreto struzione e lo sviluppo di quelle zone. detto "sistema baraccato alla bene- to n. 193 del 18 aprile 1909, seguito
reale la muratura Fu poi pubblicato il d.m.ll.pp. 2 luglio ventana", basato su di una struttura dalla circolare 2664 del 20 aprile
ordinaria fu ammessa 1981 sulla riparazione e il rafforza- intelaiata in legno, con ritti infissi in 1909 (Istruzioni tecniche). In questo
anche per edifici a due
piani (purch non pi alti mento degli edifici danneggiati dal si- un basamento di muratura e con le decreto si prescriveva, fra le tante in-
di 7 metri) in mattoni o sma delle regioni Basilicata, Campa- specchiature dei telai chiuse con ma- dicazioni ancora oggi presenti nella
in blocchi di pietra nia e Puglia, seguito dalla circolare teriali leggeri (canne, legname) ce- normativa sismica (esclusione delle
naturale o artificiale di
forma parallelepipeda. 21745 del 30 luglio 1981 che riporta- mentate con malta e intonacate. Il si- strutture spingenti, collegamenti fra le
va le istruzioni necessarie per l'appli- stema baraccato fu confermato so- strutture, limitazione a 5 metri della
cazione del decreto. luzione idonea anche dalla legge del distanza fra muri portanti ecc.), che le
Superata la fase contingente, il 10 marzo 1784, emanata da Ferdinando costruzioni fossero realizzate con "
giugno 1984 furono emanate le Nor- IV di Borbone dopo il terremoto del una ossatura di legno, di ferro, di
cemento armato o di muratura arma- piano inferiore a 5 metri. Le costruzio- tutte orientate
ta", limitando la muratura, in mattoni ni in muratura ordinaria erano consen- a definire al-
o in blocchi di pietra squadrata o lista- tite fino a 8 metri in prima categoria e tezze, spesso-
ta, alle costruzioni ad un solo piano. E a 12 metri in seconda categoria, sem- ri, metodi ese-
infatti, dopo il terremoto di Messina, pre con muri trasversali a distanza cutivi, qualit
ci fu una fioritura di sistemi di muratu- non superiore a 7 metri; spessore del- dei materiali.
ra armata o animata (con tondini di la muratura in mattoni pari a 30 cm Trecentoset-
ferro), in seguito purtroppo dimentica- all'ultimo piano con aumento di 15 tantanni
ti. Nel successivo decreto reale 1080 cm ad ogni piano inferiore. Si poteva avrebbero
del 6 settembre 1912 la muratura or- costruire in muratura animata o ar- dovuto con-
dinaria fu ammessa anche per edifici mata rispettivamente fino a 10 metri sentire un
a due piani, purch non pi alti di 7 e 12 metri . progresso
metri, in mattoni o in blocchi di pietra Ancora nel 1927 il decreto reale n. enorme sia
naturale o artificiale di forma paralle- 431; nel 1930 il decreto reale n. 692; nella cono-
lepipeda. Altri decreti furono emanati nel 1935 il regio decreto legislativo scenza teo-
nel 1915 (terremoto di Sora e Avezza- 640; nel 1937 il decreto legge 2105; rica (e cer-
no - r.d. n. 573 del 29 aprile 1915), nel 1962 la legge n. 1684; e, in se- tamente
nel 1924 (terremoto di Ancona e Pe- guito al terremoto del Belice del questo
rugia, legge 2089, decreto 1099 del 1968, la Circolare ll.pp. 6090 dell'a- c' stato),
23 ottobre 1925), nel 1926 (terremo- gosto 1969 Norme per la progettazio- sia nella
ti di Siena e Grosseto, decreto reale ne, il calcolo, la esecuzione e il collau- qualit
n. 705 del 3 aprile 1926). Con que- do di costruzioni con strutture prefab- della pro-
st'ultimo decreto si introducevano le bricate in zone asismiche e sismiche gettazio-
categorie sismiche, si limitava a 10 alla quale si fece riferimento anche ne, sia nelle carat-
metri e a due piani l'altezza dei fabbri- per la muratura armata a pannelli pre- teristiche dei materiali e nella pratica
cati in zona sismica di prima categoria fabbricati degli anni Ottanta. esecutiva. Ognuno di noi, sulla base
e a 12 metri e a tre piani in seconda In 370 anni sono state emanate pi o delle proprie esperienze, pu fare una
categoria, sempre con altezza di inter- meno 40 fra leggi, decreti e circolari, valutazione e dare un giudizio