Sei sulla pagina 1di 23

Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi

Corso A

LE FONDAZIONI
dirette

fondazioni torricelli temec 1


LE FONDAZIONI
Fondazioni dirette e
Fondazioni indirette

In relazione alle
CARATTERISTICHE

Dipartimento di Tecnologie dellArchitettura e Design P. L. Spadolini


MECCANICHE DEL
TERRENO
le fondazioni possono essere
SUPERFICIALI
(FONDAZIONI DIRETTE)

PROFONDE

Prof.sa Maria Chiara Torricelli


(FONDAZIONI INDIRETTE)

fondazioni torricelli temec 2


TIPOLOGIE DI FONDAZIONI
ORDINARIE
CONTINUE TRAVI ROVESCE

FONDAZIONI PLATEA
DIRETTE
PLINTI
DISCONTINUE
ZATTERE

INFISSI
SU PALI
FONDAZIONI TRIVELLATI
INDIRETTE
IDRAULICHE

In relazione alle CARATTERISTICHE MECCANICHE DEL TERRENO


le fondazioni possono essere
SUPERFICIALI (FONDAZIONI DIRETTE)

PROFONDE (FONDAZIONI INDIRETTE)

fondazioni torricelli temec 3


FONDAZIONI DIRETTE DISCONTINUE
I PLINTI
Le fondazioni discontinue si adottano per strutture a telaio quando il terreno
resistente si trova a profondit contenute ed ha una capacit portante elevata.

I plinti dovrebbero avere forma


troncopiramidale a base quadrata ma per
semplicit di esecuzione hanno spesso Pilastro
forma parallelepipeda
Raccordo al
sono realizzati in calcestruzzo o in
pilastro
calcestruzzo armato.
I plinti possono essere collegati fra loro
per assicurare un comportamento Raccordo alla Plinto
omogeneo della struttura, in presenza di base
cedimenti o altre sollecitazioni differenziali
da punto a punto: il collegamento
Magrone
costituito da un reticolo di travi o cordoli.
Tale collegamento esplicitamente
richiesto in zona sismica cos da garantire
una struttura solida e compatta in grado di
contrastare eventuali cedimenti
differenziati.

fondazioni torricelli temec 4


FONDAZIONI DIRETTE DISCONTINUE
PLINTI collegati
fra loro per fare
fronte a
con travi cedimenti
differenti da zona
a zona

con cordoli

fondazioni torricelli temec 5


FONDAZIONI DIRETTE DISCONTINUE
Il plinto inerte ha una conformazione tale da conferirgli sufficiente rigidezza a fronte di sollecitazioni di
trazione e flessione modeste, realizzato in calcestruzzo con una armatura a rete alla base, cos da
ripartire in maniera uniforme i carichi sul terreno.
PLINTO INERTE
Langolo che si viene a creare tra lesterno della struttura verticale
e lesterno della base della fondazione deve essere di 55-60.

55-60

PLINTO FLESSIBILE
Un plinto flessibile un plinto che ha, rispetto alla superficie di
appoggio del pilastro, una sporgenza laterale rilevante e di ridotta
altezza, essendo sollecitato a trazione per flessione deve essere
armato.
Langolo che si viene a creare tra lesterno della struttura verticale
e lesterno della base della fondazione inferiore a 55-60.
40

fondazioni torricelli temec 6


Getto della fondazione a
plinto

fondazioni torricelli temec 7


Plinto sagomato prefabbricato Plinto zoppo Plinto di collegamento

fondazioni torricelli temec 8


Fondazione di colonna metallica su plinto
Piastra di
appoggio e barre
di ancoraggio

Colonna a Colonna doppia Colonna


doppio C IPE a IPE o
HE
fondazioni torricelli temec 9
Fondazione superficiale a plinti collegati da cordoli

fondazioni torricelli temec 10


Fondazione superficiale a plinti
collegati da cordoli

fondazioni torricelli temec 11


FONDAZIONI DIRETTE CONTINUE lineari
A seconda della tipologia della struttura di
elevazione verticale, la fondazione continua
potr funzionare come cordolo (carico
verticale trasmesso da murature e setti,
sollecitazioni di flessione modeste causate
da movimenti del terreno) o come trave
rovescia (sollecitazioni di flessione causate
dal carico dei pilastri)

Fondazione e cordolo

Trave rovescia

fondazioni torricelli temec 12


FONDAZIONE CONTINUA sotto una muratura portante
FONDAZIONI CONTINUE IN MURATURA
Venivano eseguite quando il terreno buono per le
fondazioni si trovava fino a 4 mt. di profondit. I tipi di
muratura pi usati erano a getto, a sacco o lavorato a
mano. Oggi comunque allattacco della fondazione con
la muratura si deve realizzare un cordolo in c.a.
FONDAZIONI CONTINUE IN C.A.
Fondazione lineare in c.a., allargata alla base, allo
scopo di ripartire il carico verso il terreno su di una
superficie maggiore possibile. Realizzata in c.a. resiste
anche a flessione, e quindi ad eventuali assestamenti
del terreno sottostante e movimenti sismici.

Fondazioni continue in muratura e in c.a

fondazioni torricelli temec 13


Fondazione continua di edificio in muratura portante

fondazioni torricelli temec 14


Fondazione di edificio
in muratura portante

fondazioni torricelli temec 15


FONDAZIONE CONTINUA A TRAVE ROVESCIA

Impiegata sotto una struttura a pilastri


si tratta di un elemento sottoposto a
flessione verso lalto nella zona tra i
pilastri e verso il basso nella zona
sotto i pilastri.
larmatura disposta in modo tale da
rispondere a trazione e taglio in
relazione alle sollecitazioni trasmesse
dai pilastri e dal terreno.

trave
trave rovescia

fondazioni torricelli temec 16


FONDAZIONE CONTINUA A TRAVE ROVESCIA
larmatura disposta in modo tale da rispondere
a trazione e taglio.

armatura a trazione

fondazioni torricelli temec 17


FONDAZIONE CONTINUA A TRAVE ROVESCIA

Travi rovesce incrociate

fondazioni torricelli temec 18


Fondazione a trave rovescia di edifici a pilastri e travi

fondazioni torricelli temec 19


Fondazione a trave rovescia di edifici a pilastri e travi

fondazioni torricelli temec 20


FONDAZIONI DIRETTE CONTINUE
a platea
Funziona come un solaio rovesciato sollecitato da un carico distribuito (la reazione del
terreno) e da carichi concentrati (portati dalle strutture di elevazione verticale delledificio
realizzate a pilastri, a setti in c.a. o in muratura).
Per queste strutture larmatura resistente a trazione posta prevalentemente nella parte
verso il terreno.
Quando i carichi e la reazioni del terreno sono particolarmente rilevanti possono essere
richieste delle platee alte anche 1,5-1,8 metri

solaio platea

fondazioni torricelli temec 21


FONDAZIONI DIRETTE CONTINUE
aFondazione
platea a platea e diaframmi in c.a

Sez. su
locale
interrato

fondazioni torricelli temec 22


fondazioni torricelli temec 23