Sei sulla pagina 1di 32

GUIDA BREVE

AUTORE: MARCO CHIARELLO


DISTRIBUITO DA: TECNOBIT S.R.L.
SKETCHUP GUIDA BREVE

I d e a t a e realizzata da M a r c o C h i a r e l l o - T e c n o b i t S.r.l. - Marzo 2015

La v e r s i o n e di r i f e r i m e n t o usata S k e t c h Up Pro 2015

Tutte le i m m a g i n i sono c r e a z i o n e d e l l ' a u t o r e . Sono c o n s e n t i t i la r i p r o d u z i o n e e distribuzione p a r z i a l e o in-


t e g r a l e con q u a l u n q u e mezzo di q u e s t ' o p e r a p u r c h a t i t o l o g r a t u i t o e nel r i s p e t t o della p a t e r n i t intellet-
tuale mediante citazione dell'autore. Ogni altro diritto riservato.

Tecnobit S.r.l.
Via B.Sacchi, 9 - 3 6 0 6 1 - B a s s a n o d e l G r a p p a (VI) - Italy
T e l e f o n o : 0 4 2 4 5 6 7 7 2 9 - Fax: 0 4 2 4 1 7 4 5 1 9 1
Email: v e n d i t e @ t e c n o b i t m a i l . c o m - W e b : w w w . t e c n o b i t . i n f o
R.E.A. C.C.I.A.A. di V i c e n z a al N. 2 0 0 1 5 6 - P.IVA: 0 2 0 1 7 2 4 0 2 4 9
SKETCHUP
GUIDA BREVE

SKETCHUP SI DIFFERENZIA IN MAKE E PRO

SKETCHUP MAKE
E GRATUITO E DEDICATO ALLA FORMAZIONE, AGLI APPASSIONATI E AI PROGETTI PERSONALI SENZA UNO SCO-
PO COMMERCIALE.

SKETCHUP PRO
E LA VERSIONE AVANZATA DI SKETCHUP E DESTINATA AD UN USO COMMERICIALE DEL PRODOTTO.
AGGIUNGE UNA SERIE DI FUNZIONALIT TRA CUI LIMPORTAZIONE DI FILE CAD E LIMPAGINAZIONE
NELLAPPLICATIVO LAYOUT.

QUESTO MANUALE RIASSUME LE PRINCIPALI FUNZIONALIT DI SKETCHUP PRO E ALCUNE FUNZIONALIT


AVANZATE DI SKETCHUP MAKE
INDICE:

PARTE PRIMA: SKETCHUP PRO PAG.

1. IMPORTAZIONE CAD 2D E 3D
[IMPORTAZIONE DI FILE *.DWG; *.DXF ...]...................................................................... 8

2. ESPORTAZIONE CAD 2D E 3D
[ESPORTAZIONE DI FILE *.DWG; *.DXF ETC]................................................................ 10

3. LAYOUT
[APPLICATIVO DIMPAGINAZIONE]................................................................................ 12

4. STYLE BUILDER
[APPLICATIVO DI PERSONALIZZAZIONE GRAFICA]............................................................. 16

5. COMPONENTI DINAMICI
[OGGETTI PARAMETRICI DI SKETCHUP].......................................................................... 17

6. STRUMENTI SOLIDI
[STRUMENTI DI MODELLAZIONE AVANZATA].................................................................. 20

7. STRUMENTI AVANZATI TELECAMERA


[GESTIONE AVANZATA INQUADRATURE]........................................................................ 22

8. CLASSIFICAZIONE DEI TIPI


[CLASSIFICAZIONE BIM DI SKETCHUP]............................................................................ 24

9. GENERA RAPPORTO
[ESPORTAZIONE COMPUTO METRICO]........................................................................... 25

PARTE SECONDA: SKETCHUP MAKE

10. 3D WAREHOUSE
[GALLERIA ON-LINE DI COMPONENTI 3D GRATUITI]...................................................... 28

11. RACCOLTA ESTENSIONI


[GALLERIA DI ADD-ON PER SKETCHUP]....................................................................... 29

12. ABBINA FOTO


[FOTO INSERIMENTI E MODELLAZIONE DA UNA FOTO]................................................... 30

13. ANTEPRIMA IN GOOGLE EARTH


[IMPORTARE IL TERRITORIO E VISUALIZZARE IN ANTEPRIMA IL MODELLO]................. 32
PARTE PRIMA

SKETCHUP PRO
STRUMENTI SPECIFICI DI SKETCHUP PRO
1. IMPORTAZIONE CAD 2D E 3D

SketchUp Pro permette limportazione di file CAD.


Ad esempio a partire da una pianta sviluppata in CAD, si pos-
sono modellare i volumi tridimensionali rapidamente per
studiare i volumi di progetto, realizzare un foto-inserimento
ed esportare delle viste prospettiche o in scala.

IMPORTAZIONE DI CAD IN SKETCHUP PRO

1. Separare piante e prospetti su pi file per facilitarne la ge-


stione in ambiente SketchUp Pro
2. Salvare i file DWG in una versione antecedente alla versio-
ne di SketchUp in cui si intende importare (ad esempio
salvare in versione 2013 per importare in SketchUp PRO
2015 per evitare incompatibilit)
3. In SketchUp Pro > menu File > selezionare Importa
4. Si apre la finestra Apri, selezionare il file da importare. Se-
lezionare nel menu a tendina in basso Tipo file il formato
DWG
5. Opzioni consente di perfezionare la caratteristiche di im-
portazione (vedi in basso)
6. Cliccando su OK si procede allimportazione. Appare la fi-
nestra Risultati importazione contenente i dettagli del file
importato
7. Il file importato diventa un Componente di SketchUp

OPZIONI
UNISCI FACCE COMPLANARI: rimuove automaticamente le
linee triangolate dei piani
ORIENTAMENTO COERENTE DELLE FACCE: orienta uniforme-
mente la direzione delle facce importate
UNIT: selezionare lunit di misura adottata nel file CAD per
importare le geometrie alla scala corretta
CONSERVA ORIGINE DEL DISEGNO: attivare per conservare la
posizione degli elaborati allinterno del file CAD

MODALITA DI INTERVENTO SUL FILE CAD:


Modellare in riferimento al file CAD con snap precisi agli
elementi CAD (linee, polilinee) con Linea, Rettangolo,
Spingi/tira etc...vedi esempio seguente
Modellare direttamente dentro al componente file CAD,
dopo aver cliccato due volte su di esso
Esplodere il file CAD (pu richiedere molto tempo a secon-
da delle dimensioni del file CAD) e modellare con gli stru-
menti di SketchUp

8 SKETCHUP .
ESEMPIO: REALIZZARE UN MODELLO 3D A PARTIRE DA UN
FILE CAD 2D

1. Preparare i file CAD come descritto in precedenza


2. Posizionare i file CAD nello spazio SketchUp Pro: disporre
piante, prospetti e sezioni nella loro posizione effettiva
nello spazio (vedi immagini a lato):
SPOSTA per riposizionare ad esem-
pio la pianta del tetto in alto sopra
alla pianta del piano terra,
RUOTA per ruotare in verticale prospetti e sezioni ( consi-
gliato scegliere una vista di prospetto prima di procedere a
questa operazione dalla barra di strumenti VISTE)
3. I file CAD importati diventano Componenti di SketchUp,
sconsigliato esploderli in quanto contengono molte linee e
questa operazione potrebbe richiedere molto tempo
4. Le inferenze di SketchUp aiu-
tano ad ottenere lesatto alli-
neamento dei volumi alle line-
e dei disegni CAD e ricalcare i
file importati con Linea, Rettangolo, Cerchio etc e mo-
dellare i volumi del progetto con Spingi/tira
5. Infine si possono nascondere i file importati: con il coman-
do Nascondi cliccando il tasto destro del mouse in corri-
spondenza dellelemento che si vuole nascondere, oppure
creando un apposito Layer file CAD importati, la cui visibi-
lit pu essere disattivata.

Nota:
Per creare e controllare la visibilit di un layer usare la fine-
stra Layer (dal men Finestra in alto). Per posizionare un ele-
mento su di uno specifico layer aprire la finestra Informazioni

GUIDA BREVE . 9
2. ESPORTAZIONE CAD 2D E 3D

SketchUp PRO consente di esportare i modelli come disegni


vettoriali 2D, inclusi i formati DWG e DXF.
Lesportazione in formati CAD permette di scambiare disegni
con altri software e ampliare la collaborazione del team di
progetto.

ESPORTARE FILE CAD 2D

1. Modificare il modello di SketchUp PRO in modo da ottene-


re ci che vogliamo che appaia nel file esportato. Sia che si
tratti di una vista 3d (prospettiva o assonometria) che 2d
(piante o prospetti) il file di esportazione sar bidimensio-
nale.
2. Per procedere allesportazione da SketchUp PRO nel menu
FILE selezionare ESPORTA > IMMAGINE 2D
3. Si apre la finestra ESPORTA GRAFICO 2D dove si pu sce-
gliere la posizione in cui salvare il file di esportazione ed il
nome. Selezionare il formato DWG nel menu a tendina
ESPORTA TIPO in basso.
4. OPZIONI consente di perfezionare le caratteristiche di e-
sportazione (vedi tabella in vasso)
5. Cliccare OK
6. Cliccare Esporta

OPZIONI
VERSIONE AUTOCAD: selezionare la versione del file CAD di
esportazione
DIMENSIONE E SCALA DISEGNO: opzioni di scalatura
SCALA INTERA (1:1): selezionare per esportare in scala 1:1
LARGHEZZA/ALTEZZA: dimensioni di pagina personalizzate
per il file
Nel disegno/Nel modello: per determinare la scala di e-
sportazione ad es. 1:50 Nel modello=1; Nel disegno= 50
LINEE PROFILO: opzioni per le linee profilo
NESSUNA: esporta con linee profilo a larghezza standard
POLILINEE CON SPESSORE: esporta il profilo come polilinea
CAD
ENTITA LINEE ESTESE: esporta profilo come linee estese
CAD. Funzione disponibile da Autocad 2000 o pi recenti
SEPARA SU UN LAYER: esporta le linee profilo su un layer
separato
LARGHEZZA: specifica la larghezza della polilinea.
Polilinee con spessore deve essere attivato
AUTOMATICA: mantiene la larghezza delle linee profilo
come sono visualizzate nellarea di disegno
LINEE DI SEZIONE: opzioni per le linee di sezione. Nel modello
deve esserci almeno una sezione attiva
LINEE ESTESE: opzioni per le linee estese
PREDEFINITO: per ripristinare le impostazioni originali

10 SKETCHUP .
ESPORTARE FILE CAD 3D

1. Modificare il modello di SketchUp in modo da ottenere ci


che vogliamo che appaia nel file esportato (ad es. elimina-
re elementi superflui)
2. Verificare lunit di misura su Finestra > Informazioni Mo-
dello > Unit. SketchUp tiene conto di queste unit di mi-
sura durante lesportazione e il software CAD dovr essere
impostato sullo stesso formato unit
3. Per procedere allesportazione da SketchUp PRO nel menu
FILE selezionare ESPORTA > MODELLO 3D
4. Si apre la finestra ESPORTA IL MODELLO dove possiamo
scegliere la posizione in cui salvare il file di esportazione.
Attenzione! selezionare il formato DWG nel menu a tendi-
na ESPORTA TIPO in basso.
5. OPZIONI consente di perfezionare le caratteristiche di e-
sportazione
VERSIONE AUTOCAD: selezionare la versione del file CAD
di esportazione
Esporta: contiene le diverse entit che possono essere
esportate nel file CAD. E possibile esportare facce, bordi
(linee), geometrie di costruzione (guide), quote o testi in
qualsiasi combinazione.
6. Cliccare OK
7. Cliccare Esporta

GUIDA BREVE .11


3. LAYOUT
APPLICATIVO DIMPAGINAZIONE

LayOut un software complementare a SketchUp PRO, speci-


fico per limpaginazione e la presentazione del progetto.

Dopo aver realizzato il modello con SketchUp PRO possibile


aprirlo con LayOut dove si trovano tutti gli strumenti per rea-
lizzare gli elaborati finali.

Si possono impaginare viste in scala o in prospettiva, sempre


coerenti tra loro e sempre aggiornate con il file del model-
lo .skp di origine per presentare il progetto in modo convin-
cente e interattivo.

UTILIZZO DI LAYOUT:

1. Dopo aver modellato con SketchUp PRO, salvare e inviare


il file a LayOut dal tasto File > Invia a LayOut
2. Si avvia LayOut. Scegliere un formato di foglio a nostro
piacere (pu essere modificato in seguito). Quindi cliccare
Apri
3. Linterfaccia di LayOut molto simile a quella di SketchUp.
I simboli degli strumenti sono gli stessi, le barre di stru-
menti sono in alto, al centro larea di lavoro, a destra i
pannelli di modifica
4. Limmagine al centro del foglio una finestra che mostra
il contenuto del file di SketchUp. Si possono ottenere mol-
te finestre, duplicando quella iniziale, ciascuna impostata
su una vista diversa del modello
5. Per realizzare altre finestre selezionare la finestra gi pre-
sente, cliccare dal men Modifica > Duplica. Spostare la
finestra duplicata tenendo premuto il tasto sinistro del
mouse sulla finestra
6. Quando si seleziona una finestra compaiono al perimetro
delle frecce blu con cui possibile ridimensionarla o ruo-
tarla tenendo premuto il tasto sinistro sul pallino blu al
centro
7. Per orientare la vista sullinquadratura voluta cliccare tasto
destro sulla finestra, alla voce Scena troviamo le scene
eventualmente salvate nel file originale e le Viste standard
alto, davanti, dietro, sinistra, destra, etc
8. Per orientare la vista a piacere cliccare due volte sulla fine-
stra. Si attiva automaticamente lo strumento Orbita con
cui orientare la vista allinterno del modello. Per disattiva-
re la finestra cliccare due volte allesterno del perimetro
della finestra
9. Dopo aver impaginato il progetto possibile:
visualizzare in modalit Presentazione su Visualizza >

Avvia la presentazione
stampare gli elaborati dal menu File > Stampa

12 SKETCHUP .
Menu principale Toolbar principale
Interfaccia di LayOut

Progetti aperti

Pannelli predefiniti (vedi pagg. seguenti)

Barra di strumenti: Toolbar principale

Strumenti di annotazione: Avvia presentazione: per


testi, etichette e quote vedere a schermo interno
le tavole
Freccia nera: per
selezionare
Strumenti di modifica: cancel-
la, copia stile, taglia, incolla

Aggiungi pagina e passa alla


pagina precedente/successiva
Strumenti di disegno: linea, arco, rettangolo, ellisse, poligono etc...

GUIDA BREVE .13


3. LAYOUT
APPLICATIVO DIMPAGINAZIONE

LAYOUT: PANNELLI PREDEFINITI

Colori
Pannello dedicato ai colori nelle varie modalit:
Disco cromatico
RGB red, green, blue (rosso, verde, blu)
TSL: tinta, saturazione, luminosit
Grigi: tonalit di grigio, Opacit
Immagine: permette di caricare unimmagine
Elenco: elenco di colori con nome

Stile forma
Pannello dedicato alle caratteristiche grafiche delle forme
disegnate direttamente sulla tavola come linee, rettangoli,
cerchi:
Riempimento: imposta il colore interno della figura
Motivo: sovrappone al colore un retino (vedi pannello Ri-
empimento a motivo)
Tratto: spessore di linea
Motivo: tipo di linea (continua, tratteggiata etc)
Stile tratto: angoli squadrati o smussati, estremit di linea
squadrate o arrotondate
Freccia iniziale/finale: imposta una freccia a scelta dal me-
nu a tendina e le dimensioni

Riempimento a motivo
Pannello contenente i retini. Cliccare sul menu a tendina a
fianco della casetta per scegliere fra le categorie di retini
reimpostati o caricarne altri.

Modello di SketchUp
Pannello contenente le impostazioni per le viste. Selezionare
una vista per attivare i menu:
Visualizza
Scene: elenco di scene salvate nel file skp.
Viste standard: posizionare la vista in pianta o prospetto
Orto: elenco di scale da 1:1 a 1:1000 e personalizzabili
Ombreggiatura: attiva/disattiva lombra, ora e giorno
Nebbia: attiva/disattiva nebbia, imposta il colore
Stili
Elenco di stili grafici (a colori, in bianco/nero, ombreggiati
etc)

14 SKETCHUP .
Stile quota
Pannello con impostazioni di quota:
Posizione del testo: sopra, sotto o sulla linea di quota
Orientamento del testo: oriz., vert., allineato, perpendico-
lare
Visualizza unit/nascondi unit
Scala automaticamente: riconosce automaticamente la
scala della vista e riporta la quota in scala corretta
Unit di misura: metri, centimetri
Precisione: numero di posizioni decimali dopo la virgola
Angolo: unit di misura degli angoli gradi o radianti

Stile testo
Pannello con impostazioni per i testi:
Formato
Impostazioni di allineamento del paragrafo
Famiglia: font di testo
Carattere: normale, grassetto etc
Dimension: dimensioni in punti
Elenco: impostazioni per elenchi puntati e numerati

Pagine
Pannello per laggiunta/rimozione delle pagine
+ aggiunge pagina
- elimina pagina
Riporta lelenco delle pagine presenti, la visibilit/non visibili-
t in modalit Avvia presentazione

Layer
Pannello per la gestione dei layer:
+ aggiunge layer
- elimina layer

Raccoglitori
Pannello contenente moltissimi elementi grafici per comple-
tare le viste: auto, persone, alberi in pienta e in prospetto alle
varie scale di stampa

Istruttore
Pannello con suggerimenti sullo strumento in uso

GUIDA BREVE .15


4. STYLE BUILDER
APPLICATIVO DI PERSONALIZZAZIONE GRAFICA

Style Builder un software dedicato alla personalizzazione


dei bordi di visualizzazione. Si possono associare schizzi fatti a
mano personalizzati o creati con unapplicazione di grafica ai
bordi del modello di SketchUp.

REALIZZARE UNO STILE PERSONALIZZATO:


1. Preparare immagini scansionate o prodotte con software
di disegno digitale. Le immagini dovranno avere le dimen-
sioni di lunghezza 16; 32; 64; 128; 256; 512 pixel e larghez-
za a scelta tra 8; 16; 32; 64 pixel
2. Aprire Style Builder
3. In alto si trova il menu da cui importare le immagini degli
schizzi: Tratti > Carica da cartella Selezionare la cartella
nel computer che contiene le immagini da caricare
4. Le immagini vengono visualizzate a sinistra con specificate
le dimensioni in pixel
5. Trascinare le immagini negli appositi riquadri a destra e
comporre lo stile come desiderato: le diverse lunghezze
dei tratti vengono impiegate a seconda della vicinanza
dellosservatore al modello nellarea di disegno di Ske-
tchUp
6. Lanteprima in basso mostra le modifiche apportate allo
stile in anteprima
7. Salvare lo stile e importarlo in SketchUp per applicarlo ai
propri progetti

16 SKETCHUP .
5. COMPONENTI DINAMICI
OGGETTI PARAMETRICI DI SKETCHUP

SketchUp PRO consente di realizzare componenti dinamici.


I Componenti Dinamici sono oggetti parametrici, ossia con
caratteristiche preimpostate modificabili o selezionabili da un
elenco, senza intervento di disegno.

Come nellesempio della porta qui a fianco, anzich modifica-


re manualmente le caratteristiche delloggetto -dimensioni,
materiale, orientamento- si pu impostare laltezza di 200
cm nel campo corrispondente per applicare la modifica desi-
derata

Questo permette un considerevole risparmio di tempo e una


maggiore flessibilit alle modifiche di progetto.

Ad esempio usando finestre con dimensioni parametriche,


pavimenti con materiali e dimensioni delle piastrelle parame-
triche, arredi con dimensioni e finiture variabili gi pronte,
lintervento di disegno e modellazione viene ridotto al mini-
mo.

SketchUp PRO permette di realizzare Componenti Dinamici


personalizzati e di modificare componenti esistenti, eventual-
mente scaricati da SketchUp 3D Warehouse (2,2 milioni di
modelli gratuiti).
I Componenti Dinamici sono disponibili anche con SketchUp
Make, ma non possono essere modificati o realizzati ex-novo.

DOVE TROVARE I COMPONENTI DINAMICI:


1. In Sketchup:
Aprire la finestra dei componenti dal men Finestra >
Componenti
Aprire il menu a tendina delle categorie di componenti
presenti cliccando la freccia rivolta verso il basso vicino al
simbolo della casetta, scegliere Formazione sui compo-
nenti dinamici
Compaiono alcuni componenti contraddistinti dal simbolo
[ ] che identifica tutti i componenti dinamici. Clic-
care su uno di questi e posizionarlo nello spazio di disegno
di SketchUp.
2. Nella galleria 3D Wareho use al sito
3dwarehouse.sketchup.com

GUIDA BREVE .17


5. COMPONENTI DINAMICI
OGGETTI PARAMETRICI DI SKETCHUP

COME USARE I COMPONENTI DINAMICI:

Visualizzare la barra di strumenti Componenti dinamici: clic-


care nel menu Visualizza > Barre degli strumenti > Compo-
nenti dinamici

Interagisci con Componenti dinamici


Per interagire con i componenti dinamici. Se un
componente dinamico ha caratteristiche di inte-
razione vengono attivate con questo strumento:
ad esempio alcune porte al clic si aprono e si
chiudono.
Opzioni componente
Apre la finestra Opzioni componente con le ca-
ratteristiche configurabili per il componente se-
lezionato. Modificare la caratteristiche e preme-
re Applica.
Attributi componente
Apre la finestra Attributi componente (solo Ske-
tchUp PRO). Permette di aggiungere e modifica-
re gli attributi dei componenti. Gli attributi sono
formule che regolano le caratteristiche del com-
ponente ad es. dimensioni, materiale, caratteri-
stiche, nome etc

CARATTERISTICHE COMUNI DEI COMPONENTI DINAMICI:


Costrizioni
E un tipo di attributo che mantiene fisse le dimensioni di
una parte del componente al variare delle dimensioni totali
come nellesempio: la cornice viene ridimensionata con Sca-
la ma lo spessore della cornice rimane invariato
Ripetitivit
Attributo che moltiplica gli elementi in base ad una regole
di calcolo: nellesempio la staccionata viene allungata con lo
strumento Scala, la larghezza finale viene riempita di stec-
che verticali equidistanti
Configurabilit
Le caratteristiche configurabili si trovano nella finestra Op-
zioni componente. Modificare le caratteristiche
delloggetto, quindi premere Applica per aggiornare
loggetto. Alcuni esempi: Nome, Descrizione, Altezzza, Lar-
ghezza, Profondit, Materiale...
Animazioni
Attributi attivabili con lo strumento Interagisci [ ]. Clic-
care con lo strumento sul componente, se il componente
prevede animazioni vengono attivate al clic. Esempi di ani-
mazioni: il movimento di una parte o di tutto il componen-
te, la visualizzazione di un messaggio, lindirizzamento ad
una specifica scena
Brand
Tra le caratteristiche del componente si possono includere
informazioni sullazienda, contatti, dettagli del prodotto,
link al sito del produttore dando visibilit ai prodotti.

18 SKETCHUP .
5. COMPONENTI DINAMICI:
COME FUNZIONANO

COME FUNZIONANO I COMPONENTI DINAMICI?


Un Componente Dinamico ha caratteristiche configurabili
impostate con laggiunta di Attributi dalla finestra Attributi
Componente (con SketchUp PRO).
Per aggiungere attributi, dalla finestra Attributi componente,
cliccare il simbolo + Aggiungi attributi. Compare la lista base
di attributi standard quali ad es. Nome del componente, De-
scrizione, Posizione rispetto allorigine del disegno, Dimen-
sioni in X, Y, e Z.
Oltre a questi se ne possono aggiungere con Immetti un no-
me personalizzato in basso (ad es. lattributo ALTEZZA DA
TERRA).

IMPOSTARE LA VISIBILIT/MODIFICABILIT DEGLI ATTRIBU-


TI:
una volta aggiunti attributi cliccare sulla freccia nera rivolta a
destra per ciascuna voce per impostare la visibilit e/o la mo-
dificabilit di questa caratteristica da parte degli utenti. Gli
attributi resi pubblici compaiono nella finestra Opzioni Com-
ponente:

COMPONENTI NIDIFICATI:
Si possono includere nel componente altri componenti, detti
nidificati, i quali avranno a loro volta degli attributi. Questi
attributi per i componenti nidificati posso dipendere dagli
attributi del componente principale digitando formule come
nellesempio =BASE!SPESSORE_PANNELLO
Come in un foglio di calcolo il simbolo = mette in rapporto
celle differenti, in questo caso la caratteristica LenX
(dimensioni sullasse X) del componente FIANCO_SX con
lattributo SPESSORE_PANNELLO del componente BASE.

Seguendo questo procedimento si ottengono componenti


dinamici di notevole complessit e ricchezza.
Infine con un solo componente declinato con misure differen-
ti si ottiene ad esempio una intera cucina molto velocemente.

GUIDA BREVE .19


6. STRUMENTI SOLIDI
STRUMENTI DI MODELLAZIONE AVANZATA

Gli Strumenti Solidi sono cinque strumenti di modellazione


tridimensionale molto potenti: Interseca, Unione, Sottrai,
Finitura, Dividi. Consentono di realizzare operazioni di model-
lazione che oltre a velocizzare il lavoro permettono di ottene-
re forme difficilmente raggiungibili con i normali strumenti di
modellazione 3d. Questi strumenti sono disponibili nella bar-
ra Strumenti Solidi con SketchUp PRO.

Gli Strumenti Solidi lavorano solo con solidi di SketchUp:


gruppi o componenti con un volume chiuso, senza facce man-
canti.

1. Realizzare i volumi di partenza separati usando Spingi/tira


o Seguimi
2. Creare per ciascuno dei solidi Gruppo o Componente
(tenere conto che i Componenti sottoposti ad operazioni
solide diventano gruppi!)
3. Posizionare i solidi in modo che siano sovrapposti o adia-
centi a seconda delloperazione da svolgere.
4. Cliccare sullo Strumento Solido che si vuole impiegare
5. Posizionare il cursore in corrispondenza di uno dei solidi (il
cursore mostra un numero 1) e cliccare.
6. Cliccare sullaltro solido (il cursore mostra un numero 2).
7. Loperazione terminata

INTERSECA:
Interseca tutti i solidi selezionati ma lascia nel modello solo
lintersezione. Pu essere usato con due o pi solidi contem-
poraneamente.

UNIONE:
Combina tutti i solidi selezionati in un unico solido e lascia
linterno vuoto. Diversamente da Struttura Esterna pu con-
tenere vuoti interni. Struttura Esterna contiene solo facce
esterne

SOTTRAI:
Sottrai il primo solido dal secondo e lascia solo il risultato nel
modello.

FINITURA:
Effettua la finitura del primo solido rispetto al secondo e la-
scia entrambi nel modello. Diversamente da Sottrai il primo
solido non viene cancellato.

DIVIDI:
Interseca tutti i solidi selezionati e lascia tutti i risultati nel
modello.

Nota:
per gli strumenti Sottrai e Finitura lordine con cui si selezio-
nano i solidi determinante: negli esempi stata effettuata
prima la selezione del cilindro (1) e poi del cubo (2).

20 SKETCHUP .
INTERSECA: es. schienale di una sedia. Per questa forma
molto irregolare curva sia in pianta che in alzato, Interse-
ca lascia nel disegno solo la parte comune ai due solidi

UNIONE: es. modellare una maniglia senza sbavatu-


re o linee antiestetiche. Unione fonde assieme tra
loro i solidi selezionati.

SOTTRAI: es. aprire una finestra in un muro inclinato. Sottrai


permette di realizzare forature rapidamente specialmente
quando le facce del solido da forare sono curve o non sono pa-
rallele tra loro.

FINITURA: tipico il caso della carpenteria di un tetto o degli


incastri della falegnameria, Finitura permette di realizzare
due forme complementari come tenone e mortasa, senza
eliminare la prima (come accade invece con Sottrai).

DIVIDI: il calcolo del volume di scavo per


un progetto edilizio un esempio di impie-
go dello strumento Dividi in cui rimane nel
modello la parte sovrapposta dei volumi di
partenza. Selezionando il solido diviso la
finestra Informazioni Entit ne riporta il
volume.
GUIDA BREVE .21
7. STRUMENTI AVANZATI TELECAMERA:
GESTIONE AVANZATA INQUADRATURE

Gli Strumenti Avanzati Telecamera permettono di posiziona-


re nel modello telecamere con caratteristiche reali per fissare
inquadrature, definire viste con precisione o studiare
unanimazione. Ciascuna telecamera un componente 3D nel
modello, ci permette un posizionamento pi preciso rispetto
alle Scene e una gestione pi semplice.
Dopo aver posizionato le telecamere possibile esportare
immagini o realizzare video.
Le telecamere sono disponibili nella barra Strumenti Avanzati
Telecamera con SketchUp PRO.

COME REALIZZARE TELECAMERE E MODIFICARE LE IMPO-


STAZIONI:
1. Rendere visibile la barra Strumenti Avanzati Telecamera
dal menu Visualizza > Barre degli strumenti > Strumenti
Avanzati Telecamera
2. Con gli strumenti di navigazione 3D della barra di strumen-
ti Telecamera posizionare il punto di vista nella posizione
desiderata
3. Cliccare Crea una telecamera, scrivere un nome per la te-
lecamera, cliccare OK. Compare il mirino al centro
dellarea di disegno e le caratteristiche della telecamera in
basso a sinistra
4. Cliccare Blocca telecamera per fissare la telecamera nella
posizione corrente
5. Posizionare altre telecamere con lo stesso procedimento
6. Opzionale: Per modificare le caratteristiche della teleca-
mera cliccare Guarda attraverso, selezionare la telecame-
ra desiderata, cliccare Sblocca telecamera, cliccare tasto
destro Modifica telecamera
7. Nella finestra Propriet telecamera modificare i parametri
della telecamera come disiderato, cliccare OK, riboccare la
telecamera cliccando Blocca telecamera
8. Esportare le inquadrature con File > Esporta > Immagine
2D oppure lanimazione (tour attraverso le telecamere) da
File > Esporta > Animazione > Video

22 SKETCHUP .
Creare una telecamera:
Crea una telecamera fisica utilizzando i parametri delle tele-
camere reali

Guarda attraverso:
Guarda attraverso una telecamera creata con lopzione
Crea telecamera

Blocca/sblocca:
Blocca/sblocca la telecamera corrente. E
possibile capire se una telecamera bloccata:
alla selezione diventa rossa e non blu, nella
barra delle scene e nelle caratteristiche della
telecamera compare la scritta LOCKED.

Mostra/nascondi:
Le telecamere sono rappresentate da Gruppi a forma di telecamera
stilizzata. Mostra/nascondi tutte le telecamere create con lopzione
Crea telecamera.

Mostra/nasconde tutte le linee:


I limiti di visibilit della telecamera sono rappresentati da linee trat-
teggiate. Lo strumento Mostra/nasconde tutte le linee controlla la
visibilit delle linee a tronco della telecamera.

Mostra/nasconde tutti i volumi:


Larea visibile dalla telecamera rappresentata da una piramide
con il vertice nellobiettivo. Lo strumento Mostra/nasconde volu-
mi a tronco controlla la visibilit dei volumi a tron-
co delle telecamere.

Cancella le barre delle proporzioni: annulla le mo-


difiche alle propriet Lunghezza focale, Proporzio-
ni e Larghezza immagine e ripristina la telecamera
predefinita

La finestra Propriet telecamera riassume le caratteristiche del-


la telecamera selezionata. Per aprire la finestra Propriet te-
lecamera cliccare tasto destro in corrispondeza della teleca-
mera (non deve essere bloccata) > Modifica telecamera
Nome: nome della telecamera, modificabile anche al momento
del posizionamento di una nuova telecamera
Altezza: altezza assoluta della telecamera sullasse Z
Panoramica verticale: angolo in gradi della rotazione della tele-
camera dal piano orizzontale
Rotazione: angolo in gradi della rotazione della telecamera dal
piano verticale
Lunghezza focale: preimpostata su 57 mm, rappresenta la di-
stanza tra centro ottico e piano della messa a fuoco. Valori
bassi danno effetto grandangolare.
Proporzioni: rapporto tra larghezza e altezza dellinquadratura
Larghezza immagine: larghezza dei fotogrammi, impostato di
default sul formato fotografico 36 mm.

GUIDA BREVE .23


8. CLASSIFICAZIONE DEI TIPI
CLASSIFICAZIONE BIM DI SKETCHUP

SketchUp PRO consente di attribuire una classificazione BIM


agli oggetti. I sistemi di classificazione del Building Informa-
tion Modeling consentono lo scambio di dati fra diversi sof-
tware di progettazione. Attribuire una specifica classificazione
agli oggetti in SketchUp significa poter collaborare con altri
strumenti di modellazione BIM.

Il sistema di classificazione disponibile in SketchUp PRO IFC


2x3. Industry Foundation Classes (IFC) sono un modello di dati
aperto standardizzato per le informazioni di edificazione. Gli
IFC sono creati e gestiti dall'associazione BuildingSmart che
aspira a migliorare lo scambio di informazioni tra software
usati nelle costruzioni

E possibile importare un sistema di classificazione in forma-


to .SKC o .XSD

CLASSIFICARE UN OGGETTO (GRUPPO O COMPONENTE):


1. Rendere visibile la barra Classificatore dal menu Visualizza
> Barre degli strumenti > Classificatore
2. Al momento non c ancora un sistema di classificazione
impostato, cliccare sulla freccia rivolta verso il basso pre-
sente nella barra di strumenti Classificatore per accedere
alla finestra Informazioni modello alla sezione Classifica-
zioni. Cliccare Importa
3. Si apre la cartella contenente il sistema di classificazione di
default IFC 2x3. Selezionarlo e cliccare Apri e chiudere la
finestra Informazioni modello
4. Ora il sistema di classificazione impostato. Cliccare nuo-
vamente sulla freccia nera della barra di strumenti Classifi-
catore, selezionare il tipo desiderato, cliccare sullo lo stru-
mento Classificatore [ ] e quindi sulloggetto da clas-
sificare.
5. Nella finestra Informazioni entit (tasto destro
sulloggetto) tra le caratteristiche delloggetto compare
ora anche il Tipo

Esportazione del modello tramite lesportatore IFC:


Si pu esportare il modello in formato IFC dal menu File > E-
sporta > Modello 3d > in Esporta Tipo selezionare il formato
di esportazione IFC Z cliccare Esporta

Esportazione del computo tramite Genera Rapporto:


E possibile esportare i dati del modello da File > Genera Rap-
porto > selezionare il formato di esportazione HTML o CSV

24 SKETCHUP .
9. GENERA RAPPORTO
ESPORTAZIONE COMPUTO METRICO

SketchUp Pro utilizza i dati incorporati nel modello per creare


report tabulari. possibile esportare elenchi dettagliati di o-
gni entit presente nel modello con i suoi attributi corrispon-
denti (nome, descrizione, superficie, volume...). I formati di
esportazione sono HTML o CSV. Utilizzando un programma di
calcolo si possono analizzare i dati, creare preventivi, ordini
di acquisto e molto altro ancora.

Nota: I parametri degli oggetti sono consultabili nella finestra


Informazioni entit cliccando il tasto destro sulloggetto.
I dati riportati sono Layer, Nome, Tipo (vedi capitolo sulla
Classificazione dei Tipi), Area (per le superfici), Volume (per
gruppi e componenti senza facce mancanti), Materiale
(Attualmente lesportazione avviene in pollici)

COME REALIZZARE UN COMPUTO:


1. Cliccare su File > Genera Rapporto. Compare la finestra
Genera rapporto in cui si pu scegliere cosa includere nel
computo:
Tutti gli attributi del modello: salva un file con tutti gli
attributi nel modello
Attributi della selezione corrente: salva un file contenete
solo gli attributi presenti nella selezione corrente
1. I formati di esportazione disponibili sono indicati in basso:
HTML: pu essere visionato con qualsiasi browser come
Firefox, Chrome o Explorer
CSV: pu essere importato in un foglio di calcolo per ag-
giungere operazioni quali somme o sottrazioni e impagina-
re. Cliccare sul formato di esportazione desiderato. Si apre
la finestra Salva rapporto in cui possibile specificare il
percorso di salvataggio desiderato
5. Compare la finestra di corretta esportazione che chiede se
aprire ora il file. Se si scelto di esportare HTML possibi-
le cliccare Si, altrimenti seguire la procedura descritta di
seguito
6. Se il formato di esportazione scelto CSV possibile im-
portare i dati in un foglio di calcolo come Microsoft Excel:
aprire il software di calcolo > cliccare Dati nel menu > cari-
ca dati esterni Da testo > selezionare il file CSV esportato
da SketchUp PRO > scegliere il tipo di importazione Deli-
mitato da Virgola. I dati del modello di SketchUp sono ora
disponibili per calcoli o impaginazione

GUIDA BREVE .25


PARTE SECONDA

SKETCHUP MAKE
FUNZIONALIT AVANZATE
10. 3D WAREHOUSE:
GALLERIA ON-LINE DI COMPONENTI 3D GRATUITI

Con pi di 2,2 milioni di modelli 3D WAREHOUSE la pi grande


risorsa 3D sul web. Tutti modelli gratuiti, condivisi dagli uten-
ti o messi a disposizione dalle aziende dei pi disparati setto-
ri: arredo, rivestimenti, elettrodomestici

SCARICARE DA 3D WAREHOUSE DIRETTAMENTE SU SKE-


TCHUP:
1. Aprire la finestra dei componenti dal menu
Finestra > Componenti
2. Digitare il nome delloggetto ricercato nel-
la barra di ricerca (vedi immagine). Digita-
re Invio
3. Compare la lista di oggetti presenti nel 3D Warehouse atti-
nenti alla ricerca caratterizzati da Nome del componente,
nome dellautore, descrizione
4. Per posizionare un componente cliccare sullanteprima e
successivamente cliccare allinterno dellarea di disegno di
SketchUp.

CARICARE DA SKETCHUP A 3D WAREHOUSE:


1. Selezionare il componente da caricare >
nella barra di strumenti Galleria cliccare
Condividi componente
2. Si apre la finestra di richieste dei dati del
componente: nome, descrizione etc > dunque cliccare
Carica
3. Il componente viene reso pubblico e disponibile in tutto il
mondo

Report monitoraggio visualizzazioni e download


3D Warehouse accessibile anche al sito 3dwarehouse.sketchup.com

1. Modelli in evidenza
2. Marchi
3. Edifici
4. Collezioni
5. Modelli recenti
6. Artisti

28 SKETCHUP .
11. RACCOLTA ESTENSIONI
GALLERIA DI ADD-ON PER SKETCHUP

SketchUp un software molto versatile.


Oltre a tutti gli strumenti che mette a disposizione se ne pos-
sono aggiungere moltissimi altri dalla Galleria estensioni: per
renderizzare, aggiungere materiali o prodotti realmente esi-
stenti, modellare impianti o elementi architettonici... basta
scegliere.

COME SCARICARE ESTENSIONI PER SKETCHUP:


1. Aprire Extension Warehouse dal menu Finestra
2. Si apre la finestra Extension Warehouse in cui si pu ricer-
care liberamente attraverso la barra di ricerca in alto, op-
pure aprire le Categorie in cui gli add-on sono gi cataloga-
ti per tematiche
3. Selezionare il nome dellapplicazione desiderata > si apre
la pagina dedicata che riporta le caratteristiche nonch il
pulsante Download
4. Molti add-on si installano direttamente su SketchUp, altri
necessitano una registrazione presso il sito del produttore
5. Gli add-on hanno delle proprie barre di strumenti che si
visualizzano automaticamente oppure attivandole da Fine-
stra > Preferenze > Estensioni > Installa estensioni

(gli add-on sono sviluppati da terze parti, non tutti sono gratuiti)

GUIDA BREVE .29


12. ABBINA FOTO:
FOTO INSERIMENTI E MODELLAZIONE A PARTIRE DA UNA FOTO

Abbina foto uno strumento unico, consente di realizzare


foto inserimenti e modellazione a partire da una foto. Per
valutare la fattibilit di un progetto, mostrare chiaramente

+
una proposta al committente o studiare le scelte di design,
Abbina foto un validissimo strumento di SketchUp anche
nella versione gratuita.

contesto progetto
COSA PERMETTE DI FARE ABBINA FOTO:
Foto inserimento:
vedere in anteprima il progetto modellato in SketchUp
Fotoinserimento
allinterno del contesto in cui si andr a collocare (sia di
interni che di esterni)
Modellazione a partire da una foto:
la foto del contesto viene messa in scala all interno dello
spazio di disegno di SketchUp e pu essere ricalcata con
gli strumenti di disegno e modellazione (linea, rettangolo,
spingi/tira etc). Una sorta di rilievo del costruito basato
sullimmagine fotografica importata
Applicare la foto ai volumi realizzati:
dopo aver modellato gli elementi della foto si pu applica-
re la foto ai volumi modellati in SketchUp. Si ottiene un
aspetto foto realistico dei volumi, permettendo di navigare
allinterno del modello indipendentemente
dallinquadratura originaria della foto importata
Modellazione a partire da una foto

Foto applicata ai volumi (si possono abbinare pi foto allo stesso modello)

30 SKETCHUP .
Fotoinserimento con modellazione da fotografia e texture fotografiche

COME FUNZIONA:
1. Dal menu Telecamera selezionare Abbina nuova foto >
si apre la fiinestra di ricerca di file nel computer > selezio-
nare il file della foto da importare (ad esempio pu essere
una foto scaricata da Google Street View)
2. Appare la foto nello spazio di disegno di SketchUp e in so-
vraimpressione alcuni strumenti per modificare la prospet-
tiva di SketchUp in modo da renderla coerente con
linquadratura della foto. Spostare lorigine degli assi in un
punto utile per iniziare a modellare. Manipolare le barre
verdi e rosse sovrapponendole alle linee prospettiche degli
edifici nella foto. Modellare i volumi a partire dallorigine
per controllare la posizione dei volumi allinterno dello
spazio di disegno di SketchUp
3. Appare anche la finestra Abbina foto che contiene alcune
impostazioni:
Proietta texture dalla foto: selezionare solo dopo aver
modellato i volumi, applica le texture fotografiche ai volu-
mi realizzati
Griglia: contiene le impostazioni della griglia
Spaziatura indicare una misura conosciuta
4. Infine cliccare Completato

Abbina foto pu essere impiegato efficacemente anche negli interni

GUIDA BREVE .31


13. ANTEPRIMA IN GOOGLE EARTH:
IMPORTARE IL TERRITORIO E VISUALIZZARE IN ANTEPRIMA IL MODELLO

Importare una topografia da Google Earth? Esportare il mo-


dello verso Google Earth e visualizzarlo nel contesto di pro-
getto con montagne, strade, edifici etc?
E possibile con la barra di strumenti Google. Per supportare
le scelte progettuali, mostrare al cliente lesito del progetto o
realizzare velocemente un foto inserimento paesaggistico.
Veloce ed efficace limportazione ed esportazione di dati da
Google Earth una funzione disponibile anche nella versione
base di SketchUp.

STRUMENTI DELLA BARRA GOOGLE:

Aggiungi altre immagini:


Apre la finestra Aggiungi posizione in cui scri-
vere lindirizzo preciso dellarea di progetto
oppure cercare liberamente su tutto il mondo
Attiva/Disattiva terreno:
una volta importata una porzione di territorio
attiva/disattiva la visione 3D del terreno
Texture fotografiche:
apre la finestra Texture fotografiche da cui
possibile importare immagini da Street View e
applicarle ai volumi modellati con SketchUp
Anteprima modello in Google Earth:
Invia il modello a Google Earth in cui possi-
bile visualizzarlo in anteprima nel contesto

32 SKETCHUP .
SKETCHUP PRO L AY OUT STYLE BUILDER