Sei sulla pagina 1di 100

Percors italiani

1
;i italiani NPv

11
)

LA LINGUA E
LA STORIA
DELL' ARTE I TALIANE
ATTRAVERSO
10 CAPOLAVOR I

IN COLLABORAZIONE CON

EDULNIGUA
1 aboratnrio lingua e cultura italiana
L'Italia dell'arte
La lingua e la storia dell'arte italiane attraverso 10 capolavori

Autori:Giorgio Massei, Michele Magnatti, Rosella Bellagamba


Coordinamento editoriale: Paola Accattoli
Redazione: Paola Accattoli
Direttore artistico: Marco Mercatali
Progetto grafico e impaginazione: Federico Borsella
Direttore di produzione: Francesco Capitano
Ricerca iconografica:Giorgia D'Angel

Ricerca iconografica:
Shutterstock, Archivio ELI.
Getty Images, pagine: 45.
Marka, pagine: 9, 15, 25, 33, 36, 41, 47, 72, 79.
Mondadori Portfolio, pagine: 45, 65, 70, 71, 78.
Olycom, pagine: 81, 85.

Copertina:Curvilinee. Elaborazione grafica del dipinto Dama con l'ermellino,


di Leonardo da Vinci (1488-1490), Castello di Wawel, Cracovia.

L'editore resta a disposizione degli aventi diritto per qualsiasi involontaria omissione
o inesattezza nella citazione delle fonti di brani o immagini riprodotti in questo volume

2016 ELI srl


C.P. 6 - 62019 Recanati
Italia
Tel. +39 071 750701
Fax +39 071 977851
info@elionline.com
www.elionline.com

Stampa:Teenostampa - Pigini Group Printing Division - Loreto - Trevi (Italia)


16.83.042.0

ISBN 978-88-536-2121-4

Tutti i diritti riservati. assolutamente vietata la riproduzione totale o parziale di questa


pubblicazione, cosi come la sua trasmissione sotto qualsiasi forma e con qualunque
mezzo, anche attraverso fotocopie, senza l'autorizzazione della casa editrice ELI.
Prefazione

Capire i messaggi dell'arte sembra oggi un'operazione da esperti, un affare per pochi eletti. Questa convinzione
si scontra con il fatto che il patrimonio artistico italiano affascina da sempre milioni di persone in tutto il mondo
che, zaino in spalla e guida turistica in mano, cercano di vivere in prima persona un'esperienza del "sublime"
che le innumerevoli meraviglie sparse nel nostro Paese riescono a rendere. II primo obiettivo di questo libro
proprio quello di dimostrare a tutti gli amanti dell'arte che, anche senza studi specialistici, si pu comprendere
ci che si osserva, sapendo solo dove e come guardare.

II secondo obiettivo stato quello di utilizzare tale interesse per l'arte italiana nel contesto dell'apprendimento
linguistico, affinch sia proprio la lingua a beneficiare della straordinaria motivazione che la nostra cultura pu
stimolare, piuttosto che il contrario. Nello specifico, l'opera d'arte pu divenire un formidabile input nella clas'se
di italiano per stranieri, capace di suscitare emozioni e coinvolgimento estetico, pur trasmettendo contenuti
stilistici, storici e culturali che la lingua dovr saper interpretare e descrivere.

Con questo scopo abbiamo scelto di analizzare 10 capolavori fra i pi rappresentativi della storia dell'arte
italiana, dallo stile bizantino fino al futurismo, passando in rassegna sculture, mosaici, dipinti e affreschi. Tutte
le analisi proposte hanno lo scopo di svelare il contenuto delle opere e ogni percorso evidenzia alcune tecniche
da acquisire per comprendere l'arte. La scelta delle opere stata paradossalmente semplice, in quanto era cosi
ovvia l'impossibilit di creare un percorso ideale ed esaustivo, che ci ha affrancato la nostra selezione da
responsabilit eccessive, anche rispetto alla presenza di alcune opere forse meno note, ma comunque pi che
degne di menzione.

Per capire, o tentare di capire, l'arte anche necessario studiarne l'evoluzione, guardare lo sviluppo delle
tecniche, indagare i fatti storici che possono ayer spinto l'artista ad alcune scelte, cogliere i riferimenti culturali.
Per questo sempre utile mettere in relazione l'opera alla sua epoca, in quanto ne sar sempre stata figlia o per
lo meno figliastra. Per secoli gli artisti non hanno rappresentato se stessi, ma un'intera societ, quindi in ogni
capolavoro vanno ricercate le storie di un popolo, le voci e i sentimenti dell'uomo nel suo tempo. La sfida sar
ascoltare queste voci attraverso gli occhi.

Seguendo la famosa frase di Michelangelo "Signore, fa che io possa sempre desiderare pi di quanto riesca a
realizzare", auguriamo a tutti i lettori di trovare in questo libro il desiderio di bellezza che, secondo noi, pu
essere la chiave della vera felicit.

Gli autori

3
S ommario
Percorso

I mosaici del Battistero degli Ariani a Ravenna Pagina 6


Contesto storico Opera principale Opere correlate Stile Argomenti linguistici
Fine dell'Impero Mosaici del Battistero - Soggetto "Battesimo di Bizantino Connettivi causali
Romano e invasioni degli Ariani a Ravenna Cristo"
barbariche (VI sec.) 144:: - _.. - Rappresentazione di alcuni
santi con i loro attributi

0 1. duomo di Modena Pagina 14

Contesto storico Opera principale Opere correlate Stile Argomenti linguistici


Medioevo ed L'architettura del duomo di Modena - Differenza tra Romanico Costruzioni perifrastiche
et comunale e le sculture arte classica e con il verbo "stare"
monumentali barbarica
di Wiligelmo - Chiese gotiche ,
(1099-1117)

o Le Movie di san Francesco di Giotto


Contesto storico Opera principale Opere correlate Stile
Pagina 22

Argomenti linguistici
Fondazione Le storie della vita di san Francesco Pittura prima e Giottesco Aggettivi con funzione
e diffusione affrescate dopo Giotto di avverbi
dell'ordine da Giotto im,
0.-
, i.id
...dm
........

francescano ad Assisi ''l .10 101


-..,
(1292-1296) .it,

La Nasciia di Venere di Sandro Botticelli Pagina 30

Contesto storico Opera principale Opere correlate Stile Argomenti linguistici


II Rinascimento La Nascita di Venere Venere di Urbino Rinascimentale Verbi al passato prossimo
a Firenze e la di Sandro Botticelli di Tiziano che possono avere sia
.. -

Signoria dei Medici (1482-1485) ., 1 1 ' . al ,, l'ausiliare "essere" che


,.....
Hk"111,
. ...,

avere"

L'Ultima cena di Leonardo da Vinci Pagina 38

Contesto storico Opera principale Opere correlate Stile Argomenti linguistici


II Rinascimento L'Ultima cena o Cenacolo Soggetto "ultima cena" Rinascimentale Futuro (semplice e
a Milano di Leonardo da Vinci composto) per fare
(1494-1498) ipotesi

4
Percorso

II David di 'Michelangelo Buonarroti Pagina 46

Contesto storico Opera principale Opere correlate Stile Argomenti linguistici


II Rinascimento II David di - II soggetto "David" Rinascimentale Uso del congiuntivo con
a Firenze e il periodo Michelangelo , - I "non finiti" di alcuni indefiniti e con il
repubblicano Buonarroti Ir.-11. Michelangelo superlativo
-,

(1501-1504)

LO La Madonna dei pellegrini di Caravaggio Pagina 54

Contesto storico Opera principale Opere correlate Stile Argomenti linguistici


Riforma La Madonna dei Pellegrini - Diverse Caravaggesco Alcuni verbi pronominali
protestante e di Caravaggio rappresentazioni
Controriforma (1603-1606) to,e'''

ra- .4 , fk
della Madonna
con Bambino
- Scene di genere
.4
/1 =,
di Caravaggio

7
Apollo e Dalne di Clan Imrenz() Bernini Pagina 62

Contesto storico Dpeafrnaeprincipale Opere correlate Stile Argomenti linguistici


I papati di Paolo V, Apollo e fiLaum
Foi ndtia Bn ea rdn eini iquattro Barocco Verbi deaggettivali e
,..,,, -.
Urbano VIII e di Gian Lorenzo -!IF1
.1 J.
,, desostantivali
Innocenzo X Bernini Allit
Yr -
(1622-1625)

9 II Bario di Francesco Ilayez


Contesto storico Opera principale Opere correlate
Pagina 70

Stile Argomenti linguistici


Risorgimento e II Bacio di Francesco - Altre versioni del Bacio Romantico Avverbi focalizzanti
Unita d'Italia Hayez (1861 e 1867) . . "1
( 1 8 59) - Le sculture di Canova
,
1

1.19 La Ilisala di Umbert() Boccioni


Contesto storico Opera principale Opere correlate Stile
Pagina 78

Argomenti finguistici
Industrializzazione La Risata di Umberto Boccioni Alcune opere delle Futurista Alcune alterazioni
nell'Italia del '900 e (1911) , . Avanguardie storiche dei nomi
inizi del fascismo

5
I mosaici del Battistero
476 d.C.
degli Ariani a Ravenna
Fine
dell'impero
romano
d'Occidente
Inizio II cont - ' m
VI sec.
Battistero Guarda le immagini e rispondi alle domande, poi leggi il testo per verificare le
degli Ariani fue ipotesi.
Dove si svolge la seena della prima immagine?
Cosa stanno facendo i due uomini e perch?
Quali emozioni provi vedendo la scena?
Chi sono, secondo te, gli uomini a cavallo nella seconda immagine? Quali elementi te lo
fanno pensare?
Cosa successo prima e cosa succeder dopo?

Sylvesl re, ,Saco di Roma del 110, 1890 Koch, Bailaglia della,fire.da di Teadoburgo, 1909

Dopo 500 anni di storia l'Impero Romano, che nel suo enorme territorio era unito e
generalmente in pace, vittima delle invasioni barbariche. Nel 476 d. C. cade l'ultimo
imperatore romano (Romolo Augustolo) e in Italia inizia un lungo periodo di dominazione
straniera. Le vare popolazioni barbariche che invadono Roma e le altre citt dell'Impero
distruggono e saccheggiano i capolavori dell'arte classica. Le popolazioni italiane non
riusciranno mai a fondersi in modo pacifico e naturale con i barban i perch troppo diversi
per cultura, religione e tradizioni.

6
2 Unita cultor., - . den - :
Guarda le immagini di questi monumenti, rispondi alle domande e poi leggi il testo per
verificare.
Sono molto simili? Quali sono le caratteristiche in comunc?
Secondo te perch in citt cosi lontane ci sono forme darte cosi analoghe?
Le strutture sono molto antiche: perch le popolazioni, molto diverse, nei secoli hanno conservato con
cura questi luoghi?

51 I I
_ , .
,

,11-
, :,

1 ,

Tempio della Concordia, Agrigento (Sicilia, Italia) 'l'entro romano di Palmira (Siria)

Avere opere romane in luoghi cosi lontani ricordava alle


popolazioni, diverse fra loro e ormai indipendenti a causa
delle invasioni barbariche, i tempi in cui erano tutti uniti e
generalmente in pace sotto u potere di Roma. I templi con le
colonne e la facciata con il timpano, i teatri e gil anfiteatri erano
sparsi per tutto il territorio che un tempo era dominato dagli
imperatori. Oltre a questo anche il cristianesimo un grande
elemento di unit culturale tra Oriente e Occidente. Fino al 1054
tutti seguivano il papa di Roma, proprio perch continuavano a
sentirsi dipendenti da questa citt.

3
Tempio romano a Dougga Ininsia)
Leggi il testo e poi completa le frasi.
Nell'ultimo periodo dell'Impero Romano la capitale era stata spostata da Roma a Milano e poi a Ravenna.
La scelta di Ravenna era motivata da due ragioni principali: i collegamenti con la parte orientale dell'impero
tramite il porto di Classe e una posizione facilmente difendibile dagli attacchi degli invasori. Anche dopo la
fine dell'Impero Romano d'Occidente, Ravenna rimane una delle citt pi importanti d'Europa, almeno fino
al VI secolo. I mosaici sparsi nella citt appartengono proprio a questo periodo, seguono lo stile bizantino e
testimoniano l'unit culturale con le regioni orientali.

1 Siccome Ravenna

stata scelta
come capitale dell'Impero Romano.
2 Lo spostamento della capitale a Ravenna stato causato
da

sono una testimonianza del periodo in cui Ravenna era la


Autor sconoscitit o, 11 buon paslore, inizio V sec., Ravenna,
capitale d'Italia.
Mai isolet di ( :alla Placidia
7
Analisi dell'opera
4
Guarda l'immagine a pagina 9 e rispondi alle domande.
Secondo te cosa rappresenta?
Chi sono i personaggi della scena centrale? E quelli intorno?
Com' lo sfondo?
In generale la rappresentazione cosa ti trasmette (senso di movimento, stasi, sacralit, ansia, altro)?

5
Leggi i testi e completa le descrizioni dei particolari. Dopo ogni risposta verifica nelle
soluzioni e vai avanti.
. , ..........
........

, '

.1
5a 1 personaggi a sinistra e Y:1 ,

f .;.1,;,':;/
,.
a destra del trono sono i
due apostoli pi importanti:
A _e
B .
Nell'arte si riconoscono
li r
,1 r
11! il prima di tutto per i loro volti,
poi per i loro attributi:
,
' A ha
' le chiavi del regno dei cieli,
.
mentre B
, di solito ha la spada in mano,
...,

simbolo del suo martirio,


oppure, come in questo caso,
5c II personaggio a destra :
Giovanni Battista
le lettere che ha scritto per
diffondere la fede in Cristo.
B I
l Ges
.
Cn Dio.
Nell'arte questo personaggio
si riconosce grazie a capelli e
barba lunghi, alla sua veste di
uy-- pelle di animale (di cammello
...
51) L'uomo a sinistra la personificazione per la precisione) e al bastone,
.

del , il fiume dovc

-- o alla croce, che porta in mano.


stato battezzato Ges. I suoi attributi, Questi sono i suoi attributi che
tipici della rappresentazione dei fiumi, ti permetteranno di identificarlo
.

sono le chele di granchio sulla testa e in moltissime opere d'arte che


, 9.9,,,,,,, ,i,1,:ar, ,:,,,,di una pianta acquatica. vedrai in futuro.
.

1
I '' . ,
. ,

,.., 1
,

5d Gli apostoli sono rappresentati in modo abbastanza simile


tra loro: j, di fronte, girati, di lato, in movimento,
,,, di spalle, tranquilli, ser, sorridenti. Domina lo sfondo

1;, 15
5 in oro, simbolo di eternit, che la caratteristica pi
rappresentativa dello stile bizantino. Ogni volta che potrai
,, ,l'i
\ I1 J', , .i', ,{b...: ',
riconoscere queste caratteristiche sarai di fronte ad un
opera di questo stile.

411118 '`::., 1:nl: r "Iliiiidi.1111 ,1 '.: t?


Guarda il Battesimo di Cristo, rilassati e ascolta la sua descrizione.

r
' ..... . .. ....

. . . ..... ... ..

'- ' ' ,

....... 05 o 000lg0000m o
a

o
o

. Tecnica: mosaico. Collocazione: Ravenna, centro citt, su]


Datazione: prima met VI secolo. soffitto di un piccolo edificio ottagonale.
Soggetto: Battesimo di Cristo. Informazioni supplementari: la visita -
Autore: sconosciuto. gratuita.
000nmoov0000000000esoov0000000mo,r -ocooe000.06 01.100"01701302. '
9
7a Studi oooo s ito
Leggi le vare parti del testo e fai le attivit corrispondenti.

11 Battesimo di Cristo presente nel Battistero detto degli Ariani a Ravenna un mosaico della prima
met del VI secolo, realizzato da un autore a noi sconosciuto, ma sicuramente di scuola orientale.
Esso rappresenta al centro l'episodio biblico in cui san Giovanni battezza Ges nel fiume Giordano e
intorno ci sono i dodici apostoli. 11 soggetto "battesimo di Cristo" tra i pi importanti della tradizione
cristiana, perch il momento in cui il profeta vivente pi famoso (Giovanni, detto "voce nel deserto")
riconosce la santit dell'uomo di Nazareth e lo dichiara "salvatore del mondo". In questo mosaico
antichissimo ji soggetto cosi rappresentato: a destra, su uno scoglio, c' Giovanni il Battista;
al centro, immerso nell'acqua, c' Ges, riconoscibile per l'aureola sulla testa e per lo Spirito Santo
che sta scendendo su di lui sotto forma di colomba. A sinistra vecchio rappresenta il fiume
Giordano e l'acqua dove immerso Cristo viene da una boccia di flanco a lui. Questo modo di
strutturare il battesimo, con poche modifiche, sar imitato per secoli.,
ckpc

7b Trova nel testo i norni di queste immagini.

71' Continua la lettura, poi segna solo le informazioni eontenute


nel testo.


In questo periodo della storia c'erano diverse interpretazioni della fede
cristiana. Secondo la popolazione barbarica degli Ostrogoti, germanici
., , ,.
.
- .
,
-. ...1. ;: ,, ' . .r x ' .---L

di fede ariana, Ges era pi uomo che Dio, mentre le popolazioni , 1 .


,
ii, . '-...

italiche, di fede cattolica, credevano Cristo ugualmente Dio e uomo.


'

battistero dove posizionato il mosaico era stato fatto costruire da


Teodorico, re ostrogoto e dominatore dell'Italia dal 493 al 526.11 suo _
. --.... .

pensiero chiaramente tradotto nel mosaico che analizziamo, dove ',:;;... ' ''';:.
',..-. i. ; - .. T .,..... - 14'
la nudit di Ges lo rende poco divino agli occhi dell'osservatore,
sottolineando il fatto che lui era sostanzialmente un uomo. Dopo
l'affermazione della sua divinit da parte della Chiesa l'arte non ha
pi rappresentato Ges in modo cosi umano. Non comune trovare
II Battistero clegli Ariani
un'opera d'arte che mostri con questa chiarezza l'ideologia ariana.

1 I
Quando stata fatta quest'opera c'erano diverse interpretazioni della figura di Ges.
21 I
L'autore dei mosaici probabilmente era germanico.
31 Un re germanico di fede ariana ha promosso la realizzazione di quest'opera.
4 1 I Cristo nudo per dimostrarne la natura umana.
5 Gli Ostrogoti hanno dominato Ravenna per pi di un secolo.
6 1 1 comune trovare opere d'arte con Cristo completamente nudo.

10
7d Leggi, poi Mina le parole al loro significato.
II

fi rito del battesimo in un momento storico come quello dell'inizio del


medioevo, pieno di incertezze e difficolt, aveva un ruolo non solo religioso,
ma anche sociale: chi si battezzava entrava in una comunit che stava
pian piano crescendo e assumendo ji ruolo di protagonista, ricostruendo
quel tessuto sociale distrutto dalle invasioni barbariche. Per questo intorno
alla scena centrale ci sono gli apostoli: per far percepire al battezzato che
diventava anche lui un seguace di Cristo e parte di un popolo. La posizione
degli apostoli sembra anche formare un sole che diffonde i suoi raggi dal
suo centro, cio Ges. Tutti i personaggi sono rappresentati in pose frontali,
statiche e in due dimensioni, senza uno sfondo reale ma con un fondale dorato,
caratteristiche tipiche dello stile bizantino. L'importanza di quest'opera anche
quella di essere un esempio antichissimo ma gi perfetto di tale stile in Italia.

1 n tessuto sociale A posizioni
2 percepire B insieme delle relazioni tra le persone
3 E pose C ferme
4 E statiche D emanazioni di luce
51 raggi E riconoscere

le Termina la lettura.

Un'ottima spiegazione delle scelte dello stile bizantino quella di Frossard, uno dei massimi studiosi
dei mosaici di Ravenna. Frossard fa l'esempio di un ragazzo che sta aspettando la sua ficlanzata alla
stazione del treno. Mentre aspetta, lui guarda tutti i particolari del paesaggio intorno (i binad, le piante,
il cielo) e soprattutto si concentra sul tempo che passa e che lo divide dall'arrivo della sua ragazza.
Quando la persona amata arriva e scende dal treno per un attimo tutto scompare: lo sfondo diventa
confuso, le cose intorno perdono importanza e il tempo sembra fermarsi. L'arte bizantina segue lo
stesso concetto: guardando le scene sacre l'osservatore si concentra solo sul contatto con il divino e
il tempo viene sospeso dal surreale sfondo dorato. L'assenza di realismo e di movimento quindi una
scelta che aiuta fedele a non distrarsi e a concentrarsi nella preghiera, come se vivesse un incontro
speciale con Qualcuno che aspettava da tanto tempo, in modo simile a quello descritto sopra. Sono
passati pochi secoli dalla morte di Ges e dalla scomparsa degli apostoli, essi sono ancora percepiti
come una realt vicina che l'arte vuole remare nel tempo.

I II
7f Ora pensa a un evento, un incontro o
una cosa importante della tua vita.
Scrivi o discgna al centro dello sfondo
dorato qualcosa che rapprescnti
quell'istante. Nello spazio giallo,
11
1,1

invecc, scrivi tutte quelle cose present,


ma a cui non pensavi durante il tuo
momento spccialc. Racconta a un tuo
compagno quell'esperienza.

11
r
8a 011 M99:171
Ascotta il dialogo tra Romina e Stefano.

Ora completa la tabella.

Origine del Battistero uostruito nei


Da

Doratura delle tessere del mosaico Per dare l'effetto dorato alle tessere
Anche a stata usata la stes. sa tecnica.

Tecniche di realizzazione del mosaico II primo strato di cemento si chiama


Prima di mettere le tessere
Due metodi diversi

Differenze con il battesimo Neoniano

8c " I Ascolta nuovamente e collega le due colonne con i connettivi al centro. Poi rispondi
alle donrande.

Questo battistero stato costruito quindi le tessere devono essere attaccate una alla
nel VI secolo dopo Cristo volta diretta mente sul soffitto.

Certo, un muro normale non poteva siccome in altri casi si preparavano dei pezzi di mosaico
andare bene in laboratorio.

Questo mosaico stato fatto con la perch un yero miracolo architettonico!


tecnica diretta, pi difficile e bella,

... una tecnica molto complicata, perci ora andiamo a vedere il Battesimo Neoniano.

Guarda bene le posizioni perch lo coprivano prima con diversi tipi di cemento.

In un solo caso il connettivo all'inizio della frase e non in mezzo, qual questo connettivo?
Due connettivi sono sinonimi: quindi e . Conosci altri sinonimi?

9 Fai delle frasi su queste rappresentazioni dei santi e sui loro attributi come nell'esenwio.

a El
,

1,.. ,,.

1
1
1

Andrea Vino', 1390 Caravaggio, XV-I--;I:e. cr;" Cimabue, XIV secolo Antonello da Messina,
XV secolo
1 (siccome, chiavi, san Pietro) Siccome ha le chiavi, lui san Pietro .

2 (ruota dentata, perci, santa Caterina d'Alessadria)


3 (san Francesco, perch, tunica marrone e stigmate):
4 (frecce, quindi, san Sebastiano):
12
10
L'importanza sociale e religiosa della pratica del battesimo ha spinto gli artisti
a raffigurare molte volte questo soggetto. La rappresentazione si fissa nel
medioevo e viene riprodotta in modi molto simili per tutta la storia dell'arte.
L'iconografia del battesimo di Cristo prevede la figura di Ges al centro con
san Giovanni Battista a destra che gli versa l'acqua santa sulla testa e a sinistra
delle figure angeliche (due o tre di solito) che tengono le vesti del Signore.
In alto una colomba simboleggia lo Spirito Santo che scende sul battezzato e
a volte compare anche la personificazione di Dio Padre. La strutturazione del
tipo iconografico, che sar ripetuta per secoli praticamente senza variazioni,
quindi quella del Battistero degli Ariani, con l'unica differenza sostanziale
Giotto, Battesimo di Girlo, 1303-05
che a sinistra c' la personificazione del fiume Giordano al posto delle figure
angeliche. Un'altra differenza tra le rappresentazioni di questo soggetto nel
fatto che nelle raffigurazioni pi antiche Ges era completamente immerso
nell'acqua (Battistero degli Ariani e Giotto) mentre dal Rinascimento in avanti
Cristo ha solo i piedi nel fiume e l'acqua gli arriva da sopra la testa (Verrocchio e
Leonardo). Quest perch era cambiato rituale: i battezzati (soprattutto
i bambini) non erano pi immersi completamente in acqua ma solo bagnati
sulla testa perch molti erano morti durante il rito di immersione.

Riconoscere ji soggetto di un'opera


Quando guardiamo un'opera d'arte, soprattutto se religiosa, bisogna innanzitutto
capire u soggetto. La tradizione iconografica aiuta questa operazione dal
momento che ha fissato la rappresentazione dei diversi soggetti in tipologie
abbastanza fisse. Un aiuto per l'individuazione dei soggetti l'analisi degli
attributi dei personaggi. Ora sappiamo riconoscere ji Battcsimo di Cristo. \ 'ernwrItio e bottegn, Batlesimo di
Gis/o. 1 175-78

11 Guarda questi Battesimi moderni e confrontali con quelli visti t'ilion. Con un compagno:
discutete su quale vi piace di pi, perch e quali sensazioni vi provocan.
Come ti sembrano rispetto a quelli visti finora?
Quali differenzc ci sono tra II Battesimo nel Battistero degli Ariani c ognuno di questi trc?
Quali sensazioni ti trasmettono?
Quale Battesimo ti piace di pi? Quale corrisponde meglio alla tua personalit? Perch?

Tissot, Baite.simo di Ge,s1.1, 1886-1894 El Greco, Bannium di Utisio, 1568 1:lio f/i l',"Osio, 2007

13
percors.
2 duomo di Modena

1
Guarda queste opere e prova a eapire quali sono state .1:line al tempo dei
barban i e quali, inveee, nel periodo elassieo. Con una freecia, unisei le immagini
1099-1117 al periodo giusto. Poi leggi il testo.
Duomo
1100-1250
Epoca
J di Modena
dei Comuni I

Testa di nobilclonna, VI secolo Visitazione, VI sccolo Gruppo Laocoonte (part.), I sec. a.C.

Nascita. di Venere, V sec. a. C Lastro di una guaritizione di cinto, VII sec. Acquedot t o di Segovia, I d. C.

( PERIODO CLASSICO ( PERIODO BARBARICO

Le invasioni barbariche non hanno modificato solo la vita sociale e politica, ma anche la capacit
e la possibilit di creare opere darte. La cultura classica, costituita dai miti greci, dalle eccezionali
sculture e dai templi, viene dimenticata. Lo stile classico si caratterizzava per una grande
attenzione alla rappresentazione del corpo umano e delle emozioni (3), per la delicatezza delle
linee e la dolcezza delle forme (4). La differenza pi evidente che nel periodo classico sono
state fatte opere architettoniche impressionanti, sia con funzioni religiose che civili (6), mentre
fino al X secolo non si tenta la realizzazione di grandi architetture. L'arte barbarica si concentra
principalmente in piccoli oggetti (5) o in ritratti di persone nobili (1). Anche le rappresentazioni
religiose non imitano le linee dolci del classicismo e ai nostri occhi risultano prodotti di minor
qualit artistica (2). Dal punto di vista artistico i secoli tra la fine dell'Impero Romano e l'inizio del
Romanico sembrano non rappresentare uno sviluppo, ma anzi una graduale involuzione.

14
2
Guarda le foto, rispondi alle domande e poi leggi il testo per verificare le tue ipotesi.

r!
o ij'JI!I II
\ ileat o Flavio, I sccolo d. C. Duomo di Pisa, XII secolo Iiiesa di Now-Dame-la- Duomo di Spira, XII sccolo
( ni le a Poitiers, XII sccolo

Confronta il Colosseo (Anfiteatro Flavio) e le chiese medievali, cosa ti sembra simile e cosa diverso?
Quali sono le forme e i materiali comuni tra le diverse strutture?
Le chiese di Spira (Germania), Poitiers (Francia) e Pisa (Italia) quali caratteristiche hanno in comune?
Perch sono state ripetute le forme dell'arte romana in citt cosi lontane d'Europa? Prova a pensare
a quello che abbiamo detto a pagina 6 e 7 del primo percorso.

Nell' XI secolo in Europa torna pian piano la pace, ricominciano intensi scambi commerciali e cresce
desiderio di ricostruire una cultura comune. Da questo nasce il Romanico e in poco tempo in tutta Europa
(in Spagna, Francia, Italia e Germania soprattutto, ma anche in Inghilterra e nei Paesi Bassi) sorgono
chiese che seguono questo stile. [arte romanica costituita principalmente da architettura e scultura
monumentale e l'obiettivo primario recuperare le forme dell'arte classica. Le chiese romaniche hanno una
grande presenza di archi, di colonne e di capitelli per assomigliare alle costruzioni antiche e ricordare i tempi
di pace e unit dell'Impero Romano. Queste caratteristiche architettoniche non sono solo all'esterno delle
chiese ma anche all'interno, sicuramente per dare coerenza ma forse anche per lanciare un messaggio al
fedele che deve essere cristiano sia all'esterno, in apparenza, sia dentro di s. Anche la scelta dei materiali
dettata dalla voglia di imitare l'arte classica: marmo bianco e mattoni.

3
Leggi il testo e inserisci le parole al post giusto.

inizio indipendenza romaniche medioevo libro lotta

Nel (1) in Europa, e soprattutto in Italia, i poteri politici pi importanti erano l'Impero
germanico e il Papa di Roma, che naturalmente erano in continua (2) fra loro. Modena,
citt papale, nel 1081 riesce a liberarsi dal potere di Roma e conquistare un'(3) che
poche citt avevano: diventa uno dei primi liben i comuni d'Italia. In questo periodo costruisce il suo duomo
per testimoniare l'(4) di una nuova epoca di libert e autonomia. Oltre all'architettura,
esempio perfetto delle forme (5) , sono eccezionali anche le sculture per la loro capacit
espressiva. II grande attore e Premio Nobel per la Letteratura Dario Fo, infatti, ha definito il duomo di
Modena "un (6) di pietra" per la ricchezza delle storie raffigurate.

15
Analisi dell'op era
4 ggialbla~11
Guarda la foto a pagina 17 e sottolinea gli aggettivi che, secondo te, descrivono meglio ji
cluorno di Modena.

sempliee lineare duro morbido elegante appariscente slanciato appuntito dolce scuro

5
Leggi i testi e completa le descrizioni dei particolari. Dopo ogni risposta verifica nelle soluzioni
e vai avanti.

5a In cima, in posizione dominante, c' Cristo con intorno i simboli dei quattro evangelisti. Giovanni in alto
a destra simboleggiato da Al 1 un'aquila, B1 1 un gatto, C un cane. In basso a destra c' Luca,
simboleggiato dal bue. A sinistra in alto c' Matteo, simboleggiato da un e poi c' il leone
di san Marco. In moltissime chiese potrai riconoscere questi simboli per riferirsi agli scrittori della vita di Ges.

5b Capolavoro assoluto di questa facciata


sono le sculture che rappresentano le
storie della Genesi. Questa la scena della
1 5c Sia all'interno sia all'esterno della chiesa ci
sono questi archi con due
creazione dell'umanit. Prima Dio crea l'uomo
(a sinistra) poi la donna (al centro) da una sua
A gamba B 1 1 mano C 1 1 costola.
1 che formano tre .
'Si chiamano trifore e oltre ad avere uno scopo
estetico simboleggiano anche la Trinit.
A destra c' il momento in cui Adamo ed
Molti degli spazi architettonici del duomo
Eva manqiano il frutto della Conoscenza e si
contengono il numero tre.
coprono le parti intime perch hanno
scoperto la vergogna.
i,9!,, , ..1,:i,, ,,,,fl!'.-
,,,..1rPlgI'',,, ::,i ,, ,,,i ': y , .

WgitECANWITIIkyll%
"14111111 *1' y
,.:41., 1 , ,,OiI':1:,rill001,,"",
, ,::, :: .,::',,,,,,,,
,

"

1 5d Vicino alla porta principale c' questa iscrizione


.....-
-- I . , l'r t.-
.110.^,1) ..,t(C. \;;'.. 1, ' "I ISIJ '1 )IT i
latino B 1-1 greco C 1-1 sanscrito
,1
;,.);
.9nd
; '''' ,14 '' , ,, (,. ,;, , I ,,,, \ '. , l' in A
1 ' , II\l'hil, ' I ig`if .11I\ Willy
11111 . .1 1111E1)1'1 in onore dello scultore della facciata: Wiligelmo.
1411k )1'
una delle pochissime volte nell'arte medioevale
i..i t,..,, - 4 ig)...,1)(11\ , .c.1./,m ,
in cui c' il nome dell' e non del
"', 1, \,111)Aivi,(,Fyili

. . ' 4 ANI ', l'Y .,;- :;A' \;,%)1,V :\'i''',(1
e-I P'''' fina nziatore della chiesa.

16
6 1 -10 P1
Guarda il duomo di Modena, rilassati e aseolta la sua deserizione.

, , ,_.,
,
',
,- '"''''''',..

iii
,

,..,

....
,., ,. ! h
,,-.4. ''' , ,
l,, ft, /.1 '
, 1 1.;1',/' ,'''
1 /1 '
.
. , ,,,
/..' ,ii
, l -' 1'l',.. '
....; ,

\ . '
i I
1,4.....,.....7
i.,
-- 7,., r ,,,,r ,''.
_.. .., , r.
-..,,
,."',--;'' , ".. . ,
!!!! 41 .. ,J, ,,,' ,,,;.';;:: ,

. ,/,/, j l ' 411 ' - J..' , l l.;,,, ' ,


'''ll'f-I'll'!'l;"';:*'-'11';, 4.
.
ii.
l flik 41 , 4iY1
gi I . 1.111bab. 4. ,..
,
,,,,-,.

4 li'll''
.,,,,-."..,:.,:;::.,
1 41*." '
. .
. t
7.1 ' 1.1701111\ 11il ' ' '

. ,
,,, ,- ,-........m , -

' l , ' .' - ' - '


'hl '11 il 11,' .

'si
,l` i ill 1

., . ., 1., 1, del . , ,

, , .Irt, t

iss._.1
'

wl.,;:,. a,
.....,

11 1 ,
, vol :11
11111 ,

. ils ,,i',, II 11,,,,-,,;:


_11111 III iff~1
1.e. ) .
.
., .,' VIii
.

IIII
, . . . .. .?. . 7
...,
ik
mr. tr: r' - . ..

. * IN , IIIIIMIF
. . . . . . . . _ ,.1, i. .,
,...

.. ,. .. 1, ., . . f.
.
1

. ,,,,, .,,..,,,,,,. ., ,,.

- , .

. ,11., . ,:. .
. . .
, Iliiik' s.
..

. dik , "rrt"- ,

i iii , il
, . , !,.
' ' . l',.... ,..--: 1 9l , , .; ,

,
,','''*' .v.r,. 1 ,1
, . .iJ
,4 l'.- ll'l , 911 ' ''
".: la '
. I 4, - . ''' 1.4.,- .. . ..`"..."4 '......:.,. ... .... . . l' "
A ... 'I

Duomo di Modcna. Scul torc: W iligclmo.


Datazione: 1099-17. Finanziatori: popolo di

Architetto: Lanfranco. Modena.


...... 0000e

17
7a
Leggi le vare parti del testo e fai le attivit corrispondenti.

Per celebrare la sua indipendenza il popolo di Modena decide nell'XI secolo di iniziare a costruire un
duomo in onore del santo patrono della citt (Geminiano), seguendo lo stile romanico che si stava
diffondendo proprio in quegli anni in tutta Europa. In soli 18 anni l'architetto Lanfranco e lo scultore
Wiligelmo concludono ji lavoro dell'immensa chiesa. Erano secoli che non si tentava la costruzione di
un edificio cosi grande (67 metri di lunghezza, 24 metri di larghezza e 22 metri di altezza) e bello, quindi
possiamo immaginare l'emozione dei modenesi nel vedere completato questo capolavoro. Nella chiesa
abbiamo tutte le caratteristiche del Romanico: nella facciata si vedono gli archi triforati, le colonne con
in cima i capitelli corinzi, ji tetto a salienti e i leoni stilofori nel portale maggiore. Al di sopra c' anche
un enorme rosone. Questo duomo rappresenter il modello per moltissime chiese in Europa.

7b Cerca nel testo i nomi di questi elementi architettoniei.

3 I '. 4 . . - 5

I
a 1
"
.
'


1 1 .
h - _11
1111 ( .1
.bil vA,,
1,1,1511. ' nill____- 1lar1 ...,. . ,, ,
A
.

71._ Continua la lettura. Poi riordina le storie della Genesi di Wiligelmo, associando ad ogni
numero presente nel testo una delle immagini.

Sopra le porte laterali e a flanco del portale maggiore ci sono quattro riquadri con scene dell'Antico
Testamento, precisamente della Genesi, scolpite dall'olandese Wiligelmo. Nel primo pannello,
analizzato a pagina 16, i soggetti sono la creazione dell'uomo e il peccato originale. Nel secondo
pannello rappresentato il momento della cacciata dal paradiso: prima (1) Dio parla con Adamo
ed Eva puntando u dito contro di loro per rimproverarli di quello che hanno fatto, mentre i due
peccatori non hanno il coraggio di guardarlo, poi (2) un angelo armato di spada u spinge fuori
dall'Eden. Nell'ultima scena di questo pannello JXAdamo ed Eva, con vestiti pesanti, lavorano la
terra. Nel paradiso loro non avevano bisogno di niente, tutto era a loro disposizione senza sforzo, ma
ora devono coprirsi dal freddo e lavorare per mangiare. La rappresentazione di Adamo ed Eva che
lavorano non per niente comune, anzi quasi unica nella storia dell'iconografia. Nel terzo pannello
passiamo alle scene della storia di Caino e Abele. I figli di Adamo ed Eva presentan offerte al Signore
(4): Abele un animale e Caino un mazzo di verdure. 11 Creatore apprezza solo i doni del primo e per
invidia Caino uccide ji fratello con un colpo di bastone sulla testa (5). Dio, allora (6), rimprovera
Caino e nel messaggio che porta in mano scritto che nessuno ha il diritto di ucciderlo per ci che ha
fatto: solo Dio ha il diritto di dare e togliere la vita. Nell'ultimo pannello ci sono le storie di No e del
diluvio universale. A sorprendere la semplicit e la chiarezza con cui sono rappresentati i soggetti
sacri. 11 duomo di Modena uno dei primi tentativi di comunicazione di massa delle storie della
Bibbia (e non solo): le sculture di Wiligelmo sono pensate per essere capite dal popolo, anche senza
cultura. La novit iconografica pi interessante quella di Adamo ed Eva che lavorano (3) e assume
un'importanza particolare: ji lavoro il mezzo che Dio ha dato agli uomini per redimersi dal peccato
originale. Lo scultore olandese ha anche inserito un particolare: l'albero che nasce va a reggere un
arco come se fosse una colonna. Simbolicamente ji lavoro degli uomini, del popolo, dei semplici, regge
la Chiesa che senza di loro crollerebbe.

18
r ok,

7415, j901 1 S-11


,

7d Termina la lettura.
- ..../

1 71/-111 -

:~ t-
,,- ,..-,,- -,
,,,. ..., .. ,

Le sculture di Wiligelmo e dei suoi collaboratori non


sono solo sulla facciata principale e non parlano solo '

di religione. Nella porta laterale del duomo, detta della \ \ `

--, , . . \_.
Pescheria, sono inseriti dei riferimenti a fiabe e miti \r--- V '

dell'antica Grecia. Una di queste immagini si riferisce alla


favola del funerale di una volpe fatto da due polli. Una ,
volpe finge di stare molto male e prega due polli di fargli
un funerale guando morir. Quando i due polli vedono Ii hinerale chlia olpe
che la volpe non si muove pi decidono di esaudire il suo
desiderio. Mentre stanno facendo il funerale, per, la volpe si risveglia e mangia i due polli. Un'altra
scultura rappresenta la favola del lupo e della gru. Un lupo soffre perch gli si incastrato un osso

". ;4-#:
,_,3100"'", r1, ' ;,..---444411 ' L'uccello mette tutta la sua testa nella bocca

ii,, . .,: . .',--,...-.41,1"., ,,':, ..?.,':. .

del lupo e toglie il fastidioso osso, ma poi si


' -1' '
.--; . '..u fsD ,..<4.,) ,
arrabbia perch jI lupo non la ringrazia.
,:S ' ''.-,i , ' 141 ,''' 1 ' ,1 i ' , z;.') .
Lui dice che lei dovrebbe ringraziarlo perch,
_ anche se poteva facilmente mangiarla guando
\
.1., , , ,) ,.94t 1 -": era dentro la sua bocca, non lo ha fatto.
' . -----'-- .\:- - .,--- ; ,-*. . ., , - . Queste immagini testimoniano una volont
_..... ...../
. di richiamare alla memoria le favole antiche
""---'.../. , ,
., .
r ,.
. 4,--,----
.
- -, ,
. che stavano tornando di moda. Nel "libro di
pietra" di Modena ci sono tante storie che ci
-----'-',/"'" -----.- .,; ..li
... raccontano, come in pochissimi altri casi, il
II hipo e la gil pensiero popolare di un'epoca cosi lontana.

7' Con un compagno: discutetc su qual , sccondo voi, la moralc dclle due .favole. Poi scrivete
una brevissima favola con una morale che vi place particolarmente.

19
8a Visitando il duomo
Ascolta il dialogo tra Romina e Stefano.

8b Ora metti in ordine gli eventi raccontati da Romina e Stefano.


Attenzione, due delle frasi non si riferiscono al dialogo. "
11 Hanno visto le storie della Genesi di Wiligelmo.
n Hanno guardato i leoni all'ingresso.
n Hanno visitato il museo della Ferrari.
1 Hanno preso un gelato nella Piazza Grande.
1 Sono saliti sulla torre della Ghirlandina. -
I 1 Una bici stava per investire Romina.
Romina ha spiegato a Stefano il capitello con la storia di Abramo e lsacco.
Stefano ha chiesto a Romina la differenza tra "romano" e "romanico".

8c 151 Riascolta il dialogo e completa le frasi, poi verifica nelle soluzioni.


1 Dai, Stefano, corri, il duomo chiudere...
2 Pero era buono, eh? Non lamentarti per qualche piccola deviazione.
3 Attenta, che passa una bici! Oops... colpirti!
4 Per tu devi fare attenzione, se sempre le chiese finisce che ti
mettono sotto!
5 Veramente, ora che , a me fanno impressione queste sculture.
6 Si tratta dell'uomo in catene che liberarsi.
7 Abramo doveva sacrificarlo per richiesta di Dio. _ _ guando un angelo l'ha fermato.
8 Non ti devi arrabbiare se non tutti i libri che leggi tu, mi basta guardare la tv.

8d Completa la regola dei verbi composti con "stare": scegli le opzioni corret-te e le frasi di esempio.

A Stare per + infinito / gerundio / indicativo significa che qualcosa in poco tempo succeder (esempio
frase n. ) o sarebbe potut succedere (esempio frase n. ).

B Stare + gerundio significa che l'azione succede prima che / mentre / dopo che si parla (esempio frase
n. ), per sottolineare la durata.

C II verbo stare pu essere coniugato in tutti i tempi, presenti (esempio frase n. ) o passati (esempio
frase n. ), ma non quelli composti (come il passato prossimo).

D Nell'italiano colloquiale si usa spesso anche la forma stare a + infinito. Si usa con i verbi di percezione:
guardare, sentire, vedere ecc. (esempio frase n. ) ed ha un significato simile a stare + gerundio;
oppure con l'imperativo (esempio frase n. 2) o in frasi negative (esempio frase n. ).

8e Guarda questi particolari del Duomo di Modena e descrivili usando le forme "stare + gerundio",
"stare per + infinito", "stare a + infinito".

, 1:,..
1 3 ,
,...
....,,,. .., ,,,. :" ., ..

,. . ,
. ., .

40i rd''1441. 11.44, y. - .1


%. , .

Clapitello lato nord Particolare della Porta della Pescheria Particolare dell'arco principale
20
9 Le differenze stilistiche con il Gotico

Nel XII secolo nasce un nuovo movimento artistico: 11 Gotico. Questo


stile si sviluppato primariamente nel nord Europa ma si poi diffuso
ovunque. Sono numerose le differenze con il Romanico ma la principale
il punto di partenza: 11 Gotico non ha nessuna esigenza di assomigliare
allo stile classico dell'antica Roma. Ecco le caratteristiche di questo stile:
gli archi a sesto acuto e le alte torri formano molte punte a differenza
delle forme tonde del Romanico; la grande presenza di vetrate al
posto dei muri; una ricerca continua di verticalit che impone grandi
strutture di sostegno (i cosiddetti archi rampanti), mentre le chiese
romaniche, anche guando sono di grandi dimensioni, non appaiono
mai slanciate; infine le chiese gotiche sono piene di sculture molto
espressive e quasi paurose, a differenza di quelle romaniche che hanno Satine Chapellc, Parigi, XII sec.

l'obiettivo primario di comunicare i propri messaggi e non


di impressionare l'osservatore. Questi elementi architettonici
hanno sempre un significato: la luce che entra in abbondanza
dalle vetrate simboleggia Dio che spesso nella Bibbia
chiamato "luce del mondo", le statue di mostri che spaventano
il fedele lo spingono a evitare i peccati che lo porteranno
all'inferno. La volont di fare costruzioni alte e slanciate era
un tentativo di arrivare il pi vicino possibile a Dio. Un'altra
differenza tra Romanico e Gotico nel fatto che il primo,
come abbiamo visto a Modena, un'espressione della Interno clella Cattedralc cli San Vito a Praga, XIV sec,

classe popolare mentre ligur t. t,


secondo dell'aristocrazia.
In generale in Italia il
Gotico non ha avuto
molto successo e di solito
si hanno chiese che
mscolano le novit di
questo stile con le forme
classiche del Romanico.
Archi Etuti, chicsa di tiall U' rail,,s:co a 11o1),i1:1 fluinmn di t 1rvicto

10
Con un compagno: provate a inventare una stork] ambientata in una chiesa gotiea.
1 personaggi principali della storia sono qui sotto. Usate le forme "stare per + infinito",
"stare + gerundio", "stare a + infinito".

Riconoscere uno stile


In questo capitolo abbiamo imparato a riconoscere
i due principali stili architettonici del medioevo:
Gotico e u Romanico. Capire lo stile pu
aiutarci a ipotizzare una datazione e soprattutto a .
collegare la singola opera alle idee generali di un
movimento artistico. Ad esempio, se una chiesa
romanica sicuramente fa riferimento al mondo
classico e all'unit europea, se gotica invece no.
,J es e a ab" recoosolo semmeolecoessemm ceso"

21
pe.
3 Le Stork di
san Francesco di Giotto
Guarda la piramide della societ medievale e inserisci le persone al post() giusto,
poi leggi il testo per verificare.

vescovi abati preti e monaci cavalieri


piccoli proprietari (uomini liben) contadini schiavi artigiani

L
1182-1226
Vita di San gli
Francesco
di Assisi
1290-1295
.... Affreschi
lip di Giotto
nella Basilica
di Assisi sovrano

Lingua
latina
conti

grandi proprietari terrieri

Lingua
volgare
e
dil
l111

Nel XIII e XIV secolo le invasioni barbariche sono un ricordo lontano, l'Europa si
riorganizzata in liben i Comuni sotto la protezione dei diversi sovrani. La caratteristica
principale della nuova societ la grande separazione tra le classi. Subito sotto al sovrano
potere gestito dai vescovi, nominati dal Papa ma spesso indicati dai sovrani locali, dagli
abati nei loro enormi monasteri e dai conti. A diretto servizio di questi ci sono i preti e i
monaci, i cavalieri e i grandi proprietari terrieri. Alla base della piramide restano i piccoli
proprietari terrieri o gli artigiani, i cosiddetti uomini liben, e infine i contadini e gil schiavi,
in gran numero ma senza diritti e considerazione. Le classi sociali pi alte sono separate
dalle altre non solo perch hanno ji potere, ma anche perch parlano latino mentre i
popolani parlano solo il volgare. Le leggi, i riti religiosi e la cultura in genere usano il latino
quindi le classi inferiori sono escluse dalla comprensione sia dei messaggi religiosi sia del
funzionamento della societ.

22
Pflirffir,
Conosci questo santo? Guarda le immagini della sua storia dipintc da Giotto ad Assisi e
prova a ciare un . titolo ad ogni scena, poi leggi il testo e verifica le tue ipotesi.

Gil eventi della vita di san Francesco sono famosissimi fin dal Medioevo. II cuore del suo messaggio era
l'aiuto ai poveri e ai malati, come si vede nella scena di Giotto "II dono del mantello a un povero" in cui
Francesco dimostra compassione per un uomo in diffcolt (1). La vera e propria rivoluzione culturale fatta
dal Santo di Assisi stata quella di predicare il vangelo in lingua volgare. L'ordine dei Frati Minori da lui
fondato diffonder u vangelo nelle piazze di tutta Europa, permettendo cosi alle classi pi povere, che non
parlavano latino, di capire fino in fondo il messaggio evangelico. Giotto rappresenta questo talento oratorio
nella famosa scena della "predica agli uccelli" (2), che simboleggia una capacita cosi grande di farsi capire
da permettere a Francesco di evangelizzare anche le bestie. Oltre a questo, la scena contiene anche un altro
aspetto del frate: u profondo amore per gli animali, espresso nella poesia Cantico de/le creature. Per capire
l'enorme importanza di questo santo basta pensare che u primo della storia a ricevere le stimmate, segn
della sua similarit a Ges. Giotto rappresenta questo momento fondamentale della vita di Francesco nei
suoi affreschi (3) e la sua raffigurazione la base dell'iconografia di questo soggetto. Persona decisiva nella
sua vita fu santa Chiara, amica e compagna, fondatrice delle clarisse, che Giotto rappresenta nel "Pianto
delle clarisse" (4), guando la santa va con le sue sorche a piangere u corpo del loro mentore.

3 Entriam - ;N'opera: A esco di Giotto


Leggi il testo e inserisci le date al post giusto.

1228 1209 1253 1226

Francesco muore nel vicino alla chiesa


della Porziuncola, u luogo non lontano da Assisi
dove era nata la prima comunit francescana quasi
venti anni prima ( ). Al momento della
sua morte lui famoso in tutta Europa e ovunque
nascono monasteri di Frati Minori. Nel
(in soli due anni) Francesco stato proclamato santo
e si comincia a costruire la chiesa di Assisi (finita nel
) che conterr 1 suo corpo. II progetto
incredibile: due basiliche, una sopra l'altra, di cui
quella Superiore per le celebrazioni ufficiali e quella
Inferiore per l'arrivo dei pellegrini. Per raccontare gli
eventi della vita del santo i francescani chiamano
un artista giovane ma molto talentuoso, Giotto, e gli
chiedono di affrescare la basilica Superiore. hasilica di San Francesco di Assisi

23
Analisi dell'opera
4
Guarda le immagini a pagina 25 e . trova le differenze tra le due rappresentazioni di Francesco
(riconoscibile dall'aureola): descrivi l'ahhigliamento, le sue azioni, le persone intorno a lu e
le impressioni che ti d.

I particoili' 5a Lo sfondo rappresenta chiaramente...


5
Leggi i testi e completa le
descrizioni dci particolari.
Dopo ogni risposta verifica
le soluzioni e vai avanti.

A1 1 Piazza B 1 I Piazza Pietra

ni \1417
Grande di Gubbio a Roma

4, .44.
k 40!
,...
.:

7
camtimoriCataMwa-u.:,-Ar..1.1,: r.E.nr.-, ii 1.0r4vmmyrywannr-

Al

,,1 ,11 1
..2.e,,,,

,
,
che ancora oggi mantiene le stesse strutture.
,
..,..-

_
. 1 , ,,i ,
Sc C' una chiara divisione tra i due lati
' dell'affresco: questa divisione spaziale
simboleggia quella tra le persone
' ' '',', ,_ .., 1
lontane da Cristo (a destra/sinistra)
1! ,f, ,
le
e quelle invece che decidono di seguire
ill:W, ' '' '''''n ,-LNit'",' `,
/ I, t :

vangelo destra/sinistra).
' Le strutture sullo sfondo sottolineano
questa separazione. A destra c'
W ..' ;.1
.., _... Francesco e il vescovo con i preti,
4 h k
mentre a sinistra c' tutta la
5b Francesco qui rappresentato come
popolazione colta/ricca/povera di Assisi
un ragazzo ricco che passeggia per la
con in prima posizione il padre di
citt con i suoi amici. II vestito di colore
Francesco, vestito di giallo.
blu un'indicazione chiara della sua
, . "1.'
santitamccnezza/poverta: 11 D'u, inratti,
era la tintura pi economica/costosa/ 1J
bella all'epoca.

5d Questi bambini sono sulla sinistra/destra


del quadro e quindi dalla parte delle
persone giuste/ingiuste. La loro presenza
una novit assoluta nell'arte sacra:
molto difficile trovare bambini comuni
in una scena religiosa prima di Giotto.

24
6 6 1019. 1. 111
1

Guarda L'omaggio dell'uomo semplice e La rinuncia ai bcni patri-ni di Giotto, rilassati e


ascolta le descrizioni.
,
,1
lir
.... ,

y'-' Ttly
..

,..,...,,,,,,,.,,......1,:praapamommaat.:5=4*
--- x ,;`-'-'-'''''''''''''.
' '. ;S
, , fflial 1111N91 'lea" III`ek',
' . '
e
1
I -
I

Wel
INRI
le
,iir r,
r - ..1
ii, 1 -.i,,. l ar Al 1 ,.' 4-1- .

!~
-

19.1101-10.1,

Storie della vita di san Francesco. :


Datazione: 1292 1296.
-
Autore: Giotto di Bondone.
Tecnica: affresco.
Informazioni supplementari:
il ciclo comprende 28 scene della
vita del santo e inizia in fondo -
.

alla navata centrale della basilica


superiore, nella parete destra.
Qui vediamo in alto L'omaggio
dell'uomo semplice e in basso
La rinuncia al beni paterni o
La spoliazione.
eoeaaaaaset.sooeos.

25
/
la Studio approfondito rr
Leggi le vare parti del testo e fai le attivit corrispondenti.

La prima scena del ciclo che racconta la vita di Francesco il cosiddetto ,


Omaggio dell'uomo semplice che rappresenta un momento precedente ,

alla conversione, guando lui era ancora solo il figlio di un ricco mercante. "' '
La biografia del futuro santo scritta da san Bonaventura racconta che ,

un popolano vede Francesco camminare con i suoi amici nobili e, -


illuminato da Dio, gli stende ji mantello davanti ai piedi e dice che lui ' `11

far grandi cose per il mondo. Questo momento vuole testimoniare che
Francesco era destinato fin da giovane a imprese eccezionali. La rappresentazione di Giotto ha elementi
assolutamente rivoluzionari. Innanzitutto la capacit di disegnare i volti dei personaggi, sempre diversi
fra loro e molto espressivi (ad esempio i nobili a destra con la loro espressione sembrano scandalizzati
dall'interazione tra Francesco e un povero). Poi per la prima volta in una rappresentazione sacra c'
un paesaggio reale a fare da sfondo: si riconoscono chiaramente il colonnato del tempio romano di
Minerva (I sec a.C.) e la Torre del Capitano del Popolo, monumenti ancora oggi visibili nella Piazza
del Comune di Assisi. Le scelte di Giotto sono una novit assoluta rispetto airarte sacra bizantina
dove lo sfondo dominato dall'oro e non da ambienti reali. Giotto, al contrario, vuole rappresentare
un paesaggio che tutti possono riconoscere, per mostrare che Francesco aveva camminato per le
vere strade di Assisi, cosi da rendere credibili e vicine le storie del santo. Tanta la precisione nella
descrizione dell'ambiente che vediamo che il Tempio di Minerva aveva delle sbarre alle fmestre,
probabilmente perch all'epoca di Francesco e di Giotto u tempio romano era utilizzato come una
prigione. La Torre del Capitano del Popolo invece non ha ancora la parte superiore, che sar aggiunta
solo nel 1305. Una precisione storica simile in uno sfondo rarissima prima di Giotto.

7b Indica se le seguenti affermazioni son vere (V) o false (F). V F
1 II povero stende il suo mantello davanti a Francesco in segno di rispetto per le sue idee n
cristiane.
2 Questa scena avviene prima della fondazione dell'ordine francescano. 1 I
3 La precisione nel rappresentare lo sfondo deriva dallo stile bizantino. 1 1 7
4 II tempio di Minerva era usato per rinchiudere i criminali. I
5 La Torre era stata finita poco prima della morte di Francesco. 1 I

7c Continua la lettura.
I 41( 1 4 \

II ,

L'altra scena che analizziamo il momento chiave della vita di Francesco:


la rinuncia alle sue ricchezze per abbracciare la povert e la vita evangelica.
A sinistra dell'affresco c' la popolazione di Assisi, soprattutto ricchi, con davanti
Pietro di Bernardone, il padre di Francesco, vestito di giallo oro. Tiene in mano
i vestiti del figlio, simbolo delle ricchezze che Francesco ha voluto abbandonare.
eccezionale la rappresentazione emotiva della sua rabbia: Pietro vorrebbe
colpire suo Nilo per punirlo e solo l'intervento di un uomo vestito di rosso lo
ferma. A destra c' Francesco, nudo, protetto dal vescovo e da alcuni preti. Lui
sembra ignorare la rabbia del padre e, con volto sereno, si rivolge al cielo per
comunicare con il suo nuovo Padre, Dio, che risponde con una mano benedicente
1
11
che viene fuori dalle nuvole in alto. Questo il momento in cui Francesco cambia completamente vita,
rinunciando a tutte le sue ricchezze per seguire il vangelo. Giotto rappresenta anche graficamente
ji cambiamento di vita del giovane: nella prima scena, L'omaggio dell'uomo semplice, lui era sulla
sinistra dell'affresco, mentre ora passato a destra. Nella mentalit antica la destra era il bene mentre
la sinistra rappresentava u mate, quindi chi guardava gli affreschi percepiva ji cambiamento nella vita
di Francesco anche dalla sua nuova posizione nella scena.
All
26
Indica cosa ti comunicano i volti di questi personaggi, seegliendo tra le parole sotto, poi
verifica nelle soluzioni.

preoccupazione tristezza distrazione interesse serenit

i ..

0 a d .

rr > e
4. 4 * *al
0,..,vr 7

ie . ti O /
ri. ,,,,

rt. ,

Iror ,

' r

...

Continua la lettura, poi abbina le parole prese dal testo al loro significato.

e
Le innovazioni artistiche di Giotto nel ciclo di affreschi di Assisi sono molte e sorprendenti, come
meritava la straordinaria vita del Santo di Assisi. Uno dei suoi obiettivi principali era quello di
rappresentare scene visivamente molto realistiche, per ricordare che la storia di san Francesco era vera
e non inventata. Giotto uno dei primi a ricercare profondit spaziale nelle sue rappresentazioni:
ad esempio nella Spoliazione le strutture dietro ai personaggi sembrano creare un effetto di prospettiva.
Un'altra novit in questo affresco rappresentata dalla presenza di due bambini sulla sinistra. Non
per niente comune trovare dei fanciulli in un'opera di arte sacra medioevale. Questo pereh i bimbi
fanno parte della vita quotidiana a cui Giotto per primo d grande rilievo. Da notare, per, che sono
nella parte sinistra della scena, dalla parte dei malvagi. Infatti loro nascondono nelle vesti dei sassi
che vorrebbero tirare contro Francesco, perch le pietre erano tradizionalmente lanciate contro i pazzi,
come doveva essere il futuro santo per rinunciare ai beni del padre.

I 1 1 innovazioni A ricchezze
2 1 I fanciulli B attenzione
3 n nuevo C bambini
4 1 I sassi D novit
5 1 1 beni E pietre
27
8a 17 y tre & rancesco
Ascolta il dialogo tra Romina e Stefano.

8b Guarda queste scene della Vita di san Francesco, ascolta di nuovo


e indica in quale ordine vengono descritte da Romina e Stefano.
Infine verifica nelle soluzioni.

nA IIc n D

8c Ora completa la descrizione delle immagini dell'esereizio 8b.

1 Questa scena rappresenta II di Innocenzo III. Francesco regge la chiesa come fosse una

2 In questo affresco i rappresentano i posti nel paradiso riservati ai


3 San Francesco sfida II per convincerlo a non attaccare i
4 Santa compare solo in questa scena, guando davanti ad una chiesa saluta
il santo ormai morto.

9.9 4111 Leggi queste frasi prese dal dialogo, per ogni alternativa seegli quena che pensi corretta
poi aseolta per verificare.

1 Possiamo andare pianolpianamentelpiani


2 Primo, io non rimango qui da sola; secondo, vedi di parlare chiaralchiarolchiaramente!
3 NaturalNaturalmentelNaturo hai dimenticato la cosa pi importante: la guida.
4 In fondo lo sapevo che rischiavo grossamentelgrossalgrossa

9b Ora completa la regola degli avverbi: scegli le opzioni corrette e l'esempio corrispondente.

Di solito gli avverbi si formano aggiungendo all'aggettivo (esempio: ).


A volte, per, si possono trovare delle espressioni che usano direttamente l'aggettivo senza aggiungere niente.
(esempi:

Prova a completare queste espressioni che usano l'aggettivo con la funzione di avverhio.
Abbina verbi e aggettivi e scrivi una frase per ogni espressione.

1 rischiare A chiaro
2 giocare B leggero
3 1 1 vestire C grosso
4 I 1 mangiare D brutto _
5 1 1 guardare E sporco

28
lo Meliore di
In generale nella storia dell'arte c' un'evoluzione continua senza jacopo, Madonna
con bandnno.fiu
improvvisi salti in avanti o indietro. Giotto uno dei rari casi i santi Pieim e
in cui, al contrario, si verifica un notevolissimo sviluppo, tanto Podo, 1255 circo
che si pu percepire una grande differenza tra le opere darte (porticolinic)

prodotte prima e dopo di lui. Ad esempio proviamo a guardare


la pittura prima di Giotto, come la "Madonna con bambino" di
Meliore di Jacopo (XIII sec.). La fisionomia dei volti dei santi, la
posizione estremamente frontale dei personaggi, il corpo di Maria
innaturalmente grande e soprattutto la generale mancanza di azione
seguono ancora le antiche tecniche bizantine. Anche dove c'11 racconto
di una storia, come la Liberazione di Pietro dal earcere nel dipinto di
Guido di Graziano, non c' nessuna cura per i particolari o per il realismo.
1 seguaci di Giotto, invece, come Maso di Banco, danno molta attenzione
all'ambiente e allo sfondo, con lo scopo di far sembrare reali le proprie
scene a chi le guarda. Guardiamo ad esempio le Storie di san Silvestro, in
cui si vede a sinistra il momento in cui il santo scende in una tomba, e poi
al centro grazie al suo miracolo i due corpi a terra senza vita si risvegliano tiido di Groziono, Dos.rate di san Metro,
1280-1290 (pan colare)
e ringraziano in ginocchio il loro salvatore (i vestiti aiutano a
riconoscere i personaggi in diversi momenti della storia).
II racconto in modo cosi chiaro e quasi teatrale era impensabile
nel secolo precedente. La rappresentazione dei corpi umani,
poi, molto pi realistica rispetto agli artisti prima di Giotto
e soprattutto i volti comunicano le emozioni in modo intenso,
4
come il prete dietro al santo che scende nella tomba e si
chiude 11 naso per difendersi dalla puzza di putrefazione. II '

Rinascimento, dopo pi di un secolo, ripartir dalle invenzioni


di Giotto per cambiare definitivamente il mondo dell'arte. Maso di Bill icoS'an ,S'ilziestro che resuseita morli, 1340

Capire l'arte
Conoscere i maestri che hanno cambiato il mondo dell'arte
0 Ci sono artisti che con la loro opera hanno segnato dei cambiamenti radican nella storia dell'arte,
introducendo nuove tecniche o nuovi contenuti, cosi tanto che possibile capire se alcune opere
sono precedenti o successive a loro. Giotto uno di questi grandi maestri.
******* ****** .efseom aot

11
Guarda queste opere e prova a indovinare se sono state fatte prima o dopo Giotto,
dicendo anche perch. Diseuti con un compagno sulle tue scelte.

29
4 La Nascita di Venere
di Sandro Botticell .
II concetto di "rinascita"
Insieme ad un compagno rifletti su questa parola: cosa significa "rinascita"?
A cosa vi fa pensare? Nella vostra esperienza avete mai sperimentato una
rinascita? Cosa era success prima e cosa success clopo?

2 La Rin 'ita del '4001


Guarda le immagini che rappresentano il momento precedente alla rinascita e
rispondi alle domande.
Cosa succede nella prima immagine? E nella seconda? Puoi descrivere i particolari che ti
colpiscono di pi?
Guali sensazioni ti fanno provare?
C' un legame, secondo te, con il concetto di "rinascita"?
1347 di
La peste nera w
1469-1492 1 1482-1485
Lorenzo Nascita
de' Medid di Venere
a Firenze - di Botticelli

Anonimo, Trionfo della Morse, inizio XV sec. i il-rto, 1412


Giovanni da Modeim, liJ

La seconda meta del XV secolo passata alla stnria come il periodo della Rinascita. Non solo
noi moderni chiamiamo cosi quell'epoca, ma lo stesso Giorgio Vasari, artista e studioso di
arte del Cinquecento, usa questo termine. II concetto di "rinascita" prevede necessariamente
un precedente periodo di difficolt, come dimostrano alcuni importanti eventi storici. Per la
verit, nel 1300 la societ europea pu vantare un notevolissimo sviluppo sociale (le universit,
commercio, i lunghi periodi di pace e lo sviluppo dei comuni lo dimostrano) e artistico
(le enormi cattedrali romaniche e gotiche sono un segno evidente). Nel 1347, per, scoppia
una delle epidemie di peste pi grandi della storia: in pochi anni muore quasi la met della
popolazione europea. A causa della peste, quella fiorente societ perde molte delle certezze che
aveva costruito dopo la liberazione dai barban. Le prime conseguenze sono la perdita dell'unit
culturale, distrutta dalla necessit di isolamento per evitare il contagio, e la notevole diminuzione
della sicurezza sociale. I potenti, infatti, morivano con la stessa facilit del popolo e ci produceva
una certa mancanza di autorit, con la conseguente difficolt a rispettare le leggi umane e divine.
L'arte rappresenta chiaramente il senso di paura e di dolore di quegli anni. Solo nella seconda
met del '400 grazie ad uno spirito rinnovato e ad un nuovo modo di percepire il mondo e l'uomo,
si vedono prima a Firenze poi in tutta Europa, i segni di una ripresa culturale e sociale: sar la
Rinascita, dopo la crisi.

30
3
Leggi il testo e inserisci i nomi delle opere al posto giusto.
Nei decenni successivi alla peste l'arte europea ha un grande cambiamento e inizia quel movimento artistico chiamato
Gotico Internazionale. Prima del 1347 la scuola giottesca aveva creato una tecnica pittorica molto sviluppata,
soprattutto per realismo e capacit di rappresentare le emozioni. Queste caratteristiche si vedono nella
(1) di Taddeo Gaddi, dove il tempio con le colonne, la grande scalinata, sono un yero
e proprio esperimento di rappresentazione della profondit. Ogni personaggio, poi, ha una sua espressivit e comunica
la drammaticit della scena di addio di una bambina che abbandona la sua
famiglia e si volta per salutarla un'ultima volta. II Gotico Internazionale ritorna
ad una forte bidimensionalit, riutilizzando gli sfondi in oro bizantini come ad
esempio nell' (2) di Lorenzo Monaco, dove
anche i volti non comunicano emozioni e sono molto simili tra loro.
Questo stile ha come riferimento l'arte precedente alla rivoluzione giottesca,
di derivazione greco-bizantina, e si ispira ai mosaici come quelli della
(3) . II Rinascimento, movimento culturale
e artistico nato a Firenze alla met del '400, si pone come primo obiettivo di
ripartire dalle caratteristiche dell'arte di Giotto. Alla base della Rinascita cera
un concetto semplice: l'uomo deve tornare ad avere speranza in s stesso e
nelle sue capacit. L'arte rappresenta questa volont di centralit dell'uomo
attraverso la prospettiva, come quella del (4)
di Masaccio. La prospettiva rappresenta la capacit dell'essere umano di
organizzare, capire e, di conseguenza, guidare il mondo. A "rinascere" anche
Annunciazione
l'attenzione per l'arte classica, in buona parte ignorata durante il periodo
Gotico. Questo perch la cultura antica, come poche altre, aveva messo .1.13.11~~~01141~:L.

l'uomo e le sue emozioni al centro della propria arte, come negli affreschi
della (5) dove alla capacit di rappresentare
realisticamente le figure si coniuga una grande analisi psicologica, come il
pianto della ragazza in ginocchio, accarezzata con amore dalla donna seduta.

(milla delta Vergine al lempio

Pagamento del Tributo

Facciata della Basilica di San Marco Villa cliii Misten, Pompei

31
Analisi dell'opera
4
Guarda l'immagine a pagina 33 e dcscrivila nei minimi particolari con l'ainto delle domande.
Qual l'ambientazione della scena?
Quanti personaggi ci sono? Come sono?
La donna al centro com'? Cosa trasmette la sua espressione e la sua posa?
1 due personaggi a sinistra cosa fanno? Quale sentimento ti evocano?
La donna a destra che posizione ha? Cosa sta facendo secondo te?

5
Gira il libro, leggi i testi e completa le descrizioni dei particolari. Dopo ogni risposta verifica
le soluzioni e vai avanti.

-A,
-70' .2 c.; 15
cl.) o
a-' C:71 O OL

C127
15
(-J
O
/ ,2VI CU =
01 v2
12 , =
CU CTJ
_ ....-_, = - 4 O te.; 9 1:5_ I I ' l' 4.-. cc d
-(3 , .u o C./ N
v) 0 CI) GL, +s'y '- ,., , ci rf ..
,,,, u N

c...) E

._
Q..) -,-
O
c.)
cli =
-o
a co
o
a ._1
cmu - >
N 2
C1J Cc) -03 -O
/ '"q(Sr
,.: 7: C. .. E 5 .2
.. \: 1: J.,
Cln L'
= = O
I O .40
CO V)
I c-') CJ -

\1 CCS =
c. 0
-
V)
, _
.
r_ 'O -0 1 1 u
o - .
.,.

u u 4-,
2 co - . 5,
u o
_
E,'
--4- o - o
o u u ..0
1..2
> o o_
C-2 o
o
_CM
u co 0 L7)
CU > -u U as
'O 0 CU CU
-0 ci o
o co Tu ,_
-
'-i5 o 14
o o ,,... -,-
2... .12 u cts
vi 0, -i-
2
u
1.., '-'' 11 = vi o tr)
_ -17 0.; u c.)
., Cu 2
o 2 '
oo
E E - - u u v
a c, >,_ >
cu z 1.3 E -03
C:51 t n O 7:3 7 73
ccs o E CU / CC ..0 ' o cO .1.1'
+ ul o <1.)
= 0
o
,,, ov, it
CO
r,> -617 0 E 420 1-)0
> a
1,- ,_:,. o (-,-, \
(,
>
Cri
--
0 -1_,
.--

-0
1-2,_ CL)
O. -
"O O
CCS
1:_- C:72 CD
....... +./
CO -
c
ck, .-15 - Ln
= ,.., o
c.., a, ,J C:2.. =
In cl. ) > =
-o _(1) o ,4-
TI -a .2 _
R -9- 1 .-.) , E 17) 5
C. .-0, y Cl- U

CJ
cy TD 7., E' in
as
LO 4 A, 1

32

6 e L'opera
Guarda la Nascita di Venere, rilassati e ascolta la descrizione.

(l)
I, -1--
CCS
tlip
;(' (V

,1 . ,, .1. 2o
. ,Ve , -
.

,..,
1 4' '
4 t je,
-,-:"{ I
o
o, ,
In
CL., a-
> I)
0 .

N
G.,
3., al
. ,_.
1.1. el cu
cd cd cn -
Ri: -- 0
cz cd
c.)
(+. 'tu a;
1-
O
4-,
blD ...
-0 y
r 0 Id
.....
a) 0 a)
--. - (/)
7"/ 1:4)
,..., " Iii
L) cd 1-1
.. - 4cid
-4
aJ 0
O ..
O .2
N
---

'El cd 5:2-'
ej
crl 1-.
c..)
O V
fa,
O o
(-)

Tecnica: Dipinto a temp era su tela.


Autore: Sandro Botticelli.
Datazione: 1482- 85.
Naseita di Ve nere.

33
Analisi dell'opera
4
Guarda l'immagine a pagina 33 e dcscrivila nei minimi particolari con l'ainto delle domande.
Qual l'ambientazione della scena?
Quanti personaggi ci sono? Come sono?
La donna al centro com'? Cosa trasmette la sua espressione e la sua posa?
1 due personaggi a sinistra cosa fanno? Quale sentimento ti evocano?
La donna a destra che posizione ha? Cosa sta facendo secondo te?

5
Gira il libro, leggi i testi e completa le descrizioni dei particolari. Dopo ogni risposta verifica
le soluzioni e vai avanti.

-A,
-70' .2 c.; 15
cl.) o
a-' C:71 O OL

C127
15
(-J
O
/ ,2VI CU =
01 v2
12 , =
CU CTJ
_ ....-_, = - 4 O te.; 9 1:5_ I I ' l' 4.-. cc d
-(3 , .u o C./ N
v) 0 CI) GL, +s'y '- ,., , ci rf ..
,,,, u N

c...) E

._
Q..) -,-
O
c.)
cli =
-o
a co
o
a ._1
cmu - >
N 2
C1J Cc) -03 -O
/ '"q(Sr
,.: 7: C. .. E 5 .2
.. \: 1: J.,
Cln L'
= = O
I O .40
CO V)
I c-') CJ -

\1 CCS =
c. 0
-
V)
, _
.
r_ 'O -0 1 1 u
o - .
.,.

u u 4-,
2 co - . 5,
u o
_
E,'
--4- o - o
o u u ..0
1..2
> o o_
C-2 o
o
_CM
u co 0 L7)
CU > -u U as
'O 0 CU CU
-0 ci o
o co Tu ,_
-
'-i5 o 14
o o ,,... -,-
2... .12 u cts
vi 0, -i-
2
u
1.., '-'' 11 = vi o tr)
_ -17 0.; u c.)
., Cu 2
o 2 '
oo
E E - - u u v
a c, >,_ >
cu z 1.3 E -03
C:51 t n O 7:3 7 73
ccs o E CU / CC ..0 ' o cO .1.1'
+ ul o <1.)
= 0
o
,,, ov, it
CO
r,> -617 0 E 420 1-)0
> a
1,- ,_:,. o (-,-, \
(,
>
Cri
--
0 -1_,
.--

-0
1-2,_ CL)
O. -
"O O
CCS
1:_- C:72 CD
....... +./
CO -
c
ck, .-15 - Ln
= ,.., o
c.., a, ,J C:2.. =
In cl. ) > =
-o _(1) o ,4-
TI -a .2 _
R -9- 1 .-.) , E 17) 5
C. .-0, y Cl- U

CJ
cy TD 7., E' in
as
LO 4 A, 1

32
7c Leggi e poi ricostruisei rinterpretazione del dipinto completando le fras.

Per capire i messaggi dell'arte rinascimentale, in particolar modo quella florentina, non basta
riconoscere ji soggetto e capire ji messaggio principale, ma necessario fare un lungo lavoro di
interpretazione, proprio perch l'arte deve stimolare l'intelletto. Questo dipinto, ad esempio, rappresenta
l'importanza della bellezza, ma non solo. Il punto di vista pu cambiare quasi completamente i messaggi.
Possiamo, ad esempio, concentrarci su come Botticelli ha rappresentato il tema mitologico della dea
della bellezza. Lui sceglie di raffigurare una ragazza nuda e bellissima, che con le mani si copre le parti
intime e ci d un senso di purezza e timidezza. A destra la Primavera, infatti, la sta per coprire. Di solito
Venere rappresentata in modo sensuale, qui invece sembra volersi nascondere. Questo ci suggerisce
che la vera bellezza non deve essere quella esteriore, ma quella coperta nell'intimit. Clon i e Zeflro sono
l'origine della forza che spinge Venere e il loro abbraccio molto appassionato. Questo rappresenta
la forza vitale che genera la Bellezza, che poi, per, deve essere riservata e discreta. La mitologia
greca e romana appartengono al mondo pagano, nemico assoluto della cultura cristiana. La cultura
rinascimentale, per, ha come scopo primario quello di trovare un punto di unione tra la mitologia
antica, con la sua ricchezza di simbologie, e il cristianesimo. I valori cristiani della castit e della
moralit sono, quindi, trasmessi attraverso la rappresentazione di un mito classico.
S . J.

1 Zefiro e Clon: rappresentano che genera Venere, la bellezza.


2 Venere: lei non sensuale, anzi e questo ci fa pensare ai valori cristiani.
3 La Primavera la bellezza di Venere, perch non sono importanti le
apparenze esteriori.
4 Recuperare la mitologa aveva l'obiettivo di rappresentare
comuni anche alla cultura cristiana.

7d Leggi e poi verifica l'ipotesi di questa interpretazione trovando


lutte le similarit e tutte le differenze con i battesimi analizzati
a pagina 13.
417-
La conoscenza dell'iconogralla ci spinge anche ad altre interpretazioni.
Basandoci su una pura descrizione si pu arrivare a conclusioni interessanti:
c' una persona al centro immersa nell'acqua, al suo flanco c' una figura che
ha la mano destra sopra la sua testa e a sinistra ci sono due personaggi con
le ah. La scena rappresentata estremamente simile a quella del Battesimo
di Cristo, con Gcs al centro, immcrso in un fiumc, a dcstra san Giovanni
Mero della Francesca,
che versa l'acqua sulla sua testa (il gesto della Primavera del tutto simile) di Cristo, 1445
e a sinistra degli angeli (Clon i e Zefiro sembrano proprio figure angeliche).
Abbiamo detto che questo soggetto religioso assume una struttura fissa che molti artisti ripetono e
che Botticelli (e chi guardava le sue opere) non poteva non conoscere. 11 riferimento all'iconografia del
Battesimo non pu essere casuale. A questo punto anche la conchiglia potrebbe avere un riferimento
religioso: la conchiglia il simbolo del pellegrinaggio al santuario di san Giacomo di Compostela, e inoltre
sono molte le conchiglie nelle chiese cattoliche che simboleggiano Cristo, la perla che nasce da Maria.
Questa ulteriore interpretazione ci spinge a pensare che il legame con i valori cristiani sia molto profondo.
La Bellezza a cui si riferisce Botticelli sarebbe, cosi, quella del fedele che non deve dare importanza alle
apparenze, ma al dono che ha ricevuto con il battesimo. Queste sono solo alcune delle spiegazioni di un
quadro che ha ispirato, anche solo con il suo estetismo, milioni di persone nei secoli.

Cose simili Cose diverse

35
8 La Venere di Tiziano
Ascolta pi volte il dialogo tra Romina e la sua amica
Michela riferito alla Venere di Tiziano e prendi appunti
su quali sono le diffcrenze con la Venere di Botticelli.

Venere di Tiziano Venere di Botticelli

Tiziano Vecellio, Venere di Urbino, 1538

Essere o avere? Leggi queste frasi tratte dal dialogo, scegli l'ausiliare corretto e completa
9
la terminazione del participio. Ascolta di nuovo per verificare e poi controlla nelle soluzioni.
1 ...e non abbiamolsiamo finit ! Ecco la sala 83 di Tiziano. E poi c' Caravaggio, da non crederci.
2 Gli uomini sono tutti cosi, sensibili come un blocco di marmol lo con Marco mi sono arresa da molto
tempo, negli anni non hal cambiat di un millimetro!
3 Stefano E...] prima aveva detto di si, poi hal cambiat idea e ha preferito fare un giro per i negozi
del centro.
4 Non lo hai visto prima? Per paura che lo obbligassi a entrare, hal passat davanti alla porta quasi

correndo!
5 Certo che me la ricordo, ci abbiamolsiamo passat un'ora davanti a quel quadro!
6 Ahora la passione per Venere non hal finit _ qui!

1 O a Verbi con doppio ausiliare


In italiano ci sono verbi che al passato prossimo e in tutti gli altri tempi composti utilizzano
a volte l'ausiliare "essere" a volte "avere". Completa la regola.
Alcuni verbi (come "finire", "cambiare", "passare") possono avere entrambi gli ausiliari. Usano l'ausiliare
avere/essere guando c' (o pu esserci) un oggetto diretto. Ad esempio "Mio padre ha/ cambiato lavoro':
Guando invece non possibile usare un oggetto diretto si usa averelessere e tutta l'azione concentrata sul
soggetto. Ad esempio "Negli ultimi anni mio padre hal cambiato':

1 O b Coniuga i verbi tra parentesi al passato prossimo scegliendo l'ausiliare essere" o "avere".
1 Le invenzioni tecniche del Rinascimento (migliorare) notevolmente le
realizzazioni artistiche europee.
2 Leonardo (migliorare) _ molto grazie al periodo di apprendistato nella
bottega di Verrocchio.
3 Savonarola guando ha preso il potere (bruciare) moltissime opere d'arte ma
poi (bruciare) _ anche lui in piazza guando lo hanno condannato a morte.
4 Leonardo (cominciare) molte opere senza portarle a termine, ed per questo
che a Firenze (cominciare) molte critiche nei suoi confronti.

36
La Firenze dei Medidi

La famiglia Medici nel '400 era una delle pi potenti di Firenze grazie alla loro
attivit di banchieri. Cosimo u Vecchio (1389-1464) capisce che era necessario per
la famiglia conquistare ji potere politico di Firenze per facilitare gli affari.
Nel 1469 suo nipote Lorenzo diventa Signore e i Medici conquistano l'assoluto
controllo della citt. II suo progetto politico mirava a guadagnarsi u rispetto del
popolo florentino e delle altre citt europee. Le opere di artisti come Pollaiolo,
Botticelli, Leonardo vengono finanziate a questo scopo: creare l'immagine di una
Firenze colta e abilissima nelle arti. L'idea principale degli artisti e letterati che
lavoravano per il Magnifico era che la mitologia e l'arte classica non erano in
contrasto con il cristianesimo, e anzi c'erano molti punti di contatto. Lorenzo spesso
mandava i suoi artisti anche in giro per l'Italia per diffondere la cultura figurativa
florentina e, naturalmente, far crescere la fama della citt. Con questo obiettivo N Riratio Imenzo
,11aAlnijico, XVI sec.
Botticelli and a Roma per affrescare la Cappella Sistina.
Ci sono stati anche momenti difficili: nel 1478 la famiglia Pazzi organizz una congiura per eliminare la
famiglia Medici. II 26 aprile Lorenzo e suo fratello Giuliano furono aggrediti. Giuliano mori, Lorenzo si salv
anche grazie all'aiuto del popolo. La Nascita di Venere stata fatta solo 4 anni dopo questi tragici eventi e
forse c' un'interpretazione legata a questo fatto. II dipinto, soprattutto
1
nell'abbraccio amorevole tra Zefiro e Clon, origine della Bellezza,
potrebbe essere un invito alla pace, all'amore e alla concordia. I fiori
intrecciati disegnati sulla veste della Primavera assomigliano allo
stemma di Florentia (Firenze, citt del flore). Un'altra interpretazione
rispetto a quella mitologica e religiosa potrebbe essere quindi politica,
cio un'esortazione a non rompere la pace costruita da Lorenzo,
Magnifico perch usava la sua ricchezza per dare sempre maggiore bellezza a Firenze.

La mia bellezza
Dividetevi in gruppi di 4. L'insegnante assegna un'immagine ad ogni studente. Fate una
diseussione in eui ognuno deve dire pereh la sua donna la pi bella di .tutte. Vince chi
difende meglio la "sua bellezza".

(3

Conoscere le fonti
Per identificare i soggetti e quindi i messaggi priman i delle opere necessario conoscere le fonti,
i riferimenti culturali a cui gli artisti fanno riferimento. Le fonti principali sono la religione
(La Bibbia, le vite dei santi, ecc.), la mitologia (greca e romana) e la storia."
O 9 9 , 1, O 0 0 9 0 0 00.900000O0000000000 tl 0 0 O 9 0 O 0 0 O 45 O O 0 oas, 00000000 ,000.

37
L' Ultima Cena
di Leonardo da Vinci
1
Guarda le immagini e indica quali, secondo te, sono relative alla vita e alle
attivit di Leonardo; giustifica le tue seelte pensando a cosa sai di ("tiesto
personaggio, poi leggi il testo.

1482-1500
Pennanenza
cli Leonardo
a Milano
I 1494-1498
Ultima Cena

La figura di Leonardo da Vinci (1452-1519) tipicamente rinascimentale. La cultura della


Rinascita basata sul fatto che l'uomo deve sviluppare a pieno tutte le sue potenzialit
per costruire e guidare il mondo verso il benessere. Come filosofo aveva teorizzato che le
stesse proporzioni del corpo umano dimostravano la sua perfezione (C). La fama odierna
dell'artista toscano (Vinci oggi in provincia di Firenze) soprattutto legata ai suoi dipinti,
come la Gioconda o il San Giro/amo dei Musei Vaticani (D). In quest'opera incompiuta
si vede la sua grande attenzione per rappresentare le emozioni e gli stati d'animo dei
personaggi. Anche l'interesse per l'anatomia ha una certa fama: Leonardo studiava
corpo umano non solo come artista ma come scienziato. Ancora oggi si usa rappresentare
l'interno dell'uomo con i metodi illustrativi inventati dal genio quattrocentesco (G).
Nelle sue carte, raccolte nel Codice Atlantico, ci sono molti progetti per la costruzione
di macchine, soprattutto relative allo studio del volo (A). Pochi sanno che nella corte di
Milano il suo talento pi apprezzato era quello per la musica: i contemporanei lodano le
sue abilit nel suonare la lira. Con il genio che lo caratterizza in tutti i suoi interessi prov
anche ad inventare alcuni strumenti musicali (E rappresenta 1 progetto per un tambura

38
2 La personalit di un genio
Leggi le caratteristiche del modo di lavorare e di vivere di Leonardo e - abbina i . titoli ai
paragrafi. Attenzione, ci sono due titoli in pi.

Perfezionismo maniacale Simbologie e misten L'inconcludenza di un genio


II mondo come oggetto di studio Leonardo ingegnere di guerra L'allievo che supera il maestro

vecchio compagno Botticelli acquista una grande fama,


soprattutto a Firenze e Roma, lasciando il pittore da Vinci
1 documenti (lel l'epoca nell'ombra.
dimostrano che mai sono
mancati lavori e contratti 3_
all'artista toscano, che era molto
richiesto e apprezzato. Lui, per, Come abbiamo dedo Leonardo non
spesso faceva fatica a ponarli era solo un pittore ma si occupava
a termine, o per problemi nella di molte altre cose. Lo studio della
realizzazione (come ad esempio natura era fra le sue maggiori
il San Girolamo dei Musei passioni e questo amore si vede
Vaticani, del quale non riusciva nell'attenzione per gli sfondi dei
a dipingere bene ji braccio suoi dipinti, che hanno una precisione quasi da studio
destro) oppure perch sembrava non accettare 1' idea di geogralico. Non solo: il Codice Atlantico contiene
ritenere un'opera conclusa (come la Gioconda, che lui moltissimi studi di animali, tra cui numerosi disegni di
ha modificato per anni senza mai finirla, come dimostra gatti.
la mancanza di sopracciglia).
4
2
Nel 1464, a 12 anni, Leonardo entra La lentezza nel realizzare le
nella bottega di Andrea del Verrocchio, sue opere era dovuta anche al
uno degli atelier pii importanti di modo di lavorare. Leonardo
Firenze, dove hanno studiato i pi prima di iniziare un'opera
importanti artisti del Rinascimento realizzava &cine di studi per
come Perugino, Botticelli, Ghirlandaio trovare le solu/ioni tecniche
e Lorenzo di Credi. Verrocchio si ed estetiche pi adeguate. In alcuni casi questi studi
occupava soprattutto di scultura, gli hanno permesso di realizzare dei capolavori, altre
mentre i quadri li lasciava ai suoi volte, invece, non riusciva a trovare la giusta soluzione
allievi. Gli studiosi hanno dimostrato per le sue opere lasciandole incompiute. L'episodio
che nel Battesimo di Cristo degli pi famoso quello relativo alla statua equestre per
Uffizi l'angelo in primo piano 1 celebrare Francesco Sforza. Leonardo comincia gli
una delle prime opere di Leonardo. Verrocchio si studi nel 1482 ma u progetto era cosi ambizioso che
fidava di Leonardo e gli lasciava concludere i lavori alla fine, nel 1493, costretto ad abbandonare la
che poi lui firmava e vendeva. Pian piano, per, il suo scultura che non verr mai realizzata.

3 Entriamo nell'opera: ji soggetto "ultima cenar


Leonardo scriveva i suoi appunti con una particolare scrittura da clestra a sinistra, innanzitutto
perch niancino e in buona parte autodidatta, e forse anche per seguire una natura
enigmatica. Trova il modo di leggere il testo scritto con la tipica scrittura speculare
leonardesca e completalo con le parole nel riquadro, usando anche tu la scrittura speculare.

apostoli drammatici tredici salvezza

*sb ustil .12.sb utlu sghb (1) Islttnssunubb ostu 1 INR9') USII.SZY,1
sAn <S) 1
. 1-2 , nos mos snusno's sllyowg ollyostlus snus
sTSIO .otlbsyst sun mol -sb osos lslykssushn's onsIllown ssks sAloks usn'stlastl zlIsup ssIs
blislo'sslbszz ovsz \lb sllionssm smos sistzsiusms1 ssinstIlis otzusyl
osn'szsttsm5 isck ssnos ,s stlocs visustnss olts -noz otzsuD otutscsesickikui s *m'A zscussus
t

olocoN3 sus Isu WIts'sb o) onstotn1 Isncom ..sukssItisisttsyms slIsb cama


Innsv.so'sZ s oits19, scssN'ss Vg-gunorssck Isosslu '15) sno"ssusIstscs1W,1 oitskss lz nos
.ottswloz otzsup unstts1 sllsts siaszmAf Wthsttnickoz
39
o Analisi dell'op era
4 Prime impressioni
Guarda il dipinto dell'Ultima cena a pagina 41, concentrando la tua attenzione su:
numero dei personaggi quali emozioni prova sfondo
cosa fanno ognuno di loro oggetti sulla tavola

I partieolari
Gira il libro, leggi i testi e completa le deserizioni dei particolari. Dopo ogni risposta verifica
le soluzioni e vai avanti.
5a Riconosc iamo c he il

sve nu to : Giovann i.

40
6
Guarda il Cenacolo, rilassati e aseolta la sua deserizione.

.
Ultima cena o Cenacolo.
Datazione: 1494- 98.
Autore : Leonardo da Vinci.

41
o 7a gfondito
Leggi le vare parti del testo e fai le attivit corrispondenti.

11 Cena calo dipinto sulla parete del refettorio di Santa Maria delle Grazie a Milano rappresenta l'apice
della carriera di Leonardo fino a quel momento e, forse, anche il massimo risultato ottenuto dal pittore
toscano in generale. II successo di quest'opera senza precedenti, con decine di artisti che la imitano e
la copiano, critici d'arte che la esaltano e una popolarit ininterrotta fino ai giorni nostri. Come detto
nelle pagine precedenti, Leonardo aveva molti interessi e l'Ultima cena sembra condensarli tutti.
Ad esempio, per realizzare dipinto Leonardo, sfruttando le sue conoscenze di rneccanica, ha progettato
un sistema di ponteggi che gli permettevano di spostarsi liberamente a diversi metri di altezza. La sua
passione per l'uomo, poi, evidente nella rappresentazione delle emozioni degli apostoli, ognuno con
un'espressione, una posizione e una personalit diversa. Grazie a quest'opera Leonardo considerato un
punto di riferimento per la rappresentazione psicologica dei sentimenti. Alcuni studiosi, Giovanni Maria
Pala per primo, hanno anche supposto che nella disposizione del pane e delle mani degli apostoli sia
nascosta una melodia, ipotesi non impossibile vista la dedizione di Leonardo alla musica. L'Ultima cena
quindi la sintesi del percorso del genio da Vinci e per questo merita un'attenta analisi.

7b Associa le parole tratte dal testo al significato corrispondcnte.

1 I I apice A ipotizzare
2 condensare B impegno, passione
3 7 ognuno C punto pi alto
4 su pporre D tutti
5 I I dedizione E riassumere, sintetizzare

Continua la lettura, poi indica il nome degli apostoli e il significato dei loro gesti.

Leonardo rappresenta il momento in cui Ges ha detto ai suoi apostoli che uno di loro lo tradir.
Lo capiamo prima di tutto dal fatto che Lui ha la bocca semiaperta, poi dalla tristezza della sua
espressione e soprattutto dalla grande agitazione che sconvolge la tavola dei suoi discepoli.
Mentre Cristo isolato al centro del dipinto, i dodici apostoli sono rappresentati in gruppi di tre mentre
reagiscono in modo diverso alle parole del Maestro. I due gruppi pi esterni sembrano essere confusi e
non ayer capito bene quanto ha detto Ges. A sinistra Bartolomeo in piedi e guarda con attenzione
il centro del tavolo, ma dal suo viso si capisce che non ha chiara la situazione. Vicino a lui Giacomo
minore el-flama qualenno pi vicino a Ges per avere chiarimenti, mentre Andrea alza le mani come a
dire "non sono stato io". Dall'altra parte del tavolo Taddeo (con la barba lunga) e Simone (calvo) stanno
parlando; i gesti e l'espressione del viso sembrano testimoniare che anche loro hanno capito poco delle
parole di Ges. Matteo, pi vicino alla fonte del suono, in piedi e comunica con animo ai suoi due
vicini quello che ha detto Cristo, mentre lo indica con entrambe le braccia.

1 Nome 2 Nome 1 Nome 2 Nome
Gesto Gesto Gesto Gesto

3 Nome 3 Nome
Gesto Gesto

42
Continua la lettura, poi completa le frasi che spicgano u significato della rappresentazione
degli apostoli.
o
I sei apostoli pi vicini al centro della tavola hanno atteggiamenti molto pi agitati, questo perch
hanno capito bene le parole di Ges e sono sconvolti. A destra Filippo indica il petto come a dire
"sono forse jo ji traditore?", Giacomo maggiore, invece, apre le braccia e sembra non credere alla
gravit di quello che ha detto Ges. Tra Cristo e Giacomo si vede un altro apostolo, Tommaso, di cui
c' solo la'testa e la mano che con il dito simboleggia la volont di interrogare Cristo, con la curiosit
che caratterizza questo apostolo. La sua posizione strana: sembra non esserci spazio per lui e a
differenza di tutti gli altri apostoli non si vede il suo corpo. Secondo alcuni studiosi Leonardo aveva
dimenticato di inserire questo apostolo nella composizione e lo ha aggiunto solo in un secondo
momento. Dall'altra parte ci sono tre personaggi molto importanti per la storia del cristianesimo.
Al centro riconosciamo Giuda, ji traditore, grazie ad un sacchetto che regge con la mano destra.
Leonardo ha volutamente messo questo apostolo in ombra e con l'atteggiamento di allontanarsi dalla
mensa. Dietro di lui Pietro prende Giovanni per il collo della tunica con grande violenza, sicuramente
per chiedergli chi secondo lui ji colpevole. San Giovanni, per, sviene per il turbamento.

1 Filippo indica il petto per


2 Giacomo maggiore con i suoi gesti esprime
3 Tommaso con la mano
4 Giuda ha in mano una borsa perch
5 Pietro afferra Giovanni per
6 Giovanni _

Termina la lettura.

Abbiamo parlato dell'importanza e a volte della difficolt di riconoscere i personaggi. Nel caso del soggetto
"ultima cena" i quattro personaggi chiave sono: Ges, Giovanni, Giuda e Pietro. II primo facilmente
riconoscibile per il colore dei vestiti e per la posizione centrale. II secondo sempre seduto vicino al Maestro
ed svenuto come descritto nei Vangeli. Ii traditore ha l'attributo della borsa con i soldi. Non solo: i vangeli
raccontano anche che Gesit disse che l'apostolo che mangiava con lui lo avrebbe tradito. Come ved jamo nel
dipinto di Leonardo, Giuda con la mano sinistra si avvicina allo stesso cibo di Cristo. Pietro, invece, risulta
pi difficile da identificare: gli artisti non potevano mettergli le chiavi dal momento che ancora Ges
non gliele aveva assegnate. Nel Rinascimento gli artisti decidono di mettergli in mano un coltello, con
riferimento al suo carattere notoriamente aggressivo (dopo l'ultima cena con una lama attaccher un
soldato romano). Leonardo evidenzia quest'attributo con una strana posa del braccio destro di Pietro.
/
7f Qui sotto vedi un particolarc dell'Ultima Cena di Perugino 0493-90. Prova a riconosccre
i personaggi indicando cosa ti ha permesso di farlo. Poi con un compagno discutete di guali
sono le differenze rispetto allo stesso gruppo nell'Ultima Cena di Leonardo.

1 Nome 2 Nom(' Differenze con Leonardo


Come lo hai riconosciuto? Conic lo di tic000scioto?

3 Nome 4 Nome
Come lo hai riconosciuto? Come lo hai riconosciuto?
43
8 Le emozioni del Cenacolo
Ascolta ji dialogo tra Stefano e Romina e leggi le frasi
che sintetizzano le informazioni sul Cenacolo.
Correggi i 4 errori presenti nelle frasi.
1 Un altro modo per chiamare l'Ultima Cena Cenacolo
leonardico.

2 Nella parte bassa hanno costruito una finestra. Questo


uno dei tanti eventi di una storia difficile.

3 Leonardo era un esperto della tecnica dell'affresco. Lui


amava poter correggere e ripensare tutti i particolari delle
sue opere.

4 I restauri pi antichi sono stati i migliori.

9n e Sar futuro?

Riascolta il dialogo concentrandoti sullc frasi sotto, soprattutto sulruso del futuro, poi
completa la regola.

1 II biglietto non dice "Ultima cena", ma parla di un certo "Cenacolo vinciano"... avremo sbagliato chiesa?
2 Gigantesco e splendido! Quant' grande? Saranno almeno 10 metril
3 Qui siamo in un convento, saranno stati i frati.
4 Ora useranno la tecnologia per controllare l'umidit?

Regala: In guesti casi il futuro indicativo usato per fare A n domande B1 1 progetti C 0 ipotesi.
Si usa il futuro per fare sul presente e il futuro
per farle sul passato.

9b Vai alle soluzioni e cerca nel testo del dialogo altri tre esempi di futuro per fare ipotesi.
1
2
3

10 Che sar successo? lauale sar il problema? Guarda guesti dipinti e usa il futuro semplice e
composto per fare ipotesi: che problema avranno? Cosa sar successo? Cosa staranno facendo?

44
11 II successo di un modello che diventa icona

Succede spesso che grandi


opere d'arte divengono
famose solo dopo anni o
addirittura secoli.
Non il caso del Cenacolo
leonardiano: questo dipinto
ha creato subito una
grandissima ammirazione
fra i contemporanei.
Ad esempio il re di Francia
Francesco I ha offerto molto
oro per trasferire l'opera
a Parigi. L'opera, per, ha
avuto da subito gravissimi
problemi di conservazione,
Salvador Dali, Ultima cena, 1955
ed curioso che cardinali, governatori e artisti dimostrano grande
paura di perdere definitivamente quello che considerano un capolavoro assoluto, quasi un oggetto
da venerare. Le cronache dell'epoca dicono che decine di artisti da tutta Europa venivano a copiare
la Cena vinciana e molte di queste copie sono ora conservate in diversi musei europei, oltre che in
chiese e monasteri. L'arte europea ha preso il murale di Da Vinci come modello indiscusso per la
rappresentazione del soggetto Ultima Cena. Lo stesso Dali, guando dovr dipingere la sua versione
chiaramente si rifar alle invenzioni leonardesche. Nel mondo contemporaneo il Cenacolo diventato
addirittura un'icona, un punto di riferimento cosi presente nell'immaginario da vantare centinaia
di riferimenti nei mass media (cinema, pubblicit, cartoni animati ecc.). Poche immagini nella storia
dell'arte mondiale risultano ayer avuto una fama cosi immediata e cosi longeva.

12 La nostra cena
Guarda queste versioni moderne dell' Ultnna Cena. Ora, con tutti i compagni e con
l'insegnante, provate a replicare la famosa opera di Leonardo. Attribuite i van i ruoli e
fate attenzione all'espressivit dei corpi, poi scattate la foto!

Zeng Etnzln, Ultima cena, 200 I I .0 is Bunud Virallana, I 96!


,

0 0 0 0 OSOS ***** 0.4110.0.1

Conoscere la biografm
Per comprendere al meglio un'opera d'arte necessario conoscere i fatti, le inclinazioni e
le tendenze personali dell'artista. Ad esempio conoscere le passioni di Leonardo, come

; la musica o lo studio dell'uomo, ci aiutano a capire la sua arte.


00 . ae , OeSeeeeeeeee00900002214e . 45
11 David
di Michelangelo Buonarroti
1 L'evoluzione della scultura
Guarda queste opere e fai una classifica di quali ti sembrano avere una tecnica
di scultura pi sviluppata (per bellezza, difficolt, realismo) e (luan meno, poi
leggi il testo per verificare.

1494-1512 1501 -1 504


Repubblica David di
a Firenze Michelangelo

La scultura, pi della pittura, richiede una preparazione tecnica notevolissima e una


capacita di progettazione che non ammette errori. Mentre ji pittore deve essenzialmente
disegnare e colorare con possibilit di correggersi, lo scultore deve interagire con un
materiale solido che, una volta modificato, non prevede grandi possibilit di ripensamenti.
Per questo l'evoluzione della scultura legata all'evoluzione delle conoscenze tecniche
degli artisti che si tramandano di generazione in generazione. Come e pi delle altre arti,
il punto di riferimento il periodo classico con le sue grandi statue in marmo (D).
Gli scultori greci e romani erano capaci di scolpire enormi statue perfette in tutti i
particolari. Durante il medioevo ci sono dei risultati di discreto valore (C), soprattutto
per quanto riguarda l'abbellimento di particolari architettonici come i bellissimi capitelli
romanici (B). Nonostante questo, per, la statuaria medioevale non paragonabile a
quella antica. Prima di tutto le sculture non sono mal a 360 gradi e sono incorporate
nelle architetture, probabilmente per una scarsa capacit di fare figure complete. Alcune
tecniche, poi, si sono perdute con le invasioni barbariche: i romani erano grandi lavoratori
del bronzo, ma per tutto il medioevo non ci sono statue in questo materiale perch erano
state dimenticate le tecniche di fonditura.

46
Solo nel Rinascimento con Donatello (E) ritroviamo i grandi monumenti bronzei:L'apice della scultura
rinascimentale indubbiamente Michelangelo (A), soprattutto per la sua capacita di rappresentare
corpo umano, di dare morbidezza al marmo (si guardi la barba di Mos) e di trasmettere emozioni. Non
possibile dire se la scultura rinascimentale sia riuscita a tornare ai livelli dell'arte classica, ma sicuramente
i risultati sono paragonabili.

L'unainSta ." IC
Usa le parole sotto ad ogni immagine per descrivere un aspetto della vita di Michelangelo.
Se conosci altre informazioni, usale per arricchire il testo e poi confronta le fue frasi con
guanto seria a pagina 50.

Particolare della Scuola di Atene Piet vaticana Creazione dell'uomo


filosofo solitario avaro primo capolavoro success molti soldi Adamo influenza
insoddisfatto marmo di Carrara talento della scultura perfezione

3 Entriarno nell'opera: la storia di Davide e Golia


Nel testo ci sono 4 errori, individuali e correggili.
Nel primo libro di Samuele si racconta che i Filistei sfidano
l'esercito di lsraele guidato da Saul in un duello per il loro
campione gigantesco Golia e un volontario dell'esercito israelita.
Nessuno nel grande esercito di Saul aveva u coraggio di sfidare
il gigante. Un pastore molto giovane e di bell'aspetto decide
di offrirsi volontario. Lui non sopportava gli insulti di cui Golia
riservava ai suoi compatrioti. Egli era sicuro di vincere perch la
sua causa era giusta e avrebbe avuto con s la forza del Signore.
Mentre Golia aveva le armi meglio e una pesante armatura,Davide
aveva solo una fonda con dei sassi. Con un preciso colpo Davide
abbatte Golia, lo uccide e li taglia la testa. I Farisei si ritirano,
Israele vince la guerra e Davide diventa re.

1
2
3

Donatellol David, 1440


47
Analisi dell'opera
4 Prime impressioni
Guarda il David di Michelangelo e serivi 4 aggettivi per descriverlo. Prova a spiegare guale
partieolare della scultura ti ha ispirato quell'aggettivo.

5 1 particolari
Leggi i testi e completa le descrizioni dei particolari. Dopo ogni risposta verifica nene soluzioni
e vai avanti.

5a I particolari anatomici sono scolpiti in


modo molto preciso. Qui vediamo 5b L'espressione del volto di David
i muscoli della spalla/caviglia/vita '11,31 , 11^1
corrucciata, quasi sprezzante del
in tensione per lo sforzo imminente. pericolo imminente, cio un po'
Sulla schiena si vede la corda elastica distesa/arrabbiata/sorpresa e
della balestra/fionda/cerbottana, impaurita/nervosa/sicura di s.
l'arma della sua vittoria sul gigante.

5c La mano un po' pi grande


rispetto alle proporzioni del
corpo. Stringe un
che tra poco user per
Golia.

48
6 L'opera
Guarda il David, rilassati e aseolta la deserizione.

oacooaowagocomeeo-1.00elv,

David. Materiale: marmo di Carrara.


Datazione: 1501-04. Collocazione: Museo dell'Accademia a Firenze.
Autore: Michelangelo Buonarroti. Informazioni aggiuntive: ci sono due altre copie perfette di quest'opera,
Tecnica: scultura. una in Piazza della Signoria e l'altra, in bronzo, a Piazzale Michelangelo.
00 O 0 0 4 ID 0 O fhe .15 0 raomm eeeeeeeeeeeee .13 ,.... 00peomos.meao.oeceeeeem.emememm ..

49
7a Studio approfondito
Leggi le vare parti del testo e fai le attivit corrispondenti.

Il 9 settembre 1501 Michelangelo, ad appena 25 anni, inizi a scolpire la statua del David per abbellire
ji duomo di Santa Maria del Fiore. II progetto era molto vecchio, altri scultori avevano provato a
scolpire la statua dell'eroe biblico usando un pezzo di marmo di Carrara, materiale pi pregiato, ma
senza successo a causa delle strane dimensioni della pietra (alta e stretta). Ji giovane Buonarroti, quindi,
doveva usare un pezzo di marmo gi abbozzato da altri. Le cronache del tempo dicono che molti curiosi
volevano vedere il famoso scultore della Piet vaticana al lavoro con una statua cosi grande (pi di
4 metri di altezza). Famoso per essere schivo, Michelangelo si chiuse nel suo studio mettendo delle travi
di legno per non permettere che si spiasse il suo lavoro. Una volta finita la statua, il 25 gennaio 1504,
tutti si resero conto che la collocazione iniziale, in alto vicino alta cupola del Brunelleschi, non era
adeguata. Fu cosi nominato un gruppo di esperti formato dai principali artisti di Firenze per decidere
dove mettere ji capolavoro. Botticelli propose di mantenere la statua vicino al duomo, Leonardo suggeri
la piazza della Signoria ma sotto la loggia, in un angolo, per proteggerla dalle intemperie (o forse
per nasconderla, visto che lui non amava l'arte di Michelangelo). Si accett la proposta di Filippino
Lippi che indic l'attuale collocazione, davanti a Palazzo Vecchio, anche per sottolineare ji significato
politico: il David rappresentava, infatti, le virt della citt di Firenze.
a

7b Indica se le seguenti affermazioni relative al testo sono vere (V) o false (F).

1 Quando inizia a scolpire ji David Michelangelo aveva gi scolpito la Pieta.


2 Michelangelo sceglie ji pezzo di marmo con cura prendendolo a Carrara.
3 Lui aveva un carattere megalomane ed egocentrico.
4 Leonardo dimostra grande ammirazione per il David. EO
5 Le proposte di Leonardo e Botticelli sono state accantonate preferendo quelle di Lippi.

7c Continua la lettura poi, con un compagno, descrivete le altre


rappresentazioni del David, confrontandole con la statua di
Michelangelo.

(
soggetto del Davide biblico vive nel Rinascimento un periodo di
grande popolarit, soprattutto fra gli scultori. 11 punto di riferimento
iconografico era stabilito dalle statue di Verrocchio e Donatello. Nei
loro casi il ragazzo israelita ha un aspetto aggraziato e delicato, con la
testa del gigante Golia ai suoi piedi. Michelangelo invece scolpisce un
yero e proprio eroe classico, quasi un Ercole, muscoloso, forte e con lo
sguardo fisso sul suo nemico. David preso nel momento in cui sta per
caricare la fonda con la pietra e colpire a morte ji suo nemico. Questa
scelta conferisce una grande carica di tensione alta statua, pronta a
scattare ed entrare in azione. La vera rivoluzione nella storia della
scultura la scelta di scolpire David completamente nudo, come le
statue dell'arte classica, dando l'occasione a Michelangelo di esprimere
la sua capacita di raffigurare l'anatomia umana. Tutte le opere del
Buonarroti evidenziano la perfezione dell'uomo, per affermare la sua Verrocchio, David (147 2-7 5)
importanza, in linea con le teorie rinascimentali. Da sottolineare una
scelta dell'artista: la testa e le mani risultano sproporzionate rispetto al resto, apparendo troppo grandi.
Chiaramente questo non un en -ore, ma una scelta dettata dal desiderio di dare nuevo alle doti di cui i
fiorentini sono fieri: l'intelligenza e la manualit.

50
Caravaggio, Davide con la lega di Galia, 1607

Bernini, David, 1623


Davide e Galia,
1544
7d Continua la lettura.

La statua stata commissionata a Michelangelo per celebrare la neonata


repubblica, che aveva preso il potere dopo la signoria dei Medici.
Come detto, l'iniziale collocazione era in alto, sul contrafforte della cupola
della chiesa di Santa Maria del Fiore. La decisione di spostare la statua
davanti al palazzo del potere ha lo scopo di sottolineare il valore civile e
non religioso del soggetto biblico. Il David rappresenta la liberta di Firenze
dai nemici interni ed esterni, perch il passo biblico simboleggia la certezza
di vincere se si serve una causa giusta. In quel tempo Pier Soderini reggeva
la repubblica e il suo consigliere politico era Niccol Machiavelli.
Una delle idee principali dello scrittore del Principe era che una citt
per difendersi dai nemici doveva avere un esercito di cittadini e non di
professionisti stranieri desiderosi solo di una ricompensa. La figura biblica
del Davide rappresenta perfettamente ji cittadino guerriero: un semplice Niecol lacliiavelli
pastore, non un soldato, ma guando la sua patria in pericolo, non ha
paura di prendere le armi in difesa della sua gente. Firenze e la sua repubblica sanno di essere una
realt piccola e giovane, ma hanno II coraggio e la forza di affrontare qualsiasi gigante.

7e Cerca di capire dal contesto il significato di queste parole, poi trovale in un clizionario e
serivi la definizione.

contrafforte
passo
reggere
ricompensa
51
8 1131 Commenti sul David
Ascolta pi volte il dialogo tra Romina e Stefano e rispondi alle domande.

11Q51.411
' ;7"
-

Fiorentina Tozzetti Tagliata con rucola e pomodoriin

1 Qual la differenza tra gli investimenti comunali ai tempi del David e quelli di oggi?

2 Quali danni ha subito la statua negli anni e da parte di chi?

3 Quali piatti tipici di Firenze vengono nominati e quali caratteristiche hanno?

9 Congiuntivi... di marmo!
Leggi le frasi pronunciate da Romina, scegli la soluzione che ritieni corretta poi ascolta per
verificare. Infine completa le regole sotto.
1 , senza dubbio, la statua pi emozionante che io vedevo mai I abbia mal visto I ho mai visto.
2 Dovunque si guardi guarda guardano, i soldi non ci sono pi.
3 Certo che anche il David era un'opera molto politica. Chiunque la guardi guardasse I guardava,
rimaneva sbalordito da tanta bellezza e coraggio.
4 Ma ovunque era sia I fosse la statua, qualcuno desiderava sempre rovinare tanta perfezione.
Regole
A) In queste frasi si usa il condizionale perch ci sono alcune parole che lo
richiedono come d e, o eee e. Alio stesso modo anche le parole "q Ua II MI

e "qualsiasi", guando sono seguite da un verbo, questo deve essere coniugato al


B) Si usa il anche guando nella frase principale c' un superlativo relativo (i1... pi/meno...),
come nella frase numero

10
Completa le frasi coniugando i verbi. Attenzione: non tutti i verbi devono
essere coniugati al congiuntivo.
Chiunque (vedere) il David non pu che provare una grande emozione.
2 Michelangelo, ovunque (anclare) trovava ammiratori e persone
disposte ad investire sulla sua arte.
3 Indubbiamente l'opera pi importante che Buonarroti (fare) sono
gli affreschi della Cappella Sistina.
4 Pier Soderini aveva chiamato Buonarroti perch sapeva che comunque andasse, (essere)
un successo per la Repubblica.
5 Michelangelo uno di quegli artisti che, qualunque cosa (decidere) di fare, viene
fuori un capolavoro.
6 Michelangelo era l'artista pi completo che (esserci) al suo tempo.
52
11
altissimo il numero delle opere michelangiolesche non complete,
se non addirittura solamente abbozzate. In alcuni casi si pu
interpretare questo fatto con l'esigenza dell'autore di concentrarsi
su nuovi lavori o con incomprensioni
e litigi (per nulla rari) con chi gli
commissionava le opere.
Le sue statue incomplete, per, ci
aiutano a capire quale fosse la sua
idea di scultura. Secondo quanto
scrive nelle sue poesie e nei suoi
appunti l'opera d'arte era gi dentro
II pezzo di marmo, cosi l'artista
aveva solo il compito di tirarla fuori,
liberarla dalla materia. Proprio per
questo lui pi di ogni altro aveva
grande cura nello scegliere i pezzi di
marmo da scolpire. I suoi "non-finiti"
sembrano perfetti per spiegare questo
suo concetto. Ad esempio la statua
dello Schiavo, detto anche Atlante,
conservata all'Accademia, sembra
essere un personaggio che sta facendo Nli( Schiavo dello Atlanle
(1525-30)
lo sforzo di liberarsi dalla pietra e
venire alla luce. possibile che Michelangelo abbia voluto lasciarci questi
incompleti come una dichiarazione di cosa fosse per lui la scultura: non un
M ichclangelo, &hirma giovane
(1525-30) atto di creazione, ma di scoperta di quello che esiste nella natura.

12
Guarda le seguenti opere darte. Con un compagno, decidete (luan, secondo Vol, sono
complete e guali incomplete. Spiegate jI pereh e, nel caso di opere incomplete, dite
come le completereste.

tfr

M ichelangelo, .11adouna laucha/a, 1495 Medardo Rosso, L'eta dell'oro, 1886 Rodin, L'Ilumine qui marche, XIX sec.

53
per..
7 La Madonna dei
pellegrini di Caravaggio
Guarda le inunagini e rieostruisci i fatti storici pi irnportanti del XVI secolo in
Europa.
Conosci Lutero? Cosa sai di lui? Cosa ha fatto di importante?
Sai chi era Copernico? Quando vissuto? Guarda l'immagine: quali oggetti ci sono
intorno a lui? Cosa significano secondo te?
Cos' l'Inquiszione o, pi precisamente, il Sant'Uffizio? A cosa serviva?

(railaull, M'Indio di ,I lada, Latero, jan Matejko, Copernico conversa con Dio, 1872 Simbolo
1529

Nel XVI secolo ci fu la Riforma protestante che segn un momento


molto difficile per la Chiesa cattolica perch parte dell'Europa
decise di non seguire pi il Papa. Lutero, monaco tedesco, diede
inizio alla Riforma, da una parte perch aveva convinzioni
teologiche diverse dall'ortodossia cattolica, dall'altra perch
criticava le grandi ricchezze della Chiesa di Roma, dominata in
1517
Pubblicazione
quegli anni pi da pratiche di corruzione e ambizioni politiche
del le tesi di II/ 1545 che da spirito caritatevole. II Cinquecento fu anche il secolo della
Lotero Naseita del
Sant'Uttizio cosiddetta Rivoluzione Copernicana: Mikutaj Kopernik, asirolugu
1603-1606 e inizio della
Madonna dei polacco, afferm la teoria secondo la quale il sole era il centro
pellegrini di Controriforma

Caravaggio dell'universo e la terra girava intorno ad esso. La Chiesa non


accettava questa possibilit basandosi sulla Bibbia che affermava
il contrario. Le idee di Copernico si diffusero velocemente creando
anche un cambiamento culturale: l'uomo non poteva pi definirsi La Chiesa di Toni i Si
a Wittemberg, clove 1 si
il centro dell'universo come nel
attacc le sue 95 tesi
Rinascimento.
In risposta a tutte queste divisioni la Chiesa cattolica
attu la cosiddetta Controriforma: nel 1542 Papa Paolo
III fond u Sant'Uffizio, il tribunale dell'Inquisizione, che
aveva il compito di controllare che non nascessero altre
teorie eretiche, punendo chi non seguiva le dottrine
della fede. La risposta papale al bisogno di riforma fu
quella di un violento accentramento del potere e una
chiusura nei confronti dei tentativi di cambiamento.
Monumento a Copernieo, 'l 'orno, Polonia

54
7 ..Carava
.... , e io:..una
... . ,. , vita, ,.al limite,.
. . , .

Caravaggio &finito da molti un "artista rualedetto". Guarda gueste immagini tratte dalle
sue opere e prova a fare delle ipotesi sulla sua vita.

1596-97 I mu.sici, 1595

Michelangelo Merisi da Caravaggio (citt lombarda dove crebbe e da


cui prese jI nome) era famoso a Roma per la sua vita al limite della
legge. Frequentava locali di dubbia fama, apprezzava il vino e la festa.
L'erotismo della sua arte testimonia un gusto anche per i piaceri
sensuali; sono famose le sue frequentazioni con delle prostitute e molte
sono le voci che lo definiscono omosessuale. II suo temperamento
violento lo port spesso ad essere coinvolto in risse e per questo
and molto spesso in prigione. Nel periodo della Controriforma il suo
essere sempre al limite della legalit lo faceva apparire ancor pi
rivoluzionario. Questa sua indole lo port addirittura ad uccidere un
uomo e, a causa di questo omicidio, fu costretto a fuggire da Roma,
senza mai riuscire a ritornare. Mori molto giovane, prima di compiere
40 anni, consumato da una vita piena di eccessi.

3 Entriamo nell'opera: l'arte di Caravaggio


Completa il testo inserendo le parole maneanti.

Pochi artisti hanno una relazione cosi stretta tra la propria vita e la
propria arte: Caravaggio vive con intensit e trasmette questa passione
nei (1) dipinti. Molto spesso pittori, scultori e architetti
non facevano (2) che tradurre le idee di chi finanziava
le loro opere. Nei quadri di Merisi, invece, percepiamo che prima di
tutto lui vuole esprimere (3) stesso, per poi trovare in
un secondo momento chi sentiva il mondo come lui. Nella sua arte,
per, non c' solo vizio e immoralit, ma anche la testimonianza
di una fede sincera. I suoi soggetti religiosi si caratterizzano per
la capacit di essere autentici e non la semplice ripetizione della
tradizione. Caravaggio non mai convenzionale, sempre fuori
(4) regole e forse per questo ancora cosi moderno. Aladonna dei i-enieri, 1 605

55
Analisi dell'opera
4
Prendi un foglio, guarda il quadro e scrivi le prime dieci parole che ti vengono in mente
guardando l'immaginc a pagina 57, poi spiega a un compagno perch le hai scelte.

5
Leggi i testi e completa le descrizioni dei particolari. Dopo ogni risposta verifica nelle soluzioni
e vai avanti.

Sullo sfondo si vede


5a La rappresentazione di questa ragaiia,
lo stipite dell'entrata
Maddalena di Paolo Antognetti,
di una casa e un
colpisce per il grande contrasto tra
muro con una crepa.
i capelli e la pelle
Da questo capiamo
pallida/abbronzata/olivastra.
il yero significato/
soggetto/artista del
quadro: la Santa Casa
di Maria conservata
a Loreto.

5b molto particolare la posa con


le gambe parallele/incrociate/
divaricate.

5c In primo piano c'u dettaglio pi famoso


del dipinto: i piedi del pellegrino,
perch ha camminato
a lungo per arrivare alla casa di Maria.

56
6 1141 L'opera
Guarda La Madonna dei pellegrini, rilassati e aseolta la deserizione.

00000001101190000117 oso Oomoomm00000wom000 o o

.,

Madonna dei pellegrini o di Loreto. Tecnica: olio su tela. .

Datazione: 1603-06. Collocazione: Chiesa di Sant'Agostino in Campo Marzio :

Autore: Michelangelo Merisi (Caravaggio). a Roma. .

,, ,W011,00"00000dOlOar..00700O0 ************** 0.00r,ffiebOOGO0.0.00"000.4)000000090.(000 ..

57
Leggi le vare parti del testo e fai le attivit corrispondenti.

Quando nel 1606 l'opera di Merisi viene esposta nella cappella Cavalletti
della chiesa di Sant'Agostino a Roma, dicono le cronache, "ne fu fatto dai
preti e da' popolani estremo schiamazzo", cio grandi discussioni.
Lo storico non dice esattamente perch si erano generate polemiche intorno
al quadro, quindi bisogner fare delle ipotesi. Per capire l'opera, prima di
tutto si deve identificare il soggetto. In questo caso ci aiuta un documento
in cui il committente, Ermete Cavalletti, 11 quale aveva appena acquistato
la cappella, chiede a Michelangelo da Caravaggio di dipingere una pala
d'altare che raffiguri la Madonna di Loreto. ,Questo soggetto si lega alla
tradizione secondo la quale a Loreto, nelle Marche, conservata la vera
casa di Maria, trasportata in volo da Nazareth grazie all'aiuto degli angeli.
L'iconografia tipica di questo soggetto rappresenta proprio il momento in Carracci, Madortna dr Loreto ( 1604-05)
cui gli angeli in volo trasportano la casa della Vergine. Caravaggio, invece,
fa una scelta diversa: raffigura dei pellegrini che arrivano alla casa della Madre di Dio e pregano per
una sua apparizione. Per miracolo Maria compare proprio sull'uscio della sua casa. I pellegrinaggi
erano molto frequenti al santuario quindi molti si riconoscevano nella preghiera dei due personaggi
in ginocchio. Caravaggio esprime il suo grande talento innanzitutto nella capacit di innovare le
iconografie. Lui non ripete con poche variazioni le strutture tipiche dei soggetti, ma rivoluziona il
modo di organizzare le scene con lo scopo di dare nuove interpretazioni e nuovi significati agli episodi
rappresentati. Probabilmente lo "schiamazzo" di "preti" e "popolani" il segno che queste novit erano
percepite prima di tutti dai suoi contemporanei.

lb II soggctto "Maclonna con Bamhino" ha diverse varianti. Guarda queste immagini e prova a
capire ji nome dei diversi soggetti scegliendo tra quelli nel riquadro. Poi prova a capire qual
il significato generale del soggetto.

Madonna del latte Sacra Famiglia Maest Madonna con Bambino e san Giovannino

A Rappresenta l'amore familiare, u modello di relazione che i fedeli dovrebbero seguire.


B Rappresenta la regalit di Maria e di suo figlio, autorit assolute che tutti devono adorare e seguire.
C Rappresenta la maternit di Maria e la profonda umanit del suo rapporto con Ges.
D Rappresenta il momento in cui Battista afferma che Ges morir per salvare il mondo dal peccato.

58
7c Leggi, poi assoeta le parole al signifieato.
Guardiamo meglio ji quadro cercando la causa dello scandalo. Forse i piedi del pellegrino in primo
piano: sporchi e infangati. Qui Merisi sottolinea le fatiche del lungo viaggio compiuto da quelle due
persone, che hanno superato le difficolt del cammino per giungere alla casa di Maria a Loreto.
I loro volti, poi, comunicano una profonda e sincera gioia. Queste scelte permettono allo spettatore
di percepire con forza l'emozione della visione mistica di Maria. Ci, per, non pu essere la causa
dello "schiamazzo" di cui parlano le cronache. Probabilmente la cosa che sconvolge i romani sono
i tratti della Madonna. Innanzitutto la tradizione artistica ha sempre rappresentato Maria in modo
convenzionale (di mezz'et, castana, viso delicato) mentre Merisi usa un modello reale, una donna che,
per di pi, molti conoscono a Roma. Si tratta di Lena conosciuta per "stare in piedi a Piazza Navona",
espressione che si riferisce all'attivit di prostituta (forse la strana posa di Maria si riferisce a quella
delle donne di strada appoggiate sui muri in atiesa di clienti). In una delle sue relazioni Lena rimane
incinta e partorisce Paolo, figlio 'di un vagabondo che finir in prigione. Per uscire dalla sua condizione
Maddalena frequenta un notaio, Gaspare Albertini, conl'obietlivo di sposarsi e cambiare vita.
La fedelt, per, non Je si addice e inizia a frequentare Caravaggio che le propone anche di fargli da
modella insieme a silfiglio. Caravaggio porta sull'altare persone di strada, una "ragazza di vita" e un
figlio senza padre, gente'del popolo diventa protagonista delle scene sacre ,

1 1 1 infangati A prostituta
2 1 compiere B essere adatto, adeguato '
3 n vagabondo C persona che non ha una casa sua
..._.
--i

4 1 1 addirsi e vive in strada ,


I,
5 ragazza di vita D sporchi di terra ,
11
- ---....
E fare
i
7d Leggi, poi serivi le domande o le risposte manean ti.
Cappella Cavalletti

Le scelte di Merisi vanno messe in relazione con il clima della Controriforma, in cui la Chiesa di Roma
cerca di ristabilire l'ordine dopo le "ribellioni" scientifiche e teologiche degli ultimi decenni. Dentro
la Chiesa, per, erano molti i personaggi che condividevano l'esigenza di cambiamento espressa da
Lutero, ma senza voler abbandonare l'unit cattolica. Essi volevano una Chiesa pi popolare, vicina ai
bisognosi e non attenta solamente alla politica. Caravaggio diventa l'artista di questa esigenza e le sue
scelte nel rappresentare i soggetti religiosi lo dimostrano. Va ricordato che lui aveva dei committenti,
tra cui importanti cardinali, quindi non esprimeva solo se stesso. A questo punto utile aggiungere
un particolare: la famiglia Cavalletti aveva acquistato quella cappella che era molto famosa a Roma
per essere stata posseduta da Fiammetta, una prostituta del Cinquecento diventata ricca e potente.
II rispetto per Fiammetta rende la chiesa una delle pi amate dalle donne di strada, che cercavano
perdono e conforto per la vita che erano costrette a fare. Per questo sulla parete sinistra della cappella
c' un affresco della Maddalena, prima fra tutte le donne pentite. II ritratto di Lena come Maria risulta
pi che naturale in un tale contesto. Le classi sociali pi basse si riconoscono nell'arte di Caravaggio,
simbolo di un movimento culturale che non vuole censurare il dolore degli esclusi ma portarlo
all'attenzione di tutti e affidarlo alla misericordia divina.

Significa restaurazione e riaffermazione dei valori della spiritualit cattolica in concorrenza con il
luteranesimo e gli altri movimenti riformatori.
2 Che problema cera in questo periodo all'interno della Chiesa di Roma?

Perch questa cappella era sempre stata u luogo di preghiera di donne di strada.
59
8a C Una vis itainaspettata
Ascolta il dialogo tra Romina e Stefano e indica se le seguenti affermazioni
sono vere o false. V

1 Stefano parla con Romina mentre in treno da Roma a casa. 1 1 1 1


2 Stefano era a Roma per lavoro. 1 1 1 1
3 Romina non ha mai visto la Crocefissione di san Pietro e la 1 1
Conversione di san Paolo.
4 Nel dipinto della Conversione di san Paolo c' la figura Cristo che 1 1
iIlumina il futuro santo.
5 Questa sera Romina e Stefano vedranno una partita di calcio. 1 1

Caravaggio,
Caravaggi o,
Convenirme di San
Crocilissione di
Fado, 1600-160!
San Pie/ro, 1601

8b in Verbi pronominali
Leggi queste frasi tratte dal dialogo e sostituisci le espressioni in nerctto con i verbi
pronominali nel riquadro. Riascolta per verificare poi completa la regola sotto.

ci vuole non me ne intendo ce la faccio te la caverai piantala ce l'ha

1 Allora, vediamo un po'... binario 6... 17:48... perfetto, posso farlo senza problemi.

2 Fermo, fermo, come si chiude... ecco! Ma guarda tu... arrabbiato con me questo telefono. Meglio
tornare ai vecchi sistemi.

3 Bene, sono certa che riuscrai a uscire da questa situazione, come sempre!

4 Si, a Roma un po di "dolce vita" necessaria sempre"

5 Poi ho sentito un gruppetto davanti a me che diceva che quei due erano di Caravaggio. Non sono un
esperto, ma anche io avevo capito che erano speciali."

6 Ma basta, stai zitto! Caravaggio era Caravaggio!

Regola
Ci sono verbi in italiano che modificano il loro significato con l'uso dei pronomi. Ad esempio "avercela"
(frase ) significa , oppure "intendersene" (frase ) significa
I verbi pronominali sono molto usati soprattutto nella comunicazione orale.
60
9
L'intensit delle opere di Merisi motivo di un grande
successo nel mondo contemporaneo. Anche la sua
vicenda biografica, piena di avventure e frequentazioni
pericolose, rende la sua figura molto affascinante.
A interessare chi osserva i suoi dipinti la capacit y fr419.
di creare scene vive, che sembrano accadere davanti 441
ai nostri occhi. Ad esempio la Buona ventura in cui un
giovane ben vestito, e di chiara classe nobile, incontra itH
1

una giovane popolana che vuole leggergli la mano. Tra


i due sembra nascere un certo interesse e si guardano
con sorrisi che sembrano presagire un corteggiamento.
Caravaggio, La buona ventura (1596-97)
Questo ci darebbe una lettura romantica della scena: la
rappresentazione di un amore che annulla le differenze sociali. Merisi, per, ha nascosto un particolare:
la ragazza con la mano destra sta prendendo un anello dal dito dell'ignaro giovane. L'apparente
disponibilit della popolana non altro che un inganno per derubare il ricco fanciullo: lei lo ha spinto
a togliersi il guanto, le sue difese, per rapinarlo. Da questo emerge chiaro un messaggio: non cercare
i facili piaceri perch sono un'illusione e ti porteranno alla rovina. Caravaggio viveva per le strade di
Roma dove scene come queste erano all'ordine del giorno ma lui, per primo, ha sentito 1 bisogno di
rappresentarle nell'arte. Non si limita, per, alla pura rappresentazione, ma aggiunge dei significati
morali, come se anche la strada e non solo le sacre scritture avessero qualcosa
da insegnare. Nessuno aveva mai dato un'attenzione simile alla vita quotidiana
e forse solo un artista che viveva come lui poteva farlo. Caravaggio si sentiva
cosi coinvolto da quello che dipingeva che spesso lui stesso si metteva nelle sue
opere. Sono molti i suoi autoritratti, come quello nella testa di Golia del David
o sullo sfondo del Martirio di san Matteo. Caravaggio uno di quei maestri
che cambiano completamente l'arte. Forse lui stesso ne era consapevole e
Caravaggio, Martirio di vuole rendere eterno il suo volto, come fosse una firma del nuovo punto di
san Malteo (part.), 1599 riferimento dell'arte europea.

10
Con un compagno, guardate quesropera di Caravaggio, osscrvate i particolari e le
"moralc"
espressioni dei volti, descrivete cosa succede e provatc a spiegare qual e la
dell'opera.

Studiare le scelte dell'artista


Abbiamo detto che i diversi soggetti
hanno nella storia dell'arte una
rappresentazione abbastanza fissa
che ci permette di riconoscerli.
Questo, per, non significa che
tutte le opere sullo stesso soggetto
sono uguali. necessario guardare
le differenze che ci sono rispetto
all'iconografia pi comune per poi
interrogarci sul motivo delle scelte
dell'artista.
Caravaggio, / bari, 1594 0000eee ap e o ae oewe weweeee e a

61
Percorso

Apollo e Baffle
di Gian Lorenzo Bernini
1
II Seicento un secolo di grandi trastormazioni per Roma. Tre sono i papi
che pi di altri si solio impegnati a dare un nuovo volto alla citt eterna:
Paolo V Borghese, Urbano VIII Barbcrini e Innocenzo X Pamphilj.
Leggi il testo e, per ogni immagine, scrivi quale Papa ha commissionato
quell'opera e quale arehitetto l'ha realizzata.

.&2 ,
'

'11!

LI
71 171 .1
_
rr

g 1111 ig
27,111,"

Sant'Agnese in Agon( Facciata del Palazzo Barberini


Pontefice: Pontefice:
Architetto: Architetto:

Nonostante le difficolt legate alla Riforma 3


)
protestante, o forse proprio per uscire
dal rischio di non essere pi la guida del t. li . ._
'
mondo cristiano, il papato nel XVII secolo
inizia molti lavori di rinnovamento di
Roma. Per questo molti artisti, dall'Italia ,..
I
e non solo, vennero nella citt dei papi. I o11
II lavoro pi importante era quello del
completamento della chiesa per eccellenza:
la Basilica Papale di San Pietro. lniziata
Facciala della Basilica di San Pictro
nel Rinascimento per sostituire il vecchio
1605-162i
edificio, venne finita solo sotto il pontificato Pontefice:
Paolo V
1609-1674 di Paolo V (al secolo Camillo Borghese) che Architetto:
1623-1644
Urbano VIII Attivit
di Bernini la complet con la facciata commissionata a
1644-1655
Innocenzo X - - Carlo Maderno. Con un pizzico di superbia il papa Borghese mise il suo nome sopra l'entrata
principale come se tutta la chiesa fosse opera sua. II suo successore, Urbano VIII (Maffeo
Barberini), era famoso per essere un umanista e continu il mecenatismo del predecessore
con l'obiettivo di costruire una Roma magnifica. Tra le opere da lui sostenute spicca
Palazzo Barberini, esempio eccezionale dell'architettura barocca, progettato da Maderno.
Innocenzo X (nato Giovanni Battista Pamphilj) non fu certamente meno generoso nei suoi
investimenti. L'attuale Piazza Navona caratterizzata dai monumenti voluti da lui.
Al famoso architetto Francesco Borromini affid la costruzione di Sant'Agnese in Agone e
della Fontana dei Fiumi che doveva essere costruita davanti alla stessa chiesa. Borromini,
per, realizz solo la prima delle due committenze. La seconda sar portata a termine
dall'artista pi famoso di questo secolo: Gian Lorenzo Bernini.
62
2
8
Collega i paragrafi alle immagini indicando, secondo te, quale opera d'arte esemplifica al
meglio le caratteristiche dell'arte di Bernini descritte nel testo.

1 1 Iii )(VII secolo passato alla storia come il secolo Barocco. Questo stile nacque a Roma per poi
svilupparsi in tutta Europa e senza dubbio l'artista che ne incarn le principali caratteristiche Gian Lorenzo
Bernini. Studiare l'arte di Bernini significa studiare il Barocco. Lui divenne presto il preferito dei Papi:
in particolare Paolo V e Urbano VIII gli affidarono molti lavori. Si afferm innanzitutto come ritrattista:
i suoi mezzibusti erano apprezzati per la capacita di cogliere l'anima di chi rappresentava. Pochi altri artisti
hanno avuto la sua capacita di esprimere la psicologia dei personaggi, reali o di fantasia.

2. Le figure di Bernini colpiscono per la loro manifesta sensualit. Questa caratteristica contraria alla
cultura della Controriforma, rigida e puritana. Anche guando doveva rappresentare soggetti sacri, lo scultore
sottoline la carnalit quasi lasciva dei personaggi.

3 n II Barocco non era pieno solo di immagini sensuali e vitali, ma anche di continui riferimenti alla morte.
In quel periodo la prospettiva della redenzione e del paradiso sembrava infatti perdere forza e pi spesso il
tempo era definito solo come una tragica corsa verso la fine. L'arte, dunque, rappresentava questa mancanza
di serenit, la perdita delle certezze che erano state alla base del Rinascimento.

4 n Bernini fu prima di tutto uno scultore, anche se non si limit a studiare solo Michelangelo, Verrocchio e
Donatello. Prese, infatti, ispirazione anche dalla pittura, che stava vivendo una stagione di grande innovazione.
Durante la sua giovent vide sicuramente gli splendidi capolavori di Caravaggio e dall'artista lombardo
prender due caratteristiche fondamentali: l'estremo realismo e la capacita di rappresentare le emozioni.

Bernini,
Anima dannala,
1619

lriicolare del Sepolcro di Urbano VIII, 'I'ransverberazione di


I 698 Santa Teresa d'Avila

di 1119dicrii,
3 562

Ricostruisci l'ordine del testo.

A Dafne ahora chiese aiuto a suo padre Peneo, un fiume, pregandolo di


trasformarla in una pianta.
B Per rendere ancora pi amara la sua vendetta, Cupido colpi Dafne con una
freccia di piombo che gli impediva di innamorarsi di Apollo.
C Peneo accett e non appena Apollo tocc Dafne lei si trasform in alloro,
salvandosi. La ninfa nella cultura cristiana diventa u simbolo della castit
che resiste alle tentazioni della carne.
D Cupido scocc una freccia verso Apollo e lo fece innamorare di Dafne, una
ninfa devota a Diana, quindi gi per natura riluttante al matrimonio e
agli uomini in generale.
E II dio del sole e della poesia, pieno di desiderio, insegui la ninfa per possederla.
F Ovidio nelle sue Metamorfosi racconta che Cupido si arrabbi con Apollo
Benedetto Luti, Apollo e Da/he, 1700 ca.
per la superbia del dio del Sole e allora decise di vendicarsi.
63
Analisi dell'opera
4
Guarda l'opera a pagina 65, rileggi il testo dell'attivit 2 a pagina 63 e indica quali
caratteristiche dell'arte di Bernini ti sembrano presenti.

5
Leggi i testi e completa le descrizioni dei particolari. Dopo ogni risposta verifica nelle
soluzioni e vai avanti.

5c Le mani hanno
iniziato la
mutazione e le
dita diventano
IIPTFT

5a Apollo ha un'espressione non


facilmente definibile. La bocca
aperta/socchiusa/chiusa e
gli occhi fissi su Dafne sembrano
comunicarci che ha notato
l'inizio della trasformazione.
5b II volto di Dafne esprime rabbia/
paura/passione perch vede che
Apollo ormai molto vicino.
Lei non sembra ancora essersi
accorta che si sta trasformando
in pianta.

64
6 116 , L'opera
Guarda Apollo e Dafne, rilassati e aseolta la tieserizione.

,i, "`I., x, Z`\ . ,


(
,
Yt
. \
a N
/
.--- , --'"^"."Z........,_..-: .,,,,

--..,.

.
,.... ......
I
,

Apollo e Dafne. Tecnica: scultura.


Datazione: 1622-25. Materiale: marmo. e

; Autore: Gian Lorenzo Bemini. Collocazione: Galleria Borghese, Roma. ;

000000000000100800000 ****** 11.4100e0 , G000e0O00000000$0.50000 .

65
7a
Leggi le vare parti del testo e fai le attivit eorrispondenti.

Apollo che insegue Da frie pieno di desiderio e lei che fugge per evitare di essere violata dal dio una
scena molto amata dall'arte rinascimentale e soprattutto barocca. La rappresentazione di Bernini stata
riconosciuta, anche dai contemporanei, come la migliore, quella che riusciva a restituire tutto il fascino
di questo episodio mitologico. La prima cosa a colpire delle scelte iconografiche berniniane la fase
della storia rappresentata: la statua coglie i personaggi nell'esatto momento in cui Apollo tocca Dafne
e lei inizia a trasformarsi in alloro, salvandosi dalle conseguenze del desiderio del dio. Questa scelta
permette a Bernini di esprimere u suo talento nel rappresentare le emozioni e il dramma. La ninfa si
gira con terrore perch ha capito di essere stata raggiunta e non sa che si sta gi trasformando, mentre
il dio del sole ha un'espressione enigmatica: sembra essere nell'esatto momento di passaggio dalla
gioia di ayer preso la bella giovinetta, alla consapevolezza che non potr soddisfare i propri desideri.
Tutto questo d alla scena un'atmosfera teatrale. Tutti i personaggi di Bernini sembrano attori su un
palcoscenico, seguendo la cultura barocca basata su una frase di Shakespeare: "Tutto il mondo un
teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori".

7b Con un compagno cliseutete su quali sono le differenze e le similarit tra queste
rappresentazioni di Apollo e Dafne e quella del Bernini.

Pollaiolo, 1470-80 Auer, 1688-90 Veronese, 1560-65

7c Continua la lettura.

Un altro elemento fortemente barocco la sensualit: il gesto di Apollo che da dietro afferra la ninfa, e
lei che fugge con paura, genera una scena che drammatica ed erotica al tempo stesso. La statua viene
commissionata da Scipione Borghese, cardinale nipote di papa Paolo V, appassionato cosi tanto di
arte, da collezionare opere dei principali artisti contemporanei e passati, tra cui Raffaello, Caravaggio
e Federico Barocci. Ancora oggi possiamo godere di questa collezione visitando la sua villa sul Pincio.
Rimane presto affascinato dal talento di Gian Lorenzo e gli commissiona diverse statue, tra cui l'Apollo
e Dafne. Quest'opera, per, crea un certo sospetto nei cardinali che la vedono per la prima volta:
la sensualit delle figure non era ben vista dai religiosi legati al clima rigoroso della Controriforma.
Per salvare Scipione, e certo anche Bernini, dall'accusa di aver violato le regole del decoro, un
cardinale famoso per il suo talento poetico, fa mettere sotto la statua una scritta: "Chi amando insegue
le gioie della bellezza fugace riempie la mano di fronde e coglie bacche amare".

66

11 cardinale era Maffeo Barberini, futuro papa Urbano VIII, che come pontefice dar molto lavoro a
Gian Lorenzo. La sua frase voleva dare una morale cristiana all'episodio mitologico, ma in realt solo
un tentativo goffo di giustificare la carica sensuale della scena. La presenza di questo giudizio, in un
certo senso, afferma l'immoralit dell'opera nel momento in cui la nega. La mitologia si trasforma in
una scusa per rappresentare scene piacevoli, gioiose, al limite dell'eros, salvando poi le apparenze con
la dichiarazione di una morale. Siamo lontani da Botticelli, in cui la mitologia era davvero un modo per
avvicinarsi alle verit cristiane. Siamo nel Barocco dove lo stesso concetto di "verit", cristiana o no,
perduto e rimane solo la consolazione di un "fugace" piacere.

7d Nel testo precedente e in guello successivo vengono usate gueste parole riferite alle diverse
parti di un albero, abbinale alle

1 radici 4 Fl fronde o foglie


2 FI alloro 5 1 1 corteccia
3 1 bacche

7e Leggi, poi guarda i bozzetti e indica se, secondo te, sono studi per realizzare quadri o statue.


Quest'opera considerata il primo capolavoro dello scultore, in cui lui dimostra gi le caratteristiche che
accompagneranno tutta la sua carriera. La novit assoluta che Bernini opera con la scultura quella di
riuscire a rappresentare oggetti mai scolpiti prima di lui. Nelle sue mani il marmo diventa foglia, ramo,
corteccia dell'albero, radici che partono dai piedi e entran nella terra, vestito gonfiato dal vento. Poi,
soprattutto, la statua diventa movimento. Lo stesso concetto di "statua" contiene l'idea di "stare ferma".
Lui invece cerca il moto, l'azione, coinvolgendo l'osservatore che quasi vorrebbe aiutare Dafne a resistere
alla violenza di Apollo. Per molti secoli gli artisti si sono interrogati su quale arte fosse la migliore, la
pittura o la scultura. Molti sostenevano che il disegno, insieme al colore, riuscisse a rappresentare molte
pi cose della scultura perch questa aveva un limite: la durezza della pietra. 11 pittore pu rappresentare
quello che vuole (il fuoco, il cielo, un paesaggio) mentre lo scultore solo cose molto simili al materiale
che usa: il marmo. Questa idea era stata affermata da Galileo Galilei, personaggio che sicuramente
Bernini aveva ascoltato. Forse un particolare di Apollo e Dafne trova ora una spiegazione: i due
sassi ben in vista ai piedi di Apollo. Bernini vuole dimostrare che lui con il marmo pu fare sia cose
facilmente rappresentabili con la roccia (le pietre) sia cose molto diverse, come le foglie o i vestiti mossi
dal vento. In un ceno senso quest'opera risponde alle teorie sull'arte dello scienziato pisano: i limiti del
marmo non sono cosi grandi se il talento dello scultore riesce_a trasformarlo in ci che desidera.

1 4 , ,......
. . ._ t ..11'
1 k
N
,y
1,...:, ''P 1.....-
,

\ "' 1411,.?

441;.;-,114,1 r
;

'

. 1111j .;

67
8 PI La Fontana dei Fiumi di Bernini
Aseolta il dialogo tra Stefano e Romina e
rispondi alle domande riferite aMe immagini.

2E1117,

Foto A: ci sono due interpretazioni sul perch u fiume Nilo si copre la faccia: quali sono?
Foto B: quale fiume rappresentato da questa statua? Da cosa si pu riconoscere?
Foto C: cosa significa il gesto del Danubio? E perch c' quello spazio vuoto tra le due statue?

9 n, Creare verbi
Leggi queste frasi tratte dall'ascolto, scegli l'alternativa corretta poi ascolta per verificare.
Infine completa la regola sotto.
1 Ma si, fammela, grazie... mi sono un po sfreddato/affreddolito/infreddolito...
2 ...fra le numerose opere che imbellano/belliscono/abbelliscono e preziosiscono/impreziosiscono/
impreziosano Piazza Navona, spicca per fascino...
3 II movimento della bellissima palma spostata dal vento e per il leone che si affaccia/faccia/infaccisce al
di sotto di essa.
4 Forse usavano l'arte proprio per incalmarsi/calmare/calmire il loro caratteraccio!
5 Comunque tutto questo mi fascina/sfascina/affascina.
6 Quando per il Papa gli commission la fontana dei fiumi, annullendoinullandotannullando la precedente
acensa..
Regola
possibile formare dei verbi da aggettivi o da nomi in diversi modi. Uno dei pi comuni aggiungendo
a- all'inizio e alla fine are (per esempio nella frase 6 c' il verbo che viene dalla parola
nulla) o ire (come dal colore "rosso" deriva il verbo
Se il verbo comincia con una consonante questa diventa sempre doppia.
Un'altra possibilit mettere prima dell'aggettivo e del nome in- come nella frase dove
dall'aggettivo freddo deriva il verbo . Se la parola comincia con b o p, in- diventa
come nel verbo "im-prezios-ire" della frase 2.
In alcuni casi non necessario usare alcun suffisso e basta aggiungere are all'aggettivo come ad esempio
nella frase 4 , che deriva dall'aggettivo

lo
Con un compagno provate a formare un verbo da questi nomi e aggettivi poi verifcate nelle
soluzioni.

triste vile saporc qiallo tardi fretta dolcc fumo laccio braccio paura

68
11 tiawaimmilA~
"Santit, aiutate mio figlio. Egli si crede ji Padron del mondo':
Cosi scrive la madre di Gian Lorenzo al Pontefice per
chiedergli aiuto nel contrastare la superbia del figlio. Bernini
si sentiva non solo il miglior artista di Roma, ma addirittura
un padrone della citt e quindi del mondo. Questo ci aiuta
a capire che lui inaugura una nuova figura di artista. Prima
di lui pittori, scultori, architetti, ma anche attori, poeti e
Estasi della beata Ludovica Alberoni, 1674
matematici, guando erano fortunati vivevano alta corte dei
nobili, svolgendo i lavori che di volta in volta servivano al potente che
ti proteggeva. Pensiamo a Leonardo che gira le corti pi importanti
d'Europa occupandosi di un gran numero di mestieri per guadagnarsi
da vivere. In alcuni casi gli artisti si organizzavano in botteghe per
rispondere alle committenze, creando delle piccole aziende dell'arte,
o semplicemente dell'artigianato. Bernini diverso: lui, insieme a
Caravaggio, il primo artista che ha una personalit ben riconoscibile
a cui i committenti si devono adeguare. lui a fare tendenza e non a
inseguirla. Botticelli dipingeva le idee di Lorenzo il Magnifico e dopo la
morte del suo protettore, cambia completamente la sua arte. Bernini,
Busto di baki XIV, 1665
invece, inventa cose completamente nuove che poi dopo i committenti,
i cardinali, i papi, i nobili, acquistano e finanziano senza avere la vera possibilit di modificarli, al massimo
possono aggiungere una frase sotto per non far sembrare le sue opere indecorose. Bernini fa di se stesso una
stella dell'arte, un mito (in prima persona fa scrivere delle biografie che ne esaltano il talento mai visto prima),
e anche i pi potenti non possono far altro che seguire il suo genio. La liberta che lo caratterizza gli permette di
rappresentare l'estasi di una beata (Ludovica Alberoni) con toni che arrivano alta sensualit, ma anche di riuscire
a celebrare la gloria dei potenti (anche il re Sole ha voluto un ritratto). Bernini ha veramente disegnato Roma
con le sue invenzioni e nessuno, anche chi all'inizio non poteva accettarne gli eccessi, riuscito a resistere al
fascino della sua arte.

12
Guarda queste sculture e indica quali, seconclo te, sono di Bernini e quali no, spiegando
ji perch.

Conoscere il contesto storico


I messaggi delle opere possono apparire incomprensibili se non si conosce il contesto storico
in cui l'artista lavorava. Senza sapere che nel Seicento c'era il clima moralista della Controriforma
la sensualit di Bernini non ci apparirebbe per quello che : una sfida alle idee proibizioniste
che si stavano affermando.
,.,41/,,10101., 11471000G ,D00000". ,,,,,,,,, C.011 IDOMO , ,4,611, 44,1)041, 0004, ,

69
Percorso

9 Bacio
di Francesco Hayez

Guarda le immagini e rispondi alle domande, poi leggi il testo.


Conosci II personaggio dell'immagine A? Cos'ha in mano? Perch? Cos'ha fatto
d'importante?
Riconosci 1 personaggio B? Come ti sembra? Descrivilo.
L'immagine C rappresenta l'Italia prima di essere unita. Alcuni di questi stati erano
dominati da stranieri. Puoi immaginare quali?

Dopo secoli di divisioni e dominazioni


C kI laeZdn ia
straniere, nella seconda meta
Regno
dell'Ottocento gil italiani, o per meglio Novata. .MILANO

Lombardotreneto

par.%ocieria Ve nezia Granducato di


dire gli abitanti di que' territorio che TONO Toscana
tiologna
ora corrisponde all'Italia, desideravano Ge ll0Vd

II IRF:11 ZE
S.MARINO
III loanTificio
avere una patria comune e indipendente. N i:za
Penni :a Reuno della
Due Sicilia
Vittorio Emanuele II (B), re di Sardegna, ..

principe del Piemonte, duca di Savoia


R O.111A
e di Genova, insieme al conte di Bari
G o, NAPOLI
Cavour, diede inizio al progetto politico
di mandare via tutti gli stranieri e
1848-1861 1859 fare dell'Italia un unico paese sotto , 1..
..
agliari
Risorgimento II Bacio
la corona dei Savoia. La Francia
Palermo
sosteneva l'impresa e prima di tutto Trapani
furono cacciati gli austriaci dal Nord Catania
Restaurazione 1820 1848 -

della penisola. Nel 1860 fu il turno di


Garibaldi (A) che prima con mille uomini
conquist la Sicilia, poi risalendo verso Nord occup lo stato pontificio (C). 11 17 marzo
1861 nacque ufficialmente il regno d'Italia sotto la dinasta dei Savoia.
70
2 II Rofianticis
Usa le parole chiave del Romanticismo per descrivere ognuno di guesti quadri. Attenzione,
uno dei quadri non e romantico, quale secondo te? Poi leggi il testo per controllare.

creativit originalit individualismo politica selvaggio irreale infinito sensibilit emozione

1). Incluno, II ritorno del soldaloferilo, 1854 ea G. Segantini, Zampognari iii Brianza, 1883

"II Romanticismo non nella scelta dei soggetti, n nella


verit esatta, ma nel modo di sentire" ed possibile trovarlo
"solo nell'intimitn. Cosi il poeta Baudelaire definisce
Romanticismo, movimento culturale che segna la storia
dell'Ottocento. Sono romantiche quelle opere che si
concentrano sull'emozione, puntando l'attenzione sul
sentimento, sia di chi soggetto dell'opera sia di chi la
guarda. Molti quadri romantici rappresentano dei paesaggi (D),
nell'intento di far recuperare un rapporto ormai perduto con
la natura. II ruolo dell'artista cambia completamente: se prima
A. Fontanesi, Dopo la pioggia, 1861.
pittori, architetti, compositori ecc. lavoravano eseguendo
le richieste dei mecenati, ora creano arte per esprimere innanzitutto se stessi. L'arte si trasforma da professione
a vocazione. L'artista si sente un uomo speciale, che ha una sensibilit superiore agli altri e deve esprimerla
attraverso le sue opere (A). Lui rappresenta il suo modo individuale e personale di sentire il mondo, evitando sia di
imitare i classici, sia di rappresentare in modo realistico la vita quotidiana (C). Un'affermazione di libert che non
riguarda solo larte ma anche la politica, come il Risorgimento ad esempio (B).

3
Completa il testo con le parole nel riguadro.

storici storia scrittori pittore scultore

Francesco Hayez (1791-1882), (1) veneziano


emigrato a Roma, fu allievo dello (2) Antonio
Canova, guida della scuola neoclassica, ma presto venne
conquistato dalle nuove tendenze romantiche. La prima cosa
che lo spinse verso il Romanticismo fu il suo interesse per la
(3) _ _ , soprattutto per quella che riguardava
episodi di oppressione della libert del popolo. Molto spesso
E Hayez, 1 due libscari, 1842
dietro soggetti apparentemente non relazionat a fatti
(4) nascose puntuali analisi della situazione contemporanea. Questa caratteristica lo fa
assomigliare all'altro grande personaggio del Romanticismo italiano: Alessandro Manzoni, uno dei pi importanti
(5) della letteratura italiana.
71
Analisi dell'op era
4 Prime impressioni
Guarda il quadro a pagina 73 e descrivi tutto quello che vedi, concentrandoti su: ambiente,
vestiti dei personaggi, azioni. Infine, con un compagno, provate a descrivere le emozioni che
vi provoca.

Leggi i testi e completa le descrizioni dei particolari. Dopo ogni risposta verifica nelle soluzioni
e vai avanti.

rrir I
Iii11110141110111

Sollo sfondo
c'e una persona di
_ che si
allontana. Particolare
che d un senso di
mistero e di segreto
alta scena.

1' 1 1',,11 11 111' 1 ,1 ,1,11 11. 1


,1

, 1 1 , 1114
.1 1 i11 1
,

I ,
rr ,
_

5d II piede sullo scalino


ci indica che lui
sta arrivando/
5 partendo/ballando.

72
offill L'O ^

Guarda ji Bocio, rilassati e ascolta la descrizione.

informaziorn di base
Ji Bacio. Tecnica: olio su tela. o
Datazione: 1859. Collocazione: Pinacoteca di Brera-Milano.
` Autore: Francesco Hayez.

:elweeeesocootos ******************* esmero". ***************

73
7a
Leggi le vare parti del testo e fai le attivit corrispondenti.

Per analizzare quest'opera non possiamo riferirci ad un soggetto iconografico tradizionale, come
abbiamo fatto per il David o per la Madonna dei Pellegrini, perch qui siamo davanti a qualcosa
di non convenzionale: non mitologia, non un episodio storico n tantomeno una scena biblica.
Il Romanticismo inventa soggetti nuovi che necessario analizzare singolarmente. Quindi sar
necessario innanzitutto descrivere u dipinto nei minimi particolari per comprenderne il messaggio.
Due ragazzi nella stanza di un palazzo, forse in un cortile d'ingresso di un castello medievale, si
baciano appassionatamente. Lei porta un vestito che, a seconda della luce ha diverse sfumature: azzurro
chiaro, quasi bianco, sul corpo, blu in corrispondenza delle gambe. L'abbigliamento del ragazzo, invece,
tutto sulle tonalit del rosso, anche se si intravede che l'interno del mantello verde scuro. La bella
fanciulla si lascia trasportare dalla passione del bacio; lui, con delicatezza, la accarezza e le tiene
la nuca. Il ragazzo sembra che stia partendo, infatti ha gi indosso u mantello e un piede sul primo
scalino; la lunga ombra a destra sottolinea la sua immediata partenza. Sembra che questo sia un ultimo
bacio, forse anche nascosto dagli occhi indiscreti della figura che sta scendendo le scale a sinistra.
Probabilmente lui un soldato, visto che porta un pugnale sotto la veste, e anche la piuma sul cappello
lo testimonia (questo tipo di cappello diventer ji simbolo degli Alpini, combattenti delle montagne).
II bacio, quindi, potrebbe avere ji sapore dell'addio dal momento che le guerre in quegli anni non
avevano molta piet dei giovani valorosi. I volti dei due non sono ben visibili lasciando che l'unico
protagonista sia il gesto d'amore che si scambiano. La loro non n una passione fortemente sensuale,
n troppo casta: siamo nel Romanticismo e domina l'intimit, l'amore non universale n scandaloso,
ma unico, individuale, privato.

7b Abbina gli aggettivi alle corrispondenti definizioni.
1 Convenzionale A Che ha grade coraggio, eroico.
2 1 Appassionato B Che offende u senso morale.
3 Delicato C Che prova un grande interesse, entusiasmo e sentimento per qualcosa.
4 liii Indiscreto D Che eccita e d piacere al sensi.
5 Va loros E Che si adegua alle norme moran, estetiche o alle regole di costume prevalenti.
6 1 1 Sensuale F Che ha la qualit di risultare gradevole ai sensi, non troppo deciso.
7 n Scandaloso G Che invadente e importuno.

7c Continua la lettura, poi abbina le domande alle risposte.


Oltre ad una lettura semplicemente romantica, nel senso della
rappresentazione della passione amorosa, c' anche un'interpretazione
storica piuttosto evidente. A spingerci verso una spiegazione legata a
fatti di cronaca innanzitutto l'abbigliamento del giovane: lui porta un
cappello piumato, tipico del combattenti, e un pugnale da soldato. Siamo
nel 1859 e il popolo italiano sta combattendo per scacciare gli stranieri
e riunire la penisola in un unico regno. Ii rosso dell'abbigliamento
del ragazzo non pu essere casuale: sar questo il colore delle camicie delle truppe indipendentiste
di Garibaldi. A guardare bene la colorazione dei vestiti si scoprono cose interessanti: l'interno del
mantello del giovane soldato verde (particolare ancora pi evidente nella versione dello stesso dipinto
fatta da Hayez nel 1861), come del resto la piuma sul cappello. La ragazza vestita di blu ma con forti
sfumature sul bianco, colore che diventa dominante sulla manica, dove, all'altezza del gomito, spunta
un pezzo di stoffa bianchissimo. Verde, bianco e rosso.

74

Che ci sia un riferimento alla bandiera italiana? Per niente improbabile viste le convinzioni
risorgimentali di Hayez e il fatto che il ragazzo ha tutta l'aria di un garibaldino. Se si segue
quest'interpretazione delle scelte cromatiche, ahora diventa interessante anche l'azzurro bluastro del
vestito della ragazza. Nell'abbraccio con lui questo colore si mescola al rosso e di nuovo al blanco
formando il tricolore francese. A questo punto utile ricordare che l'impresa di Vittorio Emanuele II,
Garibaldi e Cavour si basata su una forte alleanza con i transalpini. L'amore dei due, il loro bacio
appassionato, diventa il simbolo dell'alleanza tra Italia e Francia. Questa interpretazione sostenuta
da un fatto: nel 1861 Hayez dipinge un'altra versione del quadro e questa volta la ragazza vestita
di bianco. L'Italia ormai unita e il pittore vuole esaltare solo il tricolore italiano, forse anche per
vendicarsi dei francesi che non hanno permesso di annettere al neonato regno d'Italia anche il Veneto.

1 n Cosa significa la pluma sul cappello? A Sono un riferimento all'alleanza tra Francia e Italia.
2 Cl Perch lui vestito di rosso? B Italia e Francia non sono pi alicate.
3 Pl Cosa significan i colon i dei vestiti C Che lui un combattente delle montagne.
dei ragazzi nella versione del 1859? D un riferimento alla divisa dei volontari garibaldini.
4 1 1 Perch nella versione del '61 cambia
il colore del vestito della ragazza?

7d Termina la lettura.

Come detto Hayez stato apprendista del pi grande artista dell'Ottocento italiano: Antonio Canova.
La loro idea di arte, per, nettamente diversa. Escludendo che il maestro si occupa principalmente
di scultura e l'allievo di pittura, le differenze tra i due sono ben pi profonde. Canova il principe
del Neoclassicismo europeo: i suoi modelli sono soprattutto la mitologia e l'arte classica. Hayez
romantico e dipinge principalmente quadri a soggetto storico. Si prenda ad esempio la celeberrima
statua di Amore e Psiche. In questa scultura Canova prende a modello un soggetto mitologico e lo
rappresenta con dolcezza, soavit e tranquillit. Niente a che vedere con il Bacio di Hayez, pleno di
dramma, di movimento e di passione. L'abbraccio di Canova un gesto molto complesso e articolato,
quasi una danza, in cui Amore abbraccia Psiche dall'alto e lei gli cinge la testa con le braccia. I due
amanti canoviani si sfiorano mentre quelli di Hayez si afferrano, si stringono, sono quasi dominati
dalla loro stessa passione. Poi c' la pi grande delle differenze: Amore e Psiche non si stanno ancora
baciando. Canova rappresenta l'attesa infinita, eterna di un gesto d'amore simbolicamente sempre sul
limite della realizzazione. Ii bacio di Hayez, al contrario, si realizza ed "reale" in tutte le sfumature
di questo termine, cosi reale da essere addirittura legato a fatti storici ben precisi. L'arte europea si
divide tra chi vuole recuperare la mitologia, inseguendo un ideale di bellezza perfetta, e i romantici, che
guardano la storia e rappresentano le passioni travolgenti dell'uomo contemporaneo.

7e Canova ha fatto due statue di rn


Amore e Psiche: con un compagno
provate a capire quale di queste
due viene analizzata nel testo,
poi discutete su quali sono le
differenze con il Bacio di Hayez.

75
Aseolta dialogo tra Romina e Stefano.

0."

8b In91 Completa le frasi scegliendo l'opzione corretta, poi riascolta per verificare.
1 Stefano e Romina visitano una esposizione temporanea/collezione privata/nuova parte del museo.
2 Dopo la visita andranno a cena in un ristorante economico/panoramico/tipico.
3 Nel Romanticismo si parla spesso di amore/storia/mitologia.
4 Sono esposte una/due/tre versioni del dipinto.

(-1
8c 1191 Metti in ordine
queste frasi del dialogo poi riascolta per verificare. Infine rispondi alla
domanda finale e completa la regola.
1 1S: - No, no... tranquilla! Tutta farina del mio sacco! Solo che a forza di andare in giro con te, quadri qui,
sculture l... piano piano...
1 R: - II mio stupore totale... sei stato tanto romantico!
1 1S: - Certo, cara mia, guando mi ci metto, so organizzare bene le cose anch'io! Ora ci facciamo un giro
dentro, poi cenetta romantica nel ristorante che ti ho detto, vista duomo!
R: - Sono sempre pi sorpresa, ormai da un po' di tempo ti sei perfino appassionato all'arte... devo
preoccuparmi? Mi nascondi qualcosa?
S: - Addirittura! Sono veramente soddisfatto, la sorpresa riusrita!
R: - Quindi al ristorante ci andiamo dopo, era tutto organizzato!
1 / S: - Tanti auguri a te, tanti auguri a te, tanti auguri Romina, tanti auguri a te!
1 1S: - Appunto, romantico come Hayez. Sai, ero curioso anch'io di vederla questa mostra, specialmente
il famoso "Bacio", confesso. E quale momento migliore...
1 1R: - Oddio, mi viene da piangere... la mostra di Hayez! Sono proprio... senza parole...

Le parole in grassetto a cosa servono secondo te?


A FI cercare di spiegarsi B 1 1 esprimere incertezza C1 1 dare enfasi.

Quanto cambierebbe il significato delle frasi senza queste parole? A n molto B 1 1 poco C n per niente
Regola: "Appunto", "veramente", "perfino", "addirittura", "solo", "proprio" sono utilizzati come avverbi
focalizzanti, cio servono a ad alcuni concetti espressi nella frase.

9
Con un compagno immaginate il dialogo tra i due amanti del quadro di Hayez prima del !lacio
e subito dopo. Durante il dialogo usate it maggior numero possibile di avverbi focalizzanti.

76
10
"Divino coltivatore della prima arte del mondo", "supremo
ministro della bellezza", "uno di quei geni che bastano a rendere
famoso un secolo", "miracolo dell'arte": questi sono alcuni dei
modi in cui i contemporanei definivano Antonio Canova. Lui
l'espressione della corrente artistica che, insieme al Romanticismo,
segna l'Ottocento: II Neoclassicismo. Nelle sue sculture Canova
non cerca di imitare la realt, ma va alla ricerca del divino,
dell'ideale, espresso nell'arte classica, soprattutto greca. Le statue
di Canova ricercano continuamente la perfezione formale, non
c' spazio per le emozioni. Ad esempio il viso di Ebe non esprime
nessun sentimento. Proprio Canova risponde a questa critica
dicendo che l'emozione nemica della bellezza. L'unico momento
in cui le sue creazioni esprimono drammi o passioni guando
EU, 1816
sono ancora degli abbozzi. Ad esempio il bozzetto per una statua
che non realizzer mai, il Compianto di Abele, ci trasmette un
dolore intensissimo, dai sapori quasi romantici. Guando, per,
Canova finisce le sue opere le depura da qualsiasi elemento
patetico, ricercando solo la dolcezza e l'armonia. Anche guando
si trova a rappresentare la
violenza, come nell'Ercole e
Lica, tutto viene racchiuso
da un gesto cosi impossibile
da eliminare un yero
dinamismo e ridurre tutto
a una pura ricerca formale.
Canova la tecnica che vince
sul contenuto, Hayez il
sentimento che usa la tecnica
Bozzetto per Compianto di Abele, 1818-22 solo come mezzo. Errole e Lica, 1795-1815

11 Ottocento a confronto:
Con un eompagno: uno di voi due romantieo e deve difendere la bellezza del dipinto
di Hayez mentre l'altro neoelassieo e difencler l'opera di Canova. Evidenziate tutte le
differenze tra le opere sottolineando i pregi della vostra Maddalena e i difetti di quena
dell'altro.

Guardare e descrivere
Qualsiasi analisi parte sempre dalla
descrizione. La prima cosa da fare
nell'approccio ad un opera d'arte
osservarla nei minimi particolari, poi :
dopo si proceder ad identificare ji:
soggetto, le relazioni con il contesto .
e le ipotesi sul significato. Tutto parte .
dalla descrizione, perch gli artisti
parlano prima di tutto ai nostri occhi. :

C:anova, Maddalena penitente, 1793-96 layez, aria Maddalena penitente nel deserto, 1825

77
Percorso

10 La risata
di Umberto Boccioni
1
Guarda i dipinti e prova a capire qual u loro stile A
seegliendo fra quelli qui sotto, poi leggi il testo.

astrattismo espressionismo cubismo dadaismo

II concetto di Avanguardia nasce nel XX secolo per


definire un gruppo di artisti (poeti, pittori, scultori,
musicisti) che si organizzano per realizzare un comune
progetto, basato su teorie nuove, espresse chiaramente
guando u gruppo viene fondato. Caratteristica di
questi movimenti quella di teorizzare le proprie idee
artistiche prima ancora di applicarle, creando un'arte
rivoluzionaria rispetto al passato. Tra le Avanguardie
bisogna citare innanzitutto l'espressionismo, movimento
di origini tedesche che privilegia il lato emotivo rispetto Levi, La strega e il bainfrato, 1936

alla realt percepibile con i sensi (A). Sul lato della


tecnica le novit pi grandi arrivano dal cubismo,
ideato da Picasso, che vuole analizzare la realt da pi
prospettive allo stesso tempo (B). La maggior parte
delle novit nel Novecento non partono dall'Italia ma
dall'estero, soprattutto dalla Francia, dalla Spagna
1'4
o dalla Germania. Come l'astrattismo di Kandinsky,
che abbandona l'arte figurativa alla ricerca di nuove -

forme di comunicazione (C), oppure l'arte Dada che,


al contrario, vuole negare lo stesso concetto di arte
affermando che tutti possono essere artisti e qualsiasi
oggetto pu essere un'opera degna di un museo (D). , 41 Y;
Nei passaggio tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Sevtrini, In dirompenle II a rhalniliww)
Dinamismo (li una ilan:_ai, Ice 1)on ,ohn e
Novecento la societ aveva subito un mutamento tale
in bianco e raro, 19 I 2
che l'arte non poteva pi continuare a ripetere forme,
idee e messaggi del passato.

Frtg
1900-1920
Periodo
1909
Nascita del
Futurismo
delle
Avanguardie
storiche 1911
La risata
di Boccioni
Kanclinsky, Giallo, Ras" 131u, 1925 Duchamp, Fonlana, 1917

78
lo
2
Leggi alcune regole del Futurismo, scritte dal fondatorc Tommaso
Marinctti. Per ogni opera futurista indica la regola (o le regole)
applicata dall'artista scrivcndo i numen i sollo allc opere.

LE FIGARO 20 febbraio 1909


Carr, Ifunerali dell'anarchico Galli, 1911

1 \oi se voglianat "i 411( 1 111( 0 le misterios()


ram(n.
p.rirolo. 1 al,i(odio, porte dellimpossibile? 11 Tempo e lo

ana rl 11(01011 Spazio morirono 11 , 11. Noi vivilililu

gia nelrassoluto poich 1114141am gia


II roraggio. l'audacia. (40411111 l'eterna velocita omnipresente.
la ribellintir. ,aranno elementi
essenziali della ilustra poesia. 9" Noi vogliaino glorificare la
guerra - sola igicite (lel 10011(1(4 - ji
4 \ oi alTermiamo elle 111 il paftionisino il gesto
nia:miliceliza del mondo si e (listriinore (114i libertari belle idee
arriccliila di 111111 bellezza mima: per cui si intiore il disprezzo della
la 14(411ezza della velocil i'i . (10111111.
Balla, Dinamismo di un calle al guiti:aglio, 1912
automobile da corsa col suo
rola n adorno di grossi tithi simili Manifvso Viiiiirismo. V. T. Nlarinviii
a n 1 , 1 411 'I )I( (In
rtiggente. clip sombra
corren' -41111a initraglia, bello
della Vittoria di Sainotracia!

7 Non hclIciza se non mella


loi ia Ctiti111111 01)(Ta ClIC 11011 111)1)iil

1111 l'alai leve aggressivo essere


LIII capoltnolo.

8 Noi siamo 404111 promontorio


1:tissolo, Rivolla, 1911
estrena) dei s(scoli!... l'erch
dovreinino guardarei alle Severini, La corsa del tram, 1913

3
II testo scritto con il presente storico: trasforma i verbi
usando il passato remoto, l'imperfetto e trapassato prossimo.

II Futurismo nasce per annullare e distruggere ci che c'era prima e


rappresentare il presente, dominato dalla velocit delle macchine, dal
rumore e dalle masse. Umberto Boccioni tra i fondatori del movimento
futurista. II suo obiettivo quello di esprimere le tensioni della societ
del tempo, causate dallo sviluppo di nuovi spazi urbani, quelli delle
citt che si trasformano in metropoli. Simbolo di tale mutamento
soprattutto Milano, una citt che si arricchisce e si modifica grazie alla
rivoluzione industriale. Secondo Boccioni non ha pi senso ripetere le
statue greche guando la realt dominata dal fumo delle fabbriche. Boccioni, II ami/no, 1909

79
10
Analisi dell'op era
4 Prime impressioni
Guarda il dipinto La risata a pagina 81. Prova a descriverlo e a riconoscere quanti pi
oggetti possibile. Che impressioni ti da? Cosa rappresenta secondo te?

5
Leggi i testi e completa le descrizioni dei particolari. Dopo ogni risposta verifica nelle
soluzioni e vai avanti.
i
1 ,
, 2 = cu
cr co
,r-
1;1 ,,^ S' 1.7' 2 = - 75
o O =
-5 - - cu O Crl cr
00 2 __ro cq o ' o"
o -k.,
'j ' ' '1'''l1
'O
a_ C13 73
..,.., co 51
#''' > , '
"1 '
'1 1, 1 r SIIIII'l." ' lib 9:11t1),.. ... 75 U
,: 115,.. 11.'
= -C
+-+ C13 CIS
5 'ti tu' 111
-4 f
'
,
-,,
1. rz - , , - O
-3 ,c,) u C-1

l' lhi .-.:;.'" .., ' o,


'

. .. ,..
.

"1 = C t51) o +-'- 42


E
VI cl
co 01
E LE C ___
1.)
, . .
1 ,-ea.5 o E -
ozi > 2 O
J 1 ,...moojoseal
""."" , , ., .:
O 'U
O
,,,,. .1 ,. 0 1. , ' 1111011" E
V = E -Z-13- -,5 51 '5 2 o
..; ' o = vl cy) th =
,, ' 7-- F.,, o = o
5 ''' .4 ' ' '',',.., 1 :" ' sl : : > '- ...o
.,,,
',1:`,',"'

kt Ir
', '- -
,
...
a
3n ,..
0." _11.- tn CJ > "O lO
,* ..
to, , '11 ' ''''.;

_ k O' ity.u,...A.-4ii.,,,, cImr,,,nr =.


: \ ,
117.1
1._ '. 40 ,0011 ',.' ',. .

,-

_..,, ,- o
C., n o
,,^ ,, 411' 1.,,,,.. 'IiIN .=.,' co
'.1'1-1 ,,'!.. ' ',. ;;;,,,:,>tr.',; ,:.% 03 a
1
-
101111111.- d.t,
_Y 'k''... 41 1P'51 ' 1 ,,.:, ''''.'', ,i,:: .1111, '
, CJ -I-,
vl . O O
O CJ

2 4`2, a)

, C.) 0..1 Ce ,_ >


-- = O al 0)
--( Cr Cr ID_ _C
10 JZ:,
, t1
ilq . 1-
' in
!' j." . ' ,,,,, ' ,, i -. " '-, ''''',' 1, ' . - ..r01-1,-,,z
, , 1, +1,:',1,'" 1,i, 4: ' ',,. ,,

. ,

,. , 1 ' CV = u -E -=
d cs3 'i.";- ,n ' 5_
= 4-,
." .2 ID
u-) o
o = Cr,
-. ' ' ,,10, ,.,,,.,. , -

c2., ce
o
'a,
o_
c_J
C) .7:
, 0 1,1 ,' ,r1 '1,' kli,?:111 4.111:0',1,11,411.141.
' 1- ', .,..;;:b ,',. ' ,,, t' -o 0..
(I) 0 CO
il "-E O
= ""- C.J 13 -0
o a) C.J CO , il . ,i,1,' , '111,1'
J u
o , 0.) h- E
. , .= CU 7.-Z O CL) .7C3 1
E 1 Iti'''' ' ll'' ', ,' ''''i'l
C-0 4-'
(11 CU - .4,-4._ '
'
i 71,71'1114141121.11' l'111411044141':
'' 7 1 l'' ' 117b, = 1/1 Y- C71 CO '
ji 7,11 ,.i11.1:7 ' '' l 0511/111.7,
= .17-: Crl CC 1, 79 111 : 1 li 1,1 0 170 7 1411111117".,1'
= '4 '7 ' 19,11,,s4
,,,I . '7 ' ' ., 11 >71, 74'1', 1"1:,,,.1147,1,470,V;
' 11 i7 11,1.
' ' 1 , CC , , ., , 4 1,22,42,4, 9, . , 12 ', 11 [2.2
Lr) lit ). r,, Iri ,,,,, 'fi I 11,, , e,11,,,,11,1
,i1 ....blp vil

1 [ j j .; ,I 1 i , 1, 50. 10 .411 1 t ' ,,i '11,1,11',' 1,11bili:1 10.11 Pir'I'l 1' 1,1'1

80
6 C L'opera
Guarda La risata, rilassati e ascolta la descrizione.

rt

1110.0000.00.061.0. ,

La risata. Tecnica: olio su tela.


Datazione: 1911. Collocazione: Museum of Modern Art
Autore: Urnberto Boccioni. a New York.
osoemsomeoecmosoe. ..... 91LSOJDOCJIMO .'

81
7a
Leggi le vare parti del testo e fai le attivit corrispondenti.

Per comprendere l'arte contemporanea non si possono utilizzare .:4-'"1,kr.74.10y!." .4


'

1'
gli stessi criteri con cui si analizzano Michelangelo, Caravaggio o $: .5,
Bernini. La differenza principale che non si pu guardare l'opera in
se stessa, descrivendola nei minimi particolari e interpretandoli in base al contesto, al soggetto, alla
committenza o alle convinzioni dell'artista. L'arte contemporanea ha sempre bisogno di una spiegazione
esterna all'opera che ci permetta di cogliere l'idea che l'artista, o pi spesso it gruppo di artisti, vuole
trasmettere. L'obiettivo dell'arte contemporanea non , dunque, quello di essere capita da tutti e per
sempre. Per comprendere il Futurismo, ad esempio, necessario tenere a mente la passione degli artisti
per il mondo contemporaneo e la sua velocit. Uno dei grandi interessi dei futuristi era la vita notturna,
piena di locali, luci artificiali e balli sfrenati; addirittura la baldoria diventa un yero e proprio campo
di studio. La parola "studio" per non adeguata per i Futuristi: devono vivere in prima persona tutto,
arte e vita sono la stessa cosa, quindi non analizzano ma sperimentano. A tal proposito sono celebri gli
spettacoli teatrali chiamati "serate futuriste", in cui tutto era finalizzato al coinvolgimento del pubblico.
Lo spettacolo non era sul palco, con attori che interpretavano una trama, ma avveniva in platea, con
una continua provocazione degli spettatori e le loro reazioni erano it cuore della rappresentazione.
Ad esempio veniva messa della colla sulle poltrone, o spruzzata polvere per far starnutire, oppure
veniva assegnato lo stesso posto a diversi spettatori, tutto per creare disordine, confusione, caos.
Spesso queste serate finivano in risse e la polizia era costretta ad intervenire per interromperle.
Una volta Marinetti ha preso un grosso motore e lo ha acceso sul palco dicendo che quello era un
concerto della musica pi bella immaginabile. Molti lo fischiavano, ma lui era felice perch almeno
la reazione era spontanea e sincera. Per capire l'uomo contemporaneo necessario vederlo in azione
e la notte, la festa, uno dei momenti migliori per farlo.

7b Ipotizza quali di queste informazioni sulle serate futuriste sono false, poi verifica nelle soluzioni.
1 1 1 I futuristi hanno organizzato 115 serate tra 1909 e 1915, a fronte di meno di 20 mostre d'arte.
2 1 1 Durante una prima alta Scala hanno lanciato dei volantini sul pubblico contro ji passatismo del teatro
convenzionale.
3 1 1 Chiunque poteva organizzare serate futuriste, l'importante era provocare il pubblico.
4 I Durante uno spettacolo ji pubblico ha lanciato ortaggi contro di loro e i futuristi hanno reagito
creando una vera e propria guerra di frutta e verdura.
5 1 1 Alta fine di una serata nel 1915 Marinetti viene arrestato e in carcere incontra Mussolini.
6 Le loro performance sono state fatte solo in Italia.

7c Leggi e completa lo schcma delle parole riferite al riso contenute nel testo, poi ahbinalc ai
significati come nell'esempio.

La risata rappresenta l'interno di un bar, lo capiamo dal tavolino al centro del dipinto, dai bicchieri,
da un piatto a sinistra e soprattutto dai tavoli in alto a destra con i volti di alcune persone. A sinistra
c' la donna che d il titolo al quadro: lei e la sua risata sono il centro dell'azione ed l'unica figura
chiaramente riconoscibile. Sappiamo che la prima versione del dipinto era stata giudicata "realistica",
poi Boccioni va a Parigi ed entra in contatto con la tecnica cubista. Tornato a Milano modifica
completamente la sua Risata adottando le tecniche inventate da Picasso e mantenendo figurativa
solo la donna che ride. Nella nuova versione del dipinto Boccioni rappresenta gli oggetti da diverse
angolature allo stesso tempo, ad esempio i due bicchieri sulla sinistra che sono visti sia di lato che
da sopra. La luce concentrata in fasci che tagliano la composizione: si tratta di un'illuminazione
elettrica, simbolo della modernit. La grande intuizione del pittore che gli oggetti si compenetrano,
si mescolano tra loro, entrando l'uno dentro l'altro.

82

Ad esempio a sinistra l'uomo con i baffi attraversato dalle braccia della donna che ride, poi si vede
spuntare da sotto ji braccio di un'altra donna vestita di rosso che, a sua volta, attraversa un piatto.
Tutto si unisce e si confonde dentro la risata travolgente, sguaiata, fragorosa, della donna. Anche la
ragazza in verde a destra sembra partecipare all'ilarit con un lieve sorriso, quasi un sogghigno un po'
snob. L'uomo seduto alla sua sinistra si sporge verso il gruppo, forse incuriosito, e ride sotto i baffi.
Un altro uomo, sul lato sinistro del quadro, sembra non gradire e ha un'espressione corrucciata: forse
non ha capito la battuta. Una scena, quindi, comune in un bar: ad un tavolo qualcuno dice una cosa
simpatica, forse una barzelletta spiritosa, e esplode una grassa risata, creando un'energia che invade
tutta la stanza. Boccioni vuole ricreare la confusione vitale delle serate milanesi e a guardarlo con
intensit riesce nell'intento di farci sentire parte di quel clima ilare: tutta la difficolt che facciamo nel
riconoscere le figure non altro che un modo per essere partecipi della scena.

1 TRAVOLG ENTE
fl ridere nascondendosi un po', in modo non troppo evidente
i I risata rumorosa
2 __ U_ I _T_ ) (3 _ R R O __
n storia di fantasia concepita per far ridere le altre persone
1 risata che coinvolge molte persone senza possibilit di
resistere
4I_A 5 RIDE SOTTO I n risata grande e gustosa
allegria
6 B A __ U __ (7_ B A T1 n breve scherzo, ironia o gioco di parole per provocare le risa
n risata molto evidente, senza limitazioni, libera dalla
(t3G_ S__ RISATA) vergogna

7c1 Leggi, poi cerca nel testo il titolo e l'anno di realizzazione di tre delle opere qui sollo.
La quarta, l'hai gi vista in questo Percorso.

Come e forse pi degli altri futuristi, Boccioni affascinato dal movimento. Ad esempio nella Citt
che sale, dipinta un anno prima della Risata, vediamo dei cavalli che travolgono delle persone
con la loro cnergia, segno di una forza vitale impetuosa. Sullo sfondo ci sono dei cantieri, i nuovi
quartieri di Milano che stanno crescendo grazie all'energia creatrice dell'uomo moderno rappresentata
dall'industria. Nel 1912 Boccioni inizia a dedicarsi alla scultura e l'anno successivo crea la sua opera
pi conosciuta: Forme uniche della continuit nello spazio. Questa piccola statua, cosi famosa da essere
impressa nella moneta italiana da 20 centesimi, rappresenta le linee del movimento di un uomo che
cammina. Anche guando Boccioni deve rappresentare un oggetto ferrno e inanimato come una hottiglia
(Sviluppo di una bottiglia nello spazio, 1913), lo fa cercando le linee di forza che la attraversano,
mescolando l'interno e l'esterno. In definitiva il Futurismo esprime e glorifica solo il presente,
rinunciando a qualsiasi traccia del passato. Pu trattarsi, forse, di una reazione rabbiosa e violenta
rispetto alla bellezza impossibile dell'arte classica, completamente perduta in una societ che da qui a
pochi anni dar inizio alla Prima Guerra Mondiale.

,.


-,
. ,1
i lit14 ,1,i.
, ,A. ,,,. 3
' 4..
. v

4
--, - ,, ' ".., . ' ' , '

,...
.-

,
II .
...... ..

83
ga 12
211 pa ss i one futurista
Ascolta quello che dicono Stefano e Romina e indica se queste
cose sono futuriste o passatiste spiegando anche il perch.

Zang, tumb, tumb tecnologia stile vintage


la pasta carneplastico posate

Futurista Perch Passatista Perch

8b 112111 Prova a formare delle parole unendo gli aggettivi, i verbi


e i nomi con i suffissi. Poi riascolta il dialogo e verifica le tue ipotesi.

Parola di origine Suffisso

1 semplice -otto
2 piacere - oso
3 dilettare - astro
4 grande - bile
5 orecchio - evole
6 anziano
7 armonia


8 giallo
9 detestare

9
Con dei compagni: dovete creare il manifesto del nuovo movimento in difesa delle regole
della grammatica italiana. Scrivete le dieci idee su cui si fonda il movimento. Usate u numero
maggiore possibile di suffissi. In aggiunta a quelli dell'attivit 8b potete usare anche quelli
qui sotto e, se non ne conoscete u significato, fate una ricerca o chiedete all'insegnante.
Prendete spunto dal manifesto futurista a pagina 79.

-ino -etto -one -accio -uccio

1 6
2 7
3 8
4 9
5 10

84
10 Le conseguenze della violenza futurista
Quando Marinetti nel manifesto di fondazione del movimento futurista inneggia
al militarismo e al patriottismo, dicendo che la guerra "unica igiene del mondo",
rappresenta alcune pulsioni della societ europea che porteranno a grandi
rivoluzioni e scontri di proporzioni enormi. Nel 1914 scoppia la Prima Guerra
Mondiale e i Futuristi non hanno dubbi: l'Italia deve far parte del "bagno di
sangue" che ripulir la societ europea dal passatismo. I seguaci di Marinetti usano
la loro arte per fare propaganda alla guerra e loro stessi andranno volontari al
fronte. Dopo la guerra il Futurismo non solo non cambia direzione, ma rafforza
la sua ideologia combattiva. In quegli anni si formava il consenso per il progetto
politico di Mussolini e la retorica fascista era basata fortemente sulle idee futuriste:
le parole del loro manifesto "lotta, audacia, coraggio, amor del pericolo" saranno
al centro della propaganda del Fascismo. Molti futuristi, tra cui Marinetti,
credevano nel progetto di Mussolini, fino a guando lui non diventa un dittatore
e lo abbandonano. L'artista futurista incarna dinamiche completamente nuove
rispetto al passato: se, un tempo, gli artisti rappresentavano i messaggi che i loro
committenti volevano comunicare, ora le Avanguardie decidono in autonomia
la propria poetica. Nel Medioevo e nel Rinascimento l'artista era per lo pi un
artigiano, che possedeva la tecnica per tradurre in arte le idee di chi finanziava.
Nel Barocco l'artista diviene cosciente del proprio stile e afferma con forza la
sua individualit (Bernini e Caravaggia Nel Novecento non c' pi niente di
Mari [hin in divisa cla.
artigianale: l'arte non pi solo un mestiere, una tecnica, ma un modo di vivere,
lo slancio di uomini che sentono di dover esprimere se stessi e la loro visione del
mondo, non importa se condivisa o no. I futuristi vivono la loro arte fino in fondo, estremizzando cosi tanto
le loro posizioni da andare in guerra volontari e sostenere l'ascesa di Mussolini. Ma, paradossalmente, per
affermare la propria libert di espressione e di pensiero i futuristi si affidano ad un tiranno peggiore di quello
che avrebbero mai creduto, che strumentalizzer il loro messaggio e la loro arte.

11 Guerra e pace
Con un compagno guardate le immagini. (bah sensazioni vi danno? Ci sono elementi
che vi semhrano un elogio della guerra? (bah? Ora provate a realizzare voi un'opera
futurista che esalti la pace. Potete usare qualsiasi cosa: oggetti, un disegno, delle scritte,
immagini ritagliate. Poi presentate la vostra opera alla classe.

Fasulo, Guerra bafieriologica, 1938 Severini, Commiii 1915 Depero, Ingmnaggi & guerra, I 923-26
000016

Cambiare metodo
L'arte contemporanea non pu essere analizzata con i parametri studiati sinora: quasi impossibile trovare
soggetti convenzionali, non esistono pi vere committenze, anche la stessa descrizione non aiuta a capire

messaggi. Anzi, a volte scompaiono anche i messaggi. Ogni opera, ogni movimento, necessita di uno

studio a parte, individuale. L'arte non finisce, ma cambia, e quindi deve cambiare il modo di guardarla.
85
Trascrizioni e soluzioni

3 (Soluzione possibile) 1 Siccome Ravenna aveva il porto di Classe e i collegamenti con l'Oriente erano facili stata scelta come capitale
dell'Impero Romano. 2 Lo spostamento della capitale a Ravenna stato causato da i facili collegamenti con l'Oriente e la posizione
facilmente difendibile. 3 I mosaici sparsi per la citt sono una testimonianza del periodo in cui Ravenna era la capitale d'Italia.
5a A San Pietro, B San Paolo.
5b Giordano.
5c Giovanni Battista.
5d fermi, di fronte, tranquilli, ser.

6
ei) Sul soffitto di un piccolo edificio vicino al centro di &wenn si trova questo grande mosaico. Al centro vediamo un uomo nudo immerso
nell'acqua: lui Ges. II Nazareno rappresentato nel momento del Battesimo nel fiume Giordano. Giovanni Battista, con la mano,
versa so pro la testa di Cristo dell'acqua santa. Intorno olla scena centro/e, come raggi che nascono da un so/e, stanno i dodici apostoli.
La scena ci trasmette una grande serenit. Lo sfondo in oro da una parte annulla la pro fondit e lo spazio (e quindi il tempo), dall'altra
attira la nostra attenzione appena entriamo nella stretta porta di questo battistero. 11 bianco dei ves titi degli apostoli aumenta
questo effetto di chiarore e di luce creato da/ mosaico. II momento in cui Giovanni battezza Ges ha un peso notevole nella storia del
cristianesimo, perch Giovanni, profeta ebreo di grande popolarit, riconosce la santit di quest'uomo dichiarandolo figlio di Dio e
salvatore dell'umanit. II trono con la croce simboleggia il vera significato delraffermazione di Giovanni: Gest') si dovr sacrificare per
salvare il mondo. In parte quindi anche un momento drammatico, ma /'arte bizantina annulla la tragedia e sottolinea solo la gloria di
Ges e dei suoi apostoli. Nell'opera ci sano pochi particolari per permettere all'osservatore di concentrarsi solo su ci che importante:
l'affermazione de//a divinit di Ges. La bellezza de//o sfondo in oro, la tranquillit che nasce dall'osservazione di questo mosaico erano
anche un invito olla gente a battezzarsi anche loro.
7b 1 colomba, 2 aureola, 3 boccia, 4 scoglio.
7c 1 - 3 - 4.
7d 1 B, 2 E, 3 A, 4 C, 5 D.

8a e 8c
gi) - Ed ecco qua il Battistero degli Ariani, visto che non era lantano? Meno di dieci minuti.
- Eh si, contenta tu... lo mi sarei fermata volentieri in quel bar in Piazza del Popolo per un be//'aperitivo.
- "Non di solo pone vive l'uomo!" Forza entriamo, vedrai che una meroviglia.
- Da fuori non sembra cosi speciale... solo mattoni, come una casa.
- Una casa?! Veramente?! Questa che chiami "casa" patrimonio dell'umanit de//'Unesco. Caro mio, non capisci proprio niente, lo
sai quant' antico questo battistero? Questo battistero stato costruito nel sesto secolo dopo Cristo quindi un yero miracolo
architettonico! Sesto seco/o, 1500 anni fa! Era stato il re ostrogoto Teodorico a valer/a, per il culto degli ariani.
- Ariani? E chi erano? Non erano cristiani?
- In que/ tempo le religioni convivevano: erano i primi secoli del cristianesimo. Poi sano stati considerati eretici. Per gli ariani Cristo
era una creatura divina, ma non era Dio... insomma, questo que//o che mi ricordo, dovrei leggere meglio la guida.
- Se lo dici tu... mi fido.
- Su, andiamo dentro. Oddio, che emozione, ha la pelle d'oca.
- Per! Ammetto di essere sorpresa! Non mi aspettavo una cosa de/genere... Tifo girare la testa! Impressionante! Come hanno fatto
a rendere quel colore d'oro del di:pinto? Sembra yero...
- Guarda bene: non un dipinto! E un mosaico. uno dei pi importanti de//a storia del/arte... La doratura vera, altro che colore!
Aspetta, fammi leggere... Dov'era? Ecco! Le tessere de/mosaica sano di vetro, fatte con forme diverse e attaccate in posizioni
diverse per creare dei giochi di luce. Poich loro era il materiale pi prezioso e si voleva rendere omaggio a Dio nel modo pi alto
possibile, le tessere sono state coperte con una sottilissima lamina d'oro. Come nella basilica di San Marco a Venezia. Che pazienza
per farlo!
- Forse con que//'oro potevano fare una callana o un oro/agio...
- Sei insensibile! Ma che orologio?! Nel sesto seco/o...!
- Scusa, scherzo! Veramente mi piace questo dipin... mosaico, va/evo dire. Anzi, sano curioso: come facevano a seguire il disegno con
i pezzetti? Mi pare difficilissimo...
- La guida dice che gli artisti seguivano una traccia dell'opera disegnato direttamente su! muro. Certo, un muro normale non poteva
andare bene, perci lo copri vano prima con diversi tipi di cemento: il primo strato si chiamava "arriccio", il secando era con un
altro materia/e, la malta. Alla fine facevano con un colore rosso il disegno dell'opera, che si chiamava "sinpia". Poi attaccavano i
pezzi sopra. Come bere un bicchier d'acquo!
- Ah, si?! lo non riesco a finire neanche un puzzle di 500 pezzi!
- Finisco di leggere: questo mosaico stato fatto con la tecnica diretta, pi difficile e bella, perch le tessere devano essere
attaccate una ala volta direttamente sul soffitto per vedere bene gli effetti di luce de//a doratura. Siccome una tecnica molto
complicata, in altri casi si preparo vano dei pezzi di mosaico in laboratorio e poi si attaccavano gi pronti, quasi come grandi
mattonelle di oggL Quest era il -tnetodo indiretto".
- Sen ti, e invece i personaggi chi sano?
- In mezzo c' Ges, Giovanni Battista a destra, la personificazione del Fiume Giordano o sinistra, la colomba in alto lo Spirito
Santo e intorno... tutti gli apostoli. Guarda bene le posizioni, perch ora andiamo a vedere il Battesimo Neoniano. l'altro
capo/avara cittadino, addirittura pi antico, in un battistero qui vicino. Vedrai, le posizioni di Giovanni Battista e del Giordano
sano invertite! Ci sar anche il fondo blu, invece che dorato. Non incredibile? Due battisteri vicini, due stili tanto simili, ma anche
diversi, che hanno ispirato tanta arte futura...
- Non ho capito bene... vuoi vedere un altro battistero? E anche quasi uguale a questo?! Oh, no! Tu vai pure, ma io ti aspetto in
piazza con un bel/'aperitivo in mano.
- E dai, Stefano! Non fare il pigrone!
- Uff.. va bene, ma mi sento i piedi a pezzetti... come quelli del mosaico!
8b (Soluzione possibile) Costruito nel sesto secolo - Da Teodorico, re ostrogoto. - Per dare l'effetto dorato alle tessere le hanno coperte con
una sottilissima lamina d'oro. - Anche a Venezia nella basilica di san Marco stata usata la stessa tecnica. - II primo strato di cemento
si chiama arriccio. - Prima di mettere le tessere coprivano il muro con diversi tipi di cemento e poi facevano il disegno dell'opera con
un colore rosso. - Due metodi diversi erano la tecnica diretta dove le tessere sono attaccate una alla volta direttamente sul soffitto e il
metodo indiretto, con pezzi di mosaico preparati in laboratorio. - Le posizioni di Giovanni Battista e del Giordano sono invertite e il fondo
blu, invece che dorato.

8c
(2) Questo battistero stato costruito nel sesto secolo dopo Cristo quindi un yero miracolo architettonico! - Certo, un muro normale
non poteva andare bene, perci lo coprivano prima con diversi tipi di cemento. - Questo mosaico stato fatto con la tecnica diretta,
pi difficile e bella, perch le tessere devono essere attaccate una alla volta direttamente sul soffitto. - Siccome una tecnica malta
complicata, in altri casi si preparavano dei pezzi di mosaico in laboratorio. - Guarda bene le posizioni, perch ora andiamo a vedere il
Battesimo Neoniano.
II connettivo all'inizio della frase "siccome". I connettivi sinonimi sono "quindi" e "perci".
9 1 Siccome ha le chiavi, lui san Pietro, 2 Ha la ruota dentata, perci santa Caterina d'Alessadria, 3 san Francesco perch ha la tunica
marrone e le stigmate, 4 Ha le frecce quindi san Sebastiano.

86
Trascrizioni e soluzioni

1 Periodo classico: 3 - 4 - 6; Periodo barbarico: 1 - 2 - 5.


3 1 medioevo, 2 lotta, 3 indipendenza, 4 inizio, 5 romaniche, 6 libro.
4 semplice - lineare - elegante - slanciato
5a A aquila - angelo
5b C costola
5c colonne - trifore/archi
5d latino - artista

6
ei) 1 modenesi, olla fine dell'XI secolo e all'inizio del XII seco/o, decidono di rifiutare il potere dei vescovi imposti da Roma e creano un potere
indipendente, diventando uno dei primi libeni Comuni d'Italia. Smbolo di questo periodo il Duomo. Le forme dolci, rotonde, con le
colonne e gli archi a tutto sesto disegnano lo spazio di tutta la struttura. Elemento riconoscibile di questo duomo sono le trifore, presenti
veramente ovun que. II tetto a salienti, che sembra dore olla chiesa le forme di una normale casa, una scelta tpica del romanico per
dore fermezza e monumentalit. Le chiese romaniche non cercano mai di dore il senso dell'altezza, anche guando sano malta grandL
I mattoni bianchi de//a facciata imitano il marmo bianco di Carrara, materiale tipico de/le grandi architetture romane. Su//o facciata
ci colpiscono soprattutto le storie de/lo Genesi di Wiligelmo, altorilievi di rara qualit. A catturare la nostra attenzione la chiarezza
con cui i soggetti sano rappresentati: nella prima scena vediamo che Dio crea l'uomo e poi la donna, poi c' il momento in cui i due
progenitori mangiano il frutto della conoscenza condannando Pumanit ad essere esiliata dal paradiso. Lo scultore olandese inserisce
un particolare: Eva guando viene creata da Dio non ha il seno, come del resto Aclamo non ha organi riproduttivi. Solo guando i due
compiono il peccato originale ad Eva crescono i seni e Adamo si copre le parti intime. Anche visivamente lo scultore rappresenta la
perdita di innocenza da parte dell'umanit. La chiarezza de/le rappresentazioni delle storie di Aclamo ed Eva ci mas trono che l'obiettivo
era que/lo di parlare al popolo in modo semplice, diretto, soprattutto perch era stato il popolo stesso a finanziare il progetto.
7b 1 capitello, 2 rosone, 3 portale con leoni stilofori, 4 trifora, 5 tetto a salienti.
7c A 3, B 6, C 4, D 2, E 5, F 1.

8a e 8c
e) - Dai, Stefano, corri, il Duomo sta per chiudere...
- Uffa, pi di cosi non ce la faccio!
- Ha/ voluta fare tutto oggi pomeriggio! II museo Ferrari, casa Pavarotti... e poi l'acetaia per provare l'aceto balsamico...
- Per era buono, eh? Non stare a lamentarti per qualche piccola deviazione dal tuo viaggio artistico.
- Ok ok... per adesso corri, sano quasi le 7! Ecco, questa vio Sant'Eufemia... mi pare. Si, si, ecco il cartel/o. Ora andiamo dritti e
dovremmo...
- Eccolo laggi, si vede gi.
- Per fortuna, siamo arrivati in tempo. Che corsa! Eccolo qui, il mio gioiello. Che spettacolo! Attraversiamo la strada...
- Attenta, che passa una bici! Oops... Stava per colpirti! Piano con que/le due ruote! Qui vanno tutti in bicicletta, una mana! Per
tu devi fare attenzione, se stai sempre a guardare le chiese finisce che ti mettono sotto!
- Su, lascia stare. Goditi il Duomo ora. Guarda che forma un/ca! difficile dirlo, ma per me una delle chiese romaniche pi be/le
d'Italia.
- Davvero impressionante... e particolare, diversa dal solito, non so spiegarmi bene... ma mi piace malta. Si vede un po' anche la torre
dietro, andiamo a vederla...
- Que/la la famosa Ghirlandina, il bellissimo campan/le. Dopo facciamo il giro e andiamo in Piazza Grande e vediamo il Duomo, ,
la torre e gli splendidi palazzi. E magari ci prendiamo anche il tuo tanto amato aperitivo e ci mangiamo le tigelle... Per ora
avviciniamoci, non rimane malta tempo.
- Certo che alcune cose sano strane, eh... questi leoni con le colonne...
- Si, il portale meraviglioso, dopo vedrai anche gli altri lateralL.. Si chiamano "leoni stilofori", hanno salta schiena la colonna.
La guida dice che forse sano delle copie antiche di statue romane. In verit il Duomo stato fatto con tan ti pezzi originali di
costruzioni romane...
- Romane o romaniche? lo mi sbaglio sempre...
- "Romane" significa dell'antica Roma; "romaniche" significa nello stile di questa chiesa, cio uno stile medievale che voleva
riprendere lo stile monumento/e, geometrico, lineare dell'arte classica, romana e greca. Guarda la facciata, che linee semplici, ma
gen/oh: i tetti che scendono, il rosone gigante, le trifore... le trifore sana que/le fines tre con tre aperture e due colonne.
- Veramente, ora che stiamo entrando, a me fanno impressione queste sculture... mi sembrano un fumetto, incredibile.
- Bravo! Vedo che piano piano la tua sensibilit da uomo primitivo sta crcscendo... Hai ragione: questi bassorilievi sano tra le cose
pi straordinarie della chiesa. Uno scultore genio/e, Wiligelmo, ha infatti decanato la chiesa con tante immagini incredibili, su storie
prese dalla Bibbia, su animali fantastici, leggende antiche...
- Questo stile mi piace veramente tanto. San romanico pure io? Guarda sopra que/lo colonna, come si dice, non mi viene... insomma,
cosa vuol dire que/lo scultura?
- Que/la un capitel/o. Tu conosci bene solo il calcio e il divano.., lose/ama perdere. una scena bellissima, tammi leggere... si tratta
dell'uomo in catene che sta provando a liberarsL Vicino c' un cone da guardia che abbaia. Dovrebbe rappresentare il desiderio di
libert degli schiavi.
- Interessante... ah, ecco linterna. Hai ragione, monumento/e, imponente, ma c' un'atmosfera particolare, seria, con poca luce.
- Eh si, era un luogo di contemplazione e preghiera, in pieno spirito medievale. Arriveranno dopo alcuni secoli le chiese cosi decoro te
da sembrare un colpa negli occhi, tra tan ti colon i e forme.
- Guarda, ne ha trovato un altro dei tuoi "capitelli", davvero buffo! Ma che significa questa scena?
- L'uomo saggio al centro sta fermo, le persone semplici sano nude e corrono, vanno anche a sbattere tra loro. Significa che la
conoscenza porta ala serenit, rignoranza porta olla paura di ogni cosa. Tu sones ti uno che corre...
- Ma per questo ha te, amoruccio mio! Vedi, tutti hanno un ruolo nella vita, tu sei la mia saggezza. Anzi, adesso ti sorprendo. Guarda
laggi, una meraviglia: un mosaico d'oro, stile Ravenna! Ci siamo stati, lo conosco!
- Vieni, andiamo pi vicino: quel mosaico solo un'imitazione. Bella, ma una copia dello stile che abbiamo visto a Ravenna. Mi pare
che l'abbiano fatto poco pi di cento anni fa. Pan//amo di quasi mi//e anni di differenza!
- Cose vere, cose false, cose riciclate dal passato... che caos. Dai scendiamo qua sotto, stanno per chiudere e vogliodare uno
sguardo...
- Questa la cripta, dove c' la tambo di San Geminiano. Che peccato, non abbiamo tempo... vorrei vedere tutto con calma.
- Eccone un altro: bellissimo anche questo.
- Ah, il capitel/o? Fammi leggere: dice che il sacrificio di lsacco. Ricordi la Bibbia?Suo padre, Abramo, doveva sacrificarlo per
richiesta di Dio. Stava per ucciderlo, guando un angelo l'ha fermata, portando un capretto da sacrificare al suo pasto.
- andata bene! Ma, mi puoi spiegare una cosa? Tutte queste sculture, queste scene cosi vare, alcune sacre, altre bizzarre... ma a
che servivano?
- Questa chiesa stata chiamata il "libro di pietra", un vena e proprio corso di religione medievale fatto con le immaginL II popolo
in quel tempo era malta semplice e ignorante e le chiese enano decorate con opere darte che dove vano raccontare, educare,
sorprendere, anche spaven tare.
- Ecco perch mi piace tanto il Romanico. lo sano come loro: non ti devi arrabbiare se non sto a leggere tutti i libri che leggi tu, mi
basta guardare la tv: come studiare per immagini...
- Ecco, l'ho sempre saputo... ha sposato un uomo medievo/e!

87
Trascrizi e ni e soltEdo
8b 1 Hanno visitato il museo della Ferrari, 2 Una bici stava per investire Romina, 3 Hanno guardato i leoni all'ingresso, 4 Stefano ha chiesto
a Romina la differenza tra "romano" e "romanico", 5 Hanno visto le storie del la Genes/ di VViligelmo, 6 Romina ha spiegato a Stefano II
capitello con la storia di Abramo e lsacco.
8c 1 Dai, Stefano, corri, ji Duomo sta per chiudere...2 Per era buono, eh? Non stare a lamentarti per qualche piccola deviazione. 3 Attenta,
che passa una bici! Oops... stava per colpirti! 4 Per tu devi fare attenzione, se stai sempre a guardare le chiese finisce che ti mettono
sotto! 5 Veramente, ora che stiamo entrando, a me fanno impressione queste sculture. 6 Si tratta dell'uomo in catene che sta provando a
liberarsi. 7 Abramo, doveva sacrificarlo per richiesta di Dio. Stava per ucciderlo guando un angelo l'ha fermato. 8 Non ti devi arrabbiare se
non sto a leggere tutti i libri che leggi tu, mi basta guardare la tv.
8d A infinito 1 -3, B mentre 5, C 6- 7, D 4 - 8.

1 Dall'alto in basso: sovrano - vescovi - abati - conti; preti e monaci - cavalieri - grandi proprietari terrieri; piccoli proprietari (uomini
liberi) - contadini - schiavi - artigiani. Nota: La "lingua volgare" era la lingua "popolare", parlata da! popolo (dal latino vulgus che significa
appunto "popolo"). Era una lingua molto diversa dal latino classico e ogni zona d'Italia parlava una sua lingua volgare particolare.
2 1 II dono del mantello a un povero, 2 La predica agli uccelli, 3 San Francesco riceve le stimmate, 4 Planto delle clarisse.
3 1226 - 1209 -1228-1253
5a C.
5b ricchezza - costosa.
5c a sinistra - a destra - ricca.
5d sinistra - ingiuste.

6 I6o
n L'immagine in alto la prima scena della vita di san Francesco dipinta da Giotto. Francesco qui era ancora il figlio di un importante
mercante che camminava per Assisi vantandosi de/le sue ricchezze. A destra, un uomo semplice si inginocchia davanti a lui e stende
il suo mantello come gesto di rispetto per chi destinato a fare cose grandi. Ancora pi a destra due uomini anziani commentano
la scena con evidente fastidio. Giotto rappresenta con grande attenzione lo sfondo e ancora oggi possiamo riconoscere gli edifici
della piazza di Assisi. Chiaramente riconoscibile al centro il tempio romano dedicato alta dea Minerva che, rispetto alla realt, ha
due differenze: il numero de//e colonne (cm que invece di se0 e il fatto che nell'originale non c' il rosone tra i due ungen. Questa
particolare voleva indicare che l'edificio era stato utilizzato come chi esa cristiana. La scena in basso, invece, la quarta della vita di
san Francesco e rappresenta il momento de/la sua conversione al vangelo. II centro della scena dominato dal futuro santo, nudo
a destra, e da/ padre, Pietro di Bernardone, che con rabbia vorrebbe colpire il figlio, se non fosse per un personaggio ves tito di rosso
che lo blocca. Pietro ha in mano i vestiti del figlio, che rappresentano le ricchezze a cui Francesco ha rinunciato. II Santo di Assisi non
presta nessuna attenzione alle minacce paterne e il suo sguardo rivolto al cielo dove una mano viene fuori dalle nava/e. La mano
rap presenta Dio che benedice la scelta di Francesco, il guate d'ora in poi avr un nuovo padre nei cieli. Le architetture sullo sfondo
creano un ambiente realistico, soprattutto grazie ad una capacit un/ca per quei tempi di creare un effetto di pro fondit. Giotto con le
sue opere pub essere considerato il padre della prospettiva, anche se non ancora sviluppata come nel Rinascimento. La netta divisione
dei due gruppi sottolinea que//o morale tra chi segue Cristo (a destra) e chi invece solo alfa ricerca della ricchezza (a sinistra). Malta
piel numerosi quelli che stanno dalla parte di Pietro che di Francesco e del vangelo. Lo spazio ha una funzione simbolica quindi, che si
percepisce ancora meglio confrontando questa scena con que/la inziale: Francesco prima della conversione rappresentato a sinistra
dell'affresco mentre guando decide di farsi cristiano Giotto lo disegna a destra. II cambiamento nella vita di Francesco percepibile
anche dal cambiamento della sao posizione nello spazio: a sinistra guando era ricco e a destra guando invece decide di seguire il
vangelo. Anche la scelta di alcuni colon i non casuale: il vestito giallo del padre fa riferimento ad alcune scene preceden ti de/la vita di
Francesco, come que//o in cui il primo francescano regala il suo mantello (giallo, appunto) ad un pavero. Da questo capiamo come questo
colore rappresenta la ricchezza a cui Francesco rinuncia definitivamente. Da adesso in poi lui indosser solo l'abito marrone tipico dei
francescani.
lb 1 Falso, 2 Vero, 3 Falso, 4 Vero, 5 Falso.
7d 1 interesse, 2 preoccupazione, 3 tristezza, 4 distrazione, 5 serenit.
le 1 D, 2 C, 3 B, 4 E, 5 A.

8a, 8b e 9a
- Hai visto? Oggi siamo perfettamente puntuali, nessun ritardo, nessuna sorpresa. Possiamo andare piano, senza correre!
- Cominci a fare progressi... questa volta ti sei organizzato bene!
- Studio su intemet della distanza in auto da Santa Maria degli Angeli: fatto! Studio della posizione dei parcheggi di Assisi:
fatto! Analisi de//a strada migliore per arrivare alta Baslica di San Francesco: fatto! Ed eccola qua, davanti a noi, sano un vera
computer!
- Siamo gi arrivati nella Piazza lnferiore, ti faccio i miei complimenti! Eccola l, una delle chiese pi straordinarie del mondo...
sano commossa!
- lo me la ricordo bene, ci sano stato in gita guando facevo la scuola media. Veramente impressionante, due chiese cosi diverse,
una so pro l'altra, la tomba di San Francesco, gli affreschi... Certo che non cosi fucile passare, pieno pleno di gente, eh?
- Certo che pieno... ma ti rendi canta cosa rappresenta San Francesco per l'umanit intera? Perch qui non parliamo solo di
Cattolici o credenti. Parliamo di una figura morale senza uguali nella storia. Poi parliamo anche di arte, storia, cultura nella
forma pi alta...
- Si, si, lo so, lo so... Assisi anche patrimonio dell'UNESCO... solo che ora...
- Che succede, che hai fatto?
- No, niente... aspetta un secando qui.
- Dove val?
- Un secondino... amare, arrivo subito.
- Primo, io non rimango qui da sola; secando, ved/ di parlare chiaro! Mi spieghi dove vuoi andare?
- In biglietteria... che mi sana dimenticato di fare la prenotazione della guida... Stavo per farlo due giorni fa e... puff! Mi sana
totalmente scordato.
- Ecco ritornato il solito Stefano! Naturalmente hai dimenticato la cosa pi importante: la guida. Colpa mia che ti ha lasciato
organizzare tutto. In fondo lo sapevo che rischiavo grosso! Va bene, non fa niente, andiamo a vedere se c' una guida disponibile
ora...
- qui vicino... all'ingresso. Scusa, amare mio, adesso ci penso io. Siediti sul muretto. Mentre aspetti, scatta qua/che bella foto
da mettere sul pro fila.
- Va bene, sbrigati!
- Ecco... siccome oggi un giomo festivo e... malta affollato... con gruppi dall'estero...
- Ro capito, taglia corto! Non c' una guida disponibile, yero?
- Gi...
- Dai, non fa Mente, ti perdono lo stesso, hai fatto tutto quasi bene questa volta. Poi sano troppo (dice di essere qui per
arrabbiarmi. Entriamo subito nella parte superiore, per prima cosa voglio vedere gli affreschi di Giotto.
- Andiamo, andiamo. Ancora due passi e ci siamo. Eccoci.
- Che atmosfera incredibile!
- Si, proprio ve...
- Schhh, parlo te a bassa voce, un luogo sacro!

88
-1T1'Ifig:"1
915 1
1 Li (1)1 ' ti '1191V 111'5

- Scusi! Volevo dire che gli affreschi sono splendidi! Poi le vetrate, ji soffitto blu... Sembra di S'tare al cinema, pieno di forme,
colon, immaginL Mi gira anche un po' la testa...
- Giotto stato un artista unico per i suoi tempi, stato tra i primi a dipingere con un realismo che poi sar tipico nel
Rinascimento. Queste sano le scene della Vita di San Francesco... le parole non bastan o dire quanta sano bel/e!
- Quest'immagine strana! Che rappresenta?A me fa anche un po' ridere...
- Fammi leggere qui: entrando ha preso il foglio che spiega i vari soggetti. Ecco, "II sogno di Papa lnnocenzo III. San Francesco
come una nuova colonna che sorregge la Chiesa che, senza di lui pu crollare. Nella scena, al contrario de/le leggi della fisica,
San Francesco ha i piedi dentro la Chieso, perch la aiuter dal suo interno, non dall'estemo.
- Queste immagini sono perfette per spiegare la vita e le opere del Santo. Ripeto, sembra di leggere un fumetto sulla vita del
Santo! E quell'affresco l con le sedie vuote?
- Ma che sedie vuote? Quelli sono "troni". Nel dipinto Ges, la figura con le ali, indica il trono che toccher a San Francesco in
Parad/so. Gli altri sano i pos ti per quelli che lo seguiranno, cio i francescani. Dopo una vita di preghiera e povert, avranno ji
giusto premio!
- Quindi un dipinto che serve a fere pubblicit all'ordine dei francescani!
- Se vuoi proprio dina cosi... forse si. Invece guarda questraffresco qui vicino: San Francesco che parla al Sultana. Lo convince
a non attaccare pi i cristioni
- E come ha fatto? Si vede un fuoco...
- San Francesco sfida i suoi soldati a entrare nel fuoco con lui, chi sarebbe sopravvissuto avrebbe dimostrato la verit de/la
proprio fede. II Sultana rifiuta e accetta una tregua.
- Ma quindi San Francesco era un personaggio intemazionale!
- Di 5/cura era una figura malta carisma tica e conosciuta!
- E Santa Chiara dov'? Non la vedo negli affreschi, per mi pare di ricordare che enano amici.
- Beh, si. Erano malta vicini, Santa Chiara ave va abbandonato la sua casa per seguire gli insegnamenti del Poverello. Per vera,
Santa Chiara non c' negli affreschi...
- No, eccone uno! le/, no?
- Schhh Piano!!! Si, hai ragione, saluto di Santa Chiara e delle sue compagne a San Francesco. Non mi era accorta! Pen
credo sia l'unico. Alla morte del santo, davanti ad una chiesa gotica, le suore lo salutano con amare. C' anche un uomo
arrampicato su un albero per vedere meglio la scena! Incredibile, sembra davvero di essere
- Ha/ ragione, nell'affresco mancano solo i paparazzi... Direi che San Francesco, anche dopo 700 anni, ancora malta, malta
moderno!
8b 1 B, 2 D, 3 A, 4 C.
8c 1 sogno - colonna, 2 troni - francescani, 3 Sultano - cristiani, 4 Chiara - gotica.
9a 1 piano, 2 chiaro, 3 naturalmente, 4 grosso.
9b Di solito gli avverbi si formano aggiungendo -mente all'aggettivo (esempio: naturalmente) A volte, pen, si possono trovare delle
espressioni che usano direttamente l'aggettivo senza aggiungere niente. (esempi: piano; chiaro; grosso)
9c 1 C (Rischi grosso a cambiare lavoro in questo periodo!), 2 E (Loca gioca sporco: non onesto), 3 A (Mi piace vestire chiaro: il nero e i
vestiti scuri mi stanno male), 4 B (Non mi sento bene: oggi meglio se mangio leggero), 5 D (Non sano simpatico a Laura... mi guarda
sempre brutto!).

Percorso 4 ,

3 1 Presentazione della Vergine al tempio, 2 Annunciazione, 3 facciata della Basilica di San Marco, 4 Pagamento del Tributo, 5 Villa dei
Misten i a Pompei.
5a abbracciati - soffiano.
5b preciso
5c bianche
5d Bellezza - si copre

6
e II mito racconta che Venere nacque dalla schiuma del mar Mediterraneo, fecondato dal dio Urano. Le non appare come una bambina ma
come una donna adulta e bellissima. II momento rappresentato da Botticelli subito dopo la nascita, guando la dea arriva su/lo costa
dell'isola di Cipro. Zeus, re degli dei, teme che la sua grande bellezza possa creare caos nell'olimpo quin& decide di rada sposare con
Efesto, vecchio dio del fuoco. Venere pero non ama suo marito e ha rapporti con molti uomini e dei. II suo figlio pi famoso Cupido,
l'angelo dell'amore. L'universo mitologico greco-romano contiene messaggi di grande interesse che lo cultura rinascimentale vuole
recuperare. Ad esempio la biografia di Venere dimostra che la Bellezza qualcosa che nessuno, nemmeno il re di tutti gli dei, riesce a
controllare e limitare. Anche /'amare, il pi nobile dei sentimenti, figlio della Bellezza. II quadro di Botticelli non pu contenere tutta la
ricchezza di messaggi de/mito, per sicuramente mette o disposizione dell'osservatore un'esperienza estetica che sicuramente genera
sentimenti di gioia, tranquillit e benessere. Guardando questa quadro non pu non ven/re in mente la frase di Dostoevskij: la bellezza
salver il mondo.
7b 1 Cupido, dio dell'amore, 2 Apollo, dio della poesia, della musica e del sole, 3 Marte, dio della guerra, 4 Minerva, dea della saggezza, 5
Bacco, dio del vino, 6 Diana, dea della caccia.
7c 1 Zefiro e Clon: rappresentano l'origine della forza che genera Venere, la bellezza. 2 Venere: lei non sensuale, anzi riservata e discreta
e questo ei fa pensare ai valori cristiani. 3 La Primavera sta per coprire la bellezza di Venere, perch non sono importanti le apparenze
esteriori. 4 Recuperare la mitologia aveva l'obiettivo di rappresentare valori comuni anche alla cultura cristiana.

8
ei) - Botticelli, Leonardo, Michelangelo, Raffaello... tutti insieme, uno dopo l'altro!
- ...e non abbiamo finito! Ecco la sala 83 di Tiziano. E poi c' Caravaggio, da non crederci! II museo degli Uffizi i-n-c-r-e-d-i-b-i-l-e.
Un'emozione dietro l'ultra! -
- Se solo penso a Stefano che non voluta entrare... Che rabbia!
- mutile, lascia stare... Gil uomini sano tutti cosi, sensibili come un blocco di marmo! lo con Marco mi sano arresa da malta tempo:
negli anni non cambiato di un mili/metro!
- Con Stefano troviamo sempre un compromesso: a volte lui mi segue in qualche visita e io ogni tanto vado a qualche partita di calcio...
Oggi speravo proprio che venisse, gli Uffizi sono imperdibili. Prima aveva detto di si, poi ha cambiato idea e ha preferito fare un giro per i
negozi del centro. Non lo hui visto prima? Per paura che lo obbligassi a entrare, passato davanti ala porta quasi correndo!
- Romina, vieni qui, guarda che spettacolo!
- Ah... la Venere di llrbino. Impressionante! bellissima...
- ... e anche sensualc, aggiungerei.
- Eh gi, mi pare la parola giusta. decisamente nuda e sembra che per lei non sia casi importante.
- Beh, dopotutto Venere, la dea della bellezza! Ti ricordi prima la "Nascita di Venere" di Botticelli?Anche quella era nudo.
- Certo che me la ricordo, ci abbiamo passato un'ora davanti aquel quadro! Ma que/la completamente diversa! La nascita di Venere
uno dei quadri pi famosi de//a storia, l'essenza stessa del Rinascimento, il modello de//a bellezza femminile, ...
- ... un'altra Venere famosa, ma sempre nudo! Scherzi aporte, anchlo credo che l'opera di Botticelli sia insuperabile. Certo, questa di
Tiziano malta realistica, i dettagli sano sorprendenti. 117VCCe que/la di Botticelli sembra pi stilizzata, eterea, irraggiungibile.
- Poi que//o di Bolticelli sembra un po' nascondersi, questa di Tiziano no, non mi pare proprio timida!
- E gi! La Venere di Tiziano stata imitata e cap/oto, tno ha anche creato scandalo! Per qualcuno era un quadro osceno... Comun que,

89
Trascrizioni e soluzioni
Tiziano si era a sua volta ispirato cilla Venere di Giorgione, di pochi anni prima. Anche que/la era nudo, ma addormentata, quindi un
pa' meno provocante...
- Si, mi pare di ricordarla. Era distesa anche lei.
- Certo, la Venere di Botticelli era una rappresentazione simbolica, in una scena quasi astratta... con Zefiro che soffia, lei sulla conchiglia
che arriva sulla spiaggia, mentre la aspettano con uno splendido ves tito per coprirla. il racconto di un mito, con tan ti significo ti
allegorici. Invece la Venere di Tiziano malta terrena!
- Sai che ti dico?Alla fine il quadro stupendo per questo. Si, ha detto stupendo, ragazza birichina che mi guardi dal dipinto! Sei furbo
tu, eh? Con quegli occhi... Sana sicura che il quadro sarebbe piaciuto anche a Stefano! Peggio per U!
- Guardandolo bene, io sano pi affascinata dai dettagli, che dalla Venere.., guarda il cagnolino che darme!!! Poi il lenzuolo sotto...
perfetto. E que//a ragazza la dietro? Che star cercando?
- Sano d'accordo... sembra una scena di un film... comunque, in genero/e, i quadri di Tiziano sana impressionanti: sembrano uscire fuori
dal muro, i colad sano come quelli di una foto.
- Meglio di una foto! II mio ce//u/are fa foto bruttissime: i ritratti di Tiziano sarebbero perfetti da mettere su un pro filo Facebook, altro
che selfie!
- Non male come idea! Oggi Tiziano sarebbe ricchissimo: ritrattista per Facebook! Comunque il mio ideale di bellezza rimane que//a di
Botticelli.
- Si, Si, anche per me. La Venere di Botticelli un po' come il David di Michelangelo. Belli e impossibili! Sano anche di una bellezza
modemissima, forse proprio perch ideo/e, meno realistica.
- Gi. Che facciamo, andiamo avanti?
- Direi di si, meglio sbrigarsi. Che c' nella prossima stanza?
- Mi pare una collezione provvisoria... i Pittori Lombardi del Cinquecento. Magari passiamo subito olla Gallero de//e Statue. Da vedere: la
statua di Venere su/la tribuna! Non ci posso credere... un'altra Venere!
- Sana sicura che sar bellissima. Andiamo a vedere...
- Si, andiamo, anche perch dopo... c' Caravaggio!
- Caravaggio?! Non posso crederci, ci sana tutti i grandissimi! Che museo incredibile. Arrivederci Tiziano, ala prossima occasione!

9 1 ...e non abbiamo finito, 2 non cambiato, 3 ha cambiato idea, 4 passato, 5 ci abbiamo passato, 6 non finita.

10a Alcuni verbi (come "finire", "cambiare", "passare") possono avere entrambi gli ausiliari. Usano l'ausiliare avere guando c' (o pu esserci)
un oggetto diretto. Ad esempio 'Mi padre ha cambiato lavoro". Quando invece non possibile usare un oggetto diretto si usa essere e
tutta l'azione concentrata sul soggetto. Ad esempio "Negli ultimi anni mio padre cambiato".
10b 1 Le invenzioni tecniche del Rinascimento hanno migliorato notevolmente le realizzazioni artistiche europee. 2 Leonardo migliorato
molto grazie al periodo di apprendistato nella bottega di Verrocchio. 3 Savonarola guando ha preso il potere ha bruciato moltissime opere
darte ma poi bruciato anche lui in piazza guando lo hanno condannato a morte. 4 Leonardo ha cominciato molte opere senza portarle a
termine, ed per questo che a Firenze sano cominciate molte critiche nei suoi confronti.

1 Non sano di Leonardo le opere B (monumento equestre di Colleoni realizzato da Verrocchio) e F (particolare della Madonna Sistina di Raffaello).
2 1 L'inconcludenza di un genio, 2 L'allievo che supera il maestro, 3 II mondo come oggetto di studio, 4 Perfezionismo maniacale
3 1 drammatici, 2 apostoli, 3 salvezza, 4 tredici.
5a rosso - blu.
5b borsa con i soldi - coltello.
5c domanda.
5d confusi.

6 atol Siamo nella sala che era usata come refettorio del monastero, in nitre parole la mensa dove i monaci si riunivano tutte le sere per
consumare il pasto. Nel silenzio che di solito accompagnava pranzi e cene i religiosi potevano contemplare dipinto murale di Da Vinci.
A differenza dei silenziosi monaci, gli apostoli con lora gesti simboleggiano una discussione malta animata su quanta ha detto llora
maestro Ges. Lo sguardo naturalmente guidato a concentrare l'attenzione su Cristo, anche grazie al/'uso della prospettiva che ha -
punta di fuga sul suo volto. La grande delusione e tris tezza che invade il volto del Salvatore nel momento in cui dichiara di essere stato
tradito voleva spingere i monaci a non fare lo stesso e continuare a seguirlo. L'arte di Leonardo non si concentrata solo sui personaggi,
su/le loro emozioni e su//e reazioni alle parole di Cristo. Anche lo sfondo doveva essere malta curato, a partire dagli arazzi che decorano
le pareti, per arrivare alle fines tre su/ fondo, aperte su un bel paesaggio. Purtroppo molti di questi di particolari si sana persi a causa
del tempo e delle scelte tecniche di Leonardo. Ancora perfettamente visibile l'illusione prospettica, con cui sembra che lo spazio reale
continui nel quadro. Leonardo decide di non rispettare perfettamente le regale della prospettiva: la tavola seque una prospettiva diversa
e ri permette di ver/ere rosa r' , sopar II sapiente restauro mnriernn ha permessn di recuperare ~ti partienlari della tavnla, rlimnstrandn
quanta Leonardo era stato preciso nel disegnarli. Una de/le tante passioni di Da Vinci era, infatti, la cucina e questa tavola imbandita ne
una prova.
7b 1 C, 2 E, 3 D, 4 A, 5 B.
7c A 1 Bartolomeo, in piedi e guarda, 2 Giacomo minore, chiama qualcuno, 3 Andrea, alza le mani; B 1 Matteo, indica, 2 Taddeo, parla,
3 Simone, parla.
7d (Soluzione possibile) 1 Filippo indica il petto per chiedere "sano forse io il traditore?". 2 Giacomo maggiore con i suoi gesti esprime dubbio
sulle parole di Cristo. 3 Tommaso con la mano fa un gesto di domanda. 4 Giuda ha in mano una borsa perch ha tradito Cristo per 30
denari. 5 Pietro afferra Giovanni per il collo della tunica con violenza. 6 Giovanni sviene per il turbamento.
7f 1 San Pietro ha il coltello, 2 Cristo parla ed triste, 3 San Giovanni svenuto, 4 Giuda ha la borsa dei soldi in mano.
r-N
8 oil - Oh mia bella Madunina, che te brilet de luntan...
- Sei allegro, oggi! Addirittura cantil
- Milano... questa atmosfera frizzante, la gente che corre, gli affari, la moda, i negozi, gli aperitivi, i navigli, la Madonnina... tutto mi
piace, io a Milano ci vivrei.
- Si... anche la nebbia, traffico, u/ casta della vita, un aperitivo sui navigli costera minimo 15 euro!
- Tu sei troppo "mediterranea" per sentirti bene a Milano.
- Guarda che io mi trovo bene ovunque! Poi un'appassionata darte come me? Troverei tantissime cose da vedere! A proposito, mi sembri
troppo allegro per andare a vedere un dipinto, qui gatta ci coya!
- Tranquilla! Non un museo, solo un'opera. Non ci vuole tanto...
- Vedi di non farmi arrabbiare,.. la visita dura solo quindici minuti, poi dobbiamo uscire, ma quasi quasi compro tre va/te biglietto e
tomiamo ancora! Questa non un'opera... "l'Opera"! L'Ultima cena di Leonardo da Vinci!! Ti rendi canta?
- Certo! Leonardo Leonardo. un patrimonio nazionale, come la Ferrari e la pizza! E poi siamo in fila da mezz'ora, deve essere proprio
speciale. Ma sei sicura che siamo al posta giusto? II biglietto non dice "Ultima cena", ma "Cenacolo vinciano" avremo sbagliato chiesa?
- Stefano...
- Era solo una battuta! Sana la stessa cosa, lo so anche io! Ecco, si muovono... tocca a noi. Finalmente!
- laggi, guarda. Dritto davanti a noi! maestoso.
- Andiamo avanti e mettiamoci a sedere in prima fila, casi guardiamo bene quadro.

90
- Ma che quadro? Non lo vedi che dipinto sul muro? enorme, su tutta la parete...
Trascrizioni e soluzioni

- Ah si, hai ragione... Scusi! Permesso. Scusi! Ecco... da qui si vede veramente bene. Beh, che dire: un po' come se lo conoscessi gi,
lig
un'immagine gi nota... pero dal vivo ti d una certa emozione! Gigantesco e splendido! Quant' grande?Saranno almena 10 metri!
- Beh, se emoziona anche te... A me prima gira va la testa. Avr avuto la sindrome di Stendhal? Guardami il braccio, anche ora ho la pelle
d'oca. Quest'opera di una bellezza commuovente, indescrivibile.
- Ora te le do io un po' di spiegivioni, /'Ultima cena la conosco bene anche io! Per esempio, Ges al centro, a banco c' Maria Maddalena...
- Cosa? Maria Maddalena?
- Si, ne sano sicuro, l'ho letto in un libro.
- Ahhh, tu parli del Codice da Vinci di Dan Brown. Lasciamo perdere, quello un romanza, pura fantasa: quello alla destra di Ges
Giovanni, che al tempo era un giovane ragazzo dai tratti gen tili, con i capelli lunghi come era la moda del tempo.
- Aliara, tu che sai tutto, puoi spiegarmi un'altra cosa? Perch hanno fatto una porta proprio sotto lo pera? Una porta!!!
- Forse Leonardo ovni avuto fretta di partire e avr deciso di costruirsi una vio di fuga...
- Cosa?! Ma che dici?Ahahah!
- Ahahah! Forse era una possibilit! Scherzi aporte, questo capolavoro forse quello che ha avuto la storia pi difficile e travagliata.
Prima di tutto perch Leonardo non amava gli affreschi, non li ave va mai fatti, lui preferiva dipingere lentamente, con tante correzioni,
aggiustamenti, con molti strati di pittura. lnvece per fare un affresco bisogna essere rapidi, guando si asciuga non puoi t'are pi nulla!
- Ah, come per gli affreschi ad Assisi di Giotto!
- Esattamente! Ottima memoria! Per quest'opera Leonardo doveva dipingere sul muro, ma proprio per cercare di mantenere il suo stile,
invece di usare la tecnica tradizionale dell'affresco, ha usato delle strane miscele di colore, mettendoci anche delle uova... Un po' come si
faceva per i dipinti su tela. Infatti ha potuto lavorare lentamente, dando colon incredibili. Ma per colpa dell'umidit, u dipinto ha iniziato
a rovinarsi subito.
- In effetti molto rovinato...
- E pensa che ora bellissimo, hanno fatto dei res tauri incredibili per riavere le forme e i colon originan. Nella storia lo hanno restaurato
va/te, viste le pessime condizioni dell'opera, ma in modi orribili, cambiando i disegni, rovinandolo ancora di pi. Ora, con le tecniche
modeme, hanno fatto un lavoro eccellente e possiamo ancora vederlo in un modo sorprendente, per...
- Pero anche un genio come Leonardo faceva degli errori. Possiamo dirlo?
- Gi, qui c'era troppa umidit per questo tipo di pittura, purtroppo uno dei pktgrandi capolavori della storia ne stato vittima!
- E la porta?
- Siccome il dipinto era in condizioni terribili, quasi non si vedeva pi niente, hanno pensato che era meglio aprire una porta per passare
nelle altre stanze, invece di fare un lungo giro.
- Chi avr pensato una cosa del genere?
- Qui siamo in un convento, saranno stati i fruti. Ma non basta. Durante la secando guerra mondiale la chi esa stata colpita da un
bombardamento. Sano crollate molte parti, ma questa muro stato uno dei pochi a rimanere in piedi!
- Umidit, bombe... vederlo oggi veramente un miracolo!
- Gi, speriamo che duri ancora a lungo! Ora useranno la tecnologia per controllare l'umidit? Comun que con i computer, almena la sua
immagine salva per sempre.
- Sano d'accordo. Dal vivo, per, un'altra cosa.
- Quindici minuti scaduti... Gi dobbiamo uscire. durato un attimo, che peccalo...
- Cara, sai che ti dico: ricompriamo il biglietto e torniamo subito dentro. Diciamo che questa non stata /'ultima cena, ma la penultima!
1 Un altro modo per chiamare l'Ultima Cena Cenacolo vinciano. 2 Nella parte bassa hanno costruito una porta. Questo uno dei tanti
eventi di una storia difficile. 3 Leonardo non amava gli affreschi, non li aveva mai fatti. Lui amava poter correggere e ripensare tutti i
particolari delle sue opere. 41 restauri pi antichi sono stati i peggiori.

9a 1111 Regola: In questi casi il futuro indicativo usato per fare ipotesi. Si usa il futuro semplice per fare ipotesi sul presente e il futuro anteriore
per farle sul passato.
9b 1 Avr avuto la sindrome di Stendhal? 2 Forse Leonardo avr avuto fretta di partire e avr deciso di costruirsi una via di fuga. 3 Chi avr
pensato una cosa del genere?
10 A Hayez, 1847, Accusa segreta: la ragazza ingiustamente accusata, B Caravaggio, 1595-96, Ragazzo morsa da un ramarro, il ragazzo
sente dolore, C1 sec a.C., Spinario, it ragazzo si toglie una spina dal piede.

Percorso 6
3 1 per il loro campione gigantesco = tra il loro campione gigantesco, 2 di cui Golia = che Golia, 3 le armi meglio = le armi migliori, 41i
taglia la testa = gli taglia la testa.
5a spalla - banda.
5b sicura di s.
5e cacco - urridere
t-N
6 112e II David il simbolo di Firenze, forse anche la statua pi rappresentativa d'Italia. Da 500 anni accoglie gli sguardi ammirati di
migliaia di visitatori che ogni giorno la possono ammirare al Museo dell'Accademia o nelle perfette copie di Piazza della Signoria e di
Piazzale Michelangelo. Quest'opera nasce con il destino di cambiare il mondo de//arte e di rappresentare l'apice di una cultura, que//a
rinascimentale. Completamente nudo, con tutti i muscoli bene in vista, lo sguardo fiero a sfidare i suo nemici, forse pi forti di lui, ma
meno convinti della bant della proprio causa. Chiun que potrebbe riconoscersi nel coraggio di David che solo un ragazzo, ma guidato
dal coraggio che proviene dalla voglia di difendere u suo popo/o. La cultura rinascimentale fiaren tina al suo apice artistica, ca pace
di sfidare i modelli classici. Tutto popolo florentino aveva atteso per 3 anni la fine dei lavan di Michelangelo. Chiamano la statua "il
gigante" perch non era usuale trovare sculture di queste dimensioni. Quattro giomi e 40 operai furono necessari per trasportare il David
da/ laboratorio del Buonarroti a Piazza della Signoria.
7b 1 Vero, 2 Falso, 3 Falso, 4 Falso, 5 Vero.

8 me - Ancora non riesco a togliermelo dagli occhi...


- Ah, si, u David. Bellissimo! Ma adesso mangia, che la bistecca fredda non buona...
- Mangio, mangio... ji mio stomaco qui, ma la ma testa sta ancora all'Accademia. , senza dubbio, la statua pi emozionante che io
abbia mai visto!
- Emozionante e gigantesca! Michelangelo non ha certo risparmiato su/ marmo per fan/a...
- Beh, a quei tempi di sicuro non ovevano problem a spendere un patrimonio per rendere splendida Firenze. Non come oggi, con la crisi
economica. Dovunque si guardi, i so/di non ci sano pi.
- Mah... so/di ci sarebbero pure, ma un tempo una ciIM investiva su//o bellezza, per dimostrare forza e fierezza. Oggi una citt investe
su un sito intemet, sul marketing online, su uno spol Itinistico e poi si dimenticano di pulire le strade...
- Forse hai ragione. Certo che anche il David era uifopcia malta politica. Chiun que la guardasse, rimaneva sbalordito da tanta bellezza e
coraggio: u giovane David che sconfigge Galia sarebbc la giovane Firenze repubblicana che non ha poura di nessuno...
- Sen ti, ma... la bistecca... la finisci o me ne posso prenden' un pezzo io? forse la pi buona che abbia mangiato negli ultimi tempi. Se
tu sei piena...
- Prendila, prendila... Certo che, con que/lo che mangi, alIro che fsico di David. Tu sei un modello ideale per Botero!
- Botero? Chi sarebbe?

91
Trascrizio e s luzifni
- Come faja non conoscerlo?! uno degli artisti pi famosi del mondo! Lasciamo stare...
- Meglio... tra parentesi, la tua carne buona, ma la mia era migliore. A Firenze devi prendere la Florentina, al sangue e con l'osso, non la
tagliata...
- A me piaciuta! La Fiorentino troppo grande per me, meglio i pezzetti di tagliata con pomodorini e grana, anche pi fresca. E non ti
lamentare, senn me la riprendo! Tornando al David e ala politica, ti racconto un aneddoto: appena terminata la statua, doveva essere
mostrata in piazza della Signoria e, durante il viaggio, dei sostenitori della famiglia Medici iniziarono a tirare de/le pietre, e la colpirono
pi va/te, tanto che fecero anche dei danni.
- E perch lo hanno fatto? Ma i Medici non erano dei mecenati?
- Si, eran mecenati guando eran loro i signad della citt, ma in fondo era una specie di tirannide illuminata. La statua era stata
commissionata dal govemo repubblicano che aveva cacciato i Medici, ma loro avevano ancora molte amicizie in citt...
- E la statua? Era ridotta mole?
- Fu lo stesso Michelangelo o ripararla, quindi jI risultato fu perfetto. II paradosso che pochi anni dopo furono gli stessi repubblicani a
rovinarla una seconda volta.
- Ma dai!
- Si, si. Durante uno scontro sempre con i fedeli dei Medici, i repubblicani si ripararono dentro Palazzo Vecchio e stavolta furono loro a
tirare pietre contra i rivalL II caso ha voluta che il David era posizionato proprio in mezzo ai due gruppi e cosi... trac!
- Ma uno barzelletta? ll David, un lanciatore di pietre, continuamente ca/pito da pietre?
- Pare di si! Per fortuna cera anche Vasari che, da grande ammiratore di Michelangelo, ave va raccolto tutti i pezzL Dopo qualche tempo
fecero dun que un felice restauro.
- E bravo Vasari! Finito? Altri danni al pavera David?
- Beh, considera che la grandissima fama dell'opera ha spinto i fiorentini a mettere l'originale al museo dell'Accademia e una copia in
piazza, proprio per proteggerla. Ma ovun que fosse la statua, qualcuno desiderava sempre rovinare tanto perfezione. Un pazzo nel 1991
l'ha ca/pito ad un piede con un martello... per fortuna il danno non stato grande.
- Ti dir che tante sfortune mi hanno fatto venire voglia di un dolce. Che prendiamo? Un tiramis?
- No, troppo pesante... prendiamo i tozzetti, qui sano tipicL
- Ma che, i biscotti che sano duri come... come u marmo di Michelangelo?
- Saranno anche duri come il marmo, ma tu prova a inzupparli nel Vin Santo...
- Aaahh, ha capita, allora! Biscotti olla Michelangelo per tutti!
(Soluzione possibile) 1 Ai tempi di Michelangelo non avevano problemi a spendere un patrimonio per rendere splendida la citt. Oggi
invece, non ci sana soldi a causa della crisi economica. 2 Appena terminata la statua, dei sostenitori della famiglia Medici iniziarono a
tirare delle pietre e la eolpirono pi volte. Pochi anni dopo i repubblicani tirarono pietre contra i rivali ma colpirono anche la statua. Nel
1991 un pazzo ha colpito con un martello il piede della statua, senza gravi danni. 3 La Fiorentina, i tozzetti bagnati nel Vinsanto.

9 1131 1 , senza dubbio, la statua pi emozionante che io abbia mai visto. 2 Dovunque si guardi, i soldi non ci sana pi). 3 Certo che anche
il David era un'opera malta politica. Chiunque la guardasse rimaneva sbalordito da tanta bellezza e coraggio. 4 Ma ovunque fosse la
statua, qualcuno desiderava sempre rovinare tanta perfezione. A) In queste frasi si usa il congiuntivo perch ci sana alcune parole che lo
richiedono come dovunque, ovunque e chiunque. Allo stesso modo anche le parole "qualunque" e "qualsiasi", guando sana seguite da un
verbo, questo deve essere coniugato al congiuntivo. B) Si usa il congiuntivo anche guando nella frase principale c' un superlativo relativo
pi/meno...), come nella frase numero 1.
10 1 veda, 2 andasse, 3 ha fatto 4 sarebbe stato, 5 decida, 6 ci fosse.

3 1 suoi, 2 altro, 3 se, 4 dalle.


5a neri - pallida.
5b incrociate.
5c sporchi.
5d soggetto.
1-1
6 1141 Siamo nella chiesa di san Domenico, non lontani da Piazza Navona. La cappella che accoglie questo quadro non malta Illuminata e,
forse per questo, per realizzare u dipinto stato chiamato il maestro della luce: Michelangelo Merisi da Caravaggio. A ca/pire la nostra
attenzione, come sempre nelle opere di questa pittore, sana proprio i contrasti tra u chiaro e lo scuro. La luce illumina con forza Ges, un
bambino non proprio appena nato, che guarda con dolcezza i pellegrini venuti a trovarlo. La stessa luce rende malta evidente il contrasto
tra la pelle chiara di Mario e i suoi capelli nerissimL Siamo sull'uscio della casa della Madre di Dio, abilazione che originariamente si
trovo va a Nazareth ma che, secando la tradizione, fu trcisportata dagli angeli a Loreto nelle Marche. La Santa Casa ancoro oggi uno
dei luoghi di pellegrinaggio pi importanti per il Cristianesimo. Due pellegrini sono appena arrivati e stanno pregando in ginocchio. In un
momento le loro preghiere vengnnn esoudite e gli appare in visinne Maria. lloro volti si riempionn di ginia: quasi in estasi guardan la
Madonna con suo figlio in braccio. Pochissima la distanza tra ji piede di Ges Bambino e le mani del pellegrino, ma non si toccano perch
comun que que/la solo una visione. Per i pellegrini, pen, sufficiente: tutta la fatica del cammino stata ripagata da que/ momento in
cui senso di tutto il loro soffrire si manifestato davanti ai loro occhL
7b 1 B Maest, 2 C Madonna del latte 3 D Madonna con Bambino e san Giovannino, 4 A Sacra Famiglia.
7c 1 D, 2 E, 3 C, 4 B, 5 A.
7d Cosa significa la parola Controriforma? 2 Quello di ristabilire l'ordine dopo le "ribellioni" scientifiche e teologiche degli ultimi decenni. 3
Perch Caravaggio usa Lena come modella e la scelta apprezzata da molti?
(-1
8a 1151 - Allana, vediamo un po'... binario 6... 17:48... perfetto, ce la faccio senza problemi! Adesso timbro subito U biglietto, senn mi
dimentico... La macchinetta... guando serve, non si trova maL Eccola, l dietro... fatto! Adesso vado direttamente al binario, se il treno
c', mi siedo e mi riposo tranquillo tranquillo. infanta chiamo Romina... allana... "CHIAMA ROMINA!",
- Mi dispiace, non ha capita, ripeti nome.
- CHIAMA ROM1NA!
- Chiamo zia Mina?
- ROMINA! CHIAMA ROMINA!
- Sto chiamando Hotel Taormina...
- Fermo, fermo, come si chiude... ecco! Ma guarda tu... ce /'ha con me questo tele fono. Meglio tornare ai vecchi sistemi...
- Ciao, dove sei?Com' andata?
- Ciao, tutto benone. Sano ala stazione, parto tra... 12 minuti.
- Aflora? La riunione?
- Mah, pi o meno tutto bene, poi vedremo nei prossimi giorni. Ci sano parecchie cose da finire, pen mi sembra che ml progetto andr in porto.
- Bene, sana certa che te la caverai, come sempre!
- Ma si, sana ottimista anche jo... piuttosto, ti va/evo dire un'altra cosa: indovina dove sano stato io oggi? Cio, dopo la riunione...
- Oddio, non lo so... Hai fatto una passeggiata nel centro di Roma?
- Dopo la riunione siamo andati in un ristorante vicino all'ufficio, in Vio Ripetta. Canino, c' una Vespa vera in mezzo ai tavoli. Abbiamo
mangiato bene!

92
Trascrizioni e soluzioni
- Ci mancava solo Marcello Mastroianni...
- Si, a Roma un po' di "Dolce Vita" ci vuole sempre! Poi abbiamo fatto due passi a Piazza del Popo/a, splendida come sempre, piena di
persone...
- Si, me lo immagino. E poi?
- E poi... e poi ho visto tanta gente che entra va nella Basilica di Santa Mario del Popolo e sano entrato anche io, ha fatto il turista! Non
puoi capire che mero vigilo! Ci sano opere bellissime, capolavori di ogni tipo. Ha anche letto delle informazioni su intemet, stata una
bellissima visita.
- Lo credo, Santa Maria del Popo/o! Una de/le chiese pi belle di Roma! Mora hai visto i dipinti di Caravaggio, yero? Che invidia!
- Era que//o che ti volevo dire! Ho visto due dipinti di Caravaggio: la "Crocefissione di San Pietro" e la "Conversione di San Paolo".
- Li ho visti anche io qualche anno fa, beato te!
- Ti con fesso che i quadri mi hanno veramente colpito. Sano en troto in questa piccola cappella, i turisti andavano tutti li... cosi mi sono
ritrovato tre dipinti impressionanti... que/lo al centro era bello, ma i due ai lat erano favolosi. Poi ha sen tito un gruppetto davanti a me
che diceva che quei due erano di Caravaggio. Non me ne intendo, ma anche io avevo ca pito che erano speciali!
- Sano due capolavori incredibili!
- Eh gil,! Ho asco/tato anche altre cose: l'importanza della luce, dei dettagli... poi parlavano degli anti-eroi di Caravaggio, de//a gente
comune. lnsomma, tutto yero! La Crocefissione di Pietro impressionante: ogni piccola sfumatura, con que//a luce che esce fuori dal
buio nerissimo... mi piaciuto tanto! Poi lui non sembra un santo, ma una persona comune spaventata per que//o che gli sta succedendo.
Mi parso moderno, come fosse un film.
- Hai proprio ragione, Caravaggio modernissimo! Sai che mi sorprendi con le tue visite segrete? Piano piano ti stai convertendo anche
tu, come San Paolo! Ma al fascino dell'arte! A//oro ti piaciuta la conversione di San Paolo?
- II quadro con il cavo/lo? Si, bello, bellissimo. Strano, pero, con questo cavo//o in primo piano e San Paolo sotto... forse Caravaggio aveva
bevuto troppo que/ giomo!
- Ma piantala! Caravaggio era Caravaggio! Quindi ha messo un animale in primo piano, cosa non certo normale in quei tempi! E poi
c' San Paolo a terra ca/pito dall'illuminazione divina, ma senza che si veda Ges nel dipinto. lnfatti Caravaggio cercava realismo dei
personaggi, voleva esprimere la loro forza terrena e umana, non poteva quindi rappresentare Cristo risorto.
- Ecco, ha ca pito! Alla fine mi pare di intuire che Caravaggio dipingeva i temi classici della pittura, ma con un occhio veramente origina/e,
come se fossero scene fotografate su/lo strada, con persone comuni. Oppure sembra come un film giallo, un thriller a episodi.
- Sempre pi sorprendente, hai detto cose verissime! Ora comincio quasi a preoccuparmi...
- Tranquilla, sano sempre io! Alla fine, dopo pochi minuti nella Baslica sano uscito... troppa gente, dopo un pa' mi manco/aria...
- Dai, stasera vediamo insieme un documentario sulla vita di Caravaggio, ce /'ha su/ computen, ti piacer!
- Beh, sar anche convertito, ma stasera ci sarebbe anche la partita di Champions League... sal che le conversioni troppo veloci sano
perico/ase, meglio procedere lentamente.
- Ho copita, facciamo piccoli passi. Di giomo Caravaggio, di sera calcio.
- Amare mio, sano d'accordo con te! Ci vediamo stasera, arrivo verso le otto e mezzo.
- Va bene, a dopo.
8a 1 Falso, 2 Vero, 3 Falso, 4 Falso, 5 Vero.

8b els 1 ce la faccio, 2 ce l'ha, 3 te la caverai, 4 ci vuole, 5 non me ne intendo, 6 piantala.


Ci sono verbi in italiano che modificano il loro significato con luso dei pronomi. Ad esempio "avercela" (frase 2) significa essere arrabbiati,
oppure "intendersene" (frase 5) significa essere esperti. I verbi pronominali sono molto usati soprattutto nella comunicazione orale.

1 1 Pontefice: Innocenzo X, Architetto: Francesco Borromini 2 Pontefice: Urbano VIII, Architetto: Carlo Maderno, 3 Pontefice: Paolo V,
Architetto: Carlo Maderno.
2 1 C, 2 B, 3 A, 4 D.
3 1F-2D-3B-4E-5A-6C.
5a socchiusa.
5b paura.
5c rami.
5d pietre.

'T
( i Apollo e Dafne sana in que//a stanza a villa Borghese da quattrocento anni. Sano stati spostati per un breve tempo nel Settecento
6 161
poi non si sano pi mossL Da a//oro chi entra in questa stanza (oggi parte del museo) vede Apollo che insegue Dafne nella speranza
di afferrarla e saziare u suo desiderio; lei, pero, ha ormai cominciato a trasformarsi in a//oro, salvandosi dall'amore di un dio che lei
non ricambia. Nella mito/agio greca non sarebbe possibile contraddire la volont di un dio, ma in realt la ninfa non fa altro che
seguire u desiderio di un'altra divinit, Cupido, che con i suoi poteri le impedisce di provare attrazione per il pur bellissimo dio de/so/e.
Quattrocento ami che lei su/ punto di trasformarsi in a//oro, la planta che diventer smbolo di Apollo, e quindi de//o poesta, della
musica e de//a cultura in genere. Lu vorr sempre oyere un ramo di alloro come corona per ricordarsi del suo pi grande amare. Scrittori,
artisti, imperatori saranno spesso rappresentati con una corona simile. In italiano guando si finisce l'universit si prende la "laureo", che
contiene lo radice de//o parola "a/loro" e, per questa, una corona di questa planto viene messa al laureato. Ancora oggi, quindi, Dafne
presente nella nostra cultura. Ora la statua al centro de//a stanza, prima era su una pare te e guando si entra va prima si vedeva
Apollo di spalle che corre, e pian piano, percorrendo i pochi passi verso il centro del/'ambiente, si scorgeva la faccia impaurita di Dafne.
Poi, guando s era finalmente davanti, si capiva che in realt la ninfa sta diventando gi una planta. Quattrocento anni di fuga e di
inseguimento, quattrocento anni che chi entra in questa piccola stanza de//a Villa Borghese si chiede se sia giusto sostenere II desiderio
sensuale di Apollo o la castit di Dafne imposta da un dio vendicativa
7d 1 E, 2 D, 3 B, 4 A, 5 C.
7e 1 dipinto Leda e il cigno, Leonardo da Vinci; 2 statua equestre di Ludovico il Moro, Leonardo da Vinci; 3 affresco "Incendio di Borgo",
particolare con Enea e Anchise, Raffaello Sanzio; 4 Affresco cappella Sistina, Michelangelo.

8 1171 - Cosa guardiamo in TV stasera?C' qualcosa di interessante?


- Mah... non lo so, non credo. Veramente dovrei finire un po' di /avara al computen... se mi ci metto subito, con un'oretta finisco. Adesso
vado in cucina, scaldo un po' d'acqua e mi faccio prima una bella tisana. Ti va anche a te?
- Ma si, fammela grazie... mi sano un po' inlreddolito...
- Va bene, torno tra poco.
- Fammi prendere u telecomando... ecco qua A posta! E chisto meglio di me? Televisione 46 pollici, contra//a totale del
telecomando, tisana in arrivo... uno spettacolo! Vediaino un po' cosa c' in giro... stasera non ci sono le partite di calcio... Magari faccio
un po' zapping... politica no, per cant, stasera f1011 ce lo faccio... Tele film van.. Televendita... potrei vedere un film_ ma a quest'ora mi
addormento di sicuro... non c' malta da vedere, sempre le solite cose... Cos' questo? Mmm... vediamo un po'... Alziamo un po' volume,
che non si sente niente...
- "...e fra le numerase opere che abbelliscono e impreziosiscono Piazza Navona, spicca per fascino e valore artistico la Fontana dei Fiumi
de/Bernini, opera di ineguagliabile bellezza".
- Guarda un po', un bel documentariol
- "... il Nilo, il Gange, Rio de//a Plata e il Danubio..."

93
Tra sc zioni t sokzior
- Rominaaaa!!! Vieni, c' un documentario sull'arte! Por/ano di Bemini! Rominaaaa!!! Va b, arriver... intanto sentiamo un pa' che dicono...
- "... con il Nilo e il Gange, che si riconoscono per la vegetazione esotica. In particolare il talento del Bemini si es prime attraverso
movimento della bellissima palma spostata da/ venta e per il leone che si affaccia al di sotto di essa. Dall'altro lato si presenta ai nostri
occhi il Danubio, l'incamazione del fiume che con la mano sembrerebbe sorreggere lo stemma papa/e, simbolo del fatto che tutte le
nazioni d'Europa dovrebbero rappresentare il primo sostegno della Chiesa. Infine Rio della Plata, identificabile grazie alle monete che
ricordano i metalli preziosi estratti dal fiume..."
- Bella! Me la ricordo questa fontana, veramente "forte". Rominaaaaa! Vieni che c' una cosa che ti piace! Ma dove sta? Ah, forse in
bagno. Speriamo arrivi in tempo, cosi ne vede un pezzetto...
- "...la leggenda vuole che il Nilo si trovi nella posizione di chi si copre con un velo, per non guardare la bruttezza de/la chiesa real izzata
da/ rivale Borromini, Sant'Agnese in Agone, cosi come il Rio de/la Plata sembra coprirsi gli occhi con le manL La leggenda, tuttavia, un
falso in quanto la fontana dei Fiumi viene terminata nel 1651 mentre Borromini inizier o innalzare la chiesa nel 1652 Secando i critici,
il Nilo si copre la testa perch rap presenta uno sconosciuto: in quel tempo, infatti, nessuno conosceva la sua origine, visto che II lago
Vittorio non era stato ancora raggiunto da alcun esploratore europeo..."
- Ma che storia... a me place piel la versione de/lo statua che si copre gli occhi per non guardare /'opero del rivale: la farei cosi anche io!
Certo che uno si immagina questi grandi artisti come uomini tranquilli, sereni... al contrario! Erano proprio agitati! Forse usavano l'arte
proprio per calmare il loro caratteraccio!
- "...tra l'altro /'opero era stata commissionata precedentemente proprio a Borromini perch Papa Innocenzo X, notoriamente di costumi
morigerati, non aveva mai nascosto di trovare le opere del Bemini eccessivamente sensual. Inoltre Bemini era fortemente legato al
precedente Papa, Urbano VIII Barberini, accusato di corruzione e di mal costume. Eppure Bernini trov il modo di far giungere al nuovo
Papa un preziosissimo modellino in argento della fontana, ritenuto di bellezza incomparabile. Anche Innocenzo X si innamor dell'opera e
decise di revocare la nomina a Borromini, affidandola proprio al/'artista che ove va inizialmente ostacolato."
- Ma que//o corruzione! Ahahaha! In pratica gli ha regalato una scultura d'argento, magari gli altri facevano i modelli di legno...
Comun que tutto questo mi affascina, tutti questi dettagli impreziosiscono le opere, le rendono pi umane.
- "...al tempo Bemini stava attraversando un momento particolarmente difficile. Poco prima, infatti, era stato coinvolto in un enorme
scandalo per la costruzione dei due campanili su//a facciata di San Pietro che, secando molti, erano realizzati mak e destinati a crol/ore.
Innocenzo X, anche per la sua opposizione verso lo famiglia Barberini che li aveva commissionati, Ji fece distruggere e indag lo stesso
Bemini per il rischio corso dalla chiesa pi importante di Roma. Quando per il Papo gli commission la Fontana dei fiumi, annullando
la precedente accusa, Bemini decise di prendersi una piccola rivincita e poggi provocatoriamente /'enorme obelisco centrale su/ vuoto,
sostenuto alfa base unicamente dalle statue, a dimostrazione del fatto che possedeva le leggi de//o fisica olla perfezione!"
- Anche questa non la sapevo... che personaggio questa Bernini! Abbastanza esuberante come personalit!
- Ecco la tisana!
- Eccoti, dove sei stata? Ti ha chiamata in continuazione!
- Amare mio, ti sano mancata, eh? Te l'ho detto, ero in cucina, poi ha pon/oto un minuto al tele fono con la mamma... che cosa volevi?
- Capirai, con tua mamma un minuto si trasforma in un'ora! Ti chiamavo per farti vedere questo bellissimo documentario su//ante,
guarda...
- Ma c' telegiomale. Quale documentario?
- Ah, peccato finito proprio adesso! Cera un bellissimo documentario su! Bemini e le fontane, il Nilo, e Borromini, poi un papa... anzi due
papi, e...
- Tesoro, non ci casco! Non credo proprio che tu guarderesti un documentario su//arte!
- Ma veramente, jo...
- Shh! Prendi la tisana e fa' il bravo! Questa volta lo scherzo non ha funzionato. Vado a finire di lavorare.... Smacld
r\ - Non le capir mai, le donne!
9 1171 1 Infreddolito, 2 abbelliscono - impreziosiscono, 3 si affaccia, 4 calmare, 5 mi affascina, 6 annullando.
Regola: possibile formare dei verbi da aggettivi o da nomi in diversi modi. Uno dei pi comuni aggiungendo a- all'inizio e alla fine -are
(per esempio nella frase 6 c' il verbo annullare che viene dalla parola "nulla") o -ire (come dal colore "rosso" deriva il verbo arrossire).
Se il verbo comincia con una consonante questa diventa sempre doppia. Un'altra possibilit mettere prima dell'aggettivo e del nome
in- come nella frase 1 dove dall'aggettivo freddo deriva il verbo infreddolirsi. Se la parola comincia con b o p, in- diventa im- come nel
verbo "im-prezios-ire" della frase 2. In alcuni casi non necessario usare alcun suffisso e basta aggiungere -are all'aggettivo come ad
esempio nella frase 4 calmare, che deriva dall'aggettivo calmo.
10 rattristare, avvilire, insaporire, ingiallire, tardare, affrettarsi, addolcire, fermarsi, allacciare, abbracciare, impaurire.
12 1 Bernini, La verit, GalIeria borghese; 2 Melchiorre Caf, Estasi di Santa Caterina Algardi, 1638,3 Alessandro Algardi, Decollazione di son
Paolo.

Percorso 9
2 C.
3 1 pittore, 2 scultore, 3 storia, 4 storici, 5 scrittori.
5a spalle/schiena.
5b piuma - accarezza/tocca.
5c pugnale.
5d partendo.

6 1182 Che cas Romanticismo? Quest'immagine come poche altre rappresenta gli elementi fondamentali di questo movimento cultura/e.
L'ambientazione ad esempio. II pavimento in mattoni leggermente rovinato, i muri ingialliti, le colonne di gusto romanico fanno
pensare ad un coste//o medievale e non ad un palazzo ottocentesco pieno di mobili lussuosi e lampadari, come Versailles ad esempio.
II pittore vuole trasportare l'osservatore nel passato, forse per dore un tono di favola olla scena, o forse per riferirsi ad un periodo in
cui le passioni sembravano pie, sincere, meno legate alle feste mondane tipiche del secolo XIX. II Medioevo crea un grande fascino nei
romantici e molte opere, sia letterarie che artistiche, sano ambient ate in questa periodo. L'ultra elemento che rende romantica la scena
la passione con cui i due protagonisti si baciano. Non c' niente di falso, di teatro/e, Hayez a fa sen tire tutta la verit dell'amore di questi
due personaggi. La figura su/lo sfondo che scende le scale e che forse non doveva assistere al bocio d un senso di mistero, anch'esso
aspetto fortemente romantico. Oggi l'aggettivo "romantico" riferito soprattutto all'aspetto sentimentale, emozionale, de//e opere
dell'Ottocento, ma il Romanticismo era ben altro. All'epoca questo dipinto piaceva non solo per la sua passionalit, ma perch u ragazzo
impersona un so/dato che deve partire per la guerra, infatti nasconde un pugnale sotto u monte//o. II colore rosso del ves tito e la piuma
sul cap pella, poi, lo fanno assomigliare ad un volontario garibaldino. II Romanticismo prima di tutto desiderio di cambiare la storia con
le proprie azioni, guidare le passioni de/popo/o per spingerlo a affermare i propri diritti. L'elemento piel romantico proprio questa: un
giovane so/dato bacia appassionatamente la sua bella prima di partire per la guerra, non una guerra a caso ma que//a che servir per
liberare il popolo dalla dominazione straniera. La passione con cui bocio la sua fidanzata la stessa con cui difender suo popo/o.
7b 1 E, 2 C, 3 F, 4 G, 5 A, 6 D, 7 B.
7c 1 C, 2 D, 3 A, 4 B.
8b 1 esposizione temporanea, 2 panoramico, 3 mitologia, 4 tre.

8a, 8b, 8c 1191 - E dai... fammi tirare su il cappello... voglio vedere... dove mi porti?
- Zitta, zitta, siamo arrivati. Vedrai che la sorpresa ti placer!
- Ma non vedo niente! Guarda che se cado a terno e mi faccio male...

94
- Tanti augurio te, tanti auguri a te, tanti auguri Romina, tanti augurio te!
Trascrizioni e soluzioni
- Fidati di me! Amore mo, ti ha promesso o no un regalo speciale per il tuo compleanno? Ecco,' oro ci siamo! Togli cappello!
- Ma... non mi ricordavo che ci fosse questa mostra qui alle Gallerie d'Italia... Stefano...

- Oddio, mi viene da piangere... la mostra di Hayez! Sano proprio... senza paro/e...


- Addirittura! Sano veramente soddisfatto, la sorpresa riuscita!
- Quindi al ristorante ci andiamo dopo, era tutto organizzato!

- Certo, cara mia, guando mi ci metto, so organizzare bene le cose anch'io! Ora ci facciamo un giro dentro, poi cenetta romantica
nel ristorante che ti ha detto, vista duomo!
- II mio stupore totale... sei stato tanto romantico!
- Appunto, romantico come Hayez. Sai, ero curioso anch'io di vederla questa mostra, specialmente il famoso "Bocio", con fesso. E
quale momento migliore...
- Sano sempre pi sorpresa, ormai da un po' di tempo ti sei per fino appassionato all'arte... devo preoccuparmi? Mi nascondi
qua/cosa?
- No, no... tranquilla! Tutta farina del mio sacco! Solo che a forza di anclare in giro con te, quadri qui, sculture l... piano piano...
- Eh, certo, ti sei appassionato! 11 potere de//arte!
- Si, si que//o! Per oro entriamo... fa decisamente freddo qui fuori.
- Sano d'accordo.
- Sent, ti va di andare direttamente ala stanza con il "Bocio", poi dopo vediamo anche 1/ resto...
- Che bocio sia! Andiamo.
- Comun que le opere sono bellissime... sembrano fotografe. Tan te immagini storiche, pare... era un appassionato!
- Beh, era il gusto del periodo, molti artisti amavano trattare temi classici e mitologici, ma i riferimenti e i significati delle opere
erano modemissiml Hayez por/ovo in realt di Patria, de//o liberazione
- Ah, quindi era come un codice segreto... messaggi nascosti, interessante!
- Pi o meno... l'arte ha sempre usato le immagini come simboli, comunicando a pi,) livelli. In questo caso era anche utile non
esporsi troppo direttamente. Quelli erano gli anni dei moti rivoluzionari del Risorgimento e queste attivit erano, appunto, segrete.
- Ecco, laggi! Ma... vedo triplo? Ti assicuro che non ha bevuto niente!
- Che meraviglia! I "Baci"!
- Credevo fosse uno! E invece ce ne sano tre. Ho fatto un yero affare: pago un biglietto e vedo tre "Baci"!
- Ci sano tutte e tre le versioni! Bellissime!
- Con fermo, sano quadri sorprendentL.. guarda u vestito di /el.. sembra vero! Viene voglia di toccarlo...
- Non ci provare!
- Ma dai, scherzo, non lo farei maL Senti, ma perch ne ha fatte tre copie?
- Beh, gli artisti hanno spesso dipinto lo stesso soggetto pi va/te, questo era norma/e... in questo caso mi pare per di ricordare
che c'erano alcune differenze particolari.
- Mi pare come un gioco enigmistico... trova le differenze! Si vede che cambia un po' la scena, i color sana un po' diversi, qui c'
anche un ves tito o terno...
- Ecco, i coloni sano importanti, in questo si vede benissimo il tricolore de/la bandiera italiana, fatto con i vestiti della coppia.
- Comunque, vedendole da vicino, queste opere sano davvero spettacolarL Che tecnica! Sana quadri ca/di, appassionati... e
appassionanti. La loro fama pienamente meritata!
- Che dire... un pa' la sorpresa, un po' l'emozione di essere qui, non ca pisco pi niente!
- E allora vieni qui, ci facciamo un selfie vicino al quadro! Una foto... "al bocio"!
- Ma si, oggi me lo faccio volentierL
- Augurand
8c 1 S: - Tanti auguri a te, tanti auguri a te, tanti auguri Romina, tanti auguri a tel 2 R: - Oddio, mi viene da piangere... la mostra di Hayez!
Sono proprio... senza parole... 3 S: - Addirittura! Sono veramente soddisfatto, la sorpresa riuscita! 4 R: - Quindi al ristorante ci andiamo
dopo, era tutto organizzato! 5 S: - Certo, cara mia, guando mi ci metto, so organizzare bene le cose anch'io! Ora ci facciamo un giro
dentro, poi cenetta romantica nel ristorante che ti ho detto, vista duomo! 6 R: - II mio stupore totale... sei stato tanto romantico! 7
5:- Appunto, romantico come Hayez. Sai, ero curioso anch'io di vederla questa mostra, specialmente il famoso "Bacio", confesso. E quale
momento migliore... 8 R: - Sono sempre pi sorpresa, ormai da un po' di tempo t sei perfino appassionato all'arte... devo preoccuparmi?
Mi nascondi qualcosa? 9 S: - No, no... tranquilla! Tutta farina del mio sacco! Solo che a forza di andare in giro con te, quadri qui, sculture
l... piano piano...
C dare enfasi.
A molto
- Regola: "Appunto", "veramente", "perfino", "addirittura", "solo", "proprio" sono utilizzati come avverbi focalizzanti, cio servono a dare
enfasi ad alcuni concetti espressi nella frase.

Percorso 10
1 A espressionismo, B cubismo, C astrattismo, D dadaismo.
2 (Soluzione possibile) A 1-2-7, B 4-8, C 1-2-7-8-9, D 4-8.
3 II Futurismo nacque per annullare e distruggere ci che cera prima e rappresentare il presente, dominato dalla velocit delle macchine,
dal rumore e dalle masse. Umberto Boccioni fu tra i fondatori del movimento futurista. II suo obiettivo era quello di esprimere le tensioni
della societ del tempo, causate dallo sviluppo nuovi spazi urbani, quelli delle citt che si erano trasformate in metropoli. Simbolo
di tale mutamento fu soprattutto Milano, una eilI che si era arricchita e si era modificata grazie alla rivoluzione industriale. Secando
Boccioni non aveva pi senso ripetere le slatue greche guando la realt era dominata dal fumo delle fabbriche.
5a cappello, orecchini, petto
5b quattro
5c braccio, manica, sigaretta, verde
5d tavoli.

II Futurismo non solo un movimento artisl ir() moda che si diffonde per 1/talio e poi in Europa. Da//idea di Marinetti si forma
un gruppo di persone che non solo creano lulo le idee espresse nel manifesto, ma vivono in prima persona il nuovo modo di
vedere il mondo. I futuristi non volevano l'in ic. no anche la societ. Da questo deriva che per loro /'arte non era solo arte,
ma era il primo passo per la loro rivoluzioni. Hill 11 "pu.. u iismo". Boccioni da subito tra i pi entusiasti del progetto di Marinetti,
insieme a Russolo, Carr e SeverinL Quest() (IIpp iii ji i locali di Roma, di Milano e di Tanino: si immergono nella vita nottuma,
proponendo la loro idea di arte e di politica, mil (ni, Non tutti gradiscono e molti criticona i futuristi perch troppo
radicall Tro i detraItori c' Ardengo Soffici qi, si III,olla che Marinetti e i suoi sano "dei clowns tragici che vogliono spaventare un
placido pubblico ignorante". Per Marinetti e Bac( hin, una critica al proprio progetto artistica significava ricevere una critica
olla proprio vita. Cosi raggiungono Soffici al farniPiu hui (lu11 , 1)(' ll'osse di Firenze, lo troyano e inizia una rissa che duren,) per due giornL
Alla fine Marinetti e Soffici si accorgono di pensinni III OH II II e iniziano a lavorare insieme. L'arte e la vita sana la stessa cosa e
la violenza dimostra ai due di stare dalla sicsvi pm lid,',n) guardare il bar de/la "Risata" di Boccioni con la consapevolezza che
non solo una rappresentazione con un messuggiii, gni di vita. Le forme si mescolano, entrano una dentro raltra:
l'uomo o destra con i baffi si fonde con la doilini in 1 CV ( ir, una mano entra in un piatto e la luce penetra ogni coso travolgendola
con la sua energia. Come in una rissa i corpi del quosi si perdono, cosi anche in questa scena non c' un limite yero tra le

95
Trascrizioni e soluzioni
diverse figure: tutte sono trovo/te e investite do! divertimento. Questo perch per i futuristi non c' la possibilit di una stasi, di una
pausa, di un momento da osservare. Loro si immergono in que//o che vedono e tutto si mescola nella velocit onnipresente. Una donna
che ride crea un'esplosione di forme e di colon. Noi non vediamo semplicemente /'interno di un bar ed un momento di divertimento tra
Noi siamo davanti all'esplosione di un'energia, momentanea, breve ma intensissima, quasi violenta. Tutto questo non pu essere
rappresentato con forme convenzionali, serve gua/coso di nuovo, un modo nuovo di vedere l'arte e il mondo, cosi nuovo che crea anche
un nuovo modo di vivere e stare nella societ. "Noi siamo su/ promontorio estremo dei seco/i!... Perch dovremmo guardarci cale spalle, se
vogliamo sfondare le misteriose porte dell'impossibile? II Tempo e lo Spazio morirono ieri. Noi viviamo gi nell'assoluto, poich abbiamo
gi creata /'eterno velocit onnipresente".
7b 3 Marinetti doveva approvare le proposte che se non lo convincevano non potevano definirsi futuriste 6 I futuristi hanno proposto le loro
serate a Parigi, Londra, Mosca, Berlino, Rotterdam
7c 1 travolgente, 2 sguaiata, 3 fragorosa, 4 ilarit, 5 baffi, 6 battuta, 7 barzelletta, 8 grassa risata; 1 risata che coinvolge molte persone
senza possibilit di resistere, 2 risata molto evidente, senza limitazioni, libera dalla vergogna, 3 risata rumorosa, 4 allegria, 5 ridere
nascondendosi un po', in modo non troppo evidente, 6 breve scherzo, ironia o gioco di parole per provocare le risa, 7 storia di fantasia
concepita per far ridere le altre persone, 8 risata grande e gustosa.
7d 1 La citt che sale, 2 Sviluppo di una bottiglia nello spazio, 3 II mattino, 4 Forme uniche della continuit nello spazio.

- Zang, tumb, tumb!


- Scusa, non ha ca pito...
- Zang, tumb, turnb! Zang, tumb, tumb!
- Ah... se! impazzito...
- Ma che impazzito, non la riconosci?Zang, tuuuumb, tuuuumb!
- Dai, smettila, non so di che parli!
- una poesia di Marinetti, il padre del Futurismo.
- Mi pareva di averti visto leggere un mio vecchio libro... E cosi ti sei dato all'arte moderno?
- Ormai l'allievo ha superato il maestro, anzi, la maestra! Voglio dire... mi sano stancato di passare sempre per sempliciotto! Mi sono
dato un po' da fare, ha letto qualcosina e ha iniziato ad appassionarmi Ora ammetto che trovo /'arte... aspetta, come diceva que! libro:
"piacevole, dilettevole..." no, aspetta... "ragguardevole", ecco!
- Ah, pero! Anche citazioni! Non sai che piacere mi fa sentirti dire queste cose! Da crisalide a farfolla! Un miglioramento miracoloso!
Veramente mi ero accorta che facevi progressi.. le prime va/te che ti portavo a vedere quakhe mostra facevi certe facce!
- Beh si, non era il massimo... Per se cominci a conoscere le storie degli artisti e i significo ti de//e opere, le cose cambian. Per esempio,
ha scoperto che mi piace il Futurismo! Lo trovo grandioso!
- Addirittura?Beh, ecco, questa non l'ho capita malta...
- Allora, tu loso/che mi place la tecnologia, la velocit, movimento... il futuro, IL FUTURO!!!!
- Tu? Ma la tua tecnologia solo televisione e cellulari, da usare pigramente in poltrona, sei pi anzianotto di quello che credi... Velocit
e movimento? Solo guando ritorni a casa affamato all'ora di cena!!! futuro, poi..
- Critica, critica.., tu sei una "passatista", se fosse per te dovremmo usare ancora la macchina da scrivere e il piccione viaggiatore!
- Phi che "passatista", direi che ho una visione romantica della vita! E poi mi piace fI "vintage"!
- Vintage, cio vecchio!
- Ma che dici?! Queste letture su! Futurismo ti fanno mole!
- Al contrario, stato molto divertente e interessante leggere che cosa facevano i futuristi. Pensa che Marine tti ave va pure descritto
i principi della cucina futurista! La pasta, per esempio, andava abolita! Infatti la pasta appesantisce carpo e rende nostalgici e
pessimisti.
- Ahaha, questa bella, non la sapevo! E che cosa bisognava mangiare?
- Mah, pillo/e, vitamine... poi cibi strani, uno si chiamava u "carneplastico", una polpetta cilindrica, con carne e verdure, per oyere sopad
simultanei: nella bocea deve esserci un'esplosione di gusti diversi
- Mmm, con que//e ricette il Futurismo non poteva fare tanta strada... specialmente in Italia, noi siamo tutti "spaghettisti"!
- Ma che spaghetti? Quelli per mangiarli serve la forchetta che "passatista"! Bisogna mangiare con vere e pro prie sculture che diana
la sensazione del cibo che si sta per mangiare. Poi sai che facevano delle seno te, degli spettacoli teatrali anche molto innovativi, in cui
insultavano gli spettatori, provocavano de//e risse, qualcuno finiva direttamente all'ospedale o in prigione...
- Sai che divertimento...
- Per loro lo facevano di pro pasito per generare scandalo e poi andare sui giomali, diventare pi popolari, incuriosire pi gente e
diffondere u manifesto futurista... E poi, la loro musica?Altro che orecchiabile, era tutti rumori, scoppi, esplosioni, grida, versi di

- Sent, lasciamo stare la parola "musica", senn Mozart e Beethoven si offendono. Hai visto su/ libro un po' di opere d'arte? Ti sana
piaciuti Boccioni, Balla, Carr?
- La verit? Si, moltissimo! Quest genere mi incuriosisce molto, si vede 1 /oro pensiero, il periodo che stavano vi vendo. E le opere sano
tutte casi vorticose, eolorate...
- Mi sorprendi... positivamente!
- Ah bene, anche perch, va/evo chiederti... ci sarebbe una mostra a Forma... qualche ora, non lontana... una raccolta di opere di
Balla, astrattista e futurista... Ci andiamo??
- Guarda, ci verrei pure, ma... proprio su! Futurismo... la verit che a me non piace mico molto. Idee interessanti, ma opere non
armoniose...
- Ah-ah! Non ti piace !'arte contemporanea?
- Ma si, ci sono tan te cose che mi piacciono, ma proprio il Futurismo... Una volta sana stata ad una mostra con tutti dipinti giallastri
incomprensibili: proprio detestaba Certo, Bolla un'artista di ben altro livello, pen tu lo sai che sono pi per /'ante classica.
- Mo come?! Ora sano io che ti chiedo di andare ad una mostra e tu mi dici di no?
- Ahahaah, yero, che irania, il mondo si capovolto! Dai, vediamo, ci penso...
- Va b, a Parma c' anche la Gallero Nazionale che stupenda... andiamo anche li: opere di Leonardo, Correggio, Parmigianino...
- Ah, questa musica per le mie orecchie, altro che i rumori futuristi! Allora andiamo! Quando?
- Dimmi tu, l'importante muoversi, essere dinamici, veloci, rapidi, impetuosi...
- E rispettare i limiti di velocit... ci manca pare che prendiamo una multa...
- Mia cara, hai ragione! Saremo futuristi, ma con attenzione al limiti e all'autovelox!
Soluzione: Futurista: Zang, tumb, tumb perch una poesia di Marinetti, il padre del Futurismo: tecnologia perch velocit, ji
movimento, il futuro; carneplastico per avere sapori simultanei, unlesplosione di gusti diversi. Passatista: stile vintage perch vecchio; la
pasta perch appesantisce u carpo e rende nostalgici e pessimisti; posate perch sono legate al cibo tradizionale.

8b 21 1 sempliciotto, 2 piacevole, 3 dilettevole, 4 grandioso, 5 orecchiabile, 6 anzianotto, 7 armonioso, 8 giallastro, 9 detestabile.

96
L'Italia dell'arte un emozionante e coinvolgente percorso attraverso le meraviglie dell'arte italiana, raccontata
attraverso 10 imperdibili capolavori.

II testo offre un chiaro ed esauriente riassunto della storia dell'arte italiana, tanto amata in tutto il mondo.
Ognuna delle 10 opere aceite analizzata, con grande chiarezza, dal punto di vista artistico, storico, sociale
e culturale e permette di conoscere le correnti e gli artisti italiani pi significativi: da Giotto a Caravaggio, da
Botticelli a Leonardo e Michelangelo, da Bernini ai Futuristi.

Da usare in classe, o come materiale per l'autoapprendimento, il testo sviluppa argomenti grammaticali di
livello B1 /B2, attraverso attivit diversificate, orall e scritte,
ldeale supporto per qualsiasi corso, 11 testo si rivela prezioso anche per gli appassionati di arte o per chi
intraprende studi specifici in questo senso.

Ognuno dei 10 percorsi cosi strutturato:


Presentazione del periodo storico e introduzione attiva all'opera principale.
Analisi dell'opera con grandi foto corredate da attivit di osservazione. Un gradevole ascolto rilassato
permette allo studente di godere appieno del capolavoro presentato.
Studio approfondito: non solo informazioni storiche e culturali, ma anche tanta curiosit e agganci con altre
opere, per saperne sempre di pi.
I divertenti dialoghi di Stefano e Romina riassumono quanto presentato e offrono la possibilit di ascoltare
l'italiano parlato e di lavorare su regole grammaticali e funzioni linguistiche.
Chiude ogni percorso una preziosa pagina di Approfondimento.

Completano ji volume:
Un CD audio con gli ascolti di ogni percorso.
Materiale extra su www.elipublishing.org/percorsi-italiani

IN COLLABORAZIONE CON

EDULINGUA
Laboratorio di Ungua e cultura italiana

I SBN 978-88-536-2121-4

1 111 1
9 788853 621214
HOHHI