Sei sulla pagina 1di 3

10/4/2017 NeuroscienzeeNeuropsicologiaCorrieredellaSera

Stampa Stampasenzaimmagine Chiudi

METTERSINEIPANNIALTRUI

Noiumaniabbiamounsuperpoterelempatiacheci
rendeeccezionali
Migliaiadiannidievoluzionehannoresoilnostrocervellosemprepipotentenelcalcolo.Ma
lanostradotazionepiimportantecihapermessodistabilirerelazioniedileggerenella
mentedeglialtri.Edifarciprovarelelorostesseemozioni

ElenaMeli

ElonMuskuomodaffarisudafricano
celebreperlesueautoelettriche
dallaprestazionieccezionali,isuoi
missiliecapsulespazialiconcuifa
concorrenzaalleSoyuzrusse,che
sognadifondareunacoloniasu
Marteharilanciatolipotesidi
unumanitdotatadisuperpoteri.Il
(IllustrazionediAlbertoRuggieri)
miracoloavverrebbegrazieaun
collegamentocervellocomputerche
cipermetterebbedifonderelanostraintelligenzaconquellaartificiale.Ciattendeun
futurodacyborg?Inrealtgioggiabbiamomoltissimisuperpoteridicuipernon
cirendiamorealmenteconto.Sitrattadicapacitsviluppateinmigliaiadiannidi
evoluzioneecheoggicirendonolaspecieegemonesulnostropianeta.Inbuona
misuracidicuisiamocapacidipendedallecaratteristichedelnostrocervello,pi
potentedeicomputernelfarecalcoliprobabilistici,ingradodiadattarsiesuperarei
suoilimitiintrinseci,capaceperfinodileggerenellamentedeglialtri,unapeculiarit
allabasedellanostravitasociale.Nessuntruccodaprestigiatore,tuttomerito
dellempatia:luomohasviluppatopidituttiglialtrianimalilacapacitdi
partecipareaisentimentialtruialpuntodapoterdecifrareeperfinoanticiparei
pensierieicomportamentidichihadifronte.

I superpoteri del nostro corpo

http://www.corriere.it/salute/neuroscienze/17_aprile_06/noiumaniabbiamosuperpoterelempatiachecirendeeccezionaliaeb2b21c1acc11e7953eab 1/3
10/4/2017 NeuroscienzeeNeuropsicologiaCorrieredellaSera

Cervello

LEGGERELEEMOZIONIALTRUI Lempatialabasedellanaturasocialedelluomo,
rendepossibilelapprendimentoelerelazioniaffettiveedunacaratteristicadiversa
dallacapacitdimentalizzazione,chepuretipicadelluomospiegaClaudio
Mencacci,presidentedellaSocietItalianadiPsichiatria.Conquestapossiamo
rappresentareecomprendereglistatimentalieaffettividellaltro,manonnesiamo
partecipilempatiainvececiportaaprovarelestesseemozionidichiabbiamodi
fronteequindiancheasuperarelegocentrismoperaccoglierelaltro,realizzare
interazionipisoddisfacenti,costruirelegamisociali.Ilnostroistintociporterebbead
averepregiudizieacostruirebarriere,invecesiamounaspecienonostantetutto
cooperativa:lempatiahaconsentitolevoluzionedelbrancoecihapermessodi
realizzarelasocietcomelaconosciamooggi.Lecapacitutiliarelazionarcicon
glialtri,dicuifaparteanchelempatia,sonochiamatedagliespertiteoriadella
menteesonoutiliachiunque,maindispensabiliapolitici,attori,scrittori.Questedoti
nonsonodeterminatesoltantodaigeni,masipossonoimparare:neonatidipochi
mesiriesconoaleggereleemozionialtruieperesempio,osservandoleazionidi
unapersona,siaspettanochequestavadaversounoggettoritenutodesiderabilee
guardanodaquellaparte,difattoprevedendoneilcomportamento.

INTELLIGENZAEMOTIVA Crescendo,attraversoleesperienze,losservazionedel
mondoeanchelaguidadegliadulti,siimparasemprepiamettersineipannidegli
altriequindiprevederneazioniereazioni,atuttovantaggiodellapossibilitdi
intessererelazioniproficue.Lamaggiorpartediquesteabilitsisviluppaneiprimi
cinqueannidivita,tantopiquantopiinfamigliaenelcontestosocialedi
riferimentosiparlaapertamentediemozioniestatidanimocosdariconoscerliinse
stessieneglialtrituttaviapossibilemigliorarelacapacitdileggerelamente
anchedaadultieperfinodopoi60anni,conbeneficinellerelazionisocialivistoche
unmaggiorgradodiempatiasiassociaaunaminorsolitudine.Labasebiologicadi
http://www.corriere.it/salute/neuroscienze/17_aprile_06/noiumaniabbiamosuperpoterelempatiachecirendeeccezionaliaeb2b21c1acc11e7953eab 2/3
10/4/2017 NeuroscienzeeNeuropsicologiaCorrieredellaSera

tuttoquestostaneineuronispecchio(scopertineglianniOttanta,daGiacomo
RizzolattidellUniversitdiParma,siattivanoquandocompiamounazionema
anchequandovediamocompierla,ndr),checonsentonoalnostrocervellodivivere
unasortadisimulazionedellesperienzaaltruiessenzialepercomprendere
davverochiabbiamodifronteeinteragireconluiriprendeMencacci.Questa
capacitdileggerelamenteunintelligenzaemotivachenontuttipossiedonoin
ugualgrado,macheincompensosipuallenare.

UNAGABBIADISOFFERENZA Ilmezzopifacile?Leggerelibri,apattochesianodi
buonaqualit:calarsinellestorieeimmedesimarsineipannideipersonaggicome
guardarelarealtdaunpuntodivistadiversoecostituisceunefficaceesercizioper
imparareainterpretareemozioni,gestiecomportamentidelprossimoanchenella
vitaquotidiana,affinandolacapacitdileggerenellamentealtrui.Purtroppoavolte
lospecchioattraversocuiinteragiamoconlaltrosirompeelempatiadiventa
impossibile.Succede,peresempio,achihadisturbiantisocialidellapersonalit,e
acausadellamalattianoncapacediparteciparealdoloredellaltroaggiungelo
psichiatra.Anchenellautismoabassofunzionamentoglistudiindicanouna
compromissionedellecapacitdiempatiaepossibilialterazionidelsistemadei
neuronispecchio.Limpossibilitdileggerelamenteeleemozionialtruidiventain
questicasiunagabbiadisofferenza,laprovaevidentediquantoilnostrobenessere
elenostrerelazionisifondinosuquestosuperpotere.

UNAREALTOLTRELAREALT Ilnostrocervellosembradisegnatopercrederein
qualcosachevadaoltrequellochevediamoetocchiamo.Tuttodipenderebbe
propriodallateoriadellamente.Sepossiamoentrareneipensierialtrui,allora
diventapossibileimmaginareanchelesistenzadimentisenzacorpo.Ediunarealt
oltrelarealt.

Elena Meli
9 aprile 2017 | 15:41
RIPRODUZIONE RISERVATA

http://www.corriere.it/salute/neuroscienze/17_aprile_06/noiumaniabbiamosuperpoterelempatiachecirendeeccezionaliaeb2b21c1acc11e7953eab 3/3