Sei sulla pagina 1di 4

E perch l'arcobaleno curvo?

E uno dei fenomeni pi belli offerti dalla natura e spesso mi sono domandato per quale
motivo, larcobaleno, apparisse a forma di arco.
L'arcobaleno si origina quando i raggi del sole attraversano una quantit consistente di
gocce d'acqua sospese nell'aria. per tale ragione che frequente vederlo nei pressi
delle cascate, dove vengono continuamente alimentati dagli spruzzi oppure dopo i
temporali quando restano numerose gocce in sospensione nellatmosfera per un po di
tempo.
Affinch l'arcobaleno appaia ai nostri occhi bisogna che i raggi solari, che arrivano paralleli
sulle gocce, vengano riflessi. Pi precisamente, i raggi sono prima rifratti all'interno della
goccia, passando dall'aria all'acqua, poi parzialmente riflessi dalla superficie della goccia
verso l'interno della stessa e, infine, rifratti di nuovo dall'acqua in aria. La doppia rifrazione
e la riflessione avvengono ad angoli fissi e determinati.
I raggi del sole, attraversando le gocce, subiscono tutti una deviazione di un ben
determinato angolo e creano una regione circolare attorno a un punto detto antisolare.
Questa regione a forma di cerchio perch i raggi del sole (che si possono considerare
con buona approssimazione tutti paralleli fra loro) sono deviati di un angolo fisso dalle
gocce dacqua in tutte le direzioni, disegnando cos nel cielo un cono.
Per determinare il punto antisolare basta vedere dove si trova lombra della nostra testa,
che esattamente opposta al sole.
Quasi sempre questo punto si trova sotto lorizzonte ed per questo che vediamo solo un
pezzo del cerchio.
Un arcobaleno non qualcosa di concreto che abbia esistenza effettiva in una particolare
posizione del cielo. Si tratta solo di un fenomeno ottico, unillusione ottica. La porzione di
cerchio che si colora ai nostri occhi dipende da tre fattori: la nostra posizione (se siamo al
suolo, potremo vedere al massimo met cerchio); l'altezza del sole sull'orizzonte (pi
basso, pi grande pu essere l'arcobaleno); infine, la grandezza della 'nube' di gocce
presenti in aria: se irregolare l'arco appare e scompare qua e l, a volte con interruzioni
bizzarre.
possibile osservare l'arcobaleno se solo se l'altezza del sole sull'orizzonte inferiore
ai 42: questo spiega il fatto che in pieno giorno non si osservano arcobaleni mentre
questi si rilevano solo nelle prime ore del mattino o verso sera, in particolare fino a
circa tre ore dopo l'alba o approssimativamente entro le tre ore prima del tramonto
E che dire degli arcobaleni doppi? In quel caso, di angoli particolari ne entrano in gioco
due, il secondo determinato da un'ulteriore riflessione dei raggi solari all'interno delle
gocce, come in un flipper microscopico.
Una porzione di un arcobaleno di 360 gradi, vista da un aereo
Si pu interpretare geometricamente l'arcobaleno come quella linea che si ottiene dalla sezione di un cono
con il piano verticale contenente le gocce di pioggia.

PER STUDIARE IL FENOMENO IN MODO PIU APPROFONDITO CONSULTA IL SITO:

http://www.lorenzoroi.net/arcobaleno/

Potrebbero piacerti anche